Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

di Federico Giovannini [Fefochip]

E' un cibo di moda e molto usato da vegani e vegetariani come fonte di proteine. So bene le polemiche proprio su questo sito tra vegani e onnivori, e vorrei un secondo deporre l'ascia di guerra per informare pacatamente chi assume questo alimento (notoriamente vegan/vegetariano) nella sua dieta.

Chi ha seguito i miei articoli si sarà reso conto di quanto mi sia focalizzato sul microbiota, un organo ignorato, se non sconosciuto, che invece è fondamentale per la salute umana. Vengo al punto senza ulteriori giri di parole. Il seitan è glutine puro. Il glutine è una proteina altamente infiammante per l'intestino e ha la caratteristica di aprire le gut-junction, ovvero creare quella permeabilità intestinale che è l'anticamera di tante problematiche, malattie e sintomatologie.

Oggi sempre più persone sono colpite da celiachia, e ancora piu persone hanno una forma di sensibilità al glutine. Spesso queste condizioni sono apparentemente invisibili, e quindi molto insidiose, perchè "lavorano" a nostra insaputa fino a che ci si trova un problema eclatante e manifesto.

Questa "invisibilità non ci dovrebbe meravigliare, infatti il Prof. Luciano Lozio ci insegna che l'intestino tenue non ha ricettori del dolore: ecco perchè è cosi subdola l'azione del glutine. Lo stesso Lozio ci informa che il glutine è una proteina che non è geneticamente possibile venir digerità dall'uomo, ma lo fa il nostro microbiota per noi.

Questa digestione può avvenire anche fuori dal nostro corpo, quando mangiamo pane lievitato con pasta acida, ovvero con quegli stessi batteri che smontano il glutine in amminoacidi. Il pane fatto con lievito di birra, o qualunque altro alimento con glutine invece deve essere elaborato dal nostro microbiota.

Cosa accade se siete in forte stato di disbiosi? O se siete carenti di determinati ceppi batterici che demoliscono il glutine? Del glutine puro sarebbe vero e proprio veleno per il vostro intestino. Come recita  Paolo Mainardi, un intestino sano è un intestino che digerisce di tutto, ma voi siete certi di avere un intestino in ottima salute?

Se non lo siete state lontani dal seitan, perche se è vero che anche la pasta lo contiene è pur vero che la sensibilità al glutine è dose-dipendente, e quindi un conto è assumerne un po' con un piatto di pasta, un altro conto è assumerlo puro e in quantità.

 

Aggiungi Commento   

SEBIN
#1 SEBIN 2017-06-09 22:30
L’etimologia della parola è la seguente: “Sei” significa “è” mentre “Tan” vuol dire “proteine”. Il processo di estrazione del glutine dal frumento si realizza aggiungendo acqua alla farina, quindi impastando energicamente. La massa così ottenuta viene sottoposta a cicli di lavaggio in acqua per eliminare l’amido e per estrarre il glutine, la parte proteica dei cereali. La quantità di glutine che se ne ricava dipende poi dal tipo di farina utilizzata. L’aspetto del seitan si presta molto bene a creare imitazioni della carne; l’impasto di glutine può infatti essere lavorato per conferirgli la forma di salsicce, bistecche, tagli per spezzatini e quant’altro, mentre l’abile utilizzo delle spezie può conferire al prodotto sapori più delicati o decisi.Spesso indicato come un sostituto della carne per il suo contenuto proteico, permette di realizzare piatti e ricette in tutto e per tutto somiglianti, sia nel sapore che nell'aspetto, a quelli a base di carne. Il seitan infatti è spesso associato a cottura alla piastra, bollitura in brodo e spadellatura, proprio come un pezzo di carne.

Il vantaggio di avere un prodotto facilmente realizzabile anche in casa, ad alto contenuto proteico che potrebbe permettere la riduzione del consumo di carne, stimola la curiosità e attira molte attenzioni, soprattutto nel popolo dei vegetariani o fra coloro che sostengono che la carne faccia male. A questo punto, però, un paio di domande vengono spontanee.

Naturalmente ci tengo a precisare che, leggendo con attenzione il tuo articolo ho voluto provvedere di persona nella ricerca del microbiota umano. Esso si tratta di una deposizione di batteri. La cosa più importante però è che si tratta solamente di batteri gastrici e intestinali. Per essere precisi si tratta di microorganismi a cui fa un riferimento al patrimonio genetico. L'argomento in sé è ottimale per discutere di mutualismo in quanto apporta un vantaggio. Se andassimo ad analizzare il corpo umano, possiamo ritrovare dai 500 ai 1000000 microrganismi differenti di cui la stragrande maggioranza di essi è anaerobia. Il batterio più conosciuto è l'Escherichia colì il quale si sviluppa nei primi giorni di vita e sopravvive notevolmente a lungo. Alcune stime recenti inoltre hanno affermato che i genitori del microbiota è 100 volte superiore ai geni dell'uomo. Una sua importante funzione consiste nella disgregazione che il nostro sistema non è in grado di smantellare, come le cartilagini e le cellulose. Altra vitamina molto nota è la vitamina K la quale svolge il ruolo di coagulazione del sangue ma ci sono molte probabilità che nel neonato, il microbiota intestinale non sia ancora in grado di produrre la vitamina K. Dato che le feci umane contengono una moltitudine di batteri intestinali, esso sono praticati con trapianti di feci. Ora, pur discutendo con molta ragionevolezza di questo argomento vorrei precisare, ribadendo le mie opinioni personali alla seguente domanda: ma é vero che a chi ha il microtopia sofferente, il seitan è nocivo alla nostra salute? Descrivendo le caratteristiche principali si questo alimento, esso viene usato dai vengani per sostituire le proteine animali ed è sua un frumento che un prodotto ricavato dal glutine. La pericolosità di questo alimento sta nel fatto che a causa della "colla" che produce, esso ostacola l'assorbimento dei nutrienti fino a intossicare il nostro organismo. Per tanto si deve provvedere subito nella sostituzione di tale alimento con i legumi di qualsiasi tipo esso sia. Quindi possiamo definire tutto questo come puro allarmismo? Tanto per cambiare oltre ad essere sconsigliato a chi soffre di celiachia, il seitan ha i suoi svantaggi:

-manca di amminoacidi per esempio la lisina

-i suoi carboidrati hanno un'elevata disegno di glicemico

-ed è carente della vitamina B12.

Dubbi a riguardo?
qilicado
#2 qilicado 2017-06-09 23:43
Vi lascio un elenco di accorgimenti alimentari quando ci si trova in salute e si conduce una vita normale. Se ne avete altri aggiungeteli pure. :-D

Mangiate cose vive.
Fate solo tre pasti al giorno.
Fate attività fisica per sudare.
Mangiate separatamente le varie categorie di alimenti, bere lontano dai pasti.
Riempite lo stomaco al massimo ai 2/3.
Quando si sta a tavola comportatevi come se fosse un momento sacro, mangiate in solitudine, così potrete "conversare" con il vostro cibo.
Fate in modo che il cibo sia la vostra medicina e la medicina il vostro cibo...

PS: complimenti Fefo. Non pensi pure te che il così detto " sistema immunitario" non sia altro la simbiosi perfetta tra ospite e microbiota, o, in generale, la simbiosi tra ospite e tutti i microrganismi che lo popolano in ogni sua parte e persino quelli che vivono nella sua dimora?
SuperGulp
#3 SuperGulp 2017-06-09 23:52
Citazione fefochip:

Questa digestione può avvenire anche fuori dal nostro corpo, quando mangiamo pane lievitato con pasta acida...
__________________________________________________________________________________________

... la pasta acida sarebbe la pasta madre che usiamo in casa per fare il pane?
zlatorog
#4 zlatorog 2017-06-10 01:00
Scusate l'OT, è interessante il discorso sul seitan. Sono un quasi vegetariano e lo consumo spesso (e mi piace pure molto), anche se concordo appieno riguardo ai dubbi sollevati.

Vorrei però aprire una piccola parentesi per fornire un aggiornamento riguardo al decreto Lorenzin.
Premetto che non ho figli e ho smesso da 30 anni di occuparmi di politica nonchè di frequentare manifestazioni, vista la loro inutilità, ma siccome la maggior parte dei figli dei miei amici, bambini che adoro, non sono vaccinati e praticamente nessuno di loro ha mai visto un medico che non sia un dentista (nel senso che godono tutti di una salute perfetta), soffrirei veramente molto a vederli ammalare a causa di questa legge. Per cui sto cercando di seguire un po' le attività di resistenza a questo decreto che mi sembra un concentrato di dittatura senza senso (o per lo meno senza senso apparente).
Ieri mi sono recato a una conferenza sul tema, comunico solo le notizie più gravi:
Premetto, si tratta di informazioni ascoltate ad una conferenza e alcune di esse riportate da persone del pubblico, secondo me credibili ma è una mia personale sensazione.

Alla manifestazione di domenica scorsa il codacons (organizzatore dell'evento) ha raccolto nomi e mail per poter inviare informazioni agli interessati. Bene, queste liste di nomi (compreso il mio che ingenuamente ho fornito in quanto mi interessava rimanere informato) sembra siano stati sequestrati nientepopodimeno che dalla DIGOS!!! (antiterrorismo)

Il sito della codacons, sul quale c'è una petizione per fermare questo decreto, fino a stamattina risultava "PERICOLOSO".
Appariva un avviso che informava i visitatori che proseguendo nel sito si rischiavano attacchi di hacker, sottrazione dei propri dati (compresi quelli bancari). Per poter entrare era necessario cliccare su "ulteriori informazioni" e appena li appariva il pulsante per entrare nel sito a proprio rischio e pericolo. Io ho usato Chrome. Ora sembra sia tornato tutto normale.

Le manifestazioni in programma per contestare questo decreto rischiano di venire annullate in quanto dopo il casino di Torino (che mi sembra volutamente gonfiato...1500 feriti mi sembrano veramente un'esagerazione) stanno preparando a velocità supersonica una normativa che impone per tutti gli eventi pubblici (spettacoli compresi) un protocollo di sicurezza complesso e costoso (tipo un poliziotto ogni 50 persone, installazione di telecamere, contapersone agli ingressi, corsie libere e altro. Ovvero un divieto di fatto a tutte le manifestazioni non miliardarie.
Di questa novità si trova già qualcosa in rete.

Sembra sia già pronto un disegno di legge per estendere gli obblighi vaccinali anche agli adulti, ad esempio per il rinnovo della patente. Anche su questo esiste qualcosa che si può trovare in rete ma al momento non ho link a mano.

Credo che a questo punto mancano solo i carri armati per le strade e il coprifuoco...:-)

E purtroppo c'è largo consenso...anche molte persone di mia conoscenza che sono sempre state "dissidenti" approvano in toto questa legge che mi sembra inacettabile, non so se per paura, ma credo di no. Ci credono e basta.

Sono pazzo? Devo andare a farmi imbottire di psicofarmaci?

Non sono un "no vax", mi sono vaccinato contro "tutto", da giovane mi fidavo ciecamente della "scienza" e ho pure subito dei danni seppure lievi, ma questo decreto, le relative sanzioni, la propaganda mediatica degna di Goebbels (o dello stalinismo se preferite) nonchè le epurazioni dei dissidenti, le censure, la DIGOS e tutto il resto, NON MI FANNO DORMIRE LA NOTTE!

Non credo che ci siano dietro solo questioni di soldi, non saranno quei 5% di "refrattari" a mandare in fallimento la Glaxo, il business si può fare lo stesso senza coinvolgere praticamente tutti i poteri dello stato.
Temo ci sotto qualcosa di tremendo per giustificare una simile "potenza di fuoco".

Fra le varie opzioni...che stia per scoppiare una guerra?

Ovviamente si tratta di personali fantasie, da parte di una persona particolarmente sospettosa.

Aggiornamento sabato 10 giugno:
Stavolta una buona notizia!
E pure verificata per cui la linko:
www.ilfattoquotidiano.it/.../3645008
zlatorog
#5 zlatorog 2017-06-10 01:28
Tornando al seitan...sono convinto che sia un alimento merdoso, prodotto con chissà quali skifosi procedimenti chimici e proveniente da chissà quali coltivazioni...il solito business che ormai ha contaminato anche il biologico e il salutista.
Ormai è tutto merda quello che si trova nei supermercati, compresi quelli salutisti o "bio"
Rimane solo da scegliere la merda meno puzzolente e meno infetta...
Fra una bistecca piena di ormoni, antibiotici e veleni vari, senza contare le intollerabili condizioni nelle quali vengono allevati sti poveri esseri viventi (x carità, non sono un fanatico animalista, ma quello che è troppo e troppo), beh...forse è meno peggio la merda seitan...
Certo, sarebbe preferibile una bistecca proveniente da un piccolo allevamento artigianale nel quale le bestie sono trattate decentemente e nutrite altrettanto (e quelle rare volte che accade ne giova la salute e lo spirito), ma siccome è sempre più raro... ben venga la merda seitan.
Dam
#6 Dam 2017-06-10 01:32
SEBIN...
Citazione:
L’etimologia della parola è la seguente: “Sei” significa “è” mentre “Tan” vuol dire “proteine”. Il processo di estrazione del glutine dal frumento si realizza aggiungendo acqua alla farina, quindi impastando energicamente. La massa così ottenuta viene sottoposta a cicli di lavaggio in acqua per eliminare l’amido e per estrarre il glutine, la parte proteica dei cereali. La quantità di glutine che se ne ricava dipende poi dal tipo di farina utilizzata. L’aspetto del seitan si presta molto bene a creare imitazioni della carne; l’impasto di glutine può infatti essere lavorato per conferirgli la forma di salsicce, bistecche, tagli per spezzatini e quant’altro, mentre l’abile utilizzo delle spezie può conferire al prodotto sapori più delicati o decisi.
www.vegolosi.it/glossario/seitan/

Citazione:
Il vantaggio di avere un prodotto facilmente realizzabile anche in casa, ad alto contenuto proteico che potrebbe permettere la riduzione del consumo di carne, stimola la curiosità e attira molte attenzioni, soprattutto nel popolo dei vegetariani o fra coloro che sostengono che la carne faccia male. A questo punto, però, un paio di domande vengono spontanee.
buonissimo.org/.../...

...
Calvero
#7 Calvero 2017-06-10 01:43
Sono vegetariano proto/vegano e il seitan non mi è mai piaciuto. Adesso, se anche mi capitasse, non lo guardo nemmeno.
Chiodo
#8 Chiodo 2017-06-10 02:19
Tanto per raccontare un aneddoto ai tempi del mio bar (3 anni fa abbiamo chiuso) il seitan e il tofu erano molto richiesti a pranzo e pure nei panini che le ragazze principalmente già in linea o le piu anzianotte che ci provavano mangiavano come spuntino la mattina o per "merenda" il pomeriggio.

Detto questo non ho la minima idea di cosa sia il microbiota, mi devo rileggere i tuoi post Fefochip!

Andando off-topic, per quanto dice Quilicado, se non siete vegetariani/vegani come Calvero, consiglierei oltre alla varietà che ci offre la dieta mediterranea di non fare soltanto 3 pasti al giorno, ma di aggiungere un mini spuntino fra i pasti principali:

-Colazione giusta non abbondante, occhio agli zuccheri.
-Metà mattina frutto saziante tipo arancia o mandorle o gherigli di noci
-Pranzo gli ultimi carboidrati da assumere in giornata tipo 2 fette di pane con un secondo o un piatto di pasta
-Fra pranzo e cena un fermo tipo mandorle/noci se proprio si ha fame
-Cena proteine e verdure, semplicemente un secondo evitando pane dolci e frutta
-Facendo tardi la sera/notte tipo adesso che son le 02:10 ci aggiungo una fetta di prosciutto o bresaola per fermare la fame

In 2 mesi evitando alcolici sia a pranzo che a cena ho perso 6 kili (ero ingrassato in un anno smettendo di allenarmi) con questa dieta senza fare attività fisica.

Il principio è tanti piccoli pasti durante la giornata per non sentire fame:
devi fregare il tuo corpo, se non sente fame non mette il cibo che assumi in riserve di grasso perche "sà" che verrà nutrito poco ma costantemente.

Almeno con me ha sempre funzionato:
Anche tre anni fa che avevo preso troppo peso con la stessa dieta ma mettendoci 20 minuti di corsa leggera 3 volte a settimana ho perso 10 kili in 3 mesi.
Calvero
#9 Calvero 2017-06-10 02:39
Chiodo:

Citazione:
In 2 mesi evitando alcolici sia a pranzo che a cena ho perso 6 kili (ero ingrassato in un anno smettendo di allenarmi) con questa dieta senza fare attività fisica.
Olà. Qualcosa su cui andiamo d'accordo.

Da novembre ho seguito anch'io una dieta, nel senso salutista del termine. Allenamento leggero. Pasti mai a saziarsi. Bandito il pane. E alcol, solo un bicchiere a tavola. Ero arrivato a febbraio, che se metto una foto, farei impazzire tutte le donzelle del Sito (anche Peonia :-D ). Però mi è successo qualcosa di strano, se in poco tempo mi ero rimesso in linea con un fisichetto (a parte i peli) da modello, adesso mi sto dimagrendo e non riesco più a fermare il processo inverso ...

... da torello che ero, con due spalle così, che ci pensavi due volte (anche tre) a provocarmi, ora mi ritrovo deperito e rinsecchito che se mi tiro uno schiaffo per sbaglio, mi atterro da solo. Che cazzo succede??

Non sono andato OT, voglio arrivare proprio al discorso di FEFO - perché credo che il mio problema sia proprio relegato al microbiota. Eliminando quello che mi faceva male, sono tornato a stare meglio, anche come energie e forza, e poi la cosa ha preso il sopravvento.

Comunque ragazzi miei, il pane, che fine ha fatto il pane? Quello vero intendo. Maledetti ci hanno avvelenato ogni cosa.
Redazione
#10 Redazione 2017-06-10 08:04
SEBIN: Sei nuovo del sito, e quindi devi abituarti alle nostre regole. Una di queste - come ti ha fatto notare DAM - è che quando fai copia-incolla di altri articoli devi SEMPRE mettere la fonte. Non può fare finta che sia roba tua (specialmente quando lo stile di scrittura è COMPETAMENTE DIVERSO dal tuo :-) ).
Redazione
#11 Redazione 2017-06-10 08:10
Riguardo alla dieta, io ormai non so più cosa mangiare. Tolta la carne per ovvi motivi, dimenticata la pasta come "ricordo di gioventù", tolti i formaggi "perchè ingrassano", tolto lo zucchero da thè e caffè, ridotto il pane ad una michetta integrale giornaliera, tolto anche il mezzo bicchiere di vino ogni pasto, tolto pure il seitan a partire da oggi, mangio praticamente solo frutta e verdura, vado in bicicletta mezz'ora al giorno (in montagna), eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?
qilicado
#12 qilicado 2017-06-10 08:49
#8 Chiodo
Interessante il principio di tanti piccoli pasti per non sentire fame. Si vede che abbiamo un metabolismo diverso. Io per un anno circa, fino a tre mesi fa, seguivo una dieta bipasto e non sentivo fame. Più di recente, addirittura, ho trascorso otto giorni in un bosco, con una sosta in un ostello nel mezzo. In questa circostanza ho bevuto solo un litro/un litro e mezzo in tre giorni e ho mangiato, sempre in tre giorni, una confezione grande di arachidi, una di mandorle, una di semi di girasole; sai cose facili da trasportare nello zaino, non deperibili e che non attirano le formiche. Anche in quei giorni non sentivo fame, mi sono mosso molto: sono salito e sceso dal monte due volte a piedi con un peso non indifferente rispetto al peso del mio corpo. Risultato: sono dimagrito fino all'osso, giuro. L'ultimo giorno ho fatto fatica a rifarmi la barba per quanto era "angolosa" la faccia. Le guance mi erano sparite, ma sopratutto erano le chiappe che si erano ritirate :hammer:
Tornato a casa ho ripreso il MIO peso in pochi giorni: ho inserito nella dieta mozzarella e burro, cose fino a quel momento inusuali per me.
Praticamente mi ero ficcato in un processo di autolisi, e non me ne rendevo conto in quel momento. Paradossalmente mi sentivo pieno di energie, leggero, psicologicamente sicuro di me, fiero, ma, ero esteticamente inguardabile.

Il suggerimento dei tre pasti al giorno è volto secondo il mio intendimento a consentire al corpo di innescare il processo di autolisi, durante il quale, praticamente, il corpo mangia se stesso. Qualcuno griderà all'orrore, ma se ci pensano, l'intero cosmo preso nel suo complesso non fa altro che crearsi e autodivorarsi, come l'auriboro. Se non fosse così vedremo montagne di cadaveri da tutte le parti. Il mio è un invito a far pace con il proprio corpo, sia quando ingrassa che quando dimagrisce senza un apparente perché.
Per concludere devo dire che dopo quella "scampagnata" fra i boschi mi sentivo un'altra persona: è stato un mutameo epigenetico molto repentino che sconsiglio se non si tengono alla larga amici, parenti e colleghi. Normalmente non capiscono quello che ti succede.
Oramai ho imparato a guardare entrambe le facce della medaglia, così, da questo trascorso, quando vedo qualcuno in sovrappeso penso: "minchia! Complimenti: per essere così in carne avrà impiegato un tot. di anni". Questo per dire in gnerale che dietro ad un risultato - nel lavoro, nello sport, nello studio, ecc - c'è fatica e non lo si può ottenere in breve tempo.
peonia
#13 peonia 2017-06-10 08:50
Massimo sarai ipotiroideo? sarai carente di vit: D? quest'ultima pare possa essere un causa....
peonia
#14 peonia 2017-06-10 08:52
Zlatorog..l'o.t. mi ha messo l'ansia... :-(

Fefo grazie per l'articolo, lo condivido
peonia
#15 peonia 2017-06-10 08:54
Calvero, stessa domanda la tiroide come sta? (fammela vedè la foto.. :-P )
Grappa
#16 Grappa 2017-06-10 08:56
Salute :-)

... inizio con un sentito omaggio a:
@Fefochip
Citazione:
Chi ha seguito i miei articoli si sarà reso conto di quanto mi sia focalizzato sul microbiota, un organo ignorato, se non sconosciuto, che invece è fondamentale per la salute umana.
Grazie Fefo per i contributi che hai e stai condividendo sul microbiota.
Prima dei tuoi articoli non conoscevo la sua esistenza e quindi tanto meno l'importanza di questa sinergia che insiste nel nostro corpo. Ho evidenziato nella citazione un organo e ti chiedo, dal fondo del pozzo della mia ignoranza, se definire il microbiota come tale, è una licenza letterale che ti sei dato o se sbaglio ad interpretarne il significato.
Grazie!

Proseguo.
I consigli che ho letto circa una sana ed equilibrata dieta da osservare, mi hanno fatto ricordare un monito affettuoso di mia Nonna. Abile cuoca, gioiva si del piacere che procurava con i suoi piatti e raccomandava però di alzarsi sempre da tavola con ancora un po' di appetito. Consiglio che faceva il paio con il suo: "in tutto quel fai ricordati che il troppo, versa!"

@Calvero
Citazione:
Comunque ragazzi miei, il pane, che fine ha fatto il pane? Quello vero intendo. Maledetti ci hanno avvelenato ogni cosa.
... ho il timore di risultarti scontato, ma leggendo il tuo commento mi viene da suggerirti di fartelo tu il pane, con il lievito Madre. Ci sono riuscito io :hammer: e se la cosa ti prende, vedrai, ti si apre letteralmente un mondo di sapori che dire antichi è vero quanto genuino.
Metti in conto una sorta di rituale che ripeterai ad ogni rinfresco del lievito o Pasta Madre per poi panificare. Se la cosa ti interessa ti condivido volentieri cosa ho imparato. Scontato dirti che sul web trovi blog, forum e video allo sfinimento.

Hic ;-)
Antdbnkrs
#17 Antdbnkrs 2017-06-10 08:57
Sono vegano da tanti anni e ho sempre schifato il seitan e tutti quei prodotti industriali che scimmiottano cibi onnivori.
Ste robacce le lascio agli onnivori che vogliono provare l'alimentazione "vegan" ;-)
Antdbnkrs
#18 Antdbnkrs 2017-06-10 08:58
Riguardo alla dieta, io ormai non so più cosa mangiare. Tolta la carne per ovvi motivi, dimenticata la pasta come "ricordo di gioventù", tolti i formaggi "perchè ingrassano", tolto lo zucchero da thè e caffè, ridotto il pane ad una michetta integrale giornaliera, tolto anche il mezzo bicchiere di vino ogni pasto, tolto pure il seitan a partire da oggi, mangio praticamente solo frutta e verdura, vado in bicicletta mezz'ora al giorno (in montagna), eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?

L'hai comprata la maglietta elastica che ti ho consigliato in p.m.? :-D
poveraccio
#19 poveraccio 2017-06-10 09:08
Concordo con l'articolo di Fefo. Direi che in ogni caso i cereali non sono in buon alimento sotto qualunque forma. La forma più accettabile è vera integrale e sempre in quantità minima, magari come chicchi o fiocchi. Latte e latticini zero.
Massimo, prova a togliere quella michetta al giorno. Sembra niente ma in un organismo intossicato può essere sufficiente a bloccare il processo depurativo di dimagrimento. Cereali Zero, latte e latticini zero. Poca frutta secca e pochi legumi. No patate. Almeno per qualche giorno. Vedi come va e se funziona, a seconda di come ti senti, puoi continuare o reintrodurre qualcosa piano piano, meno il latte e latticini.
Per fare le cose per bene ci vorrebbe un digiuno ma anche una versione soft, se non ci sono particolari problemi di salute e si vuole solo dimagrire può andare bene.

Calvero
Un cambiamento radicale come togliere completamente i cereali d'un colpo può destabilizzare l'organismo. Di solito si va per gradi. Se vedi che sei troppo magro e anche debole forse è meglio reintrodurre un minimo di cereali.

Per aliutare la disintossicazione spesso si usa l'enteroclisma per eliminare più tossine possibili, specie all'inizio quando con il cambio di dieta le tossine vengono stanate per essere eliminate.
Nomit
#20 Nomit 2017-06-10 09:16
Redazione: Citazione:
Riguardo alla dieta, io ormai non so più cosa mangiare. Tolta la carne per ovvi motivi, dimenticata la pasta come "ricordo di gioventù", tolti i formaggi "perchè ingrassano", tolto lo zucchero da thè e caffè, ridotto il pane ad una michetta integrale giornaliera, tolto anche il mezzo bicchiere di vino ogni pasto, tolto pure il seitan a partire da oggi, mangio praticamente solo frutta e verdura, vado in bicicletta mezz'ora al giorno (in montagna), eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?
Pubblica un articolo dal titolo "La cospirazione della prova costume" in cui racconti di questo problema e concludi che l'unica spiegazione possibile sia che gli alieni ti rapiscano nel sonno per usarti come cavia, ti sottopongano a flebo durante i loro esperimenti e ti cancellino la memoria prima di rilasciarti.
Aggiungi che ti sottoponi a delle sedute di ipnosi regressiva per recuperare i ricordi di questi eventi, ma che sospetti che l'ipnotista sia un agente al soldo della Boldrini che durante lo stato ipnotico ti comandi di mangiare.
Cioè, io farei così.


Comunque io sono vegano e il seitan lo mangio poche volte all'anno. Anche se sospetto che le informazioni allarmistiche contro il glutine e la soia siano dovute al fatto che molti pensano erroneamente che i vegetariani basino la loro alimentazione su seitan e soia.
peonia
#21 peonia 2017-06-10 09:19
Riguardo alle diete e a cosa mangiare, dopo anni di interessamento sul tema e alle esperienze dirette di amici, sono giunta alla conclusione che non c'è una dieta adatta o migliore per tutti, essendo ognuno di noi UNICO. Tendo a pensare che in effetti la dieta del Gruppo Sanguigno abbia fondamento... Io sono tornata onnivora, essendo 0 RH-, direi carnivora secondo il gruppo., ma mangio poco di tutto, pesce mai solo crostacei e mitili (raramente) carne rossa raramente frutta pochissima. Ieri mi sono mangiata 4 ostriche e, dopo la lotta per aprirle, mentre me le mettevo in bocca m è venuto spontaneo ringraziarle per il loro sacrificio.... :-)
Aigor
#22 Aigor 2017-06-10 09:22
@redazione
@calvero

Quoto Peonia (complimenti davvero): approfondirei il discorso tiroideo.
Consiglio i video del dott. Pierpaoli, e, magari, un controllo con uno dei medici della sua fondazione.

Magari salta fuori che il problema è quello... ;-)
Magari no ed eliminate una voce dalla lista :-)
stellabystarlight
#23 stellabystarlight 2017-06-10 09:25
Massimo

Mezzora al giorno di bicicletta non è sufficiente. Devi fare almeno 40 minuti minimo. Questo perché nei primi 40min il corpo brucia gli zuccheri poi finiti quelli passa ai carboidrati ed è li che il gioco si fa interessante. Portala ad un ora al giorno, datti un mese e poi facci sapere i risultati....bilancia alla mano...;-)
gelu
#24 gelu 2017-06-10 09:33
Io e mio marito siamo vegani da qualche anno (6). Io, diabetica insulinodipendente, se non voglio farmi l'insulina non posso mangiare pane e frutta o pochissima, tre ciliegie, una albicocca... Siamo sottopeso! Sono aumentata un pochino di peso forse grazie a qualche formaggio di latte di capra. Il latte vaccino non solo ingrassa ma contiene caseina, forse va bene per le pitture murali ma non per il nostro corpo. Il calcio del latte rende fragili le ossa.
Redazione
#25 Redazione 2017-06-10 09:46
STELLABYSTARLIGHT: Citazione:
Mezzora al giorno di bicicletta non è sufficiente. Devi fare almeno 40 minuti minimo. Questo perché nei primi 40min il corpo brucia gli zuccheri poi finiti quelli passa ai carboidrati ed è li che il gioco si fa interessante.
In effetti, mi sa che hai ragione. Quando facevo motocross, ci spiegavano che inizialmente si bruciano gli zuccheri e l'ossigeno presenti nel sangue (meccanismo aerobico), ma è solo dopo un pò che il sangue va a cercare energie dai grassi/carboidrati (meccanismo anaerobico).

Proverò ad allungare le pedalate, grazie.
Nomit
#26 Nomit 2017-06-10 09:47
Citazione:
Mezzora al giorno di bicicletta non è sufficiente. Devi fare almeno 40 minuti minimo. Questo perché nei primi 40min il corpo brucia gli zuccheri poi finiti quelli passa ai carboidrati ed è li che il gioco si fa interessante.
Credo che chi non riesce a dimagrire con l'allenamento aerobico dovrebbe provare a sostituirlo in parte con attività meno aerobiche, con sforzi più brevi e di intensità maggiore www.youtube.com/watch?v=fORWdW69kwI&t=4m29s

cortisolo vs testosterone, il cortisolo è l'ormone dello stress e degli sforzi fisici lunghi
SEBIN
#27 SEBIN 2017-06-10 09:51
#Nomit io ho sempre fatto allenamenti di vario tipo, anche quelli aerobici eppure mi basta una bella camminata di 2 ore al Dì per poter perdere un pò di peso. Non ti pare?
peonia
#28 peonia 2017-06-10 09:56
zlatorog hai un mio PM..
Nomit
#29 Nomit 2017-06-10 10:09
Sebin, mi sembra che la tua sia una semplificazione eccessiva.
Nomit
#30 Nomit 2017-06-10 10:18
GELU: Citazione:
Il calcio del latte rende fragili le ossa.
Non so se sia vero, vi consiglio di non credere che eliminando il latte le ossa diventino automaticamente più forti perché potrebbe portarvi ad assumere poco calcio. In uno studio condotto in Gran Bretagna i vegani hanno avuto un tasso di fratture superiore rispetto agli altri vegetariani ed agli onnivori, ma la differenza spariva nei vegani che consumavano almeno 500 mg di calcio al giorno, che erano il 55% del campione. 500 mg non sono difficili da assumere e in quello studio gli altri gruppi assumevano 1000 mg di calcio al giorno.
peonia
#31 peonia 2017-06-10 10:19
SCUSATE COME SI FA A CANCELLARE L'OPZIONE - -CHE AVEVO CLICCATO DA QUALCHE PARTE DI RICEVERE LE RISPOSTE AI COMMENTI? MI SONO ARRIVATE 300 MAILS! :-o
GRAZIE


perchè cliccando sotto la mail Cancella iscrizione, mi dà: 404 JGLOBAL_RESOURCE_NOT_FOUND
SEBIN
#32 SEBIN 2017-06-10 10:30
#Nomit a me non pare che la mia risulti una semplificazione granchè eccessiva. Io potrei anche essere il ragazzo pi sano del mondo ma anche se non lo fossi, mi sono informato anche sul fatto che per prevedere l'obesità, è necessario fare almeno 10.000 passi al giorno. Sono sempre stato favorevole alle camminate e non le ho mai rifiutate. Ma anche l'suo della bicicletta non fa mai male a nessuno.
fefochip
#33 fefochip 2017-06-10 10:40
qilicado
Citazione:
PS: complimenti Fefo. Non pensi pure te che il così detto " sistema immunitario" non sia altro la simbiosi perfetta tra ospite e microbiota, o, in generale, la simbiosi tra ospite e tutti i microrganismi che lo popolano in ogni sua parte e persino quelli che vivono nella sua dimora?
:perculante: ultimamente non dico altro
SuperGulp Citazione:
la pasta acida sarebbe la pasta madre che usiamo in casa per fare il pane?
esatto , in pratica sono lactobacilli (vari ceppi)

zlatorog
Citazione:
Tornando al seitan...sono convinto che sia un alimento merdoso, prodotto con chissà quali skifosi procedimenti chimici e proveniente da chissà quali coltivazioni...il solito business che ormai ha contaminato anche il biologico e il salutista.
Ormai è tutto merda quello che si trova nei supermercati, compresi quelli salutisti o "bio"
anche se ti autoproduci il seitan la problematica che ho evidenziato rimane

chiodo
Citazione:
Detto questo non ho la minima idea di cosa sia il microbiota, mi devo rileggere i tuoi post Fefochip!
te lo dico senza troppi giri di parole : informati bene perche ti si aprirà un mondo
i miei articoli li trovi raggruppati qui
luogocomune.net/.../...
ma io ho imparato da vari autori sia su youtube che con testi specifici

nomit
Citazione:
Comunque io sono vegano e il seitan lo mangio poche volte all'anno. Anche se sospetto che le informazioni allarmistiche contro il glutine e la soia siano dovute al fatto che molti pensano erroneamente che i vegetariani basino la loro alimentazione su seitan e soia.
non ha importanza essere vegetariani o onnivori o carnivori o pescivori , il punto è che se hai gluten sesitivity il seitan è un concentrato di glutine e quindi un alimento completamente sbilanciato (sia esso autoprodotto o da supermercato).
purtroppo molte persone , per essersi informate poco usano l'equazione carne = male , mondo vegetale = bene, per seguire la dieta vegan/vegetariana.
di solito ciò si fa perche si sta male e si vuole trovare un po di benessere (chi lo fa per delicatezza morale è un altra cosa ovviamente) tuttavia se il loro problema
ha a che vedere con della sensibilità al glutine che di solito arriva perche hanno un microbiota debole allora si impantaneranno in un a dieta che da una parte sicuramente gli da in termini di salute ma dall'altra li rovina
Nomit
#34 Nomit 2017-06-10 11:01
@ Sebin - Citazione:
a me non pare che la mia risulti una semplificazione granchè eccessiva. Io potrei anche essere il ragazzo pi sano del mondo ma anche se non lo fossi, mi sono informato anche sul fatto che per prevedere l'obesità, è necessario fare almeno 10.000 passi al giorno. Sono sempre stato favorevole alle camminate e non le ho mai rifiutate. Ma anche l'suo della bicicletta non fa mai male a nessuno.
Ma io non sono contrario alle camminate. Stellabystarlight ha dato un'informazione sul dimagrimento ed io ho integrato questa informazione con un'altra meno nota. Tutto qui.
DaemonZC
#35 DaemonZC 2017-06-10 11:18
Vegetariano dal 2013, pseudo vegano da 3 mesi (talvolta mi capita di sgarrare con i prodotti come biscotti o cornetti non veg). Seitan e Tofu non mi hanno mai convinto, cerco perciò di limitarne il consumo a una volta la settimana. Da un po' ho scoperto l'esistenza di un altra grossa fonte di proteine: il Quorn. E' un alimento con una lunga storia alle spalle, composto dal 90% di mico-proteine (prodotte dalla fermentazione di funghi). Costano un po', ma sento che è più digeribile, ed ha un ottimo sapore e si presta benissimo ad ogni tipo di piatto.

La presenza di Glutine nel seitan non lo rende un ottima fonte di proteine, mentre la presenza di Soia nel Tofu, lo rende pericoloso per la tiroide e fonte di fitoestrogeni (ormoni che vanno a disturbare l'equilibrio ormonale del corpo, sia nell'uomo che nella donna).

In ogni caso siamo proprio convinti che abbiamo bisogno di tutte queste proteine? Siamo assuefatti secondo me. La cosa migliore a mio avviso è mangiare crudo, negli ortaggi, nelle verdure, nelle insalate e nella frutta c'è tutto ciò di cui abbiamo bisogno, (eccetto la b12 se i cibi sono lavati industrialmente).
SuperGulp
#36 SuperGulp 2017-06-10 11:29
CITAZIONE: REDAZIONE

....eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?
______________________________________________

Zappare la terra... telo dico io...
lo scorso anno, acquistato un terreno non fresato da un 20 anni, ci siam messi in testa di mantenerlo Vivo,
quindi ho dissodato con la vanga, terra compatta.. non ti dico che c... in 6 mesi dimagrito 10 kg.. pure 12..
da 74 a 62, anche perchè m'è dimunuita la fame, il movimento me fa passà l'ansia, quindi mangio meno, inoltre la
mia compagna è vegetariana e, per fortuna, non m'è costato molto ridurre quasi a zero il consumo di carne,
non so' mai stato un grande carnivolo, a casa si mangiava con dieta mediterranea... quella vera, legumi,
minestroni qualche volta pasta, verdure fresche, frutta e una volta la settimana carne... te tocca zappà!!!!
Anteater
#37 Anteater 2017-06-10 12:02
Dovessimo elencare le schifezze indigeste da più punti di vista...ma scegliere di bocciare un "alimento" così elaborato è retorica allo stato puro! E allora "giochiamo" a far i bastian contrari...
SEITAN FERMENTATO: PIÙ COMPLETO, DIGERIBILE E NUTRIENTE
www.greenme.it/.../2183-seitan-fermentato

Citazione:
Paolo Mainardi, un intestino sano è un intestino che digerisce di tutto..
A partire dai cetrioli...tanto impegno, per appiccicare una frase senza senso...

Visto che giochiamo al "piccolo nutrizionista"...
Sui prodotti orribili e tristi come le bistecche vegetali...proporrei magari...il Quorn piuttosto che evidenziare che il glutine NON sia un toccasana...Anche il collagene è una proteina...ed è evidente che se mi nutro con quello idrolizzato a lungo...sospetto ci siano scompensi...
www.quorn.it/faq/

RedazioneCitazione:
eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?
Evitare di mischiare cibi con tempi di digestione diversa l'una dall'altra sopratutto!

Slobblysta

Sembra che quest’ultimo sia il metodo al quale si riferì Gesù Cristo quando disse: “Il regno dei cieli è simile al lievito, che una donna prese e nascose in tre grosse misure di farina, finché l’intera massa fu fermentata”. (Mt 13:33; Lu 13:20, 21) Benché non vi siano testimonianze dirette, c’è chi ritiene che gli ebrei usassero come lievito anche i residui della sedimentazione del vino, la feccia....
SEBIN
#38 SEBIN 2017-06-10 12:09
#Nomit

Certo, ci mancherebbe altro. Infatti l'ho visto che hai riportato quella citazione, solo che io volevo esprimere la mia considerazione su quell'argomento.
Nomit
#39 Nomit 2017-06-10 12:56
DAEMONZC: Citazione:
la presenza di Soia nel Tofu, lo rende pericoloso per la tiroide
solo per chi è colpito da ipo-tiroidismo forse

Citazione:
e fonte di fitoestrogeni (ormoni che vanno a disturbare l'equilibrio ormonale del corpo, sia nell'uomo che nella donna).
www.informazionealimentare.it/?p=144
gelu
#40 gelu 2017-06-10 12:58
Il calcio si trova anche nel mondo vegetale: semi di sesamo e fichi secchi.
Nomit
#41 Nomit 2017-06-10 13:17
GELU: Citazione:
Il calcio si trova anche nel mondo vegetale: semi di sesamo e fichi secchi.
Ovvio, e molto altro, arance, cavoli, fagioli, soia, rucola, mandorle eccetera.
Il problema è chi da lattivoro ha come unica buona fonte di calcio i latticini ed eliminandoli pensa che tanto il calcio dei latticini non servisse a niente e per questo non assume regolarmente le molte altre buone fonti di calcio vegetali. Così potrebbe sfavorire la sua salute ossea. Per questo non mi piace molto che giri la storia del latte che indebolirebbe le ossa o che ruberebbe più calcio di quello che apporta. E' piuttosto imprecisa.
zlatorog
#42 zlatorog 2017-06-10 14:24
Peonia

come si fa a leggere i MP?
Non mi appare nulla al riguardo
Decalagon
#43 Decalagon 2017-06-10 14:34
Citazione:
E' un cibo di moda e molto usato da vegani e vegetariani come fonte di proteine.
I vegetariani e i vegani come fonte di proteine usano legumi, semi, ortaggi e cereali. Non il seitan.
NRG
#44 NRG 2017-06-10 14:53
io (da non mangiatore di animali e derivati da anni) i legumi i semi e i cereali proprio non li uso... e il seitan non mi è certo mai passato per la testa

La storia che chi diventa veg, debba sostituire le proteine della carne con legumi, cereali o seitan è una bufula colossale..

Tra l'altro anche i legumi e i cereali sono un pessimo cibo, fortemente acidificante per l'organismo... i cereali poi creano un sacco di muco... e non parlo solo teoricamente , ma perchè negli anni ho fatto esperienza diretta di quello che studiavo

non cè niente da sostituire laddove ci nutriamo di cibi sempre più vicino al cibo specie specifico dell'essere umano

infatti c'è solo da togliere e non sostituire...

Ricordo che l'essere umano ha bisogno (sempre che ne abbia veramente bisogno) di pochissime proteine al giorno... ma veramente poche... lo dimostra anche il fatto di quanta percentuale di proteine siano contenute nel latte materno (di donna umana) nel periodo in cui il bambino dalla nascita in poi raddoppia il proprio peso durante l'allattamento...
Decalagon
#45 Decalagon 2017-06-10 14:55
Citazione:
La storia che chi diventa vegano debba sostituire le proteine della carne è una bufula colossale

non cè niente da sostituire laddove ci nutriamo di cibi sempre più vicino al cibo specie specifico dell'essere umano
Infatti
SEBIN
#46 SEBIN 2017-06-10 15:24
# NGR

Citazione:
Ricordo che l'essere umano ha bisogno (sempre che ne abbia veramente bisogno) di pochissime proteine al giorno... ma veramente poche... lo dimostra anche il fatto di quanta percentuale di proteine siano contenute nel latte materno (di donna umana) nel periodo in cui il bambino dalla nascita in poi raddoppia il proprio peso durante l'allattamento...
Questa sinceramente non la sapevo, io ho sempre tenuto in considerazione dell'importanza delle proteine che un essere umano deve assumere e da quello che so io, le proteine sono molto importanti. Bisogna assumerne in buona quantità ma come hai detto tu nel tuo commento, non bisogna esagerare. Forse ti riferivi solamente alle donne che devono allattare i propri piccoli ma ti posso assicurare che
se ad esempio se il tuo peso corrisponde a 55kg, dovrai consumare un minimo di 44 grammi di proteine al giorno per essere in salute. Coloro che praticano allenamenti di forza dovrebbero consumare 1.6g – 2g/kg di peso corporeo (ad esempio 88-110g di proteine al giorno se pesi 55kg). Per quel che riguarda le donne, quando dovranno allattare, è meglio che riduca perchè il latte come alimento ne possiede in grandi quantità.
Aigor
#47 Aigor 2017-06-10 15:24
Citazione:
La storia che chi diventa vegano debba sostituire le proteine della carne è una bufula colossale
Infatti... e c'ero cascato anche io anni fa.
In realtà ci si dimentica che ciò di cui abbiamo bisogno non è "la proteina" in se stessa, ma degli "amminoacidi" in essa contenuti.
E nemmeno di tutti: infatti, tanto per precisare, gli amminoacidi di cui abbiamo bisogno ce li sintetizziamo quasi tutti da soli (senza bisogno di proteine specifiche che li contengano).
Quelli che non siamo in grado di sintetizzare in modo autonomo sono 8 (ora pare 9) che vengono chiamati "essenziali" proprio perché non siamo in grado di produrceli da soli.
La carota, tanto per fare un esempio, li contiene tutti e 8...
Il rischio per un vegano è addirittura rischiare di avere una dieta iperproteica... figuriamoci se deve preoccuparsi...


Però c'è da dire una cosa: ho scoperto proprio oggi un articolo di Vaccaro, che è un talebano tremendo, ma che spesso dice cose molto interessanti e utili, basta saper filtrare, dove afferma che "Ad ogni buon conto, è stato scoperto in questi ultimi anni, che in realtà gli aminoacidi cosiddetti essenziali (che il corpo non sarebbe in grado di fabbricare), non sono 9 ma soltanto 2, e sono la lisina e la treonina, che si trovano poi abbondanti nei legumi (fagioli, piselli, soia, lenticchie, ceci, fave, arachidi, lupini)." (link: valdovaccaro.com/.../...

Per quanto riguarda il Seitan, grazie Fefo per l'articolo. Lo consumo raramente (una volta o due al mese per un paio di piatti gustosi), ma in effetti viene da chiedersi se ne valga davvero la pena...
Comunque la salute del microbiota è fondamentale, occhio a quello che partorite in bagno ;-)
NRG
#48 NRG 2017-06-10 15:28
Citazione:
#24 gelu 2017-06-10 09:33
Io e mio marito siamo vegani da qualche anno (6). Io, diabetica insulinodipendente, se non voglio farmi l'insulina non posso mangiare pane e frutta o pochissima, tre ciliegie, una albicocca...
se vuoi guarire dal diabete devi prima liberarti di certi dogmi che i medici ti hanno inculcato e migliorare di molto la tua cultura su una alimentazione vegana salutistica...




so che sembra molto una pubblicità di televendita americana, ma è solo il trailler del documentario Crudo & Semplice distribuito da macroedizioni.it


PS gli spaghetti che si vedono nel video sono spaghetti crudisti di zucchine e non di cereali ;)
NRG
#49 NRG 2017-06-10 15:49
Citazione:
#46 SEBIN 2017-06-10 15:24

Questa sinceramente non la sapevo, io ho sempre tenuto in considerazione dell'importanza delle proteine che un essere umano deve assumere e da quello che so io, le proteine sono molto importanti.
Quello che sai tu è un dogma che è da decenni (troppi) diffuso tra il 90% della popolazione e che purtroppo mainstreams e medici continuano a ripetere a pappagallo...

Per i primi 26 anni della mia vita era anche il mio "credo" poi ho sperimentato su di me dopo aver studiato altro che non era assoutamente vero

Citazione:
#46 SEBIN 2017-06-10 15:24
Bisogna assumerne in buona quantità ma come hai detto tu nel tuo commento, non bisogna esagerare. Forse ti riferivi solamente alle donne che devono allattare i propri piccoli ma ti posso assicurare che...
rileggi con calma il mio commento, perchè quando ho parlato di allattamento ho fatto un esempio per fare capire il concetto, ma mi sembra che ti sia sfuggito di cosa stessi parlando

;-)



ho visto inoltre che hai pure i dogmi dei personal trainer delle palestre


ragazzi da dove cava le proteine un toro che è erbivoro?!? Sta a pesare con il bilancino le proteine di ogni filo d'erba che mangia?!?


Ti faccio leggere un articolo di un personal trainer a sola frutta e che ti fa capire il concetto di muscolo grosso e muscolo naturale:

www.fruttalia.it/.../




gelu
#50 gelu 2017-06-10 16:07
Quasi guarita grazie a Valdo Vaccaro. Crudo il più possibile ma le verdure cotte aiutano a colmare la fame.... :-)
zlatorog
#51 zlatorog 2017-06-10 16:50
Peso:
Non sono un dietologo ne ho mai avuto particolari problemi di peso...ovvero ne ho avuti in gioventù ma al contrario, ovvero che tendevo a perderne.
Da esperienze di persone che conosco, ho appreso che molto può fare la tiroide (ma proprio tanto tanto), x cui un controllino alla ghiandola sarebbe sempre consigliabile quando le diete non bastano.
Pare faccia molto anche la genetica, in effetti conosco ben poche persone obese che non siano a loro volta figli di obesi e non siano stati obesi già da bambini, anche se ci sono eccezioni. Certo che la familiarità può essere letta anche in chiavi diverse da quelle genetiche, ad esempio il punto successivo.
Un aspetto che non trascurerei è anche quello psicologico, qui una certa esperienza ce l'ho in quanto mi sono interessato per quasi un decennio a questo ramo e ho frequentato decine di seminari.
Alcuni luminari della psicologia (mi sembra Friz Perls) pare facesse dimagrire le sue pazienti invitandole ad aumentare di peso e di conseguenza a prendere coscienza di essere in grado di controllarlo e quindi anche di diminuirlo.
In ogni caso ho assistito a risultati sorprendenti sul controllo del peso con il solo lavoro psicologico, il quale chiaramente va a influire sui comportamenti alimentari ma in tal caso senza sacrifici (e credo anche sul metabolismo). Spesso le persone sovrappeso, e ne ho conosciute molte, prestano molta attenzione all'alimentazione, ma "ogni tanto" (ovvero quasi ogni giorno e più volte al giorno) si lasciano andare a qualche trasgressione "fuori pasto" altamente calorica, che ovviamente va ad inficiare i sacrifici profusi precedentemente.
Se si innesca la guerra interiore fra il "rigoroso" e il golosone in genere è la fine :-) ovvero si tratta di un conflitto che porta solo a un inutile stress che a sua volta induce a peggiorare la situazione.
E' mia personale convinzione, anche se condivisa da diversi addetti ai lavori, che anche in caso di dimagrendi rigorosi, lo stress causato dai sacrifici possa influire negativamente sul metabolismo, minimizzando i risultati di diete e sacrifici. Senza contare che è molto comune far seguire a periodi di rigore alimentare alla Mario Monti altrettanti periodi di "cedimento" e conseguenti oscillazioni ponderali che certo non giovano alla salute.
Forse per questo numerosi psicoterapeuti considerano come primo passo il far accettare al paziente il proprio peso attuale, in seguito a seconda delle scuole di provenienza agiscono in direzioni differenti, ma pare che l'accettazione del proprio corpo così com'è ora sia comune un po' a tutte.
SEBIN
#52 SEBIN 2017-06-10 17:23
Citazione:
Quello che sai tu è un dogma che è da decenni (troppi) diffuso tra il 90% della popolazione e che purtroppo mainstreams e medici continuano a ripetere a pappagallo... Per i primi 26 anni della mia vita era anche il mio "credo" poi ho sperimentato su di me dopo aver studiato altro che non era assoutamente vero
@NRG certo ci mancherebbe altro. Quindi se il mio sarebbe un dogma molto diffuso vuol dire che ho torto? Può anche essere...lo dico io che ho fatto palestra e devo dire che sono migliorato con il tempo e scusa la mia impreparazione sul quel fatto delle proteine che deve assumere una donna. Su questo so ben poco e comunque non sono un docente io. Giusto per fartelo notare, nulla di che. ;)
Marzo
#53 Marzo 2017-06-10 18:41
Grazie per l'articolo Fefo!

Due considerazione OT:

anche io sono ciclista dilettante :)

Calvero con la dieta ha steso anche la f**a di Kat Dennings del suo profilo :-D
Chiodo
#54 Chiodo 2017-06-10 18:51
@Fefochip

Ottimo grazie inizio a studiarmi questo nuovo "organo" come dite voi, che ancora non c'ho capito nulla.

@Peonia

Si esattamente sono d'accordo con Te, ognuno trova la sua "dieta" io per fortuna mi sono accorto che eliminando alcol e "non facendo sentire fame" al corpo riesco a far smuovere il metabolismo e a perdere i Kg in eccesso

@Calvero

Calvero più che controllare la tiroide sei sicuro di assumere una giusta quantità di proteine e di calorie?
Spesso, non so se è il tuo caso, vegetariani e vegani "subiscono" gli effetti di una dieta poco equilibrata e rischiano di farsi mancare certi essenziali.

Non sono un super fisico ma sono 13 anni che mi giro palestre e forum e mi verrebbe da dirti, dal poco che hai scritto, che probabilmente sei arrivato ad un punto in cui il dimagrimento non è piu di massa grassa ma di massa magra (i muscoli).

Questo accade quando si fanno allenamenti sia aerobici che anaerobici, indipendentemente se leggeri o meno, e privandosi della giusta quantità di proteine.

Se avevi "due spalle cosi" e stanno iniziando a calare è bene che elimini la corsa o la bici o qualsiasi attività aerobica/cardio e mangi qualcosa di proteico, se puoi mangiare gli albumi sarebbe ok (solo che non so se rientrano nel proto/vegano)

Per fare un semplice esempio:

-I centometristi hanno molti muscoli, nota le cosce e i glutei degli atleti, perchè la loro attività è aerobica ma "esplosiva" e di poca durata e infatti metà allenamento lo passano in sedute di palestra con bilancieri eccetera.

-I maratoneti sono secchi rifiniti e sono si "tirati" ma hanno pochissimi muscoli anche se molto resistenti, questo perche per esempio con la corsa prolungata il fisico quando finisce le riserve di grasso inizia a "nutrirsi" dei muscoli.

Eliminando la corsa potresti aggiungere invece che i classici pesi, che spesso spaccano le articolazioni, un bell'allenamento di massimo 40 minuti a corpo libero, il migliore secondo me e il piu completo.
NRG
#55 NRG 2017-06-10 18:51
Citazione:
#52 SEBIN
e scusa la mia impreparazione sul quel fatto delle proteine che deve assumere una donna. Su questo so ben poco e comunque non sono un docente io. Giusto per fartelo notare, nulla di che. ;)
SEBIN perdonami, ma se ti dico di leggere di nuovo quello che ho scritto perchè sembra tu non l'abbia capito (forse andavi di fretta), ma poi non ti prendi il tempo di riprovarci è inutile andare avanti

Io non ho mai parlato di quante proteine debba prendere una donna ;-)
Anteater
#56 Anteater 2017-06-10 19:47
È uno degli argomenti che amo di più...avrò un centinaio di libri...uno rarissimo edito dalla Nestlé anni 60..molto esaustivo sulla base della consapevolezza/esperienza acquisita...altri di nicchia...
Sono abbastanza sicuro della mezza buona fede che si investe per dar delle dritte...poi però le "variabili" dragano il fiume alla ricerca di un cadavere teorico...piuttosto che iniziare a capire come ascoltarsi...

Una cosa dannatamente schifosa, ma DECISAMENTE non trascurabile...sarebbe di osservare/annusare i propri "rifiuti" e da ciò, cominciare a sintonizzarsi sul capire COSA STA ACCADENDO DENTRO IL CORPO...
La regolarità, la consistenza, l'odore, il colore, i tempi di evacuazione...sul solido...La trasparenza, l'odore, i tempi di evacuazione, il colore oppure torbido bianco/bruno...sono informazioni fondamentali per capire LE INTERAZIONI e cosa soggettivamente sta succedendo..aver la sensibilità di comprendere quale principio attivo abbisognamo per contrastar una rogna...

Ascoltarsi sarebbe più opportuno, che bersi il copia/incolla

Slobbando

... geluCitazione:
Il calcio si trova anche nel mondo vegetale: semi di sesamo e fichi secchi.
L'alga hiziki contiene la bellezza di 1400 mg di calcio per 100 gr di porzione ...
qilicado
#57 qilicado 2017-06-10 20:50
#33 fefochip
Citazione:
ultimamente non dico altro
Be', sarebbe un mutamento paradigmatico di non poco conto: l'immunizzazione diventa un problema microbiologico ed ecologico al tempo stesso. Conosci qualche autore che ha scritto in merito?
Io ho ormai l'abitudine la mattina, appena mi sveglio, di sciaquarmi la bocca con un cucchiaino o due di olio extra vergine di oliva, per un quarto d'ora circa. Questo per salvaguardare la flora batterica della bocca. Non uso più il dentifricio, anche perché i denti rimangono lo stesso bianchi. Questa è anche una pratica igienista: serve a portar via le tossine dalla lingua, che in genere, al risveglio, è bianca.
Nomit
#58 Nomit 2017-06-10 20:54
@ Gelu @ Anteater - anche la carruba è molto ricca di calcio nutritiondata.self.com/.../2
qilicado
#59 qilicado 2017-06-10 21:01
#13 peonia
Una domanda interessante da porsi è che ruolo svolge a sua volta la ghiandola pituitaria sulla tiroide.
peonia
#60 peonia 2017-06-10 21:05
qilicado potrebbe risponderti il Dott. Pierpaoli....
peonia
#61 peonia 2017-06-10 21:10
peonia
#62 peonia 2017-06-10 21:22
Azzardo un pensiero mio.... dato che le tesi, le ipotesi, le teorie sono tante e spesso contrastanti.... alla fine, dobbiamo diventare i medici di noi stessi...osservandoci e capendo cosa ci fa male e cosa ci fa bene....
fefochip
#63 fefochip 2017-06-10 21:32
@ qilicado
Citazione:
Be', sarebbe un mutamento paradigmatico di non poco conto: l'immunizzazione diventa un problema microbiologico ed ecologico al tempo stesso. Conosci qualche autore che ha scritto in merito?
beh ormai è noto da tempo che tra il 60% e l'80% (percentuali piu alte in età pediatrica e poi a decrescere) delle difese immunitarie sono nell'intestino.
non è strano visto che l'intestino è un organo esterno ovvero la piu grande interfaccia con il mondo che abbiamo (equivalente a circa un campo da tennis come superfice).

la disbiosi ciclica delle donne è uno strategemma naturale di depressione del sistema immunitario per accogliere un feto che altresi sarebbe rigettato nel caso di un sistema immunitario troppo efficente.

se cerchi "luciano lozio" e "telecolor" sul tubo e cominci vedere qualche filmato di medicina amica , spiega concetti di questo tipo (anche altri autori come antonio gasbarrini, giuseppe pigoli , marcello romeo , paolo mainardi e altri)
fefochip
#64 fefochip 2017-06-10 21:38
Citazione:
Una domanda interessante da porsi è che ruolo svolge a sua volta la ghiandola pituitaria sulla tiroide.
Citazione:
qilicado potrebbe risponderti il Dott. Pierpaoli....
pierpaoli pineale e non di pituitaria.

sostiene che con la produzione di melatonina è il direttore di orchestra per la produzione di tutti gli altri ormoni.

tra l'altro ti posso dire che ci sono studi che evidenziano correlazione tra alterazioni del microbiota e jetlag.
quindi è ragionevole pensare che la pineale influenza gli ormoni e il microbiota magari anche in scambio biunivoco (per quello che ne sappiamo)
infatti un microbiota in disbiosi decarbossila troppo triptofano che è il precursone della serotonina che a sua volta è il precursore della melatonina

se si tirano le somme

un microbiota sano agevola le giuste quantitià di triptofano , quindi di serotonina quindi di melatonina e la melatonina regola tutti gli altri ormoni compresa la tiroide
peonia
#65 peonia 2017-06-10 21:49
Fefo intendevo dire riguardo alla tiroide.... non alla pituitaria..
www.youtube.com/watch?v=MFGFcBf_k8w

www.dionidream.com/.../
fefochip
#66 fefochip 2017-06-10 22:03
@ zlatorog
Citazione:
Pare faccia molto anche la genetica, in effetti conosco ben poche persone obese che non siano a loro volta figli di obesi e non siano stati obesi già da bambini, anche se ci sono eccezioni.
pare ... che la genetica rispetto all'epigenetica non sia nulla. pare che a dei topi grassi hanno fatto il trapianto del microbiota con quello di topi magri e pare che quelli grassi siano dimagriti e quelli magri ingrassati e sempre "pare" che anche l'epigentica si trasmetta in particolare da madre a figlio in quanto la madre passa i ceppi batterici al figlio già dalla gestazione al parto e all'allattamento.

dammi retta studiati un po questa storia del microbiota ne vedrai delle belle .... pare :-)
DaemonZC
#67 DaemonZC 2017-06-11 10:37
#39 Nomit

Grazie del link. Sulla questione soia per il momento preferisco cercare di evitarla il più possibile, aspettando studi più approfonditi in merito.

L'argomento calcio secondo me è di un importanza relativa visto che è un minerale che si trova ovunque, dall'acqua di rubinetto alle bevande, passando per la lattuga e gli ortaggi. E non è nemmeno termosensibile come lo sono gli enzimi o le vitamine.

Piuttosto una dieta vegana varia provoca al massimo carenze di b12 che possono essere compensate con alimenti arricchiti o integratori a seguito di opportune analisi del sangue per verificare la carenza.
Anteater
#68 Anteater 2017-06-11 11:39
fefochipCitazione:
...un microbiota in disbiosi decarbossila troppo triptofano...
Parli inoltre di ghiandola pineale...come argomento che padroneggi...quando SEMBRA un copia/incolla senza amore...e non oso immaginare..domande mirate...
associazionealsa.it/.../...

A questo punto chiederei all'autore se ha fatto studi di base in biologia microbiologia farmacologia...

fefochipCitazione:
dammi retta studiati un po questa storia del microbiota ne vedrai delle belle .... pare
Avrei preferito che un esperto come te, semplificasse un pochetto, che cacciar frasi piuttosto tecniche come:Citazione:
un microbiota in disbiosi decarbossila troppo triptofano...
Per es.
Comunque è raro aver carenze di triptofano...più facile aver carenze di vitamine del gruppo B..che servono per i "misteri alchemici" del nostro corpo...

Ante◆Ater
fefochip
#69 fefochip 2017-06-11 12:00
Citazione:
Parli inoltre di ghiandola pineale...come argomento che padroneggi...quando SEMBRA un copia/incolla senza amore...e non oso immaginare..domande mirate...
SEMBRA evidentemente che ho studiato cosa dice paolo mainardi e pierpaoli , si l'ho fatto e allora?
nei precedenti articoli non ne ho fatto mistero , anzi lo ho citato come fonti, quindi?
hai finito di rompere le palle senza motivo?
Citazione:
Comunque è raro aver carenze di triptofano...più facile aver carenze di vitamine del gruppo B..che servono per i "misteri alchemici" del nostro corpo...
e questo chi lo dice? tu? il tuttologo de noantri?

________________________________________________________________________________________________

@ massimo
ma proprio proprio proprio ci dobbiamo cibare questi continui attacchi immotivati al lavoro delle persone ?
una cosa però gli dobbiamo riconoscere, è democratico :perculante:
scassa il cazzo a ogni articolo pubblicato su luogomune
TdC Ghost
#70 TdC Ghost 2017-06-11 12:03
E' tutto un po' anomalo...la comunita' scientifica stessa ammette che le vaccinazioni di massa sono sconsigliate e pericolose. Non puo' essere solo una questione di soldi.
fefochip
#71 fefochip 2017-06-11 12:29
@ DaemonZC
Citazione:
L'argomento calcio secondo me è di un importanza relativa visto che è un minerale che si trova ovunque, dall'acqua di rubinetto alle bevande, passando per la lattuga e gli ortaggi. E non è nemmeno termosensibile come lo sono gli enzimi o le vitamine.
parole sante e aggiungo
con ogni probabilità quindi l'osteoporosi non è tanto dovuta a carenze di calcio ma alla decalcificazione delle ossa.
in altre parole la decalcificazione (naturale) non è compensata da un adeguato reintegro di tessuto calcifico nelle ossa ... come mai?
probabilmente le carenze non sono di calcio proprio per la sua abbondanza nella dieta.
vitamina D , vitamina K2 e magnesio sono altri componenti essenziali per la salute ossea.
la vitamina D è prodotta dal sole (rimando quindi al mio articolo e altre fonti per approfondire) e quindi una vita sempre meno all'aperto , protetti da creme solari e non esposti durante le ore centrali ha reso cronicamente carente la popolazione di questa vitamina
la K2 è una vitamina prodotta dal microbiota in particolare nella zona del ileo-colon e quindi torniamo di nuovo al concetto di una disbiosi al centro del malessere di una persona.
fefochip
#72 fefochip 2017-06-11 12:54
Citazione:
E' un cibo di moda e molto usato da vegani e vegetariani come fonte di proteine.
Citazione:
I vegetariani e i vegani come fonte di proteine usano legumi, semi, ortaggi e cereali. Non il seitan.
perche ovviamente tu hai fatto un indagine statistica e sai quanto seitan viene consumato dai vegan/vegetariani?
oppure vuoi dire che il VERO vegano non consuma seitan perche quella è roba da vegani di serie B, non iniziati alle mistiche arti vegane?
roba da matti tutto per mettere i puntini sulle "i" e rompere i coglioni a una frase innocente.
ma poi sei stato proprio tu che mi hai detto come si faceva il seitan in tempi non sospetti (leggi quando ancora non avevo capito chi eri)
@ NRG
Citazione:
La storia che chi diventa veg, debba sostituire le proteine della carne con legumi, cereali o seitan è una bufula colossale..
E CHI L'HA DETTA?
io ho detto un' altra cosa ovvero che il seitan viene usato da vegetariani/vegani come fonte di proteine ,
non come L'UNICA fonte di proteine.

la frase iniziale è semplicemente per dire che il seitan è un alimento considerato vegano ( non me ne frega nulla se a a torto o a ragione)
eppoi non mi verrete a dire che il seitan lo usano i carnivori/onnivori vero?
in ogni caso COME HO SCRITTO il problema ci sarebbe anche per loro nel caso avessero una forma di sensibilità al glutine.
Anteater
#73 Anteater 2017-06-11 13:16
DaemonZCCitazione:
L'argomento calcio secondo me è di un importanza relativa visto che è un minerale che si trova ovunque, dall'acqua di rubinetto alle bevande, passando per la lattuga e gli ortaggi.
+
fefochipCitazione:
parole sante e aggiungo
con ogni probabilità quindi l'osteoporosi non è tanto dovuta a carenze di calcio ma alla decalcificazione delle ossa.
in altre parole la decalcificazione (naturale) non è compensata da un adeguato reintegro di tessuto calcifico nelle ossa ... come mai?
probabilmente le carenze non sono di calcio proprio per la sua abbondanza nella dieta.
+
fefochipCitazione:
hai finito di rompere le palle senza motivo?
Beh, c'è una bella differenza nello sciogliere il gesso della lavagna dentro un bicchiere...e "sognare" apporto di calcio da acqua DURA...
Il calcio organico è assimilabile...quello inorganico (SanGemini) è un abbonamento a calcoli renali...
La decalcificazione avviene in presenza di acidosi...il corpo usa calcio ORGANICO per basificare...da qui carenze...

fefochipCitazione:
SEMBRA evidentemente che ho studiato cosa dice paolo mainardi..
Studiato...Mainardi...Articoli di Mainardi noo? A me dispiace, perché io amo questo argomento!

fefochipCitazione:
@ massimo 
ma proprio proprio proprio ci dobbiamo cibare questi continui attacchi immotivati al lavoro delle persone ?
una cosa però gli dobbiamo riconoscere, è democratico  
scassa il cazzo a ogni articolo pubblicato su luogomune
Detesto giustificarmi...ma chi ha attaccato me sulla persona TANTISSIME volte..insulti in PM...eccetera...bah..
Ti ho sempre in quei momenti risposto con riguardo...è lì da vedere!
Poi però sugli argomenti se c'è troppa approssimazione...e l'argomento lo AMO...beh, abbi pietas...Ogni mio intervento rimane un informazione in più almeno...e pensa, è roba che ho in memoria mica la vado per forza a cercà!
Più che dirti che malgrado la mia riluttanza...farei un articolo sulla terapia fagica a 4mani...perché molto importante conoscere cos'è...e quindi collaborerei...che diavolo posso aggiungere...qualche tua inesattezza? Posso?

Slobbysta
fefochip
#74 fefochip 2017-06-11 13:26
Citazione:
Più che dirti che malgrado la mia riluttanza...farei un articolo sulla terapia fagica a 4mani...perché molto importante conoscere cos'è...e quindi collaborerei...che diavolo posso aggiungere...qualche tua inesattezza? Posso?
fallo questo articolo sui fagi , cosi vedremo finalmente come scrivi in italiano invece che con questa stile di merda che obbliga le persone
a rileggere i tuoi periodi 3 volte prima di capire (forse) cosa dici
Anteater
#75 Anteater 2017-06-11 13:52
fefochipCitazione:
fallo questo articolo sui fagi , cosi vedremo finalmente come scrivi in italiano invece che con questa stile di merda che obbliga le persone 
a rileggere i tuoi periodi 3 volte prima di capire (forse) cosa dici
Allora..sul rileggere trevolte, trovo che oggi come oggi, ci si soffermi troppo poco e in una qualche maniera, si perde un "istinto"...che sia fatto apposta?
Quel "tuo" vedremo come scrivi, piuttosto che vedrò, è un diluire con gli altri, "proprie" impressioni..

Sull'articolo della terapia fagica...Farei come te, farei, un copia/incolla..aggiungendo "utopie" commerciali...come per es. usarla nell'avicoltura...
Per ultimo "ahinoi" non si decide...però mettendo in standby quella "rabbia"...io visto certi riscontri, credo di saper scrivere creando una cernita naturale che non mi fa perdere tempo...poi se devo "leccare il didietro" presumo di conoscere le tecniche per procrastinare facendo aumentare il DESIDERIO...e tenendomi alla larga...da me stesso...mando in avanti al massacro il mio ologramma...

Slobbysta
Sisifo358
#76 Sisifo358 2017-06-11 14:25
@qilicado
luogocomune.net/.../...
grazie, me lo propongo ma non sempre ci riesco!

@Redazione
Citazione:
eppure non riesco a dimagrire. Che cacchio devo fare?
Prova a pensare di meno :-D
Comunque un po' di movimento in più a me sarebbe più salutare..

@Calvero
Citazione:
vegetariano proto/vegano
Bella definizione, è come mi alimento, io mi esprimevo dicendo: vegetariano con tendenze vagano/crudiste.

Che il seitan fosse dannoso ne ero informato da tempo, essendo un concentrato di glutine e di conseguenza pericoloso, basti pensare a tutti questi casi di celiachia, solo per fare un esempio.
Fa sempre piacere leggerti fefochip ;-)
Aigor
#77 Aigor 2017-06-11 14:57
@Fefo
Citazione:
con ogni probabilità quindi l'osteoporosi non è tanto dovuta a carenze di calcio ma alla decalcificazione delle ossa.
in altre parole la decalcificazione (naturale) non è compensata da un adeguato reintegro di tessuto calcifico nelle ossa ... come mai?
Pubblico qui sotto un'interessante articolo del Mainardi giusto a proposito del fatto che il problema non è quanto calcio assumiamo, ma il meccanismo che fa si che venga assorbito dalle ossa...

*****

"Ogni tanto mi chiedo se integrazioni di Ca hanno mai risolto una osteoporosi? Se sbagliare è umano, insistere è demenziale.

L’osteoporosi colpisce per l’85% le donne dopo la menopausa, per quale motivo devono perdere la capacità di assorbire il Ca dalla dieta? Del resto molto presente in una normale dieta.

“Questioni ormonali” è una bella risposta che riempie la bocca. Io mi immagino un ormone divoratore di Ca, oppure appassionato di tennis che lo ributta via a racchettate.

Sicuramente deve essere una questione ormonale, risulta evidente dal fatto che colpisce principalmente le donne, non solo, DEVE essere legato a qualche variazione ormonale della menopausa.

Può sembrare un’indagine poliziesca, ma mi sembra l’unico modo corretto per arrivare a stabilirne il colpevole (la causa), altrimenti è come arrestare una pistola perché ha sparato e ucciso.

Armiamoci di lente d’ingrandimento (in questo caso corregge anche la miopia) e indaghiamo sui libri di fisiologia, questi sconosciuti.

Senza molta fatica troviamo che la donna prima della menopausa ha livelli doppi di leptina rispetto all’uomo, che dopo la menopausa crollano a quelli maschili. Ecco quindi la variazione ormonale da approfondire, da metterla alle strette per farla confessare.

Questo ormone dimostra che, se c’è qualcuno lassù, ha origini scozzesi, genovesi, chiavaresi, in quanto gli ha affidato moltissimi compiti.

Si sa come succede quando si costruisce qualcosa: dato che ci sei, fai questo, fai quello, poi ancora questo… così è per la leptina. Come quando ci sono dei lavori stradali che uno lavora e tre guardano, la leptina è quella che lavora.

Interessante è la sua etimologia, deriva dal greco leptos=magro!!! Si sa che la donna dopo la menopausa tende ad ingrassare, dato che questo ormone gestisce la trasformazione del cibo in energia e la distribuzione dei grassi. Abituato a poter scialare, il corpo della donna si trova in difficoltà ad una improvvisa diminuzione della leptina. Non a caso qualcuno cantava “le donne costano più dei gioielli…”

A questo punto siamo fortemente stimolati, come un cane che ha fiutato una pista, dai, forza, siamo prossimi ad individuare il colpevole! Se pensavamo di svolgere una indagine alla Sherlock Holmes, con colpi di scena etc, rimaniamo delusi. Girando la pagina del libro, scopriamo (è proprio il termine giusto, in quanto ogni medico avrebbe dovuto studiarlo), che la leptina controlla (anche) il turn over del tessuto osseo!!!! Bingo!!!! Tutti a battersi il palmo della mano sulla tempia: che stupidi che siamo stati, perché non ci abbiamo pensato prima!

Infatti, applicando la ferrea logica della matematica che 2+2=4, abbiamo finalmente scoperto il colpevole dell’osteoporosi: la leptina. Una sua riduzione, rallenta la rigenerazione del tessuto osseo, quindi può infragilirsi.

A questo punto possiamo prendere a Calci chi prescrive il Calcio, e chi ci suggerisce di farlo!

Mi gusto già l’articolo del giornale: “informatore scientifico (?) preso a calci da medici”"

*****

Fonte: www.gutbrainaxis.it/ancora-su-ca-e-osteoporosi/
Jurij
#78 Jurij 2017-06-11 15:10
Ancora una volta mi conferma che più l'alimento è semplice e meglio è .
NRG
#79 NRG 2017-06-11 15:42
Citazione:
#72 fefochip 2017-06-11 12:54


@ NRG

Citazione:
Citazione #NRG:

La storia che chi diventa veg, debba sostituire le proteine della carne con legumi, cereali o seitan è una bufula colossale..
E CHI L'HA DETTA?
io ho detto un' altra cosa ovvero che il seitan viene usato da vegetariani/vegani come fonte di proteine ,
non come L'UNICA fonte di proteine.
E chi si è rivolto a te?!? :-D io parlavo in senso generico perchè c'è molta gente anche tra i vegan che credono questo.

Infatti non ho quotato il tuo post, rispondevo semplicemente seguendo l'andamento del thread


Citazione:
#72 fefochip 2017-06-11 12:54

la frase iniziale è semplicemente per dire che il seitan è un alimento considerato vegano ( non me ne frega nulla se a a torto o a ragione)
eppoi non mi verrete a dire che il seitan lo usano i carnivori/onnivori vero?
in ogni caso COME HO SCRITTO il problema ci sarebbe anche per loro nel caso avessero una forma di sensibilità al glutine.
anche l'insalata è considerata vegana e non la mangiano solo i veg...
il Seitan lo usano i vegani che cadono vittime del marketing e della disinformazione sul fabbisogno proteico... e comunque ripeto, io non avevo fatto alcuna allusione a ciò che avevi scritto tu...era un riferimento generico... non sentirti attaccato.
flor das aguas
#80 flor das aguas 2017-06-11 17:25
#11 redazione
Massimo, mi permetto di parlarti da mamma, non me fa preoccupa', mangia qualcosa! :-D
steffo
#81 steffo 2017-06-11 17:27
Grazie Massimo, ottimo articolo, adesso ho trovato un nuovo medico da ascoltare! Tra l'altro già anni fa leggendo cos'è il seitan, mi son sempre chiesto se facesse veramente così bene mangiare del puro glutine...adesso è confermato che non lo è.
fefochip
#82 fefochip 2017-06-11 17:53
@ steffio
Citazione:
Grazie Massimo, ottimo articolo, adesso ho trovato un nuovo medico da ascoltare! Tra l'altro già anni fa leggendo cos'è il seitan, mi son sempre chiesto se facesse veramente così bene mangiare del puro glutine...adesso è confermato che non lo è.
a scanso di equivoci ti avverto che NON sono un medico.
la maggior parte dei medici purtroppo non ne sa nulla dell'argomento microbiota , nemmeno i gastroenterologi.
fefochip
#83 fefochip 2017-06-11 18:42
@ aigor
non so , mainardi per carità è una fonte preziosa di info tuttavia non mi quadra qualcosa
in particolare qui
Citazione:
Sicuramente deve essere una questione ormonale, risulta evidente dal fatto che colpisce principalmente le donne, non solo, DEVE essere legato a qualche variazione ormonale della menopausa.
"sicuramente" perche?
non è vero solo le donne
e magari la variazione ormonale innesca qualche altro meccanismo ...chi può dirlo?
in ogni caso non tutte le donne sviluppano osteoporosi con la menopausa quindi non è condizione necessaria e sufficente. quindi?

come ho già scritto c'è un' evidenza di correlazione tra microbiota e ormoni. come e in che modo è un po un mistero, tuttavia
mi sento di dire che l'osteoporosi è un fenomeno che bisogna combattere con un po di anticipo nel corso di anni prima.
qilicado
#84 qilicado 2017-06-11 19:38
64 fefochip
#65 Peonia
Comunque la confusione tra pineale e pituitaria regna sovrana in rete. Questo fatto si spiega anche per la prossimità anatomica delle due ghiandole.
Sulla voce "pituitaria" di wikipedia si legge:
Citazione:
Per definire la loro azione, secondo il metodo classico della fisiologia sperimentale, si è proceduto all'asportazione chirurgica della ghiandola in animali da laboratorio. Gli effetti dell'ablazione del lobo anteriore sono in parte caratterizzati dalla diminuita attività delle altre ghiandole endocrine: la tiroide si atrofizza, e così pure le surreni e le gonadi, con scomparsa della spermatogenesi nel maschio e dell'ovulazione nella femmina; aumenta la sensibilità all'insulina per la compromissione delle isole pancreatiche, e insorge una lieve forma di diabete insipido. L'ipofisectomia comporta inoltre arresto dello sviluppo somatico negli animali giovani, con alterazioni scheletriche e muscolari. Queste osservazioni hanno permesso di individuare i diversi ormoni secreti dall'ipofisi.
Sarò poco scientifico nel dire quello che sto per dire, ma secondo me la pituitaria è la ghiandola dell'amore mentre la pineale è quella della conoscenza, la pituitaria dell'estasi mentre la pineale della trans.
Sicuramene interagiscono fra di loro in una maniera che non è facile capire. Poi spesso le si confonde con il terzo occhio che invece è proprio situato sulla fronte.

ps: grazie per le dritte, mi prenderò la briga di vedere i video.
Pavillion
#85 Pavillion 2017-06-11 21:52
Quando Autore espose la sua dieta si basò non tanto sui "misteri alchemici del nostro corpo", non ne sa niente in merito, bensì sul rapporto tra "Materia e Immateria".
Egli, memore degli insuccessi precedenti, si era spinto a confessare alla Dottoressa che nemmeno in sogno riusciva a vedersi magro; così [(Gli]) espose, con elegante grazia, che se il metabolismo non fosse stato in grado di dargli una mano avrebbe interrotto il rapporto: accadde che egli perse, non si sa come, in poco più di tre mesi circa 28kg mangiando e bevendo le stesse cose che in passato gli avevano permesso di dimagrire di 8kg in poco più due mesi. Schifezze o quasi.

Non ricordo i commenti in merito, ricordo la "paura" che l'evento mi lasciò come segno di gratitudine.
Da non credere, ma io come posso non crederci?
Aigor
#86 Aigor 2017-06-12 07:24
@Fefo

Ok, era solo per dire che il probema non è assumere calcio, ma scoprire perchè improvvisamente il calcio non viene più assorbito dalle cellule osee...
Poi ovviamente il perchè può non essere un solo.
Però in un momento di grandi scompensi ormonali come la menopausa, ci può stare che uno dei fattori possa essere quello.
Così come l'alimentazione: sarà un caso che mia madre, grande consumatrice di latticini ha una osteoporosi pericolosa e mia suocera, che ha sempre odiato latte e formaggi ha una salute ossea ottimale?
fefochip
#87 fefochip 2017-06-12 09:50
@ aigor
Citazione:
Così come l'alimentazione: sarà un caso che mia madre, grande consumatrice di latticini ha una osteoporosi pericolosa e mia suocera, che ha sempre odiato latte e formaggi ha una salute ossea ottimale?
quando ragiono sul cercare delle regole generali scientifiche ragiono cosi:
mentre il caso di tua madre nega la regola generale che il latte e latticini fanno bene alla salute ossea visto che come minimo ci deve essere un altro(i) fattore (almeno per lei )
con tua suocera che è un caso singolo non basta farne una regola generale per tutti e quindi si, potrebbe essere un caso.

Citazione:
Però in un momento di grandi scompensi ormonali come la menopausa, ci può stare che uno dei fattori possa essere quello.
personalmente mi sono fatto l'idea che ormoni e microbiota sono in stretta correlazione probabilmente biunivoca.
tuttavia ciò che è legato all'assorbimento intestinale è piu che altro il microbiota in quanto è la prima interfaccia che il cibo passa quando lo mangiamo
toussaint
#88 toussaint 2017-06-12 15:14
@ Calvero
Ehi, ho letto il tuo post, dici che stai dimagrendo troppo.
A tal proposito, vorrei dire che una dieta corretta ed equilibrata non basta più, per il semplice motivo che frutta e verdura (non parliamo della carne) non sono più la frutta e la verdura (e la carne) di 20,30, 50 anni fa.
Dunque non forniscono più il necessario ed equilibrato apporto di nutrienti.
E questo vale soprattutto per ciò che riguarda i sali minerali.
Il nostro organismo funziona bene se sono in perfetto equilibrio la pompa sodio-potassio, per il congruo apporto energetico a livello cellulare, e la pompa calcio-magnesio, per un buon funzionamento dell'apparato scheletrico e del sistema nervoso.
Non vorrei che avendo ridotto la quantità di cibo, tu debba confrontarti ora con un calo del potassio e del magnesio (il magnesio è insufficiente anche con una dieta abbondante vista ormai la carenza cronica di tale sale in tutti i terreni produttivi), dunque con una scarsa produzione di energia a livello cellulare con conseguente dismetabolismo e anche debolezza muscolare e problematiche a livello scheletrico, con un tantino magari anche di depressione (il magnesio è fondamentale per il cervello).

P.S.: il potassio e il magnesio si perdono anche nella cottura dei cibi, quando il sodio predomina rispetto al potassio, dall'esterno della membrana penetra all'interno della cellula, saturandola ed espellendo all'esterno ulteriore potassio che viene poi eliminato per via urinaria.
Ma il potassio è fondamentale per il trasporto dell'anidride carbonica dai globuli rossi verso i polmoni in cambio di ossigeno, dunque un eccesso di sodio e/o una carenza di potassio determina il cattivo funzionamento di tutte le cellule e dunque di tutti i tessuti che non avranno ossigeno ed energia sufficienti per il proprio funzionamento.
toussaint
#89 toussaint 2017-06-12 15:38
Ancora:
la carenza di magnesio e/o potassio non è ravvisabile con le analisi del sangue.
Possibili indizi possono essere, per la carenza di magnesio l'insorgere di calcificazioni in qualsiasi distretto dell'organismo come disturbi neurologici anche di lieve entità come scarsa concentrazione, problemi di memoria ecc., per il potassio urine con ph inferiore a 6 e dolori alle gambe.
La carenza di potassio provoca anche un intasamento a livello del sistema linfatico e una inadeguata espulsione delle tossine quindi progressiva intossicazione dell'organismo, a valle io periodicamente faccio una cura con 15 gocce di Lymphomyosot a digiuno al mattino e 10 gocce di Galium la sera, prima di coricarsi.
Ma a monte occorre sempre risolvere la carenza di potassio, se presente.
NRG
#90 NRG 2017-06-12 16:03
Citazione:
#86 Aigor 2017-06-12 07:24
...sarà un caso che mia madre, grande consumatrice di latticini ha una osteoporosi pericolosa e mia suocera, che ha sempre odiato latte e formaggi ha una salute ossea ottimale?
@Aigor


Non è un caso, poi chiaramente bisogna vedere anche il resto dell'alimentazione perseguita dalle due persone

Il discorso del latte e del calcio correlati all'osteoporosi, è legato all'acidificazione dell'organismo...

bere latte vaccino pastorizzato e mangiare prodotti suoi derivati, acidifica l'organismo (cosi come la maggioranza delle cose che le persone mettono in bocca)... In questo caso per salvarsi, il ns organismo innesca quello conosciuto come "il meccanismo tampone", che va a prelevare calcio dalle ossa, dai denti e/o da altri organi, per rialcanizzare il tutto e ritrovare il suo equlibrio...

Se quando si parla di salute non si affronta anche il discorso della Tossiemia e dell'acidificazione che molti "alimenti" comportano andremo sempre fuori strada...

lafruttacheparadiso.blogspot.com/.../...


88-149-156-70.v4.ngi.it/.../
Nomit
#91 Nomit 2017-06-12 19:35
Citazione:
Il discorso del latte e del calcio correlati all'osteoporosi, è legato all'acidificazione dell'organismo...

bere latte e mangiare latticini acidifica l'organismo (cosi come la maggioranza delle cose che le persone mettono in bocca)... In questo caso per salvarsi, il ns organismo innesca quello conosciuto come "il meccanismo tampone", che va a prelevare calcio dalle ossa, dai denti e/o da altri organi, per rialcanizzare il tutto e ritrovare il suo equlibrio...
L'acidificazione si verificherebbe perché gli aminoacidi solforati rilascerebbero nel sangue dello zolfo che formerebbe degli acidi. Ma se vai a vedere le proteine dei latticini non sono così ricche di aminoacidi solforati e soprattutto la quantità di calcio coinvolta nel processo sarebbe molto inferiore al caclio apportato, se non ricordo male 1 mg ogni grammo di proteine in eccesso. Inoltre, prima del calcio, l'organismo utilizza il bicarbonato.
Sono andato a memoria, queste cose le ho lette anni fa, ma il punto è che questa storia che i latticini rubano calcio è probabilmente una leggenda internettiana e non mi sembra che ci sia alcuna fonte scientifica che lo sostiene.
Non solo, ma negli ultimi anni è stato messo in dubbio che questo fenomeno esista perfino per il consumo di carne.
Lux-fiaba
#92 Lux-fiaba 2017-06-12 20:18
eppoi non mi verrete a dire che il seitan lo usano i carnivori/onnivori vero?


Ebbene si! Il seitan è come è già stato detto un alimento di origine giapponese ma che ha delle radici in Cina. Come tante cose i giapponesi hanno copiato dalla cultura cinese per poi rielaborarla adattandola ai loro costumi. Pensa che io il seitan o qualcosa di molto molto simile l'ho mangiato in un monastero Taoista. Tra l'altro buonissimo e niente a che vedere con il seitan industriale. Il seitan è prodotto che ha qualche secolo di vita (forse più), non è un prodotto industriale! Così come il tofu.
Cmq ritornando il discorso il seitan lo hanno introdotto i macrobiotici, che sulle diete hanno qualcosa di interessante da dire. Ed i macrobiotici non sono vegetariani, almeno non nel senso stretto, se ben ricordo mangiano un po' di pesce. E in cina e in giappone queste cose le mangiano anche i carnivori.
Io sono onnivoro, tendenzialmente vegetariano in quanto la mia alimentazione predilige le verdure e pochissima carne (che non mi è mai piaciuta), formaggi e uova e mangio il seitan che trovo un alimento delizioso e che non mi ha mai dato problemi di nessun tipo. Sono altri alimenti che mi possono dare problemi e alcuni di quelli che vengono definiti sicuri.
Non credo nelle demonizzazioni di qualunque alimento, sono assurde e da apprendisti stregoni. O meglio di mode del momento. Mi ricorda una frase che Woody Allen pronuncia nel suo gran film "il dormiglione". Lui si risveglia nel futuro e lì con stupore mangiano tutto ciò che veniva demonizzato nell'epoca da cui proveniva, cioè la nostra.
E' la dose che fa il veleno. E chiaramente la qualità del cibo. Se no qui dovrei fare una bella lista di vegetali da evitare con cura secondo quest'ottica. Giusto un esempio: il pomodoro è una solanacea, a questa specie appartengono molti vegetali di uso comune (peperoni, melanzane, patate) e sono imparentati con la belladonna, la datura, il tabacco etc.. tutte sostanze molto benefiche!!! Contengono solanina, un potente veleno, e anche il pomodoro ce l'ha anche se, chiaramente in piccolissime dosi. In più contiene acido ossalico altra sostanza non molto gradita dall'organismo! Che facciamo? E non parliamo dei funghi che sono tutti velenosi!
Certo è giusto che per chi soffre di celiachia il seitan è un veleno, così come per chi soffre di favismo le fave ed i piselli sono letali!
Ma poi io mi chiedo ma tutta questa celiachia da dove viene? Siamo sicuri che il glutine, o meglio il frumento, il farro, l'orzo, la segale siano i veri responsabili? Dovremo essere tutti morti da un tempo visto che questi alimenti sono stati alla base della dieta per MILLENNI nell'area mediorientale, mediterranea e parte dell'europa continentale.
Non credo in queste cose, perché se dovessimo analizzare in questo modo molti alimenti allora è meglio che tutti noi impariamo il Breatharismo, cioè vivere solo d'aria. Ed è vero, non è uno scherzo visto che esistono qualche centinaia di persone che vivono da anni senza mangiare alcunché o talmente poco da essere nullo. E non sono tutti santoni! Bevono solo acqua e anche su quest'ultima ci sarebbe da dire sulla sua tossicità. Eh si anche di acqua si muore!
NRG
#93 NRG 2017-06-12 20:52
Citazione:
#91 Nomit 2017-06-12 19:35
ma il punto è che questa storia che i latticini rubano calcio è probabilmente una leggenda internettiana e non mi sembra che ci sia alcuna fonte scientifica che lo sostiene.
Non solo, ma negli ultimi anni è stato messo in dubbio che questo fenomeno esista perfino per il consumo di carne.
ci sono molti studiosi che evidentemente sono leggende internettiane come il dott. Franco Berrino che parla dell'acidificazione da tempo... magari scrivigli per sapere come mai lui oncologo parli di acidificazione:

youtu.be/cpgSXqhRUTQ?t=3m24s

e se ha preso la laurea su internet diventandone una leggenda internettiana ;) ...


due link tanto per dire che l'acidificazione dell'organismo in base a ciò che si mangia tanto leggenda non è:

www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25592007

www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26098484
Anteater
#94 Anteater 2017-06-12 21:57
È triste che "solo una" persona... NRG, sia informato...

In realtà i latticini presi con parsimonia e evitando di mischiarli con cibo sbagliato che crea forte acidosi, furono comunque alimenti preziosi per molte popolazioni...il calcio assimilabile contenuto non copre le quantità per basificare...

Ma cosa è cambiato? Oggi il latte è trattato...scottato...microfiltrato...bactofugato. ..stabilizzato..Oggi da un mucca si ricava il triplo di latte e l'alimentazione della mucca è totalmente cambiata...
Non credo che un formaggio stagionato dell'alpe abbia creato osteoporosi ai montanari...

Piuttosto non è affrontato il discorso di calcio organico...è follia bere acqua dura..calcica...come tutti gli integratori che di organico hanno pochissimo...

Ho letto che il seitan lo facevano i monaci buddisti...comunque anche da quelle parti ci son cose indigeste...ascoltarsi bene..è meglio di ogni "regola" dietetica solo che è difficile...

Slobbysta
Nomit
#95 Nomit 2017-06-12 23:10
@ NRG - Non ho scritto che l'acidificazione dovuta all'eccesso di proteine sia una leggenda. Ho scritto che è una leggenda la storia che il latte rubi più calcio di quello che fornisce.

So anch'io che per molto tempo è stato accettato che la carne deminiralizzerebbe l'organismo per via dell'acidificazione. Ma poi sono usciti degli studi che dicono che il meccanismo per cui l'escrezione urinaria di calcio aumenta dopo il consumo di carne sarebbe un'altro. Non so chi abbia ragione.

E' vero quello che dice Berrino sullo studio che dimostrerebbe l'effetto negativo del latte sulle ossa a lungo termine, ma non significa che il meccanismo sia quello che descrive
fefochip
#96 fefochip 2017-06-13 14:19
@ lux-fiaba
Citazione:
E' la dose che fa il veleno. E chiaramente la qualità del cibo. Se no qui dovrei fare una bella lista di vegetali da evitare con cura secondo quest'ottica. Giusto un esempio: il pomodoro è una solanacea, a questa specie appartengono molti vegetali di uso comune (peperoni, melanzane, patate) e sono imparentati con la belladonna, la datura, il tabacco etc.. tutte sostanze molto benefiche!!! Contengono solanina, un potente veleno, e anche il pomodoro ce l'ha anche se, chiaramente in piccolissime dosi. In più contiene acido ossalico altra sostanza non molto gradita dall'organismo! Che facciamo?
beh tanto per cominciare NON estraiamo solanina dal pomodoro per poi mangiarcela pura! perche con il seitan e il glutine si fa proprio questo.
Citazione:
E non parliamo dei funghi che sono tutti velenosi!
un velo pietoso su questa affermazione.


io ho detto una cosa molto semplice perche la riporto da FONTI assolutamente piu competenti di ME E DI TE.
il glutine è indigeribile per l'uomo PUNTO.
lo fa la flora intestinale per noi.
ma se il nostro microbiota intestinale (termine piu esatto di flora) è in sofferenza si comincia a parlare di sensibilità al glutine
se abbiamo una forma di sensibilità al glutine mangiare seitan è una cazzata ignobile per la salute intestinale.
siccome essere celiaci è raro ma avere una qualche forma di sensibilità al glutine è molto ma molto piu frequente e spesso non lo si sa nemmeno
è un pericolo mangiare un alimento del genere se non si sa quello che si sta facendo. fine della storia

poi le seghe mentali e le code di paglia varie su chi e perche se lo mangia e chi se lo sarebbe inventato non mi interessano
io vi ho avvertiti.
fate voi.
Sisifo358
#97 Sisifo358 2017-06-14 17:06
@fefochip

Chiedo a te perché mi sembri ben informato sul microbiota:
si possono, e in che modo, mettere in relazione celiachia e vaccini?
Mi scuso in anticipo se non ritieni la questione pertinente.
fefochip
#98 fefochip 2017-06-15 11:11
@ Sisifo358
come ha detto anche montanari il mercurio dei vaccini impatta sulla salute fondamentalmente in due modi: uno passando direttamente la barriera ematoencefalica del bambino e quindi in quel caso abbiamo una reazione repentina e il bambino da un momento all'altro ha reazioni di tipo autistico e l'altro modo è passando da microbiota intestinale.
il mercurio legandosi a determinati recettori al posto dell'idrogeno inibisce certi enzimi che danno poi la stura a tutta una serie di problematiche anche autistiche ma con effetti diluiti nel tempo.
la realtà è che a oggi non sappiamo come agiscono i vaccini sul microbiota ma alluminio e mercurio puoi star sicuro che lo fanno.
tutti i bambini autistici hanno disbiosi difficilissime da curare e molto ostinate, questo è un altro dato su cui riflettere.
gerardo rossi sostiene (io sono d'accordissimo) che i metalli pesanti impattano sul microbiota intestinale e con il suo esame e terapia si cerca di muoverli per espellerli con le urine.
anche i probiotici hanno un interrelazione con i metalli pesanti come ancora non è chiaro ma un microbiota in forma ed eubiotico sicuramente regge piu facilmente l'insulto di metalli pesanti da vaccini.
sono personalmente convinto che ci sia una relazione molto diretta tra vaccini e celiachia proprio perche le nanoparticelle di metalli pesanti all'interno dei vaccini modulano in senso patologico il microbiota intestinale. sappiamo che un forte stato di disbiosi protratto nel tempo provoca infiammazione e permeabilità intestinale e quindi con ogni probabilità l'accorciamento dei villi intestinali cosi come si ritrova nella malattia celiaca.
un bambino celiaco dovrebbe essere riportato a uno stato di eubiosi intestinale in modo da sfiammare i tessuti , recuperare impermeabilità intestinale e sottoposto a una alimentazione integrata con probiotici e prebiotici in grado di presiedere quei tratti intestinali che si prestano alla celiachia. in questo modo a mio avviso si può pian piano portare un celiaco a non avere piu sintomatologie e a permettersi tranquillamente una dieta varia non necessariamente senza glutine. (paolo mainardi con il suo serplus sostiene di averlo fatto). mia cognata ha fatto vaccinare la bambina anche con la trivalente e dopo un po ...celiaca ...ma guarda te il caso. ovviamente i genitori non mettono in realazione le due cose e io sono un povero deficente (nemo profeta in patria)
Anteater
#99 Anteater 2017-06-15 13:17
La sindrome della permeabilità intestinale, celiachia, sensibilità al glutine, spettro autistico, micotossine e tolleranza immunologica
www.vacciniinforma.it/.../1631

Quando si pretende di insegnare "roba" simile sarebbe il caso per esempio...di riuscir a "sbuffare" annoiati, davanti ad un testo "difficile", ed avere le idee così in chiaro, che tanto è l'argomento quotidiano...routine! A me sembra "ostrogoto"...
..io però rimango con forti dubbi..perché questa teoria dotta, fa a pugni col mio osservarmi e sperimentare...
La celiachia a mio avviso è conseguenza di un intervento relativamente recente...coi tempi di introduzione, l'indagato maggiore è quel pesticida della Monsanto...

Comunque sfido chiunque a "godere" di questa lettura...

Tolleranza immunonologica: celiachia e sensibilità al glutine (gluten sensitivity)

La grande peculiarità della celiachia è indubbiamente il fattore ambientale che la causa: la gliadina. Si tratta di un peptide immunogenico, resistente alla digestione enzimatica pancreatica e gastrica, che solo a causa delle modificazioni delle giunzioni strette riesce a trovare il passaggio per arrivare alla lamina propria (parte della mucosa intestinale), dove ha luogo la risposta immunitaria. Come dire: se non si apre la porta non si può passare. In ogni caso, è proprio qui, a livello di lamina propria, che la transglutaminasi tissutale (tipo II – tTG) catalizza legami covalenti tra glutammina e lisina. E i peptidi così deamminati creano epitopi (parti dell’antigene che si legano all’anticorpo specifico), con un aumentato potenziale immunostimolatore.

Con questa modifica viene ad aumentare l’affinità degli antigeni, presentati dalle APC (Antigen-presenting Cell) ai macrofagi, ai linfociti B e T CD4+ (linfociti helper), con il sistema HLA II (Human Leukocite Antigen II) e quindi con i due geni o molecole proteiche DQ2 e DQ8 da essi prodotti. Le lesioni della mucosa intestinale (atrofia dei villi e iperplasia delle cripte) riscontrabili con l’esame bioptico sono il risultato di questo processo immunologico dinamico e modulabile nel tempo. Sebbene sia nota la componente genetica della malattia celiaca, con numerose evidenze quali il rischio aumentato di malattia nei parenti di primo grado, la concordanza nei gemelli omozigoti superiore al 75% e la concordanza nei gemelli dizigoti del 13%, ci deve essere sempre un primum movens, che è l’apertura delle giunzioni strette 

Slobbysta
Lux-fiaba
#100 Lux-fiaba 2017-06-15 14:11
@ Fefochip
io ho detto una cosa molto semplice perche la riporto da FONTI assolutamente piu competenti di ME E DI TE.

Sicuramente, ma ci sono altre fonti altrettanto competenti che dicono che queste sono tutte corbellerie.
Come la mettiamo?
Chi lo dice che le tue fonti siano migliori delle mie. Tu?
E poi è la storia che ti sconfessa. Come ho già detto il grano (e il resto) viene coltivato da almeno 5000 anni!
E mo' arriva qualche sapientone e dice che praticamente 5000 anni di storia dell'alimentazione è da buttare al cesso!
E tutte le popolazioni antiche erano malate senza saperlo.
Ma su dai! Un po' di buon senso no? E' chiedere troppo.

Per me ognuno è libero di credere in quel che vuole, ma questa è fede non Scienza.
A me non interessa, non ho fedi!

Per i funghi, mi dispiace ma dovresti informarti meglio. Tutti i funghi hanno un grado di tossicità. Chiaramente quelli commestibili ne hanno pochissima e ben tollerata, tanto che alcuni sono anche potenti medicine. Questo vale di più per i funghi spontanei, quelli coltivati il discorso è diverso perché crescono in maniera molto diversa.

Comunque per chiudere il discorso, può essere che per te il Seitan è un veleno. E questo è un problema tuo e solo tuo.
Non generalizzare prego.
A me non fa nulla né il seitan, né il grano nè tutto il resto. Li digerisco benissimo.
Invece per esempio a me danno fastidio alcuni tipo di riso. Lo sapevi che esiste l'allergia al riso?
Vorrà dire che il mio microbiota è più abituato del tuo.

Vivete d'aria che è meglio.
fefochip
#101 fefochip 2017-06-15 14:22
Citazione:
Quando si pretende di insegnare "roba" simile sarebbe il caso per esempio...di riuscir a "sbuffare" annoiati, davanti ad un testo "difficile", ed avere le idee così in chiaro, che tanto è l'argomento quotidiano...routine! A me sembra "ostrogoto"...
..io però rimango con forti dubbi..perché questa teoria dotta, fa a pugni col mio osservarmi e sperimentare...
La celiachia a mio avviso è conseguenza di un intervento relativamente recente...coi tempi di introduzione, l'indagato maggiore è quel pesticida della Monsanto...
premesso che io non pretendo niente, gli sbuffi francamente me li fai venire tu con la tua presunzione e i tuoi toni costantemente polemici di fronte a ogni tipo di articolo.
riesco ad andare oltre la tua presunzione e indisponenza, e a risponderti seriamente perche hai fatto una domanda sensata.

il problema di questa diffusione della celiachia è difficile da mettere in relazione con qualche cosa di preciso.
anche perche potremmo dire che da quando ci stanno i tv al plasma si è diffusa la celiachia.
non si può ragionare scientificamente cosi , cosi c'è solo un sospetto statististico ma sono le relazioni causa effetto a dover essere provate.

a mio personale avviso il fatto che non basta la genetica a far si che una persona sia celiaca vuol dire che c'è un altro (o altri ) fattori che intervengono in questa malattia.
a mio avviso l'epigenetica è il fulcro della questione perche come evidenziato dall'articolo stesso che hai linkato Citazione:
la gliadina. Si tratta di un peptide immunogenico, resistente alla digestione enzimatica pancreatica e gastrica,
ovvero come ho detto in parole piu povere il glutine non è un qualcosa che può essere digerito dall'uomo.
interviene il microbiota appunto e ripristinando un microbiota sano in tal senso mi pare chiaro che si possa uscire dalla celiachia.
come farlo è la sfida per far guarire le persone da questa condizione perche purtroppo di microbiota si capisce poco e se ne parla tanto.

detto questo però gente come paolo mainardi con il suo ALAC sostiene di aver portato a dieta libera bambini celiaci geneticamente quindi le prove della soluzione ci sono e anche la strada (agire sul microbiota in qualche modo) da percorrere.

in ultimo ti faccio un obiezione. se sono i diserbanti la pistola fumante, perche non diventano celiaci tutti ?(almeno quelli geneticamente predisposti)
fefochip
#102 fefochip 2017-06-15 15:12
Citazione:
E poi è la storia che ti sconfessa. Come ho già detto il grano (e il resto) viene coltivato da almeno 5000 anni! E mo' arriva qualche sapientone e dice che praticamente 5000 anni di storia dell'alimentazione è da buttare al cesso! E tutte le popolazioni antiche erano malate senza saperlo. Ma su dai! Un po' di buon senso no? E' chiedere troppo.
non vuol dire nulla che sono 5000 anni che mangiamo glutine, il punto è che se il glutine come spiegato non viene digerito dall'uomo (quindi con bile , succhi gastrici , succhi pancreatici , ecc) ma dal microbiota se noi danneggiamo il microbiota con .....pesticidi? antibiotici nella catena alimentare? micotossine nel grano per la conservazione in silos? piante geneticamente manipolate ? tutte cose appartenenti all'epoca moderna ...lo sai che succede?che il fatto che abbiamo digerito per 5000 anni il glutine non frega niente a nessuno perche sono incorsi ALTRI parametri che alterano la digestione del glutine perche danneggiano ciò che lo digerisce.
Citazione:
Comunque per chiudere il discorso, può essere che per te il Seitan è un veleno. E questo è un problema tuo e solo tuo. Non generalizzare prego.
non solo dimostri di non saper ragionare in maniera scientifica ma non sai nemmeno leggere i titoli dei tread e capirne il contenuto.
il seitan è veleno se il tuo microbiota soffre. questo il titolo e la sintesi. OVVIO (ma lo devo proprio scrivere?) che se hai un microbiota sano il glutine non ti fa nulla, seitan compreso.
Citazione:
Non generalizzare prego. A me non fa nulla né il seitan, né il grano nè tutto il resto. Li digerisco benissimo.
forse sei tu quello che generalizza partendo dalla tua esperienza

in ultimo fammi una cortesia Citazione:
Sicuramente, ma ci sono altre fonti altrettanto competenti che dicono che queste sono tutte corbellerie. Come la mettiamo?
esattamente a cosa ti riferiresti ? che il glutine è una proteina indigeribile per l'uomo ?
mi linkeresti chi dice che è una corbelleria?
Sisifo358
#103 Sisifo358 2017-06-15 18:34
@fefochip
Grazie, mi dispiace che per rispondermi sei stato messo in discussione da altri.
Devo dire che per esperienza, mia madre e una figlia sono celiache, mi sono fatto un'idea simile alla tua e cercavo conferme, se se ne può dare in qualche modo. La mia è un'intuizione.

Senza entrare in polemica, per quanto riguarda il glutine e i 5000 anni di storia posso dire che, secondo la scienza, gli antichi Romani dell'Impero si intossicavano col piombo, facendo parte delle stoviglie che utilizzavano, compito facilitato dai cibi e le bevande acide ( es. vino, che a quel tempo era più simile al mosto odierno ) o utilizzato per gli acquedotto o addirittura rimedi medici. Però non si sono estinti, semplicemente morivano prima.

Grazie anche a Lux-fiaba e Anteater, la pluralità di informazione è sempre benvenuta!
fefochip
#104 fefochip 2017-06-15 20:21
Citazione:
Devo dire che per esperienza, mia madre e una figlia sono celiache, mi sono fatto un'idea simile alla tua e cercavo conferme, se se ne può dare in qualche modo. La mia è un'intuizione.
prova a fare qualche analisi tipo disbiosi , permeabilità intestinale e infiammazione intestinale.
cosi almeno sai piu o meno come e dove lavorare
lactobacillo fermentum e bidifidi sono i ceppi da considerare per un integrazione per celiaci.
vitamina D aiuta a chiudere la permeabilità se c'è.
ossido di zinco serve come antiinfiammatorio ma se c'è disbiosi è tutto li da sedare prima
il protocollo mainardi lo terrei presente magari integrandolo
è anche utile vedere i metalli pesanti presenti intracellulari
Anteater
#105 Anteater 2017-06-15 20:52
Sisifo358...farei un esperimento con frumento germogliato...

Germogli di grano e glutine
Mentre nel seme (e quindi nelle farine) si trovano forti quantità di glutine, nei germogli si rilevano solo tracce
Read more at www.ideegreen.it/.../

Sapessi cosa c'è dentro la farina...cominceresti a domandarti se il grosso del problema è il glutine...

Comunque un po' di info...
Celiachia: l’utilizzo del diserbante glifosate nella coltivazione dei cereali una possibile causa
www.disinformazione.it/celiachia_glifosate.htm

Blondet dice...
www.disinformazione.it/celiachia_roundup.htm

Slobbysta

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO