Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Questione vaccini al parlamento americano
Inviato da Redazione il 22/8/2015 16:31:40 (10015 letture)

In data 29 luglio 2015, il Deputato Repubblicano e membro del Congresso Bill Posey espone alla Camera dei Deputati l'inganno svelato da un informatore del CDC [Center for Desease Control] in merito alla correlazione tra autismo e vaccino MMR: «Abbiamo programmato un incontro per distruggere i documenti di studio sulla correlazione vaccino-autismo».




Tutto ciò che era già stato denunciato dal "Memo di Simpsonwood" è arrivato ora al parlamento americano.

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Ghilgamesh
Inviato: 22/8/2015 16:40  Aggiornato: 22/8/2015 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Na volta per suicidarsi bastava attaccasse alla canna der gas, oggi sti megalomani vanno a dì ste cose in parlamento! ^__^

Nasdro
Inviato: 22/8/2015 17:47  Aggiornato: 22/8/2015 17:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/3/2009
Da:
Inviati: 74
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sto contando i secondi fino al momento in cui quei cafoni di Bufale un Tanto al Chilo riprenderanno questo post per sconfessarlo con le prevedibili sparate oltranziste e i soliti tranelli con la lingua italiana.

Ogni volta che gli si toccano i vaccini diventano peggio di Regan MacNeil.

Tra parentesi, non so se Mazzucco conosceva già questi sedicenti siti «anti-bufala» (qui e qui), nati prima come paginette Facebook e poi evolutisi anche in siti internet.

Insieme si sono guadagnati facilmente la fiducia incondizionata di oltre un centinaio di migliaia di persone, "sbufalando" prima notizie ridicole e di poco conto, poi iniziando a «sbufalare» argomenti di ben altro spessore, con espedienti e dinamiche che ricordano molto il CICAP.

Butac.it si vede lontano da un miglio che è dello stesso giro di Attivissimo & soci.
Se Mazzucco vuole farsi due risate, può leggere qui.

Redazione
Inviato: 22/8/2015 18:08  Aggiornato: 22/8/2015 18:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
NASDRO: Mazzucco le risate se l'è già fatte a suo tempo. Non capisco perchè tu venga su LC a fare una propaganda così sfacciata per questi siti.

maurixio
Inviato: 22/8/2015 18:18  Aggiornato: 22/8/2015 18:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Per come stanno le cose oggi mi fido del parlamento usa come mi fido di quello nostrano. Che non siano insabbiature estive?

"No nessun senatore ha firmato sig presidente" le parole dei deputati afroamericani rivolte al pridente Gore sui brogli in florida

peonia
Inviato: 22/8/2015 18:30  Aggiornato: 22/8/2015 18:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
scusa l'O.T. Mazzucco, ma, per rispondere a NASDRO, vorrei dire di leggere nel Forum "COSE BUFFE E BUFFONI", il mio intervento su butac...
chiuso l'O.T.


Basterebbe quanto segue per decidere che i vaccini non si debbano fare!

http://www.australiannationalreview.com/vaccine-ingredients-unsafe-human-consumption/?inf_contact_key=164b909e66caa1eb4bb1935ad26d1da63390eedc2812c414cf3f297cb19b21eb

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Nasdro
Inviato: 22/8/2015 18:59  Aggiornato: 22/8/2015 18:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/3/2009
Da:
Inviati: 74
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@REDAZZUCCO

Ok, ho scoperto l'acqua calda.

@PEONIA

Non lo chiamo per nome perché non è mio zio.

Ma soprattutto perché ho le mie riserve su di lui.

Lo considero sullo stesso piano di Attivissimo, né più, né meno: ognuno di loro fa il suo «lavoro».

Leggo i blog di entrambi.
Il «Disinformatico» ispira compassione quando vuol difendere la versione «comunemente accettata» sull'11 settembre, ma a volte alcuni post del suo blog sono utili e interessanti.

Luogocomune è tutt'altra cosa: oltre all'utilità, sul piano dell'interesse può concorrere tranquillamente al primo posto fra tutti i siti (non solo i blog) in lingua italiana.

Alcuni "pezzi" li trovo populisti e banali, come quello sul "pianeta gemello" o il penultimo, sul funerale del boss.
Altri sono semplicemente unici, come quelli sull'intelligent design, che non conoscevo, e che Mazzucco ha avuto la gentilezza di indicarmene i rispettivi link, aprendomi tutto un mondo che non conoscevo.

Trovo che abbia un'efficacia comunicativa e una capacità di sintesi (dovute anche alla sua professione di regista), unite a tante altre doti, che sono la sua arma più tagliente.

Detto questo, però, lo ripeto: lo considero sullo stesso piano di Attivissimo e tengo per me le motivazioni. (Molti inorridiranno leggendo questo mio commento: pazienza)

Naturalmente non mi hai chiesto tu di spiegare perché non lo chiami per nome, ci mancherebbe.
Sono stato io ad avere l'inspiegabile e impellente bisogno di chiarirmi.

Che ci vuoi fare, ognuno ha le sue stramberie, a questo mondo.

Al2012
Inviato: 22/8/2015 19:20  Aggiornato: 22/8/2015 19:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Articolo sulla dichiarazione del deputato repubblicano su autismovacini.org

“Capire … significa trasformare quello che è"
peonia
Inviato: 22/8/2015 19:43  Aggiornato: 22/8/2015 19:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
NASDRO, non ho capito a chi ti riferisci dicendo "non lo chiamo per nome"....comunque deduco che tu non abbia letto il mio post,ti avevo indicato... dico le stesse tue cose

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 22/8/2015 20:37  Aggiornato: 22/8/2015 20:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
NASDRO, PEONIA: Per comunicare fra di voi usate i PM, grazie.

Questo spazio serve a commentare gli articoli.

peonia
Inviato: 22/8/2015 23:23  Aggiornato: 22/8/2015 23:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
sorry....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Aironeblu
Inviato: 23/8/2015 6:05  Aggiornato: 23/8/2015 6:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
3 miliardi di dollari pagati dal governo come risarcimento per i danni causati dai vaccini, manipolazione degli studi vaccino-autismo, distruzione dei documenti compromettenti... Dichiarato da un deputato repubblicano alla Camera suona tutto più reale alle orecchie della pubblica opinione.
Per fortuna può succedere ogni tanto che un politico arrivi a recepire qualcuna delle "fantasie complottiste" che da decenni sono discusse dai comuni cottadini sui siti di controinformazione, e decida di usare gli strumenti ben più potenti a sua disposizione per verificare, diffondere e ufficializzare una verità fastidiosa che per molti suoi colleghi sarebbe bene restassero semplici fantasie popolari.

maurixio
Inviato: 23/8/2015 9:18  Aggiornato: 23/8/2015 9:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

peonia
Inviato: 23/8/2015 9:58  Aggiornato: 23/8/2015 10:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
BASTA VACCINI

Cos'è un vaccino: Il Vaccino è un preparato derivante da una sospensione di batteri (vivi od uccisi) o virus, oppure di tossine da essi ricavate, che dovrebbe indurre nel vaccinato una produzione artificiale di anticorpi.
Si distinguono vaccini monovalenti (preparati con un solo ceppo batterico o con un solo tipo di virus), polivalenti (preparati con più ceppi delle stessa specie) e misti (che contengono germi o tossine di una pluralità di malattie).
I primi due tipi sono impiegati per prevenire un'unica malattia infettiva, il terzo per prevenire una pluralità di malattie.
Sono in commercio vaccini "antitossici" (costituiti da batteri, come quello per il tifo, la tubercolosi, per la peste, per la meningite) e "antivirali" (costituiti da virus, come quello per la poliomielite, per la rabbia, il vaiolo, l'influenza, ecc...).
Buona parte dei vaccini è fabbricata coltivando le sostanze tossiche, batteriche o virali sul corpo dell'animale o su particolari organi dell'animale (reni di scimmia, ventre della pecora, cervello e midollo spinale del coniglio e del cane, cervello della scimmia, ecc...); altri vaccini sono coltivati su prodotti dell'animale (uova di pollo o di anatra), altri su cellule e tessuti umani, altri sono ottenuti con la manipolazione genetica.
Nessun tipo di fabbricazione può garantire l'innocuità del vaccino, in quanto le sostanze tossiche, batteriche o virali che esso contiene possono avere effetti imprevedibili nel corpo del vaccinato.
Sotto questo profilo non è la qualità del vaccino che è messa in causa, e neppure il tipo di fabbricazione, ma il principio stesso della vaccinazione, che molti definiscono utopistico.
La presenza di virus estranei (eterologhi) nei vaccini (contaminanti) coltivati sull'animale o su prodotti degli animali, aumenta notevolmente i rischi. In questo caso il vaccino, come è stato più volte provato, può contenere (oltre agli agenti patogeni della malattia da cui si vuole immunizzare) altri agenti patogeni, i cui effetti indesiderati si manifestano presto o tardi in modo dannoso. Gli animali sono infatti portatori di virus latenti (cioè virus che vivono allo stato di latenza, durante il quale non scatenano malattie) tipici della loro specie: inoffensivi per l'animale sano che vive nel proprio ambiente naturale, in quanto originari e congeniti, facenti parte del suo patrimonio genetico, ma in grado di passare dallo stato di latenza a quello di virulenza se introdotti in altre specie. Questa prerogativa risulta del tutto evidente, se si pensa che il virus introdotto col vaccino nell'uomo si trova in un ambiente nuovo per lui, su un altro terreno". Certamente i vaccini coltivati su cellule umane sono meno rischiosi, in quanto non inficiati dai virus specifici delle diverse specie animali.
Questo non prova tuttavia che i vaccini coltivati su cellule umane siano innocui né che, attraverso l'impiego di uno strumento migliore, tutta la casistica della profilassi vaccinale debba uscirne assolta. È invece importante, proprio nella valutazione del rapporto rischio-beneficio, soffermarsi sul valore dell'immunità offerta dal vaccino.
Esistono molte pubblicazioni importanti che trattano dei danni al sistema immunitario in seguito a vaccinazione, ma che queste opere sono ignorate: non soltanto dal grosso pubblico, e volutamente ignorate da coloro che sono preposti alle organizzazioni della salute pubblica.
Poiché l'effetto nocivo delle vaccinazioni è sovente ritardato, indiretto o mascherato, è logico dedurre che le carenze immunitarie che si manifestano molto tempo dopo la vaccinazione possano anche essere attribuite alla vaccinazione stessa".

Patologie riscontrate dopo la somministrazione del vaccino esavalente:
Infezione virale, candidosi, otite media, infezione delle prime vie respiratorie, faringite, infezione, Disturbi psichiatrici, irritabilità, pianto inconsolabile, irrequietezza, alterazioni del sistema nervoso, torpore, sonnolenza, disturbi oculari, congiuntivite, alterazioni dell’apparato respiratorio, del torace e del mediastino, bronchite, tosse, rinite, broncospasmo, laringite, stridore, alterazioni dell’apparato gastrointestinale, perdita dell’appetito, diarrea, enterite, gastro-enterite, dolore addominale, vomito, stipsi, alterazioni della cute e del tessuto sottocutaneo, rash, dermatite, eczema, disordini generali e alterazioni del sito di somministrazione, massa al sito di iniezione, indurimento, gonfiore dell’intero arto dove è avvenuta l’iniezione, dolore, rossore, gonfiore locale al sito di iniezione (≤ 50 mm), febbre ≥ 38°C, reazione al sito di iniezione, gonfiore locale al sito di iniezione (> 50 mm)*, febbre 39°C, gonfiore diffuso dell’arto dove è avvenuta l’iniezione, che coinvolge talvolta l’articolazione adiacente*, affaticamento, alterazioni del sistema immunitario Reazioni allergiche (incluso rash e prurito), reazioni anafilattoidi (inclusa orticaria) alterazioni del sistema nervoso, convulsioni (con o senza febbre), collasso o stato simile a shock (episodi ipotonici-iporesponsivi), disordini generali, epilessia e autismo.

.I vaccini hanno FALLITO il loro intento; dovevano proteggerci dalle malattie infettive invece hanno creato malattie/patologie iatrogene/degenerative molto più gravi!
I vaccini contengono: alluminio, mercurio/thimerosal (mercurio etilmertiolato), piombo, arsenico, MF 59 (squalene), Fenossietanolo, Glutaraldehyde, Phenol/phenoxyethanol (2-PE)=(anticongelante) - Tri(n)butylphosphate - Gentamicin solfato - Neomycin solfato (antibiotico) - Polymyxin B (antibiotico) - Gelatina animale - gomma lattice - solfato ammonico (sale) - beta propiolactione - Octoxynol 10 (anche conosciuto come Triton X-10) - Polisorbato 80 - Sali di mercurio Formaldeide (formalina) e/o antibiotici come neomicina, streptomicina, kanamicina, gentamicina, polimixina B (MSG), - monossido di glutammato, nanotecnologie, metalli e minerali tossici in nanoparticelle, virus, cellule di feti abortiti, emoderivati di animali sospetti, lieviti modificati geneticamente di dna animali e batteri e dna virale , cellule animali/umane, materiale genetico e tessuti provenienti da uova di pollo, da reni di cani o di scimmie, cuore di vacca, uova di gallina/papera, sangue di maiale/cavallo/pecora, cervello e midollo spinale di coniglio e del cane, porcellini sperimentali ( per la polio i reni e i testicoli delle scimmie, per la rosolia i reni dei conigli, per il tetano e la difterite il sangue dei cavalli, per la pertosse i topi, per il morbillo i cani i porcellini d'india e gli embrioni di pollo, ventre di pecora... ) inoltre endotossine batteriche, tossine e microorganismi, proteine eterologhe; gli eccipienti contenuti nei vaccini sono: sodio cloruro, potassio cloruro, potassio fosfato monobasico, sodio fosfato dibasico diidrato, magnesio cloruro esaidrato, calcio cloruro diidrato, sodio citrato, acido citrico, acqua per preparazioni iniettabili.
I vaccini contengono, inoltre, tracce di residui di proteine di uova e di pollo, ovalbumina, kanamicina e neomicina solfato, formaldeide e cetiltrimetilammonio bromuro, saccarosio, D-mannosio, D-fruttosio, destrosio, fosfato di potassio, plasdone C, lattosio anidro, cellulosa microcristallina, polacrilin potassio, magnesio stearato, cellulosa acetato ftalato, alcool, acetone, olio di ricino, FD & C Y 6 lacca di alluminio e coloranti, albumina sierica umana, siero fetale bovino, bicarbonato di sodio, colture cellulari di fibroblasti umani diploidi-(WI-38), mezzo di Eagle modificato da Dulbecco, glutammato monosodico, idrossido di alluminio, cloruro di benzetonio, aminoacidi, vitamine, sali inorganici e zuccheri, glicerina, asparagina, acido citrico, fosfato di potassio, solfato di alluminio e potassio, sali di alluminio, fosfato di calcio, emulsioni oleeose e/o numerosi composti chimici, peptone, estratto di bovini, solfato di ammonio; sostanze ancor più indesiderate e con effetti totalmente imprevedibili che inquinano il preparato vaccinale come virus, prioni o altre proteine, pezzi di DNA o di RNA, etc.
Tutto questo, in parte, è contenuto sopratutto nei vaccini obbligatori iniettati nel fragile corpo di un bambino di 2/3 mesi il cui sistema immunitario non è ancora formato; quali proprietà curative rivestono? Ovviamente tutte queste sostanze non sono contenute in un solo vaccino perchè altrimenti il neonato morirebbe dopo pochi minuti dall' inoculo, ma questo non toglie comunque l'estrema pericolosità dei vaccini

INOLTRE: FARMACI E REAZIONI AVVERSE
Il rapporto Osmed registra un incremento delle segnalazioni del +25%. L'aumento è stato osservato principalmente per i vaccini, con un +125% rispetto al 2013

http://www.osservatoreitalia.it/index.asp?art=5361&red=5&arg=21


ANCORA QUALCHE DUBBIO????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
halastor
Inviato: 23/8/2015 14:14  Aggiornato: 23/8/2015 14:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/2/2015
Da:
Inviati: 172
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
I vaccini?
Una sola parola: PERICOLOSSISSIMISSIMI!!!!

Chi nega questa cosa è un minchione e merita che i vaccini che si è fatto lo portino alla demenza...e sono stato un vero lord inglese.

edit:
ps: doppie "esse" volute....e visto il mio linguaggio forbito da aristocratico, gradirei che vi riferiste a me con l'appellativo di "Vostra Grazia."

edit2:
ecco a cosa servono le faccine!!! Non l'avevo mica capito...

[...]L'occhio al moto deluso il falso crede;
E 'l terrore a que' mostri accresce fede[...]
"Torquato Tasso - La Gerusalemme Liberata - Canto XX"
Slobbysta
Inviato: 23/8/2015 15:23  Aggiornato: 23/8/2015 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
....beh che dire? Essendo "portavoce" ...si scherma, con le loro verità!...giocabili con l'incontistente "statitisca"....e cambiando il baricentro del problema!

Slobbysta

Aironeblu
Inviato: 24/8/2015 9:36  Aggiornato: 24/8/2015 9:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Grazie @Peonia per le descrizioni sulla preparazione dei vaccini e sui loro ingredienti: sarebbe curioso vedere chi è disposto a farseli iniettare nelle vene sapendo cosa sono...

peonia
Inviato: 24/8/2015 10:44  Aggiornato: 24/8/2015 10:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
grazie a te, spero sempre di essere utile...


un O.T. che metto qui perchè purtroppo la sezione Commenti liberi sembra un limbo....e non si sa mai se leggete o meno.... ma dato che è una cosa NUOVA e molto IMPORTANTE, che io e mia sorella abbiamo sperimentato, ve la posto qui:

http://www.mednat.org/reincarnaz/comunicazione_defunti.htm

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Suspiria
Inviato: 24/8/2015 11:36  Aggiornato: 24/8/2015 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Una curiosità...lunga lista di quello che si trova in un vaccino, ma sapresti elencare le caratteristiche di quelle sostanze Peonia?
Fra quello che fa spavento (formaldeide, alluminio ecc...) ci sono anche sostanze come vitamine, zuccheri, amminoacidi ecc... tutto messo nello stesso calderone perchè mi sa che, più ce n'è meglio è e fa più impressione.

Considerando che cose come squalene, formaldeide, amminoacidi, vitamine ecc.. si formano nel corpo o le utilizziamo anche con l'alimentazione e considerando anche la bassissime quantità di tante sostanze elencate, è possibile che un vaccino o pochi vaccini siano la causa di tutti i mali???
Non dico che non ci siano rischi sia chiaro, c'è chi può essere più predisposto e sensibile, ma da qui a farne una sorta di mostro attentatore delle nostre vite mi sembra esagerato.
Consideriamo anche il livello di quantità di tante e più sostanze con le quali veniamo a contatto ogni giorno, dai metalli pesanti, ai pesticidi, detersivi, gas di scarico delle auto e così via.
E non solo...è chiaro che ci siano antibiotici nei vaccini, ma pensiamo a tutti quelli presi in vita. Ma non sarà peggio la quantità di pasticche prese di una punturina??

peonia
Inviato: 24/8/2015 11:56  Aggiornato: 24/8/2015 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria io non sono un medico, ma ho letto fiumi, che dico, oceani, di letteratura contro i vaccini, anche da parte medica!! se tu li hai fatti, li vuoi fare e li consigli sono fatti tuoi, ognuno ha la libertà di scegliere, anche davanti all'evidenza negativa... assumendosene poi le eventuali conseguenze...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Suspiria
Inviato: 24/8/2015 12:41  Aggiornato: 24/8/2015 12:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Per carità, salvo obblighi di legge, uno può decidere di non vaccinarsi, come di non prendere antibiotici o non farsi operare per qualcosa che ha.

Ma siccome viene postata tanta roba, mi chiedo se di tutto quello che è postato c'è poi davvero la conoscenza del contenuto.

Rischi ci sono, certo, anche a prendere un'aspirina se per questo. I vaccini la causa di tutto...

Ma la letteratura medica a favore l'hai letta? Giusto per mettere tutto sul piatto della bilancia.

topogigio
Inviato: 24/8/2015 12:51  Aggiornato: 24/8/2015 12:51
So tutto
Iscritto: 21/9/2012
Da:
Inviati: 15
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Premesso che non amo i vaccini, reputo le vaccinazioni neonatali una assurdità e di conseguenza non ho fatto vaccinare i miei figli,
reputo che l'articolo citato faccia una cattiva informazione e ne risulti una confusionaria idea di pericolosità per chi è "contro i vaccini", ma rafforzi l'idea di irrazionalità delle argomentazioni in chi ha un atteggiamento neutro o provaccino.

Come faceva notare Suspiria mettere in un unico calderone thimerosal, alluminio saccarosio e vitamine non solo sembra esclusivamente una ricerca di "effetto", ma a mio parere l'effetto in questione è in realtà di segno diverso.
In parole povere chi affrontando un tema spara cavolate a raffica può farlo con fini opposti a quelli dichiarati.

C'è molta letteratura seria sui rischi delle vaccinazioni sui bambini e anche sulla inutilità delle vaccinazioni stesse (per me è fondamentale il rapporto rischio/beneficio) per malattie a cui un bambino non sarà mai esposto... non è utile andare ad inquinare l'argomento con frasi ad effetto piene di corbellerie, perché il risultato è disorientare chi voglia informarsi sull'argomento.

Ghilgamesh
Inviato: 24/8/2015 13:47  Aggiornato: 24/8/2015 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Autore: Suspiria Inviato: 24/8/2015 11:36:41

Una curiosità...lunga lista di quello che si trova in un vaccino, ma sapresti elencare le caratteristiche di quelle sostanze Peonia?
Fra quello che fa spavento (formaldeide, alluminio ecc...) ci sono anche sostanze come vitamine, zuccheri, amminoacidi ecc... tutto messo nello stesso calderone perchè mi sa che, più ce n'è meglio è e fa più impressione.


Che è un pò come se, ti caco nella minestra ma tu non dovessi soffermarti sulla cacata MA sulle tante verdure buone utilizzate prese direttamente dal mio orto!

Citazione:
Per carità, salvo obblighi di legge, uno può decidere di non vaccinarsi, come di non prendere antibiotici o non farsi operare per qualcosa che ha.


Ecco, è quel "salvo obblighi di legge" che ti frega ... non si capisce per quale motivo uno dovrebbe essere OBBLIGATO a fare una cosa che mette a repentaglio la sua vita o quella dei suoi cari ... se ti obbigassero ad andare in macchina ALMENO a 240 km/h, secodno me ti ribelleresti, non vedo perchè, con i vaccini, dovrebbe essere diverso...

Citazione:
Ma la letteratura medica a favore l'hai letta? Giusto per mettere tutto sul piatto della bilancia.


La solita vomitevole "par condicio", oggi sembra che per farsi unidea di qualcosa bisogna per forza sentire unoc he dice il vero e l'altro che mente!

Se vai in trattoria e molti ti dicono che il vino li, fa schifo, tu chiedi all'oste se è bono, o nel dubbio, vai di birra?
Giusto per mettere tutto sul piatto della bilancia, si capisce! ^__^

Suspiria
Inviato: 24/8/2015 14:20  Aggiornato: 24/8/2015 14:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Vomitevole par condicio???
Mi sembrerebbe il minimo riportare l'uno e l'altro, oltre che farlo per propria informazione e valutazione.

Ma guarda che come ti giri, mangi, respiri e assorbi tante di quelle sotanze che francamente un vaccino contiene lo 0,% o lo 0,0%di mg di qualche sostanza, in maniera molto inferiore a coloranti, conservanti, gas di scarico, metalli pesanti, pesticidi...di cui tutti i giorni ne sei a contatto.
I vaccini non te li fai tutti i giorni. Di mercurio te mangi sicuramente di più dal pesce e se ti dai un antitraspirante con alluminio te ne metti in corpo di più che con i vaccini nel corso della vita.

Vorrei veramente capire questo odio\demonizzazione\paura dei vaccini quando siamo tutti i giorni a contatto con tante sostanze inquinanti, cancerogene e allergizzanti e in quantità maggiore di poche fialette di vaccino.

Sertes
Inviato: 24/8/2015 14:30  Aggiornato: 24/8/2015 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Vorrei veramente capire questo odio\demonizzazione\paura dei vaccini quando siamo tutti i giorni a contatto con tante sostanze inquinanti, cancerogene e allergizzanti e in quantità maggiore di poche fialette di vaccino.


Rapidissimamente: i vaccini non è nemmeno dimostrato che facciano quello che dovrebbero fare, cioè aiutarti contro certe malattie (l'idea è che ti ammali volontariamente un pochettino di una tal malattia così sviluppi gli anticorpi e quando ti arriva davvero guarisci meglio).
Le statistiche anche ufficiali parlano di un crollo della mortalità delle malattie cui ci vacciniamo dovute all'introduzione dell'acqua potabile e della sanitarizzazione delle città, anni prima dell'introduzione dei vaccini.
Sono medicine e hanno controindicazioni, su questo siamo tutti d'accordo: non a caso esiste una legge italiana che prevede rimborsi per i danni dovuti alla vaccinazione.
Quindi dato che da un lato sono inutili e dall'altro hanno controindicazioni, sono proprio la classica cosa "inutile e dannosa".
Tu parli di piccole quantità, ma i vaccini vengono fatti nei primi anni di età quando il nostro sistema immunitario è ancora in formazione, stravolgendolo.
Per questo si dice che un bambino vaccinato diventa cliente di big pharma a vita.

Che poi ci siano -anche- tanti altri problemi è vero, alimentazione, cosmesi, medicinali che curano sintomi e non malattie... tutto da valutare.
Ma non sottovalutiamo l'inutilità e la dannosità dei vaccini.

Se ci fosse vera informazione su questi temi la gente potrebbe scegliere, invece così la gente subisce e basta.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 24/8/2015 14:51  Aggiornato: 24/8/2015 14:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Cliente di Big Pharma a vita??

Ma guarda che, senza andare tanto lontano, giusto solo un paio di secoli or sono, la gente ed i bambini morivano di più e pure prima rispetto ad ora. Magari ti stroncavano altre malattie che oggi almeno da noi non colpiscono più o in rari casi come la tubercolosi.

Poi nessuno è perfetto ed eterno e quindi tutti ci ammaliamo o abbiamo bisogno per tanti motivi di qualcosa che curi, allievi il dolore.

Ora, che il sistema immunitario venga stravolto in maniera così enorme lo dici tu, magari per il solito motivo che uno si va a leggere quello che fa comodo e basta.
Messa così praticamente dovremmo morire o patire in salute, visti i problemi immunitari e di altro, come due secoli fa. Perchè se il sistema immunitario è compromesso, in teoria, dovremmo anche essere più suscettibili a qualunque virus, batterio, sostanza allergizzante.
E' questo che non capisco. Si dice che il vaccino causi più danni che altro però la mortalità infantile è ridotta, l'incidenza delle malattie infettive contratte è ridotta anche quella, campiamo più a lungo di secoli fa (certo ci sono anche l'igiene, l'alimentazione, acqua potabile, maggiori cure parentali e controlli sanitari...).
Non mi sembra nemmeno di vedere orde di bambini e ragazzi malaticci, debilitati o handicappati per i vaccini.
Dopo alcuni decenni di vaccini, dovremmo avere generazioni di persone, (noi compresi), altamente malate e problematiche viste le patologie enunciate.

Sertes
Inviato: 24/8/2015 15:02  Aggiornato: 24/8/2015 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Ma guarda che, senza andare tanto lontano, giusto solo un paio di secoli or sono, la gente ed i bambini morivano di più e pure prima rispetto ad ora. Magari ti stroncavano altre malattie che oggi almeno da noi non colpiscono più o in rari casi come la tubercolosi.


Infatti come ho provato a spiegareti, sono la maggiore igiene e l'acqua potabile che hanno ridotto la mortalità.

I vaccini statisticamente non servono/non funzionano.

La teoria secondo cui tu ti ammali volontariamente di una determinata infezione in forma lieve per sviluppare anticorpi specifici per quando poi prenderai l'inferzione vera, funziona solo per il tetano. Per tutto il resto NO.

Citazione:
Si dice che il vaccino causi più danni che altro però la mortalità infantile è ridotta, l'incidenza delle malattie infettive contratte è ridotta anche quella, campiamo più a lungo di secoli fa (certo ci sono anche l'igiene, l'alimentazione, acqua potabile, maggiori cure parentali e controlli sanitari...).


No, le statistiche dicono che ci sono SOLO l'acqua potabile e i controlli sanitari. La mortalità crolla PRIMA dell'introduzione dei vaccini, per ciascuna malattia. Scegli pur tu la fonte che preferisci, tanto dicono tutte la stessa ineluttabile cosa.

Citazione:
Non mi sembra nemmeno di vedere orde di bambini e ragazzi malaticci, debilitati o handicappati per i vaccini.


Ovviamente ignori le statistiche sull'autismo, che ti invito fortemente a consultare. Anche qui scegli pur tu la fonte che preferisci, tanto dicono tutte la stessa cosa.

Citazione:
Dopo alcuni decenni di vaccini, dovremmo avere generazioni di persone, (noi compresi), altamente malate e problematiche viste le patologie enunciate.


Infatti al giorno d'oggi non esiste nessuna persona nel "mondo civilizzato" che sia completamente estranea ad intolleranze, allergie, psioriasi e altre manifestazioni infettive.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 24/8/2015 15:13  Aggiornato: 24/8/2015 15:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma tu pensi che 2 secoli fa nessuno avesse intolleranze, psoriasi ed allergie?

E perchè funziona solo per il tetano e non per il morbillo o la polio???

Certo che la mortalità crolla se migliorano le condizioni igieniche ma da qui a non contrarre più la malattia e non avere focolai che scoppiano ogni tanto ce ne corre.
Purtroppo son malattie che non vanno sottovalutate perchè possono causare conseguenze anche gravi sulla salute oltre che una certa percentuale di mortalità.

Per me si può anche fare una prova. Smettiamola di vaccinarci tutti. Poi però se comincia un'incidenza maggiore di malattie infettive e di bambini (anche adulti) con conseguenze poco piacevoli, non lamentiamoci.

Sertes
Inviato: 24/8/2015 15:27  Aggiornato: 24/8/2015 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Ma tu pensi che 2 secoli fa nessuno avesse intolleranze, psoriasi ed allergie?


Esatto... pure quando ero piccolo io non c'era questa diffusione, era l'eccezione invece adesso essere allergici a qualcosa è la norma e semmai trovi la rara eccezione di chi dice di non averne alcuna.

Citazione:
E perchè funziona solo per il tetano e non per il morbillo o la polio???


E che ne so? Io ti riporto i pareri dei medici (come quello dell'ente spaziale europeo)

Citazione:
Certo che la mortalità crolla se migliorano le condizioni igieniche ma da qui a non contrarre più la malattia e non avere focolai che scoppiano ogni tanto ce ne corre.
Purtroppo son malattie che non vanno sottovalutate perchè possono causare conseguenze anche gravi sulla salute oltre che una certa percentuale di mortalità.


La malattia che ne uccide più di tutti è l'ignoranza, e quella si fa una gran fatica a debellarla, perchè a tutti piace delegare l'informazione ad altri (salvo poi lamentarsi che ci tosano come pecore in ogni ambito)

Citazione:
Per me si può anche fare una prova. Smettiamola di vaccinarci tutti. Poi però se comincia un'incidenza maggiore di malattie infettive e di bambini (anche adulti) con conseguenze poco piacevoli, non lamentiamoci.


Dai, facciamola!

A non vaccinarmi ci provo io.

Tu, per contro, fai come consigliano i media e fatti sia il vaccino contro la pandemia H1N1 che quello contro il terribie virus ebola, che può arrivare in italia da un momento all'altro!

Ci sentiamo l'anno prossimo di questi giorni, ok?

Postami gli scan delle ricevute, se ti chiedono dei soldi pago io la metà.

Edit: ho cambiato idea, non vorrei che mi prendesse sul serio e diventassi complice di questa porcheria.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Nitpicker
Inviato: 24/8/2015 16:02  Aggiornato: 24/8/2015 16:02
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Vaccini sì, vaccini no... ritengo invece che la discussione dovrebbe essere impostata sul piano del "vaccini come e quando" e non c'è esempio migliore dell'autismo per cercare esprimere il mio pensiero.

Nonostante ultimamente i mass media parlino solo di cause genetiche dei Disturbi dello Spettro Autistico, se c'è qualcosa che si è riusciti a capire di questa eterogenea malattia è che nel 90% dei casi l'origine è multifattoriale e che il modello che meglio descrive la possibilità di insorgenza è quello a soglia.

Alla predisposizione genetica si devono quindi sovrapporre gli effetti dei fattori ambientali fino a che, mattoncino su mattoncino, la soglia di un individuo non venga superata e si manifesti il fenotipo patologico.

I fattori ambientali responsabili dell'avvicinamento alla soglia intervengono sia sui genitori sia sul feto sia durante la prima infanzia. Molti di questi fattori sono rappresentati da inquinanti chimici di origine antropica che hanno la caratteristica comune di interferire con il sistema ormonale tanto da essere riuniti nella categoria degli "interferenti endocrini" su cui è disponibile una montagna di documentazione scientifica. Alcuni di loro hanno il brutto vizio di interferire con la funzionalità tiroidea delle gestanti prima e dei nascituri poi con effetti gravemente negativi sul neurosviluppo e, indirettamente, sul sistema immunitario.

Il risultato che ne deriva è che, all'aumentare del numero degli interferenti endocrini e all'aumentare dell'esposizione ad essi di madri e bambini, si registra un clamoroso aumento dei disturbi del neurosviluppo nei nuovi nati. L'ISTAT, nel novembre del 2014, ha certificato che in Italia, negli ultimi 12 anni, le disabilità nei primi cicli scolastici sono aumentate del 50% e che tale aumento è da imputare alla crescita esponenziale dei problemi del neurosviluppo.

Le nuove generazioni sono generalmente più immunodeficienti e qui entrano in gioco i vaccini. Purtroppo, ad una enorme espansione del piano vaccinale proposto alle popolazioni, non è corrisposto un eguale aumento dell'attività di screening per la ricerca di eventuali immunodeficienze primarie o acquisite.

La valutazione anamnestica estremamente sommaria effettuata dai paramedici in sede di seduta vaccinale non è assolutamente in grado di riconoscere molte forme di immunodeficienza, anche asintomatiche, che controindicherebbero l'inoculo.

A questo punto, un bambino che si trovi ad avere in carico molti fattori genetici e ambientali, viene esposto ad un rischio inaccettabile dal punto di vista sia biologico che etico. Chi ha la fortuna di limitare i danni ne esce magari solo con qualche deficit come i Disturbi Specifici dell'Apprendimento, chi questa fortuna non ce l'ha paga un conto molto più salato.

Ritengo dunque errato dire che i vaccini sono causa diretta di autismo e infatti credo che non si riuscirà mai a dimostrarlo. Ma i vaccini dovrebbero essere usati con molta più consapevolezza per evitare quei guai che accadono anche in un setting così controllato come quello di una sperimentazione. Figuriamoci nella "real life" di un ambulatorio ASL dove non si può dedicare più di un minuto ad un'anamnesi.

Suspiria
Inviato: 24/8/2015 16:26  Aggiornato: 24/8/2015 16:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sertes, posso capire l'aumento di allergie in quanto, come detto, siamo esposti ad inquinanti e sostanze che anche solo un secolo fa non c'erano. Poi mettici anche che gli studi progrediscono o c'è più attenzione verso questi problemi.
Però da qui a dire che le allergie o altro è tutta colpa dei vaccini o giù di lì...insomma. Il vaccino sembra diventato il capro espiatorio del momento.
Una volta dagli all'untore, oggi dagli al vaccino. Mi sembra che a livello psicologico ci sia lo stesso atteggiamento "medievale" di secoli fa.

Pensavo sapessi sul perchè funziona solo per il tetano e le altre malattie no.
Ma mi par strano abbi pazienza. Anche perchè uno studia, magari tramite la biotecnologia crea i vaccini o migliora le tecniche, sperimenta una volta che riesce a lavorare in quell'ambito e poi...scopre che non funziona nulla in realtà e che quello che ha studiato è tutto campato in aria, è solo fuffa!!!
Dai, non è credibile nella maniera più assoluta!!!

Il discorso sull'ignoranza non aiuta, perchè ignorante quanto vuoi le malattie ci sono e possono lasciare conseguenze.

Poi tranquillo, non vado a farmi vaccini ogni tre per due o per le influenze annuali & C. nè mi sono vaccinata per l'aviaria o suina.
Devo rifare il vaccino per il tetano, quello sì.

Se ve la sentite di rischiare fate una proposta al parlamento, una o più manifestazioni per far smette le vaccinazioni data la pericolosità.
Perchè sennò diventa anche inutile tutto questo parlare, denigrare, trovare fonti che affermano che fanno male. Uno lancia il sasso e poi ritira la mano sennò.

Nitpicker
Inviato: 24/8/2015 16:40  Aggiornato: 24/8/2015 16:40
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Suspiria

In realtà si è visto che anche solo ritardando di un po' l'inoculo delle vaccinazioni contro tetano, difterite e pertosse si dimezza la percentuale dei bambini che a 7 anni soffre di asma, questo perchè una vaccinazione precoce così come proposta stimolerebbe una risposta immunitaria mediata dalle Th2:

http://www.fourteenstudies.org/pdf/mcdonald.pdf


Ancora: vaccini, come e quando?

peonia
Inviato: 24/8/2015 16:43  Aggiornato: 24/8/2015 16:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Intanto mi dicono che non sono più obbligatori (http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/12/le-vaccinazioni-pediatriche-non-sono.html);
Inoltre già dal 1992 qualcuno affermava che nei vaccini mettono sostanze a "lento rilascio" che si attivano con il tempo per creare malattie, ma di questo purtroppo non ho più riferimenti.
Io non faccio vaccinazioni, non prendo medicine e non credo a nessuno quasi dall'OMS in giù fino al mio medico di base, che ho riscontrato spesso (cambiandoli) essere anche molto poco informati su tante cose, perchè non si aggiornano e perchè rifiutano ciò che non è considerato "scientificamente dimostrato" e quindi sanno quello che gli viene detto dagli "informatori scientifici"!!! allora sì che stamo freschi! quindi la letteratura medica per me conta fino ad un certo punto, dal momento che io credo sia asservita a BIG PHARMA!
DATO CHE VEDO RISPOSTE E COMMENTI AL MIO INTERVENTO, METTO UN PEZZO TRATTO DALL'ARTICOLO POSTATO DA MAURIXIO CHE FORSE NON AVETE APERTO. (e consiglio di aprire pure l'altro suo link...)

"Così Jim Carrey commenta la nuova legge sui vaccini obbligatoria dello stato del Califonia: “Il governatore della California dice sì all’avvelenamento dei bambini con il mercurio che è contenuto nei vaccini obbligatori. Questa impresa fascista deve essere fermata“, ha scritto la star in un messaggio su Twitter ai suoi 14 milioni di followers.

“Quello che chiedo è di togliere le neurotossine dai vaccini, fateli senza tossine”, ha aggiunto Carrey, “la storia mostrerà che è una giusta richiesta“. L’attore condanna le componenti tossiche contenute nei vaccini come il mercurio e il thimerosal che viene utilizzato per la conservazione dei sieri. La denuncia dell’attore è arrivata dopo che il governatore, Jerry Brown, ha firmato una legge che aumenta i vaccini obbligatori per i bambini.

La posizione di Carrey contro i vaccini nasce dalla sua esperienza personale: la compagna Jenny McCarthy afferma come l’autismo sia venuto a suo figlio in seguito ai vaccini."

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Suspiria
Inviato: 24/8/2015 16:55  Aggiornato: 24/8/2015 16:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
E' chiaro che se gli racconti tutta la roba che ti bevi tu non ti prendono in considerazione!!

Seeeeeee, gli informatori scientifici...ma te credi che i dottori, a cominciare da quelli di base, una volta presa la laurea si leggano solo Topolino??? Ma per piacere!!!!

Scusa, ma che ci vai a fare dal medico se ogni volta critichi, ritieni che non sappiano fare il mestiere e la medicina sia fuffa? Sai già in partenza come va a finire e non hai fiducia. Ma chi te lo fa fare???
O forse sotto sotto, la pelle ti è più cara delle paturnie???
Chi disprezza compra insomma!!

Certo, Jim Carrey...

Sertes
Inviato: 24/8/2015 17:50  Aggiornato: 24/8/2015 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Dai, non è credibile nella maniera più assoluta!!!


Ma chissenefrega di quello a cui credi, o non credi, tu?!

Io ti ho detto dove trovare i dati che ti smentiscono, se non vuoi farlo sono affari tuoi (e dei tuoi cari). Perché inserire dei fatti in un pregiudizio così ben coltivato? Per me puoi continuare a raccontartela quanto vuoi.

L'unica cosa che non puoi fare è venir qui e continuare a schernire chi sostiene la pericolosità dei vaccini: hai chiesto indicazioni, ti sono state date. Ci sono numerosi articoli su LC e nei forum che trattano del fatto che le mortalità per malattie vaccinabili sono sparite prima dell'introduzione dei relativi vaccini, adesso o confuti quei dati oppure quantomeno smettila di sfottere perché ti stai solo ridendo addosso.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 24/8/2015 18:01  Aggiornato: 24/8/2015 18:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Siccome il thread parla di Autismo, vorrei portare questo semplice grafico, preso da uno dei primi risultati Google (Boston University school of public health):



Siamo passati da 1 caso su 5000 di quarant'anni fa, a 1 caso su 110 del 2009.
Attualmente siamo a 1 caso su 88.

Adesso vediamo se qualcuno ha ancora voglia di ridere e scherzare.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 18:10  Aggiornato: 24/8/2015 18:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

mentre si posta un grafico di quel tipo, bisognerebbe però ANCHE dire come sono cambiati i metodi di classificazione, studio e comprensione del fenomeno autismo, tuttora in continua evoluzione.

da un momento all'altro basta introdurre un nuovo aspetto e d'incanto molti dei sintomi prima senza nome vanno a cadere sotto i disturbi dello spettro autistico.

Un pò come per il discorso colesterolo, se abbassi la soglia da 220 a 200 all'improvviso siamo tutti malati!

solo per precisare comunque, indubbiamente il numero di casi è cresciuto notevolmente negli ultimi lustri

Redazione
Inviato: 24/8/2015 18:15  Aggiornato: 24/8/2015 18:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
SUSPIRIA: Visto che sei nuovo/a del sito, ti consiglio vivamente di tenere un atteggiamento più serio, specialmente su argomenti importanti come questo.

O parli con i documenti alla mano, oppure ti conviene andare altrove.

Per i buffoncelli qui non c'è posto.

Sertes
Inviato: 24/8/2015 19:35  Aggiornato: 24/8/2015 19:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
alerivoli ha scritto:
mentre si posta un grafico di quel tipo, bisognerebbe però ANCHE dire come sono cambiati i metodi di classificazione, studio e comprensione del fenomeno autismo, tuttora in continua evoluzione.


Stai dicendo che il grafico è falsato da diversi metodi di classificazione? Vai, prego, approfondisci pure la tua accusa.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 20:05  Aggiornato: 24/8/2015 20:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

"falsato" e "accusa" sono termini che usi tu

io so per CERTO che i criteri per stabilire se una persona sia o no affetta da disturbi del comportamento autistico (classificazione peraltro ancora in via di definizione, basti vedere la diatriba in corso oggi tra DSM IV e DSM 5) sono profondamente evoluti nel tempo.

Nel 1975 si sapeva molto poco in materia, anche oggi se è per questo, e persone che OGGI sarebbero rientrate nelle caratteristiche descrittive, CERTAMENTE a quel tempo non venivano "catalogate" in questo modo.

Per questo dico che su di uno stesso grafico non bisognerebbe rappresentare dei casi riscontrati con criteri diversi, volevo semplicemente dire quello.

E, ripeto, lo sanno anche i muri che le diagnosi di autismo sono in aumento.

peonia
Inviato: 24/8/2015 20:10  Aggiornato: 24/8/2015 20:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
E, ripeto, lo sanno anche i muri che le diagnosi di autismo sono in aumento.

appunto! e quindi? di cosa sarà la colpa

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 20:13  Aggiornato: 24/8/2015 20:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@peonia

citazione:

appunto! e quindi? di cosa sarà la colpa

sarebbe tanto bello saperlo!

Sertes
Inviato: 24/8/2015 21:51  Aggiornato: 24/8/2015 21:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
alerivoli ha scritto:
io so per CERTO che i criteri per stabilire se una persona sia o no affetta da disturbi del comportamento autistico (classificazione peraltro ancora in via di definizione, basti vedere la diatriba in corso oggi tra DSM IV e DSM 5) sono profondamente evoluti nel tempo.


Ah beh, se TU ne sei CERTO, allora ci tranquilliziamo.

Anzi, CERTAMENTE saprai spiegare anche un incremento del 30% negli ultimi due anni: lo dicono quei cazzari del CDC, nel 2012 certificavano 1 caso di autismo ogni 88 bambini mentre nel 2014 è diventato 1 caso di autismo ogni 68 bambini, con un incremento del 30% in due fottuti anni.

Guarda, lo scrivono proprio loro:

"The Centers for Disease Control and Prevention (CDC) estimates that 1 in 68 children (or 14.7 per 1,000 eight-year-olds) in multiple communities in the United States has been identified with autism spectrum disorder (ASD). This new estimate is roughly 30 percent higher than previous estimates reported in 2012 of 1 in 88 children (11.3 per 1,000 eight year olds) being identified with an autism spectrum disorder."

http://www.cdc.gov/media/releases/2014/p0327-autism-spectrum-disorder.html



Vai... spiegaci questi dati, tu che sei così autorevole: insegna a quei poveri sfigati del CDC come si lavora.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 21:58  Aggiornato: 24/8/2015 21:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

calma calma..

visto che sei così suscettibile e preparato, sei per caso in grado di riportare quali erano i precisi requisiti per essere considerato "malato di autismo" nel 1975 1980 1985 e 1990?

Sertes
Inviato: 24/8/2015 22:02  Aggiornato: 24/8/2015 22:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma vai affanculo, buffone.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 22:13  Aggiornato: 24/8/2015 22:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Decalagon
Inviato: 24/8/2015 22:31  Aggiornato: 24/8/2015 22:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Alerivoli, colui che nel thread di Arturo Villa esordì dicendo che "il tumore è stato asportato chirurgicamente e si può sopravvivere in modo dignitoso fino alla prossima recidiva, che non si sa quando arriverà, ma arriverà.", senza manco rendersi conto che quello che lui si è curato da solo era proprio la recidiva. Ovviamente ignorando i referti che lo sbugiardavano.

Sei ancora qui a ripetere il teatrino sui vaccini?
Ah beh.

Auguri.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
maurixio
Inviato: 24/8/2015 22:34  Aggiornato: 24/8/2015 22:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Devo essermi perso qualcosa:
Perchè promuovere il MADDSP in risposta allo studio wakefield-Lanced, se quest'ultimo è stato ritenuto una truffa smacherata da un giornalista (ma pensa te) e il dott Wakefied radiato dall'ordine dei medici brittannico?

min 1:57

L'aspetto "disonesto" e "non etico" (che ha determinato l'espulsione dall'ordine dei medici) non ha influito sull'aspetto scientifico della ricerca di Wakefield?

fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Brian_Deer

Sertes
Inviato: 24/8/2015 22:39  Aggiornato: 24/8/2015 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli: non hai ancora spiegato l'aumento del 30% in due anni certificato dal CDC, buffone.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 22:46  Aggiornato: 24/8/2015 22:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

sei tu che fai, disfi e decidi le domande?

io ti ho detto che le classificazioni son cambiate dal 1975 a oggi e tu mi parti col +30 negli ultimi due anni?

tranquillo, a me basta sapere che alcuni ricercatori hanno cerificato che dal 2000 al 2010 negli USA gli insegnanti di sostegno sono rimasti invariati nonostante tutte le nuove diagnosi di autismo.

Proprio perchè chi soffriva di disturbi cognitivi a causa/grazie alle nuove classificazioni si è ritrovato nel gruppo degli ASD.

Sono diminuite le diagnosi di disturbi cognitivi, sono aumentate le diagnosi di autismo, però la somma degli insegnanti di sostegno non cambia, quindi c'è stato solo un "cambio" di definizioni

Sertes
Inviato: 24/8/2015 22:57  Aggiornato: 24/8/2015 22:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli: non hai ancora spiegato l'aumento del 30% in due anni certificato dal CDC, buffone.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alerivoli
Inviato: 24/8/2015 23:32  Aggiornato: 24/8/2015 23:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

guarda.. mi è bastato spiegare il "falso aumento" dei casi dal 2000 al 2010, certificato da ricercatori negli USA in risposta ai dati CDC, hai visto i miei link sopra?

dal 2013 in poi, con l'uscita del dsm 5 che ha cambiato nuovamente i criteri per stabilire la ASD, facendoli in alcuni casi più riduttivi e in altri no, ma non applicati da tutti gli istituti con una grande confusione tra Europa (ICD 10) e USA (DSM 5) che vanno in direzioni diverse,

penso,

penso che in tutto questo casino diventi un pò più complesso spiegare quel +30% certificato da CDC.

Quando si avranno caratteristiche univoche e classificabili si potranno fare statistiche serie e mirate, siamo qui, vedremo

zeppelin
Inviato: 25/8/2015 2:03  Aggiornato: 25/8/2015 2:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Nitpicker:
se c'è qualcosa che si è riusciti a capire di questa eterogenea malattia è che nel 90% dei casi l'origine è multifattoriale e che il modello che meglio descrive la possibilità di insorgenza è quello a soglia.


che è un elegante modo di dire "non ci abbiamo capito una mazza" oppure "lo sappiamo ma non ve lo vogliamo dire, quindi fingiamo di non averci capito una mazza".


Citazione:
Alerivoli:
Un pò come per il discorso colesterolo, se abbassi la soglia da 220 a 200 all'improvviso siamo tutti malati!


Giusto, ma la domanda è perché qualcuno di autorevole abbassa la soglia? Se è perché il valore del colesterolo deve essere correttamente sotto i 200, OK: siamo tutti malati, ma se la soglia è 220 allora qualcuno gioca sporco. Comunque sia, il fatto di abbassarla crea un problema, scegli tu se di salute o di etica.

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
Cheto
Inviato: 25/8/2015 2:38  Aggiornato: 25/8/2015 3:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Lugano
Inviati: 64
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
AUTISMO - vaccinazioni praticate ai bambini negli USA

1983 - 10 vaccini - tasso autismo 1:10,000 bambini
2008 - 36 vaccini - tasso autismo 1:150 bambini
2012 - 46 vaccini - tasso autismo 1:88 bambini
2013 - 48 vaccini - tasso autismo 1:50 bambini

tratto da qui

Non so se questi dati siano affidabili.
Non so se nel 1983 sapessero o non sapessero diagnosticare un autismo, come qualcuno qui ha voluto far credere.

Certo che si tratta di una strana coincidenza, o no!?

Summa scientia nihil scire
alerivoli
Inviato: 25/8/2015 7:22  Aggiornato: 25/8/2015 7:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@cheto

citazione:

Non so se nel 1983 sapessero o non sapessero diagnosticare un autismo, come qualcuno qui ha voluto far credere.

guarda che non si tratta di "saper diagnosticare un autismo" ma "solo" di dare un nome diverso ad un certo tipo di sintomi riconosciuti.

Nel caso in esame venivano chiamati "disabili intellettivi" oppure "affetti da disturbo nell'apprendimento"

http://autismo.myblog.it/2015/08/

Redazione
Inviato: 25/8/2015 8:57  Aggiornato: 25/8/2015 8:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
E poi ci si domanda perchè l'umanità procede così a rilento.

peonia
Inviato: 25/8/2015 9:06  Aggiornato: 25/8/2015 9:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Appunto! d'altronde, Mazzucco, la stessa modalità di approccio la vediamo applicata a tutto il resto...c'è chi crede ancora alla Befana e chi ha capito da un pezzo che è falsa...




Giusto, ma la domanda è perché qualcuno di autorevole abbassa la soglia? Se è perché il valore del colesterolo deve essere correttamente sotto i 200, OK: siamo tutti malati, ma se la soglia è 220 allora qualcuno gioca sporco. Comunque sia, il fatto di abbassarla crea un problema, scegli tu se di salute o di etica.

Da tempo si sa che hanno abbassato alcuni valori per poter medicalizzare più persone,vale per il colesterolo, per il diabete, per la pressione...
si chiama marketing!
Lessi anni fa che in un convegno di una casa farmaceutica un tizio disse: come aumentare il fatturato? Facendo sentire malati i sani.."

Ho provato a cercarlo ma non lo trovo più, credo che Google abbia fatto pulizie ultimamente...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Suspiria
Inviato: 25/8/2015 9:11  Aggiornato: 25/8/2015 9:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Io non riesco a capire. C'è tutto questo spavento e questa corsa contro i vaccini e le conseguenze, fobia autismo in primis, ma vanno nel dimenticatoio le conseguenze, gravi e morte compresa, delle malattie infettive come ad es. quelle esantematiche per cui ci vaccinano da piccoli.

Chi dice che alcune malattie erano già debellate con più igiene e acqua potabile non dice il vero o solo una fetta di verità.
Le malattie circolano lo stesso nonostante oggi ci sia più igiene anche di solo mezzo secolo fa o poco più.
Comunque sia è dalla fine degli anni '50 e inizio '60 con la maggiore introduzione di vaccinazioni che c'è stato il vero picco al ribasso delle malattie infettive.
Basta pensare alla poliomielite. Fino agli anni '50 mieteva ancora svariate vittime sia con handicap che con mortalità.

Quello che mi stupisce è che vi stracciate le vesti per l'autismo, che non è nemmeno chiaro per onestà che sia causato dalle vaccinazioni, e non vi viene nemmeno in mente della pericolosità di quello che causa la polio (vedere es. paralisi motoria e respiratoria)???

Abbiate pazienza ma francamente fatico a capire.

Sertes
Inviato: 25/8/2015 9:29  Aggiornato: 25/8/2015 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Comunque come vedete è solo questione di fare la domanda giusta: i disinformatori cicappini alla alerivoli possono solo seguire le versioni comunemente accettate, cioè le scuse di comodo: se c'è un passaggio da 1-5000 del 1975 ad 1-88 del 2012 è certamente dovuto ad una diversa classificazione della malattia.
Quindi se gli chiedi quindi di commentare l'aumento del 30% tra 2012 e 2014, semplicemente non rispondono, perchè il CDC è l'ente più accreditato al mondo per fornire questo tipo di dati, e affermare che hanno cambiato la classificazione per falsare i dati sarebbe una cosa altrettanto grave quanto riconoscere l'effettivo aumento del 30%.

La stessa cosa per Suspiria qua sopra: continua con la sua chiacchera secondo cui le malattie sono state debellate dai vaccini semplicemente perchè questa è la versione comunemente accettata. Accidenti se pubblica qualche dato a riguardo, eh?

Vediamo la mortalità da morbillo (measles) negli Stati Uniti, dato che proprio l'anno scorso c'è stata la ricorrente campagna di panico indotto proprio per questa malattia:



Qui l'originale

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 25/8/2015 9:37  Aggiornato: 25/8/2015 9:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
E questo è un grafico di mortalità di 5 malattie principali, in relazione all'introduzione dei relativi vaccini (di nuovo morbillo, scarlattina, tifo, pertosse e difteria)



Notare che per la difteria l'antitossina è stata introdotta nel 1894, mentre il vaccino nel 1920, e subito dopo l'introduzione del vaccino c'è un nuovo picco.

1) La mortalità crolla prima dell'introduzione dei vaccini
2) E malattie senza vaccino hanno lo stesso trend di crollo della mortalità

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 25/8/2015 9:44  Aggiornato: 25/8/2015 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma i grafici riguardano un dato, la mortalità, non in toto le conseguenze di una malattia come il morbillo.

Sertes
Inviato: 25/8/2015 9:44  Aggiornato: 25/8/2015 9:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Perchè secondo te non è tutto in proporzione?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 25/8/2015 9:51  Aggiornato: 25/8/2015 9:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Non è mica detto.

Nitpicker
Inviato: 25/8/2015 9:56  Aggiornato: 25/8/2015 9:56
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ritorno un attimo sulla questione riguardante il fatto se la prevalenza dell'autismo sia aumentata davvero o no.

E' sicuramente vero che l'evolversi nel tempo dei criteri diagnostici abbia portato ad attribuire delle diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico a soggetti che in passato sarebbero stati "etichettati" con altre definizioni. Il fatto è che, secondo quanto è stato pubblicato, ciò rende conto parzialmente dei grossi aumenti della prevalenza.

Ad esempio, in California la questione è stata studiata nel dettaglio e sì è arrivati alla conclusione che il cambio dei criteri diagnostici possa spiegare solo un quarto dell'incremento delle diagnosi di autismo:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2800781/


La nostra amata Commissione Europea si è presa la briga, nel lontano 2005, di cercare di fare luce sulla faccenda non riuscendo però ad escludere un reale aumento dei casi, anzi:

http://ec.europa.eu/health/ph_information/dissemination/diseases/autism_1.pdf

A pag 9 del report si legge:

"A comparison of UK and US surveys, taking into consideration changing definitions, ascertainment bias, and case-finding methods, provides strong support for a conclusion of rising disease frequency. The rate of autism in the US, once reported as <3 per 10 000, has now risen to >30 per 10 000, a 10- fold increase. The rate of autism in the UK, once reported as >10 per 10 000, has risen to roughly 30 per 10 000. Reported rates for ASDs in both countries have risen from the 5 to 10 per 10 000 range to the 50 to 80 per 10 000 range. This review has found little evidence that systematic changes in survey methods can explain these increases, although better ascertainment may still account for part of the observed changes. A precautionary approach therefore suggests that increased rates of autism and related disorders be accepted as an urgent public health concern."

Riguardo invece al dubbio di un utente se sulle cause dell'autismo non si voglia dire la verità, la risposta è che la verità viene detta ma non certo sui blogs o ai tg. Per gli stomaci forti segnalo un report dell'OMS del 2012 sugli interferenti endocrini:

http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/78101/1/9789241505031_eng.pdf?ua=1

Consiglio di leggere il capitolo che parte a pag 109. Qui riporto solo un piccolo passo (pag 119):

"There is sufficient evidence to conclude that published estimates of incidence and prevalence of some childhood neurobehavioural disorders have increased world wide over the past 10-20 years. Moreover, there is sufficient evidence to conclude that a number of factors, including environmental, contribute to the increases in autism spectrum disorders."

L'OMS, nei suoi documenti ufficiali, non si fa scrupolo di ammettere che i casi sono in aumento e del perchè.

Ma chi ci lavora, sull'autismo, che sensazioni ha? Il 72% dei professionisti del settore ha la percezione che i casi siano realmente aumentati:

http://www.scirp.org/journal/PaperDownload.aspx?paperID=30182

Sertes
Inviato: 25/8/2015 10:45  Aggiornato: 25/8/2015 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Va bene suspiria, allora torniamo ai FATTI:

1) La mortalità di tutte le malattie crolla in maniera stabile fin da prima dell'introduzione del relativo vaccino: i vaccini non servono.
2) Tutte le medicine hanno controindicazioni. Ergo se una medicina non fa nulla, per definizione è "inutile e dannosa".
3) L'unica afflizione che cresce in maniera stabile, ed in maniera opposta al crollo di mortalità delle malattie infettive, è l'autismo.

Te lo riscrivo: tutte le malattie crollano, ancor prima e a dispetto dei vaccini, mentre l'autismo cresce stabilmente e sensibilmente.
Forse adesso lo capisci perchè chi guarda ai FATTI non vuole vaccinarsi.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Tredici
Inviato: 25/8/2015 10:55  Aggiornato: 25/8/2015 10:55
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
"Forse adesso lo capisci perchè chi guarda ai FATTI non vuole vaccinarsi."

Già, nonostante le enormi pressioni di pediatri, famiglia, amici che continuano a darti del paranoico e considerarti uno "sconsiderato" perchè hai deciso di non vaccinare tuo figlio.

E quando spieghi loro dell'aumento dei casi di autismo ti dicono che "non è vero perchè alla tv hanno detto che è una bufala".

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 11:06  Aggiornato: 25/8/2015 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ed io ti ripeto quanto detto prima. Crollo dell'incidenza delle malattie per condizioni di vita migliori ok, ma molte malattie infettive hanno visto un picco ulteriore in discesa fino alla scomparsa o quasi con i vaccini.
E' storia, non fantascienza.

Prima dell'introduzione del vaccino antipolio ci furono negli anni '50 ancora molti casi di poliomielite con dei picchi di incidenza. Anche in Italia nel '58 ci furono ancora alcune migliaia di casi, credo 8-9 mila casi.
Da dopo l'introduzione della vaccinazione non è più successo.

Decalagon
Inviato: 25/8/2015 11:40  Aggiornato: 25/8/2015 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Eh sì, perché i colossi farmaceutici che ci tengono tanto alla nostra salute producono solo cose che ci fanno bene. Anche se più volte sono finite sotto inchiesta per truffa e corruzione ai danni dei "consumatori".
Ma loro lavorano sicuramente per il nostro bene, eh.

Citazione:
Da dopo l'introduzione della vaccinazione non è più successo.


Fonte?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Sertes
Inviato: 25/8/2015 11:40  Aggiornato: 25/8/2015 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Prima dell'introduzione del vaccino antipolio ci furono negli anni '50 ancora molti casi di poliomielite con dei picchi di incidenza. Anche in Italia nel '58 ci furono ancora alcune migliaia di casi, credo 8-9 mila casi.
Da dopo l'introduzione della vaccinazione non è più successo.


...e quindi siccome un istituzione (che per mestiere vende vaccini) ti ha raccontato che è il vaccino che ha curato la polio, automaticamente diventa vero, a dispetto dei dati che mostrano che la mortalità per polio stava crollando anche prima.



PS: Non vorrei estendere troppo il discorso, ma la cosa della chemio che non cura il cancro la sai già, o è una sorpresa pure questa? Stiamo parlando sempre di dati ufficiali, ovviamente.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
peonia
Inviato: 25/8/2015 11:42  Aggiornato: 25/8/2015 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Riccardo lassa perde!!!! non ne vale la pena... chi è sordo e cieco non ode e non vede!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Suspiria
Inviato: 25/8/2015 12:03  Aggiornato: 25/8/2015 12:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Che mi ricordi io da quello che avevo letto, almeno per l'Italia, col vaccino c'era stata un'incidenza molto inferiore di casi.

Poi prima dell'effettiva introduzione per legge c'erano state vaccinazioni di massa e mi riferisco in questo caso proprio agli USA. Per cui nella discesa direi che vada tenuto in considerazione anche questo.
Dovrebbe poi venire qualche scrupolo e qualche dubbio il fatto che proprio pochi anni prima del vaccino ci sia stata un'epidemia. In concomitanza con le sperimentazioni e la successiva introduzione del vaccino il trend di virulenza sia andato ancora più al ribasso degli anni precedenti. Il che dovrebbe far riflettere.
Mi pare di ricordare che ci sia stato negli anni '60 o '70 un problema col vaccino, ma per errata preparazione, non per inefficacia della vaccinazione in sè.

Ma quello che vorrei capire da voi è la preoccupazione delle conseguenze, vere o presunte, dei vaccini e non delle malattie che il vaccino tampona.
Guardando il grafico si vede che proprio con l'epidemia degli anni '50 più di 20 mila bambini rimasero paralizzati. Figuratevi nei decenni precedenti o nel secolo scorso.
Non è grave abbastanza per voi un problema del genere???

Tredici
Inviato: 25/8/2015 12:05  Aggiornato: 25/8/2015 12:05
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
C'è un libro che vorrei consigliare, fatto molto bene fatto da un autore italiano con un bellissimo capitolo sul discorso vaccini e ditte farmaceutiche, ma non so se si può fare "pubblicità" qui.

Si può o è meglio evitare ?

Tredici
Inviato: 25/8/2015 12:19  Aggiornato: 25/8/2015 12:19
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@SUSPIRIA :
Non voglio essere superficiale, ma a prescindere dai bellissimi e molto eloquenti dati che ti ha fornito Sertes (a cui faccio i complimenti), posso farti un ragionamento molto semplice, quasi "contadino" ?
Nei vaccini sono contenuti metalli pesanti e questo è un dato di fatto no ? (se non ci credi googla vaccini e metalli pesanti e vedi un po')
Le intossicazioni da metalli pesanti sono ritenute responsabili della maggior parte delle malattie neurologiche.
Tieni conto che la maggior parte delle vaccinazioni viene fatta su neonati con meno di un anno di vita, quindi la loro fisiologia li rende molto più vulnerabili agli insulti tossici.
Perchè a questo punto è così difficile credere che i vaccini possano fare insorgere l'ASD ?

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 12:24  Aggiornato: 25/8/2015 12:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

siamo passati agli insulti vedo, molto bene

visto che dal grafico della CDC si legge che il numero dei casi di diagnosi di autismo è triplicato dal 2000 al 2010, vorrei proprio sapere come mai il numero degli insegnanti di sostegno sia rimasto invariato!

il tuo grafico pubblica sicuramente dei FATTI

le cose che ti ho linkato io mostrano dei FATTI

se analizzi le due cose INSIEME otterrai una conclusione molto diversa da quella che si può dedurre osservando SOLO il grafico della CDC

EDIT:

@tredici

dopo aver letto il tuo intervento dove parli di metalli pesanti concludi con:

Perchè a questo punto è così difficile credere che i vaccini possano fare insorgere l'ASD ?

Perchè tutta la merda che respiriamo, tutto l'inquinamento e le nanopolveri provenienti da motori di auto, di aerei, i termovalorizzatori del cazzo, e chi più ne ha più ne metta, ci riempiono già abbastanza di metalli pesanti!

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 12:34  Aggiornato: 25/8/2015 12:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma possono solo alcuni vaccini intossicare tanto quanto quello che assumi mangiando, toccando e respirando?
Non per sottovalutare rischi del vaccino in sè, soprattutto nei bambini, ma ritenere i vaccini la causa di tutti i mali...

I dati di Sertes poi riguardavano un dato parziale come la mortalità nei garfici precedenti e non il tot dell'incidenza dei casi e le conseguenze, e nel grafico ultimo, appaiono anche indicati i vaccini introdotti dopo l'epidemia dei primi anni '50.

Capisco tutto, ma fatico a capire come le possibili conseguenze delle malattie infettive, non vi preoccupino. Il che è ben strano, no?
In teoria dovrebbero preoccuparvi al pari delle intossicazioni da metalli e di tutto il resto di cui avete detto contro i vaccini.
Però vedo che nemmeno mezza parola viene spesa sulle conseguenze di queste malattie e del rischio di un ritorno di queste.

Tredici
Inviato: 25/8/2015 12:35  Aggiornato: 25/8/2015 12:35
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@ALERIVOLI :

ok, hai ragione. Ma un conto è respirare, un conto è immettere direttamente nel flusso sanguigno una dose tossica di metallo pesante.
Se fino ad un anno di vita il pediatra ti sconsiglia di dare da mangiare a tuo figlio il tonno perchè c'è il mercurio, perchè poi è d'accordo se glielo somministrano con il vaccino ?
Ho visto il grafico che hai pubblicato nel post precedente e volevo farti una domanda.
La disabilità intellettuale scende dal 2000 al 2010 da 80:10K a 57:10K, l'autismo sale da 10:10K a 52:10K.
Tenendo anche presente che alcuni casi che prima erano considerati disabilità intellettuali sono ora considerati autismo, ma il totale non torna se si vuole sposare l'idea che l'autismo non sta aumentando.
Guardando quel grafico si vede che passiamo in soli 10 anni da 90:10K tra autismo e disabilità intellettuale a quasi 110:10K con un aumento considerevole.

mc
Inviato: 25/8/2015 12:37  Aggiornato: 25/8/2015 12:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria
Citazione:
Ma quello che vorrei capire da voi è la preoccupazione delle conseguenze, vere o presunte, dei vaccini e non delle malattie che il vaccino tampona.
Guardando il grafico si vede che proprio con l'epidemia degli anni '50 più di 20 mila bambini rimasero paralizzati. Figuratevi nei decenni precedenti o nel secolo scorso.
Non è grave abbastanza per voi un problema del genere???

Ma che domanda e', scusa...?

Certo che e' grave. E quindi: accettiamo qualsiasi cosa si proponga?

*****

Quello di cui parli:
Un post-guerra che li ha causati quei casi e una ripresa economica che ha migliorato le condizioni globali della popolazione, sembra la continuazione di un trend ormai avviato dal miglioramento igienico sanitario delle comunita' nel corso degli anni... e dalla divulgazione informativa al riguardo.

I vaccini sono risultati irrilevanti in praticamente tutte le malattie infettive coperte, nelle statistiche degli anni passati. Un trend che inizia definitivamente da prima della loro introduzione.


°°°°°°°°°

Se mi chiedi se i bambini che muoiono o si paralizzino non siano un problema grave, cosa credi che ti si possa rispondere?

E i casi di autismo, ti sembrano un problema o l'emotivita' di rispondere "e' un grave problema la paralisi di 20mila bambini" (ma grazie!!!) ti porta a sotto dimensionare il problema?

Ma poi, stiamo parlando di uno stimolo emotivo riferibile agli anni '50!!! Non e' nemmeno nominabile nell'influenzare l'attualita' di una scelta sanitaria come la "vaccinazione", scelta che, al suo opposto, puo' contare su 0 casi sul territorio ed un'efficace cultura di prevenzione (igiene superiore) pubblicamente affermata.

Ragionaci su:
20 mila paralisi nel 1950 contro nessun pericolo imminente di poliomelite, ma un accertato stress, probabilmente, per lo piu', inutile, biologico di individui in fasi delicatissime di sviluppo (anche immunitario), con esposizioni a inquinanti relativi alla conservazione (e, per cui, indirizzati al business) e non alla ricerca immunitaria.

******

Pensi che la distribuzione dei vaccini sia vincolata alla salute delle popolazioni o a quella dell'industria chimico-farmacologica? Hai un opinione in merito?

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 12:41  Aggiornato: 25/8/2015 12:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Il vaccino lo prendi per bocca o intramuscolo, non mi risulta in vena. Giusto una precisazione.

Le concentrazioni metalliche in un vaccino sono talmente minime che ne trovi molto di più in altri ambiti.

Paiono aumentati i casi di autismo. Ma hai la soluzione al 100% in mano e sono davvero i vaccini???
A me sembra che non ci sia la prova al momento.

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 12:43  Aggiornato: 25/8/2015 12:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@sertes

nella mia veste di disinformatore cicappino volevo sottolineare una cosa..

citazione:

perchè il CDC è l'ente più accreditato al mondo per fornire questo tipo di dati

se lo dici tu mi fido, non sto scherzando..

ma allora, hai letto bene cosa dice il CDC riguardo l'autismo?

qui:

http://www.cdc.gov/ncbddd/autism/facts.html

andando un pò giù fino a "Causes and Risk Factor"

e cliccando sul link subito sotto qui:

http://www.cdc.gov/ncbddd/autism/research.html

dove al paragrafo "Vaccine Safety"

c'è questa frase qui:

Many studies have looked at whether there is a relationship between vaccines and autism spectrum disorder (ASD). To date, the studies continue to show that vaccines are not associated with ASD.

guarda che il "not" non l'ho messo io in grassetto, è proprio così!

hai capito?

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 12:46  Aggiornato: 25/8/2015 12:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@tredici

allora, io ho detto fin da subito che i casi sono aumentati, basta leggere i miei primi due interventi sull'argomento

Ho voluto semplicemente evidenziare che quel grafico dell'aumento vertiginoso, preso così da solo, senza tener conto che in 40 anni sono cambiate più volte le classificazioni mediche è un pò fuorviante

EDIT:

e questo viene detto pure nel terzo link di tinyurl che ho postato molto sopra

Sertes
Inviato: 25/8/2015 12:47  Aggiornato: 25/8/2015 12:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
peonia ha scritto:
Riccardo lassa perde!!!! non ne vale la pena... chi è sordo e cieco non ode e non vede!


Hai ragione Peonia, chi specula sulla pelle dei bambini merita solo disgusto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Decalagon
Inviato: 25/8/2015 12:56  Aggiornato: 25/8/2015 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Il vaccino lo prendi per bocca o intramuscolo, non mi risulta in vena. Giusto una precisazione.

Le concentrazioni metalliche in un vaccino sono talmente minime che ne trovi molto di più in altri ambiti.


Già. Tre miliardi di dollari (solo negli stati uniti) per risarcimenti da danni da vaccino son briciole.

Poi i vaccini son talmente sicuri che qua in Italia esiste una legge specifica (210/92) che regolamenta gli indennizzi a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile causate da suddetti farmaci.

Per non parlare dello "scandalo" dei vaccini ai militari, i quali sono stati uccisi proprio dai metalli pesanti in essi contenuti. "Ma tanto i metalli pesanti ci sono anche in tantissimi altri ambiti".

Bah.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
mc
Inviato: 25/8/2015 12:59  Aggiornato: 25/8/2015 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria
Citazione:
Ed io ti ripeto quanto detto prima. Crollo dell'incidenza delle malattie per condizioni di vita migliori ok, ma molte malattie infettive hanno visto un picco ulteriore in discesa fino alla scomparsa o quasi con i vaccini.
E' storia, non fantascienza.

Io ho visto solo grafici (ISTAT e Istituto Sanitario) che indicano una netta discesa precedente all'introduzionw delle vaccinazioni di massa contro le piu' importanti malattie.
Sempre in relazione alla mortalita' (credo che statisticamente sia piu' facile da avere a disposizione rispetto alla semplice contrazione patologica).

Se hai i grafici (dei casi, magari) che indicano il contrario (cio' che affermi), io sarei molto piu' che contento di darci una occhiata. O se vuoi indicare dove potrei trovarli... cosi' me li leggo.

Ciao.

mc

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 12:59  Aggiornato: 25/8/2015 12:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Come che domanda è? Lecita e logica direi se qui c'è gente che inneggia contro i vaccini ma pare non preoccuparsi dei danni a migliaia di bambini di una malattia infettiva, come anche negli adulti.

Sistema immunitario immaturo...una riflessione, pensando dal momento della nascita in là direi che già mentre passi dal canale vaginale di mamma entri a contatto con microrganismi buoni e cattivi come lattobacilli, batteri e funghi che vi sono presenti.
Appena respiri ti entra nei polmoni tutto quello che c'è nell'aria e già inizia la "lotta" nel corpo del neonato.
Certo, nei vaccini ci sono alcune malattie infettive particolari, e posso capire il pensiero che possa dare in particolare un vaccino, sopratutto se polivalente dove ce ne stanno di più e quindi della reazione nell'organismo del bambino.
Ma saremmo in maggioranza malati, menomati o morti in varia percentuale se fossero così deleteri no?

Ci saranno interessi farmaceutici (parlo soprattutto di ora) ma anche interessi di salute.
Pensi che gente malata in grande numero non abbia nessun impatto e costi economici sociali?

zeppelin
Inviato: 25/8/2015 13:23  Aggiornato: 25/8/2015 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
alerivoli:
visto che dal grafico della CDC si legge che il numero dei casi di diagnosi di autismo è triplicato dal 2000 al 2010, vorrei proprio sapere come mai il numero degli insegnanti di sostegno sia rimasto invariato!


Intanto il numero di insegnanti di sostegno ha una causa POLITICA, il numero di casi di autismo ha una causa FISICA; non necessariamente una scelta politica rispecchia la realtà fisica.

Se guardi agli alunni con disabilità nel sito ISTAT QUI, vedi che il numero E' AUMENTATO dall'anno scolastico 2000/2001, dal 2,5 al 3,5 del 2011/2012. Se il numero degli insegnanti di sostegno è rimasto invariato non è certo per mancanza di disabili.

La statistica in questione segnala la percentuale di alunni con disturbo generalizzato dello sviluppo (specificando in seguito che l'autismo ne è compreso) ma solo per l'anno 2011/2012 ma non mi sembra fornisca dati specifici pregressi.

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
zeppelin
Inviato: 25/8/2015 13:38  Aggiornato: 25/8/2015 13:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
mc
Inviato: 25/8/2015 13:42  Aggiornato: 25/8/2015 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Pensi che gente malata in grande numero non abbia nessun impatto e costi economici sociali?

Parto dal fondo.

Beh, costi sociali, cioe' pubblici: poco interessanti dal punto di vista del Privato che si dedica a tali interessi.
Citazione:
Ci saranno interessi farmaceutici (parlo soprattutto di ora) ma anche interessi di salute.

Per lo piu' e' una reale speranza che sia cosi'!
Ma vi e' un PALESISSIMO conflitto di interessi in ogni soggetto del business farmacologico:
non e' un caso che la percentuale maggiore della ricerca (e delle vendite al dettaglio) miri alla soppressione dei sintomi e non alla terapia di contrasto dei patogeni vera e propria. Concordi?

Citazione:
Sistema immunitario immaturo...una riflessione, pensando dal momento della nascita in là direi che già mentre passi dal canale vaginale di mamma entri a contatto con microrganismi buoni e cattivi come lattobacilli, batteri e funghi che vi sono presenti.
Appena respiri ti entra nei polmoni tutto quello che c'è nell'aria e già inizia la "lotta" nel corpo del neonato.

Si, circa un migliaio di batteri nuovi, non presenti nell'intestino, per esempio, alla nascita vengono "respirati" dentro, con tutti gli altri, presenti nell'ambiente, contro i quali, con il solo latte materno riesci a competere facilmente (...molto facilmente).

Questo succede da quanto tempo?
Da sempre?
E' una normalissima gestione innata, intrinseca all'uomo, di questi organismi e del loro trattamento da parte del sistema immunitario. Un equilibrio efficace che si stabilizza gradualmente ed e' in grado di essere sufficiente da solo.

Non abbiamo bisogno di interventi aggiuntivi se ci si mantiene ad un livello medio alto di profilassi igienico-sanitaria.

Non c'e' bisogno dei vaccini a livello di massa, ma solo in termini di necessita', per esempio, nel momento in cui vengano a mancare i livelli minimi igienico-sanitari sul territorio.
Forse sarebbe meglio investire nell'aumento di quelle minime condizioni generali di salute dei territori, non credi??

Pensaci: Perche' non dare vita ad un miglioramento generale della salute dei cittadini di tutto il mondo, investendo i soldi destinati al bigpharma's business in migiloramenti socio-politici e culturali?

Con i cinquanta milioni stanziati e spesi per il vaccino dell'aviaria in Italia cosa si sarebbe potuto fare in tal senso...? Moltiplica tutti i soldi di ogni vaccino e moltiplica per tutti i paesi che investono in essi... e spendi quei soldi per risolvere le condizioni di vita che causano le malattie... e questo e' un calcolo annuale...
Questo dovrebbe darti una idea del disinteresse alla salute che gravita attorno a questi affari.

Citazione:
Lecita e logica direi se qui c'è gente che inneggia contro i vaccini ma pare non preoccuparsi dei danni a migliaia di bambini di una malattia infettiva, come anche negli adulti.

Per quello che concerne l'attualita', e' pura demagogia.

Senza contare che con le attuali conoscenze mediche e' possibile, in ogni di queste malattie coperte da vaccinazione, intervenire per tempo e scongiurare decorsi mortali.

*******

Hai avuto figli?
Quanto, secondo te, e' semplice esporre dei piccoli di pochi mesi a queste malattie al giorno d'oggi?

Se facendo questo tipo di valutazione ti ritroverai in una situazione di rischio, saro' il primo a suggerirti di far vaccinare tutti gli infanti (a ritmi sicuramente diversi da quelli studiati in base ai costi del personale, piuttosto che alla effettiva progressivita' necessaria affinche' il sistema immunitario dei piccoli non ne venga compromesso) del tuo territorio di appartenenza. Altrimenti, penso tu, ma soprattutto i piccoli, possiate farne tranquillamente a meno.

ciao

mc

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 13:44  Aggiornato: 25/8/2015 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

giusavvo
Inviato: 25/8/2015 13:58  Aggiornato: 25/8/2015 13:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Credo che ai fini della presente discussione, rilevi poco la circostanza che alcuni grafici postati non tengano conto del diverso nomen con il quale la patologia autistica sia stata denominata nel tempo.
Insomma, non è un problema di classificazione terminologia della malattia, come qualcuno ha pure asserito.
Credo che rilevi, invece, il nesso causale tra vaccino e patologia.
In tale ambito (medico), però, il nesso di causalità va ricercato non solo con criteri giuridici, ma anche tenendo conto delle nozioni della patologia medica e della medicina legale.
Ciò in considerazione del fatto che nel campo bio-patologico è estremamente difficile raggiungere un grado di certezza assoluta, per cui la sussistenza del nesso causale fra un determinato antecedente (vaccino) e l’evento dannoso (patologia), ben può essere affermata in base ad un serio e ragionevole criterio di probabilità scientifica, soprattutto quando manchi la prova o vi è del tutto l’assenza della preesistenza, della concomitanza o della sopravvenienza di altri fattori determinanti.
In soldoni, se il bambino “scoppiava di salute” prima del vaccino, e invece, dopo un certo lasso di tempo dallo stesso è insorta la patologia, in mancanza di altre cause efficienti sopravvenute, è ragionevole, o altamente probabile, ritenere che il vaccino sia la causa dell’effetto nefasto.
Tutto ciò, poi, ha una maggiore rilevanza se all'esame tecnico del nesso causale aggiungiamo altri elementi sintomatici che fanno presumere come effettivamente dannoso sia il vaccino stesso. Mi riferisco, in particolare, ad alcuni documenti riservati che, in passato, sono stati discussi e pubblicati: QUI e QUI.
Orbene, alla luce di ciò, ritengo fuorviante porre la questione in quisquilie terminologiche e per nulla incidenti sul reale aspetto del problema. Chi lo fa o è scemo oppure in mala fede.
Fermo restando che sapendo bene cosa si prova, a questa ignobile gentaglia auguro di avere lo stesso dolore e problematiche di chi, a causa del vaccino, ha figli autistici.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
alerivoli
Inviato: 25/8/2015 14:05  Aggiornato: 25/8/2015 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@zeppelin

molto interessante il tuo link, grazie

dalla pagina 4, che tu segnali, si può vedere che ginepraio ci sia nella colonna "tipologia di problema"

si capisce per quale motivo gli "esperti in materia" stiano lavorando da oltre 40 anni per poter fare una casistica il più specifica possibile, cercando di raggruppare o separare distinte forme di malattia, soprattutto per capire le necessità che ogni disabilità comportano dal punto di vista assistenziale.

si possono notare appunto alcune classi riguardanti i disturbi del comportamento, che rientreranno dopo l'introduzione del DSM 5 tutti sotto la dizione ASD. (la tabella dell'istat risente ancora della classificazione precedente).

Quello che avevo postato io comunque riguardava LE RICHIESTE di insegnanti di sostegno, e si riferisce agli Stati Uniti.

Se LE RICHIESTE non sono aumentate vuol dire che, per fortuna, il problema è rimasto pressochè invariato

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 14:05  Aggiornato: 25/8/2015 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Se anche si tampona il decorso mortale (nessuno lo garantisce al 100%) non è detto che si riesca a tamponare quello che ti debilita in altra maniera.

Spostare l'attenzione tutta sul problema delle condizioni igieniche è troppo facile e non mette al riparo all'infinito dalle malattie infettive in generale e dal ritorno di epidemie, piccole o grandi che siano.
Poi gestione innata sì grazie al sistema immunitario e al latte materno che però anche qui non ti garantisce al 100% che non contrarrai mai nulla di potenzialmente pericoloso.
Un piccolo di pochi mesi, vaccino o no, potrebbe entrare in contatto con morbillo, varicella ecc... Come detto prima, dal momento in cui nasciamo entriamo in contatto con l'ambiente esterno e tutto quel che c'è.
Ti preoccupi del vaccino quindi, ma non del posibile contatto col patogeno. E se contrae la malattia sarà altrettando un problema e fonte di preoccupazione, no?

La speranza è certo quella che chi sta peggio di noi migliori e che si spenda per questo e meglio, su questo mi trovi certo in accordo.

Il punto di vista del Privato che si dedica a certi interessi sarà di un certo tipo ma quelli pubblici credo un pò meno. Quale stato vorrebbe dei cittadini e dei lavoratori pure, malati o che si ammalano di frequente??

Al momento non ho figli.

Tredici
Inviato: 25/8/2015 14:12  Aggiornato: 25/8/2015 14:12
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@SUSPIRIA :
giusto, hai ragione, i vaccini pediatrici sono in intramuscolo e non in via endovenosa, ma non cambia quanto detto.
Trovi concentrazioni più alte di metalli pesanti altrove ? Verissimo, ma il punto è (e mi sto riferendo solo alle vaccinazioni pediatriche, non a quelle per adulti) è che le stai iniettando a bambini di pochi mesi.
Se il pediatra (mi ripeto chiedo scusa) ti dice di non dargli il tonno perchè c'è il metallo, dovrebbe essere ovvio che i vaccini contenente metalli pesanti non sono adatti a bambini così piccoli e rischiano di fare più danno che utile.
Il problema non è neppure il sistema immunitario (come dici in un altro post) dei bambini, quanto il fatto che il loro fisico non è adatto a smaltire sostanze tossiche in quelle concentrazioni.
Se poi si prende in esame non tutti i vaccini pediatrici (tra cui anche l'antipolio) ma ci si sofferma sull'MMR (che è quella del video e in italia non è obbligatoria ma MOLTO consigliata), a MIO PARARE il rischio non equivale al beneficio.
Le malattie MMR hanno conseguenze gravi in percentuali ridicole a fronte di un vaccino che è considerato (e questo non sono io a dirlo ma parecchi medici) uno dei più pericolosi, con più effetti collaterali e sostanze tossiche.

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 14:14  Aggiornato: 25/8/2015 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Un fatto che non mi è molto chiaro.
Perchè i vaccini dovrebbero causare più autismo invece di sintomi e conseguenze legati alle malattie per cui vengono fatti??

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 14:18  Aggiornato: 25/8/2015 14:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@giusavvo

citazione:

Orbene, alla luce di ciò, ritengo fuorviante porre la questione in quisquilie terminologiche e per nulla incidenti sul reale aspetto del problema.

Credo che ai fini della presente discussione, rilevi poco la circostanza che alcuni grafici postati non tengano conto del diverso nomen con il quale la patologia autistica sia stata denominata nel tempo.

ti parlo in qualità di rappresentante dell'ignobile gentaglia

TUTTA la psichiatria infantile e TUTTA la psicologia e medicina pediatrica, concordano IN TOTO che gli STESSI SINTOMI che trenta anni fa portavano ad una diagnosi di "disturbi cognitivi" OGGI portano direttamente ad una diagnosi di autismo, ripeto GLI STESSI SINTOMI

se per te è una quisquilia terminologica, IERI erano persone con disturbi cognitivi, OGGI sono persone affette da autismo, e i sintomi sono GLI STESSI

non è una cosa inventata da me, ma DALL'INTERA comunità medica mondiale.

Ghilgamesh
Inviato: 25/8/2015 14:18  Aggiornato: 25/8/2015 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mc chapeau!
Ultimo post da incorniciare!

Citazione:
Autore: Suspiria Inviato: 25/8/2015 14:14:10

Un fatto che non mi è molto chiaro.
Perchè i vaccini dovrebbero causare più autismo invece di sintomi e conseguenze legati alle malattie per cui vengono fatti??


Forse perchè il numero di bambini autistici è aumentato da quando si usano i vaccini, NON da quando esistono le malattie?

Regom
Inviato: 25/8/2015 14:19  Aggiornato: 25/8/2015 14:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 14:21  Aggiornato: 25/8/2015 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Abbi pazienza, seppur con tutti gli scrupoli verso i bambini, pensi che farsi dei vaccini sia come iniettarsi tanto mercurio come in un termometro??

Non paragoniamo il tonno con una pratica che ti può mettere al riparo da malattie infettive.
Se poi dobbiamo pensare a tutto, non gli andrebbe data nemmeno nessuna medicina se sono malati perchè tanto c'è sempre qualche sostanza che potrebbe far male, fare reazione, accumularsi nel corpo ecc...

Poi se qualche vaccino funziona male va visto perchè, ma non è la vaccinazione in sè ad essere qualcosa di devastante e deleterio.

mc
Inviato: 25/8/2015 14:24  Aggiornato: 25/8/2015 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Un piccolo di pochi mesi, vaccino o no, potrebbe entrare in contatto con morbillo, varicella ecc... Come detto prima, dal momento in cui nasciamo entriamo in contatto con l'ambiente esterno e tutto quel che c'è.
Ti preoccupi del vaccino quindi, ma non del posibile contatto col patogeno. E se contrae la malattia sarà altrettando un problema e fonte di preoccupazione, no?

Di pochi mesi? ... a me non e' successo, ma non perche' non potesse succedere, ma perche' nei primi mesi il bambino e' praticamente bloccato nelle azioni ed e' confinato in ambiente casalingo, lontano da ogni tipo di possibile sorgente patogena. Sotto campana di vetro (chi non fa una cosa del genere rischia) ...
Manco i nonni, quasi...

Superati questi primi mesi, il tutto diventa sempre meno pericoloso.

Intervenire pesantemente in queste fasi, non mi e' mai parso sensato, in nessun modo.

Hai idea di quanto pesante sia la pratica vaccinatoria entro i primi sei mesi di vita del neonato??
In un cartellone dalla pediatra, una volta, ho letto piu' di 21 vaccinazioni nel normale programma suggerito ... E' completamente fuori da ogni logica sanitaria un'aggressione di quel tipo!!

°°°°°°°°
Citazione:
Ti preoccupi del vaccino quindi, ma non del posibile contatto col patogeno. E se contrae la malattia sarà altrettando un problema e fonte di preoccupazione, no?

Certo che si!
Io, personalmente, ne ho fatto un discorso statistico (con quello che sono riuscito a trovare in giro).

Innanzitutto mi sono cercato tutte le tendenze della malattie.
Ho iniziato a valutare le possibilita' di esposizione ad un patogeno o il rischio epidemico della mia zona abitativa e l'ho messo in relazione con le ricerche svolte negli studi relativi all'avvelenamento da metalli pesanti (all'epoca si parlava di Mercurio e di un suo derivato contenuto nel Thimerosal... proprio quello menzionato nel video).

Il rischio di infezione e' inesistente rispetto alla certezza di impatto sull'organismo dei metalli pesanti (e di sostanze chimiche-medicinali in generale).
Grazie, dei grafici, appena posso ci do un'occhiata.

edit:
non solo queste le motivazioni, vanno unite a tutte le altre considerazioni di tipo anti "emotivo" suggerite in precedenza, per giustificare la nostra scelta di non vaccinare.

ciao

mc

zeppelin
Inviato: 25/8/2015 14:26  Aggiornato: 25/8/2015 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Perchè i vaccini dovrebbero causare più autismo invece di sintomi e conseguenze legati alle malattie per cui vengono fatti?


tratto da http://www.disinformazione.it/vaccinazioni.htm

Il meccanismo delle encefaliti virali è noto e sono noti casi di autismo prodotti da encefaliti virali. Il passaggio dell'attacco del virus latente (vaccinale) all'autismo è meno ovvio e più articolato. Infatti c'è una progressione asintomatica, clinicamente invisibile, se si eccettuano inizialmente, reazioni post-vacciniche quali febbri, pianti prolungati con strilli acuti, alterazione del ritmo del sonno, etc.
La vaccinazione non fa altro che realizzare proprio quello che tutto il corpo e il sistema immunitario cercano di evitare o prevenire quando in contatto con un virus: ovvero l'iniezione immette il virus direttamente nel sangue, senza che siano state attivate le difese locali e fagocitarie, offrendogli accesso libero ed indisturbato verso alcuni target più delicati e questa volta vulnerabili (neurologico, endocrino, etc).
Zecca e collaboratori (1998) segnalano che i livelli di anticorpi a rosolia e morbillo in bambini diagnosticati autistici erano del 300% superiori a quelli normali. Questi livelli elevati di anticorpi possono essere interpretati come un'attivazione cronica del sistema immunitario contro un' infezione subclinica.
Ricercatori del Royal Free Hospital di Londra (Wakefield, 1998 e 2000) hanno dimostrato, mediante ileocolonscopia, la presenza nell'intestino del virus latente del morbillo nel 100% dei bambini la cui regressione autistica aveva avuto inizio con reazioni avverse alle vaccinazioni.
Un altro gruppo di ricerca, quello irlandese del prof. John O'Leary, ha confermato la presenza del virus del morbillo dello stesso ceppo del vaccino nell'intestino di 24 bambini autistici su 25.
Sembra che il bambino autistico non riesca a liberarsi della presenza di tale virus vaccinale nell'organismo. Il prof. Kawashima, dell'Università di Tokio, ha trovato il virus del morbillo (del ceppo vaccinale) nel sangue di bambini che hanno avuto una regressione autistica a seguito delle vaccinazioni.
Virus di ceppi vaccinali dunque sono una presenza costante (anche a distanza di anni dalla vaccinazione) in bambini autistici ma non in bambini di controllo sani.

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
Tredici
Inviato: 25/8/2015 14:37  Aggiornato: 25/8/2015 14:37
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@SUSPIRIA :

Citazione:
Il punto di vista del Privato che si dedica a certi interessi sarà di un certo tipo ma quelli pubblici credo un pò meno. Quale stato vorrebbe dei cittadini e dei lavoratori pure, malati o che si ammalano di frequente??


Nessuno STATO in quanto tale lo vorrebbe.
Le industrie farmaceutiche invece prosperano su questo.
Se poi incidentalmente tale industria farmaceutica fa cadere nelle tasche di qualche ministro della sanità e una serie di consulenti conniventi un po' di spicci, ecco che lo stato diventa improvvisamente interessato al punto di vista della industria farmaceutica.
E come ha detto qualcuno prima "questa è storia".

Nitpicker
Inviato: 25/8/2015 14:40  Aggiornato: 25/8/2015 14:40
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mi associo all'utente mc nel considerare i vaccini come una risorsa utile solamente in situazioni di rischio.

Ho letto nei vari interventi ancora molti riferimenti ai metalli pesanti contenuti nei vaccini come i principali sospettati del disastro autistico in atto.

Sarebbe bello se fosse così semplice. I vaccini si sono dimostrati sicuri (almeno secondo la letteratura "ufficiale"....) nella loro componente essenziale e purtroppo anche nella componente degli stabilizzanti contenenti mercurio, tanto che ad esempio in Danimarca per un po' di anni si sono usati solo vaccini thimerosal-free ma l'incidenza dei nuovi casi non è cambiata.

Ma la caccia è continuata per esclusione. Il CDC ha cominciato tempo fa a pubblicare e aggiornare la lista degli eccipienti contenuti nei vari vaccini.

http://www.cdc.gov/vaccines/pubs/pinkbook/downloads/appendices/B/excipient-table-2.pdf

Agli addetti ai lavori è saltata agli occhi una cosa..... Il primo change point epidemiologico dell'autismo (punto nel tempo in cui la prevalenza di una patologia cambia significativamente) cade nell'anno 1980 negli US, nel 1987 in UK e Danimarca e nel 1990 nell'Australia dell'ovest.

Queste date dei change points coincidono con le date di introduzione o di maggior diffusione di una nuova generazione di vaccini, quelli contenenti linee cellulari di origine fetale umana.

Uno studio pubblicato nel settembre scorso ha scandagliato queste relazioni e i risultati sono stati inquietanti:

http://www.ms.academicjournals.org/article/article1409245960_Deisher%20et%20al.pdf

l'introduzione delle linee cellulari fetali umane derivanti da feti abortiti ha fatto sì che venissero veicolati anche i contaminanti fetali e retrovirali propri dell'organismo da cui sono state derivate le linee cellulari stesse (che sono presenti ovviamente anche nei vaccini che facciamo somministrare ai nostri figli).

Il meccanismo molecolare che induce le reazioni di tipo autoimmune, che sono state recentemente descritte nella patogenesi dell'autismo, non è ancora noto nel dettaglio ma lo sarà nei prossimi mesi.
Le industrie farmaceutiche produttrici di vaccini hanno comunque abbassato notevolmente i costi di produzione usando linee cellulari umane fetali al posto di quelle animali ma forse non hanno previsto (o non si sono preoccupate) che qualcosa poteva andare storto.

Il lavoro di cui vi ho postato il link sta ovviamente creando una bufera nell'ambiente scientifico, anche se ovviamente nessuno al di fuori ne sa nulla.

Personalmente non sono un antivaccinista radicale, ma questa può essere una ragione in più per essere molto cauti prima di somministrare ad esempio un vaccino MMR (che contiene quelle linee cellulari) ad un bambino di cui non si è veramente certi che non abbia fattori di rischio genetici e ambientali. E certi non lo si può essere mai.

Tredici
Inviato: 25/8/2015 14:46  Aggiornato: 25/8/2015 14:46
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@SUSPIRIA :
Citazione:
Abbi pazienza, seppur con tutti gli scrupoli verso i bambini, pensi che farsi dei vaccini sia come iniettarsi tanto mercurio come in un termometro??

Non paragoniamo il tonno con una pratica che ti può mettere al riparo da malattie infettive.
Se poi dobbiamo pensare a tutto, non gli andrebbe data nemmeno nessuna medicina se sono malati perchè tanto c'è sempre qualche sostanza che potrebbe far male, fare reazione, accumularsi nel corpo ecc...

Poi se qualche vaccino funziona male va visto perchè, ma non è la vaccinazione in sè ad essere qualcosa di devastante e deleterio.


Perchè, scusa la "girata di frittata", mangiarsi una scatoletta di tonno è come mangiare tanto mercurio quanto un termometro ?
A parte che il fatto che il fatto che ti metta al riparo dalle malattie per le quali ti vaccini è da prendere con le molle (e infatti usi il "può", giustamente), nel primo anno di vita ai bambini non viene dato neanche l'antibiotico (a meno di casi gravissimi) e nessun medicinale a parte la tachipirina a bassissimi dosaggi.

Suspiria
Inviato: 25/8/2015 14:46  Aggiornato: 25/8/2015 14:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
ovvero l'iniezione immette il virus direttamente nel sangue


Vaccini orali o intramuscolo.

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 15:00  Aggiornato: 25/8/2015 15:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Nitpicker

citazione:

Agli addetti ai lavori è saltata agli occhi una cosa..... Il primo change point epidemiologico dell'autismo (punto nel tempo in cui la prevalenza di una patologia cambia significativamente) cade nell'anno 1980 negli US, nel 1987 in UK e Danimarca e nel 1990 nell'Australia dell'ovest.

e nelle altre parti del mondo?

non sarà un caso che nel 1980 è stato introdotto il DSM III?
Nel 1987 poi c'è stata la revisione in DSM III-R
E infine nel 1994 è uscito il DSM IV e da lì un esplosione di casi di autismo, proprio perchè sono cambiate le regole di classificazione

Tenere presente che ogni "versione" del DSM esce prima negli USA e poi piano piano nel giro di qualche anno viene tradotto e adottato in tutto il mondo

Tredici
Inviato: 25/8/2015 15:29  Aggiornato: 25/8/2015 15:29
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli :

Chiedo scusa, ma quindi la tua idea è che il problema autismo sia solo una questione di definizione, cioè che i casi non stiano aumentando, ma solamente che oggi sono malati quelli che ieri erano considerati sani ?

Nitpicker
Inviato: 25/8/2015 15:36  Aggiornato: 25/8/2015 15:36
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli
Il lavoro da me citato spiega bene il perchè non può dipendere dalle varie revisioni del DSM a pag 273. Del perchè solo US, UK, Danimarca e West Australia: perchè solo lì è stato raccolto uno storico delle prevalenze. In Italia, nel 2015, non abbiamo ancora un dato di prevalenza neanche approssimato

Al2012
Inviato: 25/8/2015 15:44  Aggiornato: 25/8/2015 15:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Alerivoli & Suspiria

Penso che anche voi siate dell’idea che vaccinare, specialmente dei neonati di tre mesi, possa causare reazioni più o meno gravi a seconda dell’organismo che le riceve.

Difatti una legge dello stato italiano dice:

Legge 210/92
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_normativa_1556_allegato.pdf

ARTICOLO 7
1. Ai fini della prevenzione delle complicanze causate da vaccinazioni,
le unità sanitarie locali predispongono e attuano, entro sei mesi dalla data di entrata in
vigore della presente legge, progetti di informazione rivolti alla popolazione e in
particolare ai donatori e ai soggetti riceventi materiali biologici umani, alle persone da
vaccinare e alle persone a contatto.

2. I progetti di cui al comma 1 assicurano una corretta informazione sull'uso dei vaccini, sui
possibili rischi e complicanze, sui metodi di prevenzione e sono prioritariamente rivolti ai
genitori, alle scuole ed alle comunità in genere.

3. Le regioni, attraverso le unità sanitarie locali, curano la raccolta dei dati conoscitivi sulle
complicanze da vaccino, anche al fine di adeguare a tali dati i progetti di informazione e i
metodi di prevenzione.


Adesso vi rivolgo alcune semplici domande:

1 Secondo voi che cosa viene fatto praticamente per prevenire queste complicanze?

2 Che tipo d’informazione riceve la popolazione?

3 Che tipo di riscontro medico viene eseguito per determinare l’idoneità alla vaccinazione del soggetto?

“Capire … significa trasformare quello che è"
alerivoli
Inviato: 25/8/2015 15:49  Aggiornato: 25/8/2015 15:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@tredici

innanzitutto di mia idea non c'è proprio niente, riporto solo delle classificazioni e dei FATTI.

citazione:

ma solamente che oggi sono malati quelli che ieri erano considerati sani ?

se da i miei interventi si è capito questo, vuol dire che mi sono spiegato malissimo, il che è anche probabile.

Le malattie mentali e i disturbi mentali di vario tipo sono DA SEMPRE presenti nella popolazione.

Purtroppo è impossibile fare statistiche di un certo rilievo, poichè la società si è sempre mostrata chiusa verso questo tipo di problemi e verso la disabilità in generale.

Quando andava bene i poveri malati erano tenuti nascosti in casa, oppure relegati in squallidi istituti, e questo fino a poco tempo fa (si fa per dire, comunque da bambino mi ricordo eccome dei casi nel mio quartiere, e all'epoca c'era solo l'antipolio e l'antitetanica!)

Poi qualcosa è cambiato, per fortuna, si è comuniciato a studiare il problema e ad assistere i malati e le loro famiglie per "cercare" di alleggerire in qualche modo il dramma.

Venendo alla tua domanda, nel 1980 una persona MALATA, cioè affetta da un certo tipo di disturbi mentali anche gravi, veniva "etichettata" come affetta da "disturbo cognitivo" oppure più semplicemente "ritardata" (che orrenda parola!) e veniva assistita con particolari modalità.

Oggi, LA STESSA IPOTETICA PERSONA, a seguito delle numerose e sempre più precise classificazioni schematizzate dai vari DSM viene diagnosticata sofferente di Disturbi dello Spettro Autistico.

Spero adesso di essere stato chiaro.

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 15:54  Aggiornato: 25/8/2015 16:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Nitpicker

Capisco quello che vuoi dire.

Ma una diagnosi di autismo fatta nel 1994, tiene conto di aspetti che NON si consideravano nel 1987, e la cosa vale anche per le diagnosi del 1981 rispetto a quelle del 1979.

In che modo gli studiosi hanno "deflazionato" questi dati? Sono andati a rileggere TUTTA la casistica e l'hanno riapplicata tenendo conto delle nuove linee guida via via introdotte?

Spero che tu ti sbagli sul dato dell'Italia 2015, perchè ciò vorrebbe dire che è impossibile redigere una qualunque statistica seria e credibile sull'argomento!

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 16:08  Aggiornato: 25/8/2015 16:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Al2012

Sono perfettamente consapevole del rischio, seppur remoto ma concreto computabile e verificabile che in seguito ad una vaccinazione emergano compicanze anche nefaste.

Parlo per me, ADESSO E' UN MIO PARERE, prima no.

Ho firmato proprio sotto quegli articoli che hai allegato tu, più o meno ricordo la legge del 92

Io, in tutta sincerità, mi fido del SSN, in particolar modo della Sanità della Regione Piemonte, regione in cui abito.

Naturalmente non sono un medico e nulla posso sapere riguardo al contenuto in atomi di un vaccino.

2) Tuttavia, dopo aver ricevuto tutte le informazioni standard possibili, da pediatri e medici, che per ciò che conosco ritengo brave e corrette persone, ho deciso di far correre questo piccolo rischio al mio bambino. (parlo del rischio di reazione del vaccino, non del rischio autismo, che ad oggi non ha ancora nessuna correlazione)

E' andata bene, come alla stragrandegrande maggioranza di tutti i bambini che si sono vaccinati in Piemonte.

1) La ricerca sui vaccini è continua e, proprio per fare sempre più soldi, difficilmente vengono compiuti errori tragici (salvo qualche caso veramente infausto nel passato, che c'è stato e che è da condannare)

3) il riscontro medico si basa sull'osservazione del paziente, si prendono tutti i dati possibili, e dato che, probabilisticamente, date certe condizioni allora il risultato è quello, si prosegue.

Fine del mio parere

Tredici
Inviato: 25/8/2015 16:08  Aggiornato: 25/8/2015 16:08
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli :

E sul fatto che i disordini mentali siano sempre esistiti anche prima dei vaccini siamo d'accordissimo.
Come anche sul fatto che uno che prima era categorizzato come "disturbo cognitivo" oggi sia etichettato come "ASD".
Però non ho capito una cosa. Se facciamo la somma (e qui mi ricollego al nostro scambio precedente) vediamo che in 10 anni la somma di tutti i disturbi mentali è aumentata del 20 % tra i quali l'autismo che sembra essere aumentata in modo significativa anche al netto del "cambio di denominazione" (passami il termine).
Quale è secondo te il motivo ?
Bada, non è una domanda retorica.

Mrexani
Inviato: 25/8/2015 16:09  Aggiornato: 25/8/2015 16:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/6/2014
Da:
Inviati: 432
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Regom
Citazione:
Messi Male



Attribuzione infondata di presunta patologia nei confronti di un individuo eccezionalmente dotato.
Tendenza alla ripetizione di schemi diagnostici approssimativi.
Atteggiamento tipico di rivalsa del normodotato nei confronti del genio.


La diagnosi è autistica, Messi no.

alerivoli
Inviato: 25/8/2015 16:13  Aggiornato: 25/8/2015 16:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@tredici

ma infatti NON HO MAI DETTO che l'autismo non stia crescendo!

Cresce sì, ma SICURAMENTE l'andamento NON E' quello catastrofico del primo grafico, e MENO MALE!

Il motivo l'ho già detto:

TUTTA LA MERDA CHE RESPIRIAMO E MANGIAMO, perdona il maiuscolo, inquinamento da metalli pesanti provenienti da industria, motori, termovalorizzatori che bruciano merda, ecc ecc ecc.

Aggiungo anche un bel secondo me...

Nitpicker
Inviato: 25/8/2015 16:29  Aggiornato: 25/8/2015 16:29
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli

come ho detto prima, gli autori del lavoro citato e postato spiegano bene il perchè l'aumento non può essere spiegato con la revisione dei criteri diagnostici contenuti nelle varie edizioni del DSM:

"The first DSM of Mental Disorders, DSM I, was published by the American Psychiatric Association in 1952. Since then there have been five major revisions: DSM II (1968); DSM III (1980); DSM III – R (1987); DSM IV (1994) and DSM IV – TR (2000). The impact of DSM revisions on the diagnosis of autism depends on the significance of changes to diagnostic criteria and on the rapidity with which the DSM revisions are disseminated and applied. Table 1 compares diagnostic criteria for autistic disorder, but not the broader autism spectrum disorder, across DSM revisions. As the table demonstrates, DSM revisions differ primarily in that more examples of behaviors typical of autistic disorder were listed with each revision. However, the required number of behaviors for an autism diagnosis remains the same or actually increases with the revisions, rather than be- coming less stringent as has been commonly suggested. Furthermore, if relaxed diagnosis were to lead to an increase in autistic disorder prevalence then one would expect a decrease in the number of symptom categories required for diagnosis, however, these symptom categories are consistent across DSM revisions.
The DSM printing record (Table 2) suggests that the dissemination and application of the DSM revisions is quite rapid after the date of DSM publication, and therefore, the printing dates for DSM were used to predict expected birth year change points to determine whether DSM revisions affect autistic disorder diagnosis rates. Predicted expected birth year change point ranges are found in Table 2. Change point ranges are predicted to be 8 years prior to the earliest printing date and 3 years prior to the latest printing date for each revision based on first diagnosis of autistic disorder occurring after age 3 and firm diagnosis by age 8 (Lord et al., 2006; Luyster et al., 2009). Assuming that the DSMs are strictly followed, the latest predicted birth year change points as a result of DSM changes are 1978, 1984, and 1992 for DSM-III, IIIR, and IV, respectively. There is no corresponding calculated autistic disorder change points associated with those years (Table 2), therefore DSM revisions are unlikely to be the primary trigger for increased autistic disorder prevalence."

Se i criteri diventano sempre più stringenti nelle varie edizioni, come è possibile che essi spieghino l'aumento? Se prima mi bastavano 3 comportamenti per arrivare a diagnosi e poi ne servono 4, al limite farò meno diagnosi, non di più. Guarda la tabella 2 sul lavoro da me linkato. E poi, ammettendo che ogni nuovo DSM venga applicato, comunque i change points registrati non coincidono con quelli che ci si aspetterebbe dovuti ai nuovi criteri diagnostici. Questo è ciò che dicono gli autori.

Confermo poi che in Italia non abbiamo dati di prevalenza attendibili. Qualche pazzo ci sta provando a raccoglierli, ma ti posso assicurare che non trova molta collaborazione da chi questi dati dovrebbe averli.

Tredici
Inviato: 25/8/2015 16:32  Aggiornato: 25/8/2015 16:32
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli

Ok, adesso penso di aver capito il tuo punto di vista.
Grazie mille.
Nessuno di noi può avere l'assoluta certezza delle cose, ognuno si è fatto un'idea che trova più o meno coerente con i dati che vede e la "cultura/educazione" che ha, poi ognuno agisce secondo sua coscienza e secondo ciò che ritiene giusto e corretto.
Personalmente posso essere d'accordo con quelle motivazioni, ma proprio per quello (quindi l'idea di aggravare la situazione iniettando qualcosa che aveva componenti tossiche nel corpo di un neonato non mi entusiasmava di certo) e per il fatto che valutando rischi e benefici del vaccino MMR ho trovato la bilancia molto sbilanciata dalla parte dei rischi, ho deciso di evitarlo a mio figlio.
Se avrò fatto bene o meno, "ai posteri l'ardua sentenza", ma ho fatto ciò che reputo giusto.

mc
Inviato: 25/8/2015 16:34  Aggiornato: 25/8/2015 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Io, in tutta sincerità, mi fido del SSN, in particolar modo della Sanità della Regione Piemonte, regione in cui abito.

Anche io.
Ma, sostanzialmente, non e' una questione solo di fiducia.

La pediatra con cui ho discusso era, in maniera minima, meno preparata di me sull'argomento (soprattutto quello che riguardava la statistica). Per farsi una idea generica non ci vuole una profonda conoscenza medica (che certamente e' un plus ... basta esserne davvero padrone, pero' ).
Inoltre, il tutto e' stato fatto senza portare avanti nessuna indagine sull'individuo da vaccinare... il figlioletto... per cui:
era solo una questione di opinabilita' di una scelta non una valutazione esclusiva per graduati-laureati specializzati.

Le ho dovuto raccontare statistiche e scelte di governi stranieri (Giappone e APT, per esempio : " SIDS e VACCINI
Tra gli anni 1970 e 1974 in Giappone, ci sono stati 37 morti bambino subito dopo la vaccinazione. Per questo motivo, un gruppo di medici ha deciso di boicottare i vaccini e le vaccinazioni sono state fermate completamente per due mesi.
Dopo i due mesi, l'età di vaccinazione di partenza è stato rinviato a 2 anni, il che significa che nessun bambino ha ricevuto un vaccino se non dopo il loro 2 ° compleanno.
Giappone è passato da 17° posto della mortalità infantile alla mortalità infantile più bassa al mondo. La SIDS era scomparsa.
Nel 1988 l'età di vaccinazione è stata abbassata a 3 mesi di età, e il tasso di SIDS è risorto.
") del quale non sapeva assolutamente nulla.
Alla fine, l'unico vaccino su cui insistette fu quello antipolio... ... ... (solo perche' aveva conosciuto qualcuno malato ... :roll... non un granche' come argomentazione....)...

ciao
mc

Sertes
Inviato: 25/8/2015 16:36  Aggiornato: 25/8/2015 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Comunque è incredibile come bastino un paio d'anni e si lavi via tutto dalla memoria.

Quando i media strillarono per la pandemia H1N1 la balla era così clamorosa che nemmeno quelli del SAP vollero vaccinarsi, e stiamo parlando di gente come John Battista completamente appiattita su tutte le versioni ufficiali governative come quella del 9/11, mica di complottisti allarmisti. Eppure ecco il comunicato:



Questo perchè ovviamente esistevano partite di vaccino senza quelle sostanze, fatte apposta per imprenditori, politici ed aristocratici, e invece la maggior parte dei vaccini erano pieni di merda e di rimasugli di vaccini precedenti.

E i contratti capestro con cui gli stati si impegnavano a comprare i vaccini anche se poi non li usavano? E rinunciavano preventivamente ad ogni causa contro i produttori?

Tutto dimenticato, bastano un paio d'anni...

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Tredici
Inviato: 25/8/2015 16:44  Aggiornato: 25/8/2015 16:44
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@mc :

Già, anche per me il punto fondamentale è che le vaccinazioni sono fatte quando i pargoli sono TROPPO piccoli.
Non mi parlare di SIDS che per un anno mi svegliavo di soprassalto cinque o sei volte a notte per vedere se respirava :D
Solo per curiosità : l'antipolio l'hai fatto ?

Regom
Inviato: 25/8/2015 16:50  Aggiornato: 25/8/2015 16:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mrexani
Citazione:


Attribuzione infondata di presunta patologia nei confronti di un individuo eccezionalmente dotato.
Tendenza alla ripetizione di schemi diagnostici approssimativi.
Atteggiamento tipico di rivalsa del normodotato nei confronti del genio.


La diagnosi è autistica, Messi no.



mc
Inviato: 25/8/2015 16:54  Aggiornato: 25/8/2015 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Solo per curiosità : l'antipolio l'hai fatto ?

No. Come dicevo, non era un granche' come argomentazione da parte della pediatra...

Citazione:
Non mi parlare di SIDS che per un anno mi svegliavo di soprassalto cinque o sei volte a notte per vedere se respirava :D
... ti capisco, eccome ...

mc

Tredici
Inviato: 25/8/2015 17:11  Aggiornato: 25/8/2015 17:11
So tutto
Iscritto: 4/9/2014
Da:
Inviati: 21
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@SERTES :

ANSA

Ti stavano leggendo ?
No, no mica se lo sono dimenticati, anzi...
rimanenze di magazzino ?

A parte gli scherzi, l'opinione pubblica se l'è dimenticato sicuramente, ma credo che molti (beh pochi rispetto alla massa, ma almeno è un inizio) abbiano cominciato a farsi domande proprio dopo l'H1N1.

Sertes
Inviato: 25/8/2015 17:32  Aggiornato: 25/8/2015 17:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Grazie "Tredici", ora vedremo la coerenza di chi dice di crederci, in queste cose.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Nasdro
Inviato: 25/8/2015 20:43  Aggiornato: 25/8/2015 20:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/3/2009
Da:
Inviati: 74
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
REGOM: Mi fai morì

peonia
Inviato: 25/8/2015 21:01  Aggiornato: 25/8/2015 21:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
TUTTA la psichiatria infantile e TUTTA la psicologia e medicina pediatrica, concordano IN TOTO che gli STESSI SINTOMI che trenta anni fa portavano ad una diagnosi di "disturbi cognitivi" OGGI portano direttamente ad una diagnosi di autismo, ripeto GLI STESSI SINTOMI se per te è una quisquilia terminologica, IERI erano persone con disturbi cognitivi, OGGI sono persone affette da autismo, e i sintomi sono GLI STESSI non è una cosa inventata da me, ma DALL'INTERA comunità medica mondiale.

e se costoro mentissero sapendo di mentire per coprire le porcate di Big Pharma?
La psichiatria è il braccio destro degli infami......

edit: PER FAR PASSARE IL RITALIN A TUTTI I BAMBINI (PURE UN CASO DI NEONATO LESSI!) HANNO TOLTO DAL DSM 4 LA FACCENDA CHE IL METILFENIDATO ERA UNA DROGA ANFETAMINICA CHE DAVA ASSUEFAZIONE!!! INFATTI NEL DSM 5 NON C'E' PIU PENSA CHE ATTENDIBILITA'!

Inoltre:
http://www.disinformazione.it/legamevacciniautismo.htm
http://www.disinformazione.it/adhd.htm
http://www.disinformazione.it/ritalin3.htm



come li amano sti bambini e il vaccino gli salva la vita! e le altre porcate li curano!
VADE RETRO

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Antdbnkrs
Inviato: 25/8/2015 21:46  Aggiornato: 25/8/2015 21:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
O.T. ma forse no (parla di vaccini killer)

Vogliono STERMINARE l’umanita’!” di Monia Benini.
http://www.attivotv.it/vogliono-sterminare-lumanita-di-monia-benini/

Al2012
Inviato: 25/8/2015 23:40  Aggiornato: 25/8/2015 23:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@ Alerivoli

Citazione:
Io, in tutta sincerità, mi fido del SSN, in particolar modo della Sanità della Regione Piemonte, regione in cui abito.


Se non erro, regione che ha eliminato l’obbligo alla vaccinazione pediatrica, in pratica si malleva da ogni tipo di responsabilità ed eventuale risarcimento … ma il genitore?

Citazione:
2) Tuttavia, dopo aver ricevuto tutte le informazioni standard possibili, da pediatri e medici, che per ciò che conosco ritengo brave e corrette persone, ho deciso di far correre questo piccolo rischio al mio bambino.


Che cosa intendi informazioni standard, probabilmente quelle che divulghi tu, ovvero c’è qualche remoto rischio forse 1 su i milione, forse meno, forse più…. Come sta il neonato di tre mesi … ha la febbre … sta bene … ok! Abile e d arruolato.
Pediatri che avranno visto il neonato tre o quattro volte, lo pesano lo misurano e ti salutano, certo se il piccolo ha problemi lo vedo più spesso

Ci sono dottori che consigliano vaccini e altri che ti metto in guardia, sono tutti dottori laureati in medicina come il dott. Roberto Gava , il dott. Eugenio Serravalle, il dott. Dario Miedico , il dott. Jerone Malzac che puoi ascoltare in questo breve video

Poi altri per esempio: 80 medici statunitensi denunciano la pericolosità della pratica vaccinale

Citazione:
(parlo del rischio di reazione del vaccino, non del rischio autismo, che ad oggi non ha ancora nessuna correlazione)


A questo rispondo in seguito

Citazione:
E' andata bene, come alla stragrandegrande maggioranza di tutti i bambini che si sono vaccinati in Piemonte.


Già 1 su tanti, ma la stragrande maggioranza, non da nell’immediato, evidenti riscontri negativi.

Citazione:
1) La ricerca sui vaccini è continua e, proprio per fare sempre più soldi, difficilmente vengono compiuti errori tragici (salvo qualche caso veramente infausto nel passato, che c'è stato e che è da condannare)


Certamente! In effetti oggi si cerca di vaccinare il più possibile, anche se con una maggiore informazione non sempre le campagne vaccinali ottengono i risultati desiderati.

Citazione:
3) il riscontro medico si basa sull'osservazione del paziente, si prendono tutti i dati possibili, e dato che, probabilisticamente, date certe condizioni allora il risultato è quello, si prosegue.


Anamnesi priva di riscontri medici accurati, priva d’idonee analisi del sangue per poter valutare lo stato del sistema immunitario in formazione in un neonato di 3 mesi.

Ammesso che tu sia in buona fede (qualche dubbio c’è), tu come genitore hai la responsabilità di decidere se fare o non fare le vaccinazioni, valutando i rischi in entrambi i casi.

Tu hai deciso di farlo vaccinare, decisione da rispettare come quella di un altro che decide di non vaccinare.

L’idea che mi sono fatto è che quelli che decidono di andare contro corrente, (non vaccinare) sono quelli che hanno cercato di informarsi di più.

Quelli che hanno deciso di seguire la corrente (vaccinare) sono quelli che sono meno informati, per esempio nel tuo caso, riconosci di aver corso un rischio, un piccolo rischio ( “Sono perfettamente consapevole del rischio, seppur remoto ma concreto computabile e verificabile che in seguito ad una vaccinazione emergano compicanze anche nefaste”)

Cosa hai fatto per ridurre ulteriormente questo “remoto ma concreto” rischio?

Hai accettato le informazioni standard, hai sentito il parere di medici e pedriati, ma nessuno di questi dottori ti ha consigliato di fare delle analisi più idonee ad un’anamnesi che serve solo a dire che il piccolo non manifesta malattie in corso, niente che può rilevare eventuali scompensi nel sistema immunitario.

Nessuno di questi dottori ti detto che per valutare meglio le condizioni del neonato e ridurre eventuali rischi sarebbe utile fare almeno queste analisi:

- tipizzazione HLA I e II
- tipizzazione linfocitaria (Th1 e Th2)
- dosaggio immunoglobuline specifiche Ig A, Ig G, Ig M, Ig E
- dosaggio vitamine A, C, D
- valutazione stress ossidativi


E’ probabile che ci siano altri tipi di analisi più specifiche e più mirate di quelle da me indicate o complementari a queste.

LE SINDROMI DA SQUILIBRIO IMMUNITARIO POST VACCINALE
Autore: Prof. Aldo Ferrara –
Dipartimento di Scienze Biomediche Cattedra di malattie dell’Apparato Respiratorio dell’Università di Siena
http://www.biospazio.it/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=2180

Le interferenze che ogni vaccinazione determina al livello immunitario obbliga ad una condotta sanitaria di analisi clinica anziché d’inclusione ubiquitaria.

Ciò vuol dire che per ogni vaccinazione è d’obbligo la valutazione clinica del soggetto, caso per caso e non la indiscriminata distribuzione longitudinale del prodotto vaccinico, qual’esso sia.

Il sistema immunitario ha due funzioni separate e in equilibrio tra di loro, T1 e T2.
Con T1 è indicata l'immunità cellulare, primaria difesa contro funghi, virus e protozoi; con T2 è indicata l'immunità sierologica (IgE, IgM, IgG), che produce anticorpi specifici.(…)

(…) I vaccini, tutti i vaccini, sono immunosoppressori (per la precisione deprimono T1).
Essi riducono la nostra immunità attraverso molti meccanismi importanti:

1. I vaccini contengono sostanze chimiche (formaldeide) e metalli tossici (mercurio e alluminio) che hanno un forte effetto di depressione immunitaria (T1, ridotto numero di macrofagi).
Il mercurio è il più allergizzante dei metalli insieme al nichel (T2, iperattività IgE, IgM).

2. I vaccini contengono tessuti e materiale DNA/RNA di altri animali, che hanno l'effetto di deprimere il sistema immunitario attraverso un meccanismo di rigetto dell'organismo di cellule estranee.

3. I vaccini alterano il rapporto di linfociti T helper/ linfociti soppressori.
Tale parametro è un indicatore chiave del grado di funzionalità del sistema immunitario.

4. I vaccini alterano l'attività metabolica di polimorfonucleari (NPM), utili nella difesa dell'organismo contro batteri e virus e riducono la loro capacità fagocitante.

5. I vaccini sopprimono la nostra immunità non solo sovraccaricando l'organismo con mercurio ed altro materiale estraneo, ma anche introducendo virus attenuati e patogeni.
Mentre le tossine nei vaccini rallentano il sistema immunitario, i virus si instaurano e mutano predisponendosi ad un nuovo stato infettivo.

6. I vaccini obbligano a superlavoro il nostro sistema linfatico e i linfonodi con grandi molecole di proteine che essendo state iniettate direttamente nel sangue, non sono state adeguatamente ridotte dai processi digestivi.

7. I vaccini impoveriscono il nostro organismo di elementi essenziali per la vitalità immunitaria, quali vitamina C, A e zinco, attivatpori e modulatori di globuli bianchi e ai macrofagi di funzionare in maniera ideale.

8. I vaccini sono neurotossici, rallentano il livello di trasmissione nervosa e di comunicazione al cervello ed altri tessuti.
E’ noto che alcuni linfociti comunicano direttamente con il cervello attraverso una complessa serie di neurotrasmettitori. Alterare questi fattori avrà conseguenze anche sulla immunità.
Di qui una possibile spiegazione all’incremento fino a 50 mila unità di soggetti colpiti da sclerosi multipla.

“Capire … significa trasformare quello che è"
alerivoli
Inviato: 26/8/2015 7:44  Aggiornato: 26/8/2015 7:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@al2012

ho letto tutto il tuo intervento, molto interessante

come in tutte le cose ci sono pareri favorevoli e pareri contrastanti, studi a favore e studi contro.

non essendo medico, tantomeno specializzato, non ho assolutamente la capacità di approfondire lo studio del Prof Ferrara.

L'unica cosa che posso fare è osservare che NEL MONDO la copertura vaccinale è ormai altissima e riguarda MILIARDI di persone (ad esempio vedasi dati sul morbillo dal sito WHO).

In mezzo a questi MILIARDI di persone ci sono moltissimi casi di reazione avversa, tuttavia ciò non inficia il fatto che MILIARDI di persone stanno bene, sono stati bene e staranno bene, e questo è un DATO inconfutabile.

L'unica cosa che mi fa incazzare come una iena è questa, ma me ne farò una ragione:

citazione:

Ammesso che tu sia in buona fede (qualche dubbio c’è)

alerivoli
Inviato: 26/8/2015 8:02  Aggiornato: 26/8/2015 8:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@nipticker

i criteri NON diventano sempre più stringenti nelle varie edizioni, nel senso che se guardi la tabella del tuo link di pag 276 ci sono SI' meno possibilità, ma SOLO UNA è richiesta per dare la diagnosi, RISPETTO a quelle richieste dal DSM III.

dal DSM III al DSM III R c'è stato un crollo dei requisiti richiesti nella seconda e terza riga della tabella, e guarda caso il vero e proprio boom di diagnosi è partito proprio dal DSM III R del 1987, poi approvato in diversi tempi e diverse modalità in tutto il mondo.

la tabella di pag 276 è perfettamente chiara, se vuoi la linko così possiamo vederla insieme

Redazione
Inviato: 26/8/2015 8:43  Aggiornato: 26/8/2015 8:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ragazzi, ALERIVOLI è un buona fede, garantisco io per lui.

PURTROPPO è in buona fede.

alerivoli
Inviato: 26/8/2015 8:58  Aggiornato: 26/8/2015 8:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@redazione

finalmente!!

grazie!!

dopo un'attestazione del genere voglio proprio vedere che romperà ancora le pelota!

Marauder
Inviato: 26/8/2015 9:20  Aggiornato: 26/8/2015 9:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
L'unica cosa che posso fare è osservare che NEL MONDO la copertura vaccinale è ormai altissima e riguarda MILIARDI di persone (ad esempio vedasi dati sul morbillo dal sito WHO).

In mezzo a questi MILIARDI di persone ci sono moltissimi casi di reazione avversa, tuttavia ciò non inficia il fatto che MILIARDI di persone stanno bene, sono stati bene e staranno bene, e questo è un DATO inconfutabile.


Ripercorrendo il thread e in particolare gli interventi di Sertes, il dato di fatto che si ottiene è che le persone stanno bene NONOSTANTE i vaccini, e non grazie ai vaccini.
Gli esempi di aviaria e suina sono sufficientemente recenti e conosciuti per lasciar poco spazio ai dubbi sull'utilità, come minimo, delle ultime produzioni. Segnale che dovrebbe essere usato per dare il la ad uno studio critico personale, basato sui dati disponibili piuttosto che sulle sensazioni personali.
Come l'hai messa giù tu, il DATO inconfutabile suona come la barzelletta:

Che lavoro fai?
Uccido zombie
Ma non ce ne sono!!
Allora ringraziami.

Sottolineo il fatto che anche Sertes ha parlato di utilità del vaccino per il morbillo, di cui anche tu inviti a controllare i dati: e per tutti gli altri?

You'll not see this coming.
peonia
Inviato: 26/8/2015 9:58  Aggiornato: 26/8/2015 9:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ragazzi, ALERIVOLI è un buona fede, garantisco io per lui.


Azz!, pensavo il contrario....allora è solo de coccio?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Nasdro
Inviato: 26/8/2015 10:03  Aggiornato: 26/8/2015 10:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/3/2009
Da:
Inviati: 74
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Avevo notato Alerivoli sotto al thread di Terry Virts e da allora ho trattenuto una battuta sulle persone in buona fede che negano ogni tipo di complotto, sarebbe suonata come una «trollata».

Alla fine, ci ha praticamente pensato qualcun altro.

A parte questo: alla faccia da culo non c'è veramente fine.

webrasta
Inviato: 26/8/2015 11:05  Aggiornato: 26/8/2015 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
http://www.activistpost.com/2015/04/independent-study-finding-no-mmr-autism.html

Independent Study Finding No MMR Autism Link Not So Independent

With the recent mainstream media hype, however, one would be tempted to believe that such an independent study has finally taken place proving that the MMR vaccine is not linked to autism. However, brief research into the allegedly independent “review panel” of the new darling of the month “MMR is not related to autism study” reveals that this is not the case.

For instance, the organization that conducted the study is the Lewin Group, a corporate healthcare consulting firm based in Falls Church, Virginia. The Lewin Group works with a wide range of players in the medical establishment. Most notably major pharmaceutical companies like Pfizer, Johnson & Johnson and Novo Nordisk among others. It should be noted that at least two out of these three corporations are not only vaccine proponents, they are vaccine manufacturers. The Lewin Group also works with a number of major medical and pharmaceutical associations and organizations like the Pharmaceutical Research and Manufacturers of America association.

In addition to working with the federal, state and local governments, the Lewin Group works with a variety of foundations such as the Robert Wood Johnson Foundation and the Heritage Foundation as well as a large number of hospitals, health systems, and healthcare providers. The Lewin Group is especially involved in major medical insurance programs like Blue Cross Blue Shield, Health Now New York, LA Care Health Plan, Kaiser Foundation Health Plan and Wellcare among many others.



http://www.activistpost.com/2015/08/aborted-fetal-cells-in-products-and-vaccines.html

Aborted Fetal Cells in Products and Vaccines
[...]
However, the pharmaceutical and vaccine industries unabashedly admit to using diploid cell lines in the manufacture of vaccines and medications. They include:
Adenovirus 5,7 (Barr Laboratories )
MMR II: Measles + Mumps + Rubella (Merck)
ProQuad: MMR + Chickenpox (Merck)
Varivax: Chickenpox (Merck)
Pentacel: Polio + DTaP + HiB – (Sanofi Pasteur)
Vaqta: Hepatitis-A (Merck)
Havrix: Hepatitis-A (Glaxo SmithKline)
Twinrix: Hepatitis-A and B combo (Glaxo)
Zostavax: Shingles (Merck)
Imovax: Rabies (Sanofi Pasteur)
Acambis 1000: Smallpox (Acambis)
Other medicines: [4]
rhFVIII, rhFVIX: Hemophilia (Octapharma)
G-CSF: White blood cell stimulant (Octapharma)
Pulmozyme: Cystic Fibrosis (Genentech)
Enbrel: Rheumatoid Arthritis (Amgen)
Abciximab/Repro (Eli Lilly)

Nitpicker
Inviato: 26/8/2015 14:29  Aggiornato: 26/8/2015 14:29
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ritengo che il bello di un posto come questo sia quello di poter esprimere i propri pareri anche se fondati su dogmi e credo. Se poi uno li esprime educatamente non vedo perchè debba essere sbeffeggiato.

C'è poi chi come me e come tanti qui che non crede più nei dogmi ed è assalito dai dubbi e vuole verificare, ma il confronto civile con chi ha fede incrollabile in qualcosa deve essere ben accetto e rispettato. In fondo, probabilmente, il dogmatico si fa meno problemi e vive meglio di chi i dubbi se li pone.

Mi rendo anche conto che una discussione sui criteri diagnostici del DSM può risultare veramente noiosa.

Chiudo i miei interventi dicendo che per dover accettare il dogma che l'aumento dei casi di autismo si spiega in termini di cambiamenti di diagnosi nel tempo dovrei fare finta che:

- tutto il mondo accademico sia d'accordo su questo fatto e non esistano epidemiologi che affermano che non è solo così, facendo calcoli statistici precisi sui tempi degli effetti previsti dai cambi dei criteri e le reali impennate di prevalenza

- quegli stinchi di santo dell'OMS non abbiano mai ammesso che l'autismo sia in aumento spiegando anche il perchè in un report di 300 pagine zeppo di dati clinici e sperimentali

- che le ore pro-capite di sostegno per ogni alunno autistico non diminuiscano di anno in anno perchè il numero degli insegnanti dedicati è sempre quello

- che l'ISTAT non abbia certificato l'aumento nelle scuole di tutta Italia

- che non sia vero che all'ente di servizi riabilitativi presso cui presto opera arrivino sempre più bambini autistici (quelli inequivocabilmente autistici, gravemente colpiti nella comunicazione, nella socializzazione, negli interessi e nelle capacità cognitive, alla faccia dei DSM)

Ammesso questo, però, dovrei anche fare finta che:

- non abbia senso che migliaia di ricercatori al mondo buttino via il loro tempo a capire che cosa stia succedendo e imbrattino migliaia di pagine di riviste scientifiche inutilmente

- non esistano solide evidenze scientifiche che alla base dell'insorgenza dell'autismo succedono disastri immunitari non spiegabili con la genetica

- la genetica spieghi la maggior parte dei casi

- gli esperti che in tv parlano solo di cause genetiche poi non pubblichino ricerche sui fattori ambientali

- che le manifestazioni autistiche che emergono nella maggior parte dei casi dopo la somministrazione di un vaccino tri o tetravalente siano solo il frutto di una pura coincidenza temporale

- che la stragrande maggioranza dei genitori di bambini autistici che hanno notato questa correlazione siano dei visionari o dei mentitori

- che i fattori ambientali che predispongono i bambini a questo disastro non siano mai stati individuati e che su di essi non sia stato pubblicato nulla.

Mi dispiace, io non ce la faccio

alerivoli
Inviato: 26/8/2015 19:26  Aggiornato: 26/8/2015 19:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Nitpicker

citazione:

Mi rendo anche conto che una discussione sui criteri diagnostici del DSM può risultare veramente noiosa.

Eh no!

adesso leggiamo insieme quella tabella del tuo link a pag 276, perchè TUTTO il nocciolo della questione sta proprio lì!



nota bene il passaggio tra la colonna del DSM III e il DSM III R

puoi leggere facilmente, penso che TUTTI possano leggere come i "required" sono crollati, da 4 a 1 e da 2 a 1.

Sono sì aumentati gli "examples" però ne basta solo 1 per essere diagnosticato ASD!

E' evidentissimo leggendo quella tabella, ma lo è ancora di più per chi volesse leggersi i diversi DSM nel dettaglio (io l'ho fatto), che chi nell'80 avesse avuto "solo" uno dei 4 examples NON sarebbe stato diagnosticato ASD (erano necessari tutti e 4).

Invece, magicamente, sette anni dopo, LA STESSA PERSONA veniva diagnosticata ASD!!

Adesso le chiacchiere e i commenti stanno a zero!

Chi ha qualcosa da dire DEVE prima leggersi bene e capire sta tabella, POI se ne parla.

Peccato che poi i grafici "dipendano" solamente dal numero di diagnosi e NON dai criteri in vigore a quel tempo!

________________________________________________

Che dire, bisognerebbe chiedere per quale cazzo di motivo la comunità mondiale si "diverta" a cambiare le carte in tavola nei diversi anni, sicuramente avranno le loro ragioni, CIO' NON TOGLIE che i dati riguardo l'autismo in quegli anni sono stati calcolati in quel modo.

Chi rappresenta quei dati in un grafico, ALLA LUCE DELLA TABELLA SOPRA, sa di compiere un grosso errore derivante dalla NON OMOGENEITA' delle diagnosi.

Contento lui..

Suspiria
Inviato: 26/8/2015 20:21  Aggiornato: 26/8/2015 20:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Leggendo l'intervento di Al2012 non può di nuovo non venirmi in mente che anche il contrarre una malattia nel neonato può comportare rischi.
Mi pare che ci sia solo ed esclusivamente la corsa contro i vaccini dimenticandosi delle conseguenze della malattia stessa.

Il sistema immunitario viene attivato comunque nei bambini così come in tutti noi e come ho detto, appena nasci ed entri in contatto con l'ambiente esterno il sistema immunitario viene stimolato e c'è una crescente produzione di anticorpi.
Ora mi chiedo perchè solo i vaccini, dovrebbero sovraccaricare e danneggiare il neonato o il bambino e non questo continuo contatto con batteri, virus, funghi quotidiano

Riguardo al mercurio faccio presente che viene trovato anche nel latte materno e quindi passato dalla madre al bambino.
Salvo che ci siano sensibilità particolari, come è possibile che la pochissima quantità di metalli presenti nei vaccini possa creare un danno devastante rispetto a tutto il mercurio o allumino presi da cibi e altro???

Poi vorrei anche sapere con quale meccanismo farebbero diminuire l'immunità ( ma non dovrebbero fare il contrario? Se così fosse dovremmo essere tutti molto più suscettibili alle malattie ed ammalrci più spesso anche solo con le varie influenze annuali), la vitamina C, zinco ecc...

Aridaje con la storia che vengono sparati direttamente in vena!!!!!!

Nitpicker
Inviato: 26/8/2015 20:46  Aggiornato: 26/8/2015 20:46
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli

Nel DSM III il requirement era "not listed" per tre classi di parametri su cinque....

Comunque un dubbioso come me non azzarda conclusioni personali; ti metto il link allo slide set della presentazione fatta in occasione dell'uscita del DSM-V a Milano da Franco Nardocci (ex presidente della Società Italiana di Neuropsichiatria Infantile e dall'Adolescenza) a cui ho assistito e dove si dice che le variazioni dei criteri non possono spiegare l'aumento della prevalenza e dove si ripercorre la storia dei DSM.

http://www.airim.it/joomla/images/stories/docs/convegno_disabilita_intellettive/Dott%20FRANCO%20NARDOCCI.pdf

Secondo il più importante neuropsichiatra italiano le cose al passaggio da DSM-III a DSM-III R non starebbero così come dici con grande certezza tu.

Ma può sempre sbagliarsi anche lui.

Marauder
Inviato: 26/8/2015 21:17  Aggiornato: 27/8/2015 1:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Il sistema immunitario viene attivato comunque nei bambini così come in tutti noi e come ho detto, appena nasci ed entri in contatto con l'ambiente esterno il sistema immunitario viene stimolato e c'è una crescente produzione di anticorpi.
Ora mi chiedo perchè solo i vaccini, dovrebbero sovraccaricare e danneggiare il neonato o il bambino e non questo continuo contatto con batteri, virus, funghi quotidiano


Credo che, ad esclusione di casi particolari, normalmente un corpo reagisca secondo qualche legge naturale, direi piuttosto equilibrata, che è tarata di specie in specie. Penso che il fatto che il nostro organismo avvii quelle reazioni spontaneamente dopo la nascita sia già indicativo della bontà del sistema fornitoci naturalmente. Probabilmente se attivasse minori difese saremmo già estinti. Sempre probabilmente, anche se non in tutti i casi, un surplus non è detto che sia automaticamente una cosa migliorativa. Ad esempio attivando le difese naturali al bambino non vengono "due o tre lineette di febbre" o altri piccoli e innocui, e comunque passeggeri, disturbi: qualcosa vorrà dire no?

Citazione:
Riguardo al mercurio faccio presente che viene trovato anche nel latte materno e quindi passato dalla madre al bambino.
Salvo che ci siano sensibilità particolari, come è possibile che la pochissima quantità di metalli presenti nei vaccini possa creare un danno devastante rispetto a tutto il mercurio o allumino presi da cibi e altro???

Puoi postare la sorgente di dati su cui ti sei basato per stabilire:
-quantità di mercurio nel latte materno;
-quantità di mercurio e altri metalli pesanti nei vaccini;
-quantità di mercurio o alluminio presi da cibi o altro e con quale periodo di riferimento e quantità media assunta.
E ovviamente, una volta messi in correlazione fra di loro, come li hai interpretati.
Senza quei riferimenti "un po' di latte", "gli altri cibi",ma soprattutto "pochissima quantità di metalli pesanti presenti nei vaccini" sono opinioni, non dati.

Citazione:
Poi vorrei anche sapere con quale meccanismo farebbero diminuire l'immunità ( ma non dovrebbero fare il contrario? Se così fosse dovremmo essere tutti molto più suscettibili alle malattie ed ammalrci più spesso anche solo con le varie influenze annuali), la vitamina C, zinco ecc...

Forse non hai visto i vari interventi di Sertes in questo stesso thread: lì, dovresti trovare una soddisfacente risposta alla tua domanda.

You'll not see this coming.
alerivoli
Inviato: 26/8/2015 21:49  Aggiornato: 26/8/2015 21:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Nitpicker

è veramente triste che mi posti un link che avevo già postato io un centinaio di commenti fa, nel mio intervento del 24/8/2015 delle 22.28, il terzo, e di cui ho anche fatto qualche accenno..

e guarda che nel pdf ci sono scritte LE STESSE cose che ho ripreso dalla tua tabella, e vorrei anche vedere!

solo che nella tabella, affiancate, sono più leggibili e comprensibili

zeppelin
Inviato: 26/8/2015 23:17  Aggiornato: 26/8/2015 23:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
E' evidenza comune che la Medicina non può essere considerata una scienza esatta al pari della fisica o della matematica; la Medicina Scientifica è un corpus composito e disomogeneo in cui convivono discipline ad alto contenuto scientifico e basso contenuto empirico (quali la fisica, la biofisica, la chimica biologica, la fisiologia etc.) insieme a discipline ad alto contenuto empirico e minor contenuto scientifico, (quali ad es. la medicina interna, la chirurgia, la dermatologia o la psicoanalisi).
La Medicina diventa scientifica non per i contenuti, che per definizione sono congetturali e provvisori, soggetti cioè a cambiamenti sempre più rapidi, ma per la metodologia che viene impiegato per passare da teorie più facilmente falsificabili a teorie sempre meno facilmente falsificabili.


Siccome l'ultima frase potrebbe leggersi anche per passare da teorie meno facilmente falsificabili a teorie sempre più facilmente falsificabili. bisognerebbe dimostrare pirma la buona fede della Medicina, ma sempre più prove vanno invece nella direzione opposta, cioè che alcune "entità" si sono dimostrate in palese cattiva fede, mantenendo comunque un'indiscussa autorità nell'ambiente medico.

Appurato questo, è possibile avere un'opinione positiva sui vaccini in genere, ma un'opinione negativa sui vaccini come sono prodotti, promossi e somministrati (vedi per tutti l'esempio aviaria). Non bisogna dimenticare che la medicina è una scienza statistica e alle statistiche si può far dire quasi quel che si vuole, come le "entità" in cattiva fede hanno in più casi dimostrato di fare (vedi le statistiche sulla chemioterapia).

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
snoopy
Inviato: 27/8/2015 5:00  Aggiornato: 27/8/2015 5:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Complottisti che non siete altro

adesso arriva il vaccino globale e vi sistema tutti

c'e' una frase che mi lascia perplesso nell'articolo :

Occorrerà attendere ancora qualche anno per la soluzione finale...


http://www.articolotre.com/2015/08/in-arrivo-il-vaccino-che-curera-ogni-influenza/

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
Nitpicker
Inviato: 27/8/2015 9:29  Aggiornato: 27/8/2015 9:29
So tutto
Iscritto: 5/12/2014
Da:
Inviati: 23
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@alerivoli

I tuoi due ultimi post sono di tono molto diverso dai precedenti... Peccato.

Non devi risentirti con me, non ne vale la pena. Il problema non sta in quello che c'è scritto nella tabella, ma nel fatto che secondo me tu tendi ad interpretare in modo del tutto personale i fatti.

Non vale la pena che te la prendi con me anche solo per il fatto che io non conto niente. Supponiamo che con la tua aggressività e la tua invidiabile ostinazione convinca me e magari un altro paio di utenti di LC del fatto che l'incremento dell'autismo derivi solo dal cambio di modo di fare diagnosi. Cosa cambierebbe?

Se sei veramente certo delle tue ragioni, dovresti convincere tutti gli opinion leaders italiani che da due anni almeno dicono nei congressi che l'autismo è veramente in aumento preoccupante.

Poi dovresti andare dai componenti del board che sta facendo la revisione delle Linee Guida per conto dell'Istituto Superiore della Sanità: ti posso anticipare che nella nuova versione si parlerà di aumento della prevalenza come dato di fatto. Ma essi di manderanno dagli esperti dell'OMS che l'aumento lo hanno già certificato tre anni fa.

Anche se mal volentieri, i restii esperti italiani hanno dovuto allinearsi alla nuova "versione ufficiale" in quanto dato di fatto inconfutabile.

Per fortuna tu non fai il disinformatore di professione come certificato da Webmaster (non ho motivo di dubitarne, naturalmente, ma ho finalmente capito il senso del suo "purtroppo") perchè i debunkers che si occupano di questioni mediche hanno dovuto voltare subito direzione perdendo l'ennesimo pezzettino di faccia.

Il problema che devono affrontare tutti quanti, esperti e disinformatori, è che ora sono tenuti a cominciare a dare spiegazioni dell'aumento. Da quello che si è capito, hanno deciso di giocarsi la carta della genetica: pessima carta, ma avevano solo quella in mano.

E' solo questione di tempo e il tempo è sempre galantuomo; peccato che nel frattempo altri bambini e le loro famiglie saranno rovinati per sempre.

Per quelli in "buona fede", invece, prevedo una sorte più bizzarra. Saranno come quella dozzina di soldati giapponesi della WW II scoperti nella foresta a metà degli anni '70 e che nessuno riusciva a convincere che la guerra si era conclusa e ed era stata persa trent'anni prima.

Sertes
Inviato: 27/8/2015 9:33  Aggiornato: 27/8/2015 9:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
http://www.articolotre.com/2015/08/in-arrivo-il-vaccino-che-curera-ogni-influenza/


Anche qui la menzogna è spudorata, e comincia fin dal titolo: un vaccino non "cura" un beneamato cazzo, un vaccino è una malattia lieve che ti prendi volontariamente, in teoria per formare gli anticorpi che ti aiuteranno a guarire quando ti ammalerai di nuovo. Pure nella versione ufficiale il vaccino non "cura", e nemmeno "immunizza" come si sente altre volte.

Ci fregano con le parole, pure con i concetti più semplici

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 27/8/2015 9:41  Aggiornato: 27/8/2015 9:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Marauder ha scritto:
Sottolineo il fatto che anche Sertes ha parlato di utilità del vaccino per il morbillo, di cui anche tu inviti a controllare i dati: e per tutti gli altri?


Scusa Marauder, probabilmente c'è un refuso: in realtà ho parlato del vaccino per il morbillo come esempio di NON funzionamento dei vaccini, l'unico vaccino che sembra avere qualche reale utilità è quello per il tetano.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 10:07  Aggiornato: 27/8/2015 10:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
In che senso non non si crea immunità??

Sertes
Inviato: 27/8/2015 10:42  Aggiornato: 27/8/2015 10:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Tranquilla Suspiria, corri a fare il vaccino anti-influenzale, così ti immunizzi.
Nel tuo caso dato che ci credi veramente e non cambi idea neanche davanti ai fatti, in tutta probabilità subentra l'effetto placebo, e magari funziona davvero.
La mente ha un potere grandissimo sul fisico.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 10:45  Aggiornato: 27/8/2015 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Qualche dato:

http://farmacia.unich.it/farmacologia/didattica/tossicologia/dia/metalli_pesanti.pdf

http://www.ing.unitn.it/~colombo/metalli_pesanti/intro.html

http://www.simi.iss.it/files/vac_par.pdf

http://www.medicoeleggi.com/argomenti00/italia2005/18361.htm

http://ec.europa.eu/health/documents/community-register/1998/199802053176/anx_3176_it.pdf

Per quanto riguarda il latte materno c'è una certa variabilità della percentuale di mercurio dovuta all'ambiente in cui si vive, agli alimenti assunti, contando anche otturazioni e altro con cui si possa venire a contatto.

Suspiria
Inviato: 27/8/2015 11:31  Aggiornato: 27/8/2015 11:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sertes, almeno se spiegassii perchè il vaccino non immunizza sarebbe meglio credo. Ci possono essere tanti motivi ma occorre dirli, visto soprattutto che stai dicendo qualcosa di contrario alle conoscenze di immunologia.

Marauder
Inviato: 27/8/2015 11:40  Aggiornato: 27/8/2015 11:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Grazie per i link Suspiria, ne ho scorso un paio ma ho bisogno di un momento più tranquillo per poterli leggere bene.
Mi è però saltato all'occhio che i dati su come fissare i limiti di sicurezza generali, che sono leggi e non reali soglie di tolleranza degli individui, siano discordanti tra fonti autorevoli, come FDA e OMS per citare un caso nei tuoi link. Ripeto, devo ancora leggerli approfonditamente, ma per ora non vedo valoridi riferimento unici e condivisi.
Per il latte materno ne dichiari la variabilità, senza definire i limiti di un range, almeno spannometricamente.
Stando così le cose non mi pare di vedere valori minimamente certi su cui iniziare a lavorare mettendoli a confronto, giusto per capire se quelle "piccole quantità" siano davvero relativamente piccole e quindi innocue rispetto ad altre forme di assunzione.
Non voglio mettere ad altri parole in bocca che non hanno mai detto, per cui ti chiedo: come fai a dire che la quantità di mercurio nel latte materno possa rappresentare un pericolo, o essere paragonabile, a quella assunta per vaccino, se non se ne conosce la misura esatta? Possiamo considerare anche il caso estremo della massima quantità di mercurio rilevatanel latte materno, tenendolo nella giusta ottica.
Se credi che le risposte siano in quei link che mi hai fornito allora riprenderemo il discorso appena li avrò letti approfonditamente.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 11:50  Aggiornato: 27/8/2015 11:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Così su due piedi cercando velocemente non ho trovato la percentuale nel latte materno, però è variabile in base al alcuni fattori di esposizione.
Può essere benissimo che il latte materno non superi la dose dei vaccini come anche no. In fondo un vaccino te lo fai poche volte, il latte materno lo prendi tutti i giorni per alcuni mesi e poi il mercurio lo continui ad assimilare dagli altri alimenti.

Che non ci siano reali soglie di tolleranza dei metalli non è del tutto esatto, studi ci sono e poi c'è sempre da mettere in considerazione le variabilità individuali e magari nuovi studi per cui anche in via precauzionale si può abbassare o alzare le soglie min e max.

Marauder
Inviato: 27/8/2015 12:03  Aggiornato: 27/8/2015 12:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sertes: grazie per la segnalazione, spero di non aver letto male io.
A fronte della considerazione la domanda posta decade nella sua forma, riformuleró.

Suspiria:
Citazione:
Così su due piedi cercando velocemente non ho trovato la percentuale nel latte materno, però è variabile in base al alcuni fattori di esposizione

Ok, cerco anch'io di individuare qualche documento attendibile che indichi gli estremi rilevati.

Citazione:
Può essere benissimo che il latte materno non superi la dose dei vaccini come anche no. In fondo un vaccino te lo fai poche volte, il latte materno lo prendi tutti i giorni per alcuni mesi e poi il mercurio lo continui ad assimilare dagli altri alimenti.

Vero, peró la dose del vaccino la assumi tutta in una volta, diciamo che la questione su cui stiamo discernendo la possiamo sintetizzare con: overdose. Per questo ponevo la questione nell'ottica del periodo di tempo di assunzione e valori medi assunti, almeno come inizio

Citazione:
Che non ci siano reali soglie di tolleranza dei metalli non è del tutto esatto, studi ci sono e poi c'è sempre da mettere in considerazione le variabilità individuali e magari nuovi studi per cui anche in via precauzionale si può abbassare o alzare le soglie min e max.

Sí, posso anche convenirne, ma resta il fatto, come noti anche tu, che sono principi generali globali, e infatti suscettibili di ribasso, difficilmente di rialzo: non sará un dato ma é un'indicazione.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 12:08  Aggiornato: 27/8/2015 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
La vedo difficile che facciano fare delle overdose di mercurio a dei bambini!!!

Marauder
Inviato: 27/8/2015 13:01  Aggiornato: 27/8/2015 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Lecitissima opinione personale la tua, ma finché non salta fuori qualche dato abbastanza certo tale resta, come la mia ovviamente.
Considera che overdose varia, come già detto, dalle singole caratteristiche dell'individuo e da quanto e come viene superata la soglia di sopportazione individuale, e quindi variano gli effetti collaterali rilevati; basta la verifica di un qualunque bugiardino per vedere le diverse entità di danno dei sovradosaggi.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 13:33  Aggiornato: 27/8/2015 13:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Oddio, parlare di overdose però mi sembra fuorviante come termine. Se sei particolarmente sensibile o allergico a qualcosa ti basta una quantità di concentrazione talmente minima.

Al2012
Inviato: 27/8/2015 14:19  Aggiornato: 27/8/2015 14:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@ Suspiria

Citazione:
Aridaje con la storia che vengono sparati direttamente in vena!!!!!!


Come tu sicuramente sai le fibre muscolari sono molto vascolarizzate e il farmaco passa nel sangue senza grande difficoltà e viene assorbito dall’organismo senza filtri.

“La via parenterale consente al farmaco di raggiungere direttamente il circolo sanguigno provocando così un'azione farmacologica rapida. Inoltre è indicata per quei farmaci che sono poco assorbiti per via enterale o che comunque vengono degradati dal tratto gastrointestinale (stomaco ed intestino). Le tre principali vie di somministrazione sono:

Endovascolare o Endovenosa (EV): è la via parenterale più comune. In questo modo si ha un rapido effetto (più veloce della via IM o SC) ed un buon controllo dei livelli del farmaco in circolo. Inoltre si evitano tutte le cause responsabili dell'inattivazione del farmaco nel tratto gastrointestinale. E' utilizzata anche per l'iniezione di farmaci che risulterebbero irritanti se somministrati per altre vie in quanto il medicinale viene diluito velocemente nel torrente circolatorio. Deve essere eseguita molto lentamente e sempre da personale medico. La vena più utilizzata per la somministrazione è quella dell'avambraccio.
Intramuscolare (IM): I muscoli sono molto più irrorati di sangue e meno sensibili del tessuto sottocutaneo, quindi il farmaco è più tollerato. I farmaci somministrati con questa via possono essere sotto forma di soluzioni acquose con assorbimento rapido oppure preparazioni speciali non acquose (oleose) con funzione di deposito nel muscolo provocando un rilascio lento del principio attivo nel sangue ed un'azione prolungata nel tempo. I siti maggiormente utilizzati per l'iniezione sono il muscolo deltoide del braccio ed il gluteo.
Sottocutanea (SC): questa via di somministrazione presenta un assorbimento più lento rispetto a quella endovenosa e limita i rischi dovuti all'iniezione IM. E' utilizzata per somministrare piccoli volumi di farmaco. I siti di iniezione consigliati sono: parte superiore esterna del braccio, la zona intorno all'ombelico e la parte anteriore delle cosce.”


Come vedi anche l’intramuscolare coinvolge il sangue anche se in modo meno rapido della endovenosa.

Inoltre:
“ assorbiti per via enterale o che comunque vengono degradati dal tratto gastrointestinale (stomaco ed intestino)”.

Come vedi ingerire una sostanza non equivale all’introduzione della stessa direttamente nella massa muscolare, e successivamente nel sangue, cosa che sai ma che volutamente ignori.

Citazione:
Leggendo l'intervento di Al2012 non può di nuovo non venirmi in mente che anche il contrarre una malattia nel neonato può comportare rischi.
Mi pare che ci sia solo ed esclusivamente la corsa contro i vaccini dimenticandosi delle conseguenze della malattia stessa.


Dimentichi, volutamente, di considerare l’ambiente in cui il bambino è nato e vive, oltre alle condizioni igieniche ed alimentari.
Comunque io non voglio impedire di vaccinare i propri figli, voglio che questa sia una libera scelta, cosa che sta avendo grazie ad una maggior informazione sulle controindicazioni e gli effetti collaterali che la vaccinazione può causare.
Non è un caso che lo Stato nel 1992 ha approvato una legge che certifica di fatto che i vaccini possono causare danni alla salute di chi li riceve. Riporto il comma 2 dell’articolo 7:

“2. I progetti di cui al comma 1 assicurano una corretta informazione sull'uso dei vaccini, sui possibili rischi e complicanze, sui metodi di prevenzione e sono prioritariamente rivolti ai genitori, alle scuole ed alle comunità in genere.”

Secondo me, questa legge è la conseguenza di una corretta informazione che non è stata scaturita dagli organi sanitari preposti, ma da una libera informazione, emersa dal basso, dalla lotta d’alcuni genitori e dai comitati che li hanno aiutati.
Corretta informazione ufficiale superficiale, incompleta, lasciata alla buona volontà di chi opera nell’ambito sanitario https://www.youtube.com/watch?v=pHenB9SfPjU

Prima di allora vaccinare i bambini era un atto dovuto senza alcun rischio per il ricevente, come bere un bicchiere d’acqua.
Con l’emergere della consapevolezza dei rischi legati alla vaccinazione l’atteggiamento dittatoriale delle vaccinazioni obbligatorie si è ammorbidito, alcune regioni sono passate dall’obbligo al consigliato.

Citazione:
Il sistema immunitario viene attivato comunque nei bambini così come in tutti noi e come ho detto, appena nasci ed entri in contatto con l'ambiente esterno il sistema immunitario viene stimolato e c'è una crescente produzione di anticorpi.


Il sistema immunitario di un neonato, ma anche di un bambino di pochi anni non è strutturato come quello di un adulto, per ovvi motivi.

Ps: salutami Clorofilla

“Capire … significa trasformare quello che è"
webrasta
Inviato: 27/8/2015 14:27  Aggiornato: 27/8/2015 14:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Suspiria
"Sertes, almeno se spiegassii perchè il vaccino non immunizza sarebbe meglio credo. Ci possono essere tanti motivi ma occorre dirli, visto soprattutto che stai dicendo qualcosa di contrario alle conoscenze di immunologia."

http://www.assis.it/militari-vittime-dei-vaccini-unaltra-vittoria-al-tar/
ll Tribunale amministrativo di Trieste deposita una nuova pronuncia a favore dei militari che si sono ammalati a causa dei ripetuti e ravvicinati cicli vaccinali ricevuti durante il loro servizio.
[...]
Sarebbero i vaccini numerosi, ripetuti, spesso fatti senza rispettare i protocolli, a indebolire ragazzi sanissimi, a tal punto da aprire la porta a malattie molto gravi, specialmente nel momento in cui vengono esposti a materiali tossici o sostanze inquinanti che possono essere l’uranio impoverito ma anche la diossina, le esalazioni di una discarica o agenti chimici fuoriusciti da una fabbrica.

L’85 per cento dei militari ammalati non è mai stato all’estero. Il problema è che non serve arrivare in Kosovo: la stessa Italia con tutti i suoi veleni rappresenta un pericolo mortale per chi ha un sistema immunitario impazzito a causa dei vaccini. Come accadde a Francesco Rinaldelli, alpino di 26 anni mandato a Porto Marghera e poi morto di tumore. Qualche numero negli anni però è venuto fuori.

“Il protocollo è scientificamente inattaccabile – sostiene il Prof di oncologia Franco Nobile considerato fra i massimi luminari della materia – il problema è che non viene rispettato. [/b]Per praticità e velocità si fanno vaccinazioni a tappeto uguali per tutti, senza controllare se qualcuno l’ha già fatta, se qualcun’altro non è in perfette condizioni di salute o ha ricevuto altre vaccinazioni pochi giorni prima. C’è superficialità, poca cura, non vengono considerate le conseguenze, spesso sono gli infermieri e non i medici a fare i vaccini“.[/b]

“Il professor Antonio Giordano, presidente dello Sbarro Institute di Philadelphia, sul cui livello scientifico e sulla cui imparzialità, nessuno ha dubbi: “C’è un nesso riconosciuto – dice il presidente dello Sbarro Institute – tra vaccini ravvicinati e abbassamento delle difese immunitarie. E in Italia c’è pieno di posti ad alto tasso d’inquinamento altamente pericolosi per chi ha un sistema immunitario compromesso”. A una domanda precisa (“Se venisse da lei un militare italiano che gli chiedesse un consiglio sul fatto di doversi sottoporre a una decina di vaccinazioni in un mese, cosa gli risponderebbe?”), Giordano ci ha detto. “Gli spiegherei che tanto vale suicidarsi“.

Marauder
Inviato: 27/8/2015 14:53  Aggiornato: 27/8/2015 14:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Oddio, parlare di overdose però mi sembra fuorviante come termine. Se sei particolarmente sensibile o allergico a qualcosa ti basta una quantità di concentrazione talmente minima.

va bene, capisco che la parola, generalmente, richiami alla mente casi limite e che quindi possa risultare fuorviante.
stavamo comunque parlando di dosaggi di mercurio assunti, via allattamento o via vaccino in particolare, e come overdose ho inteso il quantitativo superiore alla soglia di sopportazione individuale che, in dipendenza di quanto viene superata e in funzione del soggetto in considerazione, può non avere alcuna controindicazione, piuttosto che lievi e passeggeri disturbi, piuttosto che qualche piccolo disagio fino a casi estremi come l'autismo e, non credo di esagerare, il decesso, ma se vuoi possiamo metterlo da parte per ora (non ho il tempo per cercare i dati al momento ma sono certo che un'assunzione eccessiva la causi).
Questa può essere una comune base per la discussione ?

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 14:59  Aggiornato: 27/8/2015 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Che il sistema immunitario di un neonato e di un bambino non sia esattamente uguale a quello di un adulto si sa. Ma entra in contatto con tutto quello che lo circonda appena nasce per cui già dalla vagina di mamma entra in contatto coi suoi bravi lattobacilli e meno bravi funghetti di candida e altro.
Poi c'è quello che sta nell'aria è anche li vai di virus, batteri, spore...
Mettiamoci anche il contatto con tante nuove sostanze nei tessuti, biberon, ciucci, pannolini, saponi, cremine per rossori, alimenti dal latte alle prime pappe.

Quale neonato o bambino poi non si è mai ammalato?
Come possono solo dei vaccini sovraccaricare il sistema immnunitario???

Non ignoro nulla, solo che fa la sua differenza iniettare qualcosa direttamente in vena invece che da un'altra parte. Credo che i vaccini non vadano mai iniettati direttamente nel sangue, ma potrei sbagliarmi Poi li si parla di farmaci. In un vaccino ci sono organismi morti o attenuati o parti di questi per attivare una risposta immunitaria.

Marauder
Inviato: 27/8/2015 15:55  Aggiornato: 27/8/2015 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
mi sa che non ci stiamo capendo.
Nessuno sostiene che il mondo sia sterile e che i vaccini siano l'unico vettore esistente di mercurio, infatti stiamo anche considerando quello che viene assunto via latte materno, giusto?
la questione è: quanto mercurio si cuccia il bebè a pranzo, e quanto se ne becca con una vaccinazione?
quei due valori sono di ordini di grandezza paragonabili? (magari escludendo casi di ittodipendenza materna da 4 branzini al giorno)
quante poppare deve dare mediamente l'Infante per assorbire la stessa quantità di mercurio che gli viene somministrata in una singola operazione di vaccinazione?

Ti ricordo che stiamo cercando di fare questo punto per tentare di chiarire la tua affermazione sulle quantità e il rapporto tra assunzione per allattamento contrapposta a quella per vaccinazione che hai fatto nel tuo primo (mi pare) post in questo thread e capire se sia un'affermazione giusta, indicativa o sbagliata.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 27/8/2015 16:10  Aggiornato: 27/8/2015 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Che il mercurio venga trasmesso anche dal latte materno è già stato visto e tra l'altro anche nel cordone ombelicale sono state trovate quantità variabili di mercurio, il che indica che anche durante la vita fetale te ne arriva una certa quantità.

Marauder
Inviato: 27/8/2015 17:20  Aggiornato: 27/8/2015 17:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
tutto vero, dipende per la maggior parte dall'alimentazione della madre.
se una in gravidanza mangia sushi a colazione pranzo e cena suo figlio quasi sicuramente avrà dei problemi derivanti dal mercurio che riceve contenuti nel cibo della puerpera demente. Va bene, sono d'accordo con te. Consideriamo allora questo caso limite, che mi sembra l'unico tu voglia discutere.
Quanto mercurio arriva al bambino in questo caso?
in quante "somministrazioni"?
Quanti sono i pasti che la madre deve fare per eguagliare il quantitativo di mercurio che viene somministrato al bambino in una unica soluzione vaccinale?
Ho perso il conto delle volte che sto ripetendo la stessa domanda, ma penso di averla esposta a sufficienza perché sia comprensibile a tutti. Guarda che se non vuoi rispondere basta dirlo, non c'é mica alcun obbligo, però smettila di menare il can per l'aia, grazie. Vorrà dire che la tua affermazione iniziale era infondata, mica succede niente eh.

You'll not see this coming.
alerivoli
Inviato: 27/8/2015 20:33  Aggiornato: 27/8/2015 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Nitpicker

le tue citazioni sono in verde

Non devi risentirti con me / Non vale la pena che te la prendi con me / Supponiamo che con la tua aggressività e la tua invidiabile ostinazione..

ma dove hai letto queste cose scusa?

ma nel fatto che secondo me tu tendi ad interpretare in modo del tutto personale i fatti.

vorrà dire che ti stai sbagliando, infatti non faccio altro che leggere semplicemente le differenze tra i vari criteri di diagnosi

dovresti convincere tutti gli opinion leaders italiani che da due anni almeno dicono nei congressi che l'autismo è veramente in aumento preoccupante.

Un momento, stavamo parlando delle differenze dei criteri di diagnosi (dei DSM) di 30-35 anni fa, oppure stavamo commentando gli ultimi dati degli ultimi due anni?

Io ho già scritto tre/quattro volte qui sopra che sicuramente l'autismo è in aumento, lo so benissimo e l'ho già detto, non so cosa altro fare per farlo capire, quello che contesto è l'interpretazione del primo grafico, quello del CDC

E tutta la comunità scentifica è assai preoccupata di questa crescita (che non è quella DRAMMATICA di quel grafico), e sta facendo studi per analizzare le cause a 360°.

Se posso ri-prendere la citazione del CDC che è un organismo sicuramente riconosciuto DA TUTTI all'avanguardia nello studio del problema, dice questo, l'ho già postata ma la rimetto:

Many studies have looked at whether there is a relationship between vaccines and autism spectrum disorder (ASD). To date, the studies continue to show that vaccines are not associated with ASD.

e ripeto il "not" in grassetto non è mio.

questi sono fatti, purtroppo, nonostante il tuo continuo insistere non sono nè miei pareri nè miei punti di vista.

se non si vogliono vedere il problema è un altro

Marauder
Inviato: 27/8/2015 20:52  Aggiornato: 27/8/2015 20:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Many studies have looked at whether there is a relationship between vaccines and autism spectrum disorder (ASD). To date, the studies continue to show that vaccines are not associated with ASD.

Domanda: esistono anche studi, indipendenti e magari peer reviewed, che dimostrano invece la relazione tra vaccini e ASD?

You'll not see this coming.
alerivoli
Inviato: 27/8/2015 21:07  Aggiornato: 27/8/2015 21:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@marauder

non so rispondere alla tua domanda, tuttavia mi baso su due citazioni "forti" che ho letto in questo thread, queste:

perchè il CDC è l'ente più accreditato al mondo per fornire questo tipo di dati, e affermare che hanno cambiato la classificazione per falsare i dati sarebbe una cosa altrettanto grave quanto riconoscere l'effettivo aumento del 30%.

Vai... spiegaci questi dati, tu che sei così autorevole: insegna a quei poveri sfigati del CDC come si lavora.


se il CDC è così autorevole e qualificato non vedo perchè non dovrei fare affidamento su quello che è riportato sul loro sito, con il "not" in grassetto

Marauder
Inviato: 27/8/2015 21:10  Aggiornato: 27/8/2015 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
capisco.
OK, grazie

You'll not see this coming.
Ghilgamesh
Inviato: 27/8/2015 21:58  Aggiornato: 27/8/2015 21:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:

Autore: Marauder Inviato: 27/8/2015 15:55:51

la questione è: quanto mercurio si cuccia il bebè a pranzo


Non credo nessuno risponderà mai alla tua domanda, vedi intanto i criminali della "comunità scientifica" non possono fare studi sui rapporti tra vaccini e autismo (tutti i debunker all'amatriciana ti possono citare wakefield come cialtrone che ha falsificato i dati... ma ovviamente NESSUNO si è preso la briga di fare una ricerca seria, chiediti come mai?!)

Sul mercurio a pranzo, è più o meno lo stesso, intanto dovrebbero spiegare perchè nei pesci ci sia così tanto mercurio ... e metti caso trovassero una relazione fra mercurio e autismo, poi come je la spieghi, ai suddetti debunker all'amatriciana, che i vaccini non c'entravano nulla?

Marauder
Inviato: 27/8/2015 22:13  Aggiornato: 27/8/2015 22:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
alerivoli: qua dovresti trovare qualcosa su pubblicazioni del settore; non tutti i link funzionano purtroppo.

http://www.activistpost.com/2013/09/22-medical-studies-that-show-vaccines.html

Gilgamesh: lo sospettavo

You'll not see this coming.
Decalagon
Inviato: 28/8/2015 0:17  Aggiornato: 28/8/2015 0:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Si parla tanto di studi che 'dimostrano' la sicurezza dei vaccini e la loro efficacia nel prevenire le malattie, ma nessuno però parla mai da chi sono finanziati questi studi.

Sul mercurio nel latte mi vien proprio da ridere. Allora con questi ragionamenti del cazzo possiamo comodamente riaprire l'Ilva di Taranto e mandare gli operai a respirarsi arsenico perché tanto c'è anche nell'acqua e nella terra, quindi è naturale.
Buono.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Marauder
Inviato: 28/8/2015 1:14  Aggiornato: 28/8/2015 1:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Decalagon, concordo con te, ma se l'obiezione fatta é sui quantitativi di mercurio nel latte materno paragonati a quelli dei vaccini, seguita da martelletto, trovo interessante cercare di capire come abbia fatto l'interlocutore a trovare così divertente l'opinione altrui, probabilmente errata da come la si trova esilarante, il tutto confortato da dati. Che però fino ad ora non sono stati condivisi. Ma non c'è fretta.
L'unica cosa strana però, è che i link che dovrebbero contenere quei dati sono stati dati, li ho letti meglio, ma non ho trovato le indicazioni che consentono di fare l'esilarante paragone.Che però è già stato fatto.
Quindi l'unica cosa che è stata confermata è la nocività del mercurio, ma se te ne fai una pera vaccinale allora fa ridere perché secondo lui è inferiore alla poppata. Mah.

You'll not see this coming.
alerivoli
Inviato: 28/8/2015 7:16  Aggiornato: 28/8/2015 7:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Marauder

sinceramente non capisco perchè tu alle 20.52 abbia fatto questa domanda:

Domanda: esistono anche studi, indipendenti e magari peer reviewed, che dimostrano invece la relazione tra vaccini e ASD?

per poi un'ora dopo presentare il link di activistpost.. avresti potuto metterlo anche subito

Comunque, abbiamo CDC che pone un NO granitico sulla questione, mentre invece ci sono tanti studi che "show possible connections to vaccines and autism"

E' evidente che UNA delle due è palesemente sbagliata.

Per quello che mi riguarda rimango dalla parte del CDC, evidentemente han fatto colpo su di me le dichiarazioni riguardo la professionalità di questo ente che ti ho postato pochi post fa

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 8:57  Aggiornato: 28/8/2015 8:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Boh...scusate ma non è che sia un crimine dire che (purtroppo) il mercurio te lo metti dentro da varie fonti ed in vari modi.
Quindi non capisco perchè poi venga sempre sottolineato il problema del mercurio dei vaccini e non il problema mercurio in generale, dalla presenza nel cordone ombelicale fino a quello che mangi, tocchi e respiri.

Ci sono differenze fra etilmercurio e metilmercurio come smaltimento ed accumulo nell'organismo ed il primo, contenuto nei vaccini, è di più rapida espulsione e minor concentrazione a livello cerebrale del secondo.
Ma poi scusate, proprio in uno dei link messi prima c'era un esempio di dosi di assunzione da parte dei bambini di mercurio.
http://www.simi.iss.it/files/vac_par.pdf

E' chiaro che tutto può variare da caso a caso però alla fine se si sottrae quello che ti viene dai vaccini il resto del mercurio te lo becchi in altro modo.

Ghilgamesh
Inviato: 28/8/2015 9:58  Aggiornato: 28/8/2015 9:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Autore: Suspiria Inviato: 28/8/2015 8:57:08

Quindi non capisco perchè poi venga sempre sottolineato il problema del mercurio dei vaccini e non il problema mercurio in generale, dalla presenza nel cordone ombelicale fino a quello che mangi, tocchi e respiri.


Non lo capisci perchè sei in malafede!

Dato che te lo hanno già spiegato e non mi sembri stupida ...

Il problema è la quantità e la giovane età ... un bimbo entro i 3 mesi, difficilmente raggiungerà i 0,9 micro grammi che il tuo link stabilisce essere la dose MASSIMA giornaliera.
(poi se te a tu fijio de 3 mesi je dai fette di pesce spada non lo so, ma in genere la gente normale no!)

Se invece dei 0,9 al giorno gli spari 50 in un attimo col vaccino, nel computo annuale di assunzione magari rimane in media, ma è ovvio che è una quantità folle.

Proverò a spiegartelo come se fossi stupida e non in malafede:
Nell'acqua dei castelli romani, c'è l'arsenico, è oltre i limiti di legge, quindi sarebbe bene non berla, ma non hai mai sentito di qualcuno avvelenato mentre beveva a canna!
(giusto?)

Ecco, dai una fialetta di arsenico a qualcuno e poi vedi che succede!

Magari l'assunzione annuale sarà anche a norma di legge o sopportabile, MA se la prende tutta in una volta, miracolo, uno ci rimane secco!

Marauder
Inviato: 28/8/2015 10:10  Aggiornato: 28/8/2015 10:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
sinceramente non capisco perchè tu alle 20.52 abbia fatto questa domanda:

perché la frase che hai postato dal CDC é una frase che dice una cosa vera, ma, per esperienza, sospettavo fosse incompleta. Volevo sapere se tu fossi a conoscenza dell'esistenza di studi con una reputazione di pari livello che dicessero il contrario. Hai risposto che non sapevi rispondere, allora mi sono cercato la risposta da solo, condividendone il risultato.
Una volta stabilito che esistono, l'affermazione del CDC, del cui fine possiamo parlare, diventa meno granitica, meno basata sui fatti, visto che non li considera tutti, e declassa quella frase da informazione a propaganda: molto meno affidabile per farsi un'idea sulla situazione, almeno secondo me.

You'll not see this coming.
alerivoli
Inviato: 28/8/2015 10:18  Aggiornato: 28/8/2015 10:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@Marauder

domanda veramente sincera, se mi vuoi credere..

Da che base tu ritieni che i 22 studi che hai linkato abbiano la stessa reputazione di pari livello di quelli di cui parla il CDC?

Poi vorrei capire una cosa.

Come mai il CDC quando fa certe affermazioni DEVE essere preso come oro colato, mentre per altre affermazioni si vanno a cercare altri fini meno nobili?

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 10:25  Aggiornato: 28/8/2015 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Perchè dovrei essere in malafede???
E quando qualcun'altro posta qualcosa di errato è nel giusto, in malafede o solo ignorante??

Certo che ci penso alla quantità (il tiomersale contenuto è max 50 mcg ma il mercurio del tiomersale è inferiore di quantità) ma penso anche al carattere occasionale di tale dose, alle differenze fra tipi di molecole con mercurio ed al fatto che siamo sempre esposti a prenderci dosi di mercurio di varia entità quasi costantemente. Ed è quel costantemente che fa la differenza nell'accumulo di mercurio nell'organismo.
La mia non è superficialità nè altro, ma solo prendere in considerazione il problema in maniera più globale senza scaricare tutto sull'"untore di turno", nel caso i vaccini.
Con questo ben venga che per precauzione tolgano i conservanti con mercurio.

Marauder
Inviato: 28/8/2015 10:31  Aggiornato: 28/8/2015 10:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Quindi non capisco perchè poi venga sempre sottolineato il problema del mercurio dei vaccini e non il problema mercurio in generale, dalla presenza nel cordone ombelicale fino a quello che mangi, tocchi e respiri.

La risposta di Gilgamesh è esaustiva. Ora rimane da capire se ti è chiara e ne convieni anche tu o se pensi che sia sbagliata e perché.
Il fatto del mercurio assunto durante la vita, ribadisco, non è sta meoesso in dubbio da nessuno. L'affermazione che la dose assunta via vaccino sia una quantità (fissa) minima e irrisoria rispetto a quella assunta dal latte materno (variabile e non quantificata) é stata fatta da te, con tono perculatorio, come stessi dimostrando l'ovvio. Dimostrazione che, una volta grattata l'ironia iniziale, non c'è.
Un saluto.

You'll not see this coming.
Ghilgamesh
Inviato: 28/8/2015 10:54  Aggiornato: 28/8/2015 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Autore: Suspiria Inviato: 28/8/2015 10:25:10

Perchè dovrei essere in malafede???


Puoi anche essere stupida ... e forse stai cercando di dimostrarlo facendo affermazioni tipo:
Citazione:
Certo che ci penso alla quantità (il tiomersale contenuto è max 50 mcg ma il mercurio del tiomersale è inferiore di quantità) ma penso anche al carattere occasionale di tale dose


Se io ti ho appena scritto Citazione:
Ecco, dai una fialetta di arsenico a qualcuno e poi vedi che succede!


Secondo te che succede? Anche quella è occasionale, je dai solo una fialetta una volta ... ma ce more!

Quindi o sei stupida o in malafede o non hai la memoria breve ... scegli quella che ti pare ... io la pazienza l'ho esaurita co pispax, non ho intenzione di perdere tempo anche con te!

p.s. Se il tuo è un problema con la memoria a breve termine, ti ricordo che la dose limite giornaliera pe run bambino piccolo, dal TUO link, si evince essere 0,09 micro grammi, con il vaccino, ne può assumere 32,5 microgrammi in un minuto, trova le differenze!

p.p.s. Per gli altri, curiosamente, nei vaccini mettono ETILmercurio, MA l'etilmercurio non l'hanno studiato e non ha un limite giornaliero, quello l'hanno calcolato solo per il METILmercurio.
Oste, è bono r vino? Non so, non l'ho assaggiato, ma direi di si!

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 11:01  Aggiornato: 28/8/2015 11:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma se la quantità di mercurio totale nell'organismo non è messa in dubbio, perchè dare la colpa di tutto ai soli vaccini?

Io non ho mai scritto che la quantità di mercurio nel vaccino sia irrisoria rispetto al latte materno. Ho solo fatto notare che anche dal latte se ne assume un tot che è variabile, così come mercurio è trovato nel cordone ombelicale (e già il feto viene esposto al mercurio in dose sempre variabile).

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 11:16  Aggiornato: 28/8/2015 11:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ghilgamesh, è inutile che tiri fuori la fialetta di arsenico perchè in una fialetta ci stanno molto più che pochi mcg di arsenico. Magari qualche milllilitro o milligrammo???
Sarebbe poi come bere il contenuto del termometro.

I microgrammi del vaccino sono definiti per dose, altri parametri sono definiti mettendoci la quantità per kg della persona (quindi occorre moltiplicare. 0,09 per kg del bambino o della donna gravida) e al giorno o settimana.

Nel computo infatti è stato messo quello che prendi col vaccino e quello soprattutto con gli alimenti per arrivare ad una stima che non dovrebbe superare dosi annuali che possano creare problemi.

Non ti preoccupare, la memoria ne ho ancora abbastanza mentre mi pare che qui si voglia sempre e solo screditare l'interlocutore che cerca di porre la questione in temini diversi o più ampi.

Ghilgamesh
Inviato: 28/8/2015 11:24  Aggiornato: 28/8/2015 11:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Si, ma continui a non rispondere, stupida o in malafede?

Se dai una boccetta di arsenico a uno, cosa succede ce lo dici o no?

Che per miracolo, se ti fossi degnata di rispondere, avresti la risposta anche al tuo amletico dubbio!

Faccio io, che se aspettamo te ...

L'arsenico in piccole dosi non è letali, in dosi elevate si!

Il mercurio che un bimbo (allevato da un malato di mente che je da il tonno prima dei 3 mesi!) può assumere giornalmente non è letale, quello di un vaccino si.


Poi se la madre durante la gestazione mangia solo pesce spada e tonni, allora si, il figlio potrebbe anche avere problemi dovuti al mercurio, ma direi che sono casi marginali rispetto all'assumere (per legge!) 325 volte la dose giornaliera consigliata!

E sono tutti dati presi dal TUO pdf!

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 11:49  Aggiornato: 28/8/2015 11:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Come non ho risposto???
Tu vuoi paragonare una fialetta di arsenico alla dose di mercurio di un vaccino???

Se il mercurio nei vaccini fosse letale saremmo tutti mezzi morti o moribondi, no? Usare la parola letale fa solo scena ed i limiti consigliati di assunzione giornaliera non riguardano la cosiddetta dose letale. Quindi non è che se ti assumi 0,10 mcg/kg di peso corporeo invece di 0,09 mcg/kg al giorno muori.
Ed il fatto di consigliare certi valori è anche in virtù del fatto che di mercurio è possibile assorbirne tutti i giorni dagli alimenti o per altre vie.
La dose letale di mercurio non è di microgrammi.

Marauder
Inviato: 28/8/2015 11:54  Aggiornato: 28/8/2015 11:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria, la tua domanda inziale:
Citazione:

Ora mi chiedo perchè solo i vaccini, dovrebbero sovraccaricare e danneggiare il neonato o il bambino e non questo continuo contatto con batteri, virus, funghi quotidiano

Riguardo al mercurio faccio presente che viene trovato anche nel latte materno e quindi passato dalla madre al bambino.
Salvo che ci siano sensibilità particolari, come è possibile che la pochissima quantità di metalli presenti nei vaccini possa creare un danno devastante rispetto a tutto il mercurio o allumino presi da cibi e altro???

È vero, non hai usato il termine irrisorio rispetto al latte materno. Mea culpa. Ma non hai nemmeno chiarito la quantità di mercurio nel latte materno, ne nell'organismo della madre (nei link che hai messo per esempio si parla di % pari a 60 nei cordoni ombelicali, ma 60% di quanto? non si sa).
E nemmeno quanto tempo un adulto impiega ad assumere una quantità di mercurio tale per cui la parte che trasmette al bambino sia comparabile con la quantità assunta in una sola vaccinazione in cui l'esposizione a enormi quantitativi è istantanea.

You'll not see this coming.
Ghilgamesh
Inviato: 28/8/2015 12:56  Aggiornato: 28/8/2015 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Si, sei stupida o stai facendo la stupida.

Era un esempio, se non capisci manco questo, prenditi i vaccini e non rompere!

In base ai link forniti da TE, il contenuto di mercurio nei vaccini per i BAMBINI, è 325 volte superiore alla dose giornaliera massima!

Ora, vediti la dose giornaliera massima di arsenico per un adulto del tuo peso e assumine in una volta, 325 volte quella dose!

Così magari la finisci di venire qui a scrivere cazzate!

Grazie ...

Regom
Inviato: 28/8/2015 13:04  Aggiornato: 28/8/2015 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Suspiria
Inviato: 28/8/2015 13:47  Aggiornato: 28/8/2015 13:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mi sa che sei tu che vuoi ignorare tutto il resto per strombazzare le solite tiritere.

Il fatto che sia stabilita una certa dose non significa che se la superi in una volta muori o rincretinisci in un solo colpo, altrimenti tutti i bambini dovrebbero manifestare sintomi tossici o morte dopo un vaccino, cosa che non avviene. E stiamo sempre parlando di microgrammi.

E consideriamo che più spesso certe stime sono fatte per il discorso dell'assunzione a lungo termine e per gli alimenti (che li mangiamo tutti i giorni) relative al metilmercurio, meno facile da espellere e più accumulabile.
E' chiaro che non potendo sapere quanto mercurio viene ingerito dai vari alimenti, considerando che li mangiamo tutti i giorni, si fa una stima di quella che potrebbe essere l'assunzione da non superare relativamente ad un certo arco di tempo (tot al giorno per un anno ad es.) e per categoria di persone.
Quello che preoccupa di più e che causa più accumulo è la quantità sul lungo periodo.

Il limite di sicurezza giornaliero, dove possono comparire i primi effetti nocivi, è più alto dei microgrammi di mercurio del vaccino o dei valori consigliati di assunzione giornaliera.

Marauder
Inviato: 28/8/2015 13:53  Aggiornato: 28/8/2015 13:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Ed il fatto di consigliare certi valori è anche in virtù del fatto che di mercurio è possibile assorbirne tutti i giorni dagli alimenti o per altre vie.


Ohhhh! vedi che alla fine ci sei arrivata anche tu?
E ora, il passo successivo:
1) se non é letale, lo rende automaticamente innocuo?
2) Tra innocuo e letale, secondo te, ci sono altre cose?

Esempio.
Se devo bere a sorsi mezzo litro d'acqua, il mio corpo non avrá grosse difficoltá ad assimilarla, probabilmente nessuna.
Se mi pompi nel corpo 40 litri d'acqua in 1 minuto, credo che scoppierei.
Nota: l'acqua é buona e di fonte.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 28/8/2015 14:30  Aggiornato: 28/8/2015 14:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Il non essere innocuo è sempre relativo e sì, ci sono vie di mezzo fra innocuo e letale (mi sembra la scoperta dell'acqua calda però).
Reazioni allergiche ad es. sono state riscontrate in un basso n. di soggetti. Potrebbe bastarne anche meno di quella quantità se sei sensibile e avere poi la reazione allergica.

In ogni medicinale in fondo ci sono riportate le indicazioni di alcuni sintomi che possono insorgere con l'assunzione.

menkaure
Inviato: 28/8/2015 14:34  Aggiornato: 28/8/2015 14:34
So tutto
Iscritto: 25/10/2013
Da:
Inviati: 18
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
i vaccini obbligatori per legge....
stessa identica cosa di quanto è accaduto qui georgia

Marauder
Inviato: 28/8/2015 19:42  Aggiornato: 28/8/2015 19:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
In ogni medicinale in fondo ci sono riportate le indicazioni di alcuni sintomi che possono insorgere con l'assunzione.

Non rubarmi le citazioni dei bugiardini, tsk!
Frase giusta ma incompleta: permetti?
Citazione:
In ogni medicinale in fondo ci sono riportate le indicazioni di alcuni sintomi che possono insorgere con l'assunzione, anche regolare e seguendo la posologia e in particolare ci sono le indicazioni sulle conseguenze da sovradosaggio.

Mi sembra piú completa cosí, non trovi?

You'll not see this coming.
Al2012
Inviato: 29/8/2015 1:39  Aggiornato: 29/8/2015 1:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
@ Suspiria

Citazione:
Che il sistema immunitario di un neonato e di un bambino non sia esattamente uguale a quello di un adulto si sa.


Gli anticorpi che possiede il neonato alla nascita sono quelli materni, che aumentano con il colostro, il primo latte materno. Il colostro è molto importante perché, grazie agli anticorpi materni in esso contenuto, il neonato può contrastare i primi patogeni mentre inizia a costruire un proprio sistema immunitario.

Il sistema immunitario si può dividere in due tipi: Naturale (o innato) e Acquisito:

“La naturale è composta da meccanismi di difesa preesistenti all'esposizione agli agenti microbici o alle macromolecole estranee, la cui attività peraltro non viene potenziata da tale esposizione. Altra caratteristica è che non è in grado di discriminare, se non in modo grossolano, tra le diverse sostanze estranee.

Le strutture che costituiscono l'immunità naturale sono:
le barriere fisiche, i fagociti, gli eosinofili, le cellule Natural Killer ed infine molecole sia circolanti (il complemento) che solubili (le citochine).

L’immunità acquisita è caratterizzata da: specificità, diversità, memoria e autoregolazione; il che permette alle strutture che la compongono di potenziarsi col susseguirsi delle esposizioni al non-self e quindi di “acquisire” una maggiore capacità difensiva”
.

Citazione:
Ma entra in contatto con tutto quello che lo circonda appena nasce per cui già dalla vagina di mamma entra in contatto coi suoi bravi lattobacilli e meno bravi funghetti di candida e altro.
Poi c'è quello che sta nell'aria è anche li vai di virus, batteri, spore...
Mettiamoci anche il contatto con tante nuove sostanze nei tessuti, biberon, ciucci, pannolini, saponi, cremine per rossori, alimenti dal latte alle prime pappe.

Quale neonato o bambino poi non si è mai ammalato?


Per prima cosa i patogeni devono comunque superare le barriere fisiche dell’organismo.
In pratica questo fa parte di un naturale corso d’apprendimento per l’immunità acquisita che entra in contatto con l’ambiente esterno (n.b. ambiente ed alimentazione che segue uno standard occidentale, buon livello d’igiene, d’alimentazione, nessuna epidemia seria in corso, madre non portatrice di epatite B).

Citazione:
Come possono solo dei vaccini sovraccaricare il sistema immnunitario???


Davvero non lo capisci!!!

Sei così disinformata???

In un neonato di tre mesi con il vaccino esavalente vengono iniettati con un’iniezione intramuscolare, quindi assorbita dal sangue in poco tempo, sei patogeni attenuati (antipolio tipo Salk, antitetanica, antidifterica, antipertosse, antihaemophilus influenzae, antiepatite B), più una serie di conservanti, eccipienti vari e chi sa cos’altro visto che sono state trovate anche nanoparticelle di vario genere

“Il vaccino MMR II è contaminato con DNA umano proveniente dalla membrana cellulare.”

Citazione:
Non ignoro nulla, solo che fa la sua differenza iniettare qualcosa direttamente in vena invece che da un'altra parte


Sai spigarmi questa differenza?
Visto che anche nell’intramuscolare la sostanza entra nel sangue?

Citazione:
Credo che i vaccini non vadano mai iniettati direttamente nel sangue, ma potrei sbagliarmi
Poi li si parla di farmaci. In un vaccino ci sono organismi morti o attenuati o parti di questi per attivare una risposta immunitaria.


Ecco il mantra del disinformatore

Guarda il video
https://www.youtube.com/watch?v=UTiqETGNikg

Come si prepara un vaccino?

“Il vaccino è un preparato di laboratorio, contenente materiale costituito da proteine di lipidi, complesse, a DNA, eterologhe, cioè estranee, provenienti da microrganismi o parti di essi (organi e/o tessuti).
Ci vogliono circa 6 mesi per poter preparare un vaccino da testare...

Come inizia la preparazione di un Vaccino:
Si deve acquistare il "germe" della malattia, un batterio eterologo, cioe' estraneo all'organismo = tossico od un virus eterologo=tossico (NdR: per vostra informazione, NON e' possibile avere virus "vivi", in quanto essi NON sono esseri viventi, ma proteine di lipidi, contenete porzione di DNA) che deve essere attenuato od indebolito per uso umano e/o animale; con una serie di passaggi, passando i virus attraverso colture di tessuti animali parecchie volte (che sono sempre infette) per ridurre la relativa potenzialità patogena; es.il vaccino trivalente al morbillo, parotite e rosolia (MMR) viene preparato nell'embrione di pulcino; il virus della poliomielite per mezzo di colture costituite da tessuti e cellule prelevati dai reni della scimmia verde africana; il virus della rosolia per mezzo delle cellule diploidi umane, ovvero tessuti sezionati di feti abortiti.”


Chissà se ora hai capito il perché i vaccini sovraccaricano l’immaturo sistema immunitario di un neonato (ma anche di una persona adulta)???

Contenuto dei vaccini
https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_degli_ingredienti_dei_vaccini

°°°

In merito al vaccino MMR II (vaccino contro morbillo, rosolia e parotite) segnalo il link dell’articolo http://www.emergenzautismo.org/content/view/859/48/
Da cui estraggo alcuni paragrafi: ( l’articolo non è lungo )

“ABSTRACT

L'autismo può risultare da più di una causa, con differenti manifestazioni in differenti soggetti che mostrano sintomi comuni. Le cause documentate di autismo comprendono mutazioni genetiche e/o delezioni, infezioni virali e encefaliti in seguito a vaccinazioni.

L'AUMENTO DELLA DIFFUSIONE DELL'ASD E' UNA REALTA'

In generale, l'incremento della diffusione dell'autismo non deve considerarsi il risultato della avvenuta riclassificazione.
Sebbene le diagnosi di autismo siano aumentate, non c'è infatti alcuna diminuzione corrispondente in altre categorie diagnostiche, (…)

(…)La nuova versione del vaccino contro morbillo, rosolia e parotite (MMR II) che non contiene Thimerosal venne introdotta nel 1979.
Dal 1983, venne utilizzata solo questa nuova versione.
L'autismo negli Stati Uniti ebbe un drammatico picco tra il 1983 e il1990 passando da 4–5 casi ogni 10.000 nati a 1 su 500.
Nel 1988, venivano consigliate due dosi dell'MMR II per immunizzare quei soggetti che non rispondevano al primo vaccino.
Un picco nella diffusione dell'autismo venne quindi ad associarsi all'aggiunta della seconda dose di MMR II.

Nel 1988, l'MMR II venne usato anche in Inghilterra nella quale oggi il tasso di diffusione è arrivato a 1 ogni 64.
Anche in Canada, Danimarca e Giappone si sono avuti importanti incrementi della diffusione dell'autismo.
E' importante notare che diversamente dal primo MMR, la componente per la rosolia dell' MMR II è stata propagata in membrana cellulare umana derivata da tessuti dei polmoni embrionali (Merck and Co., Inc., 2010).

Il vaccino MMR II è contaminato con DNA umano proveniente dalla membrana cellulare.
Questo DNA umano potrebbe essere la causa del picco nella diffusione dell'autismo.
Un successivo picco si ebbe poi nel 1995 quando il vaccino per la varicella venne fatto crescere in tessuti fetali umani (Merck and Co., Inc., 2001; Breuer, 2003).
L'attuale incidenza negli Stati Uniti è approssimativamente di 1 su 100.

Il DNA umano dai vaccini può essere inserito casualmente nei geni di chi ha fatto il vaccino da ricombinazioni omologhe, un processo che avviene spontaneamente solo all'interno di una specie.
Punti caldi per l'inserimento di questo DNA sono stati trovati nel cromosoma X in otto geni associati all'autismo coinvolti nella formazione di sinapsi nei nervi, nello sviluppo del sistema nervoso centrale e nella funzione mitocondriale (Deisher, 2010).
Tutto questo potrebbe fornire delle spiegazioni del perchè l'autismo è predominantemente una malattia che colpisce maggiormente i maschi.
Messi assieme, questi dati sostengono l'ipotesi che residui di DNA umano in alcuni vaccini possano provocare autismo.

VACCINI

I dati sull'incidenza e prevalenza indicano che il momento di introduzione dei vaccini e le modificazioni nel tipo e nell'incremento del numero dei vaccini inoculati contemporaneamente implica che i vaccini sono causa di autismo.
La tabella attuale raccomandata per l'immunizzazione per bambini dai 0 ai 6 anni negli Stati Uniti include sei vaccini ai due mesi di età e 9 a 12-15 mesi, un incremento che va oltre le raccomandazioni di sei anni prima.

Il sistema immunitario è particolarmente sensibile a due mesi di età.
In questo modo, il sistema immunitario di un neonato viene compromesso a due mesi.
Una minaccia attraverso così tanti vaccini nel momento in cui il sistema immunitario è compromesso può contribuire all'insorgenza dell'autismo.(…)

“Capire … significa trasformare quello che è"
Ghilgamesh
Inviato: 29/8/2015 10:16  Aggiornato: 29/8/2015 10:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Autore: Suspiria Inviato: 28/8/2015 13:47:42

Il fatto che sia stabilita una certa dose non significa che se la superi in una volta muori o rincretinisci in un solo colpo, altrimenti tutti i bambini dovrebbero manifestare sintomi tossici o morte dopo un vaccino, cosa che non avviene. E stiamo sempre parlando di microgrammi.


Certo, ma scommetto, che TU, una dose 325 volte superiore a quella consigliata, non la assumeresti e non la faresti assumere manco a tu figlio!

Cosa che denota malafede ...

E trovo da antologia la chiosa sui "microgrammi", dei fatti fottiamocene, anche di quelli che hai portato tu ... se è "micro" è poco, e va bene comunque!

Certo, tu non li prenderesti, ma degli altri chi se ne fotte!

Suspiria
Inviato: 29/8/2015 14:41  Aggiornato: 29/8/2015 14:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ancora con questa malafede.

Io preferirei che mio figlio non prendesse qualche malattia che, nell'incertezza, possa causargli problemi davvero gravi.

Qui mi pare che si continui a puntare il dito solo su quello che fa comodo, tralasciando il resto delle informazioni per il gusto di dare contro all'interlocutore e perorare la causa del momento contro un qualcosa.

Mi sembra di aver scritto abbastanza per provare a capire e chiarire la faccenda.

Poi l'insistenza di certe informazioni non mi pare sia corretta.
Si continua a dire che si sovraccarica il sistema immunitario.
Boh...ma cosa si sovraccarica se tutti i giorni un neonato entra n contatto con tanti potenziali agenti patogeni e varie sostanze?
Solo dal canale vaginale, dove c'è la cosiddetta Flora di Doderlain, il bimbo mentre nasce passa entrando in contatto con questa flora fatta da svariati tipi di microrganismi e di diverse specie.
Ed il sistema immunitario entra in azione.
Posso capire più le riserve su qualcosa nei vaccini che possa scatenare una reazione allergica ma non parlarei di sovraccarico.

Ghilgamesh
Inviato: 29/8/2015 15:23  Aggiornato: 29/8/2015 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Allora fai una bella cosa, dai a tuo figlio una dose 325 volte superiore alla norma di arsenico, tanto di roba cattiva ne prende già tanta per colpa del "mondo", che te ne fotte?
Così dopo ti assicuro che non prende (più) nessuna malattia!

E in più diventeresti famosa!

Sicuramente più che scrivendo qua sopra ... pensa che bello, avresti almeno 3 speciali di Vespa dedicati, se ti dice culo anche col plastico di casa tua!

E visto quanto sei brava ad inventare, faresti milioni con le interviste!

Si, perchè io non ho mai detto che si sovraccarica il sistema immunitario (che è comunque un problema da non sottovalutare, ma ne parlo dopo, non voglio farti entrare in confusione), e dire che si insite su quello quando rispondi a un mio post ...mah.
Io ho solo fatto notare che se prendi più di 300 volte la dose consigliata di qualcosa, il rischio che quella volta ti faccia male, aumenta e di tanto!

Io avessi un figlio, anche se da grande potrebbe farne tante e con l'inquinamento je potrebbe anche dì malissimo, da piccolo non gli farei mai fare 300 radiogafie in una volta, perchè mi dicono che FORSE ha una malformazione nascosta che potrebbe farlo morire.
A quel punto lo porterei a fa r bagnetto a fukushima!
Muore uguale, ma se diverte di più!
(è un esempio! Non ti incastrare il cervello più di tanto!)

Torniamo un attimo sul sovraccarico, ne hai parlato tu, rispondo, io avrei anche evitato, visto che qualsiasi normodotato dovrebbe e potrebbe arrivarci, ma vabbè:

Citazione:
Boh...ma cosa si sovraccarica se tutti i giorni un neonato entra n contatto con tanti potenziali agenti patogeni e varie sostanze?


Quindi la quantità è irrilevante?
Facciamo un esempio, per far capire a tutti e per vedere se usi due pesi e due misure o meno?

Tu stai mangiando una pizza, un primo ... anche un dolce, qualcosa che ti piace, a un certo punto una mosca ti ci si posa un attimo sopra, butti via tutto?

Altro giorno, tu stai mangiando la cos di prima, a un certo punto passano masse di animali di corsa che prendono il tuo piatto per la loro cloaca, pipistrelli, cani, mucche e cinghiali... tutti a cagare nel tuo piatto.
Tu lo mangi?

In base a quello che hai detto, la tua risposta dovrebbe essere in entrambi i casi SI (NB anche la mosca, molto probabilmente è passata sopra qualche escremento prima di posarsi nel tuo piatto)

In base alla tua malafede dirai un si e un no o addirittura due no.
(ma come? Vieni a contatto ogni giorno con agenti patogeni, a tu fijio je daresti 325 volte al dose di mercurio e te fai la schizzinosa per un pò di sani e naturali escrementi?)

Bon appètit

p.s. Mi fai paura, quindi spiego l'esempio ... dire "Solo dal canale vaginale, dove c'è la cosiddetta Flora di Doderlain"e paragonarla a ceppi modificati di alcune malattie potenzialmente letali, a prescindere da quanto ti, o non ti lavi, è semplicemente folle.
A quel punto, portalo in africa e esponilo ad ebola, tifo e colera... tanto c'hai la flora del punkabbestia doderlain che è uguale! ^__^

Suspiria
Inviato: 29/8/2015 15:41  Aggiornato: 29/8/2015 15:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Invece mi preoccupo io del livello di paranoia che c'è.

Starnazzi ma credo che quanto abbia riportato possa ridimensionare il problema e renderlo più comprensibile.

Torno a ripetere che, le dosi consigliate spesso si riferiscono all'assunzione con i cibi e per non accumulare in tot tempo certi valori.
Si possono tollerare occasionalmente dosi più alte.
Le dosi dei vaccini poi sono ben inferiori alla dose minima tossica. L'etilmercurio è più facile da smaltire e più velocemente e si accumula in misura inferiore nel cervello del metilmercurio che te lo prendi più spesso e più a lungo dal cibo e dall'ambiente.

Mi aspetto a questo punto che qualcuno torni alla carica anche con i vaccini in vena ed il sovraccarico dell sistema immunitario nei bambini! Tanto ormai la tiritere vengono ripetute all'infinito.

Ghilgamesh
Inviato: 29/8/2015 16:30  Aggiornato: 29/8/2015 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Non leggo risposte ... chissà come mai! ^__^

Marauder
Inviato: 29/8/2015 17:55  Aggiornato: 29/8/2015 17:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
tiritere?
prova a dare una risposta basata sui dati invece che su quello che tu credi la mangi, e magari le tue affermazioni inizieranno ad avere un minimo di senso. Ma proprio il minimo eh.

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 29/8/2015 20:55  Aggiornato: 29/8/2015 20:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sì tiritere. E tanti paroloni e concetti che fanno più effetto psicologico.

Decalagon
Inviato: 29/8/2015 21:48  Aggiornato: 29/8/2015 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Le dosi dei vaccini poi sono ben inferiori alla dose minima tossica. L'etilmercurio è più facile da smaltire e più velocemente e si accumula in misura inferiore nel cervello del metilmercurio che te lo prendi più spesso e più a lungo dal cibo e dall'ambiente


Si certo, lo dicevano anche ai militari prima che riconoscessero lo sterminio causato proprio dai vaccini.

Ma tu fidati eh.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Ghilgamesh
Inviato: 30/8/2015 11:03  Aggiornato: 30/8/2015 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Tanti paroloni e concetti presi dai link che hai postato tu!

R problema di passare dei link, è che qualcuno potrebbe leggerli e capirli ...

peonia
Inviato: 30/8/2015 15:05  Aggiornato: 30/8/2015 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
un interessante contributo dal THRIVE MOVEMENT


"Per anni ho studiato i fatti sull'efficacia dei vaccini, e nelle ultime settimane ho organizzato i miei raccoglitori di informazioni per affrontare tre temi principali:

Fare vaccini previene malattie mortali?
Quante volte le cose "vanno male"?
Abbiamo il diritto di scegliere se o non sono da usare?


http://www.thrivemovement.com/vaccines-who-is-right-and-whose-right-is-it.blog

LA TRADUZIONE IN LINGUA ITALIANA SI PUO SCEGLIERE IN ALTO A SINISTRA...ANEH SE NON E' PERFETTA...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Marauder
Inviato: 30/8/2015 17:21  Aggiornato: 30/8/2015 17:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2013
Da:
Inviati: 866
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
. Sì tiritere. E tanti paroloni e concetti che fanno più effetto psicologico.

beh si, dai, stai citando mercurio, etilmercurio, etc quando in effetti ti bastava scrivere il numero di pasti, tutti fatti esclusivamente a base di pesce, necessari per pareggiare la quantità di mercurio assunta con un vaccino.
E allora su, basta con ste tiritere: quanti pasti dunque, perché il martelletto del tuo primo post continui ad avere senso? Metti il numero e il link, niente tiritere eh!
Oppure ammetto di aver fatto una sparata un po' a caso e senza alcun fondamento.
ricordati anche della dose massima giornaliera consigliata dai link che dovrebbero supportare sempre il solito martelletto

You'll not see this coming.
Suspiria
Inviato: 31/8/2015 10:01  Aggiornato: 31/8/2015 10:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Io direi che francamente il problema autismo non si possa superficialmente bollare come causato dai vaccini con colpa del mercurio in primis o forse qualche altro motivo.
L'incidenza è maggiore nei maschi che nelle femmine (predisposizione genetica??) e se viene applicata una terapia con uso di vitamina B6 (quindi carenza nell'organismo) vuol dire che il problema non lo si può racchiudere così, solo nel discorso vaccini.

Poi segnalo questo, anche se immagino non sarà una novità:

http://www.abautismo.it/doceboCms/index.php?special=changearea&newArea=29

Per quanto riguarda il cibo mi pare che per il pesce sia consentita la presenza di max di un 1 mg/kg di mercurio per l'alimentazione (paramentri che poi possono variare da enti o organismi che li valutano o revisioni con tempo).
Per cui se un pesce avesse la quantità di 1 mg/kg e uno se ne mangia un paio di etti, assumerebbe 0,2 mg/kg a porzione o su due porzioni da 1 etto. Se uno mangia certi tipi di pesce più a rischio come il tonno o lo spada, si è già preso la sua bella dose di mercurio che magari reitera tutte le settimane con una o due volte la settimana mangiando pesce. E questo, restando sempre sul discorso della sola alimentazione, senza contare la presenza di mercurio su carne, vegetali ecc... che è sicuramente inferiore al pesce ma poi nel conto ci va anche quello.

Ghilgamesh
Inviato: 31/8/2015 11:14  Aggiornato: 31/8/2015 11:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
E quale bambino di 3 mesi, non si mangia almeno un paio di etti di pesce spada a colazione?

^__^

Suspiria
Inviato: 31/8/2015 11:28  Aggiornato: 31/8/2015 11:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
I bambini di 3 mesi no, quelli un pò più grandi il pesce iniziano a mangiarlo.

In base a quale fattore il mercurio dovrebbe provocare più autismo nei maschi che nelle femmine?

Sertes
Inviato: 31/8/2015 14:09  Aggiornato: 31/8/2015 14:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Scusate, il buffone ha poi saputo spiegare come mai dal 2012 al 2014 il CDC certifica un aumento del +30% nei casi di autismo? Son cambiate le classificazioni dell'autismo anche negli ultimi 2 anni?

- - -

Nel frattempo, avete presente la notiziona della settimana scorsa, quella riguardo al "vaccino che sconfiggerà ogni influenza"? Bene, qualche anima pia si è fatta violenza e si è letto l'articolo di Repubblica a riguardo, e ha scoperto che pur di enfatizzare questa nuova, mirabolante, e teorica scoperta, in quell'articolo si riconosceva che gli attuali vaccini per l'influenza stagionale sono utili solo per il 3% dei vaccinati. Cioè che è riconosciuto che il 97% dei vaccinati invece assume un farmaco e i relativi effetti collaterali per niente, solo (incidentalmente eh!) per ingrassare i portafogli di big pharma!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 31/8/2015 14:29  Aggiornato: 31/8/2015 14:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
È successo anche l'anno scorso, quando i medici s'accorsero che il vaccino fabbricato con troppo anticipo contro l'influenza che stava per colpirci proteggeva solo il 3 per cento della popolazione.


Se l'italiano ha un significato ben preciso l'articolo non dice tutti i vaccini, ma parla del vaccino per l'ondata di influenza che arrivava in quell'anno e direi per via della mutazione del virus. Può essere benissimo che sia stato fatto tutto per il dio quattrino, come no, ma non vorrei che fosse l'ennesima notizia per dire che in generale i vaccini non funzionano mai.

Prenderei anche con le pinze le notizie sui media, il cui tono è sempre un pò sensazionalistico.

Comunque rimane sempre senza un perchè logico tutta questa fobia dei vaccini e non delle conseguenze delle malattie che si tenta di arginare e di non far contrarre ai bambini e agli adulti.

Sertes
Inviato: 31/8/2015 15:02  Aggiornato: 31/8/2015 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Se l'italiano ha un significato ben preciso l'articolo non dice tutti i vaccini, ma parla del vaccino per l'ondata di influenza che arrivava in quell'anno e direi per via della mutazione del virus. Può essere benissimo che sia stato fatto tutto per il dio quattrino, come no, ma non vorrei che fosse l'ennesima notizia per dire che in generale i vaccini non funzionano mai.


Per dire che in generale i vaccini non funzionano mai basta aprire gli occhioni e guardare le statistiche sulla mortalità che ti ho già postato, e come crollano ancor prima dell'introduzione della vaccinazione.

Ora, oltre al dato generale dei vaccini "storici", abbiamo anche un dato specifico sull'efficacia di un moderno vaccino spacciato per "utile": ribadisco, Repubblica riconosce che il vaccino anti-influenzale dell'anno scorso era inutile per il 97% dei vaccinati. E un medicinale inutile è dannoso per definizione, perché a fronte del non fare nulla in positivo, ogni medicinale ha sempre effetti collaterali.

Citazione:
Comunque rimane sempre senza un perchè logico tutta questa fobia dei vaccini e non delle conseguenze delle malattie che si tenta di arginare e di non far contrarre ai bambini e agli adulti.


Continua pure a ribadire la tua opinione, ma i dati non li cambi con la tua insistenza.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Regom
Inviato: 31/8/2015 15:19  Aggiornato: 31/8/2015 15:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Suspiria
Inviato: 31/8/2015 15:28  Aggiornato: 31/8/2015 15:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Aridaje con la mortalità. Mortalità sicuramente crollata prima ma non del tutto, ma il resto a chi lo lasci? Un bimbo paralizzato dalla polio ma che non muore, resta un bimbo paralizzato a vita.

In generale il crollo finale di molte malattie infettive c'è stato proprio con le vaccinazioni.

Dannoso...se il problema era il virus mutato, uno al limite si immunizzava per la versione precedente del virus, che magari quell'anno colpiva poco rispetto al mutato.
Posso capire il discorso sull'inutilità ma da qui a ritenere il vaccino più dannoso o più del solito...

Quale farmaco non ha i suoi effetti?? Smettiamo anche con la distribuzione ed assunzione di aspirina?

Non è la mia opinione. Le conseguenze di alcune malattie non sono certo mie invenzioni.

E così continua la strana latitanza sul perchè i problemi di alcune malattie infettive non generino altrettanta preoccupazione.

Sertes
Inviato: 31/8/2015 15:57  Aggiornato: 31/8/2015 15:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
E così continua la strana latitanza sul perchè i problemi di alcune malattie infettive non generino altrettanta preoccupazione.


Il perchè è chi guarda i dati vede che le malattie infettive sono state sconfitte dalla sanità e dall'acqua potabile, non dai vaccini (inutili e dannosi)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 31/8/2015 16:12  Aggiornato: 31/8/2015 16:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma guarda che non è tutto così per quanto siano importanti certi fattori ed abbiano fatto il loro bravo lavoro.
Però se vuoi far finta di nulla problemi tuoi.

Nessuno poi si lamenti se per la mancanza di copertura vaccinale, tornino fuori, con picchi di insorgenza, alcune infezioni poco felici con poco felici conseguenze per i bambini, pochi che siano.

Sertes
Inviato: 31/8/2015 16:30  Aggiornato: 31/8/2015 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha sritto:
Però se vuoi far finta di nulla problemi tuoi.


Anche le menzogne che supporti tu sarebbero problema solo tuo, in teoria, purtroppo in pratica le vieni a scrivere su LC e a me non va che su questo sito circolino pregiudizi infondati come i tuoi.

Se hai ragione lo dimostri (e se hai torto dovresti riconoscerlo, ma questo importa di meno)

Citazione:
Nessuno poi si lamenti se per la mancanza di copertura vaccinale, tornino fuori, con picchi di insorgenza, alcune infezioni poco felici con poco felici conseguenze per i bambini, pochi che siano.


Siamo tutti senza copertura vaccinale, perché i vaccini non funzionano.
L'idea che ammalarsi volontariamente in forma lieve serva per quando ci si ammala in futuro, funziona solo per il tetano, per le altre infezioni rimane solo una bella teoria priva di riscontri medici.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 31/8/2015 16:43  Aggiornato: 31/8/2015 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Hai ripetuto più volte questo, ma non spieghi come il vaccino non immunizzi, andando contro tutto quello che la scienza ha scoperto.

Non dico menzogne. Ho postato informazioni e messo link.
Se fai anche tu una ricerca (come presumo tu abbia fatto) puoi trovare informazioni sulle malattie infettive.
Tanto per dirne un'altra, la rosolia ancora circola abbastanza, e tutti sappiamo cosa comporta, in particolare se contratta in gravidanza.

http://www.epicentro.iss.it/problemi/rosolia/epid.asp

Sertes
Inviato: 31/8/2015 17:03  Aggiornato: 31/8/2015 17:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Hai ripetuto più volte questo, ma non spieghi come il vaccino non immunizzi, andando contro tutto quello che la scienza ha scoperto.


Veramente la scienza ha scoperto che la vaccinazione non serve, è la medicina commerciale che ha scoperto che è molto proficua.

Riguardo allo spiegare: io non so spiegarti nemmeno come funziona una radio nel dettaglio, ma la musica che esce la sento eccome. Allo stesso modo io i dettagli della medicina non li conosco e non te li so spiegare, ma le statistiche sì, quelle sono belle chiare (sempre per chi le vuole vedere)

Citazione:
Non dico menzogne. Ho postato informazioni e messo link.
Se fai anche tu una ricerca (come presumo tu abbia fatto) puoi trovare informazioni sulle malattie infettive.
Tanto per dirne un'altra, la rosolia ancora circola abbastanza, e tutti sappiamo cosa comporta, in particolare se contratta in gravidanza.

http://www.epicentro.iss.it/problemi/rosolia/epid.asp


Circola abbastanza?!

Suspiria, nel link che TU hai postato c'è scritto che:

1) In un paese in via di sviluppo ci sono mediamente 100.000 casi di rosolia
2) I dati del 2007 sono provvisori
3) I dati del 2006 sono quelli certi e dicono che in italia ci sono stati 257 casi di rosolia

Quindi il "problema rosolia" in italia è allo 0,26% rispetto ai paesi in via di sviluppo. E questo sarebbe "circola abbastanza"?
Questo sarebbe un link a favore dell'idea di vaccinare tutti i neonati per la Rosolia?
Ma complimentoni!!

Vai ben a vendere medicinali da un altra parte, dove le tue opinioni le accettano a scatola chiusa senza verificare

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 31/8/2015 19:06  Aggiornato: 31/8/2015 19:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano


La scienza avrebbe scoperto il contrario secondo te ma chissà come, tanto per partire dalle basi, il percorso di studi universitario contempla lo studio di come funziona il sistema immunitario e come funziona un vaccino, comprese tecniche di laboratorio dove si può applicare un'analisi che ti dice se sei immunizzato.

Quindi, secondo il tuo pensiero, per es. una donna che voglia un figlio o già incinta, nel dubbio dellla rosolia, per controllare di averla avuta o di aver fatto il vaccino e sapere se è immunizzata, sta andanto a predere tempo facendo l'analisi ed il medico sta solo a prenderla per le chiappe????

Continui con questo mantra ma sembra solo una credenza tua e difatti dici anche che non sai come avviene. hai voglia ad appellarti alle statistiche, che giri e rigiri a tuo piacimento tra l'altro.
E menti anche, magari sapendo di mentire, quando dici che nel link ci sono riportati solo 257 casi di rosolia nel 2006.
E quelli degli anni '90con 35 mila casi? E' sempre lì scritto poco più sopra, mica fra le nuvole o in paradiso!!!.
Come è scritto che ogni tot anni si presentano dei picchi di virulenza.
E sappiamo poi cosa comporta il contrarre la rosolia in gravidanza.

Io davvero non capisco come si arrivi a comportarsi così.

stephen
Inviato: 7/9/2015 10:03  Aggiornato: 7/9/2015 10:03
So tutto
Iscritto: 4/9/2015
Da: torino
Inviati: 10
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Quando si parla di certi argomenti, molto spinosi e delicati, ci sono sempre i soliti due schieramenti che se le danno l'uno con l'altro, quelli che sostengono la grande massa e il pensiero comune, e quelli che si fanno molte domande perchè dubbiosi su ciò che è comunemente accettato, non so perchè ma i secondi mi stanno molto più simpatici. Riguardo i vaccini, non essendo medico, non potrò mai sapere con certezza che cosa succederebbe se non vaccinassi mio figlio, ma di sicuro so quello che rischio se dovessi bombardarlo di vaccini....preferisco scoprire cosa potrebbe succedere nel caso in cui non lo facessi, un po come la chemioterapia, se la fai, sai benissimo a cosa vai in contro, molta sofferenza e molto probabilmente morte...se non la fai può anche essere che un po di sofferenza riesci a risparmiartela e anche in questo caso preferirei scoprire a mio rischio cosa succederebbe. Il lato tragico di tutti questi discorsi è che non dovremmo essere noi a scegliere cose così importanti, non dovrebbe essere una scelta personale, dovrebbero essere i medici a sapere cosa fa male e cosa no, purtroppo ci sono di mezzo soldi e interessi, quindi la verità viene offuscata e di conseguenza nascono i dibattiti. Mi chiedo solo come ci si possa fidare delle (spietate) case farmaceutiche.

Suspiria
Inviato: 7/9/2015 10:39  Aggiornato: 7/9/2015 10:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano


In realtà dovresti sapere anche cosa succede se non vaccini i figli e cosa comporta contrarre le malattie per cui ci vacciniamo.

Il non vaccinare significa anche avere più persone malate oltre ad altre che ne diventano in numero maggiore portatori ed avere poi nel tempo cicli di epidemie.

Ghilgamesh
Inviato: 7/9/2015 10:43  Aggiornato: 7/9/2015 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:

Autore: Suspiria Inviato: 7/9/2015 10:39:42



In realtà dovresti sapere anche cosa succede se non vaccini i figli e cosa comporta contrarre le malattie per cui ci vacciniamo.

Il non vaccinare significa anche avere più persone malate oltre ad altre che ne diventano in numero maggiore portatori ed avere poi nel tempo cicli di epidemie.


Questa cosa mi ha sempre fatto ridere ... se io non mi vaccino, mi ammalo, occhei!
Se tu ti vaccini no! Occhei!

Se io mi ammalo e faccio ammalare anche te che ti sei vaccinata, dovrebbe venirti il sospettuccio che il vaccino non serva a una sega!

Per dire ...

Suspiria
Inviato: 7/9/2015 10:59  Aggiornato: 7/9/2015 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Io non ho detto quello che dici tu. Mi sembrava implicito che il discorso fatto da me valga nel caso che tanti smettano di vaccinarsi (o tutti) e quindi più a rischio di contrarre le malattie o di essere portatori e farle circolare.

Ghilgamesh
Inviato: 7/9/2015 11:38  Aggiornato: 7/9/2015 11:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Si, ma continuo a non capire che te ne frega... TU sei vaccinata, anche se scoppiano le "epidemie" (che non è vero, come i flop dei recenti vaccini hanno dimostrato, ma vabbè!) TU non dovresti ammalarti, che te ne frega degli altri?

I tuoi figli sono al sicuro, che te ne frega degli altri?

Vuoi obbligare ai vaccini per altruismo? ^__^

Suspiria
Inviato: 7/9/2015 11:54  Aggiornato: 7/9/2015 11:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Il tuo gnè gnè gnè non risolve il problema diffusione malattie o conseguenze per chi le contrae.

Perchè non dovrebbe fregarmene degli altri?

Per quanto riguarda noi in Italia mi pare siano ancora obbligatorie solo le le vaccinazioni antidifterica-tetanica, l'antipolio, l'antiepatite B
Poi se non erro è contemplata l'obiezione di coscienza.

A parte il discorso obbligo e non obbligo, qui se ne sono dette diverse sui vaccini e direi che le confutazioni non mancano su quanto è venuto fuori a sfavore.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 12:17  Aggiornato: 7/9/2015 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
A parte il discorso obbligo e non obbligo, qui se ne sono dette diverse sui vaccini e direi che le confutazioni non mancano su quanto è venuto fuori a sfavore.


Il giorno in cui la tua opinione personale può confutare una serie di dati scientifici, avvisaci, così chiudiamo internet e andiamo tutti in processione dal ciarlatano che vende il rimenio universale.

Fino ad allora io preferisco la scienza.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 12:29  Aggiornato: 7/9/2015 12:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Veramente ho messo materiale e di alcune affermazioni ci sono state confutazioni (vedi vaccini in vena, sovraccarico del sistema immunitario ecc...)

Che tu preferisca la scienza...mah... mi pare tu la metta un pò sotto i piedi, soprattutto se non ti fa comodo. Ma non sei da solo in questo.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 12:30  Aggiornato: 7/9/2015 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Questa la riposto per chi magari se l'è persa:

"The Centers for Disease Control and Prevention (CDC) estimates that 1 in 68 children (or 14.7 per 1,000 eight-year-olds) in multiple communities in the United States has been identified with autism spectrum disorder (ASD). This new estimate is roughly 30 percent higher than previous estimates reported in 2012 of 1 in 88 children (11.3 per 1,000 eight year olds) being identified with an autism spectrum disorder."

Dati del CDC: nel 2012 certificavano 1 caso di autismo ogni 88 bambini mentre nel 2014 è diventato 1 caso di autismo ogni 68 bambini, con un incremento del 30% in due anni.

http://www.cdc.gov/media/releases/2014/p0327-autism-spectrum-disorder.html


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Regom
Inviato: 7/9/2015 12:35  Aggiornato: 7/9/2015 12:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: Questione vaccini al parlamento americano

Suspiria
Inviato: 7/9/2015 12:43  Aggiornato: 7/9/2015 12:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Aridaje...

Ma è accertato che sono i vaccini e più precisamente il mercurio dei vaccini? Oppure altro motivo legato ai vaccini???

Poi...il fenomeno così in netta crescita, se è vero, riguarda in particolare gli stati uniti o anche altri paesi?
Perchè se il fenomeno, con questa notevole abbondanza di casi, riguarda un luogo in particolare, allora forse ci sono cause specifiche e locali da analizzare.

Riportando quella immagine e quel contenuto non risolvi nulla e non c'è la certezza matematica che questa crescita dell'autismo riguardi i vaccini.

Avevo fatto notare anche l'incidenza maggiore nei maschi che nelle femmine. Possiamo bollare tutto come colpa del mercurio? Fa più male ai maschi che alle femmine? O magari altre cause?

Troppo comodo ingnorare tutto per strombazzare sempre le solite paranoie.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 13:30  Aggiornato: 7/9/2015 13:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Ma è accertato che sono i vaccini e più precisamente il mercurio dei vaccini? Oppure altro motivo legato ai vaccini???


Forse devi rileggerti l'articolo e riguardarti il video, che si riferisce proprio al fatto che gli studi relativi alla correlazione tra vaccini e autismo sono stati illegalmente distrutti da chi aveva il dovere di distribuire questi dati.

Dai, adesso raccontaci che li hanno distrutti perchè mostravano che non c'era alcuna correlazione. Dai, coraggio.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 13:44  Aggiornato: 7/9/2015 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano


Il quadro dell'autismo è più ampio del binomio vaccini=autismo.
Incidenza maggiore nei maschi, concordanza nello sviluppo dell'autismo fra gemelli, ricorrenze fra fratelli, casi più gravi fra fasce meno abbienti o disagiate, età dei genitori per il concepimento...

Ora se tutto questo è spiegabile solo con i vaccini ed il mercurio o vaccini e altro che hanno dentro sarebbe l'ora di saperlo.

Scusate se i dubbi che i vaccini siano una specie di peste del secolo permangono!!

DjGiostra
Inviato: 7/9/2015 13:54  Aggiornato: 7/9/2015 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria, correlazione non vuol dire che sono l'unica causa ma che sono anch'essi una causa.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 13:59  Aggiornato: 7/9/2015 13:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mi pare che non sia chiaro in maniera definitiva che ci siano anche i vaccini fra le cause.

Siccome ci sono fattori che in qualche modo richiamano cause genetiche e ambientali, chi addita a spron battuto i vaccini e l'autismo, forse non ha ben chiaro il problema di questo disturbo.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 14:04  Aggiornato: 7/9/2015 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Suspiria ti ripeto la domanda: se gli studi di correlazione tra autismo e vaccino MMR di cui si parla nel video mostravano che la correlazione non c'era, perchè li hanno distrutti in segreto?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
DjGiostra
Inviato: 7/9/2015 14:07  Aggiornato: 7/9/2015 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sertes, chiedo a te perche' so' che sei bene informato:
Ma non ci sono state anche condanne perche' e' stata dimostrata una correlazione tra
vaccini e Autismo ?
Mi ricordo qualcosa che se n'era discusso..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Sertes
Inviato: 7/9/2015 14:18  Aggiornato: 7/9/2015 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Sì, ce ne sono state in america (ne parlava Mazzucco in uno dei primi articoli sull'argomento) e poi ce n'è stata una celebre in italia, anche se poi in marzo la l'appello ha cancellato la sentenza di primo grado sostenendo che è vero che il bambino era autistico dopo i vaccini, ma che i genitori non sono nella condizione di dimostrare che il bambino fosse perfettamente sano prima del vaccino.

Citazione:
Secondo il medico, nessuno può dimostrare che i primi disturbi di autismo non ci fossero anche prima del vaccino: a sostenere il contrario c’è infatti solo il cosiddetto “dato anamnestico riferito” (tradotto: la testimonianza dei genitori del bimbo). Un ricordo, quello della coppia, “che esclude che prima vi fossero segni”. Ma quei segni, secondo il medico, “sono spesso di difficile individuazione”.


http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/04/vaccino-non-meccanismo-causa-effetto-autismo-bimbo-nacque-prematuro/

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 14:19  Aggiornato: 7/9/2015 14:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Ma sarà vero tutto ciò, dell'esistenza di questi documenti?
Circolano tante di quelle notizie e dicerie nonchè personaggi che passano alla ribalta con rivelazioni eclatanti, che spesso non è tutto oro quel che luccica e che propinano.

Studi sull'autismo ci sono e non è che la distruzione, vera o presunta di alcuni documenti, possa cambiare radicalmente il quadro sull'autismo.
Rimangono sempre lì dati ed elementi che fanno pensare ad altro che ai vaccini o vaccini al mercurio.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 14:25  Aggiornato: 7/9/2015 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Capisco, quindi a parere tuo il deputato americano Bill Posey è andato al Congresso a sostenere il falso per passare alla ribalta.

Pensa che coglione, c'è una investigazione in corso e questo si inventa di un fantomatico pentito che sarebbe testimone oculare della distruzione di questi documenti sulla correlazione autismo-vaccino MMR... e adesso ovviamente lo scoprono e lo fanno dimettere.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 14:36  Aggiornato: 7/9/2015 14:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano


Magari è il medico che vuol passare alla ribalta.

Purtroppo un video di youtube può dire e fare ben poco. I fattori legati all'autismo restano.
Se è il vaccino tal dei tali a causare l'autismo mi si spieghino alcune cose, sui maschi, i gemelli ed altro.

Sertes
Inviato: 7/9/2015 14:50  Aggiornato: 7/9/2015 14:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Citazione:
Suspiria ha scritto:
Magari è il medico che vuol passare alla ribalta.


Certo, non avendo dalla tua i fatti, quasiasi insinuazione è buona: un pentito di una investigazione federale che si è inventato tutto ed ha ingannato un deputato del congresso. Era un medico che lavorava al CDC ma non gli bastava, voleva passare alla ribalta. Non fa una piega.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Suspiria
Inviato: 7/9/2015 14:58  Aggiornato: 7/9/2015 14:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 426
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Mi paiono sempre storie un pò strane ed ambigue queste.

Comunque sia è un dato di fatto che l'autismo colpisca più in base al sesso e altro, al che i vaccini potrebbero entrarci solo in percentuale nell'insorgenza dell'autismo.

Ghilgamesh
Inviato: 13/9/2015 10:47  Aggiornato: 13/9/2015 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Questione vaccini al parlamento americano
Se qualcuno ha voglia di combattere contro n pò de mulini a vento, Cialtronissimo è anche sul fatto quotidiano (che ultimamente sembra molto più "libero"...)

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/09/12/web-gli-smontatore-di-bufale-online-attenti-al-meteo-terrorismo-ce-chi-ci-guadagna/413511/


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA