Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Di più
08/03/2017 11:20 #8796 da Redazione
Redazione ha creato la discussione Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Apro quest thread su richiesta e per conto di ALERIVOLI. Questo è il suo post d'apertura:

***

Buongiorno a tutti, questo forum serve per rispondere e controbattere a tutti coloro che ritengono “false” le foto scattate sulla superficie lunare durante le missioni Apollo.
Nello specifico mi riferisco alle problematiche riguardanti la luminosità delle foto lunari, già oggetto di dibattiti in questo sito e nel vecchio per molti anni.

Il mio obiettivo è di dimostrare che le tesi riguardo la falsità delle foto NON tengono conto delle complessità e della particolarità di un ambiente completamente diverso da quello in cui noi viviamo, per arrivare infine alla conclusione che NESSUNO possa insinuare CON CERTEZZA dubbio alcuno rispetto alla veridicità delle foto stesse.

In realtà la luce si comporta allo stesso modo nell’intero universo, io vorrei solamente focalizzarmi sul comportamento della luce (e anche di qualche altro aspetto in verità) in un corpo celeste senza atmosfera, nel vuoto insomma, dato che noi per forza di cose siamo abituati dalla nascita a vedere invece come si comporta la luce sul nostro pianeta dotato di atmosfera.

Tutto questo quindi per arrivare ad una spiegazione assolutamente plausibile delle anomalie riscontrate dagli addetti ai lavori esperti di fotografia nei riguardi della luminosità riscontrata nelle foto delle missioni Apollo.

Sappiamo tutti quale sia il Parere del Gestore del sito. Io voglio partire dalle ultime discussioni sull’argomento che sono rimaste “incompiute” per diversi motivi e arrivare ad una conclusione più precisa, che purtroppo mi trova in disaccordo.

Nei prossimi post riproporrò dei link che consiglio a tutti di leggere bene in maniera approfondita: questi riguardano appunto molti dubbi sollevati in merito alla questione, che per una ragione o per l’altra sono rimasti in sospeso.

Sarò io il responsabile del forum, quindi chi insulta, chi schernisce, chi va fuori tema e chi aggiungerà post inutili sarà immediatamente segnalato alla Redazione per i provvedimenti necessari.

Chiedo a Tutti coloro che vogliono partecipare di non postare “lenzuolate” di domande, bensì di affrontare volta per volta i singoli aspetti, per una trattazione più organica.

Se fosse possibile chiedo di non appesantire con foto "pesanti", anche se le pagine dei forum con un numero di commenti limitato penso non soffrano dello stesso problema degli articoli in Home con 500 commenti.. Postiamo foto strettamente necessarie, per tutte le altre penso che un link diretto vada altrettanto bene.

Grazie fin da adesso a tutti.

Alerivoli

Di più
08/03/2017 12:18 - 08/03/2017 14:08 #8798 da ahmbar
ahmbar RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Qualunque cosa tu voglia dimostrare deve basarsi su dati REALI, non teorie tue o di chiunque altro

Puoi cominciare rispondendo al mio ultimo post

hai guardato bene le zone vicino "alle chiappe" dell'astronauta, non lo zaino girato dall'altra parte!

Si, come ti ho detto l'ho guardata bene
La parte che evidenzi e' infatti leggermente piu' chiara del resto della tuta perche' riceve tutta la luce riflessa vicino ai piedi, cosa che lo zaino riceve meno
Ma resta sempre molto piu' scura del terreno, ad occhio direi che siamo nell'ordine del 20/25% contro il 10% dello zaino, ed e' una chiara conferma dei dubbi sugli altri scatti

Hai compreso che le tue teorie sulla posizione del fotografo sono ininfluenti rispetto all'occlusione sul terreno (fonte primaria di luce riflessa) che il modulo causa?
La domanda resta quindi sempre la stessa: com'e' possibile che in assenza di questa fonte ci sia piu' luce che nelle altre foto, cosi' tanta che la resa e' uguale fra luce inciidente e luce riflessa?

Siamo sulla luna e il bordo di un cratere alto 20-30 metri lontano centinaia di metri fa rimbalzare i fotoni che, non trovando nessun tipo di ostacolo dato dall'atmosfera, arrivano fino alla parte alta dello zaino.Capito?

Ho capito che pur di far tornare i tuoi conti sei disposto a scendere molti gradini....
La domanda da porsi e' se fingi o proprio non riesci a capire quanto grande sia il problema che quella serie di foto pone rispetto ad altri scatti fatti nelle medesime condizioni

Ricapitoliamo
luce incidente con angolo 12% ( = minima parte riflessa)
albedo del landing site che restituisce una media del 7% della luce incidente
superficie del landing site quasi senza ostacoli (massi, montagne) che potrebbero riflettere una parte di questo 7%
smentita del comportamento particolare della luce a causa della regolite, la riflessione avviene solo se la superficie colpita presenta il corretto angolo e dipende direttamente dalla quantita' di terreno illuminata nelle immediate vicinanze

Queste condizioni determinano una resa fra zone in luce e zone in ombra con un rapporto 40%/10%, ben visibile in diverse foto

Ma poi ne abbiamo un'altra serie dove, malgrado condizioni inferiori (molto meno terreno illuminato), la luce delle zone in ombra aumenta di 4 volte l'intensita'

Perche' il bordo di un cratere alto 20-30 metri lontano centinaia di metri fa rimbalzare i fotoni solo quando gli pare?
E quali magiche proprieta' possiede per amplificare di 4 volte l'intensita' degli stessi al punto di far coincidere i valori fra luce incidente (al sole) e luce riflessa (in ombra)?



edit
dimenticavo

ti fidi se ti dico che il coefficiente di attenuazione NEL VUOTO è pari a zero?

Non so se hai ragione, ma non importa, sono frazioni del 7%
Nel caso non avessi capito, la zona delimitata dalla "pera" e' quella dove la luce viene riflessa: piu' aumenta l'angolo = meno luce "utilizzabile"
La fonte primaria di luce riflessa e' quella del terreno vicino al soggetto

(vedi foto Kamiokande) s11.postimg.org/iiadk9kar/Scattering_Indicatrices.png
(reazioni effettive della luce sulla luna)

Esattamente il contrario di quanto le foto riportano
Ultima modifica: 08/03/2017 14:08 da ahmbar. Motivo: correzioni

Di più
08/03/2017 12:22 #8799 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Nei prossimi post riproporrò dei link che consiglio a tutti di leggere bene in maniera approfondita

Se oltre a riproporre i link riesci a fare un riassunto veloce te ne sarò grato. Non tutti hanno il tempo di leggere 12 anni di discussioni.

Io ho la mia teoria che potrebbe spiegare la presenza di hotspot in alcune foto, la loro assenza in altre, e il surplus di luce nelle foto in controluce.

Ma prima aspetto di leggere meglio la tua teoria.

Di più
08/03/2017 15:15 - 08/03/2017 15:49 #8800 da alerivoli
alerivoli RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@ahmbar

Qualunque cosa tu voglia dimostrare deve basarsi su dati REALI, non teorie tue o di chiunque altro


attenzione che da come la metti giù, vuol dire che non accetti NEMMENO quello che dice nè Tuttle nè Redazione.
Inoltre non si capisce bene perchè le TUE affermazioni invece debbano per forza essere vere

rispondo un momento al tuo post, anche se avrei dovuto continuare ad imbastire la presentazione di questo thread, vorrà dire che la farò successivamente.

La parte che evidenzi e' infatti leggermente piu' chiara del resto della tuta perche' riceve tutta la luce riflessa vicino ai piedi, cosa che lo zaino riceve meno
Ma resta sempre molto piu' scura del terreno, ad occhio direi che siamo nell'ordine del 20/25% contro il 10% dello zaino, ed e' una chiara conferma dei dubbi sugli altri scatti


Non è così ahmbar, la parte vicina alle "chiappe" che evidenzio è più chiara semplicemente perchè è "più rivolta" verso il fotografo. Lo zaino non mostra la "faccia" al fotografo, è preso di traverso.

Una superficie rivolta a quasi 90° verso sinistra NON PUO' fare rimbalzare TUTTI i fotoni verso di me. Chiaro?

EDIT:

dimenticavo l'aspetto forse più importante (di questo post):
Secondo te l'astronauta riceve sulla schiena più luce riflessa quando questa si trova a un metro dalla superficie, oppure quando si trova a 5-6 metri dalla superficie?
Questo è un fatto reale che merita una risposta reale.
Ultima modifica: 08/03/2017 15:49 da alerivoli.

Di più
08/03/2017 16:20 #8801 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Da quello che capisco le variabili in gioco sono molteplici, e non possono essere prese singolarmente.
Suggerirei, a chi è in grado di usarlo, di fare una simulazione con un software per calcolo illuminotecnico e postare i risultati. Forse così potremo avere un quadro più preciso.

Countdown to 1984

Di più
08/03/2017 16:40 #8802 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Alerivoli
Penso che prima di rispondere alle domande forse sia meglio che termini l'introduzione, così possiamo avere bene a mente l'argomento.
Poi potremo discutere meglio.

Countdown to 1984

Di più
08/03/2017 16:41 #8803 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Sono d'accordo con charliemike.
Una cosa del genere è già stata fatta in una delle vecchie discussioni, ma le immagini risultanti dalla simulazione non si vedono più.
Si potrebbero cercare su internet altre simulazioni già fatte. Di sicuro in 48 anni qualcun altro nel mondo ci avrà provato (a parte la Nvidia).

Di più
08/03/2017 17:28 - 08/03/2017 17:29 #8804 da alerivoli
alerivoli RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@charliemike @Human

.. prima di rispondere alle domande forse sia meglio che termini l'introduzione, ..


in effetti il mio intento sarebbe stato proprio quello, solo che ahmbar ha subito ripetuto la domanda dalla home e se poi non gli rispondo si arrabbia..

se quest'ultimo non ha nulla in contrario passerei a completare l'introduzione

OT
che brutto font però nei forum..
Ultima modifica: 08/03/2017 17:29 da alerivoli.

Di più
08/03/2017 20:10 #8810 da Michele Pirola
Michele Pirola RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@alerivoli, come spiegheresti l'hotspot lunare? Se vuoi al commento #437 di questo articolo spiego cos'è. Comunque è l'articolo di Luogocomune su Trump che chiede di mandare uomini sulla Luna.
www.luogocomune.net/LC/index.php/30-scie...re-uomini-sulla-luna

Di più
08/03/2017 20:42 #8811 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Alerivoli
Io penso che tu possa per il momento ignorare tranquillamente le domande per concentrarti sulla tua introduzione. Dovresti essere pienamente giustificato. Successivamente potrai sempre rispondere: le domande restano.

Countdown to 1984

Di più
08/03/2017 21:56 #8812 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Casualmente ho trovato questa foto:
upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e..._on_moon_cropped.jpg

Si tratta di Gene Cernan di Apollo 17.

Quello che mi ha colpito però e che l'inquadratura è simile a questa.
spaceflight.nasa.gov/gallery/images/apol...res/as11_40_5868.jpg

Ovvero il Sole si trova alle spalle di Cernan (alla nostra destra).
Cernan è completamente illuminato dal Sole (non è nell'ombra del LM), e il suo braccio destro (alla nostra sinistra nella foto) è giustamente più scuro del resto del corpo essendo in ombra (l'avambraccio è quasi nero, e non è polvere lunare).
Non solo, ma anche tutta la parte destra del suo corpo (alla nostra sinistra nella foto) è più scura perchè in ombra.

In questa inquadratura non c'è nulla che ostacola l'illuminazione del Sole, ma l'astronauta della foto n.5868, anche se completamente nell'ombra del LM, è molto più illuminato di Cernan.

Eppure le condizioni di Cernan perchè possa essere più illuminato dell'uomo che scende dal LM nella foto 5868 sono decisamente migliori, ma "stranamente" l'effetto è contrario.

Uhmmm. Quì NASA ci cova. :question:

Countdown to 1984

Di più
08/03/2017 23:09 #8813 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

charliemike ha scritto: Eppure le condizioni di Cernan perchè possa essere più illuminato dell'uomo che scende dal LM nella foto 5868 sono decisamente migliori, ma "stranamente" l'effetto è contrario.

Stai confrontando due foto fatte in due posti diversi, con due inclinazioni solari diverse, forse anche scattate con due esposizioni diverse ed elaborazioni del contrasto diverse.
Ti devo spiegare perchè "stranamente" appaiono diverse?

Di più
08/03/2017 23:44 - 09/03/2017 00:29 #8815 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Stai confrontando due foto fatte in due posti diversi, con due inclinazioni solari diverse, forse anche scattate con due esposizioni diverse ed elaborazioni del contrasto diverse.

Io vedo due foto fatte entrambe "sulla Luna", entrambe su suolo pianeggiante, entrambi i soggetti hanno il Sole alle spalle alla loro sinistra.
L'inclinazione della luce a me sembra la stessa.
L'unica differenza che vedo è che un astronauta ha alle spalle il LM che gli fa ombra e l'altro no.

Ma le condizioni di illuminazione dei due astronauti sono all'opposto di quelle che mi aspetterei.

Se fosse una questione di sovraesposizione come dici, lo sfondo della foto 5868 dovrebbe essere completamente bruciato, ovvero completamente bianco, per avere l'astronauta così chiaro.

Sottoesponendola dovrebbe venire all'incirca così:
s16.imagestime.com/out.php/i1107335_5868.jpg
L'astronauta rimane sempre più chiaro del resto.

Mentre Cernan se fosse sovraesposto, come credo tu intenda che sia la foto 5868, dovrebbe risultare più o meno così:
s16.imagestime.com/out.php/i1107334_Cernan.jpg

Il braccio rimane comunque scuro.

Ti devo spiegare perchè "stranamente" appaiono diverse?

Beh, se riesci a spiegarmi in maniera plausibile perchè appaiono diverse, ben venga.
Se mi sbaglio accetto di buon grado la correzione.

Countdown to 1984
Ultima modifica: 09/03/2017 00:29 da charliemike.

Di più
09/03/2017 09:41 #8818 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Provo a spiegartelo più nel dettaglio.

Non puoi essere sicuro che in siti lunari diversi, per quanto simili come composizione del suolo (entrambi mari), ci sia la stessa conformazione del terreno (piatto, inclinato, concavo) e lo stesso paesaggio (orizzonte piatto o presenza di colline), e quindi le stesse caratteristiche di luminosità ambientale.
Lo stesso dicasi per il moon hoax: non puoi essere sicuro che la location sia la stessa (stesso set o stesso deserto).

Puoi essere praticamente certo che l'elevazione solare durante le due missioni era diversa: 14.0-15.4 per Apollo 11, 15.3-42.6 per Apollo 17.
https://www.hq.nasa.gov/alsj/alsj-sunangles.html

Non puoi essere sicuro che le due foto sono state scattate con la stessa impostazione di esposizione (spero tu sappia che gli astronauti potevano impostare due aperture del diaframma) e quindi che la quantità di luce che ha impressionato la pellicola sia paragonabile.

Infine non sai che processi di elaborazione ha subìto l'immagine, dalla pellicola alla sua forma digitale finale che hai postato (es. correzioni della luminosità e del contrasto).

In generale tra due foto lunari puoi fare confronti qualitativi (es. in questa foto c'è un hotspot, in quest'altra non c'è) ma non puoi fare confronti quantitativi sull'illuminazione (es. l'astronauta è molto più illuminato in questa foto del rispetto a quest'altra), perché non conosci tutte le variabili che possono contribuire alla resa finale delle due immagini.

Sei stato tu stesso a dire che le variabili in gioco sono tante e che è meglio fare una simulazione, e adesso mi fai una valutazione a occhio nudo?

Di più
09/03/2017 10:29 #8819 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Human
quanto dici è corretto, e ribadisco e confermo che la variabili in gioco siano molteplici.

Ma questo purtroppo significa che non possiamo fare alcun tipo di ragionamento perché non disponiamo di tutte le informazioni necessarie.
Qualunque tipo di tesi, teoria ipotesi perde di valore.

Gli stessi ragionamenti che sta tentando di fare Alerivoli e che giustificano l'apertura di questo forum diventano automaticamente privi di senso.

Questo forum, spin off dell'articolo di Massimo, tenta di dare una spiegazione alla luminosità dell'astronauta che esce dal LM.
Ma tutti noi non sappiamo assolutamente nulla della conformazione dell'ambiente circostante, dell'angolo della luce, delle possibili elaborazioni delle immagini.
Per cui, che parliamo a fà?

La sola cosa che possiamo fare è quella che ho fatto io: fare delle supposizioni sulla base delle informazioni disponibili.


Diversamente questo forum non ha motivo di esistere in quanto non è possibile discutere senza informazioni valide.


(Scusatemi se sono ripetitivo)

Countdown to 1984

Di più
09/03/2017 11:46 #8821 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Non generalizzare.
Ho detto che è difficile il confronto tra due immagini, ma non lo è tra due porzioni della stessa immagine, perché banalmente le variabili in gioco sono molte meno.

Normalmente le elaborazioni di correzione di contrasto e luminosità si applicano globalmente all'immagine e non localmente, quindi se un punto appare più luminoso di un altro, lo era anche nella realtà, e se due punti appaiono uguali, erano uguali anche nella realtà (es. l'astronauta in controluce che appare luminoso quanto lo sfondo è reale).

Certamente sono possibili anche elaborazioni di tipo locale (es. HDR), ma dubito siano state usate: si noterebbe troppo la differenza con le stampe più datate.

Quindi una discussione sulle foto è certamente possibile con gli elementi a disposizione, altrimenti non sarei qui.

Di più
09/03/2017 12:04 #8822 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
io avrei una domanda per Mazzucco:
tu che sei stato fotografo, se ti avessero commissionato le foto del falso allunaggio...ci avresti messo dell'illuminazione supplementare (oltre a quella che rappresenterebbe il sole) per abbellire le foto?
rispondi di si e comincio a credere pure io al falso allunaggio.

Di più
09/03/2017 12:13 #8823 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Human

D'accordo.
Allora esamino le due foto singolarmente:

Cernan: Lui è in pieno Sole. Non è all'ombra di niente, ed è illuminato anche dall'ambiente circostante.
Il suo lato sinistro del corpo è più scuro del resto della tuta.

Astronauta della foto 5868 (non so chi è): E' coperto dall'ombra del LM. Di conseguenza è illuminato solo dall'ambiente circostante.
Tutte le parti in vista della tuta (ad eccezione della parte superiore dello zaino) hanno più o meno la stessa luminosità, maggiore delle pareti LM.
Domanda: non dovrebbe, la tuta, essere per logica più scura?


Se non posso valutare per mancanza di informazioni passo, e mi ritiro in buon ordine senza rancore.

Countdown to 1984

Di più
09/03/2017 17:14 - 09/03/2017 17:28 #8824 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
MATRIZOO:

io avrei una domanda per Mazzucco: tu che sei stato fotografo, se ti avessero commissionato le foto del falso allunaggio...ci avresti messo dell'illuminazione supplementare (oltre a quella che rappresenterebbe il sole) per abbellire le foto?

Ti rispondo come mi ha risposto Toscani, quando gli ho chiesto che cosa ne pensava delle foto delle missioni Apollo. "Se le avessero fatte fare a me - mi ha detto - le avrei fatte molto meglio".

Non solo hanno usato in modo esagerato i pannelli riflettenti, ma hanno pure fatto un lavoro di merda con la fill light: se guardi bene nel tallone dello stivale (dell'astronauta che scende la scaletta) vedi il riflesso di una sorgente puntiforme (flash o spotlight locale, piazzato di fianco all'obiettivo). Era una classica tecnica (americana) degli anni '60. Oggi non la usa più nessuno.
Ultima modifica: 09/03/2017 17:28 da Redazione.

Di più
09/03/2017 17:41 - 09/03/2017 17:44 #8825 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Qualcuno prima aveva chiesto se fossero stati fatti altri esperimenti per simulare la situazione del lem.

I Mythbusters ci hanno provato, per dimostrare che era possibile fotografare in controluce l'astronauta che scende la scaletta, senza luci supplementari.

In realtà, il loro esperimento dimostra proprio quello che dico io: se confrontate i due ovali più grandi, l'astronauta dei MB è PIU' SCURO di quello della NASA, mentre il terreno illuminato direttamente dalla luce (ovali piccoli, in basso) è PIU' CHIARO di quello della NASA.



In altre parole, pur riproducendo una situazione simile in studio, i MB NON SONO RIUSCITI A BILANCIARE la luce incidente e quella riflessa. Nella loro immagine c'è addirittura una differenza MAGGIORE fra incidente e riflessa di quanto ci sia nella foto della NASA. (I Mythbuters sono impareggiabili nel tirarsi la zappa sui piedi).
Ultima modifica: 09/03/2017 17:44 da Redazione.

Di più
09/03/2017 17:51 - 09/03/2017 17:53 #8826 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Redazione ha scritto: MATRIZOO:

io avrei una domanda per Mazzucco: tu che sei stato fotografo, se ti avessero commissionato le foto del falso allunaggio...ci avresti messo dell'illuminazione supplementare (oltre a quella che rappresenterebbe il sole) per abbellire le foto?

Ti rispondo come mi ha risposto Toscani, quando gli ho chiesto che cosa ne pensava delle foto delle missioni Apollo. "Se le avessero fatte fare a me - mi ha detto - le avrei fatte molto meglio".

Non solo hanno usato in modo esagerato i pannelli riflettenti, ma hanno pure fatto un lavoro di merda con la fill light: se guardi bene nel tallone dello stivale (dell'astronauta che scende la scaletta) vedi il riflesso di una sorgente puntiforme (flash o spotlight locale, piazzato di fianco all'obiettivo). Era una classica tecnica (americana) degli anni '60. Oggi non la usa più nessuno.


però io non intendevo questo.
intendo dire: quanti calci nel didietro avresti preso non appena avessi avvicinato una qualunque forma di luce estranea alla scena?
perchè la scena da rappresentare non è mica un matrimonio, rappresenta la Luna, e se l'astronauta viene brutto, sfocato, il lem si vede poco...credo che ai fini della missione fosse secondario, l'obiettivo sarebbe stato raggiunto comunque.
quindi perchè abbellire ste foto?
io credo che la risposta a questa domanda sia molto importante.
Ultima modifica: 09/03/2017 17:53 da matrizoo.

Di più
09/03/2017 19:18 #8827 da Michele Pirola
Michele Pirola RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Anche l'esperimento sulle ombre hanno fallito, anzi nel peggiore dei casi dimostra che la NASA ha falsificato le foto. Hanno fallito pure quello sulla polvere lunare, che tentavano di dimostrare che era possibile che le impronte degli astronauti si vedessero in maniera così netta, sono riusciti, ma si vedevano a malapena le impronte. E' giusto fare il paragone con Popular Mechanics?

Di più
09/03/2017 21:26 #8829 da Sertes
Sertes RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

matrizoo ha scritto: la scena da rappresentare non è mica un matrimonio, rappresenta la Luna, e se l'astronauta viene brutto, sfocato, il lem si vede poco...credo che ai fini della missione fosse secondario, l'obiettivo sarebbe stato raggiunto comunque.
quindi perchè abbellire ste foto?
io credo che la risposta a questa domanda sia molto importante.

Le missioni lunari avevano un altissimo valore propagandistico e un valore scientifico quasi nullo, quindi se gli americani non avessero avuto delle belle foto da sbattere nella copertina di Time Magazine anche un vero allunaggio avrebbe mancato il suo obiettivo primario.

Di più
09/03/2017 21:57 #8830 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Sertes ha scritto:

matrizoo ha scritto: la scena da rappresentare non è mica un matrimonio, rappresenta la Luna, e se l'astronauta viene brutto, sfocato, il lem si vede poco...credo che ai fini della missione fosse secondario, l'obiettivo sarebbe stato raggiunto comunque.
quindi perchè abbellire ste foto?
io credo che la risposta a questa domanda sia molto importante.

Le missioni lunari avevano un altissimo valore propagandistico e un valore scientifico quasi nullo, quindi se gli americani non avessero avuto delle belle foto da sbattere nella copertina di Time Magazine anche un vero allunaggio avrebbe mancato il suo obiettivo primario.


Debole e senza senso, ma lo sai già.

Di più
10/03/2017 01:45 #8831 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

charliemike ha scritto: Cernan è completamente illuminato dal Sole (non è nell'ombra del LM), e il suo braccio destro (alla nostra sinistra nella foto) è giustamente più scuro del resto del corpo essendo in ombra (l'avambraccio è quasi nero, e non è polvere lunare).
Non solo, ma anche tutta la parte destra del suo corpo (alla nostra sinistra nella foto) è più scura perchè in ombra.

A parte il braccio destro, non mi sembra che la parte destra del corpo sia più scura della sinistra, anzi sembra abbastanza uniforme, illuminata da una luce diffusa che proviene da ogni parte tranne che dall'alto, come è giusto che sia (notare il bordo bianco della visiera o i tubi sulla pancia).

charliemike ha scritto: Astronauta della foto 5868 (non so chi è): E' coperto dall'ombra del LM. Di conseguenza è illuminato solo dall'ambiente circostante.
Tutte le parti in vista della tuta (ad eccezione della parte superiore dello zaino) hanno più o meno la stessa luminosità, maggiore delle pareti LM.
Domanda: non dovrebbe, la tuta, essere per logica più scura.

E' Aldrin fotografato da Armstrong (anche se fossero attori, chiamiamoli coi nomi dei loro personaggi).
Anche lui è illuminato da una luce diffusa* proveniente da ogni parte tranne che dall'alto, come è giusto che sia, quindi tutto ciò che è rivolto verso l'alto è più scuro (es. lo zaino e il tubo attaccato a esso) come il braccio destro di Cernan, mentre il resto è più chiaro. Perchè dovrebbe essere più scuro? Più scuro di cosa? Del LM?
Poi se guardi meglio la luminosità non è perfettamente omogenea ma, soprattutto nelle gambe, la parte rivolta verso il fotografo appare leggermente più luminosa. Per questo Mazzucco parla di un pannello riflettente vicino alla macchina fotografica (io ho un'altra teoria ma aspetto quella di Alerivoli).

*Parlo di luce diffusa perchè una sorgente di luce puntiforme e diretta, come il flash proposto da Mazzucco, anche in abbinamento a una sorgente di luce diffusa, avrebbe formato delle ombre con contorni netti e sarebbe stato riflesso dal mylar in punti isolati molto brillanti, rivelando il trucco.

Di più
10/03/2017 01:45 - 10/03/2017 01:46 #8832 da Zuzzi
Zuzzi RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Matrizoo, ma come ti permetti?
Btw, sulla luna nessun umano ha mai messo piede, è un'evidenza. Il resto del contendere è solo aria fritta ad uso e consumo dei prosciuttari oculari.
Ultima modifica: 10/03/2017 01:46 da Zuzzi.

Di più
10/03/2017 09:08 #8835 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Human
Innanzitutto ti ringrazio per la precisazione. La mia è solo ignoranza. D'ora in avanti mi riferirò a lui come Aldrin (un po' di tasti risparmiati).

Cernan si trova completamente illuminato sia dal Sole che dalla luce riflessa dal suolo, come ti farebbe notare anche Alerivoli.
Ma alcune parti del suo corpo sono in ombra: il braccio destro e la parte destra della sua tuta. Ombra generata dal suo stesso corpo in quanto la foto è presa in controluce.
Non sono ombre marcate come i bianchi e neri di una scacchiera, ma comunque sono visibili.
Le ombre sulla tuta sono più chiare rispetto al braccio perché attenuate dalla luminosità circostante riflessa dal suolo.
Il braccio invece risulta più scuro del resto del corpo, o meglio la parte superiore del braccio, in quanto riceve meno luce riflessa dal basso.

Aldrin invece, si trova nell'ombra del LM, e di conseguenza l'unica illuminazione che deve ricevere deve venire esclusivamente dalla luce del Sole riflessa dal suolo.
Essendo una luce proveniente dal basso (che non significa assolutamente a 90° rispetto al suolo), le ombre dovrebbero essere più marcate a seconda dell'inclinazione della superficie colpita rispetto al suolo.
Una superficie parallela al suolo riceverà più luce rispetto ad una perpendicolare, fino ad arrivare al minimo per una superficie rivolta al cielo.
(Ovviamente la luce riflessa indietro dal LM contribuisce ad attenuare queste ombre, altrimenti le superfici di Aldrin rivolte al cielo sarebbero completamente nere: non c'è luce diffusa dovuta all'atmosfera).
Quindi mi aspetterei di vedere dalle ombre più scure sulle superfici rivolte al cielo, e delle ombre più chiare sulle superfici rivolte verso il basso.
(Ripeto, non i bianchi e neri di una scacchiera).
Invece Aldrin risulta quasi uniformemente illuminato, specialmente nella parte rivolta al fotografo.

Le due immagini postate da Redazione, Aldrin e Mythbusters, riassumono il mio pensiero.

L'immagine dei Mythbusters, come si vede dalla foto con Adam Savage (sì, vedevo i Mythbusters, lo confesso), è stata realizzata con una sola fonte di luce posteriore al LM, e le ombre sono come le ho descritte sopra.

In conclusione, per ottenere un effetto finale come quello della foto di Aldrin è necessaria una fonte di luce aggiuntiva (lampada o pannello riflettente), situata posteriormente al fotografo (a voler essere precisi, a giudicare dalle ombre, direi leggermente a destra).

(Anziché debunkare, Involontariamente i Mythbusters lo hanno dimostrato :laugh: )

Countdown to 1984

Di più
10/03/2017 09:33 - 10/03/2017 09:35 #8836 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
MATRIZOO:

quanti calci nel didietro avresti preso non appena avessi avvicinato una qualunque forma di luce estranea alla scena?

Non avrei preso nessun calcio nel culo. Anzi, se non si fosse visto bene nelle immagini in ombra mi avrebbero licenziato. Le foto Apollo erano una photo-op di importanza primaria, a livello mondiale. (Hanno pure usato l'Ektachrome, che è la pellicola più difficile da esporre in assoluto, solo perchè rende meglio come qualità fotografica).

Comunque sia, tu mi hai fatto una domanda, e io ti ho risposto. Se la mia risposta non ti piace non so che farci.
Ultima modifica: 10/03/2017 09:35 da Redazione.

Di più
10/03/2017 11:51 #8838 da alerivoli
alerivoli RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Oggi inizio a postare un pò di cose..

nel frattempo vedo che ci sono degli interventi, questo mi fa piacere perchè ciò vuol dire che l'argomento suscita sempre interesse

Di più
10/03/2017 11:59 - 10/03/2017 12:02 #8839 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Redazione ha scritto: MATRIZOO:

quanti calci nel didietro avresti preso non appena avessi avvicinato una qualunque forma di luce estranea alla scena?

Non avrei preso nessun calcio nel culo. Anzi, se non si fosse visto bene nelle immagini in ombra mi avrebbero licenziato. Le foto Apollo erano una photo-op di importanza primaria, a livello mondiale. (Hanno pure usato l'Ektachrome, che è la pellicola più difficile da esporre in assoluto, solo perchè rende meglio come qualità fotografica).

Comunque sia, tu mi hai fatto una domanda, e io ti ho risposto. Se la mia risposta non ti piace non so che farci.


non è che non mi piace, è insoddisfacente...sembra che a te non piaccia la domanda e ti arrampichi sugli specchi.
se fossi stato il responsabile della farsa, io il calcio nel didietro te l'avrei dato eccome, visto che a quei tempi di fenomeni della fotografia ce ne erano a bizzeffe (non come adesso che tutti abbiamo una reflex senza nemmeno sapere cosa diavolo è l'esposizione) e subito dopo la pubblicazione delle foto ci avrebbero massacrato se non attinenti alla scena reale, che doveva contenere una sola fonte di illuminazione.
Oltretutto non c'era bisogno di foto chissà quanto perfette visto che c'erano pure i filmati.

le foto vengono male ma si vede armstrong il lem e la luna?
e allora?che volete pure una corretta esposizione se non la si può avere?
semplice e banale, altro che le foto devono essere belle per essere pubblicate.
Ultima modifica: 10/03/2017 12:02 da matrizoo.

Tempo creazione pagina: 0.277 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO