Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Video allunaggi, decolli e rendezvous missioni Apollo

Di più
11/07/2018 14:57 #18459 da finzi78
Salve a tutti.
Ho inviato una email a Massimo Mazzucco chiedendogli se durante la creazione di American Moon avesse mai pensato di inserire una sezione sui filmati relativi agli allunaggi, ai decolli ed ai rendezvous in orbita tra LEM e modulo di comando.

Volevo cioè sapere se, oltre alle fotografie scattate al suolo, avesse studiato anche i video in questione, consultando il parere di qualche esperto in cinematografia/videoripresa per indagare, come per le foto, il comportamento di luci e ombre (o altro che non saprei, non essendo un esperto).

Ho poi parlato a M.M. del video sul rendezvous LEM/modulo di comando di Apollo 11 (provo a linkarlo, sperando di riuscirci), che mi ha sempre lasciato perplesso. Da un lato l'aspetto ed i movimenti del LEM in fase di "aggancio" finale al modulo mi danno l'impressione di un modellino. Dall'altro, il momento in cui il LEM entra nella visuale in lontananza, per poi avvicinarsi e "ingrandirsi" progressivamente, mi sembra invece una scena “reale” nella sua profondità (come sembra realistico lo sfondo in movimento), tenuto anche conto del livello di realismo che potevano aver raggiunto gli effetti speciali eventualmente utilizzati 50 anni fa.
Questo video in particolare ha suscitato la mia curiosità. Altri filmati di decolli dal suolo lunare o di allunaggi sono a mio parere già più facilmente realizzabili in studio.

So che un thread così impostato non ha niente di scientifico e si basa solo su impressioni soggettive (in forza delle mie conoscenze, non potrei andare oltre). Però mi piaceva sentire, se possibile, il parere di qualche utente che abbia cognizioni in ambito cinematografico e di riprese video.

Massimo Mazzucco mi ha autorizzato ad aprire il thread, ma allo stesso tempo mi ha avvisato di aver analizzato a fondo la questione, ritenendo che non ci sia modo di dimostrare che quelli dei video siano modellini.
Ho quindi deciso di provare, se non altro per sentire il parere di altri. Se la discussione non avrà riscontro, Redazione la cestinerà e pazienza.

Ringrazio fin d’ora chi vorrà dire la sua.


In the land of the blind, the one-eyed man is king

Di più
11/07/2018 18:53 #18465 da DanieleSpace
Ciao Finzi, hai visto il documentario American Moon ?
A molti di noi i movimenti del LEM nel filmato sembrano innaturali. Partenze ed arresti troppo secchi . Da notare comunque che il video non è a velocità naturale, bisogna rallentarlo.
Oltre all'ipotesi che sia stato girato in un set cinematografico, c'è anche l'ipotesi che il LEM sia davvero un prototipo nello spazio e che il filmato della Luna sia stata aggiunto in un secondo momento.
Questo però non spiega perché non si vedano gli sbuffi a forma di cono prodotti dai razzi a carburante ipergolico (il documentario mostra bene come in altre navette: Soyuz, Shuttle ecc, questi sbuffi siano sempre visibili).
Non è corretto chiamarle "fiammate", chiamiamoli "fenomeni visibili dovuti alla combustione", in parte anche vapore acqueo come sottoprodotto della combustione, che forma un cono biancastro, solitamente visibile.

Una teoria del complotto è ridicola solo quando sono ridicoli i suoi moventi.

Di più
11/07/2018 19:36 #18466 da finzi78
Ciao Daniel e grazie per la risposta.
Sì ho visto il documentario. Già due volte a dire il vero (mi é arrivato quasi due mesi fa). Non vorrei mi fosse sfuggito qualcosa sui video (c'è tanto da vedere). Lo riguarderò ancora.
In ogni caso i movimenti del lem nell'ultima fase del rendezvous non convincono neanche me. Sembra proprio un modellino manovrato.
Ti ringrazio per l'informazione relativa agli sbuffi, nonché per l'ipotesi filmato luna aggiunto successivamente. Mi sembra plausibile e non ci avevo pensato

In the land of the blind, the one-eyed man is king

Tempo creazione pagina: 0.062 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO