Forum

Commenti Recenti

rss

di Elia Dallabrida

Il 13 agosto di molti anni fa moriva un grande uomo, che oggi viene ricordato raramente nel mondo accademico: si chiamava Ignaz Semmelweis, e diede inizio alla vera e propria rivoluzione sanitaria per la prevenzione della trasmissione delle malattie infettive.

La vicenda ha inizio intorno al 1840, nella divisione della clinica ostetrica di un ospedale di Vienna diretto dal professor Klein (la sua struttura al tempo era nota come “clinica della morte”, a causa dell’alto numero di donne che vi moriva). A quel tempo infatti la mortalità per la febbre puerperale era molto elevata, ma nessuno sembrava interessato realmente alle cause di tutti questi decessi: la sofferenza delle donne e dei loro bambini passava attraverso un'indifferenza che oggi non faticheremmo a definire "criminale".

La scienza di quel periodo aveva formulato solo alcune teorie per dare una risposta al numero elevatissimo di morti fra le puerpere, senza però fare mai nulla di concreto per provare ad arrestarle.

Ecco alcune di quelle ipotesi:

a) I fluidi provenienti dall'utero dopo il parto possono non avere una libera fuoriuscita, ma stagnare, andando così incontro a putrefazione e, risalendo poi nei tessuti e nel sangue, provocare dolore, febbre e infine la morte;

b) Durante la gravidanza l'utero ingrossato, premendo sull'intestino, determina una stasi fecale con conseguente immissione nelle vene di veleni provenienti dalle feci;

c) Un agente esterno, con ogni probabilità identificabile nell'aria impura circolante nelle corsie in cui sono ospitate le donne, provoca un'epidemia che colpisce le partorienti all'utero, determinando la lochioschesi (ritenzione dei flussi).

C'era però qualcuno che aveva preso a cuore questo problema, e ne stava seriamente studiando le possibili cause: il dott. Ignaz Semmelweis, un brillante e coraggioso medico ungherese a cui venne un'intuizione geniale. Ebbe modo di osservare che le morti fra le puerpere erano molto più elevate nel reparto dove esercitavano i medici (e anche gli studenti di medicina), i quali andavano a toccare le pazienti nelle loro parti più intime dopo aver dissezionato cadaveri in sala anatomica. Curiosamente però nella divisione gestita da ostetriche e levatrici, le morti erano inferiori di tre volte, e nessuno si era mai chiesto il motivo. (La mortalità nel padiglione gestito dalle ostetriche era inferiore perché loro non eseguivano dissezioni sui cadaveri, mentre i medici si, e poi con le mani sporche andavano a toccare le donne incinte).

Semmelweis svolse approfonditi studi e giunse alla conclusione che queste morti dipendesero in qualche modo dal fatto che nessun medico si lavasse le mani prima di assistere le sue pazienti. Decise quindi di sfidare l'intero mondo accademico, e di praticare e far praticare ai suoi sottoposti il lavaggio delle mani con cloruro di calce prima di andare a toccare una partoriente. La mortalità, che nel 1846 era all'11,4%, scese nel 1848, dopo un anno di lavaggi delle mani, all'1,27%.

I suoi colleghi però, sorprendentemente, non la presero per niente bene. Nessuno volle credere alle sue teorie ed iniziarono le derisioni pubbliche: lo tacciandolo di essere un matto, uno stupido (il termine complottista al tempo non esisteva ancora, ma sono sicuro che lo avrebbero usato volentieri), un incapace. D’altronde ai medici non piace gli si dica di essere la causa della morte per centinaia di migliaia di donne, c’è il rischio che possano perdere credibilità e autorevolezza.

Le derisioni però arrivavano in contemporanea con i risultati: infatti il numero dei casi di morte da febbre puerperale nel suo reparto era stato praticamente abbattuto. Ma a nessuno interessavano i dati, nemmeno all'ospedale di Vienna dove il dott. Semmelweis stava prestando un ottimo servizio salvando la vita a migliaia di donne. Fu infatti licenziato per aver dato disposizione di cambiare i protocolli vigenti senza averne alcuna autorità.

Tornò a Pest, nel suo Paese, facendosi assumere all'ospedale S. Rocco ottenendo anche qui un abbattimento del numero di decessi grazie al suo innovativo sistema del lavaggio mani. Nonostante tutto però le critiche e le infamie da parte dell'intera comunità scientifica non cessavano di arrivare, e anche a fronte di tutti i risultati ottenuti nella prevenzione della febbre puerperale gli attacchi dei suoi colleghi contemporanei arrivarono a seppellirlo. Alla fine venne rinchiuso in manicomio dove morì pestato a sangue dai guardiani, nel 1865, un anno dopo le scoperte di Pasteur riguardanti la contaminazione batterica, le quali gli davano praticamente ragione.

E questo solo perché si lavava le mani e salvava la vita alla gente.

Ci vollero più di 40 anni prima che le sue teorie venissero accettate ed applicate in sanità (periodo durante il quale gli studi di Semmelweis vennero screditati e la gente tornò a morire come prima), grazie alle quali oggi abbiamo rigidi protocolli e linee guida importanti riguardanti il lavaggio delle mani che è attualmente considerato la prima prevenzione per la trasmissione delle malattie infettive.

Ma da allora sono passati circa 170 anni e i tempi sono cambiati, la scienza si è evoluta così come si sono evolute le infamie. Ora i medici considerati "eretici" non vengono più fatti crepare in manicomio, è sufficiente scagliar loro addosso i media e minacciarli di radiarli o radiarli direttamente dall'Ordine, impedendo loro di esercitare la professione. La sola cosa che accomuna i nostri tempi a quelli del dott. Semmelweis sono la totale noncuranza per i risultati, i quali vengono platealmente ignorati, nascosti ed insabbiati per la difesa della verità assoluta pretesa da Big Pharma.

Elia Dallabrida (Decalagon)

Aggiungi Commento   

Calvero
#1 Calvero 2016-08-13 02:56
Quindi il problema, è evidente, riguarda la forma mentis umana, quando assoggettata alle sovrastrutture. In realtà questo è il fattore base. Il comune denominatore. Non vale solo per la medicina. Anche in un corpo militare. In una grande ditta. Nelle scuole. Nel mondo dello sport. Nell'alimentazione.

Abbiamo un grosso problema noi umani, che, sottolineiamolo, gli animali non hanno (in compenso ce li mangiamo; penso che razza più stronza nell'universo non vi sia): l'orgoglio.

Uno dirà: "Sì ok, l'orgoglio, però ci sono gli interessi, la paura di perdere il lavoro" ... e tutto il resto del repertorio, eccetera. No. Invece è proprio quello. E parte già dal sistema educativo, che è basato sull'inculcare nella coscienza la sacralità dell'autorità. Se poi qualcuno, così, per divertimento (e in seimila anni non ci sono ancora riusciti), volesse spiegarla una volta soltanto, anche logicamente, perché un'autorità possa essere, di fatto, cosa sacra, sarebbe interessante. Ma il silenzio sarà dirompente. Compreso, come dimenticarlo? ... lo sport più nazionale che internazionale, più tipico degli italiani insomma: fare il frocio col culo degli altri. Tanto? La benedizione dello Status Quo è sempre a disposizione.

Non conoscevo questa storia, Decalagon. Allucinante. Allucinante dalla nostra prospettiva. Oggi, va peggio, è più infima la cosa: quei medici che hanno mandato a morte quell'uomo, li abbiamo vicini. Rivestono un ruolo evoluto. Sono della zona grigia. Nell'era contemporanea, il villaggio globale e la possibilità dell'informazione che si fonde con la quotidianità, in OGNI SENSO, fornisce nuova energia a ogni Kapò in erba e già maturato; che fa da cane da guardia inconsapevolmente ai padroni. Prima ancora di una commissione prezzolata o di una politica asservita, c'è il tuo vicino di casa: c'è la civiltà che ti circonda ;-) a puntarti il dito addosso, se ti sganci dalla morale imperante e così da come devi assecondare, se vuoi essere considerato civile, la medicina ufficiale commerciale.
Starburst
#2 Starburst 2016-08-13 07:01
Sono d'accordo con la disamina di Calvero, aggiungerei tanto per non dimenticare le bassezze umane anche quel crimine contro l'umanita' chiamato darwinismo sociale o piu' precisamente spencerismo sociale,derivato da herbert spencer il piu' "alto"rappresentante di una delle teorie piu' inette ed odiose che essere umano abbia concepito.
Di delinquenti la storia umana ne e' piena, malthus tanto per citarne un altro, che proponevano la lotta per la vita e la morte come regola fissa per gli altri mai per loro, in questo la classe medica oggi come allora e' in prima linea, non tragga in inganno la loro scienza che sembra fatta per l'opposto, molto fa parte della gratificazione personale oltre che finanziaria,avere il potere di vita e di morte per molti di loro tarati fin dalla nascita deve essere un orgasmo continuo!
La storia del dottor Semmelweis sta li a dimostrare che nei secoli le angherie, le guerre, le pandemie i genocidi fanno parte tutti di un disegno preciso,tenere sotto controllo la popolazione, del resto anche molte religioni nei loro miti prevedono la punizione per chi cerca di portare il "fuoco sacro della conoscenza" agli altri, la deriva dell'illuminismo non fa differenza,anche la nuova religione adotto' i suoi dogmi, dogmi truffaldini e criminali, criminali come chi ne fa ragione di vita.

NULLA FIDELIS NULLO DOLORE / DANKUS MINISTER JUSTITIAE
peonia
#3 peonia 2016-08-13 07:18
La storia tristemente si ripete.... :-(
NRG
#4 NRG 2016-08-13 07:46
Citazione:
...nel 1865, un anno dopo le scoperte di Pasteur riguardanti la contaminazione batterica, le quali gli davano praticamente ragione.
Attenzione che poi Pasteur sul letto di morte si rimangiò proprio quelle che poi sono purtroppo diventate le basi della medicina ufficiale moderna, con i "terrorizzanti" microbi e Batteri che diventano malattie contagiose da cui "vaccinarsi" e proteggersi ecc... ecc...

Citazione:
"...il terreno è tutto, il microbo è nulla".
Louis Pasteur
Questa frase sopra è fondamentale per comprendere tante cose sulle "malattie"

Igienismo docet..

Consiglio di leggere qualcosa qua:

www.mednat.org/cure_natur/pasteur.htm
umax
#5 umax 2016-08-13 08:35
Sicuramente prima di andare a cena le mani se le lavavano sti fetenti
Teoclasto
#6 Teoclasto 2016-08-13 08:58
Citazione NRG:
Citazione:
...nel 1865, un anno dopo le scoperte di Pasteur riguardanti la contaminazione batterica, le quali gli davano praticamente ragione.


Attenzione che poi Pasteur sul letto di morte si rimangiò proprio quelle che poi sono purtroppo diventate le basi della medicina ufficiale moderna, con i "terrorizzanti" microbi e Batteri che diventano malattie contagiose da cui "vaccinarsi" e proteggersi ecc... ecc...

Citazione:
"...il terreno è tutto, il microbo è nulla".
Louis Pasteur
Questa frase sopra è fondamentale per comprendere tante cose sulle "malattie"

Igienismo docet..

Consiglio di leggere qualcosa qua:

www.mednat.org/cure_natur/pasteur.htm
Sarà il "terreno" anche tutto, ma allora come spiegare l'impressionante abbattimento della mortalità nella clinica universitaria famigerata, a seguito delle (elementari) norme igieniche suggerite da Semmelweis? E' come affermare che, se un ladro ruba una bicicletta, è (unicamente) colpa del proprietario che non l'ha protetta adeguatamente: in parte sarà anche vero, ma se il ladro non ci fosse stato, il tapino derubato avrebbe potuto anche lasciarla incustodita o senza catena e lucchetto, non ti pare? Va bene aumentare le difese, ma è bene pure eliminare i ladri!
redazione
#7 redazione 2016-08-13 09:18
NRG: Grazie per il link. Non conoscevo la "storiaccia" di Pasteur.
fefochip
#8 fefochip 2016-08-13 09:26
Citazione:

Citazione:
"...il terreno è tutto, il microbo è nulla".
Louis Pasteur
Questa frase sopra è fondamentale per comprendere tante cose sulle "malattie"
questa frase purtroppo porta con se la visione ottocentesca e arretrata di un falso problema come quello dell'uovo e della gallina

oggi si dovrebbe piu o meno riformulare cosi: "il terreno e il microbo sono una cosa sola, dal loro equilibrio c'è la salute"
fefochip
#9 fefochip 2016-08-13 09:34
questa storia racconterebbe piu di mille argomenti delle vicende che sappiamo bene.

come al solito la differenza tra quello che è e quello che dovrebbe essere è abissale.

la storia dovrebbe essere maestra di vita e invece si ripete ciclicamente
Mrexani
#10 Mrexani 2016-08-13 09:41
Supponiamo che oggi, allo stesso modo, venga un altro innocente che si metta a guarire il cancro. Manco s'immagina che genere di musica gli farebbero subito ballare! Sarebbe veramente fenomenale! Ah! Meglio che prenda doppie misure di prudenza! Ah! Meglio che sia avvertito. Che se ne stia maledettamente bene in guardia! Ah! Sarebbe tanto di guadagnato se si arruolasse immediatamente in una qualche Legione Straniera! Niente è gratuito in questo basso mondo. Tutto si espia, il bene come il male, si paga prima o poi. Il bene è molto più caro, per forza. ( Il dottor Semmelweis, L.F. Céline)
LoneWolf58
#11 LoneWolf58 2016-08-13 09:49
Certo che l'orgoglio ha il suo merito in tali vicende, ma credo che la protagonista in questi casi sia l'inerzia contro il cambiamento.
Difficilmente una qualsiasi innovazione viene accolta a braccia aperte. Spesso viene guardata di sbieco se non ostracizzata, specie se è "contraria" o "mina" lo status quo.
In effetti la maggior parte delle innovazioni sono o casuali o prodotte da "ignoranti/dilettanti"...

Come suol dirsi... secondo alcuni "studiosi" in relazione alla superficie alare il "bombo" non dovrebbe volare, meno male che lui non lo sa e continua a volare tranquillo. :hammer:
fefochip
#12 fefochip 2016-08-13 09:53
c'è un altra cosa che si può intuire da questa storia forse piu importante della prima che ho indicato.

essere medici non è una condizione nè necessaria nè sufficente per capire qualcosa di innovativo in campo medico, anzi spesso
è di ostacolo.
fefochip
#13 fefochip 2016-08-13 09:56
Citazione Calvero:

Abbiamo un grosso problema noi umani, che, sottolineiamolo, gli animali non hanno (in compenso ce li mangiamo; penso che razza più stronza nell'universo non vi sia): l'orgoglio.

di fronte ai due grandi limiti dell'umanità : paura e stupidità, l'orgoglio non è niente, ne deriva
poveraccio
#14 poveraccio 2016-08-13 11:17
Citazione Teoclasto:
Citazione NRG:
Citazione:
...nel 1865, un anno dopo le scoperte di Pasteur riguardanti la contaminazione batterica, le quali gli davano praticamente ragione.


Attenzione che poi Pasteur sul letto di morte si rimangiò proprio quelle che poi sono purtroppo diventate le basi della medicina ufficiale moderna, con i "terrorizzanti" microbi e Batteri che diventano malattie contagiose da cui "vaccinarsi" e proteggersi ecc... ecc...

Citazione:
"...il terreno è tutto, il microbo è nulla".
Louis Pasteur


Questa frase sopra è fondamentale per comprendere tante cose sulle "malattie"

Igienismo docet..

Consiglio di leggere qualcosa qua:

www.mednat.org/cure_natur/pasteur.htm
Sarà il "terreno" anche tutto, ma allora come spiegare l'impressionante abbattimento della mortalità nella clinica universitaria famigerata, a seguito delle (elementari) norme igieniche suggerite da Semmelweis? E' come affermare che, se un ladro ruba una bicicletta, è (unicamente) colpa del proprietario che non l'ha protetta adeguatamente: in parte sarà anche vero, ma se il ladro non ci fosse stato, il tapino derubato avrebbe potuto anche lasciarla incustodita o senza catena e lucchetto, non ti pare? Va bene aumentare le difese, ma è bene pure eliminare i ladri!
In un corpo sano virus e batteri non fanno danni, in un corpo malato sì. Non puoi eliminare totalmente i batteri, per fortuna, devi rinforzare il terreno.
Mrexani
#15 Mrexani 2016-08-13 11:50
Va beh qui si tratta di puerpere accudite da rovistatori di carogne, non proprio di ''terreni rinforzabili" .
Anteater
#16 Anteater 2016-08-13 12:01
Citazione:
 gli attacchi dei suoi colleghi contemporanei arrivarono a seppellirlo. Alla fine venne rinchiuso in manicomio dove morì pestato a sangue dai guardiani, nel 1865
L'alcolismo non è mai una soluzione...un medico lo dovrebbe sapere...dov'era la compagna quando stappava l'ennesima bottiglia con la scusa che la comunità scientifica gli dava contro?

Slobbysta
poveraccio
#17 poveraccio 2016-08-13 14:24
Citazione Mrexani:
Va beh qui si tratta di puerpere accudite da rovistatori di carogne, non proprio di ''terreni rinforzabili" .

Assolutamente, e per questo è lodevole l'intuizione di Semmelweis che ad oggi avrà salvato la vita a milioni di persone. Comunque è indispensabile andare alla radice del problema perché questo riporta la questione della salute ai giusti termini: la salute me la posso gestire io e non ho bisogno dei medici né di Big Pharma.
Già questo sarebbe un grande passo verso l'autodeterminazione, l'indipendenza, la libertà da una casta e uno stato opprimenti.
fefochip
#18 fefochip 2016-08-13 18:37
Citazione Anteater:

L'alcolismo non è mai una soluzione...un medico lo dovrebbe sapere...dov'era la compagna quando stappava l'ennesima bottiglia con la scusa che la comunità scientifica gli dava contro?

quindi fammi capire : il grado di responsabilità è 1 lui 2 la moglie (o compagna eventuale) e poi tutti quelli che lo hanno denigrato messo alla berlina e perseguitato?
è quello che vorresti dire con questo luminoso commento ?
spettatore
#19 spettatore 2016-08-13 19:00
E si trattava solo di lavarsi le mani. Figuriamoci accettare di curare il cancro col bicarbonato o che, in fondo, questo male sia un programma biologico sensato.


Lo spettatore
umax
#20 umax 2016-08-13 19:11
Dimenticato o usato come esempio per chi osa sfidare il sistema ?
fefochip
#21 fefochip 2016-08-13 19:43
Citazione spettatore:
E si trattava solo di lavarsi le mani. Figuriamoci accettare di curare il cancro col bicarbonato o che, in fondo, questo male sia un programma biologico sensato.

bhe questa sensatezza nel caso delle puerpere che muoiono come mosche perche le toccano con delle mani sporche di cadaveri putrefatti francamente non la vedo.

che ci sia una relazione biunivoca tra microorganismi e psiche ormai non è una cosa che dice solo hamer. quello che non mi torna di hamer in realtà è che ci sia una sorta di mano magica del mercato per dirla con le teorie economiste quando invece è la lotta per la sopravvivenza a regolare i ritmi dei nostri microbi (microbiota)che al piu si interessano anche all'ospite (noi)e al peggio se ne fregano completamente.
Anteater
#22 Anteater 2016-08-13 19:57
Citazione fefochip:
Citazione Anteater:

L'alcolismo non è mai una soluzione...un medico lo dovrebbe sapere...dov'era la compagna quando stappava l'ennesima bottiglia con la scusa che la comunità scientifica gli dava contro?

quindi fammi capire : il grado di responsabilità è 1 lui 2 la moglie (o compagna eventuale) e poi tutti quelli che lo hanno denigrato messo alla berlina e perseguitato?
è quello che vorresti dire con questo luminoso commento ?


Beh...non sdogano la vergognosa società scientifica e i suoi insensibili componenti ...ma neppure attaccarsi alla bottiglia è una soluzione...

...il mio commento non è luminoso...bensì tetro...come l'alcolismo...
Ho voluto precisare questo aneddoto...in quanto dall'articolo sembra che lo abbiano sbattuto in manicomio solo perché aveva capito più degli altri quando in realtà...il motivo è in altro...

Slobbysta

NB non commento LoSpettatore in quanto la parola cancro non significa nulla...tumore dove? Alla retina? ai testicoli?(trauma)....guaribile col bicarbonato?
fefochip
#23 fefochip 2016-08-13 20:32
Citazione Anteater:

Ho voluto precisare questo aneddoto...in quanto dall'articolo sembra che lo abbiano sbattuto in manicomio solo perché aveva capito più degli altri quando in realtà...il motivo è in altro...

e quale altro motivo ha spinto il medico in questione ad attaccarsi alla bottiglia?
io credo che spravvaluti (come molti del resto) lo spazio di manovra del libero arbitrio
Anteater
#24 Anteater 2016-08-13 21:40
fefochipCitazione:
e quale altro motivo ha spinto il medico in questione ad attaccarsi alla bottiglia?
io credo che spravvaluti (come molti del resto) lo spazio di manovra del libero arbitrio
No non sovravvaluto...vedo una selezione "naturale" della specie...c'è chi perde un figlio e piglia un cancro (Hamer)...scrive libri e se ne fa una "ragione"....e chi si rifugia con antidepressivi, alcol...oppiacei...
Cosa dirti? È già un mondo dove l'umano non certo rafforza la sua genetica...anzi la tendenza è contraria...la morale è regolata dalla tendenza...e tutto è relativizzato alla condizione in cui ci si trova...

Slobbysta
Al2012
#25 Al2012 2016-08-14 01:51
Visto che si parla di un dottore dimenticato mi sembra giusto parlare anche del dottore James Jeffrey Bradstreet morto in circostanze poco chiare, uno di qui casi di “suicidio” a cui pochi credono …

Medico ucciso: Aveva le prove che i vaccini causano l'autismo
ilsapereepotere.blogspot.it/.../...

Ma sono i soliti complottisti, che pensano che ci siano interessi commerciali così forti da fare il possibile per poter mettere a tacere voci fuori dal coro.
Come quella che esiste una proteina, per la precisione la proteina GcMAF che “ha effetti terapeutici nei confronti dei carcinomi della mammella e del colon metastatizzati, del cancro della prostata e dell’infezione da HIV, dell’autismo, della stanchezza cronica e anche del morbo di Parkinson” .

Sono sempre i complottisti che trovano strana la coincidenza di altre morti “strane” di dottori “alternativi”.

Per avere una idea di che cos’è il GcMAF, leggete l’articolo che segue ….

La proteina nagalase potrebbe essere la motivazione dell’assassinio di 8 medici olistici negli Stati Uniti
autismovaccini.org/.../...
fefochip
#26 fefochip 2016-08-14 09:36
Citazione Al2012:
Visto che si parla di un dottore dimenticato mi sembra giusto parlare anche del dottore James Jeffrey Bradstreet morto in circostanze poco chiare, uno di qui casi di “suicidio” a cui pochi credono …
Medico ucciso: Aveva le prove che i vaccini causano l'autismo
ilsapereepotere.blogspot.it/.../...
La proteina nagalase potrebbe essere la motivazione dell’assassinio di 8 medici olistici negli Stati Uniti
autismovaccini.org/.../...


a mio avviso questi fatti raccontano di cose un po differenti.
nei casi che segnali tu, stiamo parlando che il braccio armato delle multinazionali diventato attivo è arrivato a uccidere per interessi.(non mi meraviglia per nulla
chissà quanti altri casi non noti ci saranno)
a poco servono le prese per il culo che fanno ai complottisti(come copertura) perche esiste il movente quindi c'è poco da scherzare.
l'america con il suo sistema capitalistico feroce e disumanizzato è arrivata alla frutta.
è un intero sistema che sta mostrando sfacciatamente il suo lato peggiore e spero finale della sua vita.

nel caso del medico Semmelweis non mi sento di poter dire che esistano dei moventi minimamente paragonabili.
stiamo principalmente parlando di prestigio, poltrone e cecità da parte di una classe medica e in piu in generale delle persone.

chi è avanti verrà sempre additato come un pazzo , un visionario e come qualcuno da emarginare perche in estrema sintesti è lui stesso che tramite
il sui pensiero si "emargina". il punto è che come al solito ormai vado dicendo da parecchio la stupidità e la paura sono i tratti negativi salienti dell'essere umano e in questo tipo di vicende la fanno da padrone.
la stupidità di non capire che l'altro effettivamente ha ragione e la paura (anche del diversamente pensante) di perdere prestigio all'interno del gregge , questi due fattori sono come due reagenti chimici che uniti fanno un casino che non finisce piu. l'orgoglio in realtà come detto piu sopra è il prodotto di queste altre due caratteristiche umane perche senza stupidità l'orgoglio non provoca danni.
redazione
#27 redazione 2016-08-14 09:47
Al2012: Grazie per i link, non sapevo nulla di Jeff Bradstreet. Ultimamente parlavo con il nipote di Gerson, il quale mi ha detto "dovresti fare un articolo sulle decine di medici alternativi che stanno venendo uccisi in tutto il mondo". Credevo che esagerasse, invece temo che abbia ragione. Evidentemente, più le informazioni girano rapidamente, più bisogna agire di conseguenza. (Ecco perchè per Semmelweis è bastato isolarlo dalla comunità scientifica: perchè una volta fatto quello, il suo potere di "fare danni" era praticamente stato annullato. Oggi invece bisogna agire diversamente).
fefochip
#28 fefochip 2016-08-14 11:17
Citazione Redazione:
(Ecco perchè per Semmelweis è bastato isolarlo dalla comunità scientifica: perchè una volta fatto quello, il suo potere di "fare danni" era praticamente stato annullato. Oggi invece bisogna agire diversamente).

scusa ma a quali danni ti riferisci nel 1840? (nella fattispecie)
fefochip
#29 fefochip 2016-08-14 11:29
Citazione Al2012:

Per avere una idea di che cos’è il GcMAF, leggete l’articolo che segue ….

per entrare un attimo nel merito medico/scientifico di questo GcMAF (ti ringrazio per il link, non conoscevo assolutamente la questione):

il GcMAF è una sostanza prodotta dal corpo naturalmente leggo Citazione:
Gc è una nomenclatura obsoleta per la DBP, ovvero la “vitamin D binding protein”. La DBP è responsabile del trasporto della vitamina D e, allo stesso tempo, viene utilizzata dalle cellule del sistema immunitario come sostanza di base per la produzione del GcMAF, un fattore che, analogamente agli interferoni, funge da sostanza di segnalazione interna per il sistema immunitario.
e prosegue ...
Citazione:
Il GcMAF innesca una catena di processi per attaccare le sostanze estranee penetrate nell’organismo, come virus, batteri, veleni ambientali (inclusi vaccini) o affrontare le modificazioni cancerogene della cellula.
vi ricorda niente?

se questo GcMAF "innesca una catena di processi per attaccare le sostanze estranee penetrate nell’organismo" e in pratica la vitamina D è necessario per produrlo cosa dice tutto quanto riguardo alla vitamina D?

sempre di vitamina D abbiamo bisogno

probabilmente il GcMAF è il prodotto finale del processo della vitamina D e di altro che è quello responsabile delle proprietà attribuite alla vitamina D che da molti infatti considerano anti cancro, compreso il dottor. claudio sauro intervistato da me via skype
luogocomune.net/.../...
questa la sua pagina fb dove parla ampiamente delle proprietà antitumorali della vitamina D
www.facebook.com/groups/915420101862317/

in ultimo vorrei sottolineare come credo fortemente a questo tipo di interventi, ovvero quelli in cui si scoprono i meccanismi di difesa del corpo e come terapia si fortificano tali processi intervenendo potenziandoli con sostanze naturali (con naturali intendo prodotte dal corpo o normalmente assunte)
Al2012
#30 Al2012 2016-08-14 13:26
@ Massimo

Citazione:
Ultimamente parlavo con il nipote di Gerson, il quale mi ha detto "dovresti fare un articolo sulle decine di medici alternativi che stanno venendo uccisi in tutto il mondo"
L’articolo di “autismo-vaccini” che ho segnalato in precedenza risale al 25 luglio del 2015.
C’è anche un altro articolo più recente del 10 marzo del 2016 scritto da Rino Di Stefano in cui le morti “strane” salgono a 15.

Quindici medici naturopati morti “per caso” in cinque mesi
rinodistefano.com/.../medici-naturopati-morti.php

E’ probabile che non tutte queste morti siano imputabili ad omicidi il cui scopo è zittire voci alternative, ma non è il numero che conta, in realtà basterebbe anche un solo caso per sollevare inquietanti domande.

Domande e relative indagini che non vengono condotte per censurare determinate informazioni.

In merito alle informazioni e al suo sistema di comunicazione, ho pensato ad una analogia tra il sistema complesso della biologia del corpo umano e il sistema complesso della società umana, perché, in entrambi i sistemi complessi, è evidente l’importanza del “sistema di comunicazione” e la “qualità della informazione” trasmessa.

Questa analogia mi è venuta in mente quando ho compreso che la funzione della GcMAF è quella di trasmettere determinate informazioni utili alla stimolazione del sistema immunitario (GcMAF sta per “Fattore di attivazione dei macrofagi derivato dalla proteina Gc”).

Non è questa sostanza che attacca gli agenti patogeni, ma trasmette informazioni:
“Si tratta piuttosto di messaggi o istruzioni, o persino di valori di misurazione camuffati, che possono innescare nella cellula bersaglio una catena di processi”

E’ evidente che l’efficienza del sistema di comunicazione determina l’efficienza della risposta immunitaria e di conseguenza corretta ed adeguata risposta agli agenti patogeni.

Analogamente nel sistema complesso sociale una corretta informazione stimolerebbe un’adeguata risposta sociale utile al contrasto degli “agenti patogeni” che impediscono uno sviluppo armonico del sistema sociale.
Al2012
#31 Al2012 2016-08-14 13:28
@ Fefochip

Citazione:
nel caso del medico Semmelweis non mi sento di poter dire che esistano dei moventi minimamente paragonabili.
stiamo principalmente parlando di prestigio, poltrone e cecità da parte di una classe medica e in piu in generale delle persone.
Sono d’accordo che i casi e le motivazioni sono differenti, comunque hanno in comune il risultato di impedire una corretta informazione ostacolandola il più possibile.


Citazione:
la stupidità di non capire che l'altro effettivamente ha ragione e la paura (anche del diversamente pensante) di perdere prestigio all'interno del gregge , questi due fattori sono come due reagenti chimici che uniti fanno un casino che non finisce piu. l'orgoglio in realtà come detto piu sopra è il prodotto di queste altre due caratteristiche umane perche senza stupidità l'orgoglio non provoca danni.
L’orgoglio di per se è una netta manifestazione di inferiorità, di incapacità nella relazione umana che si manifesta facilmente nella idiozia umana.


Citazione:
se questo GcMAF "innesca una catena di processi per attaccare le sostanze estranee penetrate nell’organismo" e in pratica la vitamina D è necessario per produrlo cosa dice tutto quanto riguardo alla vitamina D?
Per approfondire:

Informazioni per medici e farmacisti su GcMAF
gcmaf-immuntherapie.com/.../...
NeWorld
#32 NeWorld 2016-08-14 14:10
Non è stato dimenticato da tutti..


La rivista Svegliatevi (secondo periodico mensile più diffuso al mondo) edito dai TdG ne ha parlato recentemente jw.org/.../...

Ricordo inoltre molte citazioni nelle pubblicazioni dei TdG del passato.
NRG
#33 NRG 2016-08-16 08:41
Citazione Redazione:
Ultimamente parlavo con il nipote di Gerson, il quale mi ha detto "dovresti fare un articolo sulle decine di medici alternativi che stanno venendo uccisi in tutto il mondo". Credevo che esagerasse, invece temo che abbia ragione. Evidentemente, più le informazioni girano rapidamente, più bisogna agire di conseguenza. (Ecco perchè per Semmelweis è bastato isolarlo dalla comunità scientifica: perchè una volta fatto quello, il suo potere di "fare danni" era praticamente stato annullato. Oggi invece bisogna agire diversamente).


a proposito di Gerson, qui c'è una bella intervista già tradotta con Charlotte Gerson:



Per ciò che riguarda gli "alternativi" non bisogna dimenticare che il grande Arnold Ehret, fu trovato morto in strada con il cranio fracassato alla fine di una sua conferenza già nel 1922...

Il suo libro "Il sistema di guarigione della dieta senza muco" dovrebbe essere fatto studiare a scuola già dalle medie, ma è solo utopico pensarlo in un sistema corrotto dove è importante continuare ad avvelenare e rendere tossicodipendenti i propri consumatori sin dalla più tenera età...
poveraccio
#34 poveraccio 2016-08-16 16:44
Attento NRG, Arnold Ehret è troppo anche per i Luogocomunisti.
fefochip
#35 fefochip 2016-08-16 17:23
Citazione NRG:

Per ciò che riguarda gli "alternativi" non bisogna dimenticare che il grande Arnold Ehret, fu trovato morto in strada con il cranio fracassato alla fine di una sua conferenza già nel 1922...

Il suo libro "Il sistema di guarigione della dieta senza muco" dovrebbe essere fatto studiare a scuola già dalle medie, ma è solo utopico pensarlo in un sistema corrotto dove è importante continuare ad avvelenare e rendere tossicodipendenti i propri consumatori sin dalla più tenera età...


si, però non bisogna fare l'errore di pensare che ogni attacco che viene fatto a un medico alternativo è perche si vogliono preservare gli interessi delle multinazionali o peggio ancora dimostrerebbe che ha ragione.
i medici che cantano fuori dal coro sono "scomodi" a prescindere se abbiano ragione o meno per gli altri medici che hanno paura che le loro visioni possano rendere obsolete le loro specializzazioni e scalzarli dalle loro poltrone
un esempio tra tutti è hamer dove i sostenitori mischiano la persecuzione fatta alla sua persona per via della morte del figlio (probabilmente avvenuta per omicidio volontario di su figlio da parte di un membro della famiglia reale poi comperto come "incidente di caccia") con la bontà delle sue intuizioni.

il concetto del muco cosi come viene descritto da Arnold Ehret è preistorico , oggi con le cose che si sanno si sta avanti anni luce anche se questi progressi vengono tenuti piu o meno poco pubblicizzati e certe volte tacitati.
NRG
#36 NRG 2016-08-16 17:45
Citazione fefochip:


il concetto del muco cosi come viene descritto da Arnold Ehret è preistorico , oggi con le cose che si sanno si sta avanti anni luce anche se questi progressi vengono tenuti piu o meno poco pubblicizzati e certe volte tacitati.


E' evidente che non sai di cosa stai parlando...

Il "concetto" di "muco" è attuale come allora, dato che esattamente come il concetto di "tossiemia" di Tilden rimangono tutt'ora le basi per capire la malattia e come riappropriarsi della propria salute... e ti parla uno che le cose le prova sulla propria persona oltre che averle studiate... altro che preistorico...
krytron
#37 krytron 2016-09-03 20:55
Un autentico eroe. Molte vie e anche statue dovrebbero essergli dedicate. Un esempio di stoicità e dedizione alla causa. Altro che certi "medici" del giorno d'oggi.

Il problema è che non è cambiato niente, anzi le cose sono probabilmente peggiorate, perchè oltre a rigettare ciò che va contro il sentire comune (quello formato dai media, dalle case farmaceutiche e multinazionali varie) oggi abbiamo ancora più la convinzione radicata di essere nel giusto, noi, uomini del 2000, "illuminati" e con l'intera conoscenza umana a portata di un clic.

Il problema è che c'è differenza fra il poter sapere e sapere effettivamente. Senza contare tutte le forme di ostracismo moderne già elencate, che rendono i numerosi studi onesti che ancora vengono prodotti, relegati nelle fogne della pubblicazione scientifica, mentre pochi "studi" di partito ottengono tutti gli onori della cronaca e i due minuti di attenzione del pubblico.

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO