Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Una volta esistevano i prigionieri di guerra che venivano deportati nei campi di concentramento nazisti; ora invece viviamo prigionieri delle etichette che rendono i nostri figli "socialmente modificati" nelle nostre case e nelle nostre famiglie.
 
Ognuno comprende ciò che vuole comprendere dell'autismo; certi medici non sanno nemmeno chi sono questi ragazzi, molti altri ancora non sanno come curarli, molti altri dicono che non si guarisce, molti altri ancora dicono che questi ragazzi vanno istituzionalizzati, molti altri discutono sui metodi riabilitativi e molti ancora promettono tutti gli anni che faranno di tutto per indicare le possibile vie di prevenzione di questa allucinante malattia.
 
Quello che abbiamo letto ancora in questi giorni ha superato il limite della decenza e della INciviltà e si confonde molto bene con l'odore marcio dell'immondizia. Sempre le stesse parole, sempre le stesse cause ipotetiche, sempre le stesse correnti di pensiero, sempre le stesse promesse disattese. E intanto in Italia non si muove nulla da decenni. Francamente siamo stufi e siamo altrettanto schifati. Solo un alienato non comprende che l'autismo è l'evidenza più colossale del fallimento della medicina moderna, incapace di prevenire e curare le malattie neurodegenerative; eppure, nel nome della ricerca, sono stati torturati e ammazzati miliardi di topi e milioni di scimmiette per dare un senso a una ricerca "inconcludente".

Ultimamente, in prossimità del 2 aprile, sembra di assistere al Carnevale dell’autismo, dove l'unica cosa importante è esibire un palloncino blu. Eppure qui non c'è nulla da festeggiare: aria, acqua, cibo e informazione sono tutti inquinati e rappresentano il veleno mortale che sta ammazzando i nostri figli. Basterebbe disintossicarsi da tutto questo per comprendere che la vita è sfuggita dalle nostre mani, e che certi lacché confezionano una realtà virtuale molto più autistica degli stessi autistici.

Se tutto ciò non riesce a squarciare le nostre vele significa che abbiamo ancora occhi per navigare e riscoprire la bellezza di un viaggio insieme al proprio figlio; significa che la nostra mente è ancora sveglia.
 
Non dimentichiamoci che, nel panico crescente, si dimenticano i valori fondamentali della vita, della famiglia, e della medicina. Si fa della fragorosa retorica sulla salute e sul benessere come diritti e si tace sui servizi smarriti nella società del business. Non potremo mai veramente ridurre i costi umani, o diminuire le sofferenze dei ragazzi e delle famiglie, finché salute e benessere non verranno definitivamente allontanate dal settore commerciale.
 
In realtà, come scrivono molte famiglie indignate, il problema non sono solo le promesse, le terapie riabilitative, i metodi di riabilitazione, la speranza di vita dopo di loro dei propri figli; il problema più grave e angosciante è che i bambini autistici stanno aumentando (1 ogni 38) e non è più sopportabile la cecità della politica, della scienza (volutamente con la S minuscola perché è la prima responsabile di questo disastro), e delle amministrazioni impotenti (o meglio ... conniventi e corresponsabili di qualcosa di turpe che fino a qualche decennio fa era inimmaginabile) di fronte a questa pandemia.
 
Non crediamo che manchino le risorse: noi crediamo che non ci sia ancora la consapevolezza da parte di molti genitori a cosa stiamo andando incontro, né tantomeno la voglia delle Istituzioni di fare qualche cosa di veramente intelligente.
 
Tanto varrebbe spostare la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo al giorno prima, al 1° Aprile, così nella massa dei "pesci d'aprile" ci mettiamo anche tutti gli articoli ad effetto diffusi annualmente dalla stampa, forgiati con la tecnica del copia-incolla, dove ogni anno risalta l'ennesima "balena d'aprile" dell’autismo genetico e si spendono fiumi d’inchiostro e di parole ingannevoli.
 
Da più parti si tenta di camuffare la realtà facendo credere all'ipotesi di una causa genetica del Disturbo dello Spettro Autistico, ma in cosi poco tempo, a partire dagli anni ‘80, non si giustifica un tale incremento della patologia in esame, per tali cause. Non è spiegabile una variazione genetica cosi rapida.
 
In genere per avere una problematica legata al gene ci vuole molto tempo, oggi si guarda più all’epigenetica come fenomeno scientifico emergente, cioè l’ambiente che riesce a causare “lievi trasformazioni chimiche” sul DNA. Gli studi sulle popolazioni hanno rilevato che l’enorme polimorfismo legato alle molecole MHC si è creato per conversione genica e non per mutazione puntiforme (visione stocastica).
 
Attualmente solo il 15% dei casi di Disturbo dello Spettro Autistico sembrano (e sottolineiamo "sembrano") essere associati a una causa genetica, con alcune variazioni del numero di "copie de novo" o "mutazioni de novo" in specifici geni associati al disturbo in famiglie diverse. Tuttavia, “anche quando il Disturbo dello Spettro Autistico è associato a una mutazione genetica nota, non è pienamente penetrante”. Per il resto dell'85% dei casi il rischio "sembra" essere legato “a trasmissione poligenica, con centinaia di loci genetici che contribuiscono in maniera ridotta”. Questi concetti inequivocabili sono riportati a chiare lettere nel Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali [DSM edizione V, maggio 2013] che, ad oggi, rappresenta uno strumento nosografico caratterizzato da una visione empirica.
 
Anche la teoria della "epigenetica", originalmente coniata per descrivere come l'informazione genetica veniva usata nello sviluppo per produrre un organismo, è stata utilizzata per descrivere tutta una serie di fenomeni considerati marginali alla genetica convenzionale.
 
Oggi per "epigenetica" s'intendono quei meccanismi ipoteticamente ereditabili, non dimostrabili, di modificazione del DNA che alterano l'espressione genica ma non la sequenza del genoma (mutazione). Queste modificazioni, non sono permanenti ma possono essere "revertite", ovvero hanno la capacità di tornare, in seguito a una successiva modificazione, al fenotipo normale. Pertanto, nell'ambito del Disturbo dello Spettro Autistico, tutto ciò rappresenta l'ulteriore evidenza che sconfessa l'ipotesi della malattia genetica.
 
Le cause del Disturbo dello Spettro Autistico, ad oggi, sono quindi sconosciute perché la variabilità del corteo sintomatologico rende inefficace il modello sequenziale etiopatogenetico generalmente adottato in medicina: etiologia→anatomia patologica→patogenesi→sintomatologia.
 
E, per restare nell’ambito della terminologia medica, per quanto concerne il Disturbo dello Spettro Autistico, l’etiologia, l’anatomia patologica e la patogenesi restano aree di ricerca distinte perché i loro rapporti causali restano ad oggi indefiniti.
 
A decenni dalla rilevazione dei primi casi da parte di Kanner, si dibatte ancora sull’eziologia del Disturbo dello Spettro Autistico ipotizzando le teorie più fantasiose e diversi fattori eziologici, quali: l’esposizione ai metalli pesanti, i più sospettati sono Mercurio (Hg) e Alluminio (Al), infezioni virali perinatali, malattie autoimmuni, e genetiche. Tuttavia, anche se al Ministero della Salute c’è qualcuno che dimostra palesi difetti visivi, quest’ultima ipotesi è ampiamente documentata nel caso clinico dei molti bambini interessati dal problema, sia in epoca prenatale che a malattia manifesta, e, di fatto, è escludibile oltre che priva di ogni fondamento.
 
La percentuale e il tipo di pubblicazioni rintracciabili nelle banche dati, forniscono un’idea della tendenza della ricerca nel campo del Disturbo dello Spettro Autistico. In testa troviamo le pubblicazioni sull’associazione tra Disturbo dello Spettro Autistico e disregolazione immunitaria e/o infiammazione, a seguire sullo stress ossidativo, sulla disfunzione e sulle esposizioni a sostanze tossiche, di cui sono ricche le stesse vaccinazioni.
 
Altro aspetto sino ad oggi trascurato è quello riguardante l’apparato gastrointestinale e, nonostante che nei bambini con Disturbo dello Spettro Autistico la sintomatologia a carico dell’apparato gastrointestinale (GI) abbia un ruolo rilevante, non se ne tiene conto nelle valutazioni cliniche di routine. Infatti, in tutte le raccomandazioni rintracciabili nelle Linee Guida per l'Autismo redatte in Italia, non è fatta menzione alcuna ai caratteristici disturbi dell’apparato gastro-enterico, né alle innumerevoli problematiche che coinvolgono il sistema immunitario, né al ruolo della tossicità chimico-biologica.
 
I bambini, non appena entrano nel nostro mondo, ricevono vaccini tossici che contengono MSG (glutammato monosodico), formaldeide e alluminio, con lo scopo di evocare una risposta immunitaria, che, invece, mandano praticamente in shock l'intero sistema immunitario e nervoso del bambino.
 
Oggi, i vaccini sono prodotti con la tecnica del DNA ricombinante, che è alterato nei laboratori d’ingegneria genetica, mescolato con batteri, virus vivi, albumina umana e prodotti chimici utilizzati per imbalsamare i defunti prima di essere iniettati fino a 30 volte nei bambini prima che raggiungano l'età di sette anni; con tale tecnica a DNA ricombinante si possono isolare dei geni e trasferirli in un altro organismo, per produrre proteine ed enzimi, alterando il DNA del ricevente.
 
E' altresì risaputo che i prodotti biologici (es. derivati del sangue o vaccini) e biotecnologici, ovvero proteine derivate da DNA ricombinante, possono indurre la produzione di anticorpi neutralizzanti. L'effetto di anticorpi neutralizzanti può anche portare a reazioni di ipersensibilità che determinano pesanti ripercussioni sull'organismo del ricevente.
 
Il complesso medico industriale definisce "spettro" un ampio "disordine", in modo che possa essere trattato con farmaci [altri prodotti chimici] che non potranno mai guarire un bambino che, molto probabilmente, acquisirà danni maggiori e più svantaggi alla salute, mentre consentirà all'industria della malattia di ricollocare sul mercato, con la scusa della ricerca traslazionale, una serie di vecchie molecole in cerca di brevetto e di consumatori, per promuovere la quale si organizzano raccolte fondi che non garantiscono mai alcun risultato. E questo, a casa nostra, significa che qualcosa non funziona.
 
Non è nostra intenzione ricordare nuovamente il percorso fallimentare della ricerca genetica nel campo dell'autismo, ampiamente descritto in un articolo pubblicato non più tardi di gennaio 2015 e dedicato al più grande studio genomico mai realizzato per l’autismo, in ordine di tempo, che smentisce categoricamente ogni teoria della causa genetica. Il risultato è stato sorprendente per coloro che basano le loro convinzioni su un modello diagnostico sbagliato. Infatti, la maggior parte dei bambini (70%) presentava poche – o nessuna – delle variazioni genetiche note per essere associate al rischio di autismo.
 
Con quello che è stato trovato dalla équipe della Nanodiagnostics di Modena nei vaccini è veramente difficile escludere che quei farmaci non provochino in nessun caso danni neurologici. L’unica possibilità per vederci finalmente chiaro è quello di mettere sul tavolo del Ministero della Salute un pacco di analisi in cui si dimostra in modo inoppugnabile con foto e analisi chimiche la presenza costante d’inquinanti, sicuramente patogeni, nei vaccini e di spiegargli che cosa provoca quella roba al cervello di un neonato. Davanti a questo, sarebbe difficile per chiunque sostenere l’innocuità dei vaccini. Ma fino a che il match delle cause dell'autismo si giocherà sulla letteratura, ambigua com’è, sulle chiacchiere e addirittura sulle offese o le minacce di veder morire qualche bambino, sarà inutile illudersi. Magari ci sarà qualche vittoria in qualche Tribunale per qualche fortunato caso specifico ma, nel complesso, per quanto abbiamo visto e toccato con mano, non cambierà niente.
 
E' inutile arrabbiarsi, è inutile lamentarsi: serve un'azione concreta. Ma bisogna avere la consapevolezza che il business dei vaccini, come quello degli altri muri di gomma dei rifiuti e dell'inquinamento ambientale, è talmente corposo da potersi permettere campagne acquisti milionarie a qualunque livello, anche fra i CTU dei Tribunali.
 
È uno spettro l’autismo, Papa Francesco lo ha chiamato “una croce”. Questo “stigma sociale", che condanna molte famiglie all'isolamento, va spezzato.
 

Aggiungi Commento   

fefochip
#1 fefochip 2018-04-02 21:06
a me personalmente fa veramente impressione vedere persone che appena nomini la connessione autismo vaccini ti dicono convinte che non esiste nessuna correlazione.
la verità è che l'autismo non se ne conosce la causa quindi una persona onesta non potrebbe escludere nulla e invece guai solo a pensare che i vaccini possono fare male invece che proteggere qualcuno da qualcosa.
ci sono degli indizi comunque che tuttavia vengono ignorati
il lavoro di gerardo rossi mostra una correlazione molto stringente tra disturbi dello spettro autistico e metalli pesanti in particolare mercurio.
le recenti scoperte e il nuovo paradigma del microbiota ci suggeriscono prepotentemente che c'è una correlazione tra microbiota e comportamenti autistici.
il microbiota è un tutt'uno con il sistema immunitario e con la produzione di neurotrasmettitori quindi non ci vuole un premio nobel per capire che c'è un qualche tipo di relazione
con l'autismo.
i metalli pesanti (e il grado di inquinamento di vari veleni) sono a loro volta connessi con un microbiota disbiotico e guarda caso TUTTI i bambini autistici hanno notevoli problemi intestinali e disbiosi implacabili.
l'asse intestino-cervello è un qualcosa di misterioso per gli studiosi dell'autismo quando dovrebbe essere l'ABC
Nitpicker
#2 Nitpicker 2018-04-02 21:09
Ho trasmesso una mutazione descritta come fortemente predisponente all'autismo a due dei miei tre figli. Uno di essi ha una grave forma di autismo ma l'altro, come me, è sano. È probabile che, se si facesse l'indagine genetica a tutti gli autistici, qualcosa si troverebbe... ma non si fa. Perché? Costa e oltretutto si dimostrerebbe che i geni da soli non sono in grado di giustificare la malattia (a parte in quella piccola percentuale citata anche nell'articolo). La genesi di questi disturbi è multifattoriale e l'inquinamento ambientale gioca una parte decisiva. Non lo dico io, lo dice la comunità scientifica.

Nel caso di mio figlio c'è molto probabilmente stata un'esposizione ai PCBs. Essi inducono modificazioni epigenetiche (ipermetilazione) che portano i geni mutati ad esprimersi in modo rilevante. Ecco che la predisposizione genetica esplica i suoi effetti nefasti. Uno degli effetti è indurre uno stato di immunosoppressione rendendo l'individuo maggiormente esposto a fattori infettivi (compresi quelli attenuati dei vaccini).
La sovrapposizione di tutti questi mattoni porta al fenotipo di malattia.
L'articolo dice che purtroppo queste modificazioni epigenetiche non si possono dimostrare. Errato: non si VOGLIONO dimostrare. Sono dieci anni che chiedo di fare un'indagine epigenetica alla nostra mutazione. Ogni inquinante induce difetti di metilazione specifici; sarebbe quindi semplice dimostrare il fattore ambientale responsabile. Il problema è che questa indagine non s'ha da fare. Punto.
maryam
#3 maryam 2018-04-02 21:23
Una volta esistevano i prigionieri di guerra che venivano deportati nei campi di concentramento nazisti; ora invece viviamo prigionieri delle etichette che rendono i nostri figli "socialmente modificati" nelle nostre case e nelle nostre famiglie.

Mi si associano spontanenamente due cose
Autismo e campi di concentramento

Non tanto per le etichette,
ma per la sostanza.
peonia
#4 peonia 2018-04-02 22:36
TRISTEMENTE AVVILENTE...... :-(
sono contenta che la mia "dinastia" si estinguerà con me....però cavolo quanto mi dispiace per gli altri!
nib
#5 nib 2018-04-03 00:05
Buonasera a tutti, non scrivo quasi mai ma passo di qui quasi tutti i giorni,
volevo solo segnalarvi lo "speciale autismo" di oggi su rainews24....se avete voglia di vomitare il pranzo di pasqua sarete accontentati
italofranc
#6 italofranc 2018-04-03 00:31
Ringrazio di cuore la persona che ha scritto questo articolo. Purtroppo non ce ne sono tanti che hanno il coraggio di far sapere tutto quello che si sa su questa terribile malattia. Posso capire che ci si può' disinteressare della politica, ma su un problema del genere che coinvolge la salute dei nostri figli non chiedere maggior sicurezza sui vaccini è da incoscienti.
Purtroppo la maggior parte della gente ubbidisce civilmente alle regole di un sistema che pensano studiato per loro bene, solo una piccola parte meno cretina sa che non è cosi' e tenta di ribellarsi invano.
italofranc
Adonis
#8 Adonis 2018-04-03 07:14
Se non ho dato mai un centesimo alle varie campagne che promuovono la ricerca scientifica nell’ambio delle malattie di qualsivoglia natura, è perchè so come vanno a finire la gran parte dei proventi di queste truffe che non portano assolutamente a niente. Il più delle volte il denaro viene utilizzato per congressi all’estero che si riducono a vere e proprie vacanze per primari e professoroni vari, oppure, come afferma l’articolo, ad immolare migliaia di animali sottoponendoli a sofferenze atroci sperimentando il nulla.
La correlazione tra vaccini e autismo è purtroppo una realtà che non si vuol vedere ma che esiste e sta producendo danni rilevanti…altro che croce come dice il papa… Dedicare delle giornate all’autismo, alle leucemie, ai tumori, ai linfomi, alla sclerosi multipla, a mio avviso sono solo patetici tentativi per accaparrare denaro o sensibilizzare per un solo giorno un’opinione pubblica disorientata e spesso completamente disinformata, succube dei media e della stampa di regime.
nib
#9 nib 2018-04-03 08:59
In un paese a natalità 0 mezzo milione di bambini autistici non è un epidemia è un massacro
AlexFocus
#10 AlexFocus 2018-04-03 09:16
Scusate, ma vi risulta che vi sono medici specializzati nel settore dei vaccini come Miedico, Stefano Gava, che NON sono contro i vaccini ma SOLO hanno sollevato dei dubbi sulla qualità dei medicinali di questo tipo, chiedendo chiarimenti e per questo sono stati RADIATI dall'ordine?
Vi risulta che dei professionisti come Montanari e Gatti abbiano analizzato tutti e 32 i vaccini commercializzati ini Italia e li abbiano trovati sporchi di MERCURIO, ALLUMINIO, PEZZI di ACCIAIO, PEZZI di CERAMICA, etc e dopo il deposito dei loro rapporti al Mistero della Salute, chiedendo spiegazioni sul motivo di questo micro- e nano-inquinamento e siano stati offesi, sbeffeggiati, senza ricevere alcuna risposta professionalmente vaida dalla ministra Lorenzin nè dall'Istituto Superiore di Sanità?
Vi risulta che negli USA una commissione mista, composta da FBI e guidata dall'enterologo di fama internazionale William Thompson che ha dato una bella guardata alle documentazioni del CDC (Center for disease Control, equivalente USA del ISS italiano) il che ha causato,una settimana dopo, le dimissioni dei vertici di tale organismo per malversazioni, falso in atto pubblico, attentato ala salute nazionale?
E allora che aspettiamo ancora a chiedere la testa dei vertici del ISS?
Redazione
#11 Redazione 2018-04-03 09:31
Ci comportiamo nella società esattamente come fa la medicina allopatica con i malati: curiamo i sintomi, ma non rimuoviamo le cause.

Per l'autismo curiamo il sintomo sociale del senso di colpa con i palloncini blu, ma nessuno cerca di andare alla radice del problema.
Michele Pirola
#12 Michele Pirola 2018-04-03 09:40
Le cause dell'Autismo sono sconosciute, anche se si pensa sia dovuto (oltre alla genetica) anche all'inquinamento
Marzo
#13 Marzo 2018-04-03 10:19
E lo stesso vale per la giornata della "povertà", ecc ecc
mg
#14 mg 2018-04-03 10:23
Questa sarebbe da scolpire da qualche parte:
Citazione:
certi lacché confezionano una realtà virtuale molto più autistica degli stessi autistici
Comunque, io non so se ha davvero ragione ma le spiegazioni qualcuno le ha e sembrano anche convincienti:

OrtVonAllen
#15 OrtVonAllen 2018-04-03 11:06
Dare certezza su cause dell'autismo è perlomeno un azzardo...quante correlazioni e varianti...
Comunque cercare gravidanza mercurio o altre ricerche mirate...è ben diverso che: vaccinazione gravidanza...
flor das aguas
#16 flor das aguas 2018-04-03 13:32
Ennesima presa per i fondelli, ennesima giornata dedicata a quelli che si sentono "buoni". Che tristezza, non sapevo nemmeno esistesse la giornata dell'autismo con tanto di palloncini blue (questa e' davvero una chicca!).. E intanto quelli che vivono questo dramma familiare, si devono pure sentir dire che e' colpa della genetica, roba da matti. Ma quanti altri sopprusi, vittime e innocenti saremo disposti ad accettare prima di darci una svegliata? Non ho parole
Michele Pirola
#17 Michele Pirola 2018-04-03 13:34
@flor das aguas
Delle cure e delle cause chissene importa. Molto meglio lasciar volare i palloncini blu :hammer:
Al2012
#18 Al2012 2018-04-03 17:03
2 Aprile Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo, indetta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 18 dicembre 2007.

Chissà perché questa giornata è stata proclamata dall’ONU e non dall’ OMS?

Comunque poco cambia, perché di consapevolezza ne vedo veramente poca.

°°°
“Dalle ultime stime degli Stati Uniti, un bambino su 68 soffre di sindrome dello spettro autistico, un dato cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni. Il numero dei maschi con autismo è di 4-5 volte superiore a quello delle femmine. I farmaci specifici contro questo disturbo non esistono, mentre ve ne sono pochi che danno modesti risultati e soltanto per alcune manifestazioni associate all'autismo.

In Italia 300-500 mila persone colpite
Nel nostro Paese l'autismo colpisce tra le 300 e le 500mila persone, l'uno per cento dei nati.
L'ultimo rapporto Istat sull'integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole elementari e medie stima gli alunni con disabilità pari al 3,1% del totale (86.985 alle elementari e 66.863 alle medie).
Di questi il 41,9% nella scuola primaria e il 49,8% nella secondaria di I grado hanno una disabilità intellettiva mentre seguono con il 26% e il 21,4% i disturbi dello sviluppo e del linguaggio.

La sindrome dello spettro autistico è caratterizzata da deficit nell'interazione, nella comunicazione sociale e da comportamenti ripetitivi e interessi ristretti.
All'autismo si aggiungono spesso comportamenti problematici, quali l'aggressività verso di sé o verso gli altri.”

avvenire.it/.../giornata-mondiale-contro-l-autismo
°°°
In merito ai dati americani di 1 bambino autistico ogni 68 nati, queste vanno aggiornate a 1 ogni 36

“In sintesi.
Durante il periodo dal 2014-2016, la prevalenza di bambini con diagnosi di una disabilità dello sviluppo è passata da 5,76% nel 2014 al 6,99% nel 2016.

QUESTO SIGNIFICA che 1 su 14 scolari aveva una qualche disabilità (in USA, nel 2016, nelle scuole pubbliche)!
In una pubblicazione del 2011, risultava che 1 su 6 avesse una qualche disabilità (Boyle et al. 2011)

La frequenza dell’AUTISMO è 1 su 80 bambine – ragazze, mentre nei maschi è 1 su 27.
In media 1 su 36.
Detto in altre parole, i casi di autismo sono praticamente RADDOPPIATI nel 2016 rispetto al 2012, in quattro anni.”

www.facebook.com/.../2017139135202153
°°°

Autismo: in Italia colpisce un bambino su 100.
Neuropsichiatri: bene la legge, ora sostenere i servizi sul territorio
ilsole24ore.com/.../...

°°°

Alunni disabili dati ISTAT
Integrazione degli alunni con disabilità

Nell’anno scolastico 2016-2017 sono circa 159 mila gli alunni con disabilità

Nell’ a.s. 2015-2016 sono circa 156 mila gli alunni con disabilità in Italia (3% del totale degli alunni)

Nell’anno scolastico 2014-2015 sono 153.848 gli alunni con disabilità (3,4% del totale degli alunni)

Nell’anno scolastico 2013-2014 sono più di 150 mila gli alunni con disabilità

Nell’anno scolastico 2012-2013 sono circa 149 mila gli alunni con disabilità

Nell’anno 2011-2012 sono circa 145 mila gli alunni con disabilità, +0,1 punti percentuali in un anno

Nel 2010-2011 in Italia sono 139 mila (il 3,0% del totale) gli alunni con disabilità nelle scuole primarie e secondarie di I grado

Cresce il numero di alunni con disabilità nella scuola dell’obbligo: sono circa 130 mila nel 2009/2010; 2 su 3 sono maschi”

www.istat.it/it/archivio/alunni+disabili
°°°

Secondo dati del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca).

“La presenza di studenti con disabilità nella scuola italiana ha subito un incremento di circa il 40% nell’arco di un decennio.
Secondo i dati dell’anno scolastico 2014/2015 gli alunni diversamente abili sono oltre 234.000.
Il 9,5% del totale sono alunni della scuola dell’infanzia; il 37% è nella primaria; il 28,5% è alle scuole medie; il 25% sono ragazzi delle scuole superiori.”


Nonostante l’evidente aumento progressivo della disabilità infantile pare che la cosa più importante da mettere in evidenza sia stato che:

“(...)nel 2016 l’Italia ha ricevuto a Vienna un importante riconoscimento da un organismo internazionale “Progetto Zero” per la capacità dimostrata, frutto anche dei provvedimenti della legge “La Buona Scuola”, nell’ integrazione degli alunni disabili.”
www.primapaginadiyvs.it/.../
°°°
michele.penello
#19 michele.penello 2018-04-04 12:08
Espertoni che scoprono l'acqua calda, ma meglio di niente:

"Giulio Tarro: «L’obbligo vaccinale è un’operazione da Big Pharma»
Secondo Giulio Tarro, candidato al premio Nobel, l’obbligo vaccinale non ha senso di esistere. Guerra aperta tra Burioni e Tarro"

www.diariodelweb.it/.../?nid=20180404-500325
mg
#20 mg 2018-04-04 12:14
#19 michele.penello

Ripropongo quanto postato in commenti liberi poco tempo fa in merito a Tarro.


Segnalo un interessante contributo alla diatriba "vaccini" firmato Giulio Tarro, pluri candidato al nobel e allievo di Sabin. Ha fatto uscire un libro di recente (1° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Medicina - Clinica e medicina interna - Malattie e disturbi - Immunologia) e gli hanno fatto qualche intervista.

(affaritaliani.it/.../...)
Citazione:
“L'obbligo vaccinale di massa non ha alcun senso. E' controproducente. E' chiaro che la vaccinazione è un fatto positivo per la salute delle popolazioni ma bisognerebbe fare un anamnesi di ogni caso, capire quale è la storia di ogni paziente. Siamo invece al cospetto di campagne di masse e medici che per principio dicono che i vaccini non hanno effetti collaterali. Ma è assurdo. Il vaccino è di per sé un farmaco e può avere effetti collaterali, anche gravi. Se immettiamo milioni di dosi e facciamo vaccinazioni di massa è ovvio che può essere dannoso per i soggetti immunodeficitari. Io sono per un Paese civile dove prevale la persuasione e il dialogo e si analizzi caso per caso”
(lavocedellevoci.it/.../...)
Citazione:
“Non si sa ancora quali saranno le conseguenze a lungo termine sulla popolazione delle vaccinazioni quando vengono effettuate in modo massivo. Alcuni si pongono questa domanda: come mai negli ultimi decenni sono in continuo e preoccupante aumento molte malattie pediatriche?”.

Ancora: “Come possiamo accettare con leggerezza le vaccinazioni di massa non personalizzate in neonati immunologicamente immaturi dei quali non conosciamo nulla e ai quali inoculiamo una miscela di farmaci biologici e chimici i cui effetti a lungo termine sono del tutto sconosciuti e il cui rapporto rischi / benefici è ancora meno noto?”
Qui risponde al famoso gommista che si era permesso di criticare il convegno dei biologi ancora prima che questo avvenisse: onb.it/.../....
Wish You Were Here
#21 Wish You Were Here 2018-04-04 13:08
mg #20


Ciao mg,
il prof. Tarro però negli articoli da te postati dice che è scientificamente dimostrata la non correlazione tra vaccino MP e autismo. Inoltre, nell'intervista qui sotto,

www.youtube.com/watch?v=NOMg-KYO-vg

sempre il prof. Tarro sostiene che:

- c'è un eccessivo allarmismo nei confronti dei vaccini e degli effetti collateriali di questi;
- che in italia il morbillo è ancora una malattia pericolosa e quindi il vaccino serve;
- che in altri paesi, a differenza del nostro, possono permettersi di non avere obblighi vaccinali perchè hanno una cultura scientifica maggiore (in pratica dice che noi Italiani siamo dei somari)

Insomma, non mi sembra un personaggio molto affidabile.
mg
#22 mg 2018-04-04 13:42
#21 Wish You Were Here

L'intervista video non l'ho vista.

Riguardo agli articoli, perdonami ma io non ho trovato dove direbbe che "è scientificamente dimostrata la non correlazione tra vaccino MP e autismo".

La mia intenzione è comunque quella di segnalare un contributo che ritengo interessante, non certo sostenere che Tarro sia il detentore della verità ultima e assoluta.

I passaggi che ho riportato in quote mi hanno colpito positivamente, tuttavia prima di esprimere un giudizio a largo campo vorrei se non altro leggere il suo libro.
brio
#23 brio 2018-04-04 16:14
Ciao.
Non sono fortissimo in inglese ma pare che, in questo studio, qualche relazione vaccino-autismo l'abbiano trovata: www.ncbi.nlm.nih.gov/.../?ncbi_mmode=std
Davide
Cassandra67
#24 Cassandra67 2018-04-04 23:32
Ciao a tutti, qualcuno conosce le 5 leggi biologiche? Sono un'appassionata di nuova medicina germanica e invito tutti a leggere con la mente aperta e senza pregiudizi questo straordinario sistema di conoscenza che spiega con esattezza la causa di ogni singola "malattia", compreso l'autismo che è una costellazione schizofrenica caratterizzata da due conflitti: spavento e rancore.
Marauder
#25 Marauder 2018-04-04 23:42
@Brio
ciao, per favore controlla il tuo link, non porta ad alcun documento.

Edit
Ora va
Wish You Were Here
#26 Wish You Were Here 2018-04-05 14:11
mg #22

Citazione:
L'intervista video non l'ho vista.

Riguardo agli articoli, perdonami ma io non ho trovato dove direbbe che "è scientificamente dimostrata la non correlazione tra vaccino MP e autismo".

La mia intenzione è comunque quella di segnalare un contributo che ritengo interessante, non certo sostenere che Tarro sia il detentore della verità ultima e assoluta.

I passaggi che ho riportato in quote mi hanno colpito positivamente, tuttavia prima di esprimere un giudizio a largo campo vorrei se non altro leggere il suo libro.
Hai ragione, nei link da te postati non lo dice, avevo confuso questa intervista qui sotto con quelle postate da te

www.qdnapoli.it/.../

nel quale Tarro afferma che è "anacronistico il riferimento ai lavori di Wakefield perchè è ormai assodato che non esiste alcuna correlazione tra vaccinazione ed autismo". Quel che dice il prof. Tarro nei tuoi link mi trova completamente d'accordo, però siccome avevo letto altre sue interviste in merito e non mi sembrava di ricordare avesse una posizione così critica nei confronti dei vaccini, quando ho letto i tuoi articoli sono rimasto molto sorpreso. Ho voluto vederci un po' più chiaro e mi imbattuto nel video che ti ho postato. A me sinceramente il pensiero espresso nel video e quello nell'interviste da te postate sembrano appartenere a due persone diverse.
mg
#27 mg 2018-04-05 14:51
#26 Wish You Were Here

Infatti, ripeto, mi piacerebbe leggere il suo libro prima di dare giudizi.

Se qualcuno l'ha letto e ci vuole anticipare qualcosa lo ringrazio in anticipo.
ahmbar
#28 ahmbar 2018-04-05 17:05
Citazione:
nel quale Tarro afferma che è "anacronistico il riferimento ai lavori di Wakefield perchè è ormai assodato che non esiste alcuna correlazione tra vaccinazione ed autismo".
Spero che il professore questa intervista la abbia rilasciata prima che si venisse a sapere dello scandaloso comportamento del CDC riguardo allo studio De Stefano del 2004, dove occultarono i dati che dimostravano come questa relazione vaccini/autismo fosse inequivocabilmente lampante

Gli si dovrebbe far vedere Vaxxed, e ascoltarlo dopo la visione, anche riguardo a Wakefield
Tarro sembra uno dei vecchi medici, quelli che cercano davvero di migliorare la salute pubblica, e sono certo che non e' a conoscenza di certe schifezze
Wish You Were Here
#29 Wish You Were Here 2018-04-05 17:05
Vaccini, ASSIS: lettera aperta al prof. Giulio Tarro:

laleva.org/.../...
Wish You Were Here
#30 Wish You Were Here 2018-04-05 17:19
Ahmabar #28

Non ritengo il prof. Tarro una persona affidabile, in alcune interviste sostiene che

- il rapporto rischi/benefici dei vaccini è falsato;
- le vaccinazioni di massa sono dannose;
- gli adiuvanti presenti possono scatenare patologie gravi, soprattutto in individui come i neonati con il SI ancora immaturo;
- c'è una grande business intorno ai vaccini

in altre interviste e sul suo sito invece sostiene che l'allarmismo circa i vaccini e le reazioni avverse è ingiustificato e che l'obbligo a volte è l'unica via

questa qui sotto è una sua intervista del 2012

inchieste.repubblica.it/.../...


ciò che scrive sul suo sito invece è questo

"I vaccini possono essere annoverati tra le grandi conquiste mediche e scientifiche dell’epoca moderna. Hanno infatti debellato il vaiolo e consentito la prevenzione di molte malattie, come la poliomielite, la difterite ed il tetano, che in precedenza uccidevano o rendevano invalidi milioni di persone ogni anno. Sono anche efficaci contro diverse infezioni degli animali domestici! Alcune delle quali trasmissibili all’uomo…….

Ciononostante, l’impegno e la ricerca dei vaccini comportano diversi inconvenienti quello maggiormente avvertito a livello dell’opinione pubblica è la possibilità di effetti collaterali, costituiti da reazioni allergiche, reazioni neurologiche ed infezioni dovute alla virulentazione di vaccini contenenti germi vivi. Questo pericolo è stato talvolta ingigantito, fino a determinare una condizione relativamente diffusa di sospetto e rifiuto, specie nei confronti della vaccinazione della popolazione infantile: è invece minimo, soprattutto con i preparati più recenti ed è ampiamente controbilanciato dal rischio concreto che, in assenza di un’estesa protezione vaccinale, alcune malattie si diffondano nuovamente e colpiscano i non vaccinati con una sequenza ben più elevata di quella attuale. In definitiva si può affermare che le malattie naturali comportano rischi ben maggiori di quelli dei vaccini.."


giuliotarro.it/.../...


O ha ricevuto pressioni, o la cosa non si spiega.
Al2012
#31 Al2012 2018-04-05 19:06
In questo articolo è evidenziato la linea temporale che collega la pratica vaccinale e l’incremento dei casi di autismo a partire dal 1910 fino al 2016 …

TIMELINE autismo e vaccini
autismovaccini.org/timeline-autismo-e-vaccini/
ahmbar
#32 ahmbar 2018-04-06 00:32
In definitiva si può affermare che le malattie naturali comportano rischi ben maggiori di quelli dei vaccini.."

Questo scrive sul suo sito?
E meno male che fa' parte della generazione in cui appena un bambino si ammalava di morbillo, o parotite, o rosolia, o varicella , le altre madri portavano immediatamente da lui i loro figli, perche' si infettassero al grido di "Cosi ce le leviamo dai piedi"!
Erano viste indubbiamente come un vero pericolo per la salute....

Non conosco il personaggio, ma non approvo certo chi dice titto ed il suo contrario, come dimostrano i link da te riportati
Bisognerebbe appurare se le versioni" vaccini pericolosi" siano antecedenti a quelle attuali, o se le sostiene entrambe simultaneamente anche oggi

Se e' vero il primo caso, probabilmente avra' subito le pressioni che abbiamo visto come reali per altri medici (e sembra vi abbia ceduto completamente e clamorosamentee.... i vaccini "una delle grandi conquiste della medicina")

Se e' vero il secondo, bisognerebbe chiedere a lui il perche' un giorno sostiene che i vaccini sono pericolosi e quello dopo molto meno

Vorrei davvero leggere il suo commento a Vaxxed, solo cosi' sarebbe possibile capire chi e' la persona Tarro
Redazione
#33 Redazione 2018-04-06 08:11
AL2012: Citazione:
TIMELINE autismo e vaccini
Grazie Al. Documento fantastico, estremamente utile!
Michele Pirola
#34 Michele Pirola 2018-04-06 08:15
Qualcuno forse non lo sa, però ricordo l'esistenza di due forum sui vaccini: vaccini documentazione a favore e vaccini documentazione contro
Al2012
#35 Al2012 2018-04-06 13:20
La frode ai CDC
autismovaccini.org/la-frode-ai-cdc/

“Tutto ciò che seguirà è il contenuto del documento riassuntivo [qui scaricabile] rilasciato in data 9 settembre 2014 dal Dr. William Thompson, informatore interno ai CDC di Atlanta, successivamente alla sua dichiarazione ufficiale diramata in data 27 agosto 2014 tramite il proprio legale, riguardante la frode scientifica attuata nello studio dei CDC prodotto da DeStefano e collaboratori [2004], che prendeva in considerazione la correlazione tra vaccino trivalente MMR [morbillo parotite rosolia] e l’autismo nei ragazzi dell’area metropolitana di Atlanta (…)”
mg
#36 mg 2018-04-06 15:19
Effettivamente questo Tarro appare decisamente ondivago sull'argomento.
Wish You Were Here
#37 Wish You Were Here 2018-04-06 15:51
giuliotarro.it/.../...

Sotto nei commenti:

"Ad evitare malintesi, il Professore Serravalle Presidente dell'AsSIS farà una dichiarazione in proposito dal momento che sono membro onorario dell'associazione."
Giulio Tarro

Come si fa a sostenere la libertà vaccinale e allo stesso tempo affermare che in Italia siamo scientificamente ignoranti e non possiamo permetterci di non avere obblighi io non riesco a capirlo. Per me ha ricevuto minacce.
wingsio
#38 wingsio 2018-04-17 09:57
Interesting article! Thank you for sharing them! I hope you will continue to have similar posts to share with everyone! abcya

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO