Forum

Commenti Recenti

rss

Mentre la notizia del nostro DDL contro le "fake news" arriva persino su Russia Today, Claudio Messora presenta una analisi approfondita del testo presentato al senato, che rivela le mille insidie che si nascondono fra le sue righe. Chi decide che cosa è "esagerato o tendenzioso"? Che cosa sono gli "interessi pubblici"? Che cosa significa "fuorviare segmenti dell'opinione pubblica"?

.

 

Aggiungi Commento   

veritassaphinho
#1 veritassaphinho 2017-02-18 11:21
Come dice Messora e' un ddl preliminare, non significa che alla fine sia così .

Una iniziativa del parlamento europeo è' un consiglio ed una proposta, non significa che tutti gli stati EU e CE47 ci debbano aderire forzatamente. Solo le iniziative del consiglio europeo trovano seguito , ma solo se raggiunge la maggioranza qualificata da voto favorevole (16 paesi e la rappresentazione del 65% della popolazione residente) come minimo sindacabile

Ciò non vieta di esporre pareri personali, basta che siano indicati come pareri personali o indipendenti, senza illazioni

Anche quella della posta certificata è' utile, nel caso di doverosa rettifica il mittente legge la data di apertura della mail, perciò uno può andare all' ospedale, in ferie senza problemi. Non mettono al gabbio nessuno anche se interviene anche oltre il termine di qualche giorno e nemmeno è' automatica l' imputazione di reato ( a meno che non ci sia la serialita' , ma gestita già da leggi esistenti) in quanto come i debiti se estinti non possono essere perseguiti ( oppure possono essere emesse ipotesi di reato, ma con l' avvenuta rettifica il procedimento antecedente l' iscrizione al registro degli indagati viene archiviato, chiaramente se un giorno si , un giorno no si commettesse l' imprudenza, uno diventa seriale, non occasionale, oppure non ha seguito e quindi proscioglimento . Si viene convocati dalla polizia giudiziaria, si spiegano le motivazioni, nei giorni successivi si invia le giustificazioni ( chiaramente non 6 mesi dopo , la reazione deve sempre essere consona) , poi sarà un giudice delle indagini preliminari a decidere. Nel ddl non c'è nessuna menzione che il reato ipotizzato sia perseguibile d' ufficio, e perciò si tratta di cortesia giudiziaria

Le testate standard hanno già una regolamentazioni europea a 47 paesi, con sanzioni e provvedimenti per questo non incluse in questo ddl

Uno, due anni di condanna nessuno va in galera ( viene condannato con la condizionale al limite), se non c'è accumulo di condanne o flagranza di reato ( in questo caso fermo preventivo) ma nei reati d' opinione non viene mai fatto, a meno che non sia un pubblico ufficiale o persona di alto livello ( politico, istituzionale, etc) che può con relative leggi , che non appartengono a questo ddl , ma ad altri regolamenti già in vigore.

È' l' occasione buona che chi posta, impari bene l' italiano ( tempi, modi, etc) e la smetta con illazioni di supremazia della stupidità .

Sulla parte dell' oblio , sono d' accordo al 100%, esiste ovunque, qui invece si ama la vendetta ed il rinfacciare le cose in modo allusivo, ed è' giusto ci sia tutela.

Messora ha fatto un bel discorso, ma non fasciamoci la testa prima di romperla

E comunque una regolamentazione per la obsolescenza legislativa deve essere fatta

L' unica cosa che mi starebbe sui zibi, e che Fiano vorrà portare il stendardo della proposta, quello che voleva i carcere per chi collezionava francobolli del Terzo Reich, e del periodo del fascismo, e compararli a gadget del fascismo e nazismo
Ghilgamesh
#2 Ghilgamesh 2017-02-18 11:37
Com'era il detto? Il primo cane di regime che gracchia, ha fatto l'uovo? ^__^
redazione
#3 redazione 2017-02-18 11:40
VERITASSAPHINHO: Citazione:
Messora ha fatto un bel discorso, ma non fasciamoci la testa prima di romperla
Per fortuna che ci sei tu, Veritas. Ora mi sento più tranquillo.
veritassaphinho
#4 veritassaphinho 2017-02-18 11:57
Quell' altro detto era che il secondo raglia :-)

Mi fa piacere , di essere utile, Massimo
Ho competenze adeguate in legge. Si puoi stare tranquillo, poi se hai una assicurazione legale ed una assicurazione di responsabilità civile 10-20 euro al mese puoi dormire sonni tranquilli, paghi solo la franchigia al limite oltretutto utile er questioni tra privati, vicinato, etc. Ovviamente la parte penale non è' coperta
clausneghe
#5 clausneghe 2017-02-18 12:06
Ma questo Veritàsonio da dove diavolo sbuca? Deve essere un fancazzista di prim'ordine, dice che ha un lavoro che gli passa mamma maiala crucca ma non c'è mai sul posto di lavoro, è sempre qui a scribacchiare noiose scemenze burocratiche..
Che sia un trollino messo in campo dalla UE? Sapete che hanno squadroni di combattenti da Web a libro paga, vero?
Nel merito dell'articolo vorrei far notare come abbiano usato la faccia slavata di una modesta impiegata pubblica, come già fecero con la donna più odiata d'Italia, la Fornero che peste la colga.. :-x
La prima firmataria è quella Giuda in gonnella già fuggita dal conglomerato 5 stalle del Beppone, tale Adele Gambaro, che forse ce l'ha tanto con il web, per via che la Rete l'aveva già cacciata,anni fa, con le votazioni on line dal moVimento.

Riporto paro paro il commento che ho fatto su un altro Sito, riguardo a questa vicenda.

Ci siamo. Il Potere si toglie la maschera e comincia a combatterci sul serio. Segno che lo stiamo innervosendo. Prima ti ignorano poi ti deridono infine ti combattono ma noi vinceremo. Remember?
Questa volta usano questa faccia da femmina slavata impiegata pubblica, una nuova Fornero di nome Adele Gambaro che proviene, transfuga e traditrice, dalle cinque stalle di Grillo, per mettercelo in quel posto o almeno cercare di..
Che fare? Noi Blogger siamo sotto attacco frontale, possiamo rispondere solo con le nostre armi che sono le tastiere, ma loro hanno le armi vere appese alla cintura e se vogliono vengono a prenderci di notte a casa nostra, chi mai li fermerebbe?
In un Paese dove se c'è un moribondo per strada la gente si scansa e fa finta di non vederlo? Non contiamo sull'Italiota medio, la maggioranza netta, egli non ci difenderà, anzi se ci impiccheranno lui sarà tra la folla ad applaudire. Sappiatevelo....
veritassaphinho
#6 veritassaphinho 2017-02-18 12:12
40 ore a settimana lavoro , con 8 settimane di ferie all' anno. Dici che non trovo tempo per scrivere qualcosa anche io? e comunque nelle pause lavoro non retribuite posso anche postare

Comunque al sabato non lavoro, e nemmeno alla domenica, mai fatto un'ora di straordinario e se successo recuperate con giorni liberi
redazione
#7 redazione 2017-02-18 12:27
Basta commenti personali, grazie.
Ghilgamesh
#8 Ghilgamesh 2017-02-18 13:23
Lo so che me le cerco, ma ce riprovo:

Citazione:
Le testate standard hanno già una regolamentazioni europea a 47 paesi, con sanzioni e provvedimenti per questo non incluse in questo ddl
Quindi sai dirmi CHI ha PAGATO e COME, per le varie balle sulle armi di distruzione di massa, riportate acriticamente da TUTTI i giornali e che hanno causato la morte di MILIONI di innocenti?
E secondo te (anche se sappiamo che fatichi ad esprimere un pensiero tuo) se un blog, con questa legge, avesse scritto delle armi di distruzione di massa, sarebbe stato condannato?

Se la risposta alla prima domanda è nessuno (e lo è!) e la risposta alla seconda è SI (e lo è! Anche se non puoi dirlo!) ... ALLORA hanno fatto un ddl del cazzo, che punisce alcuni colpevoli minori, lasciando impuniti i veri responsabili!

p.s. Il tutto ignorando che anche per i blog ci sono GIA' le regolamentazioni in materia di diffamazione o procurato allarme, QUINDI questo ddl è solo un altro tentativo di mettere la mordacchia alla rete!
Davide71
#9 Davide71 2017-02-18 13:25
Ciao a tutti:

Mettiamola così: se facessero una legge che obbligasse i media a rettificare le balle che raccontano ben venga. Certo un DDL così, che si accontenta di 5000 euro (pochissimi per certi colossi, tantissimi per un blogger) lascia intendere ben altre intenzioni. Se anche fosse che i Russi producessero deliberatamente notizie false per condizionare il "processo democratico" vorrei proprio vedere il vigile che consegna la notifica a Putin...e in ogni caso per quel tipo di enti la minaccia di 5-10 mila euro di multa mi sembra risibile.
Anch'io spero che non passi, quantunque abbastanza raramente i blogger "producono informazione". In genere la commentano. Sono cmq. i media mainstream che "creano la notizia", e se il DDL si limitasse a punire questa pratica il rischio per Internet è trascurabile.
Quello che non è chiaro è se intendono colpire la pratica di contestare la veridicità di un'affermazione proveniente dai media ufficiali.
In tal caso spero proprio che non passi e se passasse spero che qualcuno gli faccia presente l'art. 21 della Costituzione, che al primo comma recita:

"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."

Peraltro a proposito di fake news ho trovato carine queste raccomandazioni (in Inglese):
www.facebook.com/.../10154548775681939

In sostanza:

1) controllare che il sito non "imiti" una testata giornalistica, stile phishing;
2) verificare le citazioni, specie quelle "scioccanti";
3) verificare con Google Image se le immagini sono di repertorio oppure no;
Tianos
#10 Tianos 2017-02-18 13:57
@veritas certo che hai una fede quasi messianica nel nostro caro governo non eletto, che fa guerre di pace, che cerca in ogni modo di finanziare coercitamente la propaganda di regime (canone) che mantiene tasse da prima della seconda guerra mondiale e uffici che non servono ad altro che a parcheggiare fannulloni (esempio uffici ponte di messina).
neanche nei testimoni di geova trovo tanta passione.
Dar56
#11 Dar56 2017-02-18 14:08
Secondo me le cose funzionano nel seguente modo: in una scala di valori da 01 a 10, dove 01 è la porcata minore, mentre 10 è la porcata massima possibile, certi personaggi, "yes man" stupidi e senza cervello (oltre che coscienza) presentano la porcata del momento con il valore massimo della scala di valori possibile, 10. A seguito della suddetta porcata a livello 10 della "Scala Porc", naturalmente si scatenano tutta una serie di lamentele, denunce, lotte varie e indignazioni. "E' vero, forse questa volta abbiamo osato troppo, facciamo un passo indietro", e detto ciò ecco pronta la contro proposta, una bella porcata con livello 5 della "Scala Porc". E così, sembrerà a tutti di aver vinto contro il potere, mentre invece, come sempre, avranno vinto loro.
Come la penso io (se a qualcuno interessa)? Non si può vincere contro i "pendoli" quindi è del tutto inutile combatterli (come era inutile combattere contro i mulini a vento), anzi è persino più dannoso per noi e utile per loro. L'unica via d'uscita per vincere ed estinguere i "pendoli" è ignorarli, giragli le spalle e non fornirgli più energia, nella pratica significa fare sciopero: astensionismo totale del voto, sciopero dei consumi, affrancamento totale dall'intrattenimento e l'informazione main stram ecc. ecc. chi più ne ha più ne metta.
Tutto qui, questa è semplicemente la mia idea e la mia opinione a riguardo ("e sti cazzi" lo aggiugo io)!!! :hammer:
Buon weekend a tutti.
Parsifal79
#12 Parsifal79 2017-02-18 14:26
@Dar56

Almeno cita la fonte quando fai il pappagallo di Mandarà
zlatorog
#13 zlatorog 2017-02-18 14:28
Personalmente mi auguro che questo ddl, almeno così come è scritto, finisca arrotolato nei bagni del parlamento e utilizzato per pulire i deretani dorati dei nostri politici, anche se temo non sarà così.
Se per certi aspetti una regolamentazione ci potrebbe anche stare, in effetti che esistano testate fake (ma camuffate da autentiche) che diffondono bufale in continuazione (e gli idioti che ci credono ci sono...la mia breve esperienza su feisbuk me l'ha ampiamente dimostrato), a meno che non siano palesemente satiriche, può recare quanto meno fastidio.

Ma il testo del ddl dice ben altro, a cominciare dal puntare il dito sul cosiddetto populismo.
Tale vocabolo viene spesso usato in senso dispregiativo nei confronti di tutti coloro che si oppongono al pensiero unico, al neoliberismo, alla competizione, all' euro, alla bce etc.
Mentre per il termine "democrazia" abbiamo già ben capito cosa si intende, ovvero tutti quei soggetti appena elencati, nonchè una cultura da esportare pacificamente a suon di missili.

E' ormai evidente che esistono solamente due correnti, quella della cosiddetta democrazia (ovvero il pensiero unico) e il populismo (tutto il resto).

Siccome la rete ha fatto la sua parte nei 3 eventi importanti del 2016 (Brexit, Trump e referendum costituzionale), superando di gran lunga l' informazione mainstream tutta schierata a favore della "democrazia", era prevedibile una manovra atta a riprendere nelle mani il potere sull'opinione pubblica.
Questo ddl va proprio in questa direzione, e la presenza in esso di frasi assolutamente generiche come quelle elencate da Messora credo non sia dovuta a imperizia ma ad uno scopo ben preciso, ovvero quello di rendere perseguibile chiunque.
Le leggi scritte in tale modo sono tipiche dei regimi totalitari, un esempio classico era il reato di "attività anti sovietica" in cui non era specificato alcun comportamento e quindi qualsiasi attività poteva essere fatta rientrare in questo cappello generico.
E' evidente come tale genericità disincentivi chiunque dal pubblicare alcunchè.
Se definire il falso può essere relativamente facile (ma non sempre) come si decide cosa sia tendenzioso o esagerato? O cosa possa "turbare l'opinione pubblica"? In realtà qualsiasi informazione può recare turbamento, anzi sarebbe proprio questo lo scopo dell'informazione...altrimenti è solo gossip (e c'è chi viene turbato anche da esso).
Cosa signfica "fuorviare settori dell'opinione pubblica o aventi ad oggetto campagne d'odio e campagne volte a minare il processo democratico"?
Come posso interpretare "campagne volte a minare il processo democratico, anche a fini politici"?
A me sembra molto chiaro...diventa proibita qualsiasi forma di dissenso, in quanto il dissenso può minare ciò che loro definiscono processo democratico.
L' unico dissenso che rimane consentito è quello delle testate asservite, per cui trasmissioni tipo striscia o le iene, da anni impegnate a vuotare i portacenere e proibire le bestemmie e il turpiloquio sulle navi che stanno affondando.
Oppure possiamo esprimere il nostro dissenso nei confronti dei soggetti suggeriti dai "democratici" (x es: Trump, Putin, etc.).

Molto preoccupante è anche questa frase non citata da Messora ma presente nel ddl:

"In particolar modo quando i temi trattati riguardano aspetti sensibili della società come, per
esempio, la sanità e soprattutto se le opinioni si mescolano in maniera indistinta ai fatti.
"

Tale frase esprime in modo assai chiaro le intenzioni di chi l'ha formulata, non so se avete notato ma da qualche tempo la stampa ufficiale da molto rilievo a notizie quali "rifiuta la chemioterapia e muore" (senza dare alcuna informazione su tutti coloro che crepano ugualmente pur avendola fatta...sicuramente molti di più) e tutta una serie di notizie sul ciarlatanesimo medico (ovvero tutti coloro che mettono in dubbio le terapie vaccinali, la chemio, i farmaci anti hiv etc.) e sui grandi rischi per la nostra salute derivanti da esso.
Ovviamente i guaritori ciarlatani ci sono, e fanno pure comodo in quanto grazie a essi si può tappare la bocca anche a chi svolge ricerca indipendente.
Per cui attenzione a parlare di rischi da vaccini, terapie tossiche etc...si può turbare e fuorviare l' opinione pubblica!!!

Insomma questo ddl mi sembra degno di Kim Jong Un...ed è la dimostrazione ormai palese di una dittatura in atto.
Quando si sopprime la libertà di stampa e di pensiero mi sembra non ci siano altre definizioni possibili.
veritassaphinho
#14 veritassaphinho 2017-02-18 14:32
@ghil
Sulla prima domanda, sicuramente io non ho pagato, perciò le seghe mentali lasciale da parte.
Sulla seconda , no, non sarebbe condannato se fornita la fonte o il link a cui si è' ispirato al momento della pubblicazione ( chiaro che se l' aggiungi 6 mesi dopo per pararti il deretano). Il culo te lo fanno, la buona fede esiste ancora nell' ordinamento e perciò anche di essere tratto in inganno. Ora puoi tornare a cuccia

@ tianos
Mai nessun governo è' stato eletto in Italia ( se parli di altri paesi in qualcuno si è in qualcuno no) , ma sempre nominato. Mai sentito parlare della costituzione? Magari sfogliarla prima che si ingialliscano i bordi delle pagine....... Non sarebbe una brutta idea. L' Italia è' una repubblica parlamentare, non governativa nel senso stretto, il governo governa se ha la fiducia o continua ad avere la fiducia, ed il parlamento decide
Io non difendo nessuno, visto che ogni scelta non è' mia, nessuno ha fatto il mio nome è d' altra parte non ho mai dato la disponibilità ne a ricoprire funzioni governative e neppure presidenziali e nemmeno parlamentari
Poi se si parla di parcheggiati è' pieno , non serve scomodare uffici precisi, in quasi ogni famiglia ( non nucleo familiare) ci sono baby pensionati, furbi, imboscati, frodatori, drogati,persone che non hanno onorato debiti, persone con carichi pendenti o giudicati, etc, che se dovessero utilizzare ancora i vecchi sistemi di reclutamento dei carabinieri 3-7 generazioni, trovare un carabiniere sarebbe impossibile quasi, e se applicata nel pubblico, non ci sarebbero neppure gli spazzini

Ma invece di attaccarmi , come fossi il vostro desiderio sessuale ( pare quasi stalking) perché non rispondete con le opinioni nel thread, come ho fatto io ( può essere condivisile o meno) , ma ho spiegato nel dettaglio la cosa in termini legali e legislativi visto che si tratta di un preliminare di legge, niente è' scolpito nella pietra ancora, non mi pare di aver offeso nessuno a parte il raggliatore seriale, e come reazione, non come iniziativa. Non mi permetterei mai di offendere uno leso forte , lo offenderei ad armi impari :-) e non è' da me :-)
Dar56
#15 Dar56 2017-02-18 14:34
Citazione:
Parsifal79

Almeno cita la fonte quando fai il pappagallo di Mandarà
Eh eh.....sono solo mie opinioni, che fonti dovrei citare?! Mandarà non lo ascolto più da mesi, non ho nulla contro di lui, anzi, però non aggiunge più nulla di nuovo alle cose che già conosco, quindi cammino per altri sentieri =)
Tutt'al più posso aggiungere che l'idea dei "Pendoli" non è mia ma del Sig. Vadim Zeland, il "padre" del Transurfing!!
Parsifal79
#16 Parsifal79 2017-02-18 14:50
Se non hai nulla contro di lui, perchè hai smesso di ascoltarlo da mesi? :roll:

Comunque sia, il tuo ragionamento sull'astensionismo totale è una fesseria. La stragrande maggioranza di chi vota i soliti partiti lo fa proprio perchè è felice del loro operato e non ha nessun interesse per non votarli più. Anzi, hanno paura di perdere i loro privilegi e/o la loro sicurezza economica se i loro beniamini nelle istituzioni dovessero perdere le elezioni.
Parsifal79
#17 Parsifal79 2017-02-18 14:57
Dar56Citazione:
non aggiunge più nulla di nuovo alle cose che già conosco, quindi cammino per altri sentieri
se non l'ascolti non puoi saperlo :roll:
veritassaphinho
#18 veritassaphinho 2017-02-18 14:57
Dai Parsifal , anche chi vota i tuoi beniamini stellati è' contento del loro operato oppure si basa su preconcetti rispetto agli altri. E poi l' astensionismo totale o quasi totale e la stessa cosa di votare il meno peggio in base alle preferenze individuali, il governo viene sempre nominato, mai eletto, se non ha la fiducia non governa
Nemmeno il programma di governo viene votato, ma proposto con gli intenti, altrimenti il programma di governo avrebbe un po di uno , un po dell' altro, un po di quell' altro, etc, per la maggior parte degli elettori.
redazione
#19 redazione 2017-02-18 15:04
VERITAS Citazione:
perciò le seghe mentali lasciale da parte ... Ora puoi tornare a cuccia
Sei sospeso da questa discussione. Avevo detto basta commenti personali.

***

agli altri: NON rispondete più a Veritas, visto che non può replicare.

***

E' sconfortante vedere come basti un troll qualunque a mandare in vacca metà delle discussioni.
peonia
#20 peonia 2017-02-18 15:24
Io trovo anche sconfortante che ci parliamo (vi parlate :-D ) come se i nemici fossero quà dentro..... forse è uno sfogo?
E poi, volevo aggiungere, a ben rileggere certi interventi, credo che non occorra esere necessariamente "pagati" per affermare certe cose...io conosco gente - al di sopra di ogni sospetto - che ragiona uguale.... :-o
Pyter
#21 Pyter 2017-02-18 15:44
Come Disegno Di Logge a me pare inappuntabile. Certo qua e là ci sono cose perfettibili; i due anni di carcere possono essere trasformati in 24 mesi ai domiciliari; i cinquemila euro rateizzati a 159 al mese senza interessi.
Per il resto mi limito a sottolineare dei dettagli.

Non si capisce nell'incitamento all'olio, che tipo di olio si intenda, se extra vergine di ulivo, di ricino, vaselina o di girasole. Se è di vaselina, nell'incitamento all'olio ci rientrano anche i gay? E se ci rientrano i gay, è costituzionale?

Se una legge è a livello di scuole primarie significa che sarà votata solo dal Pd? Cosa significa deviare settori dell'opinione pubica? E se sei minorenne, invece di settori saranno sevitelli?

Chi è questa Gambaro? Sul Gambaro, l'accento va sulla prima 'a' o sulla seconda? Se è del partito di Bertinotti, l'accento va sulla 'o', alla francese?

Quando dice "tutela del singolo e della collettività" devo riferirmi alla media ricavata dalla somma del singolo e del collettivo, o devo trovare prima la radice singola del singolo oppure la singola della collettività sezionata?

L'atto dell'apertura della piattaforma informatica è quando premo il tasto di accensione o è un foglio dove si firma qualcosa?
Come faccio ad accrescere la mia trasparenza pur restando rintracciabile?

L'articolo 5-2-1948n°47,di-Cui-art1com-3-bis,a, 21mar2001-n°62, è un equazione con o senza incognita?

Chi è credente e ha peccato, basta la confessione a un prete accreditato o deve lo stesso fare la rettifica?

Riguardo all'ottemperanza dell'obbligo della notifica, se hotempo ottempero ma se non hotempo come ottempero?

Per aprire un blog alternativo bisogna vaccinarsi o basta la corrente? E se sì, in quale piattaforma? La piattaforma dev'essere condivisa o moltiplicata algoritmica con punte del 10% a premio di maggioranza?

Come faccio a districare le convergenze? Se uno è in comma, e il comma è irreversibile, come fa a rettificare?

Per aspirare all'alfabetizzazione mediatica basta un abbecedario e un pallottoliere?

Se non veicolo corretta informazione tramite media online, posso passare Hi-guain e poi se la vede lui?
peonia
#22 peonia 2017-02-18 15:55
:-D meno male un po'di sarcasmo.... :hammer:
miles
#23 miles 2017-02-18 15:57
Direi più o meno "fuffa mediatica".
Nascerebbero come funghi batterie di server in Kazakistan o in Moldova, dove allocare siti, blog, e chi più ne ha ne metta.
Con un programmino che si scarica gratis dalla rete con il quale si nasconde il proprio ip, ogni volta che si vuole.
Oppure c'è thor browser che è meglio ancora.
Questa gente sa di cosa sta parlando o pensa che il web ormai sia soltanto confinato tra smartphone, twitter, facebook, dimenticando tutto il resto???
Giano
#24 Giano 2017-02-18 16:10
Come faranno -ci si chiederà- a contrastare le testate giornalistiche e le agenzie di stampa non allineate?
Niente paura! Con sprezzo del pericolo il bue darà del cornuto all' asino, perché tanto il bue non è punibile.
Oggi su IlPost.it (i cuginetti del Wahsington Post, tanto per aggiungere un po' di ilarità) dedicano l' articolo principale dell' homepage a Sputniknews; ecco il passaggio in cui si sente urlare "CORNUTO!":

"(...)Sputnik News pubblica notizie parziali e selezionate in modo da tenere fede a una precisa narrazione filorussa. In molti accusano l’organizzazione anche di costruire serialmente bufale per screditare gli avversari di Putin: se la maggioranza dei contenuti pubblicati dal sito non è inventata, sia sulla versione inglese sia su quella italiana – che spesso riprende i contenuti della prima – compaiono tuttavia notizie false o presentate in maniera disonesta.(...)"
www.ilpost.it/2017/02/18/sputnik-news-italia/
marocg
#25 marocg 2017-02-18 16:30
@Pyter
I cittadini che circolano in rete sprovvisti del certificato "fake free" sono puniti con l'annichilimento immediato e la confisca del mezzo. Satira.
Nomit
#26 Nomit 2017-02-18 17:12
PYTER: Citazione:
Per aspirare all'alfabetizzazione mediatica basta un abbecedario e un pallottoliere?
No! Occorrono anche corsi specifici da svolgersi in Toscana o nella Lombardia orientale.


Speriamo che questo disegno di legge venga stravolto e reso innocuo come accaduto per quello sul reato di negazionismo.

Chiamiamo gli stessi parlamentari di allora:

- Jake, l'Italia ha bisogno di te!
- Te lo detto: non sono più in quel giro.
- Se non vuoi farlo per me, fallo per Hailey!
- Lascia fuori Hailey da questa storia!
- Sei un cagasotto, Jake. Il parlamentare che ho conosciuto un tempo non avrebbe mai permesso che passasse un DDL del genere.
- Non parlare a me di DDL! Tu non hai idea di quello che ho visto! Tu non sai proprio un cazzo!

ok, basta
charliemike
#27 charliemike 2017-02-18 18:34
Lentamente ma inesorabilmente ci muoviamo verso la predizione di Orwell in 1984.
Citazione:
L'unica forma di pensiero ammissibile in Oceania è il Bipensiero ("Doublethink"), ispirato al materialismo dialettico leninista. Come recitano alcuni slogan del partito, “la menzogna diventa verità e passa alla storia”, “Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato”. La lingua che si parla in Oceania va trasformandosi conseguentemente in Neolingua ("Newspeak"), un nuovo linguaggio in cui sono ammessi solo termini con un significato preciso e privo di possibili sfumature eterodosse, in modo che riducendone il significato ai concetti più elementari si renda impossibile concepire un pensiero critico individuale. Con la creazione della neolingua il partito censura quindi l'utilizzo di molte parole, convogliando quelle sgradite (come ad esempio "democrazia") nell'unico termine "psicoreato": in questo modo diventa impossibile formulare, e a lungo andare anche solo pensare ad un argomento "proibito". I semplici concetti che renderebbero discutibile l'operato del Partito diventano inesprimibili. La stessa parola "psicoreato" va ben oltre il divieto di esprimersi, ma si spinge appunto a vietare anche solo di pensare in modo divergente dai dettami del governo totalitario del Grande Fratello. Le scienze umanistiche sono state modificate nel loro contenuto e scopo: i contenuti di libri, giornali, film e documenti vengono riscritti continuamente, espellendo tutto quanto non sia in linea con le idee del momento del Socing: tutti i fatti che rivelino contraddizione o fallibilità del partito vengono periodicamente e sistematicamente cancellati e sostituiti, la storia non esiste più, se non per dare ragione al Partito; ci si aspetta dai membri del Socing e dai Prolet che vi si adeguino, cancellando la memoria dei fatti indesiderati e sostituendoli coi fatti che il Partito vuole che si ricordino. Così, per esempio, se si ribaltano i fronti e l'Eurasia diventa improvvisamente alleata dopo esservi stati in guerra fino a un momento prima, nessuno deve rilevarne la contraddizione e portare memoria della precedente ostilità, per cui diverrà vero che l'Eurasia è sempre stata alleata dell'Oceania e che non vi è mai stata inimicizia tra i due stati. Tutto viene descritto come una vittoria o un miglioramento: quella che il giorno prima viene riferita come una riduzione (ad esempio di derrate alimentari), ad esempio, il giorno dopo viene riportato nei documenti come un aumento. Anche l'ultima possibilità di produrre letteratura, ossia la scrittura a mano, è stata abolita: poesie, canzoni e romanzi vengono realizzati automaticamente da complessi macchinari elettromeccanici detti versificatori, in base a schemi predefiniti; anche gli articoli di giornale che Winston "corregge" sono riscritti tramite un apparato, detto parlascrivi, in grado di produrre testo sotto dettatura. Dovunque sono presenti i cosiddetti buchi della memoria, nei quali tutti i membri del Partito sono invitati a gettare i documenti "non aggiornati", di fatto non ancora riscritti secondo la verità del momento, per avviarli teoricamente alla distruzione. Tra le tante attività vietate rientra quella di tenere un diario, perché non sarebbe aggiornabile dal governo e quindi potenzialmente pericoloso per la "verità".
it.wikipedia.org/wiki/1984_(romanzo)
m4x
#28 m4x 2017-02-18 18:44
Evito di commentare nel modo in cui vorrei perché cadrei nella provocazione desiderata da questi vermi. Dico solo una cosa: la guerra contro il libero pensiero non e' più subdola ma dichiarata ed esplicita. Facciamo i nostri conti.
kamiokande
#29 kamiokande 2017-02-18 18:52
Una volta ogni tanto un bell'articolo dal main stream

www.ilfattoquotidiano.it/.../3399493

che ci ricorda come :

La verità non può esser imposta per legge. Questo succede nei regimi autoritari. In Cina il problema lo hanno risolto, c’è solo la verità di Stato.

Preparate elmetti, fucili e cominciate a scavare le trincee...si va alla guerra.
peonia
#31 peonia 2017-02-18 19:19
BRAVO MARCIANO'! UNIAMOCI!!!!!! DICO SUL SERIO...
Dar56
#32 Dar56 2017-02-18 19:49
Citazione:
Parsifal79
Se non hai nulla contro di lui, perchè hai smesso di ascoltarlo da mesi?
se non l'ascolti non puoi saperlo
Ogni tanto passo a dare una sbirciata sul suo canale! Massima stima ma conosco già gli argomenti che tratta, mi interessa di più cercare cose nuove da imparare!!

Citazione:
Comunque sia, il tuo ragionamento sull'astensionismo totale è una fesseria. La stragrande maggioranza di chi vota i soliti partiti lo fa proprio perchè è felice del loro operato e non ha nessun interesse per non votarli più. Anzi, hanno paura di perdere i loro privilegi e/o la loro sicurezza economica se i loro beniamini nelle istituzioni dovessero perdere le elezioni.
Questo che dici è vero...tuttavia spero (e credo) che le cose un giorno possano comunque cambiare, e quando arriverà quel giorno tutto ciò non sarà più una fesseria!! :-D

Buona continuazione.
zlatorog
#33 zlatorog 2017-02-18 20:30
Marco Mori è uno dei pochi a far sopravvivere la speranza di sopravvivere :-)
Lo voglio come ministro dell' economia...ma anche come presidente del consiglio...
E non sto facendo satira...
yhwh
#34 yhwh 2017-02-18 23:09
Questa notizia è "classificabile" tra le fake?
Usa, morto lo "sceicco cieco": la mente dell'attentato alle Torri Gemelle del '93 :-D
www.repubblica.it/.../?ref=HREC1-6
Calipro
#35 Calipro 2017-02-19 00:47
Questo DDL è solo il canto del cigno. Si basa sull'assunto assolutamente farlocco che togliendo l'offerta dei siti web alternativi, gli utenti torneranno ad usufruire dei siti di (in)formazione ufficiale.
Ma non è così. Ci sono delle controindicazioni:

1) Costo politico: ormai l'usufruitore medio si è abituato a cercarsi l'informazione di qualità e non si "adatterà" facilmente verso il basso. Questa forzatura a doversi bere le panzane avrà la sua firma politica e non sarà gratis per chi l'ha proposta solo perché c'è un capo espiatorio
2) Interessi contrari americani: gli utenti che si girano le notizie lo fanno spesso nei social tipo facebook. In caso di censura per legge, gli stessi potrebbero cambiare aria in modo importante (esistono alternative a facebook, basta che diventino di moda e il gioco è fatto). E chi è abituato a spiare/profilare gli utenti non potrà più farlo come prima.
3) Perdita di controllo da parte dello Stato: lo scacciare i blogger dalla piazza (il web aperto) li porterebbe in cantina (darknet) a continuare il loro lavoro in modo anonimo, dato che la domanda di questi servizi ci sarà ancora. Col problema, però, che le persone in piazza sono spiabili e si possono controllare, mentre in cantina è più difficile.
Per come funzionano le mode, lo Stato potrebbe trovarsi, nel giro di qualche settimana, completamente al buio rispetto a ciò che fanno i cittadini on line
4) effetto booberang: la legge deve essere uguale per tutti, perciò anche se approvata a solo danno dei bloggers, poi verrebbe corretta. Per i giornali ufficiali, trovarsi di continuo in tribunale a patteggiare per le loro panzane (che altro possono fare?) potrebbe essere il loro colpo di grazia
social_observ
#36 social_observ 2017-02-19 01:45
Come al solito la sicurezza è usata per giustificare la repressione.

Fang
#37 Fang 2017-02-19 01:49
@PYTER : Per aprire un blog alternativo non importa da quale piattaforma. L’importante è fare un triplo salto mortale con avvitamento :-D
Paracelso
#38 Paracelso 2017-02-19 02:43
E scambiarci le news o le informazioni tra noi in forma personale (...) via mail attraverso un sito neutro ma a noi fratello, potrebbe funzionare in tempi di disgrazia?

Dopotutto, esistono altri sistemi per raggirare la questione, come dice @miles, anche se più scomodi ed ingiusti per la discrimina. (Thor comunque non sempre funziona e a volte ti incasina il computer...).
zlatorog
#39 zlatorog 2017-02-19 03:11
@Calipro

Tutto vero a parte il punto 4:

La legge è uguale per tutti...ma in realtà manca un pezzo, ovvero "tutti" quelli che hanno un reddito simile, conoscenze simili e sono schierati dalla stessa parte.
A prescindere dalle possibilità economiche di pagare un avvocato capace o doversi accontentarsi di un idiota o del gratuito patrocinio nonchè di tutte le opportunità offerte dalla corruzione, esistono molte altre realtà in cui la legge sfora il principio di uguaglianza.
Ad esempio le sanzioni pecuniarie (le più comuni) non tengono minimamente conto della disponibilità economica del sanzionato...5000€ (+ altrettanto se bastano di spese processuali) per un piccolo blogger possono significare la chiusura mentre per una grande testata sono un' inezia.
Per un disoccupato o uno studente squattrinato anche prendersi 100€ di multa per lo scooter parcheggiato in divieto possono significare un danno, mentre un primario con 100€ si pulisce il didietro.
Fino ad arrivare all'omicidio, reato punibile se viene commesso da uno qualsiasi, anche se la vittima è un ladro che gli entra in casa, mentre se un medico che si è attenuto ai protocolli fa crepare il paziente no. Se invece a commetterlo è un soldato in "missione di pace" oltre a non essere perseguibile è anche in aria di medaglia...
Insomma...il principio di eguaglianza è piuttosto poroso...
Chiodo
#40 Chiodo 2017-02-19 03:41
Messora è un gran blogger, mi spiace il 5stelle o meglio grillo lo abbia fulminatto. Ma chi ha seguitp il caso sa il perchè ed il percome.
Messora e Massimo: questo video è di importanza sensazionale.

Vi adoro ragazzi!
Aironeblu
#41 Aironeblu 2017-02-19 06:38
@Zlatorog
Ottimo il tuo commento, sono d'accordo soprattutto sulla contraddizione implicita nella limitazione della liberta' di espressione per la tutela del "processo democratico"...
Citazione:
A me sembra molto chiaro...diventa proibita qualsiasi forma di dissenso, in quanto il dissenso può minare ciò che loro definiscono processo democratico. L' unico dissenso che rimane consentito è quello delle testate asservite, per cui trasmissioni tipo striscia o le iene, da anni impegnate a vuotare i portacenere e proibire le bestemmie e il turpiloquio sulle navi che stanno affondando. Oppure possiamo esprimere il nostro dissenso nei confronti dei soggetti suggeriti dai "democratici" (x es: Trump, Putin, etc.).
Peccato solo che concludi infelicemente allineandoti alle fake news del mainstream:
Citazione:
Insomma questo ddl mi sembra degno di Kim Jong Un...ed è la dimostrazione ormai palese di una dittatura in atto.
Oddio!, ci fucileranno con la contraerea?!? ;-)
Parsifal79
#42 Parsifal79 2017-02-19 06:45
ParacelsoCitazione:
E scambiarci le news o le informazioni tra noi in forma personale


Forse non hai capito che non lo fanno per far cambiare idea a noi; fin quando ce la cantiamo e suoniamo tra di noi non gli diamo il minimo fastidio.
Il problema per loro è l'influenza che la rete sta avendo sempre + nell'esito delle votazioni.

Purtroppo devo constatare che molti controinformatori fanno finta di non averlo capito, pur di difendere la loro "fede". Addirittura qualcuno è arrivato ad affermare che la campagna mainstream contro il M5S è fatta apposta per far vincere il M5S, in quanto Berlusconi vinceva (secondo questi dementi) perchè i media (quelli non suoi) parlavano male di lui.
Se invece ne avessero parlato tutti bene, se ne deduce che Berlusconi non avrebbe mai vinto le elezioni. Questo è il livello di demenza a cui ci si riduce pur di salvaguardare le proprie convinzioni.
Devono giustificare a loro stessi ciò che leggono sui giornali, e allora non esitano a spacciare le peggiori puttanate per una sorta di "logica del consenso" per far vincere il M5S. Logica che ovviamente sfugge agli sciocchi creduloni che vanno a votare, ma non a loro che "hanno capito" come funziona il sistema e non si fanno + fregare!

Quando sul mainstream c'è una mezza parola buona sul M5S: è la prova che è stato già deciso che devono governare.

Quando sul mainstream ci sono quintali di merda sul M5S: è sempre la prova che è stato già deciso che devono governare (dicono "vi ricordate quando Berlusconi veniva attaccato e vinceva le elezioni.... ecco, sta succedendo la stessa cosa col M5S...")

E ci sono pure un sacco di rimbambiti che ci credono.

Sarebbe bello se questi rimbambiti mi spiegassero perchè, se è stato già deciso che deve vincere il M5S, la sentenza della consulta va proprio nella direzione opposta.
Aironeblu
#43 Aironeblu 2017-02-19 07:03
DDL Fake news - Reato di opinione - in estrema sintesi:

"Punire il dissenso dal pensiero unico nel nome della democrazia"
Una democrazia a dir poco GLOBALE... :pint:
carotene69
#44 carotene69 2017-02-19 09:24
Stanno attaccando da più fronti....l'avete vista l'intervista delle iene sulle bufale...
Intervistati Paolo Attivissimo e David Puente....una vera garanzia di serietà ed onestà !!!!
video.mediaset.it/.../...
Parlano dei propagatori di bufale veri, ma al contempo ci leggo un riaccreditamento dei debunkers !
Ghilgamesh
#45 Ghilgamesh 2017-02-19 10:46
Citazione:
La legge è uguale per tutti...ma in realtà manca un pezzo, ovvero "tutti" quelli che hanno un reddito simile, conoscenze simili e sono schierati dalla stessa parte.
Scusa Zlatorog, MA almeno formalmente, la legge E' uguale per tutti, poi hai ragione, con un buon avvocato o corrompendo la fai franca, ma formalmente la legge è sempre uguale per tutti!
Se un militare ammazza un pescatore indiano, diventa un eroe, vero, ma l'omicidio è sanzionato ANCHE per i militari.
Se un medico ammazza uno seguendo i protocolli in ospedale, la fa quasi sempre franca ... MA l'omicidio è previsto anche per loro!

Qui la cosa grave è che hanno fatto un reato per alcuni e NON per altri!

Immagina una legge: "per l'omicidio è prevista una reclusione da 12 a 25 anni ... TRANNE che per i militari, che possono uccidere chi gli pare quando gli pare!"

Dici che la gente l'avrebbe apprezzata?
ELFLACO
#46 ELFLACO 2017-02-19 12:08
Citazione:
E' sconfortante vedere come basti un troll qualunque a mandare in vacca metà delle discussioni.
Si, ma questo somiglia molto a un commento personale. Occio!
Calipro
#47 Calipro 2017-02-19 12:21
@zlatorog

Citazione:
La legge è uguale per tutti...ma in realtà manca un pezzo, ovvero "tutti" quelli che hanno un reddito simile
Credo che tu abbia frainteso il concetto di base: "La legge è uguale per tutti" significa che è la stessa per tutti, ovvero che se una cosa è reato lo è per tutti indistintemente. Dopodiché il trattamento del sistema giustizia, per quel reato, può variare molto da persona a persona. Ma questo viene dopo, a livello pratico, non a livello teorico.

A livello teorico la legge non può valere per uno e non per un altro. La famosa legge salva-previti è stato un esempio lampante di cosa bisognasse fare per liberarne uno.
Calipro
#48 Calipro 2017-02-19 12:34
Che poi non è chiaro chi sarà alla fine il responsabile in caso di pubblicazione.

Sarà responsabile il proprietario del sito? O il gestore?
Allora basta spostare il server in zona offshore, con proprietario e gestore diversi
Massimo potrebbe essere un utente comune che semplicemente firma gli articoli pubblicati.

E' responsabile l'autore dell'articolo?
Allora basta non firmare più gli articoli o mettere una firma qualsiasi.

Aspettiamoli al varco, che ci sarà da ridere.
fefochip
#49 fefochip 2017-02-19 14:04
Citazione:
Che poi non è chiaro chi sarà alla fine il responsabile in caso di pubblicazione. Sarà responsabile il proprietario del sito? O il gestore? Allora basta spostare il server in zona offshore, con proprietario e gestore diversi Massimo potrebbe essere un utente comune che semplicemente firma gli articoli pubblicati. E' responsabile l'autore dell'articolo? Allora basta non firmare più gli articoli o mettere una firma qualsiasi. Aspettiamoli al varco, che ci sarà da ridere.
sicuramente ci sarà modo di dare battaglia ma diffondere fake news riguarderà anche fb che facilmente avrà account con dati reali e quindi perseguibili a prescindere da dove starà il server.

l'anonimato è sempre una enorme garanzia di libertà, nel bene e nel male.

in ogni caso questa proposta mostra (come disse giordano bruno) piu che altro la paura che hanno i poteri forti della voce del popolo.

a mio avviso è proprio uno gettare la maschera perche i giornali che sono la voce del padrone non sono toccati che arriva a contraddire il principio della legge uguale per tutti anche dal punto di vista teorico

se la fanno letteralmente sotto, loro lo sanno molto bene , chi ne ha meno coscienza di questo momento forse siamo proprio noi.
Ghilgamesh
#50 Ghilgamesh 2017-02-19 14:49
Citazione:
sicuramente ci sarà modo di dare battaglia ma diffondere fake news riguarderà anche fb che facilmente avrà account con dati reali e quindi perseguibili a prescindere da dove starà il server.

l'anonimato è sempre una enorme garanzia di libertà, nel bene e nel male.
A titolo informativo, a me quelli di fb mi chiesero i documenti perchè non credevano il mio nome fosse vero ... e come nel caso degli ad sense di byb, non era prevista replica!
O inviavo i documenti o non mi sbloccavano il profilo.
Ovviamente io me ne son sbattuto (intendiamoci, il nome non era vero, ma era il mio nome "d'arte" ... voglio vedere se quegli stronzi hanno chiesto i documenti a "prince"! ^__^) ma praticamente tutti quelli su fb direi di no ... quindi anche l'anonimato in rete è più un mito che una realtà.
fefochip
#51 fefochip 2017-02-19 15:09
Citazione:
quindi anche l'anonimato in rete è più un mito che una realtà.
non è esattamente cosi.
per la cia certamente sanno tutto o hanno modo di saperlo, in fondo internet nasce da arpanet una rete militare americana.(snowden poi ce lo dice chiaro e tondo)
per la procura della repubblica non credo che quei 4 cazzari riescano a capire chi sono se prendo certe misure di sicurezza.
con ogni certezza invece il primo stronzo che passa invece non sa chi sono se non glielo dico io

insomma livelli diversi che non si possono mischiare perche hanno fini e obiettivi differenti
zlatorog
#52 zlatorog 2017-02-19 15:47
@Aironeblu

Quella su Kim Jong era solo una battuta, infatti sono convinto che non sia così kattivo come ce lo dipingono visto che il popolo lo adora (d'altronde c'è piena occupazione, niente tasse, welfare per tutti etc.). Certo è innegabile un certo culto della personalità e cmq un regime autocratico, d'altronde va tenuto presente che gli asiatici sono collettivisti per cui queste cose le apprezzano. La citazione era cmq riferita al fatto che fra le varie accuse che vengono mosse dai media ai danni della CdN viene spesso citata anche quella sulla censura di internet...se passa questo ddl sarei curioso di leggere ancora critiche sulla censura nordcoreana o cinese...

@Calipro

La legge in teoria è uguale per tutti, certo questo è vero, ma non tutti sono uguali di fronte alla legge. Anche se sulla carta sarebbe così in realtà il vizio è già presente nella formulazione in quanto non viene tenuta in considerazione la differenza di status economico fra le persone. Come già scritto una semplice sanzione pecuniaria, "uguale per tutti" in realtà produce effetti molto diversi se a subirla è un poveraccio o un paperone. E' evidente che un ricco se ne può infischiare di infrangere diverse leggi e normative, in quanto dispone dei mezzi per poter pagare le sanzioni senza rilevanti conseguenze nella sua vita. Una grossa multa per un poveraccio può significare perdere tutto e addirittura arrivare al suicidio, la stessa per un facoltoso può essere soltanto una piccola differenza di numeri sul suo estratto conto che neppure nota.
In questo intendo dire che la legge non è uguale per tutti, lo sarebbe se fossimo tutti uguali ma visto che non lo siamo tale principio vacilla.

Nel caso di questo ddl non esiste neppure sulla carta una presunzione di uguaglianza, visto che alcuni soggetti (le testate giornalistiche) ne sono immuni. Fra l'altro quelli che per potere di diffusione sarebbero a maggior ragione tenuti a pubblicare il vero!!!
Certo che questo ddl sia in forte odore di incostituzionalità...
Ghilgamesh
#53 Ghilgamesh 2017-02-19 16:33
@Fefo

Io parlavo di facebook, SE sei li sopra, hanno il tuo nome e il tuo indirizzo!
E se non sbaglio fb ha più di un miliardo di iscritti.

E se la procura gli dice "dacci i nomi o ti chiudiamo!", fb non ci mette mica tanto a darglieli!

Non parlavo di te o di me ... parlavo dell'anonimato in generale, io e te possiamo pure prendere precauzioni (per quanto anche tor non sia esente da rischi) ma la stragrande maggioranza delle persone no.
Canguro
#54 Canguro 2017-02-19 16:54
Ghilgamesh
#55 Ghilgamesh 2017-02-19 17:25
Che fai Canguro, sfotti?!
Ti dico che m'han buttato fuori da fb e posti un video che si può vedere solo con l'account?
^__^
Anteater
#56 Anteater 2017-02-19 17:58
Grave incidente alla centrale nucleare di Krško in Slovenia, a soli 100 km dal confine Italiano. Ma i Tg non ci dicono niente…
terrarealtime.blogspot.ch/.../...

Un particolare ed insidioso tipo di bufala è la clickbait: un titolone sparato legato ad un testo del tutto inattinente e, se talvolta parzialmente vero, il più delle volte basato su avvenimenti cuciti a stento al titolone ed artatamente reinterpretati per creare una vera e propria bufala.
bufale.net/.../...

Questo è un'esempio di allarmismo gratuito...potevo pubblicarla nel thead di Fukushima, ma è ciò che mette nella condizione di sentirsi nella ragione di criticare le "bufale"....

Multare è una schifezza...ci dovrebbe essere una discussione in merito all'attendibilità ...ma la mole di lavoro sarebbe impraticabilmente proibitiva...

Per pubblicare un commento sul sito di Messora, il testo deve prima esser vagliato e non è detto che te lo pubblica...è un filtro...insomma bisogna prendere un "appuntamento" per esser ricevuti...
Mah, rispetto a LC, ha più diritto Redazione di reclamare per la libertà di espressione...che chi mette i gorilla per entrare nel locale...

Slobbysta
Calipro
#57 Calipro 2017-02-19 17:59
@fefochip
Citazione:
sicuramente ci sarà modo di dare battaglia ma diffondere fake news riguarderà anche fb che facilmente avrà account con dati reali e quindi perseguibili a prescindere da dove starà il server.
E qui arriverà la goduria che farà probabilmente fare loro il dietrofront.

1) ad essere immuni a questo meccanismo sono solo i giornali, NON chi riporta i panzana-link alle panzana-notizie.
Ovvero per i fan di Attivissimo non c'è alcuna copertura: quando diffonderanno le notizie-panzana rischieranno grosso. Loro in prima persona.
Paradossalmente, invece, i link postabili a viso aperto con una certa sicurezza saranno proprio quelli dei blogger che hanno l'abitudine di verificare i fatti.

2) al primo disoccupato rovinato per un link ad una cosa vera, ci sarà una grande attenzione sul tema e quel link lo verranno a conoscere tutti. Con relative conseguenze non indifferenti per i politicanti censori.

Alla fine avremo:
-link sui social non anonimi (facebook) solo di qualità e verificate
-grande indignazione popolare alla prima vittima sboldriniana
-figure di palta a ripetizione dei giornali nei tribunali
-debunkers con la museruola (non sono giornali e quindi saranno responsabili per le panzane diffuse)
-facebook pian piano sostituito con qualcos'altro, con relativa fine dello spionaggio e della profilazione di massa
-spostamento di voti verso chi è contrario alla censura (potrebbe essere un argomento da campagna elettorale non indifferente)
-per i bloggers ampia pubblicità, pur avendo comunque la possibilità di continuare l'attività (fatta la legge trovato l'inganno)

E vi lamentate?
Ghilgamesh
#58 Ghilgamesh 2017-02-19 18:10
Calipro ... se come sembra vogliono istituire il "ministero della verità", come sarai del blogger censurato?
Visto che tutti quelli che riporteranno poi l'articolo verranno a loro volta censurati ... e spaventati dal rischio di dover pagare 5000 euro o andare in galera.

Tra l'altro avresti ragione riguardo al rischio autogol, SE si andasse in tribunale dove qualcuno imparziale verifica i fatti ... MA se fanno una commissione con dentro Cialtronissimo, diventa dura che si blocchi da solo le sue bufale!

L'idea che hanno è semplicemente di bollare quello che vogliono come bufala, colpirne qualcuno per educarne qualche migliaio ... e continuare a raccontare le loro puttanate.
Valdez
#59 Valdez 2017-02-19 18:35
Se passa la legge non si applica alle testate giornalistiche registrate. Allora è una clausola da 007 del tipo “Licenza di sparare minchiate?” :-D
Valdez
#60 Valdez 2017-02-19 19:18
Un tempo la classica censura funzionava egregiamente quando i mezzi di comunicazione di massa erano i giornali, la radio e tv di stato, e in qualche misura anche libri e film, perché erano pochi e controllabili.

La grande diffusione di testate giornalistiche e tv ha reso più arduo il controllo della censura oltre che fuorimoda (il termine "censura" non si addice alla “democrazie" occidentali).
La conseguente diffusione della “libertà di pensiero” tradizionale (comunque circoscritta alla narrazione dei fatti “mainstream”), corrispondeva alla diffusione di potentati economici e quindi di politici di riferimento e la censura sarebbe stata imbarazzante (Chi censurava chi? E se le parti si rovesciavano?); l’importante era che non si turbasse l’ordine costituito.

Certo c’erano comunque giornalisti che “rompevano le scatole”. In questi casi invece che ricorrere alla censura, si “facevano tacere” in qualche modo. Ad esempio se l’informazione scomoda colpiva una persona o un’azienda, bastava intentare cause milionarie, tenendo il giornalista sulla graticola per qualche anno scoprendo magari alla fine che la notizia era vera.

Con la diffusione della rete, si sono parimenti diffuse tutte quelle informazioni più o meno nascoste VOLUTAMENTE dal circo “mainstream” e soprattutto si sono diffusi i commenti “indipendenti”, e spesso divergenti dal pensiero unico. Questo fenomeno è stato tollerato finché bastava dare l’etichetta di “complottista” o “bufalaro” ai soggetti.

Quando però s’è visto che l’utente poteva SCEGLIERE l’informazione più convincente, farsi un quadro più AMPIO della situazione economico-politica e soprattutto ha provato sulla propria pelle che l’informazione “vera” era solo propaganda quasi sempre a suo danno, ha detto la sua più CONSAPEVOLMENTE quelle poche volte che è stato chiamato a votare, e quel voto andava contro al potere dominante anglo-europeista.
Quindi questo potere ha delegato i suoi sottoposti a porre un rimedio, affinando il vecchio strumento della censura, trasformandolo al passo coi tempi.

Qualora questa legge venisse approvata con questi termini così contorti, ingarbugliati, di difficile comprensione ed interpretazione DUBBIA e ARBITRARIA, con evidenti anomalie (la non applicabilità ai media registrati), ed evidentemente concepita per colpire il debole (cittadino dissenziente) e tutelate il forte (mainstream), è chiaro che non verrà varata affinché FUNZIONI (perché così com’è è una “porcata”), ma sarà semplicemente un DETERRENTE per chi "canta fuori dal coro": chi privato cittadino si arrischierebbe di pagare una multa cospicua, sostenere cause lunghissime e dispendiose e infine andare in galera? Se poi il cittadino rischia, il potere con la CREAZIONE del REATO di “fake news” può “inquisirlo” a nostre spese nei tribunali (già intasati di loro), nella riedizione 2.0 delle classiche “cause milionarie”.

Se poi alla fine, dopo aver speso soldi e anni, il blogger cocciuto giunge alla fine della causa e il tribunale riconosce che ha detto il vero… Vabbè ci si mette d’accordo e si guadagnerà un trafiletto di rettifica in 20ma pagina tra le barzellette e i necrologi, oppure cinque secondi di rettifica all’edizione notturna del TG, quando ormai sarà “obliato”.

PS
Non eravamo noi democratici occidentali a celebrare l’efficacia e la provvidenzialità del ruolo dei social per l’esplosione delle cosiddette “primavere arabe”?
Allora è come al solito le “fake news” sono buone a patto che non sia l’Occidente a subirle! :hammer:
peonia
#61 peonia 2017-02-19 19:48
Io ho firmato...vedete voi che volete fare.... non solo parlare..
change.org/.../...
Adonis
#62 Adonis 2017-02-19 19:49
Fatelo finché una voce ce l'avete ancora cioè ADESSO....
Video di Claudio Messora da non perdere

youtu.be/FxWakdBiD_0
redribbon
#63 redribbon 2017-02-19 21:37
Citazione:
#13 zlatorog
Come posso interpretare "campagne volte a minare il processo democratico, anche a fini politici"?
Mi sa che vogliono impedire preventivamente questi proclami:

"CITTADINI, i nostri politici criminali muovono contro il popolo una guerra silenziosa da dopo tangentopoli,
una guerra combattuta con la sottrazione progressiva dei servizi, del benessere, della ricchezza, e, soprattutto dei diritti acquisiti con la Repubblica nata dall'esperienza storica della resistenza al nazi-fascsmo.
Molteplici sono le armi usate per impoverirci culturalmente e materialmente, allo scopo di renderci isolati, inconsapevoli ed in soggezione verso chiunque ci offra uno straccio di lavoro.
Si vuole andare verso una società materialista con pochi ricchissimi, un folto gruppo di benestanti e la restante massa di plebei che si affannano ogni giorno per qualche euro in più.
Così facendo si impedisce ogni forma di "progresso" che resta confinato al progredire della tecnica e della scienza, purchè non turbi il "sacro" mercato, ma non è accettato alcun progresso nei diritti fondamentali, e nella società in generale, assistiamo invece ad un vero e proprio regresso culturale, sociale, politico ed economico.
I nomi dei responsabili o complici fattuali di tale sciagurato progetto sono Azeglio Ciampi, Romano Prodi, Massimo D'alema... Monti, Letta, Renzi... e tutti gli altri politici in carica dal 1992 in poi che non hanno denunciato chiaramente tale situazione e non vi si sono opposti.
Abbiamo il dovere morale di "resistere" a questo progetto, di fare aprire gli occhi ai nostri connazionali anche tramite internet, indicando chiaramente i nomi dei responsabili fattuali della nostra rovina e della rovina dell'Italia,
onde ribaltare con ogni mezzo, preferibilmente legale, l'attuale situazione e sostituire la nostra classe politica venduta agli interessi di grosse banche internazionali (come JP Morgan e Goldman Sachs,) con persone agenti in nome del popolo sovrano, ispirantesi ai valori della resistenza, e rispettanti i valori fondamentali della nostra Costituzione."
Canguro
#64 Canguro 2017-02-19 22:01
Ghilgamesh

Citazione:
Che fai Canguro, sfotti?! Ti dico che m'han buttato fuori da fb e posti un video che si può vedere solo con l'account? ^__^
Hai Ragione sorry.. :perculante:
Calipro
#65 Calipro 2017-02-19 23:56
@Ghilgamesh
Citazione:
se come sembra vogliono istituire il "ministero della verità", come sarai del blogger censurato?
Perché la notizia la darà lui nel suo blog.
Sono previste multe e galera, ma non c'è l'obbligo a mantenere il segreto, che io sappia.

Non è facile istituire un nuovo ministero di questo tipo funzionante. Specie a ridosso delle elezioni con gli elettori che sono anche utenti di internet.
Trovo più probabile che utilizzino la magistratura, che ha dei meccanismi già pronti e funzionanti.

Citazione:
Visto che tutti quelli che riporteranno poi l'articolo verranno a loro volta censurati ... e spaventati dal rischio di dover pagare 5000 euro o andare in galera.
Ma non riporteranno l'articolo. Riporteranno la notizia del blogger multato. Saranno poi le persone a cercarsi l'articolo in modo anonimo e a decidere chi votare al prossimo giro, che non è così lontano.


Se saranno così stupidi da tentare la censura seriamente, si troveranno un altro 4 Dicembre sui denti. Stiamo parlando di costringere la gente a cambiare le sue abitudini per difendersi da farabutti guidati dal politicante più bugiardo della nostra storia, a ridosso delle elezioni che tutti hanno sempre bramato per liberarsi di lui: sarebbe follia elettorale.
Ghilgamesh
#66 Ghilgamesh 2017-02-20 01:43
Citazione:
Perché la notizia la darà lui nel suo blog.
Sono previste multe e galera, ma non c'è l'obbligo a mantenere il segreto, che io sappia.

Non è facile istituire un nuovo ministero di questo tipo funzionante. Specie a ridosso delle elezioni con gli elettori che sono anche utenti di internet.
Trovo più probabile che utilizzino la magistratura, che ha dei meccanismi già pronti e funzionanti.
Il problema, per come la vedo io, è il fine di questo ddl ... come dici tu, con la magistratura, che avrà pure meccanismi pronti e funzionanti, una notizia scomoda la censurano dopo 10 ANNI!
Non vogliono questo!
Con un "ministero della verità", ti danno la multa, ti chiuderanno il blog ... e poi dovrai fare il processo per evitarti un anno di galera!
Con una loro santa inquisizione ... nei loro sogni penso la vedano così, poi ovvio, spero che non passi, ma oramai non mi stupisce più nulla.

Quindi, sempre da loro sogni, se pubblichi una notizia scomoda, te la censurano, se pubblichi una denuncia della censura, te la tolgono, perchè non hanno "censurato", il "ministero della verità" ha solo stabilito che avevi scritto il falso.
E a quel punto, vista la recidività, ti chiudono il blog!

Questo servirebbe (a loro!) e censurerebbe le notizie, con la magistratura ... campa cavallo ...


@Canguro
No problem ^__^
maryam
#67 maryam 2017-02-20 17:43
Effetivamente un bell' articolo , era segnalato nel forum,non ricordo da chi.

Ddl contro false notizie, Ciccone: “Il web non ha regole? È ‘fake news’.
www.ilfattoquotidiano.it/.../3399493

scrive:
Ma già oggi le regole esistono.
Sì, sia online che offline. Ed è bene ribadirlo. La concezione di una Rete senza regole, così come dicono questi legislatori, è essa stessa una “fake news”. E quante volte abbiamo sentito politici dire che “il web è come il far west”? Bene, è un’espressione priva di fondamento.
Azrael66
#68 Azrael66 2017-02-21 06:58
Notizia interessante ed in topic, lascio il link alla fine dell'intervento.

Leggendolo apprendo che: “Tra i tanti enti inutili che sprecano denaro pubblico c’è l’indispensabile UNAR (mai più senza) ovvero L’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (antidiscriminazioni è proprio scritto così dall’ente)”

Questa organizzazione foraggia vari enti tra i quali figura l'ANDDOS (Associazione Nazionale contro le Discriminazioni da Orientamento Sessuale).

Un servizio delle iene ha scoperto che costui “organizza festini gay e trans”.

“ Durante il sopralluogo, l’inviato delle iene Filippo Roma ha parlato con molti clienti del circolo che hanno ammesso di come all’interno ci siano “dark room” per il sesso libero e soprattutto che si effettuino massaggi con “servizi extra” a pagamento. Insomma, prostituzione. “Tra i suoi cosiddetti Centri Ascolto e Antiviolenza – afferma Provita – troviamo ad esempio la sede affiliata Macholato a Napoli, che comprende i sex box e le dark room. Oppure il Circolo Bunker a Roma, presentato come “il più grande sex club di Roma”, che offre anche i “glory holes” menzionati dal “Le Iene” e una red zone sotterranea”.

“L’UNAR agisce anche come braccio armato per la censura, e la Presidenta Boldrini si è sempre sperticata di lodi per questo ente, tra parassiti ci si intende. A settembre 2015 fu Giorgia Meloni a finire attenzionata dai guardiani della morale (col Glory Hole) dell’UNAR”.

rischiocalcolato.it/.../...

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO