Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Commenti Recenti

rss

Trovo geniale l'idea dei 5 Stelle di aver proposto a tutti i parlamentari un dimezzamento del loro stipendio.

I 5 Stelle infatti già sapevano che la loro proposta non sarebbe stata accettata, e quindi ora si preparano ad incassare i vantaggi di questa bocciatura da parte del resto della classe politica.

Pensate, con questa semplice mossa i 5 Stelle sono riusciti a dimostrare che la faccenda della "riduzione dei costi del parlamento" - tanto sbandierata nella nuova riforma costituzionale - è in realtà un misero specchietto per le allodole. Lo ha confermato, involontariamente, l'ex-leghista Marcolin (ora con Verdini), quando ha dichiarato: “Il vero problema dei costi della politica non riguarda lo stipendio dei parlamentari, ma gli sprechi e l’inefficienza della macchina amministrativa."

Ma allora, caro genio della dialettica, perchè strombazzare dal mattino alla sera che la nuova riforma porterà ad un abbattimento dei costi della politica, se "non è quello il vero problema"?  

Mi è capitata fra le mani una foto dei cosiddetti "italiani eccellenti" portati da Matteo Renzi la scorsa settimana alla Casa Bianca. Costoro, secondo la scelta del nostro primo ministro, dovrebbero rappresentare il meglio dell'Italia.

Roberto Benigni: un traditore del cinema a doppia mandata. Prima volta traditore, perché ha rubato l'idea di "La vita è bella" ad un suo collega, il regista rumeno Radu Mihaileanu. Mihaileanu aveva mandato a Benigni la sceneggiatura del suo film, "Train de vie", chiedendogli di fare il protagonista. Benigni finse di non essere interessato, solo per correre di nascosto a scrivere il suo film, "La vita è bella", con il quale avrebbe vinto l'Oscar. Le trame dei due film sono diverse, ma l'idea di ambientare un film comico sullo sfondo dell'Olocausto è identica. Seconda volta traditore, perchè mentre il film di Mihaileanu finisce - giustamente - con il protagonista dietro al filo spinato di Auschwitz, quello di Benigni finisce in modo antistorico, con un happy end del tutto improbabile che strizza l'occhio ai poteri forti di Hollywood: quando mai un ragazzino esce vivo da una Auschwitz liberata dagli americani, solo per incontrare la sua mamma che lo aspetta sorridente sotto un albero? Nemmeno negli spot del Mulino Bianco succedono queste cose. Ma, lo sappiamo tutti, pur di vincere un Oscar c'è anche chi è disposto a stravolgere il senso della Storia.

Beatrice Vio. Lo sport paraolimpico è una triste invenzione dei tempi del politically correct: da una parte il mondo delle persone normali, che si ripuliscono dai sensi di colpa verso gli handicappati inventando delle Olimpiadi fatte su misura per loro. [...]

Provate a fare una ricerca con le parole "Bermuda triangle debunked", e vi usciranno oltre 30.000 hits. La notizia infatti è rimbalzata dappertutto, dal New York Post al Daily Mail, da Yahoo News fino a Russia Today.

E quale sarebbe questa notizia? Che il fantomatico mistero del Triangolo delle Bermuda è stato finalmente risolto: la colpa per le sparizioni misteriose di centinaia di navi ed aerei nel corso della storia sarebbe tutta di un tipo particolare di nuvole "esagonali", che sarebbero state osservate proprio sopra la zona incriminata. (Sono quelle che vedete nella foto del titolo. Qui il video originale da cui è tratta l'immagine).

In altre parole, secondo alcuni meteorologi, queste nuvole esagonali possono essere la causa di improvvise "bombe d'aria" che si abbattono a grande velocità verso la superficie del mare, creando vortici capaci di far cadere un aereo, e creando improvvise onde capaci di inghiottire interi vascelli.

Segnalazioni e commenti degli utenti sulle notizie più recenti.

Argomenti suggeriti:

Caso Renzi/Gentiloni sulla questione di Israele.

Navi russe dirette verso il Mediterraneo.

L'Europa dice no a nuove sanzioni alla Russia: una svolta?

di Giuseppe Turdo

Scrivo le seguenti considerazioni da geologo e da studioso e appassionato di mission lunari, con una certa tendenza a credere al complotto a fasi alterne (v. nota a fine articolo).

Sinteticamente, per chi crede alla versione ufficiale, le rocce raccolte sulla luna costituiscono una delle prove a supporto della veridicità delle missioni Apollo. Per i sostenitori del complotto lunare, sono soltanto pietre raccolte (o fabbricate) sulla terra e spacciate per lunari. Dirimere la questione è difficile; si può tentare di fare una escursus storico dell’evoluzione delle conoscenze acquisite sulle rocce lunari, per cercare di capire da quale parte possa pendere la bilancia: complotto o versione ufficiale.

Sullo studio delle rocce lunari esiste una bibliografia sterminata, con tanto di analisi mineralogiche e chimiche. Tra l’altro, alcuni campioni sono stati studiati da laboratori di tutto il mondo e non solo dai geologi della NASA. Moltissime di queste analisi sono liberamente disponibili su siti internet e su varie pubblicazioni. Alle rocce raccolte durante le missioni Apollo (circa 380 Kg) vanno aggiunti alcune centinaia di grammi raccolti dalle sonde sovietiche e anche i campioni analizzati in situ dalle sonde Surveyor, Luna e Chang’e’.

Mi permetto subito di dire che, anche ammettendo che i campioni di roccia provengano effettivamente dalla luna, alcuni di essi non sono per niente rappresentativi della composizione originale del nostro satellite e ci dicono poco sulla sua geologia o, addirittura, sulla sua origine.

Se c'è qualcuno che ancora non ha capito quale sia l'importanza del cosiddetto "media news cycle", ovvero il ciclo giornaliero delle news americane, vorrei offrirgli questa breve riflessione.

Io per abitudine guardo la CNN almeno un'ora al giorno. Nell'arco di quell'ora, infatti, mi rendo conto di quale sia il ciclo particolare delle news di quel giorno (dopo un'ora le notizie cominciano a ripetersi, e a meno di eventi eccezionali non cambiano più fino al giorno dopo). Partiamo quindi dal clamoroso scoop del Washington Post, che lo scorso venerdì (7 ottobre) ha reso pubblico il video del 2005 nel quale Donald Trump si vantava di poter fare alle donne tutto quello che vuole, "perché tanto lui è famoso".

Non appena compresa l'importanza della notizia Trump è corso ai ripari, e nel giro di 8 ore (venerdì sera) ha pubblicato su Facebook un video nel quale "si scusava" per quelle dichiarazioni, giustificandosi con il fatto che "però Bill Clinton ne racconta di molto peggio, quando andiamo insieme a giocare a golf".

Il sabato mediatico è quindi trascorso a decidere se le scuse di Trump fossero sufficienti (e sincere), oppure no. Poi c'è stato il confronto diretto con la Clinton, domenica sera, e l'argomento ha occupato una sana mezz'ora del dibattito a reti unificate.

di Fabiomln

Tutti abbiamo sentito parlare delle teorie evoluzionistiche Darwiniane anche se in realtà quelle a noi giunte sono quelle Neodarwiniane.

A molti invece sono sconosciuti i contenuti delle teorie Eugenetiche formulate da Galton (ad esclusione dei lettori sempre informati di questo sito), cugino di Darwin.

Tutto sommato le teorie eugenetiche (genetica positiva e per estensione buona razza) sono piuttosto semplici e costituiscono il parallelo in campo sociale delle teorie neodarwiniane in campo biologico. Così come in campo biologico è in atto una continua selezione naturale con affermazione del più ‘adatto’, sarebbe stato altrettanto possibile vedersi affermare una società migliore favorendo quei processi di riproduzione selettiva dei soggetti ‘migliori’ e contemporaneamente limitando quelli di riproduzione fra soggetti valutati ‘inferiori’. L’eugenetica avrebbe portato ad una società divisa in due: ‘eugenici’ e ‘cacogenici’. A quest’ultimi, i meno adatti, si sarebbe dovuto impedire per quanto possibile di riprodursi, al fine di garantire e accelerare il processo di selezione di una razza migliore.

Molte nazioni, sia in Europa che oltreoceano, abbracciarono all’inizio del ‘900 le teorie dell’eugenetica che culminò nel programma nazista di eutanasia, Aktion T4.

VADO A PUTTANE E RUBO CIANURO SUFFICIENTE A STERMINARE UN PAESE INTERO: MI HA SALVATO "PIETRO IL GRANDE"

Questa è la mia storia. Voglio che venga pubblicata con nome e cognome.

Ciao a tutti, sono una delle tante vittime purtroppo di un sistema completamente corrotto. Il mio incubo comincia nove anni fa, grazie al mio medico curante di cui mi fidavo ciecamente tra le altre cose un mezzo parente. Vado da lui e mi prescrive la paroxetina perché vado a raccontargli un periodo un po' no col lavoro e con una ragazza. Anticipo che io allora non sapevo neanche cosa fossero gli psicofarmaci...non sapevo nulla.

Ero uno brillante, facevo il tecnico molto specializzato su sistemi informatici di sicurezza ed ero in una crescita notevole..giravo in Italia ed all'estero.....facevo sport...nuoto...trekking....bici....2 volte alta via numero 1 in dolomiti (chi sa di montagna puo' capire)...due volte rifugio piu' alto d'europa sul monte rosa, la Capanna margherita a 4600 mt.

Questo ero io prima dello schifo piu' immane che un uomo puo' toccare.

Comincio a prendere ste cose dopodiché comincio a sentirmi strano....e il dottore mi manda da uno psichiatra eminente primario di un grosso istituto milanese.

Segnalazioni e commenti degli utenti sulle notizie più recenti.

Ho sentito dire che ci sarà un referendum in Italia, ai primi di dicembre. Qualcuno ne sa qualcosa di più?

Testo della scheda revisionato da Adriano Colafrancesco [Acolafran]

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO