Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Accorgersi che le sicurezze in realtà erano pericoli e che le verità erano bugie mi ha fatto vedere che perfino il cuscino era ripieno di chiodi anzichè di piume d'oca...

AG
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Sai come creare un sito web? Prova ora con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

(1) 2 3 4 ... 9 »
Economia : I conti dello stato, l'evasione e la corruzione
Inviato da Redazione il 1/11/2015 21:04:28 (4973 letture)

Un breve riassunto su come funzionano - e come potrebbero funzionare - i conti dello stato.



La presentazione è scaricabile in formato PowerPoint. Il visualizzatore PowerPoint è scaricabile gratuitamente dal sito Microsoft.

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 319 commenti OK Notizie
Economia : Due sinistre: a loro, Corbyn. A noi, D’Alema
Inviato da Redazione il 3/9/2015 18:21:13 (5428 letture)

di Maurizio Blondet

Addio locomotiva dell’economia globale. La Cina cade in recessione. Ineluttabilmente. La sua leadership “potrà dirsi fortunata se riuscirà a ridurre la sua crisi ad una mera stagnazione con crescita zero o quasi nei prossimi dieci anni. Sarà un successo politico”: così il professor Zhiwu Chen della Yale University in una riunione del Council on Foreign Relations, ha proposto come modello quasi ideale – in confronto al peggio che può accadere a Pechino – il tristissimo “Decennio Perduto” del Giappone, con le banche zombificate tenute in vita col cannello dalla banca centrale.

Ciò farà rallentare la crescita globale a un 2%, che è di fatto, recessione.

“La sola cosa che può fermare la Cina sulla via della recessione è un grosso stimolo di bilancio inteso ad aumentare i consumi, finanziato dal governo centrale, preferibilmente monetizzato dalla Banca centrale cinese”. Questo, l’ha detto Willem Buiter, economista-capo di Citigroup, nella stessa riunione del CFR.

Ambrose Evans-Pritchard del Telegraph, che riporta le suddette dichiarazioni, nota: ciò equivale ad invocare che la Cina applichi la “Corbynomics”.

Corbynomics?

Jeremy Corbyn è il vecchio nuovo astro nascente della Sinistra britannica. Antico nemico di Tony Blair, sta scalando i sondaggi dando nuove speranze al Labour Party, con proposte economiche tipo: [...]

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 13704 bytes | 43 commenti OK Notizie
Economia : La creazione del denaro – Marco Saba vs Giovanni Zibordi
Inviato da Redazione il 30/7/2015 18:38:09 (11780 letture)

di Claudio Messora

Come avviene la creazione del denaro? I salvataggi servono a risolvere le crisi o sono le crisi che servono a giustificare i salvataggi? Perché i bilanci delle banche seguono regole diverse rispetto a quelle seguite da qualunque altra attività commerciale?

Per la prima volta, l’uno davanti all’altro, Marco Saba (spina nel fianco dei consigli di amministrazione delle banche e autore di alcune interrogazioni parlamentari) e Giovanni Zibordi (conosciuto come l’autore di Cobraf). Due ore per confrontarsi, senza esclusione di colpi ma civilmente, su un tema che divide l’opinione pubblica: il meccanismo di creazione del denaro e la sua legittimità.



Nella pagina di Byoblu (fonte) una lunga serie di link interessanti.

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 542 commenti OK Notizie
Economia : Grecia: è il momento di Bitcoin?
Inviato da Redazione il 4/7/2015 12:20:00 (6304 letture)

Come leggiamo dalle cronache, nel momento di crisi del contante molte persone in Grecia sono ricorse all'uso di Bitcoin. La nuova moneta elettronica sembra, per certi aspetti, poter rappresentare una soluzione, almeno temporanea, alla chiusura dei conti correnti. Qualcuno aveva anche suggerito che, quando il governo greco ha parlato di una possibile "moneta parallela", Tsipras si riferisse proprio a Bitcoin.

La posizione di Varoufakis però sembra essere quantomeno ambigua al riguardo. Quello che segue è un suo articolo su Bitcoin, pubblicato di recente sul suo blog.

BITCOIN E IL PERICOLOSO SOGNO DI UNA MONETA "APOLITICA"

di Yanis Varoufakis

Che cos'è Bitcoin, e che cosa lo rende un tipo di valuta digitale molto particolare.

Bitcoin è una forma di moneta digitale che può essere usata in Internet per acquistare (un numero limitato di) beni e servizi. Ma la natura digitale di Bitcoin non è ciò che lo rende nuovo e unico. Esiste già infatti una vasta gamma di valuta digitale, compreso i dollari, gli euro, i punti dei frequent flyers, i punti di Amazon, eccetera. Se guardiamo alla semplice moneta (fiat), più del 90% dei dollari, euro, yen eccetera sono di fatto digitali. Quando ad esempio la vostra banca vi fa un prestito, questo appare come valuta digitale nel vostro conto corrente. E quando voi usate una carta di credito o l'Internet per mandare dei soldi a qualcuno da cui avete acquistato beni o servizi, i vostri dollari, euro o yen vanno e vengono come semplici unità di valuta digitale. Soltanto una piccola frazione della normale moneta prende la forma reale di carta o metallo. [...]

Voto: 9.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10940 bytes | 64 commenti OK Notizie
Economia : Vendo, regalo... o permuto?
Inviato da Redazione il 24/6/2015 20:30:00 (5467 letture)

Il sito Permute.it mi ha chiesto di pubblicizzare la loro attività con questo loro articolo. Oltre a trattarsi di una iniziativa lodevole, il servizio viene offerto gratuitamente, per cui lo pubblico volentieri. (M.M.)

**********************

La sfida di Permute.it per far ripartire l’economia che conta, fatta di scambi e condivisioni tra individui, eliminando gli sprechi ed incentivando il riuso.

Il mondo è inondato da oggetti, spesso inutilizzati. Prodotti in serie e destinati ad essere buttati quanto prima. Acquistati quando pensavamo potessero servirci, ed invece, sono finiti in soffitta. Siamo affranti e titubanti nel doverli cestinare: “sono ancora nuovi”, “è uno spreco”, “potrebbero servire ad altri”, “potremmo venderli”. Sono tutti concetti corretti, lo spreco non è mai la cosa giusta.

Il riuso, ridare vita ad oggetti che pensiamo inutili, è una cosa bella e nobile. Per noi, per gli altri, ma anche per l’ambiente che ci circonda. Il primo pensiero che ci balena nella mente è sicuramente quello di provare a vendere l’oggetto ma… la crisi morde le caviglie, la disoccupazione avanza, i soldi nel portafoglio sono sempre pochi. Risulta quindi molto difficile vendere degli oggetti. Chi non ha provato a mettere in vendita i propri beni su internet, nei classici siti di annunci? Credo tutti. Chi ci è riuscito? Chi di voi ha portato a casa il gruzzoletto che si aspettava? Lasciamo a voi la risposta.

Oggi è veramente difficile vendere una macchina, una casa, un hi-fi, una chitarra, un mobile, una barchetta,… qualunque cosa. E’ molto semplice invece permutarli, scambiarli, barattarli. Perchè? [...]

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10674 bytes | 19 commenti OK Notizie
Economia : Siriza alle Termopili: proclama il debito “illegale, illegittimo e odioso”
Inviato da Redazione il 18/6/2015 22:40:00 (7184 letture)

di Maurizio Blondet

Il Comitato di Verità sul Debito Pubblico, creato due mesi fa ad Atene dal parlamento ellenico, ha dato il suo rapporto.

In esso si legge: “Tutte le prove che presentiamo mostrano che la Grecia non solo non ha la possibilità di pagare questo debito, ma che non deve pagare questo debito, prima di tutto perché il debito che emerge dagli arrangiamenti della Troika è una diretta violazione dei diritti umani fondamentali degli abitanti di Grecia, Da cui siamo giunti alla conclusione che la Grecia non ha da pagare questo debito in quanto illegale, illegittimo ed odioso”.

Un’altra frase va sottolineata perché è semplicemente, la verità: “E’ risultato al Comitato che l’insostenibilità del debito pubblico greco era evidente fin dall’inizio ai creditori internazionali, alle autorità elleniche, ai media del sistema. Ma le autorità elleniche, insieme con altri governi nella UE, hanno cospirato contro la ristrutturazione del debito pubblico nel 2010 onde proteggere le istituzioni finanziarie, I media del sistema hanno nascosto la verità al pubblico dipingendo una situazione in cui il salvataggio era detto essere a beneficio della Grecia, mentre si agitava una narrativa intesa a dipingere la popolazione come colpevole delle sue disgrazie”. [...]

Voto: 9.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 9298 bytes | 142 commenti OK Notizie
Economia : Manifestazione presso le banche centrali
Inviato da Redazione il 2/6/2015 22:30:00 (3969 letture)



Qui l'originale con i link alla pagina di Facebook.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 25 commenti OK Notizie
Economia : BoT a zero, in attesa del grande botto
Inviato da Redazione il 3/5/2015 22:10:18 (6940 letture)

di Claudio Conti

La notizia è da prima pagina. Ma siccome nessuno sa bene come trattarla quasi tutti spingono il tasto “ottimismo” e fanno finta di non vedere l'altra faccia della medaglia.

Partiamo dunque dalla notizia semplice semplice: ieri il ministero del Tesoro (ora accorpato a quello dell'Economia) ha collocato BoT a scadenza di sei mesi a un tasso di interesse pari a zero. In pratica, il Tesoro chiede un prestito sui mercati e tra sei mesi non pagherà nulla come “retribuzione del capitale”, limitandosi a restituire la cifra ricevuta.

L'Italia non è l'unico paese europeo a godere di questa eccezionale situazione finanziaria. Tutti i paesi del Nord Europa (Germania, Olanda, Finlandia, ecc), più paesi fuori dell'euro come Svizzera, Svezia e Danimarca, sono da qualche mese in una situazione ancora migliore perché possono addirittra restituire meno di quel che hanno ricevuto in prestito, visto che pagano interessi sia pur infinitesimamente negativi: -0,2%.

Se si spinge il tasto “evviva” il quadro è splendido: un paese in queste condizioni può rifinanziare il proprio debito gratis, o addirittura guadagnandoci, togliendo così un peso enorme dai conti pubblici (chiamato “servizio del debito”, ossia interessi). Anche la spiegazione tecnica resta semplice: tutto merito della Bce, che da due mesi ha messo in moto il quantitative easing, cominciando ad acquistare sui mercati titoli di stato dei paesi europei (ma non della Grecia, che invece non può rifinanziarsi perché altrimenti dovrebbe pagare interessi al di sopra del 20%).

La domanda che apre la porta sul “lato oscuro” è altrettanto semplice: perché un investitore (una banca, un fondo di investimento, o persino un normale cittadino con qualche risparmio da parte) accetta di prestare i propri soldi sapendo in anticipo che non ci guadagnerà nulla o addirittura ci rimetterà qualcosina? [...]

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6765 bytes | 162 commenti OK Notizie
Economia : Breve storia della nascita della Federal Reserve
Inviato da Dusty il 10/2/2015 21:10:00 (7919 letture)


Nel 1907 il sistema bancario americano fallì. Per salvare il sistema, il governo degli Stati Uniti vendette il controllo dell’economia ad un gruppo di banchieri privati.

di Alex Gorale

Il sistema della Federal Reserve degli Stati Uniti d’America è una società privata per azioni. La frase non è una contraddizione: il sistema è un ibrido pubblico/privato. Reso legge da Woodrow Wilson nel 1913, il congresso riconosce quella banca privata, conosciuta come la Federal Reserve, come la banca centrale che controlla il sistema bancario americano. Venne istituita per realizzare tre obiettivi: massimizzare l’impiego, stabilizzare i prezzi, e mantenere moderati i tassi d’interesse a lungo termine. Da allora il suo potere si è espanso notevolmente. Oggi controlla la politica monetaria degli Stati Uniti e cura gli interessi del dollaro. Supervisiona e regola le istituzioni bancarie e fornisce servizi bancari al proprio governo e ad altri.

La Fed è la padrona dell’universo.

Voto: 8.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 21331 bytes | 106 commenti OK Notizie
Economia : Money, Banking and the Federal Reserve
Inviato da Redazione il 4/1/2015 21:30:00 (6072 letture)

Un video di grande importanza per comprendere come è nato, e come funziona, il moderno sistema bancario.


Voto: 8.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 40 commenti OK Notizie
Economia : Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Inviato da Redazione il 14/11/2014 16:30:00 (12641 letture)

Una interessante intervista di Elia Menta a Silvano Borruso. Disquisizione sulla natura del denaro. Denaro come strumento di scambio e come strumento di accumulo. Definizione di interesse e di usura. Meccanismo della riserva frazionaria. Il credito bancario come "forma di magia". Il prestito come ricetta per il fallimento. Benedetto XIV e l'enciclica sull'usura. Inflazione, deflazione, stabilità. Napoleone ultimo nemico dell'usura. Il denaro, servo o padrone dell'economia? Lincoln, McKinney, Kennedy. Scomparsa dell'artigianato e della piccola proprietà contadina. I nemici naturali dell'usura: baratto, agricoltura di sussistenza, cambiale. Storia e demonizzazione delle taglie. Valore facciale (nominale) e valore intrinseco del denaro. Velocità della circolazione del denaro. Creazione intenzionale della crisi del '29. Un interessante esperimento nell'Austria dell'anteguerra. Cosa accadrebbe se gli 8000 comuni italiani emettessero moneta locale? Mantenere l'euro, affiancandolo alle monete nazionali. Interessante esperimento di E-money in Kenya.


Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 497 commenti OK Notizie
Economia : Marco Della Luna: il lavoro rinasce con una moneta sovrana
Inviato da Redazione il 10/11/2014 19:50:00 (7284 letture)

Finanziare la spesa pubblica con le tasse, magari una patrimoniale? Sbagliato due volte, protesta Marco Della Luna. Primo, perché i grandi patrimoni sono finanziari, dunque volatili e sfuggenti. E soprattutto perché chiedere altre tasse significa rassegnarsi al sistema-truffa dell’emissione privatizzata del denaro: per uscire dalla crisi, infatti, basterebbero iniezioni di valuta sovrana a sostegno dell’economia reale, cioè posti di lavoro. Possibile che la sinistra sindacale non lo capisca? Purtroppo sì. Perché «il sindacato e gran parte della sinistra non hanno le basi culturali o la libertà di azione necessarie per poter imporre al dibattito pubblico, politico, sindacale, parlamentare, di trattare i veri temi nodali». Ovvero: «Come viene creato il denaro, da chi, a vantaggio di chi, con che diritto, con quali profitti, con quale tassazione su questi profitti». L’uscita dal tunnel è una sola: «Creazione di denaro direttamente da parte dello Stato, senza che lo Stato lo debba comperare dando in cambio titoli pubblici, cioè indebitandosi». Questo dovrebbero chiedere, Landini e Camusso, e con loro i quasi 5 milioni di italiani iscritti alla Cgil.

Secondo Della Luna, il pericolo è lo strapotere del capitale finanziario, cresciuto fino a 15 volte l’economia reale. Come? In due modi: autorizzando le banche a compiere azioni di pirateria speculativa e, prima ancora, concedendo ai mercati finanziari di ricattare gli Stati mediante l’acquisto del debito pubblico, nel momento in cui – in Italia dagli anni ‘80 – si è vietato alla banca centrale di continuare a finanziare il governo, cioè i cittadini, emettendo moneta a costo zero. Ora, con l’euro, siamo all’incubo elevato a sistema. [...]

Voto: 7.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7699 bytes | 73 commenti OK Notizie
Economia : "Eterna" - Documentario sulla crisi economica
Inviato da Redazione il 4/11/2014 19:00:00 (7550 letture)

L'amico Aldo Oliva mi ha chiesto questo spazio, che gli offro volentieri.

Gentili amici e lettori di Luogocomune.net,

Mi chiamo Aldo Oliva. Alcuni di voi mi conosceranno già, sono un blogger, un giornalista, da un paio d'anni curo, insieme a Roberto Roverselli, un blog sociale e giornalistico, chiamato Inthenews.it. E da qualche anno ho avuto il piacere e anche la fortuna umana di conoscere, parlare, intervistare, Massimo Mazzucco, con il quale ho un rapporto di stima reciproca, e che spesso, essendo io un ragazzo di meno di 29 anni (e all'epoca molti di meno), mi è stato di aiuto per consigli inerenti il mondo del web e dei documentari. Soprattutto ho capito che potevo anche io, giovane giornalista senza grossi mezzi e senza grande esperienza, essere in grado di “creare” un progetto mio, importante. Perché le idee erano le cose che contavano davvero, nonché i fatti, i documenti, le testimonianze. Massimo, pur non curando il progetto che in questa lettera vi presento, mi ha dato uno sprone per potermi cimentare in quello che io ho sempre considerato un sogno: realizzare un documentario di forte impatto sociale, e fortemente divulgativo.

Da pochissimi mesi abbiamo portato a termine un “progetto” sulla crisi economica, chiamato ETERNA. Eterna è il nome del film-documentario della durata di circa due ore, ...

Voto: 7.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7048 bytes | 114 commenti OK Notizie
Economia : Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Inviato da Redazione il 19/10/2014 19:00:00 (9477 letture)

di Johnny Contanti

Qualche settimana addietro è stato pubblicato questo decalogo di domande sul sito Luogocomune, in cui si invitavano coloro che masticassero di economia a presentare delucidazioni su questioni di carattere prettamente concernente la natura del debito estero e interno. In questo breve pezzo elencherò una serie di risposte mirate a quello che si voleva conoscere avanzando quelle domande.

1) Quando si parla di "debito estero", che cosa si intende esattamente?

Quando si parla di debito estero si intendono tutte quelle passività dovute ad entità (siano essi singoli investitori, o società, o istituti bancari) al di fuori del territorio nazionale. Nel caso dello stato italiano, abbiamo a che fare con l'emissione di titoli di stato. Il suddetto è uno dei modi attraverso i quali lo stato raccoglie finanziamenti. Lo stato può finanziarsi in tre modi: tasse, debito pubblico, stampando i soldi. Con quest'ultimo metodo gli incentivi a stampare e spendere sempre di più sono fortissimi, ma la moneta in circolazione finisce per andare fuori controllo ed aumenta esponenzialmente (facendone diminuire, di conseguenza, il potere d'acquisto). Le tasse sono "antipatiche" e soprattutto rendono chiaro all'individuo quale sia il ruolo parassitario dello stato. Il debito pubblico consiste nell'emettere titoli di debito (o cambiali, per semplificare l'immagine mentale) che vengono collocati sul mercato e sono acquistabili da tutti. In Italia la Banca d'Italia gestisce le aste, ovvero, fa il banditore ma non li compra essa stessa. Chi compra sono altri soggetti (es. banche commerciali, investitori comuni, fondi pensione, hedge fund, ecc.), mentre alla BCE è vietato l'acquisto di titoli di stato dei paesi dell'Eurozona dall'accordo di Maastricht. [...]

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 9189 bytes | 260 commenti OK Notizie
Economia : TTIP: cosa c'è dietro al nuovo Trattato Transatlantico?
Inviato da Redazione il 30/9/2014 15:47:47 (8193 letture)

TTIP: il video che nessuno vi farà mai vedere.



Segue una analisi di Giulietto Chiesa sulle vere finalità del TTIP.


Voto: 7.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 467 bytes | 42 commenti OK Notizie
(1) 2 3 4 ... 9 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA