Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 13049 + 3481
82 utente(i) online (47 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 82

Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 22:30
Re: Commenti liberi
leorubino 27/11/2014 22:24
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 22:23
Re: "If" di Rudyard Kipling
invisibile 27/11/2014 22:20
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 22:14
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 22:13
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Slobbysta 27/11/2014 21:56
Re: "If" di Rudyard Kipling
incredulo 27/11/2014 21:46
Re: "If" di Rudyard Kipling
invisibile 27/11/2014 21:46
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 21:38
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 21:34
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
incredulo 27/11/2014 21:33
Re: "If" di Rudyard Kipling
Nichiren 27/11/2014 21:30
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 21:24
Re: Polvere di Luna
alerivoli 27/11/2014 21:24
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 21:23
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Sertes 27/11/2014 21:14
Re: Polvere di Luna
Jurij 27/11/2014 21:14
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 21:13
Re: "If" di Rudyard Kipling
incredulo 27/11/2014 21:01
 Recent Topics
Cosa state ascoltando?
Musica dal vivo
L'angolo delle immagini
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse
INTERSTELLAR (spoiler)
M5S : Una Rivoluzione da raccontare e il futuro dell'Italia
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
MH 17 (nuovo thread)
L'angolo dei video
Libri da leggere assolutamente?
I governi mondiali
il viaggio inconsapevole
Tapatalk
l'angolo della salute
MAN
Guida alla scrittura dei commenti
Marte.. Questo sconosciuto !!!!
SOS reddito di sopravvivenza
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Sabbia vibrazionale e verità insabbiate..
Durante le missioni apollo furono documentati incontri con vite aliene!
Oggi è la data ufficiale di morte della "scienza"
Messaggi subliminali nei porno online
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
L'angolo delle cose preoccupanti...
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
L'angolo della letteratura
La teoria di Judy Wood: fantascienza o realtà?
Vannoni presenta il suo Metodo Stamina
presunti "passeggeri " miracolati

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media :  Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Inviato da Redazione il 24/5/2012 1:00:00 (9410 letture)

All'articolo è stata aggiunta la SECONDA PARTE.

Ho spesso criticato Beppe Grillo perchè evita di parlare di argomenti di fondamentale importanza come la schiavitù del sistema bancario o le scie chimiche (o tantomeno il 9/11), e molti utenti mi hanno chiesto - giustamente, in questo momento di successo del Movimento 5S - che cosa sarebbe mai cambiato se lo avesse fatto.

La risposta dovrebbe essere evidente per tutti, e sta nelle parole pronunciate tempo fa dallo stesso Beppe Grillo: "Il cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato "crede" di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. "

Ne risulta che un cittadino che abbia ben chiara l'immagine complessiva del potere - di cui il sistema bancario è la chiave di volta, e il fenomeno delle scie chimiche una delle sue espressioni più arroganti e pericolose - potrebbe prendere decisioni molto più mirate, coerenti, motivate ed efficaci di un cittadino meno informato.

Questo lo ha detto lui, non l'ho detto io.

Ne consegue, a sua volta, che una nazione più cosciente dei problemi reali supporterebbe molto più vigorosamente certe scelte coraggiose che vanno affrontate al più presto per risolvere i problemi radicali che ci affliggono. E tutti possono comprendere come per risolvere la situazione attuale sia assolutamente indispensabile avere il massimo appoggio popolare, a tutti i livelli, da tutti gli strati sociali e culturali.

Altrimenti Falcone e Borsellino continueranno a morire inutilmente, giorno dopo giorno, all'infinito. E chi avrà contribuito a creare il silenzio intorno a loro dovrà assumersene tutte le responsabilità.

E' perfettamente inutile invocare "cittadini informati che sappiano le cose, che si occupino del loro quartiere e delle loro città", se poi eviti di parlare di scie chimiche. Forse che l'aria che i nostri figli respirano non fa parte "del loro quartiere e della loro città?"

Ma il vero problema è che Grillo non soltanto "non parla di scie chimiche", ma prende anche in giro chi lo fa.



Direi che il video si commenta da solo, per cui preferisco non aggiungere altro. Rientro subito nella "5a dimensione", ...

... e torno a dedicarmi al mio "ambientalismo sensazionalistico", insieme a quelli che la pensano e lavorano come me. Chissà che un giorno qualcuno trovi qualcosa di sensato in quello che stiamo facendo.

Con tutti il mio supporto, sia chiaro, ai grillini che dovunque in Italia si battono in prima persona per quello che è sano, giusto e sacrosanto. Se riusciranno a vincere la loro battaglia, nonostante le contraddizioni palesi e imbarazzanti del loro leader, sarà stata per loro una vittoria ancora più meritata.

A volte la squadra riesce a trovare sè stessa anche se l'allenatore nel frattempo ha perso la bussola.

SECONDA PARTE: (Ho deciso di completare l'articolo con questa seconda parte, perchè in realtà quella del titolo era una domanda retorica).

E' evidente che il motivo per cui Grillo smesso di parlare di certi argomenti è perché gli è stato consigliato di farlo. Non solo è evidente, ma era inevitabile che succedesse. Solo chi vive nel mondo dei sogni non sa queste cose. E a quel punto non ha più nessuna importanza se il "consiglio" arriva dal suo manager nella forma di "pressione amichevole", oppure in busta anonima nella forma di un proiettile calibro 22.

Sai che sei arrivato al confine, e lì ti devi fermare.

Fin qui, non credo che ci sia nulla da discutere, e voglio anche chiarire - come ho già detto altre volte - che nessuno è obbligato ad andare oltre quello che ritiene essere il suo confine personale. La nostra vita appartiene solo a noi stessi, e nessuno ha il diritto di venirci a dire che cosa "dobbiamo" fare.

C'è però un problema, nel caso di Grillo, che si chiama "responsabilità".

Oggi Beppe Grillo non è più un semplice "comico" con una grande capacità di coinvolgere le masse. Oggi Beppe Grillo le masse LE HA COINVOLTE, ha creato un movimento ed è entrato in politica attiva.

Oggi Beppe Grillo è un uomo politico a tutti gli effetti - nel senso che ora DEVE misurarsi con il sistema politico dal suo interno - e da domani in poi lo sarà sempre di più.

Se quindi lui ha scelto di non parlare di signoraggio o di scie chimiche dovrebbe semplicemente dire: "Signori, di questi argomenti non posso più parlare perché altrimento pago di persona. Anch'io tengo famiglia. Vedete quindi voi cosa fare."

Questo sarebbe un gesto onesto, che nessuno gli impedisce di fare.

Non puoi invece ignorare gli argomenti, fingendo che non esistano, e addirittura ridicolizzandoli, perché in questo modo finisci per togliere anche credibilità a quelli che invece hanno deciso di continuare a parlarne.

Oppure - cosa che ho detto anche questa mattina alla radio - a questo punto io direi: "Signori, io sono arrivato al capolinea. Ho detto quello che dovevo dire, ho dato quello che avevo da dare. I problemi ve li ho indicati, e ve li ho spiegati come meglio potevo. Se volete provare a risolverli, sapete cosa vi aspetta, e sapere cosa dovete fare. Io vado a comprarmi una bella canna da pesca, e mi ritiro a godermi il mio meritato riposo. Ogni tanto passate a trovarmi, che vi offro un buon caffè e chiacchieriamo di quello che succede."

Ma non mandi un movimento allo sbaraglio, in medias res, senza aver dato prima pubblicamente una descrizione accurata e completa dei problemi da affrontare, in modo che i suoi eletti abbiamo poi il massimo supporto popolare, nel momento di farlo. Invece in questo modo, senza la corretta informazione già propagata ed assimilata, verranno macellati dopo i primi venti minuti di battaglia.

Cosa fanno i grillini eletti alle varie cariche, secondo voi? Passano due anni ad "occuparsi del loro quartiere e della loro città", e poi di colpo dicono: "Ah scusate, a proposito, ci sarebbe anche questo piccolo problemino delle scie chimiche da risolvere"?

Cerchiamo di non autoingannarci più del necessario, perfavore.

Fanno tenerezza, infatti, quelli che dicono "intanto cominciamo dal "pochino", poi piano piano vedremo di crescere." Se nessuno tu spiega con chiarezza che appena arrivi a mezzo metro di altezza ti tagliano la testa, di "crescita" ne farai molto poca. Oppure continui a crescere, ma nel frattempo ti ritrovi con le gambe di un altro. E scopri - guarda caso - che quelle gambe corrono un quarto delle tue. (Se sono anche un pò troppo pelose, oltre che lente, sono sicuramente quelle di Di Pietro).

Massimo Mazzucco

Voto: 6.00 (8 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
27/11/2014 19:10:00 - Commenti liberi
25/11/2014 23:00:00 - Amici 5 Stelle: svegliatevi!
24/11/2014 10:10:00 - Come sono guarito dal diabete
22/11/2014 19:33:22 - "If" di Rudyard Kipling
21/11/2014 16:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
20/11/2014 12:00:00 - Il gioco delle parti
18/11/2014 18:30:00 - Si avvicina il prelievo forzoso sui risparmi degli italiani
16/11/2014 17:10:00 - Polvere di Luna
15/11/2014 10:02:31 - Commenti liberi
14/11/2014 16:30:00 - Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
12/11/2014 13:00:00 - Bill Kaysing, un rivoluzionario ante-litteram
10/11/2014 19:50:00 - Marco Della Luna: il lavoro rinasce con una moneta sovrana
8/11/2014 20:59:44 - Commenti liberi
8/11/2014 13:50:00 - Quando discutere diventa un'arte
7/11/2014 11:53:52 - Ma quanti sono i "killer" di bin Laden?

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 24/5/2012 1:39  Aggiornato: 24/5/2012 1:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Una raccomandazione, please.

In questo articolo non si parla di "quello che comunque potrà fare il M5S", di "qualcosa è sempre meglio di niente", o di "comunque l'unica scelta possibile in questo momento sono loro."

Questi sono argomenti che abbiamo già trattato nell'articolo precedente.

Volutamente, con l'ultimo paragrafo dedicato ai grillini, ho voluto separare le due questioni, "squadra" e "allenatore".

Questo articolo parla delle potenziali conseguenze che possono avere certe scelte di Grillo di parlare o meno di certi argomenti importanti a livello nazionale.

Mi è stato chiesto di chiarire la mia posizione al riguardo, e l'ho fatto. Ora però evitiamo il solito polverone su tutto e su nulla, altrimenti fare articoli come questo non serve a niente.

Grazie.

alsecret7
Inviato: 24/5/2012 1:47  Aggiornato: 24/5/2012 1:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 524
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
secondo me ogni anno che passa piu mirendo conto, che piu si continua dare memoria di falcone borsellino piu vedo un paese sconfitto e perso. se loro due dovevano insegnare qualcosa allora mi sa che chi e venuto dopo non abbia imparato un granche cioè una cippa, e nessuno si e mai permesso di emularli o di fare meglio!! se siamo qui ancora ogni anno a ricordare due persone che ormai non ci sono piu alla fine diventa una presa in giro e basta!! non siamo cresciuti perniente! come o detto neglialtri post su grillo tempo fa ero un gran ammiratore ma negli ultimi tempi mi e un po scaduto, certo dice ancora cose giuste ma anche lui quel limte non lo supera a capito benissimo anche lui che oltre ad un certo punto ci si scotta e qundi tira il freno. e questo midispiace perche pensavo che forse era uno che certi argomenti visto la sua pozizione di personaggio amato potesse sdoganare certi argomenti, ma evidentemente deve essergli arrivata anche a lui una vocina che gli dice di fermarsi purtroppo! spero pero che qualcuno dei suoi eletti scantoni un po da lui e si lasci andare anche nel suo piccolo, ma la vedo dura!!

blu23
Inviato: 24/5/2012 1:59  Aggiornato: 24/5/2012 1:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/05/per-massimo-che-sabato-non-cera-al.html

Grillo servo degli illuminati???? E' una vita che lo penso

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Redazione
Inviato: 24/5/2012 2:39  Aggiornato: 24/5/2012 2:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
BLU: per fortuna ho appena chiesto di restare in tema.

Se vuoi suggerire qualcosa rispetto ad un rapporto fra gli "illuminati" e le scelte di Beppe Grillo fallo con parole tue, chiare e ben argomentate.

Smettiamola perfavore di sbattere nei post dei link alla cazzo di cane, senza spiegare chiaramente perchè li si mette, così "tanto per vedere cosa succede".

Non fatemi bestemmiare, perfavore, che già sono poco simpatico quando sono normale.

krom2012
Inviato: 24/5/2012 3:07  Aggiornato: 24/5/2012 3:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 497
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Premettendo che con il termine grillini si indicano comunemente piccoli insetti appartenenti a diversi gruppi appartenenti all'ordine degli ortotteri, generalmente di medie dimensioni e dal corpo nero, bruno o verdastro. Spesso si tratta di specie in grado di produrre con le tegmine un canto di frequenza udibile dall'uomo, al pari delle cicale.

Contrariamente a queste ultime, molte specie di grillini si cimentano nel canto nelle ore notturne. In particolare si chiamano così animali appartenenti ai seguenti gruppi:

Gryllidae: grillini propriamente detti, dei campi, dei boschi e domestici, dal canto nuziale prevalentemente notturno.
Tetrigidae: grillini diurni, detti anche cavallette nane.
Gryllotalpidae: grillotalpe, prevalentemente di abitudini fossorie, dal canto flebile, ma potentemente amplificato dall'acustica della tana.
Stenopelmatoidea: grillini di Gerusalemme ed Americani.

Chi va alle urne per mettere una croce su un movimento di insetti è come se votasse la SQUADRA (e compasso) massonica a cinque punte, ehm cinque stelle...
L'ALLENATORE di turno che sta facendo boom cantandole in grillesq agli italiani e politici in estinzione, ha paura di affrontare scomode tematiche perchè andrebbe contro quel "piccolo" sistema massonico che lo ha sostenuto finora e gli ha imposto di trattare solo determinati argomenti, quindi preferisce prendere in giro le patate bollenti, in fondo è sempre stato il suo mestiere!
Per quanto possa sembrare ironico o fantasioso quanto scritto, non è mia intenzione screditare il movimento, ma semplicemente sottolineare che non escludo il CAMPO (l'ipotesi) grillo-massonico.
Chi decide la PARTITA? Ma soprattutto che fine hanno fatto i veri ARBITRI? Tutti nell'aldilà...

Sapete chi "cura" i siti di informazione in Italia?
http://www.youtube.com/watch?v=ToBgJJuUNrM&feature=my_liked_videos&list=LLkOStCNqr8e7f8evV0D0a2g

...il cielo è sempre più bianco...
nockisrock
Inviato: 24/5/2012 3:13  Aggiornato: 24/5/2012 4:11
So tutto
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 28
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ciao Massimo e ciao a tutti gli utenti di luogocomune.
Allora secondo me, bisognerebbe contestualizzare queste affermazioni di Grillo in primis e dal video non si capisce una sega (noto inoltre che non permette di commentare)

Secondo: Grillo potrebbe essere
a) consapevole
b) non consapevole e non informato bene sulla questione
c) che non consideri scientificamente valido il fenomeno
d) che non riesca ad accettare lui stesso l'esistenza delle scie chimiche per motivi a noi ignoti, ma forse comprensibili.
e) a conoscenza di informazioni segrete ulteriori che lo hanno rassicurato in previsione di una possibile uscita dalla Nato che lui auspica per motivi differenti

nel caso
a) chiediamoci quali potrebbero essere i motivi per i quali le nomina e le "ridicolizza", oppure le cita ma non nega l'esistenza. Parla della degenerazione e della ossessione di alcuni a dare la colpa a questi fenomeni in modo esasperato, l'espressione dei suoi occhi infatti mi fa intendere che lui si riferisca alla forma più che al contenuto. Questo video è del 2006 sono sicuro che avrà cambiato idea...

I motivi per i quali omette tale informazione nei sui blog e dal vivo?: potrebbe essere controllato e pedina dai servizi segreti, o sotto minaccia di morte sia lui che la sua famiglia od infine potrebbe essere altresì consapevole dello shock che potrebbe causare gridando queste cose drammatiche ad una piazza di persone, anzi ad un intero paese addormentato su più fronti (questa è una delle ipotesi più plausibili ). Immaginate la reazione, inimmaginabile per me. Quindi lui potrebbe aver deciso di attuare un escamotage quasi vile ma con un fine nobile e preciso, e poter giocare sul filo del rasoio, tra audience e credibilità. Evidentemente ci sta pensando qualche cittadino a spargere la voce come ormai sta avvenendo da anni. il meccanismo è partito, e GRILLO lo sa, SI VEDE, LO SI PERCEPISCE. Le cose che ha scritto Massimo sono pensieri che condivido in gran parte e che non fanno una piega a livello di coerenza, etica, logica. Purtroppo anche Grillo ha dovuto scegliere quali compromessi intraprendere. Verrà il tempo in cui anche lui dovrà probabilmente giustificare queste omissioni.
Per dire cose così occorre un coraggio disumano...

b) ragiono per assurdo - ipotesi meno plausibile e più stupida tra tutte -> potrebbe avere degli informatori attorno a lui orientati a seguire quel scientifically-correct

c) Lo so è impensabile ma prendiamo come esempio una mia esperienza: io ho mostrato più volte centinaia di documenti scientifici e fotografie, video e documentari su queste scie chimiche ad un mio amico che studia Fisica e Chimica all'università, ma è convinto che siano tutte baggianate e trova anche delle motivazioni logico scientifiche a sostengno (a mio avviso sempre inconcludenti ed incomplete). Eppure sono convinto della sua buona fede e non è certamente un gatekeeper o un debunker o pagato dalla Cia ecc ecc. A mio giudizio è solo limitato mentalmente su quell'argomento.

d) la realtà dei fatti è DURISSIMA da accettare. Io stesso quando sono venuto a conoscenza di argomenti tipo MALANGA o I PADRONI DEL MONDO o CANCRO LE CURE PROIBITE sono caduto in uno stato di SEMI-DEPRESSIONE per un anno; non solamente per la gravità etica dei temi trattati (mi è caduto il mondo addosso), ma anche e soprattutto per la reazione di incredulità della gran parte della gente con cui ne parlavo, oltre alla solitudine che si può provare a conoscere informazioni su temi che pochi son disposti a mettere in dubbio. Molti individui hanno un rifiuto immediato a parlare di tumori, di alieni o di ignoto,

e) vi consiglio di ascoltare questo link molto interessante di Italo Cillo, che spiega come nell'isola di MALTA non facente parte della NATO non si vedano SCIE CHIMICHE e di come esse siano visibili solamente in lontanza in direzione SICILIA.
http://www.youtube.com/watch?v=MTHqPOOarpE&feature=related

Io da non votante ho deciso che voterò M5stelle
Ciao
grazie per l'attenzione

VI DEDICO QUESTO BRANO CAPOLAVORO! :http://www.youtube.com/watch?v=GZLLv4s4WvI

Calvero
Inviato: 24/5/2012 3:23  Aggiornato: 24/5/2012 3:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Ne consegue, a sua volta, che una nazione più cosciente dei problemi reali supporterebbe molto più vigorosamente certe scelte coraggiose che vanno affrontate al più presto per risolvere i problemi radicali che ci affliggono.


Esatto.
Scusa se lo ri-sottolineo, ma è importante. Ne conseguirebbe che nel momento che il cappio si facesse più stretto o il giro di vite aumentasse che dir si voglia, la collettività avrebbe più forza e coraggio per pianificare qualsivoglia strategia, poiché avrebbe i tasselli chiave meglio in vista. Si tratta di sollevare la cortina. Meglio ancora, di insegnare a vederla.

Quando si ha coscienza dei problemi cruciali, il Sistema ha meno probabilità di sorprenderci, di spiazzarci, così come di seminare la paura. Avere reale coscienza che il Problema può essere scatenato appositamente dall'Alto e che si connette a quella logica [non per tutti famosa] della reazione & soluzione pre-calcolata, renderebbe meno suggestionabili i nostri cuori. Ecco perché è sbagliato, oltre ad altri motivi, nascondere dietro a dei... "è troppo presto per certe cose" ... oppure ad un "i tempi non sono ancora maturi" .. un modo responsabile di affrontare la realtà.

Citazione:
Questo articolo parla delle potenziali conseguenze che possono avere certe scelte di Grillo di parlare o meno di certi argomenti importanti a livello nazionale.


Conseguenze gravi in ragione della sua influenza e del suo essere catalizzatore che, continuasse così, porterebbe a dinamiche che fossilizzerebbero e imbottiglierebbero a senso unico, strozzandola, la corretta visione di insieme che manca ai più. Sarebbe esponenzialmente deleterio.

A svantaggio di chi? ... dei grillini ? .... degli astensionisti? ... della gente comune ? ....No, a svantaggio di Tutti.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Kempes
Inviato: 24/5/2012 3:59  Aggiornato: 24/5/2012 4:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Mah , gia abbiamo visto cosa succede se Grillo ci mette la faccia e incoraggia alcune persone a muovere quel culo che è sempre stato un bersaglio.
Detto questo chi se ne frega di Grillo.
Per il resto concordo con Nockisrock@ credo che abbia centrato il nocciolo del post di Mazzucco con molta obiettività. Io vidi un altro filmato dove grillo rispondeva in sostanza alla stessa domanda che Mazzucco mette nel suo post, dove disse chiaramente che certi argomenti la gente non li accetta, non li capisce, in sostanza non è preparata se presa a cazzotti in faccia come fa per esempio Franceschetti con i suoi incontri e conferenze, facendo fuggire buona parte di coloro che lo hanno ascoltato, oppure mandato avanti i filmati dove parla di rose rosse e delitti massonici di Cogne.Se si vuole avere questo tipo di approccio per essere derisi dai più che si vorrebbero coinvolgere,ottenendo solo l'ascolto di qualche paranoico allora..... Poi anche io posso fare illazioni sulla figura e sulla credibilità di Franceschetti ad esempio (sono costretto a questo piccolo OT e mi scuso) solo per il fatto che io sospetto fortemente sulla credibilità e affidabilità della Soka Gakkai, quindi di conseguenza io posso avere dei dubbi sul personaggio e su quello che dice, quindi chi mette i link che lo richiamano per criticare Grillo fa la stessa cosa, ma al contrario, di coloro che stanno criticando. Detto questo non sto dicendo che dice cazzate, in cuor mio penso che alcune cose siano plausibili, ma è il modo in cui vengono divulgate senza un filtro che avvicini la gente "normale" a fare acqua.

Massimo permettimi un osservazione che non devi prendere per provocazione, tutt'altro: Se io criticassi il fatto che tu non hai mai parlato dei ragazzi pestati a morte nelle caserme italiane, mettendo dei dubbi sulla tua credibilità, magari immaginandomi chissà quali astruse tue connessioni con i militari solo per metterti in cattiva luce nei confronti di chi ti stima, non ti seccherebbe?
Tutto sta come le persone intelligenti recepiscono le cose e penso che ognuno di noi ritiene che ci siano delle priorità rispetto ad altri, secondo la loro ottica e visione del mondo.
E per cortesia, mi riferisco ai soliti utenti, fate a meno di parlare di difensori di Grillo guru ecc. e cazzate varie. abbiate rispetto per chi pensa con la propria testa , anche se questa potrebbe voler dire sbagliare. fate meno gli egomaniaci, non tanto nell'esporre i vostri legittimi pensieri, quanto nel rispettare punti di vista differente dal vostro.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Calvero
Inviato: 24/5/2012 4:30  Aggiornato: 24/5/2012 4:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Questo è un punto da esaminare.
Non lo contrasto in toto, ma è da approfondire.

Citazione:
Le cose che ha scritto Massimo sono pensieri che condivido in gran parte e che non fanno una piega a livello di coerenza, etica, logica. Purtroppo anche Grillo ha dovuto scegliere quali compromessi intraprendere. Verrà il tempo in cui anche lui dovrà probabilmente giustificare queste omissioni.


Grillo è una persona intelligente, col pieno possesso della dialettica e con una precisa sensibilità psicologica, nonché informato capillarmente sulle cose, per necessità. Ha sempre dimostrato di saper cogliere le sottigliezze e i pericoli nascosti tra le righe del Potere .. presagendone - infatti - diversi e importanti, proprio lì, dove altri vedevano solo, se andava bene, qualche stupida coincidenza. In più, cosa non da poco, non è nato ieri e il mondo lo osserva, da anni e per lavoro, da una prospettiva privilegiata (privilegiata nel senso del suo punto d'osservazione).

Mettiamo che Grillo avesse voluto cedere, per nobili intenzioni, a questo compromesso: beh, non lo avrebbe fatto in maniera così idiota e bislacca. Quella del video intendo. Simile dabbenaggine sarebbe forse una peculiarità per i "comici" di Colorado o all'altezza (si legga bassezza) delle battute di una Striscia la notizia.

Avrebbe saputo trovare mille modi diversi e più maturi per dire che era impegnato anima e cuore in altre priorità.

Citazione:
Quindi lui potrebbe aver deciso di attuare un escamotage quasi vile ma con un fine nobile e preciso, e poter giocare sul filo del rasoio, tra audience e credibilità.


Credo vi sia una probabile contraddizione. Se sai dell'importanza e sei così intelligente, smaliziato e conscio del potere dell'ironia in malafede, allora sai anche che la tua influenza arrecherà danno... e il fine nobile e preciso va [rullo di tamburi] .. a puttane.

Poi.
Domandina.
Una credibilità per cui lui sa benissimo quanto potrebbe ritorcersi contro se si rivelasse vero lo sputtano? ... è disinformazione. Ed è più probabile che lui stia facendo i conti con l'orgoglio personale e il suo personale giocattolo che non vuole gli venga rotto, cioè la cara vecchia politica che gli ha fatto ingoiare tanta ma tanta merda. Se crolla il mito del Potere della vecchia politica, gli crolla il suo personalissimo nemico, così come lui vuole lo si intenda. Già già .... vecchia storia nella psicologia delle Faide, quelle che hanno trasceso i confini e le logiche del tempo.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Bakunin
Inviato: 24/5/2012 5:30  Aggiornato: 24/5/2012 5:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 47
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Non mi pare proprio che Grillo ignori le banche e il problema della moneta unica, tutt'altro !
Sono assai recenti esortazioni ad uscire dal pervereso meccanismo dell'Euro e critiche documentate e non certo tenere al mondo della finanza e al governo dei banchieri.
Non valorizza sufficientemente il problema delle scie chimiche ? Per ora è vero, ma sono pronto a scommettere, magari ingenuamente, che quando il tema, come sta pian piano accadendo, sarà maggiormante conosciuto e di maggiore fruibilità, Grillo lo troveremo dalla parte giusta. Troppo facile ? Può darsi, ma è anche abbastanza presuntuoso pretendere di capire sempre tutto sulle intenzioni di una persona.
Del resto sul nucleare, sull'acqua pubblica, sugli inceneritori si è sempre battuto alla grande e di sicuro anche in questi settori ha dato fastidio agli interessi di molti potenti.
Io comincio a prendere il buono, che non è poco, di quello che sta proponendo, in seguito si può sempre migliorare...

Floh
Inviato: 24/5/2012 5:37  Aggiornato: 24/5/2012 5:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Grillo evita di denunciare argomenti di fondamentale importanza, anzi li ridicolizza, il video dell'articolo e' molto eloquente in merito.
I soldi (quindi potere e benessere) sono tutti in mano a banchieri, industriali e politici, quando capiremo che la ricchezza spetta a chi la produce? quando la popolazione occidentale ormai ridotta a un parco di proletari neoanlfabeti PRETENDERA' una redistribuzione sistematica della ricchezza in chiave meritocratica egualitaria?
In altre parole quando vorremo pretendere che un operaio di acciaieria percepisca lo stesso stipendio di un burocrate? Attenzione a dirlo in giro potrebbe capitare di toccare il tasto dolente, potrebbe essere pericoloso per il potere.
Il partito di Grillo? solo a sentirlo nominare provoca in me un conato di vomito.

«Lo IOR deve essere integralmente riformato. La Chiesa non deve avere potere, né possedere ricchezze. Il mondo deve sapere le finalità dello IOR, come vengono raccolti i denari e come vengono spesi. Si deve arrivare alla trasparenza...»
Papa Luciani
Aironeblu
Inviato: 24/5/2012 6:16  Aggiornato: 24/5/2012 6:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1152
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Premesso che il video si commenta veramente da solo, sono anch'io del parere che vada contestualizzato e datato: e' una battuta (sbagliata) del 2006, tagliata da un discorso piu' ampio che nel video non viene riportato, e fatta quando il tema scie chimiche non era certamente conosciuto e discusso come oggi.

Propendo molto per l'ipotesi A dell'intervento di @Notisrock, di un Grillo consapevole, che non parla di queste cose perche'

potrebbe essere controllato e pedina dai servizi segreti, o sotto minaccia di morte sia lui che la sua famiglia od infine potrebbe essere altresì consapevole dello shock che potrebbe causare gridando queste cose drammatiche ad una piazza di persone, anzi ad un intero paese addormentato su più fronti (questa è una delle ipotesi più plausibili ).

preferendo

giocare sul filo del rasoio, tra audience e credibilità

Su questo sito e altri, frequentato da uno spirito attivo di ricerca della verita' e dell'informazione, funziona benissimo l'approccio diretto e frontale alle questioni, ma la stragrandissima maggioranza degli italiani non e' affatto predisposta ad essere informata su certi fatti.

Sarebbe il crollo del sistema di riferimento che ci hanno costruito intorno con l'illusione di una certezza rassicurante.... quante volte ci e' capitato parlando di 11 settembre, di suscitare la reazione: "ma tu credi veramente che la CIA potrebbe organizzare un attentato che uccida 3000 dei SUOI cittadini?" e da li' tutti gli sforzi inimmaginabili per difendere la versione ufficiale: "si' e' vero, pero'...." finche' puntualmente arriva la conclusione :

"comunque non posso crederci"

Per non parlare di quanti addirittura si rifiutano anche solo di guardare un documentario come "Inganno globale".

Il nocciolo della questione e' scegliere il tuo obbiettivo: puoi informare e discutere di certi argomenti con persone "preparate" a farlo, come qui su LUOGOCOMUNE, oppure rivolgerti a un pubblico molto piu' ampio, ma certamente meno predisposto.

La stragrande maggioranza degli italiani legge la Gazzetta dello Sport e guarda l'Isola dei famosi, forse e' meglio fare come i massoni e andare per gradi....

Aironeblu
Inviato: 24/5/2012 6:24  Aggiornato: 24/5/2012 6:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1152
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@ Floh: quando capiremo che la ricchezza spetta a chi la produce? quando la popolazione occidentale ormai ridotta a un parco di proletari neoanlfabeti PRETENDERA' una redistribuzione sistematica della ricchezza in chiave meritocratica egualitaria? In altre parole quando vorremo pretendere che un operaio di acciaieria percepisca lo stesso stipendio di un burocrate?

ADESSO!!!! LO PRETENDO!!!!

Redazione
Inviato: 24/5/2012 6:44  Aggiornato: 24/5/2012 6:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
KEMPES: Citazione:
Se io criticassi il fatto che tu non hai mai parlato dei ragazzi pestati a morte nelle caserme italiane, mettendo dei dubbi sulla tua credibilità ...
Io ti risponderei "Non lo sapevo, vado a informarmi, e poi ti dico cosa ne penso". E stai tranquillo che se scopro un problema non lo nascondo certo a nessuno.

Citazione:
Io vidi un altro filmato dove grillo rispondeva in sostanza alla stessa domanda che Mazzucco mette nel suo post, dove disse chiaramente che certi argomenti la gente non li accetta, non li capisce, in sostanza non è preparata ....
Bugia vigliacca, e pure poco intelligente:

1 - Io parlo regolarmente alla radio di Roma di schiavitù del sistema bancario, di cure alternative, di scie chimiche e di 11 settembre. Hanno qualche centinaio di migliaio di ascoltatori (con un target quindi misto, e non certo elitario), e non c'è mai stato nessuno che abbia chiamato una volta per dire "ma che cazzo dice 'sto Mazzucco?" Anzi, vogliono saperne di più.

2 - Lo stesso Grillo parlava di signoraggio fino qualche anno fa nei suoi spettacoli, e nessuno si alzava e andava via incazzato. Anzi, volevano saperne di più.

Prima di inventarsi delle scuse, cerchi almeno qualcosa che non vada in contraddizione con sè stesso.

+++++++

* Vado proprio in trasmissione adesso, su Radio Ies. Dopo rispondo anche agli altri.

PikeBishop
Inviato: 24/5/2012 7:14  Aggiornato: 24/5/2012 7:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
I motivi per i quali omette tale informazione nei sui blog e dal vivo?: potrebbe essere controllato e pedina dai servizi segreti, o sotto minaccia di morte sia lui che la sua famiglia od infine potrebbe essere altresì consapevole dello shock che potrebbe causare gridando queste cose drammatiche ad una piazza di persone, anzi ad un intero paese addormentato su più fronti

Le prime tre che hai detto.
La terza pero' non riguarda nessuno shock.

Citazione:
potrebbe avere degli informatori attorno a lui

Si chiamano controllori, e ci si puo' giocare la biancheria intima, sulla loro esistenza e sul loro ruolo.

Citazione:
Eppure sono convinto della sua buona fede e non è certamente un gatekeeper o un debunker o pagato dalla Cia ecc ecc.

Il tuo amico chiaramente no: non fa spettacoli di successo in cui lascia trapelare mezze frasi, non ha sostenuto queste cose in passato, e non e' in politica.

Citazione:
Io stesso quando sono venuto a conoscenza di argomenti tipo MALANGA [...] sono caduto in uno stato di SEMI-DEPRESSIONE

Poteva andare peggio, potevi anche abboccare!
Malanga e Franceschiello oltre ad avere controllori di diversa provenienza geografica (parlano un dialetto coloniale) sono l'altro capo dello spettro: invece di limitarsi, vanno decisi verso lo sputtanamento di tutti quelli che si pongono delle domande su argomenti non ortodossi. La strategia e' prendere gli argomenti con una specie di tenaglia: da una parte parcellizzandoli, dall'altra parte andando completamente a distanze ridicole. Un po' come per Icke, con la differenza che lui sta dando dei seri grattacapi ai controllori, che non si sa piu' chi controlli chi (come e' successo recentemente con Le Carre).

Citazione:
Molti individui hanno un rifiuto immediato a parlare di tumori, di alieni o di ignoto,

Visto che al mondo esistono Malangaccio e Franceschiello, li capisco perfettamente.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 24/5/2012 7:16  Aggiornato: 24/5/2012 7:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
La stragrande maggioranza degli italiani legge la Gazzetta dello Sport e guarda l'Isola dei famosi

E tutti quanti mettono crocette. Vogliamo mica inibire questa attivita' redditizia per il crocettato, neh?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 24/5/2012 7:18  Aggiornato: 24/5/2012 7:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Io comincio a prendere il buono, che non è poco, di quello che sta proponendo, in seguito si può sempre migliorare...

Ottima strategia perdente e masochistica, simile a quella della rana bollita un grado alla volta. Che e' poi la maniera in cui ci hanno cotti da un centinaio d'anni a questa parte.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
DjGiostra
Inviato: 24/5/2012 7:35  Aggiornato: 24/5/2012 7:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Io non ce lo vedo Grillo controllato dai poteri forti.
Non dimentichiamoci che esorta continuamente ad informarsi tramite
rete e tramite la rete le informazioni vengono a galla anche se lui non
ne parla.
Io penso che invece si sia messo un freno per non rischiare male.
Detto questo mi piacerebbe vedere cosa succede se Grillo nei suoi
spettacoli parlasse di scie chimiche , 11/9 , ecc ecc...
Sicuramente avrebbe un forte impatto ma che sia positivo o negativo
non lo so'... (il video non l'ho ancora visto ma rimediero' al piu' presto !!)

PS:
Piccolo OT:
X Massimo: Non e' affatto vero che sei antipatico !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Heitz
Inviato: 24/5/2012 8:12  Aggiornato: 24/5/2012 8:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2008
Da:
Inviati: 135
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
secondo me se parlasse di scie chimiche, di 9/11 e sistema bancario (cosa che cmq fa..) ci sarebbero sempre i "non-simpatizzanti" di Grillo che lo accuserebbero di non parlare di Ustica, di Pearl Harbor, di Simoncini, dell'acqua fluorurata...e metti caso magari parlasse anche di queste cose..dove le mettiamo gli omicidi Kennedy, lo sbarco sulla luna, HAARP, la CIA, la mariuana, i cerchi nel grano..

Kempes
Inviato: 24/5/2012 8:29  Aggiornato: 24/5/2012 8:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
M.Mazzucco Citazione:
Io parlo regolarmente alla radio di Roma di schiavitù del sistema bancario, di cure alternative, di scie chimiche e di 11 settembre. Hanno qualche centinaio di migliaio di ascoltatori (con un target quindi misto, e non certo elitario), e non c'è mai stato nessuno che abbia chiamato una volta per dire "ma che cazzo dice 'sto Mazzucco?" Anzi, vogliono saperne di più.


Magari non telefonano, ma non sappiamo in realtà cosa pensano. Molti potrebbero seguire questi argomenti si, con interesse ecc,altri magari solo perchè sono singolari,altri magari si spaventano,altri magari si spaventano e poi rimuovono,altri ci credono e altri rimangono comunque razionali. poi bisogna vedere come influenzano le persone nella vita di tutti i giorni. E' come quando seguo le partite della Juventus, ma solo per vederla perdere (perdonami l'esempio banale)
Ma è anche vero che vieni ampiamente criticato qui, nel tuo stesso blog, su certi argomenti delicati e di difficile digestione, nello stesso modo in cui tu (in una certa misura) e altri utenti fate con Grillo. Per me è solo una questione di reciproca diffidenza.
Ti faccio un esempio:
"Tu e alcuni utenti avete dietro una lobby di potere che ha tutta l'intenzione di divulgare le notizie piu scabrose che appaiono su queste pagine, solo per il fatto che ad alcuni viene il sospetto e si chiedono cosa c'è dietro, un po come succede a Grillo quando riceve le stesse accuse"

Fine dell'esempio, io vado sulla fiducia e sulle mie sensazioni e ringrazio sia Mazzucco sia Grillo per il lavoro che hanno fatto e fanno per sensibilizzare e per stimolare le persone. io la vedo cosi per tutti e due, ma non capisco quegli utenti che parlano come se fossero i depositari della verità. Se siete cosi sicuri dell'appartenenza di Grillo a certe tresche occulte ,dimostrate come e in che modo,e in maniera certa, altrimenti fate la figura di certi personaggi che hanno infestato questo blog per spalare merda.Dopotutto è proprio in queste pagine che si ragiona per prove non per illazioni dovute ad antipatie e che sono probabilmente un retaggio di ideologie passate che fanno fatica a rimanere celate (parlo degli utenti di luogocomune in questo caso). Oppure andate a chiederglielo di persona.

Per quanto riguarda la questione dei pestaggi nelle caserme di alcuni ragazzi che sono morti, era il pretesto per farti capire che anche tu Massimo, potresti subire la stessa diffidenza che riceve Grillo solo per il fatto che ignori un argomento, e con tutti gli argomenti che ci sono in ballo sulla terra ogni giorno non è facile toccarli tutti.
Ribadisco che per me era solo un esempio per cercare di farti capire che la critica che fai a Grillo potresti riceverla pure tu, e sarebbe un peccato visto il lavoro fantastico che fai.

Per quanto riguarda tutti quelli che se la menano ogni giorno con il signoraggio e le banche come causa e origine di tutti i mali, beh... vorrei proprio sapere dove tenete i vostri soldi. Forse proprio in quelle banche che voi stessi alimentate , foraggiandole con i vostri risparmi, per stare dietro a quel patto che volontariamente o involontariamente avete accettato di fare per far parte della società, e allora mi chiedo se non è anche colpa vostra.

Pike Citazione:
Poteva andare peggio, potevi anche abboccare! Malanga e Franceschiello oltre ad avere controllori di diversa provenienza geografica (parlano un dialetto coloniale) sono l'altro capo dello spettro: invece di limitarsi, vanno decisi verso lo sputtanamento di tutti quelli che si pongono delle domande su argomenti non ortodossi. La strategia e' prendere gli argomenti con una specie di tenaglia: da una parte parcellizzandoli, dall'altra parte andando completamente a distanze ridicole. Un po' come per Icke, con la differenza che lui sta dando dei seri grattacapi ai controllori, che non si sa piu' chi controlli chi (come e' successo recentemente con Le Carre).


Su Franceschetti mi sono espresso e la penso (credo come Pike), su Malanga il discorso è diverso e anche molto lungo da fare. Ma quando penso ai proselitismi che può fare gente come loro mi viene da ridere, perchè il mezzo piu efficace ho sempre creduto fosse comprarsi una squadra di calcio, possedere televisioni ed editoria,fondare un partito ecc. ed uscire comunque illeso in discorsi di questo tipo,
e non seguendo la strada piu tortuosa e paranoica dei rettili e delle rose rosse , o del delitto di stampo massonico (secondo Franceschetti) di Cogne.per questo mi sembra esagerata questa levata di scudi verso certi personaggi.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
LoneWolf58
Inviato: 24/5/2012 8:39  Aggiornato: 24/5/2012 8:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Autore: Heitz Inviato: 24/5/2012 8:12:35

secondo me se parlasse di scie chimiche, di 9/11 e sistema bancario (cosa che cmq fa..) ci sarebbero sempre i "non-simpatizzanti" di Grillo che lo accuserebbero di non parlare di...
già... invece di discutere ed approfondire quello di cui si parla è molto meglio criticare per quello che non si dice o che non si condivide. Ne sa qualcosa anche Max sull'argomento "no plane"...
Liberi, naturalmente, di criticare le posizioni di Grillo... di Max... etc ma senza perdere di vista il lato positivo della situazione.
Poi ognuno si farà la propria opinione...
Nel caso di Grillo mi piacerebbe sapere cosa non viene condiviso del programma M5S o di quello che Grillo dice in merito agli argomenti da lui promossi... se possibile valutiamo il "messaggio" e non il "messaggero".

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 24/5/2012 8:57  Aggiornato: 24/5/2012 9:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Trovo addirittura commovente - lo dico in senso sincero, umano, non in senso sarcastico - il tuo tentativo di trovare a tutti i costi una giustificazione per i silenzi di Grillo su certi argomenti importanti.

Ma sai benissimo anche tu che nessuna delle tue ipotesi sta in piedi per più di mezzo secondo (a parte la prima, ovviamente, che è l'unica valida).

Tieni presente che Beppe Grillo parlava già 10 anni fa dell'automobile in fibra di cannabis da Henry Ford. Ed è stato uno dei primi a parlare della schiavitù della moneta su larga scala in Italia. Grillo è uno che sa tutto quello che c'è da sapere su qualunque cosa che sia importante conoscere.

La verità è molto semplice, e sta nella seconda parte dell'articolo, che ho appena pubblicato.

Kempes
Inviato: 24/5/2012 9:03  Aggiornato: 24/5/2012 9:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Se il messaggio era rivolto a me Massimo, devi sapere che ho trovato una giustificazione anche per te per non aver mai parlato dei tanti pestaggi (molti dei quali mortali) nelle patrie caserme, visto che anche qesti argomenti sono abbastanza sentiti.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
sdebunko
Inviato: 24/5/2012 9:19  Aggiornato: 24/5/2012 9:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
1 Grillo metta la faccia ed il nome su un sito di cui probabilmente neanche scrive gli articoli che è controllato dalla Casaleggio , azienda conosciuta internazionalmente per le sue indagini di mercato e orientamento del pensiero.... se non ci credete provate a navigarci per qualche mese e a dire qualcosa che non sia d'accordo con la loro linea....


2 Poi vi siete domandati perchè poi manda avanti i giovani e non si candida lui? risparmiate le scuse che ha avuto dei problemi con la legge... perchè nel nostro parlamento non c'e' ne uno che non ne abbia avuti...

3 Mi sono fatta la mia idea, una volta lo sostenevo molto, ma oggi ho capito che lui fa parte di quell'antisistema previsto dal sitsema. Mi resta il dubbio se a un certo punto ci sia caduto per errore e non potesse più tirarsi indietro o se sia sempre stato consapevole di ciò che sarebbe diventato, fin dagli albori della sua carriera, dategli qualche altro anno e il movimento prenderà il posto della Lega. E' già tutto scritto.

Redazione
Inviato: 24/5/2012 9:27  Aggiornato: 24/5/2012 9:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
KEMPES: "Se il messaggio era rivolto a me Massimo, devi sapere che ho trovato una giustificazione anche per te per non aver mai parlato dei tanti pestaggi (molti dei quali mortali) nelle patrie caserme, visto che anche qesti argomenti sono abbastanza sentiti."

Non hai bisogno di "trovarmi giustificazioni". Come ti ho detto, è un problema che non conosco (forse anche perchè vivo lontano dall'Italia da 18 anni).

Mandami le giuste informazioni, e ne parlerò sicuramente nella misura adeguata.

JohnTitor
Inviato: 24/5/2012 9:27  Aggiornato: 24/5/2012 9:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 397
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ma non avete capito che è tutto finto??????????

Finite le elezioni è finito anche lo 'scandalo Lega'.

Grillo ha lo stesso programma di Monti 'inglese, internet, Obama, abolizione democrazia locale, abolizione valore legale titoli di studio'.

Obama ha autorizzato l'estrazione di petrolio al Polo Nord con effetti ambientali terrificanti. Come mai Beppe Grillo non critica mai Obama e sopratutto non critica mai i petrolieri e le raffinerie????

Redazione
Inviato: 24/5/2012 9:28  Aggiornato: 24/5/2012 9:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Scusate, mi ritiro perchè sono fuso. A stasera.

(Commentate anche la seconda parte dell'articolo, se vi sembra il caso. Vorrei sapere cosa ne pensate).

maruje
Inviato: 24/5/2012 9:31  Aggiornato: 24/5/2012 9:34
So tutto
Iscritto: 9/1/2009
Da:
Inviati: 19
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ciao Massimo,
sono del Movimento 5 Stelle di Como e vorrei condividere con voi una riflessione.

Quando sono entrato nel 2010 al tavolo cittadino ero preso totalmente (lo sono tutt'ora in verità) dalle questioni riguardanti il sistema monetario, le scie chimiche e il più generale nuovo ordine mondiale imposto dal sistema dominante.
Continuando su questa strada mi sono accorto che per fare politica, molto pragmaticamente, c'è bisogno non solo di ergersi a "professori" e divulgatori di conoscenza, ma nel 99% dei casi bisogna abbassare il livello riflessivo alle problematiche spicciole del nostro quotidiano, non solo per arrivare direttamente alla gente, ma soprattutto per catturare l'attenzione della gente.
In linea di principio se non si riesce a catturare l'attenzione delle persone in 30'' lo sforzo politico messo in atto non produce il risultato sperato, seppur articolato e pregno di significato sistemico.
Senza consenso l'azione politica scema sul nascere, da qui quindi deve ripartire una programmazione politica in linea con l'obiettivo di condivisione popolare delle scelte, obiettivo cardine della democrazia partecipata!!!
Da questa riflessione ho capito che per avviare politicamente un'azione riguardante il sistema monetario c'è bisogno di creare prima una cultura di base, ancora largamente assente.
Fare cultura è una passo precedente rispetto all'azione politica, se per esempio domani mettessimo nel programma nazionale l'uscita dall'euro e la creazione di una moneta di proprietà popolare seguendo i principi divulgati dal (Grande) Prof. Giacinto Auriti, subiremmo attacchi esterni ed interni, poichè manca ancora la cultura di base per la condivisione di una scelta come questa, seppur impellente.

Putroppo bisogna avere il pelo sullo stomaco per sopportare questa situazione che impedisce di andare al cuore del problema. Perchè? perchè l'organizzazione e la partecipazione popolare richiede prima un'allineamento culturale e poi un'azione congiunta.

L'alternativa sarebbe una dittatura con l'imposizione delle scelte dall'alto. Scelta che preclude una condivisione popolare del futuro nazionale e di conseguenza della sicurezza stessa del nostro territorio.
Si perchè badate bene! se si esce dal circuito della moneta debito avremo il sistema mondiale contro, a quel punto dovremmo essere coesi per poter affrontare l'intemperanza dell'attuale sistema internazionale.

PS: In tutte le riunioni del Movimento 5 Stelle il tema monetario ha una posizione di rilievo. Vorremmo cercare di contrastare la mancanza di credito con una moneta alternativa, parallela all'euro, ma qui servirebbe un progetto su larga scala che coinvolga il mondo accademico locale: base politica + analisi accademica e creiamo la cultura necessaria al cambiamento.

Witt83
Inviato: 24/5/2012 9:37  Aggiornato: 24/5/2012 9:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Alla domanda che da il titolo all'articolo non so dare risposta e quell'intervista non è certo un punto a favore di Beppe Grillo (almeno ai miei occhi).

Già ieri ho scritto che ciò che più mi piace del programma di Grillo è la parte riferita ai referendum (propositivi in particolare) e, quindi, sperando di non finire OT, mi chiedo: "cosa dovremmo chiedere in riferimanto alle scie chimiche?"

Nihilanth ieri scrisse:

Citazione:
per risolvere il problema alla radice bisogna intervenire all'interno degli aeroporti civili e misti ( civili/militari ) e piazzare nelle città e nelle campagne delle centraline per il monitoraggio dello smog che hanno una sensibilità fino a 100 nanometri ( PM 0,1 )


Ecco questa è una proposta ed è proprio di proposte ciò di cui abbiamo bisogno!
Se il M5S manterrà le promesse allora dovrebbero essere obbligati a indire un referendum di fronte alla raccolta firme.
Proponiamo, firmiamo e vediamo che succede.

A Grillo non interessa?
Speriamo che interessi ai miei concittadini!

Massimo spero di non essere finito fuori tema e di non averti fatto incazzare (l'inizio dei commenti è stato esilarante )

Ps: mentre postavo hai aggiunto la seconda parte dell'articolo in cui si ipotizza il perchè Grillo tace, l'idea che passa è la stessa che mi sono fatto anch'io.

Saluti a tutti!

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
noalgregge
Inviato: 24/5/2012 9:40  Aggiornato: 24/5/2012 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 301
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Concordo Massimo, penso che una persona coerente e informata non possa darti torto. Nel panorama politico italiano (non conosco gli altri ma non penso stiano meglio) comunque non vedo alternative.
E' una sorta digiungere a compromessi con l'amministrazione. Un compromesso con il meno peggio, ed in questo momento il meno peggio è il M5S. Penso che questo sia un dato di fatto. Non la penso alla Calvero (che comunque rispetto) come quando dice che è uno dei tanti cavalli di troia, e forse il più subdolo. Penso semplicemente che non abbia parlato di scie, signoraggio, 11/09 per comodo. Si sarebbe esposto all'attacco immediato dei media burattini, e avrebbe bruciato ogni cosa (parere personale). Ma è l'unico movimento che promette scelte amministrative "diverse" rispetto agli altri.
Poi quando saranno al potere, ed io me lo auguro, vedremo se veramente saranno onesti intelettualmente o saranno i soliti mercenari con le anime imbrattate di capitalismo. Perchè a quel punto la gente che li avrà votati, e tra questi la maggior parte li vedo un pò più svegli dell'elettore medio, porrà loro quelle domande che adesso stai facendo sacrosantamente (si dice? ) .
Una cosa però mi incuriosisce. Nel programma quando parlano di sanità dicono in mezza riga che ci sarà una maggiore informazione sull'alimentazione corretta da seguire, io ora prima di votarli vorrei sapere quale? Perchè al giorno nostro anche se la maggior parte del mondo non ne prende atto, compresi quei medici che dovrebbero farlo per vocazione e professione, si conosce quella che è l'alimentazione per l'essere umano, e non ha nulla a che vedere con l'alimentazione di oggi. Messa lì così è una bella frase, ma niente di più. Che comincino a parlarne già da ora.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
DjGiostra
Inviato: 24/5/2012 9:45  Aggiornato: 24/5/2012 9:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Massimo:
La tua seconda analisi non fa una piega !!
Ti chiedo un parere:
Secondo te farebbe una grossa differenza nella comprensione dei
problemi se Grillo si mettesse a parlare a tutto spiano di questi argomenti
anche in TV ? Cerco di spiegarmi meglio:
Se uno va agli spettacoli di Grillo si aspetta di sentire parlare di argomenti
scottanti ma chi lo sente in televisione magari no..
(forse mi sono contorto un po' ma non riesco a spiegarmi
meglio.)
Poi, la butto li.., puo' essere che negli spettacoli non ne parli ma all'interno
del movimento possa buttare li qualche info di traverso ?

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
rekit
Inviato: 24/5/2012 9:51  Aggiornato: 24/5/2012 9:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
perche' Grillo non parla di scie chimiche, 9/11, o signoraggio?

e cosa dovrebbe dire?

che le scie chimiche sono per:
-il controllo mentale
-il controllo del clima
-applicazioni militari
-per il progetto bluebeam
-per l'ibridazione aliena attraverso il Morgellons
-etc...etc...

che il 9/11 e':
-un iside job organizzato dal Bildenberg
-un iside job organizzato dai neocons
-un iside job organizzato dalla CIA
-un attentato islamico
-fatto con ologrammi
-fatto con armi esotiche
-fatto con esplosivi
-fatto con droni radiocomandati
-etc...etc...

che il signoraggio funziona cosi:
-opinione di ......
-opinione di ......
-opinione di ......
-opinione di ......
-etc...etc....

E ci si domanda perche' non voglia affrontare certi argomenti?!?!?!
Ha detto mezza frase uscita male a Palermo e si e' beccato 3 settimane di mistificazioni e insulti
Viene appellato come pazzo solo per voler cambiare il sistema marcio italiano, immaginate se si mettesse a parlare di scie chimiche...
Sarebbe la fine istantanea del M5S e della possibilita' di cambiamento.
Grillo e' sopra le righe ma mica e' scemo.

Quello che ho scritto non significa che scie chimiche, 9/11 e signoraggio non sono argomenti importanti, ma nel quadro politico odierno credo che la questione Equitalia, noTav, corruzione e portafogli sempre piu' vuoti siano un pelino piu' urgenti e interessino di piu' gli elettori.
In ogni caso credo che tra gli elettori del M5S i "complottisti" siano moltissimi

E poi, ribaltando per assurdo la situazione...
Perche Massimo invece di "colpevolizzare" Grillo, molto semplicemente non prova a fondare un movimento politico basato sulla verita' dell 9/11 o sulle scie chimiche?
ovvio che quest'ultima mia domanda e' una provocazione.

sdebunko
Inviato: 24/5/2012 9:54  Aggiornato: 24/5/2012 10:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@noalgregge

l'educazione alimentare andrebbe fatta fin dall'asilo, il movimento si mette tanti buoni propositi se cosi, ma non potrà mai andare contro le lobbies.

Le buone idee sono solo utopie in un sistema marcio, e oggi la gente si accontenta di sognare.

(e Grillo secondo me lo sa, aggiungo che credo anche non accenni a scie chimiche o signoraggio NWO ecc perchè perderebbe il consenso popolare, in quanto sono tutti argomenti per pochi informati non elettori, e questo andrebbe contro i suoi interessi)

Tianos
Inviato: 24/5/2012 10:03  Aggiornato: 24/5/2012 10:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 264
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
torno a votare pd.

Aironeblu
Inviato: 24/5/2012 10:06  Aggiornato: 24/5/2012 10:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1152
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Massimo, finalmente d'accordo con la seconda parte del tuo articolo!

Nella democrazia in cui ci hanno detto che viviamo,è vero che esiste la LIBERTÀ DI PAROLA, ma solo fino a quando la tua voce non inizia a sentirsi troppo. Grillo ha evidentemente superato quel limite, scegliendo di non parlare di certi argomenti che definisce come "buchi neri"....
Come dici anche tu è una scelta condivisibile, anche perchè morire in qualche fatale incidente non aiuterebbe granchè la causa, ma per quanto riguarda la responsabilità verso chi lo sta seguendo, continuo a non essere d'accordo con l'attacco frontale stile rinoceronte, e posso comprendere benissimo la scelta di aggirare certi ostacoli per spingersi comunque avanti in altre direzioni.

È un po' la differenza tra fare Politica - intendo quella vera - e Informazione

Paolo69
Inviato: 24/5/2012 10:17  Aggiornato: 24/5/2012 10:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1157
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
La risposta è semplice , non ne parla perchè ha deciso di non parlarne ,perchè ,fatti i suoi bei calcoli ,ha deciso che non gli conviene e le conseguenze purtroppo sono altrettanto semplici da capire , crea disinformazione.
Quello che c'è scritto nel progrmma del movimento 5s è sacrosanto , ma non trattare certi argomenti è un peccato mortale per uno come lui che pretende di avere la verità in tasca e di essere l'unico a professarla!!
Che senso ha essere contro gli inceneritori mentre si ridicolizzano le scie chimiche??
Che senso ha sostenere le energie alternative come l'eolico o i pannelli solari e non parlare della fusione fredda??
Si allinea cosi su una linea di sottocultura generale che alla fine sulle cose importanti fa disinformazione.

infosauro
Inviato: 24/5/2012 10:22  Aggiornato: 24/5/2012 10:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 1789
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
[...]se per esempio domani mettessimo nel programma nazionale l'uscita dall'euro e la creazione di una moneta di proprietà popolare seguendo i principi divulgati dal (Grande) Prof. Giacinto Auriti, subiremmo attacchi esterni ed interni,[...]

La vuoi una modesta previsione su quello che succederebbe dopo gli attacchi esterni ed interni?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
complo
Inviato: 24/5/2012 10:24  Aggiornato: 24/5/2012 10:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Volutamente, con l'ultimo paragrafo dedicato ai grillini, ho voluto separare le due questioni, "squadra" e "allenatore". Questo articolo parla delle potenziali conseguenze che possono avere certe scelte di Grillo di parlare o meno di certi argomenti importanti a livello nazionale.


La separazione tra squadra e allenatore non solo l'hai fatta tu ma la stanno facendo loro (la squadra) e credo sarà completa molto prima di quanto si immagini.
A quel punto Grillo potrà tornare a parlare di tutto ciò che secondo te sa ma non può più dire dato il suo ruolo attuale.
Secondo me ne sa poco e quel poco che ne sa non gli sembra significativo (come alla maggior parte degli italiani).
La "squadra" invece potrà continuare a fare quello che Sertes e Pispax hanno indicato nell' altro 3d (impegno CONCRETO del cittadino dal basso) ed è sicuramente un BENE aldilà delle posizioni personali sulle singole proposte.

Salva81
Inviato: 24/5/2012 10:24  Aggiornato: 24/5/2012 10:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 282
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ormai Grillo il passo l'ha compiuto, è dentro la politica.
E' troppo in vista e troppo influente per permettersi di parlare di argomenti scomodi. Aumentare la propria visibilità al contrario di ciò che si può pensare, limita il raggio di azione. E' meglio restare fuori in questi casi per evitare attacchi, di qualsiasi natura.

Inoltre ho l'impressione che sottovaluti l'intelligenza delle persone che lo seguono, e parlare di argomenti delicati come 9/11 e scie chimiche può essere un autogol, a livello politico, e questo lo sa bene. Ecco perché sostiene che la gente "non è pronta".

E voglio ulteriormente sollevare un altra questione.
Sicuramente avreste sentito parlare del revisionismo sui fatti dell'olocausto.
Credo che il concetto sia simile. Nel momento in cui un individuo prova anche solo ad iniziare un approfondimento sulle questioni che vengono sollevate, perché vuole giudicare con la propria testa e non accontentarsi di garanzie altrui, è come se mettesse in dubbio la totalità dell'evento e le conseguenze di un simile accostamento sono ben immaginabili.

E' un tabù.

Quindi chi è in vista ben si guarda dal dire effettivamente ciò che pensa o crede, proprio per mantenere quella posizione di visibilità con difficoltà raggiunta.

Grillo non avrebbe dovuto mai farsi coinvolgere a livello politico.
Oramai è fottuto. Se vuol stare dove è arrivato, deve giocare al gioco dei "grandi" e sottostare alle loro regole, non ha alternative.

In questo caso perdere la "credibilità" potrebbe essere al contrario un passo avanti, per porlo nuovamente in una posizione meno importante, e permettergli finalmente di tornare a parlare di questioni scomode senza correre grandi pericoli.

Il cambiamento deve avvenire dal basso è vero ma sempre dal basso deve nascere e non potrà di certo esser scatenato da un palco come quello della politica e dai suoi meccanismi. Così come il neo sindaco di Parma, potrà essere animato dai più puri ideali ma tanto dovrà scontrarsi con i veri poteri e prenderà solamente schiaffi. Arrivare al palazzo ti rende solamente più controllabile e influenzabile, perché hai qualcosa da perdere.

shm
Inviato: 24/5/2012 10:33  Aggiornato: 24/5/2012 10:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
"Il cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato "crede" di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. "(Beppe Grillo)

Bispensiero?! Non mi sarei meravigliato se avessi trovato quest'affermazione in "1984"...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
DrManhatta
Inviato: 24/5/2012 10:33  Aggiornato: 24/5/2012 10:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2010
Da:
Inviati: 31
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Il problema è che oggi molte persone per svariati motivi (carenza di istruzione, mancanza di tempo, abitudine a farsi commissariare il cervello, pigrizia etc...) sono carenti proprio nel metodo; un metodo di approccio sbagliato porterà sempre le persone a conclusioni sbagliate (un po' come scalare l'everest in bicicletta, alla fine non si hanno molte chances di arrivare in vetta, ma proviamo a farlo con corde, piccozze e bombole di ossigeno, ossia con un metodo corretto e forse avremo dei risultati).

Se noi riuscissimo a dare alle persone gli strumenti, ad inoculare quel tarlo che ogni giorno ci rode e ci porta a farci delle domande, ad avere un atteggiamento metodicamente scientifico e perché no scettico verso il messaggio a reti unificate, non sarebbe un buon modo di (la sparo grossa ) risvegliare le coscienze? Non si tratta di portare le persone ad informarsi e ragionare?

Allora io dico che forse il lavoro di informazione di Beppe Grillo non è completamente sbagliato perché è vero, da un lato tace argomenti scottanti, proprio lui che ha la visibilità e le potenzialità (e quindi la responsabilità) per farlo, ma è anche vero che una persona che comprenda il suo approccio fortemente dubitativo verso il sistema e quindi (si suppone) abituata a ragionare con la propria testa e vederne le incongruenze e le strane coincidenze sarà comunque maggiormente recettiva e meglio disposta ad affrontare tutto ciò che lui ha taciuto.


Massimo, io penso che il m5s rimanga comunque un'opportunità preziosa, al dilà dei sospetti che possiamo sollevare su Grillo; alcuni punti del programma se portati a compimento potrebbero rivelarsi strumenti preziosi per noi cittadini, senza dimenticare che questo movimento è fatto di persone e chiunque tra noi può entrare a farvi parte e provare a dare il suo contributo.

sdebunko
Inviato: 24/5/2012 10:51  Aggiornato: 24/5/2012 10:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ecco qui la conferma, di oggi in prima linea su Corriere:



La settimana che ha cambiato Parma E forse l'Italia. Pizzarotti e Grillo: il film





Quando hai l'appoggio dei media vuol dire che sei passato dalla loro parte.... e bravo Grillo....

Sdan
Inviato: 24/5/2012 10:57  Aggiornato: 24/5/2012 10:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/2/2012
Da:
Inviati: 83
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Riguardo al problema della sovranità monetaria, il problema sta nel fatto che PRIMA Grillo ne parlava e dopo a SMESSO di parlarne.
Certo, ogni tanto fa qualche accenno allusivo, ma sostanzialmente ha escluso l’argomento della lista.
Trattandosi di un argomento centrale, che va dritto alle fondamenta dell’attuale assetto di potere, questa esclusione è molto importante, e non può essere paragonata al pestaggio di ragazzi, e neanche alle scie chimiche.

Per cui bene ha fatto Massimo a porre la questione, perché è alla luce di questa che deve essere misurato il Grillo.

Perché ha smesso di parlarne?
Non siamo nella sua testa per poterlo sapere, sta di fatto che Grillo ‘funziona’ esattamente come un gatekeeper: calamita il dissenso e lo indirizza su temi che non sono centrali e dunque non minano le fondamenta e la legittimità del potere.
Nell’attuale panorama politico per bene che ti vada puoi votare Grillo, e dunque sei comunque all’interno del sistema.

Se escludiamo l’argomento monetario e cerchiamo di interpretare la situazione politica attuale non siamo in grado di capirci un tubo.
Hai voglia di prendertela con i politici ladri, quella è una conseguenza.

Grillo non può non essere consapevole di tutto ciò, e quindi possiamo trarre le nostre conclusioni.

PS:
I grillino dicono che a loro l’argomento monetario interessa molto e ne discutono pure, e ci credo.
Il problema è che ne discutono ‘privatamente’, all’interno di un movimento per il quale ‘ufficialmente’ il problema non esiste.
Che poi Grillo possa un domani porre pubblicamente la questione dopo aver raggiunto un ampio consenso, ciascuno è libero di crederlo.

Per quanto mi riguarda, prima ne parla e poi lo voto.

DrManhatta
Inviato: 24/5/2012 11:01  Aggiornato: 24/5/2012 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2010
Da:
Inviati: 31
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Propongo una riflessione sperimentale, non voglio scatenare flame, solo fornire uno spunto per una riflessione che prescinde dalla stima e dalla simpatia/fiducia che ognuno di noi ha attualmente per Beppe Grillo.

SONDAGGIO: quanti della community di LC sono approdati qui dopo aver conosciuto Beppe Grillo? Forza ragazzi voglio una RISPOSTA SINCERA e non ditemi che sono stato l'unico perché proprio non ci credo...


ESPERIMENTO (provocazione): mandiamo un musicologo a spiegare Karlheinz Stockhausen ai ragazzi delle scuole elementari. Immaginiamo i possibili scenari derivanti.

yarebon
Inviato: 24/5/2012 11:15  Aggiornato: 24/5/2012 11:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ciao Massimo,
non ho la presunzione naturalmente di sapere se Grillo sia in buona fede o meno, quello che volevo contestarti è la tua finta ingenuità sul fatto che Grillo non parli di queste cose. Be tu un'idea te la sei fatta però per te questo vuol dire che Grillo è corrotto, mentre per me non vuol dire ne che è manipolato ne che è il messia salvatore.
Prima di tutto molti qui su luogocomune come ti è stato fatto notare, sono arrivati al tuo sito tramite Beppe Grillo che anche se molto raramente (in uno dei più grandi blog mondiali) ha pubblicato un articolo di Chiesa che andava contro la versione ufficiale dell'11 settembre.
Noi siamo nelle retrovie ed abbiamo più spazio di manovra e di parola, ma chi vuole raggiungere alcuni risultati dall'interno, ha bisogno spesso di mimetizzarsi!
Conosci Sun Tzu? Ecco dico solo che qui dentro mi sembrate pessimi strateghi. Quando hai a che fare con api operaie addormentate e sei a fianco del ventre della bestia, se parli di scie chimiche, il meglio che possa capitarti è essere deriso ed allontanato dal tuo posto privilegiato, insomma fare la fine di Barnard e di molti complottisti incazzati con loro stessi e con il mondo, perennemente frustrati e Barnard è stato anche fortunato.
Ripeto non sto parlando di Beppe Grillo santo o demonio è poco interessante, sto solo vedendo che la gente che lo segue è spesso quella che si informa anche qui dentro, che cerca una politica partecipativa.
IL mondo non è bianco e nero, essere informato su tutto è utopia purtroppoi, sperare di cambiare il mondo anche, ognuno deve fare ciò che è bene per se stesso, il resto verrà da se, fare i supereroi e i martiri in questo mondo è roba di pochissimi e soprattutto la maggior parte di noi non è un terence McKenna o un David Icke (per chi lo ritiene onesto) capace di buttare al cesso la propria falsa vita e fare il martire. C'è chi nasce con le palle, chi codardo e chi pensa che bisogna fare un passo alla volta perchè il martirio non paga. Non vediamo tutto bianco e nero e la partita come persa. I Grillini con tutti i loro difetti e nelle stesse parole di Beppe Grillo, sono staccati dalla persona Beppe Grillo e portano avanti un concetto di politica orizzontale che se dovesse funzionare nel futuro, darebbe ampio spazio ai temi su cui si discute qua dentro.
Ciò che conta è l'idea di politica che si insinua nella gente, non la persona Beppe Grillo!

yarebon
Inviato: 24/5/2012 11:25  Aggiornato: 24/5/2012 11:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
come appendice a ciò che ho scritto sopra volevo solo aggiungere che il mondo non è luogocomune, non fai cambiare idea a persone perennemente addormentate e che credono alla favoletta dello stato siamo noi e che vivono dentro questo sistema marcio, semplicemente parlando di alcuni argomenti, prima di tutto ci vogliono le basi bisogna cambiare le fondamenta, ecco perchè fake o meno i grillini almeno buttano un seme per una politica diversa, non funzionerà nell'immediato? Grillo ha fatto il passo più lungo della gamba ha dichiarato il sistema partitico marcio, se lo seguirà farà un enorme figura di merda, ha solo da perderci, da un Bersani ce lo aspettiamo, lui ha gli occhi dell'intera rete addosso. Esempio:




Rivoluzione a Cinque Stelle/ Grillo a Parma si fa la moneta locale. ...




... starebbe meditando l'introduzione di una moneta locale, parallela all'euro, per aggirare la stretta creditizia (Parma è alle prese con un buco di bilancio monstre da 600 milioni di euro, lasciato in eredità dalla precedente giunta di Centrodestra) e risollevare l' economia parmense.

Il modello sarebbe quello dello Scec, una moneta locale nata carsicamente a Napoli alcuni anni fa e che sta avendo un grande seguito in Toscana (conta già 15 mila soci, con più di 1 milione e 700 mila banconote in circolo) nel tentativo di alleggerire le economie locali in risposta al carovita e alla globalizzazione, indirizzando al contrario il potere di acquisto verso i beni a Km zero.

etrnlchild
Inviato: 24/5/2012 11:48  Aggiornato: 24/5/2012 11:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1057
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Si continua a identificare Grillo con le "persone" che hanno certe idee.

Credendo che la mente di "uno" sia le mente di tutti. Che le idee di uno siano le idee di tutti. Che la responsabilita' di uno sia la responsabilita' di tutti.

Ma se siamo proprio noi a dire che la delega deve essere abbandonata e poi deleghiamo la responsabilita' del successo o meno di un evento ad un singolo?

Con la solita idea del capobranco e il gregge che gli va appresso.

Sembra proprio che non si riesca a uscire da questo paradigma, che pero' viene, giustamene e continuamente dileggiato e osteggiato, perche' ovviamente nel gregge ci sono sempre "gli altri", mentre noi abbiamo capito tutto, guardiamo le povere pecorelle dall'alto e ci pisciamo sopra mentre il pifferaio magico le porta verso il baratro.

Ma qui non si tratta di pecorelle ignoranti e crocettari, ma di una buona parte di persone singolarmente informate e preparate, che puo' cominciare quella rivoluzione culturale che tutti auspichiamo, attraverso l'esempio innanzitutto e cercando di far intravedere un modello diverso (anche all'interno di un sistema corrotto).
Poi ci sara' anche il "marcio", l'approfittatore, l'infiltrato.
Gocce in un mare di crescente consapevolezza.

Credere che il "leader maximo", come lo si vuole continuamente dipingere, quando e' solo un cazzo di "grillo", o il suo gruppetto "illuminato" possa controllare tutto.
Anche questa, secondo me, e' un'ingenuita'.

Grillo o chi per lui hanno lanciato una cosa che non potranno controllare, malafede o meno del singolo.

Cosi' come i MILITARI hanno creato Internet...senza sapere a cosa sarebbero andati incontro e senza possibilita' di tornare indietro...

Per me e' lo stesso processo. E' irreversibile.



Citazione:
"Ah scusate, a proposito, ci sarebbe anche questo piccolo problemino delle scie chimiche da risolvere"? Cerchiamo di non autoingannarci più del necessario, perfavore.

Ma scherzi? L'autoinganno e' un processo fondamentale per il raggiungimento di alti obbiettivi
Io l'ho provato, e funziona.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
NiHiLaNtH
Inviato: 24/5/2012 12:06  Aggiornato: 24/5/2012 12:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Franceschetti con i suoi incontri e conferenze, facendo fuggire buona parte di coloro che lo hanno ascoltato, oppure mandato avanti i filmati dove parla di rose rosse e delitti massonici di Cogne.Se si vuole avere questo tipo di approccio per essere derisi dai più che si vorrebbero coinvolgere,ottenendo solo l'ascolto di qualche paranoico allora


si può parlare di pedofilia e satanismo anche in modo più normale
se lo fa Roberta Lerici ( www.bambinicoraggiosi.com ) che è dell'IDV e le Iene allora può farlo anche Grillo e il m5s

DrHouse
Inviato: 24/5/2012 12:19  Aggiornato: 24/5/2012 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2145
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Massimo,
su Grillo la penso da anni esattamente come te. Anch'io lo ritengo il pensatore del limite. Dice cose giuste, però, arrivato a un certo punto (quando cioè dovrebbe affrontare certe scomode verità), si ferma.

Detto questo, perché buttare via quello che c'è di buono? Secondo me il suo movimento, in mezzo a errori e parecchie contraddizioni, qualcosa ha prodotto in questi anni. È qualcosa che si muove.

Forse Grillo è solo l'inizio. Non è detto che ci si debba fermare per forza lì e non si possa andare oltre.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Notturno
Inviato: 24/5/2012 12:22  Aggiornato: 24/5/2012 12:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Quoto rekit.

Qualunque cosa dicesse sarebbe parziale/errata/confusa/blablabla, semplicemente perché non ci sono molte notizie certe e definitive su alcuni argomenti.

Citazione:

E' evidente che il motivo per cui Grillo smesso di parlare di certi argomenti è perché gli è stato consigliato di farlo. Non solo è evidente, ma era inevitabile che succedesse. Solo chi vive nel mondo dei sogni non sa queste cose. E a quel punto non ha più nessuna importanza se il "consiglio" arriva dal suo manager nella forma di "pressione amichevole", oppure in busta anonima nella forma di un proiettile calibro 22.

Sai che sei arrivato al confine, e lì ti devi fermare.


Scusa Massimo, tu quel proiettile l'hai ricevuto?

TUTTI: qualcuno di voi ha ricevuto quel proiettile cal 22?

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Sertes
Inviato: 24/5/2012 12:30  Aggiornato: 24/5/2012 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Notturno ha scritto:
TUTTI: qualcuno di voi ha ricevuto quel proiettile cal 22?


Io ho un ispettore della omicidi di Bari che ha fatto 5 articoli denigratori su di me, con tanto di foto, nome e cognome, e ho fatto solo 4-5 articoli e 1 conferenza.
Massimo di articoli denigratori ne ha circa infiniti, lui è stato bravo nel rispondere a ciascuno di esso mostrando che l'attacco mirava alla persona e la sua risposta mira ai contenuti che il suo interlocutore espone.

illupodeicieli
Inviato: 24/5/2012 12:36  Aggiornato: 24/5/2012 12:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 315
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Quello che tu hai detto, Massimo, di "rischiare di mandarli allo sbaraglio" è un motivo che ha spinto e spingerà molti a non votarlo: la nostra brutta abitudine di "non far guidare l'auto al figlio neopatentato", di non passare il testimone e di non avere fiducia nei giovani. Alla presunta mancanza di preparazione politica e di gestione della cosa pubblica, si affianca la mancanza di crescita possibile con la gestione di "padre padrone" che è stata una caratteristica di Silvio: il risultato,in quest'ultimo caso, lo abbiamo visto.(Silvio non è Le Pen padre, che in ogni caso ha "solo" il 20% e non governa nemmeno se al suo posto ha messo la figlia ). Per i temi non trattati e il ridicolizzare chi li propone, chi gli chiede un parere, vale la regola che la domanda è lecita e la risposta è cortesia: chi non "si fa avvicinare", chi si "sottrae alle telecamere e alle domande e rifiuta gli inviti della tv, dei dibattiti, vede calare "l'indice di gradimento". Diventa indisponente, al pari di quei politici che si rifutano di rispondere o come quelli che sanno solo urlare e danno fastidio. Lui, poi usava e usa ancora ,secondo me troppo, il turpiloquio: a me può anche far sorridere, ma ci sono persone cui dà fastidio se dette da un politico, dato che ormai lui è un soggetto politico. Anche i psiconani, rigor mortis, tremorti, frignero, ok ci possono anche stare, però basta con le solite tiritere: adesso la gente aspetta di vedere che cosa faranno gli eletti nei primi 100 giorni.Lo aspettano al varco detrattori e simpatizzanti .

gelu
Inviato: 24/5/2012 12:46  Aggiornato: 24/5/2012 12:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 165
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Mah. E' già una cosa moolto strana credere che Grillo sia contro gli inceneritori quando ha contribuito a sottrarre quello da 400mila euro alla ricerca di Gatti-Montanari. Ne deriva che non sia uno che dice molte...verità.

Sertes
Inviato: 24/5/2012 12:49  Aggiornato: 24/5/2012 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Riguardo a Beppe Grillo io mi associo a quanto detto da Yarebon: chi ha letto Sun Tzu sà che la guerra si vince prima, a tavolino, quando si studia la strategia.
E quindi ripeto il mio punto di vista: il pubblico che si ha di fronte è 40 milioni di teledipendenti (e diciamo per convenzione che hanno una "consapevolezza a livello 1") oppure una milionata scarsa di persone che leggono, si informano, e si confrontano (a "livello 2")
Se vuoi far del bene, e massimizzare l'efficacia scientificamente, è chiaro che devi usare argomenti e terminologie accessibili ai 40 milioni di teledipendenti.
Non ha senso, ripeto, andare a parlare di scie chimiche con chi accetterebbe un inceneritore dietro casa perchè gliel'ha detto il partito.
Per questo devi smarcarti da argomenti troppo controversi per il teledipendente medio.
Poi è ovvio che ci sono tempi, modi e luoghi per parlare di problemi anche più seri.
Poi, piaccia oppure no, ci ricorda Franceschetti che ci sono livelli anche superiori, che pure qui vengono denigrati (quale miglior prova?)

Inoltre c'è da dire che Beppe Grillo ha avuto un grande successo, qui non è questione di dire "intanto facciamo un pochino e poi vediamo di crescere", qui s'è dimostrato che è possibile fare politica senza soldi. E senza velleità di far carriera.
Questo è l'argomento più sottovalutato secondo me, Beppe Grillo s'è speso per portare la democrazia diretta in Italia, e ha avuto successo.
Ha tentato, prima con i referendum, poi cercando di farsi eleggere come segretario del partito cosiddetto "democratico", poi alla fine in mancanza d'altro ha fondato il movimento di cui è portavoce.
Parlare d'altro non colpirebbe il target di persone identificato, sottrarrebbe energie alla missione principale, e esporrebbe il fianco agli stessi attacchi viscidi che vediamo qui per i principali argomenti.

Quindi a mio parere si tratta di una strategia, cioè di non disperdere le forze su obiettivi enormi ma irraggiungibili, ma di percorre passo per passo per ottenere obiettivi grandi uno dopo l'altro.

Anche perchè ad oggi, Beppe Grillo di cose negative non ne ha fatte, e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario. Ha al peggio disatteso alcuni impegni che si era preso o ha smesso di parlare di argomenti troppo grossi, ma azioni negative non ne ha fatta ancora nessuna.

Comunque sia, è il successo la misura di una strategia

Pispax
Inviato: 24/5/2012 13:18  Aggiornato: 24/5/2012 13:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
E' evidente che il motivo per cui Grillo smesso di parlare di certi argomenti è perché gli è stato consigliato di farlo. Non solo è evidente, ma era inevitabile che succedesse. Solo chi vive nel mondo dei sogni non sa queste cose. E a quel punto non ha più nessuna importanza se il "consiglio" arriva dal suo manager nella forma di "pressione amichevole", oppure in busta anonima nella forma di un proiettile calibro 22.


Oppure, molto più semplicemente, ha adoprato tutti gli argomenti possibili che gli facevano comodo per "montare la panna" e sollevare l'interesse popolare sulle sue posizioni.
Poi si è accorto che quella strategia aveva raggiunto il suo limite naturale e che se voleva fare passi in avanti doveva abbandonarli senza rimpianti e passare a altro.

D'altra parte forse un italiano su 10 è solo vagamente consapevole del "problema" delle scie chimiche. E fra questo 10% almeno la metà considera l'argomento una solenne cazzata. Per esempio io.
E questo fa un bel 95% di persone che o non capiscono cosa stai dicendo oppure evitano con la massima cura di votarti PROPRIO perché parli di scie chimiche.
Per esempio io.
(EDIT: chiaramente i numeri sono indicativi. Li ho messi solo per illustrare quello che dico, non per altro)


Un po' come la Lega, che fino a quando gli ha fatto comodo invocava la secessione della Padania per unirsi spiritualmente ai "fratelli celtici" scozzesi e francesi. Poi si è accorta che continuando a parlare di queste minchiate non avrebbe ricevuto un solo voto in più, e ha smesso.


Questo non significa che i "consigli amichevoli" non esistono, ci mancherebbe.
Ma è strano vedere che di solito li tiriamo tutti in ballo solo quando qualcuno smette di parlare di qualcosa a cui teniamo NOI.


Tanto per capirci, se e quando Grillo la smetterà di parlare del problema degli inceneritori tanta gente dirà che "è stato intimorito dalla Lobby degli Inceneritori".
Aha: e com'è che oggi allora non è intimorito dalla Lobby delle Discariche?

complo
Inviato: 24/5/2012 13:26  Aggiornato: 24/5/2012 13:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
D'altra parte forse un italiano su 10 è solo vagamente consapevole del "problema" delle scie chimiche. E fra questo 10% almeno la metà considera l'argomento una solenne cazzata. Per esempio io.



OT - Ritieni una cazzata in toto che esistano scie chimiche o ritieni possibile esistano ma che non siano frutto di una "malvagia elite"?

Calvero
Inviato: 24/5/2012 13:30  Aggiornato: 24/5/2012 14:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
che il 9/11 e':
-un iside job organizzato dal Bildenberg
-un iside job organizzato dai neocons
-un iside job organizzato dalla CIA
-un attentato islamico
-fatto con ologrammi
-fatto con armi esotiche
-fatto con esplosivi
-fatto con droni radiocomandati
-etc...etc...


Basta solo questo passaggio.

Cioè, fammi capire, quando un evento tragico si presta a essere oggetto di riflessioni serie come di stronzate, significa che è meglio mandare i bambini a nanna altrimenti il Bau Bau li potrebbe sparaflashare? si deve ridere?

Non so se te ne fossi reso conto della gravità, ma quello che stai asserendo 1) è la forma mentis dei Kapò e 2) hai appena giustificato e sdoganato l'idea che la ricerca per la verità non è per tutti.

Cos'è, il pubblico è troppo ammaestrato ? ... così fosse, allora meriterebbe di fare una brutta fine in ogni caso. Amen, chi se ne fotte. Non lo ha chiesto il dottore di spegnere i neuroni alla gente. Così non fosse, con quale arroganza e supponenza si dovrebbe seguire una linea tanto vile da poter considerare [edit] valido un simile approccio deleterio e per cosa poi ??? perché lo si farebbe per un cambiamento ???

.. cioè qui si vorrebbe il cambiamento cominciando un percorso che - in soldoni - insegna alla massa a fare orecchie da mercante. Complimenti.

.. questa è da mettere tra le cose che non si sa se ridere o piangere, giuro.


Si ha presente quel concetto ..? ... che se si volesse realmente sfamare chi ne ha bisogno, la cosa più importante in assoluto da farsi è quella di insegnargli a coltivare la terra. Si chiama responsabilizzazione.

Quello che ancora non si è capito è che se si volesse una collettività che realmente cambi (e con essa la società), bisogna essere di esempio e insegnarle a pensare con responsabilità e ad aprire la mente.

Avanti così invece, avanti popolo! ... che si tratti ancora la gente come dei coglioni, e si continuerà ad avere a che fare coi coglioni.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
incredulo
Inviato: 24/5/2012 13:37  Aggiornato: 24/5/2012 13:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3345
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Cosi' come i MILITARI hanno creato Internet...senza sapere a cosa sarebbero andati incontro e senza possibilita' di tornare indietro...
Per me e' lo stesso processo. E' irreversibile.


Per coloro che hanno una visione approfondita della realtà in cui siamo immersi, questa affermazione è di una ingenuità disarmante.

Internet sarebbe sfuggito dalle mani di chi l'ha lanciato?

Lo stesso internet che è un punto di forza del programma di Grillo?

Si chiama inversione delle cause e degli effetti, una delle caratteristiche principali del nostro mondo.

L'articolo di Massimo è preciso e circostanziato.

L'azione di Grillo non scalfisce il POTERE, ne accompagna la trasformazione grazie alla falsa convinzione che NOI siamo il potere.

Tutti noi siamo bestiame marchiato da un pastore, non siamo invitati nelle riunioni dei pastori.

Ma prendere coscienza di questa banalissima realtà è veramente dura.

Del resto la finta realtà che viene propagandata e che scambiamo per vera, domina le nostre menti.

Un mondo immaginario che crediamo reale, un mondo fatto di istituzioni che operano per il bene collettivo, un mondo in cui chi detiene il potere te lo cederà perchè la LEGGE è dalla parte del popolo e il popolo DECIDE

Il POTERE è superiore a tutta questa costruzione, essendo quest'ultima una sua emanazione.

Credere di riformare il potere seguendo le sue regole è un pensiero assolutamente immaginario ma non riusciamo a rendercene conto, continuando a seguire le stesse illusioni di cui siamo imbevuti da quando entriamo nel mondo degli adulti, un mondo COSTRUITO, FASULLO, pieno di REGOLE che vengono spacciate per verità ma sono solo funzionali al POTERE.

Quel potere che continua a perseguire i propri scopi lavorando in segreto nel mondo dell'ombra.

Quello che combattiamo è solo il suo riflesso non la sua essenza.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Notturno
Inviato: 24/5/2012 13:40  Aggiornato: 24/5/2012 13:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:


Io ho un ispettore della omicidi di Bari che ha fatto 5 articoli denigratori su di me, con tanto di foto, nome e cognome, e ho fatto solo 4-5 articoli e 1 conferenza.
Massimo di articoli denigratori ne ha circa infiniti, lui è stato bravo nel rispondere a ciascuno di esso mostrando che l'attacco mirava alla persona e la sua risposta mira ai contenuti che il suo interlocutore espone.


Sertes.... a te tutto il mio rispetto per la serietà con cui hai portato avanti la faccenda 11/9.

Premesso questo.... io credo che ciascuno di noi abbia un qualche altro che ci denigra, che parla male di noi, che sparga menzogne, ecc... ma credo che qui MM parlasse di qualcosa un pochino diversa...

Ma può sempre darsi che abbia capito male io.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 24/5/2012 13:44  Aggiornato: 24/5/2012 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
________________
_____________


Grazie, Incredulo

... mi eri mancato

- io no probabilmente ma alla tua lo stesso

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
infosauro
Inviato: 24/5/2012 13:46  Aggiornato: 24/5/2012 13:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 1789
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
[...]Anche perchè ad oggi, Beppe Grillo di cose negative non ne ha fatte, e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario.[...]

Sertes, prova a leggere l'articolo che ho riportato nell'altro 3d, verso la fine, che ne pensi?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
LoneWolf58
Inviato: 24/5/2012 13:48  Aggiornato: 24/5/2012 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Autore: sdebunko Inviato: 24/5/2012 10:51:35
...
Quando hai l'appoggio dei media vuol dire che sei passato dalla loro parte.... e bravo Grillo....
L'appoggio dei media?!...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Notturno
Inviato: 24/5/2012 13:55  Aggiornato: 24/5/2012 13:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

Autore: LoneWolf58 Inviato: 24/5/2012 13:48:01

Citazione:

Autore: sdebunko Inviato: 24/5/2012 10:51:35
...
Quando hai l'appoggio dei media vuol dire che sei passato dalla loro parte.... e bravo Grillo....

L'appoggio dei media?!...


E certo.... i giornali sono debitori di Grillo.... e ora lo stanno ringraziando per la sua campagna sui contributi all'editoria....


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Sertes
Inviato: 24/5/2012 13:57  Aggiornato: 24/5/2012 13:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Le cose mie fanno sorridere, e ci sono tanti come me, ad esempio pure Freda aveva un posto d'onore nelle perle complottiste.

Per Mazzucco invece si vede proprio che ha contro persone che lavorano giorno e notte per demolirne la credibilità, per manipolare il suo profilo wikipedia, per tenere in piedi siti e pagine fb che lo attaccano personalmente.
Questa è gente che queste cose le fa per mestiere, gente che si è creata apposta una certa reputazione su wikipedia su un argomento tranquillo e che poi usa questa forza per annullare qualsiasi modifica sulle pagine che per lavoro deve monitorare (casualmente trovi le stesse persone sulle pagine di mazzucco, su quelle delle cure alternative del cancro, dell'archeologia alternative... e se vai a vedere sono utenti da tre anni che hanno scritto un trattato sul clavicembalo polacco o sulla pesca d'altura con canna rigida).

Oppure prendi Simoncini radiato dall'albo, con il suo stalker personale wewee.

Non devono mica mandare un proiettile a tutti per convincerli al silenzio, basta indicargli cos'è successo agli altri. L'intimidazione può prendere mille forme, io spero che non sia così, ma volendo ed essendo particolarmente stronzi anche una fatta su misura per Beppe Grillo la si trova.

Sertes
Inviato: 24/5/2012 14:21  Aggiornato: 24/5/2012 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
infosauro ha scritto:
Sertes, prova a leggere l'articolo che ho riportato nell'altro 3d, verso la fine, che ne pensi?


Allora, l'articolo è questo:
http://daily.wired.it/news/scienza/2012/05/18/bufale-scientifiche-beppe-grillo-23666.html

Credo il pezzo si wired sia un ottimo esempio di attacco alla persona, pieno di mistificazione e con il supporto di numerose balle:

L'aids non esiste - a prescindere dal titolo fuorviante, mi pare che sia stato dimostrato anche qui varie volte (ed è il parere di due premi nobel) che il virus hiv non è la causa dell'aids. 0-1 per Grillo

Screening, esami e diagnosi precoci sono pericolosi - altra mistificazione da parte di wired, io quello spettacolo l'ho visto più volte nelle versioni youtube di più città, e quello che Beppe fa è di mettere la pulce nell'orecchio rispetto all'autorità assoluta che concediamo ai medici quando siamo in ansia per la nostra salute. Inoltre, come caso personale, ho la mia ragazza cui hanno consigliato come fosse un esame una tac con liquido di contrasto radioattivo... una cosa da criminali, che se anche non hai il cancro te lo fa venire quella. Porco dio. 0-2 per Grillo

I vaccini sono inutili - stra dimostrato su LC da tempo che sono stati l'alimentazione e l'igene i fattori determinanti. 0-3 per Grillo

Pomodoro geneticamente modificato ha ucciso 60 ragazzi - mah, mi sembra una stronzata ma non ne so nulla. Di certo se si parlasse di ogm in generale saremmo come importanza al pari del resto, ma il caso scelto da wired per attaccare Grillo è un argomento che non è nemmeno paragonabile ad un decimo del resto. Prendiamo il caso pessimo, diciamo che Grillo ha toppato in pieno: 0,1-3 per Grillo

Il professor Di Bella cura il cancro da 30 anni - vabbè 0,1 - 4 per Grillo

Il Nobel rubato da Rita Levi Montalcini - boh, che cosa inutile. Anche qui prendiamo pure il caso pessimo, 0,2 - 4 per Grillo

Biowashball, la palla che cancella le macchie - eccolilà, han voluto strafare. Se anche avevo un dubbio sulla natura dell'articolo me la sono tolta in fondo.

Riconfermiamo che si può imputre a Grillo di aver smesso di parlare di queste cose. Punto. Ignobile wired.

rekit
Inviato: 24/5/2012 14:22  Aggiornato: 24/5/2012 14:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
che il 9/11 e':
-un iside job organizzato dal Bildenberg
-un iside job organizzato dai neocons
-un iside job organizzato dalla CIA
-un attentato islamico
-fatto con ologrammi
-fatto con armi esotiche
-fatto con esplosivi
-fatto con droni radiocomandati
-etc...etc...


Basta solo questo passaggio.

Cioè, fammi capire, quando un evento tragico si presta a essere oggetto di riflessioni serie come di stronzate, significa che è meglio mandare i bambini a nanna altrimenti il Bau Bau li potrebbe sparaflashare? si deve ridere?

Non so se te ne fossi reso conto della gravità, ma quello che stai asserendo 1) è la forma mentis dei Kapò e 2) hai appena giustificato e sdoganato l'idea che la ricerca per la verità non è per tutti.

Cos'è, il pubblico è troppo ammaestrato ? ... così fosse, allora meriterebbe di fare una brutta fine in ogni caso. Amen, chi se ne fotte. Non lo ha chiesto il dottore di spegnere i neuroni alla gente. Così non fosse, con quale arroganza e supponenza si dovrebbe seguire una linea tanto vile da poter considerare [edit] valido un simile approccio deleterio e per cosa poi ??? perché lo si farebbe per un cambiamento ???

.. cioè qui si vorrebbe il cambiamento cominciando un percorso che - in soldoni - insegna alla massa a fare orecchie da mercante. Complimenti.

.. questa è da mettere tra le cose che non si sa se ridere o piangere, giuro.


Si ha presente quel concetto ..? ... che se si volesse realmente sfamare chi ne ha bisogno, la cosa più importante in assoluto da farsi è quella di insegnargli a coltivare la terra. Si chiama responsabilizzazione.

Quello che ancora non si è capito è che se si volesse una collettività che realmente cambi (e con essa la società), bisogna essere di esempio e insegnarle a pensare con responsabilità e ad aprire la mente.

Avanti così invece, avanti popolo! ... che si tratti ancora la gente come dei coglioni, e si continuerà ad avere a che fare coi coglioni.
...............................

Non ho capito un cazzo di quello che hai scritto anche perche' evidentemente non centra nulla con quello che ho scritto io.

Professor Calvero, mi dica, cosa e' successo il 9/11 che io sono un "coglione" e non l'ho mica capito? Ed e' solo 6 anni che mi informo a riguardo....

LoneWolf58
Inviato: 24/5/2012 14:27  Aggiornato: 24/5/2012 14:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 24/5/2012 13:57:46
...
...ma volendo ed essendo particolarmente stronzi anche una fatta su misura per Beppe Grillo la si trova.
Infatti lo vediamo tutte le sere in prima serata sulle migliori TV nazionali... ;)

Non esistono santi... se ci si mette d'impegno (per qualcuno di più per altri meno) si trova sempre qualcosa che può essere usato per "denigrare" e far passare in secondo ordine ciò che di corretto si dice.

Se non erro è proprio qui su LC che si propugna la tesi... parliamo del messaggio e non del messaggero.

Si vuole sbugiardare Grillo... basta la Biowash Ball. Ma ciò sminuisce le proposte fatte? dal no agli inceneritori... al parlamento pulito?! etc etc

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
barore1
Inviato: 24/5/2012 15:11  Aggiornato: 24/5/2012 15:11
So tutto
Iscritto: 9/12/2011
Da:
Inviati: 12
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
non siamo scemicitazione: io non lo vedo grillo......siccome noi non siamo scemi non si può credere che Grillo sia arrivato tanti consensi senza essere sostenuto da qualche potere che abbia interesse che il movimento cresca ancora,sapendo che si possono tirare le fila più comodamente che altri partiti ormai chi più chi meno corrotti collusi.ha sempre funzionato cosi ho lo stroncavano ho lo hanno lasciato crescere per usarlo.per chi vuole su Youtube Leo Zagami al salone del libro alla presentazione del suo libro Confessione di un Illuminato dice di avere documenti che Beppe Grillo appartiene alla Accademia degli Illuminati del Gran Maestro Di Bernardo.con questo non voglio dire che Grillo non voglia battersi per cambiare molte cose di questa politica marcia però come si dice da noi .il cane scottato dall'acqua calda teme l'acqua fredda.SALUTI

Tianos
Inviato: 24/5/2012 15:11  Aggiornato: 24/5/2012 15:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 264
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
p.s. e tra parentesi io e mia moglie la biowashball l'abbiamo usata per un'anno e mezzo...e incredibile a dirsi lavava pure discretamente (certo in certi capi c'era bisogno del pretrattaggio cosa che avviene anche coi detersivi però) e vi dico io che sono un relaistà la prima cosa che mi è passata per la testa è stata ...ma c'e' davvero bisogno dei detersivi per lavare i vestiti ..

etrnlchild
Inviato: 24/5/2012 15:20  Aggiornato: 24/5/2012 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1057
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Internet sarebbe sfuggito dalle mani di chi l'ha lanciato? Lo stesso internet che è un punto di forza del programma di Grillo?

No, l'Internet che TU stai utilizzando per scrivere in questo momento, e senza il quale questo che stai scrivendo, il lavoro di Massimo e una tonnellata di altre cose NON ESISTEREBBERO.
O si vuole dire che tutto questo era nei piani dei poteri occulti? in questo caso Massimo e' per forza un Gatekeeper e, a questo punto, anche tu e naturalmente Calvero.

A quanto pare sembra piu' difficile realizzare questo che realizzare che il popolo non ha potere, che siamo schiavi inconsapevoli etc..etc...

Ah gia', il POTERE uno e trino ti sta lasciando giocare con il SUO giocattolo (la rete) sapendo che non potrai mai nuocergli.
Sei cosciente di questo? Bene allora cos'e' tutto questo parlare? Tutto questo scrivere? Perche' perdere tempo?
A cosa serve tutta questa coscienza? Tutti questi tentativi di risvegliare gli ingenui, che credono nell'uomo? A che pro tutto questo, ora, attraverso questo mezzo?
A far ridere i ricchi e grassi banchieri?
Siamo il loro sollazzo? Se la risposta e' SI', e si e' coerenti, si smette di scrivere e si abbandona questo luogo, si termina ogni condivisione, ogni scambio.
Se la risposta e' NO, allora utilizziamo questo mezzo ORA nel migliore dei modi.
Coscienti e giullari al tempo stesso non riesco a comprenderlo.

Siamo qui ora, questa e' la realta' ora, il momento presente, tu stai scrivendo adesso in questo momento ma sei ancorato o al passato o al futuro.

La cosa piu' dura e difficile e' prendere coscienza del PRESENTE, l'unico momento di cui siamo padroni. Il resto non esiste.

A che serve andare troppo a fondo se non si e' capaci di vivere e percepire il presente.

Citazione:
L'azione di Grillo non scalfisce il POTERE, ne accompagna la trasformazione grazie alla falsa convinzione che NOI siamo il potere.

Hai ragione, Grillo non scalfisce proprio niente, non puo'.

Citazione:
Credere di riformare il potere seguendo le sue regole è un pensiero assolutamente immaginario ma non riusciamo a rendercene conto, continuando a seguire le stesse illusioni di cui siamo imbevuti da quando entriamo nel mondo degli adulti, un mondo COSTRUITO, FASULLO, pieno di REGOLE che vengono spacciate per verità ma sono solo funzionali al POTERE.

E' vero, ora e' cosi', ma non per sempre. Le regole sono fatte dagli uomini e gli uomini possono cambiarle.
L'ingenuita' e' chiedere al potere di riformare il potere come diceva Giordano Bruno.
Ma qui non e' questo lo scenario.


"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Giano
Inviato: 24/5/2012 15:28  Aggiornato: 24/5/2012 15:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1116
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
E se un giorno venissi rapito da una irresistibile voglia di recarmi alle urne a disegnare la famosa crocetta? Cioè, se smettessi di avere la balzana pretesa di voler dare la mia delega a qualcuno che
mi possa rappresentare al 100%? Potrei stilare una lista delle cose che reputo importanti e mettere a confronto il pensiero dei vari partiti. Così facendo il 5 stelle vincerebbe a mani basse. OGM, vaccini, strapotenza delle banche, guerra in Libia, energie alternative, TAV, cure alternative, sono tutti fatti che Grillo ha perlomeno affrontato. Non si potrà avere una completa convergenza di idee e di soluzioni, ma almeno sono temi trattati, problemi messi sul tavolo.
Scie chimiche? 11/9? Fusione fredda? Argomenti molto complessi, che sollevano tante domande, creano molti dubbi e offrono poche certezze. Mettiamo il caso che Grillo si sia posto tali questioni e si sia voluto informare per benino, che so, sull’11/9 e sia venuto su LC per schiarirsi le idee; tra chi crede che la versione ufficiale non sia credibile, nella maggior parte dei casi, l’unico punto comune tra le varie teorie è che…la VU non sia credibile. Io credo che l’assenza dei video del Pentagono sia la pistola fumante, tu credi che lo sia il piccolo foro lasciato al Pentagono, un altro crede che siano le telefonate impossibili, la velocità degli aerei, le manovre al limite della fisica, i crolli, la termite, si può continuare per ore. Sono questioni che creano fazioni, disaccordo anche tra chi ha come idea comune che la VU sia falsa; l’esempio estremo è la teoria no plane. E’ intelligente dividere i propri potenziali elettori con questioni così spinose? E’ una buona idea spendersi su
un argomento così rognoso avendo tanti dubbi e poche certezze nel momento decisivo per un movimento tutto sommato recente che non ha ancora nessun peso in ambito governativo? O forse è meglio concentrarsi sui problemi più vicini in modo da compattare il potenziale elettorato? Dal punto di vista strategico mi sembra una mossa intelligente.
Per quanto riguarda il video dove Grillo sembra deridere chi gli chiede di indagare su scie chimiche e 11/9, mi viene in mente l’uso ormai disinvolto della derisione che si fa anche qui su determinati temi dubbi. Si vabbè, sono stati gli annunaki! Quante volte lo si legge? Non per questo chi sfotte viene considerato in malafede, controllato dalla casaleggio o dai servizi. Probabilmente avrà altre idee in merito, magari crederà ad un dio onnipotente che con mano potente e braccio teso(cioè con una sorta di phaser alla Star Trek) compiva cose incredibili. Però l’annunakaro e l’onnipotentista
possono lottare assieme contro gli OGM, è già qualcosa.

Quindi, sicuro che non verrò preso dalla irresistibile voglia di tracciare la crocetta, mi chiedo: e se il volpone stesse aspettando solo il momento giusto per affrontare queste questioni? Ha senso sbraitare sulle scie chimiche nelle piazze? O forse è meglio sbattere sul tavolo le domande giuste quando sei seduto al tavolo delle decisioni? Chi mi dice che arrivato al governo con un buon 30% non si dedichi a queste cause che anche con tanta buona volontà non sono risolvibili della maggior parte della gente? Quanti sondaggi alla giusta altitudine si è riusciti a fare sulle scie chimiche? Quanti tanker si alzerebbero in volo se invece il governo mettesse a disposizione un aereo pronto al decollo in caso di sospetti andirivieni di velivoli senza contrassegni? Se dimostrerà la buona fede combattendo per le battaglie per cui si è speso, riceverà una valanga di voti e avrà la forza per questo ipotetico “sabotaggio” dall’interno. La fase di prova è finita. Da qui al voto del 2013 ha tutto il tempo di dimostrare se è capace ed ha la volontà di mettere in pratica i suoi propositi o se ha sempre solo straparlato per acchiappare voti e basta.
Naturalmente è solo un’ipotesi, e anche molto ottimistica, ma peggio di come stiamo andando non si può!
Grillo ha tra le mani un’arma a doppio taglio, ha creato il movimento non sugli ideali ma su cose concrete; se non dovesse rispettare i suoi impegni, il suo popolo gli si rivolterà contro nel giro di mezza legislatura; sono dell’idea di lasciarlo provare, gli anticorpi sono il suo stesso popolo, se poi dovesse arrivare qualche piacevole sorpresa una volta che siede in parlamento…

Grillo sull'informazione e il medio oriente: M.E.M.R.I. (tre minuti)

NiHiLaNtH
Inviato: 24/5/2012 15:40  Aggiornato: 24/5/2012 15:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Naturalmente è solo un’ipotesi, e anche molto ottimistica, ma peggio di come stiamo andando non si può!


buonanotte

titano75
Inviato: 24/5/2012 15:41  Aggiornato: 24/5/2012 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 694
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ma di cosa pensate si possa parlare in italia quando si arriva in certi "salotti" ??

Fa bene grillo... poche cose "clamorose" e qualche fatto in più... già sarebbe tanto...

Vi rammento tramite questi 10 minuti di video, gli ultimi 20 anni della nostra bene amata PATRIA ...

politica ITALIANA

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
Giano
Inviato: 24/5/2012 15:47  Aggiornato: 24/5/2012 15:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1116
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
buonanotte


Vedo che hai apprezzato!
Due righe di critica non le schifo prima di andare a dormire...

Inatteso
Inviato: 24/5/2012 16:06  Aggiornato: 24/5/2012 16:06
So tutto
Iscritto: 1/11/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
"C'è però un problema, nel caso di Grillo, che si chiama "responsabilità".

Oggi Beppe Grillo non è più un semplice "comico" con una grande capacità di coinvolgere le masse. Oggi Beppe Grillo le masse LE HA COINVOLTE, ha creato un movimento ed è entrato in politica attiva.

Se quindi lui ha scelto di non parlare di signoraggio o di scie chimiche dovrebbe semplicemente dire: "Signori, di questi argomenti non posso più parlare perché altrimento pago di persona. Anch'io tengo famiglia. Vedete quindi voi cosa fare."

Questo sarebbe un gesto onesto, che nessuno gli impedisce di fare.

Non puoi invece ignorare gli argomenti, fingendo che non esistano, e addirittura ridicolizzandoli, perché in questo modo finisci per togliere anche credibilità a quelli che invece hanno deciso di continuare a parlarne."


Scusa Massimo, ma perchè queste cose non le hai chieste a Bersani quando ha assunto la guida del partito democratico? Sopratutto che ti impedisce di farlo ora?

NiHiLaNtH
Inviato: 24/5/2012 16:21  Aggiornato: 24/5/2012 16:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
vallo a dire agli afghani o agli iracheni o anche a quelli che abitano nei paesi africani dove c'è la guerra civile che non si ouò stare peggio i così

o meglio ancora vallo a dire agli americani

rekit
Inviato: 24/5/2012 16:45  Aggiornato: 24/5/2012 16:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
cit:
vallo a dire agli afghani o agli iracheni o anche a quelli che abitano nei paesi africani dove c'è la guerra civile che non si ouò stare peggio i così

o meglio ancora vallo a dire agli americani
..........................
per essere contro le guerre in Iraq e Afghanistan e contro la militarizzazione americana di ogni buco di culo presente al mondo non c'e' bisogno di parlare di 9/11 o scie chimiche.
Se tu avessi, non dico letto, ma anche solo semplicemente dato un'occhiata al blog di Grillo ti saresti accorto che e' da anni che si oppone (dichiarandolo in prima persona e lasciando spazio agli ospiti del blog) sia alle guerre/missioni di pace che alle spese militari italiane (F-35) sia alla caserma USA di Vicenza.

tra i tanti link....

http://www.beppegrillo.it/2008/10/reeferendum_on_line_per_la_base_militare_dal_molin.html

http://www.beppegrillo.it/2005/02/anche_gli_usa_i.html

http://www.beppegrillo.it/2011/08/fuori_dallafgha.html

http://www.beppegrillo.it/2010/06/il_cannoncino_d.html



e poi guardate cosa ti trovo nel Blog dell'illuminato massone servo:
http://www.beppegrillo.it/2006/05/911_senza_verit_1.html

Notturno
Inviato: 24/5/2012 16:55  Aggiornato: 24/5/2012 16:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
aHAHAHAHAHAH

Rekit..... sei un geniaccio! :D

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
NiHiLaNtH
Inviato: 24/5/2012 16:58  Aggiornato: 24/5/2012 16:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
se tu invece avessi letto i nostri messaggi avresti capito che quello che stai dicendo non c'entra niente con quello che ho detto io

non ho parlato di beppe grillo nè di scie chimiche o altro

Giano
Inviato: 24/5/2012 16:59  Aggiornato: 24/5/2012 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1116
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
vallo a dire agli afghani o agli iracheni o anche a quelli che abitano nei paesi africani dove c'è la guerra civile che non si ouò stare peggio i così

o meglio ancora vallo a dire agli americani


?
Non ho capito cosa vuoi dire. Forse mi sono spiegato male.
Quando ho scritto:
“Naturalmente è solo un’ipotesi, e anche molto ottimistica, ma peggio di come stiamo andando non si può!” mi riferivo alla possibilità, ottimisticamente da me formulata, che Grillo stia aspettando di stare al governo per impegnarsi, ad esempio, sulle scie chimiche. E il “peggio di così” si riferisce all’interesse prossimo allo zero della politica attuale riguardo all’argomento proposto nell’esempio.

NiHiLaNtH
Inviato: 24/5/2012 17:02  Aggiornato: 24/5/2012 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
io mi riferivo alla situazione in generale

sento spesso dire "tanto peggio di così..."

Citazione:
“Naturalmente è solo un’ipotesi, e anche molto ottimistica, ma peggio di come stiamo andando non si può!” mi riferivo alla possibilità, ottimisticamente da me formulata, che Grillo stia aspettando di stare al governo per impegnarsi, ad esempio, sulle scie chimiche. E il “peggio di così” si riferisce all’interesse prossimo allo zero della politica attuale riguardo all’argomento proposto nell’esempio.


veramente qualche interrogazione parlamentare l'hanno fatta

davlak
Inviato: 24/5/2012 18:07  Aggiornato: 24/5/2012 18:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 541
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
dopo aver letto quasi tutto il thread mi sono detto: deve essere molto difficile capire che GRILLO non vuole cambiare il mondo.
e anche se volesse non ne avrebbe modo.
vuole cambiare il modo di fare politica in Italia.
punto.
qual è il problema?
che non si interessa di scie chimiche?
nemmeno io. (dopo questa rivelazione potrò ancora frequentare questo sito?)

GRILLO NON INTENDE CANDIDARSI, nè ora nè mai, PER NESSUN INCARICO DI GOVERNO, o di RAPPRESENTANZA. perciò chi conta sul fatto che
"stia aspettando di stare al governo per impegnarsi, ad esempio, sulle scie chimiche"
sbaglia.

in ITALIA ci dobbiamo sorbire in eterno questa feccia politicante (che non parla di scie chimiche), o sperare in qualcosa di meglio (che ugualmente non parlerà di scie chimiche)?

en passant: RON PAUL si è mai interessato di scie chimiche? se è per questo non si interessa nemmeno di signoraggio, per lo meno non alla maniera in cui i signoraggisti d.o.c. auspicherebbero facesse.

p.s.: io sono anarchico, sostengo il M5S dall'esterno sapendo benissimo che è pur sempre un COMPROMESSO.

"Fanno tenerezza, infatti, quelli che dicono "intanto cominciamo dal "pochino", poi piano piano vedremo di crescere."Se nessuno tu spiega con chiarezza che appena arrivi a mezzo metro di altezza ti tagliano la testa, di "crescita" ne farai molto poca. Oppure continui a crescere, ma nel frattempo ti ritrovi con le gambe di un altro. E scopri - guarda caso - che quelle gambe corrono un quarto delle tue. (Se sono anche un pò troppo pelose, oltre che lente, sono sicuramente quelle di Di Pietro)."

a proposito di misure...in questo paese c'è gente per cui quel mezzo metro può fare la differenza tra sopravvivere e soccombere...scie chimiche o non.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
incredulo
Inviato: 24/5/2012 18:27  Aggiornato: 24/5/2012 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3345
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@etrnlchild

Citazione:
No, l'Internet che TU stai utilizzando per scrivere in questo momento, e senza il quale questo che stai scrivendo, il lavoro di Massimo e una tonnellata di altre cose NON ESISTEREBBERO.
O si vuole dire che tutto questo era nei piani dei poteri occulti? in questo caso Massimo e' per forza un Gatekeeper e, a questo punto, anche tu e naturalmente Calvero.


Quindi quando internet non c'era queste cose non sarebbero esistite secondo te?

Quando internet non c'era c'erano i libri, tonnellate di libri che trattavano gli stessi argomenti di oggi, il lavoro di ricerca era solo più lento ma avevi il tempo di metabolizzarlo.

Si FREQUENTAVANO FISICAMENTE persone che condividevano gli stessi interessi.

Oggi sulla rete trovi di tutto e anche il suo contrario ed il rischio è che certi contenuti vengano assimilati superficialmente non essendo possibile fare quello sforzo necessario per imparare.

La confusione regna sovrana e la libertà è solo quella di PARLARE ma SENZA quel contatto visivo che rende il messaggio più comprensibile.

Nella comunicazione DA UOMO A UOMO, quella naturale, gli elementi trasmessi sono molteplici.

Vanno dalla postura del corpo, al tono della voce, alla profondità dello sguardo, è una comunicazione non SOLO intellettuale ma anche emozionale.

Tu credi veramente che internet sia uno strumento che è SFUGGITO di mano a coloro che lo hanno VOLUTO?

Siamo qui ora, questa e' la realta' ora, il momento presente, tu stai scrivendo adesso in questo momento ma sei ancorato o al passato o al futuro.

Grandissima verità, momento PRESENTE, consapevolezza che esiste SOLO questo MOMENTO che sarà UNICO, nessun futuro, nessun passato solo l'ADESSO.

Per questo il M5S non ha FUTURO.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Redazione
Inviato: 24/5/2012 18:57  Aggiornato: 24/5/2012 19:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
DR. MANHATTA:

Citazione:
SONDAGGIO: quanti della community di LC sono approdati qui dopo aver conosciuto Beppe Grillo? Forza ragazzi voglio una RISPOSTA SINCERA e non ditemi che sono stato l'unico perché proprio non ci credo...
Sarò sincero, io sono uno di quelli. Prima di Beppe Grillo la LUCE non esisteva. (E dopo di lui nemmeno, a quanto pare).

Citazione:
ESPERIMENTO (provocazione): mandiamo un musicologo a spiegare Karlheinz Stockhausen ai ragazzi delle scuole elementari. Immaginiamo i possibili scenari derivanti.
Il musicologo viene mandato affanculo in 10 secondi secchi. Poi i ragazzi prendono un disco di Mozart e gli spiegano come è fatta la musica.

***

Dr. HOUSE: Citazione:
su Grillo la penso da anni esattamente come te. Anch'io lo ritengo il pensatore del limite. Dice cose giuste, però, arrivato a un certo punto (quando cioè dovrebbe affrontare certe scomode verità), si ferma. Detto questo, perché buttare via quello che c'è di buono?
Infatti, come ho detto negli articoli, ai grillini faccio tanti auguri e offro tutto il mio supporto.

***

YAREBON, SERTES, ALTRI (argomento "la gente certe cose non le capisce"):

Smettetela di ripetere questa CAZZATA INFAME, che offende sia la GENTE che la VERITÀ. Ho già risposto questo in precedenza:

1 - Io parlo regolarmente alla radio di Roma di schiavitù del sistema bancario, di cure alternative, di scie chimiche e di 11 settembre. Hanno qualche centinaio di migliaio di ascoltatori (con un target quindi misto, e non certo elitario), e non c'è mai stato nessuno che abbia chiamato una volta per dire "ma che cazzo dice 'sto Mazzucco?" Anzi, vogliono saperne di più.

2 - Lo stesso Grillo parlava di signoraggio fino qualche anno fa nei suoi spettacoli, e nessuno si alzava e andava via incazzato. Anzi, volevano saperne di più.


Lo avete letto questo mio commento? E allora, dov'e' il vostro CONTROARGOMENTO?

Perchè continuate a cantilenare questa IMBECILLITÀ IMMONDA, vigliacca e offensiva, invece di aprire gli occhi e usare il cervello?

E lasciate stare Lao-Tzu, perfavore! Se quella di Grillo è una "strategia vincente" smetto subito di farmi il mazzo e mi metto anch'io a prendere per il culo chi denuncia le scie chimiche. Così vinciamo PRIMA la battaglia!

nockisrock
Inviato: 24/5/2012 19:24  Aggiornato: 24/5/2012 19:24
So tutto
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 28
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
GRILLO CITA IL BILDERBERG al minuto 16:00
http://www.youtube.com/watch?v=SfiHuyql5BQ&feature=g-logo

Notturno
Inviato: 24/5/2012 19:45  Aggiornato: 24/5/2012 19:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Massimo.... ti stai incazzicchiando troppo....

Ma se, semplicemente, Beppe Grillo non ci crede alle scie chimiche o se non glie ne frega di parlarne?

Perché dev'essere PER FORZA una scelta di paura?

Non mi sembra che abbia dimostrato paura a stare fuori dalla tv per anni, senza mai chiedere di rientrare e stando a bagno-maria nello yogurt (come dice lui)

Non mi sembra che abbia avuto paura a mandare affanculo tutto il mondo politico per anni.

Quando tornò in RAI, dopo 5 o sei anni, che Craxi era stato cacciato, fece un mega casino sull' UNO QUATTRO QUATTRO, provocando un terremoto e centinaia di migliaia di cartoline, lettere e fax contro Biagio Agnes e non mi ricordo chi altri, che gestivano quello schifo.

Non mostrò tutta quella paura, allora.... eppure c'era una discreta mafiuccia sull'144, no?

Tant'è che becco' denunce e querele, no???

Ha fatto un casino infinito contro Tronchetti Provera, contro Marchionne, contro De Benedetti, ecc... E' stato L'UNICO che ha sollevato il polverone PARMALAT....

E' stato l'unico a denunciare la SVENDITA colossale della TELECOM!

Cazzo, ma vi rendete conto?

Spiegò in 30 secondi il concetto delle scatole cinesi e dell'auto-acquisto fatto ai danni di telecom!

Ne avete mai sentito parlare da altri, voi?

Secondo voi, quella gente contro cui s'era lanciato, era un "non-potere"?

Denunciò l'impoverimento e la mega truffa di MIGLIAIA DI MILIARDI (di lire) per la faccendazza telecom....

E la Parmalat??? Fu la truffa più grossa della storia, dopo la ENRON... e la denuncio' LUI.

Mica la CONSOB.... no no.... mica LUOGOCOMUNE... ohh no.

Sta denunciando DA ANNI la vergogna dei Consigli di Amministrazione "intrecciati", ossia i CDA delle società quotate in borsa che sono infarciti degli STESSI AMMINISTRATORI, in un giro di valzer VERGOGNOSO!

Beh, ne avete mai parlato vo/noi su Luogocomune???

Non lo so, mi pare di no, ma LUI SI!

Ed è una questione IMPORTANTISSIMA E GRAVISSIMA, perché incasina tutta la correttezza del "MERCAAAAATO" (che tanti adulano, in ginocchio e a pecora, come il nuovo Dio).

E non se n'è cagato addosso.

Però..... ahhhhhhh beeeeeehhh, che vergogna!!!! Non ha parlato delle scie chimiche.... perché ha paura.... perché "tiene famiglia".....

Ma per favore..... ma che cazzo di discorsi fate.....

E' assurdo!

Fate quello che secondo voi è giusto, cazzo! Ma chi ve lo vieta!

Per voi le scie chimiche sono importantissime? BENE, denunciate, discutete! Per l'amor diddio!

Ma non è che chi non ne parla è un cagasotto, perché questa è una MEGA STRONZATA e crederci è patetico.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 24/5/2012 19:53  Aggiornato: 24/5/2012 19:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
... dopo aver letto quasi tutto il thread mi sono detto: deve essere molto difficile capire che GRILLO non vuole cambiare il mondo.



... cosa c'entra?

Quindi una volta assodato che uno non vuole cambiare il mondo significherebbe che non potrebbe fare gravi danni?

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
davlak
Inviato: 24/5/2012 19:55  Aggiornato: 24/5/2012 19:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 541
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Notturno
sostanzialmente concordo col tuo commento, ma credo che l'articolo non intenda dimostrare che le scie chimiche e il signoraggio siano decisivi a soppesare Grillo come propulsore del cambiamento politico, ma a dimostrare il fatto che pure lui è sottoposto al controllo di poteri superiori e che ne è consapevole e che oltre un certo limite non andrà mai.
cose delle quali, peraltro, al sottoscritto, come dicono a bolzano, nun je ne pò fregà de meno.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
Calvero
Inviato: 24/5/2012 19:58  Aggiornato: 24/5/2012 19:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Non ho capito un cazzo di quello che hai scritto anche perche' evidentemente non centra nulla con quello che ho scritto io.


Speriamo sia così

Citazione:
Professor Calvero, mi dica, cosa e' successo il 9/11 che io sono un "coglione" e non l'ho mica capito? Ed e' solo 6 anni che mi informo a riguardo....


Che ti hanno preso per il culo, che la morale di Stato te la mette in culo ... e che ...
... insomma, la vita è questione di culo

.. nel frattempo la Marmotta, Babbo Natale e Grillo confezionano la cacca e la vendono per cioccolata.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
davlak
Inviato: 24/5/2012 19:59  Aggiornato: 24/5/2012 19:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 541
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Calvero

Citazione:

Quindi una volta assodato che uno non vuole cambiare il mondo significherebbe che non potrebbe fare gravi danni?

Beppe Grillo potrebbe, se volesse, fare gravi danni eccome, ma non li farà.
ne sono convinto e tanto mi basta.
anche perchè lo conosco personalmente e mi fido dei miei istinti e sono convintissimo della sua buona fede.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
davlak
Inviato: 24/5/2012 20:04  Aggiornato: 24/5/2012 20:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 541
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
nockisrock
Citazione:

GRILLO CITA IL BILDERBERG al minuto 16:00


ne scrisse anche in un post nel 2007...magari in modo approssimativo, ma ne scrisse

http://www.beppegrillo.it/2007/06/post_24.html

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
yarebon
Inviato: 24/5/2012 20:06  Aggiornato: 24/5/2012 20:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Massimo io ti ho risposto, il lavoro che fai tu è encomiabile, ma noi lavoriamo nelle retrovie e se non parliamo di queste cose noi chi deve farlo?
Non puoi per fortuna paragonarti a Grillo, non c'entri niente con lui e con la sua situazione, sei più libero, meno compromesso e non devi parlare e dar conto a milioni di persone lobotomizzate dove scie chimiche ed inside job sono favole uguali a quelle dell'unicorno rosa , non devi dar conto ai mass-media e alla stampa mondiale, lo capisci? Ti sembra una differenza di poco conto? Ma poi da quanto in qua le scie chimiche sono la cartina tornasole della serietà di una persona? L'intervista era del 2006, non può essere semplicemente non informato o poco imnteressato, oltretutto la sua battaglia ha sempre chiarito in cosa verte.
Stesso Franceschetti che è d'accordo con te su Grillo e che conosce molto quel mondo che lo ha attaccato ferocemente, sembra quasi scendere dalle nuvole quando dice "ma perchè Grillo non parla di queste cose? Per protezione? Perchè non le sa?" STi cazzi, cavolo abbiamo un sistema politico di merda e se l'obiettivo di una persona é rendere più trasparente, orizzontale e non gerarchico questo sistema perchè parlare di scie chimiche? Cosa c'entrano con la battaglia di Grillo? Ti sembra una differenza di poco conto?
Se fai finta che non esistono queste semplici differenze allora non so cos'altro dire e come sperare di andare a parlare di dieta vegetariana ad una tribù di cannibali, quelli ti prendono per pazzo e te magnano pure.
Non sto dicendo che Grillo magari ha queste intenzioni, ma smettiamola una volta per tutte di pretendere che un uomo che ha enorme visibilità sia un supereroe che salva il mondo e che sappia tutte le teorie alternative, perchè questo emerge dai vostri discorsi, quando sapete che sono falsi, perchè a quei livelli non funziona così e a questo punto non siete diversi da chi crede alla favoletta che con una crocetta si cambia tutto.
Intanto Grillo oggi ha dichiarato che non accetterà le cifre enormi che gli spetterebbero come finanziamento ai partiti ed è coerente con ciò che va professando, sta cercando di cambiare la politica italiana, non il mondo, cosa c'entrano le scie chimiche in questo discorso?
Lo sai meglio di me che per arrivare alla stanza dei bottoni è impossibile arrivarci parlando di alcuni argomenti. Io personalmente non essendo psicopatico non ci tengo, ma so anche che a quei livelli non c'è sempre cattiva gente che vuole farci il culo,perchè non funziona tutto in bianco e nero.
Grillo lo giudicherò in base al fatto se rimarrà o meno coerente al suo programma, non se parla o meno di scie chimiche e da uno che nel passato ha difeso Obama, questo attacco a Grillo mi sembra esagerato.

Perchè avete sempre in testa questa visione del supereroe che va al potere quando sapete che

Calvero
Inviato: 24/5/2012 20:08  Aggiornato: 24/5/2012 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Beppe Grillo potrebbe, se volesse, fare gravi danni eccome, ma non li farà.
ne sono convinto e tanto mi basta.
anche perchè lo conosco personalmente e mi fido dei miei istinti e sono convintissimo della sua buona fede


Finalmente una risposta umana bravo davlak ... (non sono ironico) .. però non concordo, mi spiace, anche perché è il suo atteggiamento e i suoi programmi che perderanno il controllo. Il resto che potrei aggiungere lo ha espresso compiutamente Incredulo. E anche qui, purtroppo, non credo alla sua buona fede [di Grillo].

Quello che ho tenuto a sottolineare è che era l'affermazione che hai fatto prima che ha una logica fasulla.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
yarebon
Inviato: 24/5/2012 20:17  Aggiornato: 24/5/2012 20:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
un'altra aggiunta perchè ti ho già risposto anche nei messaggi passati ma visto che hai risposto incazzato forse non hai letto, in effetti sono un pò prolisso e lungo nei messaggi, ma lo ripeto: Se lo scopo del mcs è quello di creare una politica a rete ed orizzontale con la partecipazione dei cittadini, questo non porterà automaticamente ad un'interessamento della gente a queste tematiche?
Ripeto perchè discutete di cose che non c'entrano niente con il programma di Grillo? Criticatelo in quello

etrnlchild
Inviato: 24/5/2012 20:36  Aggiornato: 24/5/2012 20:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1057
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Quindi quando internet non c'era queste cose non sarebbero esistite secondo te?
Naturalmente sono sempre esistite, ma la diffusione e la ricerca dell'informazione non avrebbe potuto essere, per ovvie questioni fisiche, né cosi' veloce, né cosi' capillare.

Citazione:
Quando internet non c'era c'erano i libri, tonnellate di libri che trattavano gli stessi argomenti di oggi, il lavoro di ricerca era solo più lento ma avevi il tempo di metabolizzarlo.
Vero.
Citazione:
Si FREQUENTAVANO FISICAMENTE persone che condividevano gli stessi interessi.
Vero anche questo, ma sono ovvie anche le limitazione di questo sacrosanto approccio "fisico", che e' quello che ha consetito al Potere di fare i comodi suoi in tutti questi secoli.
A parte le inutili rivoluzioni "fisiche" e il sangue versato che non sono riuscite alla lunga a cambiare mai niente, giusto a fare ancora una volta il gioco del potere.

Nessuno discute del valore del contatto umano nella comunicazione, ma e' chiaro che ha delle forti limitazioni in quanto a diffusione e capillarita'. Oggi posso sapere cosa sta facendo un mio simile dall'altra parte del mondo, posso vederlo negli occhi, ascoltare la sua voce e tutto il resto, posso condividere idee, pensieri e informazione. L'odore ancora non lo posso sentire, ma sento che per ora posso farne a meno .

Che l'impegno e lo sforzo del singolo debba rimanere per capire, per sfrondare e' ovvio. Ma questo non inficia il mezzo. Ma insomma negare il valore e la rivoluzione che Internet rappresenta mentre stiamo scambiando informazioni proprio grazie a questo mi fa un po' ridere. Un po' come parlare al telefono con qualcuno dall'altra parte del mondo e dirre "questo telefono non serve a un cazzo!"

Citazione:
Tu credi veramente che internet sia uno strumento che è SFUGGITO di mano a coloro che lo hanno VOLUTO?

Certo, senza alcun dubbio.


Citazione:
nessun futuro, nessun passato solo l'ADESSO.
Per questo il M5S non ha FUTURO.

Non vedo sinceramente il nesso causale, comunque poco importa la fine della etichetta M5S.
Quello che conta sono le persone, le loro azioni, la loro capacita' di condividere, questo nessuno lo puo' cancellare.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Edea161090
Inviato: 24/5/2012 20:39  Aggiornato: 24/5/2012 20:39
So tutto
Iscritto: 10/11/2011
Da: Friuli-Veneto
Inviati: 28
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
C'è da sperare che grillo non parli di queste cose xkè è sotto minaccia! Significherebbe per lo meno che è in buona fede.

Notturno
Inviato: 24/5/2012 20:41  Aggiornato: 24/5/2012 20:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Davlak.... eh, insomma... non ne sarei così sicuro.

Anche perché viene esplicitamente detto che su questi argomenti tace per paura e che, se fosse onesto, dovrebbe: "semplicemente dire: "Signori, di questi argomenti non posso più parlare perché altrimento pago di persona. Anch'io tengo famiglia. Vedete quindi voi cosa fare."

Io non vedo Grillo come un Supereroe, anzi... ho molte perplessità su alcuni aspetti (come ho anche postato altrove), ho dubbi sulla sua visione di decrescita felice e sulla sua gestione del movimento, che mi sembra abbastanza illogica e spesso scioccamente tirannica.

Ma ha dei meriti immensi, tra cui proprio il non essersi "piegato" alle pressioni.

Per questo ho fatto quell'elenco delle sua "contrapposizioni".

Non è giusto dargli del pavido, "tengo famiglia", dopo quel suo esporsi così prolungato ed evidente.

Tutto qui.

Che poi possano astrattamente esistere dei "poteri superiori" in grado di piegarlo, beh..... sempre per restare in zona Bolzano....

esticazzi!

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Sertes
Inviato: 24/5/2012 20:49  Aggiornato: 24/5/2012 20:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Redazione ha scritto:
YAREBON, SERTES, ALTRI (argomento "la gente certe cose non le capisce"):

Smettetela di ripetere questa CAZZATA INFAME, che offende sia la GENTE che la VERITÀ. Ho già risposto questo in precedenza:

1 - Io parlo regolarmente alla radio di Roma di schiavitù del sistema bancario, di cure alternative, di scie chimiche e di 11 settembre. Hanno qualche centinaio di migliaio di ascoltatori (con un target quindi misto, e non certo elitario), e non c'è mai stato nessuno che abbia chiamato una volta per dire "ma che cazzo dice 'sto Mazzucco?" Anzi, vogliono saperne di più.

2 - Lo stesso Grillo parlava di signoraggio fino qualche anno fa nei suoi spettacoli, e nessuno si alzava e andava via incazzato. Anzi, volevano saperne di più.

Lo avete letto questo mio commento? E allora, dov'e' il vostro CONTROARGOMENTO?

Perchè continuate a cantilenare questa IMBECILLITÀ IMMONDA, vigliacca e offensiva, invece di aprire gli occhi e usare il cervello?


Il mio controargomento, lo ripeto con parole diverse, è che la consapevolezza è stratificata. Inoltre la contro argomentazione non è abbreviabile in "la gente certe cose non le capisce" ma piuttosto in "la gente certe cose non le accetta".

E questa cosa è infame, è brutta, ma è pure la verità. E mica perchè lo dico io, è l'intera scienza della propaganda che spiega che le persone sono intelligenti, ma la gente è stupida.
E' brutto? Cazzo, è bruttissimo. Però è anche vero.
Finchè uno sta tra la gente, a fare branco, a guardare la tv e a ripetere le rime, quando il culmine delle sue settimane è andare allo stadio e il culmine dei suoi anni è andare in ferie, rimane a quel livello.
Quando uno inizia a voler sapere qualcosa in più è già tutto diverso.
Quindi forse non sto dicendo una cosa così negativa, sto dicendo che se uno vuole può crescere.

Citazione:
Se quella di Grillo è una "strategia vincente" smetto subito di farmi il mazzo e mi metto anch'io a prendere per il culo chi denuncia le scie chimiche. Così vinciamo PRIMA la battaglia!


Il tuo apporto è indispensabile, e ringraziamo il cielo che ci sei. Non a caso tu vieni sempre dopo, la gente ti trova DOPO che quello che ha da dire Grillo lo ha già sentito.
Quando l'allievo è pronto il maestro arriva, dai... è come dire che Grillo insegna alle elementari, e tu alle medie!

Kempes
Inviato: 24/5/2012 21:02  Aggiornato: 24/5/2012 21:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Poi ci sono quelli che hanno parlato di scie chimiche senza quell'esposizione che gli avrebbe garantito un minimo di protezione...ed è scomparso

http://www.youtube.com/watch?v=dHCV2iGv0jQ

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Notturno
Inviato: 24/5/2012 21:06  Aggiornato: 24/5/2012 21:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:


Il tuo apporto è indispensabile, e ringraziamo il cielo che ci sei. Non a caso tu vieni sempre dopo, la gente ti trova DOPO che quello che ha da dire Grillo lo ha già sentito.
Quando l'allievo è pronto il maestro arriva, dai... è come dire che Grillo insegna alle elementari, e tu alle medie!


ma per favore......

MM ha fatto e sta facendo un lavorone immenso su alcune cose, ma perché si deve finire col pronunciare queste frasi???

Io non so se mantenete il contatto con la realtà.... boh...

Ciascuno faccia il suo, secondo inclinazioni, disponibilità e voglia, non finiamo sempre a misurarcelo, caspita.....

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
davlak
Inviato: 24/5/2012 21:10  Aggiornato: 24/5/2012 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 541
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Kempes

Citazione:

Poi ci sono quelli che hanno parlato di scie chimiche senza quell'esposizione che gli avrebbe garantito un minimo di protezione...ed è scomparso


cavolo, me lo ricordo Franco, mi è dispiaciuto moltissimo.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
DjGiostra
Inviato: 24/5/2012 21:11  Aggiornato: 24/5/2012 21:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Sertes:
Citazione:
Il tuo apporto è indispensabile, e ringraziamo il cielo che ci sei. Non a caso tu vieni sempre dopo, la gente ti trova DOPO che quello che ha da dire Grillo lo ha già sentito. Quando l'allievo è pronto il maestro arriva, dai... è come dire che Grillo insegna alle elementari, e tu alle medie!


Questa frase e' da incorniciare !!! Secondo me esprime il concetto del
ragionamento di Sertes !!!! Complimenti veramente ...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 24/5/2012 21:15  Aggiornato: 24/5/2012 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Notturno:
Citazione:
MM ha fatto e sta facendo un lavorone immenso su alcune cose,

E nessuno lo nega !! anzi.. il buon Sertes l'ha sottolieato molto bene direi..
Anzi.. a mio parere avrebbe dovuto dire che Grillo insegna nelle elementari
e Massimo all'universita'....

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
ByB
Inviato: 24/5/2012 21:18  Aggiornato: 24/5/2012 21:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 336
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
"Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza"

anche se la frase è di un massone, non si può certo negare la bontà di essa

ciao By B.

Kempes
Inviato: 24/5/2012 21:28  Aggiornato: 24/5/2012 21:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Vi racconto un piccolo episodio:

Una sera a casa decisi di far vedere "inganno Globale" ad un paio di amici. Si mangiava ,si beveva, si passava la serata insomma. Avevo lasciato accesa anche la TV come si fa di solito per lasciare libertà di scelta agli ospiti.
Beh, mentre scorrevano le immagini e i nostri commenti (convinto di aver creato la giusta tensione emotiva per capire gli avvenimenti che si stavano susseguendo nei filmati del Doc.), Un grido ci destò all'improvviso: "PALOOOOOoooooo, cazzo che traversa che ha preso...avete visto?" .... uno di noi si era completamente disinteressato all'argomento e al filmato, e i nostri richiami non servirono ad altro che a farlo reagire in maniera opposta: quelle erano tutte balle, solo sensazionalismo per vendere libri e cd, ed era impossibile che gli Americani potessero fare una cosa simile, nonostante i filmati e le testemonianze , non c'è stato verso di fargli almeno capire di usare un attimo la testa. Certe cose la gente ce le ha tattuate...PALOOOOoooo . Questa gente come la recuperi??
Scusate questa piccola testimonianza, può essere utile per capire certi meccanismi di diffusione.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Redazione
Inviato: 24/5/2012 21:34  Aggiornato: 24/5/2012 21:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
SERTES: "Inoltre la contro argomentazione non è abbreviabile in "la gente certe cose non le capisce" ma piuttosto in "la gente certe cose non le accetta"."

Non è un buon motivo per smettere di parlarne.

Tu parlane tranquillamente, poi chi le accetta le accetta e chi non lo fa saranno affari suoi.

Ma NON PUOI usare questo fatto come una giustificazione al silenzio.

NON PUOI.

NON PUOI.

NON PUOI.

NON PUOI.

NON PUOI.

(Non puoi )

Jurij
Inviato: 24/5/2012 21:38  Aggiornato: 24/5/2012 21:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2117
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Non so Massimo, Grillo è passato dal demolire sul palco un pc, a diventare uno degli alleati più fedeli della rete.

Chissà che un domani non si rimangi le battute e apra questo "secchio dell'immondizia" delle scie chimiche.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Fregatene, solo così si può distruggere "l'effetto gregge".
Redazione
Inviato: 24/5/2012 21:40  Aggiornato: 24/5/2012 21:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
KEMPES: Come dicevo prima, ci sono persone diverse al mondo. Non esiste una formula unica che possa andare bene per tutti. E soprattutto non è obbligatorio convincere nessuno.

Tu hai fatto benissimo a mettere su Inganno Globale (anche questo intendo, quando dico "rimboccarsi le maniche in prima persona"). Tu hai messo le informazioni a disposizione, poi chi vuole le raccoglie, e chi non vuole ha tutto il diritto di non farlo.

A me sembra una cosa molto semplice da capire.

Redazione
Inviato: 24/5/2012 21:42  Aggiornato: 24/5/2012 21:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
JURIJ: "Chissà che un domani non si rimangi le battute e apra questo "secchio dell'immondizia" delle scie chimiche."

Se aspetta ancora un pò, nel secchio dell'immondizia ci trova tutti noi.

Jurij
Inviato: 24/5/2012 21:46  Aggiornato: 24/5/2012 21:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2117
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Sertes
Citazione:
Inoltre la contro argomentazione non è abbreviabile in "la gente certe cose non le capisce" ma piuttosto in "la gente certe cose non le accetta".

Vorrei spezzare la famosa lancia a favore di Sertes.

Il suo commento mi ricorda bene l’avvistamento di UFO.

L’avvistamento di UFO funziona un po’ così:
Vedi l’UFO e comprendi che esiste, ma .. il tuo subconscio è fortemente spaventato.

Passano alcuni giorni e il diavoletto bastardo inizia a dirti:
- Ma sei sicuro di averlo visto?
- Non sarebbe meglio non averlo visto?
- Guarda che dormiresti più tranquillo se sapresti di non averlo visto”
- Hai visto che non l’hai visto?

Ecco perché capisco l’ipotesi che Grillo abbia “raggirato” un certo discorso per speculazione psicologica.

p.s. È tutta speculazione anche la mia perchè se devo dire la verità non ho ancora capito a cosa mira Grillo.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Fregatene, solo così si può distruggere "l'effetto gregge".
Kempes
Inviato: 24/5/2012 21:49  Aggiornato: 24/5/2012 21:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Massimo Citazione:
Tu hai fatto benissimo a mettere su Inganno Globale (anche questo intendo, quando dico "rimboccarsi le maniche in prima persona"). Tu hai messo le informazioni a disposizione, poi chi vuole le raccoglie, e chi non vuole ha tutto il diritto di non farlo.


Gia, ma credimi...è veramente scoraggiante, è come che si creasse una barriera. La cosa buona è il fatto che si è stimolati a ragionare di conseguenza per ottenere attenzione, fare strade traverse per raggiungere il dunque, a seconda dello scettico di turno.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Redazione
Inviato: 24/5/2012 21:54  Aggiornato: 24/5/2012 21:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
KEMPES: "Gia, ma credimi...è veramente scoraggiante, è come che si creasse una barriera. "

Certo che è scoraggiante. Ma è ancora più scoraggiante sentire quelli che usano questa scusa per tirarsi indietro.

Redazione
Inviato: 24/5/2012 21:59  Aggiornato: 24/5/2012 22:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
JURIJ: "Vorrei spezzare la famosa lancia a favore di Sertes. Il suo commento mi ricorda bene l’avvistamento di UFO...."

Io vorrei spezzarti le corna, se solo le avessi! (Scherzo, ovviamente).

Al contrario degli UFO, il fenomeno delle scie chimiche è ampiamente dimostrabile, in modo irrefutabile. Come ha fatto anche di recente uno di quei coglioni che vivono nella 5a dimensione.

Non puoi fare un paragone come il tuo.

dr_julius
Inviato: 24/5/2012 22:12  Aggiornato: 24/5/2012 22:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1597
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Kempes: grazie di aver ricordato Franco

Sertes: il tuo ragionamento mi ricorda un articoletto che disquisiva della differenza tra essere"populista" ed essere "popolare".

qui: http://www.ilpost.it/gianlucabriguglia/2012/05/23/populista-e-popolare/

Citazione:

Populista è il pensiero che si rivolge direttamente al popolo per saltare le mediazioni, che si fa portavoce del popolo (che è un’astrazione) per evitare argomenti complessi perché “il popolo non capirebbe…"



Trattare gli altri (e ancor più il popolo) come bambini è una nota tecnica della propaganda. La cosa più incredibile è che... funziona!

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Jurij
Inviato: 24/5/2012 22:16  Aggiornato: 24/5/2012 22:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2117
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Redazione
Citazione:
Io vorrei spezzarti le corna, se solo le avessi! (Scherzo, ovviamente).

Al contrario degli UFO, il fenomeno delle scie chimiche è ampiamente dimostrabile, in modo irrefutabile. Come ha fatto anche di recente uno di quei coglioni che vivono nella 5a dimensione.

Non puoi fare un paragone come il tuo.

Massimo non era mia intenzione togliere credibilità alla questione scie, la mia è soltanto l’idea che la gente si possa “chiudere” su questo discorso ed iniziare a prendere l’M5S come qualcosa di non sicuro.

Come ho detto prima non so a cosa mira Grillo, ma voglio rimanere positivo e pensare che abbia fatto le battute su questo tema solo con l’idea che la gente non lo avrebbe compreso/seguito, oppure per una sua mancanza di approfondimento sul tema.

p.s. Ci tengo a precisare che la mia è un’analisi il più positiva possibile sul personaggio Grillo, sia chiaro che però il sottoscritto rimane dalla parte di Rorschach e non di Adrian Veidt.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Fregatene, solo così si può distruggere "l'effetto gregge".
DjGiostra
Inviato: 24/5/2012 22:26  Aggiornato: 24/5/2012 22:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Jurij:
Citazione:
Come ho detto prima non so a cosa mira Grillo, ma voglio rimanere positivo e pensare che abbia fatto le battute su questo tema solo con l’idea che la gente non lo avrebbe compreso/seguito, oppure per una sua mancanza di approfondimento sul tema.

Assolutamente possibile.. Ma perche' sbeffeggiare chi ci crede ?
Bastava solamente non affrontare il discorso o deviarlo su altre strade.
Anche io la penso come te ma questo dubbio credo sia legittimo..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
TAD
Inviato: 24/5/2012 22:41  Aggiornato: 24/5/2012 22:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Voglio ringraziare la Redazione per la celerità e soprattutto la disponibilità dimostrate con la pubblicazione del presente.

Tuttavia non ho trovato nè nell'articolo, nè nei commenti, una risposta al quesito che proponevo.

Nessuno può permettersi di contestare questa citazione:

Citazione:

La risposta dovrebbe essere evidente per tutti, e sta nelle parole pronunciate tempo fa dallo stesso Beppe Grillo: "Il cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato "crede" di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. "


Ma non riesco ancora davvero a comprendere in che modo la divulgazione di tutte le informazioni inerenti 9/11, Scie Chimiche e Signoraggio Bancario possa aiutare a risolvere:



- Corruzione della classe dirigente;

- Limitazione del numero di mandati dei parlamentari;

- Redistribuzione del reddito;

- Pressione fiscale;

- Disoccupazione giovanile e generalizzata;

- Precarietà del lavoro;

- Approvigionamento energetico;

- Sostenibilità dell'approvigionamento energetico;

- Implementazione nuove tecnologie di comunicazione;

- Innalzamento del livello qualitativo dei media esistenti;

- Sostenibilità della produzione di beni deteriorabili.

- Smaltimento Rifiuti solidi urbani;



Forse - nonostante non abbia più la TV da 5 anni - sono comunque riusciti a fare un ottimo lavoro con me: un perfetto lavaggio del cervello; ma ho provato ad immaginare un ipotetico attacco degli Anonymous:

Ho provato ad immaginare un hacking nazionale di tutti i media esistenti - 24 ore su 24 - 7 giorni su 7 - per un mese.

Gli Anonymous - in questo film impossibile - trasmetterebbero per 30 giorni consecutivi - a catena - su tutti i dispositivi atti alla ricezione di contenuti multimediali...


...tutti i documentari redatti da Luogocomune.net, TankerEnemy.com e... (non so, suggeritemi un sito che si occupi esclusivamente di Signoraggio).


Ebbene, lascio a voi la scelta di 1/3 delle problematiche da me proposte che verrebbero risolte da un hacking informatico generalizzato a livello nazionale.

In tutto sono 12 questioni di interesse collettivo.

Se qualcuno potesse illustrarmi in che modo la piena consapevolezza della popolazione nazionale sui fatti inerenti 9/11, Scie Chimiche e Signoraggio Bancario è in grado di aiutare a risolverne anche solo 4...

~WÃSÐ Lifestyle~
Pispax
Inviato: 24/5/2012 22:44  Aggiornato: 24/5/2012 22:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Redazione


Citazione:
E lasciate stare Lao-Tzu, perfavore! Se quella di Grillo è una "strategia vincente" smetto subito di farmi il mazzo e mi metto anch'io a prendere per il culo chi denuncia le scie chimiche. Così vinciamo PRIMA la battaglia!


Sei proprio sicuro sicuro che la battaglia sia la stessa?

CatOrcio
Inviato: 24/5/2012 23:08  Aggiornato: 24/5/2012 23:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 102
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
In conversazione "libera" Grillo dice che argomenti come le scie chimiche sono "buchi neri"

Beppe Grillo e le scie chimiche
http://www.youtube.com/watch?v=pmi4ABtlBlY

yarebon
Inviato: 25/5/2012 0:08  Aggiornato: 25/5/2012 0:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Sertes ha scritto
Citazione:
Il tuo apporto è indispensabile, e ringraziamo il cielo che ci sei. Non a caso tu vieni sempre dopo, la gente ti trova DOPO che quello che ha da dire Grillo lo ha già sentito.
Quando l'allievo è pronto il maestro arriva, dai... è come dire che Grillo insegna alle elementari, e tu alle medie!


giusto, qui nessuno dice che non si debba parlare di queste cose, tutt'altro, ma ognuno deve fare la sua battaglia e non sta a noi giudicare qualcuno perchè non segue i nostri ragionamenti, il "o con noi o contro di noi" lo lasciamo a Bush e company. Ognuno sceglie il suo metodo e Grillo fin'ora rispetto al suo modo di agire e agli obiettivi che si prefissa è stato coerente, quindi criticarlo quando si elogia un Obama o un Hollande che in realtà non promuovono nulla di nuovo, ecco appunto mi sembra prematuro, soprattutto perchè Grillo va vicino a quello che molti prospettano qui dentro, autogestione e decentralizzazione, se poi si rivelerà un fuoco fatuo la rete lo spazzerà via, intanto l'idea è stata installata e questo e più importante delle scie chimiche ad un certo livello, perchè solo cambiando il sistema si possono combattere battaglie più importanti.
La bestia all'interno non si combatte andando contro i mulini a vento! Parlo di Grillo, non di noi gente comune che facciamo bene a parlare di questi argomenti, anche per facilitare il compito alla gente brava che sta dentro il ventre della bestia che non aspetta altro che si possa parlare liberamente di tutto questo.
E ripeto leggetevi Sun Tzu che fa sempre bene anche nella vita personale

ELFLACO
Inviato: 25/5/2012 1:45  Aggiornato: 25/5/2012 2:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1712
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Sono molto d'accordo con l'ultimo intevento di Notturno .

Grillo è riuscito a canalizzare la dellusione di molti in voglia di fare a livello politico ,locale sopratutto, secondo me.
Non si è limitato a continuare ad elencare le malefate dei politici . Ad un certo punto a deciso di usare la sua popolarità per trasformare questa dellusione della gente nel motore che spinge molti ad impegnarsi politicamente in prima persona .

E sono sicuro che il suo non parlare di scie chimiche o di signoraggio sia un strategia . Come si è detto prima la gente non accetta 9/11,le scie chimiche,signoraggio,gli alieni,ecc .Si interessa alla cosa ma quando incomincia ad intravedere ,ad intuire ,che se riuscisse a capire in profondità questi argomenti la sua vita cambierebbe in una maniera che non riesce neanche ad immaginare ,allora si rifiuta di andare avanti nella ricerca . Parlo della maggioranza .

Credo che Grillo abbia capito molto bene questo meccanismo e abbia scelto di far mandar giù la pillola alla gente un pò alla volta .

Ha affrontato di petto molti argomenti in passato ( i ladri socialisti,craxi,ecc) ma se lo facesse con le scie chimiche perderebbe popolarità e credibilità agli occhi della massa .

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Redazione
Inviato: 25/5/2012 2:07  Aggiornato: 25/5/2012 2:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
TAD: Citazione:
Ma non riesco ancora davvero a comprendere in che modo la divulgazione di tutte le informazioni inerenti 9/11, Scie Chimiche e Signoraggio Bancario possa aiutare a risolvere:

- Corruzione della classe dirigente;

- Limitazione del numero di mandati dei parlamentari;

- Redistribuzione del reddito;

- Pressione fiscale;

- Disoccupazione giovanile e generalizzata;

- Precarietà del lavoro;

- Approvigionamento energetico;

- Sostenibilità dell'approvigionamento energetico;

- Implementazione nuove tecnologie di comunicazione;

- Innalzamento del livello qualitativo dei media esistenti;

- Sostenibilità della produzione di beni deteriorabili.

- Smaltimento Rifiuti solidi urbani;
Infatti. Io non ho mai fatto affermazioni di questo tipo. Per quello "non trovi la risposta".

La tua è la classica "loaded question", la fallacia della domanda pesante, dove parti da una premessa che non è necessariamente vera, e pretendi una risposta che la soddisfi in ogni caso.

A proposito, TAD, hai smesso di picchiare tua moglie? (Se tu fossi sposato, probabilmente mi risponderesti "Chi ha mai detto che io abbia iniziato a picchiarla, scusa?")

Io ti ho risposto comunque, perchè l'articolo andava scritto in ogni caso. Ma non l'ho fatto certo nei termini scolastici che pretendevi tu.

Se poi vuoi provare a sforzarti, magari riesci a vedere qualche collegamento fra quello che dico io e i traguardi che indichi tu. Ma ci sono di mezzo una ventina di passaggi almeno, per arrivarci. Non si tratta di schiacciare un semplice bottone con la scritta "risolvi tutto in 5 minuti".

Pispax
Inviato: 25/5/2012 2:11  Aggiornato: 25/5/2012 2:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
CatOrcio, quel video fa cagare.
Ci vuole tutta la faziosità di chi l'ha commentato per riuscire a mettergli in bocca le cose che non ha detto. E la medicina birmana (?) allora?

Premetto che a me Grillo non piace e non credo che lo voterò. Non sono un grillino. Neppure Barnard e Travaglio mi piacciono.

Però mi fa anche incazzare come OGNI VOLTA che c'è qualcuno che si prova a dire qualcosa di diverso, arriva subito un esercito di persone in pieno impeto masturbatorio a sostenere che "quello è un venduto".
E' un Venduto "perché non parla di".

E allora Travaglio è un Venduto "perché non parla del signoraggio"; Grillo è un Venduto "perché non parla delle scie chimiche", o almeno non più, o forse ha solo cambiato idea; e Barnard è un Venduto "perché non parla del 9/11" (e quando ne parla ne parla male).

C'è tutta questa corsa a dimostrare chi ha l'uccello più lungo e chi se lo tira di più. Chi è il più bravo a denunciare il "venduto".
La gara spasmodica a chi è più cinico e disilluso.
"Tu credi che San Francesco fosse davvero un santo? Sei un coglione! San Francesco era un MASSONE! Se prendi il Cantico dei Cantici e leggi una parola su tre, e una su quattro se il numero d'ordine è divisibile per 8, o una su sei se è un versetto dispari (ma questo non vale per le righe 5 e 9), ci scopri un Messaggio Occulto Massone e Satanista!"


Circola questo atteggiamente stupido, che si trova ben evidenziato in quel video, dove la gente prende UN tema, e solo quello, e lo mette come Paradigma di Affidabilità.
(Oppure anche due o tre, chi se ne frega)
Se te però non parli di QUELLO allora sei un Venduto. Non ha importanza tutto il resto delle cose che dici: non hai parlato di QUELLO.
Ciò è male.
MALISSIMO: quindi è legittimo spararti alle spalle senza indugio.
QUEL video imputa a Grillo il discorso sulle scie chimiche: e lo fa riprendendo un video dove altre persone imputavano a Grillo il suo slienzio su Tesla.
Fantastico.


Solo che questa non è la gara a chi ha l'uccello più lungo. E' la gara a chi se lo taglia più corto.
Perché se il criterio è questo, allora nei fatti è del tutto impossibile che una qualunque idea nuova possa aver successo.
E' l'autocondanna all'immobilismo: e la cosa paradossale è che i giudici che se la infliggono sono quelli che A PAROLE dichiarano di volere i più grossi cambiamenti.
Persino il più feroce critico del regime, che non necessariamente è Grillo, se non parla di QUELLO allora diventa privo di qualunque sostanza.
Un Venduto, appunto.


Di conseguenza Gino Strada è un Venduto perche "non parla" del bicarbonato; Giovanni Falcone è un Venduto perché "non parlava" del Dominio Americano Sull'italia e della Strage di Ustica (facoltativo: piazza Fontana); Madre Teresa di Calcutta era Venduta perché "non parlava" del Problema Palestinese; e quel Venduto di Einstein non ha MAI parlato di Nicola Tesla. E mica ci vorremo dimenticare di quell'Orrido Venduto di Pablo Picasso, che MAI, in tutta la sua vita, ha denunciato il problema della Sovranità Monetaria, vero?


Chiaramente QUELLO è argomento a piacere. Ma tanto è una Grande Famiglia: io rispetto il tuo Quello e tu rispetti il mio.
Tanto la roba che conta è di restare chiusi in questo bel vicolo cieco, che almeno qui non piove.


Venghino, Siore e Siori!
Dimostrate che ce l'avete più lungo Voi!
Tirate fuori il vostro metaforico uccello e appoggiatelo su quel ceppo laggiù!
Si, così, bravo. Con delicatezza.
La mannaia è sul ripiano: un bel colpo secco e via!

manneron
Inviato: 25/5/2012 2:47  Aggiornato: 25/5/2012 3:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 797
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Lo stesso Grillo parlava di signoraggio fino qualche anno fa nei suoi spettacoli, e nessuno si alzava e andava via incazzato. Anzi, volevano saperne di più.


pregasi postare link video beppe grillo dove parla di signoraggio....
ho trovato questo dove parla e dice che stampano moneta e la prestano. dove parla di signoraggio?
parla del potere dei grandi banchieri, tra cui fazio: e sappiamo che fine ha fatto fazio
dice che hanno rivalutato l'oro sulla carta, ma si poi si è rivalutato da solo, semmai hanno il problema di svalutarlo.
poi dice che l'oro non serve, ma una volta stampavano soldi se c'era oro(allora serviva o no?)
una volta avevi le monete d'oro ed era tuo( allora serviva o no?)
poi si lamenta che la proprietà delle banche è privata e dice che dovrebbe stampare soldi lo stato.
non vedo signoraggio. dove dice che le banche stampano cento e quando li restituisci si tengono i soldi prestati? si lamenta della proprietà delle banche, ma non del signoraggio.
poi ha una certa confusione su cosa serve o non serve. direi che non ha una conoscenza tecnica dell'argomento. solleva i temi, ma non sa perchè si fa così. dice che deve essere lo stato a stamparli. come? quando servono ne stampano un po'....?????????????????? are you crazy? e ci metti i partiti a decidere??????????????
http://www.youtube.com/watch?v=CJJ9rzReXso

per quanto mi riguarda state dicendo che grillo ha detto cose che non ha mai detto... vi state incartando nelle vostre supposizioni, come quello che ha commentato il video. per questo grillo dice che ci sono dei pazzi che lo perseguitano con teorie assurde, non è questione che sia controllato o meno. per lui sono assurde e basta. ( anche questo non lo ha detto ma lo deduco io, ma almeno sono consapevole che sto interpretando la sua posizione, posso sbagliare, ma non possiamo andare fuori di testa a sto modo).
grillo non ha una teoria economica, ha ricette... come la nonna. non ha la minima idea se funzionino o meno, si basa sul buon senso, ma è il suo buon senso. (oddio, dopo aver visto la teoria economica di monti all'opera, direi che anche sparare a cazzo produce effetti positivi al 50% e sarebbe meglio che produrre effetti positivi allo zero %).

altra sua ricetta è quella di mettere dei giovani mai invischiati in politica. funziona? può essere che elimini una parte della vecchia corruzione e che ci vorranno anni per sostituirla con quella nuova, quindi potrebbe anche funzionare a breve termine, ma alla lunga?
allora arriva la seconda ricetta: mandati elettorali limitati, ma nulla vieta che si sistemino i vecchi amministratori in posti pubblici. e arriviamo al punto dolente: riforma della pubblica amministrazione. quando andrà al governo avrà la pubblica amministrazione tutta contro e lì che si vedrà quanto ci metterà a sclerare.

Redazione
Inviato: 25/5/2012 2:57  Aggiornato: 25/5/2012 3:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
MANNERON: "pregasi postare link video beppe grillo dove parla di signoraggio.... ho trovato questo dove parla e dice che stampano moneta e la prestano. dove parla di signoraggio?"

Non intendevo signoraggio in senso stretto ("chi possiede la stampante"), ma di schiavitù del sistema bancario del prestito in generale. Grillo una volta denunciava apertamente il meccanismo della FIAT money, poi di colpo ha smesso di farlo.

(A me sinceramete del dibattito interno fra signoraggisti, austriaci e turcociprioti non me ne è mai fregato di meno, e non è comunque questo il thread in cui venire a riproporlo. Giàst in chèiz ).

manneron
Inviato: 25/5/2012 3:11  Aggiornato: 25/5/2012 3:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 797
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Grillo una volta denunciava apertamente il meccanismo della FIAT money, poi di colpo ha smesso di farlo


perchè è una cazzata. ma che stiamo denunciando? che il mondo è schiavo del danaro? nel 2012 lo abbiamo capito? perchè una volta si stava meglio? una volta era diverso? la gente era più buona? i valori erano più veri?

per caso stavo ascoltando oggi uno dei video di augias su beethoven e parlava di una donna di cui si era innamorato nelle sue lettere diceva che gli sarebbe piaciuto sposare quel rozzo ma simpatico compositore, ma non poteva "scendere così in basso" e intendeva nella scala sociale.(just to remember the old style of living...)

stiamo rinominando questioni vecchie.
fiat money per noi
piano del capitale per i comunisti
dio mammona per i religiosi

.... same old stuff.........

beppe grillo era un comico che poneva temi sociali. ma nulla vieta che certe cose sia meglio non citarle più se non vuoi che ti chiedano: tu come faresti?
penso che lo sappia anche lui ora che è in politica, quindi se non hai una teoria economica meglio che smetti di dire che le banche stampano soldi e te li prestano. non è una questione di avere paura, è una questione che la sua soluzione, quella che a stampare sia lo stato, fa schifo uguale. si sarà anche reso conto di qualche errore. e poi ripeto: era un comico e vedeva le cose da comico a quel tempo.
più sensato attaccare sugli incroci dei consiglieri dei consigli di amministrazione... altra ricetta.
non possiamo prendere tutto il passato di grillo e rinfacciarglielo perchè non era un terorico di qualcosa che ora ha rinnegato, era solo un comico. di sto passo ci toccherà rinfacciargli anche la solita ritrita storia della pubblicità dello yogurt.
azzo, avessi mai votato grillo... anzi, avessi mai votato negli ultimi 10 anni....
la questione non è tra signoraggisti o austriaci, la questione è che puoi anche sparare dell cazzate, specialmente se di mestiere fai proprio quello di sparare cazzate...

Redazione
Inviato: 25/5/2012 3:11  Aggiornato: 25/5/2012 3:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
PISPAX: "Se te però non parli di QUELLO allora sei un Venduto. Non ha importanza tutto il resto delle cose che dici: non hai parlato di QUELLO."

Io non ho mai fatto quel tipo di ragionamento. Se quindi il tuo post è indirizzato (anche) a me dillo chiaramente.

Altrimenti il tuo delirio va benissimo, si adegua perfettamente alle stupidaggini che vuoi criticare.

Redazione
Inviato: 25/5/2012 3:16  Aggiornato: 25/5/2012 8:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
SERTES: "Il tuo apporto è indispensabile, e ringraziamo il cielo che ci sei. Non a caso tu vieni sempre dopo, la gente ti trova DOPO che quello che ha da dire Grillo lo ha già sentito."

Questa mi piace, davvero ti sei superato nella ricerca della "giustifica" a tutti i costi: Beppe Grillo come "stepping stone" verso verità più acute.

"Egli chinava umile la schiena - scriveranno un giorno di lui - incurante della sofferenza e dell'umiliazione, in modo che il volgo potesse salirvi per accedere a verità più sublimi che egli stesso non era degno di nominare...."

A Riccà .... ma chette sei bevuto stammatina?

CERTO che la gente trova prima lui! Grillo lo conoscono tutti da 40 anni, come fai a non "trovarlo"? E' presente dovunque ti giri ormai. Ma non è che dopo arrivano a me TRAMITE lui. Le due cose non hanno nessun collegamento. Hai mai sentito Grillo pronunciare il mio nome una sola volta, per caso?

Kempes
Inviato: 25/5/2012 3:42  Aggiornato: 25/5/2012 3:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Perché se il criterio è questo, allora nei fatti è del tutto impossibile che una qualunque idea nuova possa aver successo. E' l'autocondanna all'immobilismo:


Concordo in pieno Pispax

Se uno poi ce l'ha con le banche e con queste vipere farebbe meglio a non metterci piu soldi dentro per non alimentare quel mostro che dice di odiare. Io forse sono aiutato dal fatto che non ne ho molti quindi non ce li metto e se ce li avessi non ce li metterei comunque (come gia capitato anche all'estero). Chi decide di farlo e poi si lamenta deve lamentarsi prima di tutto con se stesso, perchè in quel modo sta accettando e firmando quel patto che gli serve per rimanere in questa società che dice di criticare, sperando di ricavarne qualcosa.
Scusata la divagazione. Non lo faccio più.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Pispax
Inviato: 25/5/2012 3:56  Aggiornato: 25/5/2012 4:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Redazione


Citazione:
Io non ho mai fatto quel tipo di ragionamento. Se quindi il tuo post è indirizzato (anche) a me dillo chiaramente.


Ultimamente tutti quanti mi accreditano di grande astuzia e doppiogiochismo.
Ma non è così. Io PARLO chiaramente.

E ho detto CHIARAMENTE che mi stavo riferendo a un video ben preciso.
Quello postato da CatOrcio.
Se avessi voluto parlare dell'articolo avrei preso una citazione dell'articolo.

Poi è chiaro - o almeno dovrebbe essere chiaro a chi si è preso la briga di leggere senza troppi pregiudizi - che oltre a Grillo ho riportato altri due casi: quello di Travaglio (youtube è pieno di video che denunciano "l'imbarazzante silenzio" di Travaglio sul tema del signoraggio. Però a essere imbarazzanti sono quei video, perlopiù) e quello di Barnard (anche su LC, ma non solo, la principale accusa che viene mossa a Barnard è che "non crede nelle teorie del 9/11. E questo eclissa il resto. Parlando di Barnard, non che la cosa sia un male).
Questo definisce un comportamento diffuso. Particolarmente inutile e masochista.(*)

Se TU ritieni che il tuo modo di pensare ricalchi questo comportamento inutile e masochista(*), allora fai bene a sentirti chiamato in causa.
Altrimenti no.



(*) EDIT: e stupido. Avevo dimenticato "stupido". Chiedo scusa.



Citazione:
Altrimenti il tuo delirio va benissimo, si adegua perfettamente alle stupidaggini che vuoi criticare.


"Delirio"?

Kempes
Inviato: 25/5/2012 3:58  Aggiornato: 25/5/2012 4:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Per la cronaca , anche Santoro inizia ad infastidirsi di Grillo, la cosa è veramente interessante, visto che parla per la prima volta (cosa mai fatta prima quando faceva vedere i suoi video) di Casaleggio.
Sono certo che qualche paranoico vedrà in questo qualche messaggio cifrato, o cercherà di vedere se la linguetta di Santoro tocca il labbro superiore o si mette la mano dentro la giacchetta.
Finchè Grillo se ne stava nei palasport non dava fastidio a nessuno, in certi casi faceva anche comodo. Credo che questo debba far riflettere se la gente è interessata veramente ad un cambiamento. Mi ricordo che il buon Winston di 1984 fini per amare il suo boia.
io sono per la buona fede di Grillo.

http://www.youtube.com/watch?v=8j8qzHcXkNE
per la cronaca l'intervento inizia al min 4:50

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 4:02  Aggiornato: 25/5/2012 4:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
____________________
________________

OK .. ormai è chiaro:
- la differenza tra cruciale e prioritario non la si [vuole] comprendere

Comunque sì: questo è un venduto, quello è un venduto, quell'altro fa orecchie da mercante e quell'altro è un gatekeeper ... è così, quindi?

... che cazzo c'entra l'immobilismo quando ci sono più venduti che granelli di sabbia ? ma dimmi tu .. che forse qualcuno ancora non si sia accorto che il Sistema viaggia sulla logica di chi si vende meglio e prima? .. o state scrivendo da Marte?

.. a me è bastato scoprire, quando ero solo alle elementari, che vivevo in un mondo di scemi, e che si potesse fondare una Repubblica sul lavoro. Cazzo è proprio vero che Manicomio è scritto fuori ....

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
manneron
Inviato: 25/5/2012 4:07  Aggiornato: 25/5/2012 4:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 797
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Per la cronaca , anche Santoro inizia ad infastidirsi di Grillo, la cosa è veramente interessante


santoro si incazza perchè è costretto sempre ad invitare i soliti e non riesce ad avere grillo o grillini, quindi ha mandato l'avviso: o ti fai sentire o cominciamo a tirar fuori cose su di te. un bel poco mafioso come atteggiamento, non credo faccia onore a santoro.

Calvero
Inviato: 25/5/2012 4:11  Aggiornato: 25/5/2012 4:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Finchè Grillo se ne stava nei palasport non dava fastidio a nessuno, in certi casi faceva anche comodo.


Guarda che, ad esempio, io sono tra i primi (c'ho aperto anche un Topic) a riconoscere come la politica ufficiale (o "vecchia" che dir si voglia) e i "Tesserati televisivi" che viaggiano sotto falso nome (stile quella ciofega di Sant'Oro) stessero/stanno rosicando e di brutto. E sono anche un frego contento ... e quindi? ...

... non sono mica loro al Potere.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 4:13  Aggiornato: 25/5/2012 4:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
... non credo faccia onore a santoro


Quale onore? .. da quando le troie di regime ne hanno?

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Redazione
Inviato: 25/5/2012 4:14  Aggiornato: 25/5/2012 4:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
PISPAX: Citazione:
"E ho detto CHIARAMENTE che mi stavo riferendo a un video ben preciso. Quello postato da CatOrcio. Se avessi voluto parlare dell'articolo avrei preso una citazione dell'articolo."
Sorry, avevo letto male. Sto seguendo 4 thread in una volta, insieme ai soliti mille altri cazzi of course.

Citazione:
Altrimenti il tuo delirio va benissimo, si adegua perfettamente alle stupidaggini che vuoi criticare.

"Delirio"?
Avendo capito male, avevo tratto anche la conclusione sbagliata. Scusami di nuovo.

(Almeno, nel doppio errore ero stato coerente . Come dicono gli eschimesi, Magra consolatio salvat reputatio ).

Kempes
Inviato: 25/5/2012 4:15  Aggiornato: 25/5/2012 4:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
la differenza tra cruciale e prioritario non la si [vuole] comprendere

la differenza che mi salta subito agli occhi è che c'è gente che ha punti di vista diversi dal tuo,dal mio ecc.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 4:17  Aggiornato: 25/5/2012 4:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
la differenza che mi salta subito agli occhi è che c'è gente che ha punti di vista diversi dal tuo,dal mio ecc.


..e che non ci sono più le mezze stagioni non lo vogliamo mettere?

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Kempes
Inviato: 25/5/2012 4:30  Aggiornato: 25/5/2012 4:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Si, ce la metterei come frase, sara fatta ma è vera.
In ogni caso non ho cosi tanto tempo da buttare dietro un computer per farmi bello , formulando le piu improbabili ammissioni di egomaniaca paranoia.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 4:50  Aggiornato: 25/5/2012 4:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Si, ce la metterei come frase, sara fatta ma è vera.
In ogni caso non ho cosi tanto tempo da buttare dietro un computer per farmi bello , formulando le piu improbabili ammissioni di egomaniaca paranoia.


... qualche altra formuletta della relatività non ce l'hai ?

Non ti preoccupare, su LC è difficile farsi belli ... ti costerebbe molta fatica, sino ad ora non ne ho visto nessuno riuscirci. Cos'è che ti turba??

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 5:12  Aggiornato: 25/5/2012 5:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
_________
____

Un altra domanda:

.. ma l'immobilismo è quella cosa che viene di notte con le scarpe tutte rotte, quando decidi di non giocare secondo le regole della politica?

No perché questo è razzismo eh .. checcazzo.
Discriminazione pura.

Non so perché ma la logica mi dice che l'immobilismo sia quello che si materializza quando deleghi. Non viceversa. Com'è strana la logica a volte. Tirando le somme, quindi, cosa abbiamo?: - abbiamo un Secolo in cui si Vota, si delega; i popoli - grazie a questo - sono immobili, regna la morale di Stato ...e le cose come sono andate? sono peggiorate e peggiorano esponenzialmente ...

.. e adesso che si vuole Votare ancora, che si insegna al pubblico ammaestrato a [famoso rullo di tamburi] .. rimanere ancora ammaestrato e si persegue e foraggia ancora [ altro ... rullo di tamburi] la morale di Stato, sì sì, quella che ha fatto più danni del meteorite che ha annientato i poveri dinosauri.... ecco che ti arriva anche lo spauracchio dell'immobilismo per chi non vuole giocare più a questo abominio gestito dal Potere. Bella, Pispax; il tuo masterpiece

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Bakunin
Inviato: 25/5/2012 6:08  Aggiornato: 25/5/2012 6:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 47
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ma scusate, come fate ad ipotizzare che Grillo sia un cacasotto ?
Ma avete mai letto seriamente e interamente i programmi e le proposte elencate sul blog ?
Comunque per capire quanto un argomento, una campagna, un'idea, dia veramente fastidio al potere, io utilizzo una cartina di tornasole molto semplice, anzi diciamo due:

1 - Il livello di repressione delle Forze dell'Ordine.
Ovvero quanto violentemente i manganelli si abbattono sulla testa della gente (intendo gente "normale", ragazzi, donne, anziani e perfino bambini). Penso sia inutile citare i due esempi clamorosi del G8 genovese e della TAV.
Bene, provate un pò ad indovinare (o ad informarvi a tal proposito) che posizioni ha Grillo sulla TAV ? Poi, se volete vedere dietrologie mistificatorie anche in questo, è inutile discutere.

2- Il linciaggio mediatico.
Ovvero quando gli organi di stampa procedono compatti e uniformi, a prescindere dalle teoriche differenti posizioni, con campagne denigratorie e diffamatorie, vuol dire che si è fatto Bingo, che si sta dando davvero fastidio.
Perchè se ora si ha anche il coraggio e la sfrontatezza di sostenere che Grillo sia sostenuto dai media, il dubbio che qualcuno invece sia qui appositamente per screditarlo unitamente al M5S, diventa più che un dubbio, dato che la stampa di regime lo ha massacrato e sta provando a farlo tuttora (con qualche piccola difficoltà in più...), in ogni modo e da ogni angolazione, come è molto facilmente verificabile con un minimo di onestà intellettuale.

nota a nargine: non ho niente a che fare col M5S

Jurij
Inviato: 25/5/2012 6:40  Aggiornato: 25/5/2012 6:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2117
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
DjGiostra
Citazione:
Assolutamente possibile.. Ma perche' sbeffeggiare chi ci crede ?
Bastava solamente non affrontare il discorso o deviarlo su altre strade.
Anche io la penso come te ma questo dubbio credo sia legittimo..

Completamente in dubbio con te, ma Grillo non è sicuramente un uomo perfetto.

Serve però la sua carica per motivare la parte buona a prendere in mano il prorpio destino.

La mia positività andava a quei ragazzi che ci hanno creduto finora e che sono stati al freddo nei banchetti a raccogliere firme … la parte buona che crede ancora in qualcosa e che può cambiare il sistema perché è già una massa critica.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Fregatene, solo così si può distruggere "l'effetto gregge".
Jurij
Inviato: 25/5/2012 6:49  Aggiornato: 25/5/2012 6:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2117
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
ELFLACO
Citazione:
E sono sicuro che il suo non parlare di scie chimiche o di signoraggio sia un strategia . Come si è detto prima la gente non accetta 9/11,le scie chimiche,signoraggio,gli alieni,ecc .Si interessa alla cosa ma quando incomincia ad intravedere ,ad intuire ,che se riuscisse a capire in profondità questi argomenti la sua vita cambierebbe in una maniera che non riesce neanche ad immaginare ,allora si rifiuta di andare avanti nella ricerca . Parlo della maggioranza .

Elflaco, hai lo stesso mio pensiero, spero che non ci sbaglieremo :o)

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Fregatene, solo così si può distruggere "l'effetto gregge".
DjGiostra
Inviato: 25/5/2012 7:41  Aggiornato: 25/5/2012 7:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Jurij:
Citazione:
Completamente in dubbio con te, ma Grillo non è sicuramente un uomo perfetto.

Daccordissimo..

Citazione:
Serve però la sua carica per motivare la parte buona a prendere in mano il prorpio destino.

Daccordissimo..
Io infatti credo nella buona fede di Grillo e credo anche io che abbia
pensato che per il bene del movimento certi argomenti scottanti
e' meglio evitarli, giusto o sbagliato che sia,oppure che e' stato
"incoraggiato" a evitare questi argomenti..
Anche perche' e' un accannito sostenitore della rete e sulla rete
queste informazioni ci sono.. (Approposito: io sono uno di quelli che
prima ha conosciuto il blog di Grillo e poi seguendo dei link a catena
partendo da un suo link sono arrivato a LuogoComune e qui mi e'
salita la pressione e la cirrosi epatica !!!!! )

Citazione:
La mia positività andava a quei ragazzi che ci hanno creduto
finora e che sono stati al freddo nei banchetti a raccogliere firme … la parte buona che crede ancora in qualcosa e che può cambiare il sistema perché è già una massa critica.

Stendo un tappeto rosso a questa gente !! che le motivazioni siano
giuste o sbagliate si danno da fare !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
ulixes
Inviato: 25/5/2012 9:41  Aggiornato: 25/5/2012 9:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2011
Da:
Inviati: 65
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?

Notturno
Inviato: 25/5/2012 9:48  Aggiornato: 25/5/2012 9:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
La figura di Casaleggio è poderosamente inquietante.

Proprio tanto......

Anche uno dei link di quest'articolo citato da ulixes suscita inquietudine:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/10/guru-%E2%80%9Cgengis-khan%E2%80%9D-cerchio-magico/225142/

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
sdebunko
Inviato: 25/5/2012 9:55  Aggiornato: 25/5/2012 9:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ecco come volevasi dimosreare

il MOVIMENTO è di propietà della Casaleggio, alla quale Grillo ho lasciato carta bianca, come nel suo blog... non è un movimento del popolo come si vuol far credere,è la Casaleggio che tramite il blog e altra propaganda ha dato vita ad un movimento con un orientamento ben determinato, ed i più giovani, meno preparati a cosa implica fare politica e ancora pieni di sogni sono rimasti intrappolati nella "rete", era già tutto scritto da tempo


http://www.corriere.it/politica/12_maggio_25/parma-pizzarotti-grillo-alberti_a7006b6c-a629-11e1-adca-f1e67e46c97e.shtml

Sertes
Inviato: 25/5/2012 10:04  Aggiornato: 25/5/2012 10:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Redazione ha scritto:
CERTO che la gente trova prima lui! Grillo lo conoscono tutti da 40 anni, come fai a non "trovarlo"? E' presente dovunque ti giri ormai. Ma non è che dopo arrivano a me TRAMITE lui. Le due cose non hanno nessun collegamento. Hai mai sentito Grillo pronunciare il mio nome una sola volta, per caso?


Questo purtroppo è un peccato bello grosso.

A breve tu avrai tra le mani il film definitivo sul 9/11, l'unico film moderno che contiene tutta la ricerca fatta in questi ultimi anni. A quel punto lì puoi provare a contattare nuovamente Grillo, se lui te lo pubblicizza sul blog, cambia tutto.

(E' chiaro che a te non deve nulla, mentre con Giulietto Chiesa doveva sdebitarsi per il fatto che Chiesa gli ha dato la possibilità di parlare di fronte all'europarlamento, però non si sa mai. Tanto presto o tardi anche il M5S dovrà avere una posizione in politica estera, tra un anno questi vanno in parlamento)

Detto questo io ti rinnovo la mia disponibilità ad aiutarti per il film e quant'altro, non vengo certo su LC "per giustificare Beppe Grillo".

complo
Inviato: 25/5/2012 10:11  Aggiornato: 25/5/2012 10:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:


Redazione ha scritto:

Io non ho mai fatto quel tipo di ragionamento. Se quindi il tuo post è indirizzato (anche) a me dillo chiaramente


Si che era indirizzato anche a te, con una sostanziale eccezione a tuo favore.
E' verissimo che imputi a Grillo di non parlare di 11/9 e scie chimiche entrando nel meccanismo descritto da Pispax, ma poi TE NE OCCUPI TU e non rientri quindi nell' immobilismo stupido.

fefochip
Inviato: 25/5/2012 10:28  Aggiornato: 25/5/2012 10:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
in realtà grillo a me sembra che compia una scelta piuttosto semplice ,drastica e individuabile: si occupa di cose "piccole" di roba nostrana o comunque di cose che ci riguardano relativamente da vicino.

(per fare un esempio) se non sbaglio(non lo seguo assiduamente come altri quindi non ne sono sicuro) non si è messo a fare valutazioni su fukushima e il nucleare per arrivare al discorso dell'energia per il mondo che è un argomento che va a toccare ad esempio la fusione fredda.

un po come travaglio ha fatto la scelta che parla solo di atti scritti come sentenze ,intercettazioni ecc.

che sia una "scelta" è evidente perche uno come lui è perfettamente a conoscenza di tutti gli argomenti che trattiamo ad esempio su LC, ma sceglie di non trattarli pubblicamente per politica piu che per scetticismo o chissà quale complotto.

tra l'altro voglio far notare che c'è il "pericolo" per chi si indigna che grillo non tratta di questo o di "QUELO" (sottolineo con una sola "L" ) di fare la figura del bambino in cerca dell'approvazione del grande o visto in altro modo il pericolo di continuare a comportarsi con la visione classica in cui c'è un leader nel quale la massa si deve "identificare".

se un pregio a grillo bisogna tributarglielo a mio avviso è che il suo scopo principale è nobile ovvero quello di stimolare le persone a tornare a far politica.

ha re-introdotto il concetto ormai perso del politico "servitore dello stato" e non del servo che si genuflette di fronte alla divinità incarnata dal leader politico di turno.
lo ripete fino all'ossesso "i nostri dipendenti" proprio a sottolineare questa idea.

è vero pure tuttavia che proprio la sua popolarità e la sua figura è un po troppo ingombrante per esprimere senza contraddizioni questo concetto.

ha sempre detto "via i condannati dalla politica" autoescludendosi per la sua condanna di omicidio colposo (roba di incidenti automobilistici).

io credo che a grillo bisogna riconoscergli molti meriti (come a un simoncini mi viene da fare un parallelo in questo contesto specifico) e non bisogna fare l'errore di essere incazzato con lui perche non parla di tutto ,risolve tutto ,ha sempre un idea giusta ,si comporta sempre bene come highlander, ecc

insomma è la nostra "sete di leader" che ci spinge a questo non una vera e propria mancanza.


p.s. per favore che nessuno prenda questo mio messaggio come un attacco personale a chicchessia perche veramente non mi riferisco a nessuno ma sono solo pensieri in libertà.
specifico questo perche ho notato il dente particolarmente avvelenato

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
complo
Inviato: 25/5/2012 10:29  Aggiornato: 25/5/2012 10:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
.. ma l'immobilismo è quella cosa che viene di notte con le scarpe tutte rotte, quando decidi di non giocare secondo le regole della politica?


Questo disse Pispax:

Non si misura. Neppure in modo empirico. Non credo esistano misuratori statistici, tranne forse qualcosa sul numero delle manifestazioni e la partecipazione alle stesse. Il problema se ci pensi è parecchio complesso. E risente anche tanto delle definizioni. Al più è una cosa che si percepisce. Non è un caso che i buoni politici siano quelli che hanno un buon "fiuto" che gli fa capire da che parte tira il vento. Come ci riescono? Per le cose fini lo sanno soltanto loro. Per la roba più grossolana magari le cose sono più facili. Provo a fare un esempio: facciamo che è una settimana che i netturbini comunali non vengono a spazzare il tuo marciapiede. Reazioni possibili: - Non fai niente - Mugugni e non fai niente - Mugugni e ti spazzi il marciapiede davanti a casa da solo Questo è il livello zero di partecipazione - scrivi al sindaco per lamentarti del servizio - scrivi a un giornale per lamentarti del servizio ANCHE QUESTO è il livello zero di partecipazione. Sei indistinguibile da un qualunque rompicoglioni. Si inizia a parlare di partecipazione democratica quando fai per esempio una o più di queste cose.: - Scrivi al sindaco chiedendo ufficialmente un'analisi pubblica del bilancio che mostri che cazzo di fine hanno fatto i fondi per le pulizie dei marciapiedi (e poi ovviamente partecipi al relativo Consiglio comunale aperto) - Mandi una copia della lettera anche al capogruppo dell'opposizione - Informi dei fatti e della lettera i giornali e le tv locali - Fai firmare la lettera a quante più persone possibile. Tantissimi è meglio di tanti che è meglio di pochi - A MAGGIOR RAGIONE scrivi la lettera se il sindaco è del TUO partito o se comunque lo hai votato. - (oltre a tutto questo, OVVIAMENTE pulisci il tuo marciapiede da solo) Mi fermo qui anche se le possibilità sono ancora parecchie. Per esempio potresti organizzare un sit-in, un convegno, una manifestazione; potresti far scaricare una ruspa di calcinacci davanti al Comune ecc. Tutto questo comunque ti dice ancora poco. C'è anche un problema sui tempi. Se le firme sono tante e i tempi sono rapidi significa che il problema "è sentito". C'è una percezione di partecipazione. Se le firme sono poche e i tempi sono lunghi significa che ti ci è voluto parecchio tempo per convincere qualcuno a unirsi a te. E COMUNQUE, se non hai "fiuto", ancora non sei a niente. Per il momento non c'è la possibilità di distinguere se tutto questo fermento è dovuto al fatto che i marciapiedi sporchi sono brutti o se invece è legato al fatto che la gente sta partecipando alla politica. Se invece per OGNI problema ti ritrovi la scrivania piena di lettere (sempre per restare alle lettere) che ti infamano, ti offendono, ti spronano, ti criticano, ti confortano, ti offrono aiuto,allora forse questo è un indicatore del fatto che la "tua" gente si sta appassionando alla cosa pubblica. Forse un indicatore possibile potrebbe riguardare il volume delle comunicazioni fra il politico e i suoi elettori (o il complesso dei suoi amministrati). Però anche questo è un indicatore farlocco. Se un politico riceve 200 lettere alla settimana, ma 180 di queste riguardano una richiesta di raccomandazione, difficile parlare di "partecipazione". E poi, chi è che "scrive"? Se sono sempre gli stessi, allora si tratta solo di casi particolari. Se sono tanti e sempre diversi allora no. Quindi oltre alla quantità toccherebbe poter misurare anche la QUALITA' di questa comunicazione. Per fare le cose fatte bene si dovrebbe poter entrare nella corrispondenza privata dei politici. Cosa difficile da poter sostenere. Non solo per loro, proprio per chiunque. Oltretutto se lo facessi l'unico risultato che otterresti è di avere un risultato falsato. Ti sei costruito un indicatore fasullo. Perché un conto è sapere di scrivere una roba PRIVATA, altro conto è avere la certezza che scrivere a un politico diventa immediatamente cassa di risonanza per le tue idee. Insomma, se la prendiamo da un punto di vista teorico è un casino. Però stiamo parlando di politica, quindi forse è possibile affrontare il problema da un punto di vista pratico. C'è una regola empirica che dice una cosa semplice: dove la partecipazione democratica è alta, le aministrazioni funzionano bene. Dove è bassa funzionano male. Questa regola ha pochissime eccezioni, tutte legate a fattori esterni (tipo che se il Comune è in mano alla Camorra, allora il livello di partecipazione non conta un cazzo. Se un politico deve scegliere fra la rielezione o un colpo di pistola alla nuca, la scelta è drammaticamente facile). Questa regola è ganza perché parte da un presupposto parecchio pessimista sui politici. La cosa che dice in definitiva è che OGNI politico, se non si sente il fiato sul collo in modo pressante, tenderà a fare il meno possibile. E in alcuni casi farà addirittura del proprio peggio. Se vuoi provare un'analisi, potresti inziare da qui.

Questo ti aggiungo io:

Sono più immobile io che ho raccolto le firme per un referendum che poi ha tenuto spenta una centrale nucleare a 7 chilometri dal letto dei miei figli o è più immobile chi mi dice che votando comunque non esco dal "paradigma"?

Witt83
Inviato: 25/5/2012 10:39  Aggiornato: 25/5/2012 10:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@ sdebunko

Ma come: ieri avevi scritto che i media appoggiavano Grillo ed era la prova del fatto che Grillo era controllato ed ora appare un articolo del corriere che mette i bastoni tra le ruote a Pizzarotti, Grillo ed il M5S; non è un pò contraddittorio?

Sui referendum ho già rotto le balle abbastanza ma mi pare giusto evidenziare il tipo di organizzazione che vorrebbe Grillo per il M5S se dovesse andare al Governo:

"È una bellissima cosa avere un senso di responsabilità. Questi sono cittadini che votano altri cittadini che entrano nei Comuni, nelle Regioni ed entreranno in parlamento. Con le responsabilità del caso, noi troviamo le macerie di un Paese. Ho fatto una tournée in Europa, a Londra, Parigi, Monaco, sono milioni, sono andati via dall'Italia laureati, con i Master, che dicono: "Non possiamo venire in queste condizioni in Italia", ma te lo dicono con l'occhio velato. E se gli dai una possibilità e questa gente va via, e cominciamo a mettere in Parlamento non dei partiti, ma dei movimenti ognuno specializzato nei trasporti, nei rifiuti, nell'energia, nel wifi, non so quelli dell'acqua, i movimenti dei NoTav sui trasporti. Con i movimenti di cittadini che hanno rapporti fuori con altri cittadini, questi qui tornano immediatamente."
Beppe Grillo per Euronews

Non so voi ma io, se fossi un potente, è proprio un'organizzazione di questo tipo che cercherei di evitare.
Era tanto facile mandare al governo gli amici degli amici, i compagni massoni, tutti quei politicanti che dimostrano da anni di non avere nessuna obiezione da fare sulle cose che contano.
Mi sfugge proprio il perchè si dovrebbe volere e sponsorizzare un'organizzazione di quel tipo quando già tutto va come deve andare.

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 10:46  Aggiornato: 25/5/2012 10:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
GRILLO CITA IL BILDERBERG al minuto 16:00 http://www.youtube.com/watch?v=SfiHuyql5BQ&feature=g-logo


che tristezza

sicuramente Sassoon non è un massone
anche monti non lo è


fefochip
Inviato: 25/5/2012 10:57  Aggiornato: 25/5/2012 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
GRILLO CITA IL BILDERBERG al minuto 16:00 http://www.youtube.com/watch?v=SfiHuyql5BQ&feature=g-logo


grillo dice una cosa molto piu rilevante a mio avviso che parzialmente contraddice il mio ragionamento poco piu sopra al minuto 20:50 circa
parlando di tasse dice in pratica che vuole sapere dove vanno e non è d'accordo a pagarle se vanno a finire per la guerra in afghanistan o per comprare bombardieri

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Notturno
Inviato: 25/5/2012 11:15  Aggiornato: 25/5/2012 11:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

Fefochip ha scritto:
(Grillo...) non si è messo a fare valutazioni su fukushima e il nucleare per arrivare al discorso dell'energia per il mondo che è un argomento che va a toccare ad esempio la fusione fredda.


Ola, fede, come stai?

Beh, non è proprio proprio così....

Sul nucleare e sull'energia Grillo ha scritto e pure parecchio e la posizione (contraria) è abbastanza netta.

http://www.beppegrillo.it/muro_del_pianto/energia/
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/piemonte/2010/02/la-nostra-posizione-sul-tema-dellenergia-nucleare.html

Idem su Fukushima http://www.beppegrillo.it/2011/03/rischiatutto_fukushima.html

FUSIONE FREDDA:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2011/11/fusione-fredda-3.html

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2011/05/fusione-fredda-proviamo-a-costruire-una-cella-cop-yleft-2.html

Ottima la considerazione sulla "sete di leader".

Fede, credimi.... quell'uomo è un vero "frullato" di cose positive e di cose orride.

Tra quelle più positive, secondo me, c'è stata quella di aver rappresentato il personaggio del "bambino" che nella fiaba de "I vestiti dell'imperatore" urla che è Nudo.

Ha rappresentato spesso concetti semplici: politica come impegno di tutti, politici come servitori di tutti noi, politica non per soldi o per potere, ossia tutti quei concetti "elementari" che col crescere del cinismo s'erano smarriti.

Ma devo dire che accanto a queste (e altre) splendide idee e iniziative, c'è quella faccenda del suo rapporto con casaleggio che è veramente inquietante.

Un esperto in comunicazione e informatica che ti organizza le idee e le "mission" è veramente uno scenario inquietante, anche se non è facile capire quanto sia immaginario e quanto ci sia di reale.

La cosa pazzesca è che tutto questo è provocato dal distacco dei partiti e dei politici dal mondo reale e dai cittadini.

Non sono proprio più sullo stesso pianeta!

Questi sembrano davvero quelli che ballavano sul titanic già inclinato!

E' proprio la pochezza assurda di questa classe politica che rafforza chi, come Grillo, usa idee e slogan per stigmatizzare questi cialtroni e ridare un senso comune all'azione politica.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
yarebon
Inviato: 25/5/2012 11:16  Aggiornato: 25/5/2012 11:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ripeto la domanda a Massimo: perché non sei stato così pregiudizievole nel passato verso Obama e invece sei pregiudizievole verso Grillo che a differenza di Obama propone un nuovo modo di fare politica? Non trovo coerente il fatto che solo perchè non tratta alcuni argomenti possa fartelo stare sulle balle, anche perché Obama non ha fatto mai cenno a niente e se per Obama valeva la sua posizione privilegiata, non vale lo stesso per Grillo?
Ripeto questo atteggiamento pregiudizievole verso chi la pensa in modo diverso da voi (oltretutto portando come prove un filmato del 2006, cioé preistorico che può voler dire tutto e niente) mi sembra poco coerente con tutto ciò che si dice, soprattutto perchè qui si discute spesso la falsità della democrazia rappresentativa e l'inutilità della crocetta alle elezioni, tutte cose che ripete persino Grillo che parla dei partiti (non solo di questi partiti che ci sono adesso, ma in generale) come di qualcosa del secolo scorso e da superare. Qui mi sembra che esista il "o con noi o contro di noi".
Non sono testimonial del movimento di Beppe Grillo e sono stato ridicolizzato tantissimo nel passato parlando delle scie chimiche come un pò tutti qui dentro, ma cosa c'entra questo con Grillo che sta facendo una battaglia diversa?

Notturno
Inviato: 25/5/2012 11:31  Aggiornato: 25/5/2012 11:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

Ripeto la domanda a Massimo: perché non sei stato così pregiudizievole nel passato verso Obama e invece sei pregiudizievole verso Grillo che a differenza di Obama propone un nuovo modo di fare politica?


Concordo.... l'ho pensato anch'io.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
fefochip
Inviato: 25/5/2012 11:32  Aggiornato: 25/5/2012 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Sul nucleare e sull'energia Grillo ha scritto e pure parecchio e la posizione (contraria) è abbastanza netta.


hai ragione.

ho fatto probabilmente l'esempio sbagliato il punto è che mi pareva di intravedere una visione di grillo diciamo un po "provinciale" rispetto a tante tematiche di ben piu di ampio respiro che trattiamo anche qui.

Citazione:
Ma devo dire che accanto a queste (e altre) splendide idee e iniziative, c'è quella faccenda del suo rapporto con casaleggio che è veramente inquietante.

questa cosa mi sono ripromesso di approfondirla perche non seguendo se non sporadicamente grillo non la so.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 25/5/2012 11:47  Aggiornato: 25/5/2012 11:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
La cosa pazzesca è che tutto questo è provocato dal distacco dei partiti e dei politici dal mondo reale e dai cittadini.


beh ma in realtà non è cosi "pazzesca"
abbiamo tante volte assistito al crollo di valori che sono culinati ultimamente a mio avviso in due fenomeni macroscopici : la nascita della lega e quella del partito di berlusconi.

la lega nord ha riempito (grazie a quell'animale politico che è bossi) un buco che si veniva sempre piu ad aprirsi che era (ed è ) il progressivo allontanamento della politica dalla gente .
non sarà un caso che la lega ha ottenuto tanti successi anche in "zone rosse" vero?

mentre il partito di berlusconi ha "colmato" il buco nero che lasciava la democrazia cristiana insiene al contemporaneo crollo della sinistra (voluto e pianificato da parecchio a mio avviso).

piu l'avversario è debole e piu è facile "fare politica"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Notturno
Inviato: 25/5/2012 11:59  Aggiornato: 25/5/2012 11:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?


Si.... ma la parte "oscura" di BG?

Porca miseria..... non ci sono molti elementi su cui ragionare, pero....

Uno che di mestiere fa il "comunicatore" e che sembrerebbe (boh...) essere di fatto una sorta di stratega che fissa gli argomenti, definisce le parole chiave della comunicazione, individua tempi e modi di azione, target e mission... insomma.... sembrerebbe la "mente" di BG....

Come se Grillo, alla fine, si riducesse a una simpatica "maschera" che recita un copione scritto da altri, sulla base (ed è qui l'inquietitudine) di regole di comunicazione tanto efficaci quanto ignote ai più.

Veramente inquietante.......

Secondo me il problema posto da MM potrebbe anche esserci: Grillo sceglie di non parlare delle scie chimiche. Puo' essere, non lo so, ma può essere.

Di sicuro non è la fifa che lo guiderebbe in quella scelta.

E non è dalle scie chimiche che si misura un uomo o un politico.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
fefochip
Inviato: 25/5/2012 12:22  Aggiornato: 25/5/2012 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
E non è dalle scie chimiche che si misura un uomo o un politico.

vero.

però purtroppo a mio avviso un politico si "misura" dalla sua posizione sul 911 .

e come politico grillo (ripeto purtroppo) non mi pare faccia l'eccezione.

i politici che si occupano pubblicamente di 11 settembre (ovviamente pro-complotto) si conteranno sulle dita di una mano.

come interpretare questa cosa?
fifa?
opportunismo politico?
non lo so ma fa tristezza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 25/5/2012 12:24  Aggiornato: 25/5/2012 12:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5968
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Veramente inquietante.......


se da una parte è inquietante dall'altra tuttavia dovrebbe essere ininfluente visto che (personalmente ) mi interesso piu del messaggio che del messaggero

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 25/5/2012 12:53  Aggiornato: 25/5/2012 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Questo ti aggiungo io:

Sono più immobile io che ho raccolto le firme per un referendum che poi ha tenuto spenta una centrale nucleare a 7 chilometri dal letto dei miei figli o è più immobile chi mi dice che votando comunque non esco dal "paradigma"?


La centrale nucleare c'è perché il mondo è impazzito.
A me interessa risolvere i problemi prima, non dopo.

Figurati che cazzo può fregare a me di legittimare un Sistema che continuerà a tappare un buco da una parte, per rovinarci e fare mille buchi - e più grossi - dall'altra.

Per me non è la politica al Potere, per altri sì. Comprendi la differenza? Ergo, mi sta bene che non la pensi come me. Cazzi tuoi. Come per te, sono cazzi miei.

Ma c'è una differenza, io sono conscio e argomento in base alla tua consapevolezza che tu mi dici di avere, ne prendo atto e mi confronto secondo la tua percezione della realtà...

.. tu invece continui ad avvicinarti a me, come se fosse scontato che il NWO non esista, che la Politica sia al Potere, che il Sistema non sarebbe sbagliato a prescindere, che il sentimento della delega non sarebbe a prescindere deleterio, che la Morale di Stato sarebbe necessaria ai popoli e che, in ultimo, Grillo non sia controllato e non funga da Cavallo di Troia ...

.. ripeto, non la devi pensare come me, ma quando potrai seriamente dimostrare che tutte queste sarebbero cazzate, allora potrai venirmi a fare gli esempi scemi che mi fai che, in questo contesto, sono soltanto una forca logica.

Quindi fai come il collega di prima quando diceva che nessuno dice che Grillo vuole cambiare il mondo = forca logica infatti questo non può dare per scontato che non possa fare, come io credo e argomento, parecchi danni..

.. e anche tu che mi porti l'esempio del Referendum ( e anche io ho partecipato, tu non lo sapessi perché al momento sono l'unico male minore accettabile .. l'unico e non è detto lo possano essere ancora oltretutto... anzi ), e cosa significherebbe? ... che siccome tu hai votato, quelli che vogliono stare fuori dal paradigma automaticamente non possono cambiare le cose attraverso Movimenti che siano fuori dai cardini del Sistema? dimostramelo se ci riesci

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 13:00  Aggiornato: 25/5/2012 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Un esperto in comunicazione e informatica che ti organizza le idee e le "mission" è veramente uno scenario inquietante, anche se non è facile capire quanto sia immaginario e quanto ci sia di reale.


notturno ti stai dimenticando di Enrico Sassoon, quello più importante mi sembra lui

Notturno
Inviato: 25/5/2012 13:02  Aggiornato: 25/5/2012 13:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Questa cosa mi fa capire quanto io sia inetto, Fede.

La questione della comunicazione è, a parer mio, mille volte più critica di qualsiasi contenuto del messaggio, compreso l'11/9 o l'esistenza di Dio.

Io oramai mi son convinto di non essere in grado di mostrare il problema in tutta la sua gravità, ma la "comunicazione" non agisce sul lato razionale del cervello, ma su quello emotivo.

Il cardine di tutto sta nell'aver scoperto che TUTTI NOI DECIDIAMO IN BASE ALLA PANCIA (cuore/emozione) PRIMA CHE IN BASE AL CERVELLO (ragione).

Il che vuol dire che tu PRIMA decidi da che parte stare sulla base di simpatia/antipatia.... EMOZIONE e poi, successivamente analizzi l'aspetto razionale e di contenuto di un msg. e metti in moto il cervello per dare sostegno razionale alla tua scelta, che però era stata già fatta PRIMA.

Una volta scoperto questo, tutto il resto è venuto un po' alla volta, come conseguenza.

Scoprire che Casaleggio (PARE!!!) decida i contenuti del blog, l'oggetto degli interventi, la loro successione nel tempo, come azioni pianificate da tempo in base a una logica DI COMUNICAZIONE, con dettagli che vanno giù fino a decidere QUALI SIANO LE PAROLE CHIAVE da usare (utili per ottenere consensi) o da non usare nel blog, nei comizi, negli spettacoli teatrali.... per me è inquietante.

Le battaglie di Grillo sono quasi tutte condivise da me, bada....

Ma la sensazione di essere manovrato da un furbone di mille cotte, ennevolte più esperto e abile di me, te, ecc... è forte.

E' solo una sensazione.... ma ce l'ho

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
complo
Inviato: 25/5/2012 13:26  Aggiornato: 25/5/2012 13:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
La centrale nucleare c'è perché il mondo è impazzito. A me interessa risolvere i problemi prima, non dopo.


E chi sei? Dio?
Quando sono nato la centrale era già lì, sarebbe stato un pò "difficilino" PER ME risolvere il problema prima........

Citazione:
Figurati che cazzo può fregare a me di legittimare un Sistema che continuerà a tappare un buco da una parte, per rovinarci e fare mille buchi - e più grossi - dall'altra.


Devi aver cambiato idea perchè poche righe più sotto dici di aver votato quel referendum.

Citazione:
Ma c'è una differenza, io sono conscio e argomento in base alla tua consapevolezza che tu mi dici di avere, ne prendo atto e mi confronto secondo la tua percezione della realtà...
. tu invece continui ad avvicinarti a me, come se fosse scontato che il NWO non esista, che la Politica sia al Potere, che il Sistema non sarebbe sbagliato a prescindere, che il sentimento della delega non sarebbe a prescindere deleterio, che la Morale di Stato sarebbe necessaria ai popoli e che, in ultimo, Grillo non sia controllato e non funga da Cavallo di Troia ...


Tu ti avvicini a me come se fosse scontato che NWO esista, che la politica non serva a nulla, che il sistema è sbagliato a prescindere che la delega è a prescindere deleteria.
Massimi sistemi su cui, come vedi, posso specularmente dire l'opposto di quello che tu dici a me.

Citazione:
. ripeto, non la devi pensare come me, ma quando potrai seriamente dimostrare che tutte queste sono cazzate, allora potrai venirmi a fare gli esempi scemi che mi fai che, in questo contesto, sono soltanto una forca logica.


La forca logica è quella dei massimi sistemi. Le teorie sono tutte "giuste", o meglio legittime, per definizione.
E' l'esempio che le rende coerenti oppure le riduce a chiacchiera inconcludente.

Citazione:
Quindi fai come il collega di prima quando diceva che nessuno dice che Grillo vuole cambiare il mondo = forca logica infatti questo non può dare per scontato che non possa fare, come io credo e argomento, parecchi danni..


Fallacia. Nessuno ha detto che Grillo non possa fare anche danni.

Citazione:
.. e anche tu che mi porti l'esempio del Referendum ( e anche io ho partecipato, tu non lo sapessi perché al momento sono l'unico male minore accettabile .. l'unico e non è detto lo possano essere ancora oltretutto... anzi ), e cosa significherebbe? ... che siccome tu hai votato, quelli che vogliono stare fuori dal paradigma automaticamente non possono cambiare le cose attraverso Movimenti che siano fuori dai cardini del Sistema? dimostramelo se ci riesci


Fallacia. Non ho mai detto che chi si pone fuori dal "paradigma" non potrebbe cambiare le cose.
Ho detto che le cose io le ho cambiate con quel referendum e tu stesso l'hai votato contraddicendo un tuo "massimo sistema" che, come detto prima, non regge l 'esempio.

NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 13:26  Aggiornato: 25/5/2012 13:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
dal filmato postato da nockisrock

Grillo dice:

"...questa gente che fa politica solo con i soldi e per i soldi non capisce cosa ci faccio io qua, allora dicono che io mi faccio pagare 20-30000 euro nelle piazze, che dietro di me c'è una S.P.A., bilderberg, la massoneria, non riescono a capire..."

e questo è un filmato del 2012

che dietro di lui c'è la Casaleggio Associati è vero
e leggendo i curriculum di Gianroberto Casaleggio e Enrico Sassoon è impossibile pensare che non abbiano niente a che fare con la massoneria

sdebunko
Inviato: 25/5/2012 13:28  Aggiornato: 25/5/2012 14:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@witt

per avere un panorama chiaro bisogna guardare alla big picture

si possono avere più risposte

la prima è che se ne siano accorti di averla sparata troppo evidente ieri ed oggi abbiano voluto "rimediare" :)))

nel secondo essendo che gli articoli del corriere non li ho scritti io,
potrebbe essere che il sistema nell' appoggiare Grillo (battezzato con l' articolo di ieri sul corriere appunto ) abbia deciso di far sapere anche chi c'e' dietro a lui a muovere le redini del movimento (non si era mai vista la Casaleggio in nessuna pagina di quotidiani prima dio oggi, era più un entità ombra) con la scusa della diatriba fra lui ed il sindaco, tutta da verificare poi. Siccome fino ad oggi l'informazione ufficiale ha sempre funzionato dicendo mezze verità e alle volte apparentemente contraddicendosi come questi due articoli , mi da l'idea che lo scopo sia del non importa troppo di come se ne parla basta che se ne parli

Ciò si cui si focalizza l'attenzione è ciò di cui si diventa consapevoli, anche collettivamente

superava
Inviato: 25/5/2012 14:36  Aggiornato: 25/5/2012 14:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 403
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Notturno cit: "Secondo voi, quella gente contro cui s'era lanciato, era un "non-potere"?

Dietro le scie chimiche e il sitema monetario cosi voluto ci sono apparati militari e intere NAZIONI con il supporto dietro delle moltinazionali..Gli scandali denunciati da Grillo (che sono pur gravissimi per la societa' civile) se sei ben paraculato nel sistema piramidale in cui viviamo sono ben meno in confronto. Penso che si nota da sola questa proporzione.

anakyn
Inviato: 25/5/2012 14:42  Aggiornato: 25/5/2012 14:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 911
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Scoprire che Casaleggio (PARE!!!) decida i contenuti del blog, l'oggetto degli interventi, la loro successione nel tempo, come azioni pianificate da tempo in base a una logica DI COMUNICAZIONE, con dettagli che vanno giù fino a decidere QUALI SIANO LE PAROLE CHIAVE da usare (utili per ottenere consensi) o da non usare nel blog, nei comizi, negli spettacoli teatrali.... per me è inquietante.



Comprendo e condivido l'inquietudine, non comprendo però lo stupore.

Credo che qualsiasi movimento politico serio e ambizioso si fornisca di uno staff di Comunicazione altamente preparato, competente e, di conseguenza, invadente nelle scelte comunicative del politico di turno.
La scelta delle "parole chiave" da usare è emblematica di qual è l'approccio comunicativo: evocare superficialmente emozioni in chi ci ascolta e/o legge; se poi siamo sul web, esiste una specializzazione vera e propria (ha un nome, che non ricordo) che studia i metodi per far salire di ranking il proprio sito sui motori di ricerca, e l'utilizzo di parole chiave ben preciso fa parte di tali metodi.

La Comunicazione è ormai una Scienza (esiste una Facoltà di riferimento) di enorme potenza perchè il suo oggetto di studio, e dunque i potenziali effetti, riguardano un bacino altrettanto enorme di elementi, cioè gli essere umani.
Che i politici ne facciano ampio uso è scontato, visto che è proprio con tali elementi che devono interagire per guadagnarsi il consenso.

E Grillo è un politico: al di là delle etichette o della formalità di appoggiarsi o meno ad un Partito vero e proprio, è il suo ruolo, dunque egli stesso, ad essere politico.

Si affida ad uno Staff iper-specializzato proprio come tutti gli altri politici di rilievo.

Ed ancora una volta questo dovrebbe far riflettere su quanto Grillo possa essere realmente "anti-sistema".

Tutto questo fa schifo?
Secondo me sì, fa schifo.

Perchè affidarsi in modo così massiccio agli esperti di comunicazione non solo svilisce il contenuto per favorire la forma, ma spesso indirizza persino il contenuto stesso.
Se il mio spin doctor mi dice che dell'argomento tal-dei-tali è meglio non parlare perchè se ne parlo perdo voti, io probabilmente non ne parlerò. E se mi dice che all'elettorato piacerebbe sentirne parlare in un certo modo, io ne parlerò in quel modo.
L'autonomia del politico, in altri termini, va a puttane ben prima di essere bersagliata da corruzione o minacce: è lui stesso che se la toglie affidandosi alla Comunicazione come fosse una Bibbia.


Io non credo affatto che Grillo sfugga a questa dinamica ed è uno dei motivi per cui da quando si è posto ambizioni di capopopolo, semplicemente non lo sopporto. Lo considero proprio un personaggio altamente negativo, da starci alla larga. Nella stessa misura in cui apprezzavo i suoi spettacoli antecedenti dove faceva informazione su aspetti e vicende poco note al grande pubblico, e non si poneva altre ambizioni.
L'altro motivo fondamentale è che si vede lontano un chilometro la sua assoluta incapacità di sostenere le critiche, il che, considerato il suo ruolo leaderistico, si traduce in mancanza di democrazia interna al movimento.

Sul M5S sono scettico, ma non metto in dubbio che sia composto ANCHE da persone capaci, in buona fede e volenterose.
Mi chiedo però come possa combinare qualcosa di buono senza prima essersi liberati di quella palla al piede che è il loro (presunto) fondatore, anche perchè non è affatto una figura meramente rappresentativa bensì interviene pesantemente sulle scelte dei singoli movimenti sparsi per l'Italia (vedi vicenda Pizzarotti).
E mi chiedo dunque come caspita potranno mai liberarsene, se è vero che dietro a tutto questo non c'è un'autentica iniziativa spontanea, quando piuttosto un disegno studiato a tavolino.

Witt83
Inviato: 25/5/2012 14:45  Aggiornato: 25/5/2012 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@ sdebunko

Il fatto che il corriere abbia fatto saltare fuori i dubbi sulla Casaleggio a tre giorni dalla vittoria di Pizzarotti mi fa pensare...
Come mai non hai messo l'accento sui rapporti tra Monti e Bilderberg, commissione trilaterale, Goldman sachs?
Perchè il corriere dovrebbe appoggiare Grillo che gli vuole tagliare i fondi?

Io provo anche a guardare il disegno in generale e proprio mi sfugge il perchè i "potenti" dovrebbero voler promuovere Grillo quando con tutti gli altri schieramenti politici avrebbero la possibilità di fare ciò che gli pare.
C'è un detto che dice "squadra che vince non si cambia", perciò perchè dovrebbero cambiare?

Grillo è uno che depista e che devia l'attenzione della gente?
Ma di quale attenzione stiamo parlando, quel tipo di attenzione che ci ha sempre portato in massa alle urne pur sapendo che tutti i politici sono corrotti e non fanno mai i nostri interessi?
Molti italiani sanno a malapena la differenza tra massone e massaia, di quale attenzione stiamo parlando?
Che bisogno c'è di distrarre qualcuno che dorme?

Quindi mi ripeto: "Dove sarebbe il vantaggio di creare un personaggio che si impegna a muovere ragazzi che fino a qualche anno fa affidavano la propria rabbia ad una tastiera o ad un mare di imprecazioni?"

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 15:28  Aggiornato: 25/5/2012 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
C'è un detto che dice "squadra che vince non si cambia", perciò perchè dovrebbero cambiare?


e allora i massoni che hanno messo da parte i nobili ( a lavorare nell'ombra ) per sostituire le monarchiè assolute con l'attuale sistema?

sdebunko
Inviato: 25/5/2012 15:30  Aggiornato: 25/5/2012 15:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@witt,

la risposta è semplice, Grillo affronta solo temi fastidiosi ma non bollenti (come le scie chimiche ecc) , e essendo che oggi il mondo ha bisogno di vedere cambiamenti, l'Italia con Grillo crede di averlo trovato, ma è solo un apparente cambiamento preparato già da tempo che serve a coprire le insoddisfazione e il vuoto lasciato dai precedenti.

Per quanto il fatto che affidi la politica ai giovani è perchè questo fa pensare ancora di più al cambiamento ma i giovani non hanno spesso un esperienza sufficiente e le spalle forti per gestire il "potere" affidatogli, e per questo sono facilmente corruttibili

Se proprio dovessi pensare a qualcuno oggi che potrebbe far ripartire le cose penserei a Giulietto Chiesa, da quel po che ho letto e sentito, anche se dovrei approfondire , ma adesso sono troppo intrippata anch'io con la 5a dimensione.

Sertes
Inviato: 25/5/2012 15:41  Aggiornato: 25/5/2012 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
NiHiLaNtH ha scritto:
e allora i massoni che hanno messo da parte i nobili ( a lavorare nell'ombra ) per sostituire le monarchiè assolute con l'attuale sistema?


Beh, per noi è un passo in avanti, però casualmente ora comandano loro. Non è che fossero completamente disinteressati, nella questione, no?

Notturno
Inviato: 25/5/2012 15:44  Aggiornato: 25/5/2012 15:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Si, vabbeh, ma adesso dire che la fusione fredda o le centrali nucleari siano da considerare "temi fastidiosi ma non bollenti".... a me sembra troppo riduttivo.

Lo so che non servirà assolutamente a nulla, ma vi invito a non essere paranoici nell'immaginare complotti in ogni anfratto.

Citazione:

Notturno cit: "Secondo voi, quella gente contro cui s'era lanciato, era un "non-potere"?

Superava cit:
Dietro le scie chimiche e il sitema monetario cosi voluto ci sono apparati militari e intere NAZIONI con il supporto dietro delle moltinazionali..Gli scandali denunciati da Grillo (che sono pur gravissimi per la societa' civile) se sei ben paraculato nel sistema piramidale in cui viviamo sono ben meno in confronto. Penso che si nota da sola questa proporzione.


Superava.... il tuo potere è più lungo del mio.

Ecco fatto.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Redazione
Inviato: 25/5/2012 16:06  Aggiornato: 25/5/2012 16:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
COMPLO: OK, capito. Grazie.

***

YAREBON: Citazione:
Ripeto la domanda a Massimo: perché non sei stato così pregiudizievole nel passato verso Obama e invece sei pregiudizievole verso Grillo che a differenza di Obama propone un nuovo modo di fare politica?
Io non sono pregiudizievole con nessuno. Io sono POSTGIUDIZIEVOLE: prima valuto, poi giudico.

Citazione:
Non trovo coerente il fatto che solo perchè non tratta alcuni argomenti possa fartelo stare sulle balle, anche perché Obama non ha fatto mai cenno a niente e se per Obama valeva la sua posizione privilegiata, non vale lo stesso per Grillo?
Certo che mi "sta sulle balle" che Obama non tratti certi argomenti. Ma uno fa il comico a Genova, l'altro fa il presidente degli Stati Uniti. Se permetti subentrano dei parametri di giudizio leggermente differenti.

Mi dispiace che non lo trovi coerente, ma non posso appiattire Obama al livello di Grillo per far piacere a te.

NJB
Inviato: 25/5/2012 16:42  Aggiornato: 25/5/2012 16:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2011
Da:
Inviati: 132
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Il difetto di tale persnaggio è semplice: sparito o quasi dalle scene per quel tanto che basta a dimenticare il personaggio di spettacolo, ritorna in gran forma con succulenti argomenti da proporre al popolo. Difetto che poi si accentua con l'inesorabile onda mediatica fornita dai sui stessi padroni/servi pronti a sostenerlo o scaricarlo a loro piacimento. Questo il popolo non l'ha ancora capito. Anni che furono abbiamo visto l'ascesa inesorabile del Berlusconi (qualcuno che oggi lo critica probabilmente voterebbe Grillo) e il popolo allo stesso modo si è scordato di aver votato l'opposto materiale delle parole di Grillo solo una decina di anni fà. Per delusione? Per partito preso? per mancanza di alternativa seria? No solo per mancanza di auto stima verso se stesso (inteso come popolo) pronto ad attaccare la politica al bar assieme ai compagni di caffè ma incatenati alla dinamica sociale dove se ti propongono un migliaio di € mensili per pisciare sull'aiuola di casa continuamente piantata dalla moglie o dalla nonna lo faranno senza batere ciglio. Ciò per dire che la morale non è rispettata davanti al denaro in casa propria ma ci si scandalizza se il politicante di turno si intasca una tangente per aver pisciato sull'aiuola di casa sua. Ciò che anche Grillo si limita a fare rimarcando quel difetto che non potrà mai cancellare dalla sua mente. Se Grillo fosse posto davanti ad un banco colmo di milioni di € ho più di una certezza che negherebbe tutto quello che ha detto fino ad oggi. Chi non lo farebbe? Chi non è tentato dal Dio denaro? Tutti pronti ad attaccare l'una o l'altra parte non rendendosi conto che le parti sono una soltanto e chi muove le pedine in campo sa benissimo cosa far dire e chi deve parlare nel momento opportuno. Oggi veneriamo personaggi ai loro tempi visti come reietti o eretici da tutta la popolazione e allo stesso modo releghiamo all'infamia personaggi visti come "perfetti ed inappuntabili" dalla popolazione del loro tempo. A guardar bene da una parte o dall'altra il vero scandalo è che non sono ancora stati sbattuti in mezzo ad una strada i politici che ancora oggi ci massacrano con le loro decisioni dopo essere giustamente o ingiustamente deposti. Il governo tecnico o reale di oggi approva Grillo altrimenti l'avrebbe già cancellato e non dite che non ne sarebbero in grado, come prima approvava Berlusconi o chiunque altro. L'importante è far credere di essere nel "giusto". Ciò non toglie che possa essere l'esatto contrario per alcuni.

noalgregge
Inviato: 25/5/2012 16:45  Aggiornato: 25/5/2012 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 301
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Sinceramente... avete rotto il cazzo con Grillo, Bersani e politicanti vari.

Punto primo: l'alternativa al voto al M5S qual'è?

Punto secondo: l'alternativa ha già avuto possibilità nel recente passato di fare vedere cos'è capace di fare?

Punto terzo: il M5S ha mai avuto la possibilità in un passato recente o remoto di fare vedere quello che è capace di fare?

Punto quarto: partendo dal dato di fatto che Grillo non vuole parlare di argomenti di rilevante importanza, quale cazzo di presupposto può fare credere che il M5S sia peggio dell'alternativa?

Punto quinto: in questo sito ho imparato ad usare la logica, la logica mi dice che se va su il movimento 5 stelle, peggio delle merde perennemente a 90° con un double fucking fronte/retro tra satana ed il dio denaro, non possono fare.

Punto quinto bis: prepariamoci a saltare!

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Witt83
Inviato: 25/5/2012 17:20  Aggiornato: 25/5/2012 17:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Grillo affronta solo temi fastidiosi ma non bollenti


Ci sono tanti super miliardari che ci rimetterebbero un sacco di soldi con alcune campagne di Grillo: Tav, guerre, inceneritori, depositi di gas, trivellazioni, finanziamenti pubblici, medicinali ecc..

E a questo punto rifaccio la domanda: "Perchè i "potenti" dovrebbero vedere di buon occhio uno che tratta argomenti fastidiosi ma non bollenti quando hanno a disposizione un sacco di partiti che non parlano proprio di niente ed appoggiano qualsiasi cosa gli venga chiesta?"

Se Giulietto Chiesa viene valutato nella stessa maniera in cui viene valutato Grillo ci vorrebbero 5 nanosecondi prima che venga stabilito che il buon Giulietto è controllato dal World Political Forum o cose di queste tipo.

E comunque Chiesa non è tra gli eleggibili quindi il problema non me lo pongo.

Saluti

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
JohnTitor
Inviato: 25/5/2012 17:21  Aggiornato: 25/5/2012 17:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 397
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Grillo a Euronews: ''Abbiamo riempito un vuoto pericoloso'' - Video Repubblica - la Repubblica.it
Il fondatore del MoVimento 5 stelle a tutto campo nell'intervista esclusiva rilasciata a Euronews. 'Non hanno ancora capito come affrontare questa...

Questo dimostra completamente la mia teoria. Grillo è uno messo lì per controllare la gente, non per risolvere i problemi.
Carta canta anzi registrazione canta.

sdebunko
Inviato: 25/5/2012 17:48  Aggiornato: 25/5/2012 18:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@witt

cit:"Ci sono tanti super miliardari che ci rimetterebbero un sacco di soldi con alcune campagne di Grillo: Tav, guerre, inceneritori, depositi di gas, trivellazioni, finanziamenti pubblici, medicinali ecc.."

forse non hai capito che non sono i supermiliardari, come li chiami tu, il problema oggi... quelli che vogliono il controllo totale stanno più su,(http://lamappadelnuovomondo.wordpress.com/2012/05/25/agenda-bilderberg-2012-nuovi-sistemi-di-controllo-per-il-web/ ) e non sarà chi ha più soldi a vincere, ma chi avrà più consapevolezza del mondo in cui vive...

Ricambio affettusamente i saluti

ps: ma come si fa a fare le citazioni in verde???

Witt83
Inviato: 25/5/2012 18:08  Aggiornato: 25/5/2012 18:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
forse non hai capito che non sono i supermiliardari, come li chiami tu, il problema oggi... quelli che vogliono il controllo totale stanno più su, e non sarà chi ha più soldi a vincere, ma chi avrà più consapevolezza del mondo in cui vive...


Quelli che stanno più sù sono stra-supermiliardari dato che, oltre a tutte le imprese e banche che contano, hanno in mano le banche centrali.
Io continuo a pensare che chi ha più soldi vince quasi sempre.

Per le citazioni: copia la parte di testo che ti interessa, una volta che stai scrivendo il messaggio premi l'ultimo tasto a destra (sopra "Carattere" ed a destra del tasto "<>") ti uscirà la scritta "inserisci la citazione che...", incollacci il testo e dai l'OK.
Per controllare che l'operazione ti sia riuscita usa "Anteprima".

Piccolo OT:
Pino Masciari viene lasciato senza scorta e scompare nel nulla

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
sdebunko
Inviato: 25/5/2012 18:18  Aggiornato: 25/5/2012 18:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Witt

thanks!

TAD
Inviato: 25/5/2012 18:36  Aggiornato: 25/5/2012 18:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:


Redazione:

La tua è la classica "loaded question", la fallacia della domanda pesante, dove parti da una premessa che non è necessariamente vera, e pretendi una risposta che la soddisfi in ogni caso.


L'unica premessa da cui sono partito è la seguente:


Citazione:


Ragazzi, come volete che vada a finire? Che cosa ci si può aspettare da uno che rifiuta di parlare di 11 settembre, di banchieri, di mafia farmaceutica e di scie chimiche?

Al massimo riusciranno a far mettere delle panchine nuove ai giardini comunali.



E non ho mai preteso nulla.

~WÃSÐ Lifestyle~
gigigno
Inviato: 25/5/2012 18:40  Aggiornato: 25/5/2012 18:40
So tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da: Torino
Inviati: 20
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Ne è passato di tempo dall'ultima volta che sono venuto qui su luogocomune. E chi mi ritrovo... Beppe Grillo!!!

Guardate, ve lo dice uno che è convinto della vostra versione dell'11 settembre e che crede anche che sopra le nostre teste stanno combinando qualcosa di strano. Sulle scie chimiche ne ho lette di tutti i colori che posso condividere o meno ma la mia più grande convinzione è data dai miei ricordi da bambino. Passavo ore ad aspettare di vedere un aereo e le strisce.... rimanevano qualche secondo e poi via, che delusione quando sparivano.

Tornando a Beppe Grillo, volete sapere perché non parla di scie chimiche? Perché se lo avesse fatto (stesso discorso per l'11 settembre o su altri temi non di facile accettazione dalla gente comune) adesso la sua popolarità e credibilità e di conseguenza prima quella dei suoi spettacoli, e adesso quella movimento 5 stelle, che è nato in seguito, sarebbe pari a zero.

Non è colpa sua, ma della gente che davanti a qualcosa di poco comprensibile e a prima vista assurdo fugge subito. La questione psicologica di cui parlate tanto qui.
Credo che Beppe Grillo ne sia consapevole e per questo si tiene alla larga da certi temi. Questo è quello che penso e l'equazione che fate qui di un Beppe Grillo servo dei poteri forti la trovo molto molto azzardata. Non è un duro e puro? O è semplicemente intelligente e guarda al lungo termine?

Detto questo, credo che tanto meno Beppe Grillo si potrebbe permettere di parlare di questi temi in questo momento, qui il movimento 5 stelle sta facendo la rivoluzione (sempre se lo sarà, ma lo spirito dall'interno è quello) e voi stando davanti ad un monitor a fare congetture ve la state perdendo.

Scusate la frecciatina ma non ho resistito

P.S Sono d'accordo comunque che qualche post sulle scie chimiche, senza farne un cavallo di battaglia, avrebbe potuto dedicarlo, al massimo la gente poteva pensare che abbia sparata un'altra cazzata delle sue.

Calvero
Inviato: 25/5/2012 18:52  Aggiornato: 25/5/2012 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
E chi sei? Dio?


No, sono solo più sveglio di te e non ci vuole tanto e infatti...

Citazione:

Quando sono nato la centrale era già lì, sarebbe stato un pò "difficilino" PER ME risolvere il problema prima........


Ma và?? sul serio? cioè secondo te stavo proponendo di inventare la macchina del tempo ? vediamo se ci arrivi, ma non credo. Che la proooopaganda sia con te Luke, usa la Propaganda Luuuke

Citazione:
Devi aver cambiato idea perchè poche righe più sotto dici di aver votato quel referendum.


Se leggessi quello che scrivo capiresti che non v'è alcuna incongruenza, ma la vedo dura.

Citazione:
Tu ti avvicini a me come se fosse scontato che NWO esista, che la politica non serva a nulla, che il sistema è sbagliato a prescindere che la delega è a prescindere deleteria.
Massimi sistemi su cui, come vedi, posso specularmente dire l'opposto di quello che tu dici a me.


Errore, io accetto e argomento la situazione all'interno del paradigma. L'ho sempre fatto ed è conseguentemente a ciò che allargo le riflessioni ad una visone di insieme. Sei tu che dai per scontato, e senza argomentare, che il resto sono cazzate. Sei tu ad essere rapito univocamente nel delirio dogmatico di Stato che, volente o nolente, è quello che finora NON ha funzionato. Su coraggio è dura, ma puoi farcela ad accettare che ha perso, su ogni fronte. Lo so che sei orgoglioso, vanitoso e testardo, ma prima o poi dovrai piegarti. Non certo a me, ben'inteso

E infatti a riprova, tu e altri, non avete compreso la differenza tra cruciale e prioritario. Buon LOOP e alla mia

Citazione:
La forca logica è quella dei massimi sistemi. Le teorie sono tutte "giuste", o meglio legittime, per definizione.
E' l'esempio che le rende coerenti oppure le riduce a chiacchiera inconcludente.


Infatti l'esempio e la storia hanno detto cosa non funziona, bimbomix. Poi sei arrivato al fondo e, lasciatelo dire, non sei all'altezza delle tue idee. Se quello che puoi mettere sul tavolo della discussione è il gioco del relativismo, sei messo male.

Citazione:
Fallacia. Nessuno ha detto che Grillo non possa fare anche danni.


.. sei un bambino, da una parte ti invidio

Citazione:
Non ho mai detto che chi si pone fuori dal "paradigma" non potrebbe cambiare le cose.


Invece lo hai detto e lo confermi a ogni passaggio del tuo pensiero, e infatti fai orecchie da mercante a ogni approfondimento e cogli soltanto la superficie... e sinceramente hai rotto il cazzo, Complo ... ma tanto. Se avessi seguito i ragionamenti (e ribadisco non significa che devi essere d'accordo), se li avessi ascoltati come faccio io con i tuoi, avresti compreso che:

- si può essere fuori dal paradigma solo in funzione di quella consapevolezza che all'interno dello stesso ogni soluzione sarà una falsa soluzione. E cioè che le cose possono cambiare soltanto se elaborate (e soprattutto vissute nella quotidianità) al di fuori del paradigma.

Ti faccio una domanda, comprendi realmente perché uso il termine Paradigma più che quello di "Sistema"? comprendi la profonda differenza? ... rispondo io per te: No e lo dimostri a ogni tua risposta, poiché le tue non sono risposte alle mie argomentazioni, ma risposte del Boot automatico che la morale di Stato indottrina a chi ne è asservito.

Mi spiego con un altra immagine: tu stai parlando con Calvero, ma io non sto parlando con Complo ... ci sei? non credo


Citazione:

Ho detto che le cose io le ho cambiate con quel referendum e tu stesso l'hai votato contraddicendo un tuo "massimo sistema" che, come detto prima, non regge l 'esempio.


A ridaje ... il referendum non posa - per principio - sulle dinamiche della morale di Stato, ci sei? lo comprendi? rispondo io per te: No. Non è il sistema referendario che foraggia il sentimento della delega. E vi sono casi in cui anche l'anarchico più convinto sa che può accedervi, ci sei? rispondo io per te: No ...

.. coraggio Luuuuuke

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 25/5/2012 19:02  Aggiornato: 25/5/2012 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Non è colpa sua, ma della gente che davanti a qualcosa di poco comprensibile e a prima vista assurdo fugge subito. La questione psicologica di cui parlate tanto qui.


Se ne parla tanto, ma non leggi.

Se la gente ha davanti qualcosa di poco comprensibile allora 1) merita che gli venga reso comprensibile. Soprattutto in ragione della questione che riguarda quanto funga da cardine tale comprensione (ma anche questo non credo tu lo abbia letto) ... e 2) se i tempi fossero (per la gente, come la chiami tu) dicevo, fossero acerbi, allora merita di rimanere nel brodo primordiale in cui vogliono sguazzare, poiché è una questione di volontà, non di capacità.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 19:36  Aggiornato: 25/5/2012 19:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Beh, per noi è un passo in avanti, però casualmente ora comandano loro. Non è che fossero completamente disinteressati, nella questione, no?


perchè prima chi comandava?

cerchiamo di non cadere nelle trappole propagandistiche come nobili vs massoneria o massoneria vs chiesa

chi è a capo della gran loggia madre d'inghilterra? un nobile


Citazione:
Tornando a Beppe Grillo, volete sapere perché non parla di scie chimiche? Perché se lo avesse fatto (stesso discorso per l'11 settembre o su altri temi non di facile accettazione dalla gente comune) adesso la sua popolarità e credibilità e di conseguenza prima quella dei suoi spettacoli, e adesso quella movimento 5 stelle, che è nato in seguito, sarebbe pari a zero.


giusto ragionamento ma se fosse semplicemente così allora potrebbe almeno evitare di prenderci per il culo

Kempes
Inviato: 25/5/2012 20:06  Aggiornato: 25/5/2012 20:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Conosco gente che a forza di essersi impastata con queste tematiche è diventata una larva immobile, tanto ci sono Los Illuminados che ce la mettono comunque nel culo, tanto vale non fare niente, ma solo spargere piu possibile paranoie annichilenti e che portano in realtà ad essere tra i principali ed involontari aiutanti di queste elite invincibili, perdendo di vista il fatto che la vita è da vivere e non solo da discutere. Ragionando come molti di voi allora sarei portato a pensare che anche questa è una tattica per immobilizzare certi indiviudui con la paura di vivere.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
totalrec
Inviato: 25/5/2012 20:18  Aggiornato: 25/5/2012 21:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 742
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Witt83
Citazione:
Perchè il corriere dovrebbe appoggiare Grillo che gli vuole tagliare i fondi?


Perché al Corriere non sono scemi e sanno benissimo che il fatto di ricevere o non ricevere i fondi non dipende minimamente da ciò che vuole o non vuole Grillo, né dai suoi destini politici, quali che essi siano. Dipende invece dal portare avanti un'agenda in tutto e per tutto fedele ai dettami dei poteri che dirigono, nel concreto e al di fuori di velleitarismi immaginifici, il baraccone di ciò che ci ostiniamo a chiamare "politica italiana" (sarebbe ora di iniziare ad utilizzare altri termini, per non confondere la "politica" con la mera manovalanza della stessa).
Questi poteri (ovviamente esteri) hanno voluto creare, attraverso il M5S, un centro di aggregazione per il malcontento diffuso; il quale malcontento, in assenza di gabbie atte ad irregimentarlo attorno a parole d'ordine senza costrutto, avrebbe rischiato di prendere direzioni sgradevoli per i dominanti.
E' lo stesso Corriere (nonché il resto della stampa nazionale) ad aver fornito a Grillo il placet per emergere come "partito". Senza lo spazio che i media nazionali e internazionali gli dedicano da mesi (poco importa se per denigrarlo o incensarlo, l'importante è tenerlo sotto i riflettori), Grillo, pur con tutta la sua notorietà e le migliaia di frequentatori del suo sito, sarebbe rimasto un fenomeno di costume. I media lo hanno acceso e possono spegnerlo quando vogliono. Perché dovrebbero averne paura?

Il M5S, oltretutto, è l'ennesimo partitino dell'ultimo ventennio a salire alla ribalta senza possedere nient'altro che l'immagine carismatica del suo leader su cui fondarsi. Immagine, ovviamente, opportunamente costruita non solo dai PR di Grillo, ma dagli stessi media che si sono prestati all'operazione. Togliete Grillo al M5S e di esso non resterà traccia visibile. Non è nemmeno necessaria la scomparsa fisica del leader, in questo caso: è sufficiente che chi gli regge il microfono rivolga ad altro la propria attenzione. Le centinaia di militanti che in buona o in mala fede si sono spesi per il "movimento" non avranno la minima visibilità o possibilità di emergere come forza politica senza la figura straripante del loro urlatore di riferimento e senza la stampa nazionale a tener loro bordone. Ripeto: di cosa dovrebbe aver paura il Corriere?

Diverso sarebbe se alla base del “movimento” vi fosse uno straccio di teoria della politica, un’idea non dico precisa, ma almeno generica, dei meccanismi con cui essa si muove, una serie di contatti con gli ambienti che la costruiscono di momento in momento sulla base delle strategie da adottare, una disponibilità a mettere da parte il moralismo ringhiante per assimilare i fondamenti dell’esercizio del potere e disporsi a riceverlo. Se così fosse, il “movimento” potrebbe iniziare a vivere di vita propria, a prescindere dal noleggio del teatrino mediatico e dall’appariscenza del suo leader. Ma così non è; e anzi il M5S è stato costruito ad arte proprio per scongiurare l’eventualità che un movimento di questo tipo possa fare la propria comparsa sulla ribalta nazionale. Il Corriere può dormire tra due guanciali finché riesce a far dormire saporitamente i suoi lettori.

Citazione:
C'è un detto che dice "squadra che vince non si cambia", perciò perchè dovrebbero cambiare?


Perché si tratta di un detto che viene disatteso spesso e volentieri perfino nello sport, figuriamoci in politica. In politica le “squadre” che vincono troppo, tendono ad acquisire, col tempo, livelli di potere pericolosi per i dominanti. Questo potere va periodicamente eroso, ristrutturato o raso al suolo per costruirne un altro più funzionale alle nuove strategie. E anche le “squadre” che vincono così così, e che hanno largamente deluso i loro fan, subiscono la stessa sorte, allo scopo di evitare che dal vuoto di fandom risultante emergano aggregazioni spontanee e incontrollabili. Il potere ha imparato, col passare dei millenni, che contrastare a mano armata un’opposizione spontanea è costoso e poco funzionale. Molto meglio creare preventivamente una “opposizione” su misura delle proprie strategie per evitare inutili perdite di tempo.

For, dear me, why abandon a belief
merely because it ceases to be true?
Cling to it long enough, and not a doubt
it will turn true again, for so it goes.

(Robert Frost, "The black cottage")
NiHiLaNtH
Inviato: 25/5/2012 20:18  Aggiornato: 25/5/2012 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
perdendo di vista il fatto che la vita è da vivere e non solo da discutere.


si può vivere bene anche non votando

incredulo
Inviato: 25/5/2012 20:19  Aggiornato: 25/5/2012 20:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3345
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Kempes

Citazione:
Conosco gente che a forza di essersi impastata con queste tematiche è diventata una larva immobile, tanto ci sono Los Illuminados che ce la mettono comunque nel culo, tanto vale non fare niente, ma solo spargere piu possibile paranoie annichilenti e che portano in realtà ad essere tra i principali ed involontari aiutanti di queste elite invincibili, perdendo di vista il fatto che la vita è da vivere e non solo da discutere.
Ragionando come molti di voi allora sarei portato a pensare che anche questa è una tattica per immobilizzare certi indiviudui con la paura di vivere.


Proprio qui ti sbagli Kempes, quando si comprende in quale finzione si è immersi si smette di sprecare energie per azioni INUTILI e si comincia veramente a VIVERE consapevolmente.

Fino ad allora si SUBISCE la vita, arrabbattandosi e fissandosi sulle ombre finte che ci hanno messo davanti.

Quando conosci la sostanza del mondo cominci finalmente a VIVERE.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Kempes
Inviato: 25/5/2012 20:43  Aggiornato: 25/5/2012 20:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Proprio qui ti sbagli Kempes, quando si comprende in quale finzione si è immersi si smette di sprecare energie per azioni INUTILI e si comincia veramente a VIVERE consapevolmente. Fino ad allora si SUBISCE la vita, arrabbattandosi e fissandosi sulle ombre finte che ci hanno messo davanti. Quando conosci la sostanza del mondo cominci finalmente a VIVERE.


io te e qualche altro sicuramente, e siamo tanti, ma ti garantisco che per molti l'effetto è contrario. Fidati.
C'è gente che ha spento la luce e si è rintanata dietro paranoie vedendo il marcio ovunque.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
yarebon
Inviato: 25/5/2012 22:35  Aggiornato: 25/5/2012 22:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
io te e qualche altro sicuramente, e siamo tanti, ma ti garantisco che per molti l'effetto è contrario. Fidati. C'è gente che ha spento la luce e si è rintanata dietro paranoie vedendo il marcio ovunque.


già, sapere e professare una verità non rende certamente migliore, molti si perdono nell'abisso.
L'importante é mantenersi con i piedi per terra, nessuno è migliore di un altro, ognuno fa esperienze diverse.
Comunque, Massimo, rispetto per la tua opinione su Obama anche se davvero non la comprendo, Grillo in Italia ha un'esposizione pari a quella di un politico di alto livello e quindi dovrebbe valere lo stesso discorso che hai fatto su Obama, vabbé punti di vista diversi.
Semplicemente il mio discorso verteva sul pregiudizio e non sul Grillo buono o cattivo, che poi il rilascio di molte informazioni alternative porta indirettamente a vedere marcio ovunque e a non agire, tanto tutti sono delle merde e collusi, il discorso di Kempes non fa una piega!

Witt83
Inviato: 25/5/2012 23:24  Aggiornato: 26/5/2012 0:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Questi poteri (ovviamente esteri) hanno voluto creare, attraverso il M5S, un centro di aggregazione per il malcontento diffuso; il quale malcontento, in assenza di gabbie atte ad irregimentarlo attorno a parole d'ordine senza costrutto, avrebbe rischiato di prendere direzioni sgradevoli per i dominanti.


Sulls creazione del M5S si possono sollevare legittimi sospetti ma non si ha nessuna prova per poter dire con certezza assoluta che "è un movimento creato a tavolino dai potenti".
Sinceramente non credo che "in assenza di gabbie" la gente avrebbe potuto prendere una direzione sgradita ai potenti, siamo troppo addormentati, intimoriti, disorganizzati.

Citazione:
Ma così non è; e anzi il M5S è stato costruito ad arte proprio per scongiurare l’eventualità che un movimento di questo tipo possa fare la propria comparsa sulla ribalta nazionale


Questa mi sembra un'ottima risposta alla domanda che avevo posto.

Però mi chiedo abbiamo a disposizione abbastanza idee, persone, coraggio, consapevolezza per creare un movimento più maturo del M5S?
Secondo me no, non vedo movimenti di questo tipo nè in Italia, nè in Europa, nè negli USA.

Sul Corriere e i finanziamenti all'editoria credo che vada dato il merito a Grillo di essersi impegnato più di qualunque altro per eliminarli.
Purtroppo le firme che ha raccolto per un motivo o per l'altro non hanno ottenuto il risultato che si sperava e nessuno dopo di lui ha voluto provare nuove iniziative di quel tipo.

Citazione:
In politica le “squadre” che vincono troppo, tendono ad acquisire, col tempo, livelli di potere pericolosi per i dominanti. Questo potere va periodicamente eroso, ristrutturato o raso al suolo per costruirne un altro più funzionale alle nuove strategie.


In italia, oggi come oggi, non vedo forze politiche in grado di vincere troppo o di poter impensierire nemmeno un neonato.
Non vedo alcun schieramento (a parte fooorse il M5S) in grado di intimorire qualcuno di importante.

Citazione:
e allora i massoni che hanno messo da parte i nobili ( a lavorare nell'ombra ) per sostituire le monarchiè assolute con l'attuale sistema?


Ok ma si tratta di sostituire un gruppetto di persone opportunamente selezionato con un altro sparuto gruppetto di persone altrettanto selezionate.
Il M5S non mi sembra abbia queste caratteristiche.

Buona serata a tutti

OT: allarme rientrato per Pino Mascari, meno male!

OT2: sui Rai2 a "l'ultima parola" c'è Barnard

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
infosauro
Inviato: 26/5/2012 0:04  Aggiornato: 26/5/2012 0:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 1789
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
[...]Questi poteri (ovviamente esteri) hanno voluto creare, attraverso il M5S, un centro di aggregazione per il malcontento diffuso; il quale malcontento, in assenza di gabbie atte ad irregimentarlo attorno a parole d'ordine senza costrutto, avrebbe rischiato di prendere direzioni sgradevoli per i dominanti.[...]

Quali direzioni? Quella della violenza? Quella dell'astensionismo? Quella dei suicidi di massa? Sarebbero queste le mosse che danno fastidio ai dominanti?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 0:05  Aggiornato: 26/5/2012 0:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Quella della violenza?


esatto
grillo e il suo movimento sono una valvola di sfogo

Citazione:
porta indirettamente a vedere marcio ovunque e a non agire


agire vuol dire votare il m5s? hai uno strano concetto dell'agire

totalrec
Inviato: 26/5/2012 1:16  Aggiornato: 26/5/2012 1:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 742
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Witt83
Citazione:
Sulls creazione del M5S si possono sollevare legittimi sospetti ma non si ha nessuna prova per poter dire con certezza assoluta che "è un movimento creato a tavolino dai potenti".


La "certezza", al di fuori dei tribunali (e molto spesso anche all'interno) è una cosa strettamente soggettiva. Però chi ha almeno una quarantina d'anni - e ha visto sorgere e morire partiti radicali, democrazie proletarie, leghe lombarde,movimenti femministi, ambientalisti, per i diritti dei gay e via delirando - certe trappole create a bella posta per fungere da diversivo le riconosce ormai a naso. Purtroppo non si può prestare il proprio naso alle nuove generazioni, altrimenti si eviterebbero un sacco di rodimenti di fegato.

Citazione:
In italia, oggi come oggi, non vedo forze politiche in grado di vincere troppo o di poter impensierire nemmeno un neonato. Non vedo alcun schieramento (a parte fooorse il M5S) in grado di intimorire qualcuno di importante.


Gli unici ambienti che il M5S è in grado di intimorire sono quelli della vecchia nomenklatura politica italiana. Cioè la manica di sguatteri dei poteri coloniali d'oltreoceano, i quali, osservando l'ascesa di questa improbabile congrega di saltimbanchi, hanno già iniziato a farsela addosso. Non certo perché il M5S sia, in sé, in grado di impensierirli, ma perché il fatto stesso che ad una tale armata Brancaleone sia stato consentito di farsi strada - con larga approvazione e supporto della stampa, la quale non solo li ha posti sotto i riflettori, ma gli ha anche reso disponibili ampi settori di elettorato, eliminando Lega e PdL con il gossip consueto - è il segno che è in preparazione una ristrutturazione del personale, con ampi licenziamenti e sostituzioni tra le fila della servitù. I lavapiatti sanno bene come funzionano queste cose: e quindi tremano, si agitano, si domandano come andrà a finire.

Il potere, quello vero che tira i fili, non solo non è impensierito, ma è l'artefice dell'intera operazione. Questo sempre se ci si vuole fidare del mio naso, sennò pazienza.

Perché i dominanti pongano in atto questo tipo di ristrutturazioni non è indispensabile che vi sia in preparazione una rivoluzione di prima grandezza o che esistano elite in grado di guidarla. In momenti di fluidità geopolitica estrema come quello attuale, ogni minima deviazione dai percorsi stabiliti può generare effetti imprevedibili e va quindi scongiurata, creando configurazioni più agevolmente controllabili.

Prendiamo la Lega: che quest'accozzaglia di ruminanti sia in grado di guidare una rivoluzione ormai non ci crede più nessuno, se mai qualcuno ci ha creduto. Però, con tutto il suo vaniloquente becerume da mercato, si trattava pur sempre di un partito politico con 25 anni d'esperienza sulle spalle. Venticinque anni nel corso dei quali avrà senz'altro acquisito qualche idea, seppur rozza, di come funzionino in concreto i meccanismi della politica, avrà messo a punto qualche labile strategia di sopravvivenza, avrà creato qualche aggancio con settori dell'imprenditoria, della finanza, forse perfino dei servizi segreti (Maroni sembra un po' meno scemo di Bossi, anche se solo un po'). Tutto questo le avrebbe consentito di conquistare il potere in Italia? Manco per idea, mancandole una teoria politica degna di questo nome. Però le conferiva, diciamo, un 1% di probabilità di costituire un intralcio ai piani prestabiliti dai tirafili, un punto di agglomerazione intorno al quale avrebbe potuto condensarsi una fronda fastidiosa di malcontento in grado, se non di fermare, perlomeno di rallentare (di poco o di molto) i progetti di totale asservimento del nostro paese che i dominanti hanno in serbo per noi.
E' bastato questo perché la Lega venisse fatta fuori con il solito dossier tirato fuori dal cassetto al momento giusto e sostituita con un "movimento" di aria fritta (i grullini) le cui potenzialità di nuocere al potere (quello vero) sono ben inferiori all'1% e attestate intorno allo zero Kelvin.

Con questo non voglio dire che ai grullini fosse preferibile la Lega: a livelli così minimi di potenzialità offensive di carattere politico, tanto vale preoccuparsi dell'estetica, che nei grullini è decisamente migliore. Ma questa è appunto l'opinione di un esteta. Il potere non bada alle apparenze, ma alla funzionalità delle scelte e mira dritto al sodo. Solitamente le rivoluzioni arrivano quando gruppi di persone risolute abbandonano la pretesa di dotare la politica di un'etica e di un'estetica (essendo la politica quanto di più refrattario si possa immaginare all'una e all'altra) e iniziano a preoccuparsi unicamente della conquista e gestione del potere. Ma vedo che ne abbiamo ancora di pappa da mangiare anche solo per essere in grado di accostarci ad una simile idea, non dico per farne tesoro...

For, dear me, why abandon a belief
merely because it ceases to be true?
Cling to it long enough, and not a doubt
it will turn true again, for so it goes.

(Robert Frost, "The black cottage")
Calvero
Inviato: 26/5/2012 1:32  Aggiornato: 26/5/2012 1:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Totalrec

Citazione:
Ma così non è; e anzi il M5S è stato costruito ad arte proprio per scongiurare l’eventualità che un movimento di questo tipo possa fare la propria comparsa sulla ribalta nazionale.


.. e qui si torna appunto all'autoinganno, da cui si diramano vari titoli e sottotitoli del film grillino della speranza e dell'entusiasmo. Non soltanto "Grillo" arrecherà danni gravissimi alla crescita e all'avvenire, nel contempo, come già discussi con un altro collega, saranno sprecate quelle energie che dovevano essere convogliate al di fuori del Sistema. Energie che non saranno più recuperabili.

Inutile: - siamo fottuti .. le persone bramano un Sistema migliore e non IL cambiamento - e proprio il fatto che ai più questi due concetti appaiono poter convivere insieme, è la comprova di come la morale di Stato sia dominante ... e saremo nuovamente puniti e sarà la Vita a pretenderlo, sia chiaro, non il Potere ... la Vita chiede uomini, non automi. Il Potere è una conseguenza. Ma che parlo a fare

Amen, ai nostri nipoti

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Kempes
Inviato: 26/5/2012 2:18  Aggiornato: 26/5/2012 2:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
NiHiLaNtHCitazione:
agire vuol dire votare il m5s? hai uno strano concetto dell'agire


Io parlavo in linea generale su tutte le tematiche che di solito si tratta; le cosiddette teorie complottiste, scie,signoraggio,9/11 ecc. ecc. e su come non lasciarsi intorpidire dalla paranoia.
Purtroppo tu prendi un pezzo e parti senza aver capito (o aver voluto fatto finta di capire quello che ti fa piu comodo)

Agire contro la paranoia può voler dire anche trombare,uscire in bicicletta, godersi comunque l'unica vita che abbiamo, cosa che (potrei sbagliare) in molti qui dentro non fanno.

C'è differenza nell'essere consapevoli e starsene in spiaggia a pescare granchi, piuttosto che essere consapevoli e affrontare comunque il mare in burrasca essendo a conoscenza della presenza degli squali.

Se dovessi fare il paranoico pure io sarei portato a pensare che tutti coloro che mettono paletti alle buone intenzioni e alle buona fede delle persone , perchè tanto c'è il babboi degli illuminados, lo fanno per uno scopo ben preciso: persuadere le menti piu fragili che non è il caso di fare nulla perchè intanto non c'è rimedio, altresi illudendoli di essere a conoscenza dei segreti celati al mondo.
Il m5s qui non c'entra un cazzo, anche se mi rendo che ad alcuni di voi da molto piu fastidio del concreto rischio di vedere alla presidenza della repubblica, il prossimo anno, un volto a noi NOTO...ma intanto che ce frega...ci sono LOS ILLUMINADOS

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Pispax
Inviato: 26/5/2012 2:58  Aggiornato: 26/5/2012 2:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
fefochip


Citazione:
insomma è la nostra "sete di leader" che ci spinge a questo



Io ci andrei piano con la "sete di leader".
Quel "noi" è molto diplomatico, ma non credo che basterà a metterti al riparo da un po' di contumelie (mentali, per fortuna).



C'è una bella espressione di Montanelli che si potrebbe applicare bene anche a quelli che hanno la "sete di leader":

“ La servitù, in molti casi, non è una violenza dei padroni, ma una tentazione dei servi."

Pispax
Inviato: 26/5/2012 3:19  Aggiornato: 26/5/2012 3:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Calvero


Citazione:
Un altra domanda:

.. ma l'immobilismo è quella cosa che viene di notte con le scarpe tutte rotte, quando decidi di non giocare secondo le regole della politica?


Se poi l'unico risultato che porti è solo quello che tu puoi dire "io non gioco secondo le regole della politica", ovvero una semplice medaglietta appuntata sul petto, allora certo che si.
Sai, io sono molto politico. Quindi le cose le misuro dai risultati, non dalle dichiarazioni.






Citazione:
Non so perché ma la logica mi dice che l'immobilismo sia quello che si materializza quando deleghi. Non viceversa. Com'è strana la logica a volte. Tirando le somme, quindi, cosa abbiamo?: - abbiamo un Secolo in cui si Vota, si delega; i popoli - grazie a questo - sono immobili, regna la morale di Stato ...e le cose come sono andate? sono peggiorate e peggiorano esponenzialmente ...


Questa cos'è: una confutazione o una sottolineatura?
Non so se te ne sei accorto, ma io ho detto proprio questa cosa qui.

Ovviamente tu dici che la colpa è del voto in sé, in quanto in voto è l'Anticristo incarnato che scorazza sulla Terra.
Per me questa è una posizione debole. A parte un gran baccano, per il momento non sono riuscito a trovare fatti che la suffraghino.
Io credo invece che il problema ruoti intorno al concetto di delega. Perché un conto è dare una delega per rappresentarmi; altro conto è dare una delega per pensare al posto mio.
In molti, evidentemente, ritengono che il voto appartenga alla seconda categoria.
Grande cazzata.






Citazione:
.. e adesso che si vuole Votare ancora, che si insegna al pubblico ammaestrato a [famoso rullo di tamburi] .. rimanere ancora ammaestrato e si persegue e foraggia ancora [ altro ... rullo di tamburi] la morale di Stato, sì sì, quella che ha fatto più danni del meteorite che ha annientato i poveri dinosauri.... ecco che ti arriva anche lo spauracchio dell'immobilismo per chi non vuole giocare più a questo abominio gestito dal Potere.


Le parole da sole non contano. Le azioni da sole non contano.
Si sta parlando di politica, baby: quello che conta sono i risultati.

Se te hai in mente una teoria e una pratica che ti permetta REALMENTE di smettere di giocare, ti ascolterò con la massima attenzione.
Altrimenti quello che ti resta da fare è raccogliere la tua mano di carte e cercare di giocarle cercando di fare quanti più punti possibile.
L'immobilismo non è uno "spauracchio".
E' solo il modo di giocare peggiore che esita, tutto qui.
(E questo, come dicevi tu, chiaramente comprende anche il fingere di non star giocando)






Citazione:
Bella, Pispax; il tuo masterpiece


A me non pareva un masterpiece. Mi sembravano tutte considerazioni piuttosto ovvie.
In ogni caso grazie del complimento.

NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 9:47  Aggiornato: 26/5/2012 9:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Agire contro la paranoia può voler dire anche trombare,uscire in bicicletta, godersi comunque l'unica vita che abbiamo, cosa che (potrei sbagliare) in molti qui dentro non fanno.


ma non ti vergogni a scrivere certe cose?

per le prsone "normali" godersi la vita vul dire fregasrsene di tutto e mettere una crocetta ogni 5 anni

Citazione:
Il m5s qui non c'entra un cazzo, anche se mi rendo che ad alcuni di voi da molto piu fastidio del concreto rischio di vedere alla presidenza della repubblica, il prossimo anno, un volto a noi NOTO...ma intanto che ce frega...ci sono LOS ILLUMINADOS


eh si solo il m5s può fermare berlusconi ( che ormai non si caga più nessuno )


Kempes
Inviato: 26/5/2012 9:50  Aggiornato: 26/5/2012 9:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Non mi vergogno mai nei confronti di chi fa finta di non capire.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 9:57  Aggiornato: 26/5/2012 9:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
no ho capito benissimo per te fino a pova contraria siamo tutti paranoici disfattisti qualunquisti etc.

Kempes
Inviato: 26/5/2012 10:06  Aggiornato: 26/5/2012 10:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Siete? fai parte di qualche squadra da difendere?Io parlavo di persone che conosco personalmente e poi ho espresso il mio parere nei confronti di quello che leggo, e ho notato che alcuni sono cosi, ed è a loro che rivolgevo le mie considerazioni, mentre altri (sempre rimanendo alla lettura dei post) non mi sembrano cosi. In ogni caso avevo scritto "posso sbagliarmi" ma evidentemente non lo avevi letto perchè nel frattempo stava prendendo fuoco la coda di paglia. Have a nice day Nihil

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 10:41  Aggiornato: 26/5/2012 10:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Siete? fai parte di qualche squadra da difendere?


astensionisti credo

Citazione:
e ho notato che alcuni sono cosi, ed è a loro che rivolgevo le mie considerazioni, mentre altri (sempre rimanendo alla lettura dei post) non mi sembrano cosi


che tradotto vuol dire
"quelli che non si fidano del m5s che criticano grillo e la casaleggio sono dei qualunquisti, disfattisti, paranoici che vedono il male ovunque mentre quelli che votano e sostengono il m5s e grillo sono gli unici che si danno davvero da fare per cambiare le cose"

Citazione:
In ogni caso avevo scritto "posso sbagliarmi" ma evidentemente non lo avevi letto


certo che l'avevo letto ma evita di prendermi per il culo
il "posso sbagliare" l'hai solo msso per evitare di fare la figura dello stronzo

Citazione:
Have a nice day Nihil


con quelli come te in giro non è facile

etrnlchild
Inviato: 26/5/2012 10:47  Aggiornato: 26/5/2012 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1057
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Il potere, quello vero che tira i fili, non solo non è impensierito, ma è l'artefice dell'intera operazione. Questo sempre se ci si vuole fidare del mio naso, sennò pazienza.
Fidarsi del tuo naso non saprei, pero' la puzza che c'e' sotto si sente eccome


D'altra parte secondo la logica dei nichilisti nulla impedisce, come dice Kempes, che questi ragionamenti non siano essi stessi funzionali ai poteri occulti. Facendo di voi dei perfetti gatekeepersss.
Calvero ad esempio lo avrebbero di sicuro gia' internato , invece scorazza libero nel corpo e nei pensieri.

Grillo fara' dei danni gravissimi, e insieme a lui i "grullini".
Sì, e non vedo l'ora.
E non vedo l'ora anche che questa energia vada ad aumentare l'entropia dell'Universo.
Tanto niente si crea e niente si distrugge, tutto si puo' solo trasformare, che lo vogliamo o meno che lo desideriamo o meno.

Il potere naturalmente cerchera' di incanalare questa energia per conservare lo status quo e trasformarsi in nuove sofisticate forme, e rinnovare il contratto di schiavitu' con il popolo dormiente, il quale credera' di essersi liberato dai legacci, ma in realta' li avra' solo rinnovati in piu' raffinate catene.
Perche' questa e' la dura e cruda verita', che siamo tutti schiavi.
Siamo tutti schiavi....siamo tutti schiavi....
Ma ora, nonostante le catene, torno a dormire cosi' da poter sognare un mondo in cui sono veramente libero, e sento vicini tutti voi.


"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 10:53  Aggiornato: 26/5/2012 10:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Grillo fara' dei danni gravissimi, e insieme a lui i "grullini"


se aumenteranno il numero deli trasmettitori wifi sicuramente

mangog
Inviato: 26/5/2012 11:10  Aggiornato: 26/5/2012 11:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2862
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Mettiamo Grillo alle finanze e vediamo quanti Bot e BTP riuscirà a piazzare con uno spread decente.. diciamo sui 100-150 punti..
L'Italia, anzi lo stato, se la ride della politica.. nessun politico potrà snellire l'apparato pubblico difeso oltre ogni misura da TAR CONSULTE E CSM vari..

Per chi non lo sapesse l'apparato pubblico costa 800 miliardi di euro all'anno.
Lo sperpero sarà pari al 20-25% del totale incamerato vigliaccamente e forzatmente.

Notturno
Inviato: 26/5/2012 11:20  Aggiornato: 26/5/2012 11:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
TUTTI: vi prego.... facciamo una petizione e facciamo assumere MANGOG come usciere al Ministero dei Lavori Pubblici.

Non se ne può più......


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
infosauro
Inviato: 26/5/2012 11:55  Aggiornato: 26/5/2012 12:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 1789
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
esatto
grillo e il suo movimento sono una valvola di sfogo[...]

E la violenza darebbe fastidio ai dominanti?

Citazione:
[...]Diverso sarebbe se alla base del “movimento” vi fosse uno straccio di teoria della politica, un’idea non dico precisa, ma almeno generica, dei meccanismi con cui essa si muove, una serie di contatti con gli ambienti che la costruiscono di momento in momento sulla base delle strategie da adottare, una disponibilità a mettere da parte il moralismo ringhiante per assimilare i fondamenti dell’esercizio del potere e disporsi a riceverlo.[...]

Stai dicendo che se ci fosse quella serie di contatti di cui parli, tu non saresti qui a dire che il M5S è controllato e quindi tanto vale lucidarsi le catene perché non c'è via d'uscita alla situazione di schiavitù?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
mangog
Inviato: 26/5/2012 12:03  Aggiornato: 26/5/2012 12:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2862
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

Autore: Notturno Inviato: 26/5/2012 11:20:09

TUTTI: vi prego.... facciamo una petizione e facciamo assumere MANGOG come usciere al Ministero dei Lavori Pubblici.

Non se ne può più......



Ma pensi che un ministro dei lavori pubblici in Italia possa decidere chi e quando mandare a casa ? Il dipendente pubblico in virtù della costituzione divina è innamovibile ... neanche i maestri pedofili riescono a mandare a casa.
Ma levati le fette di polenta dagli occhi che per te è sempre notte.

yarebon
Inviato: 26/5/2012 12:40  Aggiornato: 26/5/2012 12:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
NiHiLaNtH ha scritto:
Citazione:
agire vuol dire votare il m5s? hai uno strano concetto dell'agire


non fare orecchie da mercante, non ho detto questo e lo dice uno che non vota dal 2006 (oltretutto in quel periodo votai per il sindaco della mia città non certo elezioni nazionali).
L'mc5 in teoria puoi aprirlo anche tu nel tuo paese se non c'è, è cosa diversa dal sistema della crocetta, perchè sempre in teoria dovrebbe mobilitare i cittadini ed operare una politica orizzontale, quindi niente finanziamento ai partiti, niente segretari di partito, non più i soliti noti.
Fatta questa premessa che magari è teoria ma è il modo in cui si presenta il movimento di Grillo, perchè andare subito in quinta e criticare chi vuole una politica dal basso che faccia decidere i cittadini? L'mc5 vive grazie a Grillo ma grazie a Dio non è solo Grillo. Sarò il primo ad insultarli se Grillo si porrà come padre padrone e il tutto sarà un fuoco di paglia, ma è ancora presto e comunque il tutto è un passo avanti rispetto a prima.
Le vostre critiche sono semplicemente venate da pessimismo cosmico e pregiudizio che vede il satanasso ovunque.

NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 13:20  Aggiornato: 26/5/2012 13:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
L'mc5 in teoria puoi aprirlo anche tu nel tuo paese se non c'è


lo farei se credessi nella politica

Citazione:
Le vostre critiche sono semplicemente venate da pessimismo cosmico e pregiudizio che vede il satanasso ovunque.


mi sembra che nessuno ha dato del venduto a Massimo Mazzucco, David Icke, Alex Jones o Ron Paul

totalrec
Inviato: 26/5/2012 15:10  Aggiornato: 26/5/2012 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 742
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Etrnlchild
Citazione:
D'altra parte secondo la logica dei nichilisti nulla impedisce, come dice Kempes, che questi ragionamenti non siano essi stessi funzionali ai poteri occulti.


Gentilissimo, non so bene cosa sia la "logica dei nichilisti". Non so nemmeno se i miei ragionamenti siano funzionali ai "poteri occulti". Bisognerebbe disoccultarli e chiederlo a loro. Quello che so per certo è che esistono (o perlomeno sono esistiti in passato) movimenti guidati da persone dotate di un'idea piuttosto precisa di come funzioni la politica e che sfruttano questa conoscenza per reperire le risorse necessarie per strappare il potere alle elite preesistenti, fregandosene altamente del "bene" e del "male", del "giusto" e dell'"ingiusto" e altre simili pinzillacchere; e poi ci sono movimenti che non hanno la più pallida di cosa sia la politica e la confondono con l'urlo delle piazze, con le percentuali di voto, con la creazione dell'Eden in terra e con altre varie baggianate. Io mi fido solo dei primi, perché sono loro che hanno sempre rimesso in moto la storia, mentre il compito dei secondi è quello di impantanarla in una fanghiglia di chiacchiere nella quale, a volte, si ha l'impressione di restare a mollo per sempre. Spero che tutto ciò non appaia troppo brutale a chi è solito fare di politica e morale un unico polpettone (quando già 500 anni fa un tal Machiavelli aveva spiegato, con parole di straordinaria chiarezza, che etica e politica sono due ambiti distinti, da non incrociare mai tra di loro). Però, se proprio devo avere un'idea (non politica) di "bene", che essa sia perlomeno un'idea quanto più possibile universale. "Bene" è per me la mutevolezza delle configurazioni umane, lo scorrere della storia, il ricambio politico (poco mi frega se "in meglio" o "in peggio" e non sono sicuro di comprendere bene cosa vogliano dire queste espressioni), insomma tutto ciò che, mantenendo gli eventi in divenire, richiama la vita e l'arricchimento delle relazioni tra i dati sensibili. Il "male" è invece tutto ciò che contribuisce alla cristallizzazione e all'immobilità mummifica del presente. Grullini compresi, che con i loro artritici sproloqui sulla solita "democrazia" e sulla solita "partecipazione del popolo" fanno di tutto per tenerci esattamente nel punto in cui siamo.

Citazione:
Facendo di voi dei perfetti gatekeepersss.


Personalmente, non sono solito suddividere il genere umano in "gatekeepers" e "persone che muovono il culo". Utilizzo una tassonomia ancora più semplice: il mondo si divide in persone che hanno un cervello e che prima di agire muovono quello; e persone che non ce l'hanno e devono arrangiarsi con ciò che possiedono. Io non ho nulla né contro gli uni né contro gli altri. Devo però dire, a titolo strettamente personale, che un movimento che inalberi, addirittura sul proprio vessillo, un culo, con i suoi moti sussultori e ondulatori, mi risulta troppo esplicito nelle sue potenzialità perché io riesca ad appoggiarlo con il dovuto entusiasmo. Il movimento è sempre un bene, come dicevo. Basta non ridurlo a quello delle natiche, le quali possono essere scosse con vigore anche mantenendo i piedi ben saldi in un pediluvio di cemento armato.

Citazione:
Grillo fara' dei danni gravissimi, e insieme a lui i "grullini".


Personalmente non condivido queste conclusioni di Calvero. Non credo che Grillo produrrà nessun danno irrimediabile, non è questo il suo scopo. Il suo scopo è uno scopo di fase, puramente transitorio: quello di mantenere la situazione politica immobilizzata sulle solite parole d'ordine finché i gruppi dominanti non avranno escogitato una nuova configurazione con cui tenere sotto controllo il paese. Il che sarebbe avvenuto comunque, visto che non è assolutamente sufficiente l'"energia delle masse" per produrre un qualche cambiamento. Occorre che tale energia venga attivata da un'elite agguerrita e politicamente consapevole, che in Italia oggi non c'è (o se c'è ha trovato un nascondiglio così insospettabile da sfidare l'odorato di qualunque cane da fiuto). Se e quando una tale elite deciderà di farsi viva, le cose cambieranno, con o senza il cloroformio diffuso da Grillo e dai mille anestesisti suoi pari. Non è dunque mia intenzione fare la guerra ai grillini, i quali, in un modo o nell'altro, avranno vita assai breve. Che la assaporino pure e facciano un po' d'esperienza politica, nel loro percorso. In futuro, il disincanto che viene dal contatto con la pratica di governo potrebbe risultargli assai utile allo svezzamento e alla crescita dei primi dentini, che per qualunque mamma è sempre uno spettacolo commovente, per quanto fisiologicamente prevedibile.

For, dear me, why abandon a belief
merely because it ceases to be true?
Cling to it long enough, and not a doubt
it will turn true again, for so it goes.

(Robert Frost, "The black cottage")
DrManhatta
Inviato: 26/5/2012 17:44  Aggiornato: 26/5/2012 17:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2010
Da:
Inviati: 31
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Vorrei provare a portare in esempio quanto successo nell'ennesima bagarre dei talk show televisivi:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/05/26/monti-criminale-allultima-parola-scoppia-bagarre/198302/

dove Paolo Barnard si rivolge senza mezzi termini a Monti.

Ora non voglio discutere né la figura di Paolo Barnard né entrare nel merito di ciò che lui porta a conferma della sua tesi, perché su entrambi gli argomenti non non mi ritengo sufficientemente informato.

Quello che ha menzionato Barnard è, al dilà della veridictà o meno, un argomento diciamo "scottante", come le scie chimiche? questo non lo so, ma è un attacco duro, una presa di posizione inconfutabile, che potrebbe (dico POTREBBE) essere essimilata al famoso "QUELLO" di cui non parla Beppe Grillo.

La domanda che vorrei fare è questa: Ha funzionato? Ha informato? E' stato credibile? E' riuscito ad esporre un argomento scottante e di difficile comprensione (la questione economico-finanziario-monetaria) riuscendo a coinvolgere il maggior numero di persone possibile in una ipotetica riflessione e/o approfondimento di questa tematica?

Kempes
Inviato: 26/5/2012 20:58  Aggiornato: 26/5/2012 20:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
NiHiLaNtH Citazione:
Siete? fai parte di qualche squadra da difendere? astensionisti credo


Allora ragazzo mio, io capisco che leggersi centinaia di post di fila non sia facile, ma si dovrebbe farlo prima di scrivere ,pontificare e giudicare le persone, soprattutto se queste sono un fantasma dietro lo schermo.
Io non voto da tempo immemore e potrei mandare a fare in culo tutti nello spazio di un nanosecondo. Seguo queste tematiche da decenni prima dell'avvento di internet e forse ho avuto il tempo di metabolizzarle in maniera differente, accompagnate dai fatti che si svolgevano nel frattempo.

Io penso che tu continui a far finta di non capire appositamente, dal momento che IO NON PARLAVO DI COSA SIA MEGLI O PEGGIO MA DI COME AFFONTARE LA VITA DI TUTTI I GIORNI IN BASE ALLE NOTIZIE, LE INFORMAZIONI PIU DISPARATE E DI NON FACILE DIGESTIONE.
Credo che ci sia differenza, e mettevo come piano di paragone lo scetticismo che avete nei confronti di Grillo (perchè di lui si parla in questo momento) con chi comunque espone teorie cospirazioniste (chiamiamole cosi) con lo scopo ben preciso di fare un minestrone che impedisce ai piu di distinguere i sapori, avendo notato la presenza di soggetti annichiliti da quello che leggono e sentono.



Citazione:
che tradotto vuol dire "quelli che non si fidano del m5s che criticano grillo e la casaleggio sono dei qualunquisti, disfattisti, paranoici che vedono il male ovunque mentre quelli che votano e sostengono il m5s e grillo sono gli unici che si danno davvero da fare per cambiare le cose"

Prova con il traduttore di google. Da questa frase si evince che (a voler essere in buona fede nei tuoi confronti) sei una persona superficiale che poteva sforzarsi un pochino di più per capire cose che sono state spiegate ampiamente dal sottoscritto.
é una mossa scorretta di spostare l'argomento che si è sollevato su un altro piano. Molti diventano paranoici per il semplice fatto che la mole di informazioni che hanno ricevuto in cosi pochi anni non ha permesso loro di svincolarsi bene per continuare comunque a vivere. Non so se tu fai parte di queste persone, e neanche mi frega di saperlo. Io lo ponevo come argomento interessante da discutere, ma purtroppo la sindrome da Guelfi e Ghibellini (alcuni la celano molto bene)è una cosa ben radicata.
Spiegatemi perchè Malanga non è credibile e invece uno come Zagami,nipote di un massone di P. del Gesù si? Icke è contestato dallo stesso Malanga, Malanga è contestato da scettici che però pendono dalle labbra di Franceschetti... e Sitchin,Zagami e bla bla bla. IO PARLAVO DI QUESTO, come continuare a vivere la vita di tutti i giorni tra la gente che non conosce minimamente questi argomenti (e neanche ha l'interesse di farlo) come se fossimo una sorta di attori in uno scenario di cui iniziamo a conoscere la trama, ma non lo scopo, perchè vari registi ci stanno spingendo in varie direzioni senza però avere la certezza di quale sia quella giusta.
Se diventiamo scettici con chiunque si ottiene il risultato dello status quo, del "running to stand still", come diceva una canzone, e per quello che dico che secondo me certi divulgatori e certe teorie lanciate a cazzo possono avere uno scopo opposto a quello di aprire gli occhi.tutto qua. Se è difficile ancora da capire io non posso farci niente, perchè...



Citazione:
certo che l'avevo letto ma evita di prendermi per il culo il "posso sbagliare" l'hai solo msso per evitare di fare la figura dello stronzo


..."Posso sbagliare" vuol dire "Posso sbagliare" nel linguaggio delle persone educate. Comunque se ho scatenato questo esagerato livore qualcosa nel culo ti sta bruciando ma non è che ho cosi tanto tempo da buttare da risponderti ogni volta.Prendilo come un gesto di buona educazione unilaterale da parte mia.

Citazione:
Have a nice day Nihil - con quelli come te in giro non è facile
Gia con me in giro non è facile. Faccio parte di setta satanica controllata dai "Fulminati di Baviera"




La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.

Joseph Déjacque

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Kempes
Inviato: 26/5/2012 21:14  Aggiornato: 26/5/2012 21:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Poi noi stessi non siamo controllati e manovrati? inconsapevolmente certo, ma pensate di avere la coscienza pulita in tal senso quando andate a comprarvi qualcosa al supermercato piuttosto che un' altra? Per non parlare di quelli che si lamentano del Signoraggio, parlandone come se fosse la causa di tutti i mali, ma tenendo i propri soldi in banca e di fatto alimentando quel mostro? O scegliere la marca di un computer piuttosto che un altra, e che ci permette di scrivere quello che scriviamo come se fossimo delle aquile con gli artigli di un pulcino, di fatto finanziando delle multinazionali? Vabbè, ma quello che scrivo sono cazzate vero??? Di questo passo allora non dovremo fare niente vero??? ECCO, era proprio questo il discorso che volevo fare.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
LoneWolf58
Inviato: 26/5/2012 21:46  Aggiornato: 26/5/2012 21:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
"Perché" Beppe Grillo non parla di... ?
La risposta la conosce solo Grillo... le ipotesi sono tante e possono essere tutte valide.
Ma se invece di perder tempo su Grillo e su quello che non dice si valutasse l'efficacia e la corretteza di quello che dice?... non ne guadagneremo tutti?

Ad esempio ritengo più interessante e proficuo il suo appoggio al NOTAV che l'eventuale trattazione delle chemtrails... imho

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Kempes
Inviato: 26/5/2012 21:56  Aggiornato: 26/5/2012 21:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
"Perché" Beppe Grillo non parla di... ? La risposta la conosce solo Grillo... le ipotesi sono tante e possono essere tutte valide. Ma se invece di perder tempo su Grillo e su quello che non dice si valutasse l'efficacia e la corretteza di quello che dice?... non ne guadagneremo tutti? Ad esempio ritengo più interessante e proficuo il suo appoggio al NOTAV che l'eventuale trattazione delle chemtrails... imho


Anche perchè parlare solo di lui e non delle tematiche affrontate (che sono di tutti) potrebbe farmi pensare che si abbia tutto l'interesse di spostare l'attenzione da queste, o peggio, denigrarle in quanto facenti parte di un ipotetico e sospettato disegno occulto.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
NiHiLaNtH
Inviato: 26/5/2012 23:42  Aggiornato: 26/5/2012 23:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Credo che ci sia differenza, e mettevo come piano di paragone lo scetticismo che avete nei confronti di Grillo (perchè di lui si parla in questo momento) con chi comunque espone teorie cospirazioniste (chiamiamole cosi) con lo scopo ben preciso di fare un minestrone che impedisce ai piu di distinguere i sapori, avendo notato la presenza di soggetti annichiliti da quello che leggono e sentono.


ognuno reagisce in modo diverso quando viene a contatto con queste informazioni ma non è che possiamo fermarne la diffusione solo perchè qualcubo si lascia andare e cade in depressione

Citazione:
Spiegatemi perchè Malanga non è credibile e invece uno come Zagami,nipote di un massone di P. del Gesù si? Icke è contestato dallo stesso Malanga, Malanga è contestato da scettici che però pendono dalle labbra di Franceschetti... e Sitchin,Zagami e bla bla bla


e cosa vorresti una sola fonte di informazioni alternative? ognuno di questi personaggi ha qualcosa di buono da dare e dobbiamo prenderlo senza diventare dei fanatici Malanghiani, Ickeani, Mazzucchiani, Sitchiniani, Franceschettiani etc.

Citazione:
Se diventiamo scettici con chiunque


questo non è vero
chi ha dato del Venduto a Massimo Mazzucco, David Icke, Alex Jones o Ron Paul?

Citazione:
Comunque se ho scatenato questo esagerato livore qualcosa nel culo ti sta bruciando


se fossi davvero un un depresso, paranoico, disfattista, nichilista, qualunquista allora non avrei motivo di incazzarmi

Citazione:
Faccio parte di setta satanica controllata dai "Fulminati di Baviera"


no solo un rompicoglioni
però se senti sempre il bisogno di mettere in mezzo certe cose allora forse il fissato paranoico sei tu

Kempes
Inviato: 27/5/2012 0:41  Aggiornato: 27/5/2012 0:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Nihil...Citazione:
ognuno reagisce in modo diverso quando viene a contatto con queste informazioni ma non è che possiamo fermarne la diffusione solo perchè qualcubo si lascia andare e cade in depressione


E chi ha detto che bisogna fermarne la diffusione? (Altro spiacevole tentativo di screditare l'interlocutore) Personalmente le notizie io vado a cercarle ma, per l'ennesima volta, ragiono sul fatto che le informazioni, pescate dalle piu disparate fonti e senza un adeguata analisi, possono portare certi soggetti a negarle,rifiutarle e male andando deriderle. Questo potrebbe portarmi (Se fossi affetto da paranoia) a considerare i divulgatori (e ce ne sono tanti, di varia specie, e non tutti concordanti) dei minestrari che bolliscono le piu disparate teorie per non far prendere il gusto piu di niente.
Esempio concreto: Massimo lo ritengo credibile,affidabile e corretto nei suoi articoli, un Leo Zagami no ad esempio, per una serie di motivi che sarebbe lungo spiegare.
Poi se la gente va in paranoia o meno non me ne può sbattere de meno, discutevo di quello che vedo,sento e leggo.

Citazione:
e cosa vorresti una sola fonte di informazioni alternative? ognuno di questi personaggi ha qualcosa di buono da dare e dobbiamo prenderlo senza diventare dei fanatici Malanghiani, Ickeani, Mazzucchiani, Sitchiniani, Franceschettiani etc.

Ho detto che non sto parlando di quello che dicono i personaggi in questione ma di come la gente può recepire una mole d'informazioni talvolta in contrasto tra di loro,senza contare che certe volte se le danno di santa ragione . Ma come hai detto tu bisogna prendere le cose buone che hanno da dare, anche Grillo a qusto punto o no? Ma tanto Grillo è controllato; Malanga dice che Icke è controllato dal biondo a cinque dita; Zagami dice che gli studi di Sitchin sono puttanate; Io dico che Zagami ha una faccia poco raccomandabile e che non mi fido del nipote di un Massone di P. del Gesù ecc. ecc. Ripeto di nuovo che in questo momento mi dispiace piu per le persone confuse che sui soggetti in questione, e comunque è l'ennesimo tentativo di mistificare quello che viene scritto. Per spiegare le proprie opinioni non è necessario passare sulla difensiva.

Citazione:
questo non è vero chi ha dato del Venduto a Massimo Mazzucco, David Icke, Alex Jones o Ron Paul?

Questo non lo so, personalmente le persone che hai citato m'ispirano fiducia, quindi la domanda devi farla ad altri


Citazione:
se fossi davvero un un depresso, paranoico, disfattista, nichilista, qualunquista allora non avrei motivo di incazzarmi

Ma infatti, chi ti ha cercato? Non ho detto che "Nihil" è depresso,nichilista ecc. caso mai sei tu che ti sei sentito toccato in tal senso, eppure avevo parlato in generale. Ho scritto il mio post,tu hai risposto e io ho fatto altrettanto.Si fa cosi negli spazi come questo. Puoi essere e comportarti come vuoi, non è che mi freghi molto. Di solito scrivo quello che penso per confrontarmi anche con le persone che non la pensano come me, nella maniera piu garbata possibile, anche quando

Citazione:
no solo un rompicoglioni

non vengo ricambiato allo stesso modo.

Citazione:
però se senti sempre il bisogno di mettere in mezzo certe cose allora forse il fissato paranoico sei tu

Beh non mi sembra che questo sia un sito di Gossip o di sport. Vedi tu di cosa devo parlare. Ciao e Buona Domenica.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
Notturno
Inviato: 27/5/2012 7:12  Aggiornato: 27/5/2012 7:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

Mangog ha scritto:
Ma pensi che un ministro dei lavori pubblici in Italia possa decidere chi e quando mandare a casa ? Il dipendente pubblico in virtù della costituzione divina è innamovibile ... neanche i maestri pedofili riescono a mandare a casa.
Ma levati le fette di polenta dagli occhi che per te è sempre notte.


Segui il labiale.... my name is "Notturno".....

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Notturno
Inviato: 27/5/2012 7:20  Aggiornato: 27/5/2012 7:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:

LoneWolf ha scritto:
Ad esempio ritengo più interessante e proficuo il suo appoggio al NOTAV che l'eventuale trattazione delle chemtrails... imho


Ciao.

Mi daresti il tuo codice fiscale? Vorrei menzionarti nel mio testamento....

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Witt83
Inviato: 27/5/2012 9:34  Aggiornato: 27/5/2012 9:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 408
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Segui il labiale.... my name is "Notturno".....


Visto l'orario in cui hai scritto ti definirei "Mattiniero"

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
Nyko
Inviato: 27/5/2012 12:47  Aggiornato: 27/5/2012 12:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2010
Da:
Inviati: 542
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
"E' molto utile notare come da Aristotele in poi, una certa corrente di pensiero abbia interpretato il rapporto fra persuasore e persuaso in un senso molto simile alla concezione informatica delle architetture client-server, in cui, cioè, il persuasore farebbe leva su qualcosa che è già presente nella mente del suo interlocutore.
In questo contesto si inseriscono le "tecniche di costruzione della realtà". E' in questo contesto che agisce, per esempio, la teoria dell'agenda-setting. "L'ipotesi dell'agenda-setting non sostiene che i media cercano di persuadere [...]. I media, descrivendo e precisando la realtà esterna, presentano al pubblico una lista di ciò intorno a cui avere un'opinione e discutere [...]. L'assunto fondamentale dell'agenda-setting è che la comprensione che la gente ha di gran parte della realtà sociale è mutuata dai media." [1].

Ecco quindi nascere termini come "gatekeeper", ovvero selezionatore di notizie e "newsmaking", nota anche come teoria della notiziabilità.
E' evidente che ci sia sempre uno stretto legame tra la ricerca scientifica e lo sfruttamento di questa ricerca per fini che non hanno nulla a che vedere con gli interessi della collettività. C'è sempre un'influenza diretta da parte di chi utilizza in questo modo gli avanzamenti della scienza nell'orientarne le scelte. Anche in questo campo la disinformazione può giocare un ruolo molto importante creando un effetto di copertura.

Il problema che si pone, a questo punto, è cercare di stabilire se siano nate prima le tecniche di costruzione della realtà o le loro teorizzazioni [2].

Note e fonti:
[1] "Agenda-Setting and Mass Communication Theory", "Gazette (International Journal For Mass Communication Studies)", Volume XXV, Numero 2, 96-105<br>
[2] "Manuale di disinformazione - I media come arma impropria: metodi, tecniche, strumenti per la distruzione della realtà", di Bruno Ballardini, Edizione Castelvecchi, 13, 14"


"Bias di Conferma": fenomeno psicologico naturale al quale ogni essere umano è più o meno assoggettato. Tutti noi, consciamente ed inconsciamente, tendiamo a sopravvalutare le informazioni che confermino il nostro punto di vista, la nostra "versione" o "teoria", ignorando o sottovalutando gli altri punti di vista, le "versioni alternative" o le "teorie alternative". Siamo tutti soggetti a tale fenomeno che, in alcuni casi estremi, arriva addirittura a farci negare l'evidenza. La maggior parte degli esseri umani non abbandonerà mai la propria convinzione, a meno che non riceva l'input da un soggetto al quale riconosca un'autorità nei confronti della quale non può resistere. Quando ciò avviene, si assiste ad un altro tipo di bias cognitivo che prende il nome di "hindsight bias".

"Hindsight Bias": sta ad indicare l'errore del giudizio retrospettivo; consiste nella tendenza delle persone a credere, erroneamente, che sarebbero state in grado di prevedere un evento correttamente, una volta che l'evento è ormai noto. L'ipotetico giorno in cui un'autorità riconosciuta rilevante si dichiarasse favorevole ad una "versione alternativa", tutti gli individui sino a quel momento ancorati alla precedente "versione ufficiale" dei fatti, compirebbero istantaneamente il magico salto di paradigma che li porterebbe immediatamente a ristrutturare i propri ricordi per adattarli alla nuova realtà.
L'hindsight bias modifica i nostri ricordi per adattarli alle contingenze cognitive del momento storico in cui viviamo. E' un fenomeno comune che si puo' osservare in grandi dosi nel mondo della politica ogni volta che un'opinione (o un'ideologia) viene mutata in un'altra: tutti (o quasi) coloro che credevano a quell'opinione (o a quell'ideologia), magicamente non solo mutano la loro opinione (o ideologia), ma anche il ricordo che essi hanno delle opinioni che in passato hanno avuto.

I Beppe Grillo ed i Ron Paul di turno saranno i nuovi soggetti da idolatrare pronti a governarci... mai sentito parlare di lotta agli Zar, ai Re, ai Dittatori? E mai visto come va sempre a finire? "Bisogna che tutto cambi perché tutto resti uguale"
Giuseppe Tomasi di Lampedusa


Per approfondimenti consiglio la lettura di http://www.lateoriadelcomplotto.com/p/la-teoria-del-complotto_4002.html

Ciaoo, Nyko

"Il sapere non è fatto per comprendere, è fatto per prendere posizione."
Michel Foucalut
Calvero
Inviato: 27/5/2012 23:43  Aggiornato: 28/5/2012 0:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Personalmente non condivido queste conclusioni di Calvero. Non credo che Grillo produrrà nessun danno irrimediabile, non è questo il suo scopo. Il suo scopo è uno scopo di fase, puramente transitorio: quello di mantenere la situazione politica immobilizzata sulle solite parole d'ordine finché i gruppi dominanti non avranno escogitato una nuova configurazione con cui tenere sotto controllo il paese.


Hai fatto bene a precisarlo, è importante.
I danni gravissimi, li intendo relegati a due motivazioni.

Il primo:- le energie e il sentimento popolare messi in campo vengono dirottate/i in un momento critico in cui lo spartiacque ---> "vecchia politica" <--- stava per portarci pericolosamente (per il Sistema) ad abbandonare il paradigma. Grillo ne ha rinsaldato i giochi ... per danni a venire, non per quelli più vicini. E queste chiamiamole energie, non saranno più recuperabili a meno di una rivoluzione violenta.

il secondo: - è comunque un problema ben più ampio. "Antropologicamente" parlando l'uomo non ha voluto le condizioni per responsabilizzarsi. E finché questa "pratica" era gestita dalla vecchia politica e aiutava già l'intrinseca incapacità dei popoli a essere liberi, era un discorso ... ma ora che questo aiuto viene da "colui/coloro" che millantano un nuovo tipo di voce, il processo acuirà in maniera esponenzialmente maggiore l'instabilità emotiva dell'uomo. L'alienazione, la disumanizzazione, la mitica del lavoro e il sentimento della delega vengono avvolti in un manto d'agnello ...

... un perfetto cavallo di Troia. Un nuovo esercito di zombie digitali. Noi continuiamo a parlare per noi, come se la media intellettuale di LC fosse solo la metà nel mondo che è lì fuori ... a ciò si aggiungano le nuove generazioni di bambini e adolescenti, che ancora meno sono capaci di avere uno spirito critico degno di questo nome...

.. e noi che siamo l'ultimo anello di questo spirito critico che stiamo svendendo per l'ultima illusione, noi saremo causa del mondo che verrà. Lo ribadisco e ora lo capisco anche meglio, spero che Grillo e grillini tracollino... poiché sarebbe meglio un cedimento strutturale del Sistema .. che non questo limbo che sta preparando la strada per quelle famose buone intenzioni che lastricano l'inferno.

Poi risponderò a Pispax, che fa finta di non sentire, ora non riesco.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
etrnlchild
Inviato: 28/5/2012 1:21  Aggiornato: 28/5/2012 1:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1057
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@totalrec
Citazione:
Quello che so per certo è che esistono (o perlomeno sono esistiti in passato) movimenti guidati da persone dotate di un'idea piuttosto precisa di come funzioni la politica e che sfruttano questa conoscenza per reperire le risorse necessarie per strappare il potere alle elite preesistenti, fregandosene altamente del "bene" e del "male", del "giusto" e dell'"ingiusto" e altre simili pinzillacchere;

Non devono aver fatto un gran lavoro, per lo meno non duraturo, se siamo nelle condizioni odierne.

Citazione:
"Bene" è per me la mutevolezza delle configurazioni umane, lo scorrere della storia, il ricambio politico (poco mi frega se "in meglio" o "in peggio" e non sono sicuro di comprendere bene cosa vogliano dire queste espressioni), insomma tutto ciò che, mantenendo gli eventi in divenire, richiama la vita e l'arricchimento delle relazioni tra i dati sensibili.

Completamente d'accordo.

Citazione:
Il "male" è invece tutto ciò che contribuisce alla cristallizzazione e all'immobilità mummifica del presente.

Ancora d'accordo.

Citazione:
Grullini compresi, che con i loro artritici sproloqui sulla solita "democrazia" e sulla solita "partecipazione del popolo" fanno di tutto per tenerci esattamente nel punto in cui siamo.
Qui ho l''impressione che tu abbia esteso il concetto ad un insieme di individui di cui pensi di conoscere il "pensiero" che tu ritieni unico, identificabile, catalogabile.

Citazione:
Se e quando una tale elite deciderà di farsi viva, le cose cambieranno, con o senza il cloroformio diffuso da Grillo e dai mille anestesisti suoi pari.

Non ho capito se questa elite si e' mai manifestata nel passato, mostrando tutto la sua energia. Se la risposta e' si', allora come ho detto prima non ha sortito un gran e duraturo effetto, se la risposta e' no, che dire, si faranno vivi quando ormai le condizioni non saranno piu' tollerabili per nessuno. Se c'e' movimento chiunque e' benvenuto.


Citazione:
Non è dunque mia intenzione fare la guerra ai grillini, i quali, in un modo o nell'altro, avranno vita assai breve.
Bene, se cosi' deve essere, che cosi' sia.
In ogni caso non c'e' da preoccuparsi visto che tu, a differenza di Calvero, non vedi un pericoloso drenaggio di energia a seguito di un loro avvento.

Salute e buona vita.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
complo
Inviato: 28/5/2012 10:19  Aggiornato: 28/5/2012 10:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
No, sono solo più sveglio di te e non ci vuole tanto e infatti...


Ci vuole pochissimo. Basta che te lo dica DA SOLO su un forum...

Citazione:
Ma và?? sul serio? cioè secondo te stavo proponendo di inventare la macchina del tempo ? vediamo se ci arrivi, ma non credo. Che la proooopaganda sia con te Luke, usa la Propaganda Luuuke


Proprio non capisci eh? La tua maestra elementare deve aver patito l'inferno..
Se per te il mondo è impazzito (participio PASSATO, so che hai problemi e in altro 3d hai confuso un tempo con un modo) vuol dire che i danni ci sono GIA'.
Consentirai che io metta al sicuro il futuro dei miei figli anche prima che gli intelligenti come te abbiano cambiato il "paradigma".
Adesso esco dall' esempio, lo scrivo così non ti confondi.
LO STATO C' E' GIA', se non vuoi rimanere IMMOBILE datti da fare come ho fatto io per la centrale nucleare.
Ti serve il disegnino?

Citazione:
Se leggessi quello che scrivo capiresti che non v'è alcuna incongruenza, ma la vedo dura.


Se tu rispondessi al posto di svicolare come bugs bunny ogni volta che ti si "prende in castagna".
Tu non voti, ma voti i referendum.
Quindi vuoi che la maggioranza decida nel caso dei referendum e vuoi che decida entro una istituzione dello stato.
Quindi accetti il voto e accetti lo stato. Fine della storia.


Citazione:
Errore, io accetto e argomento la situazione all'interno del paradigma. L'ho sempre fatto ed è conseguentemente a ciò che allargo le riflessioni ad una visone di insieme. Sei tu che dai per scontato, e senza argomentare, che il resto sono cazzate. Sei tu ad essere rapito univocamente nel delirio dogmatico di Stato che, volente o nolente, è quello che finora NON ha funzionato. Su coraggio è dura, ma puoi farcela ad accettare che ha perso, su ogni fronte. Lo so che sei orgoglioso, vanitoso e testardo, ma prima o poi dovrai piegarti. Non certo a me, ben'inteso


Ciccino, sei TU che ti sei PIEGATO votando il referundum. Non io....

Citazione:
Infatti l'esempio e la storia hanno detto cosa non funziona, bimbomix. Poi sei arrivato al fondo e, lasciatelo dire, non sei all'altezza delle tue idee. Se quello che puoi mettere sul tavolo della discussione è il gioco del relativismo, sei messo male.


Sei TU che non sei all'altezza delle tue idee e mentre straparli di stato che non ci deve essere hai votato un referendum nello stato.
L'unico referendum che saresti "autorizzato" a votare è quello che elimina lo stato. Ci arrivi? Direi di no, ma pian pianino....

Citazione:
.. da una parte ti invidio


Io no. Per nulla..........

Citazione:
Invece lo hai detto e lo confermi a ogni passaggio del tuo pensiero,


Io avevo scritto: "Non ho mai detto che chi si pone fuori dal "paradigma" non potrebbe cambiare le cose."
L' ho detto e lo confermo, quanto hai aggiunto tu non c'entra NULLA con quanto avevo scritto e confermo io.
Confermo che ponendosi fuori dal paradigma e MUOVENDO però il culo, si possono cambiare le cose.


Citazione:
Ti faccio una domanda, comprendi realmente perché uso il termine Paradigma più che quello di "Sistema"? comprendi la profonda differenza?


Finalmente qualcosa di interessante.
No, non la comprendo. Spiegamela.....

Citazione:
A ridaje ... il referendum non posa - per principio - sulle dinamiche della morale di Stato, ci sei? lo comprendi? rispondo io per te: No. Non è il sistema referendario che foraggia il sentimento della delega. E vi sono casi in cui anche l'anarchico più convinto sa che può accedervi, ci sei? rispondo io per te: No ...


Ci sono casi in cui l'intelligente più convinto può mettersi le mutande in testa e girare per strada definendosi saggissimo.
Ma non basta che lo dica, altrimenti tu saresti realmente più sveglio di me e non solo nei tuoi sogni...
Se voti un referendum ACCETTI che la MAGGIORANZA decida CONTRO una minoranza e che l' istituzione sia delegata allo stato.

Calvero
Inviato: 28/5/2012 13:56  Aggiornato: 28/5/2012 14:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Consentirai che io metta al sicuro il futuro dei miei figli anche prima che gli intelligenti come te abbiano cambiato il "paradigma".


Olà, un po di sana retorica

Citazione:
LO STATO C' E' GIA', se non vuoi rimanere IMMOBILE datti da fare come ho fatto io per la centrale nucleare.
Ti serve il disegnino?


No, ma serve (servirebbe) che smettessi di fare il pirla, casomai. Cioè non sai, per l'ennesima volta, distinguere tra forza maggiore e sentimento di Stato?

Citazione:
Confermo che ponendosi fuori dal paradigma e MUOVENDO però il culo, si possono cambiare le cose.


Io l'ho mosso il culo, ad esempio, per dirne una. Il problema --> nel generale <-- sono proprio le teste come le tue, le peggiori, il reale nemico (finché non capiscono di essere prigioniere), il reale nemico per qualsiasi collettività moderna che, tra la retorica del futuro dei figli (dov'è il sacchetto per rimettere? ) e quell'incapacità voluta di non comprendere che siamo noi il cambiamento, non il Sistema e che quando in una società ove la morale di Stato e il Sistema hanno fallito su ogni fronte (non sono compresi, of course, gli zuccherini elargiti e la propaganda fresca servita con ghiaccio e coca cola) e nel momento in cui al di fuori di questo paradigma è soltanto plausibile una soluzione, allora automaticamente significa che non può esisterne una reale all'interno. Ci sei? .. rispondo io per te: no. Ci saranno solo zuccherini, in vista della soluzione finale (completa omologazione ed epurazione psicologica del sentimento della responsabilità).

Citazione:
Finalmente qualcosa di interessante.
No, non la comprendo. Spiegamela.....


E tu mi hai rotto il cazzo fino ad adesso ? ... allora sei un caprone incrociato con un Koala e una guardia Svizzera, e meno male che è il nocciolo del contendere.

Ti avevo detto che tu stai parlando con Calvero e io non sto parlando con Complo. E non sto facendo battute perché, come ti ho scritto sopra: - ... le tue non sono risposte alle mie argomentazioni, ma risposte del Boot automatico che la morale di Stato indottrina a chi ne è asservito.

Da qui dovresti comprendere che dovrei ri-partire da capo con le argomentazioni dei miei post precedenti, dove anche lì, tu non hai compreso neanche il discorso delle energie deviate e imbottigliate nell'ennesima morale di Stato sotto falso nome.

E come ti dissi, senza offesa, hai rotto le palle Complo; non si può iniziare ogni volta da capo, poiché finche non ti sei slegato dalla morale di Stato, tu non esisti, non sei libero, non ragioni e non sto neanche parlando con te. Se è per questo hai dimostrato anche di non capire la differenza tra cruciale e prioritario. Hai fatto anche il gioco del relativismo, e ti ho spiegato anche perché non è speculare ad un altra teoria quella che vede il NWO influenzare il Sistema. In sostanza usando un altra immagine a te cara: - la stai mettendo - TU - in culo ai tuoi figli.

Ma solo per provare ad essere sintetici:
- il paradigma vede un valore fondamentale assodato attraverso l'informazione della società dell'obbligo, accettato inconsciamente e aprioristicamente nella società di massa. Esso non prende forza e non si giustifica attraverso le Leggi in sé e il governo della società (cioè il cosiddetto Sistema), cioè dalla buona o cattiva politica, ma funge da cardine per l'interpretazione della realtà comunemente accettata e da qui si spiega come il Potere (che non è, né il paradigma né il Sistema) è costretto per la sua sopravvivenza a infonderne la Morale. Ancora più in soldoni, è quella che De André esamina seriamente in una delle sue parti [quelle del paradigma] con questa disamina che qualche cretino chiama poesia ....

Certo bisogna farne di strada
da una ginnastica d'obbedienza
fino ad un gesto molto più umano
che ti dia il senso della violenza
però bisogna farne altrettanta
per diventare così coglioni
da non riuscire più a capire
che non ci sono poteri buoni.


Citazione:
Se voti un referendum ACCETTI che la MAGGIORANZA decida CONTRO una minoranza e che l' istituzione sia delegata allo stato.


Complo, è solo causa tua se insisti a non capire un cazzo. Ti ho già risposto sopra e qui non siamo all'asilo. Se la finisci, bene perché ho paura che stai facendo di tutto per declassarti da Testardo Orgoglioso a Bimbominkia evoluto

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
complo
Inviato: 28/5/2012 14:52  Aggiornato: 28/5/2012 15:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
- il paradigma vede un valore fondamentale assodato attraverso l'informazione della società dell'obbligo, accettato inconsciamente e aprioristicamente nella società di massa. Esso non prende forza e non si giustifica attraverso le Leggi in sé e il governo della società (cioè il cosiddetto Sistema), cioè dalla buona o cattiva politica,


Dici che il paradigma vede assodato un valore ATTRAVERSO l' informazione della società dell' obbligo e poi dici che NON PRENDE forza dal sistema.
L'informazione della società dell' obbligo non farebbe parte del sistema?
Siamo alla prima riga ma già c'è una dirompente contraddizione.....

Citazione:
..ma funge da cardine per l'interpretazione della realtà comunemente accettata e da qui si spiega come il Potere (che non è, né il paradigma né il Sistema) è costretto per la sua sopravvivenza a infonderne la Morale.


Ridondanza. La morale che il potere vuol diffondere è certamente parte del paradigma che propone.

Citazione:
Ancora più in soldoni, è quella che De André esamina seriamente in una delle sue parti [quelle del paradigma] con questa disamina che qualche cretino chiama poesia ....


E qui forse c'è la risposta alla mia domanda, ma io non la capisco.
In che maniera i versi di De Andrè spiegano come mai usi più "paradigma" e meno "sistema" e cosa questo voglia dire?

Citazione:
Io l'ho mosso il culo, ad esempio, per dirne una.


A me sembra che tu muova le dita sulla tastiera. Non leggo alcunchè che provochi un movimento fisico delle natiche.

Citazione:
...il reale nemico per qualsiasi collettività moderna che, tra la retorica del futuro dei figli (dov'è il sacchetto per rimettere?)...


Rimetti pure, ma allora devi spiegare perchè sei andato a mettere la crocetta a quel referendum.
PERCHE'?
Se non era perchè ritenevi ingiusto esporre a pericoli non necessari le popolazioni locali, perchè lo hai fatto?
L' architettura delle centrali non soddisfaceva il tuo gusto estetico?
Costavano troppo?
Non avevi un cazzo da fare quel giorno e sei andato a fare una passeggiata al seggio?
Sentiamo....

aotearoa
Inviato: 28/5/2012 16:33  Aggiornato: 28/5/2012 16:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/12/2007
Da: ogni dove
Inviati: 118
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
X MASSIMO

Grillo di certi argomenti non parla da quando ha iniziato a "fare politica".
Chi se lo scorda Beppe nel '98 in Apocalisse Morbida sul Signoraggio, chi se lo scorda quando parlava di vaccini e Aids? o di Bin Laden nel 2001/2002?
Quando lo conobbi nel 2006 mi disse una cosa ben precisa: "La gente viene ai miei spettacoli, io dico certe cose, ridono, tornano a casa e tutto finisce lì, perché si dicono "tanto non ci puoi far niente". Se vuoi smuovere il popolo non puoi partire dal signoraggio o dalle scie chimiche, non ti porterà a niente anche se hai ragione. Devi partire dal tuo comune, dal calvalcavia e dall'inceneritore. Io ti dico, spegni tv, getta i giornali, vai in rete ed informati lì, sarà la tua intelligenza a fare il resto. E' stato così che ho cominciato a navigare in rete cominciando dal blog di Grillo, dai soui interventi su You tube sul signoraggio, che poi mi hanno portato a conoscere molti siti tra cui luogocomune.
Ed è stato così che ho iniziato un percorso che mi ha stravolto la vita. Quando parlavo di certe cose tutti i miei famigliari mi davano del pazzo ( ed ho provato sulla mia pelle cosa voleva dire Grillo), con quelli più stretti si è arrivati anche ad un punto di rottura quando parlavo di crisi ( nel 2006 ) e di cosa farne dei soldi, quando tutti mi dicevano di investire sul mattone e io parlavo di campi, oro e franchi svizzeri. Non ti dico quando io e mia moglie abbiamo deciso di non vaccinare i nostri due bambini o quando nel 2007 iniziai con lo SCEC in toscana. Oppure di quando abbiamo deciso di curare delle forme di candidosi col bicarbonato, etc... Ognuno fa il suo, Massimo Mazzucco fa il suo, Beppe Grillo fa il suo. Non avrebbe mai creato questo Movimento parlando di scie chimiche, 5° dimensione etc.. Io non mi sarei mai imbattuto in luogocomune senza Beppe Grillo e Luogocomune e Massimo Mazzucco non avrebbero mai avuto un ruolo così importante nella mia vita e di tante altre persone.
Grazie Massimo, grazie Beppe.

"Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero".
Johann Wolfgang v. Goethe
Notturno
Inviato: 28/5/2012 16:42  Aggiornato: 28/5/2012 16:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Calvero, ma possibile che qualsiasi analisi tu faccia, tutto si riduca a un monolitico gesto di fede?

Si parla di Beppe Grillo? Perfetto. Per te il problema è Lo Stato!

Si parla di Cucina Molecolare? Nessun problema! Il problema è (per te) sempre e solo Lo Stato.

Non c'è mai un elemento oggettivo a sostegno della tua visione (a)sociale, ma solo l'apocalittica certezza di vivere un fallimento, cosa che nei tuoi panni comprenderei anch'io, ma non è un'esperienza comune a tutti, Calvero. Fattene una ragione.

Lo Stato nei tuoi "scritti" si può paragonare al Demonio di una beghina di paese.

Tutte le colpe risalgono a lui, senza prove, senz'altra certezza che non sia il dirlo.

Fai uno sforzo, Calvero.... sollèvati dalla condizione di quadrupede fideistico, guadagna la posizione eretta, propria dell'essere umano, e offri un sostegno fattuale (se reperibile) alle tue allucinazioni.

Altrimenti, quantomeno,

rinnega il tuo nome, Calvero/
indossa la tonaca simil-francescana/
e, novello Martin L'Utero/
datti alla meditazione e/
cessa di essere killer/
della povera lingua italiana.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 28/5/2012 19:28  Aggiornato: 28/5/2012 19:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Dici che il paradigma vede assodato un valore ATTRAVERSO l' informazione della società dell' obbligo e poi dici che NON PRENDE forza dal sistema.



Infatti, il Sistema conferma. Non crea. Dico: - vede assodato. Ci sei? rispondo io per te: No. Mi sembra che l'ho già ripetuto alla nausea e in tempi non sospetti (cioè da prima che tu iniziassi a fare il pirla) che il Problema è psicologico, non politico. Prende forza dai bisogni illusori e dall'irresponsabilità dell'uomo. Non è colpa né mia né tua se l'uomo è un vile e manca ancora a uno stadio evolutivo della propria coscienza. E' il serpente che si ingoia da solo, per questo in realtà non prende forza dal Sistema. Ci sei? Solo in apparenza accade (cioè dalla tua visione ristretta), cioè quando si perde la visione di insieme. Infatti il popolo viene considerato e trattato dal Potere in maniera vile. Ma in realtà sta assolvendo a una richiesta indiretta del popolo stesso (quella richiesta che Grillo, per vendetta privata e anacronisticamente, pensa di far combattere agli altri, mettendoli ancora di più nella merda). Tutto ciò è coerente quindi alla mia posizione critica "versus" il Sistema che non è da cambiare, bensì l'uomo, la sua quotidianità, i suoi agi, la modernità ... = Noi. Comprendi la differenza? (scommetto che so già la risposta) .. comprendi come da tutto ciò le prospettive chiedono di essere osservate? (al di là di essere o meno d'accordo) .. rispondo io per te: No.

E nel frattempo, continui a saltare i punti. Non te ne frega minimamente un cazzo di mettere in discussione quello che si scrive. Cerebro spocchioso che non sei altro. Ti frega soltanto (come fanno gli schiavi ovviamente) di cercare edit stupidi cavilli per sopperire alla sostanza che ti manca .. come un avvocato di serie "B"; chiedi di avere catene meno pesanti. Tu, tu ---> sei il nemico dei tuoi figli, Complo, questa la "mia" guerra. Io credo nella loro crescita.

Di passaggio: - tu non conti un cazzo per me, ti uso solo come lente di ingrandimento di una malattia generale che non vuole essere riconosciuta, così come gli alcolizzati quando dicono - .. ma io non sono ubriaco!! .. vanità e morale di Stato, guai toccarvi la dose giornaliera

Quando vedrò sbucarti, Complo, da dietro il dito della morale, allora ti vedrò come individuo e ci aiuteremo insieme. Ora sei solo il riflesso di uno spauracchio.

Citazione:
Siamo alla prima riga ma già c'è una dirompente contraddizione.....


Di dirompente qui c'è solo la tua capacità di sfranticare le palle. Per il resto la tua elasticità mentale è prossima a raggiungere lo stato solido, solo che non si parla di un Hard Disk.

Citazione:
Ridondanza. La morale che il potere vuol diffondere è certamente parte del paradigma che propone.


Tu non solo non capisci una sega ma non ascolti, e fai anche la parte di quello che avrebbe ascoltato, e questo si chiama tentare di prendere per il culo e perché? tradotto (vanità). Il paradigma è un carburante che non funziona senza la primigenia debolezza e necessità del popolo, della sua vanità e della sua intrinseca ipocrisia. Cioè dell'uomo malato, quello che difendi.

Il Potere è soltanto quel "succo di limone" che ne evidenzia le false esigenze come con l'inchiostro "invisibile" ... e da qui (visto che stai per raggiungere lo stato solido con la tua mente indottrinata), dicevo, da qui nasce quella famosa presa di coscienza che insegna agli umili (non Tu e Notturno) che la colpa è la nostra ... o anche quel famoso adagio per cui il Dito andrebbe puntato su di noi e non sul Potere, come sui cattivi, come sulla politica eccetera eccetera .. la colpa (si legga causa) è nostra. Ci sei? rispondo io per te, testa di marmo: No, non ci sei.

Citazione:
A me sembra che tu muova le dita sulla tastiera. Non leggo alcunchè che provochi un movimento fisico delle natiche.


Giuro su Dio e su Gesù Cristo che questa è una delle pochissime cose giuste che hai detto finora. Questo è il complimento più grande che potevi farmi. Ci mancava anche che certe altezze potessero essere comprese da uno come te. Tu non puoi comprenderle, tu non ci sei nemmeno ... sei nascosto da qualche parte dietro alla morale di Stato.

Citazione:
Rimetti pure, ma allora devi spiegare perchè sei andato a mettere la crocetta ...


Perché, come dice Notturno, sono analfabeta e allora non potevo mettere il mio nome, sai com'è

Citazione:
Se non era perchè ritenevi ingiusto esporre a pericoli non necessari le popolazioni locali, perchè lo hai fatto?


Qual'è il tuo problema Complo? .. ti metto in soggezione? ... anche tu come Notturno? ... senti forse che in fondo in fondo i conti non ti tornano e hai bisogno di vedere nemica la verità, così per non vedere che ti stai inculando tu stesso il futuro dei tuoi figli? ... poi, così di passaggio, quando hai voglia di leggere e ragionare insieme (lo so che è dura quando la morale si mette in mezzo) ... allora comprenderai perché hai bisogno di attaccarti con le unghie a questa storia del Referendum come ad uno scoglio (a cui ho già risposto) ... e sei lì che annaspi e annaspi; in poche parole, usando un altra immagine: smetti di fare la cozza e comincia a fare l'uomo.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 28/5/2012 20:11  Aggiornato: 29/5/2012 1:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Si parla di Beppe Grillo? Perfetto. Per te il problema è Lo Stato!


Non è colpa mia se lui ne difende la morale ed essendo quello il problema, automaticamente Grillo è solo l'ennesimo eufemismo (il più pericoloso, per il punto di non ritorno) per rinvigorirne la sua decadente situazione.

Citazione:
Si parla di Cucina Molecolare? Nessun problema! Il problema è (per te) sempre e solo Lo Stato.


Olà, un motto di spirito

Citazione:
non c'è mai un elemento oggettivo a sostegno della tua visione (a)sociale, ma solo l'apocalittica certezza di vivere un fallimento, cosa che nei tuoi panni comprenderei anch'io, ma non è un'esperienza comune a tutti, Calvero. Fattene una ragione.


Beh allora dammi l'oggettiva visione di come funzionino le cose. Peccato che non sia stato io ad aprire un Topic nel Forum che lamentava quanta disillusione l'aveva colto. Però .. come all'ubriaco quando gli tocchi la bottiglia, eccallà che torna a tenersela stretta e ... guai a chi gliela tocca .. .. ma iiioooo non sonnnno ubriliaaaaco .. ic! - .. ci vedi doppio, alla rovescia e ogni tanto ti senti allegro come in uno stato di leggera euforia, non ti preoccupare tutto ok, sei ubriaco ... lo so che mi vedi male .. quindi è sempre un complimento da parte tua. Anche se tenti di offendermi perché ti rode il culo

Citazione:
Lo Stato nei tuoi "scritti" si può paragonare al Demonio di una beghina di paese.

Tutte le colpe risalgono a lui, senza prove, senz'altra certezza che non sia il dirlo.


Mi spiace, non so di cosa stai parlando

Citazione:
Fai uno sforzo, Calvero.... sollèvati dalla condizione di quadrupede fideistico, guadagna la posizione eretta, propria dell'essere umano, e offri un sostegno fattuale (se reperibile) alle tue allucinazioni.


Ok Nottù, saluta la marmotta che sta confezionando la cioccolata

Citazione:

rinnega il tuo nome, Calvero/
indossa la tonaca simil-francescana/
e, novello Martin L'Utero/
datti alla meditazione e/
cessa di essere killer/
della povera lingua italiana.


.. e se non ti piace qui, vai a fare l'asceta!!!!
cazzo di un disfattista a-sociale che non sei altro!!!
... e se non voti, chi comanda??!! eh!!!
.. porca pupazza!!!


avevo sedici anni quando mi trovavo incastrato in queste pericolosissime contro-argomentazioni.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Notturno
Inviato: 28/5/2012 22:00  Aggiornato: 28/5/2012 22:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Non foss'altro che per errore o per leggi di statistica prima o poi capirai bene qualcosa.

Magari anche una soltanto.

L'Uthero, ma perché non cerchi di leggere E CAPIRE prima di rispondere?

Dire che nella vicenda di Grillo la figura di Casaleggio è inquietante mi sembra faccenda onesta.

Hai presente questo concetto, si?

Ti è familiare?

Perché negarlo? Per amor di schieramento? Per omertà?

Come al solito manifesti d'essere incline agli aspetti dell'umana natura che più d'ogni altri s'avvicinano agli scarti metabolici.

Per il resto, la tua prosa è direttamente proporzionale al tuo pensiero.

Trascurandi entrambi.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 29/5/2012 1:31  Aggiornato: 29/5/2012 1:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Come al solito manifesti d'essere incline agli aspetti dell'umana natura che più d'ogni altri s'avvicinano agli scarti metabolici.


Come mi manifesto io, a te non è comprensibile ... e non certo per qualcosa di cui potresti andare fiero, visto che le tue migliori performance ultimamente sono espressioni dotte di cafonaggine che dicono molto (forse tutto) della tua cattiveria nascosta, quella che non trova posto nei tuoi schemi pre-ordinati.

Citazione:

Per il resto, la tua prosa è direttamente proporzionale al tuo pensiero.


Ma certo che sì !!! e ci mancherebbe, è un complimento per me, una comprova; sei tu che non ci puoi arrivare. Non hai cuore.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Kempes
Inviato: 29/5/2012 5:28  Aggiornato: 29/5/2012 5:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2011
Da: Highgate Cemetery
Inviati: 167
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Aotearoa@

Il tuo è uno dei commenti piu sensati,equilibrati e giusti letti finora.


Mi dispiace per coloro che devono vedere il marcio ovunque, o vedere Satana alle spalle di chiunque ci metta la faccia.

La libertà anarchica ha tutte le delicatezze della buona compagnia.
DrManhatta
Inviato: 29/5/2012 10:09  Aggiornato: 29/5/2012 10:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2010
Da:
Inviati: 31
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
A quanto pare Beppe Grillo legge LC



Semplice coincidenza?

Link al post sul Blog di Beppe GrilloCitazione:
I muri mentali sembrano insormontabili, ma prima o poi crollano. Non ci crederete, ma c'è ancora chi vota Lega e UDC e crede che Andreotti sia stato assolto e non prescritto. Arriva il taxi. Salgo."Torino Porta Nuova". Il tassista ha voglia di parlare. I tassisti si dividono in due categorie: quelli del saluto secco e quelli che non ti mollano per tutta la corsa. Questo apparteneva alla seconda categoria. Parla, parla... e a un certo punto mi tira in ballo la Tav in Val di Susa. "Eh, si lei hai ragione su molte cose (senza però citarne neppure una), ma questi anarco insurrezionalisti dove li mette? Fanno bene a tenerli in galera!" "E' gente normale che difende il suo territorio... e la Tav è inutile, costa 22 miliardi per una linea in cui il traffico merci è in diminuzione da 15 anni. E poi c'è già una linea..." "Guardi, questo non lo so, ma il progresso non si può fermare, eh poi questa storia dell'amianto, ma quanto amianto abbiamo qua a Torino, se lei sapesse, e io sono arrivato a 65 anni". "I soldi della Tav vengono anche dalle sue tasse, è una cifra enorme, non le dà fastidio che non serva a nulla?" "In Italia si buttano soldi dappertutto, almeno questo è il domani, pensi ai suoi nipoti che potranno avere le merci da tutta la Francia!" "Non vorrei essere scortese, ma il traffico è in diminuzione sull'attuale linea Torino - Lione da ben 15 anni" "E il traffico gomma allora? (si scalda...) Li vuole o no caricare i Tir sui treni perdio e eliminare l'inquinamento!" "Anche il traffico gomma è in forte diminuzione" "Lei ragiona come un politico e vuole i voti delle frange estremiste, quelle che hanno sempre fatto del male a questa nazione" "Le ripeto c'è una torta da 22 miliardi di soldi pubblici che si spartiranno lobby e 'ndrangheta, se a lei sta bene ai valsusini no e neppure a me, " "Eh si fa presto a dire valsusini... Ci sono valsusini e valsusini, Quelli della bassa valle la vogliono eccome se la vogliono la Tav. Lo ha detto Scalfari in televisione. Adesso mi dirà che anche Scalfari non capisce niente. Lei è un fazioso." "Insomma lei non mi ascolta, se vuole le faccio avere tutti i dati per convincerla. Mi dia il suo indirizzo o la sua mail" "Eh, i dati. Tutti manipolati. Lei è uno che crede ancora ai dati dopo tutto quello che è successo con l'economia in questi anni? Lei è un ingenuo. Anzi le faccio una domanda "Le piace il pesce?" "Che c'entra? Si, comunque il pesce lo mangio volentieri" "Ecco, se lei sta a Torino e va al ristorante e ordina del pesce come farà in futuro senza la Tav che lo fa arrivare dal Portogallo?" "Dal Portogallo?" "Si dal Portogallo, se fossimo tutti come lei altro che progresso, saremmo ancora all'età della pietra!" Pago la corsa e fuggo. (*) Questo dialogo è realmente avvenuto

complo
Inviato: 29/5/2012 10:49  Aggiornato: 29/5/2012 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Infatti, il Sistema conferma. Non crea. Dico: - vede assodato. Ci sei?


Io ci sono, sei tu che non ci sei.
La contraddizione era che il paradigma vedeva assodato un valore ATTRAVERSO l' informazione della società dell' obbligo e poi invece dicevi che NON PRENDEVA forza dal sistema.
Ma se viene ASSODATO da.., allora sicuramente PRENDE FORZA da...
Il CREARE lo hai aggiunto tu adesso per sfuggire a quello a cui non puoi rispondere. Come per il referendum.

Citazione:
Qual'è il tuo problema Complo? .. ti metto in soggezione? ... anche tu come Notturno? ... senti forse che in fondo in fondo i conti non ti tornano e hai bisogno di vedere nemica la verità, così per non vedere che ti stai inculando tu stesso il futuro dei tuoi figli? ... poi, così di passaggio, quando hai voglia di leggere e ragionare insieme (lo so che è dura quando la morale si mette in mezzo) ... allora comprenderai perché hai bisogno di attaccarti con le unghie a questa storia del Referendum come ad uno scoglio (a cui ho già risposto) ... e sei lì che annaspi e annaspi; in poche parole, usando un altra immagine: smetti di fare la cozza e comincia a fare l'uomo.


Calvero, non capisci che la morale la fai tu continuando con discorsi sui massimi sistemi.
Sei tu che ti ergi a guru di immaginifiche nuove altezze umane incaponendoti nel voler sostituire un' immaginifica mia morale di stato con la TUA.
Io ho potuto conoscere la vita tre generazioni: quella dei miei nonni, quella dei miei genitori e la mia.
La "morale" che mi muove è quella che mi hanno insegnato loro. Se fosse quella dello "stato", visto chi ci ha governato la maggior parte degli ultimi 15 anni, adesso starei ogni settimana con una escort minorenne diversa.
Avrei accettato con gioia le centrali nucleari che chi ci governava stava per riaccendere.
Avrei evaso con gioa tutto l'evadibile perchè una tassazione troppo alta autorizza ad evadere.
Avrei visto i cinesi come un pericolo, poi gli arabi come un pericolo, poi gli zingari come un pericolo.
Mi sarei barricato in casa credendo che Roma era una città dove non si poteva andare a fare una passeggiata.
Mi sarei industriato per comprare i voti e falsificare esami e diplomi.
Avrei imposto a tutti quanti di comportarsi secondo le mie credenze religiose.
Ma non ho fatto nulla di tutto ciò perchè non l'ho mai visto fare ai miei genitori e ai miei nonni.
Ho visto invece ognuno di loro darsi da fare per migliorare la propria vita e quella di chi veniva dopo di loro. E ci sono riusciti, TUTTI i conti tornano.
Sono altri che non riescono a far tornare neanche i conti più elementari.
Il referendum è un esempio al quale non sai rispondere: tu non sai perchè hai votato.
Non sai perchè accusi me di retorica quando è BANALMENTE OVVIO E TOTALMENTE FUORI DA OGNI RETORICA che un genitore cerchi di eliminare ogni possibile pericolo per i figli, mentre tu hai messo la mia stessa croce....PERCHE? Non puoi rispondere, ti sei incartato nei tuoi stessi ILLOGICI ragionamenti.

Calvero
Inviato: 29/5/2012 12:00  Aggiornato: 29/5/2012 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Io ci sono, sei tu che non ci sei.
La contraddizione era che il paradigma vedeva assodato un valore ATTRAVERSO l' informazione della società dell' obbligo e poi invece dicevi che NON PRENDEVA forza dal sistema.


Non è colpa di nessuno se è nato prima l'uomo e dopo la società. Come non è colpa mia se tu non riesci a comprenderlo. Il paradigma non prende forza là dove vi sono Leggi e Obblighi, poiché quelle sono una conseguenza. Il paradigma è un modello di riferimento, testa di marmo, e il modello di riferimento non è il Sistema, ma il sentimento che aprioristicamente percepisce nella morale di Stato un esigenza. Ma quest'esigenza, a differenza di quella che un bambino ha nei confronti del papà e della mamma, è malata, poiché propria dell'uomo Vile. Nascono prime le vittime dei carnefici, così come i Dittatori non scendono dal cielo.

Ti serve altro per glissare?... o magari di fronte ai dati di fatto di matematica certezza che lo Stato ha dimostrato di non funzionare, non riesci a darti una risposta

Bella questa, sei dalla parte di ciò che ha dimostrato di non funzionare e parli di figli, quelli del tuo ipocrita giardinetto, ma fammi il piacere.

E non parliamo delle morali di Stato, quelle che riescono a fare 22 milioni di morti (22 milioni di coglioni che hanno voluto rappresentarlo e non contiamo i civili) solo nella seconda guerra mondiale ... o tu , che non sai vedere più in là del tuo naso, credi forse che adesso i tempi sono cambiati? ah no .. quella era colpa di Hitler

.... se tu avessi ragione, ripeto se tu avessi ragione e se avesse ragione la morale di Stato, se fosse vero che le colpe dei padri dovrebbero ricadere sui figli, ripeto, se tutto ciò fosse vero ... allora se i tuoi figli saltassero per aria come quella ragazzina a Brindisi, dovresti solo accettare serenamente la cosa, visto che sarebbe causa tua e te lo meriteresti. Mutismo e rassegnazione. Così come è colpa nostra che quella ragazza ha lasciato la Vita in nome di quelli come te che non vogliono cambiare, ma cambiare le cose.

Citazione:

Come per il referendum.


Hai le unghie resistenti ... dai resisti ... poi per te sai che faccio? vado in piazza a stracciare la mia Carta di Identità davanti al municipio, poi uccido mio padre che prende la pensione di Stato, visto che lui alimenta la sua morale ... POI ... con le differenze tra priorità e cruciale, come sei messo? .. stai imparando a leggere e ragionare allo stesso tempo, fatto qualche passo avanti?

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 29/5/2012 12:26  Aggiornato: 29/5/2012 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Avrei accettato con gioia le centrali nucleari che chi ci governava stava per riaccendere.
Avrei evaso con gioa tutto l'evadibile perchè una tassazione troppo alta autorizza ad evadere.
Avrei visto i cinesi come un pericolo, poi gli arabi come un pericolo, poi gli zingari come un pericolo.
Mi sarei barricato in casa credendo che Roma era una città dove non si poteva andare a fare una passeggiata.
Mi sarei industriato per comprare i voti e falsificare esami e diplomi.
Avrei imposto a tutti quanti di comportarsi secondo le mie credenze religiose.
Ma non ho fatto nulla di tutto ciò perchè non l'ho mai visto fare ai miei genitori e ai miei nonni.


Olà, tu sì che sei un bravo ragazzo.
Così, per curiosità, che c'entra?

Citazione:
Ho visto invece ognuno di loro darsi da fare per migliorare la propria vita e quella di chi veniva dopo di loro. E ci sono riusciti, TUTTI i conti tornano.


Nella tua testa.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Calvero
Inviato: 29/5/2012 12:56  Aggiornato: 29/5/2012 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Pispax

Citazione:
Se poi l'unico risultato che porti è solo quello che tu puoi dire "io non gioco secondo le regole della politica", ovvero una semplice medaglietta appuntata sul petto, allora certo che si.
Sai, io sono molto politico.


Quando mi farai l'onore di ricordarti che ci conosciamo da un po e che io non ho mai sostenuto che l'astensionismo sia il fine, significherebbe che avresti voglia di discutere.

Io sono anti-politico, cioè pro-uomo.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
complo
Inviato: 29/5/2012 13:19  Aggiornato: 29/5/2012 13:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Non è colpa di nessuno se è nato prima l'uomo e dopo la società. Come non è colpa mia se tu non riesci a comprenderlo. Il paradigma non prende forza là dove vi sono Leggi e Obblighi, poiché quelle sono una conseguenza. Il paradigma è un modello di riferimento....che aprioristicamente percepisce nella morale di Stato un esigenza.


Ah.........detto in parole semplici nasce prima il paradigma e poi lo stato.
Quindi non c'entra una mazza lo stato e la morale di stato con gli "errori" nel paradigma.
Buono a sapersi.....

Citazione:
Ti serve altro per glissare?... o magari di fronte ai dati di fatto di matematica certezza che lo Stato ha dimostrato di non funzionare, non riesci a darti una risposta


Non riesco a dare una risposta ad una tale macroscopica generalizzazione.
"LO STATO" non esiste, esistono stati nel tempo e nello spazio.

Citazione:
Bella questa, sei dalla parte di ciò che ha dimostrato di non funzionare e parli di figli, quelli del tuo ipocrita giardinetto, ma fammi il piacere. E non parliamo delle morali di Stato, quelle che riescono a fare 22 milioni di morti (22 milioni di coglioni che hanno voluto rappresentarlo e non contiamo i civili) solo nella seconda guerra mondiale ... o tu , che non sai vedere più in là del tuo naso, credi forse che adesso i tempi sono cambiati? ah no .. quella era colpa di Hitler


No, no, non è cambiato nulla.
Mio nonno però a 18 anni stava al fronte, io no e i miei figli neanche faranno la ferma.
Tutto uguale....

Citazione:
... se tu avessi ragione, ripeto se tu avessi ragione e se avesse ragione la morale di Stato, se fosse vero che le colpe dei padri dovrebbero ricadere sui figli, ripeto, se tutto ciò fosse vero ...


La "morale di stato" dice che le colpe dei padri devono ricadere sui figli?
Ma che ti sei fumato?

Citazione:
..allora se i tuoi figli saltassero per aria come quella ragazzina a Brindisi, dovresti solo accettare serenamente la cosa, visto che sarebbe causa tua e te lo meriteresti. Mutismo e rassegnazione. Così come è colpa nostra che quella ragazza ha lasciato la Vita in nome di quelli come te che non vogliono cambiare, ma cambiare le cose.


La ragazza di Brindisi è morta per colpa mia che voglio cambiare le cose e non me stesso?
Ma hai preso psicofarmaci pesanti?
Occhio che sono proprio quelli che delirano in questa maniera che poi fanno certi gesti......

complo
Inviato: 29/5/2012 13:28  Aggiornato: 29/5/2012 13:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Olà, tu sì che sei un bravo ragazzo. Così, per curiosità, che c'entra?


Bastava che non tagliassi la mia frase precedente ed era chiaro cosa c'entrasse.
Tu sei solito accusare gli altri di quello che fai TU.
Io se taglio una tua frase è solo perchè la ritengo ridondante (o anche perchè sono d'accordo con quanto c'era scritto), tu la tagli appositamente per far sembrare incomprensibile quello che aveva detto l'interlocutore.

Calvero
Inviato: 29/5/2012 14:03  Aggiornato: 29/5/2012 14:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Ah.........detto in parole semplici nasce prima il paradigma e poi lo stato.


Sì, ma non ne puoi comprendere le ragioni profonde perché ragioni a compartimenti stagni. Nasce prima il sentimento che permette a ogni sovrastruttura di divenire, in un modo o nell'altro, Verbo. L'accettare questo "verbo" e riconoscerlo tale, è un modello di riferimento necessario a l'uomo alcolizzato *.


Citazione:

Quindi non c'entra una mazza lo stato e la morale di stato con gli "errori" nel paradigma.
Buono a sapersi.....


Se comprendi quanto sopra, comprenderai anche questa.

Citazione:
La "morale di stato" dice che le colpe dei padri devono ricadere sui figli?


Non so di cosa tu stia parlando.

Citazione:
La ragazza di Brindisi è morta per colpa mia che voglio cambiare le cose e non me stesso?


Ma certo che Sì!! .. e domani vengono i Gendarmi di Pinocchio a portarti in Caserma, poi, insieme a Lucignolo, verrai interrogato sulla veridicità del tuo alibi.

Citazione:

Ma hai preso psicofarmaci pesanti?
Occhio che sono proprio quelli che delirano in questa maniera che poi fanno certi gesti......


Sempre un complimento detto da Te, sul serio, non scherzo. Ti ripeto, fai un fischio quando avrai voglia di leggere e ragionare insieme.

*... e adesso vediamo se pensi sia colpa tua che i prezzi degli alcolici sono aumentati al Bar sotto casa

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
complo
Inviato: 29/5/2012 14:26  Aggiornato: 29/5/2012 15:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Ti ripeto, fai un fischio quando avrai voglia di leggere e ragionare insieme.


Basta leggere la risposta riga per riga del mio post e vedere le righe MANCANTI per capire chi non vuol discutere.

P.S. bel salvataggio in calcio d'angolo all' INFAMIA che avevi scritto.
Prendi anche questo come complimento.....

infosauro
Inviato: 29/5/2012 14:32  Aggiornato: 29/5/2012 14:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 1789
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Calvero, ma possibile che qualsiasi analisi tu faccia, tutto si riduca a un monolitico gesto di fede?

Si parla di Beppe Grillo? Perfetto. Per te il problema è Lo Stato!

Si parla di Cucina Molecolare? Nessun problema! Il problema è (per te) sempre e solo Lo Stato.[...]

Calvero ha ragione! Lo sai a quanto sono arrivati i San Giuseppe e la Madonna?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
totalrec
Inviato: 29/5/2012 15:00  Aggiornato: 29/5/2012 15:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 742
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Etrnlchild
Citazione:
Non devono aver fatto un gran lavoro, per lo meno non duraturo, se siamo nelle condizioni odierne.


Etrnlchild, lo dico senza polemica, l'ultima cosa che voglio è scatenare altri battibecchi senza capo né coda in questo o altri thread. Però i movimenti politici del passato hanno fatto un lavoro semplicemente immenso, facendo cambiare completamente direzione alla storia e alle società umane. E anche se molti non saranno d'accordo, penso che tale cambiamento sia stato in meglio, non in peggio. E ciò anche a prescindere dal fatto che, come dicevo, ogni evento che scardini lo status quo cristallizzato, arrivati ad un certo livello prolungato e intollerabile di immobilità sociale, rappresenti in ogni caso un valore in sé.
Certo che se però si pretende da una rivoluzione che non solo porti il paradiso in terra, ma lo renda anche eterno e immutabile, allora sarebbe meglio lasciar perdere la politica e rivolgersi direttamente al parroco. Senza contare che un paradiso immutabile, quand'anche non fosse un'astrazione belluina, proprio perché immutabile diventerebbe ben presto nient'altro che un ennesimo inferno da abbattere quanto prima, al pari degli altri.


Citazione:
Qui ho l''impressione che tu abbia esteso il concetto ad un insieme di individui di cui pensi di conoscere il "pensiero" che tu ritieni unico, identificabile, catalogabile.


Come ho già detto, il problema è che non vedo nessun "pensiero" dietro i grillini, nel senso di nessuna teoria politica unificante che renda l'azione compatta e rivolta nella direzione opportuna ad un cambiamento (che a mio avviso sarebbe quella di un ripristino, almeno parziale, della sovranità nazionale perduta, ma si potrebbe trovarne anche un'altra, basta si tratti di teoria politica e non di cialtronate da discorso sul tram). Vedo solo tante teste che urlano ciascuna le proprie idiosincrasie, le proprie visioni utopiche dell'universo, i propri mal di fegato personali, senza neanche un barlume di comprensione di come funzioni in concreto la pratica di governo. Non ritengo i grillini granché pericolosi, perlomeno se si relazionano i loro futili strepiti con il terremoto geopolitico attualmente in corso. Certo che il nulla sottovuoto dà molto più fastidio quando è rumoroso (e quando sai che è stato progettato appositamente per essere nient'altro che questo).

For, dear me, why abandon a belief
merely because it ceases to be true?
Cling to it long enough, and not a doubt
it will turn true again, for so it goes.

(Robert Frost, "The black cottage")
Zenit
Inviato: 29/5/2012 15:29  Aggiornato: 29/5/2012 15:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2009
Da:
Inviati: 263
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Su comedonchisciotte oggi ho trovato questo
( http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=48613&fb_source=message )

http://www.youtube.com/watch?v=wCdhfMaD7uo

Questo video è stato girato sabato 26 nella giornata mensile di sensibilizazione sulla Geoingegneria a cura del Comitato Stop Scie Firenze e dal gruppo IlcieloSuFirenze.

Nel video appaiono alcuni fotogrammi degli attivisti del movimento 5 Stelle all'ingresso della manifestazione ecologista Terra Futura. Sollecitati sull'argomento, alcuni di loro ridicolizzavano la questione "geoingegneria" attribuendo agli "Ufo" le operazioni ad essa connesse.

Nel video, girato in luogo pubblico, NON appaiono i nomi degli attivisti 5stelle nè si sente l'audio delle loro pregnanti affermazioni.

Nonostante questo (ed in barba ai loro facili proclami su libertà di informazione, democrazia della rete, etc, etc) si sono appellati al garante di Youtube reclamando il diritto alla privacy, come un Mastella qualsiasi.... Auguri Italia!




Gentile xxxxxxxxx, con questo messaggio la informiamo che abbiamo ricevuto
un reclamo di violazione della privacy da parte di un privato in relazione
ai suoi contenuti:
------------------------------------------------------------- URL video:
http://www.youtube.com/watch?v=wCdhfMaD7uo
Le informazioni segnalate che violano presumibilmente la privacy si
trovano nel punto: 1:40.
-------------------------------------------------------------. Vogliamo
offrirle l'opportunità di rimuovere o modificare le informazioni private
nei contenuti segnalati. Ha 48 ore per intraprendere un'azione riguardo al
reclamo. Se rimuove la presunta violazione dal sito entro 48 ore, il
reclamo presentato verrà chiuso. Se la potenziale violazione della privacy
rimane sul sito dopo 48 ore, il team di YouTube esaminerà il reclamo e le
informazioni potrebbero essere rimosse in base alle nostre Indicazioni
sulla privacy (http://www.youtube.com/t/privacy_guidelines). Se la
potenziale violazione si verifica nel video stesso, potrebbe essere
necessario rimuoverlo completamente. Se nel titolo, nella descrizione o
nei tag del video sono riportati nome e cognome o altre informazioni
personali di qualcuno, è possibile modificarli passando alla sezione I
miei video e facendo clic sul pulsante Modifica del video segnalato.
Impostare un video come privato non è un metodo di modifica appropriato
poiché lo stato può essere cambiato da privato a pubblico in qualsiasi
momento. Anche le annotazioni non sono considerate una soluzione
accettabile perché possono essere disattivate in qualsiasi momento. Ci
impegniamo a tutelare i nostri utenti e speriamo che lei comprenda
l'importanza di rispettare la privacy altrui. Prima di caricare video in
futuro, ricordi di non pubblicare l'immagine o le informazioni personali
di qualcun altro senza il suo consenso. Le informazioni personali
includono, senza alcuna limitazione, il codice fiscale, il numero di conto
bancario o le informazioni di contatto (ad esempio l'indirizzo di casa o
l'indirizzo email). Per ulteriori informazioni, consulti le nostre
Indicazioni sulla privacy:
http://www.youtube.com/t/privacy_guidelines.Cordiali saluti,

Il Team di YouTube

Calvero
Inviato: 29/5/2012 15:40  Aggiornato: 29/5/2012 15:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
P.S. bel salvataggio in calcio d'angolo all' INFAMIA che avevi scritto.


quale infamia

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Notturno
Inviato: 29/5/2012 15:56  Aggiornato: 29/5/2012 15:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
complo.... rinuncia a satana.... sient'ammé.....

è una bella giornata di sole.... fuori c'è la primavera.... chi te lo fa fare a stare qui, col chiuso





Citazione:

LONEWOLF: Ma se invece di perder tempo su Grillo e su quello che non dice si valutasse l'efficacia e la corretteza di quello che dice?... non ne guadagneremo tutti?


Troppo facile. Parleremmo di cose VERE.


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
complo
Inviato: 29/5/2012 16:40  Aggiornato: 29/5/2012 16:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
complo.... rinuncia a satana.... sient'ammé.....


Rinuncio. Rinuncio a satana e allo stato......

Calvero
Inviato: 29/5/2012 16:43  Aggiornato: 29/5/2012 16:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
_____________________________________
__________________

...... ci sarebbe da scompisciarsi dalle risate.

In poche parole (sotto gli occhi di tutti e logicamente), si è resa necessaria l'apertura di un Topic su di una questione crucialissima che riguarda il modo di intendere la realtà, la politica, il lavoro fatto su LC e una precisa diatriba sull'importanza di come il - non detto - possa essere causa di percorsi deleteri, inficiare le buone intenzioni e dimostrare una malafede di base che [e pare funzioni] vuole sdoganare una forma mentis per cui il pubblico ammaestrato deve continuare a fare il pubblico ammaestrato. Olà. A ciò si era aggiunta l'esigenza di dimostrare come l'onestà intellettuale non è un giocattolo per deficienti. Cioè quel giocattolo con cui si divertono, per esempio, Attivissimo, Angela & Co. ....

... e per magia (il grassetto è mio):

Citazione:
LONEWOLF: Ma se invece di perder tempo su Grillo e su quello che non dice si valutasse l'efficacia e la corretteza di quello che dice?... non ne guadagneremo tutti?


Troppo facile. Parleremmo di cose VERE.




Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Notturno
Inviato: 29/5/2012 16:59  Aggiornato: 29/5/2012 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Calvero.... io direi che persino i sassi oramai sappiano che sei d'accordo su qualsiasi cosa con Massimo.

Lascia ad altri anche il diritto di non sentirsi appendice mentale altrui.

Mica tutti si divertono allo stesso modo....

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 29/5/2012 17:27  Aggiornato: 29/5/2012 17:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Calvero.... io direi che persino i sassi oramai sappiano che sei d'accordo su qualsiasi cosa con Massimo.


Giuro, questa non me l'aspettavo
Non credevo arrivassi a questo livello di acidità e... il PH della pelle.. tutto apposto? Cos'è, ti stai pulendo il culo con le ortiche in questi giorni, ma come te lo dive dire a-papà eh... la carta igienica è quella in bagno, mannaggia a Notturnino bello, ma perché insisti ?

E così, sempre per curiosità, dove ti sei informato, su Studio Aperto?

Si vede che passi frequentemente da queste parti Detto ciò, non mi stupisce (anzi è l'ennesima comprova) che chi non comprende la differenza tra cruciale e prioritario, non possa comprendere la differenza tra andare d'accordo (e non su qualsiasi cosa, oltretutto) ed essere "discepoli".

Citazione:
Mica tutti si divertono allo stesso modo....


... e meno male, dai che ogni tanto l'azzecchi anche tu

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Notturno
Inviato: 29/5/2012 17:52  Aggiornato: 29/5/2012 17:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Mai parlato di discepoli.

I discepoli imparano.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Calvero
Inviato: 29/5/2012 19:31  Aggiornato: 29/5/2012 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Aguzza la vista.

I discepoli erano messi tra virgolette.

Qui, poi, non sono discepolo di nessuno.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
yarebon
Inviato: 30/5/2012 12:08  Aggiornato: 30/5/2012 12:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Beppe Grillo legge luogocomune ed oggi in home page naturalmente fa parlare direttamente la piovra mondiale, il satanasso Casaleggio.
Magari tutti i politici rendessero trasparente i loro rapporti, aiutanti e finanziatori.
Dopo questo post di Grillo, risultano abbastanza inutili molti commenti negativi e non tanto perchè dobbiamo fidarci di Grillo o Casaleggio, ma perché tutto quanto è un pregiudizio che parte da chiacchere, quanto l'intera classe politica e anche più in alto a differenza di Grillo, non comunicano con il web, con i cittadini, nascondono i loro finanziamenti, usano il politically correct.
Grillo ha visto un malcontento del web nei suoi confronti riguardo i suoi rapporti con Casaleggio e ha risposto, non si è nascosto, perchè chi si espone sul web non può farla franca.

Sertes
Inviato: 30/5/2012 12:13  Aggiornato: 30/5/2012 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7724
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@yarebon:
Magari.
Qui si chiedeva perchè Beppe Grillo non tratta estensivamente e con la serietà che meriterebbero i temi del 9/11, delle scie chimiche, delle terapie alternative; non si chiedeva certo di giustificare i suoi rapporti con la ditta d'informatica Casaleggio Associati, quindi se il suo post è una risposta, non è una risposta a LC, bensì alla miriade di articoli apparsi sul web che mirano solo a buttare fango su Beppe senza nemmeno contestagli qualcosa di circostanziato (e come potrebbero? Per colpire un livello 2 i media tradizionali e i vari disinformatori di regime dovrebbero introdurre argomenti di livello 3 e poi dovrebbero spiegare perchè non sono loro i primi a parlare di questi argomenti)

yarebon
Inviato: 30/5/2012 12:25  Aggiornato: 30/5/2012 12:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2229
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
la mia è una battuta naturalmente, perchè alla fine visto che l'accusa che non parla di scie chimiche è abbastanza assurda visto il contesto politico italiano (e Massimo lo sa per questo ho contestato l'articolo, le scie chimiche poi a differenza dell'11 settembre non devono essere prese come metro di misura per la sincerità o meno, perchè li c'è davvero ignoranza in molta gente, noi diamo per scontate molte cose), comunque visto che chi cerca di difendere Grillo parla delle sue azioni politiche, bene o male prima o poi esce fuori la Casaleggio ed è stato così anche su luogocomune ogni volta che si parlava di Grillo, prima o poi veniva fuori la Casaleggio.

ohmygod
Inviato: 30/5/2012 12:40  Aggiornato: 30/5/2012 12:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3184
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
La Casaleggio viene fuori in quanto in quella casa è posto il leggio.

mc
Inviato: 30/5/2012 16:20  Aggiornato: 30/5/2012 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 6100
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Si chiede "responsabilita'" o si impone "irresponsabilita'" a Grillo?

Sommariamente e relativamente alle proprie coscienze si chiede di avere un opinione su un argomento specifico dando per scontato (pena "l'immediata scomunica per Irresponsabilita'"!!) che si abbia, voglia, tempo, umore, interesse e predisposizione di approfondire motlissimo materiale.

Inoltre, non si tiene presente che impostare la propria struttura organizzativa per poter ambire alla gestione del territorio non e' propriamente la medesima cosa di chi imposta la propria struttura organizzativa per rimanere in un ambito piu' virtuale ed indipendente.

Massimo, hai meno da rischiare e sei meno pericoloso di una organizzazione presente ed attiva in alcune realta' del paese (adesso pure per le prime volte al "comando" delle operazioni sul territorio!).
La minaccia al Sistema determina il peso di cio' che viene scagliato in risposta contro queste azioni di approfondimento e di ricerca delle verita'.
Le azioni contro un blog come LC sarebbero misurate al danno arrecato al Sistema. Grillo sta entrando a far parte del Sistema (teoricamentre per cambiarlo... ma questo non e' in tema).

Immagino che per chi ci deve entrare nel Sistema le contromisure siano in qualche modo piu' "decise" e e le contro-contromisure siano da posticiparsi conseguentemente al proprio ingresso altrimenti niente ingresso... inutile chiedersi , quindi, perche' non si auto-aumentano la mole dei propri problemi da risolvere e da affrontare, inutile chiedersi perche' non scoprono un po' di piu' i fianchi porgendo appigli alle elite per esser ridicolizzati, insomma inutile parlarne adesso ... (sempre che sia utile parlarne poi.........).
___________________

Dire determinate cose, contro il poter fare determinate cose.

Non capisco le perplessita' manifestate rispetto alla ovvia attenzione (maggiore) dedicata all'evitare ostacoli* in fasi delicate (presentazione alla massa) come questa.

Chissa' che un giorno, ormai insediato per bene, queste argomentazioni non ricapitino tra gli approfondimenti all'ordine del giorno!
Per ora se voglio leggere di cio' non vado sul blog di Grillo e non me ne faccio molti problemi...
Non mi sembra esista un problema etico in questo, ne' tanto meno mi sembra una di quelle cose significativamente deprecabili, tali da non permettermi di seguire con interesse gli sviluppi sociali dell'impresa grillina.






*) Argomenti fumosi, contrastanti e contrastati violentemente, e possibili derive ridicolizzanti (i vermi sintetici alieni... per quanto riguarda le scie ... o loschi incappucciati dalla coda di rettile al comando per decidere per il mondo intero ... per quanto riguarda le banche... per esempio).


mc

nockisrock
Inviato: 30/5/2012 16:26  Aggiornato: 30/5/2012 16:26
So tutto
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 28
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
http://www.beppegrillo.it/2012/05/honi_soit_qui_mal_y_pense/index.html

Mi hanno attribuito dei legami con i cosiddetti poteri forti, dalla massoneria, al Bilderberg, alla Goldman Sachs con cui non ho mai avuto nessun rapporto, neppure casuale. Dietro Gianroberto Casaleggio c'è solo Gianroberto Casaleggio. Un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta forse anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive. Sono stato definito il «piccolo fratello» di Beppe Grillo, con riferimento al Grande fratello del romanzo «1984» di George Orwell. È evidente che non lo sono. La definizione contiene però una parte di verità. Grillo per me è come un fratello, un uomo per bene che da questa avventura ha tutto da perdere a livello personale. Per il resto, «Honi soit qui mal y pense». "

Gianroberto Casaleggio

Pispax
Inviato: 30/5/2012 23:36  Aggiornato: 31/5/2012 0:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4082
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Calvero


Citazione:
Citazione:
Se poi l'unico risultato che porti è solo quello che tu puoi dire "io non gioco secondo le regole della politica", ovvero una semplice medaglietta appuntata sul petto, allora certo che si.
Sai, io sono molto politico.


Quando mi farai l'onore di ricordarti che ci conosciamo da un po e che io non ho mai sostenuto che l'astensionismo sia il fine, significherebbe che avresti voglia di discutere.


Chiedo scusa per il ritardo nella risposta. Per un po' avevo smesso di seguire il thread, che mi pareva diventato teatro di scontri. Non che questo sia un male, ovvio, a condizione che gli scontri abbiano un significato diverso dal delimitare i territori.


In ogni caso, e lo dico senza polemica, ti sei dimenticato della cosa che avevo messo alla fine.
Di per sé non sarebbe un male, è che però se mi lasci la frase a metà il senso si perde. La parte dove tutto andava a parare era questa:
"[Sai, io sono molto politico.] Quindi le cose le misuro dai risultati, non dalle dichiarazioni."

Non solo non ti volevo attribuire l'astensione come tuo "fine ultimo", ma se ci hai fatto caso io considero quelli che vanno a "votare" solo per ottemperare al "rituale quinquennale della crocetta" in modo forse più severo del tuo.
Essere cittadini è molto più di così.

A parte queste considerazioni che adesso sono un po' marginali, io credo un'altra cosa: che l'ideale più bello di quiesto mondo, unito alle azioni più belle di questo mondo, se poi non producono un cazzo di miglioramento che è uno, e si sta parlando di miglioramenti MISURABILI...
...allora sono solo un fallimento.

Le idee in politica sono solo l'inizio. Poi c'è il lavoro duro.
Prova a leggere una biografia di Mohandas Karamchand G. o di Michael King.







Citazione:
Io sono anti-politico, cioè pro-uomo.


Ci sarebbe parecchio da obiettare a questa affermazione, ma lasciamo fare.
Però è buffo notare che questa tua frase è una frase estremamente politica.

Stai cavalcando un paradosso, Calvero
Che è una cosa che mi preoccupa sinceramente, perché i paradossi sono bestie imbizzarrenti assai.
Cerca di non farti male.

PikeBishop
Inviato: 31/5/2012 0:03  Aggiornato: 31/5/2012 0:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
«Honi soit qui mal y pense»


Di tutte le frasi che poteva scegliere, Gianroberto, proprio la frase che compare sulla prima pagina del mio passaporto, doveva usare??????

PS
Pensate un po', era anche sull'emblema del fatidico panfilo BRITANNIA

Grillo e' come un fratello. Un confratello. Honi soit qui mal y pense, ma talvolta ci azzecca, come disse il Gobbo.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Calvero
Inviato: 31/5/2012 1:49  Aggiornato: 31/5/2012 1:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11964
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
______________________
_________________

@ PISPAX

.. saremmo OT e ti ho risposto QUI

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Redazione
Inviato: 31/5/2012 4:42  Aggiornato: 31/5/2012 4:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
MC: "Massimo, hai meno da rischiare e sei meno pericoloso di una organizzazione presente ed attiva in alcune realta' del paese (adesso pure per le prime volte al "comando" delle operazioni sul territorio!). La minaccia al Sistema determina il peso di cio' che viene scagliato in risposta contro queste azioni di approfondimento e di ricerca delle verita'. Le azioni contro un blog come LC sarebbero misurate al danno arrecato al Sistema. Grillo sta entrando a far parte del Sistema (teoricamentre per cambiarlo... ma questo non e' in tema)."

Assolutamente d'accordo. Quando infatti mi chiedono se "ho paura che mi succeda qualcosa per quello che faccio", io rispondo, paradossalmente, "purtroppo no".

Nel senso che ho un seguito molto limitato, e non sono nemmeno vicino a quella soglia che ti rende realmente pericoloso al sistema. (Dopodichè ovviamente sono ben felice di poter dormire tranquillo - mica me le vado a cercare per forza).

Se però quel momento dovesse arrivare io semplicemente mi fermerei, ma non farei marcia indietro pur di continuare ad esistere.

Direi - come ho suggerito a Grillo - "io sono arrivato, oltre non posso andare, buona fortuna".

Ma non tradirei mai quello che è stato fatto, rinnegandolo, pur di restare a galla a tutti i costi.

DrManhatta
Inviato: 31/5/2012 8:01  Aggiornato: 31/5/2012 8:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2010
Da:
Inviati: 31
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Honi soit qui mal y pense (fr.: "Sia vituperato chi ne pensa male")

Ad essere precisi è il motto impresso sul simbolo dell'ordine della giarretiera

http://it.wikipedia.org/wiki/Ordine_della_Giarrettiera

Sinceramente non so dire se la citazione sia letterale o nasconda qualche altro significato...

NiHiLaNtH
Inviato: 31/5/2012 21:25  Aggiornato: 31/5/2012 21:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3111
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Mi hanno attribuito dei legami con i cosiddetti poteri forti, dalla massoneria, al Bilderberg, alla Goldman Sachs con cui non ho mai avuto nessun rapporto, neppure casuale. Dietro Gianroberto Casaleggio c'è solo Gianroberto Casaleggio. Un comune cittadino che con il suo lavoro e i suoi (pochi) mezzi cerca, senza alcun contributo pubblico o privato, forse illudendosi, talvolta forse anche sbagliando, di migliorare la società in cui vive. Sono stato definito il «piccolo fratello» di Beppe Grillo, con riferimento al Grande fratello del romanzo «1984» di George Orwell. È evidente che non lo sono. La definizione contiene però una parte di verità. Grillo per me è come un fratello, un uomo per bene che da questa avventura ha tutto da perdere a livello personale. Per il resto, «Honi soit qui mal y pense». "


vediamo se anche Enrico Sassoon ha iil coraggio di dire una caz ehm una cosa del genere

certo dopo monti che dice "Non so cosa sia esattamente la massoneria, ma so di non essere massone" non mi sorprendo più di niente

mc
Inviato: 1/6/2012 17:23  Aggiornato: 1/6/2012 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 6100
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Ma non tradirei mai quello che è stato fatto, rinnegandolo, pur di restare a galla a tutti i costi.

Ma tu a cosa ti riferirsci quando affermi cio' nei confronti di Grillo?
Il tuo scenario e' comunque ipotetico (parlo della seconda parte del pezzo se e' quello a cui ti riferisci).

*************************************************************

Meglio incoerente che inutile al miglioramento, il mio politico dei sogni.

(che poi e' un po' il vecchio "piu' fatti e meno pugnette!"... non sono molto originale a dire il vero... )

mc

nockisrock
Inviato: 1/6/2012 20:27  Aggiornato: 2/6/2012 17:02
So tutto
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 28
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
https://www.youtube.com/watch?v=dxcaBQkleKU

GRILLO, L'ALTRA POLITICA Piazzapulita, la7, 25.05.12

ALTRO VIDEO DOVE GRILLO PARLA DI SCIE CHIMICHE, HAMER, ECC
https://www.youtube.com/watch?v=pmi4ABtlBlY

Redazione
Inviato: 3/6/2012 1:55  Aggiornato: 3/6/2012 1:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18219
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
MC: Citazione:
Ma non tradirei mai quello che è stato fatto, rinnegandolo, pur di restare a galla a tutti i costi.

Ma tu a cosa ti riferirsci quando affermi cio' nei confronti di Grillo?
Alla questione delle banche e della moneta. E' il problema n.1 , attorno al quale ruotano tutti gli altri. Lui aveva iniziato a denunciarlo, in modo potente e approfondito. Poi di colpo ha smesso.

Proprio ora che l'Europa è in ginocchio, grazie al meccanismio del debito, lui evita sistematicamente di parlarne.

mc
Inviato: 4/6/2012 14:14  Aggiornato: 4/6/2012 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 6100
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Citazione:
Proprio ora che l'Europa è in ginocchio, grazie al meccanismio del debito, lui evita sistematicamente di parlarne.


Ci sono molte strade per arrivare (nei fatti anche e soprattutto) a colpire il Problema-Nemico n°1.
Spero che sia solo una strada secondaria, indiretta, proprio per evitare intercettazioni premature.

La verita' (tutta mia) e' che trovo fondamentale staccarsi dal vecchio circuito di conoscenze e collusioni delle precedenti amministrazioni e organi istituzionali. Non e' per niente sufficiente di per se' ma e' quello che farei se ci fossi io li'.
E' poco, ma e' imboccare la strada (indiretta) giusta, ad occhio e croce.

Che non ne parli non mi interessa piu' di tanto, l'importante e' agire per contrastare quelli che, giustamente, individui come problemi primari (ma e' un po' presto e pretendere tutto e subito e' ingenuo oltre che funzionale al mantenimento dello status quo... no, non penso di riferirmi a te, parlando di questa posizione... ).

Insomma, non e' che veda un futuro ROSEO E LUMINOSO per tutti Noi, ma indubbiamente qualche spiraglio filtra.

mc

Virgil
Inviato: 5/6/2012 17:41  Aggiornato: 5/6/2012 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
A Massimo mazzucco...vorrei porre alla tua attenzione questo articolo:

http://www.beppegrillo.it/2011/07/tzetze_le_notiz.html

secondo me se non è ironico è davvero preoccupante.

P.S:che intendi quando parli di di pietro e delle gambe corte?

berna85
Inviato: 6/6/2012 0:24  Aggiornato: 6/6/2012 0:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2011
Da: Amsterdam
Inviati: 154
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
La cosa che ho notato facendomi un giro sul blog di grillo e su i commenti agli articoli postati sul thread del Fatto Quotidiano è la reazione dei simpatizzanti del m5s.

Senza entrare nel merito si viene chiamati venduti al PD, amici di D'Alema etc..
Tutte queste frasi sono ricopiate proprio dal mondo della politica, per esempio "tu sei uno Scillipoti", cioè quelle frasi che vengono usate dalla propaganda. Invece di formulare un pensiero rigurgitano slogan che costituiscono la cultura di regime, non il pensiero alternativo di qui parlano.
Nel blog di grillo non decidono un cazzo! Non riescono nemmeno ad avere una discussione che segua qualsiasi filo logico. Poi senti dire "il non-statutyo" lo abbiamo scelto noi della rete", "abbiamo chiesto a beppe di rappresentarci", ma dove???

Sicuramente poi degli attivisti avranno anche un livello di inteliggenza superiore, ma non venitemi a dire che sul blog si è mai deciso una beneamata fava!

LoneWolf58
Inviato: 8/6/2012 23:44  Aggiornato: 9/6/2012 0:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Esule
Inviato: 25/6/2012 15:19  Aggiornato: 25/6/2012 15:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/4/2012
Da:
Inviati: 62
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Grillo e la politica estera, dal Mossad all'Iran

«Mia moglie è iraniana, lì la donna è al centro della famiglia Bin Laden non era tradotto bene, me lo ha detto mio suocero»

GERUSALEMME - I massacri in Siria? «Ci sono cose che non possiamo capire. Non sappiamo se sia una vera guerra civile o si tratti d'agenti infiltrati nel Paese». L'Iran di Ahmadinejad? «Un giorno ho visto impiccare una persona, su una piazza di Isfahan. Ero lì. Mi son chiesto: cos'è questa barbarie? Ma poi ho pensato agli Usa. Anche loro hanno la pena di morte: hanno messo uno a dieta, prima d'ucciderlo, perché la testa non si staccasse. E allora: che cos'è più barbaro?». E i diritti delle donne? «Mia moglie è iraniana. Ho scoperto che la donna, in Iran, è al centro della famiglia. Le nostre paure nascono da cose che non conosciamo».

IN IRAN L'ECONOMIA VA BENE - Nemmeno un po' preoccupato da quel regime? «Quelli che scappano, sono oppositori. Ma chi è rimasto non ha le stesse preoccupazioni che abbiamo noi all'estero. L'economia lì va bene, le persone lavorano. È come il Sudamerica: prima si stava molto peggio. Ho un cugino che costruisce autostrade in Iran. E mi dice che non sono per nulla preoccupati». Ma Ahmadinejad vuole cancellare Israele dalle mappe... «Cambierà idea. Non penso lo voglia davvero: lo dice e basta. Del resto, anche quando uscivano i discorsi di Bin Laden, mio suocero iraniano m'ha spiegato che le traduzioni non erano esatte...». Perché, nessun dubbio, c'è una lobby ebraica che controlla il sapere: «Tutto quel che in Europa sappiamo su Israele e Palestina, è filtrato da un'agenzia internazionale che si chiama Memri. E dietro Memri c'è un ex agente del Mossad. Ho le prove: Ken Livingstone, l'ex sindaco di Londra, ha usato testi arabi con traduzioni indipendenti. Scoprendo una realtà mistificata, completamente diversa».

MEDIO-ORIENTE - Beppe Grillo e la politica estera. In un'intervista di un'ora e mezza al più diffuso quotidiano israeliano, Yedioth Ahronot, il leader anti-casta s'avventura su un terreno per lui insolito come il Medio Oriente.

Facendo capire soprattutto una cosa: nel Movimento 5 Stelle, quella di David non è la più splendente. Mentre l'Iran... «Se un giorno Grillo farà parte del governo italiano - scrive il corrispondente Menachem Gantz -, il suocero avrà un ruolo fondamentale nella politica estera». Il giornalista è severo col comico: «È confuso, prigioniero di pregiudizi: le sue idee su Israele si possono capire dai suoi show e dal suo blog». Il riferimento è ad alcuni post, dove gli israeliani sono qua e là paragonati ad Attila («dopo di noi non cresceranno più palestinesi») o a una «dittatura militare» pronta a scatenare una terza guerra mondiale, mentre più teneri sembrano altri giudizi: «L'Islam non è una religione fondamentalista. E qualunque Stato, quando gli ammazzano gli scienziati nucleari o lo attaccano coi virus informatici, si sente sotto attacco».

Grillo rivela d'essere stato invitato dall'ambasciatore americano a Roma, nel 2008. Dice che Israele è dietro molte decisioni Usa. Che «noi italiani siamo sotto occupazione dell'America, colpevole di parte della crisi economica europea». Che in ogni caso «parlare d'Israele è un tabù, come parlare dell'euro: appena lo tocchi, subito ti dicono che sei antisionista e razzista».

MATRIMONI GAY? FORSE - l panorama dalla casa ligure è fantastico, nota il giornalista, e la lunga chiacchierata lascia spazio ad altri temi. Grillo spiega d'aver avviato «una rivoluzione culturale, non politica»; che da sette anni il suo blog è opera del fidato Gianroberto Casaleggio, «io parlo, lui scrive»; dà una mezza risposta sui matrimoni gay (favorevole? «Forse»); compara il M5S a Occupy Wall Street, ai Pirati tedeschi e agli Indignados spagnoli, «anche se noi non ci siamo scontrati con la polizia»; prima dribbla la domanda sull'uscita dall'euro («studieremo l'argomento»), poi confida di sentirsi europeo, ma «come gli inglesi, senza stare per forza nella moneta unica»; attacca Monti, «sta facendo il lavoro sporco, ma sulla casa e con la riforma del lavoro sta colpendo duro»; promette che non farà mai il premier o il segretario politico, «non ne ho la statura».

E mentre sul web risponde al Corriere , che ieri criticava la lentezza del neosindaco di Parma («Pizzarotti s'è preso il suo tempo. Non ha nominato cani e porci. Altrimenti ci avrebbe messo un attimo»), qui riconosce: «La verità è che non abbiamo esperienza di governo. Entrare in Parlamento sarà un'altra faccenda. Anch'io non capisco del tutto il movimento. Forse, che cos'è, lo capiremo tra 15 anni». Alla fine, il giornalista è spazientito: ma perché, sbotta, mi dai risposte così vaghe? «Non ho gli elementi per decidere.

È la gente che deve pronunciarsi, coi referendum sulla rete». Giudizio finale dell'osservatore straniero: «Grillo è un buon attore che sa che cosa vuole il suo pubblico. Ma non sa dire che cosa vuole».

Fonte: http://www.corriere.it/politica/12_giugno_25/dal-mossad-all-iran-grillo-battistini_1bdbada6-be8b-11e1-8494-460da67b523f.shtml

25 giugno 2012 | 10:01

DjGiostra
Inviato: 25/6/2012 15:57  Aggiornato: 25/6/2012 15:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 4810
 Re: Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
@Esule:


Citazione:
Giudizio finale dell'osservatore straniero: «Grillo è un buon attore che sa che cosa vuole il suo pubblico. Ma non sa dire che cosa vuole».

Bella questa !!! far passare Grillo per un comico che non sa' quello che fa !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA