Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Luogocomune e' forse una medicina, la mia medicina, ricordate le pillole di Matrix, spero di continuare a prenderla a lungo e di poterla offrire a tutti i malati come me che certo non guariranno, ma avranno la consapevolezza di esserlo

Kex
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Scopri come creare un sito web con EditArea.

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

(1) 2 3 4 ... 10 »
terrorismo : Una pentola per la regina
Inviato da Redazione il 9/8/2015 9:50:00 (7977 letture)

Non sanno più cosa inventarsi, pur di tener viva la paura del terrorismo.

L'ultima barzelletta arriva dal Daily Mail, ed è stata subito ripresa dalla fedelissima ANSA (quelli che "i fatti, non le opinioni"): l'ISIS progettava di far saltare in aria la regina d'Inghilterra con una pentola a pressione, nella cerimonia di sabato prossimo a Londra, con un attentato "simile a quello della maratona di Boston".

Anzi scusate, l'ISIS "della Siria", per essere precisi, non una "ISIS" qualunque. Perchè è quello il nemico da combattere oggi, nel caso non lo si fosse capito.

"Fonti del quotidiano inglese - riferisce l'ANSA - parlano di un complotto orchestrato dai vertici Isis in Siria che prevede l'esplosione di un ordigno fatto con una pentola a pressione, come nell'attentato della maratona di Boston nel 2013."

Ve lo vedete l'arabo col tovagliolo in testa, che si avvicina alla regina durante la sfilata e le offre una pentola fumante dicendo "Ciao regina, mangia questa supa. Fatta mia mama per te, buona, buonisima, te lo giuro" e poi scappa via urlando "Allah akbaru!"

Nemmeno i Monthy Python riuscirebbero a fare una scenetta così divertente. [...]

Voto: 9.00 (15 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3343 bytes | 40 commenti OK Notizie
terrorismo : Londra 2005: le strane coincidenze
Inviato da Redazione il 7/7/2015 18:40:00 (5557 letture)

In occasione del 10° anniversario degli attentati di Londra, pubblichiamo un piccolo collage di articoli dell'epoca, preceduti dal famoso intervento televisivo di Peter Power (nel quale veniva rivelata la clamorosa "coincidenza" delle esercitazioni terroristiche).



LA PROVA DEL NOVE

11.7.15 - Quante probabilità ci sono che la polizia di Londra decida di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui gli attacchi sono avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora?

La risposta potrebbe essere questa: ci sono le stesse probabilità che c'erano, quattro anni fa, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a Torri e Pentagono, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti.

Peter Power è un personaggio relativamente noto al pubblico inglese: ex-agente di Scotland Yard, autore di libri, frequente ospite televisivo, ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 12672 bytes | 24 commenti OK Notizie
terrorismo : Il "venerdì nero"
Inviato da Redazione il 26/6/2015 21:10:00 (8281 letture)

Commenti liberi sugli attentati in Tunisia, Francia e Kuwait.

Voto: 1.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | 130 commenti OK Notizie
terrorismo : "Abbiamo il nemico in casa!"
Inviato da Redazione il 20/5/2015 20:10:00 (7128 letture)

Figuriamoci se prima o poi non arrivava in Italia il "terrorista marocchino con i barconi degli immigrati".

Era scritto nelle stelle, era scritto sui muri, era scritto fra le righe degli articoli e delle dichiarazioni degli ultimi mesi, era scritto persino sull'oroscopo di Novella 2000. E non solo la cosa si è avverata, ma è successa proprio nel momento in cui Renzi aveva un bisogno estremo di distrarre l'attenzione dalla sua ultima mossa vigliacca, nella quale ha deciso di rimborsare agli italiani solo una parte minima delle pensioni arretrate, e solo "una tantum".

Cosa c'era di meglio, a questo punto, che non un "brividone" nazionale come l'arresto di Touil Abdelmajid?

Un perfetto "Wag the Dog" all'italiana, con tanto di urla e strepiti dei leghisti in Parlamento, i quali aspettavano soltanto una notizia del genere per dare la stura agli ultimi conati di imbecillità programmata.

"Erano mesi che lo dicevamo - strillano i leghisti - che i terroristi arrivano sui barconi. Ora ne abbiamo la certezza!" E la Gelmini starnazza: "Abbiamo il nemico in casa!"

Nel frattempo nessuno si preoccupa del fatto che la madre e i vicini di casa di Abdelmajid sostengano in modo categorico che il giovane si trovasse in Italia il giorno della strage. Ma soprattutto, nessuno si preoccupa della totale mancanza di logica ...

Voto: 9.00 (11 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2322 bytes | 70 commenti OK Notizie
terrorismo : Al Quaeda sceglie la joint venture
Inviato da Redazione il 4/4/2015 10:20:00 (6279 letture)

Avviso: Un altro utente è stato sospeso. Due utenti riammessi (qui).

***************

Dalla Stampa di oggi leggiamo e commentiamo:

"L’erede di Osama bin Laden, il medico egiziano Ayman al-Zawahiri, è intenzionato a ritirarsi a vita privata entro la fine dell’anno e a sciogliere tutti i suoi seguaci dal giuramento di fedeltà verso di lui. Non solo, li invita a unirsi alle altre forze jihadiste, in pratica a fondersi nello Stato islamico (Isis) guidato dal rivale Abu Bakr al Baghdadi."

Insomma, un pò come la FIAT di Marchionne, che si fonde con la Chrysler del rivale Lee Iacocca. Adesso aspettiamo la fusione fra Al Quaeda e ISIS, e poi vedrete che i loro titoli in borsa schizzeranno alle stelle.

"Un terremoto, se la notizia sarà confermata, nel mondo dei gruppi islamisti che avrebbe conseguenze dirompenti soprattutto in Siria dove l’Al Qaeda locale, Al Nusra, e il gruppo alleato Ahrar al Sham, competitori dell’Isis, hanno appena preso l’importante città di Idlib. Se si unissero allo Stato islamico la guerra sarebbe probabilmente a un svolta e l’intera Siria rischierebbe di diventare una potenza islamista."

E chissà chi trarrà un vantaggio da tutto questo: Babbo Natale? O forse Cappuccetto Rosso?

"Ma la notizia bomba è ancora tutta da verificare. Finora siamo alle presunte rivelazioni fatte al suo entourage dal settantenne e stanco Al Zawahiri... "

Fate bene attenzione ai passaggi che seguono, perchè fra poco la logica farà corto circuito.

"... Confidenze raccolte dall’ex jihadista Ayman Dean, fra i fondatori di Al Qaeda alla fine degli anni Ottanta, poi passato a lavorare per i servizi britannici nel 1998, quando l’organizzazione da punta di diamante in Afghanistan si era trasformata nella maggiore minaccia terroristica per l’Occidente."

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4902 bytes | 43 commenti OK Notizie
terrorismo : Attenzione, l'ISIS ci circonda!
Inviato da Redazione il 25/3/2015 21:00:00 (8048 letture)

Chiunque abbia visto un telegiornale nelle ultime 24 ore, avrà sicuramente notato il "video dell'ISIS" che riportiamo di seguito.



Tralasciamo ogni commento sulla comicità di questo video, nel quale si vedono dei ragazzini che vengono addestrati alla Jihad prendendo dei violenti calcioni nello stomaco, mentre altri imbecilli si esercitano a saltare la sbarra di un parcheggio, e veniamo al sodo: questo video, curtiosamentee, porta il logo della polizia di Stato, ed è stato regolarmente messo in onda dalle reti tv mentre davano la notizia che "è stata sgominata in Italia una cellula dell'ISIS", nell'ambito della cosiddetta operazione "Balkan Connection".

Ad uno spettatore poco attento - e quindi praticamente all'intero pubblico televisivo - sarà quindi apparso che quelle immagini si riferiscono in qualche modo all'attività della "cellula" sgominata di recente.

Niente di più falso naturalmente, ...

Voto: 7.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1812 bytes | 61 commenti OK Notizie
terrorismo : Attentato a Tunisi
Inviato da Redazione il 18/3/2015 18:20:50 (6692 letture)

Commenti liberi sull'attentato di oggi a Tunisi.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 39 commenti OK Notizie
terrorismo : Un finale hollywoodiano – ovvero come ti fabbrico il terrorista
Inviato da Redazione il 17/3/2015 20:40:00 (5659 letture)

Un “finale hollywoodiano” era quello che ci si aspettava dal piano terroristico del ventisettenne di origine kosovara, instabile mentalmente, che avrebbe dovuto farsi saltare in aria in un affollatissimo Casinò di Tampa in Florida.



di Piero Cammerinesi

Nel corso degli otto minuti del “video da martire”, girato nel Days Inn di Tampa, il giovane, Sami Osmakac, promette, infatti, di vendicare le uccisioni di fratelli musulmani in Afghanistan, Iraq, Pakistan e in ogni altra parte del mondo.

“Occhio per occhio, dente per dente, una donna per ogni donna, un bambino per ogni bambino”.

Registrato il video, Sami aveva in programma di recarsi all’Irish bar di Tampa e poi al Casinò locale, dove avrebbe preso degli ostaggi prima di farsi esplodere all’arrivo della polizia.

Per questo piano, peraltro non portato mai a termine, oltre che per possesso di armi di distruzione di massa – un’auto-bomba, sei granate, un giubbotto esplosivo e varie armi tra cui un AK-47 - il giovane è stato condannato, il 26 Novembre scorso, a 40 anni di carcere dalla corte di Tampa(1).

Fin qui nulla di strano.

Solo che oggi emerge – da un clamoroso scoop di The Intercept, il nuovo giornale di Glenn Greenwald, meglio noto come colui che realizzò le prime interviste ed il ‘lancio’ di Edward Snowden - che il giovane squilibrato kosovaro era stato irretito, condizionato, finanziato e armato niente meno che da una rete di agenti FBI sotto copertura. [...]

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8332 bytes | 18 commenti OK Notizie
terrorismo : Iraq - Distruzione del patrimonio artistico
Inviato da Redazione il 27/2/2015 9:50:00 (5908 letture)

Ieri i telegiornali ci hanno mostrato la cinica distruzione da parte dell'ISIS di opere d'arte millenarie a Ninive, in Iraq. Ma non è soltanto l'ISIS a comportarsi come un'orda di barbari di fronte ai patrimoni artistici delle altre nazioni. Gli americani hanno fatto ben di peggio, durante l'invasione in Iraq del 2003.



Voto: 10.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 33 commenti OK Notizie
terrorismo : Lo Stato Islamico
Inviato da Redazione il 18/2/2015 12:25:41 (7623 letture)

Questo documentario presenta uno sguardo dall'interno dello Stato Islamico.

Al di là di chi siano i finanziatori, ovvero i "manovratori" esterni dell'Isis, lo stato islamico è ormai una realtà costituita, con la quale è necessario fare i conti. Particolarmente interessanti sono le "ronde" dell'Hisbah, le squadre speciali che si occupano di far rispettare la Sharia fra le strade di Raqqa. Nel vedere che controllano come vengono applicati - ad esempio - i prezzi della carne, viene quasi da chiedersi se siano davvero più incivili le ronde dell'Hisbah oppure le squadre di mafiosi che si presentano regolarmente a riscuotere il pizzo dai commercianti nostrani. Ma dal video emerge soprattutto una cosa: la potenza devastante di cui dispone una religione - una qualunque religione - quando sia impostata sul fanatismo e sull'ignoranza dei propri fedeli.



(Attivare i sottotitoli in italiano nel comando "settings").

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 93 commenti OK Notizie
terrorismo : Chi è Rita Katz?
Inviato da Redazione il 16/2/2015 19:50:00 (11557 letture)

L'ANSA ha pubblicato un articolo nel quale ci viene spiegato chi sia Rita Katz, la fondatrice dell'organizzazione SITE meritevole di "trovare" in rete tutti i video jihadisti più importanti, dai più classici video di bin Laden fino ai più recenti video firmati dall'ISIS. Di seguito pubblichiamo un nostro articolo del 2010 sullo stesso personaggio. (La frase finale dell'articolo vale naturalmente anche per l'ISIS).

Chi ci protegge dal terrorismo

Secondo la gloriosa Wikipedia, il SITE Intelligence Group è una organizzazione che si occupa di monitorare le attività del terrorismo islamico nel mondo. Inizialmente nato come SITE Institute (Search for International Terrorist Entities), era una organizzazione “non a fini di lucro” che si è disciolta, ricomponendosi nel SITE Intel Group, che svolge la stessa attività, ma “a fini di lucro”. [1]

Fondatrice e direttrice del SITE è Rita Katz, una ebrea nata in Iraq che vive negli Stati Uniti. Dopo che suo padre fu pubblicamente giustiziato in Iraq, sotto l'accusa di essere una spia israeliana, la madre fuggì con i figli in Israele. Rita – che parla l’arabo come l’ebraico - entrò nell’esercito (IDF), si laureò in Studi Mediorientali a Tel Aviv, e poi si trasferì in America.

Qui riuscì ad infiltrare “diversi gruppi terroristici negli Stati Uniti, sulle cui attività raccolse preziose informazioni”. Nel 2004 ha ricevuto dall’FBI di Mueller ...

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5075 bytes | 70 commenti OK Notizie
terrorismo : La nascita del moderno terrorismo "false-flag"
Inviato da Redazione il 18/1/2015 22:00:00 (12167 letture)

Fra il 1937 e il 1948 il gruppo armato sionista Irgun Zvai Leimi - che fu definito dal New York Times una "organizzazione terroristica" - portò a termine una sessantina di attentati in Palestina. Questi attentati erano rivolti sia contro gli arabi che abitavano in quella regione, sia contro gli inglesi che la controllavano politicamente e militarmente. La strategia dell'Irgun era infatti a doppio binario: da una parte terrorizzare gli arabi per indurli ad abbandonare le loro terre, dall'altra obbligare gli inglesi a lasciare il paese, facilitando così la creazione dello stato di Israele.

Per quanto perpetrati in maniera sistematica, quelli dell'Irgun erano quasi sempre attentati minori, che causavano una dozzina di morti al massimo. Ma nel 1946 questa organizzazione terroristica mise a segno uno dei più famosi attentati della storia moderna, la bomba all'Hotel King David di Gersualemme, che causò 96 morti ed oltre una cinquantina di feriti.

La peculiarità di questa azione terroristica non fu solo la dimensione eccezionale dell'attentato, ma anche il fatto che gli attentatori - tutti ebrei dell'Irgun - lo misero in atto travestendosi da arabi. [...]

Voto: 8.00 (15 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2127 bytes | 272 commenti OK Notizie
terrorismo : Lettera di Andrea Avveduto
Inviato da Redazione il 6/10/2014 11:20:00 (7984 letture)

Ho ricevuto questa lettera da Andrea Avveduto, il giornalista che ha partecipato con me al servizio del Tgcom sul caso Foley. La pubblico con il suo consenso, seguita dalla mia risposta.

Gentile Massimo Mazzucco,

sono Andrea Avveduto, ho partecipato con lei al dibattito su Tgcom24 circa il caso Foley, un mese fa. Ho seguito con interesse il dibattito sul forum che si è sviluppato dopo il nostro intervento. Non desidero entrare nel merito delle obiezioni che alcuni utenti hanno fatto circa il mio intervento. Ho espresso solo alcune opinioni, condivisibili o meno, e rimango aperto al dibattito. Anzi, alcune posizioni manifestate mi hanno interrogato molto rispetto alle mie convizioni. E di questo sono grato. Vorrei solo precisare una cosa, rispettto a un commento fatto dall'account della redazione: "Certo. Una volta capito il personaggio, era chiaro che bisognava stare alla larga dalle trappole". Non ho mai avuto intenzione di tendere una trappola: non è mai stato il mio stile, nè mia intenzione. Se il mio intervento ha suscitato questa impressione, mi dispiace. E non si preoccupi: nei miei tre anni di vita in Medio Oriente ho maturato una grande criticità rispetto al modus operandi americano. Nei miei articoli se ne trova ampia traccia. Colgo l'occasione per ringraziarla del suo lavoro e - nell'auspicio che questo dibattito possa continuare per arricchire le posizioni di entrambi - la saluto cordialmente.

Andrea Avveduto

***

Gentile Sig. Avveduto,

innanzittto vorrei scusarmi con lei per il modo poco elegante con cui mi sono riferito alla sua persona. Sappia però che il mio commento non conteneva nulla di polemico nei suoi confronti. Quando ho detto "una volta capito il personaggio" mi riferivo alla sua posizione rispetto al terrorismo islamico - che lei apparentemente considera genuino - e quindi, dicendo che "bisognava stare alla larga dalle trappole", intendevo dire che non sarebbe stato saggio per me, in quella situazione, aprire un confronto con lei sul merito (i tempi televisivi non lo permettono). Non ho mai voluto intendere che fosse lei, intenzionalmente, a tendere trappole a chicchessia.

Ciò detto, vorrei entrare nel merito della questione: quello che non ci è possibile discutere in TV, a causa dei tempi ristretti, è possibile farlo qui, con calma e con raziocinio. [...]

Voto: 8.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4733 bytes | 92 commenti OK Notizie
terrorismo : Il caso Foley a TGCOM24
Inviato da Redazione il 28/8/2014 21:42:21 (8908 letture)

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 46 commenti OK Notizie
terrorismo : Tutti alla caccia di "John il Jihadista"
Inviato da Redazione il 24/8/2014 23:30:00 (9492 letture)

AVVISO: Giovedì 28 alle ore 16 partecipo ad un dibattito sul caso Foley su TGCOM24. (M.M.)

Una volta c'era Jack lo Squartatore, oggi c'è "John il Jihadista". I tempi cambiano, ma la psicologia di massa rimane sempre la stessa.

"Svolta nel caso Foley - ha titolato l'ANSA - identificato jihadista John."

"Svolta nella caccia al boia - gli fa eco La Stampa - un rapper londinese principale sospettato."

Sempre dall'ANSA leggiamo: "Il Regno Unito si prepara a moltiplicare i ricorsi alla cosiddetta 'prerogativa reale' che permette al governo di ritirare il passaporto a chi intende uscire dal Paese per partecipare ad attività terroristiche". Theresa May, ministro degli interni britannico, ha detto: "Dobbiamo fermarli. Dobbiamo impedire che continuino a partire da qui per combattere in Siria e Iraq''.

Ve la vedete la scena all'aeroporto:

- Lei dove va, scusi?

- Vado in Siria, perchè? [...]

Voto: 8.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3515 bytes | 102 commenti OK Notizie
(1) 2 3 4 ... 10 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA