Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

di Federico Giovannini

Da quanto diciamo che il settore salute è corrotto? Eppure ogni volta che si cerca di porre all’attenzione pubblica questo argomento sembra quasi che questo pensiero sia frutto di complottismi vari. Le persone solitamente non fanno troppa fatica a concepire che l’industria farmaceutica possa essere un mostro senz’anima disposto a calpestare ogni moralità pur di ottenere lauti guadagni. Si riesce a spiegare al pubblico, anche in un documentario mainstream, che un determinato farmaco non serve a niente, oppure faccia addirittura male o crei dipendenza senza risolvere nulla.

Quando però viene spiegato che tra l’industria farmaceutica e il paziente c’è il medico che fa da tramite e che anch’esso deve essere corrotto in qualche modo per far funzionare tutto il carrozzone di bigpharma, allora il pubblico non ci sta. Hanno buono gioco i vari imbonitori mainstream che dipingono come complottisti chi denuncia che la classe medica è corrotta anch’essa fino al midollo sia dal punto di vista squisitamente monetario, sia dal punto di vista formativo, ovvero dell’istruzione della classe medica, che è pesantemente influenzata dall’industria del farmaco e dalle sue logiche di mercato.

Se un articolo qualunque dicesse al pubblico che il 62% dei medici oncologi italiani riceve soldi direttamente dall’industria del farmaco cosa succederebbe? Se lo stesso articolo dicesse che il 68% degli oncologi ritiene che la maggioranza di loro stessi abbiano un conflitto di interesse con l’industria? Se addirittura (ed è la cosa peggiore di tutte probabilmente) l’82% dei medici oncologi italiani dichiarasse che la maggior parte della loro formazione è supportata dall’industria, cosa succederebbe?

Beh, non succederebbe nulla di nulla, perché questi dati sono già usciti il 2 luglio 2018, e non su un sito o canale complottista ma sotto forma di ricerca realizzata dal Cipomo (Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri) e pubblicata sul British Medical Journal.(1)

Il pubblico non ci crederà, non per una questione di comprensione o di intelligenza, ma per una questione emotiva: è troppo difficile ammettere che colui a cui affidi la tua vita in realtà ha ben altri fini che la tua guarigione.

Il paziente non crederà mai che la formazione che ha ricevuto il medico in realtà è pilotata dagli stessi che producono i farmaci. Non crederà mai che coloro che devono fare le prove di efficacia sono gli stessi attori che producono quel farmaco, e non crederà mai che anche se le evidenze sono contrarie gli studi saranno manipolati in modo da far quadrare conti ed evidenze “scientifiche”.

Il paziente si rifiuterà di credere che gli screening gratuiti in realtà sono vere e proprie retate per ricercare pazienti ed è stato provato in più di un’occasione che tali screening in realtà non aumentano mediamente la vita, anzi.
Se tutto ciò venisse detto in tv tale servizio verrebbe presto messo all’indice e il conduttore esiliato (come recentemente successo).

E, ciliegina sulla torta, non crederà mai che i politici fanno parte anch’essi di questo sistema malato fino al midollo.

E’ il dolore, e non l’intelligenza, che impedisce alle persone di concepire che quello che gli viene prescritto tramite il loro medico è un prodotto di quell’industria, che ovviamente ci vuole tanto bene.

(1) http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/sanita/2018/07/02/oncologi-per-68-esiste-conflitto-dinteresse-con-industria_2c2e573b-92e7-475e-bda7-3f3864258879.html

Aggiungi Commento   

-ZR-
#1 -ZR- 2018-07-06 20:20
Bisogna essere stupidi più che addolorati per non capire che c'è chi vuole la fila di fronte gli studi oncologici.

Fatevi dire quanto costano le "" "cure" "" o le parrucche per i malati, o le visite che passano a chi ne ha bisogno per questo abominio consapevole.....

-ZR-
peonia
#2 peonia 2018-07-06 20:51
grazie Fefo, finalmente!
ARULA
#3 ARULA 2018-07-06 21:01
Che intendi con screening gratuiti?
a_mensa
#4 a_mensa 2018-07-06 21:49
sottoscrivo e ringrazio per l'articolo, ma qualcuno ha una idea di come uscire da questa situazione?
Ogni fonte di guadagno, attira la corruzione, per aumentare il guadagno stesso, secondo voi, come spezzare questo legame ?
Io un'idea ce l'ho ma voglio prima sentire voi.
maurixio
#5 maurixio 2018-07-06 22:46
E' da un po che sto tentando di mettere insieme alcuni pezzi che sembrano senza senso.
Ad esempio, il fatto che a seguito di vaccinazione siano sacrificabili una bassa percentuale di bambini a
rischio autismo, a favore di una presunta epidemia che farebbe le stesse percentuali di vittime.
Oppure il fatto che si paventi una prossima pandemia di natura sconosciuta facendo di fatto terrorismo sanitario.
Non mi dilungo su alri tipi di informazioni perche potrei averle io stesso manipolate per rafforzare la mia speculazione.
L'interesse della casa del farmaco non è solo di natura economica corrente, questa non rischia di venire meno in visione del fatto che si stia tentando di rendere dipendente dai farmaci di sintesi una intera popolazione mondiale. Anzi!!
In pratica una forzatura all'adattabilita dell'essere umano, tentando di accorciare i lunghi tempi che la complessità del nostro organismo richiede in condizioni di natura.

Ecco che io nell'articolo non vedo nient'altro che una tacita accettazione dell'individuo medio pigramente compromesso con le scelte fatte da altri, in funzione di un maggior bene comune, sollevando da impegni di natura morale superiore in favore del sacrificabile.
Una sempre valida e tranquilla scelta del senso comune in favore di un buon senso minoritario.

Le soluzioni?
Intanto è importante divulgare, condividere e confrontare cosi come avviene qui su lc.
E se l'equilibrio tra la medicina corrente è una stato dell'uomo piu vicino alla natura possa essere una visione futura accettabile, io penso che la seconda diverrà inevitabilmente la strada da privileggiare , sia per la qualità richiesta sia per l'ampio coinvolgimento economico per sostenerla.
quarantasette
#6 quarantasette 2018-07-06 22:49
Esiste ancora qualcuno che si rivolge al medico quando sta male? Ormai lo sanno anche i sassi che la medicina serve solo nelle emergenze (incidenti, traumi...). Per tutto il resto, malattie sistemiche, autoimmuni, degenerative ecc è utile come un posacenere in moto. Chi è ancora così infantile da affidare la salute ad un medico? Chi non ha ancora capito che è una responsabilità personale? Applica una dieta a protocollo autoimmune, controlla i conflitti interni, medita, fai sport... chi crede ancora che forze di polizia ed esercito siano per proteggere il cittadino? E babbo natale? Ci crediamo ancora?
fefochip
#7 fefochip 2018-07-06 23:56
#1 -ZR-
a me sembra che ci sia un problema emotivo alla base , un po come l'11 settembre.
#2 peonia
grazie a te
#3 ARULA
Citazione:
Che intendi con screening gratuiti?
mai sentito cose ti tipo "la giornata del cancro al seno con camper che vanno in giro a fare GRATUITAMENTE ecografie e/o mammografie?"
e tutti a pensare che sono tutti buoni e ci vogliono tanto bene(poi quando uno sente la parola magica "gratis" non capisce piu niente)
la cruda realtà è che è solo un modo per trovare clienti
#4 a_mensa
#5 maurixio

Citazione:
qualcuno ha una idea di come uscire da questa situazione?
bisogna agire su piu fronti e uno fondamentale sono proprio i medici
chi ha fatto questo studio fa parte di un gruppo di medici che ancora vuole fare il bene delle persone
bisogna stringersi intorno a questi medici
e studiare perche altrimenti ci fregano tutti
poi una volta che si ha un consenso popolare si agisce a livello di stato e li si cominciano ad avere le armi contro i mostri delle multinazionali
in ogni caso se le persone non si assumono la responsabilità della salute della propria persona non si va da nessuna parte
viviamo nell'epoca della deresponsabilizzazione
#6 quarantasette
purtroppo ancora è la maggior parte della popolazione
guarda solo l'opinione generale delle persone sui vaccini
fefochip
#8 fefochip 2018-07-07 00:03
informasalus.it/.../...
riprende la stessa notizia e riporta questo virgolettato
Citazione:
Il documento, ha commentato il presidente Cipomo Mario Clerico, “non vuole essere una denuncia ma un invito alla consapevolezza. L'industria farmaceutica sponsorizza i congressi medici e contribuisce a gran parte della loro formazione.
a mio avvisto il discorso della formazione è la cosa peggiore di tutte perche anche i medici con una coscienza che non si vendono
sono comunque corrotti non economicamente ma ideologicamente il che di fatto li rende comunque dei perfetti ingranaggi all'interno di questo sistema venduto
miles
#9 miles 2018-07-07 03:05
A volte mi chiedo se l'asl di cui dovrei far parte, abbia qualche forma di censimento o schedatura.
Il tesserino sanitario me l'hanno mandato, per cui da qualche parte dovrei essere "registrato" ma siccome da trenta anni a questa parte, nessuno ha mai avuto il piacere di incontrarmi, neppure quello che dovrebbe essere il mio medico curante, nemmeno per una ricetta per lo sciroppo per la tosse, mi chiedo in quale categoria (sempre se fanno di queste distinzioni) possano avermi inserito.
Per allacciarmi al discorso del buon Fefo, qualche tempo fa, mi è giunto un invito/sollecito, a presentarmi per uno screning riguardante una presunta prevenzione al tumore al colon o alla prostata, sinceramente non ricordo.
Naturalmente ben mi guardo di presentarmi al gentile invito.
Una nostra cara amica, lo scorso anno è andata ad uno di questi appuntamenti, e le hanno trovato (dicono) un tumore al seno.
Naturalmente a tutto ciò ha fatto seguito l'ormai triste susseguirsi di operazione, chemioterapia, caduta dei capelli, e quello che è più triste, trasformazione fisica, con invecchiamento precoce.
Con mia moglie (anche lei molto restia e allergica alle cure mediche) ne abbiamo parlato, volevamo sconsigliare almeno la chemio, ma poi ci siamo resi conto che, per chi entra in certi meccanismi, e si fida di quello che proviene dal mondo della medicina ufficiale, non esiste un alternativa a quella visione
del problema.
NRG
#10 NRG 2018-07-07 06:50
ricordiamo, a tal proposito, di fare vedere a tutti i nostri conoscenti "loboMatrixati"questo vecchio servizio RAI intitolato:

Inventori di malattie:







Citazione:
#9 miles 2018-07-07 03:05
A volte mi chiedo se l'asl di cui dovrei far parte, abbia qualche forma di censimento o schedatura.
Il tesserino sanitario me l'hanno mandato, per cui da qualche parte dovrei essere "registrato" ma siccome da trenta anni a questa parte, nessuno ha mai avuto il piacere di incontrarmi, neppure quello che dovrebbe essere il mio medico curante, nemmeno per una ricetta per lo sciroppo per la tosse, mi chiedo in quale categoria (sempre se fanno di queste distinzioni) possano avermi inserito.
Il mio medico di base mi vedeva solo nel 1998, quando accompagnavo mia madre malata di tumore, per chiedergli di farmi fare esami per poter seguire la cura di Bella... per il resto anche io come te non avrei avuto una faccia per lui...

Ora è andato in pensione e io sono senza medico di base già da diverso tempo...
Non intendo fare richiesta all'ASL per un nuovo medico...
non credo mi manderanno quindi neanche il tesserino sanitario
Primadellesabbie
#11 Primadellesabbie 2018-07-07 07:25
Chi lo dice che la gente non sappia queste cose o non voglia crederci?

La "gente" sa queste cose e molte altre, ma non può farci nulla, é senza difese di fronte ad un sistema dal quale emerge un'élite che impone queste procedure e questi comportamenti a chi li mette in atto e a chi li deve subire, e tale anomalia non si produce solo in campo medico farmaceutico.
Aigor
#12 Aigor 2018-07-07 08:37
Marco Bobbio ha scritto un libro che consiglio: Troppa medicina.
Ne ha scritto altri, ma questo è significativo.

Alla mia compagna, dopo uno dei soliti screening di controllo, avevano riscontrato delle microcalcificazioni "sospette", e prescritto un mammotome per rimuoverle ed evitare future neoplasie.
Superato il primo momento di panico, ho studiato.
Beh, tanto per cominciare, le microcalcificazioni dopo i 50 sono normali in una donna, secondo non c'è nessun rapporto diretto microcalcificazione-tumore, terzo il mammotome è invasivo, ti tolgono dai 15 ai 20 cilindri di tessuto di 2 cm di diametro... insomma, come sempre si risolve il problema con la mannaia a prescindere.
E probabilmente entri a far parte della statistica "salvata dal tumore grazie allo screening"...

Qundi li abbiamo mandati a spigolare (non vi dico la faccia che hanno fatto).
Sorvegliamo le microcalcificazioni con ecografie annuali (a pagamento, perchè le attrezzature sono importanti e la asl purtroppo non sempre ha le migliori) e Monica assume ascorbato di potassio di Pantellini.
Non ha più fatto mammografie, se l'operatore ecografo è bravo non ce ne è bisogno.

Sono passati tre anni e la situazione è invariata. Ha evitato una distruzione parziale del seno e tutte le conseguenze psicologiche annesse. Se il discorso si evolverà, decideremo il da farsi, in piena autodeterminazione.
Anguana
#13 Anguana 2018-07-07 08:56
La questione a mio avviso è ben più vasta e settorizzarla non fa altro che accuire il problema, perché permette al "potere" di continuare a perseguire i propri scopi.
Questa mentalità è pervasiva e comune a tutti i settori dell'agire umano ed è legata al fine ultimo che ci siamo dati: accumulare denaro.
Nel campo delle opere pubbliche le grosse imprese foraggiano la politica con grosse elargizione, determinando i finanziamenti più profiqui (vedi alta velocità o MOSE), questo sistema non si ferma ai vertici, perché ogni livello è colluso e marcio, i subappaltatori pagano le grosse imprese per lavorare, sia con grossi sconti, che direttamente, in cambio i controlli interni sono fittizi o nulli. I controllori pubblici vengono sterilizati con grosse elargizioni o, nei rari casi in cui facciano il loro mestiere, allontanati e demansionati.
Ma ognuno in questa catena diabolica vede solo le colpe dell'altro.
Nel campo industriale i prodotti devono rispondere solo ai requisiti del minor costo e della massima appetibilità e si studiano sistemi per cui la riparazione risulta onerosissima ed è stata introdotta l'obsolescenza programmata.
Nel campo dell'agricoltura la chimica la fa da padrona.
Nei servizi i costi devono essere ridotti all'osso senza riguardo per ciò che viene fornito.
In tutto questo gli scarti vengono scaricati nell'ambiene con un'incoscienza degna di un idiota.
Cosa si può fare? Il sistema è terribilmente pervasivo e una soluzione non può che arrivare da una presa di coscienza generale, dobbiamo avere il coraggio di prendere la pillola rossa e restare nel paese delle meraviglie, per vedere quanto è profonda la tana del Bianconiglio.
Insomma dovremo togliere prima la trave dal nostro occhio e allora ci vedremo bene per togliere la pagliuzza dall’occhio di nostro fratello.
fefochip
#14 fefochip 2018-07-07 09:37
#11 Primadellesabbie
Citazione:
La "gente" sa queste cose e molte altre,
dici?
e come mai allora c'è tutta questa gente che porta al galoppo i propri figli perfettamente sani a vaccinare?
giusavvo
#15 giusavvo 2018-07-07 09:39
Citazione:
Il paziente si rifiuterà di credere che gli screening gratuiti in realtà sono vere e proprie retate per ricercare pazienti
Condivido le argomentazioni di fondo dell'articolo ed anche quelle sugli screening gratuiti dei quali, però, non essendo pratico, vorrei capirne meglio la dinamica.
Cioè come avverrebbe questa "retata"?
Ad esempio nella mia città l'ASL sta effettuando uno screening gratuito per il tumore al colon tra tutti gli ultracinquantenni, con tanto di punti di raccolta e provette omaggio.
In questo caso, come potrebbero attirarsi clienti?
Mi scuso per la banalità della domanda, ma vorrei comprendere il meccanismo.
Grazie.
pencri93
#16 pencri93 2018-07-07 09:40
Io credo che ci sia bisogno di dati affidabili dal punto di vista statistico che possano idealmente dare un'idea della sopravvivenza (ed eventuale guarigione) per ogni tipo di neoplasia a seconda delle cure che si scelgono.
fefochip
#17 fefochip 2018-07-07 09:41
#12 Aigor
tenete d'occhio la vitamina D e tenetela alta
a sentire un certo autore riduce il rischio di tumore al seno del 50%
se vuoi ti do piu dettagli in pm
fefochip
#18 fefochip 2018-07-07 09:45
#13 Anguana
sono perfettamente d'accordo con te che il problema è molto piu vasto
però da qui a sostenere che se si mette a fuoco il problema sanitario in realtà si acuisce tutto il resto mi sembra errato
anzi da qualche parte si deve pur iniziare e una volta che si prende la pillola rossa per qualcosa
tutto il resto si comincia a vedere in quell'ottica
fefochip
#19 fefochip 2018-07-07 09:51
#9 milesCitazione:
Con mia moglie (anche lei molto restia e allergica alle cure mediche) ne abbiamo parlato, volevamo sconsigliare almeno la chemio, ma poi ci siamo resi conto che, per chi entra in certi meccanismi, e si fida di quello che proviene dal mondo della medicina ufficiale, non esiste un alternativa a quella visione
del problema.
l'atto di prendere la pillola rossa è individuale e personale.
se si tenta di cacciarla a forza in gola si ottiene solo resistenza e ostilità
purtroppo aimè lo ho imparato
Anguana
#20 Anguana 2018-07-07 09:54
#18 fefochip
Citazione:
però da qui a sostenere che se si mette a fuoco il problema sanitario in realtà si acuisce tutto il resto mi sembra errato
Non tutto il resto, ma tutto, in questo modo si cade nel divide et impera e si fa il gioco di chi conduce le danze.

In ogni caso ritengo sempre valida la massima di K.G. Jung Citazione:
Quello a cui opponi resistenza persiste
.
fefochip
#21 fefochip 2018-07-07 10:06
#15 giusavvo
Citazione:
Ad esempio nella mia città l'ASL sta effettuando uno screening gratuito per il tumore al colon tra tutti gli ultracinquantenni, con tanto di punti di raccolta e provette omaggio.
cominciamo da qualche dato
le morti per il tumore al seno non sono diminuite nel corso degli ultimi anni nonostante le campagne di "prevenzione"
sono aumentate a dismisura le diagnosi ma non le morti
come disse di bella i successi dell'oncologia sul tumore al seno è un artificio della diagnostica
tutto si basa fondamentalmente su quanto la medicina ufficiale riesce a guarire i tumori
ora se ti fidi di lei bene , ma comunque ti esponi a dei falsi positivi (dopo riprendo il discorso)
dovresti leggerti il rapporto morgan per capire che l'oncologia è fuffa
www.dibellainsieme.org/.../
quindi la chemio è fuffa, la chirurgia è cieca (nel senso che la chirurgia opera senza un costrutto eziologico si limita a togliere e basta) e la radio
è comunque dal punto di vista logico una sorta di chirurgia senza operazione nel senso che vengono distrutti i tessuti in loco senza tagliare.
in ogni caso è notorio che in caso di metastasi la chirurgia e la radio è impotente (il tumore si diffonde ovvero non è in situ) perche non puoi
stare appresso al cancro che si diffonde e tagliuzzare il paziente ogni metastasi o irradiarlo.(per questo si usa la chemio)

poi come dicevo c'è il discorso dei falsi positivi che sono addirittura il 50%!!!!
e questo vale sia per il tumore al seno che per quello del colon

il business della medicina sa bene queste cose e quindi nel momento che fa delle offerte gratuite sa bene che troverà molti clienti
parte di questi dovranno passare per diagnosi di secondo livello (altre visite , altri esami , altri soldi in giro)
parte di questi saranno comunque operati senza necessità perche a un esame istologico della massa levata non risulteranno tumori
(e sempre nel frattempo si guadagna )
(immagina come stai nel frattempo che sei un "falso positivo" se il cancro non ce lo avevi c'è rischio che con la strizza e le preoccupazioni che arrivano o ti arriva sul serio il cancro o hai altri problemi di vita correlati)

insomma detto in breve
i successi dell'oncologia sono pompati e non sono veri quindi ogni tentativo di "curare" in realtà è solo fuffa e tra quelli trattati con dei veri tumori
c'è tutta una serie di persone che non avevano assolutamente nulla

capito perche ti fanno gli esami gratuiti ?
ovviamente perche sono tanto buoni :perculante:

ma poi considerazioni delle considerazioni
ma sul serio credi ancora che delle organizzazioni facciano qualcosa per niente? gratis? eddai ....
fabster64
#22 fabster64 2018-07-07 10:12
Questo era un editoriale del 2002 di The Lancet dove si cercava di far emergere il problema di quanto la medicina sia stata inquinata dagli interessi commerciali.

www.thelancet.com/.../PIIS0140-6736(02)08198-9/abstract

--provate a inserire l'URL manualmente (senza quel segnetto dopo lo 02 e prima di ) perché vedo che inserito così non crea un link attivo

Questo invece è del 2015 dell'editore capo del The Lancet, Richard Horton sul fatto che la maggior parte delle pubblicazioni medico scientifiche sia falsa

www.thelancet.com/.../fulltext

e nelle ultime righe dice che alla fine del simposio si sono detti che qualcosa deve essere fatto per cambiare questo stato di cose, ma che non si sa cosa e che si aspetta sempre che sia qualcun altro ad iniziare
fefochip
#23 fefochip 2018-07-07 10:14
#16 pencri93
Citazione:
Io credo che ci sia bisogno di dati affidabili dal punto di vista statistico che possano idealmente dare un'idea della sopravvivenza (ed eventuale guarigione) per ogni tipo di neoplasia a seconda delle cure che si scelgono.
sui dati c'è una guerra
ogni volta che esce uno studio che smaschera le statistiche truccate dell'oncologia ufficiale vengono demolite, se non ci si riesce gli autori infangati e messi alla gogna.
se arriva qualcuno a dire che si può curare il cancro senza chemio e/o l'oncologia ufficiale viene boicottato , poi deriso e poi perseguitato

io dico sempre
in medicina anche un solo caso va studiato perche fa storia
come mai nessuno è andato mai da simoncini per studiare i suoi casi ? e ce ne sono tanti eh?
ovviamente per i detrattori sono tutti attori , casi fortuiti , menzogne , falsi esami , ecc ,ecc
eppure simoncini è un oncologo non è un naturopata o un sedicente mago, però dice delle cose che distruggerebbero per sempre non solo l'oncologia attuale come
rimedi ma proprio dal punto di vista ideologico demolirebbe ogni impianto universitario e di formazione (che come ripeto dall'articolo probabilmente è la cosa peggiore per il sistema)
fefochip
#24 fefochip 2018-07-07 10:16
#20 Anguana
insomma sto perdendo tempo , anzi sto peggiorando le cose con la mia attività?
giusavvo
#25 giusavvo 2018-07-07 10:28
#21 fefochip

Grazie per la risposta.
Citazione:
ma sul serio credi ancora che delle organizzazioni facciano qualcosa per niente? gratis?
No quello no, assolutamente.
Non ho capito, però, cosa cazzo debbo fare a livello di prevenzione, sempre ammesso che questa sia percorribile.
Comunque grazie.
Antdbnkrs
#26 Antdbnkrs 2018-07-07 10:46
La medicina commerciale rappresenta il peggio dell'essere umano! Un pediatra CONSAPEVOLE dei rischi che fa correre a un bambino e consiglia i genitori di fare un vaccino SOLO per portare a casa lo stipendio a fine mese e' una delle cose piu' schifose che ci possano essere proprio perche' metti a rischio la salute del povero bimbo con la scusa di "salvarlo" da epidemie inesistenti
fefochip
#27 fefochip 2018-07-07 10:46
#25 giusavvo
Citazione:
Non ho capito, però, cosa cazzo debbo fare a livello di prevenzione, sempre ammesso che questa sia percorribile.
la risposta non è semplice per niente e ti sottolineo che è la mia personale idea

premesso di evitare tutti quei comportamenti che ci mettono a rischio in maniera eclatante in maniera statistica
parlo di fumare tanto , mangiare in maniera sconsiderata ogni tipo di schifezza e altre cose simili
ma contemporaneamente non farsi prendere dalla continua propaganda di continue scoperte su cosa sarebbe cancerogeno
ed adottare comportamenti praticamente impossibili rendondo la vita un inferno per rispettare certe regole
mi riferisco che ne so al wifi , probabilmente farà pure male ma siccome è praticamente impossibile evitarlo completamente
non mi pare una soluzione andare a vivere nella foresta oppure non usare un po solo il tuo se vivi in campagna (visto che tutto il resto è salutare)
insomma buon senso e calma e gesso

detto questo non possono esistere prevenzioni provate scientificamente visto che non si conosce la genesi del tumore provata scientificamente

una volta capito questo l'unica cosa è una prevenzione generale ovvero dedicarsi a uno stile di vita sano e tirare a campare perche la sfiga può sempre
capitare ma se ci pensi sempre poi non hai una vita sana

quindi non in ordine di importanza:
alimentazione sana (non l'affronto perche troppo vasto)
dieta di idee sane
un giusto grado di movimento fisico
sole (e/o integrare vitamina D )
ossigenazione tramite tecniche di meditazione (cosi fai due cose in una) e contatto con la natura
amore

se proprio non puoi fare a meno di focalizzarti almeno su un rimedio attualmente terrei i valori di vitamina D sui 70/80 di valore ematico
attraverso una supplementazione quotidiana(io lo faccio)
se hai letto un mio articolo recente è provato che la vitamina D ha delle importanti ricadute sul sistema immunitario attraverso probabilemente
vari meccanismi uno tra questi l'interazione con il microbiota
pianetamicrobiota.it/.../
juss
#28 juss 2018-07-07 10:48
Citazione:
mai sentito cose ti tipo "la giornata del cancro al seno con camper che vanno in giro a fare GRATUITAMENTE ecografie e/o mammografie?" e tutti a pensare che sono tutti buoni e ci vogliono tanto bene(poi quando uno sente la parola magica "gratis" non capisce piu niente) la cruda realtà è che è solo un modo per trovare clienti
non ricordo se un economo o un medico, ma egli disse: quando il prodotto è gratis, la merce sei te!!

Citazione:
è utile come un posacenere in moto.
haha questa me la segno

#9 miles
l'ultima volta, circa 10 anni fa ma solo per un certificato di malattia, il medico mi guardò, mi studiò per capire chi ero, e poi mi disse: "sei cresciuto molto dall'ultima volta".

A parte tutto, alla fine mi sembra che si stanno facendo ulteriori passi in avanti rispetto agli anni bui vissuti fino a pochi mesi fa.
Bisogna metterli ancora più al muro. Il governo delle cose giuste deve fare le cose giuste.
fefochip
#29 fefochip 2018-07-07 10:48
#26 Antdbnkrs
Citazione:
La medicina commerciale rappresenta il peggio dell'essere umano! Un pediatra CONSAPEVOLE dei rischi che fa correre a un bambino e consiglia i genitori di fare un vaccino SOLO per portare a casa lo stipendio a fine mese e' una delle cose piu' schifose che ci possano essere proprio perche' metti a rischio la salute del provero bimbo con la scusa di "salvarlo" da epidemie inesistenti
E’ il dolore, e non l’intelligenza, che impedisce alle persone di concepire che quello che stanno inoculando ai loro bambini tramite il loro medico è un prodotto di quell’industria, che ovviamente ci vuole tanto bene.
giusavvo
#30 giusavvo 2018-07-07 10:51
#27 fefochip
Grazie.
Citazione:
se hai letto un mio articolo recente è provato che la vitamina D ha delle importanti ricadute sul sistema immunitario attraverso probabilmente vari meccanismi uno tra questi l'interazione con il microbiota
Li ho letti e grazie a loro ho fatto assumere a mia moglie la vit. D con netti miglioramenti sul suo stato di salute.
fefochip
#31 fefochip 2018-07-07 10:57
#30 giusavvo
Citazione:
Li ho letti e grazie a loro ho fatto assumere a mia moglie la vit. D con netti miglioramenti sul suo stato di salute.
questa è la moneta che mi ap/ripaga
grazie

per quanto riguarda prevenzione del tumore al colon se leggi qui
microbioma.it/.../...
mi raccomando però di interpretare questa cosa nell'ottica del paradigma del microbiota
ovvero non è con antibiotici che puoi fare prenvenzione (paradigma del nemico da uccidere)
ma attraverso l'antagonismo con ceppi batterici probiotici (paradigma dell'equilibrio tra le parti) e/o con l'integrazione/assunzione
di specifici PREbiotici che nutrono i ceppi batterici pro-fisiologici (probiotici)
che per quanto riguarda il colon sono le fibre insolubili e anche l'amido resistente (o retrogradato)
www.nutrizionista-ancona.it/.../
www.codicepaleo.com/amido-resistente/
Primadellesabbie
#32 Primadellesabbie 2018-07-07 10:57
@ fefochip

Il medico non é un "consulente".

In un mondo normale, nel momento in cui ti affidi a lui é un'autorità assoluta (come il prete per il fedele), ed é così che viene percepito da chi non ha sviluppato forti opinioni personali, cioè quasi tutti.

Ora, i medici molto difficilmente ti sconsigliano i vaccini, al contrario ti presentano la cosa come una collaudata forma di prudenza che sarebbe da irresponsabili aggirare.

D'altronde se dicessero il contrario e la cosa fosse risaputa, come saprai, andrebbero incontro a non pochi fastidi, l'armata dei rappresentanti di medicinali ha anche funzioni di polizia segreta...tanto per dire.
fefochip
#33 fefochip 2018-07-07 10:59
#28 juss
Citazione:
non ricordo se un economo o un medico, ma egli disse: quando il prodotto è gratis, la merce sei te!!
riassunto perfetto
fefochip
#34 fefochip 2018-07-07 11:04
#32 Primadellesabbie
Citazione:
Il medico non é un "consulente".
e l'unica è avere la forza d'animo per considerarlo tale
Citazione:
D'altronde se dicessero il contrario e la cosa fosse risaputa, come saprai, andrebbero incontro a non pochi fastidi, l'armata dei rappresentanti di medicinali ha anche funzioni di polizia segreta...tanto per dire.
assolutamente vero purtroppo.
i medici per bene sono schiacciati dal sistema, quelli collusi con le case farmaceutiche portati in palma di mano (vedi burioni)
fefochip
#35 fefochip 2018-07-07 11:31
#25 giusavvoCitazione:
Non ho capito, però, cosa cazzo debbo fare a livello di prevenzione, sempre ammesso che questa sia percorribile.
stavo aggiornandomi e ho trovato questo link
www.vitamindcouncil.org/.../

quindi come prevenzione del tumore al colon si può assumere vitamina D

Una meta analisi ha mostrato una relazione inversa tra i livelli di vitamina D e il rischio di cancro del colon-retto. Hanno anche scoperto che i pazienti con carcinoma del colon-retto hanno sperimentato una migliore sopravvivenza se avevano uno stato di vitamina D più elevato.
I livelli di vitamina D tra 35-40 ng / mL erano associati a un rischio ridotto del 27% di cancro del colon-retto
Hanno anche trovato nelle donne, per ogni aumento di 10 ng / mL (25 nmol / L) della vitamina D circolante, c'era un rischio ridotto del 19% di cancro del colon-retto.

CONCLUSIONI
Supplementare con 5.000-10.000 UI di vitamina D3 al giorno per aiutare a ridurre il rischio di cancro del colon-retto
giusavvo
#36 giusavvo 2018-07-07 11:35
#35 fefochip
Citazione:
stavo aggiornandomi e ho trovato questo link
Ok
SuperGulp
#37 SuperGulp 2018-07-07 11:42
Citazione:
fefochip: Supplementare con 5.000-10.000 UI di vitamina D3 al giorno per aiutare a ridurre il rischio di cancro del colon-retto
e magari considerare pure quello studio americano (se non erro citato su Luogocomune) in cui si affermava esistere una riduzione del rischio
consumando regolarmente origano... conosciuto come potente antifungino.
giusavvo
#38 giusavvo 2018-07-07 11:45
Comunque, grazie alla vitamina D e all’olio di cannabis (preparato galenico con tanto di prescrizione medica), mia moglie ha risolto tutta una serie di problematiche connesse alla sua funzione intestinale.
Prima dei predetti rimedi abbiamo eseguito ogni sorta di esame, biopsie comprese con tutta una vasta gamma di diagnosi possibili: dal mordo di Crohn, all’artrite reumatoide, alla celiachia per ripiegare poi su allergie varie. Niente di tutto questo.
Alla fine, ripeto grazie alla riflessione scaturita anche dai tuoi articoli sulla “D”, con l’esame di laboratorio abbiamo scoperto che i suoi valori erano bassi e li abbiamo integrati con le fiale d’inverno e bagni di sole d’estate (che dalle mie parti non manca), il tutto integrato con quattro gocce la mattina e sera di olio di cannabis.
Risultato, dopo un po’ problemi infiammatori risolti con connessa diarrea cronica.
Di contro io ho risolto una serie di fastidiosi problemini con l'ipoclorito di odio, ossia al metodo Ruffini sempre grazie ad un articolo qui riportato anni addietro.
fefochip
#39 fefochip 2018-07-07 12:11
#38 giusavvo
bravi ! ottimo

ma perche non usare anche la forza dei pre e probiotici?

uno tra tutti enterelle per la diarrea e acronelle per infiammazione
fefochip
#40 fefochip 2018-07-07 12:12
#37 SuperGulpCitazione:
e magari considerare pure quello studio americano (se non erro citato su Luogocomune) in cui si affermava esistere una riduzione del rischio
consumando regolarmente origano... conosciuto come potente antifungino.
cancro correlato ai funghi!? oibò ma tu vuoi mettermi al rogo :perculante:
fefochip
#41 fefochip 2018-07-07 12:17
sono stati proprio i suoi colleghi, «quasi mai i pazienti», a procurargli 60 avvisi di garanzia, «forse 65, ho perso il conto», dei quali ben 42 scaturiti dalle denunce di uno solo di loro, costringendolo a spendere 2 milioni di euro, «tutto ciò che avevo», in avvocati
ilgiornale.it/.../...
Anguana
#42 Anguana 2018-07-07 12:37
@#24 fefochip
Citazione:
#20 Anguana insomma sto perdendo tempo , anzi sto peggiorando le cose con la mia attività?
E' opportuno concentrarsi sulla soluzione e sulle nuove proposte e non perdere tempo ed energie su ciò che non va.

Una spiegazione più completa su quello che voglio dire la trovi sul sito tragicomico www.tragicomico.it/.../

In ogni caso io ho espresso una mia opinione, che vale quello che vale.
fefochip
#43 fefochip 2018-07-07 12:50
#42 AnguanaCitazione:
E' opportuno concentrarsi sulla soluzione e sulle nuove proposte e non perdere tempo ed energie su ciò che non va.
è sempre stata la critica di molti colleghi di simoncini
pensa alla tua teoria , cerca di dimostrarla e vai avanti

mi sono reso conto che per scalzare un vecchio paradigma e vecchie idee non se ne possono solo presentare di nuove (in particolare in medicina) ma
mostrare anche i limiti delle vecchie idee e vecchi paradigmi

insomma se si vuole risolvere il problema sanità non si può prescindere dal mostrare quello che è diventata
Aigor
#44 Aigor 2018-07-07 13:20
@Fefo

Grazie per la dritta sulla D, i prossimi esami verifichiamo i livelli (avevo letto ma non avevo ancora verificato).
Siamo comunque tranquilli: siamo tutti e due tendenzialmente vegani (si sgarra con il pesce e i formaggi un paio di volte al mese), assumiamo la melatonina zinco selenio di Pierpaoli (lui dice che nessuno dei suoi assistiti che la assumono ha mai sviluppato un cancro, e gli credo), prendiamo le nostre dosi di sole tutte le volte che possiamo (a Genova è facile e ora sto scrivendo dalla spiaggia di porto giunco a villasimius), monica come detto prende ascorbato di potassio di pantellini e cerchiamo di vivere il più possibile sereni la vita (compatibilmente con la vita stessa, è ovvio, ma ci proviamo!)...
La nostra prevenzione è questa, poi vediamo che succede ;-)

Ps: ho stilato comunque un "protocollo" personale, basato su tante letture fatte qui su lc e fuori, pronto per ogni evenienza :-D
peonia
#45 peonia 2018-07-07 14:01
riporto un trafiletto, preso dall'articolo che ho postato in C.L., perchè rende bene l'idea

Ora viviamo in una nazione dove i medici distruggono la salute, gli avvocati distruggono la giustizia, le università distruggono la conoscenza, la stampa distrugge l’informazione, la religione distrugge la morale e le banche distruggono l’economia.”
Pavillion
#46 Pavillion 2018-07-07 14:24
Riporto un trafiletto preso dall'articolo che ho postato in C.S.A. perchè rende l'idea:
"Quando la vita gira tutto gira, quando la vita non gira tutto gira, al contrario".
pencri93
#47 pencri93 2018-07-07 16:57
EDIT.
frostyboy
#48 frostyboy 2018-07-07 16:59
Ok max, ma guardiamo anche l altra faccia della medaglia. Quanti ciarlatani ci sono in giro e sul web o in tv che ti propongono soluzioni miracolose (fiananco fare allungare il pene, dimagrire con il pepe verde, eliminare le rughe, guarire dai dolori alla schiena o dall ipertensione o dall alluce valgo, emorroidi ecc...) e che non sono manco medici. A questo punto tra medico e ciarlatano io, se permetti, mi affido ad un medico, no? E poi perché dovrei credere ai poteri dell'origano (che da siciliano consumo regolarmente) o Dell olio di cannabis? Voi fate esempi di malasanità, ma io ne potrei fare cento volte di piú su medici e terapie che hanno salvato vite umane. Sulla rete le notizie di buona sanità non ci sono, mentre se ne trovano di malasanità. E poi la medicina non ha mai preteso di essere una scienza esatta perché si opera su esseri viventi la cui funzionalità é spesso complessa e soggettiva, e quindi diversa da uomo a uomo.Insomma non siamo macchine e i medici non sono i nostri ingegneri
Zina
#49 Zina 2018-07-07 17:06
Ciao scusatemi ma visto che si parla di medicina colgo l'occasione per chiedervi se avete notizie da darmi sulla cura di Simoncini per il cancro al fegato. Qualche puntata fa di Mazzucco live si è parlato di una terapia mirata tramite le arterie con l'uso del bicarbonato. Purtroppo mio padre è in attesa di un trapianto perché tutte le chemio fatte tramite arteria non producono effetti definitivi. Lui crede molto nelle cure ufficiali ma non gli hanno prospettato nessuna alternativa se non un trapianto semmai arrivasse in tempo. Chiedo quindi informazioni perché qual'ora lui decidesse di fidarsi vorrei aiutarlo
hvsky
#50 hvsky 2018-07-07 17:37
Mondo difficile e futuro incerto!!!!
Chiodo
#51 Chiodo 2018-07-07 18:32
Bell'articolo Fefochip.
redazione
#52 redazione 2018-07-07 19:20
FROSTBOY: Citazione:
Ok max, ma guardiamo anche l'altra faccia della medaglia. Quanti ciarlatani ci sono in giro e sul web o in tv che ti propongono soluzioni miracolose (fiananco fare allungare il pene, dimagrire con il pepe verde, eliminare le rughe, guarire dai dolori alla schiena o dall ipertensione o dall alluce valgo, emorroidi ecc...) e che non sono manco medici. A questo punto tra medico e ciarlatano io, se permetti, mi affido ad un medico, no?
Tu davvero non sei in grado di distinguere un ciarlatano una potenziale cura alternativa valida?

O è tutto merda oppure è tutto acqua santa? Vuoi fare per forza di ogni erba un fascio?

Il tuo manicheismo è talmente primitivo che diventa difficile capire cosa vuoi dire.

***

ZINA: Citazione:
Chiedo quindi informazioni perché qual'ora lui decidesse di fidarsi vorrei aiutarlo.
Qualora decidesse di fidarsi, contattami. E' la cosa più importante, la sua decisione di cercare soluzioni alternative. Se questa scelta non avviene in modo libero e consapevole, non serve a niente tempestarlo di informazioni (per ora) inutili.
peonia
#53 peonia 2018-07-07 20:30
Zina mi dispiace molto.....ma il trapianto... :-(
Zina
#54 Zina 2018-07-07 22:02
Si Peonia lo so. È esattamente quello che ho pensato e continuo a pensare anch'io. È una macelleria purtroppo. Massimo credo che presto ci troveremo di fronte a delle scelte difficili e spero che a quel punto lui trovi il coraggio di credermi e di darsi questa opportunità. Il problema è che ti plagiano facendoti credere che senza le loro "cure" sei destinato a morte certa
Antdbnkrs
#55 Antdbnkrs 2018-07-07 23:00
Bene, un vaccino (antipolio) in "collaborazione" con le scimmie ha creato l'aids e adesso abbiamo l'ennesimo vaccino provato sulle scimmie per debellare l'hiv...

ansa.it/.../...

peonia
#56 peonia 2018-07-07 23:15
lo so Zina.....è triste, ma credo anche nella libera scelta della persona, chiamala libero arbitrio se vuoi....certo, qualcuno potrebbe rispondere che non c'è nel momento in cui sei gravemente malato e fragile, ma non è tanto la persona-lità a scegliere quanto l'anima....
C'è chi muore o sopravvive sia con le cure allopatiche che con le "alternative", alla fine io penso che ci sia una sorta di destino... tanti auguri comunque che sia fatta la sua volontà..
Parlo così per esperienza diretta con mio figlio,morto di tumore raro a soli 24 anni, fece il ciclo di chemio (io non avrei voluto!) ha fatto la radioterapiastereotassica (humanitas.it/.../...) e infine la cura Di Bella.... non c'è stato verso :cry: , elaborando il lutto mi sono fatta la ragione, date le mie credenze al riguardo, che dovevo accettare la sua scelta d'anima
Calipro
#57 Calipro 2018-07-08 00:45
Piccolo OT ma a proposito di venduti...

huffingtonpost.it/.../...
"I 5 Stelle vogliono arrestare Soros
Il miliardario filantropo si è definito "una specie di Dio" in un'intervista all'Independent. Il senatore M5S Lannuti: "Vorrei una norma per arrestarlo in Italia""

Ma certo, come no...ve li vedete questi Don Abbondio/banderuole 4 venti, dall'alto dei loro "cuori di leone", a mettere in prigione un personaggio del genere?
Calvero
#58 Calvero 2018-07-08 01:49
Bravo Fefo per l'impegno in questo ambito. Questa è politica. Un plauso al tuo impegno.

Condividendo la base di questi discorsi, aggiungo una cosa che ritengo di una sottigliezza infinitesimale, quanto sottile è un bisturi con la sua spietata pericolosità. Appunto il confine è labile ma la differenza oceanica, secondo le mie informazioni e la mia posizione, la medicina commerciale e la scienza non è venduta, è comprata. Ora non andrò OT - ma quando sarà il momento, ne riparleremo.

Detto questo, volevo chiedere, come vengono sondati e discussi i casi e le obiezioni in cui una cura oncologica coincide con una guarigione che in realtà stava già avvenendo o sarebbe comunque avvenuta?
frostyboy
#59 frostyboy 2018-07-08 09:45
@52 redazione
Max, io non parlavo di me ma di centinaia di migliaia di persone che credono ai ciarlatani che spesso si Nascondono dietro un camice dicendo di avere studiato le basi di fantomatiche medicine alternative. E, infine, mi dolgo del fatto che anche tu usi una strategia che tu stesso hai sempre criticato, ovvero quella di attaccare la persona (manicheo primitivo, credulone) piuttosto che discutere i contenuti. Complimenti! Chi pratica lo zoppo......
fefochip
#60 fefochip 2018-07-08 11:18
#59 frostyboyCitazione:
piuttosto che discutere i contenuti.
il contenuto del tuo commento in sintesi proponeva una sciocca forca logica
tra ciarlatani e medici preferisco i secondi

come se l'alternativa a questo sistema corrotto è solo peggio ovvero i ciarlatani

profondo eh? :oops:
fefochip
#61 fefochip 2018-07-08 11:24
#58 Calvero Citazione:
la scienza non è venduta, è comprata
per come la vedo io non è questo il punto
il punto è che c'è una divergenza di fini tra il paziente e l'industria farmaceutica (con tutti i suoi "passaggi" intermedi)
questa divergenza si evidenzia come detto da altro utente in tutti gli ambiti umani ma in quello della salute è evidente come la luce del sole
eppure qualcuno lo stesso fa fatica a vedere questa divergenza di finalità

sarò comunista nelle fondamenta ma finche avverrà il contrario della democrazia ovvero che ristrettissimi ma potenti gruppi
imporranno le proprie logiche e finalità al resto della popolazione non andremo da nessuna parte
fefochip
#62 fefochip 2018-07-08 11:45
sul British Medical Journal....
“La medicalizzazione di massa è una catastrofe iatrogena”

www.bmj.com/content/361/bmj.k2794
fabiomln
#63 fabiomln 2018-07-08 12:20
Se i medici di base venissero pagati in base a quanto poco si ammalano i propri pazienti probabilmente si potrebbe cominciare a capovolgere la situazione.
Finché medici, specialisti, chirurghi, ecc guadagnano in base a quante persone curano, saranno sempre in conflitto di interesse e, in linea di massima, cercheranno di trarre il maggior guadagno dai loro pazienti.
Se si fa mente locale ci si accorge che la medicina non cura nulla (con una unica eccezione per gli antibiotici).
In questo senso, la chirurgia (che per me non è medicina ma solo alta tecnologia applicata alla 'macchina' umana) è il FALLIMENTO della medicina stessa. Ogni volta che una persona deve essere operata per qualcosa è perché la medicina non è stata in grado di curare.
Quanto si guadagna oggi (e quanto spende la collettività) per un intervento di bypass coronarico? Ebbene basterebbe leggersi la letteratura per vedere che con un po di ormoni tiroidei, vitamina E, C e vitamina K2 e aspirina probabilmente sparirebbero gli interventi di cardiochirugia. Ma finché si guadagna dagli interventi non si otterrà nessun progresso, anzi l'esatto contrario.
In merito ai medici di base, sempre più privati della loro funzione, non mi sento di giustificarli anche se spesso sono persone oneste che però chiudono gli occhi davanti alla realtà del totale fallimento della medicina. In questo senso sono complici del sistema.
fefochip
#64 fefochip 2018-07-08 12:27
#63 fabiomln
Citazione:
Se si fa mente locale ci si accorge che la medicina non cura nulla (con una unica eccezione per gli antibiotici).
a mio avviso la medicina di urgenza (e acuta) spesso salva la vita mentre per tutto ciò che è cronico ....si salvi chi può.
per quanto riguarda gli antibiotici hanno salvato tante vite ma adesso stiamo pagando l'abuso che ne è stato fatto con ceppi batterici sempre piu resistenti agli antibiotici
siamo al tramonto dell'era dell'antibiotico , presto non funzionerà più , bisogna correre ai ripari da subito.
fabiomln
#65 fabiomln 2018-07-08 13:11
#63 Fefochip
la chirurgia è oggi in grado di fare interventi incredibili ma questo ha poco a che vedere con il capire come funziona il corpo umano e tenerlo in salute. Molti interventi si potrebbero eliminare se si curasse l'organismo, ma non si fa per interessi.
La medicina di emergenza fa cose eccezionali ed è indispensabile in casi, ad esempio, di incidenti.
Ma quando deve intervenire per salvare un infartuato o un soggetto affetto da un ictus, pur salvandolo e facendo cose eccezionali, siamo di fronte al fallimento della medicina perché molti infarti e ictus si potrebbero evitare e anche la medicina di emergenza potrebbe esistere per una casistica molto più limitata.
Anche nel medioevo la 'medicina' interveniva per tagliare una gamba onde evitare il propagarsi di una infezione. Anche allora faceva cose indubbiamente eccezionali ma nel far ciò evidenziava tutti i suoi limiti (come è chiaramente evidente oggi).
Ma almeno allora non si sapeva cosa fare in alternativa. Oggi invece non ci sono scuse.
ayarbor
#66 ayarbor 2018-07-08 14:04
E una "ciliegina" sulla torta (fresca fresca di stagione) non ce la vogliamo aggiungere... :


««Operazione della Guardia di Finanza su nomine e concorsi nel sistema sanitario lucano: ordinanze nei confronti di una trentina di persone. Il presidente della Regione ai domiciliari per falso e abuso d'ufficio. Il gip: "Deus ex machina della distorsione istituzionale"

È un vero e proprio terremoto quello che si è abbattuto sulla Regione Basilicata. C'è anche il governatore Marcello Pittella (Pd)
L'inchiesta riguarda nomine e concorsi nella sanità lucana.

Per Pittella il gip della città dei Sassi ha disposto gli arresti domiciliari. In carcere, invece, è finito il commissario straordinario dell'Azienda sanitaria provinciale di Matera, Pietro Quinto, che attraverso il suo legale, Vincenzo Montagna, ha già annunciato le dimissioni dall'incarico. In carcere anche il direttore amministrativo dell'Asm Maria Benedetto.
Ai domiciliari il commissario straordinario dell'Azienda sanitaria di Potenza, Giovanni Chiarelli, il direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Maddalena Berardi, e un dirigente del Centro oncologico regionale della Basilicata di Rionero, Gianvito Amendola. Nella stessa inchiesta ai domiciliari anche il direttore generale della Asl di Bari, Vito Montanaro.
»»
[Tra gli arrestati anche un docente di diritto amministrativo dell’Universita di Bari, Agostino Meale. È accusato di aver ottenuto incarichi legali da Quinto in cambio di agevolazioni alla carriera universitaria del figlio Giuseppe Quinto]
««In tutto le misure cautelari eseguite sono una trentina»» [più 8 persone con obbligo di dimora].

««Il sistema sanitario lucano è stato piegato a "interessi privatistici e logiche clientelari". È quanto ha sostenuto il procuratore capo di Matera, Pietro Argentino, commentando l'inchiesta della Guardia di finanza. Argentino ha parlato di concorsi pilotati col "taroccamento" dei punteggi e la distruzione dei verbali con i voti reali ottenuti dai "raccomandati".
Il gip Rosa Nettis parla di "un sistema di corruzione e di asservimento della funzione pubblica a interessi di parte di singoli malversatori, su sollecitazione di una moltitudine di questuanti espressione (...) di pubblici poteri apicali che si interfacciavano tra loro, in uno scambio reciproco di richieste illegittime e promesse o dazioni indebite".

Gli investigatori "si sono trovati in presenza di concorsi letteralmente truccati", in particolare per "quattro procedure concorsuali risultate viziate perché caratterizzate da abusi d’ufficio, rivelazioni indebite di segreti d’ufficio e falsi in atti pubblici", ha spiegato il procuratore Argentino. Le indagini hanno permesso di appurare il "taroccamento" dei punteggi, ha proseguito il procuratore, "condotto con precisione matematica", con la "creazione di verbali ideologicamente falsi" e la "distruzione di verbali con i punteggi effettivamente conseguiti dai candidati raccomandati, con la complicità dei componenti segretari".
»»

ALCUNE DELLE NOMINE USCITE DAI CONCORSI TRUCCATI:
«in particolare l'attuale responsabile dell'anticorruzione della stessa Asl di Bari, Luigi Fruscio. Dalla Campania, invece, arriva la vincitrice del concorso per un posto da dirigente amministrativo al Centro oncologico regionale di Basilicata, Lucia Esposito (non indagata)

SPUNTA ANCHE IL VESCOVO DI MATERA (NON INDAGATO)
Tra gli altri sponsor, che non risultano indagati, gli inquirenti hanno individuato l'ex viceministro degli interni Filippo Bubbico (Leu). Mentre il vescovo di Matera Antonio Caiazzo, il deputato nonché ex sottosegretario lucano alla Salute Vito De Filippo (Pd), il deputato barese Gaetano Piepoli (Cd), e il questore di Matera, Paolo Sirna (tutti non indagati) avrebbero sollecitato il commissario straordinario dell'Azienda sanitaria della città dei Sassi, Pietro Quinto, a intercedere su altre vicende, come l'assunzione del figlio del deputato barese, Gaetano Piepoli, alla Fondazione Matera 2019 (mai avvenuta perché secondo il gip gli indagati avrebbero saputo dell'inchiesta) in cambio di ottenere l’interessamento del parlamentare a far inserire il proprio figlio Quinto Giuseppe come tirocinante presso la Procura Generale della Repubblica di Bari.

NON È FINITA QUI
Ma l'inchiesta, con tutte le ramificazioni, non è finta qui. "L’indagine - ha detto il procuratore Argentino - va ancora completata".

II GIP: TALPA INDEGNA RIVELO' INDAGINE
Il commissario straordinario dell’Asm di Matera, Pietro Quinto, avrebbe scoperto a metà dello scorso anno di essere intercettato nell’ambito dell’inchiesta della Procura sulla sanità, perché "qualche indegna 'talpà istituzionale - precisa il gip nell’ordinanza - gli faceva rivelazioni sull'attività investigativa in corso".
A maggio 2017, infatti, gli investigatori capiscono che Quinto ha ricevuto una "soffiata" sulle indagini
Secondo il gip, "è stato possibile ricostruire nel dettaglio" che Quinto "ha appreso dal senatore Salvatore Margiotta" che non risulta indagato "di essere intercettato, e forse anche da qualche forza dell’ordine".[

ALCUNE DELLE INTERCETTAZIONI:
In merito al concorso da 8 posti di assistente amministrativo il presidente della Commissione, Maria Benedetto, si esprime a riguardo: "Quelli verdi - dice, intercettata, - sono di Pittella... Non sono in ordine alfabetico, non vorrei che mi sfuggano... perché veramente mi trovo in difficoltà".
E che si tratti di qualcosa di indecente è la stessa donna ad ammetterlo, in un'altra intercettazione: "Per fare questa cosa sto malissimo... io non ci dormo la notte... ma non pensando a cosa può succedere... pensando proprio al mio intimo, come responsabile morale. Hai capito cosa voglio dire?... Qualcuno a me dà fastidio che mi... ribolle il sangue... fare schifo... ti fa vergognare... io preferisco premiare un poveretto che almeno studia qualcosa e lo supera... mi sento io un verme".

Fonti:
repubblica.it/.../...
lagazzettadelmezzogiorno.it/.../...
lagazzettadelmezzogiorno.it/.../...
tgcom24.mediaset.it/.../...
frostyboy
#67 frostyboy 2018-07-08 15:41
@fefochip
Il mio paragone non era illogico, perché io considero ciarlatani anche i medici che fanno propaganda contro i vaccini. E non solo quelli evidenti che vendono alghe in tv. Questi fanno male solo a chi ci casca, gli altri all intera comunità

Comunque da oggi abbandono questo sito dove vige il pensiero unico e chi non si accoda viene insultato o preso in giro senza discutere le sue opinioni che voi giudicate sempre quantomeno illogiche . E questo Conformismo dovrebbe preoccupare sia voi sia, soprattutto, Massimo.
fefochip
#68 fefochip 2018-07-08 16:05
#67 frostyboy
Citazione:
Il mio paragone non era illogico
la logica non c'entra niente
il problema che hai posto è scorretto e ripeto sciocco
è sciocco dire che si debba per forza scegliere tra ciarlatani o medici
come se non ci fosse alternativa: o sei medico o sei un ciarlatano (tertium non datur)
avallando e giustificando il sistema attuale quando gli stessi medici (ma avrai letto l'articolo? lo avrai capito?)
dicono di se stessi di essere collusi con le case farmaceutiche che si occupano anche della loro formazione e quindi anche quelli in buona fede
in realtà sono ideologicamente alla greppia dell'industria perche hanno studiato risultati di studi deviati e manipolati dalle industrie farmaceutiche
pro domo loro

poi francamente quando dici
Citazione:
perché io considero ciarlatani anche i medici che fanno propaganda contro i vaccini.
a maggior ragione proponi una scelta obbligata che ha una logica solo per te sorvolando (e non mi interessa quello che pensi quindi non ti affannare a spiegare)
sui motivi

Citazione:
Comunque da oggi abbandono questo sito dove vige il pensiero unico e chi non si accoda viene insultato o preso in giro senza discutere le sue opinioni che voi giudicate sempre quantomeno illogiche .
francamente se ci negherai considerazioni della portata che hai fatto non mi metterò a piangere
e in ogni caso non è una questione di pensiero unico (che forse rigiri la frittata e hai tu) ma di discutere e non vedo discussione da parte tua ma
giudizi che sono piu delle provocazioni che altro
Pavillion
#69 Pavillion 2018-07-08 16:24
#68 fefochip




______
Grazie, Giovannini.
peonia
#70 peonia 2018-07-08 20:13
@ FEFO, FORSE PUO' INTERESSARTI

peonia
#71 peonia 2018-07-08 20:20
ayarbor :-o
peonia
#72 peonia 2018-07-08 21:32
Sarebbe molto interessante leggere un pdf che ho del 2003 del dott. Rath, ma non so come postarlo :-(
uno stralcio:
D:"Lei è il fondatore di un nuovo concetto di medicina: la "medicina cellulare". Può spiegare cos'è la medicina cellulare e quali sono i vantaggi della sua implementazione?

R:Oggi la medicina è divisa in discipline diverse in base agli organi del corpo. La cardiologia si occupa del cuore, la gastroenterologia dell'intestino, l'ortopedia delle ossa. Questo approccio mirato agli organi non tiene conto del fatto che la salute e la malattia non sono determinate a
livello di organi, ma a livello dei milioni di cellule che costituiscono gli organi e il corpo umano.
La causa più importante del malfunzionamento delle cellule e infine della malattia è la mancanza di bioenergia a livello cellulare. Le più importanti molecole bioenergetiche necessarie per il funzionamento ottimale delle cellule sono quelle biocatalizzatrici, piccole molecole che accelerano le reazioni chimiche di queste cellule. Le più importanti fra queste molecole naturali sono le vitamine, i minerali, gli elementi traccia e taluni aminoacidi. La medicina cellulare è una nuova branca della medicina che applica questo sapere alla prevenzione e alla cura delle più comuni malattie di oggi. Nel nostro istituto di ricerca di medicina cellulare continuiamo a investigare sulle specifiche necessità di questi micronutrienti per prevenire e correggere malattie
specifiche, come le cardiopatie, il tumore e le malattie infettive.
Appare chiaro che la medicina del ventunesimo secolo sfrutterà il sapere su scala globale, permettendo all'umanità di liberarsi dalle più diffuse malattie di oggi, tra cui le cardiopatie e il cancro. Non c'è tempo da perdere: chiunque comprende questo principio anche senza una laurea in medicina. Ogni professionista del settore sanitario, ogni politico responsabile della salute del suo popolo dovrebbe approfondire immediatamente la conoscenza di questi fatti e sviluppare programmi sanitari nazionali a partire da questa consapevolezza.

D)Perché ritiene che la cura e il controllo naturale siano migliori e più efficaci del tradizionale trattamento farmaceutico?

R: L'industria farmaceutica è un'industria per investimenti. Per sua natura non può e non vuole produrre medicine che possano prevenire debellare le malattie, perché ciò eliminerebbe le malattie in quanto mercato per l'uso continuato di queste medicine. Questo fatto è difficile da
comprendere e ancora più duro da accettare. Ma è la verità e tutti dovrebbero saperlo.
Di conseguenza, l'80% dei prodotti farmaceutici attualmente sul mercato non è di provata efficacia, ma si limita a nascondere i sintomi. Come diretta conseguenza di ciò, le più diffuse malattie di oggi come le cardiopatie, il cancro, l'AIDS e molte altre non vengono contenute, ma piuttosto continuano a diffondersi benché siano disponibili alternative efficaci, non brevettabili.
Gli studenti di biologia e biochimica di tutto il mondo studiano il ruolo dei Micronutrienti per il funzionamento ottimale delle cellule. Purtroppo, l'industria farmaceutica ha un tale controllo sulla formazione medica di tutto il mondo che fino ad ora questi risultati scientifici non sono stati applicati alla risoluzione di problemi clinici. Le precondizioni affinché il mondo possa godere dei vantaggi delle cure naturali sono l'accettazione dei nuovi risultati e la rimozione delle barriere artificiali nel campo medico, economicamente motivate dal business degli investimenti farmaceutici nella malattia.

D:Il due volte premio Nobel Dr. Linus Pauling ha definito i suoi risultati
significativi. Perché?

R:Linus Pauling è stato l'unico scienziato ad aver ricevuto due premi Nobel non in condivisione. Il primo premio Nobel gli fu conferito per la Chimica e il secondo per la Pace, per il suo impegno nella realizzazione del primo accordo sul disarmo, il bando parziale dei test nucleare nel 1963.
Linus Pauling è stato un gigante della scienza nel ventesimo secolo. Ha risolto la struttura molecolare di innumerevoli molecole organiche e inorganiche. È stato il primo a scoprire le proprietà strutturali delle proteine (alfa-elica) e la prima malattia genetica (anemia falciforme).
Ho conosciuto Linus Pauling più di vent'anni fa, quando ero portavoce degli studenti di medicina in Germania e nel consiglio dell'associazione studenti di medicina dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Ma la nostra frequentazione a quel tempo non era basata principalmente sulla scienza, quanto piuttosto sul nostro comune interesse a lavorare per la pace e il disarmo nucleare.
Anni dopo, la mia ricerca nel campo della salute cardiovascolare mi portò a riconoscere
l'importanza del ruolo delle vitamine e discussi con lui di queste scoperte. Pauling riconobbe immediatamente l'importanza di questa scoperta e mi invitò a diventare il primo direttore della ricerca cardiovascolare nel suo istituto in California.
Linus Pauling ed io eravamo più che colleghi. Avevamo in comune una visione del mondo più sano e più pacifico. Pertanto, non è sorprendente che poco prima della sua morte, Pauling abbia affermato che senza dubbio mi considerava come il suo successore.

D:Come ha reagito la comunità scientifica tradizionale al suo lavoro e
alle sue ricerche?

R:Le nuove scoperte attraversano tre fasi. Prima vengono messe in ridicolo, poi vengono duramente combattute e infine accettate come ovvie. Le mie scoperte nel campo della salute cardiovascolare e del cancro non fanno eccezione. In una comunità medica che considera interventi meccanici quali le operazioni di bypass e il catetere a pallone (angioplastica) come le "soluzioni" all'epidemia cardiovascolare e la radioterapia a la chemioterapia come le "soluzioni" al cancro, la possibilità di una prevenzione naturale, sicura ed economica e il controllo di questi problemi sanitari è stato niente di meno che una rivoluzione.
Nel campo della salute cardiovascolare ci sono voluti più di 10 anni dalla pubblicazione del mio famoso saggio scientifico "Soluzione all'enigma della malattia cardiovascolare" per raggiungere un punto di svolta nella sua accettazione. Ma alla fine questo è avvenuto, il 4 maggio 2002. La Stanford University, una delle principali scuole mediche del mondo, mi invitò a presentare questa scoperta al loro simposio organizzate dalla facoltà di medicina. Questo invito rifletteva la crescente accettazione da parte del pubblico della nostra scoperta della cardiopatia come forma precoce dello scorbuto, la malattia dei marinai."
...
Calvero
#73 Calvero 2018-07-09 01:39
Citazione:
per come la vedo io non è questo il punto
Per come la vedo io, il punto è proprio questo, solo non è il caso di approfondirlo. Perché comprando i Diritti di cosa sarebbe scientifico e cosa no, si è potuto indirizzare il mondo in una direzione invece che in un'altra. Se ti domandi perché è difficile far aprire la mente alla gente, non è perché la scienza sarebbe venduta, poiché in questo la gente non vede un problema fondamentale, ma marginale; se scoprisse invece che è comprata e poi immessa nel "mercato" ci si farebbero domandine più intelligenti.

PS

E non devi prenderla come una critica che sminuirebbe il tuo articolo, tant'è vero che mi sono complimentato.

Citazione:

il punto è che c'è una divergenza di fini tra il paziente e l'industria farmaceutica (con tutti i suoi "passaggi" intermedi)
questa divergenza si evidenzia come detto da altro utente in tutti gli ambiti umani ma in quello della salute è evidente come la luce del sole
eppure qualcuno lo stesso fa fatica a vedere questa divergenza di finalità
Esattamente, e quel qualcuno, si chiama MASSA - e la massa non accetterà mai che la scienza possa essere un falso problema, perché tu in realtà non te ne accorgi, ma non stai parlando di scienza, ma di salute.

Citazione:

sarò comunista nelle fondamenta
E Salvini ? :-D (scusa, ma la frecciatina ci stava)

Citazione:

ma finche avverrà il contrario della democrazia ovvero che ristrettissimi ma potenti gruppi
imporranno le proprie logiche e finalità al resto della popolazione non andremo da nessuna parte
Verissimo. La domanda giusta, ritengo non si sia mai fatta debitamente. Perché i ristrettissimi hanno questo potere sulle masse? E qui divergiamo, per Te è una questione di business, io so che è tutt'altro.

Detto ciò, avevo fatto un'altra domanda. Ma forse l'ho posta male.
Calvero
#74 Calvero 2018-07-09 01:48
Frostyboy, a mio parere hai ingrandito la cosa. Redazione ha sottolineato il tuo approccio manicheo e dovrai convenire che il discorso che hai fatto seguire a quelle parole era anche ambiguo e, forse, non volendo, hai mischiato "capre e cavoli" senza magari renderti conto che hai denigrato dozzinalmente coloro che stanno in mezzo, tra l'incudine e il martello diciamo, proprio di questa falsa dicotomia che tu hai fotografato in maniera pretenziosa.

Poi, fai come vuoi ;-)
bycho
#75 bycho 2018-07-09 12:08
Ciao a tutti.
Luogocomune è un gran bel sito dove informarsi, denunciare, ragionare insieme su svariate questioni.
Io stesso ho avuto la possibilità di esprimermi scrivendo un paio di articoli.
Il motivo per cui partecipo molto poco alle discussioni risiede nella constatazione, da parte mia, che, in generale, si ha una gran propensione all'indignazione e al parlarsi addosso fra utenti. Si spacca il capello in quattro su particolari spesso insignificanti ma latita la reale esigenza di uno sguardo d'insieme. Soprattutto, latita tristemente l'impellenza di porsi in carico la responsabilità personale per le nostre stesse esistenze.
Sono consapevole che tale atteggiamento da parte degli esseri umani è nella natura delle leggi di realtà cui siamo sottoposti, tuttavia, non siamo costretti a vivere passivamente se non dalla mancanza di impellenza citata poc'anzi.
Questo è lo stesso messaggio che lanciavo negli articoli riguardanti la Tossiemia e l'Igienismo, messaggio che, come da copione, rimane inascoltato.
Sono altresì consapevole che queste mie parole risultino scomode o, nella peggiore delle ipotesi, fumose per molti degli utenti.
Tuttavia, se si cerca una chiave di lettura funzionale a tutte le considerazioni indignanti, ma per il sottoscritto molto scontate, presenti anche in questo articolo scritto dal prolifico autore, è proprio nel mio reiterato messaggio che tale chiave andrebbe indagata.
Noi abbiamo ciò che meritiamo come collettività, a tutti i livelli. La collettività è composta da individui.
Finché non nascerà per questi individui il tempo kairologico per nutrire l'impellenza della responsabilità personale delle nostre esistenze, potremo continuare ad affogare miseramente nelle migliaia di parole tutto sommato abbastanza "inutili" che compongono anche questo articolo.
È per noi giunto il tempo di andare veramente a sondare personalmente l'abisso concernente il cuore del problema.
IL CUORE DEL PROBLEMA È CHE NOI RISULTIAMO NON PERVENUTI.
La prima e più difficile tappa, è prenderne atto.
fefochip
#76 fefochip 2018-07-09 14:00
@ peonia
grazie per la segnalazione
fefochip
#77 fefochip 2018-07-09 14:21
#75 bycho
premessa:
per come la penso io sfondi una porta aperta parlando di responsabilità.
quindi ovvio che prendendoci la responsabilità della nostra salute tutto il resto diventa secondario
ovvio poi che piu in generale sarebbe opportuno prenderci la responsabilità piu che della nostra esistenza dell nostra essenza(del nostro essere , del nostro carattere , personalità , ecc ) che è cosa ben diversa
prendersi la responsabilità della nostra presenza su questo pianeta francamente mi pare chiedere un po troppo anche se condivido l'idea che sia una nostra scelta
per quanto non lo possiamo capire a livello razionale.
rimanendo un po più pragmatici e con i piedi per terra il mio tentativo di far capire certe dinamiche è proprio volto all'assunzione di responsabilità da parte delle persone
che se da una parte è un atto individuale e personale dall'altro è anche subordinato all' apertura degli occhi
difficile aprirli se si è ingannati , poi se si vuole nonostante tutto rimanere con gli occhi chiusi ...amen

una cosa che non sono sicuro di aver capito è pero questo
Citazione:

IL CUORE DEL PROBLEMA È CHE NOI RISULTIAMO NON PERVENUTI.
Antdbnkrs
#78 Antdbnkrs 2018-07-09 14:37
Qualche minuto fa ho ricevuto una telefonata da un amico che stava per fare la tac con lo IODIO come liquido di contrasto per via endovenosa. Per fare quel tipo di tac serve il consenso del paziente e lui da buon "allievo" mi ha chiesto di cercare su internet....bene una rapida ricerca e l'oms e lo iarc inseriscono lo iodio come una delle 118 cause (accertate) di aumento del fattore di rischio. Ma porca troia, se sai che il rischio di cancro e' elevato che cazzo chiedi al paziente il consenso?? NON LO DEVI USARE!
fefochip
#79 fefochip 2018-07-09 14:46
#78 Antdbnkrs
Citazione:
Ma porca troia, se sai che il rischio di cancro e' elevato che cazzo chiedi al paziente il consenso?? NON LO DEVI USARE!
nel caso del tuo amico va fatta un attenta valutazione tra il rischio di fare tac con liquidi di contrasto pericolosi , valutare se ci sono altri mezzi diagnostici , lasciare tutto cosi ,
operare comunque , valutare che probabilità ci sono di guarire sapendo di un cancro cosi piccolo con una chemio , ecc
ma tanto che gli frega ? vai a fare al tac"
ma le logiche ecomonomiche sono molto peggio di così
pensa alle amalgami dentali al mercurio
si è detto che sono pericolose e verranno sostituite con otturazioni senza metalli pesanti
ma mica da subito eh?
tra qualche anno :-o
www.medicinenon.it/.../

edit.
si potrebbe valutare se la tac può essere sostituita da analisi meno invasive come il bioscanner di clarbruno vedruccio
www.clarbrunovedruccio.it/ita_bioscanner.htm
non so se si riesce ancora a trovare ma forse vale la pena cercare
juss
#80 juss 2018-07-09 15:01
l'avrete già visto, ma chi non lo ha visto beh..."buona" visione

www.youtube.com/watch?v=GJQkHrU6cf0&t=5s

Intervista al prof. Montanari (non a friedman)
peonia
#81 peonia 2018-07-09 15:16
a proposito di medicina d'avanguardia, un mio caro amico medico, che usa la biorisonanza anche per i tumori, mi ha mandato questo articolo, molto interessante:
LA "WAVEGENETIC" DI PIOTR GARIAEV E LA NUOVA MEDICINA
CHE COS'E' LA GENETICA ONDULATORIA

lanaturaticura.com/.../...

dedicato a ZINA
Pavillion
#82 Pavillion 2018-07-09 16:31
#75 bycho

È per noi giunto il tempo di andare veramente a sondare personalmente l'abisso concernente il cuore del problema.
IL CUORE DEL PROBLEMA È CHE NOI RISULTIAMO NON PERVENUTI.
La prima e più difficile tappa, è prenderne atto.



_____
Non comprendo sebbene sia certo che il tuo articolo incorpori la chiave di lettura, una parte.
miles
#83 miles 2018-07-09 17:55
Citazione:
a mio avviso la medicina di urgenza (e acuta) spesso salva la vita mentre per tutto ciò che è cronico ....si salvi chi può.
Sono completamente d'accordo.
Il grande progresso della medicina è avvenuto attraverso i progressi tecnologici, per cui, specializzazioni come l'ortopedia, l'oculistica e la chirurgia medica generica, ne hanno tratto enormi vantaggi e progressi.
Mentre prima, anche solo per una cataratta se non si trovava un bravo oculista si rischiava di finire cecati, ora chiunque abbia imparato ad usare un laser oculistico in dieci minuti ti risolve il problema.
Cosi' pure per un menisco, con gente che dopo 10 giorni rigioca al calcio, o in operazioni chirurgiche, anche complesse dove ormai il bisturi non esiste praticamente più.
I guai iniziano nelle malattie metaboliche, dove si viene a scontrare spesso l'approccio sbagliato che lamedicina ufficiale ha nei confronti di queste patologie.
Un caso emblematico su tutti è il diabete.
A chi soffre di questa malattia non viene quasi mai detto che la prima cosa da fare è abolire praticamente oltre agli zuccheri, anche tutti i carboidrati, che sono in gran parte contenuti da tale sostanza.
Cosi' magari di solito dicono per esempio: a colazione una tazza di caffelatte non zuccherato e quattro fette biscottate.
Quattro fette biscottate sono come minimo trenta grammi, e contenendo il pane almeno il 40% di zucchero, si fa presto a capire il picco glicemico che attende lo sciagurato dopo colazione.
Antdbnkrs
#84 Antdbnkrs 2018-07-09 18:16
si potrebbe valutare se la tac può essere sostituita da analisi meno invasive come il bioscanner di clarbruno vedruccio

Sara' stato il caso eh ma la prima tac e' stata sufficiente :-D
La cosa assurda e' che gli hanno detto di dare il consenso (e quindi fare subito subito la seconda tac) prima di vedere i risultati di quella normale! Se avesse dato il consenso avrebbe SUBITO un trattamento CANCEROGENO (e' inutile girarci intorno quello e') inutile e criminale!
Ma mica e' finita qui.. no no, l'urogolo di questa mattina,e quello di oggi pomeriggio gli avevano detto che un calcolo di 5 mm non richiede operazione perche' viene espulso SEMPRE con l'aiuto di un paio di farmaci...bene il terzo urologo, quello piu' importante (chirurgo) gli ha detto che la terapia non serve a niente e che l'unico modo per espellere il calcolo e' tramite sala operatoria CHE OVVIAMENTE il mio amico ha rifiutato immaginandosi dei dollaroni (cosi mi ha detto :-D ) negli occhi del chirurgo.
CHE VERGOGNA!
fefochip
#85 fefochip 2018-07-09 19:52
#84 AntdbnkrsCitazione:
l'urogolo di questa mattina,e quello di oggi pomeriggio gli avevano detto che un calcolo di 5 mm non richiede operazione perche' viene espulso SEMPRE con l'aiuto di un paio di farmaci...bene il terzo urologo, quello piu' importante (chirurgo) gli ha detto che la terapia non serve a niente e che l'unico modo per espellere il calcolo e' tramite sala operatoria CHE OVVIAMENTE il mio amico ha rifiutato immaginandosi dei dollaroni (cosi mi ha detto :-D ) negli occhi del chirurgo.
c'è la litotrissia extracorporea con le onde d'urto
in pratica frantumano il calcolo con delle vibrazioni da fuori
e poi pisci i frammenti che a quel punto sono piccoli e passano
Antdbnkrs
#86 Antdbnkrs 2018-07-09 21:25
c'è la litotrissia extracorporea con le onde d'urto in pratica frantumano il calcolo con delle vibrazioni da fuori e poi pisci i frammenti che a quel punto sono piccoli e passano

E' un bombardamento a ultrasuoni, giusto?
E' quello che ha chiesto all'urologo... ma non si puo' fare perche' il calcolo da 5 mm è il piu' grande ma insieme a quello ha della "renella" che in pratica equivale a dire che ha diversi calcoli piu' piccoli di 5 mm che si ammassano e sono troppo piccoli per essere frantumati ulteriormente
bycho
#87 bycho 2018-07-09 23:00
@fefochip
@Pavillion
...ma anche tutti gli altri, volendo.

Il mio punto di vista richiede un approccio delicato, poiché, derivando  da una posizione decisamente eretica, genera solitamente automatismi difensivi consolidati da parte di chi legge.
Solo di rado qualcuno viene toccato da una sincera curiosità nei confronti di tale approccio, ma si tratta generalmente di pruriti intellettuali che non incontreranno una reale esigenza di cambiamento.
In casi più unici che rari il mio punto di vista, che non è poi esattamente mio, coinvolge realmente ed in modo totalizzante l'attenzione dei malcapitati lettori.
In tali casi esisteva già un'impellenza di fondo, ed è a questa impellenza che le mie parole si rivolgono.
Tali parole giungono da una differente percezione della realtà, ottenuta alla luce della "conoscenza" cosiddetta "iniziatica".
Il virgolettato si riferisce ad una definizione necessaria unicamente al fine di circoscrivere un corpus dottrinale che non può, per sua natura, essere circoscritto in alcuna definizione. È uno schematismo comunicativo e non chiarisce la natura di tale conoscenza se non ai sensi di coloro che si avvalgono già, per esigenza, degli strumenti offerti nell'alveo di tale conoscenza.
Essa rappresenta per noi la matrice dalla quale si dipana tutto lo scibile del sapere umano e contiene in potenza il seme di tutte le nostre possibilità.
Ritengo che questa premessa sia necessaria per dovere mio più che per esigenze vostre.
Ciò detto, quando affermo che il cuore del problema risiede nel fatto che noi risultiamo non pervenuti, intendo dire che non esistiamo finché non avvertiamo l'impellente esigenza di conseguire noi stessi come individui oggettivamente senzienti!
Non è una questione di opinioni personali,  questa nostra è una condizione drammatica e pragmaticamente constatabile dal momento in cui la nostra esigenza non ci consente più scappatoie.
Di fronte al riconoscimento di questo nuovo indirizzo nella nostra esistenza, tutto ciò che credevamo di sapere prima e tutte le certezze entro le quali ci siamo trincerati, non hanno più alcun valore.
Non per nulla ho affermato che il riconoscimento di questa tappa è la parte più difficile.
Questa condizione rappresenta lo spartiacque fra tutto ciò che credevamo di essere e l'abisso che attiene l'ignoto che siamo.
peonia
#88 peonia 2018-07-10 01:02
volevo dirvi che fra le tante terapie anticancro, so di alcuni pazienti, sia in Italia che in Russia sono guariti istantaneamente con l'ipotermia, portato il corpo, tranne la testa, sotto zero gradi per una decina di minuti... non so con precisione, ma a me lo disse la prima volta, nel 2005, un addetto alla farmacia dove mi servivo, quando mio figlio era malato, me lo confidò, lo sentì anche la farmacista, la cosa strana è che poco dopo non lavorava più li, coincidenza? Ora me lo hanno ridetto un amico ed un dottore, sempre mio amico.
fefochip
#89 fefochip 2018-07-10 11:10
#87 bycho
probabilmente i miei saranno solo pruriti :-)
Citazione:

intendo dire che non esistiamo finché non avvertiamo l'impellente esigenza di conseguire noi stessi come individui oggettivamente senzienti!
intuisco qualcosa ma non capisco
non è che ti spieghi meglio?

edit
ho qualche problema nel capire esattamente cosa intendi con "conseguire"
e cosa significa in pratica "oggettivamente senzienti"
usi le parole in maniera un po troppo libera per farti capire
bycho
#90 bycho 2018-07-10 17:13
@fefochip

Ciao Federico.
Il tentativo di utilizzare liberamente le parole rappresenta per me un esercizio escapologico.
Il linguaggio delle parole funziona per definizioni. Le definizioni sono recinti posti a limitazione di un significato. Se ci aggiungi che a tali definizioni vincoliamo i limiti della soggettiva capacità interpretativa di ognuno di noi, potrai forse comprendere come il principale strumento che noi utilizziamo per comunicare, ovvero il linguaggio delle parole, risulti il meno indicato al fine di spostarci in direzione di un confronto reale. Confronto reale che può avvenire soltanto fra coloro hanno conseguito la condizione di esseri "oggettivamente senzienti" o fra coloro che condividono lo stesso "sentire" in seno all'esigenza del suddetto conseguimento.
Detto in parole più semplici, sento di dovermi impegnare nel momento in cui utilizzo il linguaggio delle parole, in questa sede, e tu dovrai sforzarti per cercare di intuire cosa vorrei realmente comunicarti.
Da un punto di vista razionale questo nostro tentativo di confronto non potrà ovviamente essere dirimente. Personalmente però, per essere onesto prima di tutto con me stesso, é proprio quello che sto utilizzando il metodo con il quale sento di doverti parlare. Spero tu non voglia sentirti ingannato.
D'altro canto, hai utilizzato un vocabolo appropriato quando hai affermato "intuisco qualcosa ma non capisco..."
La formula dell'intuizione è infatti la chiave corretta sulla quale porre il fuoco dell'attenzione.
Ti sarà chiaro spero, che le questioni sollevate da questo nostro tentativo di confronto non potranno per te essere risolte con l'ausilio del raziocinio.
Ciò nonostante, anche se sarebbe la cosa più appropriata da fare dopo questa mia corposa premessa, non fuggirò dalle tue domande. Rimani concentrato, cortesemente.
Riporto le tue domande.
Cosa intendi con "conseguire"?
Cosa significa in pratica "oggettivamente senzienti"?
Dunque, il significato del vocabolo conseguire è difficilmente fraintendibile. In questo contesto mi riferisco ad una condizione che va conseguita, ovvero, non ci spetta per diritto di nascita in quanto animali intellettuali. Richiede il presupposto di un'esigenza impellente, un conseguente sforzo prolungato in seno a tale esigenza ed infine il conseguimento, per l'appunto, della condizione in oggetto.
La condizione in oggetto, ovvero quella di divenire "oggettivamente senzienti" è invece decisamente fraintendibile, ma per dovere di cronaca, continuiamo.
L'essere senzienti attiene la nostra peculiare prerogativa di poter imparare a "comprendere la realtà in quanto formidabili  strumenti percettori".
Perfezionare e rendere quindi oggettiva, ovvero non più soggetta ad interpretazioni di parte, questa nuova condizione, significa, fra le altre cose,  spostarci in una dimensione della realtà dove le modalità di vita reiterate prima dell'iniziale esigenza di cambiamento e visibili chiaramente attraverso l'osservazione dei nostri simili, assumono tutti i connotati di quella che potremmo definire come un loop di follia suicida con esito predeterminato.
Poiché tu chiedi cosa significa in pratica, sono costretto ad invitarti personalmente verso questa verifica, se ci tieni davvero.
La teoria inerente la nostra condizione di animali intellettuali é affrontata variamente a seconda delle tradizioni iniziatiche, così come gli strumenti offerti per modificare praticamente tale condizione. Tuttavia, i presupposti ed il fine sono i medesimi ovunque.
fefochip
#91 fefochip 2018-07-11 16:29
#90 bycho
ti ricordo che tutti gli esercizi escapologici che puoi fare remano contro a comunicare con il prossimo, in questo caso me.
a mio avviso confondi solo le idee , ma se ti piace cosi.
il fatto che è tutta roba da iniziati francamente è un concetto che mi sta antipatico ovvero io concepisco la verità per tutti quelli che la vogliono
accettare, renderela piu difficilmente comprensibile non rende la verità più bella.

detto questo mi pare che il fulcro del tuo messaggio sia qui
Citazione:
questa nuova condizione, significa, fra le altre cose, spostarci in una dimensione della realtà dove le modalità di vita reiterate prima dell'iniziale esigenza di cambiamento e visibili chiaramente attraverso l'osservazione dei nostri simili, assumono tutti i connotati di quella che potremmo definire come un loop di follia suicida con esito predeterminato.
da parecchio mi rendo conto della folle corsa dell'umanità verso l'autodistruzione e non credo di essere il solo
il problema è che da solo non mi posso salvare ne posso salvare alcuni di noi, ci si può salvare solo insieme se c'è almeno un "quorum" oppure chiamalo
numero minimo che innesca l'effetto maharishi oppure la "massa critica" insomma fai tu
michele.penello
#92 michele.penello 2018-07-11 16:49
E intanto c'è chi si eleva a entità superiore che non può essere messa in discussione sotto ogni punto di vista

"L’Ordine dei medici di Torino contro la ministra della salute Grillo"

www.lastampa.it/.../pagina.html
bycho
#93 bycho 2018-07-11 20:29
@fefochip

Va bene. Sta accadendo ciò che temevo e che era però prevedibile a conferma di quanto mi sono impegnato a dirti sino ad ora.
Hai iniziato a fraintendere, ma non disperare.
Se non ti offendi e provi nuovamente a concentrarti, cerco di spiegarti cosa hai frainteso, specificando ulteriormente le motivazioni che ti hanno portato ad iniziare il processo di fraintendimento.
L'esercizio escapologico non ha il fine di confondere le acque, ma quello di stimolare sia chi scrive che chi legge ad uscire dalle convenzioni che rendono ordinario il linguaggio delle parole. Se tu vedessi le cose dal mio punto di vista comprenderesti che mi sono impegnato notevolmente per cercare di dirti qualcosa che fosse realmente sensato.
Non ho parlato mai di iniziati bensì di conoscenza iniziatica, ed ho utilizzato questi termini fra virgolette specificando che è una convenzione linguistica.
Non ho mai utilizzato il termine "verità" bensì il termine "realtà" che è molto diverso.
Lìddove evidenzi quello che ritieni essere il fulcro del mio messaggio, rilevi un'accezione di tale supposto fulcro, e la rilevi dal tuo personale punto di osservazione della realtà. La mia posizione è differente dalla tua, e in quello che tu ritieni essere il fulcro del messaggio io intendevo evidenziare una condizione peculiare, intima ed inerente l'essere umano come individuo più che non una condizione di pluralità riferita all'umanità.
In conseguenza di questa tua posizione interpretativa tracci una consequenzialità che risulta logica unicamente dal punto di osservazione tuo ed, eventualmente, di coloro che sono vicini al tuo stesso punto di osservazione.
Ho provato, sino ad ora, a spiegarti cosa ritengo tu abbia frainteso. Ora cercherò di puntualizzare anche il perché di queste "tue scelte" e ti prego di non cadere nella trappola di sentirti offeso.
Hai frainteso perché sei un'esponente di animale intellettuale. Nello specifico, sei un animale intellettuale la cui curiosità lo ha portato ad accumulare una discreta quantità di sapere nozionistico.
Tuttavia, non essendo tu un essere "oggettivamente senziente", non possiedi le chiavi per utilizzare te stesso in modo "oggettivamente funzionale".
Per essere più pragmatico, nel frangente che ti vede tentare di comunicare con me,  ti manca un elemento essenziale, ovvero, una non ordinaria capacità di concentrazione.
Volendo essere brutale, non possiedi l'impellenza che ho menzionato più volte in questi messaggi, pertanto, non sei assolutamente interessato a comprendere la portata del mio approccio comunicativo.
Capiscimi, il mio atteggiamento è assolutamente impersonale. Non ho assolutamente nulla contro di te, anzi, ti ringrazio molto per l'opportunità che mi stai concedendo.
fefochip
#94 fefochip 2018-07-11 21:24
#93 bychoCitazione:
L'esercizio escapologico non ha il fine di confondere le acque, ma quello di stimolare sia chi scrive che chi legge ad uscire dalle convenzioni che rendono ordinario il linguaggio delle parole
byco , io posso pure crederti sulla parola ma ammetterai che nel mondo c'è di tutto e il fine dichiarato di tanti discorsi in realtà è uno specchietto per le allodole per gonzi
mi perdonerai anche tu ma se ti mettessi nei panni dell'altro non faresti fatica a comprendere questa cosa
Citazione:
Se tu vedessi le cose dal mio punto di vista comprenderesti che mi sono impegnato notevolmente per cercare di dirti qualcosa che fosse realmente sensato.
dal mio punto di osservazione sto provando a vedere le tue cose dal tuo punto di vista , forse in questo contesto di incomprensione
adesso ti risulta piu chiaro il motivo per cui a mio avviso bisogna parlare per farsi capire e non con esercizi dialettici conditi da parole talmente tanto stirate nel loro significato
da poter essere tranquillamente fraintese(per tua stessa ammissione)
Citazione:
Lìddove evidenzi quello che ritieni essere il fulcro del mio messaggio, rilevi un'accezione di tale supposto fulcro, e la rilevi dal tuo personale punto di osservazione della realtà
sono abituato a pensare in termini di pnl (visto che puntualizzi la differenza tra verità e realtà) e quindi esiste la mia realtà perche è da MIO punto di vista.
è la mia visione del mondo.
diffido francamente di chi pensa che la propria è quella oggettiva punto e basta perche penso che, filosoficamente parlando, noi siamo i creatori della nostra realtà e con questo intendo che non è solo un esercizio dialettico ma proprio un atto oggettivo la creazione della propria realtà che tuttavia non può essere uguale a quella dell'altro semplicemente perchè siamo diversi.
Citazione:
io intendevo evidenziare una condizione peculiare, intima ed inerente l'essere umano come individuo
e allora di cosa stai parlando esattamente? dell'anima che vuole fare l'esperienza della morte?
Citazione:
In conseguenza di questa tua posizione interpretativa tracci una consequenzialità che risulta logica unicamente dal punto di osservazione tuo ed, eventualmente, di coloro che sono vicini al tuo stesso punto di osservazione.
ovvio, questo prevede che esisterebbe un punto di vista oggettivo?
e che è? l'occhio di Ra?
Citazione:
Tuttavia, non essendo tu un essere "oggettivamente senziente", non possiedi le chiavi per utilizzare te stesso in modo "oggettivamente funzionale".
su questo "oggettivamente" si dipana tutto forse?
Citazione:
nel frangente che ti vede tentare di comunicare con me, ti manca un elemento essenziale, ovvero, una non ordinaria capacità di concentrazione.
insomma sono intelligente ma non mi applico? :-)
Citazione:
Volendo essere brutale, non possiedi l'impellenza che ho menzionato più volte in questi messaggi, pertanto, non sei assolutamente interessato a comprendere la portata del mio approccio comunicativo.
immagino ti stai rifacendo a questo
Citazione:
Finché non nascerà per questi individui il tempo kairologico per nutrire l'impellenza della responsabilità personale delle nostre esistenze,
è talmente tanto tempo che mi prendo la responsabilità di chi sono che francamente non posso avere "impellenze" di sorta in tal senso
ora se parli di "esistenza" la questione si complica un po.
è come se tu dicessi :"io mi sono preso la responsabilità dell'esistenza di me stesso su questo pianeta , con forma umana , ecc ,ecc"
il che vorrebbe dire che sei cosciente del perche sei qui ovvero perche lo hai deciso tu
ecco no, non ho nessuna impellenza in tal senso perche probabilmente anche se ci arrivo intellettualmente non riesco a credere cosi profondamente in me stesso
in altre parole parliamo della consapevolezza di essere Dio
ci arrivo ma non ci credo fino in fondo ...magari è un bene avere qualche dubbio in merito eh? :-)
bycho
#95 bycho 2018-07-11 22:45
@fefochip

Ti offrirò una via d'uscita facile e sincera.

Non utilizzerò il metodo della risposta che prevederebbe di controcitare le tue citazioni in merito alla tua risposta precedente.
Diventerebbe, per quella che è la mia finalità, un tunnel senza uscita. Lo so per esperienza.

Esiste realmente, ahinoi, una "conoscenza iniziatica".
Non ha nulla a che vedere con le formule della filosofia cosiddetta "new age", anche se viene teoricamente veicolata utilizzando sovente una terminologia ad essa comune e che constato essere da te conosciuta.

Dal canto tuo, non stai sbagliando nulla, e non ha senso, pertanto, che io cerchi di contraddirti.

Per le logiche di funzionamento di questo sito tu sei certamente un utente che porta stimoli utili e spero tu possa continuare ad essere stimolante e prolifico come di fatto mostri di essere.

Magari un giorno le tue esigenze prenderanno una piega differente e chi lo sa, potrebbero accaderti cose veramente inaspettate.
Io te lo auguro.

Perdonami se questa mia somiglia ad una fuga, ma per ora preferirei defilarmi.
Ti ringrazio. Davvero.
fefochip
#96 fefochip 2018-07-12 09:07
#95 bychoCitazione:
Non utilizzerò il metodo della risposta che prevederebbe di controcitare le tue citazioni in merito alla tua risposta precedente.
Diventerebbe, per quella che è la mia finalità, un tunnel senza uscita. Lo so per esperienza.
secondo me dipende dall'animo di chi ci si mette
in ogni caso ho usato questa tecnica di citazioni per cercare di spiegarmi al massimo non per pormi in contrasto.
Citazione:
Esiste realmente, ahinoi, una "conoscenza iniziatica". Non ha nulla a che vedere con le formule della filosofia cosiddetta "new age", anche se viene teoricamente veicolata utilizzando sovente una terminologia ad essa comune e che constato essere da te conosciuta.
conosco la new age? si boh non lo so , non me ne frega molto francamente
Citazione:
Dal canto tuo, non stai sbagliando nulla, e non ha senso, pertanto, che io cerchi di contraddirti.
non credo che esista sola la contraddizione come metodo di porsi con l'altro ...almeno mi piace pensarlo.
Citazione:
Per le logiche di funzionamento di questo sito tu sei certamente un utente che porta stimoli utili e spero tu possa continuare ad essere stimolante e prolifico come di fatto mostri di essere.
ci provo, e mi auguro che anche altri lo possano essere per me.sto qui apposta.
Citazione:
Magari un giorno le tue esigenze prenderanno una piega differente e chi lo sa, potrebbero accaderti cose veramente inaspettate. Io te lo auguro.
mi auguro belle ....sgrat
Citazione:
Perdonami se questa mia somiglia ad una fuga, ma per ora preferirei defilarmi. Ti ringrazio. Davvero.
grazie a te
ciao, alla prossima
Pavillion
#97 Pavillion 2018-07-12 11:05
Grazie a entrambi,
alle inudibili ineludibili chiavi di lettura passate in rassegna in un piccolo Luogocomune, un rotolo contenente i luoghi comuni dell'umanità.



Totale utenti online :: 4 Utenti
Bakunin, Paolab, Tianos, elettronova

Invisibile buongiorno
11:11

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO