Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Il 2015 si è aperto con gli attentati di Parigi a Charlie Hebdo, nel mese di gennaio, e si è concluso con gli attentati di Parigi del Bataclàn, nel mese di novembre. In realtà questi due episodi, estremamente gravi di per sè, fanno solo da contenitore a tutto ciò che si è svolto al loro interno, e cioè l'escalation della guerra in Siria, che è diventata, nell'arco di pochi mesi, un conflitto di livello internazionale.

Naturalmente è impossibile separare le due cose - gli attentati di Parigi e la guerra in Siria - visto che hanno un vistoso denominatore in comune, e cioè l'ISIS.

Per dipanare la matassa quindi, e per dare un senso compiuto all'anno appena trascorso, bisogna cercare di comprendere la nascita dell'ISIS, che risale ufficialmente all'estate del 2014.

L'ISIS, come ormai sappiamo, è stata una creazione indiretta dell'occidente (USA e Gran Bretagna in prima linea, con Israele comprimario nascosto), messa in piedi tramite l'alleato n.° 1 degli USA in medio oriente, e cioè l'Arabia Saudita, con il supporto della Turchia e di alcuni stati minori, come il Qatar.

Il vero bersaglio di questa alleanza sunnita non è la Siria, ma l'Iran sciita, l'altra grande potenza medio-orientale che si contrappone ai sauditi. La Siria (alleata storica dell'Iran) avrebbe dovuto essere soltanto una "stepping stone", un gradino di passaggio, verso il bersaglio più importante. [...]

Il piano iniziale degli americani prevedeva infatti un rapido rovesciamento di Assad, portato a termine tramite la solita masnada di "ribelli" finanziati e organizzati dalla stessa C.I.A.

Per metterli in piedi e per poterli supportare apertamente, la propaganda occidentale si è addirittura inventata un ossimoro degno di entrare in un'enciclopedia: i "ribelli moderati". Uccidono sì, ma con dolcezza. Odiano, ma con compassione. Distruggono, ma solo per necessità. (In realtà, sono talmente "moderati" che i loro capi amano letteralmente mangiarsi il cuore del nemico appena ucciso).

Ma qualcosa è andato storto, nel progetto di rovesciamento orchestrato da Washington già dal 2012. Assad si è rivelato un osso molto più duro del previsto, e a quel punto è stato necessario creare una terza forza - l'ISIS appunto - che stravolgesse le regole del gioco, e portasse a compimento il lavoro sporco che i "ribelli moderati" non riuscivano a fare.

Ma proprio quando l'ISIS stava per riuscire finalmente a togliere di mezzo Assad, è entrato in scena Vladimir Putin, che ha letteralmente ribaltato il tavolo del gioco. Ora l'ISIS sono i cattivi, e sono quindi automaticamente cattivi anche tutti coloro che fino a ieri fingevano soltanto di combatterli: in altre parole, con una mossa tanto semplice quanto geniale, il grande giocatore di scacchi ha messo a nudo di fronte al mondo l'inganno perpetrato dalle potenze occidentali tramite l'artificiale "califfato" di Al-Baghdadi.

Non solo Putin ha fatto questo, ma si è spinto addirittura oltre. Sulla scia dell'abbattimento del jet russo da parte dei turchi, ha anche svelato al mondo, con immagini inconfutabili, il lurido doppio gioco che Erdogan stava portando avanti lungo i confini del proprio paese: mentre da una parte fingeva di appoggiare i curdi che combattono l'ISIS, dall'altra finanziava la stessa ISIS comprando da loro migliaia di tonnellate di petrolio ogni giorno.

Che cosa c'entrano in tutto questo gli attentati di Parigi? C'entrano, per una serie di motivi diversi. Il primo motivo è che gli attentati di Parigi (leggi: gli attentati nel cuore dell'Europa) hanno rafforzato presso di noi l'idea che l'ISIS sia un'organizzazione di feroci criminali, e che vada quindi combattuta con qualunque mezzo possibile. Questo significa mandare aerei a bombardare il territorio siriano, là "dove si trova l'ISIS". (Naturalmente, una volta che quegli aerei varcano il confine, nessuno sa davvero chi e che cosa vadano a bombardare). Come sappiamo inoltre, il "terrorismo islamico" è diventato ormai da tempo la chiave che permette di scardinare, passo dopo passo, le nostre libertà e i nostri diritti civili. E nulla avrebbe potuto servire meglio a questo scopo che non appunto gli attentati di Parigi, "perpetrati dai terroristi dell'ISIS".

E qui si apre un discorso ancora più generale, che ci riporta all'11 settembre 2001. Oggi infatti, dopo 15 anni da quella fatidica data, l'Europa sta finalmente pagando il conto per tutte le bugie che ha accettato di farsi raccontare sugli attentati delle Torri Gemelle. Noi che combattiamo per la verità sull'11 settembre andiamo ripetendo da tempo che è necessario che questa verità venga a galla, affinché fatti del genere non possano più ripetersi in futuro. E invece, grazie al complice silenzio e alla connivenza dei giornalisti di tutta Europa, oggi ci ritroviamo a dover affrontare le conseguenze di un "terrorismo islamico" che è arrivato ormai alle porte di casa nostra.

Lo dico ancora, per essere più chiaro: se la bugia dell'11 settembre fosse stata svelata per tempo, con un semplice lavoro di giornalismo elementare, oggi il "terrorismo islamico" non esisterebbe più, perché nessuno ci avrebbe più creduto. Invece, siamo qui che ci tocca farci perquisire dalla testa ai piedi anche solo per andare ad ascoltare il Papa in piazza San Pietro.

Con grande gaudio, ovviamente, di tutti i ministri degli interni, di tutti i ministri di giustizia e di tutti i prefetti di polizia di mezza Europa.

Lo stato di polizia che già esiste da molti anni in America - travestito da democrazia "for the people and by the people" - ora sta arrivando anche da noi. E questo grazie alla vigliaccheria collettiva di tutti i giornalisti europei, che non è altro che la somma totale della vigliaccheria di ciascuno di loro.

Nessuno di codesti giornalisti, oggi, può fingere di non sapere come siano andate veramente le cose l'11 settembre 2001, e quindi nessuno di loro può sentirsi escluso da questa chiamata in correo per la situazione in cui ci troviamo oggi.

L'altro grande evento che ha fortemente caratterizzato nel 2015 è stato il fallimento di Tsipras e del suo tentativo di liberare la Grecia dalle tenaglie della finanza internazionale. Abbiamo già discusso nel dettaglio quello che è avvenuto in Grecia nella primavera-estate di quest'anno: che si consideri Tsipras un "traditore" vendutosi al nemico, oppure semplicemente uno che è stato costretto a fare le scelte che ha fatto, il risultato non cambia: la piccola nazione ellenica ha dovuto inginocchiarsi all'altare dei banchieri internazionali, e questo è servito da monito per qualunque altra nazione europea che in futuro possa venire anche soltanto sfiorata dall'idea di uscire dalla moneta unica.

Ormai la finanza globale è la vera padrona del mondo, e possiamo soltanto recriminare di aver dato carta bianca, con il nostro voto, a tutti quei politici che negli ultimi 20 anni ci hanno portato, silenziosamente ma coscientemente, in questa trappola mortale.

Un altro aspetto interessante dell'anno appena concluso sono i cosiddetti "scandali eterodiretti": mi riferisco al caso FIFA-Blatter, e al caso della Volkswagen. In ambedue le vicende infatti è fin troppo evidente la longa manu degli americani, che da una parte hanno cercato di colpire la Russia, chiedendo la revoca dell'assegnazione dei mondiali a loro favore, e dall'altra hanno cercato di colpire la Germania, che evidentemente non si era dimostrata abbastanza rigida nel voler imporre le sanzioni economiche alla Russia stessa.

Insomma, se vogliamo trarre una conclusione, abbiamo un 2015 nel quale gli americani stanno disperatamente cercando di restare alla guida del mondo, muovendo tutte le pedine di cui dispongono - anche le più sporche - sullo scacchiere internazionale. Ma per fortuna (nostra) hanno trovato un giocatore di scacchi altrettanto valido e preparato che gli ha impedito, almeno fino ad oggi, di continuare a fare i propri porci comodi.

Anche noi, a livello nazionale, stiamo vivendo la nostra bella odissea: con un leader di cartone, servo delle banche e degli industriali, che continua a venderci ottimismo da un tot. al chilo, rischiamo di andare verso una resa dei conti che sarà quantomeno drammatica. Ed è molto probabile che questa resa dei conti arrivi nei prossimi 12 mesi (anche perché la banca dell'Etruria non era certo l'unica banca a rischio di crac. E al prossimo episodio simile a questo, nessuno si sente più di garantire che il rapporto fra cittadini e le banche resterà immutato).

In tutti i sensi, quindi, possiamo prevedere che il 2016 sarà un anno di grandi risposte, sia a livello internazionale che a livello nazionale. Dopo di che ci si augura di vivere, se non in un "mondo migliore" (come dicono i buonisti da salotto), almeno in un mondo che sia leggermente più equilibrato, più sensato, ed anche, magari, più a misura d'uomo.

Massimo Mazzucco

***
P.S. Mi scuso con gli utenti che, su mia richiesta, avevano segnalato molti altri fatti salienti del 2015. Non li ho inclusi tutti nell'articolo per motivi di lunghezza, ma li trovate comunque elencati ed argomentati nei commenti stessi.

***
I commenti dopo la pubblicazione dell'articolo iniziano qui.

Aggiungi Commento   

Redazione
#1 Redazione 2015-12-28 20:50
Un altro consiglio: non citate solo gli eventi più importanti (Charlie Hebdo, Bataclan, ecc), ma anche i piccoli fatti che secondo voi hanno avuto un significato particolare.
medicialbe
#2 medicialbe 2015-12-28 22:10
IL voltafaccia vergognoso di Tsipras in Grecia.

Le minacce alla troika, l'indizione di un referendum, per poi fare quello che dicevano i "padroni" e l'uscita di scena. Un colpo pesantissimo, una pugnalata alle spalle alla democrazia proprio da quella nazione che della democrazia dovrebbe essere la patria. Una sconfitta per tutti, un ritorno indietro di secoli.
Robin 1610
#3 Robin 1610 2015-12-28 23:15
Citazione medicialbe:
IL voltafaccia vergognoso di Tsipras in Grecia.

Le minacce alla troika, l'indizione di un referendum, per poi fare quello che dicevano i "padroni" e l'uscita di scena. Un colpo pesantissimo, una pugnalata alle spalle alla democrazia proprio da quella nazione che della democrazia dovrebbe essere la patria. Una sconfitta per tutti, un ritorno indietro di secoli.

E' vero è un evento fra i più significativi dell'anno. Anche perchè rieletto a settembre solo con un 35% (forte astensione)sta portando avanti ciò che veniva chiesto:
è di inizio mese infatti la notizia che a fronte del terzo piano di aiuti da 86 miliardi di euro sta vendendo aeroporti regionali Greci alla Germania ------> ilsole24ore.com/.../...
Robin 1610
#4 Robin 1610 2015-12-28 23:27
Invece io posto, visto che l'opzione Grecia è stata gia messa,un evento che è passato in sordina :
promozione del FMI nel paniere come valuta di riserva lo yuan ----> ilsole24ore.com/.../...
Nonostante fortemente osteggiata dal Tesoro americano l'entrata era ormai inevitabile; diventa cosi 3a valuta dopo il dollaro e l'euro.
Il motivo di questa relativa tranquillità è che l'entrata effettiva sarà ufficiale ad ottobre 2016 e,da qui ad un anno, ne vedremo delle belle a causa di ciò.
(Non bisogna sottovalutare i passi che piano piano stanno facendo i cinesi.)

Buon Fine Anno a todos :pint:
manneron
#5 manneron 2015-12-28 23:51
direi che il miglior commento che abbia letto su luogocomune è quello " che le banche non possono fallire" perchè si stampano i soldi dal nulla. ma devo andarmi a ricercare il thread...
varim
#6 varim 2015-12-29 00:35
Per me l'evento che più m'ha colpito quest'anno è stato l'abbattimento del caccia russo da parte della Turchia. Ho veramente temuto il peggio, ancora non capisco come si siano fatti sorprendere i russi in questo modo, se è vero che stavano distruggendo intere autocolonne di petrolio dirette in Turchia, non se la potevano immaginare una reazione turca?
Cheto
#7 Cheto 2015-12-29 01:10
Per me, un avvenimento importante di quest'anno è stato il ritorno di Maurizio Blondet al pubblico.
Ogni giorno aspetto con avidità i suoi articoli, che mi fanno arrabbiare, mi stupiscono, mi trovano in totale disaccordo, mi scuotono, ma mi lasciano rarissimamente tiepido.
Con Luogocomune, il suo sito è diventato una tappa giornaliera nella mia vita.
Questo è giornalismo.
FranZeta
#8 FranZeta 2015-12-29 01:26
L'evento a mio avviso di gran lunga più significativo del 2015, a livello mondiale, è stato l'intervento russo in Siria.

Non tanto per i risultati ottenuti sul campo, comunque non marginali, quanto per l'impatto mediatico. Credo che sia la prima vera breccia che si riesce ad aprire nella narrazione mainstream degli ultimi 15 anni, che ha dato il via ad una vera e propria gara all'arrampicata sugli specchi degli opinionisti atlantici (cioè quasi tutti gli editorialisti occidentali).

Se al 31.12.2014 per l'uomo della strada Putin era un dittatorello con sogni da Zar che cercava invano di invadere l'Ucraina e abbatteva aerei civili, ora lo scenario si è ribaltato. Tutto l'apparato mediatico dell'occidente è costretto a fare i conti con la moderna narrazione storica che ha esso stesso creato: conta solo la notizia degli ultimi 2-3 giorni, qualunque verità o menzogna di ieri è già cancellata dal flusso delle immagini dell'ultima ora...

...e siamo quindi al paradosso che se Putin si presentasse alle elezioni di un qualunque paese occidentale, avrebbe buone probabilità di vincerle. Non perchè i suoi discorsi sono improntati al buonsenso, non perchè si è rivelato statista ben al di sopra dei suoi omologhi occidentali (dei pochi che contino qualcosa), ma perchè è andato a fare un culo così ai tagliagole dell'ISIS. Con buona pace della Katz che suo malgrado per anni ha seminato un raccolto che i russi, al momento opportuno, hanno colto maturo.

Questo svolgersi degli eventi dovrebbe anche suggerire a noialtri complottisti come mai, se è vero che l'11 settembre, e lo sbarco sulla luna, eccetera eccetera, e i russi non hanno mai detto niente...trattandosi di (avan)spettacolo, quello che conta non è la battuta in sè, ma i tempi comici.
bushfamilyguy
#9 bushfamilyguy 2015-12-29 02:01
La strage dei pellegrini a Mina nel pellegrinaggio verso La Mecca.
E' stato un evento apocalittico che ha visto soccombere piu di 4000 sciiti, ma piu della strage in se (che da piu parti autorevoli viene accreditata come dolosa e compiuta dalle stesse autorita' saudite), mi ha colpito il fatto che i nostri media abbiano completamente cancellato la notizia quando la conta ha superato i 700 morti.
Se tenete conto che gli americani per una volta potrebbero (potrebbero) non essere responsabili, quale motivo avevano i media a comportasi da scendiletto come fanno di solito?
Io mi sono convinto che a parte il petrolio che e'senz'altro un buon motivo, ci siano delle trame occulte dietro quel maledetto ,oscurantista e diabolico paese che rendano succubi tutti i suoi paesi amici. compresi gli americani.
E da qua si puo' partire poi ad analizzare la guerra in Siria,Isis etc...
KroM
#10 KroM 2015-12-29 02:06
Se è esatto il bilancio demografico italiano fornito dal’Istat, che rileva uno sconcertante aumento della mortalità rispetto al 2014, penso sia uno degli episodi più significativi: 666mila morti nel 2015 contro i 598mila dello scorso anno. Ciò che lo rende del tutto anomalo è il fatto che per trovare un’analoga impennata della mortalità, con ordini di grandezza comparabili, si deve tornare indietro sino al 1943 e, prima ancora, occorre risalire agli anni tra il 1915 e il 1918: due periodi della nostra storia segnati dalle guerre che largamente spiegano dinamiche di questo tipo. Viceversa, in un’epoca come quella attuale come si giustifica un rialzo della mortalità di queste dimensioni?

www.neodemos.info/68-mila-morti-in-piu-nel-2015/

Una risposta si trova anche negli eventi che alla lunga sono ormai una costante di ogni anno: le truffe dei banchieri con i poltici complici e servi che pianificano le crisi finanziarie per poi privatizzare il più possibile creando una sorta di feudalesimo in stile medioevo, gli avvelenamenti di aerosol chimici nei cieli unito a tante altre attività che provocano inquinamento (i più gravi a Fukushima, il disastro in Brasile), senza contare i vari danni provocati dall’homo technologicus con le modificazioni climatiche, i media di regime che continuano a raccontare bugie e per finire la guerra occidentale di ricolonizzazione del Medio Oriente e dell’Africa, chiamata in neolingua “lotta al terrorismo”, con conseguente immigrazione massiccia, frutto del piano Kalergi.

In tutto questo c’è un dato di fatto inoppugnabile, se una volta c’era la borghesia, ora la classe media non esiste più, essendo stata declassata si trova in condizioni di miseria, e il divario tra ricchi (sempre meno) e poveri (sempre più) non è mai stato così grande come in questi ultimi anni.

Buon anno
Antdbnkrs
#11 Antdbnkrs 2015-12-29 05:13
L' attentato Isis all' Italia sventato da anonymous

rainews.it/.../...

Alfano e renzie devono ringraziare i pirati...
Starburst
#12 Starburst 2015-12-29 08:33
Citazione Robin 1610:
Citazione medicialbe:
IL voltafaccia vergognoso di Tsipras in Grecia.

Le minacce alla troika, l'indizione di un referendum, per poi fare quello che dicevano i "padroni" e l'uscita di scena. Un colpo pesantissimo, una pugnalata alle spalle alla democrazia proprio da quella nazione che della democrazia dovrebbe essere la patria. Una sconfitta per tutti, un ritorno indietro di secoli.

E' vero è un evento fra i più significativi dell'anno. Anche perchè rieletto a settembre solo con un 35% (forte astensione)sta portando avanti ciò che veniva chiesto:
è di inizio mese infatti la notizia che a fronte del terzo piano di aiuti da 86 miliardi di euro sta vendendo aeroporti regionali Greci alla Germania ------> ilsole24ore.com/.../...


Voto anche io per il tradimento del popolo greco da parte di tsipras "a proposito,amici greci mi hanno detto che si pronuncia cipras",questo per confermare ancora una volta che il potere non solo usa minacce e violenza dove servono ma ancora piu' subdolamente agisce con infiltrare all'interno degli schieramenti che potrebbero infastidirlo dei personaggi fatti in casa ,cresciuti a pane e politica giusto per indirizzare poi le cose verso il mantenimento dello status quo,lo sanno bene qui in italia,dove non solo le formazioni clandestine di destra negli anni 70 furono infiltrate e manovrate,ma anche i cosidetti "rivoluzionari" di sinistra si ritrovarono "serpi in seno"che li indirizzarono verso l'autodistruzione,per non parlare dei partiti e sindacati che dicevano di difendere le aspettative popolari. In ogni paese dove un partito o un movimento nasce per cambiare le cose e' pronta la "variabile impazzita" che prima irretisce,poi illude,infine indirizza le cose nella maniera voluta,le cosidette "serpi in seno"sono molte di piu' di quello che pensiamo,dovremmo imparare a riconoscerle ed a isolarle.

Un felice nuovo anno a tutti noi,ce lo meritiamo...cacchio!!!!

Sono uno scettico H24
Escape2013
#13 Escape2013 2015-12-29 09:56
Un'altra estate rovente come questa del 2015 e siamo tutti belli fritti, croccanti...affari d'oro per le pompe funebri
utrevolver
#14 utrevolver 2015-12-29 10:03
Sicuramente l'intervento della Russia contro lo strapotere mediatico-buonista-politicamente corretto degli Stati Uniti. Una lezione che significa molto per il futuro prossimo, perché i bulli guerrafondai del giudeo capitalismo dovranno rivedere un po' le loro strategie squallide.

Lo sdoganamento dell'Iran, che se saprà aprofittare di questo momento di grazia, potrà affrancarsi per sempre dal ruolo di "cattivo" che gli hanno imposto e dare un contributo decisivo alla stabilità del medio oriente.

Infine, una preghiera di fine anno: [RIMOSSO: M.M.]
Boeing119
#15 Boeing119 2015-12-29 10:13
Un evento significativo dell'anno secondo me é il "successone" dell'EXPO, dove milioni di italiani hanno perso soldi e neanche lo sanno....
Ricordiamoci anche il 28 novembre 2015 con la nascita del nuovo Luogocomune eh!!! :-D
tony wolf
#16 tony wolf 2015-12-29 10:43
Il problema della Xylella dalle mie parti, nel Salento tantissimi alberi di olive sono stati tirati per ordine degli organi competenti, per ridurre il rischio di contaminazione degli alberi. Tanta gente ci ha rimesso anni di lavoro e sacrifici fisici ed economici. Adesso son venuti fuori documenti che parlano di alcuni signori, che avrebbero importato questa "malattia" dall'estero per contaminare gli alberi e far entrare nel nostro paese la merda che viene dall'estero. Decine di indagati nella magistratura.
qilicado
#17 qilicado 2015-12-29 10:55
La presentazione degli studi di psicobiotica al 47° congresso della Società Italiana di psichiatria tenutosi a Taormina.

La psicobiotica è una nuova frontiera di ricerca, che studia il rapporto tra la microbiotica che popola l'oragnismo, in particolare la flora intestinale, e i disturbi mentali.
Le considerazioni sulle applicazioni cliniche sono tante e varie, e vengono riportate in questi articoli:

quotidianosanita.it/.../...
greenme.it/.../...
www.repubblica.it/.../?ref=search

La prima considerazione che voglio fare io è questa: ora, possiamo capire, perché, molte persone, quando parlano, o scrivono, in realtà scoreggiano. :hammer:

A parte gli scherzi, ora possono essere comprese, sotto una nuova luce, tutte quelle pratiche culturali e quei divieti sociali, riguardanti l'alimentazione.
Si, va dal digiuno in prossimità di alcune feste religiose, al divieto categorico di cibarsi di determinati tipi di carne.
Andando oltre, assumono maggior senso quelle pratiche sciamaniche, nelle quali il digiuno, in combinazione con potenti stimoli sensoriali, viene utilizzato per indurre stati alterati di coscienza.
Pensiamo alla pulizia dell'intestino praticata dagli yogi e utilizzata da molti sistemi di medicina tradizionale.

Il cambiamento di dieta produce, allora, un mutamento della biotica intestinale, e questa, dell'intero organismo e della psiché, intesa come campo morfogenetico.
Non ci dobbiamo stupire allora, se le discussioni faziose riguardanti la giusta alimentazione da seguire, hanno l'aspetto di una disputa tra sordi. La psicobiotica ci indica la via per superare il trito dualismo Vegan vs Carnivori.
Non è più una questione soltanto di proteine e calorie, o un problema semplicemente etico. E' un problema che richiede un approccio olistico, per favorire il cambiamento. Esige lo studio e l'attuazione di protocolli che vadano in tal senso, capaci di considerare sia gli aspetti psicobiotici, che le dinamiche sociali di conflitto.

Infine, la cosa più interessante riguarda la formazione del microbioma intestinale del neonato. Esso viene stabilito dalla flora del canale vaginale della madre con la quale viene a contatto.
Ora, chi ha orecchie per intendere, intenda.
Giano
#18 Giano 2015-12-29 11:17
L' intervento russo in Siria è certamente l' evento più importante dell' anno. Finalmente uno dei pochi in grado di poter fare la voce grossa ha pestato i pugni sul tavolo: ehi, ci siamo anche noi, siamo qui a difendere i civili e la sovranità nazionale siriana, tutti i terroristi verranno trattati da terroristi. A parte il tentativo disperato dei turchi (l' abbattimento dell' aereo russo) tutti si sono messi sull' attenti, e anche se in patria fanno i fighi (non temiamo le minacce russe! ha detto il primo ministro turco mentre ordinava ai propri aerei di tenere spenti i motori - oppure Obama, che pochi giorni fa ho sentito bullarsi di aver "eliminato il 90% del commercio petrolifero dell' ISIS" :-D :-D di fronte ad un evidentemente non troppo attento pubblico USA) tutti si sono allineati. La strategia del caos sembra aver subito uno stop; il tutti contro tutti sembra terminato, ora o sei con i russi o sei contro. Giù la maschera.

Uno degli eventi che mi ha stupito maggiormente è stato l' accordo sul nucleare iraniano; probabilmente anche questa è una mossa nell' ambito del riposizionamento in atto delle potenze mondiali.

Quello che mi ha lasciato l' amaro in bocca è vedere l' isterismo razzista dei nostri connazionali a fronte di un tutto sommato moderato aumento dell' arrivo dei profughi strombazzato e ingigantito dai media. Un odio incredibile e ingiustificato alimentato da quotidiane leggende metropolitane su quanto ci costano queste persone, sul fatto che vengano trattati come principi a fronte dell' abbandono in cui versano tanti italiani, sull' averli fatti alloggiare in alberghi di lusso, sull' inesistente diaria che gli verrebbe assegnata e tutta una serie di assurdità inaudite ed incredibili che comunque sono entrate ed entrano nella testa della gente. Tutto questa tarantella è stata ed è alimentata per qualche voto in più. Non mi sarei aspettato di vedere tante persone intelligenti e colte (che stimo) reagire in questo modo, è un brutto segnale per il futuro.

Buon anno nuovo.
peonia
#19 peonia 2015-12-29 11:21
Citazione KroM:
Se è esatto il bilancio demografico italiano fornito dal’Istat, che rileva uno sconcertante aumento della mortalità rispetto al 2014, penso sia uno degli episodi più significativi: 666mila morti nel 2015 contro i 598mila dello scorso anno. Ciò che lo rende del tutto anomalo è il fatto che per trovare un’analoga impennata della mortalità, con ordini di grandezza comparabili, si deve tornare indietro sino al 1943 e, prima ancora, occorre risalire agli anni tra il 1915 e il 1918: due periodi della nostra storia segnati dalle guerre che largamente spiegano dinamiche di questo tipo. Viceversa, in un’epoca come quella attuale come si giustifica un rialzo della mortalità di queste dimensioni?

www.neodemos.info/68-mila-morti-in-piu-nel-2015/

Una risposta si trova anche negli eventi che alla lunga sono ormai una costante di ogni anno: le truffe dei banchieri con i poltici complici e servi che pianificano le crisi finanziarie per poi privatizzare il più possibile creando una sorta di feudalesimo in stile medioevo, gli avvelenamenti di aerosol chimici nei cieli unito a tante altre attività che provocano inquinamento (i più gravi a Fukushima, il disastro in Brasile), senza contare i vari danni provocati dall’homo technologicus con le modificazioni climatiche, i media di regime che continuano a raccontare bugie e per finire la guerra occidentale di ricolonizzazione del Medio Oriente e dell’Africa, chiamata in neolingua “lotta al terrorismo”, con conseguente immigrazione massiccia, frutto del piano Kalergi.

In tutto questo c’è un dato di fatto inoppugnabile, se una volta c’era la borghesia, ora la classe media non esiste più, essendo stata declassata si trova in condizioni di miseria, e il divario tra ricchi (sempre meno) e poveri (sempre più) non è mai stato così grande come in questi ultimi anni.

Buon anno


IN EFFETTI QUESTA CASISTICA E' ALLARMANTE,MA NON STUPISCE MOLTO
ce la stanno mettendo tutta per sfoltire...ovunque con patologie indotte e con medicalizzazioni forzate!! merda da tutte le parti....che mangiamo, beviamo, respiriamo......atmosfera mefitica, realmente e metaforicamente, è dura aggirare...
wendellgee
#20 wendellgee 2015-12-29 11:22
Per chi volesse ripassare gli eventi accaduti nel 2015, ecco il collegamento a Wikipedia:

it.wikipedia.org/wiki/2015

8-)

Concordo con chi ha citato il tradimento di Tsipras al popolo greco. E' stato l'evento che più mi ha coinvolto nel 2015 (sapete quanto mi appassiona l'economia) e, se può essere d'aiuto a Massimo, gli suggerisco anche due post sull'argomento che ho scritto sul mio blog in quel periodo:

lumiebarlumi.blogspot.it/.../...

lumiebarlumi.blogspot.it/.../...

Vorrei però proporre un mio argomento e, dato che fino ad ora ci siamo andati giù pesanti, mi piacerebbe alleggerire un po' l'atmosfera. Il 16 dicembre 2015 è uscito il settimo episodio di Guerre Stellari "Il risveglio della forza". Vorrei sapere cosa ne pensa il nostro regista preferito sull'utilizzo, per tutti gli anni novanta, e soprattutto duemila, degli eroi degli anni ottanta. Soprattutto in alcuni casi, i più drammatici secondo me sono stati il sesto episodio di Rocky nel 2006 e il quarto di Indiana Jones nel 2008, si è andati ben oltre il ridicolo. Per quanto riguarda la saga di George Lucas ho le mie perplessità ma vorrei conoscere il giudizio professionale di Massimo su questo argomento.

Buon 2016 a tutte a a tutti!

PS: a tutte mi sa che è azzardato. Forse conveniva usare la formula: "A Peonia e a tutti" :-D
peonia
#21 peonia 2015-12-29 11:34
Non saprei da cosa iniziare.... sintetizzando mi sembra che il fatto più eclatante e sconvolgente sia aver visto che il NWO galoppa a tutto spiano su vari fronti... politico-sociale, di costume, di lotta e perseguimento della manipolazione, depopolazione e resa in schiavitù dell'umanità...
Dal 2001 hanno incalzato sempre di più, perché il loro nefasto piano, progettato da secoli, doveva concludersi entro la fine del millennio precedente...e credo abbiate notato che dal 2001 ad oggi hanno fatto di tutto, in modo sempre meno nascosto per concludere, false flag, guerre, manipolazioni climatiche sempre più invadenti e mortifere, invasione dell'Europa da parte dei migranti.., protocolli medici sempre più invasivi e medicalizzazioni forzata, vaccinazioni letali...che cazzo di anni!!!
L'unica nota sorprendente è stato PUTIN, che ammiro,ma qualcuno mette in dubbio anche lui......
Certo c'è da far perdere la speranza,ma dato che è quello che vogliono i "PADRONI DEL MONDO"...IO PER DISPETTO continuo a credere e sperare che l'Umanità abbia il suo meritato riscatto"!!!

FANCULO AL NWO e TANTI AUGURI A TUTTI OPPRESSI O MENO......
NE VEDREMO DELLE BELLE....ANZI DELLE BRUTTE...MA NON DEMORDIAMO!!!
peonia
#22 peonia 2015-12-29 11:39
Citazione wendellgee:

Buon 2016 a tutte a a tutti!

PS: a tutte mi sa che è azzardato. Forse conveniva usare la formula: "A Peonia e a tutti" :-D



AHAHAHHA GRAZIE!!! però qualche altra donna esiste tra di noi, magari più silente....o sono io che sono onnipresente... :-D
perspicace
#23 perspicace 2015-12-29 11:45
Senza ombra di dubbio il fatto più importante dell'anno è stato "l'abbattimento di un aereo da guerra russo ad opera dell'alleato dell'ISIS la NATO per mano della Turchia".

Di fatto la NATO tramite la Turchia si è schierata con l'ISIS contro la Russia e la Siria.

Il secondo fatto più importante è la nascita di un alleanza stile NATO ad opera della'Arabia Saudita un alleanza di stati Islamici una NATO islamica che però esclude Iraq, Iran e Siria , questa nuova alleanza farà il lavoro sporco che la NATO non porta fare ufficialmente, tra cui dichiarare guerra all'alleanza Russia-Cina.

buon 2016!
alsecret7
#24 alsecret7 2015-12-29 12:02
perme non ce un commento meglio di un altro! o una notizia meglio di unaltra! o solo una cosa da dire che questo 2015 e stato contornato da dei pazzi! e quello che verra sara ancora peggio! tutto quello che vorrei che succedesse o fosse successo! non si e realizzato o non si realizzera ! per colpa di ignoranti e pazzi! :-x
CiEmme
#25 CiEmme 2015-12-29 14:26
Mi piacerebbe leggere una analisi "globale" dei fatti principali dell'anno, dal voltafaccia di Tzipras, all'intervento Russo nella guerra in Siria con conseguente abbattimento dell'aereo miltiare e civile russo (stranamente finora senza conseguenze), alla crescita esponenziale della migrazione, alla buona stella di renzie malgrado l'inefficacia del suo governo, agli attentati in Francia magari in relazione alle scelte italiane di pagare riscatti (Greta e Vanessa), ecc.

In sostanza, se esiste un'interazione tra gli eventi significativi dell'anno ovvero se possono inquadrarsi/leggersi/inserirsi in un disegno globale secondo il punto di vista espresso su Luogocomune.
igork58
#26 igork58 2015-12-29 14:35
il rublo ha perso il 100%.
Plinio
#27 Plinio 2015-12-29 14:54
Incidente aereo della Germawings di marzo.

www.youtube.com/watch?v=0RcG_Hv7kG8#t=14
pippovinci
#28 pippovinci 2015-12-29 15:01
io scelgo la liberazione dei 5 detenuti Cubani e la riapertura dei rapporti tra USA e CUBA. Questa è la dimostrazione (se ce ne fosse bisogno) che gli USA non sono anticomunisti per principio, ma solo per convenienza, per il bisogno di un nemico da combattere ed invaderecon le basi militari. Ed ora che hanno inventato il nuovo nemico (l'Islam) , del comunismo non gliene frega più niente. E' invece importante riagganciare Cuba per bassi interessi economici senza bisogno di sganciare una sola bomba. In fondo gli USA a CUBA ci sono già da oltre 100 anni con la (abusiva) base di Guantanamo che non hanno nessuna intenzione di chiudere nonostante fosse la prima promessa del burattino Obama!
Mande
#29 Mande 2015-12-29 16:14
Che brutta domanda i fatti del 2015.

Concordo con mediacialbe che apre i commenti col segnalare come fatto dell'anno il referendum in Grecia sia per antefatti che conseguenze. Ringrazio wendellgee per il tentativo di trovare un lato positivo al 2015. Era anche mia intenzione cercare qualche fatto positivo accaduto nell'anno trascorso ma ho fallito miseramente nella ricerca attraverso la memoria.

Il futuro. Sto perdendo fiducia nel futuro. Qualcuno direbbe a ragione che ci stanno rubando il futuro ma chi lo stia facendo è difficile da individuare e come combatti ciò che non vedi? Il futuro ce lo sta rubando a mio avviso la fede in ideologie che oramai svelano il proprio volto come un finale di gioco quando, convinte della vittoria, non si nascondono più.

Europeismo che svela la sua faccia con il referendum greco e si dimostra essere la morte della democrazia.
Liberismo che era venduto come difesa dell'orfano, della vedova e del poverello attraverso la lotta all'inflazione che distrugge la vita della maggioranza degli europei.

Si parte con il jobs act (fatto 2015) che si sapeva non avrebbe aumentato l'occupazione ma solo reso i dipendenti più precari e ricattabili. Questo allo scopo di ridurne, nella media, i salari. Per arrivare al "bail-in" (fatto 2015) per espropriarne i risparmi.

Ovviamente va ricordato il sangue freddo di Putin che invece di rispondere con la guerra all'abbattimento del suo caccia da parte dei Turchi si limita a delle sanzioni. Gli Usa nella loro storia hanno dichiarato guerra per episodi anche minori.

Difficile pensare ad un 2016 peggiore dell'anno appena trascorso. E' seppur vero che al peggio non c'è mai fine.
gobbo
#30 gobbo 2015-12-29 16:19
Per me a livello mondiale è l'entrata della Russia nella guerra in Siria.
Scelgo questo evento perché penso che con l'entrata in guerra, la Russia sta cercando di uscire dalla politica precedente di una potenza regionale, entrando così nel club delle potenze mondiali, disegnando cosi nuovi equilibri geo-strategici a livello mondiale. Mi aspetto nuovi scenari mondiali nel 2016.


il gobbo
peonia
#31 peonia 2015-12-29 16:22
SCUSATE L'O.T. MA E' IMPORTANTE QUANTO AGGHIACCIANTE...

Botti di fine anno: il piano Usa di guerra nucleare
di Manlio Dinucci

"Perchè la NASA ha deciso di pubblicare oggi quella che definisce "la più ampia e dettagliata lista di obiettivi nucleari" ovviamente contro la Russia, Cina e Medioriente... La scelta non è casuale..... "
www.pandoratv.it/?p=5461

ABBIAMO IL NEMICO IN CASA... LO SAPPIAMO QUASI TUTTI...


questa si può annoverare tra le cose peggiori che ci siano almondo.....e sempre dagli stessi cagnacci-ameri :evil:
Anteater
#32 Anteater 2015-12-29 16:28
L'artificialità del prezzo del petrolio basso ha mantenuto una certa competitività nell'industria, altrimenti sarebbe tutto crollato come un castello di carte...
L'oro basso che trascina tutti i metalli al ribasso, altra situazione mantenuta artificialmente forse per far credere ad un economia "sana" o forse per predar meglio le materie prime.

Le scie chimiche che stanno stravolgendo la vita, non sono certo una novità, ma si stanno ufficializzando con la tiritera del riscaldamento globale...

A livello politico trovo non sia successo nulla di trascendentale...Grecia compresa...forse con Birmania si potrà parlare di scippo alla Cina, vedremo come la disboscheranno...occidentalizzandola...oppure chissà, un colpo di stato....

Sportivamente direi che la FIFA ha fatto tremare molte gambe...

Sui vari terrorismi partirei dall'Ebola e quell'aereo tedesco forse destinato a precipitare su un esausta centrale nucleare...chissà! Il 13.11 o Charlie, non mi sembra così eclatante...tanto chiasso mediatico, conseguenze sulle libertà individuali e un pugno di morti!

Per il resto, il cinema, la musica, l'arte...sono rimasti nella sfera del basso/mediocre ...il digitale è stato completato e ci avvieremo a cancellare l'analogico cranio, in favore di un cervello binario...

Anteater
Blade1960
#33 Blade1960 2015-12-29 19:02
L'evento piu' importante,secondo il mio punto di vista ,e' come in un batter di ciglia ,dall'oggi al domani quattro cazzo di banche hanno messo sul lastrico migliaia di italiani,con l'unica colpa di essersi fidati dei loro bancari.Il timore,e' che sia solo la punta dell'iceberg,questo a livello nazionale,per quanto riguarda l'estero,mi associo a chi ha messo il voltafaccia greco in primis ,perche' e' stata per me una grossa delusione.

ps:Complimenti per il nuovo sito :pint:
bernuga
#34 bernuga 2015-12-29 19:46
E' stato l'anno dell'ISIS, della truffa ai Greci e del risveglio della Russia, ma potremmo anche metterci:

-lo scandalo Volkswagen
-l'attacco dell'arabia saudita allo Yemen

E, andando sul leggero, il biscottone a Valentino Rossi.
ifstudio
#35 ifstudio 2015-12-29 20:13
Salve a tutti, credo che un episodio particolarmente significativo sia stato la devastante esplosione avvenuta a Tianjin in Cina. Quando accadde l'evento, ho visto e rivisto le varie deflagrazioni che non mi hanno mai convinto troppo fino a quando ho trovato una serie di articoli che spiegavano l'evento in maniera diversa. Dott. Mazzucco la prego di visionare, se non lo ha ancora fatto (probabilmente considera questa ipotesi una baggianata) l'indirizzo che segue:
sapereeundovere.com/.../.
La invito a riflettere sullo scellerato uso sinora fatto delle invenzioni di Tesla e sullo scenario globale egemonico orchestrato dall'America (sempre che l'America ne sia l'artefice). Si spiegherebbe così anche il retro front di Alexīs Tsipras dopo il referendum che, difronte ad una minaccia rivolta più o meno velatamente al popolo greco, ha deciso di non chiedere inutilmente aiuto alla Russia ma di allinearsi alle richieste del FMI.
Grazie.
acolafran
#36 acolafran 2015-12-29 20:52
Non ho dubbi: la riforma della Rai avanzata dal governo Renzi.
E' la conferma che Matteo Renzi e Silvio Berlusconi sono le due facce della stessa moneta (verosimilmente coniata dal FMI).
Ma soprattutto è la conferma che le via di uscita dalle nebbie della disinformazione, in Italia, è sempre più improbabile.
Attraverso il controllo dei media, in particolare la televisione, si sta costruendo un mondo alla rovescia in cui le vittime (gli utenti, paganti canone) sono sempre più inconsapevoli di essere i finanziatori dei propri carnefici.
Buon anno che viene, a tutti!
Cassandra
#37 Cassandra 2015-12-29 21:52
Per me, insieme alle vicende russe, nel 2015 è da ricordare una vera svolta nelle cosiddette "politiche per l'immigrazione".
Quello che prima era un andazzo a bassa intensità, con una propaganda continua ma sottile, è diventata improvvisamente un'imposizione generale senza se e senza ma. La gente viene letteralmente importata (o deportata...) a centinaia di migliaia, insediata a forza e a caso in tutte le nazioni d'Europa. Si ventilano espropri per l'accoglienza, i governi subiscono in silenzio o promuovono attivamente questo cambiamento epocale francamente immotivato. Polizia e giustizia sono ormai evidentemente costrette a non perseguire i reati commessi da immigrati, e la stampa a tacerli del tutto. Viceversa, la propaganda spinge sui "poveri rifugiati di guerra" quando è evidente che la gran parte venga da tutt'altri posti e sia anche ben pasciuta.
Il sospetto è che ci sia un'ideologia sottostante a tutto ciò che noi non conosciamo. La scusa della "forza lavoro" non sta in piedi (ci sono già milioni di disoccupati e sottoccupati in EU) e neppure quella demografica (siamo già centinaia di milioni di persone). Un'ideologia... e anche un'organizzazione ben coordinata che ha dato il "via" ad un'operazione pianificata chissà da chi e chissà perché.
Il 2015 è stato l'inizio di qualcosa di molto inquietante che forse capiremo in futuro.
NeWorld
#38 NeWorld 2015-12-29 22:30
Posto una notizia passata in sordina..ovviamente a molti potrà non interessare...ma a dispetto di persone come Biglino che fanno diventare la Bibbia un libro di barzellette fantascientifiche..( e sembra che lo scopo principale sia proprio quello di togliere ogni forma di credibilità alla Bibbia) l'archeologia continua a sfornare conferme su conferme storiche riguardanti l'esistenza di di molti personaggi menzionati nella Bibbia la cui storicità è stata spesso messa in dubbio: biblicalarchaeology.org/.../...
Canguro
#39 Canguro 2015-12-29 22:32
Vorrei ricordare, anzichè determinati eventi, l'effetto che essi
hanno spesso provocato nell'opinione pubblica alla fine di questo 2015: una triste assuefazione;
assuefazione alle vittime innocenti anonime nel mondo, rimaste coinvolte nelle sporche manovre di alcuni potenti (per guerra, finanza, petrolio, armi, industrie farmaceutiche e tanto altro),
assuefazione ai morti ed ai feriti per attentati in Siria, Nigeria, Kenia, Egitto, Libano ecc, alla morte di profughi, ai suicidi per scandali bancari, alle morti per cancro.

Auguro un 2016 dove questi tristi eventi si verifichino sempre meno,
ma soprattutto spero ci sia da parte dell'opinione pubblica
meno assuefazione e più reazione .
NeWorld
#40 NeWorld 2015-12-29 22:36
Citazione Cassandra:

Il 2015 è stato l'inizio di qualcosa di molto inquietante che forse capiremo in futuro.


Penso che presto capiremo chi è il famoso Re del Nord di cui parla la Bibbia (RUSSIA???)...
questo avrà una parte attiva nello scatenare la distruzione mondiale delle Religioni guidando le Nazioni Unite insieme al Re del Sud (USA)
Ma prima ci sarà una dichiarazione mondiale di pace e sicurezza (potrebbe nascere dalla distruzione dell'ISIS???)
Stiamo a vedere...
oniram
#41 oniram 2015-12-29 23:06
Innanzitutto vorrei ringraziare tutti gli utenti che hanno postato finora, rinfrescandomi la memoria su alcuni fatti e invitandomi ad approfondirne altri.

Per me, il 2015 è stato l'anno in cui mi sembra di aver capito che la degradazione sociale, morale, politica e culturale del nostro paese è definitiva e non reversibile se non a lunghissimo termine.

Volendo isolare dei fatti, credo anch'io che il voltafaccia di Tsipras ricattato dai poteri forti sia stato il segno (tristissimo) di un passo avanti decisivo dei poteri economici nei confronti delle politiche nazionali. Vedi sopra. E poi ovviamente l'ISIS e lo stato islamico con tutte le ambiguità sulle sue origini, funzioni ed alleanze.

Qualche avvenimento che mi sembra non sia stato ancora citato:
- La strage Nigeriana di gennaio, a opera di una bembina imbottita di esplosivo:
- Il naufragio dei migranti nel canale di Sicilia ad aprile, anche questo emblematico di una situazione di crisi;
- La scoperta di Kepler 452b a luglio. Bello sapere che forse un giorno.... :)
- Le straordinarie scoperte archeologiche, che ci costringeranno a riscrivere la storia;
- Il disastro ambientale in Brasile avvenuto all'inizio di novembre. Scandaloso il fatto che non ne ha parlato NESSUNO se non in qualche breve accenno subito sparito.

EDIT: quasi dimenticavo, il TTIP. Ho perso di vista gli aggiornamenti... qualcuno ha notizie fresche?
oniram
#42 oniram 2015-12-29 23:16
Anche: le statistiche sull'aumento delle morti sono allucinanti! Toccherebbe fare un'analisi seria con i dati sulle cause di morte alla mano.
peonia
#43 peonia 2015-12-29 23:17
Citazione Cassandra:
Per me, insieme alle vicende russe, nel 2015 è da ricordare una vera svolta nelle cosiddette "politiche per l'immigrazione".

Il sospetto è che ci sia un'ideologia sottostante a tutto ciò che noi non conosciamo. La scusa della "forza lavoro" non sta in piedi (ci sono già milioni di disoccupati e sottoccupati in EU) e neppure quella demografica (siamo già centinaia di milioni di persone). Un'ideologia... e anche un'organizzazione ben coordinata che ha dato il "via" ad un'operazione pianificata chissà da chi e chissà perché.
Il 2015 è stato l'inizio di qualcosa di molto inquietante che forse capiremo in futuro.



Tu lo conosci il Piano Kalergi?

Buon Anno :-)
FrancescaR
#44 FrancescaR 2015-12-29 23:32
Concordo totalmente con Cassandra e ringrazio. Si tratta di deportazioni.
Vorrei inoltre ricordare la foto del piccolo Aylan sulla spiaggia, foto diffusa
in contemporanea da tutti i mezzi d'informazione. Una mossa diabolica che
ha definitivamente siglato l'accettazione acritica di tali deportazioni da parte
dell'opinione pubblica.
FrancescaR
#45 FrancescaR 2015-12-29 23:39
Non siamo assuefatti, o almeno noi, persone coscienziose.
È che siamo stremati dalle incessanti crudeltà e ingiustizie. E il nostro
margine di azione è troppo limitato. Cosa che deprime.
Shavo
#46 Shavo 2015-12-30 00:00
Citazione Cassandra:
Per me, insieme alle vicende russe, nel 2015 è da ricordare una vera svolta nelle cosiddette "politiche per l'immigrazione".
Quello che prima era un andazzo a bassa intensità, con una propaganda continua ma sottile, è diventata improvvisamente un'imposizione generale senza se e senza ma. La gente viene letteralmente importata (o deportata...) a centinaia di migliaia, insediata a forza e a caso in tutte le nazioni d'Europa. Si ventilano espropri per l'accoglienza, i governi subiscono in silenzio o promuovono attivamente questo cambiamento epocale francamente immotivato. Polizia e giustizia sono ormai evidentemente costrette a non perseguire i reati commessi da immigrati, e la stampa a tacerli del tutto. Viceversa, la propaganda spinge sui "poveri rifugiati di guerra" quando è evidente che la gran parte venga da tutt'altri posti e sia anche ben pasciuta.
Il sospetto è che ci sia un'ideologia sottostante a tutto ciò che noi non conosciamo. La scusa della "forza lavoro" non sta in piedi (ci sono già milioni di disoccupati e sottoccupati in EU) e neppure quella demografica (siamo già centinaia di milioni di persone). Un'ideologia... e anche un'organizzazione ben coordinata che ha dato il "via" ad un'operazione pianificata chissà da chi e chissà perché.
Il 2015 è stato l'inizio di qualcosa di molto inquietante che forse capiremo in futuro.

Stanno costruendo una nuova America. La direzione è senza dubbio quella: cessione della sovranità all'Europa, moneta unica, melting pot.. è la ricetta perfetta per estirpare la storia.
La storia oggi giorno è la materia più importante di tutte, un popolo senza identità è inerme, e le ragioni le conosciamo benissimo, perciò sì, senza dubbio c'è un'ideologia dietro.
ReBaS
#47 ReBaS 2015-12-30 00:01
E se l'evento più importante dovesse ancora avvenire?
Shavo
#48 Shavo 2015-12-30 00:19
Citazione ReBaS:
E se l'evento più importante dovesse ancora avvenire?

forse ho capito cosa intendi, ma come si è già detto nei commenti precedenti i morti in Italia quest'anno sono 666mila... non vorrai rovinare un risultato così significativo ;-)

..anche se ufficialmente il suolo del Vaticano non rientrerebbe nel conteggio, a ben vedere.
hvsky
#49 hvsky 2015-12-30 01:12
Io dedicherei 2 parole sul giro di vite che nell ultimo hanno è stato dato alla strategia del terrore..... Parigi, acuirsi della crisi, terrorismo , clima (dal "Caronte" estivo alle bombe d acqua al "Attila" invernale ) incertezza sul futuro ecc ecc e chi più ne ha più ne metta.... Possiamo forse in questa strategia trovare un filo conduttore che lega più aspetti variegati di un "controllo" generale tentato ( a mio avviso riuscito) non so per quali fini ma che sembra ormai una necessità in questo strano emeraviglioso pianeta terra.... Grazie e buon anno
etrnlchild
#50 etrnlchild 2015-12-30 01:19
La politica internazionale che si riflette ormai inevitabilmente sugli equilibri interni ad ogni paese.

Tra questi sicuramente la politica di intervento Russa che ha parecchio mutato lo scenario geopolitico internazionale, portando allo scoperto i doppi giochi e l'ipocrisia del nostro tempo.

Guerre e terrorismo "esterne", come strumento di diffusione di paura ed insicurezza, sempre in gran forma con l'effetto di aver provocato enormi flussi migratori e naturalmente morti e sangue.

Molta, troppa sofferenza e sangue.

Sul fronte interno grande attività del Ministero della Verità nel disegnare una realtà virtuale degna del miglior Orwell.
Cassandra
#51 Cassandra 2015-12-30 02:24
Si Peonia, conosco il piano Kalergy, ma francamente mi convince poco che si persegua oggi un progetto concepito negli anni '20 e a cui non è mai parso qualcuno desse credito.
Inoltre mi convince poco la solita spiegazione "per controllarci meglio" che spesso si dà a tanti avvenimenti. A me pare che già ci controllino benissimo coi media, che le nuove tecnologie (social, smartphone, carte di credito, telecamere) consentano un controllo praticamente perfetto, e che insomma spostare qui 50 milioni di persone con lo scopo di creare un melting pot "per controllarci meglio" è proprio assurdo.
Secondo me il motivo è un altro. E' collegato anche alla questione religiosa, alla meticolosa distruzione della Chiesa Cattolica e ai tappeti invece stesi all'islam (oltre che al materialismo stile "Gaia"), come se si volesse esportare a forza l'islam in Europa con le conseguenze tragiche che immaginiamo. Le ragioni, l'obiettivo finale però mi sfuggono. Ho il sospetto che ci siano di mezzo motivi esoterico/millenaristici ma oltre non mi avventuro perché è un terreno impervio.

Mi piacerebbe però che se ne parlasse un po' qui, dove c'è tanta gente sveglia.
;-)
Tianos
#52 Tianos 2015-12-30 08:51
eheheh attenzione persino Dio affermo che sono un popolo di cervice dura^^
peonia
#53 peonia 2015-12-30 09:45
Citazione Cassandra:
Si Peonia, conosco il piano Kalergy, ma francamente mi convince poco che si persegua oggi un progetto concepito negli anni '20 e a cui non è mai parso qualcuno desse credito.
Inoltre mi convince poco la solita spiegazione "per controllarci meglio" che spesso si dà a tanti avvenimenti. A me pare che già ci controllino benissimo coi media, che le nuove tecnologie (social, smartphone, carte di credito, telecamere) consentano un controllo praticamente perfetto, e che insomma spostare qui 50 milioni di persone con lo scopo di creare un melting pot "per controllarci meglio" è proprio assurdo.
Secondo me il motivo è un altro. E' collegato anche alla questione religiosa, alla meticolosa distruzione della Chiesa Cattolica e ai tappeti invece stesi all'islam (oltre che al materialismo stile "Gaia"), come se si volesse esportare a forza l'islam in Europa con le conseguenze tragiche che immaginiamo. Le ragioni, l'obiettivo finale però mi sfuggono. Ho il sospetto che ci siano di mezzo motivi esoterico/millenaristici ma oltre non mi avventuro perché è un terreno impervio.

Mi piacerebbe però che se ne parlasse un po' qui, dove c'è tanta gente sveglia.
;-)



Che una certa Elite programmi progetti a breve,medio e lungo termine NON MI PARE assurdo,anzilo fanno da sempre... per ottenere grandi risultati c'è sempre bisogno di pianificare nel tempo...e lo vediamo, per esempio, con l'11/9, preparato prima dell'Evento, che poi darà seguito alla "Guerra infinita" e come vedi ancora oggi siamo in guerra,sempre più devastante e pericolosa... lo scopo?PADRONI DEL MONDO....ma la gente che è salda nella propria cultura, identità, ecc. non è tanto facile da dominare,allora distruggendone l'identita, nei suoi vari aspetti, la pieghi e la domini....
La "meticolosa distruzione" non riguarda, secondo me,solo la Chiesa cattolica,ma un po' tutte...per arrivare ad un'unica "religione" che ben si colloca nel NUOVO ORDINE MONDIALE....
Ci si prospetta un Futuro oltre la fantascienza...perchè appunto nessuno crede sia possibile, malo stiamo vedendo in tutti i campi,in tutte le nostre tradizioni, piano piano smantellate...Oggi leggevo sbigottita la proposta di una vecchia stronza, la Sindaca di Podemos (l'avanguardia???) che propone: "I Re Magi siano donne per rispettare la parità di genere" :roll: :-o

Qui è difficile che si parli del Piano Kalergi....molto difficile :-D
clausneghe
#54 clausneghe 2015-12-30 09:46
Il fatto più importante di questo moribondo 2015 è senz'altro, a mio avviso, l'inizio conclamato della terza o quarta guerra mondiale (quarta lo ha detto Putin stesso, terza il Papa Francesco) come da me purtroppo tristemente predetto.
Anche in queste ultime ore del 2015 i segni e gli eventi negativi che indicano la pericolosa strada intrapresa, si succedono a ritmi spasmodici.
Lo Stato fallito Ucraino ha dichiarato di voler entrare subito nella Nato, questo mentre si rifiuta di pagare il debito sovrano di 3 m.i & alla federazione Russa e nello stesso tempo non si trattiene da provocazioni e dispetti tipo il sabotaggio delle linee elettriche di Crimea, il blocco alimentare e il minacciato blocco navale, addirittura anche con l'aiuto dei Turchi, sembra.
Poi abbiamo notizia dell'ultima ora, se confermata, che naviglio Iraniano ha presentato un lancio di missili a scopo dimostrativo,alla portaerei Usa Truman nello stretto di Hormuz, a meno di due km di distanza. La portaerei ha fatto finta di niente :oops:
Gli Usa poi, continuano a gettare benzina sul fuoco Siriano che oramai è incontenibile, nemmeno i Russi riescono a fermarlo, tanto meno aggiungendo esplosioni ad esplosioni, dico io.
Questo che va a finire è stato un anno pessimo e mortifero e come giustamente è stato notato, sottolineato da un curioso 666 (il numero Istat sui defunti, 68.000 più del 2014)
Personalmente, ma questo è un fatto privato, questo anno mi ha messo duramente alla prova, parlo della prova del dolore per quello che sta accadendo alle persone a me più care, costrette anche in queste ore a lottare contro la malattia.
Sono estremamente inquieto per l'anno che verrà, sia dal punto di vista personale che da quello generale. :roll:
Spero solo nei "famosi" miracoli.
E non ho nulla da festeggiare, al momento.
Sertes
#55 Sertes 2015-12-30 14:14
E' veramente spiacevole vedere quanti sono coloro che si sono lasciati sopraffare dalla negatività, e quindi dalla propaganda informativa che subiamo dai mass-media.
Io preferisco ricordare il 2015 per una scoperta epocale, quella dei pianeti simili alla terra. Sono bastati 6 anni dell'operatività del telescopio spaziale Keplero per trovare più di mille pianeti candidati ad avere quelle condizioni necessarie per supportare vita come la nostra, e da luglio 2015 i ricercatori a terra ci hanno dato la conferma scientifica ufficiale che uno tra questi, Kepler 452-B, è un gemello astronomico della terra (cioè è di dimensioni ed orbita del tutto analoghe a quelle della terra, ed ha un periodo di rivoluzione analogo alla terra attorno ad una stella del tutto analoga al sole per dimensione e luminosità)

Immagine 1 - raffronto tra la Terra e Kepler-452b

Immagine 2 - orbita nella "zona abitabile"

E noi qui a parlare delle misere vicende umane, o addirittura delle ancor più misere vicende italiane? Mah! Non fatevi imbeccare dai mass media, nè lasciate che le cose che non potete cambiare vi condizionino l'umore o i pensieri.

Buon anno a tutti quanti
Gianpaolo
#56 Gianpaolo 2015-12-30 14:48
Eh... e' molto difficile e quasi impossibile elencare gli articoli di questo sito. Tutti sono interessanti, troppo interessanti che permettono di vedere la realta' televisiva o cartacea in modo diverso. Ma se proprio vuoi ti posso elencare alcuni argomenti a me piu' avvincenti e interessanti per capire sopra tutto gli italiani: Mattei, Moro, le banche Italiane e i loro termini tecnici per confondere le idee, 9 settembre 2001, gli sbarchi, per me falsi, sulla luna ecc ecc.
buon anno a tutti sperando che sia un anno di risveglio!
Redazione
#57 Redazione 2015-12-30 15:15
I commenti dopo la pubblicazione dell'articolo iniziano qui.
Starburst
#58 Starburst 2015-12-30 15:34
Personalmente continuo ad insistere sul tradimento del popolo greco da parte di tzsipras "a proposito,amici greci mi hanno fatto notare che si pronuncia cipras",questo per confermare ancora una volta che il potere non solo usa minacce e violenza dove servono, ma ancora piu' subdolamente agisce con l'infiltrare all'interno degli schieramenti che potrebbero infastidirlo dei personaggi fatti in casa ,cresciuti a pane e politica giusto per indirizzare poi le cose verso il mantenimento dello status quo,lo sappiamo bene qui in italia,dove non solo le formazioni clandestine di destra negli anni 70 furono infiltrate e manovrate,ma anche i cosidetti "rivoluzionari" di sinistra si ritrovarono "serpi in seno"che li indirizzarono verso l'autodistruzione,per non parlare dei partiti e sindacati che dicevano di difendere le aspettative popolari. In ogni paese dove un partito o un movimento nasce per cambiare le cose e' pronta la "variabile impazzita" che prima irretisce,poi illude,infine indirizza il tutto nella maniera voluta,le cosidette "serpi in seno"sono molte di piu' di quello che pensiamo,anche in questo blog ne girano alcune,per questo la storia di tzsipras la considero un tradimento,per questo insisto nel dire che dobbiamo iniziare a riconoscerle e isolarle.

Un felice nuovo anno a tutti noi,ce lo meritiamo...cacchio!!!!

Sono uno scettico H24
Pyter
#59 Pyter 2015-12-30 17:14
Anche io mi accodo alla visione ottimistica di Sertes e in tal guisa mi sentirei di dire che anche gli abitanti di quei sei pianeti saranno
assolutamente contenti di averci visti.

Mi sembra di vederlo già, il papa, tra cento anni, che apre lo stargate.
clausneghe
#60 clausneghe 2015-12-30 23:13
Massimo hai scritto un buon articolo ma hai fallito nel cercare di rendere il "compendium" degli Utenti. Esperimento parzialmente riuscito.
Troppa e troppo variegata carne al fuoco, come suol dirsi. :-D
Ma hai rimediato suggerendo di completare la lettura con i commenti degli Utenti che sono molto interessanti per entrare meglio nei particolari. Poi hai ben evidenziato l'inizio del "conflitto internazionale" Siriano pur tuttavia non spingendoti ad usare il termine più pesante di guerra globale o terza o quarta mondiale come chiamar si vuole. Ma è giusto usare prudenza, anche con le parole.
Fai bene a pesar la mano sul nodo dei nodi e cioè l'11 settembre.
Buon anno :pint:
medicialbe
#61 medicialbe 2015-12-30 23:13
"Insomma, se vogliamo trarre una conclusione, abbiamo un 2015 nel quale gli americani stanno disperatamente cercando di restare alla guida del mondo, muovendo tutte le pedine di cui dispongono - anche le più sporche - sullo scacchiere internazionale. Ma per fortuna (nostra) hanno trovato un giocatore di scacchi altrettanto valido e preparato che gli ha impedito, almeno fino ad oggi, di continuare a fare i propri porci comodi."

Sintesi spettacolare.
Da incorniciare.

Bravo MM!!! E buon 2016 a te e a tutti!
Oikle
#62 Oikle 2015-12-30 23:45
Argentina
Sconfitta del partito della Kirchner.
Dar56
#63 Dar56 2015-12-31 00:19
Ci ho pensato parecchio. Non so se questo sia il fatto più importante, ma di sicuro è una delle notizie importanti più trascurate in assoluto:
Citazione:
"Vietare alle banche di creare moneta, cosa permessa solo alla Banca centrale. E' questo lo scopo di un referendum che si terrà in Svizzera entro i prossimi 18 mesi.
La notizia, diffusa il giorno di Natale, è passata in sordina nonostante la sua ampia portata.
Tratto da www.stampalibera.com/?a=31083
aotearoa
#64 aotearoa 2015-12-31 01:24
Scusate io scrivo poco e leggo molto, ma penso possa essere degno di nota quanto segnalo. Due anni fa l'ormai ex deputato Massimo Artini del M5S ci riportò il senso dell'utilità degli F35, da membro della commissione difesa, le sue parole furono: "un attacco all'Iran. Questo durante un incontro a Prato nell'estate 2013. E buon anno a tutti
Hito
#65 Hito 2015-12-31 09:00
Insomma, se vogliamo trarre una conclusione, abbiamo un 2015 nel quale gli americani stanno disperatamente cercando di restare alla guida del mondo, muovendo tutte le pedine di cui dispongono - anche le più sporche - sullo scacchiere internazionale. Ma per fortuna (nostra) hanno trovato un giocatore di scacchi altrettanto valido e preparato che gli ha impedito, almeno fino ad oggi, di continuare a fare i propri porci comodi.

Sono d'accordo sul fatto che sia stato un anno di semina e i frutti, velenosi, si raccoglieranno prossimamente.
Se fossi ottimista penserei che il ritorno ad una "guerra fredda" e ad almeno due sistemi alternativi possa essere un incentivo all'elite per non calcare troppo la mano sulla propria società. Mi piace Putin e mi piace quello che dice, come a molti... Ma gli ottimisti non ci hanno azzeccato praticamente mai... e se il problema fosse, per esempio, che le guerre economiche non fanno abbastanza morti, una figura di contrapposizione sarebbe necessaria, più che funzionale. Gog e Magog... Re del Nord e Re del Sud.. Per il nemico alieno ci si attrezzerà a NWO acquisito...
Ciao
peonia
#66 peonia 2015-12-31 12:17
discorso di fine anno di Salvo Mandarà :-D

www.youtube.com/watch?v=jHMP9P9SXxM
CiEmme
#67 CiEmme 2015-12-31 14:17
Quello che speravo leggere. Ottimo quadro d’insieme.
Da sempre gli imperi cercano di mantenersi insediati a scapito del singolo/minoranze.
Non vedo un solo motivo valido nel giudicare in positivo o negativo le scelte operate per tale mantenimento della leadership. Ogni scelta e’ un costo per il dominante, peccato che il prezzo si paghi noi. Ma nel momento in cui si finisce nella stanza dei bottoni, le prospettive cambiano e, di conseguenza, anche le scelte. Nella savana, non e’ meglio il leone, ne l’antilope. Vince chi corre di piu’, e nella corsa sono incluse trappole e trabocchetti. E’ cosi e basta. Non ci sono regole. O meglio, ci sarebbero, ma a chi spetta punire chi non le rispetta?
Chiaro che i singoli episodi sono esecrabili ma non vedo, nel quadro globale, valida alternativa.
Il paradigma dell’imperante, piace e funziona. Chiaro che cio’ che comporta NON piace e NESSUNO lo vorrebbe vedere. Ma non vedo ne affiorare un impero che abbia un paradigma migliore, ne valori c.d. universali, in una qualsiasi delle forme di governo esistenti.
La Cina?
La Russia?
Chi altro?
La Nuova Caledonia?
Buon anno a tutti.
baalbek
#68 baalbek 2015-12-31 15:59
Citazione CiEmme:

Buon anno a tutti.


Buon anno un cazzo!!!

Credo di avere il diritto/dovere di essere incazztato
massimo73
#69 massimo73 2015-12-31 16:52
Per me aldilà della guerra in Siria e della sua evoluzione con l'entrata in gioco di Putin e della Russia che ha smascherato le complicità e le ipocrisie del cosiddetto Occidente, una notizia esemplificativa e molto significativa è l'impennata della mortalità nel nostro paese nell'anno appena trascorso che non ha paragoni con periodi di pace ma solo con gli anni di guerra.... :-(
Il futuro che ci attende evidentemente, aldilà delle balle del pagliaccio al governo, è fosco.
A tal proposito linko un interessantissimo articolo letto da Megachip pochi giorni fa dal titolo "dovete morire prima" che purtroppo equivale al loro programma per noi, temo.

megachip.globalist.it/.../

Auguro a tutti un sereno nuovo anno e come Massimo ha scritto, che l'anno nuovo veda la nascita di un mondo un po' più equilibrato e aggiungo anche un po' più giusto.
Che ognuno di noi possa aumentare il proprio grado di consapevolezza e il proprio equilibrio interiore!
Sereno anno a tutti!
Calvero
#70 Calvero 2015-12-31 19:10
Citazione:
... il lurido doppio gioco che Erdogan stava portando avanti lungo i confini del proprio paese: mentre da una parte fingeva di appoggiare i curdi che combattono l'ISIS...
...così come gli americani - attraverso i Bush di allora e le banche di Inghilterra, finanziavano Hitler e, allo stesso tempo, loro stessi :perculante: The song remains the same ...

... o pensi che la linea temporale parta dall'undici settembre per far sì che l'europa si inginocchi all'imperialismo?

Certo, l'undici settembre è stato uno spartiacque, il più vicino e, come vedi, già dimenticato ;-) ...perché questi sono i fatti. La domanda è: perché lo si è dimenticato; qui è il nocciolo. Da nessun'altra parte.

Mi è piaciuto l'articolo e il tono e gli indirizzi, ma ritengo grave che abbia mancato clamorosamente la questione più importante.

Inutile, Massimo, con tutto il rispetto, che tu ti auguri che gli italiani (e non solo loro) escano dal vecchio becero, idiota e miserabile dualismo di "Destra Versus Sinistra" e poi non metti sul tavolo i principali colpevoli di tutta questa merda: ----> NOI

E non mi venire a raccontare che la sintesi che vuole vedere che gli Italiani che hanno votato coloro i quali hanno portato a questo, rientri nella medesima accusa; perché è una stronzata. Poiché ridurre la marcia verità a un voto "X" invece che "Y" .... è la precisissima e medesima cosa di ridurre il problema a un dualismo di destra contro sinistra. Né più né meno.

Se neanche qui - su Luogocomune - siamo capaci di puntare il dito contro il popolame - il volgo, e il trogolo in cui sguazza con tutta la volontà di sguazzarci, c'è poco da biasimare il giornalista che si fa i cazzi suoi e mira alla sua sopravvivenza. Perché è la stessa cosa - caro Massimo ;-) E da dove credi che li prendono i giornalisti? ... dal paese dei Mini pony?

Eppure non sono solo i miei interventi che sanno puntare il dito e sanno che guardarsi allo specchio è il primo scoglio da superare; cioè guardarsi per riconoscersi, e non per non sbagliare a farsi la barba o non sbavare il rossetto, o votare.

Siamo NOI e il nostro modello di vita che esige la morte e la sofferenza; che esige che altri vengano soppressi e tosati meglio di noi; è il nostro modello di vita; sono le NOSTRE ambizioni che decretano da chi e con quale potere, con quali guinzagli, dobbiamo essere guidati...

... siamo NOI il problema. Siamo NOI i pezzi di merda, NON loro.

E siamo NOI che li VOTIAMO ... e non nelle cabine elettorali ;-) ma con le nostre futili, miserevoli, abominevoli, squallide e schifose ambizioni. Siamo noi l'economia.

E le cose, come sempre, andranno come devono andare. Ancora più velocemente se continuiamo a sdoganare le priorità che vogliono vedere in chi ci comanda - il male. L'esamino di coscienza dei popoli, al solito: manca.
etrnlchild
#71 etrnlchild 2015-12-31 19:20
Citazione Sertes:

Io preferisco ricordare il 2015 per una scoperta epocale, quella dei pianeti simili alla terra.


Se incidesse anche un minimo sulla vita su questo pianeta sarei il primo a rallegrarmene. Ma sembreremmo essere anni luce, letteralmente, da questo. ;-)
peonia
#72 peonia 2015-12-31 19:29
SIA COME SIA..AUGURO A TUTTI NOI E AL RESTO DEL MONDO
PACE, AMORE, SOLIDARIETA, ABBONDANZA....
CIN CIN!
etrnlchild
#73 etrnlchild 2015-12-31 19:34
Citazione Calvero:
Siamo NOI e il nostro modello di vita che esige la morte e la sofferenza;

E' vero. Noi siamo il problema e quindi tra noi c'e' la soluzione.
I cambiamenti non sono mai venuti dalle masse, che come il gregge, vengono guidate da pochi.
Però se guardi indietro non puoi non dire che oggi, in termini numerici, c'è sicuramente una maggiore attenzione verso certe tematiche.
Mande
#74 Mande 2015-12-31 19:40
Citazione Calvero:

Se neanche qui - su Luogocomune - siamo capaci di puntare il dito contro il popolame - il volgo, e il trogolo in cui sguazza con tutta la volontà di sguazzarci, c'è poco da biasimare il giornalista che si fa i cazzi suoi e mira alla sua sopravvivenza. Perché è la stessa cosa - caro Massimo ;-) E da dove credi che li prendono i giornalisti? ... dal paese dei Mini pony?

Calvero, suvvia, basta autorazzismo. Almeno a capodanno.

Tu da dove provieni, scusa?

O come ogni buon autorazzista segui la formula Italiani = Italiani - 1?
Dove quel meno uno sei ovviamente te.
Citazione:

Siamo NOI e il nostro modello di vita che esige la morte e la sofferenza; che esige che altri vengano soppressi e tosati meglio di noi; è il nostro modello di vita
NO, NO ed ancora NO.

Non puoi applicare la "teoria della coperta corta" a tutto e fuori dal suo contesto.

NO.

Se la tua produttività aumenta puoi legittimamente avere di più senza prendere nulla a nessuno.
Se tu ti doti di strumenti atti ad aumentare la tua produttività puoi avere di più. Se non fosse così saremmo tutti fermi a prima dell'età della pietra.

Citazione:

... siamo NOI il problema. Siamo NOI i pezzi di merda, NON loro.
Il problema è semmai quello che molti, te compreso, credono di sapere.

Tutto quello che non sai è vero. (cit.)

Buon Anno a tutti.
maryam
#75 maryam 2015-12-31 19:50
Il CAOS CLIMATICO ha avuto una accelerazione nel 2015 e la NASA promette un escalation.
ALTRI VELI DA TOGLIERE!!!
60 ANNI di manipolazioni massicce!

“Questo tipo di Warfare ha la particolarità di poter essere così astuta, da essere difficilmente riconosciuta come arma di battaglia” (Weapon Group NATO Von Kàrmòn Comittee 1961).

La guerra ambientale non è più solo un’ipotesi: è già in atto.
"Il conflitto fra chi aspira al benessere e chi difende il proprio è il paradigma di questo secolo. La manipolazione dell’ambiente ne è il fronte centrale. Da Cartagine all’Iraq, via Vietnam, si distrugge la natura per annientare il nemico. E sè stessi." (Fabio Mini)

"La ‘guerra climatica’ minaccia il futuro dell’umanità, ma è stata casualmente esclusa dalle relazioni per le quali l’IPCC ha ricevuto nel 2007 il Premio Nobel per la pace”. Michael Chossudovsky



www.nogeoingegneria.com/


BUON ANNO A TUTTI E UN GRAZIE DI CUORE A MAX.
Calvero
#76 Calvero 2015-12-31 19:59
Citazione Mande:


Calvero, suvvia, basta autorazzismo. Almeno a capodanno.


Edit - h 20,22 - Ho cancellato il vaffanculo, penso di avere abbastanza confidenza con Te, ma magari non ce l'ho, quindi lo ritiro

Vaffanculo il capodanno e l'autorazzismo ;-) ... che esiste solo nei Ministeri della verità, in via 1984, dopo il semaforo - lì dove battono le troie di regime, primo scappellamento a destra ...

... non è che se giochi sulla semantica improvvisata, ti esimi dal doverla legittimare.

Si parla di autoresponsabiltà, al limite, se proprio ti piace giocare con le parole. Il razzismo c'entra quanto la verginità di Cicciolina.


Citazione:

Tu da dove provieni, scusa?
Mi pare ti sia sfuggito il NOI

(e questo la dice lunga)

Citazione:

O come ogni buon autorazzista segui la formula Italiani = Italiani - 1?
Dove quel meno uno sei ovviamente te.
Questo è quello che sostieni tu, non io. Quindi non so di cosa stai parlando. Te la scrivi e te la canti da solo.

La massa critica ---> è ciò che fa la differenza. Bada che "Italiani=italiani - 1" ... (Cristo che tristezza) è una forca logica (sai cos'è? ;-) ); che, se permetti, provale con qualche sbarbatello queste formule, quelli che ancora non sanno l'ABC della dialettica. Non vale su LC - soprattutto su LC.


Citazione:

NO, NO ed ancora NO.

Non puoi applicare la "teoria della coperta corta" a tutto e fuori dal suo contesto.


NO.

Se la tua produttività aumenta puoi legittimamente avere di più senza prendere nulla a nessuno.
Se tu ti doti di strumenti atti ad aumentare la tua produttività puoi avere di più. Se non fosse così saremmo tutti fermi a prima dell'età della pietra.
Ottimo (ovviamente sono ironico) Vecchio ed efficace metodo per lavarsi la coscienza. Non nel villaggio globale. O forse non sai che comfort e progresso sono due cose in antitesi? Il "di più" è sbagliato a prescindere, e rientra nelle ambizioni che hanno generato quello a cui nessuna economia può mettere mano; è questo che non ti torna, e qualcuno dovrà pagarlo sulla sua pelle. Che non è la tua, che fai il frocio col culo degli altri, cioè con i tuoi strumenti che sono come le Chiese, bianche fuori e .... (il resto è noto)

Citazione:

Il problema è semmai quello che molti, te compreso, credono di sapere.

Tutto quello che non sai è vero. (cit.)

Buon Anno a tutti.
Quindi vale anche per Te ...

... non tentare giochi dialettici.
Cinqui
#77 Cinqui 2015-12-31 20:00
Citazione Mande:

Calvero, suvvia, basta autorazzismo. Almeno a capodanno.

Tu da dove provieni, scusa?

O come ogni buon autorazzista segui la formula Italiani = Italiani - 1?
Dove quel meno uno sei ovviamente te.


Il fatto che parli di NOI, e non di VOI, lo dovrebbe includere nella lista, o no?
utrevolver
#78 utrevolver 2015-12-31 20:18
Scusate il fuori tema:

ilgiornale.it/.../...

Adesso dovrebbe crollare come le Torri e WT7, no? :)
Calvero
#79 Calvero 2015-12-31 20:20
Citazione etrnlchild:
Citazione Calvero:
Siamo NOI e il nostro modello di vita che esige la morte e la sofferenza;


E' vero. Noi siamo il problema e quindi tra noi c'e' la soluzione. I cambiamenti non sono mai venuti dalle masse, che come il gregge, vengono guidate da pochi.
Però se guardi indietro non puoi non dire che oggi, in termini numerici, c'è sicuramente una maggiore attenzione verso certe tematiche.


Certo. Peccato che la maggiore attenzione viene da coloro a cui adesso brucia il culetto e adesso non sanno a che santo votarsi. Questa "maggiore attenzione" - come tu giustamente la chiami, non riguarda una presa di coscienza, ma la paura di non arrivare a fine mese. E a costoro, appena qualcuno offrirà loro un vantaggio, la rivenderanno seduta stante. Perché non nasce dalla coscienza, ma dalla paura. Nella maggioranza di questa maggioranza (scusa il gioco di parole) non c'è nessuna voglia di verità; c'è voglia di vendetta... e sai verso chi (?) verso gli altri. Primo Levi docet. Minimamente si sognano di fare autocritica, ma vogliono sul patibolo i colpevoli, che sono sempre gli altri.

Non bastano le informazioni, è la psicologia che fa testo: da duemila anni. Se la cosiddetta controinformazione continuerà ad osservare a imbuto la realtà, in realtà fa quello che fa la "Medicina commerciale ®" ... e cioè DUE cose:

1) si punta ancora una volta ai sintomi (e non alla malattia);

2) si alimenta la logica della nicchia che, per quanto più grande, rimarrà sempre nicchia (finché sarà concesso).

Citazione:
E' vero. Noi siamo il problema e quindi tra noi c'e' la soluzione.
Certo che sì.
alexbell64
#80 alexbell64 2015-12-31 20:23
Citazione utrevolver:
Scusate il fuori tema:

ilgiornale.it/.../...

Adesso dovrebbe crollare come le Torri e WT7, no? :)


Esattamente, la prima cosa che ho pensato anch'io....Attivissimo & Compagnia, dove siete??
Marzo
#81 Marzo 2015-12-31 21:12
dipende se sotto c'è il parcheggio pieno di macchine che hanno fatto il pieno... :hammer:
rygel
#82 rygel 2015-12-31 21:48
Riguardante l'incendio in corso qui c'è il live di FOX News www.youtube.com/watch?v=VhnoZXsv7Jo
spettatore
#83 spettatore 2016-01-01 13:23
Auguri di buon anno a tutti e specialmente al "padrone di casa" Massimo.
Per quanto riguarda il grattacielo a fuoco...beh...PULL IT !!!!!!


Lo spettatore
spettatore
#84 spettatore 2016-01-01 14:15
Dimenticavo......

www.controinformazione.info/.../#

annamo bbbene !!!


Lo spettatore
Mande
#85 Mande 2016-01-01 16:07
Citazione Calvero:

Vaffanculo il capodanno e l'autorazzismo ;-) ... che esiste solo nei Ministeri della verità, in via 1984, dopo il semaforo - lì dove battono le troie di regime, primo scappellamento a destra ...

... non è che se giochi sulla semantica improvvisata, ti esimi dal doverla legittimare.

Si parla di autoresponsabiltà, al limite, se proprio ti piace giocare con le parole. Il razzismo c'entra quanto la verginità di Cicciolina.

Partiamo dalla questione del razzismo. Con autorazzismo si intende il razzismo verso se stessi come l'autoflagellazione è l'atto di flagellarsi da soli.

Nel momento in cui tu prendi un insieme di persone differenti e le riunisci in un unico aggregato hai creato una razza.
Quando tu dichiari che esiste una razza superiore ed una inferiore sei un razzista.
Diventi autorazzista quando dichiari non solo che esiste una razza ontologicamente inferiore ma anche che tu ne fai parte.

Questo era il senso generale del tuo commento.

Certo non sei il primo autorazzista della storia.
it.wikiquote.org/wiki/Benito_Mussolini
Citazione:

Governare gli italiani non è difficile, ma inutile. (citato in Giulio Andreotti, Governare con la crisi, Rizzoli, 1991)
Mussolini, che era italiano, pensava che governare gli italiani fosse tempo perso da quanto erano inferiori.

I liberisti hanno chiesto l'indipendenza delle banche centrali perché altrimenti il politico, influenzato ed eletto dalla razza inferiore del popolo, avrebbe potuto abusare dello strumento monetario.

Ma anche in tempi recenti tutti i cosiddetti "europeisti" hanno seguito le sue linee guida. Sostanzialmente l'ideologia del "vincolo esterno" prevede che gli italiani siano troppo stupidi per sapersi governare da soli. Abbiamo bisogno dunque di un potere esterno che ci obblighi a fare la cosa giusta, il cossidetto vincolo.

E bada bene, non ti sto dando ne del fascista ne del liberista o dell'"europeista".

Quello che però forse ti è sfuggito, ed anche a Cinqui pare, è il passaggio del "Popolo eletto".
Il noi diventava un noi di LC che non abbiamo il coraggio. Il coraggio di puntare il dito contro la razza inferiore del popolino dalla quale provengono anche i giornalisti.

Ti facevo dunque notare una strana ambiguità comune un po a tutti quelli che fanno discorsi autorazzistici.

"Gli italiani sono tutti corrotti" meno me ovviamente anche se lo lascio implicito.
"Gli italiani sono incapaci di governarsi" meno me che ovviamente li governo.
"Gli italiani sono tutti disinformati da giornalisti perché anche i loro giornalisti sono italiani e dunque disinformati" meno Calvero e tutti quelli che frequentano LC.

E' complesso e sfumato il limite tra razzismo ed autorazzismo. Alle volte sembra che l'autorazzista in realtà cerchi di flagellare gli altri più che se stesso.
Mande
#86 Mande 2016-01-01 16:33
Citazione Calvero:
Citazione Mande:

Se la tua produttività aumenta puoi legittimamente avere di più senza prendere nulla a nessuno.
Se tu ti doti di strumenti atti ad aumentare la tua produttività puoi avere di più. Se non fosse così saremmo tutti fermi a prima dell'età della pietra.


Ottimo (ovviamente sono ironico) Vecchio ed efficace metodo per lavarsi la coscienza. Non nel villaggio globale. O forse non sai che comfort e progresso sono due cose in antitesi? Il "di più" è sbagliato a prescindere, e rientra nelle ambizioni che hanno generato quello a cui nessuna economia può mettere mano; è questo che non ti torna, e qualcuno dovrà pagarlo sulla sua pelle. Che non è la tua, che fai il frocio col culo degli altri, cioè con i tuoi strumenti che sono come le Chiese, bianche fuori e .... (il resto è noto)

Perché dovresti essere ironico sull'ottimo?
it.wikipedia.org/wiki/Ottimo_paretiano
Citazione:

L'ottimo paretiano o efficienza paretiana è un concetto introdotto dall'economista italiano Vilfredo Pareto, largamente applicato in economia, teoria dei giochi, ingegneria e scienze sociali. Si realizza quando l'allocazione delle risorse è tale che non è possibile apportare miglioramenti paretiani al sistema, cioè non si può migliorare la condizione di un soggetto senza peggiorare la condizione di un altro.
La definizione di ottimo è proprio quella. Una situazione in cui non è possibile migliorare senza che per qualcuno la situazione peggiori. Il problema semmai è che qualcuno ti aveva convinto di aver raggiunto l'ottimo. Eppure l'umanità, nel suo complesso, ha migliorato e di molto le sue condizioni di vita rispetto anche solo ad un secolo fa.

Citazione:

O forse non sai che comfort e progresso sono due cose in antitesi?
NO, non lo so. Ma sono sicuro che tu saprai spiegarmelo.
In pratica se il progresso mi da una caldaia il fatto che la mia casa abbia una temperatura ottimale diminuisce il mio confort?

Citazione:

Il "di più" è sbagliato a prescindere, e rientra nelle ambizioni che hanno generato quello a cui nessuna economia può mettere mano; è questo che non ti torna, e qualcuno dovrà pagarlo sulla sua pelle.
Recitiamo il rosario secondo Calvero. Ripetiamo insieme "Il di più è sbagliato a prescindere.".

Il naufrago sull'isola deserta non deve costruirsi un riparo dalle intemperie. Il di più è sbagliato a prescindere.
Quand'anche trovasse un rifugio già costruito non dovrebbe aggiungere un caminetto per scaldarsi d'inverno. Il di più è sbagliato a prescindere.
Se poi volesse mangiare è suo obbligo cibarsi di bacche. Non ha diritto a coltivare nulla. Il di più è sbagliato a prescindere.
Se invece preferisce il pesce non può costuirsi canne, reti, lance. Il di più è sbagliato a prescindere.
Ovviamente se riesce a pescare gli è assolutamente vietato cucinare il pesce. Il di più è sbagliato a prescindere.

Ah Calvè, lasciatelo dì, a me pare proprio na' stronzata.

Comunque sei libero di approfondire e spiegare meglio ciò che intendevi.
Calvero
#87 Calvero 2016-01-01 18:27
Citazione Mande:

Partiamo dalla questione del razzismo. Con autorazzismo si intende il razzismo verso se stessi come l'autoflagellazione è l'atto di flagellarsi da soli.


Non serve che ti arrampichi sugli specchi, le stronzate le spariamo tutti. Fai prima ad ammettere che vuoi far entrare a forza un concetto in un altro.

E così passi da una forzatura a un sofisma. Prendere atto di una situazione, finisce nel prenderne atto. Quello che ci aggiungi tu, sonno affari tuoi; sono cose che hai aggiunto tu.

A seguire approfondisco.

Citazione:

Nel momento in cui tu prendi un insieme di persone differenti e le riunisci in un unico aggregato hai creato una razza.
Quando tu dichiari che esiste una razza superiore ed una inferiore sei un razzista.
Diventi autorazzista quando dichiari non solo che esiste una razza ontologicamente inferiore ma anche che tu ne fai parte.
Sì? ... e che cazzo c'entra? ... quindi il tirare le somme non esiste, perché in realtà è una questione di razzismo :perculante:

Si parla di massa critica, dai Mande, non ho tempo per queste bambinate.

Citazione:

Questo era il senso generale del tuo commento.
Né generale, né peculiare alla mia posizione, né specifico; è il senso generale - invece - della superficialità con cui hai pensato di raggirare un ostacolo, e hai trovato chi non si fa prendere per il culo. Tutto qui.

Citazione:

Certo non sei il primo autorazzista della storia.
it.wikiquote.org/wiki/Benito_Mussolini
Rilevo tristemente l'acidità che trapela nella tua volontà a etichettare infantilmente, quando non riesci in un approccio lessicalmente onesto. Questo, ahimè, è un pessimo segnale.

Citazione:

Governare gli italiani non è difficile, ma inutile. (citato in Giulio Andreotti, Governare con la crisi, Rizzoli, 1991)
Usare citazioni di Andreotti, è come sentire parlare di scienza Piero Angela, o di musica Ligabue; sai solo tu da quale consapevolezza e da quale prospettiva andrebbero valutate simili frasi.

Citazione:

Mussolini, che era italiano, pensava che governare gli italiani fosse tempo perso da quanto erano inferiori.

I liberisti hanno chiesto l'indipendenza delle banche centrali perché altrimenti il politico, influenzato ed eletto dalla razza inferiore del popolo, avrebbe potuto abusare dello strumento monetario.

Ma anche in tempi recenti tutti i cosiddetti "europeisti" hanno seguito le sue linee guida. Sostanzialmente l'ideologia del "vincolo esterno" prevede che gli italiani siano troppo stupidi per sapersi governare da soli. Abbiamo bisogno dunque di un potere esterno che ci obblighi a fare la cosa giusta, il cossidetto vincolo.

E bada bene, non ti sto dando ne del fascista ne del liberista o dell'"europeista".
Ti sfugge che Mussolini aveva studiato la psicologia di massa, e le sue affermazioni sono sempre discese dalla consapevolezza di dire quello che dovevano tutti sentirsi e sentire dire.

Gli europeisti sono una favola per bambini idioti, quanto i non europeisti. A gestire le cose è il NWO ... né europeisti, né altre fanfallucchere che ti sei bevuto e di cui, né tu né le tue idee, giuste o meno che siano, verranno prese in considerazione da nessuno. Tu, come le tue idee, conti un beato cazzo. Questi sono i fatti.

Citazione:

Quello che però forse ti è sfuggito, ed anche a Cinqui pare, è il passaggio del "Popolo eletto".
Il noi diventava un noi di LC che non abbiamo il coraggio. Il coraggio di puntare il dito contro la razza inferiore del popolino dalla quale provengono anche i giornalisti.

Ti facevo dunque notare una strana ambiguità comune un po a tutti quelli che fanno discorsi autorazzistici.

"Gli italiani sono tutti corrotti" meno me ovviamente anche se lo lascio implicito.
"Gli italiani sono incapaci di governarsi" meno me che ovviamente li governo.
"Gli italiani sono tutti disinformati da giornalisti perché anche i loro giornalisti sono italiani e dunque disinformati" meno Calvero e tutti quelli che frequentano LC.

E' complesso e sfumato il limite tra razzismo ed autorazzismo. Alle volte sembra che l'autorazzista in realtà cerchi di flagellare gli altri più che se stesso.


La rampicata sugli specchi, non ti è riuscita; ti sei dovuto arrabbattare in queste formule, che, come ho dimostrato poco sopra, sono fallaci; sofismi posati su di una falsa premessa. Sono idee e concetti, partoriti da Te - non da me.

Alla gente gliene sbatte le palle della cura con cui avvicini l'economia. La massa critica non la smuovi. Questi sono i fatti dimostrati. Questa è la storia che hai alle spalle e che hai davanti a Te a ai "tuoi" figli, che - o si prodigheranno per trovarsi un posticino al Sole, o la prenderanno in culo. Come meritano.

Il problema è univocamente psicologico e solo un'inversione di paradigma del modello esistenziale, potrebbe cambiare le cose.
Calvero
#88 Calvero 2016-01-01 18:55
Citazione Mande:

Perché dovresti essere ironico sull'ottimo?
it.wikipedia.org/wiki/Ottimo_paretiano

L'ottimo paretiano o efficienza paretiana è un concetto introdotto dall'economista italiano Vilfredo Pareto, largamente applicato in economia, teoria dei giochi, ingegneria e scienze sociali. Si realizza quando l'allocazione delle risorse è tale che non è possibile apportare miglioramenti paretiani al sistema, cioè non si può migliorare la condizione di un soggetto senza peggiorare la condizione di un altro.


Certo, e come dice NATALINO nel video che ha postato in commenti liberi Incredulo, Te ti sei bevuto la propaganda in un sol sorso e pensi che lavarsi la coscienza scientificamente, legittimi una società rispetto a quella società che se la lava moralmente :perculante:

Quindi tu non sai, che l'illuminismo e il positivismo sostenuto e creato all'uopo dalle stesse élite che adesso tirano i fili della grande finanza, hanno imposto un modello culturale e sociologico, affinché il mondo non prendesse la piega che stava - finalmente - prendendo? ... no, non lo sai, perché Te e i maledetti imbecilli acculturati a cui abbocchi, credono che i numeri spieghino ogni cosa ...

... Te, non divergi da altri utenti che la pensano diversamente da Te in economia, né da altri qui dentro; sei convinto che il tuo pensiero rifugga certi trollaggi; in realtà contribuite tutti alla stessa maniera al mondo di merda e assassino che infanga la nostra umanità..

... ugualmente, al momento opportuno, adotti la forma mentis dello scienziato che dice che la "Pecora è tosata solo dal lato cui viene osservata" ;-)

Abbiamo mandato il buonsenso a puttane, tutto per questa merdosa vanità intellettuale di cui anche ti ci riempi la boccca credendo di portare nozioni valide a comprendere la realtà, mentre servono a confermarla nella sua indegna e disumana prospettiva.


Citazione:

La definizione di ottimo è proprio quella. Una situazione in cui non è possibile migliorare senza che per qualcuno la situazione peggiori. Il problema semmai è che qualcuno ti aveva convinto di aver raggiunto l'ottimo. Eppure l'umanità, nel suo complesso, ha migliorato e di molto le sue condizioni di vita rispetto anche solo ad un secolo fa.
Certo, vieni a casa mia, che ti faccio scopare mia sorella. Le famose migliori intenzioni. Perdindirindina.

A me non deve convincermi nessuno e, soprattutto, è la propaganda che ti induce a credere che per capire la realtà bisogna essere dotti; è la propaganda che ti inculca la cultura per tenerti in disparte dalla conoscenza.

Tienitelo il tuo mondo di merda. E la convinzione che la vita sia migliore di una volta. Visto che confondi l'esistenza con la vita. Ah vero!... a scuola ti hanno insegnato che i Greci erano così, i Romani erano colì, che il medioevo funzionava a quel modo, che la rivoluzione francese era scoppiata per questo e non per quello.

E tu saresti quello che urla per difenderci dalla cattiva finanza? :-)

Mi fa tristezza che anche Incredulo sia rimasto cieco ai concetti sottesi dei tuoi discorsi.



Citazione:


NO, non lo so. Ma sono sicuro che tu saprai spiegarmelo.
In pratica se il progresso mi da una caldaia il fatto che la mia casa abbia una temperatura ottimale diminuisce il mio confort?
No.

Il progresso è stato discusso in senso a un concetto di civiltà. Non fare l'indiano. Il progresso di una civiltà è tale quando per far stare bene chi sta peggio di Te, tu come - civiltà - sai rinunciare. Anche arrivando al minimo sindacale per una vita che è sufficiente la si possa definire dignitosa.

Il tuo grasso culo e il mio grasso culo, posano sulla sofferenza e sull'assassinio e la barbarie di interi popoli, per far sì che il nostro modello di vita non venga intaccato e, soprattutto; la propaganda pompa a dismisura per instillare ambizioni che non ci appartengono. Vediamo se ci arrivi.

Citazione:


Recitiamo il rosario secondo Calvero. Ripetiamo insieme "Il di più è sbagliato a prescindere.".

Il naufrago sull'isola deserta non deve costruirsi un riparo dalle intemperie. Il di più è sbagliato a prescindere.
Ti avevo avvisato di smetterla coi giochi dialettici, Mande. Non sei all'altezza; è un fatto.

Con le iperboli, oltre a pulirmici il culo, come avevo già argomentato sul vecchio LC, non si va seriamente da nessuna parte; sono anche il sintomo principe di chi è costretto a forzare in logiche manichee ciò che manicheo non è.

Citazione:

Ah Calvè, lasciatelo dì, a me pare proprio na' stronzata.

Comunque sei libero di approfondire e spiegare meglio ciò che intendevi.
Non ho approfondito. Ho illuminato meglio due cose del tuo approccio nei contraddittori.

1) ... non riesci a non forzare e a non etichettare faziosamente i concetti;

2) ... non hai ancora avuto il coraggio di ammettere che non conti un cazzo, intendo come cittadino; cioè suddito.
incredulo
#89 incredulo 2016-01-01 19:31
Calvero

Citazione:
Mi fa tristezza che anche Incredulo sia rimasto cieco ai concetti sottesi dei tuoi discorsi.
Non essere "triste" Calvero.... ;-)

Non è una questione di essere "ciechi" o meno.

Mande nel post che ho apprezzato buttava nell'arena il suo cuore e, quello che manifestava, c'era un intento sincero e pulito, era l'espressione sincera di qualcosa in cui crede fermamente.

Il suo grido:"Sono incazzato e tutto questo non lo accetterò più" è più significativo di qualsiasi "analisi" tecnica.

Nel suo post successivo, ho apprezzato gli aspetti tecnici, di alto livello, che supportavano concretamente il suo sentire.

Poco importa se esistono altre letture, anche più profonde se vogliamo, delle questioni di cui si discute.

Quando qualcuno esprime il suo sentire con quella forza e con quelle motivazioni sincere, non può fare altro che ricevere il mio apprezzamento.

Così come apprezzo il tuo di sentire.

Perchè anche se il tuo ed il suo sembrano distanti fra loro, sono in realtà più vicini di quanto tu possa pensare.

Buon Anno vecchio.... :pint:
Mande
#90 Mande 2016-01-01 19:50
Citazione Calvero:

Non ho approfondito. Ho illuminato meglio due cose del tuo approccio nei contraddittori.

E devo dunque aspettarmi che mai approfondirai?

Enunci dei concetti particolarmente strani e sicuramente innovativi e non ti dai cura di spiegarli? Perchè?
Vuoi che rimanga ignorante?

Citazione:

1) ... non riesci a non forzare e a non etichettare faziosamente i concetti;
Il problema dunque sono io. Non sono in grado di spiegare senza "forzature"?
A parte che quelle che tu chiami forzature io li chiamo paradossi e sono usati da una vita per spiegare le cose.
Se fosse vero quel che dici allora sarebbe vera anche situazione "x". Ma siccome situazione "x" è evidentemente falsa allora anche la tua proposizione è errata.

Se tu mi dici che 2+2=5.
1)Capisco che non conosci la matematica.
2)Provo ad usare un paradosso:
"Io ho due mele, vengo a casa tua e le appoggio sul tavolo. Tu hai due mele e le appoggi anche tu. A questo prova a contare le mele sul tavolo e ottieni quattro, non cinque. Di conseguenza puoi capire anche tu che 2+2=4"

Se io non so spiegare puoi sempre avvalerti di altre spiegazioni liberamente disponibili sul web.
Il concetto di autorazzismo mica l'ho inventato io sai. Leggi e rifletti prima di replicare. Ne va veramente della tua credibilità.

lintellettualedissidente.it/.../...
leragionidellaformica.blogspot.it/.../...

Citazione:

2) ... non hai ancora avuto il coraggio di ammettere che non conti un cazzo, intendo come cittadino; cioè suddito.
Perché è falso?
Certo non ho influenze in politica ma io almeno votando conto un sessantamilionesimo. Pochissimo ma non zero.
Solo chi non vota è sicuro di contare zero.

Citazione:

Il progresso è stato discusso in senso a un concetto di civiltà. Non fare l'indiano.
Ti risulta abbia partecipato alla discussione?
Progresso di civiltà poi è un concetto così ampio e variegato da dire poco o nulla. Civiltà poi quale? Occidentale? Mussulmana? Tibetana o Cinese?
Chi stabilisce quale civiltà è meglio delle altre o più progredita? Su che basi?
Citazione:

Il progresso di una civiltà è tale quando per far stare bene chi sta peggio di Te, tu come - civiltà - sai rinunciare.
NO! NO! NO!
Ci vuole tanto a capire che possiamo stare tutti meglio? Che esistono le politiche win-win? Se non conosci l'economia Calvero c'è la storia!
Calvero
#91 Calvero 2016-01-01 23:42
Citazione Mande:

E devo dunque aspettarmi che mai approfondirai?


Non hai compreso. Non te ne accorgi probabilmente, ma tu mi hai chiesto di approfondire quello che hai partorito tu, e non quello che sostengo io. Per questo ti ho detto che ho illuminato il tuo contraddittorio. Se permetti non sono Dio e parlo delle mie idee, non delle tue, che oltretutto non riguardano minimamente le mie.

Citazione:

Enunci dei concetti particolarmente strani e sicuramente innovativi e non ti dai cura di spiegarli? Perchè?
Vuoi che rimanga ignorante?
No, calma. Il mio primo intervento, era (ed è) un apprezzamento positivo e - insieme, cioè contemporaneamente, una critica negativa al pensiero di Massimo Mazzucco detto redazzucco. Mettiamo i puntini sulle "i" ... intanto, cioè:

- a denunciare secondo il mio parere [che lo voglio severissimo], come la sua analisi [di Mazzucco] mancava e manca di un tassello cruciale; e cioè di quanto è mancato riconoscere debitamente quanto è stronzo il volgo/popolame (che poi a Te ho tradotto in "massa critica") e nel senso cioè che queste disamine, sostanzialmente, lasciano sempre a livello di "sfumatura e cosa di passaggio" ciò che invece sarebbe da sondare parimenti; è la base su cui il costrutto del capitale umano si forma e anche sostiene il sistema così come lo conosciamo.


Citazione:

Il problema dunque sono io. Non sono in grado di spiegare senza "forzature"?
A parte che quelle che tu chiami forzature io li chiamo paradossi e sono usati da una vita per spiegare le cose.
Se fosse vero quel che dici allora sarebbe vera anche situazione "x". Ma siccome situazione "x" è evidentemente falsa allora anche la tua proposizione è errata.
La maestra avvisa i suoi alunni che è ora di fare educazione sessuale (è vecchia eh... la barzelletta, voglio dire, quindi non c'è nessuna pretesa di far ridere):

- Bene ragazzi - dice la maestra - oggi parliamo della masturbazione, non sentitevi in imbarazzo perché il sesso è parte della nostra vita, quindi se qualcuno di voi volesse introdurre l'argomento, lo apprezzerei molto.

Ovviamente ad alzare la mano è Pierino (poteva essere altrimenti?).

- Dimmi Pierino, parlami della masturbazione.

- Sì maestra. Posso fare uno schizzo alla lavagna?

____________

Carina, no?

Se vogliamo fare una lezione sulle figure retoriche, facciamola e anche se è noto che io litigo volentieri con l'italiano, la logica dell'argomentare mi è ben nota.

Sì, il problema sei tu, ma detta così, sembrerebbe che il problema che ti riguarda trascenda sulla questione economica, ma non è così, sia chiaro. In realtà 'Sei tu' cioè nel momento che, ad argomentazione avversa la tua (profondamente avversa la tua) il tuo primo istinto è quello di portarla a un livello che non riguarda il concetto in questione.

Capiamoci, non è che l'accezione di manicheo (ma anche l'iperbole) è a prescindere negativa, lo è quando la dialettica forza una posizione e si arroga significati che non la riguardano. Perché, esempio stupido, se parliamo di colori, e io ti dico che "il nero è nero e basta. Punto. Fine della storia".... certo che sono manicheo, perché è così; non vi è nulla di disonesto nell'applicare opinioni ferree in tal senso.

Vale anche per le iperboli, perché se stiamo discutendo (altro esempio stupido) della seconda guerra mondiale che in nome di schifosi interessi ha fatto settanta milioni di morti e qualcuno esordisce con "mondo di merda", ecco che l'iperbole è giustificata e in frequenza all'oggetto.

L'autorazzismo invece, quello che tu hai imposto al mio discorso, non solo è un iperbole ingiustificata, insieme all'analogia dell'isola, ma è stato anche un modo per portare su un altro piano un discorso che non lo riguarda. Non c'entra se l'autorazzismo esista o meno, ci sei? (che poi è una sonora stronzata intellettualoide questa, e te la sei bevuta; dove si danno per scontate posizioni e premesse che si chiudono in un discorso circolare, come sono uso i testimoni di Geova e non solo loro).

Citazione:

Se tu mi dici che 2+2=5.
1)Capisco che non conosci la matematica.
2)Provo ad usare un paradosso:
"Io ho due mele, vengo a casa tua e le appoggio sul tavolo. Tu hai due mele e le appoggi anche tu. A questo prova a contare le mele sul tavolo e ottieni quattro, non cinque. Di conseguenza puoi capire anche tu che 2+2=4"

Se io non so spiegare puoi sempre avvalerti di altre spiegazioni liberamente disponibili sul web.
Il concetto di autorazzismo mica l'ho inventato io sai. Leggi e rifletti prima di replicare. Ne va veramente della tua credibilità.
Un appello all'autorità questo, che vale quanto il due di coppe quanto la briscola è denari. Non serve che l'hai inventato tu, né che lo riporti wikipedia o una merda di università. Anche la democrazia - viene spiegato - esiste, invece non esiste. Eppure, che vuoi farci.

Figurati poi una baggianata come l'autorazzismo, che è notevolmente più debole della democrazia come posizione.

Il concetto di autoflagellazione che hai voluto inserire rincarando la dose, è poi una presunzione non da poco. Chi credi possa fare simili processi alle intenzioni? a livello sociale poi :roll: che è dello stesso tenore di quei circoli degli psicologici - dove si è deciso che il "complottismo" è una patologia di gente da poco ... Mazzucco compreso. Mi spiace per questi imbecilli: ma non c'è nessun masochismo, o pensi che lo spettro della psicologia umana, soprattutto a livello antropologico, sia da considerarsi come nei cartoni della Walt Disney? :perculante:

... l'umanità ha quello che si merita. Tutto qui. Superiorità, inferiorità, commiserazione e altre falsità stile FREUD, c'entrano nulla.

Non è un bene, non è un male; si chiama giustizia. Non ti sta bene? La giustizia esiste, checché ne dicano gli intellettualoidi; quella della Vita, esiste e funziona perfettamente, sai da quando? ... da quando la Vita si è affacciata sul pianeta.

L'autoflaggellazione e altre pompose disamine imparruccate e sostenute dalla propaganda, insieme ai loro fac-simili, sono i degradati sintomi dell'uomo incapace a non saper guardare più oltre.

Citazione:


Certo non ho influenze in politica ma io almeno votando conto un sessantamilionesimo.
Beh, sei ottimista allora.

Tu sei uno schiavo salariato che paga il pizzo al potere per garantirti che non vengano a romperti il culo. Tutto qui.

Come avevo riportato al mio primo post, e probabilmente hai fatto finta di non coglierne l'importanza, è dai tempi (e anche prima) che le oligarchie sganciate dal "fenomeno voto" fanno tutto quello devono fare. Gli americani sovvenzionavano Hitler e gli alleati insieme, così come accade oggi e stava spiegando Mazzucco (non riesci a fare 1+1? :-) ) .... per una banalissima strategia che va avanti da allora e tu, tu pensi di contare qualcosa? :-D

... tu sei il nulla assoluto (Non come uomo, beninteso). Non solo non puoi influenzare neanche in maniera infinitesimale il potere, ma anche quella volta che farai qualcosa che può impensierire lo status quo, allora verrai cancellato. La lista è lunga. Non la conosci? Si va dai personaggi singoli politici, a quelli laici, a quelli religiosi; sino alle società intere, ai popoli con le rivoluzioni colorate, mai sentito parlare? ... tu sei uno ZERO assoluto...

.. la differenza tra "Te" e "Me" ... è solo il prenderne atto.

Citazione:


Chi stabilisce quale civiltà è meglio delle altre o più progredita? Su che basi?
Quando ti conviene è ampio e quando non ti conviene diventa autorazzismo ;-) deciditi.

Detto questo, mica perché il concetto di civiltà richiederebbe un Topic a parte, allora significa che il tuo autorazzismo si autolegittima, giusto? ;-)

Perché pensi di raggirarmi con queste formule?

Citazione:

NO! NO! NO!
Ci vuole tanto a capire che possiamo stare tutti meglio? Che esistono le politiche win-win? Se non conosci l'economia Calvero c'è la storia!
Guarda che solo se è nato prima o l'uovo o la gallina, è l'unico dilemma che rimane dubbio.

Che sia nato l'uomo prima dell'economia è un fatto incontrovertibile. Sei tu che non accetti una cosa così semplice, che non ci riesci.

Se non conosci l'uomo, tu non puoi conoscere nulla. Neanche il mondo.

Le élite, alla faccia tua e dei tuoi stupidi conteggi, conoscono l'uomo e su quello basano le strategie economiche che si adattano mano mano.

Qualsiasi cosa tu faccia, anche matematicamente a ragione, che però esclude il 'fattore uomo' ... ecco che allora il cetriolo torna in culo all'ortolano. A seconda. Con violenza o meno. Dolcemente o con il sangue. Dipende dal contesto e dalla realtà socio/culturale lì valutata. Altra cosa certa: - è che più ti muoverai secondo ciò che è matematicamente giusto, più sarà violenta la risposta.

Se l'uomo non cambia, non ci sarà economia che cambierà il mondo.

Fatti il segno della croce su questo. E te lo dico laicamente. Insieme alla storia scritta dai vincitori.

Quante fette vuoi mangiarne ancora, prima di capire che è polenta?
etrnlchild
#92 etrnlchild 2016-01-02 00:40
Citazione Calvero:
E siamo NOI che li VOTIAMO ... e non nelle cabine elettorali ;-) ma con le nostre futili, miserevoli, abominevoli, squallide e schifose ambizioni. Siamo noi l'economia.


Secondo me non è principalmente questo, le ambizioni intendo. Il problema, a mio avviso più profondo, è cercare in tutti i modi di allontanare la sofferenza. L'uomo mette in campo ogni azione possibile per esorcizzarla.
Quando parlo di sofferenza intendo sia quella fisica che quella psicologica. Quella che deriva dalla "perdita", nel senso più ampio possibile.
E il non voler "soffire" che impedisce alla maggior parte delle persone (in buona fede) di non vedere, ad esempio, i fatti dell'11/9. Così come si accetterebbe a fatica che un proprio caro sia un efferato assassino, o che la persona amata che crediamo di conoscere ci tradisca. Troppa sofferenza.

In fin dei conti è questo che muove la maggior parte di noi, dai "buoni" ai "cattivi".

Se pensiamo alla morte come atto di distacco supremo, il successo di molte delle religioni, in questo campo, diventa lapalissiano.

Oggi però si potrebbe creare un paradiso terrestre, le condizioni tecnologiche, tecniche e di risorse ci sono tutte.
Ma la maggior parte degli individui crede di essere stata cacciata da questo luogo, che è stato definito irrealizzabile su questa terra, qui e ora, per essere destinata a vivere in una valle di lacrime e che il "premio" per questa sofferenza si concretizzerà in un altro spazio e luogo.

Manca, storicamente, una visione; e il fatto che noi abbiamo costruito sul sangue e lo sfruttamento il nostro "benessere" non aiuta, ma anzi conferma ai più la natura "malvagia" del nostro essere in questo mondo di sofferenza e lacrime, dove l'unico modello economico è quello del mors tua vita mea. E' questo che frena il vero cambiamento. Un male secolare ben impiantato da chi sapeva il fatto suo (o forse no) e che per sradicarlo sarà necessario un certo sforzo collettivo. Pretenderlo da tutti è impossibile, utopico, e in fondo non necessario.

Questa visione positiva (tale da creare massa critica) è da costruire. Questo mondo di non-sofferenza è tutto da disegnare. Ma progetto e materiali ci sono.

Calvero, tutti sanno, in fondo in fondo, guardandosi allo specchio, la propria autoresponsabilità. Probabilmente i più non sono poi così ambiziosi; semplicemente hanno paura; di soffire, di perdere anche quel poco. Questo perchè non hanno alcuna visione di un modello e/o paradigma differente, che potrebbe togliere loro ogni fardello. Il problema è che non lo vedono proprio perchè nessuno glielo ha mai mostrato, continuando invece a nutrirsi di lacrime, sofferenza, scarsità, scontro e conflitto anche solo dialettico tra persone che tutto sommato vorrebbero la stessa cosa: non soffrire. :-)

Ma quando ti ripetono ogni santo giorno che le mele sono cento e noi siamo mille, soprattutto se le regole del mercato fanno in modo di nascondere le altre diecimila per ovvie ragioni, le persone finiscono per crederci. In questo caso l'unico modello darwiniano è il mors tua vita mea, l'economia del conflitto. La cultura della "morte" dell'altro, fisica e/o sociale. Tanto poi c'e' il premio...

Nessun progresso, siamo esattamente come quelli appena usciti dalle caverne con la clava in mano.
Mande
#93 Mande 2016-01-02 14:59
Citazione Calvero:
Citazione Mande:

E devo dunque aspettarmi che mai approfondirai?


Non hai compreso. Non te ne accorgi probabilmente, ma tu mi hai chiesto di approfondire quello che hai partorito tu, e non quello che sostengo io.


Le mie critiche, al tuo scritto sono state due:
Il tuo scritto denota un comportamento autorazzistico e se già mi da fastidio sentire chi si autoflagella durante l'anno ho ritenuto che tale comportamento fosse di cattivo auspicio per l'anno nuovo. Sai, quel che fai l'ultimo dell'anno lo fai tutto l'anno.

Citazione:

Vale anche per le iperboli, perché se stiamo discutendo (altro esempio stupido) della seconda guerra mondiale che in nome di schifosi interessi ha fatto settanta milioni di morti e qualcuno esordisce con "mondo di merda", ecco che l'iperbole è giustificata e in frequenza all'oggetto.
Sei sicuro di sapere il significato di iperbole????
it.wikipedia.org/.../...
Io ti faccio notare che il qualcuno che esordisce con "mondo di merda" è per definizione un autorazzista.

- Esiste un insieme denominato "mondo" che comprende tutti.
- L'insieme mondo è composto di elementi inferiori denominati "merda".
- La persona che pronuncia la frase, chiunque sia, fa parte dell'insieme mondo.
- La persona che pronuncia la frase si auto-offende definendosi merda.
- Se un alieno da fuori avesse detto "Pianeta terra di merda" sarebbe stato un razzista. Avrebbe fatto di tutti gli uomini un fascio e considerati tutti inferiori a lui. Tutti delle merde.
- Siccome l'operazione la compie qualcuno dall'interno è autorazzismo.
- Mi sono poi permesso di farti notare come solitamente gli autorazzisti lascino implicito come, sono tutti delle merde per aver fatto settanta milioni di morti, meno lui che non ne ha ammazzato nessuno perché era infermo su una sedia a rotelle.
Ovviamente si dimentica che per fare questi milioni di morti sono bastati pochi migliaia di uomini su un miliardo. Come lui, di gente che non ha mai ucciso nessuno, ne è pieno il mondo. Più del 99,9%. Ma per l'autorazzista la colpa di una piccola minoranza è quella del mondo. Lui escluso sia chiaro.

Non credo potrò essere più chiaro di così.
Quello che ti manca del quadro e che dovrebbe importarti di più è cosa implica l'autorazzismo per chi lo propugna:
leragionidellaformica.blogspot.it/.../...
Citazione:

A cosa serve?

A cosa serve l'autorazzismo? Per dare una risposta completa e per articolare il ragionamento, ho scritto svariate pagine, con riferimenti e osservazioni. Se avrete voglia le leggerete, altrimenti il sunto è che l’autorazzismo serve a disgregare l'unità nazionale, serve a creare divisioni, serve a far sì che le persone rinuncino volutamente alla propria libertà di autodeterminarsi, ma soprattutto serve a mantenere lo status quo e a generare controllo.
Il come sia possibile non è così lineare, ma non è poi nemmeno tanto celato. Quello che mi piacerebbe fare è cercare di tracciare un filo che passi dall’autorazzismo dei singoli fino alle conseguenze sulla collettività, dai piccoli gesti giudicati innocui fino alle loro conseguenze, tutt’altro che irrilevanti.
Serve sostanzialmente a vedere in tutti gli altri un nemico. Se tutti sono delle merde perché questo è un mondo di merda chi me lo fa fare di unirmi a delle merde per ottenere obbiettivi di merda. Tanto noi merde, dici tu Calvero, non possiamo farci una merda di niente.

L'autorazzismo è una delle più potenti armi del "dividi et impera". E' lo strumento più raffinato del dividi.
Questa discussione ne è l'esatta prova. Rileggila e vedrai.

______________________________________________________________________________________________________

L'altro punto che ti ho criticato è l'impossibilità di avere qualcosa in più senza che qualcuno avesse qualcosa in meno.

E' su quel punto che aspetto una risposta e non è una teoria mia. E' tua.
Teoria alla quale hai aggiunto corollari come "Il di più è sbagliato a prescindere".

Queste sono le tue teorie che ti ho chiesto di approfondire.

Ma non lo hai fatto e dubito lo farai per un semplice motivo: SONO INDIFENDIBILI.

Non sono teorie tue frutto di un ragionamento e di uno studio consapevole della realtà o dell'umanità. Sono un altro pezzo del "divide et impera".
L'autorazzismo serve a diffidare degli altri perché sono inferiori e comunque non degni di una alleanza per perseguire un obbiettivo comune. La teoria della coperta corta ti serve per provare invidia e dunque odiare.

Se qualcuno ha qualcosa più di te è un ladro. Questo per definizione secondo il tuo ragionamento.
Con un interessante corollario.
Siccome tu hai qualcosa di più di un poveretto dell'africa Subsahariana allora è giusto che tu venga derubato.
E' giusto che ti venga imposta l'austerità perché hai vissuto al di sopra dei tuoi mezzi e tu non ti devi opporre.
Se tu hai qualcosa di più di un cinese sei un ladro Calvero. Hai derubato il cinese. E' giusto che paghi.

Come vedi non ti ho fatto osservazioni di lana caprina.
Dal tuo pensiero nascono problemi rilevanti per te come per me. E' solo cambiando le persone che si può cambiare il mondo.
I liberisti per portarci fino a qui hanno cambiato molto le persone. Le hanno rese livorose ed agressive le une con le altre. Invece che unire il popolino bue, del quale sia io che te facciamo parte, li hanno divisi.

Leggi bene, pensa e rifletti. Quello che potevo dirti è scritto. Ora a fare uno sforzo di comprensione tocca a te.

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO