Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Amicizia

Di più
03/07/2018 14:02 #18327 da Dipende
Ringraziano per il messaggio: kempis

Di più
03/07/2018 14:54 #18328 da Nomit
Risposta da Nomit al topic Amicizia
Quelo che non mi convince di questa storia è questa foto di uno dei presunti alieni:



sarebbero stati alti tre metri eppure il loro aspetto sarebbe indistinguibile da quello di europei ed americani? Possibile che fossero meno differenti da noi di quanto non lo siamo tra noi stessi, europei, africani, asiatici ed aborigeni?

Di più
03/07/2018 15:18 #18329 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Il mio punto di vista ,in questo caso, necessita di due imput:
Il primo, quello più immediato ed empatico, è la certezza che l'umano che racconta (Gaspare) non mente.
Si certo forse, con gli anni avrà infarcito alcune cose, dimenticate altre, ma non mente.
Non lo fa perchè si vede. Racconta questi avvenimenti come potrebbe fare un anziano che racconta episodi di guerra a cui ha partecipato quando era giovane...e gli sono rimasti impressi.
Il mio punto di vista mi dice che non mente.

Seconda cosa, ho compreso che la nostra (e per nostra intendo terrestre) fisica, chimica, genetica, non è manco lontanamente paragonabile alla loro.
Fanno magie che per noi resteranno magie.
E ho compreso anche che l'evoluzione materiale (dei corpi) è soggetta ad un mucchio veramente esagerato di varianti. Non solo i mammiferi hanno la capacità di evolversi, ma soprattutto non lo fanno nello stesso modo, dipende molto dall'ambiente (atmosfera, gravità, riscaldamento e altra roba) e che nei vari corpi esiste una variante spirituale.

Per cui non potrei mai dubitare di tutta la faccenda perchè non mi quadra l'aspetto di un umanoide in una foto.

Comunque è interessante l'aspetto spirituale dell'intervista, Gaspare è molto genuino e devo dire che le sue non si discostano molto dalle informazioni che da tempo girano per il Pianeta.
Il finale del video invece è più “tecnico” . Gaspare mostra altre foto di dischi volanti concordate su appuntamento.

Io credo che, a prescindere da se, quanto, come, sia vero, ascoltare quel che dice Gaspare, è proprio quel che serve ora in questi momenti di tensioni, di egoismi e di confusione.
Consiglio di vederlo fino alla fine

Di più
03/07/2018 16:01 #18330 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Amicizia
Ciao Dipende! Bell'argomento hai tirato fuori, ce n'è da raccontare e discutere...Non ho ancora visto l'intervista, quindi per ora non intervengo nel merito ma...

Nomit ha scritto: Quelo che non mi convince di questa storia è questa foto di uno dei presunti alieni:



sarebbero stati alti tre metri eppure il loro aspetto sarebbe indistinguibile da quello di europei ed americani? Possibile che fossero meno differenti da noi di quanto non lo siamo tra noi stessi, europei, africani, asiatici ed aborigeni?


Nel libro di Stefano Breccia 50 years of Amicizia si trova questa analisi della foto del W56, ne risulterebbe che il signore ritratto, che ci dicono risponda al nome di Kenio, è alto sui 3 metri, cosa che lo renderebbe decisamente poco terrestre. Altra stranezza che però non è riportata nel pdf ma solo nel libro: le proporzioni di Kenio non sono proprio quelle normali, la testa risulta 1/9 dell'altezza quando il rapporto naturale dovrebbe essere 1/7. In ogni caso lo stesso Stefano Breccia precisa che per quanto ne sa Kenio è nato sulla Terra, quindi tecnicamente è un terrestre, se vale lo ius soli interplanetario...

FranZη

Di più
03/07/2018 16:09 #18331 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Amicizia
Il caso Amicizia La straordinaria esperienza di contatto alieno in italia DOC 2009


:ok:

Di più
03/07/2018 16:18 #18332 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Fran Sapevo di incontrarti qui! :hammer:

Ed è un piacere

Lo sapevo perchè sapevo che tu hai letto il libro (come me del resto) e ne abbiamo parlato.

Ce n'è da raccontare...eccome!
Non saprei da dove cominciare, anche perchè nella mia visione delle cose, i W56 ci calzano a pennello, come membri della Confederazione di cui fa parte anche RA.

Per quanto riguarda la foto...anche il rigonfiamento nei pantaloni di Kenio è abbastanza anomalo, forse era felice di essere fotografato.:hammer:

Tornando seri, Kenio era uno dei tanti che hanno incontrato, c'era Dimpietro che ad altezza e sembianze era indistinguibile da un terrestre e poi c'erano i “nani” quelli alti 80 cm. A uno di loro Dimpietro gli spense un sigaro sulla pelata.
Ricordo che ce n'era uno di quasi 6 metri, ma che logicamente non poteva mai uscire, mentre quelli più “bassi” (quasi 3 metri) uscivano perchè potevano essere scambiati per giocatori enormi di basket, o malati di gigantismo.

Si ci sarebbe davvero un mucchio esagerato di roba da dire...

Di più
03/07/2018 16:20 #18333 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
ehilà Al bentrovato....giusto hai ragione , per chi non avesse mai sentito parlare degli amici di "Amicizia"

Di più
03/07/2018 16:44 #18334 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Non si è mai aperto un topic specifico per questo che è, a tutti gli effetti il caso italiano più clamoroso e duraturo di contattismo.

Il caso “amicizia” fa invidia perfino ai più noti casi statunitensi che hanno ispirato fumetti, film ed adesso, l' informazione alternativa.

Non avevo mai visto questa intervista e ho sentito la necessità di condividerla qui non tanto per parlare dei W56 (cominciando dal fatto che esistano, o meno) ma perchè il messaggio dei W56 che nel video Gaspare ripete, sembrerebbe maledettamente importante.
Certo, non è un messaggio nuovo, anzi è talmente vecchio che abbiamo avuto il tempo di colorirlo come più ci piaceva, ma ha resistito ad imperi, a cataclismi, a cristi e madonne e nell'essenza è ancora lì.
Per questo mi appare come maledettamente importante.
Certo, “importante” è comunque un parolone, dipende dall'urgenza che ognuno di noi sente dentro di sé, comunque, come accennavo prima, visto che stiamo vivendo momenti gravi, nel senso che momenti come questo che viviamo (governo, europa, immigrati) sono catalizzatori per scelte importanti, messaggi del genere possono far riflettere (forse)
Lontano da me l'intenzione di forzarvi verso una scelta più che un'altra, ma v'invito unicamente a riflette sull'importanza di scelte che per noi possono risultare banali, di poco conto.

Nel 3D di Ra si discuteva sul cosa bisogna fare per accedere alla successiva dimensione e parlavamo di sacrifici, ma nessuno, o quasi riusciva a quantificare questi sacrifici da fare, Gaspare ci da dei consigli, che io ritengo molto validi.

Per il resto....se vogliamo parlare “tecnicamente” dei W56, della loro tecnologia, della loro scrittura e degli Ummiti...certo che si può fare!

Di più
03/07/2018 20:03 #18337 da Antdbnkrs
Risposta da Antdbnkrs al topic Amicizia
La coincidenza che spiega tutto...



Ho visto per caso questo interessantissimo 3d perche' "amicizia" non acchiappa.
Suggerisco di cambiare il titolo in "il caso amicizia" ;-)

La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:

Di più
03/07/2018 21:03 #18338 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Ho intitolato la discussione “Amicizia” perchè è proprio questo il messaggio di fondo importante che si riscontra un po' dappertutto, che poi sia anche “un caso” non è stato un caso.
“State uniti” Questo è un consiglio che loro ripetono in continuazione.
Non disunitevi, siate amici.

C'è un motivo tecnico dietro questo consiglio, anzi più di uno

Chi resta unito e collabora fa prima il lavoro
Chi resta unito e collabora fa meglio il lavoro
Chi resta unito e collabora diventa più forte e meno attaccabile
Chi resta unito e collabora non da l'occasione ai CTR/Gruppo di Orione di interferire

Noi terrestri conosciamo benissimo la tecnica/tattica del dividi et impera, noi terrestri conosciamo benissimo il motto “l'unione fa la forza”, ma continuiamo ad essere fondamentalmente egoisti e incapaci di condividere.

Ho, sempre per caso, che caso non lo è quasi mai, visto anche un'intervista a Mauro e Gaspare insieme , fuori onda, mentre facevano una pausa, o meglio mi è partito il video in automatico...




Potrei modificare il titolo in "Amicizia, il caso" ma come si modifica il titolo?

Di più
04/07/2018 08:05 #18342 da Antdbnkrs
Risposta da Antdbnkrs al topic Amicizia
Ho intitolato la discussione “Amicizia” perchè è proprio questo il messaggio di fondo importante che si riscontra un po' dappertutto, che poi sia anche “un caso” non è stato un caso.
“State uniti” Questo è un consiglio che loro ripetono in continuazione.
Non disunitevi, siate amici.


Si ok, io te l'ho suggerito solo perche' quando ho letto Amicizia pensavo fosse un 3d che parlasse di amore, fratellanza...

Questo video è molto interessante (vabbe' c'e' pure il cicappino giacobbo che illude la gente parlando di argomenti tabu' ma guarda un po' alla fine insinua sempre il dubbio che siano falsificazioni, che strano eh :laugh:) perche' fa capire quanto fosse difficile taroccare le foto negli anni 50 (ovviamente non dice che era praticamente IMPOSSIBILE)


La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:

Di più
04/07/2018 20:43 #18351 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia

Si ok, io te l'ho suggerito solo perche' quando ho letto Amicizia pensavo fosse un 3d che parlasse di amore, fratellanza...


Già...non sia mai...che roba disgustosa e pallosa è l'amore, la fratellanza e la collaborazione su questo Pianeta...

Basta scrivere "Amore", o "Amicizia" che nessuno ti caca...:laugh:

Comunque è vero, lo dice anche Gaspare...fare del bene su questo Pianeta è una cosa complicata

Di più
04/07/2018 21:20 #18353 da Antdbnkrs
Risposta da Antdbnkrs al topic Amicizia
Già...non sia mai...che roba disgustosa e pallosa è l'amore, la fratellanza e la collaborazione su questo Pianeta...
Basta scrivere "Amore", o "Amicizia" che nessuno ti caca...:laugh:


Non sono ancora pronto per la quarta/quinta dimensione.
Non posso essere amorevole con (in ordine alfabetico ma tutti uguali):

Berlusconi,
Burioni,
Lorenzin,
Patti,
Piero Angela,
poi tutto il Cicap

l' "amore" per queste pezzi di emme mi fa scendere in seconda dimensione!

La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:

Di più
04/07/2018 21:49 #18354 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia

l' "amore" per queste pezzi di emme mi fa scendere in seconda dimensione!


:laugh: bella questa!!

Ma figurati se non ti capisco! Io ho almeno altri 9 nomi da aggiungere alla lista!

A parte gli scherzi, si potrebbe discutere su di questo. Come si fa ad “amare” uno che ti sta sul cazzo?
Questo potrebbe essere un punto di partenza, per poi poter imparare ad amare anche colui che semina morte e distruzione.

Amare questi personaggi che tu hai citato nella lista (e ci metto anche Giovanardi che per un bel periodo di tempo mi ha fatto girare assai i coglioni) è un grosso atto di volontà, ma soprattutto di consapevolezza.
Tutte le entità che vengono coinvolte dagli umani, che sia contattismo, o canalizzazione, continuano a ripetere che in definitiva siamo tutti parte di un'unica Energia creatrice e siamo INSEPARABILI.
Questo è il fondamento del concetto che ci continuano a ripete, per cui di fondo, attaccare il nemico equivale ad attaccare se stessi.
Ora, però, il Creatore si è scisso eoni di tempo/spazio fa e ciò ha creato numerose individualità e ognuna di queste reclama una propria individualità/originalità.

Giovanardi ad esempio, per come è conformato qui in questa dimensione, è unico (per fortuna) in tutti gli Universi sperimentabili e reclama il diritto di essere Giovanardi a tutti i costi.
Io questo non posso negarglielo, anzi dovrei ringraziarlo perchè è proprio la rabbia che ogni volta che lo sentivo parlare di droghe suscitava in me che mi ha fatto attivare per un periodo di tempo.
E' grazie a Giovanardi, potremmo dire, che io sono venuto su di questo sito attratto dal documentario di Massimo sulla “marijuana”.
Ciò può farmi dire: “Giovanardi ti amo?” In un momento di estrema saggezza si...deve per forza farmelo dire, anche perchè so che non solo questa entità è un “giocatore” come me e che anche per merito suo l'Universo si espande...però che rabbia.

Come dice anche Gaspare nel video, quando le entità si evolvono trascendono non solo il male, ma anche il bene.

Comunque non si può scendere in seconda dimensione nonostante il pianeta Terra sia pieno di capre :laugh:

Di più
04/07/2018 22:44 #18355 da Antdbnkrs
Risposta da Antdbnkrs al topic Amicizia
A parte gli scherzi, si potrebbe discutere su di questo. Come si fa ad “amare” uno che ti sta sul cazzo?

Non credo sia possibile, almeno per ora o almeno per me.

La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:

Di più
04/07/2018 23:40 #18356 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia

Non credo sia possibile, almeno per ora o almeno per me.


Si lo si intuisce dal tuo nickname "anti"

“Non condivido con ciò che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo”

Questa frase attribuita a Voltaire è illuminante.

In questa frase c'è sia una netta presa di posizione, che il totale rispetto per il libero arbitrio di chiunque.

Per il principio che esponevo prima, chi ha le idee contrarie alle tue, a meno che non sia pagato per averle, potrebbe farti da specchio e comunque ti fa da sprone. Potresti vedere in lui cosa lo porta ad avere le idee così diverse dalle tue e potresti decidere di scendere in campo attivamente per contrastarle.

Amare qualcuno non significa sottomettersi ad esso. Io penso che questo sia un lavoro che bisogna fare per gradi.
Amare è un verbo grosso assai ed anche molto ambiguo, si potrebbe partire dal non odiare.
Chi odia, chi esprime rabbia nei confronti del nemico, ha indubbiamente perso l'equilibrio e si muove sull'onda emozionale. Stessa cosa capita paradossalmente se si sta amando troppo qualcuno.
Muoversi sull'onda emozionale crea parecchio materiale empirico e nuove occasioni (azione-reazione) però fa fare anche un mucchio di cazzate.
Per cui, già il solo fatto di comprendere che l'odio e la rabbia cronica non pagano, è un passo avanti.

Per passare poi ad amare il nemico, che ripeto non significa sottomettersi ad esso, ci vuole più conoscenza secondo me.

Gli “amici” W56 chiamavano il CTR (i cattivi) “i nostri amici negativi” che non stava a significare che quando li incontravano si facevano uccidere perchè presi dall'amore, anzi, quando incontravano un gruppo di loro li eliminavano all'istante (o cercavano di farlo) ma significa che lo facevano senza odio, senza rancore.
Lo facevano perchè quella era la loro natura positiva che deve, per mantenere un equilibrio cosmico, “combattere” chi invece è di natura negativa.

Ultimamente in giro (e non solo lì) vedo/leggo tanta rabbia, tanto odio e non è mai una cosa buona

Colgo l'occasione per proporre qui un aneddoto sgurz:

Nell' antico Giappone vi era un samurai, un maestro di arti marziali di nome Cheng. Egli era nobile e virtuoso. E c'era un altro maestro di nome Cheng, che era volgare e ciarliero.
Cheng, che era volgare e ciarliero, attaccò il nobile e virtuoso Cheng, gli andò incontro agitando la katana in modo volgare e ciarliero. Il maestro Cheng nobile e virtuoso, colto da un attimo di disgusto ebbe un momento sgurz, estrasse la spada e ZACK, si decapitò.
Chi vinse?

Di più
05/07/2018 16:41 - 05/07/2018 16:42 #18363 da FranZeta
Risposta da FranZeta al topic Amicizia
Bene, ho visto l'intervista, posso entrare nel merito. Se dovessi descriverla con un aggettivo sceglierei "serena", questi due vecchietti mi trasmettono tanta pace e serenità, forse complice il sottofondo musicale vagamente new age, ma il loro modo di ricordare e raccontare è davvero rilassante. E non mi stupisce che il loro racconto abbia colpito Dipende, perchè dicono praticamente le stesse cose già emerse dal materiale di Ra. Questo riscontro non può chiaramente essere preso come prova oggettiva della verità dei due racconti, ma l'approccio logico-razionale in questi ambiti mi sembra del tutto inadeguato. D'altronde basta guardarli negli occhi per capire che credono ad ogni singola parola che stanno dicendo, pur nel dubbio che in affetti anche i W56 non siano stati sinceri in tutto e per tutto.

A un certo punto Gaspare chiarisce anche molto bene questo concetto: è come se dovessi spiegare ad un bambinetto che non si mettono le dita nella presa, glielo dici una volta, due, poi ti inventi il babau che, per quanto inesistente, è un'idea che riesce a far presa sul pargolo aspirante suicida. Allo stesso modo le "verità" svelate dai W56 potrebbero in buona parte essere invenzioni a scopo didattico, dato che ripetono più volte che le logiche del loro mondo (o dimensione) non sono alla nostra portata. D'altronde l'unica verità che sembra abbiano a cuore di rivelarci è proprio quella del titolo del thread: siate amici, siate uniti. Diciamo che a distanza di 60 anni dalla loro venuta non si notano progressi sotto questo aspetto, anzi...

...e infatti io partirei da quello che dice Gaspare al minuto 43, riferendosi alle assurde logiche che regnano nel nostro mondo:

A me sembra più fantascienza che esista un pianeta come questo, piuttosto che i dischi volanti e gli extraterrestri!


@Dipende: minchia, lo sgurz! Cosa sei andato a ripescare! Dovrò assolutamente rivedermi Kamikazen...

FranZη
Ultima Modifica 05/07/2018 16:42 da FranZeta.

Di più
05/07/2018 18:40 #18365 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Grazie Fran, belle parole, tu ce l'hai lo sgurz!!

E' vero, è proprio questo che traspare di più, la serenità dei due che raccontano ste storie oramai fottendosene della reazione che potrebbero suscitare negli altri.
C'è da dire che oggi è diverso da 20, 30 anni fa, adesso c'è più predisposizione verso certi argomenti e chi produce materiale del genere non lo fa per far sensazionalismo, ma lo fa perchè veramente vuol capire come stanno le cose.

Gaspare e la moglie all'epoca abbandonarono Bruno e Giancarlo perchè non riuscirono a sostenere la situazione. Rimasero nel gruppo dal 60 al 65 (il contatto andò avanti fino al 1978) poi Gaspare dice che solo anni dopo è riuscito davvero a capire cosa i W56 davvero intendessero fare.

Insomma a quanto pare i W56 fanno parte della stessa confederazione di cui fanno parte RA, Haton, Latwi...e chi sa quanti ce ne sono ancora. Gaspare dice che gli stessi W56 non erano tutti della stessa razza e non facevano parte tutti della stessa civiltà planetaria.
Molto probabilmente i W56 sono di quarta densità che, secondo RA, sono coloro della confederazione che ingaggiano scontri a fuoco col gruppo di Orione.
E' incredibile quando Gaspare racconta di quel clone/robot indistinguibile dagli umani che stava andando in bicicletta con un braccio che faceva scintille dopo che i W56 gli avevano sparato con una delle loro armi.
Gaspare era spaventatissimo, mentre Bruno Sammaciccia voleva finire il lavoro che i W56 avevano iniziato usando una grossa pietra. Poi non ce n'è stato bisogno perchè stesso i W56 hanno terminato il robot.
Nel libro di Stefano Breccia poi c'è scritto anche di quella volta che incontrarono un pensiero-forma e di come lo distrussero...allucinante. Esistono e sono esistite delle persone su questo Pianeta che hanno avuto delle avventure che manco al cinema...

Si può ancora ritenere il tutto fantascienza , difficilmente si può credere che Gaspare e gli altri si siano inventati tutto, come del resto io credo che sia impossibile che Don, Carla e Jim abbiano voluto ingannarci, e se invece a volerci ingannare siano proprio questi pseudo alieni?
Mah...io l'inganno ancora non lo vedo, nei loro messaggi sia Ra che i W56 non sono mai coercitivi, i loro non sono mai ordini, ma consigli e in questi casi il metro di giudizio è dentro ognuno di noi.
Pensi che sia tutto falso, che gli “amici” stiano mentendo? Bene non c'è problema, è falso
Pensi che Gaspare e company siano sinceri, ma ci sia qualcosa di marcio sotto? Bene non c'è problema.

Esiste un tempo per ogni cosa, anche per essere pronti per questo tipo di informazioni, non c'è bisogno di aprire un dibattito sul fatto che tutta la faccenda sia vera, o meno.

Gli unici che potremmo definire veramente alieni da tutto l'Universo e tutto il “Creando” sono proprio i terrestri.

ho vinto perchè ho avuto un attimo di sgurz.
Lo sgurz mi ha colpito all' improvviso!
Lo sgurz non si sa che cos'è, comunque c'è, c'è di sicuro.
Viene forse trascinato in certe notti di primavera dal vento, alcuni dicono che è un polline che nasce da alcuni fiori che stanno in certe regioni del borneo, misteriose, che arriva all' improvviso, ti travolge e sei costretto a compiere un' azione sgurz.
Io sono stato colto dallo sgurz e ho vinto.
Una cosa è sicura, o lo sgurz ce l'hai o non ce l'hai.
-Scusa ma io ho perso perchè non ho lo sgurz?
No! Tu ce l'hai lo sgurz, però hai perso! Lo sgurz non è questione di vincere o di perdere è un' altra cosa, è diverso.


:laugh: :laugh: :laugh: Amo questo film!

Di più
05/07/2018 22:28 - 05/07/2018 22:31 #18367 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Amicizia
Voglio mettere in evidenza quello che ha detto Gaspare in merito al fatto che l’evoluzione dei W56 dipendente anche dalla nostra.
Questo a dimostrare la connessione universale nel Creando .

Continuo ad avere conferme che la via d’uscita dal “loop” in cui siamo, è riuscire a liberarsi dei concetti riduzionistici che danno forma al nostro modo di essere ed alla nostra società.

In pratica quello che ci appare fondamentale e prevalente è solo una “illusione”, ogni dimensione da forma ad una illusione a cui dal il nome di “realtà”.

Gaspare ha ragione quando dice che per Amare bisogna avere un grande coraggio.
Quel coraggio che ti permette di sopraffare tutte le paure che la “realtà” della tua dimensione ti pone davanti.

La paura della Morte che è vissuta come la fine della propria individualità che percepiamo come bene assoluto e che ci pone al centro dell’universo.
Il nostro Ego è il centro in cui ruota l’universo.



Ora qualcosa di spettacolare




Ultima Modifica 05/07/2018 22:31 da Al2012.

Di più
05/07/2018 22:42 #18368 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
Al...Stavo appunto scrivendo ciò...

Ho sempre notato un certo...si potrebbe dire “interesse” da parte degli alieni “buoni” ad aiutare i terrestri e tutti coloro che si ritrovano in un loop reincarnativo.
L'interesse primario sta proprio nel fatto che “sta gente” essendo polarizzata positivamente deve, per forza di cose aiutare chi è in difficoltà.
Per cui, se non ci fossero i terrestri coi loro casini, loro a chi aiuterebbero?
Ma, a quanto pare ci pensa “la gente” del gruppo di Orione a creare casini per dar modo ai “buoni” di intervenire.

Esiste però un altro motivo che io avevo già riscontrato varie volte e Gaspare rivela nel video.
Siccome siamo tutti legati e lo siamo in modo maggiore nella nostra Galassia, visto che tutta la Via Lattea si evolve, succede che chi si blocca (come i terrestri) fa da zavorra a tutto il Sistema Galassia , cioè i terrestri rallentano l'intera evoluzione galattica. Logicamente non c'è solo la Terra, ma ci sono altri Pianeti anche in condizioni peggiori delle nostre.

In pratica è “conveniente” anche per loro se noi ci evolviamo in fretta.

La nostra cultura è super farcita di aneddoti ed insegnamenti occulti religiosi che hanno stravolto il vero significato di concetti basilari come la positività e la negatività trasformando il tutto in buoni e cattivi che a volte mutano atteggiamento a seconda dell'esigenza.
La morte, il peccato, il giudizio universale...
Se davvero Don&Co Gaspare&Co e tutti coloro che ci hanno lasciato esperienze del genere hanno ragione, posso affermare (con tristezza) che non solo la maggioranza degli umani non farà in tempo a polarizzarsi, ma che non ci sono manco vicini. Troppe distorsioni, troppa sofferenza, troppe menzogne su di questo Pianeta lo hanno reso inutilizzabile per scopi evolutivi.
Qui adesso si fa solo mutuo soccorso, più nessun insegnamento, solo assistenza.
Non è pessimismo il mio, ma se voglio “credere” a quel che ho appreso da questa “gente” non posso far altro che pensare al fatto che qui è tutto sbagliato!
Le nostre fondamenta sia spirituali che scientifiche sono nient'altro che mitologia.

Questo loro non lo dicono mai apertamente perchè non possono, io invece che sono un incarnato terrestre posso dirlo.

Di più
05/07/2018 22:56 #18369 da Al2012
Risposta da Al2012 al topic Amicizia
Comprendo il tuo così detto “non pessimismo” .
Lo comprendo perché è anche in me, però riconosco che è “pessimismo” perché è pur sempre un pensiero con una polarità.

Di più
05/07/2018 23:47 #18370 da Pavillion
Risposta da Pavillion al topic Amicizia
Al2012
Amicizia

Voglio mettere in evidenza quello che ha detto Gaspare in merito al fatto che l’evoluzione dei W56 dipendente anche dalla nostra.
Questo a dimostrare la connessione universale nel Creando .

Ora qualcosa di spettacolare



_____
Cosa importa se dopo aver letto il messaggio di Al2012 la speaker annuncia: ora un monologo tratto da Cloud Atlas. Abitudinaria Incidenza.

Di più
06/07/2018 07:38 #18371 da Shavo
Risposta da Shavo al topic Amicizia

Dipende ha scritto: In pratica è “conveniente” anche per loro se noi ci evolviamo in fretta.

guarda, voglio sperare che la fretta sia un costrutto del tutto umano. non fosse così ci sarebbe un serio motivo per aver paura della morte :p


Dipende ha scritto: Troppe distorsioni, troppa sofferenza, troppe menzogne su di questo Pianeta lo hanno reso inutilizzabile per scopi evolutivi.
Qui adesso si fa solo mutuo soccorso, più nessun insegnamento, solo assistenza.
Non è pessimismo il mio, ma se voglio “credere” a quel che ho appreso da questa “gente” non posso far altro che pensare al fatto che qui è tutto sbagliato!



Troppe è soggettivo... c'è chi parla di Kali Yuga come opportunità, e le opportunità non son mai troppe, per definizione

Lo spettacolo delle opportunità è un grattacielo, e tu nel riflesso: sbalordito. Ma guai a entrarci. Per entrare serve il tesserino.

Di più
06/07/2018 08:22 - 06/07/2018 08:27 #18372 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia
A dire il vero, da quanto ho capito, un'entità teoricamente ed anche tecnicamente potrebbe rimanere in terza densità per “sempre” se lo vuole.
Il tempo è un costrutto, varia a seconda della percezione, la percezione varia a seconda dell'evoluzione, ma comunque è un metodo strutturale che serve a dare una cronologia agli eventi.
Nei mondi materiali il tempo esiste.

Hai ragione, come lo è il tempo, anche il troppo è soggettivo, è sempre una questione di percezione, infatti ho spesso ripetuto che se uno non sente l'urgenza, nessuno gliela può imporre, vuoi rimanere qui per altri 76.000 anni? Bene nessuno ti obbligherà a non farlo...però ho notato una cosa.
Sia nelle canalizzazioni, che nelle sedute ipnotiche le “persone” sembrano perse in loop e quando sono incoscienti cambiano tanto.
Sembra che qui sulla Terra non si riesca a portare avanti la “missione” , cioè quel che voglio dire è che molte entità quando sono incoscienti vogliono ardentemente evolversi, poi quando tornano umani ritornano pigri, strafottenti, ripetono vite monotone, gli riprende la paura e non fanno un passo avanti.

Per cui, mi viene da pensare che non sono le entità che vogliono rimanere qui, ma sono costrette.
Da cosa? Questo è un altro lungo discorso.

Comunque come la sentono alcuni di noi, anche nelle densità superiori alcuni sentono l'urgenza di evolversi, per questo a volte sembra che vadano di fretta.
Ultima Modifica 06/07/2018 08:27 da Dipende.

Di più
06/07/2018 10:05 - 06/07/2018 10:07 #18374 da Antdbnkrs
Risposta da Antdbnkrs al topic Amicizia
A dire il vero, da quanto ho capito, un'entità teoricamente ed anche tecnicamente potrebbe rimanere in terza densità per “sempre” se lo vuole.

Da quello che ho letto/visto/sentito (non ricordo dove) una entita' di terza dimensione non passa alla quarta se non termina il suo percorso evolutivo.
Quindi, teoricamente, il mio odio verso i personaggi che ho elencato nel post precedente mi dovrebbe far ripetere la terza dimensione all'infinito se mi si ripresentassero nelle vite future a meno che non diventassi io uno di loro.. che ne so, magari il nano mafioso ama veramente il prossimo e il mio è solo un pregiudizio (maddeke :laugh: )

La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:
Ultima Modifica 06/07/2018 10:07 da Antdbnkrs.

Di più
06/07/2018 11:20 #18375 da Shavo
Risposta da Shavo al topic Amicizia

Dipende ha scritto: Sia nelle canalizzazioni, che nelle sedute ipnotiche le “persone” sembrano perse in loop e quando sono incoscienti cambiano tanto.

Senz'altro. Faccio una premessa: mi rendo conto di non sapere praticamente nulla del processo di ipnosi, però mi viene in mente che se per assurdo qualcuno, di punto in bianco, fosse in condizione di essere sincero a dispetto di TUTTO.. già allora si noterebbero grandi cambiamenti. Bisognerebbe sapere che cosa avviene di preciso nel processo di ipnosi (auguri)

Ti racconto di qualche tempo fa, ero in un ostello, in camerata assieme a un tizio in preda ad un incubo che mi ha ricordato molto il concetto di "loop" di cui parlavi tu. Ripeteva le stesse cose, ad alta voce; concetti semplici tipo (faccio una traduzione in italiano): "Basta", "Voglio uscire", "Mi dispiace".. robe del genere, per una mezz'ora buona. Ora il punto è che in questo stato è difficile dire "quanto" di lui fosse "attivo" in quel momento, mi segui? Cioè, ipotizzando l'esistenza del subconscio, si ammete per implicito l'esistenza di più livellli che vanno a formare l'individuo. Ma qui dovremmo iniziare a fare schemini, e finiremmo per fare come fa la scienza di oggi, frazionare l'essere e magari dire più stronzate di quel che sarebbe opportuno.
Morale della storia: i cambiamenti sotto ipnosi, o durante canalizzazioni, non ci dicono che quanto esca sia più sincero o meno; ci dicono che in quel momento diverse "componenti" sono accese o spente.

E in merito al "sincero" se ne dovrebbe discutere a ben vedere. Potrei accettare l'accezione "sincero" per ciò che esce sotto ipnosi, ma la sincerità di quel che viene detto non è più rapportabile all'individuo. Insomma l'individuo per come lo intendiamo smette di esistere, ciò nondimeno non vuol dire che quel che viene detto venga da una coscienza interiore meno influenzata, più libera o più "pura". Esiste la possibilità che in certe condizioni la coscienza venga distorta in maniera maggiore che in condizioni di veglia. Da cosa? ennesimo punto di discussione... Insomma la questione richiede un lungo approfondimento.

Poi son sicuro che monaci (buddisti in primis?) e psicologi abbian già affrontato il tema, ma personalmente non ho mai letto nulla a riguardo..

Di più
06/07/2018 12:40 #18377 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia

Da quello che ho letto/visto/sentito (non ricordo dove) una entita' di terza dimensione non passa alla quarta se non termina il suo percorso evolutivo.


Infatti, se non vuole terminarlo, non lo termina e potenzialmente potrebbe farlo per eoni di tempo/spazio. Il libero arbitrio regna dovunque e per chiunque, è una questione di volontà.

Quindi, teoricamente, il mio odio verso i personaggi che ho elencato nel post precedente mi dovrebbe far ripetere la terza dimensione all'infinito se mi si ripresentassero nelle vite future a meno che non diventassi io uno di loro.. che ne so, magari il nano mafioso ama veramente il prossimo e il mio è solo un pregiudizio


E certo! :laugh: L'odio è na zavorra, però io non credo che tu possa passare dall'altra sponda dove opera il “nano mafioso” ...roba di indole, vedi? Casomai tu lo sai pure che l'odio verso questi burattini ti danneggia e ti rallenta, ma scegli di continuare ad odiarli.

Sia ben chiaro io non ti esorto a fare il contrario di quel che senti e non sono capace di psicanalizzare alcuno, ti ripeto le cose che ho sentito da sta gente della confederazione...poi fa' tu. :pint:

Di più
06/07/2018 12:48 #18378 da Dipende
Risposta da Dipende al topic Amicizia

Bisognerebbe sapere che cosa avviene di preciso nel processo di ipnosi (auguri)


Proprio di preciso preciso non lo sa nemmeno chi usa l'ipnosi come lavoro, diciamo che in linea di massima si genera un rilassamento generale
Dal punto di vista metafisico, la mente conscia ti fa anche da velo della dimenticanza, per cui se tu riesci a mettere a riposo la mente conscia, il paziente non dorme, ma usa una “nuova” mente.
Una mente che ha impresse esperienze che il paziente ha fatto prima di quel momento e anche quelle prima che nascesse.
Le prove più sostanziose della reincarnazione sono venute proprio dall'ipnosi regressiva.

Ti racconto di qualche tempo fa, ero in un ostello...


non ho capito, ma il tipo era sveglio, in dormiveglia? O dormiva e sognava?

Morale della storia: i cambiamenti sotto ipnosi, o durante canalizzazioni, non ci dicono che quanto esca sia più sincero o meno; ci dicono che in quel momento diverse "componenti" sono accese o spente.


Non proprio, un paziente sotto ipnosi ha conoscenze (anche tecniche, o artistiche) che da sveglio non comprende. Ciò Significa che il paziente sotto ipnosi riesce a esprimere potenzialità che da sveglio non mostra. Non si tratta di sincerità, o meno, si tratta proprio che alcuni pazienti sotto ipnosi sono irriconoscibili, alcuni parlano anche lingue diverse dalla loro lingua madre.
Perchè accade ciò?

Esiste la possibilità che in certe condizioni la coscienza venga distorta in maniera maggiore che in condizioni di veglia


Probabile, non sono in grado di dirti di no, ma potrebbe anche essere l'esatto contrario, cioè la mente sotto ipnosi, cioè ad un altro livello di coscienza, venga distorta in maniera minore rispetto allo stato di veglia.

Però qui c'è da dire che da secoli ci arrivano messaggi che parlano di percorso evolutivo e reincarnazione, di karma e di polarizzazione, poi sotto ipnosi senti gente che parla delle proprie vite passate...anzi scusa, che rivive le proprie vite passate, allora forse sta storia delle reincarnazioni è vera? Per me, si.

Questo fattore modifica di non poco la nostra concezione della spiritualità, della medicina (soprattutto quella psichiatrica) e della scienza non solo umana. Non è vero che la scienza sia laica, noi come umani abbiamo deizzato proprio il concetto di esistenza e questo ce lo riportiamo in tutte le discipline

Di più
06/07/2018 13:21 #18379 da Pavillion
Risposta da Pavillion al topic Amicizia
Natura, viva o morta, amore non mi insegno quel che imparai bensì quel che mi insegnasti, non comprendo il perchè ci isolasti nel chaos.

Di più
06/07/2018 15:55 #18380 da Shavo
Risposta da Shavo al topic Amicizia

Dipende ha scritto: Dal punto di vista metafisico, la mente conscia ti fa anche da velo della dimenticanza, per cui se tu riesci a mettere a riposo la mente conscia, il paziente non dorme, ma usa una “nuova” mente.
Una mente che ha impresse esperienze che il paziente ha fatto prima di quel momento e anche quelle prima che nascesse.
Le prove più sostanziose della reincarnazione sono venute proprio dall'ipnosi regressiva.

Non dico che non sia così, ma questa è una conclusione tua (o chi per te)
Il fatto che il tizio abbia accesso a conoscenze che esulano dalle sue esperienze di vita non significa per forza che le abbia accumulate in una passata. Il tizio potrebbe parlare in un'altra lingua, o di qualcosa che non dovrebbe conoscere, in quanto tramite per una coscienza a lui esterna, che non significa per forza sia da localizzare nel suo passato. (localizzare.. come se la coscienza avesse luogo o tempo!)


Dipende ha scritto: non ho capito, ma il tipo era sveglio, in dormiveglia? O dormiva e sognava?

come ho scritto era un incubo, durato anche più di mezz'ora, dopo di che sono andato a svegliarlo perchè troppo ripetitivo :down:


Dipende ha scritto:

Esiste la possibilità che in certe condizioni la coscienza venga distorta in maniera maggiore che in condizioni di veglia


Probabile, non sono in grado di dirti di no, ma potrebbe anche essere l'esatto contrario, cioè la mente sotto ipnosi, cioè ad un altro livello di coscienza, venga distorta in maniera minore rispetto allo stato di veglia.

Hey, quella è la visione più comune ;)

Tempo creazione pagina: 0.248 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO