Revisionismo nella storia

Di più
15/04/2016 16:20 #3785 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Nel diciasettesimo secolo il Patriarca della Chiesa ortodossa russa Nikon iniziò a stilare una vasta serie di riforme nella liturgia e nella teologia russe. Tali riforme avevano lo scopo di far tornare la Chiesa russa in aderenza coi precetti delle altre Chiese dell'Europa orientale.

Un sacerdote di nome Avvakum si oppose a tali riforme e a causa di ciò venne ripetutamente imprigionato e infine fu ucciso sul rogo. L'autobiografia di Avvakum fu una pietra miliare della letteratura russa.

it.wikipedia.org/wiki/Raskol
it.wikipedia.org/wiki/Avvakum


Dal forum Supernovum.ru:

La Chiesa ortodossa ha avuto molti conflitti su questioni dottrinali, ma uno dei più noti fu il conflitto col prete Avvakum. Uno dei temi chiave di questo conflitto fu l'introduzione della triplice ripetizione della parola hallelujiah, mentre il testardo Avvakum insisteva sulla ripetizione duplice.

La Chiesa cattolica ha avuto molti conflitti su questioni dottrinali, ma uno dei più noti fu il conflitto con Galileo Galilei.

Galileo Galilei = Hallelujah Hallelujah

translate.googleusercontent.com/translat...tHN-ul7WrQj2-Xa8eCRw

Di più
15/04/2016 16:56 #3786 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
altra cosa da considerare: quanto era possibile abitare ed attraversare certe zone prima dell'invenzione del ddt? translate.googleusercontent.com/translat...z2SBA_0Ny0tMipr_tqFw

Di più
22/04/2016 12:49 #3902 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Fomenko ha ipotizzato che gli antichi fenici fossero in realtà i veneziani. Oltre per i nomi quasi uguali (fenicia, venezia, venigia...), per via del ruolo di potenza marittima e della lavorazione del vetro.

Questo sarebbe stato il territorio occupato dai fenici


e questi i territori occupati dai veneziani nel corso dei secoli



Una città fenicia, Cartagine, durante la seconda guerra punica contro Roma, invase l'Italia con un esercito dotato di elefanti.

Anche Pirro, re dell'Epiro, in guerra contro Roma invase l'Italia con un esercito dotato di elefanti.

Le guerre puniche cominciarono con un'alleanza tra Cartagine e Siracusa. Le guerre pirriche cominciarono per un'alleanza tra l'Epiro e Taranto.

Posizione delle coppie Cartagine- Siracusa / antico Epiro – Taranto.



A Cartagine, prima della fondazione di Roma, avrebbe governato la famosissima Didone. Nell'Epiro sorgeva la città di Dodona, dove si trovava il secondo oracolo per importanza, dopo quello di Delfi, dedicato alla dea Dione.


Quindi per me Cartagine era in realtà l'Epiro.

Di più
28/04/2016 14:01 - 28/04/2016 14:28 #3987 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Se la Fenicia era in realtà Venezia, Israele poteva essere l'ISTRIA.

-

e curiosamente la penisola di Istria assomiglia alla penisola del Sinai
Ultima Modifica 28/04/2016 14:28 da Nomit.

Di più
28/04/2016 15:26 - 28/04/2016 16:02 #3989 da Franco893
Risposta da Franco893 al topic Revisionismo nella storia

Dove sono le prove archeologiche della battaglia di Canne? E del Trasimeno? E delle altre battaglie di Annibale? E Zama?
A Canne si scontrarono due eserciti di circa 150.000 uomini. Mica quisquilie.
Uno scheletro? Un elmo? una corazza? Succedeva come nel west dove le squaw dei pellerossa passavano per depredare i caduti? Li portavano via per la donazione degli organi? Li bruciavano? Secondo Polibio e Tito Livio parliamo dai 46.000 ai 70.000 romani morti e 15.000 almeno cartaginesi. Più i cavalli e gli elefanti.
Abbiamo scheletri di uomini vissuti 400.000 anni fa e non abbiamo uno scheletro di uno morto in battaglia 1500 anni fa.


Pensa che a Treblinka dovrebbero esserci i resti di 900,000 persone invece...
E le autorità "religiose" non vogliono che si scavi...per "proteggere la memoria dei morti"
E pensa che a Norimberga è bastato UN testimone "oculare" per validare ⅓ di "quel fatto lì", una persona per 1,5 milioni, e per validare altre chicche come i capelli usati per "Costruire materassi per le donne tedesche".
E mi fermo qui perchè so che l'argomento è "blindato" sul sito.

:goof:

Niente di strano che uno si faccia domande su periodi storici le cui fondamenta si basano sugli scritti di pochi storici dalle notizie biografiche incerte e a volte inesistenti.


Immagina il più grande studioso di "quel fatto lì", che ha scritto IL libro su "quel fatto lì", testo tutt'ora usato nelle università di tutto il mondo, usare come fonte-i, ripetutamente in ogni capitolo delle oltre 1,200 pagine del libro, racconti che letti oggi, neanche con l'occhio "complottista" ma con quello di una persona sana di mente, potrebbero essere messi a confronto con le avventure di Paperoga.

www.iupress.indiana.edu/product_info.php?products_id=181507
under the code name Operation Reinhard, more than one-and-a-half million Jews were gassed in the concentration camps of Belzec, Sobibor, and Treblinka, located in Nazi-occupied Poland

e

archive.org/details/AYearInTreblinka
By an inmate who escaped tells the day-to-day facts of one year of his torturous experience.
Ultima Modifica 28/04/2016 16:02 da Franco893. Motivo: aggiunto link, errori

Di più
28/04/2016 17:14 - 28/04/2016 17:26 #3992 da Franco893
Ultima Modifica 28/04/2016 17:26 da Franco893.

Di più
28/04/2016 17:37 - 28/04/2016 17:38 #3995 da Franco893
Ultima Modifica 28/04/2016 17:38 da Franco893.

Di più
28/04/2016 21:09 #3996 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
in totale 30 milioni in circa 40 anni... la popolazione italiana nel 1900


ma a proposito di ebrei

Se scambiamo la b con la v, come succede per esempio nella parola "ivrit" (lingua ebraica), otteniamo "evrei". Ma evrei in latino potrebbe essere letto eurèi... quindi l'Europa potrebbe essere stata la terra degli ebrei! In molte zone dell'Europa occidentale, tra uvulari, aspirate e fricative, le parlate lo ricordano, l'ebraico...

Di più
04/05/2016 11:48 #4085 da Mrexani
Risposta da Mrexani al topic Revisionismo nella storia
La butta lì, senza aggiungere altro...

''Qualora esista un marcato segno distintivo del mondo
presocratico, sempre che esso non rappresenti una semplice invenzione
di moderni compilatori, come peraltro alcuni aspetti sembrano
suggerire (...)
'' [Peter Sloterdijk - Devi cambiare la tua vita]

Di più
04/05/2016 12:34 - 04/05/2016 12:35 #4086 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia

Mrexani ha scritto: [Peter Sloterdijk

ma quello è Sir Leepton Hais Tee! https://www.youtube.com/watch?v=JtUbXJBYpB4
Ultima Modifica 04/05/2016 12:35 da Nomit.

Di più
04/05/2016 13:40 #4087 da Mrexani
Risposta da Mrexani al topic Revisionismo nella storia
Cazzo, è vero...sono uguali :laugh:

Di più
04/05/2016 16:33 #4092 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
C'è un sito particolare che non ho mai linkato che si occupa di una specie di revisionismo "geografico". L'autore sostiene che

- gli eventi e i popoli dell'antichità siano da collocare in Europa e soprattutto in Italia
- la lingua fenicio-ebraica fosse diffusa come lingua internazionale e costituisca la base delle altre
- molte parole si siano formate per via del cambio di consonanti dovuto a diversi ordinamenti dell'alfabeto
- molti miti dell'antichità, tra cui alcuni passi della genesi, si riferiscano a nozioni geografiche
- i patriarchi biblici rappresentassero i fiumi europei

è molto poco comprensibile, partite dai post in fondo www.cairomontenotte.com/abramo/

Di più
16/05/2016 13:16 - 16/05/2016 13:17 #4365 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Perché la Bibbia dice che Eva fu creata da una costola di Adamo? Non vi sembra una stronzata? Forse perché hanno interpretato male raffigurazioni simili a questa: api.art.rmngp.fr/v1/images/17/475821/l?t=z7Ov15w4tC8c6rFvP0OhfQ
Eva non usciva dal corpo di Adamo, era solo stesa tra le sue braccia!
Ultima Modifica 16/05/2016 13:17 da Nomit.

Di più
16/05/2016 17:17 #4368 da Franco893
Risposta da Franco893 al topic Revisionismo nella storia

Nomit ha scritto: Perché la Bibbia dice che Eva fu creata da una costola di Adamo? Non vi sembra una stronzata? Forse perché hanno interpretato male raffigurazioni simili a questa: api.art.rmngp.fr/v1/images/17/475821/l?t=z7Ov15w4tC8c6rFvP0OhfQ
Eva non usciva dal corpo di Adamo, era solo stesa tra le sue braccia!


Non è che sembra una stronzata..
Ma come si fa a prendere la bibbia anche lontamente per un testo che abbia una qualche valenza storica? Quel testo è una raccolta di puttanate calibro 9, scritto da barbari per soggiogare altri barbari, testo fondamento della più prolifica organizzazione paramilitare della storia, che prima distruggeva e dopo costruiva altari e "chiese" dove i nostri Padri veneravano il sole. Che ha praticato la tortura, la "rieducazione", che ha coperto e rifocillato i pedofili le pecorelle smarrite, armato criminali e benedetto tiranni.
Sembra la storia della CIA.

Non dico che tu ci credi eh, dicevo così per dire..

Di più
16/05/2016 19:46 - 16/05/2016 19:49 #4379 da Calvero
Risposta da Calvero al topic Revisionismo nella storia

Perché la Bibbia dice che Eva fu creata da una costola di Adamo?


Allora, è successo così.

Quando Dio creò Adamo, dopo un po', a un certo punto, Adamo andò da Dio e ...

- Ma Signore!
- Dimmi Adamo, cos'è che ti turba?
- Ok, va bene, mi piace qui, caspita, guarda che bello! ruscelli, gli animali, e questi fiori? ... bellissimi! però ecco...
- Cosa, Adamo? parla, ti ascolto.
- Ecco Signore, cioè, voglio dire, io qui, ok, che paradiso! e poi questi tramonti! ... e le albe? oh.. mioddio, ma..
- ... ma - cosa? Adamo, parla figliolo, non temere. Se non mi dici cosa ti turba, come posso aiutarti?
- Ecco, ... però vorrei avere la mia controparte, mi capisci? non so come dirti, me lo sento nelle ossa..
- Spiegati Adamo, non temere il tuo Signore; chiedimi e poi vediamo cosa si può fare ...
- Ecco: la donna! la mia compagna, voglio unirmi a lei, amarla, cosa devo fare per averne una?
- Dipende. Come la vuoi?
- Beh, ecco: la voglio bella, intelligente, fedele, aggraziata, dinamica, amante appassionata, e sincera.
- Ok Adamo, allora ti costerà un rene, un polmone, due dita per mano, e un occhio.
- E per una costola?

[Misti mi morr Z - 283] Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno.
Ultima Modifica 16/05/2016 19:49 da Calvero.

Di più
25/05/2016 16:43 #4518 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia

Calvero ha scritto: Allora, è successo così.

Quando Dio creò Adamo, dopo un po', a un certo punto, Adamo andò da Dio e ...

è colpa tua se su questo forum non ci sono ragazze.

Piuttosto, siuramente sarà già stato notato da qualcuno, ma non trovo niente in rete, per cui lo scrivo.

La tradizione racconta che Gesù nacque il 25 dicembre e venne omaggiato da tre re magi che gli portarono dei doni (regali = doni del re).
Tradizionalmente in Europa durante le festività invernali dedicate a Gesù compaiono due figure che portano doni ai bambini: Babbo Natale e la Befana. Ma in alcune città e province italiane (Cremona, Crema, Bergamo, Brescia, Verona e altre) ce n'è una terza: Santa Lucia, il 13 dicembre.
Si crede che sia una donna esistita realmente, ma il fatto che si chiami Lucia (da "luce") e che la tradizione la vuole cieca mi fa pensare che in realtà essa sia solo un simbolo, perché il 13 dicembre è il giorno in cui il sole tramonta prima.
Uno dei tre re magi si chiamava Melchiorre, leggo su wikipedia che:

- Si basa sulle radici semitiche melekh (o melk, "re", da cui anche Malco) e or ("luce")[2][3], e significa quindi "re della luce"[3] oppure "il mio re è luce" -

Quindi i tre re magi sono Santa Lucia, Babbo Natale e la Befana, tre re che portano i regali ai bambini. In effetti in Spagna i doni del 6 gennaio li portano loro.

13 dicembre + 12 giorni = 25 dicembre, + 12 giorni = 6 gennaio

Secondo me questo è un indizio a favore dell'ipotesi che i testi evangelici che leggiamo oggi siano più recenti di quello che si pensa, sucessivi all'iconografia dei tre re magi; cioè, le tre festività che portano doni ai bambini hanno condotto all'iconografia dei tre re magi che portano oro incenso e mirra a Cristo e successivamente questa immagine è finita nel vangelo.

Di più
26/05/2016 01:27 - 26/05/2016 01:28 #4521 da Franco893
Risposta da Franco893 al topic Revisionismo nella storia
Provo io a metterla facile, taaaanto tempo fa ( cit. ma quanto tempo fa?boh boh ) un gruppo di barbari mezzo evoluti si inventa di sana pianta l'albero della cuccagna..
e si assicurarono troni, ricchezze, regni e mignotte per un fottìo di tempo*
Ancora oggi, l'errore di "gesù" ( DELEGARE la fondazione della chiesa al suo discepolo ), lo paghiamo tutti, non credenti e credenti, in forma di mazzette donazioni e otti per mille, lo pagano i nuovi malati di AIDS "quelli che" il papa disse loro che usare il preservativo era peccato, perchè bisogna trombare solo per procreare ( e SFIDO chiunque, anche i "preti" che postano sul sito, ad ammettere la verginità fino al matrimonio ), lo pagano tutti quelli che stanno aspettando una casa del Comune da SECOLI perchè il patrimonio immobiliare di 'ste zecche ammonta a cifra astronomiche. Si levassero dai coglioni tutti, il loro dio in testa, farebbero un grande favore a tutto il mondo.
Anzi, ripeto quanto scritto in home, senza la religione avremmo avuto internet nel 1600
Ultima Modifica 26/05/2016 01:28 da Franco893.

Di più
26/05/2016 01:31 #4522 da Franco893
Risposta da Franco893 al topic Revisionismo nella storia
Revisionismo nella Storia

No "olocausto"?
No Israele!
Ahiahi iaia iai!

Di più
30/05/2016 17:30 - 30/05/2016 20:33 #4598 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
GOMBLODDO 1

Secondo voi perché gli italiani bestemmiano? Cosa ha spinto il primo bestemmiatore ad usare in quel modo la parola Dio e perché tutti gli altri lo hanno imitato?
Nelle lingue neolatine la parola Dio è simile alle parole che indicano il giorno ("dì" in italiano, "dia" in spagnolo, "dies" in latino). Forse un tempo la parola Dio non aveva il significato attuale, e voleva dire solo "giorno". I primi bestemmiatori si stavano solo lamentando della loro giornata.

-

GOMBLODDO 2

Nel vecchio sito Zeppelin aveva notato che il numero della bestia, 666, è l'elenco decrescente delle cifre a partire dal 500 ( DCLXVI ).
Sono venuto a conoscenza che in realtà secondo alcuni il numero sarebbe 616, non 666. Ora, Fomenko ha ipotizzato che fino a circa il 1600 le cifre 5 e 6 fossero scambiate di posto rispetto ad oggi: "6" significava 5 e "5" indicava il 6. Per cui la famosa profezia della Divina Commedia sul "cinquecento diece cinque" (515) potrebbe essere un'eco del vecchio significato della cifra "5". Allo stesso modo, il numero della bestia 666 potrebbe riferirsi all'anno 1555, l'anno della Pace di Augusta, che sancì l'obbligo per i sudditi di professare la religione dei principi.

-

GOMBLODDO 3

1 = I, Io, Ich
due = du, tu, thou, you
tre = -
vier (4) = wir, we
five = voi
sei = Sie, they

Forse nell'antichità i numeri hanno preso il posto di alcuni pronomi per facilitare la comunicazione tra le popolazioni. Il tre potrebbe mancare perché la terza persona singolare distingue più spesso tra maschile, femminile e neutro e ha quindi più di una parola. Le parole NOI, IHR (tedesco), OUR ed ESSI potrebbero essere sopravvissute a questa sostituzione.
Ultima Modifica 30/05/2016 20:33 da Nomit.

Di più
08/06/2016 10:46 - 08/06/2016 10:51 #4777 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
1480 circa, Mappa Mundi (Hanns Rust):

www.google.com/culturalinstitute/asset-v...agEOXx2l9pU2Bw?hl=en (allargare tramite il riquadrino a destra)

Vediamo che Venezia è collocata nel posto attuale, a sud di essa è disegnata quella che evidentemente è la penisola italiana, con tre toponimi: philipis, athenis ed epesis. Il Mar Adriatico ha il nome del Mediterraneo (Mittelmer). Roma è ad est e potrebbe corrispondere a Costantinopoli, come vuole Fomenko.
www.themorgan.org/collection/printed-books-and-bindings/145336#

Questa mappa collima con le ipotesi di Fomenko su due punti:
1) la posizione di Roma
2) il fatto che risalirebbe al quindicesimo secolo inoltrato, rendendo le mappe più simili alle nostre improbabili per quel periodo; come dice Fomenko il vero posto di molte mappe dei secoli quindicesimo e sedicesimo sono in realtà i secoli diciasettesimo e diciottesimo

Inoltre:

1) il fatto che l'Adriatico abbia il nome del Mediterraneo collima con l'idea della corrispondenza tra penisola italiana ed Europa intuita da questo russo supernovum.ru/forum/viewtopic.php?f=13&t=87

2) il fatto che la Grecia non sia rappresentata e che Efeso, Atene e Filippi siano apparentemente collocate in Italia potrebbe significare che la Grecia originale fosse la Magna Grecia

3) Hanns Rust sarebbe stato tedesco e la mappa si trova ad Augusta, ma l'Europa centrale e settentrionale non sono rappresentate: forse all'epoca non ci abitava nessuno? Sono più presenti le regioni africane ed asiatiche che quelle dell'Europa centrale!

4) guardate la posizione estrema dell'Inghilterra: "Engenland" potrebbe aver voluto dire "END-land"?
Ultima Modifica 08/06/2016 10:51 da Nomit.

Di più
16/09/2016 09:09 #6642 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
La città di Pisa avrebbe avuto questo nome già ai tempi dei romani, quindi 2000 anni fa:

"Etimologia incerta. Spesso lo si fa risalire all'omonima città greca dell'Elide, i cui abitanti forse fondarono la Pisa italiana dopo la Guerra di Troia. Altri storici pensano derivi dalla parola etrusca pise, che significa “foce” (cfr. in accadico pi = bocca e pise = estuario di fiume). Secondo Pino Masi deriverebbe dal latino Bisae che si riferirebbe ai gradini che salgono dal fiume. Tuttavia l'ipotesi etrusca è la più consolidata anche perché i Romani la chiamavano Pisae[/u], al plurale, che ricorda molto l'etrusco Pise"
it.wikipedia.org/wiki/Etimologia_dei_top...poluogo_di_provincia

Ma la parola "pesa" è il participio passato femminile di PENDERE e Pisa è famosa appunto per la sua torre pendente, che però sarebbe stata ultimata nella metà del '300, non migliaia di anni fa.

Quindi penso che tutte le attestazioni del toponimo "Pisa" anteriori alla costruzione della torre siano o false o retrodatate.

Di più
14/10/2016 21:14 #7107 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Riassunto delle puntate precedenti (dal topic sulla Terra piatta): Cristoforo Colombo è Cleomede, Paolo Toscanelli è Eratostene e nel medioevo si riteneva che la Terra fosse piatta.

Nuovo tassello: ho il sospetto che dietro Toscanelli-Eratostene si celi anche Talete. Per via di questi tre tratti biografici:

1) Toscanelli si chiamava anche "Dal Pozzo" e Talete è famoso per l'aneddoto della caduta nel pozzo;
2) Eratostene misurò la Terra servendosi dell'ombra proiettata da uno gnomone, Talete misurò la Piramide di Cheope servendosi dell'ombra proiettata da un'asta e si dice che le dimensioni della Piramide di Cheope siano connesse con quelle della Terra;
3) i sacerdoti egizi ricompensarono il lavoro di Talete ammettendolo nelle loro biblioteche, dove Talete consultò le opere astronomiche egizie, Toscanelli compilò la sua carta geografica dopo il ritrovamento della "Geografia" dell'astrologo egizio Tolomeo;
4) la filosofia di Talete è legata all'acqua, come il lavoro del maestro di Cleomede (Posidonio) e come l'impresa di Cristoforo Colombo

Quindi l'immagine di Eratostene che misura la Terra servendosi dell'ombra dello gnomone potrebbe essere una diversa versione dell'immagine di Talete che misura la piramide grazie all'ombra proiettata dall'asta.

Conclusioni: nel quindicesimo secolo Paolo Toscanelli calcola le dimensioni della Terra, i sacerdoti egizi lo ammettono per questo nelle loro biblioteche, qui Paolo trova l'opera di Tolomeo, a cui si ispira per compilare una carta geografica; questo lavoro attira l'attenzione di Colombo-Cleomede, che nel frattempo sta cercando di convincere gli eruditi dell'epoca che la Terra è sferica; i suoi viaggi inaugureranno l'epoca delle grandi esplorazioni geografiche, nella quale viene accettata la sfericità della Terra dopo che si riscontra che non è mai notte contemporaneamente in tutto il mondo.

Di più
16/10/2016 20:08 #7167 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Un'altro personaggio dietro a cui, secondo me, si cela Toscanelli-Eratostene-Talete fu il maestro di Cleomede Posidonio.

Il lavoro di questo filosofo si incastrerebbe perfettamente se venisse collocato appena prima dell'impresa di Cristoforo Colombo.

Posidonio:
- si reco sulle coste atantiche a studiare le maree
- scrisse sulle maree un'opera intitolate "Oceano"
- calcolò la circonferenza della Terra ottenendo un valore inferiore al reale
- i suoi calcoli furono usati da Cristoforo Colombo
- Cleomede, il divulgatore del lavoro di Eratostene, lo cita estensivamente
- venne soprannominato ATLETA (tlt, Talete)

Il nome "Posidonio" potrebbe essere collegato alla parola "pozzo", contenuta nel nome Paolo Dal Pozzo Toscanelli.

Quindi

posi-donio = dal pozzo
atleta = talete
toscan-elli = era-tostene

Di più
22/10/2016 21:10 - 22/10/2016 21:17 #7374 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
La vera identità di Gesù https://www.youtube.com/watch?v=ndYnyOOFQR8
figlio di Erode, romano ed egiziano
Ultima Modifica 22/10/2016 21:17 da Nomit.

Di più
23/10/2016 19:14 - 23/10/2016 19:15 #7379 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Tinelli vene ancora in nostro soccorso, anche per la storia https://youtu.be/8FeQsabmir0?t=1m32s

"è stato fatto tutto sulla carta" - Peter De Rosa, "Vicario di Cristo"
Ultima Modifica 23/10/2016 19:15 da Nomit.

Di più
30/10/2016 17:10 - 26/12/2016 00:16 #7460 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Mi è capitato tra le mani un vocabolario del 1879, così ho cercato la voce "Germania" ed ecco cosa ho trovato:

s29.postimg.org/6zcrio3jb/germania_1879.jpg?1

Cesco Ciapanna scriveva:

"la parola hermanos (fratelli) con cui Giacobbe si rivolge a quelli che usano il pozzo-cannone, è il ponte tra la parola Arminio (l'eroe tedesco anti-romano cui hanno fatto un enorme monumento in Germania) che in tedesco si dice Herman, e la parola Germano, che vorrebbero significasse fratello anche in italiano, ma non ha attecchito. Giacobbe incontra gli hermanos in Genesi 29, ma solo nella Bibbia spagnola.
[...]
Poi ci sono gli hermanos che Israele (ancora in veste di Giacobbe) incontra presso Labano. Herman in tedesco vuoi dire Armenio. E da Herman, pronunciandolo in tedesco, hanno fatto derivare German scrivendolo in spagnolo (la pronuncia è uguale). Così si scopre che Varo non ha perso nessuna legione in Germania perché la Germania è un invenzione di fine Ottocento e pertanto sono invenzioni anche tutte le e le crociate di cui hanno riempito la storia. La polvere da sparo ha rotto l'equilibrio, i Media fanno il resto.
Oggi non si parla più della nascita della Germania. Fino a pochi anni fa si chiamava Zollverein, ed era datata 1833. Ma siccome la Treccani ne parla a pagina 992 e dice che fu discussa la prima volta il 19 aprile eccetera, forse anche questa è una data, se non un dato, inventato."
Ultima Modifica 26/12/2016 00:16 da Nomit. Motivo: era sparita l'immagine... ma è ancora sparita! (ç _ ç) Niente, non si carica tinypic, qui c'è lo zampino dei debunkers della Boldrini.

Di più
26/12/2016 01:01 #8178 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia

Di più
01/01/2017 16:30 #8215 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Revisionismo nella storia
Ipotesi per me intrigante elaborata dal solito russo del sito Supernovum.ru .

Come fareste a disegnare le coste di un territorio prima della fotografia aerea? Il modo migliore sarebbe presumibilmente questo:

a) navigare lungo la costa da un porto all'altro
b) rappresentare le posizioni dei vari porti con dei punti
c) disegnare la costa tra il punto precedente e quello sucessivo
d) infine, partire dalle singole porzioni di territorio così ottenute per disegnare l'intera costa

Le pagine sulla cartografia che ho letto non dicono che il metodo fosse proprio questo, ma la storia riporta l'uso dei portolani, carte che rappresentavano le coste segnando i porti www.micello.it/doc/portolano_xvi_centrale.jpg


Paul Signac era un pittore francese, iniziatore, insieme a Seurat, del puntinismo e del divisionismo. La sua biografia riporta una curiosa vicenda.

" Signac amava navigare e cominciò a viaggiare nel 1892, conducendo una piccola barca in quasi tutti i porti di Francia, dell'Olanda e lungo il Mediterraneo fino a Costantinopoli, usando come base St. Tropez, che lui "scoprì". Dai suoi svariati porti di scalo, Signac riportò brillanti e variopinti acquarelli, abbozzati rapidamente. A partire da questi abbozzi, dipinse grandi tele di studio [...]"
en.wikipedia.org/wiki/Paul_Signac

" Appassionato di yacht, Paul Signac trascorse molto tempo lungo le coste francesi del Mediterraneo e dell'Atlantico; le scene di vita dei porti furono tra i suoi soggetti preferiti "
www.settemuse.it/pittori_scultori_europei/paul_signac.htm

" Alla fine degli anni 1920, con l'aiuto del mecenate Gaston Lévy, intraprende il progetto di rappresentare in aquarelli tutti i porti della Francia, sul versante atlantico come quello mediterraneo. Lévy mette a disposizione dell'artista una macchina ed un'autista. Signac fa vari viaggi in tutto il paese dal 1929 al 1931 per portare a termine quest'avventura "
it.wikipedia.org/wiki/Paul_Signac

I porti di Paul Signac guide.supereva.it/francia/galleria/i-porti-di-paul-signac/1

Schematizziamo l'attività di questo personaggio:

1) naviga lungo la costa europea dall'Olanda ad Istanbul
2) si ferma in quasi tutti i porti
3) rappresenta questi porti sulla carta
4) ... con dei punti
5) parte dagli abbozzi iniziali per comporre tele più grandi

Questa storia sembra la copia del metodo cartografico descritto sopra. Forse in realtà quello che fece Paul Signac fu creare la prima rappresentazione delle coste d'Europa. Se fosse così, il puntinismo sarebbe un'invenzione degli storici presumibilmente successiva o vicina alla morte di Signac (1935), dopo che, letto il racconto della vicenda, il significato ne venne completamente frainteso.

Sempre che le date siano davvero quelle, visto che la data di nascita di Signac sarebbe stata l'11/11,
l'anno della navigazione lungo le coste europee sarebbe stato il 1892, l'anno della commissione di Gaston Lévy il 1920, la sua realizzazione sarebbe partita nel 1929 e la morte dell'amico e co-iniziatore del puntinismo, Seurat, sarebbe avvenuta il 29 marzo 1891 (ricordo che per Ciapanna i numeri 29, 92 e vicini erano possibili indicatori di falsificazione).

Inoltre, nella biografia di Georges Seurat viene riportata la costruzione di un "disco cromatico":
" Seurat, intendendo portare a risoluzione gli studi sui rapporti cromatici, costruì un disco cromatico, ossia un cerchio sulla cui corona esterna riporta tutti i colori prismatici e intermedi " it.wikipedia.org/wiki/Georges_Seurat#Il_...la_mescolanza_ottica
Questo ricorda il disco rotante dell'interferometro di Georges Sagnac!


Post su Supernovum.ru supernovum.ru/forum/viewtopic.php?f=13&t=1417 (la pagina di Google-Traduttore non mi viene)

Ma ora beccatevi questo dipinto upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4...a_dei_Cappuccini.jpg

Di più
06/04/2017 12:37 #9042 da michele.penello

Tempo creazione pagina: 0.217 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO