Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Quella dell'imperialismo è una brutta malattia. Una volta che ne vieni contagiato, diventa difficile liberarsi dal morbo.

In questo senso vanno le dichiarazioni di Al-Maliki, l'attuale presidente dell'Iraq, il quale accusa gli Stati Uniti di volersi prendere il merito per la sconfitta dell'ISIS a Mosul, "mentre sono stati loro che hanno contribuito a creare questa organizzazione".

In una serie di dichiarazioni senza peli sulla lingua, riportate da RT, Al-Maliki ha detto che "la riconquista di Mosul è stata un successo del popolo iracheno, mentre ora gli Stati Uniti cercano di impadronirsene sostenendo di essere stati loro a guidare quella guerra".

"Certamente - ha aggiunto Al-Maliki - loro ci hanno aiutato con l'aviazione, ma il merito maggiore va ai soldati iracheni e alla milizia popolare. E questa vittoria ci è costata molto cara, con circa 20.000 soldati e poliziotti iracheni che sono morti o sono rimasti feriti nei combattimenti".

Al-Maliki ha poi aggiunto che "mentre gli Stati Uniti hanno dato un supporto all'esercito iracheno, hanno anche contribuito alla nascita dell'ISIS in primo luogo. E ora Washington sta cercando di stabilire delle basi militari permanenti sul territorio iracheno, per riuscire a mantenere la loro influenza sulla regione".

"L'ISIS ricorda molto i Talebani - dice Al-Maliki - che furono creati dall'amministrazione americana per combattere i russi in Afghanistan. Nello stesso modo, l'ISIS è stata creata per combattere certe scelte dell'Iraq, che non era d'accordo nel mettere l'embargo sulla Siria, che era contrario alle no-fly-zone in Siria, e contrario ad ospitare delle basi americane sul proprio territorio."

"La società irachena - ha concluso Al-Maliki - è contraria ad avere delle basi straniere sul proprio territorio, e abbiamo già avvisato gli americani perché non tornino qui in Iraq a piazzare le loro basi militari".

Ma voi credete davvero che gli americani gli daranno ascolto?

Massimo Mazzucco

 

Aggiungi Commento   

SEBIN
#1 SEBIN 2017-07-22 20:28
Assolutamente no, Massimo Mazzucco, infatti gli americani così come sono i principali responsabili della stragrande maggioranza delle guerre nel mondo, non penso che questi ultimi dedicheranno un po' di tempo, MA dico, manco un pò, per ascoltare gli iracheni, perché io facendo qualche ragionamento tra me e me, ho capito che costoro sono solamente bravi a dire fesserie. Nel senso che sono bravi a prendere dei meriti per cose che loro non hanno manco fatto loro. Hanno un solo merito, ossia, quella della creazione del terrorismo e infatti noi tutti stiamo vedendo queste scene sanguinolente. Ammiro vedere che delle persone intelligenti e capaci come al-Maliki, aveva ribadito con tutto se stesso la vittoria dell'esercito iracheno nei territori presi in conquistata dall'ISIS. Penso che anche se i militari statunitensi avevano aiutato gli iracheni nell'aviazione, questo è nulla, poichè i veri volprvoli del terrorismo nel mondo sono gli americani stessi. Costoro hanno la guerra nel DNA e nessuno ha più dubbi a riguardo. Per quanto mi riguarda, sono fortemente d'accordo con lui e lo dico fermamente: che quello che più mi dà fastidio è la falsità e la stupidità del popolo americano che continuano ad essere imbecilli fuori e dentro. Lo erano e continuano ad esserlo. Il governo statunitense, prosegue, ancora una volta nel "giustificarsi" perché non vogliono assolutamente ammettere della grande creazione di distruzione di massa.

MAKE AMERICA STUPID AGAIN!
ARULA
#2 ARULA 2017-07-22 21:10
Mi dispiace per gli Iracheni, che oltre il danno subiranno la beffa, ma gli americani di lì non li schiodi più.
E sfortunatamente dubito che abbiano la forza di mandarli via.
Vorrei... ma è meglio non farsi illusioni.
bushfamilyguy
#3 bushfamilyguy 2017-07-22 21:23
No, non se ne vanno neanche sotto minaccia di una bomba atomica a New York.
E non per petrolio, colonialismo o in funzione anti russa.

Rimangono li perche' i loro padroni con la stella di David hanno una fottuta paura di Hezbollah che militarmente e' 2 spanne sopra l'esercito sionista.
Con l'Iraq ormai alleato dell'Iran, i Libanesi hanno la possibilita' di essere riforniti facilmente da Teheran in quanto ora c'e' un corridoio in territorio iracheno che permette di raggiungere Beirut senza piu' problemi e la cosa fa davvero stringere il deretano ai bravi ragazzi dal naso adunco.
Ecco a cosa servono le basi in Iraq. Si perche' sti idioti, quando hanno distrutto Saddam nella loro piccolezza intellettuale non avevano calcolato questa piccola evenienza.
gnaffetto
#4 gnaffetto 2017-07-22 21:36
esattamente 100 anni fa' Lenin analizzava l'imperialismo come conseguenza del capitalismo

it.wikipedia.org/.../...

egli descrive i meccanismi del capitalismo finanziario come fonte di profitto per il colonialismo imperialista. Il saggio è una sintesi dell'interpretazione di Lenin delle teorie formulate da Karl Marx ne Il Capitale (1867).[1] Ne sono conseguenze i diversi fenomeni speculativi, finanziari, di borsa, dei terreni, immobiliari. Se la forma dominante del capitale non è più quella industriale, ma è quella finanziaria, se «per il vecchio capitalismo, sotto il pieno dominio della libera concorrenza, era caratteristica l'esportazione di merci, per il nuovo capitalismo, sotto il dominio dei monopoli, è caratteristica l'esportazione del capitale [...] la necessità dell'esportazione di capitale è determinata dal fatto che in alcuni paesi il capitalismo è diventato più che maturo e al capitale [...] non rimane più un campo di investimento redditizio». Secondo la visione leniniana, in questa fase si mostra più palesemente il carattere antisociale e l'irrazionalità del capitalismo e la conflittualità che esso provocava fra la sua necessità di profitto e i bisogni sociali della popolazione. Si può riassumere la definizione leniniana di imperialismo come "capitalismo giunto alla fase dello sviluppo in cui si è formato il dominio dei monopoli e del capitale finanziario, ha acquisito grande importanza l'esportazione dei capitali, è iniziata la divisione del mondo fra i trust internazionali e i maggiori paesi capitalistici si sono divisi l'intera superficie terrestre".

L'america puo' armarsi perche' puo' creare dal niente i dollari e dato che sono accettati nel mondo puo' comprarsi qualsiasi cosa.

la truffa finira' quando il dollaro non sara' piu' accettato come contropartita . Gheddafi è stato buttato giu' perche' stava introducendo il dinaro, i russi e i cinesi sono attaccati perche' stanno spingendo per la loro valuta cosi' come molti attacchi agli europei derivano dal tentativo di usare l'euro al posto del dollaro in alcuni mercati.

State attenti pero', perche' i truffatori della finanza stanno gia' sperimentando nuovi modelli per continuare a soggiogare le popolazioni, ed il denaro elettronico è uno di questi. stanno spingendo per i bitcoin, con l'appoggio volontario o da utili idioti anche di molta gente qua da noi (vicinissimi..). i russi dal canto loro stanno spingendo per l'eternum....
Anteater
#5 Anteater 2017-07-22 22:11
Al-Maliki, non ha potuto impedire la presenza americana piuttosto..
Nel 2008 le basi USA in Iraq erano:
IRAQ: 14 Basi permanenti («enduring» military bases - con la presenza di all'incirca 110.000 uomini - US-Army); Baghdad Air Base (US-Air Force); più le Speciali Basi di: Bashur(Kurdistan - US-Army); Talil (nei pressi dell'Aeroporto di Baghdad - US-Air Force); Base H-1 (deserto occidentale iracheno - US-Army); Nassiriya (Sud del paese - US-Army). www.juragentium.org/topics/wlgo/it/marianto.htm

Oggi ignoro quante siano ma Al-Maliki, con la sua storia it.m.wikipedia.org/wiki/Nuri_al-Maliki a mio avviso può pochissimo fare per impedire...basi..un'analisi..
analisidifesa.it/.../...

Le sue dichiarazioni sono molli e poco furbe...qualche inesattezza sui talebani e dimenticandosi di un Pakistan atomico e un Saddam che ci pensò...e visto che la Bhutto è morta per meno...le sue dichiarazioni non aiutano a legare la logica di curdi sunniti sciiti in un'armonica danza d'amore...
Questo strascico di identità può esser sanata con una forte presenza "straniera" USA Russia Iran o Arabia Saudita..che sia...altrimenti ci sarà una specie di guerra civile che "inventererà il grande Kurdistan"? e corroderà i confini iraniani?

Beh...poi io neppure credo alle nazioni...perché altrimenti è tutta un'altra storia...

Slobbysta



bushfamilyguyCitazione:
Rimangono li perche' i loro padroni con la stella di David hanno una fottuta paura di Hezbollah che militarmente e' 2 spanne sopra l'esercito sionista.
Hezbollah dal punto di vista motivazionale certamente si 2..3spanne...per il resto, insomma...
Matkshonov
#6 Matkshonov 2017-07-23 01:29
Citazione:
Gnaffetto
State attenti pero', perche' i truffatori della finanza stanno gia' sperimentando nuovi modelli per continuare a soggiogare le popolazioni, ed il denaro elettronico è uno di questi. stanno spingendo per i bitcoin


Non posso che quotare, non so come si possa essere più chiari di così ma ciò che non è nelle proprie mani, sta nelle mani di qualcun altro, e il qualcun altro ti frega. Non riesco a capacitarmi di come la gente ancora si fidi del qualcun altro quando invece cominciare a togliere i propri soldi dalle banche è la soluzione iniziale (o l'inizio di una soluzione) più lampante
starburst3
#7 starburst3 2017-07-23 08:57
Povero Al-Maliki si e' creato la sua "sigonella" personale o come credo qualche suo braccio destro in odore di "promozione" lo avra'mal consigliato.
Al-Maliki laocoonte pronunciando la famosa frase...timeo danaos et dona ferentes si e' scavato la fossa con le sue mani :-D

IN RED WE TRUST
Sisifo358
#8 Sisifo358 2017-07-23 10:39
Non credevo che avessero lasciato politicamente "libero" l'Iraq, pensavo che il il governo fosse in qualche modo colluso con gli USA, così parrebbe di no
TdC Ghost
#9 TdC Ghost 2017-07-23 11:23
Mettiamo i puntini sulle i e chiamiamo le cose con il loro nome..."Statunitensi" e non "Americani"...i Canadesi i Messicani e tutto il sud america con questi delinquenti non c'entrano nulla...e' come se per definire l'Italia si dicesse "Europa"...!!! Si stanno impossessando anche del termine che definisce l'intero continente.
starburst3
#10 starburst3 2017-07-23 11:27
TDC GHOST
Citazione:
Mettiamo i puntini sulle i e chiamiamo le cose con il loro nome..."Statunitensi" e non "Americani"...i Canadesi i Messicani e tutto il sud america con questi delinquenti non c'entrano nulla...e' come se per definire l'Italia si dicesse "Europa"...!!! Si stanno impossessando anche del termine che definisce l'intero continente.
Quoto

IN RED WE TRUST
Anteater
#11 Anteater 2017-07-23 13:19
TdC GhostCitazione:
Mettiamo i puntini sulle i e chiamiamo le cose con il loro nome..."Statunitensi" e non "Americani"...i Canadesi i Messicani e tutto il sud america con questi delinquenti non c'entrano nulla...e' come se per definire l'Italia si dicesse "Europa"...!!! Si stanno impossessando anche del termine che definisce l'intero continente.
Peggio quando citano l'antisemitismo, scippandolo all'arabo semita...
Ma poi insomma far di tutta l'erba un fascio...è sciocco...il popolo è solo colpevole della sua stupidità...un passaporto non è identità affermata...gli USA hanno identità da apolide...Canadesi e Messicani pure...
Dove sono gli indios?

Sì criticano tanto i media..ma poi ci roviniamo la vita imbastendoli nei nostri discorsi come abbecedario...alla faccia di criticare il mainstream...visto che è alla base del "nostro" esser succubi o ribellarsi...
Interessarsi della politica americana è un modo per riconoscere l'autorità di quei rovesciabilissimi pochi...

Slobbando
Calipro
#12 Calipro 2017-07-23 18:23
Nel frattempo i francesi cominciano a renderci conto di chi hanno votato:

www.ilfattoquotidiano.it/.../3748616
"Meno 10 punti in un mese, dal 64 al 54%, secondo un sondaggio Ifop per il Journal du Dimanche (Jdd). Solo Jacques Chirac aveva fatto peggio nel 1995 secondo il Jdd"

E ancora complimenti a tutti i francesi per la grande capacità di giudizio dimostrata.
Calipro
#13 Calipro 2017-07-23 23:43
A proposito di fake news (che con l'imperialismo mi pare in topic):

rischiocalcolato.it/.../...
"Domani, infatti, in Germania verrà pubblicato il report della Otto Brenner Foundation (è già disponibile sul sito), basato sull’analisi migliaia di articoli di giornale dedicati al tema migranti tra il febbraio 2015 e il marzo 2016, lavoro condotto dai ricercatori della Hamburg Media School e dall’Università di Lipsia. Risultato? “I principali organi di stampa tedeschi hanno retto il gioco al governo tedesco nel presentare la crisi migratoria all’opinione pubblica, ignorando tematiche critiche nella loro copertura della peggior crisi dei rifugiati dalla Seconda Guerra Mondiale”."
mabel
#14 mabel 2017-07-25 12:03
I soliti usa-canaglia. Imperialismo va a braccetto con capitalismo! Il revisionismo storico è in atto da sempre. Dal dopoguerra ad oggi tutti quanti i paesi controllati dallo zio sam ne subiscono le conseguenze. In italia infatti basta guardare le nuove generazioni come sono ridotte, senza storia, senza morale, senza cultura, senza principi ecc.... Poi vanno pure a votare e si vede cosa accade. Revisionismo storico prepotente, basti pensare a quello che si trova scritto nei libri di scuola. Oppure all'avvento di certi libri nelle librerie che mai e poi mai sarebbero stati in bella vista e tanto meno pubblicati. Perchè sono libri col solo intento di creare confusione e caos nelle memorie labili (e lavabili) degli italiani. Infatti, fate caso a come si sia continuato ad urlare alla crisi monetaria degli ultimi anni senza citare nemmeno una sola volta la vera causa. Ovvero: "CROLLO DEL CAPITALISMO!". Si, si, proprio crollo del capitalismo! Mika si sono permessi di dirlo però. No, no, lo zio sam non può permetterlo! Ed eccoli i media italiani a stare attenti a non citare quella frase. Mentre per decenni continuano invece ad urlare per ogni dove al "crollo del comunismo". Il capitalismo è crollato già da anni. Per mantenere in vita quel che ne rimane si continua a foraggiare banche su banche coi nostri soldi. E tutti zitti e succubi degli yankee che ci hanno portato a questa situazione! Italiani sempre più coglioni ed ignoranti. Italia già morta da tempo e senza più futuro! Usa canaglia! Italia, paese di merda!
mabel
#15 mabel 2017-07-26 15:48
I soliti usa-canaglia. Ecco confermato anche da Imposimato. Dietro a tutte le malefatte ci sono sempre gli usa-canaglia.
Di conseguenza tutta la fase del terrore e stragi italiane, dalla strage di piazza fontana, la strage del treno Italicus, quella del treno di natale, la strage di bologna, le brigate rosse, assassinio Moro, fino ad arrivare alla strage di capaci e di via d'amelio....... tutte attuate dalla regia dello zio sam. FOTTUTI YANKEES DI MERDA.
Come sempre usa-canaglia!
www.youtube.com/watch?v=JphST7cu_PM

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO