Analisi crollo Ponte Morandi

Di più
07/01/2019 22:42 - 07/01/2019 22:48 #24229 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: @3aaa


In questo caso però i supporti obliqui si sarebbero spezzati in direzione Savona e sarebbero caduti in modo diverso (in modo scomposto verso il cavalletto): nelle foto invece li vediamo distesi verso Genova come se fossero stati spezzati in quella direzione e non nell'altra...



Qui davvero non sono capace di rispondere sul perché quei 4 si siano allineati come si sono allineati. Mi permetto di richiamare però la attenzione sulla foto che ho postato di IL2 che mostra (a mio parere chiaramente) come la superficie sia vistosamente abrasa solo sulla parte che dovrebbe avere "strusciato". E' troppo danneggiata quella superficie. Se fosse caduto come dice la commissione del MIT e cioè: flessione e rottura della sezione di incastro/appoggio, rotazione oraria (vista da SUD) e successivo ribaltamento, dove si sarebbe abrasa la superficie? Oltre alla seconda domanda: come ha fatto Capello a scamparla? Ed alla terza domanda come ha fatto ad avanzare verso Genova?Nel mio meccanismo, invece: movimento verso Savona con contestuale strisciamento sul cavalletto, acquisizione di velocità angolare sotto spinta del resto dell'impalcato, atterraggio dopo volo "balistico" lato Genova con la parte più pesante che tocca terra per prima, le cose si incastrano far loro lasciando a Capello la possibilità di entrare (a velocità non ancora elevata) nella "bocca" del cassone che sarà stata a 25 - 30 m da terra. L'esempio non è calzante, ma non me ne viene uno migliore: quando con le dita conferiamo velocità angolare ad una moneta, sostanzialmente con uno schiocco le conferiamo velocità angolare, quella ruota in aria e atterra dove atterra. Più o meno è quello che ha fatto la parte di impalcato verso Genova con IL2 (da prendere molto con le molle, solo per dare l'idea). Non ti ho risposto sulla posizione delle lance a terra, lo so.
Ultima Modifica 07/01/2019 22:48 da 3aaa.

Di più
07/01/2019 23:16 #24230 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
3aaa

Con calma domani guardo... e ragiono, per ora notte :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
07/01/2019 23:19 #24231 da Michele Pirola
3aaa
La prossima volta prendi l'aereo invece che farti tutti questi km in macchina :laugh:

Cochi e Renato

Di più
07/01/2019 23:39 - 07/01/2019 23:43 #24232 da italofranc
Aigor

Guarda che io ho solo postato il link al documento, mica ho espresso pareri

Mi dispiace d'aver frainteso e me ne scuso. Contentissimo di sapere che non hai espresso parere su questo punto. :shake: :shake: :shake:
Ultima Modifica 07/01/2019 23:43 da italofranc.

Di più
08/01/2019 10:28 - 08/01/2019 10:37 #24237 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Aigor e altri

Visto che ho scatenato un (giusto e comprensibile) putiferio di reazioni, e visto che la notte porta consiglio, riconosco che la spiegazione era sicuramente oscura. Provo a chiarire con lo schema allegato. Premetto che è uno schema graficamente assai semplificato (la computer grafica non è roba mia). Quindi le sezioni di rottura sono veramente schematizzate alla buona. Chiedo anche il Vostro aiuto per correggere e completare (se l'ipotesi potesse avere un fondamento; se invece è davvero assurda allora penseremo ad altro). Non avrei alcuna remora a riconoscere errori.
Riassumo i paletti che dovrebbero essere alla base del ragionamento
1) Vorrei uno schema nel quale Capello si salva senza bisogno di farlo diventare un testimone falso
2) Vorrei uno schema che spieghi l'abrasione della parte inferiore di IL2. Abrasione molto particolare, solo sulla superficie che inizialmente era lato Genova (rispetto ai cavalletti)
3) Infine, anche darsi conto del perché le lance siano rimaste a terra lato Genova non sarebbe male

Tutto parte da due ipotesi di lavoro (che per il momento mi concederete, come ipotesi, per l'appunto):
---ad OVEST il ponte è appena collassato (non chiediamoci come e perché, ai soli fini di questo ragionamento) e quindi manca la reazione di compressione orizzontale. Ciò rende l'impalcato EST pochissimo resistente alla flessione ed instabile
---gli stralli EST sono integri e carichi di energia elastica (esercitavano una spinta di migliaia di Ton)

Nella parte di sinistra dell'immagine rappresento come vedo io l'impalcato EST (visto da Nord). Nella parte di destra riporto come immagino la sequenza della caduta di IL2 dopo l'impatto con i cavalletti (che ovviamente verranno tranciati e finiranno dove saranno trovati).

Non so se questa spiegazione è più convincente. Io qua sono arrivato con lo scopo di rispettare i paletti 1-2-3 di cui sopra. Se ci fossero altri modi di rispettarli, parliamone in amicizia e senza pregiudizi. Mi aspetto la lapidazione.

P.S. Nell'immaginare questo scenario, non posso dimenticare il Frame estratto dal video Di Giorgio (tra il 13° e il 17° mi pare) in cui si vede una sagoma rettangolare inclinata verso Genova a sinistra dell'antenna (IL2 in rotazione?)

File allegato:
Ultima Modifica 08/01/2019 10:37 da 3aaa.

Di più
08/01/2019 10:31 - 08/01/2019 16:34 #24238 da italofranc
rimosso
Ultima Modifica 08/01/2019 16:34 da italofranc.

Di più
08/01/2019 12:03 - 08/01/2019 12:06 #24242 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
3aaa

Finalmente capisco quello che intendevi :-D

Ti suggerisco una variante che possa spiegare anche la posizione dei pilastri obliqui del cavalletto.

1) il crollo a ponente ha come primo effetto quello di "tirare" verso ponente stralli e impalcato est (la componente orizzontale per me agisce dopo)
2) l'impalcato per prima cosa, pertanto, si alza a mo' di ponte levatoio spezzando i pilastri obliqui che cadono per i fatti loro in direzione levante
3) IL2 è ancora attaccato al resto dell'impalcato di levante: ora entra in gioco la componente orizzontale che spezza l'impalcato
3) IL2 comincia a cadere in rotazione partendo però da una posizione inclinata verso l'alto che gli fornirà la spinta rotazionale necessaria, una volta impattato a terra, per completare il ribaltamento
4) nello stesso tempo il pezzo ancora attaccato agli stralli (IL1) subisce una rotazione in senso orizzontale (probabilmente i due stralli cedono in momenti diversi)
5) IL1 arriva a terra praticamente insieme a IL2, ma IL2 deve ancora terminare la rotazione che lo farà finire sopra IL1

La Tiguan? Sorry, ma in questa dinamica non vedo come possa essersi infilata dove l'hanno trovata e, sinceramente, non ho ancora capito nemmeno nella tua dinamica come abbia fatto a infilarsi (e rimanere quasi integra: teniamo conto che oltre al moto verticale di caduta aveva anche un moto orizzontale) nel lato che è andato a impattare a terra e a terra è rimasto mentre il lato opposto cadeva dalla posizione in verticale che aveva nella rotazione...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 08/01/2019 12:06 da Aigor.

Di più
08/01/2019 13:24 #24245 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: 3aaa

Finalmente capisco quello che intendevi :-D

Ti suggerisco una variante che possa spiegare anche la posizione dei pilastri obliqui del cavalletto.

1) il crollo a ponente ha come primo effetto quello di "tirare" verso ponente stralli e impalcato est (la componente orizzontale per me agisce dopo)
2) l'impalcato per prima cosa, pertanto, si alza a mo' di ponte levatoio spezzando i pilastri obliqui che cadono per i fatti loro in direzione levante...


Santo cielo, (forse proprio perché di cose tecniche non me ne intendo...) avrei pensato esattamente il contrario, cioè che in mancanza dell'azione di trazione esercitata dalla metà di ponte crollata a ponente, gli stralli di levante si sarebberero per così dire rilassati, facendo pendere (e non impennare) il semi-impalcato est!... :question:

Di più
08/01/2019 13:44 - 08/01/2019 14:52 #24246 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik (non 3aaa - belin ho sbagliato a citare :-D)

Nemmeno io mi intendo di cose tecniche, ma rimugino nella testa da mesi come levante può essere caduto, quella sopra è attualmente la dinamica che mi convince di più mettendo insieme la posizione delle macerie e i vari video al netto del taroccamento.

I pilastri sono caduti in avanti, pertanto si sono spezzati in quella direzione.
IL2 ha fatto una capriola: mi convince di più il moto in senso orario che quello antiorario di gnaffetto (ma solo di stretta misura e perché non so se gli stralli avrebbero avuto la forza di tirare in su quel pezzo di impalcato, anche considerando un "effetto frusta" dei tiranti interni) pertanto per ora la penso così, ma posso cambiare idea

PS: inoltre ricorda che di base gli stralli avevano oltre la componente orizzontale anche la spinta verticale verso l'alto... e se cade ponente la botta si trasmette a tutta la filiera strallo-pilone-strallo aggiungendo spinta verso l'alto, almeno finché gli stralli di ponente non si staccano degli impalcati che stanno cadendo

Ah, riguardo IP3, in base al video di area ecologica è venuto giù in 3 secondi e spiccioli che è il tempo di caduta libera (più o meno).
Se si fosse impennato prima di cadere avremmo avuto:
3 secondi e spiccioli + il tempo di impennamento + il tempo per tornare in posizione orizzontale

Quindi, per me, è venuto giù a cerniera.

E devo ancora capire bene cosa è quello che si vede nel video oddio oddio :-D

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 08/01/2019 14:52 da Aigor. Motivo: inserimento PS + aggiunta

Di più
08/01/2019 13:49 #24247 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Fran

Ovviamente parto dal fatto che abbia ceduto per primo lo strallo sud di ponente.

File allegato:


L’impalcato ponente si spezza più o meno nel punto indicato dalla linea rossa e si spezza “prima” che il pezzo attaccato agli stralli cominci a ruotare altrimenti avrebbe ruotato anche IP3, cosa che non ha fatto come da foto dopo il crollo.

Quindi per finire dove l’abbiamo visto finire nelle modalità in cui lo abbiamo potuto intravvedere dal video dell’area ecologica deve aver fatto un movimento tipo cerniera come sotto esposto:

File allegato:


Penso che si possa dare per certo che:
1) è un dato di fatto che gli stralli di ponente si siano rotti in momenti diversi, altrimenti non ci sarebbe un pezzo piantato di sbieco
2) è un dato di fatto che IP3 non abbia ruotato nel senso longitudinale (come nella simulazione NYT) perché altrimenti non sarebbe caduto come è caduto

Inoltre, come già detto prima, non troviamo macerie o resti in direzione a nord di IP3 dopo il crollo, quindi i supporti obliqui sono andati giù verticalmente, senza nessuna spinta orizzontale (qualche maceria del quarto supporto – da sud a nord - sarebbe caduta oltre IP3).

Tu mi dici che una volta che viene a mancare uno strallo i quattro supporti obliqui non possono, da soli, reggere la spinta verso il basso dell’impalcato.
Io non posso affermare il contrario, solo esprimo dubbi sul fatto che abbiano ceduto “istantaneamente” dopo la sola rottura di uno strallo.

Se qualcuno che è bravo con i calcoli vuol calcolare quanto peso potevano sopportare i pilastri obliqui e quanto peso eccedente (più o meno) si sono trovati a sopportare dopo il cedimento di uno strallo sarebbe veramente di aiuto, anche per me: non faccio quello controcorrente per partito preso.

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
08/01/2019 14:26 - 08/01/2019 14:59 #24249 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: 3aaa

Finalmente capisco quello che intendevi :-D

Ti suggerisco una variante che possa spiegare anche la posizione dei pilastri obliqui del cavalletto.

1) il crollo a ponente ha come primo effetto quello di "tirare" verso ponente stralli e impalcato est (la componente orizzontale per me agisce dopo)
2) l'impalcato per prima cosa, pertanto, si alza a mo' di ponte levatoio spezzando i pilastri obliqui che cadono per i fatti loro in direzione levante
3) IL2 è ancora attaccato al resto dell'impalcato di levante: ora entra in gioco la componente orizzontale che spezza l'impalcato
3) IL2 comincia a cadere in rotazione partendo però da una posizione inclinata verso l'alto che gli fornirà la spinta rotazionale necessaria, una volta impattato a terra, per completare il ribaltamento
4) nello stesso tempo il pezzo ancora attaccato agli stralli (IL1) subisce una rotazione in senso orizzontale (probabilmente i due stralli cedono in momenti diversi)
5) IL1 arriva a terra praticamente insieme a IL2, ma IL2 deve ancora terminare la rotazione che lo farà finire sopra IL1

La Tiguan? Sorry, ma in questa dinamica non vedo come possa essersi infilata dove l'hanno trovata e, sinceramente, non ho ancora capito nemmeno nella tua dinamica come abbia fatto a infilarsi (e rimanere quasi integra: teniamo conto che oltre al moto verticale di caduta aveva anche un moto orizzontale) nel lato che è andato a impattare a terra e a terra è rimasto mentre il lato opposto cadeva dalla posizione in verticale che aveva nella rotazione...



Alleluiah sono migliorato nella didattica che non è il mio forte!
1 & 2) Mah, forse direi "sinergicamente", non credo che le forze possano mettersi d'accordo su un prima e dopo, comunque OK
4 & 5) E' una fase che non ho nemmeno incluso nello schema. Mi interessava SOLO focalizzare la prima parte, perchè se fossimo d'accordo sul cinematismo ALLORA ne conseguirebbe: rottura da Ovest verso Est e questo diverrebbe un punto fermo.
La Tiguan: siamo d'accordo che se la Tiguan toccasse il suolo e trovasse IL2 già al suolo avrebbe ZERO probabilità di entrarci dentro, proprio perchè la geometria lo impedirebbe: la direzione del moto mal si concilia con la sezione di invito del cassone? Se siamo d'accordo su questo, mi concedi quella piccola probabilità (fattore-C) che invece parrebbe essersi verificata, con la Tiguan che scendendo verso terra con moto parabolico, a metà del suo cammino (ed a velocità di caduta sicuramente minore di quella che avrebbe al suolo), si trova davanti la bocca aperta di IL2 che si è posato a terra dal lato Genova ma è ancora sospeso in aria dal lato Savona? E' fattore-C al cubo, certo, ma come altro definire quello che capita ad uno che cade dal Morandi e si salva? Con l'altro scenario nemmeno il fattore "C" sarebbe bastato, secondo me.

PS. n° 1 mi pare che concordiamo sul fatto che IP3 è caduto come se fosse incernierato sulle lance: ha ruotato in senso orario (visto da NORD) si è staccato ed è sceso. E' questo che intendi Aigor? Se si, concordiamo anche su questo. Il frame dal video Di Giorgio, tenendo conto dell'allineamento con la carreggiata che, per la posizione dello smartphone sembra "in discesa", dice questo, non che IP3 si erga in alto come un fuso.

PS. n° 2 ditemi se qualche valore aggiunto, secondo voi, lo danno anche quei frame "rubati" al video Di Giorgio, sia riguardo a IP3 che IL2. A me sembra di si, però quando uno si convince di una cosa, può anche vedere ciò che non è

PS. n° 3 focalizzo ora l'inciso nel tuo commento "2" circa i pilastri che si spezzano così anticipatamente. Mi sarò fissato, ma quella foto della superficie di IL2 che mostra 4 aree di abrasione deve trovare una spiegazione. Per ora avrei pensato all'impatto con quanto residua dei puntoni (che vengono definitivamente sradicati), ma comunque qualche spiegazione serve. Mi sembra un "indizio" da non tralasciare
Ultima Modifica 08/01/2019 14:59 da 3aaa.

Di più
08/01/2019 14:26 #24250 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: @3aaa

Ah, riguardo IP3, in base al video di area ecologica è venuto giù in 3 secondi e spiccioli.
Se si fosse impennato prima di cadere avremmo avuto:
3 secondi e spiccioli + il tempo di impennamento + il tempo per tornare in posizione orizzontale

Quindi, per me, è venuto giù a cerniera.

E devo ancora capire bene cosa è quello che si vede nel video oddio oddio :-D


Per es. IP3 che si impenna (avendo fatto cerniera sui supporti che quindi si sono appena spezzati) con ancora parte del tratto centrale attaccata...

Di più
08/01/2019 14:44 #24251 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: @Fran

Ovviamente parto dal fatto che abbia ceduto per primo lo strallo sud di ponente.



L’impalcato ponente si spezza più o meno nel punto indicato dalla linea rossa e si spezza “prima” che il pezzo attaccato agli stralli cominci a ruotare altrimenti avrebbe ruotato anche IP3, cosa che non ha fatto come da foto dopo il crollo.

Quindi per finire dove l’abbiamo visto finire nelle modalità in cui lo abbiamo potuto intravvedere dal video dell’area ecologica deve aver fatto un movimento tipo cerniera come sotto esposto:

File allegato:


Penso che si possa dare per certo che:
1) è un dato di fatto che gli stralli di ponente si siano rotti in momenti diversi, altrimenti non ci sarebbe un pezzo piantato di sbieco
2) è un dato di fatto che IP3 non abbia ruotato nel senso longitudinale (come nella simulazione NYT) perché altrimenti non sarebbe caduto come è caduto

Inoltre, come già detto prima, non troviamo macerie o resti in direzione a nord di IP3 dopo il crollo, quindi i supporti obliqui sono andati giù verticalmente, senza nessuna spinta orizzontale (qualche maceria del quarto supporto – da sud a nord - sarebbe caduta oltre IP3).

Tu mi dici che una volta che viene a mancare uno strallo i quattro supporti obliqui non possono, da soli, reggere la spinta verso il basso dell’impalcato.
Io non posso affermare il contrario, solo esprimo dubbi sul fatto che abbiano ceduto “istantaneamente” dopo la sola rottura di uno strallo.

Se qualcuno che è bravo con i calcoli vuol calcolare quanto peso potevano sopportare i pilastri obliqui e quanto peso eccedente (più o meno) si sono trovati a sopportare dopo il cedimento di uno strallo sarebbe veramente di aiuto, anche per me: non faccio quello controcorrente per partito preso.


D'accordo su 1 & 2. Sul fatto che i puntoni dei cavalletti ce la facciano o no, siamo in terra incognita e non so rispondere. Per me sono stati fracassati da IP3 nel suo movimento a cerniera in senso orario (visto da Nord).

Poi restano le differenze di vedute fra chi non crede che la perdita di uno strallo sia sufficiente a generare il collasso della parte interessata e chi, come me, invece ci crede perché venendo meno la precompressione (almeno da un lato della carreggiata) si perde la capacità della struttura non armata di resistere a flessione e l'impalcato viene giù spezzandosi per linee di frattura successive, da Ovest verso il centro

Di più
08/01/2019 15:00 #24254 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
3aaa

si trova davanti la bocca aperta di IL2 che si è posato a terra dal lato Genova ma è ancora sospeso in aria dal lato Savona


Azz... non mi sono spiegato bene, non importa :hammer:

Allora, la parte che tocca terra per prima è la parte danneggiata, quella dove si è infilata la Tiguan... non l'altra

File allegato:


File allegato:


Se il giro è in senso orario guardando la scena con spalle al mare (quindi da sud), il giro è quello.

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
08/01/2019 15:07 #24256 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik

Per es. IP3 che si impenna (avendo fatto cerniera sui supporti che quindi si sono appena spezzati) con ancora parte del tratto centrale attaccata


Ho capito, devo fare due triangolazioni e qui dove sono ora non posso farle... ne riparliamo :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
08/01/2019 15:09 #24257 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Michele Pirola

....questo è un O.T. totale. Non capisco la testardaggine ad iscriverti da "gnaffetto". Non ti prenderanno mai a bordo secondo me. Hanno il tempo per parlare male delle persone in quel Forum e ti hanno etichettato.
Qua mi pare si respiri un'aria più salubre ed infatti alcuni accaniti sembrano essersi definitivamente trasferiti di là, salvo venire a sbirciare di qua............

Di più
08/01/2019 15:15 - 08/01/2019 15:30 #24258 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: 3aaa

si trova davanti la bocca aperta di IL2 che si è posato a terra dal lato Genova ma è ancora sospeso in aria dal lato Savona


Azz... non mi sono spiegato bene, non importa :hammer:

Allora, la parte che tocca terra per prima è la parte danneggiata, quella dove si è infilata la Tiguan... non l'altra

File allegato:


File allegato:


Se il giro è in senso orario guardando la scena con spalle al mare (quindi da sud), il giro è quello.



Per me che lo guardo (chissà perché) da monte, ma fa lo stesso, il giro è antiorario. La parte che tocca terra per prima è quella che nella mia figura (nella parte destra) è più in alto, ma è anche quella con i moncherini dei puntoni attaccati (che non ho disegnato ma bisogna immaginare al di sopra del rettangolino marrone, che deve essere visto in sequenza temporale dopo gli altri). Completando la rotazione, arriverà a terra per prima (o no?). Nel mio disegnino la rotazione è lasciata a mezza strada ma continua, l'inerzia rotazionale mica è uno scherzo con quelle masse e dimensioni. Provo ad aggiungere i moncherini per rendere l'idea che ho in mente. Poi sempre pronto per la lapidazione..............

File allegato:
free image upload
Ultima Modifica 08/01/2019 15:30 da 3aaa.

Di più
08/01/2019 15:19 #24259 da Michele Pirola
3aaa
Voglio sentire le sue ragioni e parlare con lui del Ponte Morandi. Siamo in una democrazia, no? Il confronto è giusto, finché non causa danni. Se io volessi confrontarmi con uno che dice che stuprare è giusto allora sarei pazzo. Però non è assolutamente questo il caso, quindi ben venga il confronto.
Ps: dubito che gnaffetto mi abbia già etichettato

Cochi e Renato

Di più
08/01/2019 15:27 - 08/01/2019 15:28 #24260 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Aigor ha scritto: 3aaa

si trova davanti la bocca aperta di IL2 che si è posato a terra dal lato Genova ma è ancora sospeso in aria dal lato Savona


Azz... non mi sono spiegato bene, non importa :hammer:

Allora, la parte che tocca terra per prima è la parte danneggiata, quella dove si è infilata la Tiguan... non l'altra

File allegato:


File allegato:


Se il giro è in senso orario guardando la scena con spalle al mare (quindi da sud), il giro è quello.


E' per quello che io continuavo a menarla sulla improbabile rotazione di ben oltre 180° che avrebbe dovuto effettuare IL2 per offrire , ancora sufficientemente in alto, la sua "bocca" alla discendente Tiguan, per poi (con una rotazione finale ma ora antioraria) riposizionarsi in orizzontale (a meno ovviamente di ipotizzare una inverosimile capriola tutta in aria, stile "libellula" :hammer: )...
Ultima Modifica 08/01/2019 15:28 da ItalHik.

Di più
08/01/2019 16:15 - 08/01/2019 16:25 #24262 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

3aaa ha scritto:

Per me che lo guardo (chissà perché) da monte, ma fa lo stesso, il giro è antiorario. La parte che tocca terra per prima è quella che nella mia figura (nella parte destra) è più in alto, ma è anche quella con i moncherini dei puntoni attaccati (che non ho disegnato ma bisogna immaginare al di sopra del rettangolino marrone, che deve essere visto in sequenza temporale dopo gli altri). Completando la rotazione, arriverà a terra per prima (o no?). Nel mio disegnino la rotazione è lasciata a mezza strada ma continua, l'inerzia rotazionale mica è uno scherzo con quelle masse e dimensioni. Provo ad aggiungere i moncherini per rendere l'idea che ho in mente. Poi sempre pronto per la lapidazione..............

free image upload


Sì, ma bisogna supporre una rotazione di oltre 180° fatta tutta per aria (nel tuo disegno di destra si vede IL2 partire avendo già fatto quasi mezzo giro di rotazione) e le masse in gioco direi che depongano semmai a sfavore di simili funambolismi...
Ultima Modifica 08/01/2019 16:25 da ItalHik.

Di più
08/01/2019 16:31 #24264 da italofranc


File allegato:
free image upload site

Rispetto al manuale di Mister Dinamite, Danilo Coppe, hanno messo le cariche un po' piu' in basso ma ha funzionato bene lo stesso. :hammer: :hammer:

Di più
08/01/2019 16:50 - 08/01/2019 16:50 #24265 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@3aaa


Cioè una rotazione completa in aria di IL2?

Scusa, ma lo ritengo più improbabile della mia deriva massonica :wink:

Tieni presente che per fare un giro del genere deve aver avuto una velocità di rotazione parecchio alta (dato che in caduta libera ci mette poco più di 3 secondi), pertanto la parte che avrebbe toccato terra sarebbe demolita di brutto, soprattutto il bordo che ha toccato terra e fermato la rotazione, invece è bello liscio e pulito...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 08/01/2019 16:50 da Aigor.

Di più
08/01/2019 16:59 #24266 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Aigor @ItalHik e chi altro interessato all'argomento

Vorrei mettere un punto all'argomento nel senso che, lasciando ovviamente aperte tutte le altre possibilità che volete, il modello proposto ha i seguenti punti a favore:
--riporta le macerie dove esse sono state trovate
--spiega perché la superficie visibile di IL2 resti danneggiata (dall'urto che sradicherà definitivamente i puntoni)
--spiega la salvezza della Tiguan che può entrare nel cassone a mezz'aria, a velocità non ancora massima
--concorda col (poco) visibile nel video Di Giorgio (che lascia intravedere IL2 in rotazione (il Frame 16 è il più evidente)

di contro ha una certa complessità del fenomeno che così riassumo

--l'impalcato spinto dagli stralli (non più ostacolati dalla reazione da Ovest ma carichi di energia elastica) si muove verso Ovest e, privo di autocompressione, contestualmente inizia a rompersi
--la parte più verso Est spinge IL2 contro i puntoni (si sradicano i moncherini attaccati a IL2)
--la spinta (fortissima) imprime a IL2 una velocità di rotazione che lo fa sbattere contro il cavalletto
--i puntoni del cavalletto vengono tranciati e cadono più o meno "in situ"
--IL2 termina la sua rotazione con la parte che contiene i moncherini che atterra per prima
--il resto dell'impalcato atterra in parte sotto IL2 ed in parte contro il muro della ferrovia
--le masse in movimento e caduta sono le responsabili dei flash nel video Di Giorgio (viene tranciata la linea elettrica FS)
--il tutto avviene in pratica simultaneamente al collasso Ovest (minime frazioni di secondo dopo)

Le Vostre osservazioni mi sono state utilissime per aggiustare il tiro. Io qui mi fermo (non perché sia la verità rivelata) ma perché non saprei che altro fare e lascio ad altri sviluppare modelli alternativi. Poi, se riusciremo, tireremo le somme.

File allegato:

Di più
08/01/2019 17:20 #24269 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ 3aaa

Un impulso come quello che ipotizzi tu, cioè in grado di far roteare *in aria* IL2 per 200 o più gradi, non si sarebbe limitato a spezzare i puntoni, ma li avrebbe sicuramente anche scagliati chissà dove in direzione ponente...
Personalmente preferisco scegliere la versione proposta anche da Carmelo Russo, secondo la quale IL2 cadrebbe in avanti dopo aver spezzato i supporti col suo peso rimasto ormai a gravare su quell'unico vincolo, tenendo anche conto del fatto che il guidatore della Tiguan non sarebbe cmq il solo ad essersela cavata dopo il volo di 40 metri (e la sua automobile appare senz'altro "atterrata" con un assetto favorevole)...
Circa le "unghiate" di cui parli, non ho ancora capito bene a cosa ti riferisci, forse mi è sfuggita una delle immagini che hai proposto...

Di più
08/01/2019 18:01 #24272 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ItalHik

La superficie abrasa di IL2 si vede bene qua www.theguardian.com/world/video/2018/aug...ridge-collapse-video


@Aigor e tutti gli altri
Vi prego di dare un senso a questi tre frames in sequenza del video Di Giorgio (15-16-17). Nella parte superiore il frame originale. Nella parte inferiore segnalo la parte che mi interessa. Nel mio modello (criticabilissimo) questi 3 frames cristallizzano il momento in cui IL2 è stato spinto contro i puntoni del cavalletto e di lì a poco li trancerà. Mi sbaglierò sicuramente ma......


File allegato:

Di più
08/01/2019 18:26 #24274 da Michele Pirola
3aaa
Grazie! Sai più o meno quanto distano in termini di secondi i vari frame da te elencati?

Cochi e Renato

Di più
08/01/2019 18:47 #24275 da 3aaa
Risposta da 3aaa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Michele Pirola

1/15 (un quindicesimo) di secondo, nulla in pratica

Di più
08/01/2019 18:52 #24276 da Michele Pirola

3aaa ha scritto: @Michele Pirola

1/15 (un quindicesimo) di secondo, nulla in pratica

Grazie 3aaa! Deduciamo quindi che la videocamera è a 1 fotogramma per quindicesimo di secondo

Cochi e Renato

Di più
08/01/2019 19:01 #24277 da ItalHik
Risposta da ItalHik al topic Analisi crollo Ponte Morandi

3aaa ha scritto: @ItalHik




@Aigor e tutti gli altri
Vi prego di dare un senso a questi tre frames in sequenza del video Di Giorgio (15-16-17). Nella parte superiore il frame originale. Nella parte inferiore segnalo la parte che mi interessa.


Scrivendo "spinto" verrebbe da pensare a un IL2 prima staccato e/o allontanato, e poi rimandato contro i suoi puntoni...

Ad ogni modo, che quella "roba" possa essere proprio il tratto IL2 è solo un'ipotesi, anche perché sembrerebbe apparire più o meno all'altezza delle antenne, più che un po' a sinistra come ci si aspetterebbe, e soprattutto frapposto tra loro e chi guarda...

Riportate al positivo e ingrandite, forse le immagini rendono leggerissimamente meglio (almeno ai miei occhi)...

File allegato:
sito per mettere foto

Di più
08/01/2019 19:06 #24278 da Michele Pirola
Se non sbaglio i frame a cui fate riferimento sono presi dal video "Oddio, oddio", giusto?

Cochi e Renato

Tempo creazione pagina: 0.367 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO