Analisi crollo Ponte Morandi

Di più
06/01/2019 22:41 - 06/01/2019 22:43 #24197 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
A volte le cose si mettono a posto da sole senza dover ogni momento rompere i ball...
A parte che ero fuori casa, anche io ho una vita :wink:

Domani recupero leggendo gli ultimi 20 o 30 messaggi, accidenti...

Notte a tutti


PS: @Michele
Sul sito di gnaffetto c'è una mail: usala se devi comunicare con lui, mica è difficile, basta sforzarsi un attimo... :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 06/01/2019 22:43 da Aigor.

Di più
06/01/2019 22:50 #24198 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Analisi crollo Ponte Morandi

italofranc ha scritto: Ho parlato nel mio post che sostengo le teorie di Judy Wood?

E chi se ne frega di quello che sostieni tu?
Io ho solo ricordato ai partecipanti del thread che Judy Wood ha credibilità zero, anzi da molti è considerata un infiltrata del sistema nel 9/11 Truth Movement, quindi se una cosa la dice lei vista la sequela di menzogne che ha raccontato è doppiamente sospetta. Ho pure fornito gli elementi per verificare in prima persona, pensa un po'.

Ancora una volta, sputtanando e disprezzando tutti rischiate di depistare questa indagine. State attenti per favore grazie.

Fidati che c'è una sola persona che può impedirmi di postare i miei contributi in questo thread e di certo non sei tu.

Di più
06/01/2019 22:56 #24199 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Chiodo Libero ha scritto: Dr. Wood non attacca mai l'individuo ma piuttosto sottolinea le incongruenze e le impossibilità delle teorie proposte dagli altri.

Hahahahahaha!!!

L'effetto Hutchison non è affatto una bufala come tu sostieni (come hai scritto altrove in questo blog). E' stato studiato da militari USA e canadesi ed è stato oggetto di numerosi documentari e studi (vedi Col. John Alexander, per esempio). Ci sono molti documenti che lo provano e anche la corrispondenza ufficiale tra militari, ecc. e Hutchison.

Beh, vediamoli. Perché non li hai già linkati?

Mi dispiace ma il tuo "Smontare la Disinformazione", non smonta proprio nulla nel caso di Dr. Wood. Purtroppo credo che le menzogne le scrivi tu a suo riguardo. Il problema è stabilire perché. Forse non hai studiato a sufficienza le evidenze che lei presenta, non hai letto il suo libro, ne avrai ascoltato gli innumerevoli suoi interventi come ospite in radio/internet (parliamo di decine e decine di trasmissioni nell'arco di 10 anni), o forse segui troppo chi tenta in tutti i modi di screditarla, prendendo spunto dai numerosi attacchi ingiustificati che le fanno numerosi ricercatori americani ed inglesi.

Forse ho il suo libro, forse ho seguito la sua conferenza a Bologna e le ho fatto delle domande personalmente, forse ho studiato l'undici settembre più di ogni altra persona in Italia, forse puoi anche non credere a nulla di tutto ciò ma per fortuna non cambiano le menzogne che dice e che ho documentato ciascuna con link al suo sito.
Ma se e quando ti senti in grado di confutare le mie analisi puoi farlo punto per punto e pagina per pagina, come ho fatto io per le scemenze della Wood. Apri un thread e ci confrontiamo, anche domani.
Fino ad allora la tua opinione vale leggermente meno di quella di chi a fianco delle opinioni ha messo fatti, foto e link al sito della Wood e alle conferenze fatte.
Attendo, eh.

Non qui, però. Qui sei off-topic

Di più
06/01/2019 23:50 - 06/01/2019 23:51 #24200 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ 3aaa

Ma quali polemiche!... Si espongono, nel bene o nel male, le proprie ipotesi e si valutano quelle degli altri, poi ognuno decide come meglio crede, se tenersi le proprie, modificarle, difenderle o abbandonarle in favore di altre più convincenti...
Il tipo di movimento che ipotizzi tu richiederebbe, oltre alla disponibilità di molta più energia di quella rilasciabile dallo o dai tiranti superstiti, un tipo di vincolo in grado di fargli "scorrere" contro il pezzo d'impalcato se - come sostieni - questo si sarebbe "impennato" spinto dalla componente orizzontale della trazione da loro ancora esercitata, laddove nella realtà del nostro caso il tratto IL2 è rigidamente fissato ai suoi quattro puntoni che a loro volta sono ugualmente vincolati alla base del cavalletto e pertanto possono soltanto flettersi e spezzarsi...
Per quanto riguarda la Tiguan... a rigore ancora non conosciamo con precisione la traiettoria percorsa e nemmeno in che modo e con quanta forza potrebbe aver impattato contro l'impalcato rovesciato (il guidatore affermava, tra le altre cose, di aver "come planato per 50 metri su un pilone"...) e comunque non è che le condizioni dell'automobile appaiano poi ancora così buone...

File allegato:
Ultima Modifica 06/01/2019 23:51 da ItalHik.

Di più
07/01/2019 00:06 #24201 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

FZappa ha scritto:

ItalHik ha scritto: @ 3aaa
……………………………………………………...
e allora il pezzo di ponte (lungo peraltro solo una trentina di metri), ha ruotato in senso orario (guardando da sud), è precipitato al suolo più o meno in verticale e non avendo esaurito tutta la sua energia cinetica ha continuato il movimento rotatorio (forse dopo qualche incertezza, come a volte si vede nelle demolizioni) ribaltandosi…
…………………………………………..
Mi sembra una spiegazione plausibile, in assenza di alternative più convincenti...


Potrebbe essere plausibile SE riesci a trovare una spiegazione sul PERCHE' a ponente il comportamento è stato completamente diverso.


Se è per questo, andrebbe pure notato che non solo i due tronconi più prossimali (rispetto al centro) - IP3 e IL2 - non si sono spaccati nello stesso punto, ma anche che sembrano averlo fatto in modo diversamente traumatico...

Di più
07/01/2019 07:29 - 07/01/2019 09:51 #24203 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik @FZappa

Piccola mozione d'ordine: lasciamo spazio anche agli altri se no continuiamo solo noi su questo argomento. Poi scusate se ogni tanto uno da qualche risposta "irritata" ma è difficile stare dietro alla discussione a tutte le ore.

Vorrei far notare che le immagini di IL2 mostrano (mi pare chiaramente) che la "pancia" è abrasa secondo 4 unghiature, come se, dopo avere tranciato le lance, avesse strisciato sui monconi dei cavalletti.

FZappa: ti ho già detto (mi pare) che sono d'accordo con la tempistica di quasi simultaneità. Le differenze da Ovest verso Est per me sono infinitesimali. Il meccanismo è diversamente distruttivo perchè ad Ovest perso uno strallo, perdo la autocompressione e l'impalcato cede in un paio di sezioni a flessione (non può reggere, privo di armatura come è). La parte appoggiata/incastrata sui puntoni, flettendosi, sbriciola anche i puntoni. Contemporaneamente, ad Est, il pezzo adagiato sui binari, spinto dai suoi stralli, trancia le lance (e la parte di pancia che troveremo verso Genova appare pulita, mi pare), si poggia e striscia sul cavalletto, (e la pancia che troviamo lato Savona è unghiata), si impenna e ribalta.

Per ora la vedo così, ma non ho fatto nessun voto.

In merito alla Tiguan, faccio osservare a ItalHik che il modello alternativo di caduta di IL2, prevede necessariamente l'arrivo dell'auto fino a terra in caduta libera (ad oltre 100 Km/h). Il modello qui proposto prevede invece che l'auto entri nel cassone quando questi, poggiatosi sui binari, sia ancora inclinato con le aperture del cassone a qualche decina di metri da terra. Il cassone, ruotando poi verso il basso, toccherà terra ad una velocità sicuramente molto minore ai 100 Km/h della caduta libera. E Capello salverà la pelle.

P.S. aggiungo una foto di IL2 che, sempre e solo come "indizio" avvalora la mia ipotesi. La superficie che "ora" è dopo i moncherini delle lance, rivolta verso Savona, appare unghiata e l'altra no. Quindi, rivedendo la scena col pezzo rigirato come era all'origine, la parte che "prima" era verso Genova, a seguito della tranciatura delle lance, striscia su quel che ne resta ancora in piedi, si impenna, ruota e ribalta. Sempre e solo una ipotesi dalla quale sarò pronto a recedere a dimostrazione diversa di una sequenza attendibile, salvezza di Capello inclusa.
File allegato:
upload immagini gratis
Ultima Modifica 07/01/2019 09:51 da 3aaa.

Di più
07/01/2019 09:48 #24205 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

3aaa ha scritto: @ItalHik @FZappa

In merito alla Tiguan, faccio osservare a ItalHik che il modello alternativo di caduta di IL2, prevede necessariamente l'arrivo dell'auto fino a terra in caduta libera (ad oltre 100 Km/h). Il modello qui proposto prevede invece che l'auto entri nel cassone quando questi, poggiatosi sui binari, sia ancora inclinato con le aperture del cassone a qualche decina di metri da terra. Il cassone, ruotando poi verso il basso, toccherà terra ad una velocità sicuramente molto minore ai 100 Km/h della caduta libera. E Capello salverà la pelle.


Bisognerebbe innanzitutto conoscere l'effettiva velocità d'impatto dell'automobile, che volando giù dall'impalcato centrale (supposto ancora sufficientemente integro) avrà seguito una traiettoria approssimativamente "balistica", ma in ogni caso faccio notare che un impatto a 100 Km/h sarebbe quello di due automezzi che si scontrano viaggiando a 50 Km/h; molto dipende dal modo con cui la Tiguan sarebbe "atterrata": potrebbe averlo fatto quasi orizzontalmente "sulle ruote" (invece che verticalmente e "di muso" come l'altra automobile schiantatasi lì vicino) e in tal caso l'apertura dell'airbag potrebbe aver fatto la differenza (anche con i vari camion precipitati dal viadotto, a parità di altezza la differenza l'hanno fatta la traiettoria finale e il loro assetto al momento dell'impatto)...
Il modello "alla trapezista" suggerito da altri (ignoro chi sia stato a proporlo per primo), oltre a una notevolissima dose di fortuna (che potrebbe al limite anche esserci stata) ha il piccolo difetto di essere impossibile dal punto di vista della fisica e della logica: lo spezzone IL2, spinto *verso ovest* "dagli stralli" come vorreste voi, NON PUO' impennarsi finché è vincolato ai suoi puntoni; se se ne libera, spezzandoli, per impennarsi deve pur sempre disporre di un altro appoggio per iniziare la rotazione oraria fino almeno alla verticale... Nel caso specifico, dopo aver spezzato i suoi quattro puntoni IL2, se ancora dotato di movimento, avrebbe proseguito ulteriormente verso ovest inclinandosi (con rotazione antioraria) fino a infilarsi tra le due "A" della pila e fermarsi sul cavalletto, oppure avrebbe subito schiacciato giù i 4 monconi adagiandovisi sopra...

Comunque io non ho alcun problema a prendermi un po' di riposo: ero venuto in questo forum più che altro per segnalare i due tratti IPX e ILX mancanti alla conta delle macerie, che a quanto pare nessuno aveva ancora preso in considerazione, e non solo qui... Avevo segnalato la loro rottura (praticamente "in aria") anche con un commento inviato dopo Natale a Carmelo Russo, che però non è mai comparso (ma noto tuttavia che ora anch'egli ha modificato la sua versione, prendendoli in qualche modo in considerazione)...

Per il momento auguro buon lavoro... :wave:

Di più
07/01/2019 10:28 #24206 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@a chi interessa capire, visto che ItalHik si è messo in standby, ma la discussione fa bene a tutti dai.........

L'elemento che chiamiamo IL2 (sarà 30 - 40 metri?) una volta rotti i puntoni ed iniziato lo strisciamento, non è che è rimasto come "libellula". Aveva dietro al culo un bel pezzo di impalcato (30 metri?, decine comunque) che spingevano con la forza di 4000 Ton. Un bell'appoggio su cui imperniare la rotazione ed il successivo "volo"

Di più
07/01/2019 10:30 #24207 da italofranc
Sertes
puoi dire ciò che vuoi ma fai brutta figura se continui a disprezzare il lavoro degli altri. Puoi non essere d'accordo ma cerca di fare una critica costruttiva.

Di più
07/01/2019 10:56 #24208 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Analisi crollo Ponte Morandi

italofranc ha scritto: Sertes
puoi dire ciò che vuoi ma fai brutta figura se continui a disprezzare il lavoro degli altri. Puoi non essere d'accordo ma cerca di fare una critica costruttiva.

Se uno spacciatore fa un buon lavoro nello smistare droga, sta comunque vendendo morte ai ragazzi.
Questa disinformatrice sta distribuendo menzogne dimostrabili sul 9/11, sta facendo il gioco del sistema.
Quindi dacci un taglio con questa polemica del cazzo perchè io non lascio l'ultima parola su una plateale menzogna collegata con il 9/11, e qui invece si vorrebbe parlare d'altro.

Di più
07/01/2019 11:13 #24209 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ 3aaa

Per esserci impennamento e rotazione, l'appoggio contro il quale strusciare e innalzarsi deve stare a ponente di IL2, non - "dietro al culo" - a levante!!...

Ariciao!...

Di più
07/01/2019 11:57 #24210 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik
...sempre con spirito costruttivo e senza polemica: NO

Il centro di rotazione diventa la estremità di IL2 che era a levante e che era attaccata al resto di impalcato che spinge. IL2 ruota (ove visto da SUD come mi pare sia preferito qua) in senso orario e la sua estremità che era verso Savona (quella alla quale sono più vicini i moncherini rimasti, per intenderci) è quella che atterra per prima.

Questo meccanismo spiega anche perché un pezzo dell'impalcato, rottasi la sezione di legame con IL2, termini il suo tragitto sotto IL2 e perché il pezzo a cui erano vincolati gli stralli finisca contro il muro della ferrovia.

Poi se si vuole contraddire per forza, non vedendo nemmeno l'evidenza della foto che mostra la abrasione di IL2 solo dalla parte che ha strisciato, beh non so che fare, non intendo nemmeno annoiare il resto del Forum.

Magari sono io ad avere le traveggole (non sono più giovanissimo, diciamo così) ma qua mi sembra di vederci bene. Riposto alcuni frame tratti dal video Di Giorgio. In sequenza, prima un frame sul crollo di IP3 e poi sul ribaltamento di IL2

File allegato:

Di più
07/01/2019 12:26 - 07/01/2019 12:39 #24211 da italofranc
Sertes

Se uno spacciatore fa un buon lavoro nello smistare droga, sta comunque vendendo morte ai ragazzi.
Questa disinformatrice sta distribuendo menzogne dimostrabili sul 9/11, sta facendo il gioco del sistema.
Quindi dacci un taglio con questa polemica del cazzo perchè io non lascio l'ultima parola su una plateale menzogna collegata con il 9/11, e qui invece si vorrebbe parlare d'altro.


Non è una polemica del cazzo come dici tu. Io sto seguendo una pista, quella del sismogramma del crollo del ponte Morandi. Per renderla interessante e per rispondere a qualcuno che frettolosamente la voleva scartare, ho trovato per caso in un documento della Judy Wood il sismogramma del crollo delle due torri 11/9 del Lamont-Doherty Cooperative Seismographic Networke, NON DI JUDY WOOD. Chiaro?
Allora scusami se mi sono opposto al tuo intervento contro la tua nemica JUDY WOOD, l' ho considerato fuori posto e nocivo. Avrebbe reso la mia pista completamente superata.

PS: a conferma che proseguo la pista del simogramma, ho mandato una richiesta d'informazione al professore Anthony Lomax autore del messaggio sul sisma generato dal crollo Morandi.
Ultima Modifica 07/01/2019 12:39 da italofranc.

Di più
07/01/2019 13:13 - 07/01/2019 13:17 #24212 da Sertes
Risposta da Sertes al topic Analisi crollo Ponte Morandi

italofranc ha scritto: ho trovato per caso in un documento della Judy Wood il sismogramma del crollo delle due torri 11/9 del Lamont-Doherty Cooperative Seismographic Networke, NON DI JUDY WOOD. Chiaro?

Non è chiaro per niente, perchè nel post 24158 tu non hai riportato il sismogramma del crollo, ma hai riportato le considerazioni di Judy Wood sul sismogramma del crollo, e lei lo sappiamo per certo che è una bugiarda conclamata.

Allora scusami se mi sono opposto al tuo intervento contro la tua nemica JUDY WOOD, l' ho considerato fuori posto e nocivo. Avrebbe reso la mia pista completamente superata.

Non è nemica mia, è nemica dei parenti delle vittime americani, irachene e afghane. Io ne farei volentieri a meno di occuparmi di questi ciarlatani, quindi se segui una pista per qualcosa scritto da lei preparati ad una cocente delusione.
Ma fallo, eh! Ti esorto ad andare avanti sulla storia dei sismografi per il crollo Morandi, solo la verifica trasforma le ipotesi in fatti.
Ultima Modifica 07/01/2019 13:17 da Sertes.

Di più
07/01/2019 13:22 #24213 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

3aaa ha scritto: @ItalHik
...sempre con spirito costruttivo e senza polemica: NO

Il centro di rotazione diventa la estremità di IL2 che era a levante e che era attaccata al resto di impalcato che spinge. IL2 ruota (ove visto da SUD come mi pare sia preferito qua) in senso orario e la sua estremità che era verso Savona (quella alla quale sono più vicini i moncherini rimasti, per intenderci) è quella che atterra per prima.

Questo meccanismo spiega anche perché un pezzo dell'impalcato, rottasi la sezione di legame con IL2, termini il suo tragitto sotto IL2 e perché il pezzo a cui erano vincolati gli stralli finisca contro il muro della ferrovia.


Ma cosa c'entra il punto dove applichi la forza propulsiva (componente orizzontale strallo/i) con l'indispensabile "appoggio" di cui parlo io?! Se spingi orizzontalmente un tratto di ponte (in questo caso verso ovest) e vuoi farlo impennare fino a ribaltarsi, questo troncone deve trovare un qualcosa (e pure di molto resistente!) che ne faccia prima sollevare l'estremità (quella che sta avanzando a ponente) e poi si contrapponga alla forza proveniente dal "di dietro" del troncone, altrimenti il pezzo di ponte non s'impenna per niente e continua a essere spinto verso ovest!... Mi sembra lapalissiano...
Nessuno nega il "ribaltamento" di IL2, ma con la spiegazione che date voi questo troncone dovrebbe, tra le altre cose, prima ruotare di ben OLTRE 180° (in modo che la sua estremità ex-est si riporti in alto e a ovest pronta ad accogliere la Tiguan) e poi riposizionarsi completamente orizzontale sulla ferrovia (apprendo ora, se non ho capito male, abbattendosi sopra e sfracellando un altro pezzo di ponte)...
Quello che farebbe ribaltare IL2 è il vincolo asimmetrico con i puntoni unitamente al suo peso (eventualmente maggiorato anche dal peso del resto di impalcato che forse per un certo lasso di tempo gli rimane in qualche modo attaccato nelle fasi iniziali della caduta)...

Di più
07/01/2019 13:45 - 07/01/2019 13:50 #24214 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik

Prima considerazione. Non coinvolgere gli altri che magari sono tutti d'accordo con te nel ritenere la mia ipotesi errata. La responsabilità per ora è mia e solo mia.
Se ti piacciono le ipotesi molto alternative, ti suggerisco di provare anche la vertigine concettuale del Forum "ipotesi di lavoro - gnaffetto", lì si che l'approccio è su basi razionali e scientifiche. Per quanto mi concerne, so già che io non resisterei più di un solo post e verrei sfanculato alla grande.

Seconda considerazione. L'impalcato Est all'inizio è ovviamente intero ed è tutto spinto verso Ovest dagli stralli. Poichè gli stralli sono integri e ad essi l'impalcato è anche "appeso" c'è un solo modo perchè il movimento avvenga: ruotando attorno alle lance del cavalletto ed impennandosi (non andando a Savona), mentre l'estremità verso Genova si abbassa assieme agli stralli. Il processo è velocissimo e dura fin tanto che il tutto resta integro, poi ciascuna delle (almeno) 3 parti principali in cui si divide l'impalcato levante, se ne va per conto suo. IL2 per inerzia completa il suo movimento (ha assunto una notevole velocità angolare) e non ha bisogno più di niente che spinga, il resto dell'impalcato va direttamente a terra (a pancia in su) e IL2 atterra su una parte del medesimo.

Ora però basta, ho capito che non sei d'accordo, me ne farò una ragione.

P.S. ovviamente qualcuno potrebbe chiedere perché succede tutto questo, come mai in condizioni normali non è successo mai che un pezzo di ponte se ne andasse in giro. La risposta sta semplicemente nel fatto che "normalmente" il ponte era una struttura staticamente equilibrata. Venuto meno l'impalcato Ovest (rottosi una frazione di secondo prima) diventa inevitabile il movimento del tratto Est
Ultima Modifica 07/01/2019 13:50 da 3aaa.

Di più
07/01/2019 14:05 - 07/01/2019 14:06 #24215 da Michele Pirola
Premesso che sta Judy Wood non so manco chi sia, però qual è il succo della polemica?
Ps: qualcuno potrebbe farmi il favore di contattare gnaffetto e di chiedergli di approvarmi l'iscrizione sul suo sito. Grazie in anticipo

Cochi e Renato
Ultima Modifica 07/01/2019 14:06 da Michele Pirola.

Di più
07/01/2019 14:06 - 07/01/2019 14:13 #24216 da italofranc
Sertes

E' falso quello che dici! Non ho riportato il sismogramma perchè non ne sono stato capace tecnicamente ma ho lasciato l'indirizzo URL. Certo che ho riportato le considerazioni di questo ingegnere e ho spiegato perchè : PS: anche questo ingegnere, come Coppe, parla di alta frequenza iniziale dell'evento scatenante e poi di bassa frequenza quando i pezzi del manufatto si schiantono a terra. E' importante! Se tu guardavi bene il sismogramma in oggetto a quell'indirizzo ti accorgevi che si vede chiaramente l'impatto dei due aerei contro le torri e in seguito le onde del crollo con i tempi che coincidono con quelli dei famosi video. L'interpretazione e la considerazione della cattiva Judy almeno questa volta la potevi accettare, in questo caso non è lei che è bugiarda.

PS: ma lo vuoi capire che forse nel sismogramma del Morandi si puo' individuare un evento scatenante (certo non due aerei o due missili)? Me lo lasci controllare? Cerca di aiutarmi per favore. Grazie.
Ultima Modifica 07/01/2019 14:13 da italofranc.

Di più
07/01/2019 15:14 #24217 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

3aaa ha scritto: @ItalHik

Prima considerazione. Non coinvolgere gli altri che magari sono tutti d'accordo con te nel ritenere la mia ipotesi errata. La responsabilità per ora è mia e solo mia.


"Non coinvolgere gli altri..." Boh! A cosa ti riferisci?!

3aaa ha scritto: Se ti piacciono le ipotesi molto alternative, ti suggerisco di provare anche la vertigine concettuale del Forum "ipotesi di lavoro - gnaffetto", lì si che l'approccio è su basi razionali e scientifiche. Per quanto mi concerne, so già che io non resisterei più di un solo post e verrei sfanculato alla grande.


Non mi piacciono per niente quel genere di ardite ipotesi, non mi verrebbe mai in mente di far spostare da qualcuno la Tiguan dentro l'impalcato (anche perché ci sono foto a smentire) oppure risagomare la sella per il Gerber (perché basta osservare e ragionare un pochetto per trovare una spiegazione più ragionevole)...

3aaa ha scritto: Seconda considerazione. L'impalcato Est all'inizio è ovviamente intero ed è tutto spinto verso Ovest dagli stralli. Poichè gli stralli sono integri e ad essi l'impalcato è anche "appeso" c'è un solo modo perchè il movimento avvenga: ruotando attorno alle lance del cavalletto ed impennandosi (non andando a Savona), mentre l'estremità verso Genova si abbassa assieme agli stralli. Il processo è velocissimo e dura fin tanto che il tutto resta integro, poi ciascuna delle (almeno) 3 parti principali in cui si divide l'impalcato levante, se ne va per conto suo. IL2 per inerzia completa il suo movimento (ha assunto una notevole velocità angolare) e non ha bisogno più di niente che spinga, il resto dell'impalcato va direttamente a terra (a pancia in su) e IL2 atterra su una parte del medesimo.


Ma questa versione non è più la stessa di prima, pur rimanendo comunque contraddittoria!...

Infatti SE, come tu scrivi, "...*gli stralli sono integri* e l'impalcato (che peraltro supponi - sempre parole tue - ancora "tutto integro") è "appeso", l'unico movimento possibile è proprio quello verso ponente... Non può ruotare, né impennarsi e neanche "l'estremità verso Genova"... abbassarsi, perché per fare tutto questo... il vincolo rigido costituito dai puntoni deve PRIMA rompersi e così anche gli stralli (oppure le antenne che li sostengono, fai tu)... e anche questo è lapalissiano...
A questo punto - niente più stralli integri, puntoni rotti, impalcato (tutto ancora sano, in via di rottura o in parte spezzato poco importa...) che si inclina con l'estremità est a dirigersi verso terra - della famosa "compressione" fornita dai tiranti posso tranquillamente fregarmene, perché il crollo ora procederà senza problemi solo a causa della gravità (anche se sfortunatamente IL2 in nessun caso ruoterà 200 e passa gradi per offrire la sua "bocca" in alto per la Tiguan che ha iniziato la sua parabola discendente) !... Ma appunto, il troncone IL2 avrà spezzato i suoi puntoni e si sarà ribaltato a causa del suo peso e del troppo sforzo applicato al vincolo rigido dei quattro pilastri, NON a causa delle "4000 Ton" di spinta fornite dagli stralli...

3aaa ha scritto: Ora però basta, ho capito che non sei d'accordo, me ne farò una ragione.


Non sono d'accordo solo sulle cause del ribaltamento di IL2, mica su tutto il resto, esattamente come tu non convieni sul "volo" che avrebbe fatto la Tiguan prima di atterrare sul/dentro il cassone dell'impalcato... :saber:

P.S. - Ora me ne rimango veramente in silenzio per un po', e magari do un'altra occhiata al blog di Gnaffetto (ché forse ci trovo qualche altra strabiliante ipotesi, anche se ho visto che almeno un ripensamento c'è già stato)...

Di più
07/01/2019 15:38 - 07/01/2019 15:56 #24218 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@3aaa

Solo una domanda (per ora): come fa IP3 ad alzarsi in verticale in quel modo?
Tenuto conto che dall'inizio del crollo come da riflesso sulla tettoia ci sono solo i secondi necessari a cascare e non ad impennarsi (prima) e cascare (dopo)...

E' da quando gnaffetto (credo sia stato lui il primo) mesi fa mi fece osservare quei due fotogrammi che cerco di capire cosa possa essere e non sono ancora convinto.
Ho provato a triangolare il punto di osservazione con l'immagine del fotogramma e mi sembra talmente spostato a sud da non poter essere IL2, che forse è quello individuato da te in negativo nella seconda tua immagine, a proposito: complimenti non lo avevo notato :pint:

PS: se ho ben capito, nella tua ricostruzione (complimenti e grazie, tutto aiuta anche se magari non si concorda) IL2 viene spinto verso Savona dagli stralli di levante impennandosi.
In questo caso però i supporti obliqui si sarebbero spezzati in direzione Savona e sarebbero caduti in modo diverso (in modo scomposto verso il cavalletto): nelle foto invece li vediamo distesi verso Genova come se fossero stati spezzati in quella direzione e non nell'altra...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 07/01/2019 15:56 da Aigor.

Di più
07/01/2019 16:38 - 07/01/2019 17:59 #24219 da italofranc
File allegato:
,

In attesa della risposta del professore Anthony Lomax, mi permetto di anticiparvi quello che ho capito riguardo la lettura di un sismogramma. Ci dovrebbe aiutare a leggere al momento opportuno il sismogramma del crollo Morandi, appena riceviamo notizie da Lomax.
Nella figura in alto c’è un bel esempio di un sismogramma: ci sono 4 bande ben distinte a parità d’ampiezza d’onda sismica e nello stesso spazio di tempo :
a) La broadband, cioè la banda che fa vedere l’insieme delle onde di qualsiasi frequenza HZ,
b) A questa banda è stata applicata un filtro per mostrare solo le onde con frequenza 1-5 HZ,
c) Questa banda filtrata in modo da far apparire solo le onde con frequenza 0,1-05 HZ,
d) Quest’ultima banda filtrata con solo le onde di frequenza 0,01-0,05 HZ
Tenendo conto di quello che ha detto Colle e confermato dalla cattiva Judy, nel sismogramma di Lomax mandato sul web il giorno dopo il crollo Morandi, le onde di piccola frequenza ma di alta ampiezza dovrebbero segnalare le vibrazioni del terreno dovute alla caduta delle macerie. Quelle a piu’ alta frequenza ma con un’ampiezza limitata potrebbero essere l’evento che ha scatenato il crollo.
Purtroppo l’unica banda del sismogramma di Lomax non indica a quali frequenze si riferisce ed è per questo che l’ho contattato.
Ultima Modifica 07/01/2019 17:59 da italofranc.

Di più
07/01/2019 17:52 #24220 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi

ItalHik ha scritto:

FranZeta ha scritto: ...basta per esempio leggersi la relazione sui lavori degli anni '90 alla pila 11, lo scrivono chiaramente che anche rimuovendo uno a uno i trefoli di un tirante, limitando quindi al minimo gli shock per la struttura, sarebbe venuto giù tutto.

A parte l'estrema difficoltà di farlo dopo aver applicato anche il rivestimento di protezione, pensare di non poter togliere dallo strallo nemmeno uno dei tanti trefoli pena il collasso di tutto il ponte può essere valido solo per un tirante ormai totalmente debilitato, ma ovviamente non per uno appena messo in opera...

Questo è un punto importante perciò va chiarito bene. Nella relazione sui lavori del '92, che è linkata in questo forum ma andrebbe ritrovata fra le 70 pagine, spiegano per filo e per segno la procedura seguita per sostituire gli stralli. Attenzione: io non ho scritto che bastava tagliare un trefolo per far venire giù tutto, ma che sarebbe venuto giù tutto anche tagliandoli uno a uno, cosa che avrebbe minimizzato lo shock della struttura (rispetto a tagliarli tutti insieme, ossia far saltare lo strallo). Sono due cose ben diverse.

La procedura di tagliare i trefoli uno a uno è tutt'altro che impossibile, visto che è quella che hanno eseguito per la pila 11, con la fondamentale precauzione di mettere prima in tiro i nuovi stralli, esterni agli originali. Fatto ciò hanno sciolto con agenti chimici una piccola sezione della guaina in calcestruzzo e hanno tagliato uno a uno tutti i trefoli originali, ripetendo la procedura per i quattro stralli. Quindi nella relazione sta scritto nero su bianco che non era possibile rimuovere, per quanto "delicatamente", nessuno strallo senza causare una catastrofe. Siccome è uno dei pochi punti fermi, teniamocelo stretto.

FranZη

Di più
07/01/2019 18:19 #24221 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Nella relazione sui lavori del '92, che è linkata in questo forum ma andrebbe ritrovata fra le 70 pagine


Dovrebbe essere qui:
Post con link alla relazione

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ringraziano per il messaggio: Michele Pirola

Di più
07/01/2019 18:30 #24222 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Grazie Aigor. Che dici, lo mettiamo nel primo post, così diamo inizio al famoso elenco di link?

FranZη

Di più
07/01/2019 18:55 #24223 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
:-D Giusto. Sarà fatto

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
07/01/2019 20:11 - 08/01/2019 00:12 #24224 da italofranc
Aigor

Quindi nella relazione sta scritto nero su bianco che non era possibile rimuovere, per quanto "delicatamente", nessuno strallo senza causare una catastrofe. Siccome è uno dei pochi punti fermi, teniamocelo stretto.

Se volete dire che in quella relazione c'è scritto questo, va bene. Se volete accettare e condividere questa affermazione e pensare che sia un ''punto fermo'', sappiate che non sono d'accordo, anche se non credo che importi granché.
Per mesi abbiamo detto che la rimozione di uno strallo non faceva crollare tutto in 10 secondi, iniziamo l'anno cancellando tutto quello che abbiamo scritto su questo punto. Non è stato dimostrato che non è possibile rimuovere uno strallo senza causare una catastrofe. Se mi dite che è meglio non farlo sono d'accordo, se utilzzate il condizionale '' potrebbe'' va bene, ma essere sicuri al 100% impossibile. Ne avevamo parlato Aigor e mi avevi chiesto cosa ne pensavo. Ti avevo risposto che secondo me ci sarebbe stato un cedimento o una deformazione dell'impalcato dal lato dello strallo tagliato, ma il cavalletto con le due travi trasversali avrebbe sostenuto l'impalcato dando il tempo per chiudere il traffico e evitare catastrofi. Di certo non ci sarebbe stato il crollo di tutta la struttura compreso i piloni alti 90 metri in 10 secondi . Anche Aryanna era completamente d'accordo con me. Amen! :blank: :blank: :cry: :cry:

PS: è doveroso ricordare che laCommissione Ispettiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ultimato il suo lavoro e ha presentato la relazione sul crollo del Ponte Morandi di Genova. Dice fra l'altro che gli stralli non sono da considerare la causa principale del crollo. Quindi nel 92 occhio allo strallo corroso che se tagliato viene giu' tutto. Dopo 26 anni di fatica e corrosione non è quello che puo' aver fatto venir giu' tutto. :question: :question: :question: :question:
Ultima Modifica 08/01/2019 00:12 da italofranc.

Di più
07/01/2019 20:46 #24225 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Italofranc

Guarda che io ho solo postato il link al documento, mica ho espresso pareri :wink:

Prima di partire in quarta, leggi bene, please, così ci risparmiamo eventuali fraintendimenti :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
07/01/2019 22:18 #24226 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik @Aigor

Scusate ma dopo essermi sparato 600 Km l'altro ieri, oggi sono altri 400, ho la mia età....... anche se mi gestisco alla grande 3 nipoti (le 3 "a")...... ho dato un'occhiata veloce ma ci risentiamo nei prox giorni, non vorrei dare risposte a "pene di segugio". Sono contento che ItalHik almeno condivide con me le perplessità su altri Forum (se ho capito bene). Ad ItalHik: non credo di aver cambiato niente, deve esserci un problema di chiarezza comunicativa, d'altra parte anche se avevo 30 e lode in analisi matematica non sono mai riuscito ad insegnare niente in matematica alle figlie che sono diventate medico, altro che ingegneria. E' un mio limite, magari.

Di più
07/01/2019 22:28 #24227 da FZappa
Risposta da FZappa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto:

Nella relazione sui lavori del '92, che è linkata in questo forum ma andrebbe ritrovata fra le 70 pagine


Dovrebbe essere qui:
Post con link alla relazione


Vi allego ben 2 versioni in italiano, molto più dettagliate (retrofit 92).
Purtroppo la più completa ha i bordi un po' tagliati, ma si legge abbastanza….

drive.google.com/file/d/1lKx_Szh16n_dnI8...7MK/view?usp=sharing
drive.google.com/file/d/1brid_gvmosST5Tj...Lkv/view?usp=sharing

Di più
07/01/2019 22:29 #24228 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: @3aaa

Solo una domanda (per ora): come fa IP3 ad alzarsi in verticale in quel modo?

Aigor, scusa ma per ora provo a rispondere solo a questa domanda (mi si chiudono gli occhi dal sonno, credimi). Se provi a prolungare la linea della carreggiata (dalle pile 7 & 8 verso la 9) ti rendi conto che non dovrebbe essersi sollevato, ha solo ruotato attorno al cavalletto (nel frame successivo che non ho postato, si vede un poco più in basso).

Tempo creazione pagina: 0.278 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO