IMPERATIVO ASSOLUTO

Di più
04/02/2019 14:00 - 09/02/2019 14:22 #25793 da FireBall
IMPERATIVO ASSOLUTO è stato creato da FireBall
Il fenomeno del cosiddetto "imprinting" è assai noto ai più, ma in tale forma di comprensione intellettuale dimidiata:
' Il pulcino tende a sviluppare un attaccamento nei confronti della prima cosa che, dopo la nascita, vede muoversi e che prontamente cerca di seguire. Questa esperienza lo segnerà per tutta la vita... '
Nella società degli uomini accade questo: qualche disgraziato ti fa fare brutta figura davanti a un branco d'illusi con qualche trucco disonesto e il branco assocerà per il resto dei suoi giorni quella figura alla tua vera immagine, funestando parte della tua esistenza. L'imprinting negli uccelli è ritenuto un fenomeno praticamente irreversibile, tra gli uomini questo carattere di irreversibilità dipende da alcuni noti fattori culturali e da altri extraculturali. Tra i principali sono da annoverarsi l'amore per le convenzioni e l'idolatria. Sicuramente senza scopi poco chiari esso non si può attivare.

Se un anatroccolo è grato a chi mostra lui il movimento, se l'aquila e il leone sono in certo senso o modo riconoscenti per tutta la vita a chi li nutre quando son piccoli, (e son cose vere!) gli uomini spesso giurano eterna ingratitudine a chi rifiuta la massificazione cieca e indistinta. In entrambi i casi la scienza evita i giudizi, ma in pratica accade spesso che uno scienziato voglia giudicare stupidi gli anatroccoli e pazzi i perseguitati. Questa incomprensione, tanto frequente e funesta, è oggetto di studio da parte di insigni filosofi. Lo scienziato viene definito positivista, cioè illuso di poter trarre conoscenze positive dai dati scientifici. Di solito accade che questi si ribelli, accusando la filosofia di non avere nessun fondamento, al che il filosofo ribatte che dare un fondamento scientifico a ogni nostra ricerca significherebbe l'estinzione del genere umano. Se sei su un sentiero di montagna e hai il dubbio che la terra sotto i tuoi piedi non regga il tuo peso, non hai il tempo per studiare la geologia del luogo, devi affidarti all'istinto prima che sia troppo tardi. Inoltre il dato scientifico, continua il filosofo, è muto: le motivazioni del pulcino vengono studiate come quelle dei branchi nelle società umane, tuttavia manca alla scienza l'interpretazione che dia senso al dato. Si parla di attaccamento e di proiezione, ma mai di amore e di odio.

A sua volta, però, il filosofo mostra una strada che non sa percorrere.
Il mistico, più che il religioso, l'uomo di spirito, hanno in mano le chiavi per cambiare il mondo. Il sapere accresce il dolore! La verità fa la sciagura più amara. Nonostante le critiche filosofiche dettate dal razionalismo più spinto e inutile (oltre che fuorviante), troppo simili alla sprovvedutezza della cicala al cospetto della prudenza della formica, l'uomo ispirato non fa notare la dipendenza del pensiero dall'azione come lo scienziato, non afferma la superiorità dell'azione sul pensiero, interviene senza conoscere né ricercare, avendo già la propria luce interiore che lo guida! E questa non è più filosofia.

Seguire la ispirazione! Non limitarsi alla saggezza e ancor meno alla sapienza. Non perdere tempo con gli aut aut quando bisogna fare la cosa giusta quanto prima.

MAURO PASTORE
Ultima Modifica 09/02/2019 14:22 da FireBall.

Tempo creazione pagina: 0.068 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO