Analisi crollo Ponte Morandi

Di più
02/01/2019 13:08 - 02/01/2019 13:16 #24002 da italofranc
@3aa

Mi sei piu' simpatico ora che ho scoperto che siamo ''coscritti''.

P.S. Piccola modifica. Ho letto ora una osservazione di ItaloFranc in merito alla Tiguan. A mio avviso il collasso nel senso "da Ovest verso Est" non preclude l'arrivo della Tiguan al momento giusto al posto giusto. Il tutto non dura decine di secondi ma forse non passa nemmeno un secondo da quando crolla l'impalcato Ovest a quando ruota l'impalcato Est. Capello era già lì sull'impalcato centrale che stava crepandogli sotto il sedere ed è riuscito ad infilarsi nel cassone che gli si presentava davanti a pancia sotto dopo una capriola.

Allora se ti diamo per buono che tutto è cominciato ad ovest, quando l'impalcato ovest ha incominciato a muoversi (si vede il suo riflesso nella tettoia nella CAM 1 o 2 non ricordo) la Tiguan doveva già essere nei pressi del cavalletto. Per infilarsi nell'impalcato Est già ribaltato quest'ultimo non puo' aver iniziato a muoversi dopo quello a Ovest. Non credi ''coscritto''?
Per lo meno l'impalcato a est ha incominciato a svolazzare nello stesso istante del movimento dell'impalcato Ovest e ben prima che arrivasse la povera Tiguan.
Ultima Modifica 02/01/2019 13:16 da italofranc.

Di più
02/01/2019 14:01 - 02/01/2019 14:38 #24004 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc

Mi sfugge il termine "coscritto" (nel senso di padre coscritto di Roma o nel senso di reclutaccia a cui fare il gavettone?). Forse la prima che ho detto?

Rispondo alla tua domanda: secondo me la sequenza è da Ovest verso Est con differenziali di tempo piccolissimi (meno di un secondo). Capello aveva superato ovviamente l'impalcato Ovest venendo da Savona ed era sulla parte centrale sotto la pila. Alle sue spalle l'impalcato Ovest si ergeva in piedi per poi precipitare al suolo, sotto il suo sedere l'impalcato centrale si fessurava a ragnatela, davanti a lui l'impalcato Est completava la sua velocissima capriola. Una scena apocalittica che chissà se il tipo ha percepito. Secondo me no. Non ne ha avuto il tempo.


P.S. posso aggiungere un commento senza che esso suoni blasfemia pura degna del taglio della testa? Il progetto del ponte, come detto in giro sul web da commentatori "mooolto" più autorevoli di me, che sono un povero ingegnere nucleare, era un capolavoro statico. Inglobava però delle grandissime criticità in caso di evento incidentale (che allora non venivano presi in esame in fase progettuale con lo stesso rigore di oggi). Era isostatico (e quindi poco robusto, nel senso che la perdita di un vincolo provoca il collasso pressoché istantaneo del sistema). Era una specie di altalena caricata a molla: se manca chi la tiene ferma schizza come una scheggia. Quello che secondo me è per l'appunto successo, dopo il collasso della parte Ovest, con la perdita della forza destinata ad equilibrare la compressione esercitata dagli stralli Est e con il conseguente ribaltamento velocissimo dell'impalcato Est IL2
Ultima Modifica 02/01/2019 14:38 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 14:51 - 02/01/2019 15:02 #24005 da Corrado-5834

3aaa ha scritto: Era isostatico (e quindi poco robusto, nel senso che la perdita di un vincolo provoca il collasso pressoché istantaneo del sistema). Era una specie di altalena caricata a molla: se manca chi la tiene ferma schizza come una scheggia. Quello che secondo me è per l'appunto successo, dopo il collasso della parte Ovest, con la perdita della forza destinata ad equilibrare la compressione esercitata dagli stralli Est e con il conseguente ribaltamento velocissimo dell'impalcato Est IL2


Si e No.

- molti ponti vengono realizzati come strutture isostatiche ed il motivo è che resistono bene alle dilatazioni termiche; una struttura iperstatica le soffre invece di più.
- non era poco robusto, ma poteva diventare labile, cioè venendo a mancare un vincolo la struttura si può muovere, cosa che non succede (di regola) in una iperstatica.
- non necessariamente il collasso è istantaneo
- le cose che si ignoravano allora erano solo alcune, tra cui la resistenza nel tempo del calcestruzzo, largamente sopravvalutata.
- questa cosa dell'altalena l'ho già sentita; immagino ci si riferisca al collasso del cavalletto, col ponte che rimane sospeso agli stralli tramite le A. In queste circostanze non credo potesse durare molto. Qualche secondo? Qualche minuto? Difficile dirlo.
- il crollo ha un precedente nel gemello venezuelano, vedi link. Alcune campate crollarono per urto di una petroliera. Furono poi ricostruite ed il ponte è ancora in uso. Il crollo avvenne appena due anni dopo la costruzione, si possono escludere problemi di fatica; si possono escludere anche difetti di costruzione, cadde per urto. Sarebbe interessante, se esiste da qualche parte, vedere la dinamica di quel crollo, se fu istantaneo, graduale, o cos'altro.

it.wikipedia.org/wiki/Ponte_General_Rafael_Urdaneta
Ultima Modifica 02/01/2019 15:02 da Corrado-5834.

Di più
02/01/2019 15:06 #24006 da italofranc
Corrado

- il crollo ha un precedente nel gemello venezuelano, vedi link. Alcune campate crollarono per urto di una petroliera. Furono poi ricostruite ed il ponte è ancora in uso.

Attenzione, non è esatto! quello che è crollato in Venezuela non è una campata simile alla 9 con delle A da 90 metri. E' crollata una piccola campata simile alla 8. C'è una grossa differenza strutturale.

Di più
02/01/2019 15:09 #24007 da Corrado-5834

italofranc ha scritto: Attenzione, non è esatto! quello che è crollato in Venezuela non è una campata simile alla 9 con delle A da 90 metri. E' crollata una piccola campata simile alla 8. C'è una grossa differenza strutturale.


Ah, peccato!
Sei sicuro? Immagino di sì ...
Sarebbe stato bello trovare un video del crollo del gemello venezuelano ...

Di più
02/01/2019 15:10 #24008 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Corrado-5834
Altalena, nel senso che serve a spiegare il collasso con ribaltamento della parte Est (vedi schema qui riportato postimg.cc/R6V0KrFL ). Inevitabile, il ribaltamento pressoché istantaneo, se si perde l'altra metà del ponte. Sul resto dei tuoi commenti possiamo essere d'accordo, ma qui il collasso è stato istantaneo, non lo dico io, lo dicono i testimoni (e accreditati professori universitari che scrivono commenti sul web).

Di più
02/01/2019 15:17 #24009 da Corrado-5834

3aaa ha scritto: Sul resto dei tuoi commenti possiamo essere d'accordo, ma qui il collasso è stato istantaneo, non lo dico io, lo dicono i testimoni (e accreditati professori universitari che scrivono commenti sul web).


Su questa parte ho la mia idea che ho espresso più volte, sulla base dei tagli video, testimonianze, etc...
20-30 secondi prima del crollo è successo qualcosa che ha innescato il tutto.
Ho riportato più volte gli indizi in tal senso, non mi chiedere di ripeterli.
Il collasso finale è invece, diciamo così, istantaneo (8-10 secondi); per me la migliore ricostruzione della parte finale è quella di ARKviz:

Di più
02/01/2019 15:27 - 02/01/2019 15:34 #24011 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Corrado-5834
Il qualcosa che è successo 20-30 secondi prima del collasso è, a mio parere, il cedimento parziale (ed infine totale) del supporto che, al termine dell'impalcato, sosteneva la Gerber lato Savona. Era un punto forse già danneggiato il giorno prima (video del motociclista). 30 secondi prima c'era passato sopra il TIR MCM (non sto dicendo che ci sia una relazione causa-effetto, sto solo constatando, e.......non sono alle dipendenze di ASPI ma mi godo i nipoti e già basta e avanza a riempire le giornate di mille attività).

Sul collasso lato Est, vorrei che tutti Voi provaste o a seguirmi nel ragionamento sui disegni più volte proposti nei post precedenti, oppure, per chi ne ha voglia, a costruirVi un modellino. Io lo ho fatto: ho sospeso una bacchetta abbastanza pesante tenuta con uno spago ad una estremità, l'altra estremità la ho appoggiata ad un tavolo, mettendoci davanti un libro come blocco. Il libro simula l'altra metà del ponte. Se togliamo il libro all'improvviso (collasso lato Ovest) succede questo:
-se l'angolo dello spago con la verticale è relativamente basso (diciamo non superiore a 45 °) il "ponte" si impenna "un poco" e basta
-se invece l'angolo cresce, il "ponte" si impenna e ribalta

P.S. quando sostengo che il tutto avvenga in 1 secondo (ordine di grandezza) mi riferisco alla parte "ponte". La Antenna invece segue con la nota tempistica di alcuni secondi dopo
Ultima Modifica 02/01/2019 15:34 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 15:32 #24012 da italofranc
@3aaa

Strano che non sai cosa vuol dire ''coscritto''. Forse non hai fatto il militare. Non è per niente offensivo, voleva dire che ci si presentava alla visita militare nelle stesso anno, si era della stessa classe del '48.

P.S. posso aggiungere un commento senza che esso suoni blasfemia pura degna del taglio della testa? Il progetto del ponte, come detto in giro sul web da commentatori "mooolto" più autorevoli di me, che sono un povero ingegnere nucleare, era un capolavoro statico. Inglobava però delle grandissime criticità in caso di evento incidentale (che allora non venivano presi in esame in fase progettuale con lo stesso rigore di oggi). Era isostatico (e quindi poco robusto, nel senso che la perdita di un vincolo provoca il collasso pressoché istantaneo del sistema). Era una specie di altalena caricata a molla: se manca chi la tiene ferma schizza come una scheggia. Quello che secondo me è per l'appunto successo, dopo il collasso della parte Ovest, con la perdita della forza destinata ad equilibrare la compressione esercitata dagli stralli Est e con il conseguente ribaltamento velocissimo dell'impalcato Est IL2

Io non sono un ingegnere nucleare e nemmeno strutturista. Sono un povero geometra che si è fatto pero' un grosso mazzo in cantieri di ponti e viadotti per 40 anni in varie parti del mondo come tecnico del calcestruzzo precompresso.
Se anch'io posso dire la mia valutando il crollo dell'opera teoricamente come l'hanno fatto tutti fino ad ora (infatti non esiste fino ad ora un calcolo statico valido e fatto da un ingegnere che provi il collasso naturale ed istantaneo di tutto il sistema Morandi in pochi secondi dovuto ad incuria) non credo che sarà cosi facile demolire la pila 10 e 11. Se non fosse cosi' basterebbe, specialmente per la pila 10 che non sovrasta abitazioni, tagliare uno e due dei suoi stralli per vederla collassare su stessa in pochi secondi. Invece non credo che sarà cosi' facile.

Di più
02/01/2019 15:36 #24013 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Italo Franc

Lo ho fatto e come se lo ho fatto ed anche in un postaccio interforze. Comunque vale in entrambi i sensi, anche come "padri coscritti" dell'antica Roma. Qua sono tutti (o quasi) giovani

Di più
02/01/2019 15:36 - 02/01/2019 15:43 #24014 da Corrado-5834
@3aaa

Boh,
dal video Di Giorgio la Gerber lato ovest (Savona) è l'ultima a cadere non la prima.
Ultima Modifica 02/01/2019 15:43 da Corrado-5834.

Di più
02/01/2019 15:47 #24015 da italofranc
Boh,
dal video Di Giorgio la Gerber lato nord (Savona) è l'ultima a cadere non la prima.


Confermo. Il video Di Giorgio ARKviz è una ricostruzione al computer e non è come l'originale. La ricostruzione ARKvis è stata già esaminata da tempo.

Di più
02/01/2019 15:48 - 02/01/2019 16:21 #24016 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Corrado-5834

Il fatto che cada anche dopo non vuol dire: il punto chiave è il tempo del collasso del supporto, quando avviene lo sgancio dal ponte. Questo istante non è naturalmente nel video "Di Giorgio" ed avviene circa 2 secondi "prima" del distacco definitivo della Gerber dalla pila 8 (lato Savona). Ci vogliono circa 2 secondi alla gerber per passare dalla posizione orizzontale a quella inclinata a 45 ° che si vede nel video. In quei 2 secondi è già successo il finimondo (il resto del ponte non esiste più, esclusa la antenna e la Gerber Levante che si sta inclinando anch'essa verso il basso con il suo bravo TIR MCM sopra)

P.S. Vi invito a riguardare con calma, frame per frame, il video Di Giorgio. Racconta molto più di quello che sembrerebbe a prima vista. Partendo da Ovest, vediamo la Gerber che ha perso l'appoggio sull'impalcato ed è inclinata di 45° circa. Il collasso del supporto è avvenuto 2 secondi prima. Passano alcuni frame e al secondo 0,47 (Frame 8) la parte IP3 ha già frantumato (ruotando) le 4 lance dei cavalletti ed è in posizione verticale. Nel Frame successivo (0,53 sec) è già in caduta verso terra. Ai frame 14 e 15 si vede, a sinistra della antenna, una sagoma rettangolare impennarsi e poi girarsi verso Genova (IL2 in ribaltamento). In questo video 15 Frames equivalgono ad 1 secondo.

Secondo P.S.: Vi ricordate del CTP (prof. Mancini) a Report? Cosa disse? Che tutto era cominciato dalla "campatina" lato Savona. Secondo me loro i filmati se li sono visti eccome e la sanno lunga. Sono stranamente quieti.
Ultima Modifica 02/01/2019 16:21 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 16:22 - 02/01/2019 16:27 #24017 da italofranc
Corrado

Il collasso finale è invece, diciamo così, istantaneo (8-10 secondi); per me la migliore ricostruzione della parte finale è quella di ARKviz:

Prova ad inserire mentalmente, quando riguardi la ricostruzione ARKviz lentamente, il percorso della Tiguan : non è possibile che sia finita in quella scatola dell'impalcato Est. O questa ricostruzione non è valida oppure ha ragione Gnaffetto.
Ultima Modifica 02/01/2019 16:27 da italofranc.

Di più
02/01/2019 16:39 - 02/01/2019 17:23 #24018 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc

..........che ha risposto a Corrado-5834 sul percorso della Tiguan..........

E' esattamente la "molla" che mi ha spinto a cercare una spiegazione alternativa. Se IL2 si fosse prima messo in verticale per poi ruotare e ribaltarsi al suolo facendo perno sulla estremità caduta a terra, per poi ribaltarsi, sarebbe stato ASSOLUTAMENTE impossibile per la Tiguan finirci dentro e permettere la salvezza di Capello dopo un volo di oltre 40 metri. Delle 2 l'una:
-o hanno ragione i "complottisti" e quindi ci vuole un bel complottone per mettere una macchina "in situ" dopo il disastro
-oppure la spiegazione sta nella fisica e meccanica razionale

Tempistica del tutto:
-tempo "zero" rottura parziale del supporto Gerber e sovraccarico di uno strallo Ovest. Collasso del medesimo. Sovraccarico conseguente e collasso dell'altro strallo Ovest.
-nell'arco di 3 secondi dal tempo "zero" il collasso si propaga da Ovest verso Est con modalità diverse (l'impalcato Ovest cede a flessione, l'impalcato Est è spinto dagli stralli Est, ruota e si ribalta)
-l'antenna sopravvive qualche secondo ulteriore

P.S. ma oggi siamo attivi solo in due del 1948 e Corrado che sarà del 58? O la numerologia ha altro significato?

P.S. n° 2. Vorrei infine aggiungere un elemento che vale quel che vale perché si basa sul filmato AMIU che, come ho ben appreso in questo Forum, è "ritoccato". Prendendo come "zero" dei tempi l'istante in cui il ponte inizia apparentemente a ruotare (in realtà ad abbassarsi, si tratta di una immagine riflessa), dopo un poco più di 3 secondi si vede precipitare il poveraccio del TIR Blu e questo è compatibile con i tempi di caduta da 45 metri circa. Però..... molto prima (diciamo più o meno dopo 1,8 -1,9 secondi), mi sembra di veder precipitare dei detriti che, se fossero veri, e tenendo conto che il tempo di caduta è sempre di circa 3 secondi, per il TIR e per i detriti, sarebbero indice di qualcosa che è successo in alto circa 1 secondo prima che il ponte si muovesse. E' il collasso del supporto della Gerber a provocare i detriti? Però su questo post scriptum ho meno convinzione del resto. Lo metto lì nel dubbio che possa essere utile.
Ultima Modifica 02/01/2019 17:23 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 17:19 #24020 da Corrado-5834

3aaa ha scritto: P.S. ma oggi siamo attivi solo in due del 1948 e Corrado che sarà del 58? O la numerologia ha altro significato?


Altro significato, ma niente di esoterico!
Sono di poco più giovane, '62.
Credo che siamo non pochi diversamente giovani!

Di più
02/01/2019 17:25 - 02/01/2019 17:34 #24021 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ Corrado-5834
Bellissima quella del diversamente giovani, non ci avevo pensato. Oggi posso dilettarmi col Forum perché sono a 600 km da casa e dai nipoti che effettivamente mi obbligano ad essere diversamente giovane. Siamo il welfare system dei nostri figli.

Ma che dici, nella diversità delle opinioni che ci sta tutta, e con lo scopo di arrivare a capire, riusciamo a tenere a freno certe intemperanze giovanili di altri gentili partecipanti? Appena mi sono affacciato, avrò anche fatto qualche passo imprudente, ma ho beccato una secchiata di rimbrotti. Mi era passata la voglia. Poi il desiderio di approfondire ed il gusto enorme di essere in minoranza (troppo facile andare dove tutti la pensano allo stesso modo, ad esempio "il bar dell'ingegneria" dove per mancanza di vis polemica è da un po' che nessuno posta più nulla) mi hanno fatto rientrare qua.
Ultima Modifica 02/01/2019 17:34 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 17:26 - 02/01/2019 17:37 #24022 da italofranc
P.S. Vi invito a riguardare con calma, frame per frame, il video Di Giorgio. Racconta molto più di quello che sembrerebbe a prima vista. Partendo da Ovest, vediamo la Gerber che ha perso l'appoggio sull'impalcato ed è inclinata di 45° circa. Il collasso del supporto è avvenuto 2 secondi prima. Passano alcuni frame e al secondo 0,47 (Frame 8) la parte IP3 ha già frantumato (ruotando) le 4 lance dei cavalletti ed è in posizione verticale. Nel Frame successivo (0,53 sec) è già in caduta verso terra. Ai frame 14 e 15 si vede, a sinistra della antenna, una sagoma rettangolare impennarsi e poi girarsi verso Genova (IL2 in ribaltamento). In questo video 15 Frames equivalgono ad 1 secondo.

per cortesia mandacelo questo video, io non ce l'ho cosi' preciso e dettagliato.
Ultima Modifica 02/01/2019 17:37 da italofranc.

Di più
02/01/2019 17:36 - 02/01/2019 17:50 #24023 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc
Ma è quello che hanno tutti in rete, niente di speciale, guardalo frame per frame avendo in mente lo scenario che ho descritto.
Ultima Modifica 02/01/2019 17:50 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 17:45 #24024 da Corrado-5834

3aaa ha scritto: Mi era passata la voglia.


Ehh, mica sei il solo.
Pensa che italofranc se n'era andato disperato perchè non riusciva a convincerci della sua teoria ...
E adesso, guardalo lì, a spammare il forum!
Scherzo va', pare che l'anno nuovo abbia portato un pò più di serenità a tutti, anche in questo forum.
Speriamo di continuare così, che tanto ad incazzarsi non ci si guadagna nulla, anzi, si invecchia pure prima! :laugh:

Di più
02/01/2019 17:48 - 02/01/2019 17:49 #24025 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc

Io il video lo ho recuperato da qua (sperando non sia un fake)
Ultima Modifica 02/01/2019 17:49 da 3aaa.

Di più
02/01/2019 18:15 #24026 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
3aaa

Nessuno deve puntare a dimostrare per forza una tesi ma Tutti dobbiamo cercare la verità. Anche se alla fine dovessimo per purissimo caso convergere sul crollo tecnico (mi ostino a negare la parola "naturale") non è che la dignità del Forum si perda. Sarà stata comunque una palestra di idee che avrà portato a qualcosa che rassomigli alla verità


Che lo si creda o no, è sempre stata la mia volontà...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
02/01/2019 18:27 - 02/01/2019 18:36 #24027 da italofranc
Corrado

Pensa che italofranc se n'era andato disperato perchè non riusciva a convincerci della sua teoria ...
E adesso, guardalo lì, a spammare il forum!


Anche a me era passata la voglia quando hanno incominciato a disprezzare questa grande analisi durata 4 mesi, dicendo che non serviva a niente. Poi leggendovi non ho potuto resistere. Ne faccio una malattia per questo crollo, fino a quando ci faranno vedere il video integrale. Io spero tanto che qualche genovese ci aiuti e ci mandi qualche video nascosto in un cassetto ora che l'opinione pubblica si è calmata. La Questura di Genova e Salvini cominciano a deludermi seriamente e non vogliono tranquillizzarci. Non mollate ragazzi, non siamo negli USA per fortuna e non rischiamo niente per ora. Spacchiamo loro le palle, siamo comunque circa 10000 che hanno firmato la petizione. (pochi istanti fa 9.056 hanno firmato. Arriviamo a 10.000)
Ultima Modifica 02/01/2019 18:36 da italofranc.

Di più
02/01/2019 18:42 - 02/01/2019 18:46 #24028 da italofranc
@3aaa

Ai frame 14 e 15 si vede, a sinistra della antenna, una sagoma rettangolare impennarsi e poi girarsi verso Genova (IL2 in ribaltamento).

Intanto grazie per il video, è vero che è come il mio. Ma purtroppo il ribaltamento del IL2 non lo vedo, devo chiedere a Aigor che è arrivato. Buon anno Aigor a te e famiglia.

Che lo si creda o no, è sempre stata la mia volontà...

Si, lo confermo.

Aigor, tu lo vedi il ribaltamento del IL2?
Ultima Modifica 02/01/2019 18:46 da italofranc.

Di più
02/01/2019 19:36 #24029 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc

Non ho detto che si veda tutto il ribaltamento ma una sezione scura rettangolare che in un frame ha una certa inclinazione più o meno verticale e nel successivo si inclina verso Genova. Il tutto alla sinistra dell'antenna. Sono solo due frame!!

Di più
02/01/2019 19:41 #24030 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Attenzione: ci sono diverse edizioni del video oddio oddio e non su tutte si vede il pezzo sospeso... che strana cosa... :hammer:

Ora vado di corsissima, ma appena posso recupero il link a quello giusto e ve lo posto: il pezzo in aria si vede al frame 8 e un pochino al 9 - (0.533 e 0.600) - visto con VirtualDub.
Sul sito di gnaffetto c'è la sua spiegazione di come può essere avvenuto il 360° carpiato (no scusate, il carpiato è un tuffo :goof:), magari può essere utile, a me fa pensare.

Io sono un diversamente vecchio del 63 :pint:
Ma non ho fatto il militare, sono uno di quelli che si è fatto 20 mesi di servizio civile, perché allora ti mettevano tutti i bastoni fra le ruote che potevano :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
02/01/2019 22:49 #24032 da Udria73
Risposta da Udria73 al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Ciao. Più passa il tempo e meno ci capisco. La Tiguan di Capello da che altezza avrebbe "planato"? E soprattutto in quanto tempo? No perchè per uscire illeso sarà "sceso" di 40 metri in 10 secondi o più, altrimenti dubito potesse rimanere senza un graffio. L'autista del Tir con la bobina è probabilmente sceso all'indietro insieme alla strada (cedimento strallo lato sud) altrimenti non si spiegherebbe come abbia fatto a rimanere pressoché illeso.
Purtroppo il materiale video a disposizione è poco e di bassa qualità, senza contare i tagli o le vere e proprie manipolazioni. Dal video di Di Giorgio sono riuscito a capire che il Tir dietro il Basko è rimasto fermo e l'ho ritrovato nella stessa posizione anche nelle riprese dei giorni seguenti il crollo. Sempre il video di Di Giorgio mi ha fatto capire che la visibilità era veramente bassa e che probabilmente la camera di autostrade, nel momento del crollo, non sarebbe riuscita a mostrarci nulla del crollo. Quello che sospetto, però, è che abbiano reso artificialmente poco visibili le campate 7, 8, 9 già dopo circa 1min (video da 4 e 11) per nascondere qualcosa. Stesso discorso per la cam2 dell'isola ecologica dove sembra che l'immagine sia stata "croppata" (anche qui per nascondere qualcosa?).
Ultima cosa, ho visto, al cinema, Ralph spacca internet, c'è stata una scena di pochi secondi che mi ha ricordato il ponte Morandi: ripresa dall'alto del moncone del ponte e una macchina, che mi sembrava verde, proprio lì vicino. Magari non c'entra nulla però è un'altra strana coincidenza boh.

Di più
02/01/2019 22:50 - 02/01/2019 22:52 #24033 da Udria73
Risposta da Udria73 al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Scusate doppio
Ultima Modifica 02/01/2019 22:52 da Udria73. Motivo: Doppio

Di più
03/01/2019 00:35 - 03/01/2019 00:53 #24034 da italofranc
Aigor

Sul sito di gnaffetto c'è la sua spiegazione di come può essere avvenuto il 360° carpiato (no scusate, il carpiato è un tuffo :goof:), magari può essere utile, a me fa pensare

Sono andato a vederlo il tuffo carpiato di 360° di Gnaffetto (in realtà è la rotazione dell' impalcato IL2 di 180° con la perdita durante il suo moto del pezzo ILX). E' molto ben fatto. Si puo' aggiungere comunque qualcosa nel finale che potrebbe aiutare a spiegare come la Tiguan sia andata ad infilarsi nell'impalcato, se non si vuole considerare solo l'ipotesi dei vigili del fuoco di Gnaffetto, peraltro possibile.
Infatti se pensiamo che questo ribaltamento di Gnaffetto sia completo, la Tinguan non avrebbe mai potuto infilarsi nello scatolare dell'impalcato. Impossibile!
Se pero' consideriamo che questo grosso pezzo di impalcato IL2 non ha un peso uniforme (non è bilanciato lungo il suo asse longitudinale) e che la parte che ingloba gli spezzoni dei puntoni obliqui pesa molto piu' dell'altra, si puo' pensare che alla fine della sua rotazione di 180° il suo movimento non si sia bruscamente arrestato toccando terra. La parte piu' pesante con gli spezzoni dei puntoni è stata la prima a precipitare a terra a fine rotazione e l'altra parte meno pesante ha continuato a ruotare ancora un po' alzandosi quel tanto sufficiente a raccogliere al volo la Tiguan, per poi abbassarsi tornando indietro e toccare anche lei il suolo. E' quasi fantascienza ma non vedo altra spiegazione per la Tiguan.

Ora vado di corsissima, ma appena posso recupero il link a quello giusto e ve lo posto: il pezzo in aria si vede al frame 8 e un pochino al 9 - (0.533 e 0.600) - visto con VirtualDub.

E' molto importante se si vede il pezzo in aria lato est a sinistra del pilone. E' una prova definitiva, non un indizio, che l'impalcato ad est si muoveva ancora quando quello ad ovest era già tutto a terra. Confermerebbe che tutto è incominciato lato ovest.
A domani ragazzi.
Ultima Modifica 03/01/2019 00:53 da italofranc.

Di più
03/01/2019 08:05 - 03/01/2019 08:32 #24037 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItaloFranc...Aigor

Buongiorno. Vorrei riprendere da dove ci siamo lasciati ieri e posto qua le immagini che ricavo dal video "Di Giorgio" postimg.cc/gallery/2t7rfh4ni/ e che mostrano (secondo me, perdonerete gli errori che tutti possiamo fare):

--il momento in cui l'impalcato di ponente (tratto IP3) dopo avere ceduto per flessione ed avere rotto i puntoni del cavalletto, si pone in verticale per poi precipitare

--il momento in cui l'impalcato di levante (tratto IL2), a seguito della frattura a ponente (di una frazione di secondo prima) perde la autocompressione e, sospinto dagli stralli Est, perfettamente attivi (ed esercitanti una forza orizzontale non più equilibrata) nel suo movimento rototraslatorio "a capriola" inizia a ribaltarsi, unico meccanismo in grado di spiegare come la Tiguan ci sia finita dentro al volo (non certo a terra, ove si sarebbe fracassata). Insisto nel dire che, rottosi l'impalcato di ponente, era assolutamente inevitabile per l'impalcato di levante (sospeso da un lato dagli stralli Est e dall'altro sorretto dai puntoni del cavalletto), iniziare un movimento rototraslatorio con centro di rotazione sul cavalletto. La sua estremità Ovest puntava verso l'alto mentre la estremità Est si abbassava. Il tutto avveniva con grandissima velocità. Ad un certo punto vi era il distacco fra IL2 e le altre parti dell'impalcato Est ed IL2 completava il suo "giro" in aria, presentandosi alla Tiguan di Capello con "la bocca spalancata" per accoglierla al volo. La parte terminale della caduta avveniva con la parte verso Genova che toccava per prima il suolo ed il resto che "lentamente" (si fa per dire) ruotando si adagiava al suolo (permettendo la salvezza di Capello)

P.S. non vorrei dire, ma mi pare anche evidente dalle immagini che gli stralli Ovest sono "un ricordo" mentre quelli Est sono "in tiro". Sbaglio? A mia discolpa confesso che ho una forte miopia.......
Ultima Modifica 03/01/2019 08:32 da 3aaa.

Tempo creazione pagina: 0.331 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO