Analisi crollo Ponte Morandi

Di più
18/11/2018 10:44 #22638 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Corrado-5834

c'è uno che si è divertito a cercare con Google le camere intorno alla zona del ponte, che potevano guardare in quella direzione, ha fatto un video.
Ne trova un botto! Tra cui alcune con visuale ravvicinata.


Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano? :hammer:

Link please :wink:

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
18/11/2018 10:46 #22639 da Corrado-5834

ish bor ha scritto: il cedimento dell'antenna lato nord prima del resto.


Lo sai da quant'è che te lo vado ripetendo ??? :hammer: :hammer: :hammer:
La parte sud della A cade per ultima verso nord ... :hammer: :hammer: :hammer:

Come cadono le parti di mezzo delle A non si vede, ma forse le deduci dalle numerose immagini dei resti.

Di più
18/11/2018 10:50 #22640 da Corrado-5834

Aigor ha scritto: Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano? :hammer:
Link please :wink:


E' da un bel pò che mi dico da solo ...
Fai un elenco di link, salva 'sti video da qualche parte ...

Bah ...

Devo andarlo a ricercare, poi ti dico.
E' che c'è un botto di roba in rete, ci si perde ...

Di più
18/11/2018 12:24 #22641 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Corra'
L'impalcato levante ho sbagliato!!!!

Di più
18/11/2018 12:35 #22642 da Corrado-5834
Vabbe'

Rifai tutto e poi ne riparliamo ... :goof: :goof:

Di più
18/11/2018 12:54 - 18/11/2018 13:55 #22643 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
https://i.postimg.cc/mgkwCTp3/crollo-a.[/strike]

Lo sto rifacendo
Ultima Modifica 18/11/2018 13:55 da ish bor. Motivo: modifica sequenza crollo

Di più
18/11/2018 13:01 - 18/11/2018 13:02 #22644 da Corrado-5834
Perfetto!
Però devi correggere il link (manca .jpg)
Ripeto quanto dissi all'inizio (si vedeva già da allora): la miglior simulazione di tutte! :clap: :clap: :clap:
Ultima Modifica 18/11/2018 13:02 da Corrado-5834.

Di più
18/11/2018 13:45 #22645 da Ary_anna
Risposta da Ary_anna al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Corrado-5834 ha scritto: Perfetto!
Però devi correggere il link (manca .jpg)


Forse .gif?
Perché è animata.

Di più
18/11/2018 13:53 #22646 da Ary_anna
Risposta da Ary_anna al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Corrado-5834 ha scritto:

FZappa ha scritto: Quindi diventa abbastanza chiara la tesi dei periti del gip : il crollo è iniziato dallo strallo levante lato mare, in cima d’antenna.
Immediatamente dopo si è rotto ponente mare


Da dove traggono codesta informazione?
Immagino dal racconto di qualcuno che ha visto 'sto famoso video secretato.


In verità chi ha visto il famoso video secretato, come Rossella Fidanza, parla di esplosioni e non fa riferimento al cedimento degli stralli. La mail della Fidanza l'ho postata nel forum di Gnaffetto.
Brancoleremo nel buio finché qualcuno non si deciderà a pubblicare quel video, ma la vedo durissima, visto che hanno costretto perfino Di Giorgio a ritirare e tagliare il video Oddio Oddio (si veda anche la testimonianza di Lucignolo, che conosce Di Giorgio, qualche post fa: il ragazzo, come la Fidanza, è stato minacciato).

Di più
18/11/2018 14:47 - 18/11/2018 14:59 #22647 da macco83
Risposta da macco83 al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Ary_anna
Se siamo fortunati i video usciranno a processi ultimati ovvero fra 15/20 anni..quando ormai la verità sarà inutile perchè avranno ottenuto ciò che volevano. Ora infatti temporeggiano.

Ad un certo punto la Storia diventò Mitologia.
Ultima Modifica 18/11/2018 14:59 da macco83.

Di più
18/11/2018 15:24 #22648 da ish bor

Di più
18/11/2018 16:00 - 18/11/2018 16:00 #22649 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi


Tutto a disposizione come sempre
Ultima Modifica 18/11/2018 16:00 da ish bor.

Di più
18/11/2018 16:33 #22650 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi

Corrado-5834 ha scritto: Siamo due.
Anche io ho capito che il 132 era sotto le macerie ed è venuto fuori dopo diversi giorni di scavo.
E se ci sono i ferri attaccati dall'altro lato questo risponde al mio punto 4) del #22625, cioè lo strallo ponente-sud si stacca da sotto.

Ok, quindi ricapitolando il discorso stralli, dopo il crollo la situazione è questa:



Abbiamo le immagini di tre innesti all'antenna su quattro, l'unico che non vediamo è ponente nord, che però vediamo nel video "Oh mio dio" e sappiamo che si tira giù l'antenna. Abbiamo anche immagini del suo ancoraggio all'impalcato (la sezione piantata di traverso nel terreno), con i tiranti che si sono sfilati dal cemento, quindi quello strallo dovrebbe stare tutto sotto le macerie. Per quanto riguarda gli altri tre, levante sud è quello strappato in cima e indiziato del crollo, gli altri due presentano un fascio di cavi pressochè intatto di lunghezza sconosciuta, ma sicuramente di alcuni metri, che potrebbero proseguire sotto le macerie. Tra l'altro, nell'immagine sopra, le macerie vicino alla sella sud e i cavi che escono da questa non sono disposti come in quest'altra immagine già postata, secondo me nella foto sopra hanno già tagliato una parte dei tiranti e spostato qualche blocco di cemento, operazione necessaria per ribaltare il 132, cioè la sella sud, e portare alla luce i tiranti spezzati in cima.

FranZη

Di più
18/11/2018 16:36 - 18/11/2018 18:42 #22651 da Corrado-5834
Benissimo! (si sono incastrati i post, è riferito al modello di Ish Bor)

Solite piccole critiche costruttive :goof: :hammer:

Della A di monte cade verso ponente un bel pezzo (più grosso) vedi Oddio. Si adagia passando per una posizione parallela a dov'era la strada.
Per consenso generale quello che si vede riflesso al ritorno in CAM1 è lo strallo, ma potrebbe anche essere la pila stessa.

Stessa obiezione di prima. Perchè si rompe al centro?
Se si rompono i cavi di pretensionamento ma gli stralli sono a posto, continuano loro (gli stralli) a tenere in piedi l'impalcato (forse).
Non ci scordiamo che gli stralli lo sforzo principale lo esercitano in orizzontale, non in verticale (sempre forse).
Non lo so per certo, ci vorrebbe uno strutturista ...
Ultima Modifica 18/11/2018 18:42 da Corrado-5834.

Di più
18/11/2018 17:43 #22652 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
Corrado
Ti passo il modello e i pezzettini te li metti a posto da te :smash:

Ma hai assolutamente ragione, ci sono un sacco di cose da far quadrare

Per il resto ripeto troppa simultaneita:o 2 stralli insieme che sarebbe parecchio strano, o i cavi di Precario (ci hanno anche lavorato attorno)

Di più
18/11/2018 17:57 #22653 da Corrado-5834

ish bor ha scritto: Ti passo il modello e i pezzettini te li metti a posto da te :smash:


No, Grazie. :nono: :nono:

Ma tu le fai per lavoro questo tipo di cose?

Di più
18/11/2018 18:13 #22654 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
C'ho lavorato più di 10 anni fa, ma in ambito restauro o arredo di interni.
Reminiscenze

Di più
18/11/2018 19:36 #22655 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ish bor

Ovviamente bravissimo :pint:

Ma non sarei il [email protected]@@@@@@issimo che sono se non dicessi la mia :-D

Io resto convinto che il cedimento a ponente abbia trasmesso una botta verso l'alto (poca roba, ma quanto basta) per
1) rompere levante
2) staccare il gerber (verso l'alto) e pertanto dargli quel maggior impulso in caduta rispetto a ponente che lo fa finire più indietro
3) dare l'impulso necessario a IL2 per fare 180°
4) e ultimo ma non ultimo imprimere la rotazione a IL1/IL0 per farlo girare come abbiamo visto

Quindi non si abbassano come ali di gabbiano, ma una si abbassa e tira l'altra, prima verso l'alto e poi, spezzandosi gli stralli, cade per i fatti suoi.

E il pezzo di strada centrale gioca il suo ruolo, togliendo sostegno al tutto, così come i sostegni obliqui che penso siano stati indeboliti

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
18/11/2018 20:55 #22656 da FZappa
Risposta da FZappa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
FranZeta post 22632

Il reperto 132 è uno dei 2 lati della sella 1 (il monolite a L) ed ha un metro scarso di trefoli.
La sella 2 (quella che ho messo all’interno di un rettangolo), da quello che si vede, avrà 20-30 m di trefoli da un lato e un pezzo di strallo (10 m ?) dall’altro e si vede bene perché è distaccata dal resto.
Gli attacchi al traverso d’impalcato di ponente non hanno trefoli (quello piantato a coltello - uno si vede e l’altro si immagina, visto che non c’è traccia di ferri vicino al Tir precipitato).
Quindi, secondo me, mancano un bel po' di metri di trefoli di almeno uno strallo (ma penso siano di più).

Le foto che ho messo io sono tutte dei primi 2-3 giorni e non penso proprio che qualcuno si sia messo a tagliare trefoli quando ancora c’erano dei dispersi….

Per quanto riguarda il pezzo sotto le scarpe del VF, sono CERTO sia una parte di strallo (probabilmente quello che si vede sul rimorchio).
E’ la parte inferiore dello strallo dopo la biforcazione che si distingue abbastanza bene (l’ho segnata con una riga); purtroppo non si capisce se i trefoli principali siano ancora attaccati al traverso d’impalcato, non ho trovato altre foto con questa inquadratura ma, anche lo fossero, si tratta di 20-30 m, non di più.
Con un rettangolo ho segnato uno dei tiranti di precompressione avvolto di una guaina metallica avvolta a spirale e con un ovale ho evidenziato il lamierino in cui erano racchiusi i tiranti principali: il tutto NON iniettato, mandando a quel paese il famoso “sistema omogeneizzato” di Morandi in cui avviene la “coazione” fra cls e acciaio. Qui non c’è nulla di tutto ciò: acciaio e cls sono 2 sistemi del tutto indipendenti.
Peggio di così Condotte non poteva lavorare su pila 9 mentre pila 11 era effettivamente un sistema omogeneizzato.
File allegato:


Gli stralli hanno l’armatura lenta, poca, ma c’è; dal disegno di Morandi si legge bene “staffa diamentro 6 ogni 15 cm” mentre anche i ferri longitudinali sembrano diametro 6
File allegato:


Questa è una foto storica dove si vede proprio lo strallo levante sud della pila 9, riconoscibile per i fabbricati sullo sfondo, con evidentissimo il lamierino che avvolge i tiranti principali
File allegato:


Questo invece è lo stesso lamierino che si trova vicino ai trefoli tranciati di un attacco all’impalcato.
Qualcuno poi dovrebbe spiegarmi come sia possibile una rottura netta di tutti i trefoli alla stessa altezza; quella del reperto 132 è una rottura ben diversa, certamente per trazione, questa…boh !!
File allegato:


La foto di prima è un particolare laterale di questo attacco d’impalcato ma non si sa quale sia; si capisce dal fatto che ci sono 2 gruppi di 12 cavi separati (è la biforcazione)
File allegato:

Di più
18/11/2018 21:15 #22657 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Aigor
Dobbiamo farci le pulci altrimenti non ci arriviamo alla verità

Quello che dici tu è giusto, ma...
Stavo ricontrollando i tempi di caduta. Ip3 impiega 88 centesimi in più rispetto alla caduta libera per piantarsi di punta nel polscevera (40m di progetto 2.857s contro 3.737 - 40centesimi per il primo pezzo che ci vede cadere ma è approssimato). e dovrebbe essere la parte più lenta a cadere per via dei puntoni.
La prima nuvoletta di polvere di cam2 è conteporanea. Dovrebbe essere la "martellata" di IL0
Sono sempre più convinto che sia venuto giù tutto insieme

Ho rivisto tutta la sequenza di crollo prima di rifarla, e ho ipotizzato anche il cedimento dello strallo ponente mare,ma mi pare che, in quel caso, levante avrebbe dovuto metterci di più a crollare
SPS cede e inizia la flessione in cam1
SLS probabilmente perde dei tiranti e si indebolisce (immagino una enorme frizione contro "niente" sull'altro lato)
L'impalcato IP1 trascina IP3 prima di spezzarsi e ruotare attorno a SPN e piantarsi (e la gerber è ancora appesa)
SPN tira l'antenna che si rtascina SLN e IL1-IL0 ruota attorno al suo attacco finendo a terra direzione n-s (la gerber prende la controrotazione) Staccandosi IL1 tira IL2 che fa la capriola (sopra IL1)

1° dubbio
Perchè ne IL2 ne IP0 hanno subito una rotazione? più o meno nel punto di rottura dovrebbero esserci proprio i cavi di precarico e me li immagino belli cazzuti. Se proprio i 2 pezzi di impalcato hanno tirato abbastanza da far cedere anche i puntoni, avrebbero dovuto a maggior ragione ruotare.

2° dubbio
Se levante cade di conseguenza al crollo di ponente, come fa IL2 a toccare terra insieme a IP0?

3° dubbio
Perchè l'antenna lato sud non ha ceduto verso levante, come invece è successo con il lato nord?

Di più
19/11/2018 02:18 - 19/11/2018 03:08 #22661 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi

FZappa ha scritto: Il reperto 132 è uno dei 2 lati della sella 1 (il monolite a L) ed ha un metro scarso di trefoli.
La sella 2 (quella che ho messo all’interno di un rettangolo), da quello che si vede, avrà 20-30 m di trefoli da un lato e un pezzo di strallo (10 m ?) dall’altro e si vede bene perché è distaccata dal resto.

Scusa ma se le scritte qui sono giuste e questo è l'intero lato levante dell'antenna:



...allora la situazione è quella che avevo postato in precedenza:



...e il reperto 132 deve per forza essere la parte interrata di quella che chiami "sella 2". La parte interrata della "sella 1" invece è l'ultimo strallo a cedere, quello del video "oh mio dio". Altrimenti le cose risultano invertite, nel qual caso i tiranti interrati a sinistra dovrebbero proseguire per intero sottoterra e sotto le macerie, essendo quelli dell'unico strallo che siamo sicuri che sia arrivato a terra intero.

Anche il particolare dell'ancoraggio che hai postato mi sembra la prova evidente che hanno tagliato gli stralli man mano che mettevano da parte le sezioni rilevanti per l'indagine. Continuo a non vedere i pezzi di strallo isolati, se non dopo che sono stati accantonati in piccole sezioni. C'è anche da dire che la rottura di uno stesso strallo in più punti non sarebbe un fenomeno inspiegabile solo nell'ipotesi di crollo naturale: anche in quella di demolizione non avrebbe nessun senso mettere due ordigni su uno stesso strallo.

FranZη
Ultima Modifica 19/11/2018 03:08 da FranZeta.

Di più
19/11/2018 07:57 #22663 da FZappa
Risposta da FZappa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
FranZeta

Guarda che sei tu che stai invertendo le selle.
Quella dove c'è il VF che sta salendo è, senza dubbio, la stessa che nei post successivi chiami "....nord"

Di più
19/11/2018 09:56 - 19/11/2018 10:14 #22664 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ish bor

1° dubbio
Perchè ne IL2 ne IP0 hanno subito una rotazione? più o meno nel punto di rottura dovrebbero esserci proprio i cavi di precarico e me li immagino belli cazzuti. Se proprio i 2 pezzi di impalcato hanno tirato abbastanza da far cedere anche i puntoni, avrebbero dovuto a maggior ragione ruotare.

Secondo me prima si spezza l'impalcato, poi si spezza il primo strallo (mare) poi si spezza il secondo (monte). E' così che IP3 viene giù dritto e IP1/IP2 ruotano
Scusa non ho capito (ho invertito). Non so se i cavi di cui parli arrivano fino a metà impalcato... nel disegno sembrano essere solo sopra l'innesto dei piloni obliqui.

2° dubbio
Se levante cade di conseguenza al crollo di ponente, come fa IL2 a toccare terra insieme a IP0?

IP0??? A quale pezzo di riferisci?

3° dubbio
Perchè l'antenna lato sud non ha ceduto verso levante, come invece è successo con il lato nord?


Vedi, proprio questa è una delle ragioni che mi fa propendere per la mia versione: l'antenna prende un colpo verso ponente (e si lesiona), poi ovviamente c'è quello di ritorno verso levante (che dà il colpo di grazia), ma è meno violento del primo e questo fa sì che la struttura lesionata ceda verso ponente, lato dove si è sbilanciata di più a seguito del primo colpo...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)
Ultima Modifica 19/11/2018 10:14 da Aigor.

Di più
19/11/2018 12:17 #22666 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Aigor
Secondo me prima si spezza l'impalcato
quindi condividi quello che penso io :rock:

Non so se i cavi di cui parli arrivano fino a metà impalcato
arrivano un po' più avanti degli innesti dei pilastri, ma immagino che siano ancorati a qualcosa (armatura) che tira tutto il resto. Precaricare quel pezzetto su tutta la lunghezza del'impalcato mi pare abbia poco senso

IP0??? A quale pezzo di riferisci?
Mi riferisco ai 2 pezzi di impalcato levante e ponente che stanno sopra i pilastri inclinati. Forse ho sbagliato a leggere in velocità la classificazione di Gnaffetto :cry:

l'antenna prende un colpo verso ponente
Il colpo a ponente nord è talmente forte da tirare giù l'antenna e far ruotare l'impalcato di levante. Su questo non c'è dubbio
Ma se l'antenna cede, vuol dire che i cavi degli stralli non possono scorrere (almeno non in maniera libera)[e non sono manco così marci]
A sto punto mi son chiesto, perchè cede l'antenna a nord verso ponente e non succede lo stesso per quella a sud, il cui strallo a ponente in teoria si stacca prima e viene gravata di tutto il peso di levante?
Era questo il dubbio, sulla parte di antenna sud

Di più
19/11/2018 14:51 #22667 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi

FZappa ha scritto:
Guarda che sei tu che stai invertendo le selle.
Quella dove c'è il VF che sta salendo è, senza dubbio, la stessa che nei post successivi chiami "....nord"

Non ci capiamo. Sto solo cercando di stabilire una volta per tutte come sono messe giù queste selle. O hai ragione tu e quella col monolite ad A è la sud, e nel caso il reperto 132 è la parte nascosta, o ha ragione Corrado e quella è la sella nord, e allora il 132 è la parte interrata di quell'altra. Che il 132 provenga dalla sud direi che non è in discussione. In ogni caso le due parti non visibili di sella sono il 132 e lo strallo di oh mio dio, e quest'ultimo deve proseguire per intero sotto le macerie, perché così lo vediamo cadere e non può mica essersi smaterializzato.

FranZη

Di più
19/11/2018 16:24 #22668 da Aigor
Risposta da Aigor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@ish bor

Capisco...
Guarda, tanto siamo nell'universo delle ipotesi, pertanto una vale l'altra :hammer:

Secondo me il colpo a ponente lesiona l'antenna, e qui siamo ok, poi siccome gli stralli non scorrono, e di questo sono abbastanza sicuro, succede che avviene lo strappo verso l'alto di levante. E anche io concordo sul fatto che non erano affatto così marci...
A questo punto l'antenna è già lesionata e dovrebbe precipitare molto più a ponente, ma la resistenza data da levante la "riequilibra" (quasi), rendendogli la verticalità.
Nel frattempo gli stralli levante hanno dato l'impulso all'impalcato e si sono spezzati quando l'impalcato si piega.
Il danno ricevuto dal primo colpo, però, è abbastanza rilevante da far crollare l'antenna praticamente come un albero dalla parte della lesione più grave.
I pezzi bassi non hanno abbastanza impulso per cadere verso ponente e crollano sul cavalletto (o quasi).

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
19/11/2018 16:32 #22669 da Annai
Risposta da Annai al topic Analisi crollo Ponte Morandi



Questo è un video dove c’è uno dei reperti 132....

Di più
19/11/2018 21:58 - 19/11/2018 21:59 #22673 da ish bor
Risposta da ish bor al topic Analisi crollo Ponte Morandi
@Aigor
dalla trave di collegamento all'interno dell'impalcato, quella che unisce i puntoni, alla fine dei cavi di precompressione ho misurato 16,5 metri (di progetto)
Dal lavoro di Russo, un po' a fatica, mi pare di capire che la rottura degli impalcati sia avvenuta una decina di metri più avanti.

@Italofranc
come [email protected]@o e a cosa si aggrappano sti tiranti?
ci può stare che "allentati" i cavi di precarico, l'impalcato abbia ceduto in quei punti?

E cmq lo studio di Russo presuppone che per quel tipo di cedimenti, fuori dai punti di maggior sollecitazione, abbia ceduto la parte centrale dell'impalcato, che per altro non si trova mi pare.

Se non si è capito sto difendendo con le unghie e con i denti la mia ricostruzione che non ho voglia di rifarla :cry: :cry: :cry:

Scherzi a parte, quella rottura giustificherebbe la spinta verso l'esterno che in qualche modo ha ritardato la caduta dei gerber (almeno uno)
Ultima Modifica 19/11/2018 21:59 da ish bor.

Di più
19/11/2018 22:21 #22674 da FZappa
Risposta da FZappa al topic Analisi crollo Ponte Morandi
FranZeta
Mah……
Probabilmente avevo interpretato male i post tuoi e di Corrado; avevo capito che foste voi, postando le 2 foto accoppiate, a ritenere che il 132 fosse la parte “sotterrata” (ovvero retrostante) del monolite a L .
A me continua a sembrare l’ipotesi più concreta anche perché nell’altra sella non vedo significative parti “sotterrate”; da un lato c’è un pezzo di strallo di circa 10 m e dall’altra si vedono fuoriuscire un fascio di trefoli di 20-30 m per cui non mi sembra che il 132 possa venire di lì.

Comunque, per me, la questione è del tutto marginale e di poco rilievo.

Quello che è importante è che ci sono 8 punti di ancoraggio e 4 cavi da 90 m l’uno.
A questi 8 punti di ancoraggio DEVONO esserci 360 m di fasci da 352 trefoli ciascuno, distribuiti come volete voi, altrimenti c’è qualcosa che non va.
Io non li trovo e mi sembra nemmeno voi …..

FranZeta
“ Anche il particolare dell'ancoraggio che hai postato mi sembra la prova evidente che hanno tagliato gli stralli man mano che mettevano da parte le sezioni rilevanti per l'indagine.”

Immagino ti riferisca alle 2 immagini del TG1.
Io proprio non penso che la Procura sia così incapace (eufemismo) da “tagliare” gli stralli quando, fin dall’inizio, sono i principali indiziati. Il massimo poi è: tagliare gli stralli e accantonarli insieme agli altri reperti, per farne cosa ??
Pur ammettendo che li abbiano tagliati, come l’hanno fatto ? Non con cesoie o con la mola: si vedrebbe un taglio netto. Non con la pinza dell’escavatore: si vedrebbero le piegature, non certo con la fiamma ossidrica…….. altro non c’era.
Sono (quasi) certo che gli stralli o quello che ne rimane NON siano stati minimamente toccati, ma conservati gelosamente …..

FranZeta
“C'è anche da dire che la rottura di uno stesso strallo in più punti non sarebbe un fenomeno inspiegabile solo nell'ipotesi di crollo naturale: anche in quella di demolizione non avrebbe nessun senso mettere due ordigni su uno stesso strallo.”

Non l’ho capita; vuoi dire che la rottura di uno strallo (352 trefoli) in più punti è “spiegabile” ovvero è possibile, in caso di rottura naturale ?
Se è così, per favore, dammi almeno un abbozzo di spiegazione…..
Certamente, in caso di demolizione controllata è un errore ma gli “assassini” si scoprono perché fanno sempre qualche errore, altrimenti come li pigli ?
La differenza sostanziale è che, in caso di rottura naturale, è impossibile (per quanto ne so io), in caso di demolizione, è possibile.

Di più
19/11/2018 23:10 #22675 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Analisi crollo Ponte Morandi

FZappa ha scritto: FranZeta
Mah……
Probabilmente avevo interpretato male i post tuoi e di Corrado; avevo capito che foste voi, postando le 2 foto accoppiate, a ritenere che il 132 fosse la parte “sotterrata” (ovvero retrostante) del monolite a L .
A me continua a sembrare l’ipotesi più concreta anche perché nell’altra sella non vedo significative parti “sotterrate”; da un lato c’è un pezzo di strallo di circa 10 m e dall’altra si vedono fuoriuscire un fascio di trefoli di 20-30 m per cui non mi sembra che il 132 possa venire di lì.

Comunque, per me, la questione è del tutto marginale e di poco rilievo.

Non so se è marginale, per capire dove siano quei 360 metri di tiranti (per me no: almeno la metà potrebbero essere lì sotto quei detriti), però se dall'altra parte non vedi parti significative sotterrate, come me, allora dovresti essere dell'opinione che il monolite ad A è la sella nord, opposta a quella del reperto 132. Anche le posizioni relative nel terreno sono A a nord e "B" (il frammento piu piccolo) a sud, anche se questo non è di per sé una prova. Però se quello sotterrato non è il 132 allora è lo strallo di oh mio dio, quello intero.

Io proprio non penso che la Procura sia così incapace (eufemismo) da “tagliare” gli stralli quando, fin dall’inizio, sono i principali indiziati. Il massimo poi è: tagliare gli stralli e accantonarli insieme agli altri reperti, per farne cosa ??
Pur ammettendo che li abbiano tagliati, come l’hanno fatto ? Non con cesoie o con la mola: si vedrebbe un taglio netto. Non con la pinza dell’escavatore: si vedrebbero le piegature, non certo con la fiamma ossidrica…….. altro non c’era.
Sono (quasi) certo che gli stralli o quello che ne rimane NON siano stati minimamente toccati, ma conservati gelosamente …..

Qui non sono d'accordo. Non potevano mica fare gomitoli di 50 metri di tiranti. Una volta stabilito che lì gli stralli non presentavano rotture hanno tenuto solo i punti di ancoraggio, tanto è vero che si vede pure il reperto gemello anche lui con solo un metro di cavi che fuoriescono, anche se si scorgono appena essendo di spalle. Con cosa li hanno tagliati non so, ma quello non sembra né il risultato di una rottura né di un'esplosione.

FranZeta
“C'è anche da dire che la rottura di uno stesso strallo in più punti non sarebbe un fenomeno inspiegabile solo nell'ipotesi di crollo naturale: anche in quella di demolizione non avrebbe nessun senso mettere due ordigni su uno stesso strallo.”

Non l’ho capita; vuoi dire che la rottura di uno strallo (352 trefoli) in più punti è “spiegabile” ovvero è possibile, in caso di rottura naturale ?

No, come ho scritto sarebbe ugualmente inspiegabile.

FranZη

Tempo creazione pagina: 0.196 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO