Forum

Commenti Recenti

rss

[In testo normale l'articolo dell'ANSA. In corsivo alcuni estratti di "Le Stanze di Dzyan" di Helena Blavatsky].

E' stato rivelato dalla sua ombra, che appare come una sorta di anello rossastro, il buco nero al centro della galassia M87 con la massa di sei miliardi e mezzo quella del nostro Sole. "Quella che abbiamo visto è l'ombra di un buco nero", ha detto all'ANSA Luciano Rezzolla, direttore dell'Istituto di Fisica Teorica di Francoforte e membro del comitato scientifico della collaborazione Eht (Event Horizon Telescope). "Nei buchi neri supermassicci che si trovano al centro delle galassie, la materia che viene attratta si riscalda e, cadendo nel buco nero, emette luce, parte della quale è osservabile con i radiotelescopi."

La Tenebra irradia la Luce e la Luce lascia cadere un Raggio Solitario nelle acque, nella profondità-madre. Il Raggio dardeggia attraverso l’Uovo Vergine, il Raggio causa un fremito nell’Uovo Eterno del Mondo.

La luce è fiamma fredda e fiamma è fuoco, e il fuoco produce calore che dà acqua, l’acqua di vita nella grande madre.

Ascoltate, figli della terra i vostri istruttori, figli del fuoco. Imparate che non vi è né primo né ultimo poiché tutto è un numero emerso dal non numero.

In queste condizioni fisiche, infatti, è possibile rivelare la cosiddetta zona 'in ombra', ossia quella regione di 'assenza di luce' e che è tale in quanto la luce al suo interno viene assorbita dall'orizzonte degli eventi", ha aggiunto riferendosi al confine che separa un buco nero dallo spazio che lo circonda.

Sola, l’unica forma di Esistenza si estendeva nel Sonno senza Sogni; e la vita pulsava inconsapevole nello spazio universale, attraverso quella Onnipresenza che è percepita dall’occhio aperto di Dangma.

Questo è un confine matematico dove la forza di gravità è così forte che nulla riesce a sfuggire, nemmeno la luce.

Egli le costruisce a somiglianza delle ruote più antiche, collocandole sui centri imperituri. Come le costruisce Fohat? Egli raduna la polvere ignea. Fa globi di fuoco, corre attraverso e intorno a loro infondendo vita, quindi li mette in moto, alcuni in modo altri in un altro. Essi sono freddi ed egli li rende roventi. Sono asciutti e li rende umidi. Brillano e ventilando li raffresca. Così agisce Fohat da un crepuscolo all’altro durante sette eternità.

["Le stanze di Dzyan" è un testo sanscrito che risale a 5000 anni fa].

 

 

 

Aggiungi Commento   

Primus eccetera
#1 Primus eccetera 2019-04-10 20:30
Bellissimo grazie
BELLINI
#2 BELLINI 2019-04-10 21:33
Deve essere il portafoglio di Jeff Bezof.
La fisica è riuscita a spiegare perché in quel buco nero entrano miliardi di dollari, ma non esce neanche un centesimo.
Però Einstein non aveva previsto le ex mogli.
kamiokande
#3 kamiokande 2019-04-10 22:34
Siccome non credo all'esistenza dei buchi neri, girovagando per la rete ho trovato questa pagina con un articolo del 2017

alma-telescope.jp/en/column/bhimaging8

che mostra questa immagine che si chiama SgrA-simulation-bh.png e che mostra simulazioni grafiche di buchi neri



che è appunto del 2017



L'immagine di destra è praticamente la cosiddetta foto girata sotto sopra. Dopo aver speso anni e fantastiglioni di dollari per fotografare qualcosa che forse non esiste, credo che abbiano pensato bene di mostrare finalmente, per l'appunto, "qualcosa" per giustificare tutto il tempo ed i soldi spesi. Già lo hanno fatto rifilandoci la sola delle onde gravitazionali, adesso ci risolano con i buchi neri.
nygandy
#4 nygandy 2019-04-11 00:28
#3 Kamiokande

Interessante che tu non creda ai buchi neri e alleonde gravitazionali, puoi spiegarti meglio? in che senso non ci credi...

D'altra parte tra simulazione e foto "reale" sono gli stessi scienziati ad indicare che di fatto non c'è differenza... Infatti sappiamo, da loro, che questa ricostruzione non è una foto ma la "sommatoria" di impulsi catturati AL DI FUORI DELLA LUCE VISIBILE" (quindi negli infrarossi, etc...) da una serie di telescopi (sempre ad infrarossi...) sincronizzati tra loro come a formare un "enorme specchio" o per meglio dire "occhio" sempre ad infrarosso...

Quindi la "FOTO" altro non è che una simulazione nel visibile di impulsi catturati nell'invisibile e POI resi ai nostri occhi con queste foto...

Il fatto che la simulazione che posti tu sia del 2017, mi avvalora il fatto che SIA PROPRIO QUELLO CHE CI HANNO DATO IN PASTO OGGI... In quanto l'esperimento il cui frutto sono le "FOTO" di oggi è stato condotto nell'arco di 10 giorni proprio nel 2017 e poi elaborato e "verificato" nel corso di questi mesi/anni... fino a oggi alle ore 15:00....
nygandy
#5 nygandy 2019-04-11 00:35
Ho letto l'articolo che hai postato al post#3 e ti confermo che è proprio quella roba lì...

La sottotitolatura della simulazione a cui ti riferisci è in riferimento a Sagittarius A (il "buco nero" al centro della nostra via lattea) oggetto insieme a quello pubblicizzato oggi dell'esperimento in questione.
Inoltre il sito è proprio quello di Alma, il mega telescopio cileno capofila degli 8 telescopi attori dell'esperimento.

Quindi, sì, è quella roba lì... Resta solo una domanda... Ma se la "foto" c'era già 2 anni fa, cosa hanno scoperto oggi?....
nygandy
#6 nygandy 2019-04-11 00:39
Chiarisco che il lavoro ad infrarosso viene privilegiato a quello nel campo del visibile poichè i centri delle galassie sono pervasi dalle "fuliggini" di gas che ne rendono di cattiva qualità , quando non impossibile, l'indagine ottica in sè e per sè, motivo per il quale si indaga su altro spettro di radiazione.
Calchera
#7 Calchera 2019-04-11 01:11
cancellato
Calchera
#8 Calchera 2019-04-11 01:21
cancellato
Paracelso
#9 Paracelso 2019-04-11 01:28
Un buco nero non si può fotografare.

Semplicemente, perché è nero.

(se ti aggrappi ai contorni evidenziati in altre frequenze elettromagnetiche, è come se tu apprezzassi il David di Michelangelo prima ancora che questo fosse scolpito dal blocco informe di marmo. Cioè, ciò che non esiste. Ciò che ancora và estrapolato; rimuovendo il superfluo.)
FranZeta
#10 FranZeta 2019-04-11 02:06
@kamiokande
Per una volta siamo d'accordo su certe tematiche: anche io non credo all'esistenza dei buchi neri, intesi come singolarità gravitazionali. Sono convinto che nel nostro universo* non esistano singolarità.

*Universo che però, preciso, non credo sia tutto quello che esiste, qualunque sia l'accezione di "esiste" che vogliamo considerare.
gino sighicelli
#11 gino sighicelli 2019-04-11 03:21
A mio parere, questa versione della traduzione sarebbe molto più plausibile:

Sòla, l’unica forma di Esistenza si estendeva nel Sonno senza Sogni; e la vita pulsava inconsapevole nello spazio universale, attraverso quella Onnipresenza che è percepita dall’occhio aperto di Dangma.
Azrael66
#12 Azrael66 2019-04-11 06:36
Dato che è stata tirata in ballo la Blavatsky, come compendio all'articolo ne lascio un altro nel quale si parla del Sole Centrale Spirituale che si troverebbe secondo le teorie esoteriche occidentali, al centro della nostra galassia, posto l'intro giusto per chi volesse poi approfondire:

" Sono emerse di recente dichiarazioni fornite da ex ricercatori del dipartimento segreto di Psicotronica del KGB o GRU che, nel dopoguerra, ebbero accesso agli archivi segreti della Ahnenerbe di Himmler.
In essi furono trovati anche dati mai pubblicati riguardanti la spedizione Tedesca in Anartide nel 1938-1939. Tali dichiarazioni indicano una possibile minaccia di offensiva da parte forze esterne al pianeta, civiltà extraterrestri fortemente interessate ad impedire indagini e sperimentazioni degli scienziati terrestri nel campo delle energie del vuoto che, evidentemente, rappresentano un grave pericolo per l’integrità della “concatenazione dello spazio vuoto” che protegge il fragile corpo fisico dell’Universo dalla ferocia del Fuoco Cosmico.

Secondo queste dichiarazioni esiste una contesa sul controllo dell’Organo Intelligente Centrale della Galassia: il gigantesco Buco Nero nel centro galattico spiroidale definito nelle opere di Alice Bailey il “Sole Centrale Spirituale” e nella tradizionale scuola esoterica Occidentale, a cui appartenevano anche gli esploratori della Ahnenerbe. il “Sole Nero”.
L’immagine simbolica del Sole Nero fu posta infatti sul pavimento della sala di meditazione nel Castello di Wewelsburg in Germania, il quartier generale della Ahnenerbe.

Risultava chiaro che la civiltà che avesse posseduto il controllo del Sole Nero sarebbe stata in grado di far esplodere stelle, frantumare pianeti e/o popolarli con razze di loro scelta, ovvero sarebbe divenuta la padrona incontrastata di questa Galassia.

Secondo queste fonti il controllo del Sole Nero potrebbe essere teoricamente esercitato attraverso una sua “modificazione”, inviando un “virus di trasformazione del vuoto” attraverso l’ipertunnel di teletrasporto situato al Polo Sud che ora, secondo la stampa Russa, è estensivamente studiato ed esplorato dal Pentagono.
In pratica si tratta di utilizzare i campi torsionici, un termine ormai accettato per definire “vortici di energia” più veloci della luce."


www.arcadia93.org/ilsolenero.html

Infine, per chi volesse approfondire ulteriormente la questione esoterica del nazismo, lascio il link ad un filmato reperibile su YT, e che fa parte di una lunga serie prodotta da Marco Dolcetta, e che andò in onda su Rai 3 tanti anni fa:

Aigor
#13 Aigor 2019-04-11 09:11
kamiokande / Fran

Belin, siete due eretici… :-D :-D :-D
Beh, non siete certo i soli, però fa piacere incontrarne qualcuno dal vivo (o quasi, visto che comunque è una conoscenza "di tastiera").
Mi direte, non essendo io del mestiere e quindi non frequentando i vostri ambienti, se non incontro tipi come voi su Luogocomune, dove altro posso incontrarli? :hammer:
charliemike
#14 charliemike 2019-04-11 09:25
Citazione:
E' stato rivelato dalla sua ombra, che appare come una sorta di anello rossastro, il buco nero al centro della galassia M87 con la massa di sei miliardi e mezzo quella del nostro Sole. "Quella che abbiamo visto è l'ombra di un buco nero", ha detto all'ANSA Luciano Rezzolla, direttore dell'Istituto di Fisica Teorica di Francoforte e membro del comitato scientifico della collaborazione Eht (Event Horizon Telescope). "Nei buchi neri supermassicci che si trovano al centro delle galassie, la materia che viene attratta si riscalda e, cadendo nel buco nero, emette luce, parte della quale è osservabile con i radiotelescopi."
Da non-astronomo e appassionato di fantascienza, usando la famosa regola del "facciamo finta che... " mi domando:
se la massa del buco nero genera un campo gravitazionale talmente grande che nemmeno la luce può uscirne, come è possibile che emetta parte della luce della materia surriscaldata che ci cade all'interno?
io ho sempre saputo che i buchi neri fossero invisibili, appunto perché impossibilitati a emettere luce, ma che fosse possibile dedurne la loro presenza tramite il piegamento della luce a causa della gravità.
fefochip
#15 fefochip 2019-04-11 09:36
francamente questi temi, oggi, come ad esempio il big bang mi lasciano molto tiepido e perplesso

da una parte il fascino lo capisco perfettamente dall'altro mi sembra un atto di presunzione immenso da parte dell'uomo pensare di sapere cosa sia successo all'universo miliardi di anni fa

e in ogni caso mi sembrano studi completamente sterili nel senso che allontanando in maniera letteralmente siderale l'osservazione e la concentrazione dell'intelligenza dal qui e ora

si disperdono le forze , si priva lo sforzo intellettuale di quel senso pratico che invece a mio avviso è impellente per la situazione disastrosa in cui versa l'uomo

insomma per dirla con una battuta:

stiamo devastando il pianeta e qualcuno si fa le seghe su cose lontane milioni di anni luce (o miliardi di anni) ...bah
Duluoz
#16 Duluoz 2019-04-11 10:17
#15
Citazione:
stiamo devastando il pianeta e qualcuno si fa le seghe su cose lontane milioni di anni luce (o miliardi di anni) ...bah
Ben detto. Vogliamo conquistare l'universo e non riusciamo neanche a proteggere il granello di polvere che ci e' stato assegnato
fefochip
#17 fefochip 2019-04-11 10:28
comunque (per fare un tuffo nel passato):

non è la luce quello che è stato "fotografato" ma l'emissione di altri tipi onde elettromagnetiche che vengono emesse dai fotoni prima di "precipitare" nel buco nero

poi curiosità

un buco nero non è detto sia immenso , concettualmente esisterebbero anche microbuchi neri

in pratica dipende quanto densamente la massa sia aggregata e non da quanta massa

infatti esistono stelle enormi ma non per questo diventano buchi neri

dipende dalla loro densità ovvero in pratica dal raggio di Schwarz (Schwarzschild) ovvero del cosi detto "orizzonte degli eventi"
focus.it/.../che-cosa-e-il-raggio-di-schwarzschild

www.cosmored.it/.../buchineri2.htm

ma in teoria nulla vieta (dal punto di vista matematico) di avere raggi molto piccoli
webrasta
#18 webrasta 2019-04-11 10:33
#3 kamiokande et altri

vedo che qualcuno che non si beve le fregnacce cosmiche esiste. prossima sola da sfatare: le bombe atomiche
Aigor
#19 Aigor 2019-04-11 10:58
Magari sono un pelo OT, ma...

Se qualcuno volesse interessarsi ai temi "eretici" della fisica (e non solo) consiglio di navigare il sito del Prof. Umberto Bartocci: www.cartesio-episteme.net/
Non fatevi distogliere dalla semplicità del format del sito: è un sano e semplice html come una volta, senza effetti superspeciali, ma è il contenuto quello che conta ;-)

Essendo utenti di Luogocomune potreste trovare anche lì ampio materiale per sfatare diversi luoghi comuni, appunto :-D

PS: ci sono alcuni libri scaricabili fra cui "ALBERT EINSTEIN E OLINTO DE PRETTO - LA VERA STORIA DELLA FORMULA PIÙ FAMOSA DEL MONDO" di cui consiglio la lettura… ;-)
mangog
#20 mangog 2019-04-11 11:14
Se sono riusciti a fotografare il buco nero al centro di una galassia lontanissima.. a breve mi aspetto la foto del buco nero al centro della nostra galassia.... ma ahimè.. mi sembra di aver letto che non si potrà mai fotografarlo perché la densità delle stelle aumenta a dismisura man mano che si raggiunge il centro dalla galassia.
Ma che galassia anemica la M87... senza i miliardi di miliardi di stelle che affollano il centro di ogni galassia che si rispetti..
Non ci sono più le galassie di una volta..
ItalHik
#21 ItalHik 2019-04-11 11:38
Secondo me... la solita dorata Fuffa per Credulones, tipo "Voice of Sun" (Jupiter, Saturn, etc)... :perculante:
.
angelo88
#22 angelo88 2019-04-11 12:07
fefochip

Citazione:
stiamo devastando il pianeta e qualcuno si fa le seghe su cose lontane milioni di anni luce (o miliardi di anni) ...bah
In un blog che si chiama luogocomune questo luogo comune è perfetto; ma d'altronde dobbiamo metterci del populismo ovunque...anche nella scienza.
BELLINI
#23 BELLINI 2019-04-11 12:10
Sembrano abbastanza diffusi i dubbi sui buchi neri

www.google.com/.../amp
Aigor
#24 Aigor 2019-04-11 12:55
Citazione:
Sembrano abbastanza diffusi i dubbi sui buchi neri
Molto più di quanto non si pensi, anche senza scomodare il coming out di Hawking… :hammer:
BELLINI
#25 BELLINI 2019-04-11 13:03
Perché mentire sui buchi neri?
1) Gli piace disinformare il popolo
2) Per riempire il tg
3) Perché il mondo si sta riempiendo di telescopi che in realtà sono dispositivi miliari come il Muos. La Cina ne ha istallato uno in Argentina e ne installerà un altro a Roma
affaritaliani.it/.../...
ivi.72
#26 ivi.72 2019-04-11 13:45
Il buco nero ha la forza gravitazionale per attirare a se tutto, luce compresa.


Quindi come fa ad arrivarci questa immagine?
Cum grano salis
#27 Cum grano salis 2019-04-11 13:54
#14 charliemike
Citazione:
se la massa del buco nero genera un campo gravitazionale talmente grande che nemmeno la luce può uscirne, come è possibile che emetta parte della luce della materia surriscaldata che ci cade all'interno?
io ho sempre saputo che i buchi neri fossero invisibili, appunto perché impossibilitati a emettere luce, ma che fosse possibile dedurne la loro presenza tramite il piegamento della luce a causa della gravità.
Infatti la foto non è in campo ottico, ma è la ricostruzione al computer dei dati raccolti dai radiotelescopi della rete. Fai conto che è una specie di TAC generata con le onde elettromagnetiche provenienti dall'intorno del buco. Anzi, per via della lente gravitazionale, quel che si vede nell'immagine è ciò che viene emesso alle spalle, da dietro il buco nero. Per questo motivo si afferma di averne fotografato l'ombra.
Primus eccetera
#28 Primus eccetera 2019-04-11 14:01
Hmmm
a me risulta che la materia del cosiddetto "disco di accrescimento" (cioè quella in procinto di cadere nel buco nero e superare l'orizzonte degli eventi) sia sottoposta all' azione di forze mareali così intense da raggiungere temperature di milioni di °C e quindi emettere energia sotto forma di fotoni, anche nello spettro visibile
ItalHik
#29 ItalHik 2019-04-11 14:03
@ #24 Aigor

Citazione:
Molto più di quanto non si pensi, anche senza scomodare il coming out di Hawking…
Perché, che confessò infine l'Hawking a proposito di...



...costoro?... :-?
.
notomb
#30 notomb 2019-04-11 14:29
In realtà la foto è della D'Urso ed il suo alone di luce, fotografata all'infrarosso con un filtro IR :-D :perculante:
Cum grano salis
#31 Cum grano salis 2019-04-11 14:34
#28 Primus eccetera
Citazione:
...sotto forma di fotoni, anche nello spettro visibile
Sicuro, ma non è questo il caso. Si sono usati solo radiotelescopi. Con varie tecniche si è raggiunta una risoluzione di 20 micro-secondi d'arco, cosa non possibile con l'ottica attuale : mi pare di aver letto che corrisponde più o meno ad una palla da baseball sulla Luna come vista dalla Terra. Dovrebbe essere, a spanne, un cerchietto di circa 96.000.000 di volte più piccolo del diametro apparente del Sole.

Aigor
#32 Aigor 2019-04-11 15:45
@ Bellini

Citazione:
Perché mentire sui buchi neri?
Nessuna delle tre.
Ad un certo punto si è deciso che il modello einsteniano era quello giusto (perdonatemi l'estrema sintesi). Punto.
E se in fase di esperimento vengono fuori dati che non confermano il modello, semplicemente non vengono presi in considerazione.
C'è in giro una vignetta umoristica al riguardo:

Un po' come l'archeologia con i tanti reperti "fuori dal tempo" (quelli giusti, eh? non i fake)
Trimegisto
#33 Trimegisto 2019-04-11 16:34
@ Redazione

Ma come, lanci il sasso e nascondi la mano?

A me sembri indicare il percorso di due scienze, una vecchissima ed una giovanissima, una esoterica e l'altra essoterica, alla ricerca di una Conoscenza che per la prima avviene in forma diretta, non mediata dai sensi, come invece accade per la seconda.
Per la prima la Materia e' una manifestazione dello Spirito, per la seconda lo Spirito e' un sottoprodotto della Materia.
Spesso quella piu' giovane, vista l'eta', manca della saggezza e dell'esperienza della sua trisavola e come molti adolescenti e' convinta di aver capito gia' tutto senza bisogno di prestare orecchio alle parole e alle tradizioni del "Vecchio".
A volte, parlando dello stesso soggetto, intendono cose diversissime l'una dall'altra, ma entrambe manifestano la nostra bellissima natura duale.
Quando le due parti sapranno riconoscersi a vicenda, quando ricominceranno a parlare, allora si che faremo degli enormi progressi; e' giunto il tempo della maturazione e dell'iniziazione. E' ora che il singolo individuo deve farsi carico di ritornare alla comunita' come membro essenziale e vitale e da essa viene [ma, ahime' siamo ancora al: 'dovrebbe' essere] riconosciuto e benvenuto come tale.
webrasta
#34 webrasta 2019-04-11 16:56
#4 nygandy

una simulazione è una simulazione, una finzione. il trasporto dei dati in una diversa gamma di frequenze, il visibile in questo caso, è un rendering. la notizia in oggetto fa il paio con le onde gravitazionali, i cui risultati sono stati aspramente criticati dal fior fiore della ricerca astrofisica provocando il non lieve imbarazzo degli annunciatori (anche italiani), e del famoso bosone di Higgs che altro non è che un'interpretazione statistica dei dati resa particolarmente favorevole ai finanziamenti del CERN in un momento in cui i rubinetti stavano per chiudersi.

#15 fefochip
qualcuno potrebbe risponderti con le tue stesse parole: "con tutto il casino che c'è sul pianeta, questo si interessa dei microbi nell'intestino!", non credi? e invece il tema microbiota merita eccome di essere indagato e sta diventando sempre più una delle spine del fianco della Medicina accademica. lo stesso vale per ogni campo di ricerca, dall'astrofisica all'economia.
per capire quanto sia importante studiare le (vere) leggi della Natura e divulgarle basti dire che Einstein arrivò a fagiolo nel 1905 proprio quando un certo Tesla stava per realizzare il suo dispositivo per l'estrazione di energia dall'etere a Wardencliffe. ricordiamoci che fino alla comparsa del "genio" scapigliato (che il nostro Roberto Monti definiva pirla) l'etere era argomento dibattuto da menti sopraffine, tanto che il famoso esperimento di Michelson&Morley aveva come fine proprio la determinazione del vento d'etere. ma lo scapigliato mise una pietra tombale sull'etere e sulla possibilità di ricavarne energia mentre il governo americano cancellava la torre di Wardencliffe dalla faccia della Terra.
nei suoi articoli e nelle sue conferenze, Tesla ha parlato chiaramente della possibilità di una forma di energia che si "nasconde" negli impulsi ultraveloci di corrente. il prototipo di motore di Edwin Gray si basava su tale effetto con componenti più moderni:

Citazione:
Un inventore californiano ha trovato il modo di creare energia elettrica senza limiti senza usare carburante, potenzialmente la più grande scoperta nella storia dell’umanità. Il sig. Edwin Gray, 48 anni, ha realizzato apparecchi funzionanti che potrebbero alimentare ogni auto, treno, camion, barca e aeroplano che si muoverebbe su questa terra perpetuamente; apparecchi che potrebbero riscaldare, raffreddare e servire ogni casa americana senza costruire nessuna linea di trasmissione; apparecchi che potrebbero fornire energia senza limiti nel poderoso sistema industriale della nazione per sempre, e fare tutto senza creare una singola briciola di inquinamento.
The National Tattler, 1973
Rabdomante
#35 Rabdomante 2019-04-11 17:08
Detto da un signor nessuno quale sono:


.Per me è una gran fregnacccia (o patacca che dir si voglia)!!!
BELLINI
#36 BELLINI 2019-04-11 17:19
Non so il perché ma questo evento storico, mi ricorda tantissimo la grande missione dell'Apollo 11.
Un successo incredibile.
Provate voi a fotografare l'ombra di un buco nero che probabilmente nemmeno esiste
youtu.be/N3qaH67JNTo

#34
Mi sfugge solo un dettaglio.
Ipotiziamo che ci sia la possibilità di produrre energia elettrica a costo vicino allo zero.
Suppongo che se un americano c'è arrivato nel 1973, oggi i più importanti Stati del mondo siano in grado di ottenere gli stessi risultati.
Perché non esiste nessuno Stato del mondo che produce quell'energia e la vende agli altri?
Perché la Francia deve costruire una centrale nucleare per vendere la corrente all'Italia quando potrebbe produrre energia ad un costo più basso e vendercela allo stesso prezzo?
Perché la Turchia, l'India, la Cina devono fare accordi con la Russia per installare centrali nucleari con la loro tecnologia quando possono produrre energia elettrica a casa loro a costo zero?
webrasta
#37 webrasta 2019-04-11 17:32
#36 BELLINI

beata gioventù... ;-)
se tu possedessi un paio di pozzi di petrolio finanzieresti un sig. Gray? pensi che i tuoi amici petrolieri con cui ti vedi nel fine settimana su qualche yacht ti darebbero una pacca amichevole sulla spalla complimentandosi con te? e pensi che i politici di rilievo presenti al party stapperebbero una bottiglia di Moet&Chandon alla prospettiva che in un futuro prossimo ognuno potesse ottenere gratuitamente l'energia necessaria per la propria sopravvivenza senza bisogno di piegarsi al volere di qualcuno (se hai una presa di corrente gratuita puoi virtualmente fare tutto: dalla costruzione del tuo tetto al riscaldamento della casa e di una serra, ...)?
BELLINI
#38 BELLINI 2019-04-11 17:47
#37
Sì, ma la mia domanda è sempre la stessa
Perché i cinesi, gli indiani, gli americani, gli europei devono dare una camionata di soldi agli arabi per comprare il loro petrolio?
L'impresa con i profitti più alti del mondo è Aramco che è 100% di proprietà dell'Arabia Saudita.
www.google.com/.../ABfCBpjB
Si sono inventati i pannelli solari, l'eolico, le biomasse, la Cina è andata sulla Luna per cercare combustibile per la fusione nucleare... ma tutto il mondo invece che diventare autosufficiente con l'energia gratis, si inchina all'Arabia Saudita perché se quelli chiudono il rubinetto del petrolio, siamo tutti nella merda.
Ecco, il mio dubbio è solo questo.
webrasta
#39 webrasta 2019-04-11 18:12
#38 BELLINI
prova a guardare le cose da una prospettiva diversa, da un'ottava superiore: la finanza, e quindi ogni cosa, è in mano a pochi individui di cui certamente non conosciamo i nomi. qualcuno nel '40 faceva domande del tuo stesso tenore sui "tedeschi", sui "giapponesi", ecc. mentre "i pochi" finanziavano ogni schieramento in attesa di goderne i frutti, non solo economici. i fatti, i personaggi che vediamo nella cd "realtà" sono attori più o meno inconsapevoli sul palcoscenico. dire che il 100% dei profitti d'impresa appartengono a qualcuno, ad es. ai Sauditi, non dice nulla sulla loro destinazione, nè sugli accordi dietro le quinte per tenere in piedi la baracca...
p.s. dire "la Cina è andata sulla Luna" in questo forum è rischioso per la tua incolumità... :-D

a proposito di fusione, consiglio caldamente la lettura di questo piacevole articolo del fisico Camillo Urbani, dove in modo abbastanza semplice vengono fornite (contro)informazioni "eretiche": gradientitemporali.wordpress.com/.../...
redazione
#40 redazione 2019-04-11 18:16
TRIMEGISTO:Citazione:
Ma come, lanci il sasso e nascondi la mano? A me sembri indicare il percorso di due scienze, una vecchissima ed una giovanissima, una esoterica e l'altra essoterica, alla ricerca di una Conoscenza che per la prima avviene in forma diretta, non mediata dai sensi, come invece accade per la seconda.
Veramente io ho lanciato il sasso sperando di vedere qualche reazione interessante in quel senso. Ma evidentemente ai nostri utenti interessa di più discutere se un buco nero sia fotografabile o meno.
Carbonaro79
#41 Carbonaro79 2019-04-11 18:22
Da formazione tecnica mi chiedo chi e come hanno tarato gli strumenti di lettura? L'informatico che ha scritto il codice aveva tutti i dati per configurare il suo algoritmo?
Quello che esiste oltre l'orbita lunare è un mistero, quello che succede nei fondali marini è un mistero, vulcani terremoti idem. Forse buone intuizioni niente di più. Poi quando si comincia a parlare di quantistica allora si comincia proprio a ridere.... Ma senza osservare troppo se no influenzi il risultato.
Poi c'è chi semplifica tutto con una parola dio, quest'ultimo è il più fortunato di tutti
webrasta
#42 webrasta 2019-04-11 18:31
#40 redazione

poi mi zittisco...
se l'autenticità del fenomeno proposto non è credibile, cade il presupposto per il confronto eso/esso-terico.
ve ne propongo uno io:

Dzyan
Citazione:
La luce è fiamma fredda e fiamma è fuoco, e il fuoco produce calore che dà acqua, l’acqua di vita nella grande madre.
Ascoltate, figli della terra i vostri istruttori, figli del fuoco. Imparate che non vi è né primo né ultimo poiché tutto è un numero emerso dal non numero.
Tesla (da I segreti free-energy dell'elettricità fredda di Peter Lindemann)
Citazione:
Tesla voleva determinare l’effetto della diminuzione graduale della durata degli impulsi, un lavoro che richiedeva la massima perizia e precauzione. Tesla sapeva che si sarebbe esposto ad un pericolo mortale. Controllando la rapidità dello scoppio (separazione) della corrente nell’arco magnetico a corrente continua, Tesla rilasciò un nuovo spettro di energie “simili alla luce” attraverso tutta la grande aerea di osservazione. Questa energia era di un tipo che nessun altro al mondo da allora ha mai più visto. Tesla scoprì che la durata dell’impulso definiva da sola l’effetto di ogni spettro corto. Questi effetti erano completamente peculiari, dotati di altre strane qualità mai incontrate puramente in natura. Successioni di impulsi, ognuno eccedente la durata di 0.1 millisecondi, producevano dolore e pressioni meccaniche. In questo campo radiante, gli oggetti vibravano visibilmente e addirittura si spostavano anche come il campo forza che li attraversava. I fili sottili, esposti a scoppi improvvisi del campo radiante, esplodevano in vapore. Dolore e movimenti fisici cessavano quando venivano prodotti impulsi di 100 microsecondi o meno. Con impulsi della durata di 1,0 microsecondo si avvertiva una forte calore fisiologico. Ulteriori diminuzioni della durata degli impulsi portava alle spontanee illuminazioni, capaci di riempire le stanze e i globi contenenti il vuoto con una luce bianca. A queste frequenze di impulso, Tesla era capace di stimolare l’apparizione di effetti che sono normalmente mescolati fra le energie elettromagnetiche insite nella luce del sole. Impulsi più corti producevano brezze fredde che penetravano le stanze, assieme ad un sollevamento dell’umore e della coscienza.
redazione
#43 redazione 2019-04-11 18:42
WEBRASTA: Bello il parallelo con Tesla, non lo conoscevo.

Come dicono da sempre gli esoteristi, è bello vedere la scienza che scopre cose nuove, confermando quello che la dottrina esoterica va dicendo da migliaia di anni.

Ce n'è un'altra che mi incuriosisce moltissimo, e sta nel libro della Bailey "Il trattato del fuoco cosmico": "Gli esseri benedetti celano la loro triplice natura, ma rivelano la loro triplice essenza per mezzo dei tre grandi gruppi di atomi. Tre sono gli atomi, e triplice è l'irradiazione. Il cuore del fuoco si cela, ed è conosciuto solo per la sua irradiazione, e attraverso ciò che irradia. È solo dopo che la fiamma è spenta e il calore è svanito, che può il fuoco essere conosciuto."

Chissà cosa vuol dire.
BELLINI
#44 BELLINI 2019-04-11 18:47
#41
Senza farla troppo complicata, è andata così: hanno fatto la simulazione, gli è piaciuta, hanno raccolto 4 dati e gli hanno messo davanti il risultato finale.
Ho visto che con Photoshop hanno trasformato un'anguria in una modella, ed immagino che col software giusto, si possa trasformare 4 dati nell'immagine identica alla simulazione dell'ombra di un buco nero.
Tutto merito dei radiotelescopi sparsi per il mondo e dell'élite che guida il mondo.
Un successo storico.
Ma andatevene affanculo!!!!
webrasta
#45 webrasta 2019-04-11 19:24
#44 BELLINI

come vuoi. raccolgo personalmente il tuo invito, per evitare che altri utenti si sentano chiamati in causa, e vedo di raggiungere al più presto la Tesla di Elon Musk (tanto per restare in tema) che sta orbitando nello spazio.
BELLINI
#46 BELLINI 2019-04-11 19:31
#45
Non mi riferivo a te.
Ho continuato il discorso di #41 Carbonaro79
Bello anche #20 mangog
Oidualc
#47 Oidualc 2019-04-11 19:48
Massa di 6 miliardi e mezzo il nostro sole. Ricordatevi il "mezzo" Da ciò si capisce già quanto sia grottesca la "cosa"
maurixio
#48 maurixio 2019-04-11 20:06
Voglio solo ricordare che anche la corrente elettrica non si vede ne si fotografa. Eppure c'è
Carbonaro79
#49 Carbonaro79 2019-04-11 20:22
48
Cioè non hai mai visto un arco voltaico?
_IO
#50 _IO 2019-04-11 20:32
Chissà perchè ma quando sento i pensieri della Blablatsky e della Blablailey il mio "Plesso Solare" urla di dolore... un po' come avviene quando la Scienziah produce nuove invenzioni.

Ma si sa che la popolazione del "Plesso Lunare" non può rimanere inattiva... altrimenti si spegne e scompare! Puff!!! :hammer:

Infatti il Saggio (ben prima delle suddette Blabla...) disse di un suo predecessore:
Citazione:
Un paese si governa con la rettifica, la guerra si conduce con gli stratagemmi - ma l'Impero si conquista con l'inazione.
L'Impero si conquista restando costantemente nell'inazione. Dal momento in cui si diventa attivi, non si è in grado di conquistare l'Impero.
Come posso sapere io che le cose stanno così? Da questo:
Quanto più ci sono divieti e proibizioni nell'Impero, tanto più il popolo si impoverisce. Quanto più il popolo possiede strumenti utili, tanto più il paese e la dinastia sono sconvolti. Quanto più ci sono operai ingegnosi, tanto più vengono prodotti oggetti bizzarri. Quanto più si pubblicano leggi e decreti, tanto più si moltiplicano ladri e briganti.
Perciò un Santo ha detto:
«Se io pratico il Non-agire, il popolo si trasforma da solo.
Se io amo la quiete, il popolo si rettifica da solo.
Se io mi astengo dall'attività, il popolo si arricchisce da solo.
Se io sono senza desideri, il popolo tornerà da solo alla semplicità.
»
:-D
:-D
:-D

PS: ESO-ESSO per _IO pari SON!
zlatorog
#51 zlatorog 2019-04-11 21:31
Io ho un buco nero dal quale escono ogni giorno diversi ettogrammi di materia oscura (marroncina) e da quando è entrato in vigore l'€uro si sta espandendo moltissimo...
Battute a parte la ricerca in questo campo è sicuramente affascinante e interessante, e quando avremo risolto tutti i nostri problemi terreni, quali smettere di distruggere il nostro pianeta, garantire una vita dignitosa a tutti e vari altri, sarebbe bello continuare a esplorare lo spazio.
Purtroppo siamo ancora lontanissimi dal risolvere i nostri problemi e quindi tutta questa ricerca corrisponde solo a una notevole quantità di risorse sottratte a chi se la passa peggio per delle masturbazioni scientifiche.
Perchè solo di teorie si tratta, nessuno potrà mai verificare la loro correttezza. Oggi si scopre un fenomeno e ci si spendono sopra miliardi per scoprire domani che quel fenomeno magari non esiste, tenendo sempre presente che il fatto che esista o meno è per noi assolutamente irrilevante.
Insomma, a me personalmente l'astrofisica affascina molto, ma credo che al momento abbiamo altre priorità.
Ghilgamesh
#52 Ghilgamesh 2019-04-11 21:54
Riguardo l'inutilità, secondo alcuni, di studiare i buchi neri, secondo una teoria di cui sono venuto a conoscenza recentemente, noi saremmo DENTRO un buco nero ... quindi capire come funzionano, sarebbe utile, per non dire fondamentale.

Giusto per dare spunti di riflessione, faccio notare che l'universo si espande PIU' velocemente della luce, cosa teoricamente impossibile (se Einstein avesse ragione) ... quindi, di fatto, è impossibile arrivare oltre il bordo esterno dell'universo ... come se fosse un "orizzonte degli eventi".
kamiokande
#53 kamiokande 2019-04-11 23:05
@nygandy #4

Prima di tutto dico che ho sbagliato ad usare il verbo credere ma avrei dovuto usare dubitare (credere associato alla scienza è un evidente ossimoro). Comunque, detto questo, il discorso sarebbe lungo e non vorrei far deragliare oltre la discussione che dovrebbe riguardare temi più alti, comunque, per farla breve, riguardo ai buchi neri esistono diversi problemi sia riguardo alla formulazione matematica che alla possibilità pratica che un buco nero si possa formare (Einstein stesso non credeva che il collasso di una stella potesse dare origine ad un buco nero). Io non sono un esperto in materia (la mia conoscenza della relatività generale è decisamente limitata) ma tendo ad allinearmi a quanti hanno in un modo o nell'altro "dimostrato" l'inconsistenza di questi corpi celesti. In merito alle onde gravitazionali sono un po' più lapidario, esse non possono esistere nella teoria della relatività così come noi la conosciamo. Lorentz (quello delle famose trasformazioni) prima e Levi-Civita (uno dei padri della matematica alla base della teoria) hanno dimostrato che le onde gravitazionali non possono trasportare ne energia ne materia (e nemmeno quantità di moto come la luce), condizione necessaria ad avere un minimo di senso fisico. Einstein stesso, insieme al fisico Rosen, nel 1936 produsse un paper nel quale negava che le onde gravitazionali esistessero davvero. Il paper venne poi ritrattato e modificato da Einstein per dire una cosa diversa (non esistono onde piane ma solo cilindriche, qualunque cosa questo significhi) senza però consultare Rosen, che se ne risentì parecchio, spingendolo a replicare con un altro articolo nel quale mostrava che quanto si affermava nell'articolo modificato da Einstein (l'esistenza di onde cilindriche) era privo di significato fisico.

@ FranZeta #10

Lo stesso Einstein pensava (e lo scrisse più volte) che le singolarità insite nella teoria generale dovessero necessariamente significare che essa non era altro che l'approssimazione di qualcosa di ancor più generale.

@ webrasta

Ci sono molte cose che non riesco a digerire, una di queste è E0 = mc² da cui "deriverebbero" le bombe atomiche (per usare una frase alla Focus). Documentandomi sul Moon Hoax ho trovato la pagina di un tizio (credo sia un ingegnere se non ricordo male) che, oltre a prendere di mira le missioni Apollo, aveva diverse pagine anche in merito all'inesistenza delle bombe atomiche (se ritrovo la pagina te la invio) però non mi sono mai occupato della questione, quindi non so nemmeno perché le bombe atomiche non dovrebbero esistere, se ti va mandami un MP. Riguardo invece a ciò che viene chiamata zero point energy io oltre a Grey ricorderei anche Moray, ma soprattutto il compianto Stefan Marinov.

@ Aigor #13

Parafrasando Doc. Emmett Brown, se fossi nato nel medioevo sarei sicuramente finito al rogo come eretico. Il sito "sulfureo" di Bartocci ha contribuito a farmi deragliare del tutto dalla retta via :-D .

@ charliemike #14

Quello che si vede nella foto sarebbe la radiazione emessa dal disco di accrescimento, ovvero materia orbitante intorno alle stelle che, nel caso dei buchi neri, è così calda da emettere luce fino ai raggi X (nelle stelle "normali" di solito emette solo nell'infrarosso). Il buco nero al centro dell'immagine è l'orizzonte degli eventi dal quale nulla può fuggire, compresa la luce (in realtà occorrerebbe capire se qualcosa ci possa finire davvero dentro, sempre ammesso che il buco nero esista).
webrasta
#54 webrasta 2019-04-11 23:08
#43 redazione

un indizio...

Citazione:
Dobbiamo esaminare la legge fondamentale che crea tutti i fenomeni nella loro diversità o l'Unità di tutti gli
universi.
"È la legge del Tre, la legge dei Tre Principi o delle Tre Forze. Secondo questa legge, ogni fenomeno su qualsiasi scala e in qualsiasi mondo esso abbia luogo, dal piano molecolare al piano cosmico è il risultato della combinazione o dell'incontro di tre forze differenti e opposte. Il pensiero contemporaneo riconosce l'esistenza di due forze e la necessità di queste per la produzione di un fenomeno: forza e resistenza, magnetismo positivo e negativo, elettricità positiva e negativa, cellule maschili e femminili, e così di seguito; e neppure constata sempre e ovunque, l'esistenza di queste due forze. Per quanto riguarda la terza forza, il pensiero moderno non se n'è mai preoccupato, o se gli è capitato per caso di sollevare questa questione, nessuno se ne è accorto.
"Secondo la vera, esatta conoscenza, una forza o due forze non possono mai produrre un fenomeno. La presenza di una terza forza è necessaria, perché è unicamente col suo aiuto che le prime due possono produrre un fenomeno, su qualsiasi piano.
"La dottrina delle tre forze sta alla radice di tutti i sistemi antichi. La prima forza può essere chiamata attiva o positiva; la seconda passiva o negativa; la terza neutralizzante. Ma questi sono soltanto dei nomi. In realtà queste tre forze sono tutte egualmente attive; esse appaiono come attive, passive o neutralizzanti solamente nel loro punto di incontro, cioè soltanto nel momento in cui entrano in relazione le une con le altre. Le prime due forze si lasciano più o meno comprendere, e la terza può essere qualche volta scoperta sia nel punto dell'applicazione delle forze, sia nel loro 'ambiente', sia nel loro 'risultato'. Ma in genere è difficile osservare e comprendere la terza forza. La ragione si deve ricercare nei limiti funzionali della nostra attività psicologica ordinaria e nelle categorie fondamentali della nostra percezione del mondo dei fenomeni, cioè nella nostra sensazione dello spazio e del tempo, che risulta da queste limitazioni. Gli uomini non possono né percepire né osservare direttamente la terza forza, non più di quanto possano percepire spazialmente la 'quarta dimensione'.
"Ma studiando se stesso, studiando le manifestazioni del proprio pensiero, della propria coscienza, della propria attività, delle proprie
abitudini, dei propri desideri, ecc, l'uomo può imparare ad osservare e a vedere in sé l'azione delle tre forze. Supponiamo ad esempio che un uomo voglia lavorare su se stesso per cambiare certe caratteristiche, per raggiungere un più alto grado d'essere. Il suo desiderio, la sua iniziativa, sarà la forza attiva. L'inerzia di tutta la sua vita psicologica abituale, che si oppone a questa iniziativa, sarà la forza passiva o negativa. Le due forze si controbilanceranno, oppure l'una prevarrà sull'altra che in questo caso diverrà troppo debole per ogni azione ulteriore.
Così le due forze dovranno in qualche modo girare l'una attorno all'altra, l'una assorbendo l'altra, non producendo alcun genere di risultato. Ciò può continuare per tutta una vita. Un uomo può provare un desiderio di iniziativa. Ma tutta la sua forza di iniziativa può essere assorbita nel superare l'inerzia abituale della vita, non lasciandogli nulla per raggiungere lo scopo verso il quale dovrebbe tendere la sua iniziativa. E questo può durare fino a che la terza forza non faccia la sua apparizione sotto forma per esempio di un 'nuovo sapere', mostrando immediatamente il vantaggio o la necessità di un lavoro su di sé, sostenendo e rinforzando così, l'iniziativa. Allora l'iniziativa con il sostegno della terza forza potrà aver ragione dell'inerzia e l'uomo diverrà attivo nella direzione desiderata.
"Esempi dell'azione delle tre forze e dei momenti in cui la terza forza entra in gioco possono essere scoperti in tutte le manifestazioni
della nostra vita psichica, in tutti i fenomeni della vita delle comunità umane, dell'umanità considerata nel suo insieme e in tutti i fenomeni della natura intorno a noi.
"Inizialmente sarà sufficiente comprendere il principio generale: ogni fenomeno, per grande che sia, è necessariamente la manifestazione di tre forze; una o due forze non possono produrre un fenomeno; e se noi osserviamo un arresto in qualche cosa, o un'esitazione senza fine nello stesso punto, possiamo dire che in questo punto manca la terza forza. Per cercare di comprenderla bisogna ancora ricordare che non possiamo vedere i fenomeni come manifestazioni delle tre forze, perché nei nostri stati soggettivi di coscienza il mondo oggettivo sfugge alle nostre osservazioni. E nel mondo fenomenico, soggettivamente osservato, vediamo nei fenomeni solo la manifestazione di una o due forze.
Se potessimo vedere la manifestazione di tre forze in ogni azione, vedremmo allora il mondo così com'è (le cose in se stesse). Bisogna
soltanto ricordarsi a questo punto che un fenomeno in apparenza semplice può in realtà essere complicato, vale a dire che può essere una combinazione molto complessa di ternari. Ma sappiamo che non possiamo vedere il mondo così com'è, e ciò dovrebbe aiutarci a comprendere perché non possiamo vedere la terza forza. La terza forza è una proprietà del mondo reale. Il mondo soggettivo o fenomenico della nostra osservazione non è che relativamente reale, in ogni caso non è completo."

G.I.Gurdjieff
da "Frammenti di un insegnamento sconosciuto" di P.D.Ouspensky
kamiokande
#55 kamiokande 2019-04-11 23:12
@ webrasta #54

A questo punto occorre linkare il video di una canzone di Battiato, chessò "Mesopotamia" o "Centro di gravità" :-) .
webrasta
#56 webrasta 2019-04-11 23:26
#52 Ghilgamesh
uno spunto di riflessione...

Citazione:
E' difficile accettare un Universo in espansione che contemporaneamente mostri proprietà attrattive/collassanti a livello globale, in forma di gravità.
LA PROVA REGINA DEL FATTO CHE L’UNIVERSO STA COLLASSANDO E’ LA GRAVITA’!

Recenti misurazioni su supernove lontane Ia, utilizzate come candele standard, hanno dimostrato che l’Universo sta
effettivamente accelerando, fatto questo che è contro la teoria della nostra presunta attuale espansione post Big Bang, in quanto, dopo che l’effetto di una esplosione è cessato, le schegge proiettate si propagano, sì, in espansione, ma devono farlo ovviamente rallentando, non accelerando.
La fisica di tante università deve fare (e sta effettivamente già facendo) i conti con tutto ciò!
Se la materia mostra attrazione reciproca in forma di gravità, allora siamo in un Universo armonico oscillante in fase di contrazione, che si sta contraendo tutto verso un punto comune che è il centro di massa di tutto l’Universo. Infatti, l’accelerare verso il centro di massa ed il mostrare proprietà attrattive gravitazionali sono due facce della stessa medaglia. Inoltre, tutta la materia intorno a noi mostra di voler collassare: se ho una penna in mano e la lascio, essa cade, dimostrandomi che vuole collassare; poi, la Luna vuole collassare nella Terra, la Terra vuole collassare nel Sole, il Sole nel centro della Via Lattea, la Via Lattea nel centro del suo ammasso e così via, e, dunque, anche tutto l’Universo collassa. No?
Ma allora come si spiegherebbe che vediamo la materia lontana, intorno a noi, allontanarsi e non avvicinarsi? Beh, facile: se tre paracadutisti si lanciano in successione da una certa quota, tutti e tre stanno cadendo verso il centro della Terra, dove poi idealmente si incontreranno, ma il secondo paracadutista, cioè quello che sta in mezzo, se guarda in avanti, vede il primo che si allontana da lui, in quanto ha una velocità maggiore, poiché si è buttato prima, mentre se guarda indietro verso il terzo, vede anche questi allontanarsi, in quanto il secondo, che sta facendo tali rilevamenti, si è lanciato prima del terzo, e dunque ha una velocità maggiore e si allontana dunque pure da lui. Allora, pur convergendo tutti, in accelerazione, verso un punto comune, si vedono tutti allontanarsi reciprocamente. Hubble era un po’ come il secondo paracadutista che fa qui i rilevamenti. Solo che non si accorse dell’esistenza della accelerazione di contrazione.

Leonardo Rubino
webrasta
#57 webrasta 2019-04-11 23:32
#55 kamiokande

:-D
gino sighicelli
#58 gino sighicelli 2019-04-12 01:02
#39 webrasta
Citazione:
consiglio caldamente la lettura di questo piacevole articolo del fisico Camillo Urbani
gradientitemporali.wordpress.com/.../...

è stata una lettura interessante: le mie nozioni su Rossi e sul suo E-Cat ora sono molto più chiare

E-CAT starebbe per Energy Catalyzer.
Secondo Urbani, Rossi lo chiamò in tal modo per depistare: nessuna catalizzazione; il fenomeno verrebbe innescato da così detti “impulsi di Tesla” (intensi impulsi destabilizzatori in ambiente opportunamente preparato (polveri fini, calore entro certi parametri (il terzo e ultimo e ulteriore fattore descritto da Urbani a mio parere è sua superstizione)))
Paracelso
#59 Paracelso 2019-04-12 01:32
Mi sembra che si sia un po' ai livelli de: "cos'è quella cosa attorno alla figa?".

(Con tutto il rispetto per le signore presenti al forum...)
Primus eccetera
#60 Primus eccetera 2019-04-12 02:49
#31 Cum grano salis
Per favore prima di parlare di cose che non conosci informati. Evitiamo di sprecare il tempo a parlare di spettri onde elettromagnetiche quanti etc. Fossi in te inizierei dalla definizione di fotone.

#40 redazione
Veramente a me il sasso è piaciuto...
Invece di perdersi in sterili questioni credo/non credo,utile/inutile, ho trovato affascinante l'immagine di uno scritto di 5mila anni (secondo la visionaria russa) che in pratica anticipa le supertecnologiche immagini diffuse (sarebbe meglio dire, spacciate) da questo ente.

Lo scetticismo di fondo di questo sito (che a me piace, sia chiaro) tende a bollare a prescindere la strombazzata della "prima immagine di un buco nero". Giusto. In realtà, non si tratta nemmeno di un'immagine, ma della ricostruzione di un immagine elaborata da una massa di dati (fotoni).
Però...
La scienza non è tutta merda, saremmo ancora qui ad adorare il dio del tuono
I "vaccini", intesi come immunizzazione naturale di una specie (dannosa! siamo d'accordo, l'uomo è dannoso), esistono, non ve ne adontate.... la peste ci avrebbe sterminati, se non esistesse il meccanismo che agita i sogni (di GSK&c) e gli incubi (nostri).

Massimo a me ha colpito il tuo parallelo, il tuo sasso, non tanto perché non conoscevo neppure l'esistenza di questa visionaria (absit iniuria verbo), quanto per il fascino della descrizione, anticipata di cinquemila anni, di un qualcosa che in qualche modo abbiamo codificato adesso.
Scettico resto... il testo tibetano scritto su foglie di palma (tibetana?), rese inalterabili al fuoco all'acqua e all'aria, per me ha la stessa credibilità di Burioni o di Hancock.
Ma la sensazione che potremmo, anzi dovremmo, imparare a fondere il passato con il presente, resta fortissima.
E' che non impariamo mai a farlo.
redazione
#61 redazione 2019-04-12 04:31
Tutto quello che ha fatto la Blavatsky nella società occidentale è discutibile (andò pure a combattere contro il papa, e si prese una pallottola nel culo a Porta Pia). Ma rispetto alla scrittura lei era solo una medium. Nessuno - e ripeto NESSUNO -può minimamente pensare di inventarsi sui due piedi quanto sta scritto nella Dottrina Segreta (che contiene anche Le Stanze di Dzyan). Provate a leggerla, e venitemi a dire che una persona qualunque del 19° secolo può concepire una cosa del genere. Idem per la Bailey: leggete "Il trattato del fuoco cosmico", e venitemi a dire che lo ha scritto una maestrina inglese che non aveva niente di meglio da fare nel tempo libero.

In questi casi dobbiamo imparare a distinguere i materiali scritti dagli eventi sociali che li hanno circondati (e dal resoconto storico che li ha, inevitabilmente, modificati).

A me personalmente della Blavatsky come persona non è mai fregato niente. Ma quei testi sono un'altra cosa.
Corrado-5834
#62 Corrado-5834 2019-04-12 09:09
#31 Cum grano salis

Dalla prima immagine che posti viene stimato come più grosso del sistema solare.
Alla faccia della singolarità !
Una interessante curiosità storica è che il raggio di Schwarzchild fu calcolato molto prima dell'avvento della relatività da Pierre-Simon de Laplace.

Dalla seconda si vede, ma l'avevano detto chiaro, che si tratta di radiotelescopi. Parlare di foto, ma anche di fotoni, è largamente improprio.
Aigor
#63 Aigor 2019-04-12 09:14
@Kamiokande
Citazione:
Il sito "sulfureo" di Bartocci ha contribuito a farmi deragliare del tutto dalla retta via
:-D
fefochip
#64 fefochip 2019-04-12 09:14
Raudh1
#65 Raudh1 2019-04-12 09:16
FranZeta e Kamiokande in accordo. Già solo per questo uno dovrebbe studiare i buchi neri !
Kamiokande dubita dell'esistenza dei buchi neri, bene, può essere che io stia sbagliando qualcosa..
fefochip
#66 fefochip 2019-04-12 09:25
ma non è un po paradossale cercare un corpo celeste immenso la cui esistenza si basa su una forza (immensamente) sconosciuta :
la gravità

della gravità non sappiamo un cazzo tranne che esiste

la osserviamo ma non sappiamo minimamente manipolarla (almeno secondo la scienza ufficiale)

ma non sarebbe un po piu ragionevole studiare prima la gravità ? boh
webrasta
#67 webrasta 2019-04-12 09:38
#53 kamiokande
nuclear hoax: puoi trovare molte informazioni sull'aspetto tecnico qui heiwaco.tripod.com/bomb1.htm e sull'aspetto politico/mediatico qui heiwaco.tripod.com/bomb.htm.
zippando da paura: la fissione nucleare è possibile soltanto previo rallentamento (moderazione) dei neutroni liberi. se lasciato libero, un neutrone se ne va per i fatti suoi e non innesca alcuna esplosione per effetto valanga.

al secondo link viene descritta sommariamente l'inconsistenza dei documenti fotografici ma un'indagine approfondita la trovi qui cluesforum.info/viewtopic.php?f=28&t=452 (prenditi una settimana per la lettura... :roll: ). una vera leccornia per un esperto di fotografia...

ma oltre al fatto che non esiste alcuna evidenza scientifica del fenomeno nucleare esplosivo, che tutto il materiale video/fotografico è decisamente fake e che nessun gruppo mafioso/terroristico ha mai realizzato ordigni nucleari (nonostante che quando ero giovane io girasse la storia di un tale che ne aveva costruito uno in casa :-o ), rimane l'aspetto tutt'altro che secondario del trasporto, dello stoccaggio e della manutenzione di tali armi: decine di migliaia di bombe sparse qua e là e mai un incidente! cosa che invece si verifica spesso nelle centrali nucleari, più spesso di quanto creda la casalinga di Viareggio.
ma il fiume di denaro destinato per gli armamenti nucleari, a vario titolo, quello sì, quello è reale.
Raudh1
#68 Raudh1 2019-04-12 09:39
@fefochip
Almeno in teoria le osservazioni dovrebbero dimostrare la correttezza o non correttezza del modello matematico in questione, che esiste, ed è quello della relatività generale di Einstein.
Tra l'altro poi in fisica nucleare la cosa era ancora peggiore, cioè non si sapeva come fosse fatto il nucleo e si cercava di spiegare dati di sezioni d'urto per trarre conclusioni su come fosse fatto.
Pavillion
#69 Pavillion 2019-04-12 11:52
anche se non appare mi autocito: niente è più improvviso del nulla contenente il tutto e non vi è buco più nero.
Cum grano salis
#70 Cum grano salis 2019-04-12 12:52
#60 Primus eccetera
Citazione:
#31 Cum grano salis
Per favore prima di parlare di cose che non conosci informati. Evitiamo di sprecare il tempo a parlare di spettri onde elettromagnetiche quanti etc. Fossi in te inizierei dalla definizione di fotone.
Di cosa ho parlato e che non conosco e su cui dovrei informarmi? Che favore dovrei fare io a te?
Chi dovrebbe evitare di sprecare tempo?
Fossi tu in me inizieresti dalla definizione di fotone?????? Tu?? Tu chi?? Il presuntuoso di turno?
E tu che te ne sai di quello che so io :-o :-o :-o

Ho come un déjà vu tinyurl.com/y5nl8uec e mi sto già sfregando le mani... :hammer:

Fatti avanti !

(Sommo ZORG, se mi leggi, ci risiamo...! Eccone un altro con l'ego bello gonfio d'aria. Sempre lo stesso modus operandi, sembra che ci sia uno stampino in giro. Vado a mettermi il mantello nero :-D :-D :-D )
Cum grano salis
#71 Cum grano salis 2019-04-12 12:58
#62 Corrado-5834
Citazione:
Dalla prima immagine che posti viene stimato come più grosso del sistema solare.
Alla faccia della singolarità !
Una interessante curiosità storica è che il raggio di Schwarzchild fu calcolato molto prima dell'avvento della relatività da Pierre-Simon de Laplace.

Dalla seconda si vede, ma l'avevano detto chiaro, che si tratta di radiotelescopi. Parlare di foto, ma anche di fotoni, è largamente improprio.
Abbi fede :-D
Ora arriva Primus eccetera, se ne ha il coraggio, che ci illuminerà con la sua sapienza !
Per adesso mi metto in posizione di guardia, e lascio che si avvicini baldanzoso :-D

Dimenticavo...la prossima è una delle fonti di quella immagine, ma è interessante anche il discorso sulla densità di questo buco nero
physicalism.wordpress.com/.../...
Nomit
#72 Nomit 2019-04-12 13:28
#42 webrasta - Se ci fosse davvero un parallelo con Tesla, bisogna chiedersi se il testo non sia stato scritto ai tempi di Tesla

#43 redazione - Citazione:
Ce n'è un'altra che mi incuriosisce moltissimo, e sta nel libro della Bailey "Il trattato del fuoco cosmico": "Gli esseri benedetti celano la loro triplice natura, ma rivelano la loro triplice essenza per mezzo dei tre grandi gruppi di atomi. Tre sono gli atomi, e triplice è l'irradiazione.


#55 kamiokande - Citazione:
A questo punto occorre linkare il video di una canzone di Battiato, chessò "Mesopotamia" o "Centro di gravità"
"L'ombra della luce", visto che le tenebre irradiano al luce.

Infatti l'ipotesi più accreditata è che Le stanze di Dzyan e La dottrina segreta siano state ispirate dall'ascolto di brani di Battiato che avrebbero viaggiato indietro nel tempo.
Ma questa ipotesi non convince del tutto gli esperti, perché, essendo Battiato uno dei Valar, potrebbe aver composto i suoi brani già al tempo dell'Ainulindalë.

#61 redazione -
Citazione:
Nessuno - e ripeto NESSUNO -può minimamente pensare di inventarsi sui due piedi quanto sta scritto nella Dottrina Segreta (che contiene anche Le Stanze di Dzyan). Provate a leggerla, e venitemi a dire che una persona qualunque del 19° secolo può concepire una cosa del genere. Idem per la Bailey: leggete "Il trattato del fuoco cosmico", e venitemi a dire che lo ha scritto una maestrina inglese che non aveva niente di meglio da fare nel tempo libero
Non ho letto quei libri, ma perché migliaia di anni fa sì e nel diciannovesimo secolo no?

#64 fefochip -
Ma il Grande Fratello lo tengono in piedi solo per i gialappi, nessuno potrebbe pensare di togliere loro qualcosa dopo quello che hanno fatto per noi.
Fuoco
#73 Fuoco 2019-04-12 13:35
Mi trovo completamente in linea con gli interventi di #fefoship e #trimegisto, che a mio parere sintetizzano mirabilmente due prospettive fondamentali.

Non riesco proprio ad accendermi di entusiasmo rispetto a scoperte scientifiche e/o sviluppi tecnologici quando questi sono evidentemente e su più fronti ampiamente disconnessi da ciò che invece è profondamente e inestricabilmente umano: quella NATURA in cui siamo immersi e di cui siamo biologicamente costituiti e quello SPIRITO che, seppur il più delle volte in modo flebile e misterioso, continua ad emergere e a pulsare, vivificante, in ogni cultura e in ogni individuo.

La scienza senza collegamento con un significato più ampio e con quel senso di connessione profondo che genera spontaneamente una vera Etica nei confronti degli esseri viventi e della Terra stessa, non può che essere uno sterile strumento, che facilmente può virare verso una distruttività cieca o un oppressione scientemente diretta.

Per cui, da un lato pratico, fisico ed ECOsistemico mi sembra assurdo coinvogliare tante risorse così lontano, quando la nostra Casa è letteralmente in fiamme: l'istinto, oltreché il buon senso, dovrebbero spingerci soprattutto a spegnere l'incendio in corso, prima di uscire a cercare le fragolino nel bosco...

Dall'altro lato, sull'orizzonte della Ricerca interiore e del significato, il materialismo imperante esprime un'incredibile cecità nel non vedere quanta conoscenza obiettivamente inspiegabile si trovi in molte Tradizioni di Saggezza o conoscenze Esoteriche, che potrebbero invece divenire orizzonti di ricerca particolarmente fecondi se solo li si considerasse da una prospettiva più aperta.

Su quest'ultimo punto, però, e riferendomi anche al commento (provocatorio?) di Massimo #43 rispetto a "chissà cosa vuol dire" (...e di webrasta #54), bisogna considerare che certi testi particolarmente ermetici ed iniziatici esprimono conoscenze comprensibili ed esperibili solo ad un LIVELLO DI COSCIENZA DIVERSO dal nostro (ordinario), Realizzazione chè è per l'appunto il fine dei Sentieri Spirituali (realmente) Realizzativi.
gbhnjk
#74 gbhnjk 2019-04-12 13:50
Di generatori di energia è pieno l'universo, se non sono buchi neri, cose comunque strane lo sono, da quello che ci dicono gli scienziati, sembrano molto diversi tra loro, pesanti e poco energetici e altri leggeri e molto energetici, questo M87 con la massa di 6 miliardi di soli, spara un doppio fascio di plasma a 5000 anni luce di distanza, per contro, il quasar 3C273, con massa stimata di 100 milioni di soli, il doppio fascio riesce a spararlo alla distanza di 200 mila anni luce.
Cum grano salis
#75 Cum grano salis 2019-04-12 14:35
#74 gbhnjk
La butto lì, magari dipende in prima approssimazione solo dalla gravità.
M87 sono 6,5 miliardi di Soli, che diviso i 100 milioni di 3C273 fa 65.
Considerando che parliamo di stime su stime, guardando questa immagine
cdn-images-1.medium.com/.../0*ibcLTTBS3_f6rHIP.jpg
ci potrebbe anche stare che il getto sia intorno ai 3.000 anni luce, e ragionando per ipotesi anche con il dato stimato dei 200 mila di 3C273, se facciamo 3.000 x 65 = 195.000 anni luce. Metro più, metro meno :-) , l'ordine di grandezza torna.
Quindi, in questo caso, si potrebbe anche pensare che invece di avere due generatori, uno più pesante e poco energetico, e l'altro leggero e molto energetico, ci siano solo getti quantistici la cui distanza massima osservata è in prima approssimazione inversamente proporzionale alla massa (e quindi alla gravità) che li genera (e da cui cerca di sfuggire).

spazio-tempo-luce-energia.it/.../
hvsky
#76 hvsky 2019-04-12 15:05
Fefo

Citazione:
da una parte il fascino lo capisco perfettamente dall'altro mi sembra un atto di presunzione immenso da parte dell'uomo pensare di sapere cosa sia successo all'universo miliardi di anni fa
Grande fefo..... quoto al 100%
FranZeta
#77 FranZeta 2019-04-12 16:08
gbhnjk
#78 gbhnjk 2019-04-12 16:22
Non vedo quale presunzione vi sia nel cercare di conoscere cosa ci sta intorno, considerando anche il non sapere il come e il perchè stiamp qua.
Giano
#79 Giano 2019-04-12 16:50
Rivoluzione in ambito cognitivo/spaziale, fotografato per la prima volta il bias di conferma*.
:-D
Lo spiega brevemente un articolo de IlPost.it:
"(...) non è prettamente una “foto”, almeno non nel senso comune del termine. Non è stata ottenuta con telescopi ottici, ma con enormi antenne che captano le onde radio (radiotelescopi) emesse da ciò che si trova nello Spazio.
(...)
Durante il processo di imaging si potrebbe produrre un numero pressoché infinito di immagini, sulla base dei dati raccolti. I ricercatori hanno però dati, conoscenze e informazioni per sapere come dovrebbe essere l’immagine che stanno cercando di vedere. Tutte le potenziali immagini che rendono visibili le misurazioni dei radiotelescopi sono quindi messe in una sorta di classifica, per privilegiare quelle con l’aspetto più ragionevole e probabile. Alla fine del processo vengono quindi selezionate solo quelle che appaiono congrue con le conoscenze a disposizione della ricerca. (...)"
www.ilpost.it/2019/04/10/immagine-buco-nero-foto/

* it.m.wikipedia.org/wiki/Bias_di_conferma

Nell'immagine, un astrofisico alla ricerca di un buco nero.
Aigor
#80 Aigor 2019-04-12 16:58
#79 Giano

Credo che rimarrò basito a lungo...
Giano
#81 Giano 2019-04-12 17:05
#80 Aigor
A causa della mia stupidità? :-D
Nomit
#82 Nomit 2019-04-12 17:09
Ma le stanze di Dzyan sono separate tra loro da porte? Perché se fosse così è lì che poteva trovarsi Mosconi quando venne battuta la famosa porta. Ecco spiegata l'importanza dell'evento nell'esoterismo mosconiano, porco Dzyan.
Paracelso
#83 Paracelso 2019-04-12 17:36
#77 FranZeta

Bellissima! :-D
Aigor
#84 Aigor 2019-04-12 17:56
#81 Giano

Ma noooo era riferito al contenuto pubblicato... :-D

#77 FranZeta

Belin, mi hai ricordato il migliori Pyter... :hammer:
BELLINI
#86 BELLINI 2019-04-12 21:24
#79 Giano
Grazie del link
Insomma aveva ragione Kamiokonde.
Dai dati si potevano ricavare pressoché infinite immagini, ma visto che la simulazione aveva previsto una foto fatta così, hanno preso i dati dei radiotelescopi e hanno tirato fuori l'immagine che volevano.
Una barzelletta.
La Scienza e le scoperte scientifiche sono un'altra cosa
kamiokande
#87 kamiokande 2019-04-12 22:35
@ Giano #79

Grazie per l'articolo, vorrei sottolineare questo esempio, li riportato, in merito alla tecnica di "imaging"



la presa per il culo è palese.

@ Bellini

Ho capito subito che si trattava di una banale presa per il culo quando ho visto che il presunto buco nero ci mostrava perfettamente l'orizzonte degli eventi ed il disco di accrescimento, tra tutte le orientazioni possibili proprio un bel sorriso a favor di radio-telescopio. Purtroppo la scienza moderna si è ridotta quasi ad uno scherzo, se non fosse per la quantità di soldi che inghiotte (quello sì è un buco nero), ci sarebbe da ammazzarsi dalle risate, ma a me rimane solo un'infinita amarezza.
qvotds
#88 qvotds 2019-04-12 22:40
Bella ma non mi fido ciecamente. Non mi sono fidato ancor di più quando hanno detto che per "cucire" la foto ci sono voluti 14 milioni di euro. E ci credo che sparano un prezzo del genere così la gente non può pretendere altri scatti a distanze così lontane. Tu gli chiedi di scattare un'altra foto a milioni di anni luce? Loro subito ti diranno: no no..sai poi per cucire la foto ci vorrebbero milioni e milioni di dollari... E quindi non ti resterebbe che stare zitto.
Corrado-5834
#89 Corrado-5834 2019-04-12 22:57
Citazione:
Ho capito subito che si trattava di una banale presa per il culo quando ho visto che il presunto buco nero ci mostrava perfettamente l'orizzonte degli eventi ed il disco di accrescimento, tra tutte le orientazioni possibili proprio un bel sorriso a favor di radio-telescopio.
Guarda, sono sostanzialmente d'accordo con quanto dici, però voglio farti notare che ci possono essere altre spiegazioni. Il disco di accrescimento si creerebbe in caso di rotazione del buco nero; se il collasso avviene a simmetria sferica si ottiene una immagine simile a quella mostrata, da qualunque parte si guardi.

Altra osservazione: come fanno a dire che è un buco nero e non un molto più banale transito?

Citazione:
Purtroppo la scienza moderna si è ridotta quasi ad uno scherzo, se non fosse per la quantità di soldi che inghiotte (quello sì è un buco nero), ci sarebbe da ammazzarsi dalle risate, ma a me rimane solo un'infinita amarezza.
Ehhh, in effetti con tutte queste ultime scoperte, buchi neri, onde gravitazionali, bosoni di higgs, siamo messi male. Trovano quello che cercano, cerca e cerca prima o poi lo trovi. Con apparecchiature costosissime che hanno solo loro e nessuno è in grado di verificare. Alcuni eventi sono una-tantum, visto una volta e mai più.
E la riproducibilità, uno dei pilastri del metodo scientifico, dove è andata a farsi friggere?
gbhnjk
#90 gbhnjk 2019-04-12 23:35
Ma da lì dovrebbe partire il getto di plasma lungo 5000 anni luce, che di energia ne dovrebbe avere parecchia, l'hanno dimenticato, e poi avrebbero fatto meglio a chiamarlo quasar.
BELLINI
#91 BELLINI 2019-04-13 08:29
Facciamo un esempio per rendere più chiaro quello che è successo.
Nostradamus ha detto che oggi fuori dalla finestra ci sarà una temperatura di 10 gradi.
Metto fuori un termometro ed il risultato è X.
Visto che Nostradamus ha detto 10, faccio diventare la X (che può essere qualsiasi numero ) 10.
Ecco, abbiamo dimostrato che Nostradamus aveva ragione.
Grandissima scoperta scientifica.
redazione
#92 redazione 2019-04-13 09:10
NOMIT: Citazione:
Non ho letto quei libri, ma perché migliaia di anni fa sì e nel diciannovesimo secolo no?
Ma infatti, nemmeno migliaia di anni fa, DA PARTE DI UN UMANO. Sto dicendo che quei testi possono essere stati scritti solo da medium, sotto dettatura. Nessun umano, DA SOLO, potrà mai arrivare a concepire un sistema di cosmogenesi e antropogenesi così complesso.

Esattamente come l'Apocalisse di Giovanni non può essere stata scritta da un semplice "Giovanni".
mangog
#93 mangog 2019-04-13 09:22
Gli scienziati devono "scoprire" per forza qualcosa..
Fare scienza oggi costa tanto.. se non arrivano i risultati come possono convincere a finanziare il CERN con miliardi e miliardi di euro ogni anno ?..
Non esiste più la scienza romantica ed avventurosa ( se la possiamo chiamare così ) del singolo..
Oggi un premio nobel è parificato ad un amministratore delegato di una grossa ditta..
Il premio nobel per le onde gravitazionali lo hanno dato a delle persone ( scienziati per carità ) il cui unico merito era quello di monitorare la costruzione del più grande interferometro mai costruito... costato ovviamente miliardi di euro.
Potevano darlo anche ai muratori che hanno tirato su dritti i pilastri di sostegno.
Questo spiega perché i premi nobel per la fisica vanno di pari passo con i soldi spesi.
Cum grano salis
#94 Cum grano salis 2019-04-13 12:51
Lungi da me discutere con gli scettici, ma io ancora rimango affezionato al buon vecchio metodo LC di una volta.
Ognuno ha i propri strumenti culturali per capire le cose e poi dare la propria opinione, per cui ognuno la pensi come vuole, io cerco di portarvi degli elementi su cui riflettere in base alle mie conoscenze, in modo da riflettere bene prima di prendere posizioni scettiche definitive, e prima che Primus eccetera mi illumini sul fotone.

Ok, cominciamo :
sono stati elaborati 5 Petabytes di roba (cioè 5.000 Terabytes, per capirci), non 4 dati a casaccio, e sono stati ricavati da radiazioni elettromagnetiche millimetriche.
Citazione:
...Earth-size telescope observing at a wavelength of 1.3mm
quindi siamo nel campo delle microonde, a frequenze di 230 GHz.
Citazione:
a frequenze al di sotto di 100-200 GHz, l’ombra del buco nero rimane ancora nascosta dietro al plasma, che circonda il buco nero stesso, oscurandone la vista. Alle alte frequenze a cui opera Eht, come ad esempio 230 GHz, il plasma diventa trasparente ed emette radiazione nelle immediate vicinanze dell’orizzonte degli eventi. Quindi, osservando ad alte frequenze è come se si aprisse una sorta di “velo” che ci lascia intravedere cosa si cela dietro
www.media.inaf.it/2019/03/15/eht-intervista-goddi/
fccid.io/.../
Questi dati sono stati salvati su hard disk ad alte prestazioni con atmosfera interna in Elio, trasportati fisicamente nei due centri di calcolo.
Citazione:
that the only reasonable way to transfer it was by shipping actual hard drives, rather than sending it digitally.
Inoltre, indagando meglio come faccio di solito, la risoluzione ottenuta non è di 20 secondi d'arco come avevo scritto prima, ed ora corretto, seguendo un'altra fonte (Repubblica), ma ben 20 micro-secondi d'arco.
Citazione:
The EHT observations use a technique called very-long-baseline interferometry (VLBI) which synchronizes telescope facilities around the world and exploits the rotation of our planet to form one huge, Earth-size telescope observing at a wavelength of 1.3mm. VLBI allows the EHT to achieve an angular resolution of 20 micro-arcseconds — enough to read a newspaper in Singapore from a sidewalk café in Tokyo
per cui ricontrollate per vedere se scrivo cazzate : 1 μas=0.000001 arcosecondo, che moltiplicato per 20 = 0,000020 arcsec. Il diametro apparente del Sole è circa 32 minuti d'arco, cioè 32' x 60'' = 1.920 arcosecondi, quindi il diametro apparente del Sole è 1.920/0,000020 = 96.000.000 di volte più grande del diametro angolare di risoluzione ottenuto.
Qui un paragone con Sagittarius A*, e qualche elemento in più per capire che cosa vuol dire indagare un oggetto del genere
tinyurl.com/yyzn698g
Per cui, ciò che si vede in quell'immagine, è la ricostruzione in base ai dati di quello che c'è dentro un cerchietto che è ben 96 milioni di volte più piccolo del Sole che vediamo in cielo.

Neanche riesco ad immaginare lontanamente quanto sia piccolo questo puntino nello spazio...
Figuriamoci poi acquisire e discriminare dei dati da quel pixel nell'universo.

Eppure è solo da questo microscopico puntino che arrivano le onde. Anche se non si hanno competenze specifiche nel campo, non dovrebbe essere difficile capire che l'immagine radio sia estremamente complicata da risolvere se non la si sottopone a dei modelli plausibili. Non è che ci si inventa che la forma debba essere quella e poi allora si fanno tornare i dati, perché la matematica sottostante ci crocifiggerebbe. Ci sarà pure qualcuno qui dentro che ha studiato cos'è l'interferometria, la funzione di correlazione, ed i numeri che vengono fuori da un'analisi di un sistema apparentemente confuso di dati.
Lo direste che questa immagine è stata ripresa per studiare la deformazione di un tondino di metallo in laboratorio?

www.politesi.polimi.it/.../2012_10_Musotto.pdf

Torniamo al modello di buco nero
Citazione:
Per essere più precisi, al fine di testare la validità dei dati sono stati utilizzati metodi di confronto incrociato seguendo tre passaggi fondamentali. Primo, la correlazione dei dati: i due super-computer (quello del Mit nel Massachusetts e quello del Max Planck Institut a Bonn) hanno correlato indipendentemente i segnali fra coppie di antenne, fornendo prestazioni identiche e rivelando lo stesso segnale. Secondo, la calibrazione dei dati: i dati provenienti dai due correlatori sono stati ulteriormente elaborati con tre software indipendenti, fornendo dei risultati compatibili entro gli errori. Terzo, nel processo di conversione da dati interferometrici a immagini radio abbiamo usato due metodologie distinte: una si basa su metodi tradizionali, che fanno uso di software classici, e un’altra è più innovativa, concepita nel caso specifico di un insieme di antenne che hanno partecipato al progetto Eht. Anche in questo caso le immagini che abbiamo ottenuto dalle analisi parallele sono compatibili entro gli errori. Devo dire che in quasi vent’anni che mi occupo di Vlbi non ho mai visto analizzare un insieme di dati radio con tanta scrupolosità e controlli incrociati.».
Sono le conoscenze già acquisite da questo e da altri buchi neri le condizioni al contorno che delimitano i parametri dei vari modelli. Se un modello prevedesse la forma di una chiave inglese, non è che quell'insieme di dati la può validare a piacere perché è quella la forma che si sta cercando, perché la funzione di correlazione non lo permetterebbe.
bias.csr.unibo.it/.../...
users.diag.uniroma1.it/.../...
e ce ne sono quante ne volete, o l'IA per la guida autonoma non saprebbe distinguere tra un segnale stradale ed un semaforo.
Rimanendo nel campo della correlazione in ambito ottico, un esempio potrebbe essere quello della misurazione con la tecnica della PMI (Particle Image Velocimetry) che si usa in aerodinamica od in fluidodinamica, dove si ha a che fare con milioni di piccoli puntini in movimento
www.youtube.com/watch?v=JbuuhpQCWz8
www.youtube.com/watch?v=C6qefvUx7T0
www.youtube.com/watch?v=wFZ8b4u-pUA
www.youtube.com/watch?v=noQGz2DrMXk
Senza algoritmi di autocorrelazione o cross-correlazione, non ci sarebbe modo di ricavare il campo vettoriale delle velocità e descrivere il campo di moto.

Nessuno di noi può conoscere tutto, ma vedo sempre meno cautela nel prendere posizioni definitive non suffragate da dati, come se tutta questa gente che lavora per il mondo a cose complesse abbia la terza media, come se cercare di conoscere l'insondabile, necessariamente mettendo alla prova dei modelli (non riproducibili in laboratorio) sulla scorta dei dati acquisiti, sia una presa in giro al mondo.
Si può discutere delle varie implicazioni teoriche, i dubbi su questo o su quello, è assolutamente lecito e doveroso, ed infatti lo studio proseguirà con l'aggiunta di altri tre radiotelescopi
Citazione:
Future EHT observations will see substantially increased sensitivity with the participation of the IRAM NOEMA Observatory, the Greenland Telescope and the Kitt Peak Telescope.
ma come si fa a dire che
Citazione:
ALMA is a partnership of the European Southern Observatory (ESO; Europe, representing its member states), the U.S. National Science Foundation (NSF), and the National Institutes of Natural Sciences(NINS) of Japan, together with the National Research Council (Canada), the Ministry of Science and Technology (MOST; Taiwan), Academia Sinica Institute of Astronomy and Astrophysics (ASIAA; Taiwan), and Korea Astronomy and Space Science Institute (KASI; Republic of Korea), in cooperation with the Republic of Chile. APEX is operated by ESO, the 30-meter telescope is operated by IRAM (the IRAM Partner Organizations are MPG (Germany), CNRS in France and IGN in Spain), the James Clerk Maxwell Telescope is operated by the EAO, the Large Millimeter Telescope Alfonso Serrano is operated by INAOE and UMass, the Submillimeter Array is operated by SAO and ASIAA and the Submillimeter Telescope is operated by the Arizona Radio Observatory (ARO). The South Pole Telescope is operated by the University of Chicago with specialized EHT instrumentation provided by the University of Arizona.
e
Citazione:
Max Planck Institute for Radio Astronomy and MIT Haystack Observatory
per non parlare di tutti gli altri scienziati nel mondo, siano tutti una manica di cazzari?? Bah!
Cum grano salis
#95 Cum grano salis 2019-04-13 12:51
Continuamo.
I dati sono stati processati da 4 team indipendenti, usando diversi algoritmi e confrontandoli con diversi modelli teorici, ed alla fine le immagini prodotte erano molto simili fra loro e coerenti con le interpretazioni delle osservazioni. Questo per i motivi detti sopra, e per come funziona la correlazione. Non si può non procedere così con tutta quella massa di dati : si scelgono modelli ed algoritmi, e poi si va a vedere quali di quelli fanno convergere meglio la funzione di correlazione, non è che avviene il contrario. La forma che è venuta fuori è quella che meglio approssima i diversi modelli, non uno solo in particolare, proprio perché si cerca di avvicinarsi ad un modello di buco nero per approssimazioni successive che siano coerenti con i dati al contorno dei vari modelli.
Citazione:
Then, because combining observations from different observatories is no simple task, four teams processed the data independently, using different algorithms and testing it against different models. In the end, the images each team produced were very similar, suggesting that the observations are robust and that the final snapshot is the most accurate possible. To be sure, it looks almost indistinguishable from simulations the team had produced in the years leading up to its release.
Citazione:
Multiple calibration and imaging methods have revealed a ring-like structure with a dark central region — the black hole’s shadow — that persisted over multiple independent EHT observations.
“Once we were sure we had imaged the shadow, we could compare our observations to extensive computer models that include the physics of warped space, superheated matter and strong magnetic fields. Many of the features of the observed image match our theoretical understanding surprisingly well,” remarks Paul T.P. Ho, EHT Board member and Director of the East Asian Observatory. “This makes us confident about the interpretation of our observations, including our estimation of the black hole’s mass.”
Quindi, se i modelli fossero totalmente sballati, l'analisi dei dati radio acquisiti lo avrebbe evidenziato.

online.scuola.zanichelli.it/.../...
Qualcuno qui dentro si azzarderebbe a dire che l'immagine radio della Nebulosa del Granchio si adatta meglio ad un modello di uova strapazzate cosmiche, piuttosto che ad una nebulosa diffusa?


Si può discutere sulla fisica del fenomeno, ma non che in M87 non ci sia un buco nero, una singolarità o quel che ne verrà fuori un giorno. Già il fatto che non sia circolare, pone tutta una serie di domande (a chi è in grado di porsele, ovvio, certamente non chi ne fa un atto di fede e non ci crede a prescindere). Chi anche solo conosce l'effetto Doppler, nota subito, ad esempio, che la differente colorazione dell'anello al di fuori dell'orizzonte degli eventi può far supporre che ci sia uno shift delle frequenze radio, e pensare di ricostruire anche la dinamica tridimensionale del movimento.
L'utilità dello studio di questi fenomeni che coinvolgono energie neanche lontanamente raggiungibili sperimentalmente dall'uomo, è simile a quella dello studiare il Sole, e magari poi intuire che con la fusione nucleare si può trasformare la massa in energia. E da lì la fissione, ed un'infinità di altre cose che non stanno sul Sole ma che poi vengono realizzate sulla Terra. In questo caso si potrebbe forse capire anche qualcosa di più sulla gravità, viste le energie immense che ci sono in ballo, o sulla materia oscura, o chissà che altro.
Non è mai inutile cercare di capire ciò che non si conosce, non si può prevedere a cosa porti dopo, la scienza e la tecnologia sono piene di questi esempi.

Questi sono i dati, e queste sono solo alcune pochissime fonti.
Detto questo, ognuno la pensi come crede.
Anzi, fate pure conto che ho detto solo cazzate, ché prima di parlare di cose che non conosco mi devo informare, ché ancora devo iniziare dalla definizione di fotone come mi ha consigliato Primus eccetera, ed immagino che mi ci vorrano almeno un paio di giorni solo per averne una vaghissima idea, sempre che non torni lui qui prima ad illuminarmi.

Sto ancora aspettando impazientemente con la bava alla bocca... ;-)
---------------------
repubblica.it/.../...
nationalgeographic.com/.../black-hole-m87-full_jpg
alma-telescope.jp/en/news/press/eht-201904
eventhorizontelescope.org/
eventhorizontelescope.org/technology
Nomit
#96 Nomit 2019-04-13 13:08
L'antropogenesi delle stanze di dzyan somiglia ai miti sumero-accadici.

-

"STANZA XII

47. POCHI UOMINI RIMASERO. RIMASE QUALCHE GIALLO, QUALCHE BRUNO E NERO, QUALCHE ROSSO. QUELLI DAL COLORE DELLA LUNA ERANO SPARITI PER SEMPRE"


mmmmh… mai bianchi sono semplicemente gli esemplari più vecchi delle altre razze. Cosa significa, che tutti io vecchi perirono nel diluvio?
Nomit
#97 Nomit 2019-04-13 13:20
#92 redazione - Citazione:
Ma infatti, nemmeno migliaia di anni fa, DA PARTE DI UN UMANO. Sto dicendo che quei testi possono essere stati scritti solo da medium, sotto dettatura. Nessun umano, DA SOLO, potrà mai arrivare a concepire un sistema di cosmogenesi e antropogenesi così complesso.
potrebbe essere il risultato di informazioni raccolte nei secoli da diverse persone
BELLINI
#98 BELLINI 2019-04-13 16:18
#94 Cum grano Salis
C'è un piccolo problema: da quell'immagine hanno detto che Einstein aveva ragione, che i buchi neri esistono e che quella è la loro unica straordinaria prova.
Considerando che possono aver raccolto 4 dati o miliardi di miliardi di miliardi ... di dati, ma se poi mi vengono a dire che dai quei dati si possono ricavare infinite immagini, tutti quei dati sono serviti a poco.
Se poi mi sparano in TV un'immagine che è quasi identica all'immagine che si aspettavano ancora prima di elaborare i dati, allora o abbiamo a che fare con dei profeti o con dei truffatori.
Se ci sono infinite immagini possibili, io mi aspetterei che la Scienza dica: "in base ai dati raccolti, abbiamo il x% di probabilità che la' ci sia un buco nero".
Invece da infinite immagine, ne hanno tirata fuori una e quella sembra essere la verità assoluta.
Siamo alla follia. Una volta facevi un esperimento e se usciva un risultato dovevi ripetere quasi infinite volte l'esperimento per dimostrare che quel risultato è corretto.
Adesso fai un esperimento, hai infiniti risultati, ma prendi quello che ti piace di più o lo fai diventare la verità assoluta.
Tu hai molte più conoscenze di me, ma forse dovresti avere anche qualche dubbio in più.
Paolab
#99 Paolab 2019-04-13 23:22
# 50 - IO

Scrisse nel 1888 H.P. Blavatsky nella Dottrina Segreta: “ La scienza, intravvedendo vagamente la verità, può trovare nel corpo umano batteri ed altri esseri infinitesimali che considera solo dei visitatori occasionali e anormali, ai quali attribuisce le malattie”. E nel 1908 la Società Teosofica fondò la lega contro le vaccinazioni. ........... Non semplici blabla quindi

H.P.B. affermò di essere stata ispirata - non era una lunare medium passiva - da due Mahatma come qui scritto circolovegetarianotreia.wordpress.com/.../...

H.P.Blavatsky conobbe fisicamente i due Mahatma; Bailey invece “canalizzò ” il Tibetano e quanto scrisse su “Esteriorizzazione della Gerarchia” a proposito della bomba atomica suscitò la disapprovazione della Società Teosofica dalla quale la Bailey si distaccò nel 1920 fondando Lucis Trust

E se l’albero si giudica dai frutti .... www.teosofia-bernardino-del-boca.it/
FranZeta
#100 FranZeta 2019-04-14 01:19
#84 Aigor:Citazione:
Belin, mi hai ricordato il migliori Pyter... :hammer:
Non è opera mia, l'ho trovata in rete, non so chi sia l'autore...
Cum grano salis
#101 Cum grano salis 2019-04-14 03:44
#98 BELLINI
Citazione:
C'è un piccolo problema: da quell'immagine hanno detto che Einstein aveva ragione, che i buchi neri esistono e che quella è la loro unica straordinaria prova.
Guarda che io Einstein non l'ho neppure nominato, e poi non è che se sento uno in tv allora per me è automaticamente il Verbo. Come non condivido il pensiero limitatissimo di Zichichi
tinyurl.com/y4pu6va7.
Io ho detto un'altra cosa : non si può affermare per definizione che i buchi neri non esistono se prima non si è almeno capito bene come e cosa hanno fatto quelli che hanno lavorato su questi dati. Sono solo andato contro questo sempre più diffuso modo di commentare le cose in maniera estremamente superficiale, siamo ormai spesso al livello della chiacchera da bar.

Citazione:
Considerando che possono aver raccolto 4 dati o miliardi di miliardi di miliardi ... di dati, ma se poi mi vengono a dire che dai quei dati si possono ricavare infinite immagini, tutti quei dati sono serviti a poco.
Chi ti viene a dire quella cosa, lo dice con cognizione di causa e si riferisce ad un sottoinsieme specifico delle "infinite immagini" che invece tu pensi che siano onnicomprensive, cioè manipolando quella massa di dati per te può venire fuori da quel microscopico punto dello spazio che ciò che emette quelle onde radio a quella frequenza possa avere qualunque forma.
Tu pensi veramente che da tonnellate di dati sincronizzati con un orologio atomico, calibrando per mesi sulle diverse altezze e posizioni geografiche dei radiotelescopi, tenendo in conto la distorsione atmosferica, rumori di fondo, ecc. ecc. ecc. possano uscire infinite immagini dove per infinite tu intendi davvero QUALUNQUE COSA, tipo una caffettiera, una betoniera, un pollo arrosto, una bombola del gas, e quindi hanno scelto quella forma apposta scegliendo dal mucchio, perché gli faceva comodo? Capisci bene che così non ti poni TU il dubbio di non aver capito bene o di non saperne abbastanza, ma assumi te stesso come metro assiomatico di giudizio assoluto, quindi se una qualunque cosa non ti torna, avendo tu scrupolosamente studiato e capito tutto della cosa per definizione, allora necessariamente io mi sbaglio, e siccome anche con te ho osato mettere in dubbio quello che sostenevi, come con Primus eccetera ed altri prima di lui, allora ecco che anche tu ti senti in dovere di argomentare con due righe generiche ai miei due lunghi post in cui mi sono preso la briga ed il tempo di metterci un ragionamento, due o tre dati e diversi riferimenti.
E' chiaro che non hai letto manco due link e non hai capito nulla del senso del discorso se mi vieni a dire che
Citazione:
Invece da infinite immagini, ne hanno tirata fuori una e quella sembra essere la verità assoluta.
Sono infinite nella tua testa, perché se ti fossi spaccato il sederino a capire almeno come funziona la correlazione in una massa di dati, non avresti detto quello che hai detto. Non pretendo che tu abbia avuto a che fare in pratica con le formule e gli algoritmi, che non sono affatto cazzate da maneggiare, ma almeno l'umiltà di riconoscere i propri limiti prima di mettere mano alla tastiera per dare consigli ad altri ce la puoi avere o no? A te il dubbio che non hai capito una mazza di un argomento, ti sfiora mai? Mi vedi commentare cose di cui non ho la minima idea dicendo agli altri che forse dovrebbero studiare quello e quell'altro? Dove non commento, vuol dire che sto imparando dagli altri. Non è che per forza devo dire la mia a prescindere perché mi sono incollato col post-it due nozioni prese qua e là a caso e poi do fiato alla tromba. Ma io sono fatto male.
Citazione:
Se poi mi sparano in TV un'immagine che è quasi identica all'immagine che si aspettavano ancora prima di elaborare i dati, allora o abbiamo a che fare con dei profeti o con dei truffatori.
Ti pare che la gente che studia una vita un fenomeno non sia in grado di formulare delle ipotesi e dei modelli che hanno un senso logico o plausibile più di un Pinco Pallino che nella vita si occupa d'altro o che non ha nessun tipo di formazione specifica in quel campo?? Quindi quelli che in base alle proprietà chimico fisiche di una molecola ne prevedono la struttura prima di vederla sono cosa? Veggenti? E quelli che ragionano al contrario, che immaginano la forma di una nuova molecola perché abbia proprio certe proprietà che vogliono ottenere? Ciarlatani? Ehi, questo virus che si comporta in questo modo e che si aggancia lì e là alle cellule, ora che finalmente lo abbiamo visto meglio ha effettivamente certe molecole dove ce le aspettavamo perché appunto funzionava così e cosà. Cazzari? Mi cadono le braccia proprio.
Citazione:
Se ci sono infinite immagini possibili, io mi aspetterei che la Scienza dica: "in base ai dati raccolti, abbiamo il x% di probabilità che la' ci sia un buco nero".
Perché tu pensi davvero che tutto il discorso complesso dei buchi neri sia finito qua, in questa misera percentuale? Guarda che lo studio comincia ora, l'immagine non è la conclusione di nulla. E' appena il punto di partenza, che percentuali vorresti avere adesso, e che senso avrebbero per te se non lavori nel campo? Si cerca di capire ancora com'è fatta una cosa, e tu vorresti sapere con che percentuale quella cosa che non si conosce sia presente lì. Fosse il 60% o il 90%, in cosa cambierebbe la tua percezione del problema?
Citazione:
Invece da infinite immagine, ne hanno tirata fuori una e quella sembra essere la verità assoluta.
Hai preso questo assunto delle "infinite immagini" e lo hai elevato a teorema che riproponi in ogni frase. A te non ti sfiora il dubbio che ti stai portando dietro una cazzata e che non ci hai capito niente, no? Ti pare che quello è il primo buco nero che il mondo studia ed hanno tirato dal cilindro i disegnini giusti??
Citazione:
Siamo alla follia. Una volta facevi un esperimento e se usciva un risultato dovevi ripetere quasi infinite volte l'esperimento per dimostrare che quel risultato è corretto.
Sì, siamo proprio alla follia. Hai assunto che una cosa che non hai capito viene accolta da tutti indistintamente nella comunità scientifica come verità assoluta, quando invece avrebbero dovuto fare un'esperimento e ripeterlo, come se non fare un'esperimento con 6,5 miliardi di Soli che occupano due volte e mezza il sistema solare sia una cosa vergognosa, ed è un crimine che non l'abbiano ancora fatta e ripetuta infinite volte. Ma davvero puoi pensare in scioltezza che quando si parla di queste cose cosmiche si può ragionare in termini di prova provata e calcoli al millesimo di millimetro e ripetibilità da laboratorio in ambiente controllato? Facciamo scoppiare una Nova quando ci pare in modo che i dati che abbiamo raccolto quando abbiamo avuto il culo di osservarne una chissà quanto lontana poi li possiamo confrontare e validare una volta per tutte? Stai davvero paragonando la curvatura dello spazio tempo su scale di anni luce e la fisica delle alte energie agli esperimenti sul piano inclinato di Galileo?
Citazione:
Adesso fai un esperimento, hai infiniti risultati, ma prendi quello che ti piace di più o lo fai diventare la verità assoluta.
Tu hai capito che hanno fatto un esperimento, e per di più coni soliti ed infiniti risultati? Un esperimento??? Quindi hanno puntato le antenne per modulare la risposta del presunto buco nero, inondandolo di radiazioni che arriveranno lì, se va bene, tra 55 milioni di anni? E poi si prendono i risultati che piacciono di più?
Quale parte di "4 team diversi, ognuno con algoritmi diversi e modelli diversi" non hai capito??
Ma davvero non hai remore a scrivere pubblicamente certe cose? Ma davvero il confronto che vuoi è su questi livelli?
Citazione:
Tu hai molte più conoscenze di me, ma forse dovresti avere anche qualche dubbio in più.
E poi al solito c'è la consueta chiosa finale in cui c'è l'immancabile consiglio personale, in questo caso è che dovrei avere anche qualche dubbio in più, nonostante tu ritieni di avere meno conoscenze di me (cosa che io non posso sapere e nemmeno azzardo). Cioè, invece di dire che forse è meglio che ti chiarisci le idee prima di parlare perché non ne sai abbastanza, le tue lacune ti spingono invece all'opposto, e cioè a che io retroceda dalle mie conoscenze e torni a vacillare nel dubbio di chi ne sa di meno. Dici che mi conviene guardare il dio Sole con rinnovato stupore per tutta quell'incommensurabile energia, che ci fa dono benevolo della sua luce e del suo calore fecondo sulla dea Madre Terra che ingravida ogni primavera per noi?
Bah...preferisco avere i dubbi di chi sa di non sapere piuttosto che quelli di chi non sa di non sapere.
Cum grano salis
#102 Cum grano salis 2019-04-14 03:44
Comunque, al di là di BELLINI, che da questo punto di vista è il meno peggio ed ha l'unica colpa di avermi colto in un momento di profondo scoramento a tarda notte, di questo schema comportamentale ricorrente mi sono scocciato.
Anzi, lo dico francamente, mi sono proprio rotto definitivamente le palle.
Il risultato di aver speso tutto questo tempo che avrei potuto benissimo dedicare ad altro, è stato un invito a non parlare di cose che non conosco, di partire dalla definizione del fotone fino al fatto che dovrei io avere qualche dubbio in più in base a quello che si sente da qualcuno in tv.

Ok, ho capito. Non sono qui ad insegnare niente a nessuno, ognuno si arrangi con quel che sa e creda pure a quel che diavolo vuole.
Pure a questo osservatoreromano.va/.../...

Davvero non vedo così spesso le stesse dinamiche con altri utenti, sembra quasi che io attiri come le mosche al miele questo genere di persone e di risposte. Potrei semplicemente ignorare chi non mi va di leggere, ma per ignorare poi, devo leggere prima chi mi chiama in causa in un certo modo, e questa cosa a lungo andare mi avvilisce sempre di più.
Qui perdo solo tempo prezioso a scrivere, fare ricerche ed un discorso che abbia un senso compiuto, per sentirmi poi rispondere a spizzichi e bocconi, con arroganza, anche troppo spesso per i miei gusti, sia in privato che non, da analfabeti funzionali pieni di sé stessi e dall'ego sconfinato tanto quanto la propria ignoranza presuntuosa che non ammette un pacifico e tranquillo scambio d'idee, ma solo scontri fra presunte verità assolute.

Vi saluto tutti indistintamente. Grazie a chi mi ha mostrato apprezzamento e grazie pure a chi lo avesse fatto senza dirlo. Vado avanti da solo come ho sempre fatto, e come vedo e penso di capire le cose lo terrò per me, torno nell'oscurità silenziosa da cui sono venuto e che molto più si addice al mio carattere mite, riflessivo, e taciturno.
Buon viaggio. Ci rivedremo un giorno, come si dice, dall'altra parte.
Fortunatamente per me, solo con alcuni di voi però : con tanti sì, ma non con tutti :-D
webrasta
#103 webrasta 2019-04-14 05:12
#101 Cum grano salis

nel seguente articolo si tratta l'affair onde gravitazionali - tanti bravi ricercatori, tutti onesti (forse) - ma il nucleo centrale è analogo al tema di questo post:
a) i dati contengono inevitabilmente rumore, tanto maggiore quanto più è "fine" la risoluzione, e il rumore è una brutta bestia
b) i modelli interpretativi (algoritmi) applicati ai dati risentono dei paradigmi scientifici accettati - nella fattispecie, la teoria della relatività, che invece è infondata, errata e smentita da un esercito di fisici almeno dagli anni '50
c) i modelli difficilmente generano un risultato univoco: tra i possibili risultati bisogna "scegliere" quello che si ritiene "corretto" applicando una serie di parametri ritenuti "opportuni" alle reti neurali (machine learning) usate per elaborarli. una breve lettura introduttiva al tema big data è sufficiente per capire quanto possono divergere i risultati - anche o soprattutto nel significato - applicando diversi algoritmi statistici ad uno stesso pool di dati

un conto è lavorare sulla formazione di un tondino di metallo in laboratorio, altra cosa è raccogliere e interpretare un segnale proveniente da 55 milioni di km - con tutto quello che c'è in mezzo - da un buchetto 96.000.000 di volte più piccolo del Sole

newscientist.com/.../...
redazione
#104 redazione 2019-04-14 08:51
CUM GRANO SALIS: Se io dovessi abbandonare ogni volta che resto contrariato da qualcuno, avrei chiuso questo sito dieci anni fa.

Luogocomune è un posto dove si incotrano menti diverse, non solo per angolazione mentale, ma anche di livello diverso. Bisogna abituarcisi.

Certo, prima di sprecare tempo inutile uno ci pensa due volte. Ma qualcuno a cui può tornare utile quello che scrivi c'è sempre.

(Il mio è un discorso generale. Non ho letto tutti i post scientifici, e non mi riferisco a nessun utente in particolare).
BELLINI
#105 BELLINI 2019-04-14 09:15
Cum grano Salis
Secondo me ci sono dei problemi:
1) sei di un livello di conoscenza molto superiore a me e alla media degli altri quindi mi risulta difficile entrare nello specifico dei tuoi argomenti e risponderti
2) giri la frittata. Io non ho mai detto che sono tutti dei cazzari quindi è matematico che i buchi neri non esistono. Sono loro che hanno detto: guardate qua? Lo vedete il buco nero? Ecco, abbiamo appena fatto una scoperta epocale. Sicuro al 100%. Abbiamo la foto che lo dimostra e la possono vedere anche i coglioni.
3) Io il dubbio di sbagliare ce l'ho sempre, però sostengo la versione che mi sembra più probabile. E credo che sia utile che tu sostenga la tua e magari un giorno, proprio riguardando i tuoi commenti, cambierò idea. Non ti immagini quante volte nella mia vita l'ho fatto.
Però quando gli intelligentoni, non vogliono lasciare nessun margine di dubbio, lì sento puzza di marcio. C'è un'enorme differenza a dire: dai dati che abbiamo è molto probabile che là ci sia un buco nero e dire: guarda, la vedi la foto del buco nero a 55 milioni di anni luce da qui? I buchi neri esistono.

Comunque mi ricorda una discussione di qualche mese fa: abbiamo miliardi di dati, sono stati eleborati da AI ed esperti, la verità è questa. Voi siete dei coglioni, dovete prenderne atto e non potete dubitare di quello che vi diciamo.
Roberto70
#106 Roberto70 2019-04-14 09:34
Massimo,
questo articolo ti ri-avvicina pericolosamente a shamballa e quindi alla terra cava!
Poi non ti lamentare se falsissimo & co. ri-modificano wikipedia :-o :-D


sapienzamisterica.it/.../1-LE-STANZE-DI-DZYAN.pdf
gbhnjk
#107 gbhnjk 2019-04-14 11:24
Penso che il risultato di questa complessa lunga e raffinata analisi avrebbero dovuto tenerlo per loro, dati utili per futuri progetti, o almeno non presentare questa immagine come foto del secolo, la casalinga di Voghera, come la maggioranza del popolo non l'ha capita, probabilmente un approccio per gradi al nucleo di un quasar, con immagini incontestabili, avrebbe portato ai ricercatori minor scetticismo, voglio dire, i lunghi getti di plasma dei quasar li vede anche la casalinga di Voghera.
ByB
#108 ByB 2019-04-14 12:03
cioè riescono a fotografare un buco nero, ma devono ancora mettersi d'accordo sul senso di rotazione della Terra: www.youtube.com/watch?v=3Fl8p_5CcjY
Nomit
#109 Nomit 2019-04-14 12:37
#108 ByB - non è la rotazione della Terra, che è molto più lenta, sarebbe l'osservatore a girare in senso antiorario
gbhnjk
#110 gbhnjk 2019-04-14 13:29
Anche la rappresentazione convenzionale del piano galattico del sistema solare è fuorviante, l'universo non ha un sopra e un sotto.
Cum grano salis
#111 Cum grano salis 2019-04-14 13:36
#103 webrasta
Grazie per il tuo commento, ne approfitto per tornare al nucleo del discorso, su quello che più di tutto mi lascia perplesso.
Se ti vai a rileggere i due post, in nessuna parte ho parlato di Einstein, di relatività, di correttezza o verità del modello, della certezza che abbiano trovato un buco nero o di qualunque argomento che sfiori il dibattito scientifico. Mi sono limitato a dire che prima di bollare questa cosa (ma il discorso è molto più generale) come una gigantesca farsa o presa in giro, bisognerebbe sforzarsi di capire quanto più si può di che cosa è stato fatto. Non mi pare di aver preso una posizione verso l'una o l'altra teoria. O che abbia detto che siccome i modelli confermavano l'immagine o il viceversa, allora ecc. ecc.
Quindi ora che leggo il tuo post mi torna sempre più il sospetto che io non sia in grado di scrivere adeguatamente, che non si riesca a capire il senso delle mie parole : da qui nasce la mia frustrazione in primo luogo, cioè che poi debba rispondere ulteriormente solo per chiarire ciò che intendevo dire, invece di discutere nel merito di una questione. Una costante, è quella di rispondere prima di leggersi le fonti che uno porta, e le fonti sono parte integrante di ciò che si vuole dire, espandono le considerazioni che si espongono qui per brevità. Quindi io impiego del tempo a trovare ciò che mi serve e raccogliere mentalmente le idee, poi del tempo a scriverle in italiano comprensibile cercando di azzeccare congiuntivi e consecutio temporum, dargli una forma lineare e coerente, e poi devo impiegare altro tempo a far notare questo e quello a chi non si è preso la briga di impiegare allo stesso modo il suo, di tempo, per andare ad informarsi prima di rispondere. E' questa la cosa che non posso sostenere più delle altre, ho delle vere ripercussioni familiari, quasi che abbia delle relazioni segrete che porto avanti col pc o col cellulare.
Scusami se prendo ad esempio il tuo post, è solo per spiegarmi, non volermene a male.
Citazione:
a) i dati contengono inevitabilmente rumore, tanto maggiore quanto più è "fine" la risoluzione, e il rumore è una brutta bestia
In questa fonte www.media.inaf.it/2019/03/15/eht-intervista-goddi/ ma anche altrove (e sicuramente nei papers scientifici)
Citazione:
Durante le osservazioni con l’Eht, buona parte delle sue antenne di 12 metri di diametro (di solito una quarantina) vengono combinate creando virtualmente un unico elemento equivalente a un gigantesco radiotelescopio di circa 70 metri di diametro. Questa “trasformazione” (da interferometro a singolo elemento), di cui sono responsabile, richiede un lavoro certosino di calibrazione dei segnali delle singole antenne che permette di avere, alla fine di questo processo, un salto di qualità nelle prestazioni dell’Eht, sia in termini di risoluzione che di sensibilità. In altre parole, Alma agisce come uno strumento di riferimento nel momento in cui dobbiamo analizzare il segnale che proviene dalle altre antenne più piccole e meno sensibili, permettendo così di ridurre il rumore di fondo almeno di un ordine di grandezza.
Quindi mi trovo a farti notare (non a te, dico in generale) che chi ha a che fare con queste cose, ed in generale chi opera professionalmente in un campo, non è nato ieri. Con questo non intendo dire che il rumore non sia una fonte di problemi, ma che non si può bollare tout court un tentativo complesso di cavare un ragno da un buco cosmico perché c'è il rumore e allora tutto va in vacca in automatico. Cioè, è l'atteggiamento di spiegare l'ovvio a chi queste cose le conosce, pretendendo di farglielo notare come se si fossero dimenticati di considerare una criticità così banale, ed implicitamente metterci su il bollino di cialtroneria. E questo avviene da parte di chi ne sa infinitamente meno di chi ci ha dedicato la vita allo studio dei problemi, dai dottorati ed i post dottorati fino agli anni di esperienza sul campo. Lo scontro nasce dal fatto che io nutro enorme rispetto per queste intelligenze che dedicano ogni sforzo per comprendere l'universo, pur sapendo bene il marciume che gira nelle accademie e nei fondi scientifici, ma questo non è un buon motivo per buttare sempre tutto alle ortiche.
Citazione:
i modelli interpretativi (algoritmi) applicati ai dati risentono dei paradigmi scientifici accettati - nella fattispecie, la teoria della relatività, che invece è infondata, errata e smentita da un esercito di fisici almeno dagli anni '50
E su cosa dovremmo basare i modelli interpretativi allora? I modelli nascono dalle osservazioni e dai fisici teorici, e prima di far lavorare un super computer a colpi di migliaia di euro a colpo direi che sia cosa saggia che il modello non si basi sulla fantasia. Ora, siccome io di teoria della relatività non ho scritto una riga, perché mi vorresti far notare questa cosa? Ti dovrei rispondere che per me è ovvio che siccome ancora si chiama Teoria e non Legge, è assolutamente normalissimo che ci siano diverse scuole di pensiero, è il normale procedere verso l'ignoto. Nel momento però in cui tu affermi, davanti all'ignoto, che la Teoria è infondata, stai mettendo un paletto gigantesco nella tua forma mentis di ricercatore. Questa mancanza di cautela, pur nello studio delle ragioni del fronte opposto, ti mette nella posizione automatica di difendere a priori la fazione che hai sposato, e quindi poi io mi ritrovo a sentirmi tirare dentro Einstein di cui non ho proferito verbo. Chi ha un modello diverso, e ce ne sono tanti, lo sviluppi e lo proponga. Si è sempre fatto così. Anche Einstein lo perculavano finché non si sono fatti i primi esperimenti. A me cosa può mai interessare se Einstein ha ragione oppure no, non ho mica un motore a curvatura. So che è una Teoria come quella di Bohm e di tanti altri. Ognuno interpreta come ritiene più giusto, poi saranno i dati a dargli più o meno ragione e fino a che scala cosmica. E quindi, anche qui, che me lo vieni a dire a fare?
Citazione:
Autocitazione : Si può discutere sulla fisica del fenomeno, ma non che in M87 non ci sia un buco nero, una singolarità o quel che ne verrà fuori un giorno.
Li hai letti i miei post?
Citazione:
i modelli difficilmente generano un risultato univoco: tra i possibili risultati bisogna "scegliere" quello che si ritiene "corretto" applicando una serie di parametri ritenuti "opportuni" alle reti neurali (machine learning) usate per elaborarli. una breve lettura introduttiva al tema big data è sufficiente per capire quanto possono divergere i risultati - anche o soprattutto nel significato - applicando diversi algoritmi statistici ad uno stesso pool di dati
Non so davvero che altro approccio si possa avere con fenomeni di queste energie e dimensioni, che introducono pure una diversa interpretazione dello spazio tempo. Ho già scritto e riscritto riguardo ai modelli climatici e la divergenza o convergenza nello spazio delle fasi. Ma se queste cose le so io, vuoi che "loro" non le sappiano? Che ognuno si faccia i suoi, di algoritmi e modelli validi, non siamo allo stadio che si fa il tifo per l'uno o l'altro scienziato. I dati sono sugli hard disk, chi pensa di avere le capacità di elaborarli nella maniera più corretta, metta su una bella squadra di non allineati e si dia da fare, invece di frignare come un bambino a cui hanno portato via il pallone.
Citazione:
un conto è lavorare sulla formazione di un tondino di metallo in laboratorio, altra cosa è raccogliere e interpretare un segnale proveniente da 55 milioni di km - con tutto quello che c'è in mezzo - da un buchetto 96.000.000 di volte più piccolo del Sole
Anche qui, faccio un misero esempio concettuale per inquadare il discorso sulla correlazione, l'ho espanso anche con altre cose tipo la PMI, e tu mi fai notare che è altra cosa. Che dovrei rispondere? Me la posso cavare con un "Ma va?". E' la stessa cosa la tesi di uno studente con un'analisi fatta per anni da un team di più di 200 persone specializzate nel campo e con due super computer? Possibile che si finisce sempre a guardare il dito invece della Luna? La correlazione è il concetto matematico sottostante, non la differenza tra il tondino e il buco nero. Io ci ho dovuto spendere del tempo e dare un esame. Ritengo che sia doveroso sbatterci la testa su, prima di dare giudizi sui risultati che derivano dalle analisi di gente che mangia pane e correlazione tutti i giorni. I dati sono lì. Se sei così convinto delle tue idee (non tu, sempre in generale :-D ), devi solo darti da fare o proporli nei forum specializzati ed alle università. A me frega nulla. Pure che avessero tutti barato alla grande, dubito molto che mi trovi a passare da M87 e poi gridargli dallo spazio profondo "A stronziiiii... ci avete preso tutti per il culo!!" :-D
Cum grano salis
#112 Cum grano salis 2019-04-14 13:37
Per risponderti, mi ci è voluta un'oretta buona sotto lo sguardo interrogativo della mia dolce metà che preferirebbe che questa Domenica noi si facesse altro, piuttosto che rispondere ai post, visto che le sorti del mondo non cambieranno in base al nostro tentativo di convincerci a vicenda.
Questo impiego non proficuo del tempo per me non è assolutamente sostenibile. E nel tuo caso, cosa di cui ti ringrazio molto, almeno non ho ricevuto frecciatine o allusioni gratuite, quindi se vogliamo il confronto è pure piacevole. Però alla fine siamo finiti a parlare ancora una volta di altro. La criticità dei modelli usati è rimasta un argomento vago, senza casi specifici o evidenze fattuali, insomma continuiamo a parlare del nulla e, quel che è peggio, su idee di altri, non mie e non tue e non con dati concreti di fatto.
Siccome trovo scortese non rispondere adeguatamente a chi mi scrive, cioè solo con due righe frettolose, ecco che finisco in trappola da solo.
Ed ancora devo leggere cosa ha scritto BELLINI e Redazione, finirò col litigare in casa prima o poi. Se non ora, sarà stasera, o domani. Ma chi me lo fa fare, se nemmeno ne guadagno in arricchimento culturale o come palestra mentale?
Il mio modello ed algoritmo per questo mio problema, prevede che se non scrivo prima, non devo rispondere poi.
Ma la mia è una Teoria. Di sicuro c'è chi non è daccordo con la mia interpretazione :hammer:
Cum grano salis
#113 Cum grano salis 2019-04-14 15:30
#105 BELLINI

Citazione:
Secondo me ci sono dei problemi:
1) sei di un livello di conoscenza molto superiore a me e alla media degli altri quindi mi risulta difficile entrare nello specifico dei tuoi argomenti e risponderti
E allora non farlo, no? Non so se hai mai letto horselover e la sua conoscenza delle dinamiche politiche del medio oriente o fefochip e la sua conoscenza sul microbiota (e non cito altri). Ti pare che possa solo pensare di proferire verbo sull'argomento, prima di mettermi al loro livello? Non sono materie mie, mi sto zitto e muto ed imparo umilmente. Al massimo segnalo, senza dare giudizi alcuni, qualche altra fonte che pone eventualmente delle criticità. E se loro sono le persone intelligenti che sono convinto che siano, sfruttano l'occasione per ampliare le loro conoscenze, perché anche leggere il fronte opposto è molto utile, invece di guardarsi sempre allo specchio senza imparare niente.
Perché qualcuno si deve sentire in dovere di redimermi su qualcosa, per forza, se ammette di non averne competenza? Perché non si prende il tempo di leggere e rileggere, capire ed approfondire in autonomia, e soprattutto perché deve sostenere un'idea che può essere anche interessante, ma che se poi io lo sprono ad enuclearla nel dettaglio poi però non andiamo avanti? L'idea del fotone di Primus eccetera non la scarto mica a priori, parto sempre dal presupposto che parlo con chi ne sa più di me, in ogni argomento. Ma nel momento in cui mi si invita a non parlare di cose che non conosco, il che è assolutissimamente possibile, ed io poi allora vorrei allargare i miei orizzonti e superare i miei limiti, perché se no non starei qui ma commenterei il Grande Fratello ed i Ferragnez, ecco che la provocazione rimane tale, dietro non c'è quella conoscenza profonda dell'argomento, che io non ho, e che mi tornerebbe davvero utile.
Quello che leggo qui, dai post di tutti gli argomenti che mi interessano, io prendo spunto per approfondire ulteriormente, non sono nato imparato, ed ogni giorno che sto su questa Terra, da quando ne ho memoria, io mi sono imposto di imparare almeno qualcosa, per quanto piccola ed insignificante. Io ho paura della noia e della stupidità, non della morte. Quando sarà, vorrei potermi dire che non mi sono mai annoiato e che non sono rimato lo stesso stupido ignorante dell'istante in cui sono venuto al mondo. Di tutto il resto non mi frega niente. Non mi sono portato dietro niente quando sono arrivato, e non mi porterò dietro niente quando me ne andrò. Niente, tranne la consapevolezza di non aver sprecato anche questa vita. Se sono tornato ancora qui, è perché evidentemente ne ho sprecate centinaia di altre in cazzate. Questa è l'ultima. Ogni volta che mi dedico a spiegare l'ovvio a qualcuno, senza imparare niente, è tempo che perdo per il conseguimento del mio obiettivo, ed anzi, me ne sto allontanando.

Citazione:
2) giri la frittata. Io non ho mai detto che sono tutti dei cazzari quindi è matematico che i buchi neri non esistono. Sono loro che hanno detto: guardate qua? Lo vedete il buco nero? Ecco, abbiamo appena fatto una scoperta epocale. Sicuro al 100%. Abbiamo la foto che lo dimostra e la possono vedere anche i coglioni.
Tu vedi frittate che rigiro?
Citazione:
#2 BELLINI 2019-04-10 21:33 Deve essere il portafoglio di Jeff Bezof. La fisica è riuscita a spiegare perché in quel buco nero entrano miliardi di dollari, ma non esce neanche un centesimo. Però Einstein non aveva previsto le ex mogli.
Citazione:
#23 BELLINI 2019-04-11 12:10 Sembrano abbastanza diffusi i dubbi sui buchi neri
Citazione:
#25 BELLINI 2019-04-11 13:03 Perché mentire sui buchi neri? 1) Gli piace disinformare il popolo 2) Per riempire il tg 3) Perché il mondo si sta riempiendo di telescopi che in realtà sono dispositivi miliari come il Muos. La Cina ne ha istallato uno in Argentina e ne installerà un altro a Roma
Citazione:
#36 BELLINI 2019-04-11 17:19 Non so il perché ma questo evento storico, mi ricorda tantissimo la grande missione dell'Apollo 11. Un successo incredibile. Provate voi a fotografare l'ombra di un buco nero che probabilmente nemmeno esiste
Citazione:
#44 BELLINI 2019-04-11 18:47 #41 Senza farla troppo complicata, è andata così: hanno fatto la simulazione, gli è piaciuta, hanno raccolto 4 dati e gli hanno messo davanti il risultato finale. Ho visto che con Photoshop hanno trasformato un'anguria in una modella, ed immagino che col software giusto, si possa trasformare 4 dati nell'immagine identica alla simulazione dell'ombra di un buco nero. Tutto merito dei radiotelescopi sparsi per il mondo e dell'élite che guida il mondo. Un successo storico. Ma andatevene affanculo!!!!
Citazione:
#86 BELLINI 2019-04-12 21:24 #79 Giano Grazie del link Insomma aveva ragione Kamiokonde. Dai dati si potevano ricavare pressoché infinite immagini, ma visto che la simulazione aveva previsto una foto fatta così, hanno preso i dati dei radiotelescopi e hanno tirato fuori l'immagine che volevano. Una barzelletta. La Scienza e le scoperte scientifiche sono un'altra cosa
Citazione:
#91 BELLINI 2019-04-13 08:29 Facciamo un esempio per rendere più chiaro quello che è successo. Nostradamus ha detto che oggi fuori dalla finestra ci sarà una temperatura di 10 gradi. Metto fuori un termometro ed il risultato è X. Visto che Nostradamus ha detto 10, faccio diventare la X (che può essere qualsiasi numero ) 10. Ecco, abbiamo dimostrato che Nostradamus aveva ragione. Grandissima scoperta scientifica.
A me non pare proprio che tu abbia espresso un giudizio cauto, super partes. Mentre io non ho MAI detto che l'esperimento avesse dimostrato niente, né su Einstein e né sui buchi neri, non ho preso alcuna posizione se non quella che prima di prendere posizioni definitive, in un senso o nell'altro, fosse imperativo capire bene la questione e dare il tempo di proseguire con le ricerche, da cui l'ingresso di tre nuovi radiotelescopi.
Mi spieghi perché dovrei stare qui a quotarti e metterti di fronte alle tue stesse affermazioni, senza che tu mi possa crocifiggere alle mie (che infatti non ho mai fatto) ?
Vuoi che "loro" non decantino le loro scoperte, vuoi che l'oste non ti dica che ha il vino buono? Io ho discusso sul fatto che il vino sembra esserci, buono o meno che sia non ho osato esprimermi non avendone le competenze, e che di sicuro non si affermare con sicumera che quella sia Coca Cola. Men che meno senza averla nemmeno assaggiata.
Ci aggiungiamo un bel paninazzo di frittata con le cipolle? Ne ho appena fatta una :pint:
Cum grano salis
#114 Cum grano salis 2019-04-14 15:37
Citazione:
3) Io il dubbio di sbagliare ce l'ho sempre, però sostengo la versione che mi sembra più probabile. E credo che sia utile che tu sostenga la tua e magari un giorno, proprio riguardando i tuoi commenti, cambierò idea. Non ti immagini quante volte nella mia vita l'ho fatto.
Però quando gli intelligentoni, non vogliono lasciare nessun margine di dubbio, lì sento puzza di marcio. C'è un'enorme differenza a dire: dai dati che abbiamo è molto probabile che là ci sia un buco nero e dire: guarda, la vedi la foto del buco nero a 55 milioni di anni luce da qui? I buchi neri esistono.
Non mi pare di averlo colto, questo tuo dubbio. Ma proprio da nessuna parte!
E quale sarebbe la versione che io sostengo? Ho analizzato le dichiarazioni e portato qualche dettaglio sulla procedura, di mio ci ho messo solo la cautela su quella che può essere la "scoperta"
Citazione:
Autocitazione : Si può discutere sulla fisica del fenomeno, ma non che in M87 non ci sia un buco nero, una singolarità o quel che ne verrà fuori un giorno.
ed un minimo di mente aperta su quello che si potrà capire un domani, pure rimanipolando meglio i dati se vuoi.
Perché i dati, quelli, restano lì. Nulla vieta di analizzarli come meglio si crede N-mila volte ancora.
Citazione:
Comunque mi ricorda una discussione di qualche mese fa: abbiamo miliardi di dati, sono stati eleborati da AI ed esperti, la verità è questa. Voi siete dei coglioni, dovete prenderne atto e non potete dubitare di quello che vi diciamo.
Questo accade ogni volta che non si ragiona con la propria testa. Mettiamo il discorso dell'anello, guarda caso, proprio a favore di radiotelescopio : e chi può escludere a priori che la caduta della massa nel buco non sia mai tridimensionale, e che quindi la lente gravitazionale su ciò che accade "dietro" il buco nero, o quel che è, rimanga focalizzata da qualunque parte dello spazio la si guardi, impedendo di vedere il resto per motivi di deformazione spazio temporale? E se è qualcosa di simile all'atmosfera terrestre, che appare come una sottile buccia azzurra da qualunque direzioni si fotografi la Terra? Ne vediamo il profilo circolare, ma non ne cogliamo la sfericità se la guardiamo da un qualunque punto fisso e magari molto lontano. Possiamo affermare con assoluta certezza che il bordino azzurro ce lo abbiano messo "loro" bello tondo per farlo tornare a favore di telecamera?

Tutto insipido, tutto salato, o è meglio un po' di grano salis a seconda della pietanza? :-D

Ed anche il pomeriggio avanza inesorabile mentre sto qui ancora a scrivere...e domani è Lunedì. :-(
BELLINI
#115 BELLINI 2019-04-14 16:25
Cum grano salis
Io al tuo posto porterei la moglie all'Ikea invece che rispondere a un rompicoglioni ignorante come me.
Però da quello che ho capito è che tu preferiresti che sia io quello che non deve scrivere.
Mi sa che resterai deluso.
Ma in sintesi: è come sostiene Kamiokonde e cioè che non hanno dimostrato niente o è come dice la TV che hanno fatto una scoperta epocale dimostrando senza ombra di dubbio l'esistenza dei buchi neri?
La risposta: hanno lavorato tanto e bisogna lavorare ancora, direi che rientra nella prima opzione.

PS Guardate, abbiamo la foto!!! Wow!!!
Assomiglia a Colin Powell: Guardate, ecco la prova. Saddam Hussein ha armi di distruzione di massa!!! Che cattivone!!!
Cum grano salis
#116 Cum grano salis 2019-04-14 17:00
#104 redazione

Citazione:
CUM GRANO SALIS: Se io dovessi abbandonare ogni volta che resto contrariato da qualcuno, avrei chiuso questo sito dieci anni fa.

Luogocomune è un posto dove si incotrano menti diverse, non solo per angolazione mentale, ma anche di livello diverso. Bisogna abituarcisi.
Ma certo, Massimo, infatti ti riconosco una pazienza ed una dedizione che mi è impossibile da raggiungere. Ne ho anche io fortunatamente, ma in altri campi. Mi incaponisco in problemi nel tentativo di risolverli, proprio dove la maggior parte abbandona.
E' che leggo queste pagine da più di un decennio, forse prima internet lo usavamo in molte meno persone, ma nonostante l'impostazione contenutistica privilegiata che hai fortunatamente dato a questo sito, mi sono trovato sempre più spesso a discutere in situazioni di disagio. Avevo già deciso di abbandonare, se ricordi, poi ho voluto volermi ricredere postando solo poche righe anonime, facendo sempre bene attenzione che non andassi neanche a sfiorare le convizioni altrui, proprio per evitare di stuzzicare la sensibilità altrui. Ma è bastato poco, ed a turno è arrivato un utente diverso a ripercorrere sempre gli stessi schemi. Non mi disturba l'essere contrariato, anzi vorrei sempre che ognuno portasse il suo perché altrimenti non potrei vedere dove sbaglio, o dove sono i miei limiti. Mi disturba invece la mancanza di garbo, lo spendere delle ore e ricevere risposte contrariate che richiedono solo secondi per essere scritte, tipo commento sui social (che odio), e che non ci si mette impegno a portare avanti le proprie idee, argomentando con cognizione di causa fino in fondo.
E' spesso una retorica scarna, con accuse e provocazioni ad personam, una sorta di usa e getta delle opinioni appiccicate senza averle prima assimilate, prima di esporle.
E' questo quello che mi disturba, me ne accorgo da come scorro con timore i post dopo che scrivo, da come mi aspetto ormai che spuntino i piranha dal nulla, con attacchi rapidi, subitanei ed imprevisti. Non sto più associando LC ad un piacevole svago, ma ad una nota stonata della mia giornata, e questo non mi piace più. Quando non scrivo una riga, sono molto più sereno, perché so che non dovrò sedermi a vedere con calma quest'altro tizio che diavolo vuole dalla mia vita, invece di parlare della sua. Mi disturba la cocciutaggine della gente, che volendo avrebbe pure cose interessanti da portare, ma che invece insiste ed insiste ed insiste fino a farsi buttare fuori come paglia53. Ma perché, dico io? Bisogna essere più duri e spietati, avere il pugno di ferro, diventare nazifascisti della moderazione? Bisogna ignorare, abituarsi, farsi il callo? Davvero non lo so cosa sia meglio per me. Non riesco ad abituarmi al sassolino nella scarpa che mi da fastidio : tolgo il sassolino, cambio la scarpa o entrambe le cose, ma il problema non me porto sempre appresso, se no poi quando ragiono non sono sereno, il fastidio alimenta la litigiosità anche verso chi non se la merita. Insomma, divento una persona peggiore di prima, e poi per riequilibrarmi lo spirito e tornare di buonumore finisco su lc2mars. Ma per quanto può continuare così?
Non vorrei essere poi più cocciuto di chi si ostina a non capire, e mettermi allo stesso livello.
Posso cambiare ancora strategia, forme di comunicazione, ma abituarmi a confrontarmi con ciò che aborro con tutto me stesso non rientra nelle mie possibilità, soprattutto se ciò avviene per mia scelta volontaria e mi risucchia tanto tempo ed energie.
Mi dedicherò al forum, dove posterò delle cose per il beneficio di tutti, ed ognuno ne farà quel che crede, ma non ho più nessuna voglia di confrontarmi e leggere che cosa ognuno ne pensi, stando lì a controllare continuamente e a moderare le intemperanze altrui come se dovessi badare a dei bimibiminkia da segnalare alla maestra e non degli adulti civili e responsabili.

Citazione:
Certo, prima di sprecare tempo inutile uno ci pensa due volte. Ma qualcuno a cui può tornare utile quello che scrivi c'è sempre.

(Il mio è un discorso generale. Non ho letto tutti i post scientifici, e non mi riferisco a nessun utente in particolare).
Era un po' il discorso che facevo l'ultima volta che mi sono incazzato. Se potessi etichettare tal utente come rompipalle e quindi non come persona degna del mio tempo e delle mie attenzioni (o vedere come lo reputano altri utenti che già lo conoscono), costui non esisterebbe nel mio universo. Potrebbe scrivere tutte le cazzate e gli insulti che vuole, e poi starebbe a me decidere se leggerlo senza loggarmi. Avrei quantomeno una scelta, ed impegnerebbe ognuno a mantenere il contegno e l'educazione, oltre ad essere un incentivo a scrivere cose interessanti invece che banali. Come dicevo, se ho un problema, non mi lamento e basta, ma cerco di essere propositivo e di cercare di cambiare la situazione nei limiti di ciò che posso fare o suggerire.
Non è mio il compito di educare le persone o di sgonfiare il loro ego in cerca costante di attenzioni e rassicurazioni sulle proprie idee e convinzioni. Mi basterebbe lasciarle sguazzare nel loro brodo ad essere man mano ignorate anche da tutti gli altri. Credo che la qualità del sito, degli utenti attivi, e dello scambio d'idee ne guadagnerebbe tantissimo ; forse non da subito, ma nel tempo credo sia una strategia vincente : se vuoi scrivere su LC ed essere considerato, non ti basta iscriverti e dare fiato alla tromba come sui social, ma te la devi sudare, te la devi guadagnare, devi dare sempre quel meglio di te che forse non sai neanche di avere dentro.
L'ho già scritto prima, per me LC era ed è La Centrifuga, e spero che lo sia anche di più nel futuro. Da qui si dovrebbe uscire all'aperto belli asciutti e puliti dall'umidiccio sporco delle cazzate in giro, e con le proprie idee e convizioni granitiche e colorate tutte belle stinte e spiegazzate.

Fanculo il lino, la seta, ed i capi delicati :hammer:
ZORG
#117 ZORG 2019-04-14 17:10
COMUNICAZIONE di SERVIZIO

#116 Cum grano salis
Se hai finito con il bucato, sei pregato di portarti in plancia. ;-)
Si parte! :pint:
BELLINI
#118 BELLINI 2019-04-14 17:38
Il Tg1 lo ha raccontato così
youtu.be/CSGElr8QJ_0
Cum grano salis
#119 Cum grano salis 2019-04-14 17:39
#115 BELLINI
Citazione:
Io al tuo posto porterei la moglie all'Ikea invece che rispondere a un rompicoglioni ignorante come me.
Però da quello che ho capito è che tu preferiresti che sia io quello che non deve scrivere.
Mi sa che resterai deluso.
No no no no. Tu hai tutto il diritto di scrivere quello che vuoi, ci mancherebbe!!
MA, se ammetti tu stesso con chicchessia, lascia perdere me, che ne sai di meno, allora potresti approfittarne per fare un esame di coscienza e valutare bene se costui può avere interesse a leggere quelle che sono le tue considerazoni sull'argomento.
E, per favore, non ti dare del rompicoglioni o dell'ignorante da solo, perché stai implicitamente dicendo che lo abbia detto io, cosa che non è. Ti ho già ringraziato perché non sei stato incivile, è già per me questo è più che sufficiente, poi mi sono soffermato sulle cose che mi hai contestato ma che vedo che, anche adesso, cerchi di eludere portando invariabilmente il discorso su ciò che tu hai visto e su ciò che tu hai sentito.
Che ti devo dire? Non ne esco. Mai. Qualunque cosa scrivo.
Ed infatti :
Citazione:
Ma in sintesi: è come sostiene Kamiokonde e cioè che non hanno dimostrato niente o è come dice la TV che hanno fatto una scoperta epocale dimostrando senza ombra di dubbio l'esistenza dei buchi neri?
La risposta: hanno lavorato tanto e bisogna lavorare ancora, direi che rientra nella prima opzione.

PS Guardate, abbiamo la foto!!! Wow!!!
Assomiglia a Colin Powell: Guardate, ecco la prova. Saddam Hussein ha armi di distruzione di massa!!! Che cattivone!!!
Non avevi detto che
Citazione:
#105 BELLINI ...Io non ho mai detto che sono tutti dei cazzari quindi è matematico che i buchi neri non esistono. Sono loro che hanno detto: guardate qua? Lo vedete il buco nero? Ecco, abbiamo appena fatto una scoperta epocale. Sicuro al 100%. Abbiamo la foto che lo dimostra e la possono vedere anche i coglioni.
Non lo so come stanno le cose, ma tu deciditi su sti buchi neri, una volta buona! Perché dici una cosa e poi tieni i piedi in due scarpe? Io non lo so se ha più ragione Kamiokonde, perché il mio costume mi imporrebbe di andarmi a leggere tutto quello che ha postato, indagare ancora di più, ed eventualmente chiedere con educazione altre delucidazioni sull'argomento. Sono le 17:30 e sono seduto ancora qui da stamattina, non mi sento in grado di poter entrare nel merito con Kamiokonde perché ammetto di essere ignorante delle sue motivazioni, e quindi non lo chiamo in causa per, usando parole tue, rompergli i coglioni, smuoverlo dalla pace in cui sta, perché lui stia a sentire comunque le mie idee. Perché se poi lui arriva, capisce che non ho capito una beneamata fava della sua visione delle cose, poi giustamente capace che s'incazza e mi dice di andarmi a leggere nel dettaglio ciò di cui parla, prima di mettermi a fargli perdere tempo inutilmente. O no?

Ma poi, perché vuoi una risposta da me sull'argomento? Non puoi darla tu, dettagliata, motivata, particolareggiata, esaustiva, convincente, circostanziata, su come starebbero le cose? Scrivi due righe, e poi sono io che mi devo sbattere ancora e ancora su una cosa di cui NON ME NE PUO' FREGARE DI MENO di quello che Tizio e Caio dicono in tv.
BELLINI, te lo dico chiaro e tondo, una volta per tutte

NON SONO QUESTI I BUCHI NERI DI CUI MI PIACE INTERESSARMI !! :-D :-D :-D
CHIARO??

Per quanto mi riguarda, se hai qualcosa da dire di TUO, che non siano solo battute e frasi ad effetto, ti posso pure stare ad ascoltare,
Citazione:
Io al tuo posto porterei la moglie all'Ikea invece che rispondere
ma per favore BASTA BASTA BASTA con questa mania di dirmi sempre cosa diavolo fareste al posto mio!!!!!!!!!!!!!!

Ve lo do io un consiglio spassionato su cosa fare, per una volta, se fossi nei vostri panni :

FATEVI UN GROSSO E GIGANTESCO PANARO DI CAZZI VOSTRI !!!!
CHE CAMPATE PURE CENT'ANNI !



E lasciatemi in santa pace!

E mo' basta veramente, però. E che cazzo!! :hammer:
Cum grano salis
#120 Cum grano salis 2019-04-14 17:53
#117 ZORG
Sì ZORG
se non alzo il culo da 'sta poltrona mi vengono le piaghe, non ho nemmeno pranzato!
MA STICAZZI, VA!!

Andiamoci dritti noi dentro a 'sto cavolo di buco nero

visto che ne avevo già parlato in tempi non sospetti
luogocomune.net/.../722-lc2mars?start=120#27520
e vediamo una volta per tutte che ci troviamo dentro, alla faccia dei rosiconi che rimangono qui a scannarsi sul sesso degli angeli.
Passo, chiudo, e mi faccio una lunga doccia.
E stasera...una bella birra, ed una scofanata pantagruelica di ragù e maccheroni col...buco :hammer: :hammer: :hammer:
webrasta
#121 webrasta 2019-04-14 18:33
# Cum grano salis
sarò breve. nel caso un giorno ripassassi di qui...

dal link media.inaf da te segnalato:

Citazione:
Da un confronto certosino di questi modelli con i dati, potremo finalmente dare la risposta tanto attesa se si tratta effettivamente di un buco nero, così come previsto dalla relatività generale, oppure no. Vi lascio, per ora, con la suspense. Infatti, uno degli obiettivi a lungo termine del nostro progetto è quello di testare l’ormai centenaria teoria di Einstein, che – nonostante descriva generalmente bene l’universo osservato fino ad oggi – potrebbe presentare alcune deviazioni proprio in prossimità di un buco nero a causa dell’estrema gravità. Quindi, la teoria di Einstein potrebbe non essere la teoria finale dell’universo, che forse dovremo ancora scoprire.
mi sembra decisamente Einstein-centrico, non trovi? ecco perchè "ti ho fatto notare questa cosa", non perchè l'abbia sostenuta tu ma perchè l'intera ricerca è stata condizionata da questo approccio. non farò un post fiume riportando le citazioni di tutti i ricercatori infinitamente più qualificati di me: le informazioni sono disponibili per chi le vuole vedere. ai fini circoscritti di LC, che non è un forum di fisica teorica, basti dire che non un singolo esperimento ha mai confermato la teoria della relatività.

la nota sul tondino-buco nero si riferiva al fatto che il tuo esempio mi sembrava fuori luogo per diversi ordini di grandezza sotto ogni profilo (accuratezza e mole di dati, ripetibilità, ...)

i tuoi post li ho letti, ma forse non li ho capiti come ti aspettavi. è possibilissimo. tu hai letto l'articolo che ti ho proposto? ti avevo anticipato che mi sembra fortemente analogo: un sacco di esperti, ricercatori con le palle che danno il meglio di sè sulla base delle loro migliori conoscenze, ma ciò nonostante altri esperti quanto loro hanno messo in forte dubbio i risultati - fondatamente - dopo un'attenta analisi, altrettanto qualificata. eppure, sull'ANSA non ci sono stati titoli su questo fatto. sono rimasti solo quelli sulla "scoperta" delle onde gravitazionali.

per chiudere: io come altri qui dentro ho un profondo rispetto per la Scienza tutta e per i ricercatori seri, alla Cartesio per intenderci, cioè che dubitano. nel mio caso specifico, l'Asperger mi "obbliga" a leggere una quantità enorme di roba, in particolare saggi scientifici. certo, questo non fa di me uno scienziato, nè un ricercatore, nè tanto meno un esperto ma avendo assorbito tesi e soprattutto antitesi su molti argomenti non posso più fare a meno di dubitare anche di un premio Nobel, e non perchè lo creda in malafede. dico "soprattutto antitesi" perchè voglio concedere ai reietti, ai ricercatori allontanati dalle accademie e dai media, un po' dell'attenzione che invece meritano, in contrasto con la supponenza che molti laureati e accademici dimostrano nei loro confronti. inoltre, per lavoro, gioco anch'io con big data e reti neurali: certo non ho una laurea, ma credo che potrei sostenere una conversazione generale e capire ciò che dici su questo e altri argomenti.

lo spazio concesso da LC è intrinsecamente ristretto, e il fine - mi pare di capire - non è quello di fare corsi di Fisica o Statistica ma di mettere ognuno, in pochi paragrafi, i propri 2cent da cui tutti potranno forse imparare qualcosa su tanti argomenti. c'è chi lo fa in modo inelegante o con superficialità e chi si sforza di veicolare in modo facile concetti di per sè molto difficili. ognuno fa il meglio che può, come nella vita.

e 'mo bbasta...
_IO
#122 _IO 2019-04-14 21:51
@ll’egregia #99 Paolab

Ringrazio per la cortese risposta.

L’uso del “Plesso Lunare” è tipico della cultura dell’essere umano materialista, essendo questa duale come le manifestazioni, apparenti, della luna, che cresce fino alla massima luminosità (riflessa) e poi decresce fino a scomparire.

È pertanto del popolo “lunare” comprendere le cose per contrasto, usando solo la logica, agiscono quindi di conseguenza creando società che vanno “CONTRO”…
Infatti:
Citazione:
“La scienza, intravvedendo vagamente la verità, può trovare nel corpo umano batteri ed altri esseri infinitesimali che considera solo dei visitatori occasionali e anormali, ai quali attribuisce le malattie”. E nel 1908 la Società Teosofica fondò la lega CONTRO le vaccinazioni.
E' tipico il loro sistema di comunicazione prediletto: quello verbale.

Come la luna devono riflettere per comprendere, quindi son contenti quando riescono ad “eclissare” le intuizioni grazie al loro sistema intellettuale: godono a creare società e relative dottrine SEGRETE.

La loro dottrina non può uscire dalla dannazione prodotta da questa conoscenza discriminante che li convince della ciclicità vita-morte, proprio perché concepiscono esclusivamente tramite il “plesso Lunare”.

Citazione:
E se l’albero si giudica dai frutti…
…perché nessuno Stato o microsocietà autosufficiente si basa sui principi/insegnamenti delle due Blabla?!?

Non si può pensare che un uomo possa considerarsi frutto di una filosofia, una società di uomini sì!
Del Boca si è sentito solo ed incompreso, infatti di sé dice:
Citazione:
Ma io sono soprattutto un educatore che sa parlare con il cuore (ma tutti da me attendono solo PAROLE).
:-D
:-D
:-D
Cum grano salis
#123 Cum grano salis 2019-04-15 02:18
webrasta

Ma scusami, l'hai pure messo in grassetto tu stesso quel 'oppure no'.
Sinceramente, non riesco a capire che cosa centri io con le motivazioni di questa ricerca, e dove sta il problema nel testare una teoria di cui si parla da cent'anni. Non capisco tutta questa acredine nei confronti di una verifica, non capisco perché una ricerca volta a testare Einstein non debba essere Einstein-centrica visto che quel modello dicono di voler testare e non quello di Bohm, non capisco Einstein che male ha fatto a tutte queste persone, non capisco cosa vieti di fare altri esperimenti in altre direzioni, non capisco la vita di ognuno che stravolgimenti mai potrà avere domani dopo questa cosa, non capisco dove tutto questo discutere debba andare a parare, non capisco quale tasto profondo venga toccato nell'animo di ognuno perché ci sia tutta questa voglia di andare a fare il pelo ed il contropelo di questa notizia quando anche tu hai evidenziato che dicono che bisognerà continuare, e che può essere sì oppure no.
Mi arrendo.
Vuoi arrivare al fatto che i risultati sono sballati. Bene! Ma cavolo anche tu scrivi tante belle parole su ME invece di portare due cavoli di link, due dati, una ricerca seria e molto ben documentata. No, non vuoi o non puoi. Anche tu. L'unico stronzo, e maledetto me che l'ho fatto, che ha riportato due cose, messo ben più che la singola fonte con un rigo di commento, e si è dilungato abbondantemente per dare argomenti più precisi alla discussione, e non certo per prendere una parte, sono stato io.

Rimani concentrato ancora su una questione che io mi sono limitato a documentare un minimo, perché devi per forza sostenere con me che questo e quello e quell'altro, quando ho detto fino allo sfinimento che non me ne importa un dannato stracavolo di NIENTE di cosa hanno trovato !!!!!!!!!!!!!!!!
NIENTE !!!!!!
E poi il resto che dici...mah!!
Ma dico io, e fallo un bel post pieno zeppo di dati a supporto di quello che vuoi sostenere, invece di portare bla bla e basta. E' questo quello che cerco io qui, non sapere cosa tu pensi che io avrei dovuto capire che in realtà quei dati...e allora...e bla e bla e bla. Le ricerche indipendenti sono capacissimo a farmele da solo, risparmio pure un mucchio di tempo se non devo scrivere qui a rispondere a chi porta parole, e poi la conferma a quello che dice me la devo trovare io. E non parlo certo dei primi link che escono su Google, perché a maggior ragione allora faccio infinitamente prima da solo. Se poi la fonte è una sola... Io parlo di quotare, di postare foto, di fare una micro tesi descrittiva e ragionata, esaustiva e conclusiva, vorrei essere condotto e preso per mano dal ragionamento altrui, non mettermi a scavare in quello che mi vuol dire, soprattutto se mi viene contro.
Tanto vale che stia per cavoli miei : cosa mai mi può interessare cosa ne pensi un Tizio anonimo su un sito, di cui ignoro pure che studi ha fatto. E se domani si registra, che so, un piastrellista che mi contesta veemente un mio post in cui commento il software anti stallo della Boeing, io perché dovrei perderci del tempo quando non è nemmeno certo che conosca a che serve lo svergolamento delle ali o la differenza nella dinamica del volo tra ala a freccia positiva e negativa?

Tu non ti vuoi dilungare, e figurati io a parlare del nulla.
Non mi trovo, webrasta, mi sento troppo a disagio. Leggere e seguire i commenti nel post Olocausto Silenzioso per me è stato uno strazio infinito, e ad un certo punto, visto che non c'era proprio verso di andare avanti cercando, fosse anche solo per ipotesi, di mettere da parte le nozioni di fisica classica di base, mi sono seriamente chiesto dove diavolo fossi finito, se era questo lo stesso posto che conoscevo o se stavo sul sito del Cicap.

E mi dispiace di tutto questo, perché vedi adesso mi trovo pure nella condizione di voler e dover stare attento a sottolinearti che non ho assolutamente niente di personale contro di te o contro quello chei hai scritto, davvero credimi. Ci tengo molto a che tu non ti senta offeso in alcun modo da quello che ho scritto, ti ho solo voluto mostrare la mia totale incompatibilità col portare avanti i discorsi, qui, e sottolineo QUI, in questo modo a me non consono.

Tutto ciò va davvero ben oltre le mie capacità di comprensione, per cui confermo adesso ancora più convintamente che mai che sono assolutamente inadeguato alle dinamiche di confronto su questo sito, mi sento un pesce fuor d'acqua in tutti i sensi.
Non è colpa di nessuno, semplicemente non è il mio ambiente, non è adatto a me, ed io non sono adatto a stare qui..
Me ne ero già accorto prima e ben più di una volta. Ho voluto insistere, e mettere alla prova la mia teoria cum grano salis-centrica.
Non funziona. Punto.
Parliamo lingue diverse, ed io non ho tempo di farmi capire da tutti e di capire io stesso tutti gli altri.
Questi tre mesi di attività dopo anni e anni di lettura tranquilla mi sono più che sufficienti.

A dire il vero confesso che spesso mi sono chiesto il perché della sparizione improvvisa di utenti che seguivo molto spesso e con sommo piacere, e non ne capivo mai il motivo fino in fondo.
Adesso, anche se sicuramente non sarà valido per tutti loro, un motivo fondamentale l'ho capito pure io.
E ciò mi basta e mi avanza per dare comunque un senso compiuto a questa breve esperienza formativa.
Paolab
#124 Paolab 2019-04-15 09:14
#122 - IO


Scrive IO: “È pertanto del popolo “lunare” comprendere le cose per contrasto, usando solo la logica, agiscono quindi di conseguenza creando società che vanno “CONTRO”…”


essere contro la vaccinazione del vaiolo, perchè avevano ben compreso che erano più veritiere le ricerche del medico Antoine Bechamp e non quella del chimico Pasteur è forse frutto di logica materialista? come ben descritto anche qui luogocomune.net/.../...
Io penso invece il contrario perchè concordo anche con queste parole:
“tra le cosiddette scienze esatte la medicina è quella che meno merita questo nome...teoricamente è la più benefica e pure, nello stesso tempo, nessun’ altra scuola di scienza esibisce tanti esempi di meschini pregiudizi, materialismo, ateismo e maliziosa caparbietà” H.P. Blavatsky - (Iside Svelata – La Scienza Vol.I parte I pag. 175) ; “Soprattutto impara a distinguere la Scienza del cervello dalla Sapienza dell’Anima, la dottrina dell’Occhio da quella del Cuore. Tutta l’ignoranza stessa è ancora preferibile alla scienza del cervello quando la Spaienza dell’Anima non la illumina e la guida...”(H.P.B.“La Voce del Silenzio”) “scienza e religioni unite sono infallibili poichè l’intuizione spirituale supera le limitazioni dei sensi fisici. Separate, la scienza esatta respinge l’aiuto della voce interiore mentre la religione diviene una teologia meramente dogmatica. In definitiva ognuna, lasciata a sè, non è che un cadavere senz’anima” (H.P.B. “Istide Svelata” Vol. I pag. 175)
Scrisse Bernardino del Boca nel suo libro “La Dimensione Umana” ed. 1971 pag. 232-248: “Si deve ad H.P. Blavatsky il merito di aver gettato le basi di questa nuova ricerca, con la fondazione della Società Teosofica. Ma sarebbe meglio dire che H.P. Blavatsky fu scelta per questo compito da “qualcuno” o “qualcosa” che guida l’umanità nei suoi passi difficili.
Il lettore che leggerà il libro di Geoffrey A. Barboka: H.P. Blavatsky. Tibet and Tulku, comprenderà come tutte le realizzazioni di questa grande pioniera del nuovo piano di coscienza. fossero determinate da poteri che trascendono quelli dell’umanità di oggi.
Con la Teosofia sono state portate nel mondo dominato dalla cultura e dalla scienza quelle idee spirituali che finora erano state patrimonio esclusivo delle religioni, ma che nelle forme religiose si erano cristallizzate perché gli uomini non erano ancora pronti per comprendere l’idea dell’unicità della vita.
La Società Teosofica fu appunto creata nel 1875 per realizzare la fratellanza universale dell’umanità e per far comprendere che la vita è una, che l’umanità è una.
Il suo compito è stato quasi compiuto perché, anche se la vita umana è ancora dominata dalle guerre, dall’incomprensione e dalla violenza, vediamo però che l’idea della fratellanza e dell’unicità della vita è ora accettata teoricamente da tutti i popoli ed è lo scopo finale di tutte le attuali lotte umane.
…E’ solo rinunciando i valori materiali, è solo vivendo spiritualmente che si raggiunge quella felicità e serenità che ci fa considerare la vita degli altri più importante della nostra, che ci fa amare gli altri disinteressatamente, poiché le vie dello spirito ci fanno comprendere che gli altri non sono che una parte di noi stessi, una parte dell’immenso Tutto.
L’attuale dimensione umana ha perciò nel campo religioso il suo punto più sensibile, quello che meglio ci indica i travagli della nostra maturazione verso la conquista della nostra anima.
Da decenni assistiamo all’esplodere in seno a tutte le religioni di fermenti rivoluzionari contro le idee e le strutture del passato, contro l’ipocrisia, il culto dell’esteriorità, la vacuità interna, il formalismo della religione esterna, l’inaridimento della vita spirituale…..Circa 2000 anni fa Gesù Cristo fu il più grande eretico dei religiosi di quei tempi, e lo spirito della vera libertà del suo messaggio fu presto distrutto dalla sua stessa Chiesa con l’ignoranza, la cecità, la superstizione e la persecuzione. (teosofia-bernardino-del-boca.it/.../...

quanto alla dannazione creata dalla ciclicità di nascita-morte:: “Voi concepite oggi la reincarnazione in modo molto limitato ed errato, perché siete ancora limitati mentalmente dal concetto di spazio e tempo” (Jhalhal V. 3856 Venuthst – Rivista Età dell’Acquario n. 7/1971 – pag. 16)) teosofia-bernardino-del-boca.it/.../...

Le persone resuscitate da Grigori Grabovoij – i casi sono riportati nel suo libro “La Resurrezione degli Uomini e la Vita Eterna ora sono la nostra realtà” ci narreranno il loro vissuto nel post mortem e nel pre resuscitamento ?
Cum grano salis
#125 Cum grano salis 2019-04-15 12:23
Paolab
...sarebbe possibile clonarti e riempire il sito di copie autonome di te stessa così che io possa leggere i tuoi post molto più spesso?? ;-)

Ahhh, una boccata d'aria fresca per la mente e soprattutto in topic.

Il mio GRAZIE ti raggiunga ovunque sei (se non disturba, se no ti aspetta fuori :hammer: ).
Cum grano salis
#126 Cum grano salis 2019-04-15 14:55
webrasta

Integrazione di quello che ti ho detto : ho fatto qualche breve ulteriore ricerca, quella che avrei potuto fare prima e proporre a beneficio di tutti, se ieri non avessi perso un'intera giornata a discutere con chi non condivide il mio approccio di indagatore neutro alla conoscenza attraverso il filtro mio, cioè quello della conoscenza mia già acquisita con gli studi, le letture e gli interessi vari.
Hai presente la diatriba sulle infinite immagini o sul fatto che hanno trovato proprio quello che cercavano e che l'anello era proprio messo giusto a favore, per così dire, di telecamera radiotelescopica e non so più che altro.
Ecco, quando io parlavo e scrivevo, avevo in mente esattamente le immagini ed i concetti del video sotto.
Chi non condivide con me almeno questi concetti, questa visione, questa anche molto semplice comprensione a grandi linee della teoria e della dinamica di un buco nero non rotante, ma mi tira in mezzo su cose che per me non hanno nessun senso (ma, bada bene, potrebbero anche averlo dopo se le si accompagnasse ad una dovizia di riferimenti precisi e variegati piuttosto che a battute da bar, provocazioni, e parole vaghe e striminzite, che se non son dettate dall'ignoranza forse lo sono dalla pigrizia e forse anche dalla volontà di esserlo, pigri), ecco che allora succede che invece di portare un mio contributo agli strumenti culturali della comunità di LC perché si possa ragionare meglio tutti avendo a disposizione più elementi concreti possibile, mi ritrovo a perdere un casino di tempo a parlare del nulla ed a perdere la calma e la tranquillità.
Il risultato è che io mi avveleno inutilmente, e la comunità perde l'occasione che io (inteso "io" impersonale, il discorso vale per tutti !) possa portare un punto di vista che, parafrasando il piastrellista di cui sopra, magari potrebbe non avere mai perché travalica i limiti della sua conoscenza, comprensione e ragionamento.
Ed è questo il motivo di fondo della mia rabbia furibonda, è una rabbia dettata dalle emozioni e dai sentimenti, più che dalla ragione, perché ho amato questo sito per anni ed anni, ed ora mi son dovuto arrendere anch'io (mio malgrado e nonostante tutti gli sforzi fatti per ricredermi) ad un certo impoverimento generale dei contributi degli utenti.
Su quest'isola felice ed incontaminata in mezzo all'oceano dell'informazione, è arrivata sempre più inesorabile nel tempo la plastica, la mucillagine e le chiazze d'olio, e qualche pezzo sigariforme galleggiante e maleodorante di color marrone.
Credo sia urgente una strategia di pulizia delle spiagge, dove sempre più spesso sta diventando facile calpestare qualcosa di pericoloso, la purificazione delle acque circostanti, e la posa di una rete a maglie strette.
Più siamo e meglio stiamo può andar bene dove si fa caciara, come lc2mars, ma di certo non in biblioteca, in libreria o al cinema. O almeno, io la penso così.

Massimo è persona molto intelligente, ed ha validissimi collaboratori informatici.
La mia speranza è che un giorno torni ad amare la sua creatura almeno quanto la amavo io ed altri prima di me che non ci sono più (uno a caso fra tanti, Calvero) o che non scrivono più (uno a caso fra tanti, Sertes).
Se e quando avverrà, se e quando sarà il momento, io tornerò a portare il mio modestissimo contributo parlante.

Questo è il video di cui accennavo sopra (ci sono i sottotitoli in italiano), fatto e postato PRIMA della pubblicazione della famosa immagine. Questo è il mio ultimo contributo.
(N.B. La descrizione del video è errata, si tratta di Virgo A in M87, non di Sagittarius A* nella Via Lattea)

Proseguiranno le ricerche e si vedrà, forse un giorno, come andrà a finire.
kamiokande
#127 kamiokande 2019-04-15 15:35
@ Corrado-5834 #89

Ti ringrazio dello spunto di riflessione. Io ho dato per scontato che il BH in questione sia un "classico" BH di Kerr (quante probabilità ci sono nel mondo reale di un collasso a perfetta simmetria sferica?). Comunque se vedi la simulazione del buco nero del Sagittarius A e la "foto" del M87 sono praticamente identiche, per me questo va oltre le coincidenze ... ovviamente tu di queste questioni capisci molto più di me, io ragiono in termini molto più semplicistici conscio che la cosa possa portare a valutazioni errate.

Citazione:
Ehhh, in effetti con tutte queste ultime scoperte, buchi neri, onde gravitazionali, bosoni di higgs, siamo messi male. Trovano quello che cercano, cerca e cerca prima o poi lo trovi. Con apparecchiature costosissime che hanno solo loro e nessuno è in grado di verificare. Alcuni eventi sono una-tantum, visto una volta e mai più. E la riproducibilità, uno dei pilastri del metodo scientifico, dove è andata a farsi friggere?
Ovviamente mi trovi d'accordo al 100% quoto in toto.


@ Cum grano salis

Citazione:
per non parlare di tutti gli altri scienziati nel mondo, siano tutti una manica di cazzari?? Bah!
Perdonami se di tutto il discorso da te intavolato estraggo solo questa frase (purtroppo faccio fatica a leggere tutto), ma credo che questo sia il riassunto della motivazione di base ai tuoi interventi in questo articolo (oltre alla rimarcabile volontà di fornire un "servizio" agli utenti di LC). Questa tua frase mostra una certa ignoranza di come funziona "la scienza" (permettimi di semplificare), specie quella moderna (Corrado-5834 da questo punto di vista credo sia il più competente a parlare di queste cose, ma anche io mi difendo), ma ti faccio subito un paio di esempi per mostrarti il tuo errore. Prima che la relatività speciale di Einstein si affermasse, tutti i più grandi scienziati (Newton, Maxwell, Fresnel, Stokes, Hertz, Lorentz, Poincaré e lo stesso Einstein, per citarne alcuni) erano convinti dell'esistenza dell'etere, ed i vari esperimenti venivano interpretati a seconda delle varie teorie dell'etere. Oggi l'etere è considerato dalla maggior parte dei fisici classici (un po' meno dai quantistici) al pari di una vetusta credenza popolare, possiamo dire che all'epoca erano tutti dei cazzari? Il fatto che molti fisici concordino (bisogna sempre vedere fino a che punto) in qualcosa, e che estraggano da osservazioni o esperimenti delle conferme alle loro teorie, non è molto diverso da quello che accadeva con l'etere, o in qualunque altra teoria affermata. Questo non è la prova di un bel nulla.

Altro esempio, in tutti i libri di elettrodinamica la legge di Faraday viene esposta così



ma questa forma è ovviamente errata e porta all'erronea conclusione che



Eppure questa è la forma della legge di Faraday che si insegna in tutti i corsi di fisica ed ingegneria. Sono forse tutti i professori di fisica dei cazzari? Ai posteri l'ardua sentenza.
_IO
#128 _IO 2019-04-15 21:37
@lla zelante #124 Paolab

Ringrazio per la cortese ed articolata replica, sulla quale ho riflettuto molto…
Ho compreso i pensieri esposti, ma mi sembra che non sia avvenuto il viceversa…

Apprezzo lo sforzo pedagogico, ma manca il dialogo, forse perchè _IO è difficilmente comprensibile dal “Plesso Lunare” come del resto il Del Boca che avrebbe voluto insegnare usando piuttosto il “Plesso Solare”.

Il seguente pensiero è quanto mai il più incomprensibile e divisivo (per non dire di peggio):
Citazione:
Il suo compito è stato quasi compiuto perché, anche se la vita umana è ancora dominata dalle guerre, dall’incomprensione e dalla violenza, vediamo però che l’idea della fratellanza (?) e dell’unicità (?) della vita è ora accettata (?) teoricamente (?) da tutti i popoli ed è lo scopo finale (?) di tutte le attuali lotte(?) umane.
:-o

Ritornando alla cosmogenesi, il Saggio così la spiega nel cap. XLII:
Citazione:
Uno ha prodotto due; due ha prodotto tre; tre hanno prodotto i diecimila esseri.
I diecimila esseri si scostano dall'elemento Yin e abbracciano l'elemento Yang.
(omissis)
Se qualcuno vuole la spiegazione “Lunare” si legga il libro “Il Pensiero Cinese” di Granet e “La Grande Triade” di Guenon, e comunque non comprenderà granché finché non usa il suo “Plesso Solare”.

:-D
:-D
:-D

PS: Non me ne voglia il Logorroico Comune CUM MICA SALIS se non gli rispondo per le rime, perché seguo il Saggio che nello stesso capitolo di prima conchiude:
Citazione:
(omissis)
Ciò che altri hanno già insegnato, l'insegno anch'io; (ma) che gli uomini violenti non muoiono di morte naturale, di questa dottrina sarò io il padre.
Corrado-5834
#129 Corrado-5834 2019-04-15 22:03
Citazione:
Comunque se vedi la simulazione del buco nero del Sagittarius A e la "foto" del M87 sono praticamente identiche, per me questo va oltre le coincidenze
Haha, vuoi ridere?
Un collega ci si è sbagliato davvero!

"Hai visto, hanno fatto la foto al buco nero di Sagittarius A!"
"Guarda che è M87 ..."
"No, no, sono sicuro che è Sagittarius A, l'ha detto anche il TG."

E comunque pure i TG di castronerie ne hanno sparate parecchie, al solito.

Non sono addentro alla ricerca ma sembrerebbe che Sagittarius A fosse proprio quella che stavano cercando di fotografare, per motivi abbastanza ovvi. Che abbiano trovato la stessa impronta invece a 54 milioni a.l. è alquanto curioso.

Sulla possibilità di confusione con un transito ho trovato la risposta da solo, ci sono immagini a giorni successivi sostanzialmente identiche, molto improbabili per un transito.
Paolab
#130 Paolab 2019-04-15 22:58
#125 Cum Grano Salis

Grazie mille a te per la condivisione

#128 IO

grazie per le risposte – anche se alcune sono per me poco comprensibili –. Quanto al libro di René Guenon: non amo particolarmente questo autore – stimato invece da tanti esperti di simbolismo - perchè fui sorpresa dal suo libro “Teosofismo – storia di una pseudoreligione” perchè Guenon certamente sapeva che la Teosofia non è mai stata una religione ma, com’è scritto nel sottotitolo della Dottrina Segreta, una “Sintesi di filosofie-religioni-scienze” Che scrisse Guenon sulle cause delle epidemie e sulle vaccinazioni?
Cum grano salis
#131 Cum grano salis 2019-04-16 01:45
#128 _IO
Mi è stato fatto notare che io sbaglio paradigma, e cioè non devo pensare che quando interloquisco con qualcuno, costui ne sappia più di me, bensì è bene e meglio mettersi allo stesso livello dei piranha nella vasca, e quindi dare per scontato, di converso, di dare per scontato che io stia parlando con un coglione ignorante in perenne ricerca del suo gemello, con cui generalmente gira in coppia e che gli dà sempre ragione, condividendone idee e modus operandi.

Ora, siccome a quanto pare conosci gli stessi argomenti in cui bazzico io, la precedente versione di me ti avrebbe invitato ad esprimerti più compiutamente, tenendo però io al contempo basse le difese.
Purtroppo per te, hai postato tirandomi in causa dopo che ho fatto lo switch alla modalità più consona a questo sito negli ultimi tempi, e cioè quella di presuntuoso, arrogante, saccente e maleducato.

Per cui, figurati, rispondimi pure, qui tanto ormai regna l'anarchia, il primo coglione che passa ha piena libertà di provocare, insultare, e dare dell'ignorante a chiunque, senza che a nessuno fotta un cazzo di niente, in barba alle regole del sito.
Anch'io, come vedi, ora mi lascio andare ad un linguaggio più scurrile, visto che sembra che il problema qui siano i continui aggiornamenti a lc2mars in homepage, e non la feccia intellettuale dell'umanità nostrana, che inquina le discussioni fra le persone a modo.

Mi sentirei di ringraziarti per il mica salis, ma ormai qui dentro sto vedendo di tutto quindi per adesso mi astengo, prima voglio vedere dove anche tu andrai a parare, visto che non ricordo di averti fatto alcuna domanda, né di averti chiamato in causa in alcun modo.

Mentre resto in attesa delle rime, continuo a scrivere le secchiate di merda fumante logorroiche per #127 kamiokande, così completo il passaggio al lato oscuro, e raggiungo il sommo livello di questi personaggioni saputelli che continuano a spuntare uno dietro l'altro, nonostante l'accorato invito reiterato più volte a non rompermi più i coglioni con le loro idee, come se mi stessero presentando chissà quali novità sensazionali.
Anzi, siccome aspiro ad essere non solo una merda fra le altre, ma la merda delle merde, probabilmente cercherò di sfruttare a mio vantaggio anche le ridotte capacità mentali che madre natura, tante crudele, gli ha concesso, perché una vera carogna bastarda si riconosce anche dall'assoluta mancanza di pietà verso i punti deboli dell'avversario
Citazione:
Perdonami se di tutto il discorso da te intavolato estraggo solo questa frase (purtroppo faccio fatica a leggere tutto)
Riuscirà questa volta a leggere tutta la marea di insulti che logorroicamente gli verserò addosso con il solito ed unico obiettivo di farmi sbattere fuori, e passare al contempo dalla parte del torto, come un coglione decerebrato qualunque, compiendo finalmente il mio destino?

Io intanto aspetto le tue rime, poi si vedrà :-D
Raudh1
#132 Raudh1 2019-04-19 09:27
@Kamiokande
Non capisco solo il S(t) nell'integrale di superficie..
Non può passare dentro l'integrale la derivata , cioè mancherebbero dei termini. Se ho un dominio che è funzione del tempo. Però mi sa che ho perso qualcosa :P
ByB
#133 ByB 2019-04-20 14:19
il buco nero...è nella testa delle persone:

youtu.be/N4afr0nCDas
Cum grano salis
#134 Cum grano salis 2019-04-22 20:33
#132 Raudh1
OT - Passavo ogni tanto da qui, in attesa delle rime e di svuotare le secchiate fumanti di cui parlavo nel mio ultimo post. Nel frattempo però le cose sono cambiate, ed ora non mi frega più assolutamente niente né delle prime e né delle seconde, ma visto che mi trovavo con del lavoro già fatto nell'attesa che potesse essere usato al meglio ed al momento opportuno, ho deciso che l'avrei comunque condiviso con te per altri fini più onorevoli ed edificanti, visto che per tua fortuna non ti sei trovato in mezzo a queste questioni. - FINE OT

Immagino, dalla tua domanda, che sei in grado di cavartela benissimo da solo con le noiose questioni tecniche ed eventualmente approfondire con le note ed altri testi per trovare quel qualcosa che dici che potresti aver perso.
Ecco la parte noiosa :-D
www.diit.unict.it/.../fisica12.pdf
Ho messo poi, volendo, anche una parte via via più descrittiva per ragionare anche per immagini, cosa che non guasta mai quando si parla di flussi, prodotti vettoriali, ecc.
ceredaclaudio.it/.../...
online.scuola.zanichelli.it/amaldi-files/Cap_E5/CapE5_Onde_e_InduzElettromagn_Amaldi.pdf
E fin qui la parte prettamente didattica e classica della cosa, quella che fanno tutti.

Ma (c'è sempre un grosso MA), alla luce delle incresciose vicende che hai seguito, immagino, diventa pure molto interessante andare a vedere come si è evoluto il pensiero scientifico passando da Faraday a Maxwell, dall'etere alle onde elettromagnetiche, alla luce dei discorsi che spesso si sentono quando qualcuno propone idee non esattamente canoniche, non solidamente fondate su pregresse conoscenze acquisite, non pienamente comprese e condivise dalla comunità scientifica, che spesso bolla affrettatamente le nuove idee ed i nuovi approcci non prettamente scientifici come eresie, assurdità, o più semplicemente..."fuffa".
Ogni caso fa storia a sé, ovviamente, ma di certo se si fosse sempre e solo seguito l'approccio rigoroso puramente sperimentale, certe menti visionarie che precorrevano (e di molto) i loro tempi, in tutti i campi, non ci avrebbero mai lasciato geniali intuizioni che poi, con i dovuti successivi aggiustamenti, probabilmente avremmo atteso diversi decenni in più, prima di essere (ri)scoperte da qualcun altro (forse...: ancora, a quanto pare, un nuovo Tesla non c'è stato).
Un po' di storia, quindi, sull'evoluzione dei concetti, ed un po' di frasi di Faraday e Maxwell davvero illuminanti
www.fisicamente.net/FISICA/index-4.htm
books.google.it/.../

Io però sono un tipo molto sui generis, ed inoltre so bene che il diavolo si nasconde nei dettagli, ed è lì che lo vado a cercare quando non capisco, invece che cercarlo nelle persone con cui mi trovo a parlare, come purtroppo fin troppo spesso succede : questo benedetto o maledetto segno meno, nelle equazioni classiche finali (tipo quella di Lenz), è giusto, è sbagliato, o cosa?
Io rispondo cosa, così mi evito altre rogne inutili (che tra l'altro non mi interessano minimamente)
profs.sci.univr.it/~zuccher/downloads/Faraday-Neumann-EZ.pdf

Ed infine, per svuotare e pulire completamente il secchio, ecco la rogna di tutte le rogne : la ‘legge del flusso’ ha validità limitata ; inoltre, essa non è né una legge causale, né una ‘buona’ legge di campo.
Che si fa? Tutto alle ortiche?
fisica.unipv.it/percorsi/pdf/ind_aq.pdf

Ahhh, quasi dimenticavo : se c'è qualche prima donna della Fisica che non è daccordo...

può benissimo andare a rompere i cabbasisi agli autori dei rispettivi lavori, invece che a me :-D :-D :-D
:hammer:
Raudh1
#135 Raudh1 2019-04-23 14:20
Io contestavo ciò che ha scritto Kamiokande, proprio perché quella derivata temporale non entra così nell'integrale se il dominio è funzione del tempo.
Infatti me lo hai fatto notare tu stesso dal file che hai mandato :

Dove ottengo la traformazione dei campi non relativistica, che considerando velocità basse (c->0) va bene come approssimazione. Poi mi dice che applicando però il teorema del rotore al caso del circuito nel srLab ottengo la seguente equazione:

Che vale appunto per i circuiti in quiete, altrimenti il campo cambia con le leggi di trasformazione di lorentz, ottenute dal tensore elettromagnetico.
Con tutto ciò però non capisco dove entri l'etere !

Poi vabbè nella legge di Farady Neumann Lenz il segno meno ci vuole perché se prendo un campo magnetico e lo avvicino alla spira, se mi si generasse una corrente che genera un campo magnetico non opposto a quello del magnete avrei un campo magnetico aggiuntivo, che andrebbe per autoinduzione a generare altra corrente, che genererebbe corrente, e così via all'infinito. Siccome ciò non accade serve il segno meno.
Così è visto infatti da uno dei file che mi hai mandato :

kamiokande
#136 kamiokande 2019-04-23 16:34
@ Raudh1
Si vede che ti sei ammazzato di esami :hammer: . Questo è quello che ho scritto :
Citazione:
Altro esempio, in tutti i libri di elettrodinamica la legge di Faraday viene esposta così
ma questa forma è ovviamente errata e porta all'erronea conclusione che
Credo che "ma questa forma è ovviamente errata" dica appunto che la formula è sbagliata, vedi sotto nella risposta a Cum grano salis.

@ Cum grano salis
Chi mi conosce sa che normalmente non sono un tipo polemico, ma con i tipi come te mi si chiude la vena. Ai miei tempi a persone come te si diceva solo "a cazzaro!". Ti consiglierei di studiare invece di sprecare tempo su Google a cercare cose che non conosci per scrivere freschacce come "Un po' di storia, quindi, sull'evoluzione dei concetti, ed un po' di frasi di Faraday e Maxwell davvero illuminanti ...", senza rispondere alla mia affermazione sulla questione dell'etere, se non con una corposa supercazzola delle tue.

Tanto per dire, il segno meno nella legge di Faraday-Neumann-Lenz fa parte di una convenzione dei segni sulla corrente introdotto da Benjamin Franklin. Non c'è nulla di fisicamente pregnante nel segno di tale equazione (ma ti lascio a cercar su Google per cercare di capir perché).

Riguardo alle dispense di fisica da te postate

www.diit.unict.it/.../fisica12.pdf

Fa parte del filone che parte dalla legge sbagliata per ottenere una formula sbagliata. Visto che non conosci la questione, ti faccio qualche esempio con dei libri di testo usati nelle facoltà di fisica e ingegneria. Partiamo con il Purcell "Electricity and Magnetism" seconda edizione pagina 273, questa è la versione che va per la maggiore, ovvero quella di ignorare o quasi la derivata totale per giungere alla derivata parziale



Altro bel libro (sul quale per altro ho studiato io) che segue questa filosofia, il Griffiths "Introduction to Electrodynamics" quarta edizione pagina 313:



Poi arriviamo alla versione nel pdf da te postato, che è presente nel testo più classico tra i classici il Jackson "Classical Electrodynamics" terza edizione pagina 173:



Ovviamente da te nessun commento sulla legge



Che è ovviamente sbagliata, perché se si muove un pezzo di circuito immerso in un campo magnetico costante nasce ovviamente una forza elettromotrice e quindi una corrente (come l'esperimento di Faraday insegna), ma la formula sopra non prevede alcuna forza (o campo elettrico) nel circuito. Quindi o si scrive



o si scrive



Io personalmente propendo per la seconda che è più diretta, e prevede solo l'uso dei campi classici B ed E invece che B ed E' (che non è un campo ma la cosiddetta forza elettromotrice introdotta da Maxwell nel 1895, e la cui paternità si attribuisce erroneamente a Lorentz), anche se è equivalente alla prima (in realtà non è proprio così, ci sono delle differenze, ma non ho ne tempo ne voglia di spiegarti il perché).
DanieleSpace
#137 DanieleSpace 2019-04-23 18:30
@ cum grano salis # 126

Grazie per il link all'eccellente spiegazione video!
Raudh1
#138 Raudh1 2019-04-24 23:03
Caro @Kamiokande

Il mio commento nasce da una mia incomprensione. Non riuscivo a capire se l'errore era quello che vedevo io (cioè l'ingresso di una derivata nell'integrale senza bussare alla porta) oppure qualcosa di altro. Quindi ho visto che era quello il punto..

Ora proprio per stare in tema di libri posso dirti che sul Bettini c'è scritto proprio che vale considerando il dominio di integrazione fermo.

(Non so che ci sia scritto su tutti gli altri libri, magari trascurano questo "lieve" aspetto). Inoltre la cosa divertente è che hanno fatto una domanda del genere ad un mio prof di elettromagnetismo e si è preso mezz'ora di lezione per spiegarlo.

PS
Mi spiace rovinare il fatto che il numero di commenti era 137 ma mi tocca..
Cum grano salis
#139 Cum grano salis 2019-04-26 13:24
kamiokande

Io davvero non capisco perché dovrei entrare in un dibattito che ha coinvolto menti ben superiori alla mia.
Ma che vuoi anche tu da me? Ma possibile che tutti i frustrati dalla vita cerchino un senso di rivalsa con me? Ma che è, non c'avete un cazzo da fare invece di venirmi dietro?

Conosco i miei limiti, ed ho scritto esplicitamente che, volendo, ci si può rivolgere agli autori degli scritti dibattendo direttamente con LORO o nei forum specialistici.
L'etere o quello che è, non è una di quelle cose per cui nutro interesse, non è il fulcro della mia esistenza, dormo tranquillo anche se tutte le formule dovessero essere sbagliate.
E come al solito c'è qualcuno che chiede a me di fare tutto un bel discorsetto su un argomento che non ho neanche sfiorato, mentre lui se ne sta comodo sul divano ad aspettare per poi criticare.
Ma perché non lo fai tu un bel discorso ragionato ed esaustivo su 'sto cazzo di etere o delle formule che non ti vanno a genio invece di lamentarti del poco e nulla che ho postato io (e di cui ho detto e ridetto che non me ne fotte nulla)?
Esponiti, scrivi, copia ed incolla dagli altri forum su cui ti fai aiutare prima di postare qui, facci vedere quanto è profonda e vasta la tua conoscenza. Sottoponiti al fuoco incrociato di tutti quelli che passano da qui e mangiano pane e flussi di campo magnetico! Perché alla fine tu che hai scritto? Due righe in cui dici che una cosa è sbagliata, quando io ho postato articoli che affrontano proprio quell'argomento dal punto di vista concettuale, proprio dove tu hai evidenti carenze. Leggere tanta roba in giro non ti trasforma in Dottore di quella roba, è un tipo di conoscenza posticcia che anch'io ho su svariati argomenti, ma che non mi consente di andare in giro a pontificare in termini di 'errore' 'sbagli' 'ignorante' 'non hai idea di ciò di cui parli' e così via.

Se ti si chiude la vena con me, IGRORAMI, non leggermi, rivolgiti ad altri o su altri forum. Ma dove sta scritto che mi debba impelagare a discutere e commentare di etere o di segni meno con uno che non ha tempo e voglia di spiegare il perché.
Chi ti conosce invece sa benissimo che sei un tipo polemico, infatti quando ti ho risposto avevo bene in mente tutto il tempo che hai fatto perdere a FranZeta perché ti era "sfuggita" una piccola ma fondamentale condizione di validità per una cosa che volevi sostenere alla morte.

Per quanto mi riguarda, se vuoi scrivere o riscrivere i libri di fisica non c'è nessuno che te lo impedisce, magari fai il giro delle facoltà a fare lezioni magistrali, ma che tu voglia tirarmi dentro a questioni TUE quando io qui ho solo parlato di ciò che dicono di aver fatto riguardo al buco nero, si cui io peraltro non ho detto nulla riguardo alla natura, trovo sia una chiara manifestazione di ricerca smodata di attenzioni per dare sazio alla tua voglia di portare nel mondo il tuo sapere appiccicaticcio, che sembra più letto qua e là piuttosto che formato in un corso di studi universitario serio.
Prova ne sia che anche nel post sull'Energia per andare sulla Luna, hai liquidato MO62 con due parole sarcastiche ed insultanti, senza dargli il minimo conforto della tua sapienza per condurlo nel ragionamento, e quando poi hai voluto dare prova delle tue capacità perché ti fossero dati i dovuti tributi per due conti dopo che mi ero smazzato con tre lunghi post, ti sei perso nel nulla con una cosa banale che tra l'altro avevo scritto io bello in chiaro appena sopra.

Per cui, figurati se mi confronto con te su qualunque cosa. L'esperienza con FranZeta e la mia, mi sono sufficienti per capire che potrebbe sfuggirti in ogni istante un qualche dettaglio concettuale FONDAMENTALE, e farmi perdere solo tempo, oltre ad avvelernarmi il fegato inutilmente.
Come puoi pensare che a qualcuno interessi per quale delle due formule tu propendi? Ma chi ti ha chiesto niente a riguardo, cosa c'entra col thread e soprattutto, ma chi se ne frega di un problema di scelta tra due formule che sta tutto nella tua testa?

Detto questo, quando e se avrai pubblicato un tuo testo pubblico, che lo vedano tutti quelli che ne capiscono e che ti possano rispondere nel merito e non solo qui dentro, e che metta insieme le varie problematiche offrendo innovative soluzioni e punti di vista, sarò il primo a farti i miei complimenti.

Ma fino ad allora, preferisco ignorarti come già faccio con altri, e lasciarti cuocere nel tuo brodo di supponenza. In tutti gli scambi qui sopra non ti ho mai nominato né contestato nulla. Un altro utente ha chiesto a me se ero daccordo con quello che dicevi, ed io ho risposto come la pensavo e cioè in maniera neutra, e poi TU sei arrivato da me per farti chiudere la vena.
Bisogno smodato di attenzioni e ringraziamenti per il prezioso contributo?
Guarda, ti ringrazio pure io perché quelli come te che si fanno conoscere, poi se li conosci li eviti, come un vecchio spot contro l'Aids.
Se sei furbo come dimostri di essere, tanto da metterti in mezzo tra gente come Faraday, Maxwell ed Einstein, non si sa se da fisico, matematico, ingegnere, chimico, informatico, se siamo fortunati che hai almeno una laurea in qualcosa di scientifico o almeno in qualcosa... boh, fai lo stesso con me : non voglio essere minimamente responsabile di un tuo eventuale ictus invalidante che privi la Fisica di una mente così brillante, rivoluzionaria, e con così solide fondamenta nozionistiche e concettuali.

Ha proprio ragione Maurizio Battista...la gente non sta bene :hammer:
Cum grano salis
#140 Cum grano salis 2019-04-26 14:03
#137
Grazie infinite Daniele, anch'io ho capito molto meglio quello che si vede in Interstellar.

@Raudh1
A differenza del consiglio non richiesto che mi è stato dato di non sprecare tempo su Google, io ho cercato proprio quelli che erano i dubbi e le incertezze dello stesso Maxwell su un tema così spinoso, e poi ho scelto con attenzione proprio dei testi che affrontassero nello specifico i dettagli di certe assunzioni e campo di validità di certe affermazioni. E' quello che si fa quando non solo si studia, come dice kamiokande da non si sa quale pulpito accademico, ma quando si approfondisce, in modo da fissare bene in mente il concetto, prima della formula o dell'equazione.

Non so come funzioni ora, ma ai miei tempi nessun professore voleva la 'formula', ma bisognava ricavarsela dal foglio bianco. Quindi, pure che uno se la imparava a memoria, se non aveva ben chiari i concetti non passava l'esame. Senza l'esame, tutti scritti ed orali per ogni materia nel mio caso non :-o , non è che uno non sapesse le cose perché non c'era un esame a dirlo, ma perché studiare per un esame per volerlo superare ed anche bene, ti porta non solo a dover sapere le cose, ma anche a capirle bene.

SEMBRA la stessa cosa, finché non ti misuri anche con un esame, dopo lo studio, e lì scopri la fondamentale differenza (purtroppo a proprie spese...).

I miei in bocca al lupo e balene varie per le tue fatiche, sperando che nel frattempo una delle due locuzioni non sia passata al lato oscuro della sfiga come per gli au...... !
Ancora mi si strozza la gola al pensiero di quando li facevano a me, maledetti ! :hammer:
webrasta
#141 webrasta 2019-04-26 17:48
'sto cazzo di etere...

www.cheniere.org/references/maxwell.htm
Citazione:
The equations taught today at university as “Maxwell's theory” are pale shadows, and those equations themselves are actually the equations and notations of Heaviside, further “symmetrically regauged” by Lorentz (which very neatly threw out all COP>1.0 EM systems taking their excess energy from the vacuum in the form of free asymmetrical regauging). At the time these altered Maxwell equations were adopted in general, it occurred in a short “debate” (mostly in the journal Nature) where the vectorists simply discarded the quaternists' work, etc. It was not done by “sweet science”, but by sheer dogma and individual preference for “simplicity”.
@Cum grano salis
Colgo l'occasione per ringraziarti per la dritta su M. Persinger che segnalasti qualche tempo fa in una delle tue "nottate" :) Grazie a te ho ri-scoperto i suoi studi.
Raudh1
#142 Raudh1 2019-04-26 19:05
@cum grano salis
Sono contento che tu abbia dedicato del tempo per farmi avere quei pdf, che non ho però trovato così utili per farmi una idea su quanto volessi dire te. Probabilmente non riesco a trovare un filo conduttore che unisca logicamente i vari file che hai mandato.
Capisco anche che non è che si possa fare chissà cosa su di un forum. Tuttavia la mia era una domanda abbastanza precisa e tecnica posta a Kamiokande, che nasceva da una mia incomprensione.
Quando porti degli articoli in pdf vuol dire che fai una scelta. Questa scelta ora è quella che si può criticare. Non è che se posti degli articoli automaticamente non sei responsabile della loro congruenza con ciò che vuoi sostenere.
Grazie comunque del materiale che ti sei preso la briga di mandarmi e per gli in bocca al lupo.
Per quanto riguarda il tema Kamiokande direi che per me lui potrebbe pure essere un indiano tamil senza istruzione, ma se ciò che dice merita attenzione allora gliela do. Quello che so di lui da questo blog è la stessa cosa che so di te o di Franzeta o di chiunque altro.
Cum grano salis
#143 Cum grano salis 2019-04-27 12:59
#142 Raudh1
Ma infatti hai detto bene, non sono io che dovevo rispondere alla tua domanda relativamente alle considerazioni che ha fatto su un argomento e su un'equazione che ha postato lui e lui solo. E' proprio questo il nocciolo della questione.

Succede molto spesso qui, motivo della mia perenne irritazione nel leggere e partecipare. Qualcuno lancia un sasso sui fotoni o sull'etere o su quello che vuoi tu, mentre tu ti sbatti per parlare d'altro.
Poi, allo stesso modo tu, come me, pensi : ehi, magari c'è qualcosa di interessante, prestiamogli attenzione. E poi seguono i miei ormai fastidiosamente continui inviti a proseguire nel dettaglio nella dissertazione, perché, come ripeto ormai fino alla nausea, se volessi sentirmi dire solo la versione ufficiale e condivisa di qualcosa, non starei qui, ma nei siti e forum "ufficiali", dove non c'è spazio per le eresie.
Io non vorrei parlare d'altro che di eresie, pensa un po', però con cognizione di causa e argomentando. Invece mi sento rispondere sia 'vatti a cercare le risposte su Google' e sia 'smetti di fare ricerche su Google'. Tanto vale che impieghi il mio tempo per imparare il cinese, visti i tempi che corrono, ché magari tiro su pure due lire.

Ora, nel tuo caso specifico, dal senso del discorso generale, penso ti sia chiaro che proprio io non volevo sostenere un bel niente! Infatti ho scritto che quelle erano le trattazioni standard che fanno tutti nei libri di testo, più o meno approfonditamente.
Quello che ho postato non voleva essere affatto una risposta specifica al tuo quesito, perché ritengo sia compito preciso ed ineludibile di chi ha sollevato il problema, adoperando pure dei toni polemici, doverti eventualmente dare una risposta nel merito, prendendosi la responsabilità di quello che dice, dimostrandolo.
Come dicevo, volevo solo affrontare il discorso da vari punti di vista, comprese alcune precisazioni di dettaglio e campi di validità che non sono di certo opera mia, ma di gente che queste cose le ha studiate ed approfondite molto più di me, che non sono fisico teorico con tanto di dottorato di ricerca ed anni di esperienza sul campo, e quindi rimando e mi rimetto umilmente al sapere altrui.

Anzi, ti dirò, il fatto che tu stia 'armeggiando' con queste cose e con strumenti matematici freschi di studi, ti mette nelle condizioni di comprendere prima e meglio di me (che purtroppo non ho la memoria eidetica di Sheldon Cooper :-D ) certi ragionamenti, visto che 'giocavo', mio malgrado :-( ma così voleva il prof. , a dover derivare le equazioni di Navier-Stokes dal punto di vista Lagrangiano ed Euleriano ormai ben più di vent'anni fa.

Ma se questo sapere dovesse avere delle criticità, allora ben venga chi ce le spieghi, magari anche bene, purché però lo faccia nel dettaglio piuttosto che limitarsi a dire che secondo lui od altri ci sono e che personalmente propenda per l'una o l'altra versione dei fatti.
Altro che discutere in amicizia come fossimo davanti ad una birra, se vogliamo fare solo chiacchere da bar allora..."cameriere, gentilmente, insieme ai caffè ci porti pure dei bei bomboloni alla crema e qualche cornetto alla marmellata ed al cioccolato, ché facciamo l'happy hour della scienza con calma e silenzio sul tavolino lì in fondo dopo il biliardino, tra il via vai dai cessi, le slot machines e il vecchio flipper dal multiball facile facile" :hammer:
---------
webrasta
Thank you!
Cum grano salis
#144 Cum grano salis 2019-04-27 18:02
#141 webrasta
Ho avuto un po' di tempo per leggere il tuo link...alcune cose le conoscevo già, ma altre poco o niente, quindi grazie di nuovo. E quelle che non conoscevo mi hanno fatto venire in mente che forse il celeberrimo "Albero della Vita" non fosse altro che un dispositivo tecnologico in grado di operare a quei livelli, motivo per cui gli Elohim ed i loro omologhi nel resto del mondo, temevano che poi l'uomo avesse potuto raggiungere la loro estremamente lunga longevità (ma non l'immortalità, a quanto pare).
Altra cosa che mi è venuta in mente dai ricordi di letture passate, è se l'ing. Marco Todeschini non avesse avuto una geniale intuizione che mettesse daccordo l'etere, l'originaria ventina di equazioni di Maxwell e la coscienza, nonostante inquadri tutto in un'ottica Divina e fideistica che però si può tranquillamente epurare.
Però non sarebbe nel mio stile dire che siccome penso che l'ing. Todeschini non era di certo un folle visionario qualunque, anzi persona dalla vastissima cultura e dai modi rigorosi di quel "vecchio stampo" che ormai non esiste più, come potrai vedere se dai un'occhiata al video

allora discende che la trattazione classica dei libri di testo va a farsi benedire. Un po' come non va a farsi benedire Newton finché non si entra in campo relativistico. Immagino ci siano vari livelli a cui si adattano bene certe equazioni (o concetti), ma non ci si accorge del limite finché non si sfori l'approssimazione o il campo di validità con cui descrivono il sistema a cui si applicano.

Io trovo molto più interessante cercare di capire se Todeschini abbia avuto o meno un lampo di genio visionario che possa superare le divergenze tra Maxwell e Faraday o Einstein riguardo all'etere, introducendo la Teoria delle Apparenze e la Psicobiofisica (per questo mi viene da ridere, prima d'incazzarmi, quando il soggettone di turno mi spiega l'ennesima acqua calda in cui sguazzo allegramente da anni, dandomi pure dell'ignorante senza sapere niente di me :-D ). Mi ci ero applicato per un certo periodo, come per il Super Spin e l'Evideon, ma poi ho abbandonato per dedicarmi ad altro che mi interessava di più, ma un po' di fieno in cascina è rimasto, e quando incrocio qualcosa che mi possa far collegare (pure un po' a fatica delle volte, lo ammetto) due puntini, i due puntini intanto li unisco e poi li metto da parte a fianco del puzzle, in attesa di un nuovo pezzo, e poi si vedrà.
www.fortunadrago.it/.../marco-todeschini
Siccome la capacità della mente (ma credo più la coscienza) va dall'effetto placebo al problema dell'esperimento della doppia fenditura, mi affascina molto di più cercare un sincretismo delle varie visioni alla ricerca dell'arcano, facendo ulteriori esperimenti come descritto ad esempio qui lescienze.it/.../... , piuttosto che discutere di etere vs elettromagnetismo classico, cosa che mi annoia da morire.

Poi mi viene in mente che Malanga, in un paio di conferenze, ha parlato dell'intervista fatta e registrata (ma mai pubblicata, e lo dice lui stesso) ad Ighina, in cui quest'ultimo affermava che lui e soprattutto Marconi, erano stati avvicinati e poi rimasti a lungo in contatto con esseri umanoidi che "ispiravano" le sue invenzioni. Si potrebbe malignamente pensare che qualcuno volesse evitare a tutti i costi che noi (come umanità intendo) si proseguisse nello studio dell'etere e delle future particelle virtuali del vuoto a cui forse il concetto di fondo potrebbe essere in parte collegato.
Si inventa la radio mettendo in pratica le onde elettromagnetiche, si comunica da una nave nel mezzo dell'oceano o dall'altra parte del mondo, si manda in pensione il telegrafo, si fa la rivoluzione delle telecomunicazioni e la frittata è fatta, visto che funziona. E con la scusa mi vado riguardare con occhio più critico il caso Amicizia o quello degli Apuniani, Rael, o dell'angelo Moroni perché mi sono appena ricordato del Libro di...pensa un po' alle volte il caso...Ether (!!!!). Io mi diverto così. :-D

Dicevo, ammesso che l'uomo, come sembra dagli studi, sia incredibilmente in grado di comunicare telepaticamente, perché non atrofizzare allora questa sua capacità inventando il telefono fisso e poi a portata di mano ovunque o lo strumento di rincoglionimento prediletto dalle nuove generazioni, lo smartphone, degno erede della devastazione delle generazioni precedenti (me compreso), la televisione ?
Ripeto, se non avessi un'anima complottista (termine che odio ma che rende l'idea), non starei qui a parlare anche di eresie.
Anche però, non solo : i voli pindarici senza spinta, portanza e controllo della dinamica del volo, tendono a fare una brutta fine per colpa della 'raziogravità' :hammer:
Se a questo aggiungi il mio principale campo d'interesse odierno, e cioè l'esoterismo, dove il corpo eterico è praticamente pane quotidiano, e la Psicobiofisica è solo da applicare con un atto di volontà e consapevolezza, risulta chiaro il mio totale disinteresse per questioni puramente analitiche a cui già si dedicano con infiniti sforzi da decenni una marea di gente molto più competente di me, purtroppo alla luce molto fioca di ciò che è rimasto dopo l'incendio del laboratorio di Tesla e dei suoi appunti, successivi, spariti dalla sua stanza dopo la sua morte, e cioè poco o niente...
FranZeta
#145 FranZeta 2019-04-29 17:15
#136 kamiokande
Non so come siete arrivati a questo deragliamento dal topic, non ho guardato quello che c'è sopra, ma certe cose non si possono proprio leggere. Per non alimentare l'OT ho commentato qui:

luogocomune.net/.../...

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO