Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?

Di più
21/01/2017 20:29 #8438 da marocg
marocg ha creato la discussione Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Questo e' il mio ultimo thread, e non solo cronologicamente.
L'argomento e' molto semplice da esporre.
Il voto e' segreto.
L'art. 48 della Costituzione della Repubblica italiana sancisce il diritto di voto.
« Art. 48.
Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età.
Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.
La legge stabilisce requisiti e modalità per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini residenti all'estero e ne assicura l'effettività. A tale fine è istituita una circoscrizione Estero per l'elezione delle Camere, alla quale sono assegnati seggi nel numero stabilito da norma costituzionale e secondo criteri determinati dalla legge.
Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge. »
---
Personalmente rinuncerei alla segretezza, a cambio della certezza di sapere che il mio voto non sara' "manipolato".
In molti Paesi democratici, dopo lo scrutinio, spesso si grida al broglio, si chiede il riconteggio dei voti, perche' evidentemente i rischi che le procedure possano essere "aggirate" sono molti.
Per i Paesi non democratici, nemmeno a parlarne.
Per il voto all'estero, consiglio alle forze politiche, una revisione seria dei meccanismi vigenti.

Torno alla segretezza del voto, farei un esempio pratico, di un Comune dove + o - le anime si conoscono.
Se pubblicassero il mio nome e le mie preferenze, accanto a quello del mio vicino (che magari ha votato, a sua insaputa: scheda nulla)....
...Forse ci sarebbe da discutere per un po', pero' certi controlli potrebbero essere autorizzati.
Quello che voglio esprimere qui e' un dubbio, non sto affermando nulla, ne' esprimendo certezze.
Solo che qualcuno "opini" su un argomento che, magari a ragione, non e' dibattuto:
Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?

Di più
22/01/2017 09:31 #8439 da Nomit
Nomit RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?

Se pubblicassero il mio nome e le mie preferenze, accanto a quello del mio vicino

Ma perché lo devono pubblicare? Basta che sia registrato da qualche parte.

Il vantaggio di questo sistema però, più che evitare i brogli, sarebbe quello di tenere per le palle i politici, secondo un meccanismo che lessi anni fa in un post qui su Luogocomune: io voto Berlusconi perché ha promesso di lottare contro il comunismo e il mio voto a quel candidato è registrato in qualche ufficio; se Berlusconi durante il suo mandato si allea col noto comunista Putin, io vado in comune e ritiro il mo voto e così fanno tutti i giovani imprenditori azzurri. E quando i voti scendono troppo, Berlusconi va a casa. In questo modo i politici sono incentivati a rispettare le intenzioni annunciate in campagna elettorale (e questo avrebbe come reazione 1- rendere ancora più fumose le dichiarazioni in campagna elettorale e 2- cercare un controllo ancora maggiore sulla stampa affinché non divulghi l'operato dei politici).

Il problema è che oggi si potrebbe rinunciare parzialmente alla segretezza, ma in futuro? Tra cinquant'anni sarà ancora così?

Di più
22/01/2017 11:57 #8440 da Sisifo358
Sisifo358 RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
@ Nomit

Interessante, tipo una quotazione in borsa, se il titolo scende si cambia rappresentante. Solo non vorrei che così si incentivassero quegli interessi personali che nel tempo tecnico tra un rappresentante e l'altro uno fa in tempo a sbrigare... Mi spiego meglio con l'esempio che hai dato: io do il mio voto a Berlusconi, Berlusconi fa i suoi interessi, i voti scendono, va a casa e il prossimo fa uguale.

Il sonno della Ragione genera mostri.

Di più
22/01/2017 14:28 - 22/01/2017 15:07 #8442 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Vorrei evidenziare un problema tecnico, con obiettivo minimo : SCHEDE NULLE ZERO.
In un Paese democratico, nel 2017, ci sono gli strumenti per supportare i cittadini nel diritto al voto.
Basterebbe enunciare e rendere operativo un processo di trasparenza che eliminerebbe una parte del problema.
Mi riferisco al voto del mio vicino, all'inizio del thread, che ha votato: Scheda nulla.
Ora non vorrei entrare nel dettaglio dei motivi per i quali una scheda viene valutata nulla.
Mi immagino che se una persona, nelle poche occasioni che ha di incidere nei destini del proprio Paese, si prende la briga di andare al seggio elettorale, magari in condizioni disagiate, magari facendo la fila per votare, vorrebbe che il suo voto contasse almeno 1.
Certo, le procedure vengono spiegate ai cittadini, TV, giornali, ecc. ecc.
Ci puo' stare anche, come dice Anteater "ma nascere è un tiro di dadi e in ciò esistono variabili che possono modificare il proprio esistere...che ne so, una vaccinazione andata storta..."
Tutto ci puo' stare.
Pero' se all'atto finale "Il signor tal dei tali, ha votato" si aggiungesse la parola "Regolare, oppure SCHEDA NULLA", con la possibilita' di correggere, sarebbe un avanzo per la societa'.
Certo, a questo punto il voto sarebbe gia' scrutinato, ossia da mettere nel contenitore specifico e non nel "calderone", davanti al cittadino che non vuole "sorprese".
Intanto togli la possibilita' di manipolare a posteriori, sarebbe un avanzo ...
p.s.: lo aggiungo ora per precisare (anche se era deducibile).
Le singole preferenze all'interno di un partito, per me non sono un grande problema. Per me la responsabilita' e' dei partiti. Quindi se volessero poi analizzare il contenitore al quale facevo riferimento, bene per tutti.
Ultima modifica: 22/01/2017 15:07 da marocg.

Di più
22/01/2017 19:34 #8443 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Nomit:

Ma perché lo devono pubblicare? Basta che sia registrato da qualche parte.

Per esempio, se non sono andato a votare, mi piacerebbe vedere che non sono presente nell'elenco.
Vale lo stesso discorso per la mia vicina che magari era in vacanza con me.

Nomit:

Il vantaggio di questo sistema però, più che evitare i brogli, sarebbe quello di tenere per le palle i politici, secondo un meccanismo che lessi anni fa in un post qui su Luogocomune: io voto Berlusconi perché ha promesso di lottare contro il comunismo e il mio voto a quel candidato è registrato in qualche ufficio; se Berlusconi durante il suo mandato si allea col noto comunista Putin, io vado in comune e ritiro il mo voto e così fanno tutti i giovani imprenditori azzurri. E quando i voti scendono troppo, Berlusconi va a casa. In questo modo i politici sono incentivati a rispettare le intenzioni annunciate in campagna elettorale (e questo avrebbe come reazione 1- rendere ancora più fumose le dichiarazioni in campagna elettorale e 2- cercare un controllo ancora maggiore sulla stampa affinché non divulghi l'operato dei politici).

Interessante.

Nomit:

Il problema è che oggi si potrebbe rinunciare parzialmente alla segretezza, ma in futuro? Tra cinquant'anni sarà ancora così?

Nulla (o quasi) e' immutabile. Se funzionasse veramente per cinquant'anni, parlo per me, gia' sarebbe un successo.
Poi io ho fiducia che le nuove generazioni sapranno adattarsi, e' nell'evoluzione.

Di più
22/01/2017 20:00 #8445 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Sisifo358:

@ Nomit
Interessante, tipo una quotazione in borsa, se il titolo scende si cambia rappresentante. Solo non vorrei che così si incentivassero quegli interessi personali che nel tempo tecnico tra un rappresentante e l'altro uno fa in tempo a sbrigare... Mi spiego meglio con l'esempio che hai dato: io do il mio voto a Berlusconi, Berlusconi fa i suoi interessi, i voti scendono, va a casa e il prossimo fa uguale.

Tu come la vedi ?
Hai risposto alla risposta della mia domanda.
Pero' non vorrei che tu la interpretassi come una mia forzatura.
Mi interesserebbe veramente la tua opinione nel merito (vale anche per gli altri), sempre se ti va di manifestarla, come apporto.

Di più
22/01/2017 21:26 #8446 da Sisifo358
Sisifo358 RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
@ marocg

Tu come la vedi ?
Hai risposto alla risposta della mia domanda.
Pero' non vorrei che tu la interpretassi come una mia forzatura.
Mi interesserebbe veramente la tua opinione nel merito (vale anche per gli altri), sempre se ti va di manifestarla, come apporto.

Ho risposto alla risposta di una tua domanda perché semplicemente mi pareva interessante la risposta. ;-)

Sul voto segreto la penso come già risposi all'articolo sui brogli elettorali La questione dei brogli elettorali

Esperienza personale:

qualche anno fa mi trovai a parlare con un politico locale sui voti, lui sosteneva di avere una relativa certezza su chi votasse chi. Perplesso gli chiesi come poteva avere questa relativa certezza e mi fece un esempio facendomi vedere i tabulati delle votazioni locali. Un tizio, presentatosi al cospetto di tale politico per avere favori, disse di aver votato lui e la sua famiglia proprio quel politico. Questi prese i tabulati e verificò che In quella circoscrizione non prese nemmeno un voto e cacciò l'uomo.

Le circoscrizioni, queste sconosciute. Sono CAPILLARI.

Dunque per quanto mi riguarda l'anonimato è già discutibile e lo si può togliere ma come la mettiamo con i ricatti e le vessazioni?

Possono anche tenermi ferma una pratica in Comune o rallentarla per scoraggiare certi voti... è solo un esempio.


Il sonno della Ragione genera mostri.

Di più
22/01/2017 22:04 #8447 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Sisifo358:

Ho risposto alla risposta di una tua domanda perché semplicemente mi pareva interessante la risposta. ;-)

Sul voto segreto la penso come già risposi all'articolo sui brogli elettorali La questione dei brogli elettorali
Esperienza personale:

qualche anno fa .....ecc.ecc.

Vedi che avevo fatto bene a sollecitare il tuo pensiero ?
Altrimenti non sarebbe pervenuto in questo thread.
Chiarissimo, grazie.

Di più
24/01/2017 12:50 #8457 da Shuran
Shuran RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Breve premessa.

Purtroppo viviamo in una società dove esiste una minoranza (valutata intorno al 5% del totale, ma in crescente aumento grazie all'indottrinamento della TV) di persone che sono incapaci di provare empatia verso il prossimo e hanno un bagaglio morale limitato o inesistente: gli psicopatici.

All'interno di ogni sistema democratico che si rispetti tali individui tenderanno, storicamente, a ricoprire le cariche pubbliche più elevate, grazie anche alla loro mancanza di scrupoli nel trarre vantaggio da situazioni che farebbero desistere delle persone "normali", ovvero non psicopatiche (capaci di valutare correttamente le conseguenze delle loro azioni anche sugli altri e tenerne conto al momento di scegliere le proprie azioni).


Il voto segreto, a mio modesto avviso, permette di evitare di essere influenzati nella scelta da persone che non avrebbero alcuna remora ad usare tutte le informazioni a loro disposizione per ricatti, estorsioni e per condizionare l'esito finale delle consultazioni elettorali a proprio vantaggio, infischiandosene del bene comune.

Di più
24/01/2017 15:48 - 24/01/2017 16:15 #8460 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Shuran:

Purtroppo viviamo in una società dove esiste una minoranza (valutata intorno al 5% del totale, ma in crescente aumento grazie all'indottrinamento della TV) di persone che sono incapaci di provare empatia verso il prossimo e hanno un bagaglio morale limitato o inesistente: gli psicopatici.

All'interno di ogni sistema democratico che si rispetti tali individui tenderanno, storicamente, a ricoprire le cariche pubbliche più elevate, grazie anche alla loro mancanza di scrupoli nel trarre vantaggio da situazioni che farebbero desistere delle persone "normali", ovvero non psicopatiche (capaci di valutare correttamente le conseguenze delle loro azioni anche sugli altri e tenerne conto al momento di scegliere le proprie azioni).

Il voto segreto, a mio modesto avviso, permette di evitare di essere influenzati nella scelta da persone che non avrebbero alcuna remora ad usare tutte le informazioni a loro disposizione per ricatti, estorsioni e per condizionare l'esito finale delle consultazioni elettorali a proprio vantaggio, infischiandosene del bene comune.

Shuran: La mia risposta e' uguale a Sisifo358:
Chiarissimo, grazie.

Approfitto per parlare in generale, se c'e' qualche riferimento e' per mia comodita', non e' personale.
La sfiducia nelle "Istituzioni" e' giustificata da comportamenti inqualificabili da tempo immemorabile.
Con questo presupposto il nostro voto (segreto o no), non sposterebbe i problemi:
- Il citato 5%, presente proporzionalmente nella contesa elettorale, perseguira' imperterrita i "suoi" fini, che raramente coincidono con i nostri.
- Qualsiasi eletto avra' il marchio della parte avversa, il nostro vicino (magari un familiare...).
Concetto espresso chiaramente da Albanese/LaQualunque, che vi risparmio.
Personalmente (ma posso sbagliarmi) non credo ad una caccia alle streghe, sono troppo occupati con i numeri piu' importanti che colpire i "singoli".
Che comunque dovrebbero avere strumenti per denunciare eventuali ritorsioni, io opterei per "sfidarli".
Vorrei ritornare al fatto tecnico del voto, ossia se pubblicare i dettagli dello scrutinio.
Mi piacerebbe che sull'argomento si esprimesse il popolo, magari con referendum, lo so che mi state dando del presuntuoso, ma diffido degli "exit pool".
Non mi fossilizzerei su questo e come dicevo in un mio post precedente, se il mio voto lo mettessi direttamente nel contenitore "certificato", gia' con errori 0 sarebbe un avanzo.
Con manipolazioni sucessive zero e trasparenza evocata.
Sono convinto che la % di votanti aumenterebbe, non ho la controprova come nessuno del resto, quindi potremmo assumere per default + 50%, e anche questo sarebbe un avanzo per la partecipazione democratica.
... Se poi siamo masochisti a prescindere ...
Ultima modifica: 24/01/2017 16:15 da marocg.

Di più
30/01/2017 21:21 - 31/01/2017 05:14 #8492 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
11...Analogie...

In questo thread:

"In molti Paesi democratici, dopo lo scrutinio, spesso si grida al broglio, si chiede il riconteggio dei voti, perche' evidentemente i rischi che le procedure possano essere "aggirate" sono molti."

.
In risposta a Nomit, thread Prossimo Pretesto:

"Se sei d'accordo, usiamo il sistema democratico U.S.A. come modello di riferimento."

Poiche' sono convinto che occorra "migliorare" i sistemi "democratici", intendo ricordare 2 elezioni U.S.A. per riflettere:
- 8 novembre 1960: KENNEDY-NIXON
La sfida oppose il vicepresidente repubblicano uscente, il californiano Richard Milhous Nixon, e il senatore democratico del Massachusetts John Fitzgerald Kennedy. Fu il primo anno in cui presero parte alle elezioni l'Alaska e le Hawaii, e l'ultimo in cui non vi partecipò Washington D.C.
Kennedy, primo presidente cattolico, vinse con uno dei margini di voti più stretti della storia delle elezioni statunitensi. Sarebbe restato in carica fino al 22 novembre 1963, giorno del suo assassinio a Dallas.
- 7 novembre 2000: BUSH-GORE
Dopo otto anni di vicepresidenza, nel 2000 Gore è il candidato alla Casa Bianca del Partito Democratico alle elezioni presidenziali. Il risultato elettorale resta in bilico per diverse settimane a causa dello strettissimo margine, poche centinaia di voti, che separa Gore dal candidato repubblicano George W. Bush nello Stato della Florida, di cui è governatore il fratello di Bush, Jeb, e i cui grandi elettori potrebbero determinare la vittoria dell'uno o dell'altro candidato.
Dopo una controversia giudiziaria sul conteggio dei voti, la Florida fu assegnata ai repubblicani: la Corte, pur ammettendo errori, negò una nuova verifica delle schede elettorali. Bush è proclamato ufficialmente 43º Presidente degli Stati Uniti d'America. Gore ottiene comunque la maggioranza dei voti complessivi, distaccando il suo avversario di oltre 500.000 voti.
Dopo la sconfitta elettorale, Gore si allontana parzialmente dalla politica, anche se non risparmia critiche all'Amministrazione Bush.

I fatti sono noti, TUTTI abbiamo avuto TUTTO questo tempo per riflettere, sugli accadimenti elettorali e le "misure adottate" affinche' gli accadimenti storici prendessero la piega che TUTTI conosciamo.
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]
Ultima modifica: 31/01/2017 05:14 da marocg.

Di più
15/02/2017 06:53 - 15/02/2017 07:45 #8669 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Sorteggio.
Da premessa del thread:

Personalmente rinuncerei alla segretezza, a cambio della certezza di sapere che il mio voto non sara' "manipolato".
In molti Paesi democratici, dopo lo scrutinio, spesso si grida al broglio, si chiede il riconteggio dei voti, perche' evidentemente i rischi che le procedure possano essere "aggirate" sono molti.

Considerati i costi della politica, il finanziamento dei partiti, la macchina organizzativa delle elezioni con relativo teatrino mainstream.
La certezza che qualunque risultato, in questo sistema, non migliora la percezione di democrazia e allontana sempre piu' i cittadini dalle istituzioni.
Oltre alla segretezza, potrei rinunciare anche al voto se si provasse a cambiare per costruire una democrazia piu' credibile.
Se guardiamo alle origini, esempio : Democrazia ateniese, il metodo dell'epoca era : Selezione per sorteggio.
Citazione da wikipedia:

Coerentemente con il presupposto di fornire lo sviluppo della massima competenza generale possibile tra i cittadini, l'uso del sorteggio fu considerato come il mezzo più democratico di attribuzione delle cariche pubbliche: una elezione, infatti, avrebbe favorito gli aristocratici, i ricchi, le persone note o dotate di eloquenza; il sorteggio permetteva a chiunque di impegnarsi nell'esperienza democratica, ossia di "governare ed essere governati", oltre che di evitare fenomeni di brogli e di ridurre i pericoli insiti a fenomeni demagogici, specialmente con riferimento ai membri della Boulé e ad alcuni funzionari dal momento che questi organi detenevano una non irrilevante funzione finanziaria.
Naturalmente, l'assegnazione di incarichi di responsabilità a soggetti non competenti era un rischio evidente e conosciuto anche dagli Ateniesi che, infatti, introdussero filtri: un elettorato passivo più elevato, un esame iniziale e finale dell'operato, un sistema di incarichi collegiali o di consiglio o con uno staff di assistenza al fine di garantire un controllo reciproco tra i singoli funzionari (non valeva per gli arconti le cui competenze erano distinte) ed, infine, il controllo dell'assemblea.
Infine, nessuna persona poteva essere sorteggiata due volte per il medesimo ufficio con la sola eccezione della Boulé in cui, per necessità demografica, era ammesso che un individuo potesse ricoprire l'incarico di consigliere due volte nell'arco della propria vita al fine di evitare che una persona potesse accumulare eccessive cariche pubbliche e quindi eccessivo potere.

(Non intendo andare fuori tema, questo esempio e' solo per rafforzare l'idea di disponibilita' a rimescolare le carte, rivedendo eventuali preconcetti per contribuire a migliorare il sistema.)
P.S.: Sfiga per sfiga ...
Meno costi e meno probabilita' % di incappare in soggetti "rari".
Ultima modifica: 15/02/2017 07:45 da marocg.

Di più
12/03/2017 09:36 - 13/03/2017 02:59 #8866 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
IL CANDIDATO DELLE PRIMARIE
...SPINGERE GLI ISCRITTI A ELEGGERE IL CANDIDATO VOLUTO...
E' un argomento sempre piu' rilevante nei destini di una nazione.
Per questo motivo ci sono grandi interessi per "condizionare" la scena affinche' il rappresentante di una corrente politica prevalga in questa battaglia che definisco intermedia.
Il mio riferimento e' il ballottaggio Sanders-Clinton nel partito democratico nelle ultime presidenziali U.S.A.
Era evidente che in termini di popolarita' (internazionale) la Clinton godeva dei favori degli opinionisti e del mainstream.
Per questo e' stata ritenuta piu' competitiva di Sanders nei confronti dell'antagonista repubblicano (Donald Trump).
Che quest'ultimo (e tutte le forze a suo sostegno) abbiano avuto un ruolo effettivo nelle primarie dei "democratici" e' tutto da dimostrare.
Certo l'ipotesi e' suggestiva, con il senno di poi.
Sanders, teoricamente, non rappresentava la "continuita'" della linea Bush/Obama attraverso Hilary e questo elemento avrebbe tolto a Trump il vanto di cavaliere senza macchia.
Credo che sarebbe stata una contesa piu' interessante e forse meno probabile trovare scheletri nell'armadio di Sanders.
Rivolgo ora l'attenzione alle vicende di "casa nostra", alle primarie del Partito Democratico.
Anche qui, che le altre forze politiche possano avere (o abbiano avuto in passato) un ruolo effettivo nelle primarie del P.D. e' tutto da dimostrare.
Personalmente mi sorprese e non riesco a giustificare i margini del consenso ottenuto dal P.D. con Matteo Renzi.
Per questo le scelte liberali le vedevo nell'ottica che per questo doveva pagare dazio.
Non l'ho mai ritenuto di sinistra e men che meno adatto a guidare un governo di sinistra.
Se da un lato potevo tollerare che il P.D. avesse il 40% delle preferenze, dall'altro non potevo accettare le scelte impopolari espresse nonostante avesse i numeri per fare altro.
Le analogie nefaste con il governo D'Alema mi fanno pensare che alcune scelte di rappresentanza non sono casuali.
Ossia che rispondono ad un piano preciso che certe scelte impopolari che vogliono imporre, devono per forza essere traghettate da rappresentanti o presunti tali di interessi popolari (dico del ceto medio).
Quindi, dati i presupposti che questo sistema impone a scadenze precise perche' definite da accordi internazionali e' evidente che i traghettatori devono rispondere a certe caratteristiche richieste dai poteri forti in termini di consenso (e quindi di tenuta del sistema stesso).
Le manovre, ossia il come, si possa favorire in una contesa (le primarie), un candidato piuttosto che un altro, si puo' solo pensare che possa accadere.
A pensar male a volte ci si azzecca, pero' dimostrarlo non e' il mio mestiere.
Ne parlo solo perche', secondo me, andrebbero definite alcune regole partecipative (esempio tesserati non dell'ultima ora) per arginare possibili ingerenze in un confronto democratico.
Qui mi allaccio al problema della segretezza del voto.
Chi mi garantisce che le persone che hanno determinato la scelta del canditato non possano poi determinare le sorti di un altro partito ?
A volte in campagna elettorale leggo di candidati che sono in grado di garantire x % di voti, non ricordo la fonte, sono comunque notizie di quotidiani noti e la cosa credo che non scandalizzi, anche se non e' provata (probabilmente sono dati statistici).
Gli strateghi della politica sanno bene come muoversi e come muovere le pedine per i fini preposti dai loro obiettivi.
L'imponderabile, l'imprevisto, e' spesso nel nostro desiderio, nella nostra fantasia.
La realta' dei numeri e' roba da professionisti, non s'improvvisa, chi ha il potere non si puo' permettere variabili fuori controllo.
E poi, il potere logora chi non ce l'ha.
Per concludere, propongo questo articolo:
“Segretezza del voto nell’identificabilità del votante” nelle società tecnologicamente complesse
Ultima modifica: 13/03/2017 02:59 da marocg.

Di più
17/03/2017 14:59 #8938 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Minzolini?
Mio padre era partigiano.
In alcune occasioni ho votato per PCI e per PD, comunque area SX.
"Mea culpa" se sono stato raggirato, anche se non ricordo alternative percorribili
(ho sempre cercato il meno peggio).
Da disinformato, mi illudevo che i rappresentanti di allora fossero meno compromessi degli altri contendenti.
Ora sono iscritto al M5S, perche' non vedo niente di meglio in giro, puo' darsi che mi sbagli, pero' il mio voto, anche se vale 1, se lo dovranno guadagnare., non e' scontato.
Non e' cosi' sicuro, sara' per me in discussione fino all'ultimo, con lo spirito critico e vigile come la situazione richiede.
DI SICURO NON VOTERO' QUESTO P.D. E QUESTA GENTE, E VORREI CHE LO SI SAPESSE.
Minzolini? ‘Fumus’, ‘Turchia’, ‘cazzata’.Dai senatori Pd fantasiose spiegazioni
Dai renziani a ex M5S, chi ha votato sì
In questo contesto, NON MI IMPORTA CHE IL VOTO E' SEGRETO.
Per me e' piu' importante che "sappiano" che io, con questa gente, non ho nulla a che vedere.
Non ho altri mezzi per farglielo sapere e se lo scrivessi sulla scheda elettorale non sarebbe recepito, tutt'altro !

Di più
21/04/2017 06:41 - 21/04/2017 07:39 #9199 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
M5S
Uno dei motivi per cui sono iscritto al M5S e' il fatto partecipativo.
Ossia, tramite la rete, posso formulare proposte, argomentarle e sostenerle nel blog, infine votarle.
Quindi, per quello che posso, ci metto la faccia, il blog e' pubblico e il processo e' trasparente (almeno spero).
Per me, che auspico il massimo della trasparenza fino (a cambio) a tollerare la non segretezza del voto, e' gia' qualcosa.
Certo la strada da fare e' ancora tanta, le differenze molte.
Pero' almeno qualche incongruenza bisognerebbe correggerla.
Tu senti parlare, ossia rilevi il silenzio di Luigi Di Maio (intervista a Travaglio, affermazioni su Assad).
Poi leggi l'intervista di Fabio Massimo Castaldo dei Cinque Stelle a Damasco:
Pubblicato il 14 mar 2017 Stefano Feltri - Il Fatto
www.ilfattoquotidiano.it/premium/articol...itti-umani-un-lusso/

Poi vedi 2 video:
L'intervento più bello della storia. Il m5s è questo. Ribelliamoci (sen. Andrea Cioffi)
Pubblicato il 12 apr 2017


Alessandro Di Battista risponde all'informativa del ministro Alfano sulla Siria
Pubblicato il 12 apr 2017


Il dubbio e' lecito, forse qualcosa non funziona (o non ha funzionato) nel coordinamento dei rappresentanti M5S.
Sembra che non tutti facciano parte dello stesso Movimento.
Spero vivamente che ci sia stata una inversione di marcia nella linea del Movimento soprattutto in termini di politica estera.
Qualcosa e' stato fatto con la presentazione per la conferenza stampa del Programma Esteri, frutto della votazione sulla Piattaforma Rousseau.
www.beppegrillo.it/2017/04/presentazione...imento_5_stelle.html
La votazione ha rappresentato il coronamento di anni di lavoro sia nelle aule parlamentari, che nel confronto con esperti e attivisti, che in esperienze “sul campo”.
Portavoce: Maria Edera Spadoni, Alessandro Di Battista, Manlio Di Stefano e Stefano Lucidi.
1.Contrasto ai trattati internazionali come TTIP e CETA
2.Sovranità e indipendenza
3.Un'Europa senza austerità
4.Ripudio della guerra
5.Smantellamento della Troika
6.Disarmo come premessa alla pace
7.Russia: un partner economico e strategico contro il terrorismo
8.Riformare la NATO
9.Risoluzione dei conflitti in Medio Oriente
10.Nuovi scenari di alleanze per l’Italia

Lo so' che un impegno politico chiaro, senza equivoci, potrebbe ridurre consensi pero' e' una operazione di onesta' intellettuale e di trasparenza che alla lunga potrebbe pagare.
In ogni caso il M5S sarebbe poi piu' credibile, anche come forza di opposizione.
Questo e' il mio pensiero.
Ultima modifica: 21/04/2017 07:39 da marocg.

Di più
27/04/2017 23:43 #9264 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
E' tutta colpa di Beppe Grillo.

27 Aprile 2017

Il voto ha ancora ragione di essere segreto ? :

Il mio no. Io voto M5S.


Vi consiglio questo video:
Pubblicato il 22 apr 2017
DI BATTISTA a QUARRATA (PT) FA FUORI IL PD, ASCOLTATELO!

Di più
29/04/2017 04:53 #9279 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Un motivo in piu'.
C'e' un altro motivo per cui vorrei che il voto non fosse piu' segreto.
A volte i nostri rappresentanti, o meglio quelli che pensiamo debbano rappresentarci, per capirci quelli che sono eletti tramite il nostro voto, sono chiamati a scelte importanti.
Certo tutte le scelte sono importanti, dipende dal punto di vista, pero' non per sminuirne altre, faccio un esempio solo:

O.G.M.


Le decisioni che si prendono per questo argomento possono avere un grande impatto nella nostra vita attuale e futura.
Non voglio andare fuori tema per spiegare quali interessi economici sono in ballo, Monsanto ecc., cose note a tutti, almeno spero.
Ci sono Paesi in America Latina che si sono pronunciati da tempo sulle questioni, anche contro le multinazionali.
Quello che auspico e' una presa di coscienza, di rispetto dei diritti dei lavoratori dei settori coinvolti, attraverso una informazione libera da condizionamenti, e trasparente.
Trasparente nell'intero processo, da dibattiti pubblici, a tutto l'iter parlamentare.
Si perche' voglio sapere chi non la pensa come me, e quali interessi ha in un affare come questo.
E cosi' pure vorrei sapere chi ce l'ha messo in quel posto (in entrambi i sensi).
Per restare in tema, "beccatevi" questo video:

Alessandra Moretti e le sue balle (da minuto 3:32)
Pubblicato il 21 apr 2017


P.S.: Da commenti video:
...comunismo della liberta'? ecc. (censura)
Le yeswomen bellocce e "liberate", ultima trovata dei Mangiafuoco

Di più
01/05/2017 21:54 - 01/05/2017 23:17 #9291 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
La "Festa" ai lavoratori.
Da diverso tempo, da quando le "sinistre" hanno assunto un ruolo guida nei destini del vecchio continente, assistiamo sempre piu' spesso a manifestazioni sinistre.
A ben vedere e' da mo' che non c'e' motivo di festeggiare.
Occupazione e disoccupazione in Italia e in Europa. Dal 2008 al 2017
www.infodata.ilsole24ore.com/2017/01/24/...pa-dal-2008-al-2017/
Ripropongo un articolo del 2013, sempre attuale:
Gli struzzi del Primo Maggio
www.beppegrillo.it/2013/05/gli_struzzi_del_primo_maggio.html

Le manifestazioni di piazza sono e saranno sempre e comunque un sacrosanto diritto di chi vuole far valere le ragioni della speranza.
Il diritto a sognare per un futuro decente almeno per i nostri figli e per le prossime generazioni.
Mi preme mettere l'accento sul fatto che chi e' costretto a lavorare per motivi di ordine pubblico, avrebbe il dovere civico di stare dall'altra parte delle barricate.
E' un passaggio chiave. Nei Paesi dell'ALBA
it.wikipedia.org/wiki/Alleanza_Bolivaria...le_Americhe#Adesioni
le forze dell'ordine sono dalla parte del popolo.
Hanno ordini ben precisi, tipo non reagire alle provocazioni !
(a proposito del mondo al contrario ... !).
Invece qui, chi tira le fila, queste cose le sa benissimo, come pure sono consci di essere codardi.
Per questo, da sempre, dividono ..., ricattano ... , perfettamente organizzati.
... E i popoli sempre assetati ... :pint:
Qui dobbiamo registrare sempre le stesse cose:
Primo maggio, scontri tra polizia e centri sociali a Torino
www.ansa.it/piemonte/notizie/2017/05/01/...a8-85beaf8ac2be.html
Primo Maggio, scontri e molotov a Parigi: 3 agenti feriti.
www.corriere.it/foto-gallery/esteri/17_m...6-4e0249fd95d5.shtml

Che c'entra tutto questo nel thread ?
Il primo maggio 2017 coincide con la vittoria di Renzi nelle primarie del P.D. .
Gia' glielo abbiamo detto che se ne deve andare a casa e con lui questo governo fotocopia.
BASTA !
ALLE URNE !
E cominciamo a cambiare noi stessi, prima di pretendere che le cose cambino.
La generazione che ha preceduto la mia, ha lottato per i propri diritti.
Dalla ricostruzione post-bellica al "boom economico".
Tutti i governi, da sempre contrari a riconoscere i diritti reclamati, quelle poche volte che hanno fatto concessioni e' solo a seguito di pressioni sociali, di classi unite.
Dobbiamo riprendere ad essere coesi, continuare a dire NO e mandare a casa chi "annuncia di ardarsene" dalla porta e poi vuole rientrare dalla finestra.
Senza paura di esporsi e far contare il nostro voto nell'unica volta in cui NOI CONTIAMO.
TUTTI A VOTARE, dico tutti, senza brogli, senza schede nulle, PER LA PRIMA VOLTA SENZA "SCHEDA BIANCA".
Un voto senza segreti per impedire che poi facciano accordi segreti.
"LORO", i lupi sotto mentite spoglie, sono pochi.
Ultima modifica: 01/05/2017 23:17 da marocg.

Di più
08/05/2017 16:49 - 08/05/2017 21:18 #9337 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Il voto ha ragione di essere se serve ai cambiamenti.

E' fondamentale saper "leggere" correttamente gli avvenimenti.
Quando si e' costretti a ricercare queste informazioni, per interarsi della nostra realta':
Eleonora Forenza replica: “Accusata di terrorismo da Kiev perché antifascista e solidale con il Donbass. L'UE si vergogni”

Quando NON si e' costretti a ricercare queste informazioni, per interarsi della nostra realta':
Fake news, Boldrini: ''Serve educazione civica digitale''
www.repubblica.it/tecnologia/2017/05/02/...digitale_-164443476/

La domanda e' spontanea: L'educazione e l'informazione hanno fallito ?
Il diritto allo studio è uno dei diritti fondamentali ed inalienabili della persona, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti umani dell'ONU.
it.wikipedia.org/wiki/Diritto_allo_studio
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.
it.wikipedia.org/wiki/Articolo_21_della_Costituzione_italiana

Eppure le chiavi di lettura sono disponibili:
Vladimir Putin - Intervento all'assemblea generale dell'ONU
Pubblicato il 29 set 2015
L'intervento di Putin alle Nazioni Unite in italiano.
Edizione a cura di Pandora tv
Voice over: Massimo Mazzucco
Montaggio: Adalberto Gianuario


Ora parliamo della RAI, soggetto importante per l'informazione.
Io la vorrei libera dai condizionamenti della politica e dai poteri forti, gratuita e partecipativa, dove i liberi pensatori possano servire gli interessi reali della gente.
Certo sono fuori dalla realta' che per wikipedia e' questa:

it.wikipedia.org/wiki/Rai
La Rai è soggetta ad una particolare disciplina di governance per tutelare la peculiarità delle attività della stessa. Secondo la legge 3 maggio 2004, n. 112 (legge Gasparri) il consiglio di amministrazione non è nominato esclusivamente dagli azionisti: sette consiglieri vengono eletti dalla Commissione parlamentare di vigilanza, due vengono indicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze che è il maggiore azionista della RAI. I membri del Consiglio d'Amministrazione hanno un termine di mandato di tre anni anche se possono essere nominati di nuovo.
Tra i consiglieri di sua nomina, il Ministero dell'Economia e delle Finanze indica il presidente del Consiglio d'amministrazione. Per insediarsi il presidente deve ottenere un voto di gradimento da almeno due terzi dei membri della Commissione parlamentare di vigilanza.
Il Consiglio d'amministrazione vota il direttore generale, che ha sempre un mandato di tre anni rinnovabile, ed è anch'esso di nomina del ministro dell'Economia.
Tali norme qualificano dunque la Rai come "società di interesse nazionale", ai sensi dell'articolo 2461 del codice civile italiano.

Al capitolo "Governance e top management":
Questa voce o sezione deve essere rivista e aggiornata appena possibile.
Commento: Regolamento cambiato in seguito alla 'riforma della Rai' di Matteo Renzi 22 dicembre 2015.
Sembra infatti che questa voce contenga informazioni superate e/o obsolete. Se puoi, contribuisci ad aggiornarla.

...legge Gasparri, ... riforma di Matteo Renzi ...
NON VI SEMBRA CHE ABBIANO GIA' PRODOTTO SUFFICIENTI DANNI AL NOSTRO PAESE ?

P.S.:COME POSSIAMO AIUTARE WIKIPEDIA ?
(informazioni superate e/o obsolete. Se puoi, contribuisci ad aggiornarla)
L'unico momento in cui noi possiamo contare, sappiamo quale e', vero ?
... cerchiamo di non dimenticarlo al momento opportuno ...
Ultima modifica: 08/05/2017 21:18 da marocg.

Di più
13/05/2017 23:35 - 14/05/2017 02:22 #9406 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Aspettando le elezioni.
Il mio commento inizia dalla seguente notizia:
Condoleezza Rice: "Fuimos a Irak para derrocar a Saddam, no para llevar la democracia"
Publicado: 12 may 2017 16:08
actualidad.rt.com/actualidad/238299-cond...irak-derrocar-saddam
---
Ho letto la notizia mentre scorreva nei titoli, guardando Telesur.
Forse il Mainstream ha altro da fare che riportarla, tradurla, figuriamoci ad analizzarla.
Sicuramente persone piu' qualificate di me, potranno argomentare di responsabilita' di un gruppo di persone che ha coinvolto in primis la propria nazione e a cascata cio' che U.S. Economy riassume con:
War on Terror Facts, Costs and Timeline
www.thebalance.com/war-on-terror-facts-costs-timeline-3306300
---
Il punto che voglio evidenziare, di tutte queste situazioni di instabilità, di "War on Terror" è la "leadership".
E' evidente che l'amministrazione U.S.A. ha SEMPRE rivolto la sua attenzione alle figure da combattere:
Osama bin Laden, Saddam Hussein, Mu'ammar Gheddafi, Bashar al-Assad, Hugo Chávez (ora Nicolas Maduro).
Ossia personaggi carismatici, leader di "qualcosa" che di volta in volta sono contro gli interessi U.S.A.
E' proprio questa maniacale attenzione che deve far riflettere, cioè il riconoscimento, l'importanza del leader.
Che ovviamente è tollerato finchè è alleato, o finchè non entra in rotta di collisione per interessi strategici, mai riconosciuti.
Quando non serve più, a volte, è meglio liberarsene.

Per quanto ci riguarda, Renzi (ex Berlusconi) opposto a X (Grillo).
Per quanto io sia un estimatore convinto di Beppe Grillo, ritengo che LA DIFFERENZA solo possa avvenire con qualcuno che dica "SCENDO IN CAMPO", visto che lui non lo fa.
Ossia che sia riconosciuto da M5S, senza indugi e perdite di tempo, perchè non si possono regalare questi vantaggi agli avversari.
La campagna elettorale è iniziata il giorno dopo il referendum.
"ITALICUM: RESE NOTE LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLA LEGGE ELETTORALE".
Non ci sono piu' scuse per indugiare, le procedure interne al M5S vanno accelerate : propongo e voterò Alessandro Di Battista.
Uno a zero.
Alessandro Di Battista a Piazzapulita 11/5/2017
Pubblicato il 12 mag 2017

P.S.: Voto meno segreto di così ...
Ultima modifica: 14/05/2017 02:22 da marocg.

Di più
15/05/2017 17:34 - 15/05/2017 19:55 #9424 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Attenti all'orso.
Facciamo conto che oggi e' il giorno delle elezioni.
Dobbiamo fare un rapido bilancio di quello che abbiamo percepito durante la campagna elettorale.
Siamo esausti, non se ne puo' piu' di bombardamento mediatico, di discussioni "ognove" (di lana caprina), finalmente tutto e' tornato tranquillo, almeno per oggi, e' una giornata di tregua (per legge).
I piu' hanno la consapevolezza che guardando al di fuori dei nostri confini, abbiamo assistito spesso a contese tra il male e il meno peggio.
Quindi ora a noi cosa potra' mai capitare, le storie si sono ripetute, i cambiamenti ... nisba ...
Nisba ?
... tanto non cambia niente per noi, fanno comunque quello che gli pare ...
% astenuti , % schede bianche (o nulle) ... sfiducia nelle istituzioni ...

O.K., ripropongo: Elenco delle basi e installazioni militari degli USA in Italia:
www.kelebekler.com/occ/busa.htm

Tutte queste basi militari sono state installate con il nostro consenso.
Da governi legittimati dal nostro voto e se non siamo d'accordo, sono stati legittimati dalle nostre astensioni, dalle nostre disattenzioni.
Siamo consapevoli che nei conflitti la nostra "neutralita'" e' perlomeno discutibile ?
Sicuramente le basi sono uno strumento bellico e in caso di un malaugurato conflitto nucleare, la nostra neutralita' andrebbe a farsi friggere.

Torniamo al voto.
I partiti che hanno permesso tutto cio' li conosciamo, sappiamo quali alleanze e obiettivi perseguono.
Se la cosa vi sembra tollerabile, vi invito pressionare i vostri rappresentanti, per il futuro dei vostri figli e dell'umanita'.
Se invece, l'alternativa e' il meno peggio, vi invito a provare, a cambiare, con M5S.
Mettendoci la faccia, assicurandovi che il vostro voto vada a buon fine.
Poco prima di uscire di casa, per il voto, ricordate "Attenti all'orso" e guardate questo video:
Roberto Quaglia: “La Russia non comincia le guerre, le finisce”.

P.S.: 20 milioni di morti meritano rispetto. Sono martiri anche a causa nostra (dei nostri padri).
Ultima modifica: 15/05/2017 19:55 da marocg.

Di più
18/05/2017 06:29 - 20/05/2017 07:32 #9464 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Multe europee, Tanto paga Pantalone.
Parto da lontano, dal "padre" putativo (satira!).
---
L'insostenibile costo di Fede
Fede costa agli italiani 350.000 euro al giorno. Dal primo gennaio 2006, con effetto retroattivo. La Corte di Giustizia Europea ha condannato l'Italia a una multa di circa 130 milioni di euro all'anno se Rete 4 non cederà a Europa 7 le frequenze che Testa d'Asfalto ha in concessione dallo Stato. Per l'Europa l'assegnazione delle frequenze in Italia non rispetta la libera prestazione dei servizi e non ha criteri di selezione obiettivi.
La sentenza europea è la terza a favore di Europa 7 dopo quelle della Corte Costituzionale e del Consiglio di Stato. Testa d'Asfalto toglie l'ICI, ma introduce il canone Fede. Non ci sono conflitti di interessi? Perchè gli italiani devono pagare per guardare Fido Bau ogni sera? Se il concessionario pubblico di tre reti nazionali Testa d'Asfalto non sposterà Rete 4 sul satellite gli italiani alla fine del suo prossimo glorioso quinquennio pagheranno circa UN MILIARDO di euro di multa considerando gli arretrati.
Testa d'Asfalto è un genio, oltre alla concessione pubblica, la pubblicità a pagamento su tre reti avute in eredità da Craxi, avrà anche il finanziamento pubblico. Il ministero delle Comunicazioni non c'è più. In realtà non c'era neppure prima. Gentiloni che potrà dedicarsi di più al tennis con Ermete invece di passare lunghi week end ad Arcore.
L' Agcom con il supporto del PD e della Repubblica e della Finocchiaro e di Topo Gigio è impegnata a tempo pieno sul pericoloso Travaglio. Se pò fà. Con i nostri soldi se pò fà.
Per sapere quanto stiamo versando al Presidente del Consiglio per non applicare le sentenze su Rete 4 scaricate e diffondete il banner. E' bello contribuire al successo economico di Testa d'Asfalto con le nostre tasse.
www.beppegrillo.it/iniziative/multa_fede/
---
Riprendo dal "figlio" illegittimo (satira!).
---
Infrazioni europee, Italia ai primi posti in classifica: già versati a Bruxelles oltre 180 milioni di euro di multe
di Giorgio Velardi - 13 luglio 2016
www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/13/infr...ro-di-multe/2901111/
---
La Ue multa le banche che avevano fatto cartello sull'Euribor
Sono Hsbc, Credit Agricole e JP Morgan, sanzioni per 485 milioni. La Commissaria Ue alla concorrenza: "Le banche rispettino le regole come qualunque altra impresa Ue".
Margrethe Vestager, commissaria Ue per la Concorrenza - 07 dicembre 2016
www.repubblica.it/economia/2016/12/07/ne...l_euribor-153627287/
---
Troppo smog, Italia a rischio multa europea
ENGREEN - [email protected] - 3 febbraio 2017
www.eunews.it/2017/02/03/troppo-smog-ita...-multa-europea/76781
---
Clamoroso: l'Italia ha pagato 330 milioni in multe UE. E quasi tutte per l'ambiente
Scritto da M5S Camera News pubblicato il 05.04.17 15:20
www.movimento5stelle.it/parlamento/2017/...e-per-lambiente.html
C'è voluta un'interrogazione del M5S, a prima firma Claudia Mannino, perché il Governo italiano si decidesse finalmente a rendere pubbliche le multe salatissime pagate in seguito alle sentenze della Corte di giustizia dell'Unione Europea.
Il sottosegretario per le Politiche e gli Affari Europei, Sandro Gozi, rispondendo a un nostro atto di sindacato ispettivo ha così certificato pubblicamente che, al 21 marzo 2017, il nostro Paese ha pagato ben 329.22 milioni di euro alla Commissione europea.
---
Così gli italiani pagheranno alla Ue la multa per colpa della Fiat e di Renzi
di PAOLO LAMI - mercoledì 17 maggio 2017 - 19:20
Rischiano di pagarlo gli italiani e a caro prezzo, con i propri soldi, il pasticciaccio dello scandalo delle emissioni inquinanti delle auto Fiat. Nonostante le suppliche levate dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio alla Commissaria per il mercato interno Bienkowska, sia telefonicamente, sia attraverso comunicazioni scritte, la Commissione Europea ha deciso di avviare una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia «per il mancato adempimento, da parte di Fca, degli obblighi derivanti dalla normativa Ue in materia di omologazione dei veicoli».
E’ la questione, spinosa, su cui è inciampata pesantemente, anche Volkswagen.
La lettera di costituzione in mora è la prima fase di una procedura di infrazione e fa parte del dialogo della Commissione con le autorità italiane al fine di chiarire i fatti e di trovare una soluzione ai problemi individuati. L’Italia ha ora due mesi a disposizione per rispondere alle argomentazioni avanzate dalla Commissione. In caso contrario l’esecutivo Ue può decidere di inviare un parere motivato. Ma, alla fine della procedura, l’esecuzione della sentenza prevede la richiesta, all’Italia, del pagamento di una somma forfettaria o di una penalità. La sanzione minima per l’Italia è stata determinata in 9.920.000 euro, mentre la penalità di mora può oscillare fra i 22.000 e 700.000 euro per ogni giorno di ritardo nel pagamento, a seconda della gravità dell’infrazione. Tutti soldi che dovranno tirare fuori dalle tasche gli italiani. Al posto della Fiat.
www.secoloditalia.it/2017/05/cosi-gli-it...pa-della-fiat-renzi/
Fiat e dieselgate, Bruxelles avvia la procedura d’infrazione contro l’Italia. Delrio: “Aspettate”
di Luigi Franco - 17 maggio 2017
www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/17/fiat...o-aspettate/3591478/

P.S.: Discariche irregolari, l’Ue deferisce l’Italia – Cinque si trovano in Puglia
Di redazione Inchiostro Verde - 17 maggio 2017
www.inchiostroverde.it/discariche-irrego...e-si-trovano-puglia/

P.P.S.: ... E basta ! ...

Come è possibile che non esista una sentenza della Corte dei Conti per far pagare queste ingenti multe ai veri responsabili, e non ai cittadini?
Ultima modifica: 20/05/2017 07:32 da marocg.

Di più
22/05/2017 04:33 #9527 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Amici ahrarara.

Matteo Renzi - Discorso in inglese

P.S.: Se dobbiamo ridere, meglio i comici originali.

---
MATTEO RENZI FA RIDERE SCHULZ E FRANCESI
Matteo Renzi: Canal + manda in onda una serie di figuracce del premier a Strasburgo. E Martin Schulz, Presidente del Parlamento Europeo, se la ride paragonandolo a Silvio Berlusconi.
Pubblicato il 17 gen 2015

P.S.: Se dobbiamo far ridere, meglio non farlo con i soldi dei contribuenti.

---
BEPPE GRILLO SMERDA RENZI FACCIA A FACCIA
BEPPE GRILLO PROFETICO, QUESTO VIDEO PASSERA' ALLA STORIA, CONSIDERANDO I MODERNI SCANDALI BANCARI
Durante i 10 minuti d' incontro Beppe Grillo spara a raffica contro il neo non eletto Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Sbattendogli in faccia tutto quello che a combinato ex Sindaco durante la sua carriera politica, con il bene tacito della stampa.
Pubblicato il 24 feb 2014

P.S.: Una lezione di dignita' da non scordare.

---
La CARIATIDE di Prodi contro il M5S: "SONO PERICOLOSI". Ma parla lui?
Pubblicato il 19 mag 2017 - SocialTv Free

P.S.: Le lezioni del professore alla fine hanno attecchito.
P.P.S.: Chi assaggia il potere non lo molla facilmente:
Prepariamoci.

---
Il decreto sui vaccini di questi due PUZZA di fascismo
Il DECRETO sui vaccini è stato scritto da 4 analfabeti venduti. Ma avete capito perchè lo hanno fatto?
... Governo di analfabeti e venduti.
Pubblicato il 20 mag 2017 - SocialTv Free

P.S.: Questo governo fotocopia e' sostenuto da dimissionari bugiardi e non sono degni di rappresentare il nostro Paese.
Ho la sensazione che vogliano portarci allo scontro sociale.
Il Popolo Italiano nell'ultimo referendum ha dato al governo precedente (e quindi anche alla fotocopia attuale), una lezione di dignita' da non scordare.
Elezioni subito.
(il mio voto gia' ve l'ho detto che non ha ragione di essere segreto, vero ?...
comunque non votero' "quelli li'", votero' M5S ).

Di più
22/05/2017 17:01 #9533 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Basta aprire gli occhi, ... per vedere il progetto politico, ... l'onda lunga del trasformismo.
Il potere politico ha le sue radici nei meandri della psicologia ..... Le Bon era fermamente contrario al progetto illuminista di distruzione delle certezze ... ad ostentare sia il suo trasformismo politico sia i cambiamenti nel programma del partito.
cronologia.leonardo.it/storia/biografie/potere.htm
---
Maria Elena Boschi - "Se vince il NO lascerò la politica" (feat. Gentiloni)

P.S.: Progetto politico!
... ma mi faccia il piacere!

---
Matteo Renzi"Dimissioni se perdo Referendum!"

P.S.: Hai perso il Referendum!
... e anche la faccia!
... e ora ci faccia il piacere!

---
"Renzi è un prodotto pubblicitario". Parola di Tagliaferri, decano della comunicazione

P.S.: La parola del Popolo si e' manifestata col Referendum!
... P.D. ? ... ma mi faccia il piacere!

---

... intermezzo, con divagazioni mie, opinabili, tutto quello che volete ...
Berlu e' a volte un passo avanti agli altri.
Ha capito prima degli altri l'inside job per 11S e per esternarlo velatamente "compare" Tartaglia che gli lancia l'ancora "versus" l'igienista mentale.
Ha capito prima degli altri che il premio Nobel per la pace l'avevano fatto ... abbronzare, dopo "yes we can".
Ha capito prima degli altri che l'ISIS e' una creatura "born in U.S.A." e dato che i rappresentanti del P.D. sono sempre un passo indietro agli altri, sempre in ritardo, ha voluto rimetterSI in carreggiata (indovina tramite chi?).
Ora non dico che il PD e' l'ISIS (ossia il braccio armato) ma il para....(vento), certamente si.
Ahó, sei (6) F-16 e 300 avieri del 31° Fighter Wing, destinazione M.O. (Incirlik) partivano da Aviano, mica da Haifa come "dovrebbero" ...eventualmente (terroristi si, scemi no)
www.difesaonline.it/mondo-militare/isis-...se-turca-di-incirlik
Complice (il P.D.) nei fatti tramite la politica mostrata sino ad ora, certamente si.
... fine intermezzo, e divagazioni.


---
Renzi viene messo in totale imbarazzo e fa una pessima figura!

---
IL PD HA PRESO PER CULO GLI ITALIANI! LA LEGGE RICHETTI PER IL TAGLIO DEI VITALIZI E' STATA BOCCIATA

---
P.S.:Tutte le bugie di Matteo Renzi

P.P.S.: E basta !
Basta aprire gli occhi. Per non vedervi piu'.

Di più
25/05/2017 00:01 - 27/05/2017 12:29 #9555 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
Vaccini 5 Stelle
Prof. Stefano Montanari: Vaccini: brutti sporchi e cattivi?

Dopo l’addio di Roberto Gava il fronte antivaccinista perde un altro dei suoi paladini: Stefano Montanari ha deciso di lasciare le scene della lotta contro i pericoli dei vaccini dopo aver ricevuto non meglio precisate “minacce”. Per chi non lo conoscesse Montanari è un laureato in farmacia che assieme alla moglie Antonietta Gatti – laureata in fisica ed esperta di Undici Settembre, Balcani e nanoparticelle – da anni conduce una battaglia contro le sostanze contaminanti contenute all’interno dei vaccini.
GIOVANNI DROGO - lunedì 13 febbraio 2017 10:52
www.nextquotidiano.it/stefano-montanari-...tivaccinista-lascia/
---
Domanda da semplice cittadino (neppure interessato):
Perche' dobbiamo avere Lorenzin a legiferare in materia di sanita', mentre altri Paesi Europei chiedono a Montanari interventi nei loro Parlamenti ?
E' il mondo al contrario!
Che dite, ci proviamo ? ... Lorenzen suonerebbe pure bene, magari in Francia.
Che altri Paesi possano usufruire dell'esperienza di Montanari e noi a lottare per sopravvivere mi sembra davvero troppo.
M5S se ci sei batti un colpo.
P.S.: Grillo ? ...rispondere please...
Ultima modifica: 27/05/2017 12:29 da marocg.

Di più
30/05/2017 05:12 - 30/05/2017 07:35 #9611 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
P.G.M. (Partito Democratico, Geneticamente Modificato) & V.G.M (Verità Generosamente Manipolate)
Il Partito Democratico, geneticamente modificato, si iper"attiva" sui vaccini.
Che il gregge sia perennemente "distratto" è noto, nulla di nuovo sotto il pallido viso del sole.
Mentre il sistema operativo (l'ambiente) è inquinato da virus (scie chimiche/o.g.m. ecc.) e dopo il passaggio di Attila, non si può più brucare spensieratamente.
Indi per cui poscia ... il P.D. con un "uno-due (o tre ?)" maligno (nel senso di non benignO ) ha pensato bene di "informare" gli elettóri ed eléttrici .
L'antefatto disinformatico del "giornalista e consulente informatico, traduttore tecnico, divulgatore scientifico, cacciatore di bufale, studioso della disinformazione nei media", come ricorderete, fu la sua "assunzione".
Paolo Attivissimo assunto dalla Boldrini.Ma le tasse le paga in Svizzera.
Di Giuseppe Vatinno - Sabato, 24 dicembre 2016 - 18:35:00
Paolo Attivissimo si occupa di smascherare “bufale” (pur non avendo alcuna competenza specifica) e ci ha fatto sopra una sorta di impero mediatico e di lucrosi guadagni.
Lo stesso Attivissimo infatti sul suo sito ci spiega appunto che lui all’ Italia le tasse non le vuole proprio pagare:
“Vivo da altrettanto tempo a Lugano dopo essere stato a lungo un contribuente tartassato del Fisco italiano (per questo ho lasciato l’Italia, dove arrivavo a stento a fine mese)”.
“i più grandi propagatori di balle sono i media tradizionali” (cit. dal suo sito).
Peccato però che lui collabori a pagamento proprio con i famigerati media tradizionali.
www.affaritaliani.it/cronache/paolo-atti...svizzera-456117.html
---
GUERRA AI SOCIAL: LA BOLDRINI SGUINZAGLIA I SUOI DEBUNKER DI FIDUCIA
byoblu - Pubblicato il 16 dic 2016
Dopo Hillary Clinton, dopo il Parlamento Europeo e dopo l'accordo tra Facebook, Youtube e Twitter, anche Laura Boldrini dichiara guerra ai social, nello specifico alla "disinformazione" che li affligge. Ed ecco che sguinzaglia i suoi "debunker", definendoli i suoi esperti: Paolo Attivissimo di disinformatico, David Puente, ex dipendente Casaleggio, Michelangelo Coltelli, alias Butac e Walter Quattrociocchi, IMT lab.
Cosa sta succedendo?

---
Laura Boldrini e Paolo Attivissimo - Chi è Attivissimo?
Rosario Marcianò - Pubblicato il 11 feb 2017
Laura Boldrini e Paolo Attivissimo - Chi è Attivissimo? Quali sono i suoi rapporti con gli stalkers di Stato. Questo video ve lo spiega.

---
Per questo video, a breve, potrei essere arrestato
byoblu - Pubblicato il 16 feb 2017
Questo è il testo del Disegno di Legge depositato il 7 febbraio da Adele Gambaro (ex M5S) al Senato, che dà attuazione (tecnicamente, "recepisce") alla risoluzione approvata dal Parlamento Europeo per il cosiddetto contrasto alla propaganda online. È firmato da una pletora di senatori trasversali rispetto ai partiti, ansiosi di "normare" finalmente "la rete".

---
E siamo ad oggi ("Quando il debunker gioca sporco"), parlando di Big Pharma
con Bad Pharma: "il libro che documenta il grande inganno delle case farmaceutiche", dove Big Topo (Le FAQ del Topone), squittisce da buon pappagallo.
La domanda da porsi è la solita: A chi giova ?
Non sicuramente a chi ricerca la verità a proprie spese!
La tecnica è nota: Disseminare qualche verità, lungo il cammino della menzogna.
Non voglio ripetere concetti, i sopraccitati video sono sufficientemente esaustivi in proposito.
Come qualcuno potrebbe dire: It's propaganda Baby.

P.S.: La cura contro P.G.M. (ex P.D.) si chiama M5S
Ultima modifica: 30/05/2017 07:35 da marocg.

Di più
03/06/2017 23:46 - 04/06/2017 00:36 #9635 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
TLC TTIP CET : porcheria.
---
"El Tratado de Libre Comercio con EEUU nos pone a los pies de las multinacionales"
ALEJANDRO LÓPEZ DE MIGUEL - 18/11/2014 08:06
www.publico.es/actualidad/tratado-libre-comercio-eeuu-pone.html
---
La Germania compra Monsanto – e vende il TTIP all’Europa
Articolo di Peter Koenig per Global Research, pubblicato il 25 Maggio 2016
Traduzione in Italiano a cura di Luciano Ragazzi per SakerItalia.it
sakeritalia.it/economia/la-germania-comp...e-il-ttip-alleuropa/
---
TTIP: con Trump presidente, il Trattato di libero scambio commerciale USA-UE è morto per sempre?
di Marta Panicucci - 10.11.2016 11:30 CET
it.ibtimes.com/ttip-con-trump-presidente...orto-sempre-1473331#
---
Trattati di libero scambio: no, grazie.
Lettera aperta Sul TTIP
Sito della campagna Stop TTIP
www.slowfood.com/sloweurope/it/trattati-...o-scambio-no-grazie/
---
“Il TTIP è di fatto fallito”, dichiara il Ministro dell’Economia tedesco Gabriel. Ma il CETA?
29 AGOSTO 2016
Il vice cancelliere tedesco e ministro dell’Economia Sigmar Gabriel ha dichiarato che i negoziati sul TTIP sono «di fatto falliti perché noi europei non possiamo accettare supinamente le richieste americane».
www.slowfood.com/sloweurope/it/ttip-fall...edesco-gabriel-ceta/
---
#StopCETA: no al trattato che uccide il Made in Italy
di MoVimento 5 Stelle - 3 Giu 2017, 09:05
Il primo ministro canadese, Trudeau, qualche giorno fa è venuto alla Camera dei deputati. A riceverlo in pompa magna prima la presidente della Camera, Boldrini, e poi il presidente del Consiglio Gentiloni, che, in conferenza stampa con il premier canadese accanto, ha svelato la vera mission delle vacanze romane di Trudeau: sponsorizzare il Ceta, l'accordo commerciale di libero scambio tra Canada ed Unione Europea che asfalta Made in Italy e sovranità nazionale.
Un trattato simile al Ttip (quello tra Usa e Ue), che in un certo senso lo sostituisce visto che molte multinazionali statunitensi hanno una sede anche in Canada, e che, solo per citare alcuni rischi, svenderà i servizi pubblici italiani, renderà irreversibili le privatizzazioni (dagli ospedali alla gestione dell'acqua), sdoganerà in Europa gli Ogm, di cui il Canada è il terzo produttore mondiale, e circa 130mila tonnellate di carne canadese trattata con ormoni.
E il Governo davanti al primo ministro canadese Trudeau, sponsor principale del Ceta, cosa fa? Lo accoglie a braccia aperte. Prima la Boldrini con i suoi panegirici, elogiandolo a tutto tondo in quanto 'femminista', promotore di una 'visione multiculturale' e della 'lotta ai cambiamenti climatici' in casa propria, ma del tutto favorevole alle porcate che è venuto a piazzare in Italia e nel resto d'Europa.
Pochi minuti dopo è la volta di Gentiloni, che, ospitando in conferenza stampa Trudeau al proprio fianco, ha dichiarato pubblicamente che spera che il Parlamento italiano dia al più presto il via libera alla ratifica del Ceta, che l'ultimo Consiglio dei Ministri ha predisposto in tutta fretta con un disegno di legge. Un'indicazione di voto vergognosa.
Cosa faranno adesso il Pd e le altre forze politiche alla prova del voto in Aula? Risponderanno, come Gentiloni e Boldrini, al diktat delle multinazionali pro Ceta, votando a favore della ratifica, o avranno il coraggio, come il MoVimento 5 stelle, di restare fedeli ai cittadini e votare contro il Ceta per rispedirlo al mittente? Un promemoria importante per le prossime elezioni politiche in cui i cittadini italiani dovranno scegliere tra un Governo 5 stelle, che difende i loro interessi, e l'ennesimo Governo, figlio della partitocrazia, supino invece alle istanze delle multinazionali e degli altri Governi che, come il Canada in questo caso, se ne fanno portavoce.
www.beppegrillo.it/2017/06/stopceta_no_a...l_made_in_italy.html
---
P.S.: Cosa faranno ?
Se ne devono andare, basta fare danni con questo governo fotocopia.
La sovranita' nazionale, il P.G.M. (Partito Democratico, Geneticamente Modificato), ormai non sa più neppure cosa sia.
Italiani, basta farsi prendere per i fondelli!
Ultima modifica: 04/06/2017 00:36 da marocg.

Di più
08/06/2017 03:34 #9658 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
2017 - (2022) - 2027
C'e' chi ha gia' fatto piani con questa scadenza e non si tratta di bilancio familiare.
Sto parlando di:
"Trump in Arabia Saudita, accordo su vendita di armi per 110 miliardi.
Firme sulle intese commerciali (350 milioni di dollari in 10 anni)".
... e vale solo per Arabia Saudita ... e alleati !
Gia', gli alleati ... forse sarebbe opportuno approfondire il tema che ci riguarda:
Sezione dedicata al tema della ricerca della pace, a partire dalla proposta dell’uscita dell’Italia dalla Nato, ormai principale portatore di guerra al servizio dell’Impero
NO GUERRA NO NATO
---
Il «disarmo» nucleare di Gentiloni
Mentre aumenta il pericolo di guerra nucleare, Il governo Gentiloni rifiuta di partecipare ai negoziati Onu per la proibizione delle armi nucleari e, violando il Trattato di non-proliferazione, acconsente all’installazione sul nostro territorio di bombe nucleari Usa ancora più destabilizzanti. Che fare?
La notizia di Manlio Dinucci - 7 Giugno 2017

---
Chi ci ha governato finora ha "lavorato" (?) per raggiungere il ruolo di "prima fila" in caso di conflitti della nostra Alleanza.
Domanda: Con quale governo vogliamo affrontare i prossimi 5 anni ?
P.S.: A coloro i quali, questa situazione va bene cosi com'e', auguro buone vacanze.
Agli altri, consiglio di votare per chi non ha mai governato.
... Chi vuole esser lieto, sia, di doman non c'è certezza. ...

Di più
08/06/2017 12:42 #9662 da gnaffetto
gnaffetto RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
prendendo spunto da repubblica

www.repubblica.it/politica/2017/06/08/ne...-BH-I0-C8-P1-S1.8-T1

L'sms dei pentastellati. Il Movimento 5 Stella ha invitato i suoi deputati a riprendere il proprio voto


alle elezioni i normali cittadini sono perseguitati se fanno una cosa simile

anche un disguido tecnico sul tabellone dei risultati, che ha reso "palese" il voto


questo vuol dire che in tutte le votazioni, anche quelle segrete, si sa (i soliti noti sanno) come hanno votato i deputati, con le conseguenze immaginabili (pressioni, punizioni, ecc)


la coerenza non è dote di questa politica, 2 pesi 2 misure vige.

tanto vale sponsorizzare il voto palese sempre, almeno si sa' chi sono i propri compagni di vedute e ci si puo' riunire per difendersi

Di più
09/06/2017 06:07 #9678 da marocg
marocg RE: Il voto ha ancora ragione di essere segreto ?
gnaffetto #9662 - 08/06/2017 06:42
Legge elettorale, caos alla Camera: maggioranza battuta, accuse reciproche Pd-M5s. I dem: "Riforma è morta". Mattarella preoccupato
---
ERRORE TECNICO IN AULA CHE SMASCHERA IL PD
Pubblicato il 08 giu 2017

---
Legge elettorale, tutti contro il Pd. Che si becca pure l'imperdibile ramanzina di Capezzone
Pubblicato il 08 giu 2017

---
Beppe Grillo RISPONDE ORA CON QUESTO VIDEO ALLE MENZOGNE DEL PD
Pubblicato il 08 giu 2017

---
Piazza Pulita La7
Pubblicato il 08 giu 2017

---
gnaffetto:

tanto vale sponsorizzare il voto palese sempre, almeno si sa' chi sono i propri compagni di vedute e ci si puo' riunire per difendersi

Questo governo fotocopia non mi rappresenta.
Nessun voto segreto.

Tempo creazione pagina: 0.247 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO