Forum

Commenti Recenti

rss

di Stefano Re

Quando una rivoluzione giunge a compimento, a che cosa servono poi i rivoluzionari? Ecco perché nessuna rivoluzione è mai davvero stata completata. Man mano che si rendono conto che cesserebbero di aver motivo di esistere, i rivoluzionari finiscono sempre col fare rivoluzioni al cui termine occorre proseguire, indefinitamente, la rivoluzione.

Per lo stesso motivo si prescrivono terapie che non guariscano, si annunciano eradicazioni che non eradichino. Perché se davvero eradichiamo una malattia, poi a che servono i farmaci o i trattamenti sanitari che sono stati brevettati e prodotti per combatterla?

È per questo che si è deciso con grande fanfara di debellare il morbillo. Il morbillo ha un tasso di infettività, quel che tecnicamente viene chiamato r0, o tasso di riproduzione, altissimo. E il vaccino ha una efficacia complessiva limitata. Cosa significa questo? Significa che non potrà mai venire debellato. [1]

Ve lo spiego nel modo più semplice possibile: anche vaccinando il 100% della popolazione, ci sarà sempre una percentuale di persone vaccinate che non risultano protette dal morbillo, che possono sia prenderselo che contagiare altri vaccinati. Ed è esattamente quel che si vede accadere ripetutamente: epidemie di morbillo all’interno di gruppi di popolazione completamente vaccinati. Ci sono decine e decine di casi ormai studiati. [2] La risposta dei fanatici del santo vaccino? «È colpa degli untori novax! Bisogna vaccinare di più ancora, rivaccinare i vaccinati più e più volte.» Lo so, fanno un po’ pena, ma bisogna aver pazienza: loro sono quelli tanto intelligenti, dei geni proprio.

Eccovi un altro esempio: il vaccino contro la poliomielite. Anzi, i due vaccini. Uno è il Salk, quello che usiamo noi, e serve solo a alleviare i sintomi se te la prendi, ma non ferma il contagio. Significa che puoi sia ammalarti che trasmettere la poliomielite ad altri, da vaccinato, alla faccia di qualsiasi effetto gregge, del proteggere gli immunodepressi e di qualsiasi concetto di “salute pubblica”. L’altro si assume per via orale, lo ha inventato un tale di nome Sabin, per gli amici si chiama OPV, e quando funziona, il che non avviene sempre, ferma il contagio per chi si vaccina, ma ha l’antipatica tendenza a sviluppare la malattia “vaccino derivata”. Che vuol dire in concreto? Vuol dire che tu prendi un bimbo sano, lo vaccini, e le sue feci diventano infettive del virus della polio introdotto nel suo corpo dal vaccino. E possono contagiare altre persone. Possono scatenare epidemie di poliomielite provocata direttamente dal vaccino, che vengono definite “vaccino-derivate”. È quel che è successo in Siria pochi mesi fa, con grande paura di tutto l’occidente, che strepitava sui giornali: attenti, la polio è tornata a minacciarci![3] E grazie al cazzo, l’abbiamo creata noi questa epidemia, ma questo non han pensato di dirvelo. E quanto spesso accade tutto ciò? Ce lo dice l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sul suo sito ufficiale. Dall’agosto del 2015 al giugno del 2019, è accaduto 17 volte, in 17 paesi del mondo.

Giugno 2019, in Cameroon. Febbraio 2019, in Indonesia e in Nuova Guinea. Gennaio 2019 in Mozambico. Ottobre 2018, in Niger. Agosto 2018, in Nigeria. Luglio 2018, in Congo e in Nuova Guinea. Maggio 2018, nel corno d’Africa. Marzo 2018, Somalia. Giugno 2017, Congo e Siria. Dicembre 2016, Pakistan. Ottobre 2016, Nigeria. Febbraio 2016, Laos. Gennaio 2016, Laos. Dicembre 2015, Myanmar. Dicembre 2015, Laos. Ottobre 2015, Laos. Settembre 2015, Ucraina. [4]

17 focolai epidemici, tutti di poliomielite provocate dal vaccino. E quanti focolai di poliomielite selvaggia, cioè non provocata dal vaccino, registra l’OMS nel corso di questi ultimi quattro anni? Due. Maggio 2019, in Iran, e Ottobre 2016, in Nigeria. [4] Vi piace la statistica? Eccovi serviti: dei focolai di poliomielite rilevati nel mondo stando all’Organizzazione Mondiale della Sanità, dal 2015 al 2019, l’89,47 % è provocato dal vaccino. Tu chiamalo pure “debellare”, io lo chiamo “sostituire”.

Ma, se invece guardiamo indietro, quante altre epidemie di poliomielite vaccino derivate ci sono state prima del 2015? Dal 2000 al 2015, sempre sul sito dell’OMS, ne troviamo indicate esattamente zero. Prima del 2000, sul sito dell’OMS non risultano dati disponibili.[4] Troviamo però altrove informazioni interessanti, ad esempio che focolai di polio derivata da vaccino sono stati registrati «in Bielorussia (1965-1966), in Canada (1966-68), in Egitto (1983-1993), nelle Antille (2000-2001), nelle Filippine (2001), nel Madagascar (2001-2002), ad Haiti (2002), in Cina (2006), in Cambogia (2005-2006), nel Myanmar (2006-2007), in Iran (1995, 2005-2007), in Siria, Kuwait, Egitto e Nigeria (2005).[5]

Ora, i casi sono due: o dal 2015 all’OMS hanno iniziato a riconoscere le epidemie vaccino-derivate, e allora qualcuno dovrebbe aver notato che costituiscono il 90% dei focolai individuati al mondo, oppure è da quando le coperture sono cresciute troppo che sono iniziate a diventare davvero pericolose queste epidemie vaccino-derivate. In entrambi i casi, ci si aspetterebbe che la fantasmatica “comunità scientifica”, invece di concentrarsi nel rampognare mamme troppo informate, batta un colpo e noti che qualcosa non sta andando per il verso giusto, visto che ormai la poliomielite naturale praticamente non c’è più, ma abbiamo costantemente epidemie di poliomielite provocata dal vaccino.

Invece sapete quale geniale spiegazione viene fornita? Me lo ha scritto uno scientista pochi giorni or sono: “guarda che non sono i bambini vaccinati a prendersi la polio vaccino-derivata”, mi ha scritto. Sono gli altri. Quelli che, sciagurati, non si vaccinano. Avete capito bene? Ci sono due bambini, sani. Uno lo vaccinate contro la polio, diventa infettivo e infetta di polio l’altro. E la “colpa” è di quello non vaccinato. Ditemi ancora, chi sarebbero qui gli untori, di grazia?

Insomma, alla luce del fatto che la polio non c’è praticamente più e abbiamo ormai soltanto polio provocata direttamente dal vaccino, che soluzione geniale viene proposta? Vaccinare di più! Vaccinare tutti! Vaccinare tutti varie volte, per proteggerci dalla polio che diffondiamo tramite il vaccino. E più vacciniamo, più diffonderemo questa malattia da cui dovremo tutti, sempre e per sempre, vaccinarci. Esattamente come per il morbillo.

Lo vedete che tipo di mondo stanno costruendo? Straparlano di salute pubblica, di immunodepressi da proteggere, ma quel che stanno realizzando è una popolazione mondiale intossicata e dipendente dai farmaci e dai vaccini, costretta a assumere farmaci da quando nasce a quando muore, costantemente, per sempre. Mica male, vero? Ce lo consigliano loro, quelli tanto intelligenti. C’è proprio da fidarsi.

Fonte (con le note)

Aggiungi Commento   

mg
#1 mg 2019-06-18 23:16
L'apertura sembrava di leggere Camus. :-D

Che io sappia, ma scusate se non ho sottomano i riferimenti, l'ultimo caso di polio in italia è stato causato da un bambino vaccinato con OPV che ha contagiato il padre durante la procedura del cambio pannolino.

Si potrebbe anche richiamare l'anti pertosse: si usava il vaccino a cellula intera, poi sostitiuto da quello acellulare perchè l'altro dava troppe reazioni avverse. Peccato che quello acellulare abbia efficacia tutt'altro che entusiasmante, durata della protezione anche peggio, e non prevenga la diffusione. :roll:

Ho visto l'altro giorno una chicca, la segnalo perchè calza a pennello (quotidianosanita.it/.../...): nello stesso articolo si riesce a dire che Citazione:
Il morbillo è una malattia virale altamente contagiosa per la quale non esiste alcun trattamento.
e
Citazione:
è urgente contenere l'impatto dell'epidemia per salvare il massimo delle vite assicurando l'immunizzazione dei bambini e la fornitura di cure gratuite ai pazienti colpiti
Poi uno scopre anche che (quotidianosanita.it/.../...):
Citazione:
In Italia, la TB latente e la circolazione di M.tuberculosis hanno cominciato a ridursi prima ancora dell’introduzione delle terapie antitubercolari ad alta efficacia, in relazione con il miglioramento delle condizioni di vita.
Ma va? Chi l'avrebbe mai detto...

:pint:
Nomit
#2 Nomit 2019-06-18 23:20
Dove sono le note, nella fonte?
mg
#3 mg 2019-06-18 23:23
#2 Nomit

Provo a rimediare, almeno per la [1] e la [2]:

Gustafson et al. 1987 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3821823)
Avramovich et al. 2018 (www.cdc.gov/mmwr/volumes/67/wr/mm6742a4.htm)
Bangor-Jones et al. 2009 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19807634)
Barna et al. 2004 (pediatrics.aappublications.org/content/113/3/455)
Nkowane et al. 1987 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1646939/)
Pedersen et al. 1989 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2815970)
Glass et al. 2004 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15364464)
Rosen et al. 2014 (www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24585562)
Nomit
#4 Nomit 2019-06-18 23:25
Citazione:
Possono scatenare epidemie di poliomielite provocata direttamente dal vaccino, che vengono definite “vaccino-derivate”. È quel che è successo in Siria pochi mesi fa, con grande paura di tutto l’occidente, che strepitava sui giornali: attenti, la polio è tornata a minacciarci!
"La tanatosi, dal greco "thanatos" (θάνατος) col significato di morte, è un comportamento messo in atto da alcuni animali, che implica l'irrigidimento totale del corpo in seguito ad una situazione di pericolo o come semplice reazione da contatto, al fine di simulare uno stato di morte"

"Una persona con un arto atrofizzato si è probabilmente trovata fin da piccola in una condizione di vita molto dura, in cui ha vissuto un forte impedimento per un certo movimento, per esempio nella fuga.
In effetti si osserva comunemente che i paesi "esportatori" di poliomielite sono spesso paesi in condizioni drammatiche per guerra, catastrofi naturali, dove la vita è quotidianamente in pericolo"

magazine.5lb.eu/.../...
Ste_79
#5 Ste_79 2019-06-18 23:29
Articolo sacrosanto. Nulla da eccepire.

Aggiungo un piccolo ot che forse non lo è, tanto per sputtanare una volta di più i media:

Bambina contrae il tetano a Torino:

torino.repubblica.it/.../...

La bambina non aveva il tetano:

blog.ilgiornale.it/locati/2019/05/21/bimba-malata-di-tetano-indagati-i-genitori-ma-non-era-tetano/

Ancora una volta si dimostra come prassi il forzare diagnosi una volta che si scopre che non si è vaccinati per una patologia. Quanti morbillo che non sono morbillo, quante meningiti che non sono meningiti ecc..

Non solo, perché poi se si va a controllare addirittura nel caso segnalato oggi in commenti liberi a Verona si scopre che :

Citazione:
Non è di certo il primo caso in cui dei bambini, non vaccinati, vengono ricoverati e rischiano la vita a causa di infezioni di questo tipo. L'estate scorsa, per esempio, una bimba con spasmi e convulsioni era stata ricoverata a Torino proprio a causa del tetano.
L autunno 2017 diventa estate 2018 ma credo sia lo stesso caso.

ilgiornale.it/.../...
redazione
#6 redazione 2019-06-19 07:59
NOMIT: Citazione:
Dove sono le note, nella fonte?
Stanno sotto l'articolo, nei post di Stefano Re.
theMatrix
#7 theMatrix 2019-06-19 10:21
Qualcuno sa in che modo il DDT uccideva gli insetti?
madyari
#8 madyari 2019-06-19 10:55
nello stesso modo in cui uccideva e danneggiava le persone...

solo che le mosche schiattano direttamente, gli individui hanno gli stessi identici sintomi di paralisi poliomielitica...

negli anni in cui c'è stato il boom di diagnosi di polio negli USA, erano gli anni del "boom" del ddt.
Pubblicizzavano per spruzzarlo persino sui panini che le mamme davano ai figli per merenda a scuola...

Vedete voi...

Ci sparano le immagini del polmone d'acciaio come se fosse la diretta conseguenza della polio.

In realta poco piu del 2% dei malati finiva cosi per diagnosi tardive o errate all'inizio.
madyari
#9 madyari 2019-06-19 10:56
la dottoressa Suzanne Humpries spiega molto bene nel suo libro "Dissolving Illusions", il meccanismo di funzionamento tossico-funzionale del ddt.
mg
#10 mg 2019-06-19 11:42
#6 redazione

Massimo io le fonti non le trovo, forse devi essere registrato su fakebuk...
theMatrix
#11 theMatrix 2019-06-19 11:57
Citazione:
solo che le mosche schiattano direttamente
Dirò di più: come la Treccani asserisce, L'INSETTO MUORE PER PARALISI

treccani.it/.../ddt_%28Enciclopedia-Italiana%29

www.youtube.com/watch?v=kbcHszMCIJM

www.youtube.com/watch?v=-MwtTP17r_s

Quindi sono in buona compagnia, nel prendere in considerazione che la causa forse principale della polio possa risiedere nei pesticidi. Mi fa piacere, grazie delle risposte reattive :)
madyari
#12 madyari 2019-06-19 12:02
@ TheMatrix

figurati, se si può, sono sicuro che ognuno di noi cercherà sempre di rispondere nel miglior modo possibile. "miglior" s'intende il più possibile documentato.

Se riesco ti indico le pagine del libro che ti citavo, perchè la dottoressa inserisce nella biobliografia persino il risultato di un panel di lavoro di Harvard, nel quale viene asserito che le statistiche sulla polio antecedenti un certo arco di anni, sono troppo inquinate dalle diagnosi confuse con intossicazione di DDT.
Sono talmente inaffidabili che non si può, a distanza di anni, determinare quante effettivamente erano diagnosi di polio...

Però a chi comoda, sono attendibilissime...
theMatrix
#13 theMatrix 2019-06-19 12:13
Non preoccuparti, non perdere tempo, nel caso leggerò tutto il libro. La questione vaccini mi interessa in toto.
ahmbar
#14 ahmbar 2019-06-19 12:20
Citazione:
negli anni in cui c'è stato il boom di diagnosi di polio negli USA, erano gli anni del "boom" del ddt.
Avevo notato anche io questa sospetta coincidenza, gli effetti che il ddt provoca negli organismi biologici sono effettivamente quasi sovrapponibili ai sintomi rilevati in chi era colpito dalla poliomielite

Ma quelli erano gli anni ruggenti delle grandi quantita' di fluoro, sottoprodotto della lavorazione dell'alluminio, tossico e di difficile smaltimento, riciclato nel dentifricio
O del plutonio, utilizzato in quantita' incredibili (0,5% del prodotto) contro il mal di gola, perche' i pesticidi avrebbero dovuto essere considerati piu' pericolosi?


Non possiamo sapere se questi mostri hanno fatto il male che hanno fatto per ignoranza, o se l'avidita' ha contribuito a far tacere le coscienze
Ma oggi l'ignoranza non esiste certo, gli effetti tossici dei metalli nel corpo sono noti e pluri-documentati, eppure si continuano ad utilizzare adiuvanti a base metallica nei vaccini

Chiunque abbia guardato i grafici OMS della storia passata e recente riguardo alle epidemie di poliomielite avra' notato come i picchi di contagiati si sono avuti in corrispondenza delle vaccinazioni di massa
Ma quello che mi ha stupito di piu' e' stato lo scoprire che la maggioranza dei colpiti dalla malattia fossero vaccinati

Non solo pericolosi quindi per chi li riceve e per chi sta loro intorno, ma addirittura i vaccini stessi erano/sono la causa prima del perdurare della malattia?


Mi sembrava una ipotesi troppo fantasiosa, la prima volta che mi venne in mente
Ma ora, dopo anni di ricerca ed informazioni sull'argomento, non mi sembra piu' cosi' fantasiosa

E le riflessioni di Stefano confermano i miei dubbi
redazione
#15 redazione 2019-06-19 12:33
MG: Citazione:
Massimo io le fonti non le trovo, forse devi essere registrato su fakebuk...
Ti ho fatto il copia-incolla. Però molti link sono incompleti (hanno i puntini di sospensione) e io non posso copiarli uno per uno.

***

[1] «Per il morbillo, R0 è stato stimato da alcuni studiosi attorno al 20, da cui si calcola che la soglia critica del “gregge” risulterebbe pari al 95% della popolazione esposta. Secondo altri autori, che hanno stimato l’epidemiologia del morbillo in popolazioni altamente vaccinate, R0 potrebbe essere stimata tra il 23 e il 40 (van, B. M., et al. 2010) e la soglia critica necessaria per raggiungere la immunità di gregge sarebbe attorno al 97%. In questa situazione, è facile calcolare che, se il vaccino ha un’efficienza inferiore al 95%, la percentuale di copertura necessaria per raggiungere l’immunità di gregge è superiore al 100%. Con un’efficienza del 90% (stimata ottimisticamente!) e un R0 di 20, la percentuale di popolazione (totale) da vaccinare è del 107%, cosa palesemente assurda, impossibile.» (Dr P. Bellavite)

Sabine Hossenfelder (una mente brillante) estendendosi come ben di rado fa al di fuori del suo campo (la fisica) aveva osservato come l"eradicazione" sia diventata un feticcio la cui idolatria ha fatto passare in terzo o quarto piano altri fattori, come la mortalità.
"Vaccination and Herd Immunity to Infectious Diseases", di Robert May e Roy Anderson:
"La sola infezione ad essere eradicata globalmente è stata il vaiolo. Questo successo (annunciato da WHO nel 1977) ha generato un certo ottimismo sulla fattibilità dell'eradicazione di altre importanti infezioni, come pertosse e morbillo. Questo ottimismo, comunque, può essere malriposto, data la bassa trasmissibilità del vaiolo (basso R° e alta età media dell'infezione prima della larga diffusione delle immunizzazioni di massa) al confronto di infezioni come il morbillo, la facilità con cui il vaiolo poteva essere diagnosticato, la semplicità pratica delle procedure di inoculazione e la stabilità del vaccino antivaioloso in condizioni di stoccaggio primitive."
Il vaccino MPR, per esempio, continua a non essere stabile in condizioni di stoccaggio poco controllate (cfr Sudan e Samoa). E R° del morbillo non è cambiato, per cui le osservazioni sulla trasmissibilità sono ancora perfettamente valide (non deve essere confusa l'eradicazione con l'eliminazione, corrispondente all'interruzione della trasmissione endemica, che è l'evento che fa assegnare da WHO lo stato di "measles free"). (..) A differenza del vaiolo, col morbillo la zona di eradicazione è molto, molto stretta. Fosse pure vaccinato il 100% della popolazione, con un misero 5% di errore sulla sieroconversione si rimane comunque sul limite della zona di persistenza. Ma dato il livello medio del dibattito non mi stupirei se qualcuno, per ovviare al problema, proponesse un 105% di copertura come obiettivo.
Nota: la curva è il plot di (1-1/R°)*100, che dà l'immunità di gregge in punti percentuali (ilchimicoscettico.blogspot.com/.../...). Per la polio il punto corrisponde a R°=4, per il vaiolo a R°=6 , per il morbillo a R°=18.
(Il Chimico Scettico)

"Vaccination and Herd Immunity to Infectious Diseases", di Robert May e Roy Anderson (Nature 318(6044):323-9 · November 1985)

“The basic reproduction number (R0) of measles: a systematic review.” Guerra FM, Bolotin S, Lim G, Heffernan J, Deeks SL, Li Y, Crowcroft NS. (Lancet Infect Dis. 2017)

***
redazione
#16 redazione 2019-06-19 12:35
Gli altri non me li prende, c'è qualcosa nel codice che mi impedisce di pubblicarli. Sorry
theMatrix
#17 theMatrix 2019-06-19 12:48
#14 ahmbar

Citazione:
Ma quello che mi ha stupito di piu' e' stato lo scoprire che la maggioranza dei colpiti dalla malattia fossero vaccinati.
Hai fonti a portata di mano per questo?
theMatrix
#18 theMatrix 2019-06-19 13:24
Da appassionato di storia delle vaccinazioni, approfitto per condividere, preso a caso, un altro degli innumerevoli esempi dimostranti che i danni da vaccino e i dubbi sull’efficacia, così come i tentativi di sopprimere le voci fuori dal coro, sono SEMPRE esistiti, sin dall’invenzione della vaccinazione.

1803: morte di 2 bambini per convulsioni a seguito del vaccino; bambino si ammala di vaiolo pur avendolo avuto 3 anni prima; un soggetto non vaccinato “inspiegabilmente” non si ammala di vaiolo pur vivendo nella stessa stanza con un bambino malato.

www.ncbi.nlm.nih.gov/.../medphysj68565-0045.pdf

Purtroppo tutto in inglese.


NOTE E OSSERVAZIONI PERSONALI

La rivista che pubblica quella lettera è quasi fanaticamente pro-vaccini.

Provo forse compassione per il medico autore della lettera, per le sue vere e proprie “scalate sugli specchi” nel tentativo di assolvere i vaccini dall’aver causato la morte ai due bambini.

L’impressione generale è che nelle pubblicazioni della medicina ufficiale sin da subito la teoria vaccinale si sia concrezionata come dogma, e fosse vera e corretta a priori: pare che nei casi dubbi o nelle contraddizioni, i sostenitori delle vaccinazioni preferissero avventurarsi in difficoltose arrampicate sugli specchi (come sopra) piuttosto che anche solo prendere in considerazione l’ipotesi che il vaccino NON FUNZIONI. Anzi, i DUBBI sui vaccini, invece di essere ACCOLTI in modo scientifico, sono anche stati etichettati come “ingiurie” già nel 1806, se non prima.

Di quì la sorpresa, nella lettera riportata, da parte del medico, poiché nelle loro idee:
1) era impossibile che la stessa persona si ammalasse naturalmente 2 o più volte di vaiolo nel corso della vita;
2) solo un vaccinato poteva tranquillamente essere esposto alla malattia senza contrarla.
Leporello
#19 Leporello 2019-06-19 13:30
Burioni: “No Vax cavernicoli e somari, a Rimini i cittadini dicano cosa pensano di loro”

Non vedo l'ora che venga lui personalmente a dirmelo...
Sto già andando in piazza ad aspettarlo!

www.chiamamicitta.it/.../
madyari
#20 madyari 2019-06-19 13:46
Basterebbe ricordare a quel coglione del San Raffaele che le spese mediche sostenute dal SSN per quella bambina sono già pagate in anticipo dai contribuenti...
vorrei sapere, sempre dal coglione, quanto ci abbiamo risparmiato con lo scherzetto dell'aumento dei prezzi a seguito della legge già varata...
mg
#21 mg 2019-06-19 14:49
#19 Leporello

Sembra che gli rode un pochino. :perculante:

Forse che saremo di più di quelli che sono andati alla "sua" di manifestazione?


mg
#22 mg 2019-06-19 15:02
#20 madyari

Aggiungerei: quanto è conveniente poi rimborsare i danneggiati? Ogni riferimento all'ultima sacagnata da 3 MLN che si è preso il ministero è puramente casuale. (lasicilia.it/.../...)
mg
#23 mg 2019-06-19 15:04
#15 redazione

Massimo non è tanto per me, è che effettivamente si dice "fonti nell'articolo" ma sembra che se non sei su fb non si vedano. Poi io fb non l'ho mai avuto, magari sono io che non capisco o non so fare...
madyari
#24 madyari 2019-06-19 15:27
#22 mg

Interessante... Mi dispiace molto per quel militare. Ma, giusto per la cronaca...
Sappiamo, inoltre, che per il "diversamente umile" di Milano, gli ordini di grandezza sono un opinione...

Poi gli rode tanto tanto che a Milano per il loro Patto per LASCIENZA c'erano 4 gatti, mentre a Padova, con Corvelva e Wakefield, paganti, i gatti erano molto più di 4 auto-referenziati
madyari
#25 madyari 2019-06-19 15:29
Perdonami MG

ho letto per bene l'articolo postato.

cit:

"Sarebbe stata sbagliata la tecnica somministrazione del farmaco prima ella partenza per una missione all'estero"

Vorrei sapere come si può sbagliare un iniezione intramuscolo... io quelle rare volte che ho avuto mal di schiena, il Muscoril me lo facevo da solo, allo specchio, girato di spalle...

Non sanno più come girarsi... non ce la fanno più...
mg
#26 mg 2019-06-19 15:42
madyari
#27 madyari 2019-06-19 15:45
MG

Avanzi un milione di litri di Spritz con Campari....

te lo dice uno da Treviso, trapiantato a Verona...

I più "svegli" ci diranno che è colpa dei NO VAX...

ahhahahahahahahahahaha
mg
#28 mg 2019-06-19 15:50
#27 madyari

Tieni pure il campari, il prosecco però lo prendo. :pint:

Poi ho roba che ancora non posso pubblicare ma vi prometto che ne vedrete delle belle. ;-)
redazione
#29 redazione 2019-06-19 15:58
MG: Citazione:
Ma cosa sarà mai successo nel 2017?
Sono migliorati i criteri di diagnosi. Ovvio.

Prima del 2017 non sapevano cosa fosse una reazione avversa.
Dusty
#30 Dusty 2019-06-19 16:00
Un articolo che è un vero spasso: Per i vaccini è crisi di fiducia in Ue

Le certezze scientifiche conquistate dai vaccini nel secolo passato vengono sempre più messe in dubbio nel nuovo millennio. Secondo l'indagine Wellcome Global Monitor 2018 , pubblicata oggi sul sito dell'associazione no-profit Wellcome, i cittadini europei sembrano essere sempre più scettici rispetto al resto del pianeta
[...]
Il Bangladesh e il Ruanda hanno la più alta fiducia nei vaccini - quasi tutte le persone in entrambi i Paesi concordano che sono sicuri, efficaci e che è importante che i bambini vengano vaccinati".

In altre parole più sono ignoranti, più si fidano ciecamente delle istuzioni e delle loro balle, e più sono informati, più sono scettici.

E' una delle poche volte che mi stupisco favorevolmente...
ahmbar
#31 ahmbar 2019-06-19 16:04
Ma quello che mi ha stupito di piu' e' stato lo scoprire che la maggioranza dei colpiti dalla malattia fossero vaccinati.

Citazione:
Hai fonti a portata di mano per questo?
www.vacciniinforma.it/.../2048
www.comilva.org/.../
Alcuni paragrafi del libro di Blaylock (tutte le fonti sono indicate anche nel sito)

Nel 1955 furono organizzati dal Dr. Thomas Francis le prove su campo che coinvolsero 1.829.916 bambini.
Questi test portarono un gran numero di bambini a contrarre la poliomielite dopo aver ricevuto il vaccino.

Invece di ritirare il vaccino dal mercato, si e' deciso di escludere dalle statistiche tutti i casi di polio che si verificavano 30 giorni dopo la vaccinazione etichettando questi casi come “pre-esistenti”.


Un esempio dei mille sui risultati ottenuti
 Dr. Carl Eklund, una delle maggiori autorità dello Stato dell Idaho sui virus,” la poliomielite ha colpito solo bambini vaccinati in zone dove non vi erano stati casi di polio a partire dall’autunno precedente; in 9 casi su 10 la paralisi si è verificato nel braccio in cui il vaccino era stato iniettato”.

Nel 1958 la vaccinazione di massa di 15.700.000 americani ha determinato un orribile aumento della poliomielite, il più alto fu' del 700% a Ottawa, in Canada. L’incidenza più elevata negli Stati Uniti si è verificata negli Stati che erano stati indotti ad adottare l’antipolio in forma obbligatoria.

Nel corso di una epidemia nel 1959 in Massachusetts, il 77,5% dei casi paralitici avevano ricevuto tre o più dosi di vaccino inattivato.



La efficacia della pratica vaccinale antipolio e' ben riassunta in questi dati:
Se a partire dal 1950 furono segnalati 33.300 casi di poliomielite e 33 casi di polio paralitica, con 9 morti, nel 1960, dopo che il vaccino di Salk era stato comunque ampiamente utilizzato, i casi di polio paralitica erano aumentati di ben 80 volte, fino ai 2.525 casi.


Anche per il vaiolo, i risultati sono sinistramente similari
Dal libro di Roberto Gava (solo dati OMS) ilporticodipinto.it/.../...


Anti vaiolo in Inghilterra

- Le statistiche dell'ospedale antivaioloso di Highgate mostrano che nel 1871 il 91% dei casi riguardava persone vaccinate e che, nel 1881, su un totale di 491 casi, 470 malati, cioè circa il 96%, erano stati vaccinati
- "The Lancet" del 23 febbraio 1884, a proposito dell'epidemia del Sunderland, fornisce i seguenti dati: 100 casi di cui 96 tra i vaccinati; e durante quella di Browley: 43 casi di vaiolo in 43 soggetti vaccinati
- La città di Sheffield, in cui l'igiene era insufficiente, nel 1887-1888 fu teatro di una violenta epidemia. Su 7066 casi, 5891 furono classificati nella categoria dei vaccinati: l'83,4%.
- A Warrington nel 1892-1893, su 647 casi, 601, vale a dire l'89,2%, riguardavano persone vaccinate. Anche a Birmingham nel 1892-1893 furono registrati 2616 casi su 2945 (88,8%) di vaccinati; e a Willenhall, nel 1894, 739 casi su 828 (89,3%).
- A Londra, nel 1901-1902, su quasi 10.000 casi, 7.000 riguardarono persone vaccinate.


Gli stessi valori che troviamo ovunque si siano praticate le vaccinazioni
mg
#32 mg 2019-06-19 16:06
#30 Dusty

In Uganda e Congo si fidano così tanto da accettare un vaccino sperimentale contro l'ebola che non ha nessuna prova di sicurezza o di efficacia.

Le cavie le devi comprare, questi il braccio te lo danno a gratis, basta spaventarli a dovere. :roll:
madyari
#33 madyari 2019-06-19 16:24
Citazione:
Sono migliorati i criteri di diagnosi. Ovvio. Prima del 2017 non sapevano cosa fosse una reazione avversa.
:hammer: :hammer: :hammer:
ahmbar
#34 ahmbar 2019-06-19 16:44
Citazione:
Burioni: “No Vax cavernicoli e somari,
"La via piu' naturale per potenziare il sistema immunitario consiste nell'iniettare virus vivi contenuti in dna estraneo proveniente da feti abortiti e/o da carne suina, tenuti insieme da metalli dichiaratamente neurotossici"

Che dire.....viva i cavernicoi e somari, se tu sei un esempio di quelli che non lo sarebbero
ahmbar
#35 ahmbar 2019-06-19 17:03
Citazione:
Le certezze scientifiche conquistate dai vaccini nel secolo passato vengono sempre più messe in dubbio nel nuovo millennio.
Diciamo che anche altre perosne, caro articolista, hanno avuto la possibilita' di visionare i dati ufficiali OMS, non solo di ascoltare la propaganda scientista (da molti anni piu' che economicamente interessata) che ne millantava l'efficacia e ne nascondeva i pericoli ed i risultati negativi


E' difficile accettare che il____ M"e"d" i"c"o"____, colui che in camice bianco rappresenta il Sapere e la Conoscenza, sia in realta' .....un uomo come tutti gli altri, incline alle stesse debolezze di molti esseri umani
E che possa quindi agire per lucro, come succede sempre in ogni campo dove ci sia del denaro di mezzo
Aigor
#36 Aigor 2019-06-19 17:06
Buri(o)ni è davvero incredibile: "il tetano facilissimo da prendere, basta una piccolissima ferita, l'acqua ossigenata non serve a nulla…"
E dovrebbe essere un virologo? Mah!
Davide71
#37 Davide71 2019-06-19 17:08
Ciao a tutti:

quello che più mi spaventa dei vaccini è che tutt'ora non sappiamo cosa siano i virus e cosa servano. Facciamo un parallelo: fino a pochi anni fa i batteri erano "cattivi" e andavano sterminati tutti. Oggi non solo si è capito che non lo sono affatto, ma anche che, a fare la guerra ai batteri, è più facile che ci estinguiamo noi piuttosto che loro!
E se con i virus fosse la stessa cosa? Per esempio, è noto che i virus possono modificare il patrimonio genetico. E se fosse che combattendo i virus eliminassimo la possibilità di modifiche al patrimonio genetico che hanno lo scopo di renderlo più forte?
I virus possono anche eliminare i batteri. E se i vaccini ci chiudessero questa possibilità?
Il discorso potrebbe continuare a lungo, ma alla fin fine ciò che conta è che noi non abbiamo la più pallida idea di quello con cui abbiamo a che fare.
Onestamente, ci credete a 'sta storia dei virus che non si sa da dove arrivino e si divertono ad ammazzare la gente? Non è più facile pensare che, non essendo esseri viventi, essi siano prodotti dagli organismi per svolgere determinate funzioni?
Potrebbe benissimo essere che degli scienziati sappiano benissimo cosa siano i virus e dove vengono prodotti, ma lo considerino segreto militare!
BRNO
#38 BRNO 2019-06-19 18:08
Aigor: "il tetano facilissimo da prendere, basta una piccolissima ferita, l'acqua ossigenata non serve a nulla…" Quando una persona è colpita da una malattia " rara " tetano l' info vola sbattendo sui muri e rimbalzando nei soffitti. In 35 anni di permanenza in ambito ospedaliero 2 casi di tetano, forse qualche caso è sfuggito ai vari " rimbalzi " ma rimango su 2 casi. Uno procurato con una leggera abrasione non sanguinante inciampando su un marciapiede mentre l' altro pare sia stata la spina di una rosa ma, in questo caso non ho avuto ulteriori info. Questo per dire che probabilmente le cause del tetano non siano così frequenti e forse è dovuto al fatto che la maggior parte delle ferite sanguinano che è una prima forma di detergente in atto. Sarebbe interessante a livello nazionale vedere ev. risultati.
ahmbar
#39 ahmbar 2019-06-19 18:10
Citazione:
quello che più mi spaventa dei vaccini è che tutt'ora non sappiamo cosa siano i virus e cosa servano.
A me spaventa di piu' quanto osservato sulle alterazioni genetiche che provocano le vaccinazioni su organismi non formati come i neonati, unitamente ad un indebolimento generale della energia cellulare e dalla generazione di risposte errate da parte del sistema immunitario, compromesso in fase di formazione dalla iper-stimolazione di piu' agenti simultanei

Pare che la "via piu' naturale al potenziamento del sistema immunitario" abbia prodotto un mostro, incapace di distinguere a vita fra patogeni veri e sostanze innocue
E piu' debole, quindi piu' in necessita' di aiuti esterni


Un vero colpo di fortuna per chi produce questi farmaci, l'aver introdotto forzosamente (ma per il nostro bene) un sistema che, per puro caso, rende quasi indispensabili i loro prodotti per la stragrande maggioranza degli abitanti per il resto della loro vita


Avra' mica ragione Peter Gotsche?
Medicine letali e crimine organizzato. Come le grandi aziende farmaceutiche hanno corrotto il sistema sanitario
www.ibs.it/.../9788899318017

Nella prefazione di Richard Smith, gia' editore capo del British Medical Journal, leggiamo
--------------
Fa' paura pensare a quante analogie ci sono fra queste aziende e la criminalita' organizzata.
La criminalita' organizzata guadagna oscene quantita' di denaro dalle sue attivita', esattamente come queste aziende
Gli effetti collaterali del crimine organizzato sono gli omicidi e le morti di molti, esattamente come per queste aziende
La criminalita' organizzata corrompe uomini politici e molti altri, esattamente come fanno queste aziende

----------------------------
Il libro, che ha ricevuto il primo premio della British Medical Association per la categoria “Le basi della medicina”, descrive minuziosamente il comportamento delle case farmaceutiche, ne elenca le innumerevoli condanne per frode, pratiche illecite, falsificazione di studi, corruzione e molto altro, e riporta i milioni e milioni di dollari che spendono per annoverare tra i loro dipendenti i medici piu' prestigiosi, gli stessi che poi formano spesso le varie commissioni per la difesa della salute pubblica.
mg
#40 mg 2019-06-19 18:19
Giusto pourparler.
Citazione:
Ascolto discorsi di due mamme sotto l'ombrellone:

- Domani abbiamo il vaccino. L'altra volta è stato davvero male, sono davvero delle bombe questi vaccini.

- A me non toglie dalla testa nessuno che al mio grande la celiachia sia partita a causa del vaccino.

- Comunque troppi non vaccinano.

- Bisogna inasprire le multe
Aigor
#41 Aigor 2019-06-19 18:33
@BRNO

Persino Wikipedia confessa che è difficile studiare in vitro il clostridium tetani a causa della sua, cito testualmente, "necessità di anaerobiosi stretta".
Significa che:
a) bisogna essere particolarmente sfigati
b) la ferita deve essere davvero profonda

Il che conferma in pieno la tua esperienza.
theMatrix
#42 theMatrix 2019-06-19 18:35
Citazione:
"Il consulente del giudice nella sua relazione non mette in dubbio la sicurezza del vaccino, ma la tecnica di somministrazione plurima in poco tempo e senza adeguati controlli medici."

"Sarebbe stata sbagliata la tecnica somministrazione del farmaco prima ella partenza per una missione all'estero."

Non sanno più come girarsi... non ce la fanno più...
Appunto, specchi, specchi, specchi, sempre più scivolosi.

luogocomune.net/.../...

#31 ahmbar

Grazie mille.
Zina
#43 Zina 2019-06-19 19:46
Per quanto mi riguarda, non essendo contraria ai vaccini in se ma piuttosto alla somministrazione scriteriata e ad una formulazione che lascia molti dubbi sia sulla dannosità quanto sull'efficacia, permetterei ad ognuno di scegliere quali vaccini e a che età somministrarli. Se mi fosse stata data la possibilità di decidere autonomamente avrei, ad una certa età ai miei figli fatto fare il vaccino contro il tetano, l'epatite b e la pertosse. Poi singolarmente si potrebbe vedere, sempre da più grandi, cosa far fare. Io per esempio ho fatto il Sabin (quello che si beveva) e lo ricordo bene quindi non ero molto piccola. Ricordo anche quello contro l'epatite b che abbiamo ricevuto via corruzione io e tutti i miei coetanei per accedere agli esami di terza media. L'imposizione non esiste, non deve esserci. Libertà di scelta senza se e senza ma
NoPlace
#44 NoPlace 2019-06-19 21:40
Marauder
#45 Marauder 2019-06-19 22:10
#25 Madyari
L'articolo dice anche altre cose interessanti oltre alla errata somministrazione:
Citazione:
«Emerge come spesso sui militari - scrive il consulente - sono fatte in pochi giorni senza valutare lo stato di salute e soprattutto un eventuale immunodepressione del soggetto». E conclude: «Il ricorrente... è affetto da epatite cronica a forte impronta colestatica di verosimile natura autoimmune» ed «esiste nesso casuale tra le vaccinazioni praticate e la patologia» di cui il militare è affetto.
Al militare, nel 2000, prima di partite per una missione all’estero, ricostruisce l’avvocato Vignera, nell’arco di 4 giorni, sono state praticate ben sette dosi di vaccini, comprese quelle anti epatite di tipo A e B. Nel 2002 ha cominciato a sentirsi male ed ha iniziato a sottoporsi a visite mediche ed analisi di laboratorio per accertare le cause del suo malessere. Agli inizi del 2009 al militare veniva diagnosticata una «epatopatia cronica di natura da definire».La commissione medico-ospedaliera di Palermo non riconosceva il nesso causale tra la malattia e le vaccinazioni che gli erano state praticate e il militare ha presentato ricorso amministrativo al ministero della Salute, che veniva respinto. Il caso è stato quindi trattato dal giudice del Lavoro del Tribunale di Catania, Caterina Musumeci che, dopo una consulenza tecnica d’ufficio, accoglieva il ricorso del militare «riconoscendo il nesso causale tra l’infermità da lui contratta e le vaccinazioni somministrategli nel 2000»...
BRNO
#46 BRNO 2019-06-19 22:36
AIGOR: Volevo focalizzare il mio post nel prestare attenzione a quelle piccole ferite/abrasioni che non sanguinano a cui spesso non si da importanza con una certa leggerezza all' accaduto. Considerato poi che la spora è anaerobica buona idea inondarla con acqua ossigenata ma, se lo scienziato in questione dice che non serve... Io non lo prendo in considerazione.
Maikoz
#47 Maikoz 2019-06-20 00:57
Leggo ormai da diversi anni il blog e ho publicato solo un commento sulle origini del crollo del ponte di Genova, notando alcune discrepanze sulla posa in opera dei getti di calcestruzzo (non ne ne vogliate per la mia digressione , chiedo scusa a tutti). Ma mi sento di poter dire la mia, nel mio piccolo, dicendo che io sono uno dei casi in cui, sebbene vaccinato contro il morbillo... L'ho poi contratto successivamente al vaccino. La spiegazione ufficiale è stata, per me, che la seconda volta mi sono ammalato in forma lieve, grazie al vaccino precedentemente inoculatomi. Non so, volevo solo esprimere la mia esperienza. Forse sarò nato ai confini dell'universo, ma io ricordo la processione continua a casa mia di altri bambini miei coetanei perché si ammalasero per immunizzarsi 'naturalmente'. All'età di 10 anni in pratica avevo già fatto tutte le malattie contagiose.
Primus eccetera
#48 Primus eccetera 2019-06-20 01:09
Come tutti quelli che hanno 55 o più anni.
ahmbar
#49 ahmbar 2019-06-20 02:53
Quando ci si ferisce con parti metalliche arrugginite e/o sporche, bisogna fare l'antitetanica per prevenite la possibile infezione, questo ricordo riguardo al tetano

E' cambiato qualcosa? (o io ricordo male, tanto per cambiare?)
Se ci si ferisce, si fa'l'antitetanica al pronto soccorso

Ma allora a che serve vaccinarsi, se si deve comunque intervenire in caso di ferita?
O se sei vaccinato non e' necessario iniettare ulteriori difese?


Come stanno le cose riguardo al tetano? Ennesimo farmaco senza scopo?
Aigor
#50 Aigor 2019-06-20 07:24
@ahmbar

Non credo sia cambiato nulla. A parte che fanno un emoderivato e ti fanno pure firmare per declino di responsabilità (almeno così facevano anni 90, ora non so).

@brno
L'acqua ossigenata è uno di quei rimedi di primo soccorso che è praticamente sparito dall'uso quotidiano, sostituito dai vari bialcol ecc. Ma è uno strumento efficacissimo per lavare qualsiasi ferita operando una prima disinfezione dagli organismi, appunto, anaerobici...
Sarei invece curioso di sapere come ha fatto una semplice abrasione superficiale a far finire in circolo le spore... giusto per mia conoscenza
madyari
#51 madyari 2019-06-20 08:43
#45 Marauder

Correttissimo il tuo appunto, mi bastava citare anche slo la perculata del titolo.

Invito a leggere anche i 3 commenti alla notizia... quelli fanno rabbrividire... poi parlano di analfabetismo funzionale...
Azrael66
#52 Azrael66 2019-06-20 09:24
#49 ahmbar
Vado a memoria: quando viaggiavo in moto e mi capitava qualche incidente per cui dovevo ricorrere al pronto soccorso, mi iniettavano le immunoglobuline, poichè, allora, non si potevano fare più di tre vaccinazioni antitetaniche nel corso di una vita, i richiami si ma le vaccinazioni no.

#50 Aigor
Citazione:
L'acqua ossigenata è uno di quei rimedi di primo soccorso che è praticamente sparito dall'uso quotidiano, sostituito dai vari bialcol ecc. Ma è uno strumento efficacissimo per lavare qualsiasi ferita
Bravo, ben detto, quando mi serve la impiego senza parsimonia.
charliemike
#53 charliemike 2019-06-20 11:08
Per quel che ricordo io, dall'alto della mia veneranda età, confermo quanto scrive #47 Maikoz 2019-06-20 00:57:
Citazione:
... io ricordo la processione continua a casa mia di altri bambini miei coetanei perché si ammalassero per immunizzarsi 'naturalmente'. All'età di 10 anni in pratica avevo già fatto tutte le malattie contagiose.
... ma ricordo anche che una volta fatta l'immunizzazione, eri a posto per tutta la vita.
Da quel che so (poco) il vaccino originariamente era nato per fare sviluppare al nostro corpo gli anticorpi, e una volta fatto eri immune per sempre.
Come mai per i "vaccini" odierni sono invece necessari continui richiami periodici?

Mi rispondo da solo:
1) perché non è economicamente vantaggioso che una persona sia immune alle malattie;
2) perché i vaccini in realtà non sono vaccini.
madyari
#54 madyari 2019-06-20 11:08
Nei social si stanno scatenando, postando a riciclo le dichiarazioni del gommista del San Raffaele...

Poi magari si scopre che non era tetano, come nel caso del 2017 a Torino...
Sertes
#55 Sertes 2019-06-20 11:27
Citazione madyari:
Nei social si stanno scatenando, postando a riciclo le dichiarazioni del gommista del San Raffaele...

Quell'ominicchio ha successo anche grazie alla visibilità mediatica, e chi ne riporta le dichiarazioni anche solo per contestarle gli sta facendo un'impagabile pubblicità gratuita - io di solito spiego questa cosa e poi tolgo l'amicizia su FB a chiunque continui a diffondere notizie su quell'ometto inutile e dannoso.
redazione
#56 redazione 2019-06-20 12:30
OT: Sia Biden che Trump, nei loro discorsi elettorali, hannno annunciato che sotto la loro (eventuale) presidenza "il cancro sarà sconfitto".

Affermazioni curiose, come se la vittoria sul cancro dovesse dipendere da chi è il presidente eletto.
ahmbar
#57 ahmbar 2019-06-20 12:43
Citazione:
mi iniettavano le immunoglobuline, poichè, allora, non si potevano fare più di tre vaccinazioni antitetaniche nel corso di una vita, i richiami si ma le vaccinazioni no.
Continuo a non capire qualcosa


Faccio la vaccinazione antitetanica------ La vaccinazione funziona--------
il mio organismo impara a riconoscere come un pericolo la particella chiamata "tetano", sviluppa quindi le necessarie difese:
se l'invasore si ripresenta in seguito ad una ferita, il mio sistema immunitario usa le informazioni elaborate in precedenza ed e' quindi in grado di applicare le dovute contromisure

Mi ferisco, la particella "tetano" era presente sul ferro arrugginito, e' gia' quindi nel mio corpo,:
perche' il sistema immunitario non dovrebbe averla gia' riconosciuta come un pericolo (istruzioni precedenti) ed iniziato la produzione di anticorpi specifici?
Qual'e' la funzione quindi dell'iniezione post ferita? a che scopo iniettare un "richiamo" ? Richiamo di cosa?

Il sistema immunitario e' davvero capace di dimenticare o distrarsi, al punto da non sviluppare anticorpi se non dopo una seconda stimolazione? (attenuata, a differenza di quella che riceverebbe da una infezione reale)


Chiedo venia se ho detto delle sciocchezze, ma qualche persona meno ignorante di me riesce a spiegarmi cosa mi sfugge?
mg
#58 mg 2019-06-20 13:11
#57 ahmbar

Non credo si sappia davvero il motivo, ma non tutte le malattie anche se prese naturalmente danno immunità per tutta la vita.

Poi succedono cose strane, tipo un caso di tetano in un iperimmunizzato: viene stimolato apposta per produrre le immonoglobuline - emoderivati umani - qualcuno viene pagato per produrle con il suo corpo (non ho il riferimento ma lo potete trovare nel libro di Gava :perculante: ). Se è vero che basta avere gli anticorpi, come è possibile?

Ci vuole umiltà, ci sono cose che non sappiamo.
funky1
#59 funky1 2019-06-20 13:59
@Redazione:Citazione:
OT: Sia Biden che Trump, nei loro discorsi elettorali, hannno annunciato che sotto la loro (eventuale) presidenza "il cancro sarà sconfitto". Affermazioni curiose, come se la vittoria sul cancro dovesse dipendere da chi è il presidente eletto.
Niente di nuovo :-)
Stefano Re
#60 Stefano Re 2019-06-20 14:07
Le note sono i primi commenti sotto il post originale su Facebook.

Il testo della nota [1] è stata già postata da Massimo, posto il testo delle altre:

[2] Epidemie di morbillo tra vaccinati.

Illinois 1983-1984
"Questa epidemia dimostra che la trasmissione del morbillo può avvenire all'interno di una popolazione scolastica con una immunizzazione documentata del 100%"
"This outbreak demonstrates that transmission of measles can occur within a school population with a documented immunization level of 100%"
www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhtml/00000359.htm

Quebec 1989
"La copertura vaccinale per la popolazione totale era del 99.0%."
"Vaccination coverage for the total population was 99.0%."
www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1884314

New York 2011
"un soggetto completamente vaccinato di 22 anni (..) ha contratto il morbillo (..) risultando estremamente contagioso. (..) trasmettendo il morbillo ad altre quattro persone,(..) Sorprendentemente, due di questi pazienti secondari erano anch'essi completamente vaccinati."
"a fully vaccinated 22-year-old (..) developed the measles (..) turned out to be unwittingly contagious. (..) transmitted the measles to four other people,(..) Surprisingly, two of the secondary patients had been fully vaccinated."
sciencemag.org/.../...

China province of Zhejiang 2014
"La copertura vaccinale riportata per morbillo/rosolia (MR) oppure morbillo/rosolia/parotite (MMR) risulta superiore al 99.0%"
"The reported coverage of the measles–rubella (MR) or measles–mumps–rubella (MMR) vaccine is greater than 99.0%"
www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3930734/

Korea 2017
"Un progressivo declino nei livelli anticorpali e sieropositività sono stati rilevati nel corso del tempo nonostante la vaccinazione di infanti, adolescenti e giovani adulti"
"Progressive decline in antibody levels and seropositivity were observed over time after vaccination in infants, adolescents, and young adults"
www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28669617

Repubblica Ceca 2017
"Un elevato livello di sieropositività persiste dopo una naturale infezione di morbillo. Al contrario, diminuisce nel tempo dopo la vaccinazione."
"A long term high rate of seropositivity persists after natural measles infection. By contrast, it decreases over time after vaccination."
doi.org/10.1371/journal.pone.0170257

Israele 2017
"Questo focolaio di morbillo si è verificato in una popolazione adulta con copertura elevata a 2 dosi di vaccinazione contro il morbillo. Il paziente primario risulta da documentazione vaccinato con 3 dosi di vaccino antimoribllare, rispettivamente a 1, 2 e 6 anni, secondo il piano vaccinale in Ucraina"
"This measles outbreak occurred in an adult population with high 2-dose measles vaccination coverage. The primary patient had documentation of receipt of 3 doses of measles-containing vaccine, one each at ages 1, 2, and 6 years, per the vaccination schedule in Ukraine."
www.cdc.gov/mmwr/volumes/67/wr/mm6742a4.htm

Portogallo 2018
"Il 69.8% dei contagiati risulta vaccinato con due dosi di vaccino per il morbillo o per morbillo/parotite (MMR)"
"69.8% were vaccinated with two doses of measles vaccine or measles mumps and rubella (MMR) vaccine."
eurosurveillance.org/.../...
Stefano Re
#61 Stefano Re 2019-06-20 14:07
[3] Spaventatevi, arriva la poliomielite!
Ma mica vi dicono che la abbiamo creata noi, col vaccino.

ansa.it/.../...
Stefano Re
#62 Stefano Re 2019-06-20 14:08
[4] OMS, sito ufficiale.
Dal 2015 al 2019, l’89,47% dei focolai di poliomielite rilevati è provocato dal vaccino.
Tu chiamalo pure “debellare”, io lo chiamo “sostituire”.

www.who.int/.../en
Stefano Re
#63 Stefano Re 2019-06-20 14:09
[5] Epidemie di poliomielite da vaccino pre-2015 riportate:

Kew O, Wright P, Agol V, F Delpeyroux, H Shimizu, N Nathanson e MA Pallansch, Circulating vaccine-derived polioviruses: current state of knowledge, in Bull World Health Organ, vol. 82, nº 1, 2004, pp. 16–23

Maggie Fox, Polio in Haiti linked to incomplete vaccinations: Virus can mutate and kill, in National Post (Canada), 15 marzo 2002.

Liang X, Zhang Y, Xu W, Ning Wen, Shuyan Zuo, Lisa A. Lee e Jingjin Yu, An outbreak of poliomyelitis caused by type 1 vaccine-derived poliovirus in China, in J Infect Dis, vol. 194, nº 5, 2006, pp. 545–51

Centers for Disease Control and Prevention (CDC), Update on vaccine-derived polioviruses—worldwide, January 2006-August 2007, in MMWR Morb. Mortal. Wkly. Rep., vol. 56, nº 38, settembre 2007, pp. 996–1001,
Mutant polio virus spreads in Nigeria, in CBS News, 14 agosto 2009
ahmbar
#64 ahmbar 2019-06-20 14:13
Citazione:
Non credo si sappia davvero il motivo, ma non tutte le malattie anche se prese naturalmente danno immunità per tutta la vita.
Ma questo lo so, quello che non comprendo e' perche' il corpo non dovrebbe reagire gia' alla presenza del tetano da ferita, certamente piu' invasivo della versione attenuata
Perche' il sistema immunitario non e' gia' stato "richiamato" dal virus contratto ferendosi, ma reagirebbe invece allo stesso virus se iniettato in versione meno virulenta?

L'ignoranza regna sovrana nella mia mente


Edit:
In effetti una spiegazione che non comprenda solo le mie lacune in medicina ci sarebbe
Se il vaccino non serve a niente, ecco la necessita' di iniettare comunque sostanze che combattono direttamente il tetano (antitetanica e/o immunoglobuline post trauma)

Neesun intervento del sistema immunitario, nessun richiamo perche' gli agenti deputati a debellare la malattia sono esterni
madyari
#65 madyari 2019-06-20 14:35
Non vorrei dire una cazzata, verifichiamola, ma il tetano è causato non propriamente dal Clostridium Tetani, ma dalla spora che viene da esso "trasportata".

Evidentemente con la vaccinazione, si elimina quasi del tutto il battere, ma non la spora. C'è da dire che nel nostro microbiota o microbioma (in persone sane), hanno trovato pure le spore del tetano...
madyari
#66 madyari 2019-06-20 14:49
#60 Stefano Re

Grazie per le fonti, interessante materiale da consultare per aggiornare l'arsenale scientifico a cui tutti fanno riferimento, ma mai nessuno cita in una discussione seria. (che non viene e non avverrà mai per la questione vaccinale).
Azrael66
#67 Azrael66 2019-06-20 15:28
#61 Stefano Re
Ahinoi, un altro business è in arrivo oltre alla poliomelite, si chiama Ebola.
Quattro giorni fa in Commenti Liberi pubblicai un articolo preso da Zero Hedge nel quale si legge che:
"Secondo la Reuters , l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) si sta preparando a dichiarare "un'emergenza internazionale" sull'ultima epidemia di Ebola che si sta diffondendo rapidamente nell'Africa centrale.

La malattia mortale, che può richiedere solo pochi giorni per uccidere una persona infetta, è ora saltata dalla Repubblica Democratica del Congo, dove è stato documentato per la prima volta l'epidemia più recente, nel vicino Uganda.

Il numero di casi confermati totali è riportato come segue :

L'epidemia del Congo è la seconda peggiore al mondo dopo l'epidemia di Ebola in Africa occidentale nel 2014-16, con 2.084 casi e 1.405 morti da quando è stata dichiarata in agosto . L'Oms ha detto giovedì che due persone sono morte in Uganda dopo essere arrivate con la malattia dal Congo.

Nonostante la speranza che il virus possa essere contenuto in Uganda, dato che finora non sono stati notati casi umani-umani di diffusione in Uganda, i funzionari sanitari continuano a sollecitare l'OMS a procedere rapidamente con una dichiarazione di emergenza globale.

Il Comitato di emergenza dell'OMS (CE) si è riunito venerdì per valutare se l'epidemia costituisce un'emergenza di salute pubblica di preoccupazione internazionale (PHEIC) tra la crescente pressione per fare immediatamente la dichiarazione."

zerohedge.com/.../...

Trent'anni fa il nemico pubblico numero uno era l'ex Unione Sovietica, poi è stata la volta di Bin Laden, ora si chiama morbillo, mi chiedo come mai il ministero della salute italiano sempre così attento al nostro benessere (...), non abbia ancora affisso sulle mura volantini che ci allertino dell'incombente minaccia, aggiungendoci magari anche l'identikit del terribile killer affinchè ci si possa difendere qualora lo incontrassimo per strada... :(
Aigor
#68 Aigor 2019-06-20 15:59
Sul sito salute.gov.it/.../... si legge, fra le altre cose (consiglio una visita a tutti):
Il virus Ebola non è contagioso come, per esempio, quello dell'influenza, poiché non è trasmissibile per via aerea. Si trasmette attraverso il contatto diretto con fluidi corporei o oggetti contaminati da fluidi corporei di persone malate. Anche il rischio di trasmissione secondaria in contatti stretti e personale sanitario è molto bassa se sono rispettate le procedure di sicurezza.
Il virus Ebola viene ucciso facilmente da sapone, candeggina, luce solare o asciugatura. Il lavaggio in lavatrice di indumenti contaminati da liquidi è sufficiente a distruggere il virus Ebola. Il virus Ebola sopravvive solo per breve tempo su superfici esposte alla luce solare o secche.

Insomma, è una epidemia dei poveri… se metti a posto igiene, cibo e acqua l'ebola praticamente sparisce, come hanno fatto praticamente tutte le malattie dal primo 1900 in poi.

E, come sempre, parlare di emergenza di salute pubblica a livello internazionale è fare allarmismo e basta.

PS: ovviamente per "sparire" non intendo la cosa alla lettera… mi riferisco al fatto che l'igiene personale il cibo sano e l'acqua potabile sono direttamente proporzionali alla diminuzione di epidemie.
Satirus
#69 Satirus 2019-06-20 16:02
#64 ahmbar
Eh! Beh! c'è una bella differenza fra beccarsi una malattia potenzialmente letale o menomante ed il far produrre al sistema immunitario gli anticorpi per uno specifico antigene.
Detta in linguaggio comprensibile perfino ai debunkers: il sistema immunitario (tralasciando i fondamentali linfociti) crea delle proteine a copia negativa dell'antigene, chiave-serratura, quando il patogeno penetra nell'organismo, il sistema immunitario (immunizzato) ha già le chiavi da attaccare addosso all'invasore per neutralizzarlo.

Non buttiamo via il bambino con l'acqua sporca, i vaccini sono una realtà scientifica, son stati in passato utilissimi e lo potrebbero essere anche nel presente e nel futuro, facendo la tara degli scandalosi interessi economici e/o altro che ci ruotano intorno.
theMatrix
#70 theMatrix 2019-06-20 16:13
#53 charliemike

la rivaccinazione esisteva già nella prima metà del XIX secolo, da quando sorse il dubbio che l’eventuale efficacia del vaccino svanisse dopo qualche anno.


“[Alcuni scettici,] da cui ho sentito dire che il (vaiolo) vaccino sarebbe una sicurezza contro il vaiolo naturale solo per alcuni anni.
E’ inutile aggiungere che l’obiezione sia stata fatta senza fondamento alcuno; e ho fiducia che presto tali opinioni, come nuvole che svaniscono davanti allo splendore del sole a mezzogiorno, saranno annichilite dinanzi alla causa della verità.”

Dottor Aberdour, 22 dicembre 1803

www.ncbi.nlm.nih.gov/.../medphysj68591-0036.pdf
madyari
#71 madyari 2019-06-20 16:35
#70 theMatrix

Perdonami ma dalla tua citazione capisco che il dottore in questione perculava chi affermava che la vaccinazione non era duratura...

mentre tu sostieni che si sapeva gia da tempo.

Ho capito male io?
Wish You Were Here
#72 Wish You Were Here 2019-06-20 16:42
#30 Dusty


Un articolo che è un vero spasso: Per i vaccini è crisi di fiducia in Ue

Le certezze scientifiche conquistate dai vaccini nel secolo passato vengono sempre più messe in dubbio nel nuovo millennio. Secondo l'indagine Wellcome Global Monitor 2018 , pubblicata oggi sul sito dell'associazione no-profit Wellcome, i cittadini europei sembrano essere sempre più scettici rispetto al resto del pianeta
[...]
Il Bangladesh e il Ruanda hanno la più alta fiducia nei vaccini - quasi tutte le persone in entrambi i Paesi concordano che sono sicuri, efficaci e che è importante che i bambini vengano vaccinati".

In altre parole più sono ignoranti, più si fidano ciecamente delle istuzioni e delle loro balle, e più sono informati, più sono scettici.

E' una delle poche volte che mi stupisco favorevolmente...

L'avevo letto anche io 'sto articolo, allucinante. In pratica, secondo i geni, quelli più intelligenti e preparati sono quelli più disinformati che non fanno domande e non si pongono dubbi.
theMatrix
#73 theMatrix 2019-06-20 17:14
#71 madyari

Hai capito bene. Le due frasi che ho scritto non sono connesse, mea culpa.

Con la citazione volevo evidenziare con quale sicumera quei ciarlatani si esprimevano in difesa dei vaccini. E se ricordo bene, nel 1809 Jenner stesso ammise che la vaccinazione non dà protezione a vita.
Satirus
#74 Satirus 2019-06-20 17:45
theMatrix
#73 theMatrix

dal 1809 le conoscenze sono cambiate, ci sono immunizzazioni che durano tutta la vita ... es. l'herpes zoster immunizza dall'herpes labiale.
theMatrix
#75 theMatrix 2019-06-20 18:01
@satirus

Citazione:
ci sono immunizzazioni che durano tutta la vita ...
Rimango col dubbio, mi dispiace. Per me affermare cosa "dura tutta la vita", in altre parole fare previsioni sul futuro, è mestiere di mago o veggente, non di medico. SEMPLICEMENTE NON LO PUOI SAPERE. Opinione mia ovviamente.
horselover
#76 horselover 2019-06-20 19:17
questo ebola mi sembra un altro tentativo di ridurre la popolazione in africa dato che l'aids non ha funzionato
music-band
#77 music-band 2019-06-20 20:14
Citazione:
...Non buttiamo via il bambino con l'acqua sporca, i vaccini sono una realtà scientifica...

SATIRUS!!!
Tu quoque?

Ma che stai dicendo.... Sei impazzito o è un prosecco di troppo? :-D
peonia
#78 peonia 2019-06-20 20:25
Horselover, purtroppo non solo in Africa.... :-(
horselover
#79 horselover 2019-06-20 21:46
l'aids doveva colpire tossici, omosessuali e neri. fra i neri erano compresi anche gli italiani, forse perchè vista da oltreoceano l'italia sembra molto vicina all'africa (comunque ai tempi della segregazione diversi italiani furono linciati dal ku klux klan) i focolai di ebola si sono sviluppati vicino a laboratori dell'oms (a guida anglosassone)
madyari
#80 madyari 2019-06-21 08:05
#74 Satirus

L herpers Zoster e l' Herpes simplex (tra cui c'è anche quello labiale o genitale ) sono diversificazioni della Varicella.

Se si ha contratto la varicella "selvaggia" le possibilità di sviluppare anche gli altri due sono minori rispetto a quelli vaccinati.
Akane
#81 Akane 2019-06-21 08:34
#80 esatto!
Satirus
#82 Satirus 2019-06-21 08:53
Citazione:
#77 music-band 2019-06-20 20:14 SATIRUS!!! Tu quoque? Ma che stai dicendo.... Sei impazzito o è un prosecco di troppo? :-D
Gups! Hai ragione Music, buttata così non si capirebbe. Specifico: assolutamente contrario alle moderne dieci vaccinazioni, assolutamente convinto che si tratti di business e sperimentazione ben poco filantropica, non sono neanche free-vax, perchè mi fanno pena tutti gli intortati dal sistema.

Va meglio?

#80 madyari ... ehhh, diciamo che la questione è un pò più complessa. Ma i trattati di immunologia qui vengono male.
Il punto è che l'immunizzazione, parziale o ragionevolmente totale è una certezza scientifica, a prescindere da quello che il "potere" (quello vero) vuole fare con i vaccini
madyari
#83 madyari 2019-06-21 09:21
Citazione:
parziale o ragionevolmente totale è una certezza scientifica
Il trattato di immunologia viene male qui, concordo, ma "ragionevolmente totale" è un espressione senza senso che lascerei a Burioni.
L'immunizzazione a vita (ottenuta da vaccinazione) è un mito smentito più e più volte.
30 anni fa ci dicevano che sarebbe bastata una sola somministrazione, poi 2 poi 3 poi 4 poi 5 poi si sono accorti che hanno fatto un disastro. (pertosse docet)

E' un argomento complesso dove si pensava di aver capito tutto, ma piu si ricerca piu si capisce che è molto piu complesso di quello che si credeva.
L'importante è continuare a capire e fare ricerca.

cit.

"Il virus varicella-zoster o Human herpesvirus 3 (HHV-3) è un virus con genoma a DNA appartenente all'ordine Herpesvirales, famiglia Herpesviridae, sottofamiglia Alphaherpesvirinae, genere Varicellovirus."
Aigor
#84 Aigor 2019-06-21 09:47
@horselover

Citazione:
l'aids doveva colpire tossici, omosessuali e neri. fra i neri erano compresi anche gli italiani,
Perdonami, ma Africa muoiono di AIDS da ben prima della scoperta dell'HIV… bastano e avanzano l'acqua inquinata, il cibo scarso e le condizioni di vita.

Non fare confusione, gli italiani o i neri non c'entrano proprio nulla.
I tossici sì, ovviamente, si sono fatti di tutto e di più negli anni 70/80 per buttare giù il loro sistema immunitario… poi hanno "scoperto" l'HIV e "riscoperto" l'AZT e non ci è voluto molto per creare moltitudini di immunodepressi…

Hai letto "HIV il virus inventato" di P. Duesberg? Lì c'è tutto ciò che c'è da capire su una delle più grandi mistificazioni del secolo scorso (e di quello attuale).
Satirus
#85 Satirus 2019-06-21 10:02
#83 madyari
ragionevolmente totale in questa accezione: gli organismi umani si ammalano, perdono efficienza, invecchiano in modo inverecondo, perdono facoltà che sarebbero dovute durare tutta la vita, il controllo degli sfinteri, l'uso della parte sinistra del corpo, della destra, la memoria, la vista, l'olfatto ... così anche perdono la capacità di difendersi da patogeni e antigeni anche se immunizzati in passato.
madyari
#86 madyari 2019-06-21 10:10
ragionevolmente totale in questa accezione: gli organismi umani si ammalano, perdono efficienza, invecchiano in modo inverecondo, perdono facoltà che sarebbero dovute durare tutta la vita, il controllo degli sfinteri, l'uso della parte sinistra del corpo, della destra, la memoria, la vista, l'olfatto ... così anche perdono la capacità di difendersi da patogeni e antigeni anche se immunizzati in passato.


Concordo. Non avevo capito cosa intendevi per "ragionevolmente totale". Mea culpa
zlatorog
#87 zlatorog 2019-06-21 12:03
#49 ahmbar

Nel caso ti ferisci, al pronto soccorso non ti fanno il vaccino bensì il siero. Prima di fartelo ti chiedono quando hai fatto l'ultima vaccinazione e se 6 adulto questo risale a decenni prima per cui non saresti più coperto.
Il problema è che il siero è prodotto con emoderivati umani, per cui ti fanno firmare una liberatoria nella quale dichiari di assumerti tutte le responsabilità nel caso ti bekki epatiti, aids e quant'altro.
A me è successo una 20 di anni fa, e dopo letta la liberatoria (non mi chiesero di leggerla ma solo di firmarla) ho rifiutato l'iniezione ma non mi sono preso il tetano.
A posteriori mi rendo conto di aver fatto una buona scelta visto che erano gli anni del sangue di Poggiolini :-)
ahmbar
#88 ahmbar 2019-06-21 13:19
Citazione:
#87 zlatorog 2019-06-21 12:03
Nel caso ti ferisci, al pronto soccorso non ti fanno il vaccino bensì il siero. Prima di fartelo ti chiedono quando hai fatto l'ultima vaccinazione e se 6 adulto questo risale a decenni prima per cui non saresti più coperto.
3 persone ferite
a) vaccinata recentemente
b) vaccinata tanti anni prima
c) non vaccinata

Sai cone differiscono i trattamenti nei 3 esempi?

Fanno il siero anche alla a)?
ahmbar
#89 ahmbar 2019-06-21 14:12
Citazione:
...Non buttiamo via il bambino con l'acqua sporca, i vaccini sono una realtà scientifica...
Federico (Music-band) ha sottolineato questa tua frase perche' la sua ricerca lo ha portato a ritenere le vaccinazioni sempre nocive
Non ci possono essere vantaggi che compensano lo squilibrio che causano in ogni organismo le sovra stimolazioni vaccinali, in particolare in quello dei bambini

il sistema immunitario cresce sino ai 7/8 anni di eta', gradualmente, in un delicato equilibrio che le varie infezioni infantili non intaccano minimamente
Anzi: attraverso queste, impara le informazioni indispensabili per contrastare al meglio ogni patogeno nel corso della vita

Per usare una metafora, questi scellerati chiedono invece all'organismo di un neonato di 3 mesi di correre i 5000 metri


Personalmente, dopo anni di informazioni, riflessioni e studi sull'argomento, anche io ritengo le vaccinazioni uno dei peggiori errori della nostra medicina
Non per niente e' stato necessario nasconderne i numerosi risvolti negativi e millantarne l'efficacia, per costringere , ora come allora, la popolazione ad accettarle
horselover
#90 horselover 2019-06-21 14:48
ho letto a suo tempo "le carte dell'aids" di e. vogel (editore c. ciapanna) testo basato sulle carte ufficiali e mi sono fatto l'idea che anche questo era un tentativo (fallito) di sterminio di massa. adesso ci provano coi vaccini (e con ebola) solo che la natura è troppo forte e i complotti falliscono
Aigor
#91 Aigor 2019-06-21 16:48
@horselover

Perdonami, ma se devi organizzare uno sterminio di massa, non affidi tutte le tue carte ad un retrovirus praticamente innocuo…
Non so che carte ufficiali ci siano sul libro (che leggerò), ma a meno di documenti che provino la volontà di sterminio messa nero su bianco rimango dell'idea che sia stata una enorme operazione economica per tenere su il comparto della ricerca sui virus.
Qui sono d'accordo con Duesberg, che non è un cretino qualunque, ma solo forse il massimo virologo del secolo scorso e, per giunta, pure premio Nobel…

Che poi con la suina, l'aviaria e ora Ebola (per tacere dei vari morbilli) cerchino di continuare a mungere la mucca dal latte d'oro, per carità, pienamente d'accordo :-D
madyari
#92 madyari 2019-06-21 16:58
Citazione:
Qui sono d'accordo con Duesberg, che non è un cretino qualunque, ma solo forse il massimo virologo del secolo scorso e, per giunta, pure premio Nobel…
B. avrebbe qualcosa da ridire a riguardo...

:hammer:
horselover
#93 horselover 2019-06-21 17:49
io non ho capito cos'è un virus e tantomeno un retrovirus, però credo di aver capito che l'aids non è una malattia, ma una sindrome, che per la definizione dell'aids ci sono stati accordi ad alto livello (reagan e mitterrand) tra grandi potenze, che in usa la sieropositività non era considerata un motivo sufficiente per assentarsi dal lavoro, che effetti simili sono causati dal plutonio e che lo stesso duisberg (mi pare) ha messo nero su bianco che per contagiarsi ci vogliono 500 rapporti sessuali non protetti e che ci hanno raccontato un sacco di balle per interessi economici (non trascurerei il business dei preservativi) e che che i milioni di morti previsti per il 1992 non ci sono stati
Aigor
#94 Aigor 2019-06-21 17:56
@madyari
:-D

@horselover
Appunto: non è stato un complotto per sterminare le persone, solo un ghiotto piatto che si sono apparecchiati da soli per mangiare alla stragrande.
E infatti l'AIDS è una sindrome "acquisita" ed il punto è proprio questo: hanno deciso che per acquisirla ci voleva l'HIV, dimenticandosi che chi si ritrovava con questa sindrome aveva avuto uno stile di vita che "da solo" poteva causare immunodeficienza…

Io non sto discutendo questi fatti, ho messo in discussione solo la volontà di sterminio di cui hai parlato: avevano fame di malati per interessi economici, non fame di sterminio.
Anche perché i morti non rendono, i malati sì, soprattutto se li devi curare "preventivamente" perché fra 5, 10 o 20 anni si ammaleranno… :hammer:
horselover
#95 horselover 2019-06-21 18:07
ci sono correnti di pensiero in ambito anglosassone che sostengono che siamo troppi
peonia
#96 peonia 2019-06-21 19:17
straquoto

Di Marcello Pamio

"Gli sciacalli in natura, come tutti gli animali, hanno un loro senso biologico. Occupano una nicchia ecologica ben precisa, sono dei piccoli predatori, soprattutto mangiatori di carogne. Si gettano infatti sugli animali morti e sulle loro carcasse, spolpandole fino all'osso.
Questa è la magnificenza perfettamente regolata da Madre Natura. Esistono però degli sciacalli bipedi, cioè su due zampe, molto più insidiosi, perché non si accontentano di spolpare una preda morta, ma si divertono e godono nel vederla soffrire le pene dell’inferno.
La loro nicchia ecologica ufficialmente non esiste, perché rappresentano un abominio, per cui si nascondono e si annidano all’interno dei media, del mondo medico, della magistratura, della politica, ecc.

In pratica in ogni luogo dove è possibile manifestare al meglio la loro squallida genetica.
Con il taccuino (in pelle) da giornalisti, vergano costantemente veleno e cercano di indottrinare le masse disorientate di pecore, mentre con il camice bianco, si mescolano tra i veri Medici, per sputare verde bile su tutto quello che esce dai binari. Quelli nella magistratura fanno di tutto per mettere in cella le prede prima di rosolarle allo spiedo.
I casi di sciacallaggio stanno aumentando sempre di più, indicando chiaramente che le belve affamate e assetate di sangue, siano giunte al termine della loro esistenza.
Qualche esempio?.... "


disinformazione.it/.../le-cagate-degli-sciacalli
juss
#97 juss 2019-06-21 22:46
Citazione:
lo «sciacallo dorato» (Canis Aureus Burionae), detto così per via della sua attrazione per i soldi, per le monete d’oro…
superlativo Pamio!!!!
peonia
#98 peonia 2019-06-21 23:18
sì, concordo! esprime tutto lo sdegno e lo schifo che provo anche io e immagino moltissimi... :-(
Satirus
#99 Satirus 2019-06-22 09:30
#89 ahmbar
Se il grande Music-Band è arrivato a quella conclusione, la cosa può essere pure vera, lui è onesto, oggettivo, saggio e buono e i musicisti hanno una sensibilità superiore.
Però ci sono riscontri abbastanza solidi, col microscopio a fluorescenza e i markers, si vedono le proteine anticorpali che si attaccano all'antigene, con i reagenti anticorpali si evidenzia con certezza scientifica la reazione immunitaria: prima non ci sono, poi si. E non si tratta di dati in mano solo alla NASA ma esperienze alla portata di qualsiasi tirocinante in laboratorio biologico.

L'AIDS è una follia moderna, dato che viola la prima legge della virologia: ossia per essere il virus la causa deve essere presente nel 100% dei casi e nel caso dell'AIDS non è così, poi il fatto che il massimo esperto italiano si chiamasse AIUTI ... non aiuta.

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO