Il Processo Di Norimberga - Un'introduzione al Revisionismo

Di più
14/11/2017 20:33 - 14/11/2017 22:04 #11248 da Michele Pirola
Hai ragionissima horselover

Cochi e Renato
Ultima Modifica 14/11/2017 22:04 da Michele Pirola. Motivo: Errore di battitura

Di più
15/11/2017 11:21 #11252 da Maksi
Pensatela come volete, sta di fatto che l'accusa abbia usato testimoni bugiardi e prove contraffatte per condannare delle persone. Questo perche' prove non ce ne sono, cosi' allora come oggi.

Ridicolo poi che i Sovietici abbiano preso parte dell'accusa e dei giudici, dato che fecero crimini ben piu' gravi sia prima, durante e dopo la guerra. Poi hanno pure aprofittato per attribuire l'eccidio di Katyn ai Tedeschi. Pezzenti senza ritegno.

Con questo Processo si appre l'era dell'integrita' morale democratica, che si erge a paladina dell'umanita' (l'ONU e' il custode). Interessante notare come il tutto si sorregga sulle menzogne costruite ad arte.

Di più
15/11/2017 20:27 #11266 da horselover
quindigli ebrei andavano volontariamente nei lager per il piacere di fare da schiavi a esseri superiori come hitler, goebbels e affini

Di più
15/11/2017 21:23 - 15/11/2017 21:23 #11269 da Michele Pirola

horselover ha scritto: quindigli ebrei andavano volontariamente nei lager per il piacere di fare da schiavi a esseri superiori come hitler, goebbels e affini

Hai ragione horselover, io il fatto del genocidio non lo contesto affatto, anche se contesto il numero dei morti che sono di meno di quelli che ci hanno raccontato, però i fatti sono successi. Come altra cosa gravissima che contesto è il fatto che gli americani fossero ben al corrente di quello che stava avvenendo nei lager. Questo video che linko sotto parla del nazismo, in particolare parla delle presunte basi in Antartide (non mi esprimo su questo perché non sono tanto preparato) e sul fatto della conoscenza da parte degli americani del genocidio ebraico. 20 o 30 anni prima dell'Olocausto i giornali americani scrivono "6 milioni di ebrei sono a rischio di morte" oppure altre frasi che fanno capire l'anticipata conoscenza del tutto. Ecco il video:

Cochi e Renato
Ultima Modifica 15/11/2017 21:23 da Michele Pirola.

Di più
15/11/2017 21:45 #11271 da Maksi
Vabbè se non volete capire affari vostri. Non mi interessa entrare nella vostra mente.

Michele Pirola ci sei o ci fai? :question:

PS: non spammate su contributi importanti

Di più
15/11/2017 22:37 - 15/11/2017 22:38 #11273 da Michele Pirola
@Maksi
Vabbè, qui da capire non c'è molto, stavamo solo esprimendo nostre opinioni personali. Non mi sembra di avere insultato nessuno.
Forse sono andato fuori tema e sicuramente ci sono andato, quindi chiedo scusa. Cercherò di discutere del Processo e basta.
Comunque come altro punto in comune a te ho il fatto che ancora prima del Processo si sapeva già che sarebbero stati colpevoli e che i giudici avrebbero dovuto analizzare altri elementi prima dare un giudizio definitivo

Cochi e Renato
Ultima Modifica 15/11/2017 22:38 da Michele Pirola. Motivo: Aggiunta di un soggetto

Di più
15/11/2017 23:00 #11274 da OrtVonAllen
Nella "tragicomica" di questo processo ci sta un senso unico! Poi è triste assistere a chi vuol partecipare prendendo il facile pigliabile qua e là per il web.
Quel video su YouTube, come altri, sono massimalisti! Le "tragedie" belliche sono situazioni intrecciate dove ahimè c'è un capo e una coda programmato>>>risorse umane e materiali...
Umane perché come dice il cartello è posto di lavoro non di sterminio!
Su certe morbosità di qualche singolo nazista che trascinerebbe nell'oblio gli altri, rientra nel tranello delle speculazioni ogni singolarità.
Se non si deve parlare della manutenzione delle "docce" non si parlerà di fosse comuni visto il territorio inadatto!
La tragedia Dresda permettendo, è la strafottenza delle due atomiche, per nulla strategiche a livello militare che decimano giapponesi come "esperimento"!

Di più
16/11/2017 10:59 - 16/11/2017 11:02 #11284 da Maksi
La storia dei 6 milioni non e' piu' evidenziata nemmeno da parte ufficialista. Hanno dovuto continuamente diminuire le cifre (esempio Auschwitz: prima 4 milioni, poi 1,5, poi sotto il milione...) e quindi non si soffermano nemmeno piu' sui numeri effettivi. La loro unica preocupazione oggi e' confermare la volonta' di Hitler o chi per lui di voler sterminare ebrei con appositi campi di sterminio. Questo nonostante per il 99% non abbiano prove (da loro ammesso). Per l'opinione pubblica in generale si e' fermato tutto con il Processo di Norimberga e film di Hollywood. E' una teoria propagata in maniera massiccia, se ci crediate o meno sono affari vostri e della vostra onesta' intelletuale.

La cifra 6 milliion e' apparsa piu' volte in passato (anche 50 anni prima del Times) e sempra da fonti ebraiche (come lo stesso NY Times). Riguardava la popolazione ebraica dell'est Europa dove dai censimenti passati si stimava che la popolazione ebraica fosse intorno ai 6 milioni. Queste campanie mediatiche (come del NY Times) sono state fatte come "raccolta fondi" per proteggere tale popolazione. In occidente (Francia, Inghilterra, Paesi Bassi...) gli ebrei gia' allora erano ben integrati e avevano ottenuto posizioni di rilievo (economico e politico), mentre nell'est Europa (Polonia, Ucraina, Russia...) la loro influenza era meno importante e anzi avevano un attegiamento sovversivo e rivoluzionario con le autorita' locali (sfociato nel colpo di stato bolscevico). Le autorita' non li vedevano di buon occhio e li tenevano sotto controllo. Questo agli ebrei occidentali preoccupo', dato che intacco' i loro interessi (lunga storia) e cominciarono a finanziare movimenti sovversivi e oppositori. Il pericolo dello sterminio era tutto una machinazione mediatica e politica per attivare l'Occidente ad aiutare e promuovere i loro interessi (ci riescono sopratutto negli USA... nel 1913 anche con l'instaurazione della FED). Quindi non c'entra niente la "premonizione" del Times, ma era propaganda per supportare una certa strategia (non vi ricorda un po' il supporto mediatico coi ribelli moderati e rivoluzioni democratiche?). I 6 milioni poi sono arrivati fuori proprio nel Processo da un certo ex SS Hottl, che poi divenne anche agente CIA, quando racconto' di come Eichmann gioi' quando seppe dello sterminio di 6 milioni di ebrei.
Ultima Modifica 16/11/2017 11:02 da Maksi.

Di più
16/11/2017 12:20 #11285 da Michele Pirola
Maksi
Infatti io contesto anche il numero dei morti.
Ad Auschwitz all'inizio dicevano 4 milioni, poi diventati 1 milione e mezzo.
Sul fatto degli altri campi non so il numero esatto dei morti

Cochi e Renato

Di più
17/11/2017 07:14 #11305 da horselover
in un regolamento di conti fra criminali chi vince ha ragione, piangersi addosso è inutile
Ringraziano per il messaggio: Michele Pirola

Di più
17/11/2017 13:25 #11315 da illupodeicieli
Nonostante abbia sostenuto, e non per colpa mia, due volte l'esame di maturità (classica) alla fine degli anni 70, debbo dire che , per un'insieme di ragioni, non siamo mai arrivati a completare , in "storia", la fine della seconda guerra mondiale: ergo, niente discussioni sul processo di Norimberga, almeno basate sui libri di testo (poteva essere il "Villari"?). Tutto ciò che so viene da qualche servizio nei tg, o su qualche minuto di Rai Storia, e ovviamente sulle "giornate della memoria". Poi ho letto, come anche poco fa, qualcosa su internet, mentre vado orgoglioso (ma senza voler essere presuntuoso) di non aver visto film tipo "la vita è bella" o "shindler list", mentre sapevo che alcuni filmati sui campi di concentramento, erano stati girati da Hitchcock. Per completare il quadro ma senza voler mettere nessuno, sopratutto il sito, nei casini o guai, dico che è certo che da parte dei tedeschi, sono state compiute stragi, vendette, torture, forse anche le camere a gas, ma il numero dei morti mi sembra esagerato, che forse qualcosa non torna; essendo garantista verso tutti, aggiungo che qualcosa di analogo lo hanno compiuto anche gli alleati, e per essere sincero e ancor più garantista, dico che il numero elevato, i famosi 6 milioni di ebrei, forse non è stato voluto e creato ad arte, ma potrebbe trattarsi di errore. Non voglio fare confronti ma anche qui a Cagliari e in Sardegna, i bombardamenti degli alleati nel 1943 hanno lasciato vittime, e conosco alcuni particolari da chi, come mio padre ad esempio, c'era, era ancora qui in città prima dello "sfollamento". Logico che non facciamo confronti,anche perché non è questa la ragione del post e nemmeno del mio commento.

Di più
17/11/2017 17:57 - 17/11/2017 17:57 #11322 da redazione
Revisionist mi ha appena comunicato che ha dei problemi personali, e che momentaneamente non può seguire il thread.

Questa discussione è sospesa, fino al suo ritorno.
Ultima Modifica 17/11/2017 17:57 da redazione.

Di più
26/11/2017 12:13 #11467 da Michele Pirola
@Redazione
Massimo, avevi sospeso la discussione fino al ritorno di Revisionist e chiedo scusa se commento, però volevo chiedere se ha fatto sapere qualcosa su quando torna.
Grazie in anticipo

Cochi e Renato

Di più
26/11/2017 12:45 #11468 da redazione
No, non si è più fatto vivo.

Di più
27/11/2017 11:24 #11479 da NRG
non so se a chi segue questo topic possa interessare l'articolo appena uscito sul sito di neovitruvian comunque tenevo a segnalarvelo:

neovitruvian.wordpress.com/2017/11/26/st...-mondiale-1945-1960/

Di più
23/07/2018 14:18 #18918 da hatchown

Revisionist82 ha scritto: Tra la primavera e l'estate del 2003, il filantropo George Sarlo, in possesso delle cosidetta Blue Series, ovvero i 42 volumi che costituiscono le trascrizioni dei procedimenti agli imputati ( vedi commento #2 ) sotto la supervisione diretta dell'International Military Tribunal ( geometry dash ) che ne controllera' anche la pubblicazione, decide di donare i preziosi volumi, con la sola richiesta di conservarli e farne "buon uso". Una collaboratrice del filantropo, Amy Rabbino, rimette l'offerta alla San Francisco State University nella persona del Professor of American Jewish History Marc Dollinger, che quasi incredulo accetta l'offerta.
Il Professor Dollinger, con l'aiuto di alcuni traduttori ( i documenti originali sono per la maggior parte in tedesco, francese ed inglese ) e tanta buona volonta' digitalizza per i posteri, eventualmente e su richiesta anche su CD-ROM, uno dei processi piu' importanti della Storia contemporanea.
Speaking Volumes
Gift of Nuremberg Transcripts Enriches Teaching, Research

magazine.sfsu.edu/archive/sp_sum_03/nuremberg

Ho voluto raccontare questa piccolo aneddoto non solo per introdurre la storia di come gli atti del processo siano arrivati sugli schermi di tutto il mondo, e quindi consultabili da tutti; quello su cui voglio soffermarmi e' una considerazione che il Professor Dollinger rilascia poco dopo essere entrato in possesso dei volumi; riferendosi al processo di Norimberga dice( grassetto mio ):

"This is the most detailed chronology we have of the Nazi atrocities -- tens of thousands of pages of personal history. It's a very complete picture of the most horrific moment in modern Jewish history"

"Questa è la cronologia più dettagliata che abbiamo delle atrocità naziste - decine di migliaia di pagine di storia personale. È un quadro molto completo del momento più terribile della storia ebraica moderna"

"Piu' dettagliata", Dollinger dice, quanto e' vera questa frase? Quanto sono attendibili le "prove" portate sul banco degli imputati? Come funzionava la corte? Su quali basi le prove venivano accettate o scartate?


Mi unisco a questo forum perché mi incuriosisce molto l'argomento che conosco in parte. Premetto solo una cosa: non sono molto informato su certe cose, quindi commetterò spesso degli errori. Detto questo inizio con una mia opinione personale: sono contro i negazionisti dell'Olocausto, però sono favorevole alla revisione di alcuni aspetti.

Per esempio a Dachau, io non ci sono mai stato, da quello che mi hanno raccontato in prima persona alcuni miei parenti che ci sono stati mi hanno detto che la guida gli ha detto che non vi è nessuna prova di esecuzioni di massa nel campo di Dachau. Negli altri campi di concentramento di prove ce ne sono.

Di più
23/07/2018 18:34 #18930 da Maksi

Per esempio a Dachau, io non ci sono mai stato, da quello che mi hanno raccontato in prima persona alcuni miei parenti che ci sono stati mi hanno detto che la guida gli ha detto che non vi è nessuna prova di esecuzioni di massa nel campo di Dachau. Negli altri campi di concentramento di prove ce ne sono.

E certo. Come dire: "Guarda, qui di prove nun ce stanno, pero' ti garantisco che in un altro posto (a tua scelta... Auschwitz, Treblinka, Sobibor, Mathausen... insomma quello che te pare a te) ce stanno. Garantito! Abbiamo esaminato tutto quanto e possiamo ribadire che il 99% di prove... NUN NE ABBBIAMO" [cit. Van Pelt]

Trucco usato in malafede, perche' probabilmente nessuno dei presenti andra' a vedere se ci sono prove in un altro campo qualsiasi.

No, di prove di uccisioni di massa e gasazione non esistono e mai esisteranno. Possono parlare quanto vogliono, ma le prove non ci sono in nessun altro luogo che non sia Dachau.

Amen.

Tempo creazione pagina: 0.104 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO