Gilets jaunes : una rivoluzione colorata?

Di più
07/12/2018 21:45 #23242 da nygandy
Buonaserata.
In poche settimane abbiamo visto sorgere e prosperare il fenomeno dei gilet gialli in Francia.
Con posti di blocco, manifestazioni e numeri da fenomeno di un certo rilievo direi...
La mia impressione è che la cosa possa essere un tantinello sospetta, per numeri, organizzazione, penetrazione sui media.
La mia ipotesi è che si possa trattare di moti creati, pilotati o cavalcati dal governo.
Mi piacerebbe avere dei pareri qui sul forum, nel frattempo intendo approfondire e postare approfondimenti. Grazie

Di più
08/12/2018 07:46 #23250 da gi-13u
Salve a tutti
troppa pubblicita da subito

abito in un piccolo paese nel sud della Francia da piu di 20anni
io ho saputo della prima manifestazione attraverso
un articolo letto sul giornale locale,
una settimana prima del 17 novemmbre (primo sabato di protesta)

l'articolo
diceva piu o meno cosi:cry: :angry:
per i cittadini que sono interessati a bloccare la Francia
sabato prossimo,
riunione alle ore14 davanti al liceo
organizzatevi che cazzz

lo so e una scemata ma quando i media fanno vera informazione
non mi convince

approfitto dell occasione per ringraziare Massimo e tutti voi,
vi leggo da anni e credo di avere imparato molto, grazie

Giulio

scusate gli errori

Di più
08/12/2018 12:04 - 08/12/2018 12:04 #23269 da kamiokande
Ho appena domandato in "commenti liberi" se la rivolta dei gilet gialli è voluta dalle elite, sono seriamente interessato nella risposta. Io sono convinto che le rivolte violente siano state fomentate ed infiltrate dal governo francese per delegittimare la protesta (tanto che Jacline Mouraud, riconosciuta come una delle ispiratrici del movimento, ha chiesto di non scendere in piazza oggi per distanziarsi dai violenti), ma dubito che le elite possano scatenarsi contro una cosa del genere. È vero che in genere le rivoluzioni nascono dal popolo con la "spinta" di chi ha le risorse per organizzare la cosa, ma alla fine le cose tendono a sfuggire di mano, come per la rivoluzione francese. Sono curioso di capire quali siano i ragionamenti che portano alla conclusione che alla fine noi si reciti un copione già scritto da qualcuno.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima Modifica 08/12/2018 12:04 da kamiokande.

Di più
08/12/2018 12:27 #23271 da Nomit
Me lo sono chiesto anch'io, i media dicono che il loro leader stia già lavorando ad un partito politico e che sia un dipendente pubblico senza occupazione pagato 2600 euro al mese (probabilmente parente della Boldrini :hammer: ).

Di più
08/12/2018 18:10 #23280 da nygandy
@ kamiokande
Scusa non ho capito la tua posizione in riguardo alla rivoluzione francese: la ritieni genuina come moto rivoluzionario oppure portato a termine da una élite borghese...
È importante capire le nostre idee al riguardo perché spesso sento dire frasi come "gli italiani non si ribellano, i francesi quelli sì che sono un popolo libero hanno fatto la rivoluzione" e io non sono affatto d'accordo con questo perché ritengo la rivoluzione francese la sintesi e la summa del "nuovo potere" quello della borghesia nascente dalla rivoluzione industriale che SI SOSTITUISCE in modo tutt'altro che democratico alla monarchia, ma per i suoi interessi...

Di più
08/12/2018 21:38 - 08/12/2018 21:43 #23282 da italofranc
Io abito in Francia e sono di madre francese e di padre italiano. Vi sbagliate e non credo che abbiate capito quello che sta succedendo in Francia. E' semplice: i francesi sono stanchi di non aver piu' potere d'acquisto e di aver come Presidente un venduto agli speculatori della finanza responsabili delle difficoltà economiche delle classi piu' povere e dei pensionati . Dato che nelle loro vene scorre ancora un po' di ADN della rivoluzione, non hanno certo bisogno dei partiti politici per rovesciare il governo. E' il popolo che è in strada questi giorni con i giubbetti gialli. Anche nel 68 sono stati i primi a scendere in piazza senza rappresentanti di partiti e di sindacalisti, solo semplici cittadini.
Ultima Modifica 08/12/2018 21:43 da italofranc.
Ringraziano per il messaggio: gi-13u, flor das aguas

Di più
09/12/2018 07:58 #23292 da Primus eccetera
Mah, sarò uno sciocco romantico
Inoltre a differenza di Mazzucco io adoro i francesi e non solo per i formaggi e i vini, ma già soltanto per il fatto che non sono inglesi
voglio credere che siano pur sempre la cultura (al culo il termine popolo) che ha dato al mondo occidentale il concetto di rivoluzione
mi affascina questa potente coscienza culturale
poi, chiaro, stavolta la Bastiglia non la prenderanno. ma almeno, quando s'incazzano, fanno sul serio, non sono buffoni come i nostri sinistroidioti dei girotondi
Secondo me Destouches sarebbe stato orgoglioso di dedicare la sua preghiera blasfema ai gilet gialli

www.pensieriparole.it/aforismi/societa/frase-155262

Di più
09/12/2018 08:49 #23293 da fefochip
a mio avviso il fenomeno dei gilet gialli attualmente è genuino
le "rivoluzioni colorate" (insomma le finte rivoluzioni pilotate) si devono preparare prima quindi se non si riesce a individuare la strategia di una cosa del genere guardandosi alle spalle è una cosa genuina
questo malcontento è sfuggito di mano a un governo ormai completamente dominato dalle elite dominanti e dai loro camerieri (politici) che ormai è completamente scollato dal popolo
la cosa tra l'altro non è un fenomeno solo francese (questo scollamento del basso con i vertici) , ma probabilmente in francia grazie anche al mito della rivoluzione francese sta avendo questa manifestazione eclatante.
è un fenomeno tra l'altro che si è propagato dal niente , i giornali parlavano di aumenti del carburante, roba ovviamente da riderci sopra se non fosse stata la famosa goccia che fa traboccare il famoso vaso colmo.e quando basta un niente per accendere un malcontento cosi eclatante evidentemente bisogna ricercare le cause al di là del fatto contingente che ha fatto scattare il tutto.
una partecipazione cosi intensa e un consenso cosi largo non si avrebbero in un movimento "finto" e pilotato senza dei chiari segni premonitori.
nulla vieta adesso a nessuno di saltare in groppa di questo malcontento e veicolarlo da qualche parte.
la copertura mediatica in realtà è stata molto scarsa almeno qui in italia dove hanno minimizzato per giorni fino a che non si può proprio piu farlo. ci sono morti e feriti e i manifestanti sono decine di migliaia tutti molto agguerriti e determinati. la stampa dice il minimo indispensabile ma da quello che trapela dai social la situazione è molto piu seria.
come dicevo adesso scatta la gara a saltare in groppa alla tigre per dare un senso a tutto.
non sarà per forza un "complotto" nel senso che qualcuno vede magari in un leader che prima non contava niente la manina dietro tutto. non è cosi , semplicemente avrà avuto la sagacia e l'abilità di veicolare questo malcontento da qualche parte.
anche perche entri nel palazzo del governo , tagli la testa a macron e poi ? cosa fai? metti a ferro e fuoco tutto ?
il movimento si dovrà per forza di cose dare delle regole e delle finalità da perseguire.
chi lo farà? dal basso della piazza? dall'opposizione che cercherà di cavalcare il malcontento ?
ma a mio avviso sbaglia chi cerca di vedere in tutto questo una mente che ha diretto tutto, ma nulla vieta che ci sia da adesso in poi ....

la verità non si scopre, si capisce.

Di più
09/12/2018 10:36 #23296 da Michele Pirola
Primus eccetera:

Cochi e Renato
Ringraziano per il messaggio: nygandy

Di più
09/12/2018 14:03 #23314 da gi-13u
sono daccordo con italofranc quando dice

E' semplice: i francesi sono stanchi di non aver piu' potere d'acquisto e di aver come Presidente un venduto agli speculatori della finanza responsabili delle difficoltà economiche delle classi piu' povere e dei pensionati .
aggiungo
che quello che descrive potrebbe essere valabile per tre quarti dell'umanita. popoli oppressi che prendono coscienza di essersi fatti prendere per il culo in tanti modi da sempre
da loro (loro,quei soliti noti 1% al servizio del male,semplifico)
e allora
fossi uno di loro(1%:angry: ) penso ragionerei piu o meno cosi
" cazzo la gente si sta svegliando,
minchia,
se li lascio fare non potro piu decidere per loro
soluzione
meglio che li accompagno verso il caos

chemmifrega cio il bunker io


rido per non piangere

Giulio

Di più
09/12/2018 15:06 #23316 da kamiokande
@ nygandy
Semplificando molto la rivoluzione francese fu una rivoluzione borghese, il cosiddetto terzo stato, sostenuta dal malcontento popolare derivante da un forte stato di disuguaglianza e povertà.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
09/12/2018 15:25 #23317 da nygandy
@ kamiokande
Quindi fu una rivoluzione genuina del popolo stanco di Maria Antonietta oppure un pretesto, adeguatamente foraggiato, dei poteri borghesi per destituire la monarchia e aprire la strada alla "democrazia" dei politici "camerieri" del Capitale?
Ringraziano per il messaggio: gi-13u

Di più
09/12/2018 15:31 #23319 da nygandy
E questo lo dico a chi pensa che i francesi siano queste cime di autodeterminazione politica: chi l'ha votato Macron??? Non facevano prima a votare direttamente i leader dei giacchetti gialli?

Di più
09/12/2018 15:42 #23320 da Shavo
se la protesta è scoppiata per i prezzi del gasolio non ci vedo niente di strano. mi meraviglierei se i francesi protestassero per liberare le colonie africane, quello sì, ma stupirsi che si lamentino perchè gli rode il culo non ci vedo niente di strano.

Di più
09/12/2018 16:08 #23322 da gi-13u
@ nygandy
scusa,se per rispondreti ho trasformato un po il tuo messaggio

Quindi fu una rivoluzione genuina del popolo stanco di Maria Antonietta adeguatamente foraggiato, dei poteri borghesi per destituire la monarchia e aprire la strada alla "democrazia" dei politici "camerieri" del Capitale.

Giulio

Di più
09/12/2018 17:26 #23325 da nygandy
@ Giulio
Appunto grazie.

Di più
09/12/2018 17:32 #23326 da nygandy
@ italofranc
È un peccato che il DNA rivoluzionario e autodeterminante non li abbia messi al riparo dal farsi prendere in giro in questi anni dai vari camerieri come Sarkozy o Macron...

Di più
09/12/2018 19:50 #23330 da italofranc
@ italofranc
È un peccato che il DNA rivoluzionario e autodeterminante non li abbia messi al riparo dal farsi prendere in giro in questi anni dai vari camerieri come Sarkozy o Macron...


Si è vero, specialmente da quel criminale di Sarkozy. Comunque il potere d'acquisto i Francesi l'hanno perso in una ventina d'anni , non te ne accorgi subito purtroppo, specialmente se non ti occupi di politica e sei concentrato sul tuo lavoro. Ora anche gli operai e le famiglie sono certi di essere stati derubati e sono molto incazzati.
Ringraziano per il messaggio: nygandy

Di più
09/12/2018 21:39 #23332 da nygandy
@ Michele #23296

Così hai stravinto!!!...
Ringraziano per il messaggio: Michele Pirola

Di più
09/12/2018 23:41 #23333 da Al2012
Vorrei chiedere a quelli che vivono in Francia o hanno contatti diretti con francesi, se è vero che nelle manifestazioni dei gilè gialli sono comparse scritte contro l’obbligo vaccinale.

In generale quale è la posizione della popolazione sul fatto che le vaccinazioni obbligatorie sono diventate 11?

C’è contestazione in merito a questo abuso della autorità?

Grazie.

Di più
10/12/2018 12:24 #23337 da Aigor
@nygandi

Temo che pensare alla rivoluzione francese come ad

una rivoluzione genuina del popolo stanco di Maria Antonietta

sia ormai abbastanza universalmente riconosciuto come errato...
metto due o tre link a caso fra tanti:
www.geminiworld.it/news/2017/07/15/la-ri...ncese-la-massoneria/
www.uccronline.it/2018/06/23/la-rivoluzi...ideologia-massonica/
www.centrostudilaruna.it/la-massoneria-e...-del-settecento.html

Non a caso Liberté, Égalité, Fraternité è praticamente uguale a Libertà, uguaglianza, fratellanza
www.ritosimbolico.it/rsi/2012/08/liberta...glianza-fratellanza/

E' un po' come continuare a pensare che il tricolore italiano rappresenti i prati, le nevi e il sangue dei caduti...
www.brigantaggio.net/Brigantaggio/dalla_storia/012_bandiera.pdf

Le masse sono da sempre pilotate per gli interessi e i fini di altre entità...

"La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" (I. Asimov - Il crollo della galassia centrale)

Di più
10/12/2018 19:32 #23347 da gi-13u
@Al2012
abito in Francia

non so se durante le manifestazioni siano comparse scritte contro l’obbligo vaccinale, ma e possibile, non bisogna dimenticare che ce di tutto nei gilet jaunes

per quello che ne so io, a parte qualque persona su internet che informa,sembra che la maggior parte, abbia preso atto del cambiamento senza batter ciglio
sui media ufficiali Francesi non ho letto niente che potesse fare pensare che ci fosse un opposizzione
quello che voglio dire e che almeno in Italia i media, pur continuando a vendere la merda del loro padrone (i vaccini),
almeno sono stati costretti
a passare la notizia che cera gente che la pensava differamente (semplificando
qui, non ne anno avuto bisogno

Giulio
Ringraziano per il messaggio: Al2012

Di più
10/12/2018 21:34 #23351 da Michele Pirola
Nygandy:
Brignano è un mito. Mi fa sempre morire dalle risate :laugh:
Di suoi sketch ne ho scaricati tanti

Cochi e Renato

Di più
10/12/2018 23:49 #23353 da Al2012
@ Giulio

Grazie della risposta,

Speravo in una maggior “rivolta” contro l’obbligo vaccinale …

Di più
13/12/2018 18:44 #23477 da Al2012
CHIEDONO AIUTO E ARRIVANO FINO AI CONFINI ITALIANI
FRATELLI FRANCESI CANTANO L'INNO DI MAMELI
www.facebook.com/claudio.morosini.9/vide...4594/?type=3&theater

Di più
13/01/2019 22:15 - 13/01/2019 22:29 #24606 da gino sighicelli
Nygandy 08/12/2018 18:10 #23280
citazione: « che SI SOSTITUISCE in modo tutt'altro che democratico alla monarchia, ma per i suoi interessi »

mi sa che della rivoluzione francese hai una nozione incompleta

di seguito mi limito a riassumere un po’ dei fatti pertinenti al personaggio Antoine Lavoisier

lo ricordi l’aforisma attribuito a Maria Antonietta: « Se non hanno più pane, che mangino brioche »?

all’origine dei fermenti che motivarono un tal tipo di risposta (indipendentemente dal fatto che essa possa o non possa essere stata un’affermazione di Maria Antonietta) vi fu il fatto che fu Antoine Lavoisier il principale responsabile della fame dei parigini, essendo stato egli l’autore del progetto del muro che, dopo essere stato costruito, stroncò il contrabbando della farina (quel contrabbando che almeno un poco alleviava la fame dei parigini)

Antoine Lavoisier divenne celebre come scienziato; la sua professione però fu ben altra: di professione Antoine Lavoisier fu un importante gabelliere

peraltro, anche fu, di nascita, un molto ricco aristocratico; per cui, anche la sua professione altro non fu che un modo, da egli escogitato e scelto, per riempire un poco la sua propria vita

tra l’altro, anche egli fu un importante massone; ed anche un molto influente personaggio politico; ed anche parte in causa in molte questioni della finanza parigina (ad esempio, « Lavoisier was a formative influence in the formation of the Du Pont gunpowder business »)

la parte a mio parere più ridicola, nella sua storia, sta però nel fatto che, a seguito dei fermenti causati dalla fame dei parigini, egli poi divenne molto influente anche nell’ambito dell'Assemblea Costituente (l’assemblea che governò la prima fase della Rivoluzione Francese (la fase ‘borghese’ (ma anche si potrebbe dire ‘massonica’)))

P.S.

avevo dimenticato di parlare del finale (l'avevo dato per scontato): venne ghigliottinato
Ultima Modifica 13/01/2019 22:29 da gino sighicelli.

Tempo creazione pagina: 0.222 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO