Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Di più
12/05/2017 07:50 - 12/05/2017 08:03 #9392 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
MATRIZOO:

Scusami mazzucco, ma mai mi sarei aspettato una risposta di questo livello

va bene, ti rispondo ad un "livello più alto".

Prova ad immaginare se davvero Nvidia avesse rivelato che le foto della NASA sono false. Immaginala davvero, la notizia sui giornali di oggi: "Nuovo software della Nvidia rivela che la NASA ci ha ingannato: le foto della prima passeggiata lunare in realtà sono state fatte sulla terra!"

Da domani avresti L'INTERO SISTEMA MAINSTREAM MONDIALE che SEPPELLISCE Nvidia sotto titoli come: "Nvidia sposa le teorie del complotto". "Famosa marca di software diventa complottista". "Adesso Nvidia ci dimostrerà anche l'esistenza degli alieni". Per non contare tutti gli articoli che METTEREBBERO IMMEDIATAMENTE IN DUBBIO la validità stessa del software, con articoli come: "Ma davvero questo software è poi così preciso e sofisticato?" "Non sarà che agli "scienziati" di Nvidia manca qualche rotella?" Dopodichè tutte le grandi testate di settore (informatica) verrebbero obbligate a rifiutare lo spazio pubblicitario ad Nvidia. Diventerebbero i paria dell'informatica, esattamente come Dusberg, Semmelweiss o mille altri sono diventati i paria della medicina, solo per essersi messi contro il sistema.

Risultato: crollo immediato del titolo Nvidia in borsa, con scomparsa a breve del marchio dai mercati mondiali.

Questa è una visione REALISTICA di quanto succederebbe nell'ipotesi in cui una società "indipendente", come tu la chiami, denunciasse il falso della NASA.

In un mercato globalizzato, dominato dai corporate media, di indipendente ormai sono rimaste soltanto le balle di Fra' Giulio.

Lo capisci adesso perchè sono scoppiato a ridere?
Ultima modifica: 12/05/2017 08:03 da Redazione.

Di più
12/05/2017 08:22 #9393 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Calipro ha scritto: Non mi è chiaro se non ci sono più i debunkers di una volta o siamo noi ad avere degli automatismi ormai micidiali...ma alla fine questi qui si squagliano subito. Non c'è più lotta, né soddisfazione...è troppo facile.


ma quale debunker...
io non sposo in toto le teorie "complottistiche" come fate voi, e sull'allunaggio sono di parere opposto al vostro...è forse un problema?
posso credere che siamo stati sulla luna senza essere definito un bimbominkia?

Di più
12/05/2017 08:33 #9394 da matrizoo
matrizoo RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Redazione ha scritto: MATRIZOO:

Scusami mazzucco, ma mai mi sarei aspettato una risposta di questo livello

va bene, ti rispondo ad un "livello più alto".

Prova ad immaginare se davvero Nvidia avesse rivelato che le foto della NASA sono false. Immaginala davvero, la notizia sui giornali di oggi: "Nuovo software della Nvidia rivela che la NASA ci ha ingannato: le foto della prima passeggiata lunare in realtà sono state fatte sulla terra!"

Da domani avresti L'INTERO SISTEMA MAINSTREAM MONDIALE che SEPPELLISCE Nvidia sotto titoli come: "Nvidia sposa le teorie del complotto". "Famosa marca di software diventa complottista". "Adesso Nvidia ci dimostrerà anche l'esistenza degli alieni". Per non contare tutti gli articoli che METTEREBBERO IMMEDIATAMENTE IN DUBBIO la validità stessa del software, con articoli come: "Ma davvero questo software è poi così preciso e sofisticato?" "Non sarà che agli "scienziati" di Nvidia manca qualche rotella?" Dopodichè tutte le grandi testate di settore (informatica) verrebbero obbligate a rifiutare lo spazio pubblicitario ad Nvidia. Diventerebbero i paria dell'informatica, esattamente come Dusberg, Semmelweiss o mille altri sono diventati i paria della medicina, solo per essersi messi contro il sistema.

Risultato: crollo immediato del titolo Nvidia in borsa, con scomparsa a breve del marchio dai mercati mondiali.

Questa è una visione REALISTICA di quanto succederebbe nell'ipotesi in cui una società "indipendente", come tu la chiami, denunciasse il falso della NASA.

In un mercato globalizzato, dominato dai corporate media, di indipendente ormai sono rimaste soltanto le balle di Fra' Giulio.

Lo capisci adesso perchè sono scoppiato a ridere?


questa è una TUA visione, perchè nel caso la foto risultasse "strana" , e sono convinto dei miei mezzi, la notizia la faccio uscire lo stesso e poco mi frega degli attacchi del mainstream.
Hardware e algoritmi ci dicono questo, la foto non è naturale...non diciamo che non ci sia stato l'allunaggio, ma quella foto non è ripetibile con i nostri attuali e sofisticatissimi sistemi.
Non c'è bisogno di entrare a gamba tesa sulla nasa paventando complotti, e la pubblicità è assicurata (anzi al cubo, non i trafiletti che si sono visti qualche anno fa).

Di più
12/05/2017 11:48 - 12/05/2017 11:58 #9396 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
MATRIZOO:

nel caso la foto risultasse "strana" , e sono convinto dei miei mezzi, la notizia la faccio uscire lo stesso e poco mi frega degli attacchi del mainstream.

Come si chiama la tua fidanzata? Dulcinea del Toboso? :-)

(TU, forse, la faresti uscire comunque. Ma vai a proprorla al consiglio di amministrazione della Nvidia, una mossa del genere, e vediamo cosa ti dicono).
Ultima modifica: 12/05/2017 11:58 da Redazione.

Di più
12/05/2017 13:49 #9397 da ahmbar
ahmbar RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

ma quale debunker...
io non sposo in toto le teorie "complottistiche" come fate voi, e sull'allunaggio sono di parere opposto al vostro...è forse un problema?
posso credere che siamo stati sulla luna senza essere definito un bimbominkia]


Matrizioo, per favore, se rispondi ad una affermazione di Calipro e' a lui che ti stai riferendo, qui non c'e nessun "noi/voi"
E nessuno sposa "le teorie complottiste" in toto ed a priori perche' siamo su LC

Per esempio io ho gia' scritto come la penso sull'allunaggio (sono di parere diverso da Massimo), eppure frequento e scrivo su questo sito, ti dice qualcosa?
La frase sui bimbominkia che ti ha fatto saltare non era certo riferita a te, ma ai millemila coglioni che si bevono qualsiasi stronzata purche' provenga da fonte autorevole, in particolare i giovani utilizzatori del software

Diciamo che difendere il lavoro di Nvidia in questo caso (nessun riscontro dei valori utilizzati ed il solo conosciuto --la riflessione della tuta e la sua influenza nell'illuminare la scena-- palesemente sbagliato) ti ha messo in brutta luce sulla tua capacita' di analizzare i pro ed i contro dell'oggetto del thread

Sei liberissimo di pensare che il finto allunaggio sia una teoria bislacca, ma denigrare il lavoro di chi sta cercando di considerare tutte le variabili in gioco portando ad esempio il risultato di chi queste variabili le ha ignorate/adattate non mi sembra una scelta oculata

Di più
12/05/2017 19:28 - 12/05/2017 19:29 #9400 da Redazione
Redazione RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Minchia, dopo un intervento del genere del moderatore non ci resta che metterci tutti in riga, ragazzi. Torniamo subito IN TOPIC.

Bravo Ahmbar! :cheer:

(Non è che ti andrebbe di moderare anche tutto il resto del sito?)
Ultima modifica: 12/05/2017 19:29 da Redazione.

Di più
12/05/2017 23:30 #9401 da ahmbar
ahmbar RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare

Non è che ti andrebbe di moderare anche tutto il resto del sito?


Dipende....la frusta di che dimensioni e'? :laugh:

Di più
15/05/2017 09:21 #9420 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Piccolo aggiornamento giusto per far sapere che non sono fermo sull'argomento.

Ho finito di importare in pbrt la scena creata da charliemike in blender. Manca ancora la simulazione del tessuto della tuta degli astronauti. Avrei voluto postare qualche immagine ma mi sono accorto di aver commesso un errore nella creazione del materiale del suolo. Credevo che l'input fosse la riflettanza, ma in realtà è un parente della riflettanza. Appena ho aggiustato l'errore posto un confronto con e senza Armstrong nella scena, per vedere (di nascosto) l'effetto che ha. Come mostrato anche da charliemike questo non dovrebbe avere alcun effetto sull'illuminazione globale della scena.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
15/05/2017 16:22 - 15/05/2017 16:23 #9423 da Calipro
Calipro RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

Avrei una richiesta, se non è troppo impegnativo: potresti provare anche a mettere Armstrong con riflessione al 90% ovvero quella che avrebbe usato nVidia nel suo simulatorissimo?

Ho infatti l'impressione che i conti non tornino nemmeno con questo vile trucchetto.
Del resto se manca all'appello un pannello bianco ideale 7x2 metri, credo che Armstrong potesse riflettere anche il 100% e sarebbe cambiato abbastanza poco.
Ultima modifica: 15/05/2017 16:23 da Calipro.

Di più
16/05/2017 09:05 #9435 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@ Calipro
Nessun problema. Comunque la questione non è tanto quanto riflette ma come riflette, una riflessione speculare al 90% è diversa dal 90% di luce diffusa.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
25/05/2017 15:34 #9557 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Rieccomi, scusate ma il topic si sta rilevando per me più complesso del previsto.
Ho messo mano al materiale del suolo da dare in pasto a pbrt, credo che ora sia corretto anche se sto ancora studiando la teoria sottostante per cercare di capire se è davvero così.

Rispetto a prima non è cambiato molto, anche se la quantità di luce riflessa indietro dal suolo risulta maggiore (anche se non ho misurato di quanto). Riguardo al colore, ho applicato la riflettanza del campione 10084 , preso dall'Apollo 11 landing site, riportata nel Capitolo 7 del Lunar Sourcebook , ad un materiale ruvido uniformemente diffusivo (tipo Oren-Nayar) ed il colore è praticamente lo stesso. Ho quindi la ragionevole certezza che il suolo del Mare Tranquillitatis sia marroncino. Applicando l'indicatrice corretta ed infittita si osserva l'heiligenschein all'opposizione, qui di seguito potete vedere il confronto tra il suolo lunare perfettamente diffusivo con un albedo del 10% ed il suolo lunare come dovrebbe essere (con un albedo di circa il 5.4%)


cliccate sulla miniatura per vederla in risoluzione piena

Si può vedere a destra come il suolo mostri l'heileigenschein, il fenomeno non è evidentissimo perché il suolo qui è perfettamente liscio e mancando le ombre il contrasto è ridotto. Altro fatto evidente è che, sebbene l'albedo totale della regolite sia basso (5.4% contro il 10%) l'effetto di retro riflessione ne aumenta la luminosità.

In contro-opposizione abbiamo questo



è interessante osservare la maggiore differenza tra suolo e parte in ombra: a sinistra (suolo uniforme) il suolo in contro-esposizione appare esattamente come nell'immagine precedente, a destra (suolo lunare) la parte in ombra dell'oggetto test è più chiara ma il suolo risulta visibilmente più scuro. Vorrei sottolineare come dalle foto panoramiche questa differenza di luminosità del suolo non è presente (si veda anche l'esempio di Human). Ho costruito una panoramica a mano (usando il software apposito Hugin, per motivi a me ignoti, il suolo diventava marroncino e non volevo farlo sembrare intenzionale) con le foto non ritoccate prese dal Project Apollo



ovviamente non c'è correzione prospettica, le foto sono solo scalate e ruotate ma tendono comunque a combaciare abbastanza bene. Si può vedere che la luminosità del suolo appare uniforme nonostante l'angolo vari di 360° (dalla terza alla alla quinta foto abbiamo una rotazione del punto di osservazione di 90°, come visibile dalla direzione delle ombre). L'unico salto visibile, come è già stato notato, è dovuto al cambio dell'apertura del diaframma (è da notare che l'ultima foto in realtà è stata scattata per prima), ma comunque, anche nelle tre foto con differente apertura, la luminosità del suolo rimane costante anche se l'angolo di osservazione varia di 90° circa.

Infine ho fatto dei primi confronti della scena creata da charliemike e renderizzata con pbrt. Le immagini sono solo una preview in cui mancano ancora diverse cose, prendetele con le pinze.

Il primo test riguarda l'effetto della tuta di Armstrong sull'illuminazione della scena:



A sinistra Armstrong non è presente nella scena, a destra Armstrong è posizionato subito dietro la camera. Nessuna differenza è visibile, come aspettato e come mostrato anche da charliemike. Piccola nota interessante è con queste condizioni di luce il suolo risulta il 25% più scuro della parte posteriore della tuta, che in questa simulazione è fatta di teflon (materiale fisicamente consistente preso dalla libreria MERL ). Gli stivali ed i guanti sono invece provvisoriamente di gomma neoprenica, mentre il corpo del LEM è ricoperto di una vernice metallica color oro (che è evidentemente troppo opaca rispetto al mylar).
Devo però ancora verificare che la quantità di luce che illumina la scena sia fisicamente consistente con quella supposta durante la famosa passeggiata, quindi come ho detto prendete tutto con le pinze.

Come richiesto da Calipro ho fatto anche una simulazione un po' più "estrema":



La copertura di mylar è simulata qui come oro metallico, l'astronauta ha materiale perfettamente diffusivo lievemente ruvido (parametro di Oren-Nayar sigma = 0.5) con un albedo del 90% , anche se manca la componente di riflessione ma dubito che possa avere un gran effetto. Anche in questo caso Armstrong non ha alcun effetto sull'illuminazione globale, e la tuta risulta molto più chiara del suolo (circa il doppio).

Osservando la scena ci sono dei dettagli che saltano all'occhio, la scaletta appare troppo grande e l'astronauta appare troppo piccolo rispetto alla foto originale. Poi abbiamo della luce che filtra da una aperturaa tra il modulo di atterraggio ed il modulo abitativo e di ascensione, che però appare assente da tutte le foto. Osservando altri modelli di LEM questa apertura non c'è, vorrei quindi chiedere a charliemike di aiutarmi, qualora avesse tempo, a mettere a posto anch questi dettagli. Credo che aumentando il realismo del rendering aumenti anche la credibilità dello studio. Un'immagine ben fatta come quella di NVIDIA, benché fisicamente poco consistente, apparirà sempre più realistica di un tentativo come il nostro di tenere in considerazione tutti gli aspetti fisici noti, ma che manca di dettagli per lo più estetici.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
25/05/2017 16:20 #9559 da charliemike
charliemike RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@Kamiokande, il modello del LEM lo avevo trovato qualche anno fa, e non mi interessava la precisione. Non ho indicato per modificarlo più fedelmente purtroppo. Le foto in questo caso specifico, servono a poco.

OT: Massimo, per lo smartphone lo spazio dei commenti si è ridotto a una riga. Non so cosa sto scrivendo.

Di più
25/05/2017 19:10 #9563 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

Avrei qualche domanda sul rendering, ma passa in secondo piano dal momento che hai scritto questo:

Vorrei sottolineare come dalle foto panoramiche questa differenza di luminosità del suolo non è presente (si veda anche l'esempio di Human).


Se fosse vero, avresti già dimostrato che quelle foto non sono state scattate sulla luna, e potresti anche smettere di lavorare al rendering.
Ma in pratica stai dicendo che ho i prosciutti sugli occhi, perché la differenza di luminosità la vedo eccome, sia nel mio panorama che nel tuo.

Invece di una valutazione a occhio, prova a misurare i livelli di grigio. Magari è solo un problema di contrasto del tuo monitor. :)

Di più
25/05/2017 19:13 #9564 da doktorenko
doktorenko RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

Anche dai miei esperimenti emergevano delle differenze tra il modellino 3d scaricabile dal sito della Nasa e le foto Apollo: stavo per questo tentando di ricostruire un mio modello, non dettagliatissimo, ma almeno accurato nelle proporzioni.

Per il momento avevo lasciato un po` perdere, perche` non riesco a trovare i progetti con le misure, e la ricostruzione partendo dalle foto e` molto laboriosa; pero` qualche miglioramento ero riuscita ad ottenerlo.

Di più
26/05/2017 20:24 - 26/05/2017 22:42 #9572 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Nel post precedente ho scritto una sciocchezza, l'albedo del suolo di riferimento a sinistra in questa comparazione



è anch'esso del 5.4%, inserendo la distribuzione spettrale il parametro diffusivo non viene considerato. Il commento rimane valido anche se la differenza assoluta tra i due tipi di suolo si riduce.

@ charliemike

Al LEM provo a metterci mano io, per la modellazione dei solidi provo ad usare un software che uso anche al lavoro, che non è inteso per questo genere di lavori ma per modelli semplici dovrebbe andare bene e mi consente di usare quote precise e parametrizzate. Se tu volessi essere così gentile, nel caso avessi tempo, di mettere mano agli astronauti ho trovato dei modelli più verosimili, ma che essendo convertiti da Sketch-Up mancano di armatura. Purtroppo sono già in posa quindi potrebbe essere complesso crearne una.
Se hai voglia e tempo ti passo il modello, altrimenti vedo cosa riesco a combinare da solo, nessun problema.

Riguardo al problema dello spazio risicato per inserire i commenti, devi trascinare l'angolo in basso a destra per ingrandire lo spazio a disposizione, ho avuto un momento di panico anche io nello scrive il mio ultimo post.

@ doktorenko

Provo a vedere che riesco a combinare con i dati che ho trovato. Riguardo al LEM che si trova sul sito della NASA, ho provato anche con quello, ma non sono riuscito ad ottenere qualcosa di somigliante alle foto: aggiustando più o meno il LEM mi si sfasa la linea dell'orizzonte e viceversa ... anche se ammetto di non averci perso troppo tempo. Riguardo al suolo ti chiederò una mano nell'altro topic quando ci arrivo. Grazie mille.

@ Human

Non ho la pretesa di dimostrare alcunché , sono intervenuto nel topic solo perché penso di poter dare una mano a dirimere la questione, tutto qui.

Per quel che mi riguarda mi bastano i dati che ho trovato sulle radiazioni, sia come effetto nelle pellicole che come conteggio delle particelle pesanti, per mettere una pietra sopra le missioni Apollo dalla 12 alla 17 (rimarrebbero fuori sia la 15 che e la 11, ma per induzione le considero nel gruppo, visto che per me non avrebbe senso pensare il contrario), ma questo è il mio personalissimo pensiero benché sostenuto dai dati.

Ritornando alla questione della luminosità, io non trovo corrispondenza tra quel che dovrei vedere stando al modello



e quello che vedo nelle foto



Comunque torno a ribadire che siamo ancora molto lontani da un risultato definitivo, quindi fino a quel momento rimane tutto sospeso, alla fine tireremo le somme.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima modifica: 26/05/2017 22:42 da kamiokande.

Di più
27/05/2017 02:11 #9575 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

io non trovo corrispondenza tra quel che dovrei vedere stando al modello e quello che vedo nelle foto

Quando hai fatto il primo rendering, la corrispondenza la vedevi, infatti hai commentato:

Quando il Sole viene di lato si può osservare un fall-off in direzione opposta ai raggi solari, come accade nella foto AS11-40-5942

Poi sono arrivato io e ho detto: ehi hai ragione, e guarda un po', nelle panoramiche il fall-off si vede ancora meglio!

Adesso fai marcia indietro e dici che la luminosità è uniforme a 360°.
Liberissimo per carità, in fondo solo gli stupidi non cambiano mai idea.
Però mi sembra che tu non stia dando a questa tua osservazione il peso che merita (ti avevo suggerito di misurare i livelli di grigio e mi hai riproposto un confronto visivo).
Ma se preferisci arrivare al risultato definitivo prima di tirare le somme anche su questa faccenda, per me va benissimo.

Nel frattempo mi piacerebbe dare un'occhiata al progetto Pbrt. Non è che potresti condividerlo come ha fatto Charliemike?

Di più
27/05/2017 12:02 - 27/05/2017 12:04 #9578 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@ Human

Scusa, ma non ho affatto cambiato idea, forse perché sono stupido ... sei tu che stai confondendo un po' le acquee. Mi auto cito (post #9324 ):


Come già avevo accennato, ammesso che i dati riguardo al suolo siano corretti (ma non ho motivo di dubitarne), questa cosa ribalta un po' tutta la discussione: i fall-off di luce diventano teoricamente possibili, ma è molto meno probabile avere distribuzioni uniformi di luminosità del suolo , ed in più con il sole di fronte il suolo diventa quasi completamente nero.


Nel post precedente ho mostrato invece questo



Come vedi i due comportamenti sono pressoché uguali.

È evidente che applicando la distribuzione di luce che appare dai campioni di suolo il fall-off diventa possible, cosa che ho sempre detto anche prima di avare i rendering sotto mano, ma in più il suolo diviene molto scuro se osservato in "contro-fase". Detto questo, se il modello corrisponde per una foto, bisogna capire perché non è sempre così.

Ora, riguardo al fall-off non ci sono dubbi, mi mostri però per favore dove nella panoramica si osserva un comportamento simile a quello che ho mostrato?
Altrimenti mi dovresti spiegare anche come i due comportamenti, apparentemente in contraddizione tra di loro, possano in realtà andare d'accordo.

Riguardo al modello non ti preoccupare, renderò tutto disponibile appena avrà una forma definitiva.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima modifica: 27/05/2017 12:04 da kamiokande.

Di più
28/05/2017 16:45 #9585 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Ho qui davanti Aldrin. Che dite, chiedo un parere a lui? :laugh:

Di più
29/05/2017 01:10 #9588 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

Va bene, scusa l'equivoco.
Comunque insisto sulla questione panorami perchè l'ho introdotta io e mi sento chiamato in causa.

mi mostri però per favore dove nella panoramica si osserva un comportamento simile a quello che ho mostrato?

Hai ragione, nel modello il suolo in controluce sembra più scuro che in foto. Succede anche nel mio rendering, non l'ho mai nascosto.
Ma da qui a dire questo ce ne passa:

Si può vedere che la luminosità del suolo appare uniforme nonostante l'angolo vari di 360°

No. Nella tua panoramica la variazione di luminosità si vede poco perchè hai usato direttamente le scansioni originali, che sono poco contrastate, e non hai uniformato le esposizioni.

Anch'io sono partito dalle scansioni originali del Project Apollo Archive, ma con Gimp ne ho aumentato il contrasto ( contrast stretching ) quanto basta per scurire lo sfondo verde-blu fino a portarlo al colore corretto, il nero. Questa elaborazione non può aver introdotto differenze fra le foto, perchè l'ho eseguita in modo identico per tutte le foto. Infine con Hugin ho eliminato la vignettatura e uniformato l'esposizione.
La ripropongo qui:



Qui sotto la stessa panoramica rielaborata in falsi colori ( density slicing ) per sottolineare le variazioni di intensità:



In opposizione abbiamo l'Heiligenschein (magenta e rosso), poi man mano che ci si allontana dall'opposizione l'intensità diminuisce (arancione, giallo e verde).
Superati i 90° rispetto al sole (più o meno al centro della panoramica) la diminuzione è più lenta. Se si esclude la sabbia scura (blu) sotto la bandiera, smossa dai piedi degli astronauti, sembra esserci solo un fall-off verso l'orizzonte (ciano, celeste e blu).
Infine in controluce sembra andare in controtendenza soprattutto nelle vicinanze del LEM (giallo e arancio), cosa che non accade nel modello.

C'è da dire che sull'ultima foto che ho usato per la panoramica, la 5886, c'è un lens flare che aggiunge luminosità, ma non credo sia tale da giustificare quell'incremento:



Invece la successiva 5887, scattata in pieno sole, è completamente affogata nella luce del lens flare:



Avrei potuto eseguire un'elaborazione ad hoc, ma ho preferito escluderla dalla panoramica, e prego anche te di non usarla nei tuoi confronti senza il minimo sindacale di correzione del contrasto.

Ricapitolando, siamo d'accordo che tra modello e foto qualcosa non quadra, però per favore non dire che la luminosità è costante a 360°, nun se pò sentì! :)

Di più
15/06/2017 17:49 - 16/06/2017 09:11 #9768 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@ Human

Ti ringrazio per lo sbattimento ma hai solamente formalizzato quello che si vede anche ad occhio nudo e che ho cercato di spiegare anche io, evidentemente, senza successo. A parte le due foto iniziali della panoramica dove l'heileigenschein è chiaramente visibile, ma se così non fosse non saremmo qui a parlare di indicatrice, nelle foto successive la variazione di luminosità è limitata (visto che la parola uniforme ti crea problemi). Per intenderci, nell'ultima foto della panoramica i colori verde, giallo ed arancione non ci dovrebbero essere, ed il blu, come mi confermi anche tu, altro non è che terreno smosso e qualche ondulazione (leggasi "se il terreno non fosse smosso il colore dominante sarebbe il verde, con punte d giallo ed arancione", ed a me basta dire che la luminosità è quasi uniforme). Tu mi dici che c'è qualche differenza con i rendering, mentre a me pare che sia una grande differenza. Io la drastica caduta di luce che si vede nei rendering, e che dovrebbe caratterizzare il suolo lunare, non la vedo nelle foto, se tu la vedi buon per te, e lasceremo gli altri giudicare. Ma come ho detto aspettiamo di vedere i risultati definitivi.

E, tanto per gradire, ti faccio anche un esempio non lunare:



Dove la luminosità evidentemente non è uniforme, ma è ovvio che in qualunque foto scattata sulla terra dove ci sia l'heilaigenschein è così. Credo inoltre che se se avessimo una foto dello stesso paesaggio visto di lato vedremmo che la luce diventerà all'incirca uniforme.

Ergo, svanito l'effetto heileigenschein il suolo tende a comportarsi come un suolo "normale" in contrasto con quello che evidenzia l'indicatrice, tutto qui.

Questo è ciò che intendevo dire, ed ora spero di essermi spiegato.

***
Tornando in tema, sfrutto il giorno di vacanza Bavarese per fare un piccolo aggiornamento. Ho effettuato la migrazione da pbrt-v2 a mitsuba che ne è un parente stretto, ma che rispetto a pbrt ha diversi vantaggi. La migrazione non è stata banale, ho dovuto imparare a creare i file binari nel formato MERL e convertirli nel formato usato da mitsuba (oltre che da pbrt-v3) attraverso la libreria layerlab . Dopo di che mi sono dedicato ai materiali da usare nel rendering.



con cui ho fatto un rendering di prova della foto AS11-40-5903:

Il modello dell'astronauta è dello svizzero Max Grueter e si può trovare sul 3D Warehouse di SketchUp. Nel rendering manca il LEM, ed al suolo ho applicato la prima bump-map che ho trovato per ridurre un po' l'effetto sintetico. Si può osservare come nel riflesso della visiera di Buzz si veda l'heileigenschen intorno alla sua ombra.

Altro fatto importante è che ho dovuto aumentare l'esposizione da 0 a 5 (il massimo è 10, anche se non so quale sia la correlazione esatta tra questo valore e l'f-stop), altrimenti l'immagine originale appare molto scura.



Sempre riguardo alla luce ho verificato che lo spettro solare che ho usato fino ad ora è praticamente equivalente (come dovrebbe essere) all'emissione di un corpo nero a 5800 K, quindi sto usando quest'ultimo come illuminatore.

Appena completerò il LEM passerò al suolo per finalizzare il tutto, ma mi ci vorrà del tempo.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima modifica: 16/06/2017 09:11 da kamiokande.

Di più
17/06/2017 11:23 #9787 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Sì, adesso ti sei spiegato meglio, grazie.

Solo qualche considerazione:

1) L'anomalia della variazione limitata, assente o inversa, non appare in lontananza, diciamo da qualche decina di metri fino all'orizzonte, dove il suolo sembra comportarsi come il modello, cioè la luminosità è decrescente per azimuth 0°-180°.

2) Il fatto che, anche in lontananza, la variazione appaia meno drastica del modello potrebbe essere dovuto al minore contrasto della panoramica rispetto al rendering. Purtroppo, fino a prova contraria, non possiamo conoscere il fattore di contrasto delle foto, data la quantità di fattori che possono avere influito sulla resa finale delle immagini digitalizzate.

3) L'indicatrice fornisce un valore medio, misurato da una sonda in orbita se non ricordo male, quindi da una grande distanza. Non tiene conto di tutti i crateri e gli avvallamenti che esistono a livello locale e che sono evidenti nelle foto. Questo potrebbe spiegare almeno in parte perchè il suolo in prossimità dell'obiettivo si comporta diversamente dall'indicatrice.

4) Adesso non ho sotto mano lo studio di Shevchenko, ma se non ricordo male i valori per azimuth 120°-180° non sono stati misurati, ma sono stati estrapolati linearmente. Questo a mio avviso potrebbe falsare il modello.

Vedo che stai facendo un ottimo lavoro con il rendering. Buona prosecuzione.
Nel frattempo io mi occupo di analizzare le altre panoramiche dell'Apollo 11.

Di più
18/06/2017 14:04 #9801 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Grazie per il complimento, cerco di fare tutto al meglio delle mie possibilità.

Venendo alle tue considerazioni:

1) Tieni conto che la riduzione di luminosità avviene sempre in direzione opposta alla direzione luminosa. Quindi se la luce proviene dall'angolo superiore destro, la luce cadrà tanto più velocemente verso l'angolo superiore destro e non verso l'orizzonte in generale.

2) Se per fattore di contrasto intendi il contrasto o il fattore gamma della pellicola, la curva sensitometrica delle varie pellicole sono note perché riportate in diversi documenti NASA.

3) L'indicatrice di Shevchenko è frutto di diverse misurazioni indirette (quelle dalla terra effettuate da Orlova per esempio) e quelle effettuate da diverse sonde russe e americane comprese le missioni Apollo. Comunque nel paper si confronta l'indicatrice con le misure effettuate in loco dal rover russo Lunokhod 2, che ha effettuato una lettura fotometrica del suolo del cratere Le Monnier, ed i sample riportati dalla sonda Luna-16 dal Mare Fecunditatis, con dei risultati decisamente buoni:



4) Il valore non misurato è quello per un angolo di incidenza luminosa pari a 90°, per ovvi motivi, ma per i 14° gradi circa i dati ci sono anche se occorre interpolare. Questo però non lo vedo come un problema, lo stesso tipo di indicatrice viene usato dalla Cornell University seguendo lo standard ASTM E1392-96. Il vero valore medio riguarda lo spettro misurato del campione di suolo



Ma la differenza fra le varie misure, in funzione dell'angolo di fase, nel visibile (tra 400nm e 700nm) è piccola.

Comunque voglio implementare anche l'indicatrice "analitica" di Hapke in modo da avere una comparazione tra diversi modelli.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
19/06/2017 01:09 #9802 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande

Ok che della pellicola conosciamo la curva caratteristica e tutte le altre misure derivate (fattore di contrasto, fattore gamma, ecc.), ma noi la pellicola non ce l'abbiamo, abbiamo solo le sue scansioni. Il processo che ha portato dalla pellicola alle immagini digitali (dallo sviluppo, alla conservazione per 4 decenni, fino alla sua scansione e digitalizzazione) ha modificato quelle proprietà in modo a noi sconosciuto.
Dall'altro lato abbiamo un rendering la cui curva caratteristica è nota (funzione di trasferimento sRGB) con un fattore gamma di circa 2.2. Per confrontarlo con le foto bisogna rendere uguali i gamma, ma non puoi se non conosci il gamma di partenza delle foto.

Per quanto riguarda l'indicatrice mi riferivo a questo passaggio dalla seconda pagina:

The data of the ground-based measurements of Ref. 7 cover the range of phase angles from 2°.3 to 124°.5. In addition, the section of the phase function from 0 to 70° is provided by space photographs with multiple phase coverage (Fig. 1). The photographs from the series of the Apollo 13 spaceship (SS) and the Zond-6 AIS permit a detailed study of the brightness variation at small phase angles, including g = 0°. The behavior of the phase function in the phase interval of 120-180° is close to linear,6 and therefore extrapolation to the value ϕ = 0 in this section of the phase function does not introduce any uncertainty into the reflection law obtained.

Si parla di angoli di fase, riassumendo: fino a 70° sono misure da terra, dalle foto delle sonde russe Zond e da Apollo 13 (a quanto pare lo scienziato russo ci credeva veramente); tra 70° e 124° sono solo misure da terra; tra 124° e 180° sono estrapolazioni lineari (ricordavo bene) ma lo scienziato ci rassicura che va tutto bene, facendo riferimento a un altro studio russo che non sono riuscito a trovare. Boh, sarà...

Di più
10/07/2017 20:42 - 10/07/2017 20:45 #10029 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Ho quasi terminato la versione preliminare del modello, mi manca solo il modello altimetrico del suolo e poi metterò tutto su git-hub. Al momento sto usando per il suolo la funzione fotometrica pubblicata nel 1966 da Hapke nel paper An Improved Theoretical Lunar Photometric Function , in sostituzione dell'indicatrice di Shevchenko.

angolo di fase 0°


angolo di fase 45°


corretta per aver un albedo intorno a 0.09, come misurato sempre da Hapke in un paper di cui ho trovato solo l'extended abstract SCATTERING PROPERTIES OF LUNAR REGOLITH SAMPLES DETERMINED BY MIMSA FITS , per cui riporta un valore di 0.0866 per il sample 10084 (Apollo 11 landing site's regolith).



Alla fine renderò disponibile sia l'indicatrice di Shevchenko che quella di Hapke, e spero anche un altro modello che ho trovato sempre in letteratura. Non ho fatto test per verificare le differenze tra i due modelli, ma a prima vista i risultati sono assai simili.

Non avendo avuto tempo di modellare un LEM fedele ai drawings, ho usato un modello che si trova su 3D warehouse creato da un certo Fort Opus , a cui ho aggiornato i materiali usando quelli fisicamente corretti (me ne manca ancora qualcuno ma un buon 90% sono pronti) seguendo le indicazioni di questi due siti di modellismo

LMDATA
LM-5 Apollo 11

Questo è il risultato:



La geometria non è fedele al 100% ma ci va abbastanza vicino. Al suolo ho applicato una bump map per dare un effetto polvere che spero dia un aspetto realistico quando avrò anche il modello 3D del suolo.

Il LEM l'ho inserito nel test fatto precedentemente per la foto AS11-40-5903. Alla tua di Aldrin ho tolto il bump map che avevo usato per tentare di dare un aspetto spiegazzato, inoltre ho scalato di poco il modello in larghezza in modo da farlo combaciare meglio con la foto.

Questo è il risultato:

L'inserimento del suolo sarà cruciale visto che per ottenere la stessa prospettiva con i soggetti e l'orizzonte correttamente sovrapposti alla foto



Armstrong deve volare


"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima modifica: 10/07/2017 20:45 da kamiokande.

Di più
11/07/2017 00:47 #10030 da Calipro
Calipro RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@kamiokande
"Alla tua di Aldrin ho tolto il bump map che avevo usato per tentare di dare un aspetto spiegazzato, inoltre ho scalato di poco il modello in larghezza in modo da farlo combaciare meglio con la foto."
E come riflessione totale sulla scaletta può cambiare qualcosa in peggio?
Te lo chiedo perché la riflessione sulla tuta è il problema centrale della foto davanti al LEM perciò i debunkers andranno sicuramente a cercare lì il pelo nell'uovo, che é il loro unico appiglio di fronte all'evidenza dei fatti.

Di più
11/07/2017 09:04 #10034 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
@ Calipro

Teoricamente no. Una superficie più liscia normalmente riflette e diffonde più luce poiché ha meno zone scure dovute alle pieghe. Praticamente direi che la differenza tra prima è dopo è minima, e comunque la tuta appare più chiara anche se potrebbe essere dovuto in parte anche alla presenza del LEM, che però da quel lato diffonde poca luce (quel lato è quasi interamente coperto da pannelli verniciati di nero), ed in parte da un algoritmo di rendering migliore. Quindi direi che questo particolare della tuta non può incidere in mdo negativo.

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)

Di più
16/07/2017 20:01 - 16/07/2017 20:01 #10054 da kamiokande
kamiokande RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Piccolo aggiornamento, sono riuscito ad importare in blender il famigerato modello di NVIDIA



Appena ho tempo proverò a fare un rendering con i materiali fisicamente consistenti "per vedere l'effetto che fa" ... non penso di poter rendere disponibile il modello attraverso canali free, ma proverò comunque a chiedere ad NVIDIA per vedere che dicono, sempre che mi rispondano. Sarebbe decisamente interessante combatterli con le loro stesse armi :saber: .

"La stampa è morta" (Egon Spengler - Ghostbuster)
Ultima modifica: 16/07/2017 20:01 da kamiokande.

Di più
21/07/2017 21:46 #10075 da Human
Human RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
"In questo momento, stiamo valutando l’ipotesi di costruire una stazione orbitante intorno alla Luna, dalla quale scendere sul satellite e realizzare strutture che permettano agli astronauti permanenze più lunghe dei pochi giorni delle missioni Apollo. Non escludo ci si possa riuscire già nel 2023."
www.wired.it/amp/184546/scienza/spazio/2...oforetti-intervista/

:excited:

Di più
22/07/2017 08:57 #10077 da Calipro
Calipro RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Stazione spaziale che diventerebbe radioattiva come Chernobyl nel giro di? Un anno? Due?

E per nasconderci le zone dell'"allunaggio" da una visione dall'alto come faranno?

La Cristoforetti un po' mi preoccupa...mi sembra che ci creda veramente agli allunaggi.

Di più
24/07/2017 08:52 #10090 da Antdbnkrs
Antdbnkrs RE: Le caratteristiche di luminosità della superficie lunare
Una domanda mi sorge spontanea (ma solo per ignoranza)

La foto della terra vista dalla luna dove si vede il lem fotografato da dietro, chi l'ha fatta (quella che ha messo mentana nella sua pagina facebook). Mi spiego meglio: I 3 astronauti stavano nel LEM quindi la foto l'hanno fatta da terra,giusto? Se l'hanno fatta da terra significa che nel 1969 era possibile comandare dei mezzi in remoto...e allora perché prima di far rischiare la vita agli astronauti non hanno fatto una missione per provare l'atterraggio senza esseri umani? Forse perché non ne avevano bisogno visto che è tutta una farsa? ;-)

La differenza tra un debunker e un ricercatore SERIO e' che il primo deve chiudere tutte le falle della VU mentre al secondo basta una sola prova INCONTROVERTIBILE per smontare tutto il caste!lo di bugie della VU :pint:

Tempo creazione pagina: 0.437 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO