Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Commenti Recenti

rss

A due settimane dalle elezioni, ci ritroviamo esattamente nella situazione che molti avevano previsto: l'assoluta impossibilità matematica di formare un governo. Con una differenza però, rispetto a chi aveva furbescamente proposto questa legge: che Berlusconi e Renzi non possono fare l'inciucio, perchè insieme arrivano a malapena al 32%, ovvero la stessa percentuale ottenuta dai 5 Stelle da soli.

E' fallito quindi il piano originario di mettere da parte i 5 Stelle, formando una maggioranza "trasversale" FI-PD.

Ed ora, colmo dell'ironia, gli unici che potrebbero fare un governo sono proprio quelli che nel piano originario sarebbero stati esclusi, cioè la Lega da un lato, e gli stessi 5 Stelle dall'altro.

di Maurizio  Blondet

Da qualche tempo ho sulla scrivania l’ultimo libro di Marcello Pamio, “Vaccinazioni –  Armi chimiche contro il cervello e l’evoluzione dell’uomo” (Uno Editori, 187 pagine, 12,90 €)  e non riesco a recensirlo. Tanto enorme la massa dei dati sulle  patologie prodotto nei bambini, tanto schiacciante il capo d’accusa sui profitti oltraggiosi delle farmaceutiche, tanto odiose le prove della complicità anti-umana del governo Gentiloni-Lorenzini che  Pamio raccoglie, che uno finisce per dubitare.

Si ha un bell’aver avvertito, sulla scorta di Marco Della Luna, che la sedicente “democrazia” occidentale s’è mutata in “governo zootecnico”  di popoli che il  potere considerano ormai “superflui”.  Quando ci si trova di fronte a queste prove anti-umano dominio su masse cieche e irresponsabili (anzi “favorevoli ai vaccini”), una “recensione” non potrebbe che concludersi con un appello alla rivolta di piazza e di strada, con barricate ed armi.  Ovviamente si esita, anche perché si sa che a denunciarci alle autorità, e spararci addosso, avremmo  non il Potere, ma i nostri simili  “favorevoli ai vaccini” ossia al governo zootecnico mondiale.

Segnalazioni e commenti degli utenti sulle notizie più recenti.

[Ricorre domani l'anniversario del rapimento Moro]

"Le Br, realizzando l'impresa di via Fani, perseguivano anche lo scopo di affermare la propria egemonia su tutto lo schieramento eversivo ed erano quindi interessate a costruire per la propria organizzazione una immagine di altissima e autonoma efficienza, immagine che una presenza straniera avrebbe invece offuscato. Se ne trova conferma nella risoluzione strategica n.6, laddove orgogliosamente si afferma che «in via Fani, non c'erano misteriosi 007 venuti da chissà dove, ma avanguardie politiche tempratesi nella lotta della classe operaia e addestrate nei cortili di casa»". Dalla relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta sulla strage di via Fani, sul sequestro e l'assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia, 28 giugno 1983.

Roma, giovedì 16 marzo 1978, ore 9.02: "Un commando di terroristi, appostato in via Fani all'incrocio con via Stresa, apre il fuoco sulla scorta del presidente della Dc, on. Aldo Moro, uccidendo Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera [e] Francesco Zizzi [...]. Il commando, sterminata la scorta e prelevato Moro illeso dalla sua auto (una Fiat 130), carica l'ostaggio su una Fiat 132 blu e si dilegua"(1).

Sono una ragazza di 28 anni, mi chiamo Giorgia Scataggia e sono immunodepressa.
 
Desidero esporre la mia opinione riguardo l'obbligo vaccinale, portando la mia testimonianza di persona con seria compromissione del sistema immunitario. Pur non avendo figli la questione mi sta particolarmente a cuore, in quanto ritengo che le persone nella mia particolare condizione vengano oggi estremamente strumentalizzate per giustificare una legge che ritengo essere ingiusta. Per questo, da qualche tempo, faccio attivismo nel mio piccolo, per offrire almeno un punto di vista diverso.

Essere gravemente immunodepressi è una condizione assolutamente invalidante: ciò che per gli altri è normale, per te diventa pericoloso. Ci sono tanti, tantissimi virus, batteri, funghi che possono causare seri problemi ad una persona immunodepressa e che con le vaccinazioni non c'entrano veramente nulla. Per una persona immunodepressa, spesso, anche i propri "commensali", che normalmente non sono ostili, possono diventare pericolosi. Parliamo quindi di un handicap serio.

di Marco Cassiano

Sono un utente di Wikipedia ed un contributore da diversi anni. Mi occupo di consulenza aziendale e di cinema ed ho contribuito ad arricchire le pagine sul Geomarketing, su Federico Moccia, su altri registi e produttori, ho scritto diverse pagine di film, tra cui il mio film The Lords of Destiny (I Signori del Destino) che si trova su Internet Movie Database ed ha vinto svariati premi nel mondo, è andato in prima mondiale a New York. L’anno scorso creai la pagina e gli amministratori di Wikipedia mi hanno aiutato a scriverla bene, apportando contributi e correzioni. Fin qui tutto bene. Poche settimane fa, dopo aver già acquistato il documentario “La Nuova Pearl Harbour” che ho apprezzato per l’assoluta correttezza di Massimo Mazzucco nel presentare i temi a favore o contro, ho deciso di comprare anche il documentario sull’allunaggio e l’ho guardato per ben due volte. Essendo a dir poco strabiliante la quantità di prove a favore della tesi in cui si sospetta che questo allunaggio ed i successivi abbiano dei lati oscuri non da poco, mi sono preso la briga di controllare come su Wikipedia si parlasse di Massimo Mazzucco, Paolo Attivissimo ed i relativi temi dell’allunaggio e dell’11 settembre.

Notando una certa faziosità e l’uso di termini inadeguati, fattispecie per altro riportata anche da altri commentatori di Wikipedia, mi sono permesso di apportare alcune correzioni al testo che qui cito:

Proprio nel giorno in cui scade il termine per i genitori per presentare la documentazione vaccinale dei propri figli, compare sulla rete una notizia che sembra avere dal clamoroso: "Eliminato l'obbligo vaccinale negli Stati Uniti."

"Il presidente Trump - dice l'articolo - ha creato una nuova divisione all'interno dell'ufficio dei servizi sanitari e umani per i diritti civili, con il preciso scopo di eliminare le vaccinazioni obbligatorie in tutto il paese e garantire ai cittadini il diritto di scegliere la propria assistenza sanitaria".

Se però andiamo a guardare la notizia sui media mainstream (qui ad esempio un articolo di ABC News) scopriamo che le cose stanno molto diversamente.

di Lorenzo Merlo

Populismo ha un sinonimo. È superficialità.

Ma ha anche una biografia, e questa è tutt’altro che superficiale, tutt’altro che priva di dignità, almeno pari a quella che chiediamo per noi stessi. Ed è qui che vale la pena di soffermarsi, affinché coloro che tacciano di populismo chi la pensa diversamente, possano trovare le loro responsabilità dell’attuale stato delle cose.

Tutto il mondo in quattro punti.

L’operoso provincialismo urbano e l’ingenuità rurale, nel dopoguerra italiano si mescolarono in una umana ricetta di solidarietà che solo a pensarci ci si commuove. Quasi fossero consapevoli che l’individualismo riduce l’amore. Con la pietanza del boom economico tutti si riempirono la pancia (senza troppi secondi sensi). I pastori sardi lavoravano in Fiat, le bambine siciliane andavano finalmente a scuola. Le donne lottavano. Gli studenti, con una chimica impossibile, fecero molecola con gli operai. Questi risalirono la corrente per arrivare all’origine di come stanno le cose e riuscirono a farsi riconoscere almeno una parte di dignità.

1 - Invece di domani pomeriggio, luogocomune on air andrà in onda su colorsradio oggi alle 12.00. Qui il podcast.

***

2 - Firenze - Venerdì 9 marzo - Simposio Nazionale sulla Medical Cannabis

Partecipano il dott. Raphael Mechoulam (scopritore degli endocannabinoidi), Massimo Mazzucco, Carlo Privitera, Massimo Nabissi, e molti altri. Qui il programma completo

***

3 - Mi arriva questo messaggio da Facebook: ve lo giro, senza poterne verificare la fonte.

Vi invito ad andare su www.leggidaabolire.it ed inserire come legge da abolire la 119/2017 cioè la legge del decreto Lorenzin. Se la legge sui vaccini sarà la più votata, Di Maio, che ha voluto questo sondaggio, dovrà adeguarsi a questa richiesta dei cittadini e dire ufficialmente che la 119/2017 sarà la prima legge che aboliranno se governeranno questo paese!!! VOTATE TUTTI ANCHE CHI NON VOTA 5 STELLE, MA È CONTRO QUESTA LEGGE!!! E poi invitate i vostri amici freevax a fare altrettanto!!!

Questo thread è chiuso. Per un paio di giorni non ci saranno altri articoli.

***

1 - La vittoria 5 stelle

La svolta "democristiana" e tranquillizzatrice dei 5 stelle - almeno in termini di numeri - ha pagato. Dopo aver fluttuato per un paio di anni fra il 26 e il 28%, alla campanella dell'ultimo giro i 5 stelle hanno allungato il passo, e sono arrivati a sfiorare il 32 per cento. E si capisce dall'espressione di Grillo e di Di Maio che di più non era umanamente possibile, nella situazione odierna. Oltre alla svolta tranquillizzatrice, ha contribuito certamente anche il fatto di aver presentato il potenziale governo prima delle elezioni: questa "chiarezza di intenti", contrapposta alla fumosità di alleanze poco chiare o addirittura trasversali, ha sicuramente convinto una parte degli indecisi ad appoggiare i 5 stelle.

Ora restano da vedere due cose: che questo successo non si trasformi nella classica vittoria di Pirro - nel senso che i 5 stelle non riescano comunque a formare governi di alcun tipo, restando condannati in eterno all'opposizione - e che l'aver tradito alcuni dei propri ideali fondanti non segni di fatto l'inizio di una "normalizzazione" che li porti veramente a diventare, entro poco tempo, "un partito come tutti gli altri". (Poco ce ne facciamo di un movimento che non voglia realmente affrontare di petto i principali problemi del paese, cioè mafia, clientelismo e corruzione).

Mi ha colpito molto la morte di Gillo Dorfles. Primo, perchè non sapevo che fosse ancora vivo. Secondo, perchè il suo nome mi ha portato a ricordare i miei primi passi verso l'apprezzamento della cultura in senso lato. Fu infatti leggendo il suo libro "Kitsch, antologia del cattivo gusto" - che ancora oggi conservo gelosamente - che cominciai ad aprire gli occhi verso un approccio critico del mondo reale. Mentre iniziavo ad apprezzare la differenza fra "artisticità" e "artefatto" - spiegata da Dorfles in modo magistrale - si introduceva il me il concetto di analisi strutturale, materia per me ignota fino a quel momento.

Poi vennero i libri di Roland Barthes, che con "La camera chiara" e "L'impero dei segni" mi insegnava a "leggere" le immagini ben al di là del loro contenuto plastico e formale.

Poi c'era Jaques Monod, che con "Il caso e la necessità" metteva in discussione le origini naturalistiche della specie umana.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO