Forum

Commenti Recenti

rss

Questa mattina abbiamo dovuto chiamare i vigili del fuoco, per un piccolo incidente domestico. Si era rotta la serratura della porta d'ingresso, ed eravamo rimasti chiusi in casa. Hanno dovuto entrare dal balcone per venire a "liberarci".

Mentre i suoi colleghi lavoravano per smontare la porta, io ho fatto due chiacchiere con il caposquadra. Aveva gli occhi sottili come due fessure, la pelle bruciata dal sole, e la fronte imperlata di sudore. Mi domandavo come facessero a lavorare, d'estate, con quei pesantissimi pantaloni e quegli stivaloni di gomma. Abbiamo iniziato a parlare degli incendi estivi, e lui mi ha spiegato che sono quasi tutti dolosi, ma che non c'è una intenzione particolare di creare dei disastri. "Di solito - mi spiegava - sono gli stessi contadini che danno fuoco ai loro prati ormai seccati, perché l'erba fresca che ricresce produce nelle capre un latte migliore e meno amaro. Ogni tanto la cosa gli scappa di mano, e noi dobbiamo intervenire."

A quel punto ho provato a spostare l'argomento sull'11 settembre. "Ogni volta che vedo i vigili del fuoco in azione - ho detto - mi vengono in mente quei poveracci morti nelle Torri Gemelle".

"Quelli sono stati proprio sfortunati - ha detto lui con un sospiro - Gli è crollato tutto addosso, mentre cercavano di spegnere le fiamme".

"Veramente non è andata proprio così - ho detto io - quelle torri non dovevano crollare".

"Come no? - ha replicato lui - Lì il calore ha sciolto la struttura, ed è venuto giù tutto".

"Ma scusi - gli ho suggerito io - la struttura era in acciaio, e l'acciaio fonde a 1500°, giusto?"

"Giusto".

"Il cherosene però sviluppa al massimo 800°, quando brucia".

"Ah già, è vero. Non ci avevo mai pensato - ha detto lui - Ma allora, scusi, perché sono venute giù?"

"Sono venute giù perché le hanno tirate giù - ho detto io - Con gli esplosivi".

"Con gli esplosivi? E chi li ha messi gli esplosivi?"

"Li hanno messi loro, gli americani. Quelli del Pentagono. Avevano bisogno di creare un disastro, per dare la colpa a bin Laden e andare a fare la guerra in Afghanistan".

A quel punto le fessure delle palpebre si sono aperte, e ho visto due grandi occhi azzurri, completamente persi nel vuoto. E' rimasto in silenzio per qualche secondo, poi ha chiamato i suoi colleghi: "Vincenzo, Salvatore, venite un po' qua. Sentite cosa ha da dire questo signore."

E così ho iniziato a parlare della struttura delle Torri Gemelle, dell'amianto che contenevano, delle 80.000 tonnellate di struttura sana sotto il livello di impatto, di caduta libera, di dozzine di testimonianze sulle esplosioni, del fatto miracoloso che due aerei siano riusciti a far crollare tre grattacieli nello stesso giorno, ecc. ecc. Poi è arrivato il momento più delicato, quando gli ho detto: "I vostri fratelli non sono morti fra le macerie per semplice sfortuna. Sono morti perché ce li hanno mandati, a morire. Li hanno mandati lì dentro, pur sapendo che poco dopo le torri sarebbero crollate. Avevano bisogno di martiri, per scatenare l'indignazione popolare e andare a fare la guerra in Afghanistan".

Loro mi guardavano stupefatti. Uno era rimasto letteralmente con la bocca aperta e il cacciavite in mano. Non dev'essere facile, per gente che è abituata a rischiare la vita per gli altri, sentirsi dire che qualcuno li ha ammazzati apposta per farsi i propri porci comodi.

Hanno finito il lavoro in silenzio, senza più parlare. Poi, prima di andarsene, il comandante mi ha chiesto: "Ma scusate, com'è che noi di queste cose non ne sappiamo niente?"

Io una risposta l'avrei avuta, ma sarebbe stata troppo lunga e troppo complicata. Ho preferito regalargli una copia di Inganno Globale, dicendogli: "Guardate questo, passatevelo fra voi e decidete da soli quello che è successo. Poi se un giorno volete fare due chiacchiere, io sono sempre qui. Passate di qui quando volete, e ci beviamo un bel caffè."

"Lo faremo sicuramente" mi ha risposto il comandante, mentre scendevano silenziosi le scale.

Massimo Mazzucco

Aggiungi Commento   

LoneWolf58
#1 LoneWolf58 2016-08-21 17:21
E questo dopo 15 anni...
È facile capire quanto sia difficle raggiungere la gente con il solo "web" a disposizione.

Diciamo anche un po' colpa della stessa che per pigrizia o disinteresse non approfondisce. In questo caso stiamo addirittura parlando di "professionisti"...
peonia
#2 peonia 2016-08-21 17:36
Dev'essere terribile intravvedere di colpo una realtà così truce...... motivo per cui tanta gente ha blindato gli occhi...:-(
TdC Ghost
#3 TdC Ghost 2016-08-21 17:38
Grande Massimo e grande documentario "Inganno Globale"...speriamo dopo averlo visto che passino parola ai colleghi...!!!
MaxpoweR
#4 MaxpoweR 2016-08-21 17:43
questa storia dei vigili del fuoco a cui racconti sta cosa l'ho già sentita in salsa diversa.... O_o
Starburst
#5 Starburst 2016-08-21 18:00
Personalmente i primi dubbi sull'11 settembre 2001 e in specifico sulle torri gemelle me li fece venire mio suocero che purtroppo non c'e' piu' da alcuni anni, lui era stato una vita carpentiere sia a ferro che a legno e le strutture le conosceva bene dato che per lavoro si era spostato spesso e aveva partecipato alla costruzione di molti edifici, sui pilastri e su quanto acciaio e cemento andavano usati era una cima anche se non aveva mai studiato ne da architetto ne da ingegnere,eppure ogni volta che guardava le due torri venire giu' scuoteva la testa e affermava che solo le bombe potevano tanto,quando poi venne giu' il terzo edificio non ebbe piu' dubbi.
Qualche anno dopo e qui Massimo spero possa capire, leggendo nexus mi capito' di acquistare un video tradotto da loro.."9-11 in plane site",non solo le teorie di mio suocero vennero confermate ma penso ognuno con il sale in zucca avrebbe capito, il video mi apri' la strada a quello che poi Massimo confermo' con i suoi.

NULLA FIDELIS NULLO DOLORE / DANKUS MINISTER JUSTITIAE
Lupo86
#6 Lupo86 2016-08-21 18:30
Mi sembra un attimino romanzato come aneddoto, tuttavia conoscendo lo strano e coinvolgente modo di parlare di Massimo non esito a crederci.
Dico questo perché ogni volta che a me capita di parlare di 11 settembre con persone nuove (è sempre più raro) invece incontro durissime reazioni, specialmente coi coetanei (30 anni). L'ultimo episodio è avvenuto mentre ero a Napoli in vacanza. Avevo conosciuto questo ragazzo del nord da un'oretta scarsa, e subito avevo intravisto che tipo fosse, dai suoi racconti: viaggiatore all'estero per lavoro, molto preso dal lavoro stesso e moltissime occasioni per scambiare opinioni con persone di altre etnie e culture: un ottimo candidato ad avere la mentalità aperta, quindi.
al 9/11 ci sono arrivato prendendola molto ampia, ad esempio da alcuni dubbi su chi fosse l'Isis. La sua reazione è stata incredibilmente "violenta", al punto che a metà cena ho deciso di abbozzarla, per non rovinarci una delle pizze più buone del mondo.

Tu Massimo ne parlerai sicurmente più spesso di me, di questi argomenti. Nella tua esperienza qual'è la parte che sovrasta fra quelli che ti ascoltano e quelli che invece ti mandano affanculo?
Lupo86
#7 Lupo86 2016-08-21 18:32
Citazione MaxpoweR:
questa storia dei vigili del fuoco a cui racconti sta cosa l'ho già sentita in salsa diversa.... O_o

Quella dei piloti nell'aereo prima di una conferenza, forse? :)
Antdbnkrs
#8 Antdbnkrs 2016-08-21 18:48
Noi internettari viviamo una realta' diversa rispetto alla "gente normale". Per noi è normale informarci su internet perché praticamente ci stiamo tutto il giorno, la gente normale va su internet solo per le cazzate oppure per leggere le notizie del mainstream. Ma forse siamo arrivati a un punto di svolta

Look Out: A tidal wave of 9/11 Truth is coming!

35,000 Engineers and ASCE Elites will Be awestruck this September

Make no mistake. We are on the verge of landing a monumental blow to the engineering establishment’s resistance to — and suppression of — the truth about the World Trade Center’s destruction on 9/11. And there’s nothing they can do to stop us.
Davide71
#9 Davide71 2016-08-21 19:39
Ciao a tutti:

io ho avuto neanche una settimana fa una conversazione con uno sull'11 settembre. Secondo lui:
1) tutti i palazzi di New York sono minati fin dal momento in cui li costruiscono. Questo per evitare il rischio che "crollino in avanti" (tipo albero quando viene abbattuto);
2) lui ha visto (video che riportano) l'aereo che si schianta sul Pentagono;
3) schiantarsi contro le Torri Gemelle non e' piu' difficile che atterrare (la pista invero e' alquanto stretta);
4) gli aerei si disintegrano sempre quando si schiantano contro qualcosa;
Con un mix di teorie balzane, logica offuscata e memoria labile si puo' dimostrare qualunque cosa...
redazione
#10 redazione 2016-08-21 20:34
Citazione MaxpoweR:
questa storia dei vigili del fuoco a cui racconti sta cosa l'ho già sentita in salsa diversa.... O_o
Diversi anni fa avevo scritto un articolo simile, dopo aver parlato con alcuni pompieri di Los Angeles, ma ora non riesco a ritrovarlo. Se qualcuno riuscisse a trovarlo, metto il link alla fine di questo articolo. Grazie.
redazione
#11 redazione 2016-08-21 20:39
LUPO86: Citazione:
Tu Massimo ne parlerai sicurmente più spesso di me, di questi argomenti. Nella tua esperienza qual'è la parte che sovrasta fra quelli che ti ascoltano e quelli che invece ti mandano affanculo?
Con il secondo gruppo io non perdo più tempo, nel senso che mi accorgo subito se una persona è curiosa e ricettiva, oppure se offuscata da preclusioni insormontabili. Il metodo migliore, con quelli curiosi e ricettivi, è di fargli una domanda alla quale loro stessi non sanno rispondere. Esempio, nel caso del pompiere di oggi, "ma lei lo sa che l'acciaio fonde a 1500, e il kerosene arriva al massimo a 800 gradi?" Questo ha scatenato la sua curiosità. E' stato lui a chiedermi "ma allora come sono crollate?", e non io ad imporgli quella risposta.
Decalagon
#12 Decalagon 2016-08-21 21:08
Mi vengono in mente tutte quelle volte che Paolo Attivissimo e i suoi followers dicevano: "Ah Mazzucco pensa di poter contraddire i vigili del fuoco, che loro le cose le sanno!"

Poi lui ovviamente pensa di poter contraddire ingegneri e architetti definendoli "poveri costruttori di palestre", ma son dettagli.
Anteater
#13 Anteater 2016-08-21 21:43
Bizzarro..dal balcone...
Spesso mi capita di sondare la consapevolezza delle persone sul 11/9 e sinceramente...c'è uno spaccato...
Il colto..per lo meno si è posto il problema....il classico ignorante tende ad odiare gli USA...ma con il ronzio in testa non si può pretendere di più...
D'altronde la TV dicesse la verità..."metà" preferirebbe guardare il quiz...e non capirebbe...
Chi capisce cosa accadrà tra Russia Turchia Siria i curdi...sciiti e sunniti...? È un po' così...

Credo che un pompiere oggi debba aver un istruzione non da poco...

L'unico pompiere che ho parlato si limitava a forti dubbi sull'accaduto...ma la gente è stanca...troppe cose...troppe password da ricordare...pochi approfondiscono...confrontano...

Allora la soluzione è cercar di aprir gli occhi a chi non ci è arrivato da solo? Può darsi...riuscirà poi a capire nella babele di info e controinfo...come muoversi? Capire su YouTube un ufo fake da uno "vero"? (Neppure io)
Sopporterà di fare slalom ogni volta che c'è un attentato cercando di capire se c'è imbroglio?

Credo di no! Perché combattere queste cose, l'informazione non serve diluita tra sprovveduti grati di saperne di più...ma convogliare su chi anticipa le mosse...

Slobbysta
Teoclasto
#14 Teoclasto 2016-08-21 21:51
Bell'articolo! ;-)

Purtroppo, come già ricordavi nei tuoi interventi pubblici, sono già passati 15 anni!, e per molti (attuali) adolescenti americani (e non) la "verità ufficiale" diventerà/è diventata quella comunemente accettata...

www.youtube.com/watch?v=K-ecOmENIhM
aledjango
#15 aledjango 2016-08-21 22:10
Mi avete fatto ragionare sul fatto che è difficile riuscire a far capire alla gente come non sono andate le cose l' 11 settembre..... ( poi io mi incazzo facilmente e addirittura mi viene da non parlare più ad una persona così cretina..). Comunque mi piacerebbe, (se massimo ha voglia e tempo...) riuscire a fare una specie di vademecum sulle 2-3 frasi da dire x portare un po di attenzione sull'argomento in modo da far capire a qualcuno che la tv e i giornali gli hanno detto un sacco di cazzate. Ma soprattutto mi evitate di mandare affanculo un sacco di gente ;-)
bernuga
#16 bernuga 2016-08-21 22:34
Citazione aledjango:
riuscire a fare una specie di vademecum sulle 2-3 frasi da dire x portare un po di attenzione sull'argomento in modo da far capire a qualcuno che la tv e i giornali gli hanno detto un sacco di cazzate. Ma soprattutto mi evitate di mandare affanculo un sacco di gente ;-)


Io ti dico la mia:

"Ma almeno lo sai quanti grattacieli sono crollati a NY?"
panagio
#17 panagio 2016-08-22 01:36
A me è successo di usare una motivazione un pelino più contorta, ma che in situazione specifica, check in e luogo di attesa in aeroporto, ha il suo perché!

Devo dire grazie alle misure di sicurezza adottate dopo l'11/9 se le mie bottiglie d'acqua di marca xx chiuse mi sono state sequestrate al check in, ( pagate due bottiglie da 50 CL, 36 centesimi di euro al supermercato) per doverle poi riacquistare dentro l'area di imbarco a tre euro l'una. Grazie al 2001 il pil è costantemente in aumento!!!
ulisse g
#18 ulisse g 2016-08-22 03:24
Bellissimo articolo, grazie Max.
nessirio
#19 nessirio 2016-08-22 07:38
Citazione bernuga:
Citazione aledjango:
riuscire a fare una specie di vademecum sulle 2-3 frasi da dire x portare un po di attenzione sull'argomento in modo da far capire a qualcuno che la tv e i giornali gli hanno detto un sacco di cazzate. Ma soprattutto mi evitate di mandare affanculo un sacco di gente ;-)


Io ti dico la mia:

"Ma almeno lo sai quanti grattacieli sono crollati a NY?"



Grazie Max di queste perle, ogni tanto dimentico la soddisfazione che si prova nel far ragionare le persone, purtroppo per la maggior parte basterebbe che un attore o un cantante famoso facesse una dichiarazione pubblica per convincersi....

Personalmente quando parlo con un neofita dell'11.9 inizio evocando in lui un'immagine vista in numerosi film di disastri, ovvero il classico grattacielo che crolla obliquamente portandosi dietro numerosi altri palazzi; cosa che naturalmente non è accaduta alle twin.
alinos
#20 alinos 2016-08-22 08:14
L'argomento sulle temperature non lo uso più da tempo. Un giorno, mentre inferverato spiegavo le temperature di fusione dell'acciaio e del kerosene avio mi sono sentito riprendere :" guarda che non serve che fondono, basta che si indeboliscono"...Mi sono informato, in effetti è vero. Allora preferisco lanciarmi sulle capacità dei piloti, sui tre, dico tre grattacieli crollati, sulla scomparsa degli aerei al pentagono e in pensylvania. Tutto questo un tempo. Ora sono un pò stanchino. La gente continua imperterrita a fare la propria vita, i politici a fare i loro porci comodi, non cambia niente, non cambierà mai nulla. Sono in procinto di arrendermi, non lò ancora fatto, ma ci sono. Sono riusciti nel loro intento. Mi hanno preso per sfinimento.
gnaffetto
#21 gnaffetto 2016-08-22 09:25
qualche mese fa' ad un corso antincendio ho provato a scambiare 2 chiacchere col vigile del fuoco che lo teneva. Ho affrontato l'argomento partendo da una sua spiegazione su come capire a che punto era l'incendio in base al tipo di fumo. quando ho fatto notare che in base alle sue spiegazioni l'incendio delle torri era ormai estinto e che quindi le temperature si erano abbassate e che quindi i crolli non potevano evvenire , è stato zitto.

La gente si difende cosi' perche' non ha strumenti per influenzare il corso delle cose, non ha strumenti per intervenire nei dibattiti pubblici e mediatici.
Antdbnkrs
#22 Antdbnkrs 2016-08-22 10:07
Da quando faccio vedere questa foto qui (con relativa fonte mainstream) le persone iniziano a credere un pochino di piu' all' inside job

La mia domanda è sempre la stessa:
Mi puoi spiegare come è possibile avere delle temperature elevatissime in grado di sciogliere l'acciaio e nello stesso tempo avere delle povere vittime che cercano aiuto appoggiate a quel metallo che si sta sciogliendo?



www.msn.com/.../ss-BBi8u85#image=9
invisibile
#23 invisibile 2016-08-22 10:22
Io uso anche i tempi di caduta dei TRE edifici.

Conoscere o capire quali leggi della fisica negano che quei crolli siano naturali è alla portata di molti e grazie a questo ho visto molti occhi spalancati.
redazione
#24 redazione 2016-08-22 11:00
Anch'io, se devo scegliere un esempio a freddo, utilizzo la caduta libera. "Se lei lascia cadere un pianoforte dall'ultimo piano - chiedo - nello stesso momento in cui la torre inizia a crollare, arriva a terra prima il pianoforte oppure il tetto della torre?"

"Il pianoforte - rispondono tutti - E' ovvio".

"E invece no. Arrivano praticamente insieme."

E lì inizia il calvario.
Sertes
#25 Sertes 2016-08-22 11:05
Citazione alinos:
L'argomento sulle temperature non lo uso più da tempo. Un giorno, mentre inferverato spiegavo le temperature di fusione dell'acciaio e del kerosene avio mi sono sentito riprendere :" guarda che non serve che fondono, basta che si indeboliscono"...Mi sono informato, in effetti è vero.

Scusa ma ti sei informato limitatamente, perchè per le Twin Towers il NIST ha fatto prove di incendio su strutture certificate ASTM E119 come quelle delle Twin Towers, con incendi a temperatura maggiore e per durata doppia, e le strutture non sono crollate.

Puoi fare riferimento a questo articolo del 2008, in cui il 9/11 Truth Movement riassume 14 punti (poco noti) in cui è completamente d'accordo con la versione ufficiale (proprio perchè la versione ufficiale nel suo insieme è contraddittoria), in particolar modo al punto 6
www.luogocomune.net/.../article.php?storyid=2514

Inoltre ricordati che nessun grattacielo in struttura d'acciaio è mai crollato per soli incendi prima o dopo dell'undici settembre, l'unico nella storia è il WTC7. Ciò viene affermato ma non dimostrato, perchè i calcoli e il modello informatico del crollo non è stato rilasciato pubblicamente.
invisibile
#26 invisibile 2016-08-22 11:29
Citazione Redazione:
Anch'io, se devo scegliere un esempio a freddo, utilizzo la caduta libera. "Se lei lascia cadere un pianoforte dall'ultimo piano - chiedo - nello stesso momento in cui la torre inizia a crollare, arriva a terra prima il pianoforte oppure il tetto della torre?"

"Il pianoforte - rispondono tutti - E' ovvio".

"E invece no. Arrivano praticamente insieme."

E lì inizia il calvario.


Il mio calvario invece inizia quando dico che secondo le leggi della fisica una parte più piccola (parte superiore delle torri) non può distruggere una più grande fatta dello stesso materiale, ed allo stesso tempo cadere ad una velocità prossima a quella della caduta libera.

Occhi dubbiosi... poi sgranati... e poi arrivano le domande, o la ritirata strategica ;-)
NiHiLaNtH
#27 NiHiLaNtH 2016-08-22 11:35
Citazione:
"Quelli sono stati proprio sfortunati - ha detto lui con un sospiro - Gli è crollato tutto addosso, mentre cercavano di spegnere le fiamme".
nella tragedia sono stati fortunati perchè sono morti immediatamente
invece molti di quelli che sono rimasti lì a scavare tra le macerie sono morti o stanno morendo di tumore, leucemia, malattie respiratorie etc.


Citazione:
Mi puoi spiegare come è possibile avere delle temperature elevatissime in grado di sciogliere l'acciaio e nello stesso tempo avere delle povere vittime che cercano aiuto appoggiate a quel metallo che si sta sciogliendo?
utilizzare quella foto non ha senso perchè in quel punto non c'erano incendi
MaxpoweR
#28 MaxpoweR 2016-08-22 12:45
Citazione Redazione:
Citazione MaxpoweR:
questa storia dei vigili del fuoco a cui racconti sta cosa l'ho già sentita in salsa diversa.... O_o
Diversi anni fa avevo scritto un articolo simile, dopo aver parlato con alcuni pompieri di Los Angeles, ma ora non riesco a ritrovarlo. Se qualcuno riuscisse a trovarlo, metto il link alla fine di questo articolo. Grazie.


si probabilmente :)
Respa
#29 Respa 2016-08-22 13:08
Vorrei segnalare che domenica 11-9 a Mestre in occasione della settimana della politica,alle 21 al centro culturale Candiani,verrà proiettato il film 11 settembre,così recita il volantino.Sono curioso di vedere che film è,ed sentire eventuali commenti.Di solito gli organizzatori sono di tendenza mainstreem.Andiamo a vedere.
LoneWolf58
#30 LoneWolf58 2016-08-22 13:21
Citazione Respa:
Vorrei segnalare che domenica 11-9 a Mestre in occasione della settimana della politica,alle 21 al centro culturale Candiani,verrà proiettato il film 11 settembre,così recita il volantino.Sono curioso di vedere che film è,ed sentire eventuali commenti.Di solito gli organizzatori sono di tendenza mainstreem.Andiamo a vedere.
Questo è il film che verrà proiettato...
11 settembre 2001 (11'09"01 - September 11) è un film drammatico del 2002, composto da undici episodi diretti da 11 registi differenti (Samira Makhmalbaf, Claude Lelouch, Yusuf Shahin, Danis Tanović, Idrissa Ouédraogo, Alejandro González Iñárritu, Ken Loach, Amos Gitai, Mira Nair, Sean Penn e Shōhei Imamura).

Il film, una coproduzione internazionale tra Regno Unito, Francia, Egitto, Giappone, Messico, USA e Iran, è ispirato agli attentati dell'11 settembre 2001. Ogni episodio è della durata di 11 minuti, 9 secondi e un fotogramma.
PrinceLupin
#31 PrinceLupin 2016-08-22 13:23
Io partire così: (tratto dal video di Mazzucco) "Ci sono circa 400 grattacieli a New York, se cade l'unico grattacielo la probabilità è di 1 su 400. Se cade il secondo, diventa 1 su 400, per, 1 su 400, e diventano 1 su 160.000. Bene (anzi,male), cadendo anche il terzo diventano 1 su 400 per 1 su 400 per uno su 400 (o, 1 su 160.000 per 1 su 400), che sono: UNA PROBABILITA' DI 1 SU 64.000.000. Ora, capisco che rendere l'idea di questa cifra, è sfida improba, ma potreste provare dicendo che avendo 64 milioni di carte diverse a disposizione, al primo colpo, in una scelta, riuscite a pescare proprio quella che avete deciso all'inizio. Se vi seguono nel ragionamento, potreste aggiungere che i 400 grattacieli, sono solo quelli di New York, e non quelli esistenti nel mondo, e MAI caduti verticalmente per motivi di "incendio". A questo punto, prendendo per buona questa stima (it.wikipedia.org/.../...), arriviamo a circa 5000. Anche volendo considerare solo quelli piu alti di 200 metri, arriviamo a circa 600. Potrebbe sembrare un piccolo aumento, ma il conto diventa: 1 su 260.000.000. Penso che possa bastare. Saluti.
Antdbnkrs
#32 Antdbnkrs 2016-08-22 13:24
Citazione NiHiLaNtH:
Citazione:
"Quelli sono stati proprio sfortunati - ha detto lui con un sospiro - Gli è crollato tutto addosso, mentre cercavano di spegnere le fiamme".


nella tragedia sono stati fortunati perchè sono morti immediatamente
invece molti di quelli che sono rimasti lì a scavare tra le macerie sono morti o stanno morendo di tumore, leucemia, malattie respiratorie etc.


Citazione:
Mi puoi spiegare come è possibile avere delle temperature elevatissime in grado di sciogliere l'acciaio e nello stesso tempo avere delle povere vittime che cercano aiuto appoggiate a quel metallo che si sta sciogliendo?
utilizzare quella foto non ha senso perchè in quel punto non c'erano incendi
Leggi quello che c'e' scritto nel link:

Avete mai visto questa fotografia scattata a New York l'11 settembre 2001? L'immagine inquadra lo squarcio prodotto dal primo aereo che ha centrato una delle due Torri gemelle, più precisamente la Torre Nord, fra il 94esimo e il 98esimo piano. Se fate attenzione potete vedere evidenziate da un cerchio rosso figure umane che si affacciano sulla voragine. Quella che compare sulla destra è una donna. E in base a questa preziosa immagine i familiari hanno potuto darle nome e cognome: Edna Cintron, aveva 46 anni e lavorava al 97esimo piano. Immagini di questo genere hanno fatto sorgere in Rete serissimi dubbi su quanto è sempre stato sostenuto a proposito delle cause scatenanti il crollo e lo sbriciolamento delle Torri Gemelle. Come avrebbe potuto stare una persona in quel punto dopo l'impatto e il calore provocato dagli incendi?
Oikle
#33 Oikle 2016-08-22 13:40
@ Massimo, leggi fino in fondo se puoi.
Forse sei in Calabria da troppo poco tempo, ma mi sembra strano comunque che in un lasso di tempo di qualche anno, nessuno ti abbia spiegato o meglio ‘sussurrato’ chi appicca davvero gli incendi nella regione con la più grande estensione boschiva d’Italia, e seconda d'Europa. Dove i vigili del fuoco non sono altro che attori di quel gioco a guardia e ladri su base nazionale.
Diciamo così, bisogna ogni estate fare un promemoria rivolto a chi ha il potere di rinnovare tutti quei contratti stagionali di lavoro a gente messa lì dal solito voto di scambio politico-mafioso. Ogni tanto si rimettono in discussione i contratti, e allora ecco i boschi secolari e le macchie andare a fuoco. A proposito, non so se hai seguito la vicenda relativa ai forestali siciliani pregiudicati *...
Ti posso dire che a bruciare solo raramente sono le zone adibite a pascolo di capre e vacche, ovvero di quei capi di bestiame tenuti ancora allo stato brado, l’allevamento in forma estensiva, quello che ti garantisce la migliore carne e latte. Qui hai la fortuna di poter vedere e nutrirti con tutto ciò.
I 'crapari' e vaccari fanno da capri espiatori, è il caso di dirlo.
Succede anche dalle nostre parti che la sede di un'attività commerciale all'apice del suo sviluppo, improvvisamene una notte prenda fuoco. Il giorno dopo in paese se domandi.. e dai vigili urbani a quelli del fuoco, dall'anziana signora al tipo che al bar passa le giornate, dal professionista al bracciante, tutti saranno concordi nel parlare di 'cortocircuito’ o di ‘guasto all'impianto elettrico’. Anche se a qualcuno verrebbe da dire altro ma apertamente non lo farà.
Ricordati Massimo, che in questa ragione gli appetiti sono molti, per quanto una vita scandita da tempi a misura d'uomo possa farti credere il contrario.
Qui una tartaruga marina può essere crocifissa e strangolata su una croce galleggiante sul mare **, guarda caso nel paese dove aveva sede un centro di recupero e studio fatto da volontari. Proprio come monito verso chi magari ha pensato che i sabbiosi litorali dovessero continuare a essere il luogo di nidificazione di questi splendidi e rari animali di milioni di anni, anzi che la sede di lidi balneari sempre più invadenti….
Sta sicuro, che chi subisce il colpo, sia esso il commerciante del negozio andato in fumo, o il volontario, si sentirà tremendamente solo al mondo e mangerà la foglia.
Per cui si continuerà a parlare di pastori imprudenti, elettricisti disattenti, e ragazzacci sadici che si divertono con gli animali.
* catania.livesicilia.it/.../...
** www.geapress.org/m/tartaruga-crocifissa-foto/17716
Antdbnkrs
#34 Antdbnkrs 2016-08-22 13:43
Citazione Respa:
Vorrei segnalare che domenica 11-9 a Mestre in occasione della settimana della politica,alle 21 al centro culturale Candiani,verrà proiettato il film 11 settembre,così recita il volantino.Sono curioso di vedere che film è,ed sentire eventuali commenti.Di solito gli organizzatori sono di tendenza mainstreem.Andiamo a vedere.


Se ci vai, fai questa domanda:

Quante probabilita' ci sono di trovare il passaporto del "pilota" musulmano al posto delle scatole nere?



Attivissimo dice:
Né c'è da stupirsi se le scatole nere del Volo 77 e del Volo 93 hanno subìto danni così gravi che solo l'FDR del primo e il CVR del secondo sono risultati parzialmente leggibili.
undicisettembre.blogspot.it/.../...

Il ritrovamento del passaporto pressoché intatto di uno dei dirottatori del volo American Airlines 11, Satam al-Suqami (nella foto), viene spesso additato come elemento sospetto. Quello che non viene detto è che il passaporto del dirottatore non è affatto l'unico oggetto rivenuto proveniente dagli aerei.
undicisettembre.blogspot.it/.../...

....PERO' NON E' L'UNICO OGGETTO RINVENTUTO PROVENIENTE DAGLI AEREI!
Beh certo gli aerei erano veri quindi qualche seggiolino,qualche altro pezzo di aereo c'era di sicuro... ma guarda caso il passaporto del "pilota" era pressoché intatto, che culo eh! :-D
raba1980
#35 raba1980 2016-08-22 14:26
Ricordiamoci che molti che oggi scrivono in questo blog, che si informano e che non credono più ciecamente alle panzane mainstream ci sono arrivati per gradi. Io stesso ci ho messo anni per arrivare ad un certo grado di consapevolezza, a vedere qualcosa di diverso attraverso la nebbia di falsità a cui ci abituano fin da piccoli. Pretendere di "risvegliare" un pensiero critico nella gente "comune" in poco tempo è controproducente, probabilmente ci sarebbe il rifiuto e la chiusura totale. Credo sia una normale reazione di autodifesa del cervello perchè il quadro complessivo è troppo inquietante e toglie improvvisamente dei punti che si ritenevano cardini della nostra esistenza. La cosa migliore è stuzzicare la curiosità, instillare il tarlo del dubbio e chi è sensibile si informerà...per gli altri purtroppo non c'è nulla da fare...d'altronde non si possono "salvare" tutti.
wendellgee
#36 wendellgee 2016-08-22 15:03
Bello l'esempio del pianoforte. Ci proverò anch'io
MaxpoweR
#37 MaxpoweR 2016-08-22 15:08
Citazione raba1980:
Ricordiamoci che molti che oggi scrivono in questo blog, che si informano e che non credono più ciecamente alle panzane mainstream ci sono arrivati per gradi. Io stesso ci ho messo anni per arrivare ad un certo grado di consapevolezza, a vedere qualcosa di diverso attraverso la nebbia di falsità a cui ci abituano fin da piccoli. Pretendere di "risvegliare" un pensiero critico nella gente "comune" in poco tempo è controproducente, probabilmente ci sarebbe il rifiuto e la chiusura totale. Credo sia una normale reazione di autodifesa del cervello perchè il quadro complessivo è troppo inquietante e toglie improvvisamente dei punti che si ritenevano cardini della nostra esistenza. La cosa migliore è stuzzicare la curiosità, instillare il tarlo del dubbio e chi è sensibile si informerà...per gli altri purtroppo non c'è nulla da fare...d'altronde non si possono "salvare" tutti.


Verissimo. Io penso che la gente debba risvegliarsi da sola e che sia impossibile RISVEGLIARLA. Un pò come è impossibile smettere di fumare finchè non scatta qualcosa nel cervello che ti induca a buttare via ciò che resta del pacchetto e smettere (come successo a me ed a molti altri miei conoscenti che son riusciti a smttere.)
l1171
#38 l1171 2016-08-22 15:26
io di solito come primo approccio metto a confronto quei poveri quattro litri di carburante superstiti all'impatto con le centinaia di migliaia di tonnellate della strutture (se non sbaglio 400.000 l'una).Nemmeno la piu' cazzuta fantasostanza esplosiva potrebbe reggere il confronto
Sertes
#39 Sertes 2016-08-22 15:55
L'immagine la preparò un utente di LC, poi è stata usata nel film di Massimo, ed ora è disseminata qua e là:

Aironeblu
#40 Aironeblu 2016-08-22 16:21
Citazione raba1980:
Ricordiamoci che molti che oggi scrivono in questo blog, che si informano e che non credono più ciecamente alle panzane mainstream ci sono arrivati per gradi. Io stesso ci ho messo anni per arrivare ad un certo grado di consapevolezza, a vedere qualcosa di diverso attraverso la nebbia di falsità a cui ci abituano fin da piccoli. Pretendere di "risvegliare" un pensiero critico nella gente "comune" in poco tempo è controproducente, probabilmente ci sarebbe il rifiuto e la chiusura totale.


Dipende: io ad esempio con l'11 set ho avuto un impatto violento e per nulla graduale, capitando quasi per caso nel doc "in site plane". Inizialmente sono rimasto a bocca aperta come i vigili incontrato da @Massimo, ho riavvolto e rivisto più volte per controllare di aver capito bene, ma la reazione successiva, dopo aver realizzato che chi ci governa sono gli autori o i complici di un'azione come questa, ho accantonato all'istante quelli che mi erano stati inculcati come "i cardini della nostra esistenza", e ho indirizzato tutte le enrgie a cercare di comprendere il vero funzionamento del sistema del potere.
Più che la gradualità con cui si impatta nella cruda verità, credo che il fattore determinante per la reazione di una persona sia la coscienza critica con cui è abituata a percepire la realtà. Chi ha una maggiore attitudine a ragionare sulle cose e valutare le notizie che gli arrivano, non può che essere stimolato ad approfondire una faccenda come questa, mentre chi è abituato a farsi servire la "pappa pronta" e come criterio di giudizio usa solo l'autorità del mainstream, invece di ragionare con il cervello sui fatti inizierà puntualmente a inquadrare largomento da un punto di vista fideistico, con l'immancabile domanda: "ma tu ci credi?" ... Come se si trsttasse di credere a questo o a quell'altro invece di pensare con la propria testa.
Purtroppo i non pensanti sono la stragrandissima maggioranza, e ho scoperto sulla mia pelle che è sempre fatica sprecata cercare di portare il discorso sulla razionalità, anche in maniera morbida e graduale. È gente che afferma solenne "non posso credere che un governo possa fare questo al suo stesso popolo" quando gli dicono di credere così, e il giorno dopo scrive su facebook che bisogna ammazzare quei bastardi di saddam hussein e gheddafi, perchè "sono dei dittatori che massacrano il loro stesso popolo"...
Il principio di non contraddizione, diceva Aristotele è il primo scalino elementare della logica.
Aironeblu
#41 Aironeblu 2016-08-22 16:23
Citazione wendellgee:
Bello l'esempio del pianoforte. Ci proverò anch'io


Magari provando ad eseguire un concerto di Rachmaninof durante la caduta... ;-)
Aironeblu
#42 Aironeblu 2016-08-22 16:34
Citazione Redazione:
Anch'io, se devo scegliere un esempio a freddo, utilizzo la caduta libera. "Se lei lascia cadere un pianoforte dall'ultimo piano - chiedo - nello stesso momento in cui la torre inizia a crollare, arriva a terra prima il pianoforte oppure il tetto della torre?"

"Il pianoforte - rispondono tutti - E' ovvio".

"E invece no. Arrivano praticamente insieme."


E lì inizia il calvario.


Per un interlocutore capace di comprendere i concetti di caduta libera e resistenza strutturale - il 2-3% della popolazione - l'argomento va benissimo. Altrimenti credo sia ancora più elementare e alla portata di un ramapiteco il concetto di caduta verticale: se l'aereo, l'incendio o lo spirito di Allah, hanno danneggiato un fianco dell'edificio, tranciando o facendone collassare le travi, come è possibile che la parte sopra dell'edificio cada vertical,ente invece di ribaltarsi? Con gli alberi non succede così!
Dopodichè, alla risposta:
"ma un grattacielo non è un albero!",
conviene proseguire chiedendo:
"a proposito, quanto ha fatto ieri il Milan?" :pint:
redazione
#43 redazione 2016-08-22 16:34
OIKLE: Tranquillo, sulla Calabria non sono così ingenuo. Ho raccontato il passaggio delle capre solo perchè è stato l'inizio della nostra conversazione, ma poi lui mi ha raccontato anche molte cose tremende che avvengono da queste parti. Talmente tremende, che non ho avuto nemmeno il coraggio di riferirle a mia moglie. La crudeltà di cui è capace l'essere umano è qualcosa di indicibile, rispetto all'ordine naturale delle cose.
alerivoli
#44 alerivoli 2016-08-22 16:45
@Redazione

Pompiere: "Lì il calore ha sciolto la struttura, ed è venuto giù tutto"

Massimo: "Ma scusi - gli ho suggerito io - la struttura era in acciaio, e l'acciaio fonde a 1500°, giusto?"

P: "Giusto"

M: "Il cherosene però sviluppa al massimo 800°, quando brucia"

P: "Ah già, è vero. Non ci avevo mai pensato - ha detto lui - Ma allora, scusi, perché sono venute giù?"

Mi risulta veramente difficile e pure un poco angosciante che un Vigile del Fuoco, professionista ed istruito della Repubblica Italiana NON SAPPIA che:

a) Un incendio "normale" trasferisce alle strutture (dopo tempi e modi precisi) temperature prossime ai 1100°

b) L'acciaio da costruzione intorno ai 500° perde circa metà della sua capacità di carico progettuale.

Voglio solo sperare che il Vigile del Fuoco con cui hai parlato sia uno dei tanti "volontari" che costituiscono il normale organico in occasione di interventi di minore entità quale quello che ti è accaduto.


Mi scuso con TUTTI, ma sono mesi terribili per me, quindi ho dovuto abbandonare il forum.
Spero di potere ritornare presto a scrivere
Sertes
#45 Sertes 2016-08-22 16:58
Citazione alerivoli:
Mi risulta veramente difficile e pure un poco angosciante che un Vigile del Fuoco, professionista ed istruito della Repubblica Italiana NON SAPPIA che:

a) Un incendio "normale" trasferisce alle strutture (dopo tempi e modi precisi) temperature prossime ai 1100°

b) L'acciaio da costruzione intorno ai 500° perde circa metà della sua capacità di carico progettuale.
c) e poi la struttura non cede lo stesso.

Mi dispiace per le tue vicende personali, su cui ti faccio i migliori auguri, ma queste non possono essere l'alibi per cui si arrivano a riproporre le solite considerazioni zoppe: il NIST ha certificato ufficialmente il non crollo con strutture identiche a quelle del WTC ma sottoposte ad incendi più lunghi e più intensi. Poi nelle conclusioni ha ignorato i risultati di questi test.
bernuga
#46 bernuga 2016-08-22 17:17
Un altro argomento veloce, di facile comprensione e che non ammette repliche è:

"Un danno asimmetrico (alle torri in questo caso) non può portare ad un crollo simmetrico"

E' semplicemente impossibile e se l'interlocutore non capisce questa cosa, potete pure dirgli che ieri è ricominciato il campionato.

Comunque la prova tra le prove è sempre il WTC7.
Anche negli USA una campagna di sensibilizzazione recitava:

"Did you know a third tower fell on 9/11?"
NiHiLaNtH
#47 NiHiLaNtH 2016-08-22 17:25
Citazione:
Come avrebbe potuto stare una persona in quel punto dopo l'impatto e il calore provocato dagli incendi?
progressione degli incendi nella torre nord

sharpprintinginc.com/.../...
redazione
#48 redazione 2016-08-22 18:28
ALERIVOLI: Citazione:
Mi scuso con TUTTI, ma sono mesi terribili per me, quindi ho dovuto abbandonare il forum.
Ciao ALERIVOLI, bentornato. Ci domandavamo in tanti che cosa ti fosse successo. Spero tutto vada per il meglio, adesso.
ELFLACO
#49 ELFLACO 2016-08-22 20:03
Citazione Redazione:
OIKLE: Tranquillo, sulla Calabria non sono così ingenuo. Ho raccontato il passaggio delle capre solo perchè è stato l'inizio della nostra conversazione, ma poi lui mi ha raccontato anche molte cose tremende che avvengono da queste parti. Talmente tremende, che non ho avuto nemmeno il coraggio di riferirle a mia moglie. La crudeltà di cui è capace l'essere umano è qualcosa di indicibile, rispetto all'ordine naturale delle cose.


E chi ha detto che "La crudeltà di cui è capace l'essere umano" non è nell'ordine naturale delle cose ?' ;-)
LoneWolf58
#50 LoneWolf58 2016-08-22 20:22
Citazione ELFLACO:
(...)

E chi ha detto che "La crudeltà di cui è capace l'essere umano" non è nell'ordine naturale delle cose ?' ;-)
Per il fatto che l'essere umano non rientra nell'ordine naturale delle cose... diversamente non si spiegherebbe come mai cerchi sempre di "stravolgerlo".
Tanto per fare un esempio è l'unico "essere" la cui crudeltà verso un proprio "simile" sia fine a se stessa... :-x
ELFLACO
#51 ELFLACO 2016-08-23 00:16
Infatti .
Forse dovevo mettere " l'ordine naturale delle cose " .

Volevo dire che è "naturale " per l'uomo essere crudele .
gnaffetto
#52 gnaffetto 2016-08-23 08:25
vorrei fare una distinzione tra uomini e esseri umani.

tra il biologico e lo spirituale (anche se c'e' la parte mentale che pero' metterei nel biologico per ora).

se la crudelta' (cioe' infliggere sofferenza agli altri, con o senza piacere) puo' essere insita nell'uomo "naturale" biologico e mentale, cio' è proprio la cosa che invece distingue gli umani dagli alieni e dagli zombie: gli esseri umani NON sono crudeli.

Attenzione a non confondere crudelta' con violenza o con l'infliggere la morte agli altri: a mio avviso gli "umani" restano tali anche quando decidono di uccidere chi li minaccia, basta che non li facciano soffrire. Esempio emblematico la ghigliottina della rivoluzione francese che non faceva soffrire i condannati, sintomo di umanita'.

La religione, come il diritto, sono strumenti degli uomini prepotenti per dominare e sfruttare gli umani (che in quanto tali non hanno avrebbero bisogno di questi strumenti per regolare i loro rapporti, i cui esempi sono le solidarieta' spontanee che emergono ad ogni calamita', come anche massimo aveva a suo tempo fatto notare sull'11 settembre).
edo
#53 edo 2016-08-23 09:21
Così si costruisce la verità.
Complimenti Massimo.

Novità sul video luna?
Aironeblu
#54 Aironeblu 2016-08-23 09:49
Citazione bernuga:
Un altro argomento veloce, di facile comprensione e che non ammette repliche è:
"Un danno asimmetrico (alle torri in questo caso) non può portare ad un crollo simmetrico"
E' semplicemente impossibile e se l'interlocutore non capisce questa cosa, potete pure dirgli che ieri è ricominciato il campionato.



Noto una certa sintonia con il mio intervento poco sopra, non posso essere che d'accordo ;-)
bernuga
#55 bernuga 2016-08-23 13:52
Citazione Aironeblu:

Noto una certa sintonia con il mio intervento poco sopra, non posso essere che d'accordo ;-)


Il mio commento è ai limiti del plagio!!!Ma invece si tratta davvero di sintonia perché il tuo mi era sfuggito; del resto il calcio è la prima cosa che abbini al gregge, dopo viene facebook, poi i selfie e infine la Maria De Filippi.
spettatore
#56 spettatore 2016-08-23 17:42
Massimo...hai chiesto al pompiere sbagliato !


Lo spettatore ;-)
aledjango
#57 aledjango 2016-08-23 18:32
Grazie a tutti x le risposte.... anch'io comincio sempre con : almeno sai quante torri sono crollate? Ma poi mi incazzo perché è troppo fastidioso che la gente si faccia prendere x il culo...
Alexeon10
#58 Alexeon10 2016-08-24 14:34
Salve a tutti, questa è la prima volta che scrivo dopo 3 anni in cui vi seguo ogni giorno per informarmi.
Sono un ragazzo di 19 anni e quest anno ho finito il 5° liceo e quindi posso raccontarvi della situazione riguardo la controinformazione, tra cui 11 settembre, nei giovani.

Quando abbiamo iniziato in classe a parlare di questi argomenti mi aspettavo che i miei coetanei vedessero il mondo attraverso gli organi di stampa tradizionali, i telegiornali e insomma tutti i media mainstream e invece mi sono dovuto ricredere. Molti ragazzi della mia età si pongono sempre domande su questa tipologia di argomenti e non danno niente per scontato.
In classe abbiamo parlato più di geopolitica (ISIS e guerre varie) che di 11 settembre e con enorme piacere ho costatato che anche i professori si discostano molto dal pensiero mainstream della "guerra di religione" tanto che alcune volte sono state svolte delle conferenza per spiegarci meglio la situazione politica nelle zone di guerra e nel medio-oriente facendoci notare come ci sono grandi interessi politici da parte delle super-potenze e in particolare dei nostri amatissimi USA...

Riguardo l'11 settembre si è parlato poco e già qui la situazione è un pochino più ostica perchè i ragazzi non sono per niente informati... e come è capitato a molti di voi sgranano gli occhi quando inizi loro a parlare di fisica elementare, la stessa che studiano in 4-5 liceo (e su cui magari prendono pure 9 :perculante: ), e non è facile convincerli appieno.

Tra noi giovani quindi posso dire che c'è una buona speranza di cambiare le idee poichè ho notato che abbiamo una mente molto più aperta rispetto a tanti altri. Ma le cose si complicano con persone gia piu adulte. Mi spiego meglio.
Su facebook sono iscritto a un gruppo dove ci sono sia ragazzi della mia età sia un pò più grandicelli ed è un gruppo dove si discute di argomenti più seri, attualità, scienza, politica ecc e l'argomento 11 settembre è saltato fuori. Non potete immaginare i commenti... i primi sono i troll che iniziano a prenderti per il culo con i vari "gomblotto", "ka$ta", "sveglia!1!" ecc, poi si passa al "ma tu sei un ingengere?" quando fai notare loro le incongruenze nella dinamica dei crolli per finire in "AE911Truth è stata debunkata da attivissimo, è un associazione fasulla che punta solo al merchindising".

Una chiusezza mentale e comportamenti infantili che fanno rabbrividire...

Per quello che penso io una speranza ancora c'è tra noi giovani, il problema sono i ragazzi molto più grandi / adulti che credono di sapere tutto e avere la verità in tasca. Con le suddette persone il confronto è molto rischioso perchè si va sempre a finire in litigio (normale, quando non sanno che cazzo argomentare iniziano a tirare fuori prese per il culo) tranne nel caso dei professori dove ho notato, come detto prima, un'apertura mentale maggiore.


Detto questo credo mi vedrete molto più spesso da queste parti, un saluto!
redazione
#59 redazione 2016-08-24 17:04
SPETTATORE: Citazione:
Massimo...hai chiesto al pompiere sbagliato !
I know... :-)

***

Ciao Alexeon, benvenuto sul sito. Per quel che riguarda la "chiusezza mentale" di certe persone devi farci l'abitudine. Alcune menti sono aperte al cambiamento, altre no. Per questo motivo l'umanità procede molto lentamente. Però procede...
Juggler
#60 Juggler 2016-08-24 21:08
Non so dove viva Massimo, ma io sono un Vigile del Fuoco del Comando di Modena e posso assicurarvi che tra i miei colleghi, soprattutto - come facilmente pronosticabile - tra i più "giovani", siamo pochi a credere alla versione ufficiale.

Ciò non ostante si continua ad andare avanti come facciamo tutti, ed ora ci prepariamo per le trasferte che ci aspettano a rotazione nelle nuove zone terremotate.
Al2012
#61 Al2012 2016-08-24 22:40
LA DENUNCIA DEI VIGILI DEL FUOCO, GIANCARLO CAPOCCIA: “Da quindici anni tutti i governi che si sono succeduti hanno tagliato i fondi necessari per la sicurezza dei cittadini”
leccecronaca.it/.../...

“Sicurezza e tagli nella pubblica amministrazione. Non ci può essere nessun innalzamento di livello di attenzione o risposta ad eventuali azioni terroristiche senza risorse strumentali e finanziarie. Non bastano le circolari del Viminale a rimettere in piedi la Difesa Civile dei Vigili del Fuoco dopo un decennio di tagli su tutti i fronti. Tutto quanto creato dopo l’11 settembre del 2001 in merito alla Difesa Civile, nello specifico delle misure da attuare in difesa della popolazione in caso di attacchi terroristici, è stato lentamente vanificato dai continui tagli voluti dai vari Governi che si sono succeduti d’allora fino ad oggi.

Mancano finanziamenti a 360 gradi; non si sostituiscono gli automezzi e le strumentazioni; quelli esistenti, ormai vecchi, vengono riparati in tempi lunghissimi o non vengono riparati affatto; i materiali in scadenza vengono solo parzialmente rimpiazzati determinando una continua emorragia nelle scorte; in ultimo, ma non per ordine di importanza, poniamo l’attenzione sulla formazione del personale, impossibilitato ad organizzare una formazione mirata sulla materia poiché l’amministrazione – sempre più a corto di risorse – è costretta a chiedere retraining formativi durante l’orario di lavoro o liberi dal servizio nonostante il personale in servizio ogni giorno sia talvolta appena sufficiente a garantire l’ordinaria attività di soccorso.

Come Vigili del Fuoco siamo comunque sempre pronti, nel caso se ne presentasse la necessità, a fare la nostra parte nell’ordinario come nello straordinario pur di garantire soccorso e sicurezza ai cittadini che lo stesso Stato ci ha affidato. Siamo e saremo pronti come i nostri colleghi a Parigi, a Londra, a Madrid e a New York. Siamo e saremo pronti come a Bologna, a Capaci, a Viareggio, in via D’Amelio o in via Palestro a Milano, dove 3 colleghi sono stati dilaniati in un attentato di stampo mafioso e lo siamo e saremo come nelle calamità naturali che arrivano anch’esse senza preavviso.

Siamo pronti, con la consapevolezza che la tendenza alle riduzioni di spesa nel capitolo sicurezza vada invertita, mettendo sul campo risorse finanziarie ed umane, atte a farci affrontare le nuove sfide posteci nel migliore dei modi possibile.

Facciamo dunque ancora una volta appello alle forze politiche, in questa fase di discussione della legge di stabilità finanziaria, di porre particolare riguardo alla sicurezza e al soccorso pubblico. A noi, in mancanza di questo, non resterà altrimenti che pregare Santa Barbara


°°°

Però, grazie agli F35, noi italiani ci sentiamo più protetti!! 8-)
Aigor
#62 Aigor 2016-08-25 16:07
@Alerivoli

Prima di tutto auguri per la tua vita, se ancora fosse in momenti difficili.

poi:
Citazione:

a) Un incendio "normale" trasferisce alle strutture (dopo tempi e modi precisi) temperature prossime ai 1100°
b) L'acciaio da costruzione intorno ai 500° perde circa metà della sua capacità di carico progettuale
L'Acciaio si è fuso (xoomer.virgilio.it/911_subito/studio3.jpg - fonte: xoomer.virgilio.it/911_subito/wtc7_crollato.htm) quindi altro che 1100 gradi...
charliemike
#63 charliemike 2016-08-26 08:29
Citazione aledjango:
Grazie a tutti x le risposte.... anch'io comincio sempre con : almeno sai quante torri sono crollate? Ma poi mi incazzo perché è troppo fastidioso che la gente si faccia prendere x il culo...

Io invece mi incazzo quando, dopo avere fatto la stessa domanda, MI prendono per il culo, con il solito risolino imbecille. :-x
riki1
#64 riki1 2016-08-27 20:20
Grazie, aspetto con ansia il sequel, voglio sentire le loro impressioni dopo aver visto il film.
riki1
#65 riki1 2016-08-27 20:31
Citazione Aigor:
@Alerivoli

Prima di tutto auguri per la tua vita, se ancora fosse in momenti difficili.

poi:
Citazione:

a) Un incendio "normale" trasferisce alle strutture (dopo tempi e modi precisi) temperature prossime ai 1100°
b) L'acciaio da costruzione intorno ai 500° perde circa metà della sua capacità di carico progettuale


L'Acciaio si è fuso (xoomer.virgilio.it/911_subito/studio3.jpg - fonte: xoomer.virgilio.it/911_subito/wtc7_crollato.htm) quindi altro che 1100 gradi...
....Se anche fosse, che l'acciaio si fosse fuso in uno o due punti delledificio, non giustifica l'intera demolizione istantanea fino al piano terra.
kamiokande
#66 kamiokande 2016-08-28 17:02
È vero come qualcuno ha scritto che sia il carico di snervamento che di rottura dell'acciaio A36, usato nel WTC, a 500°C siano circa il 40% piú bassi, ma i fattori di sicurezza usati in ingegneria edile di norma sono superiori a 2.5 (se ben ricordo per le twin towers era di 5), quindi anche con l'acciaio "ammorbidito" c'é del margine per sostenere i carichi strutturali. Poi visto che l'incendio era estremamente localizzato, la possibilità della struttura di scambiare calore raffreddandosi avrebbe dovuto mantenere le temperature ben sotto la temperatura di fusione. Ovviamente se l'acciaio si è fuso (e si è fuso così come ha continuato a fondere per giorni...fatto di per se uno zinzinello strano) le cose cambiano, anche se rimane impossibile che il crollo degli ultimi venti piani di un palazzo possa disintegrare i restanti 90 piani sottostanti ancora integri.
Vago
#67 Vago 2016-09-03 12:10
Non so se avete visto i video di una fatto recente: l'esplosione del razzo Falcon9 della SPACEX in rampa di lancio in Florida il 1 Settembre 2016. Qui e' uno dei tanti video che girano:
www.bbc.com/news/science-environment-37250128
Come si vede, dopo la iniziale esplosione, tutto il razzo cade in pezzi alla base della torre di lancio, bruciando l'intero suo carico di combustibile (Ossigeno liquido e RP1, ovvero kerosene altamente raffinata).
La temperatura di combustione dei RP1 e'abbondantemente superiore ai 3000 gradi centigradi.
Quello che va notato e' pur sotto il fuoco di quell'incendio immane, la torre di lancio...non fonde e non crolla.
...D'altra parte, per completezza, va notato che la temperatura di combustione anche a pressione zero di quel kerosene supera i 3000 gradi e quel kerosene e' anche del tipo usato per gli aerei....
Il Discobolo
Azrael66
#68 Azrael66 2016-09-04 20:11
NY ha un altro precedente in fatto di incendi di grattacieli; nel 1945 infatti, l'Empire State Building fu centrato da un aereo, all'impatto seguì l'inevitabile esplosione ed un incendio che durò per circa un'ora.
Il grattacielo non collassò.
La sua struttura è in acciaio:

ilpost.it/.../...

it.wikipedia.org/wiki/Empire_State_Building
mikelee
#69 mikelee 2016-09-05 10:58
Sono arrivato proprio oggi da una vacanza a New York. Ovviamente ho fatto visita al 9/11 memorial e non ho potuto fare a meno di constatare 2 cose.
1) Nella targhetta dove parla della caduta della Torre Sud è scritto (quindi lo dicono e lo scrivono loro...ho la foto come prova!) che la torre Sud è caduta in 10 secondi (quindi altro che Paolo Attivissimo che dice che è caduta in 16).
2) In 2 ore di visita, di video, di foto, di interviste, di documenti, di reperti non c'è NEANCHE un accenno, MA DICO 1, che sia 1, al collasso della torre 7! Come se il WCT7 non fosse mai caduto, e tutto il disastro si limitasse alle due torri. Come se volessero cancellare dalla memoria degli americani la caduta del 3º grattacielo. Neanche a farlo apposta mentre ero in coda per entrare al 9/11 memorial mi son messo a parlare con qualche americano mio vicino di fila e nessuno, dico nessuno ricordava la caduta del WTC7...

un saluto
redazione
#70 redazione 2016-09-05 11:47
MIKELEE: Citazione:
Neanche a farlo apposta mentre ero in coda per entrare al 9/11 memorial mi son messo a parlare con qualche americano mio vicino di fila e nessuno, dico nessuno ricordava la caduta del WTC7...
Forse non è un caso che A&E abbiano incentrato la loro campagna di Times Square sulla domanda "Quanti grattacieli sono caduti l'11 di settembre?".
gobbo
#71 gobbo 2016-09-07 21:31
Ciao a tutti,
ho appena letto su dailystar.co.uk/.../... che la Rivista "Europhysics News" ha pubblicato nel suo numero di agosto un articolo sul perché le torri non potevano crollare per il fuoco sviluppato al loro interno. L'articolo in forma di abstract è qui www.europhysicsnews.org/.../epn2016474p21.html. Lo considera una notizia importante perché la suddetta rivista è pubblicata dal European Physical Society, una organizzazione che ha come suoi membri le società nazionali di fisica 42 paesi. Nonostante che il Daily Star nel suo pezzo porta dei i punti principali del articolo originale sarebbe interessante leggerlo per intero. Se qualcuno degli iscritti è membro della Società Italiana di Fisica oppure lavora in un dipartimento di fisica potrebbe aiutarci su questa cosa.


il gobbo
elistan19
#72 elistan19 2016-09-07 22:21
Ciao Gobbo,

penso che l'articolo originale sia questo:
www.europhysicsnews.org/.../epn2016474p21.pdf
grazie per la segnalazione!
Aigor
#73 Aigor 2016-09-08 09:31
@riki1

Guarda che forse hai frainteso il senso della mia risposta...
Intendevo dire che quel giorno, all'interno delle torri, vi è stato qualcosa che ha sviluppato una temperatura che un incendio non poteva sviluppare e che ha lasciato acciaio fuso per giorni dopo il crollo.
Per non parlare delle auto semi-fuse intorno alle torri (drjudywood.com/articles/DEW/StarWarsBeam5.html).
Quindi (a mio vedere) la demolizione controllata è stata effettuata sia con esplosivi potenti (hanno ritrovato frammenti di ossa sui tetti degli edifici circostanti) che con sostanze in grado di reagire a contatto con l'acciaio fondendolo.

Solo chi non capisce come funziona la fisica può pensare che 16 piani ne distruggano 67 (torre sud) senza
1) sbriciolarsi completamente prima di arrivare al piano 50 (anche on un rapporto 1:2 si sarebbe dovuto fermare tutto al piano 30)
2) cadendo con una velocità prossima a quella di caduta libera

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO