Salve, potete rispondere a questo?

Di più
10/01/2019 11:48 #24345 da charliemike

Ghilgamesh ha scritto: E rimane sempre strano, che non ci siano fotogrammi dall'aeroporto di partenza dell'attentato.


Rimane sempre strano che se passi con il rosso ci sono almeno quattro :wink: web cam che ti immortalano, mentre in avvenimenti come questi nemmeno il video di un ragazzino con il cellulare. :question:
Eppure ci sono telecamere ovunque, perfino nei cessi.


Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 12:40 #24348 da Michele Pirola
Ghilga:
Inoltre Hani Hanjour era un dilettante. "Si chiede al pilota e ti dice guarda che quella è una manovra difficile, un principiante usa un aereo come se fosse un camionbomba e vola basso".
Indovina chi l'aveva detto?

Marcello Foa

Di più
10/01/2019 14:27 #24350 da Decalagon
miroshima, come al solito le risposte sono parziali ed incomplete, che guarda caso ignorano i fatti esposti nel film.

Ad esempio la domanda n° 7 chiede:

Marwan Al-Sheikki non aveva mai guidato prima un jet nella sua vita, per non parlare dei grossi aerei passeggeri. Come ha potuto eseguire salite di 3000 piedi al minuto e discese vertiginose da 10.000 piedi al minuto, mantenendo sempre l'aereo sotto controllo, e perché mai avrebbe voluto correre rischi del genere, compreso il rischio di scontrarsi in volo con altri aerei, invece di navigare in sicurezza con il pilota automatico fino al bersaglio prescelto?


Non è stato risposto come avrebbe fatto a mantenere sempre l'aereo sotto controllo e perché non ha usato il pilota automatico. Per quanto uno possa essersi esercitato nel simulatore, la differenza fra volo reale e simulazione è enorme; oltretutto bisogna vedere se i parametri di fisica reale presenti nel simulatore al momento delle esercitazioni fossero settati in maniera corretta, perché se li azzero allora io all'aereo posso fargli fare pure cabrate ai 900 km/h rasoterra e giri della morte senza che non suoni manco un allarme.

Domanda 8: nessuna risposta.

Domanda 9: nessuna risposta.

Domanda 10: spiegazione illogica.

La discesa circolare l'ha fatta per via del semplice fatto che quando è arrivato al pentagono era ancora troppo in alto per colpirlo e quindi ha fatto un circuito per perdere quota.

Niente di strano, niente di straordinario. Secondo voi che cosa fa un pilota se arriva all'aeroporto di destinazione ma è ancora troppo alto (per via di un errore di calcolo o altro)?
Probabilmente fa una cosa simile.


Sicuramente un pilota che deve atterrare scende di quota un po' alla volta, e diminuendo mano a mano la velocità per far fronte alla densità dell'aria che aumenta man mano che ci si avvicina al suolo. Qui parliamo di uno che non ha mai volato su un aereo di linea o un jet che ha eseguito una discesa circolare a 360° ai 900 km e ha centrato un muro alto 15 metri senza mai perdere di vista il bersaglio e sempre mantenendo il perfetto controllo dell'aereo, nonostante piloti di linea professionisti intervistati le cui dichiarazioni sono disponibili nel film, abbiano affermato che una cosa del genere è molto complicata anche per chi ha migliaia di ore di volo sulle spalle ed esperienze su aerei militari.
Hanjour avrebbe dovuto fare solo una cosa, che sarebbe stato molto più semplice e con minor rischi di fallimento, ovvero scendere in picchiata sul Pentagono e colpirlo dall'alto, dove avrebbe provocato molti più morti e molti più danni.



Domanda 11: nessuna risposta

Domanda 12: il video pubblicato non dimostra la presenza dei dirottatori agli aereoporti la mattina dell'11 settembre, in quanto manca il timestamp sul video con data e ora delle riprese (cosa che hanno tutti i sistemi di videosorveglianza). La questione è stata spiegata anche nel documentario che sicuramente non hai visto, dove viene mostrato che nei giorni precedenti agli attentati i soggetti in questione avevano già fatto dei "giri di prova", per cui si può anche affermare che quel video è precedente all'11 settembre 2001.
Con tutte le centinaia di telecamere presenti nell'aereoporto, dovremmo vedere chiaramente tutti i dirottatori entrare in aeroporto e girovagare fino al gate.

Domanda 13: nessuna risposta

Domanda 14: nessuna risposta

Domanda 15: nessuna risposta.

Invece di far perdere tempo alla gente sostenendo di aver visto il film (quando è chiaro che non è così) e pretendendo di rispondere alle sue domande copia-incollando le prime robe googlate al volo, consiglio la visione completa del film.
Le chiacchere stanno a zero.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.

Di più
10/01/2019 17:03 #24358 da miroshima
mi ha detto che adesso arriva

Di più
10/01/2019 17:04 - 10/01/2019 17:08 #24359 da charliemike
Abbiamo:
- una manovra illogica e impossibile per un principiante;
- una velocità incompatibile con i limiti strutturali di un Boeing a quella quota;
- un prato antistante il Pentagono intonso, nonostante la quota finale dell' "aereo" fosse praticamente rasoerba e, vista l'inclinazione del velivolo, uno dei due motori avrebbe dovuto "arare" il prato;
- un "aereo" di alluminio che sfonda una parete di cemento armato rinforzato di una palazzina, che scompare nel nulla senza lasciare tracce visibili;
- un "aereo" di alluminio che, una volta penetrato l'anello esterno rinforzato del Pentagono, riesce a rimanere abbastanza integro per sfondare la parete del terzo anello interno attraversando un "bosco" di colonne di cemento armato;
- la totale mancanza visibile di resti riconducibili ad un Boeing passeggeri (no cadaveri, no sedili, no bagagli, ecc.) a parte le dichiarazioni ufficiali che contraddicono tutte le fotografie del luogo dell'impatto (i pochi resti visibili nelle fotografie possono stare sul cassonetto di un Ape);
- la totale mancanza di resti dei due grossi motori, che normalmente solo le parti più resistenti e indistruttibili dell'aereo;
- la totale mancanza dei video delle telecamere sparse nella zona, a parte 5 fotogrammi chiaramente ritoccati, dove non si vede nulla;


... e c'è ancora chi sostiene che un Boeing, pilotato da un principiante, abbia colpito il Pentagono, ma soprattutto ci sono persone che ci credono e difendono questa versione.


Countdown to 1984
Ultima Modifica 10/01/2019 17:08 da charliemike.

Di più
10/01/2019 17:13 - 10/01/2019 17:14 #24360 da Michele Pirola
Charliemike
Qualche rottame c'è, ma il problema più grosso per me è il fatto che Cheney avesse dato l'ordine di NON ABBATTERE l'aereo. Quello sì che è un problema grosso! Perché finché si discute di rottami o di danni più o meno compatibili non si finisce più di discutere. Ma il fatto che si dicesse "l'aereo è a 10 miglia, gli ordini rimangono gli stessi" e Cheney risponde "Sì, gli stessi" (l'originale è "Of course, they do") è veramente la pistola fumante!

Marcello Foa
Ultima Modifica 10/01/2019 17:14 da Michele Pirola. Motivo: Mi ero dimenticato un pezzo

Di più
10/01/2019 17:22 #24361 da charliemike

Michele Pirola ha scritto: Qualche rottame c'è, ma il problema più grosso per me è il fatto che Cheney avesse dato l'ordine di NON ABBATTERE l'aereo. Quello sì che è un problema grosso! Perché finché si discute di rottami o di danni più o meno compatibili non si finisce più di discutere. Ma il fatto che si dicesse "l'aereo è a 10 miglia, gli ordini rimangono gli stessi" e Cheney risponde "Sì, gli stessi" (l'originale è "Of course, they do") è veramente la pistola fumante!


Michele,
leggi bene quello che ho scritto:

CharlieMike ha scritto: - la totale mancanza visibile di resti riconducibili ad un Boeing passeggeri (no cadaveri, no sedili, no bagagli, ecc.) a parte le dichiarazioni ufficiali che contraddicono tutte le fotografie del luogo dell'impatto (i pochi resti visibili nelle fotografie possono stare sul cassonetto di un Ape);

Hai presente quanto è grosso un Boeing??

Ti sembra che i punti che ho esposto nel mio post si possano discutere all'infinito?
P.es. (uno a caso): un aereo talmente fragile da scomparire ma sufficientemente robusto da sfondare tre anelli e una miriade di colonne in cemento armato.

Lo scambio di battute con Cheney un buon avvocato e un debunker (a caso !!!) potrebbe dirti che avrebbe potuto riferirsi a qualunque cosa, e qui sì che la discussione sarebbe infinita.


Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 17:33 #24362 da Michele Pirola
Charliemike

Lo scambio di battute con Cheney un buon avvocato e un debunker (a caso !!!) potrebbe dirti che avrebbe potuto riferirsi a qualunque cosa, e qui sì che la discussione sarebbe infinita.

Lo scambio è avvenuto con un giovane militare che gli parlava di un aereo che si dirigeva verso la Casa Bianca. Il "qualcos'altro" non so cosa possa essere. Un folletto?
Quanto al boeing, qualcuno potrebbe dire "eh, ma io qua vedo questo" e qualcun altro "eh, ma questo potrebbe essere un pezzo dell'aereo"

Marcello Foa

Di più
10/01/2019 18:31 #24370 da Learjet45
Salve a tutti.

Sono l'autore del testo che miroshima ha riportato in questo topic. Ha copiato il testo da un post che ho scritto io in forumlibero.com.

Ho appena creato un topic che tratta lo stesso argomento in maniera molto più dettagliata: luogocomune.net/LC/forum/11-settembre/66...elocemente-debunking

Prima di rispondere alle varie cose che sono state scritte, vorrei chiarire la mia posizione sull'argomento in generale.

Per me gli USA sono un'associazione a delinquere, io sono tutt'altro che un filoamericano.
Quindi se volete possiamo creare il forum "fuckamerica.com" dove possiamo sfogarci riportando tutti i crimini commessi dal governo americano, crimini che sono ben noti e dimostrati.

Trovo però che questo complotto dell'11 settembre con il tempo è diventato un minestrone di inesattezze tecniche e assurdità e indipendentemente da come uno la pensa sulle conclusioni (c'è lo zampino degli USA??) penso che sia l'interesse anche dei complottisti quella di eliminare tutte le assurdità e le inesattezze tecniche che vengono usate come presunte prove.

Se fossi un sostenitore dell'autoattentato, mi limiterei a pensare che magari il governo americano non ha dato troppo conto alla minaccia terroristica, perché subendo un attentato terroristico avrebbero potuto giustificare la guerra in Medio Oriente.

Ritengo invece che sostenere cose come "gli aerei non si sono schiantati sulle torri o sul pentagono" sia una cosa assurda e che sostenere una cosa simile sia totalmente irrazionale, in quanto ci sono talmente tante prove a riguardo che la metà bastano per chiudere la questione.

Comunque, nei post successivi cercherò di dare una risposta alle questioni tecniche sollevate.

Di più
10/01/2019 18:58 #24374 da Ghilgamesh

Learjet45 ha scritto: Salve a tutti.

Se fossi un sostenitore dell'autoattentato, mi limiterei a pensare che magari il governo americano non ha dato troppo conto alla minaccia terroristica, perché subendo un attentato terroristico avrebbero potuto giustificare la guerra in Medio Oriente.


E hanno avuto la fortuna di fare le esercitazioni proprio il giorno scelto per l'attentato, guarda il caso!
Che senza quelle esercitazioni, col cavolo che riusciva!

O i terroristi hanno avuto una fortuna che 6 all'enalotto spostati ... o, più probabile, gli attentatori sapevano da tempo il giorno delle esercitazioni.
Vedi tu, è più probabile sia stato organizzato da uno dentro na grotta in afghanistan o da uno dentro al governo ...

Ritengo invece che sostenere cose come "gli aerei non si sono schiantati sulle torri o sul pentagono" sia una cosa assurda e che sostenere una cosa simile sia totalmente irrazionale, in quanto ci sono talmente tante prove a riguardo che la metà bastano per chiudere la questione.


Temo tu abbia fatto uno strano minestrone ... non penso che qualcuno (tranne qualche troll come i terrapiattisti che bazzicano da ste parti) qui abbia detto che non si sono schiantati aerei sulle torri... ci sono numerosi filmati.
Riguardo il pentagono, il discorso è MOLTO diverso!
Non ci sono i filmati, e i documenti ufficiali, non trovano riscontro nella realtà.
Secondo le fonti ufficiali, come ti hanno spiegato, il motore DEVE aver strisciato il giardino antistante il pentagono ... MA non si vedono striscie di nessun tipo.



Comunque, nei post successivi cercherò di dare una risposta alle questioni tecniche sollevate.[/quote]

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
10/01/2019 19:30 - 10/01/2019 19:44 #24376 da Learjet45

Marauder ha scritto: Suggerisco di trovarsi un interlocutore serio, considerando anche il fatto che salite di 3000 piedi al minuto saranno anche perfettamente nella norma ma, sempre a suo dire, fanno parte di uno dei due momenti piú difficili e pericolosi del volo, l'atterraggio e, in questo caso, il decollo.

"a suo dire" non significa che é un dato inventato o sbagliato, significa che sono cose che sa e che sono usate da lui in modo contradditorio.


A dire il vero un rateo di salita di 3'000 piedi può essere normale non solo in decollo, ma anche durante la salita (infatti nei video che ho messo il rateo di salita più alto viene raggiunto nella fase CLIMB, ovvero dopo che i piloti hanno ritirato i flaps e accelerato alla velocità di salita, che sotto i 10'000 per legge deve essere inferiore a 250 KIAS.

Inoltre io non ho detto che la fase di decollo è (insieme all'atterraggio) la fase più difficile per via del rateo di salita, ma per via del fatto che devi tenere l'aereo (con carrello triciclo) allineato alla centerline della pista e, nel caso degli aerei di linea, nel momento in cui esegui la rotazione (alzi il muso per iniziare il decollo) devi stare attento a non toccare il terreno con la coda dell'aereo (tailstrike), quindi è una fase del volo che richiede un po' di delicatezza.

Comunque, come dicono molti piloti "manovrare l'aereo è la parte facile" (l'atterraggio è difficile, il resto no)... la parte difficile è possedere tutto il bagaglio teorico per pilotare in maniera sicura.
Nel caso del decollo, devi essere sicuro che tutto quanto sia correttamente impostato: flaps, potenza dei motori, ecc ecc...
È una fase in cui gli errori non sono ammessi, perché l'aereo si trova in uno stato di bassa energia (= può stallare se fai cavolate) e si trova vicino al terreno, quindi non hai il tempo di pensare e reagire in caso qualcosa vada storto (la fase di cociera è quella più sicura perché è una fase ad alta energia e se succede qualcosa i piloti hanno tutto il tempo per pensare cosa fare).

Ci sono poi anche delle checklist da fare prima e dopo il decollo, quindi è una fase impegnativa.
A partire dalla fase CLIMB, il volo per i piloti diventa molto più tranquillo.

Detto tutto questo, mi spieghi che problema dovrebbe creare esattamente salire a 3'000 piedi al minuto? Far salire l'aereo non è mica una cosa difficile... è una cosa che fai alla prima lezione pratica di volo.

Marauder ha scritto: Se entrambi ritenete la cosa cosí facile e sicura, suggerisco di fare qualche ora di simulatore (basta pagare), caricare un aereo con I vostri famigliari (basta pagare), far eseguire il decollo ad un pilota (anche se avendo fatto ore di simulatore non ne avreste bisogno) e una volta in cielo aperto ripetere le stesse manovre per poi lasciare I comandi di nuovo al pilota per l'atterraggio (anche se avendo fatto ore di simulatore non ne avreste bisogno - bis). Tanto é facile e non comporta rischi, no?


Ci sono piloti privati che quando portano i loro amici a volare con loro li fanno anche decollare.

Il tipo che pilota nel video appena sotto invece è una persona che pilota un aereo per la prima volta nella sua vita, che fino ad allora ha avuto esperienzA soltanto con simulatori di volo per PC.
L'istruttore non solo gli permette di decollare, ma anche di atterrare... e direi che ha anche fatto un ottimo lavoro.



Ora, se tu dovessi un giorno volare con un pilota molto diffidente, l'aereo non te lo lascia proprio toccare.
Quelli un po' meno diffidenti, invece non ti permettono di decollare e di atterrare, però ti lasciano provare a pilotare l'aereo a cielo aperto, cioè quello che hanno fatto i terroristi, perché pilotare un aereo una volta che è già in aria è facile, non richiede chissà cosa.
Ovviamente devi imparare a pilotarlo in maniera delicata, in modo che il volo sia confortevole, ma dirigere l'aereo in qualche modo verso un determinato punto è una cosa che con un po' di sangue freddo riesce a fare chiunque.

Gli attentatori dell'11 settembre non dovevano centrare delle formiche, ma tre delle costruzioni più imponenti degli USA. Davvero credo che ci voglia tutta sta precisione?

Comunque, per rispondere alla tua osservazione, ti rispondo semplicemente che io non porterei i miei famigliari in volo con me (senza un istruttore) se avessi soltanto esperienza con simulatori, perché io sono una persona molto cauta e che cerca di evitare inutili pericoli, a differenza degli psicopatici che hanno dirottato gli aerei l'11 settembre.

Ora che ho risposto alla tua domanda, te ne faccio una io: sono nati prima i piloti o gli aerei?
Cioè, a un certo punto gli umani hanno cominciato a costruire gli aerei, ma evidentemente nessuno aveva la licenza di volo.
Quindi il primo uomo che ha volato, l'ha fatto senza avere nessuna licenza.

Se guardi i dati, scoprirai che una volta volare era molto più pericoloso e non solo perché gli aerei erano più instabili, più difficile da controllare e più fragili, ma anche perché nessuno li sapeva realmente pilotare.
Dopo un paio di disastri aerei, si è cominciato a capire cosa bisogna o non bisogna fare... e oggi il percorso formativo di un pilota è molto impegnativo, perché c'è una montagna di teoria.
Tutto questo bagaglio teorico serve a fare in modo che gli aerei vengano pilotati in maniera sicura, cioè per fare in modo che solo un volo di linea su 2'000'000 abbia incidenti.

Cosa succede se una persona che conosce più o meno gli aerei (tipo, una persona che ha esperienza su simulatori di volo o esperienza di volo con altri aerei) prende il controllo di un aereo? Che la probabilità di schiantarsi non è più di una su 2'000'000, ma forse di una su 10'000, forse di una su 1'000, forse di una su 500.
Dipende da quanto è preparata la persona che prende i comandi.

È una cosa rischiosa, ma questo non significa che l'aereo sicuramente si schianterà. Ehi, ma aspetta un momento: far schiantare l'aereo non era proprio ciò che i terroristi volevano fare?

Se dunque la preparazione dei piloti ha lo scopo di rendere il volo sicuro, che rilevanza dovrebbe avere la preparazione che hanno dei terroristi a pilotare l'aereo in maniera sicura? Loro dovevano solo dirigerlo verso un punto e farlo schiantare... su bersagli tutt'altro che piccoli.
Ultima Modifica 10/01/2019 19:44 da Learjet45.

Di più
10/01/2019 19:50 #24377 da charliemike
Ciao LearJet e benvenuto,
dai tuoi post deduco che tu sia un pilota e se il tuo nick non lo hai scelto a caso, suppongo tu piloti un Learjet.

Se non è così hai sicuramente molta competenza in materia.

Ma se sei un pilota vorrei farti una domanda che ho già fatto in questa discussione, e vorrei che mi rispondessi con onestà e sincerità spiegandone i motivi:

CharlieMike ha scritto: Secondo te, per un principiante è più facile pilotare un enorme Boeing facendogli fare una virata manuale in discesa di quasi 380°, per finire in un volo radente a pochi metri dal terreno senza perdere il controllo nonostante l'effetto suolo, perfettamente allineato con la facciata del Pentagono, piuttosto che puntargli il muso direttamente contro in una vertiginosa picchiata colpendo un bersaglio la cui superficie è almeno una decina di volte più grossa?



Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 20:28 #24378 da Ghilgamesh

Se dunque la preparazione dei piloti ha lo scopo di rendere il volo sicuro, che rilevanza dovrebbe avere la preparazione che hanno dei terroristi a pilotare l'aereo in maniera sicura? Loro dovevano solo dirigerlo verso un punto e farlo schiantare... su bersagli tutt'altro che piccoli.


Il problema NON è la sicurezza, che NESSUNO qua ha nominato ... è la PRECISIONE!

E, nel caso del Pentagono, della manovra inutile e, a quanto detto da te, NEMMENO sperimentabile con un simulatore!

Che a buttarsi su un tetto grande, FORSE, ce la faccio pure io ... prendere una fiancata radendo il terreno ... no!

Onestamente, tu che sei pilota, ti sarebbe MAI venuta in qualche fase della TUA vita, di azzardare un approccio tipo quello del pentagono?
Ora che sei magari anche un pilota provetto, MA pure prima, da inesperto ... ti sarebbe mai venuto in mente di colpire un palazzo, con l'area del pentagono ... dal fianco?!

Uno scettico dai piedi di balsa, inventore di una storia falsa ...

Di più
10/01/2019 20:30 - 10/01/2019 20:34 #24379 da Learjet45

Ghilgamesh ha scritto: O i terroristi hanno avuto una fortuna che 6 all'enalotto spostati ... o, più probabile, gli attentatori sapevano da tempo il giorno delle esercitazioni.


Un'ipotesi che formulerei a riguardo è che l'esercitazione molto probabilmente non era un segreto di stato, o magari era un segreto di stato ma Al Queda aveva una talpa.
Insomma, in qualche modo Al Queda ha ricevuto questa informazione e ha pensato bene di sfruttarla a suo vantaggio, organizzando l'attentato proprio quel giorno.

Ghilgamesh ha scritto: Vedi tu, è più probabile sia stato organizzato da uno dentro na grotta in afghanistan o da uno dentro al governo ...


Forse da uno dentro una grotta in Afghanistan che ha avuto informazioni utili. Del resto l'attentato ha richiesto una pianificazione, non penserai mica che si sono svegliati al mattino e un in momento di noia sono saliti su un aereo.

Ghilgamesh ha scritto: Temo tu abbia fatto uno strano minestrone ... non penso che qualcuno (tranne qualche troll come i terrapiattisti che bazzicano da ste parti) qui abbia detto che non si sono schiantati aerei sulle torri... ci sono numerosi filmati.


E quindi qual'è il punto di tutti questi discorsi tecnici?
Amettete che a essersi schiantati sulle torri siano il volo 11 e il volo 175?
Se è così, allora dove si vuole arrivare? Hanno mentito sulla velocità raggiunti dagli aerei? Perché avrebbero dovuto farlo?

Ghilgamesh ha scritto: Riguardo il pentagono, il discorso è MOLTO diverso!
Non ci sono i filmati, e i documenti ufficiali, non trovano riscontro nella realtà.
Secondo le fonti ufficiali, come ti hanno spiegato, il motore DEVE aver strisciato il giardino antistante il pentagono ... MA non si vedono striscie di nessun tipo.


Se permetti, sul fatto che il volo 77 si sia schiantato sul pentagono ci sono prove molto più solide rispetto a dei video.

Il fatto che 184 delle 189 vittime del volo 77 siano state identificate tramite test del DNA penso che basti e avanzi per concludere che il volo 77 si è schientato contro il pentagono... tutto il resto delle prove sono solo cose che danno un'ulteriore conferma.

Affermare che il volo 77 non si è schiantato sul pentagono perché non ci sono dei video in buona qualità (un video c'è, quello delle telecamere di sorveglianza, ma sicuramente a voi non piace) è come dire che l'altra faccia della luna non esiste perché non l'abbiamo mai vista.
Le prove non visive spesso sono migliori di quelle visive.

Infine, tu sei quello che mi sfotteva per il fatto che ho messo il video di Hanjour all'aeroporto di Dulles... mi dici, cortesemente, da dove è partito il volo 77? :poke:

Comunque, i dati esatti del volo 77 sono quelli della scatola nera. La scatola nera fa testo, il resto no.
Ultima Modifica 10/01/2019 20:34 da Learjet45.

Di più
10/01/2019 21:13 #24381 da charliemike

Learjet45 ha scritto: ...

Infine, tu sei quello che mi sfotteva per il fatto che ho messo il video di Hanjour all'aeroporto di Dulles... mi dici, cortesemente, da dove è partito il volo 77?


:woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa:

Ma il video lo ha messo Miroshima quì !!


Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 21:14 #24382 da Decalagon

Il fatto che 184 delle 189 vittime del volo 77 siano state identificate tramite test del DNA


Sì, senza contare che le prove del DNA siano fabbricabili dal nulla e che la catena di custodia dei reperti ha avuto più buchi di un formaggio svizzero. Poi sull'attentato al Pentagono ci sono tanti di quei problemi che potremmo sta qua settimane a discuterne.
Ma intanto inizia a rispondere alle domande del documentario, sono in tutto 50 ma iniziamo comodamente con quelle delle velocità impossibili che ti ho fatto nell'altra discussione. Così ci concentriamo su un thread solo senza discutere un pezzo qui e un pezzo lì.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.

Di più
10/01/2019 21:15 #24383 da charliemike
@Learjet
Mi potresti cortesemente rispondere a questa domanda, per favore?

Secondo te, per un principiante è più facile pilotare un enorme Boeing facendogli fare una virata manuale in discesa di quasi 380°, per finire in un volo radente a pochi metri dal terreno senza perdere il controllo nonostante l'effetto suolo, perfettamente allineato con la facciata del Pentagono, piuttosto che puntargli il muso direttamente contro in una vertiginosa picchiata colpendo un bersaglio la cui superficie è almeno una decina di volte più grossa?


Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 21:27 #24384 da charliemike
@Learjet

Se permetti, sul fatto che il volo 77 si sia schiantato sul pentagono ci sono prove molto più solide rispetto a dei video.

Potresti portarne qualcuna, grazie?

Il fatto che 184 delle 189 vittime del volo 77 siano state identificate tramite test del DNA penso che basti e avanzi per concludere che il volo 77 si è schientato contro il pentagono... tutto il resto delle prove sono solo cose che danno un'ulteriore conferma.

Il fatto che hanno dichiarato che siano state identificate con il DNA lo dicono loro. Il punto è che non c'è una foto una, dove si vede anche un corpo, un sedile, un bagaglio, niente.
Con queste basi ti potrei dire che hanno pure trovato due coccodrilli, un oragutan, due piccoli serpenti, un aquila reale, il gatto, il topo, l'elefante, solo non si vedono i due liocorni.

Affermare che il volo 77 non si è schiantato sul pentagono perché non ci sono dei video in buona qualità (un video c'è, quello delle telecamere di sorveglianza, ma sicuramente a voi non piace) è come dire che l'altra faccia della luna non esiste perché non l'abbiamo mai vista.
Le prove non visive spesso sono migliori di quelle visive.

Azzarola!! C'è un video?? :woa: E com'è che non si è mai visto?? A saperlo Massimo si evitava la fatica di fare 5 ore di film.
Potresti l'inkarlo, grazie?

Queste considerazioni come le giustifichi?

CharlieMike ha scritto: Abbiamo:
- una manovra illogica e impossibile per un principiante;
- una velocità incompatibile con i limiti strutturali di un Boeing a quella quota; hai già risposto.
- un prato antistante il Pentagono intonso, nonostante la quota finale dell' "aereo" fosse praticamente rasoerba e, vista l'inclinazione del velivolo, uno dei due motori avrebbe dovuto "arare" il prato;
- un "aereo" di alluminio che sfonda una parete di cemento armato rinforzato di una palazzina, che scompare nel nulla senza lasciare tracce visibili;
- un "aereo" di alluminio che, una volta penetrato l'anello esterno rinforzato del Pentagono, riesce a rimanere abbastanza integro per sfondare la parete del terzo anello interno attraversando un "bosco" di colonne di cemento armato;
- la totale mancanza visibile di resti riconducibili ad un Boeing passeggeri (no cadaveri, no sedili, no bagagli, ecc.) a parte le dichiarazioni ufficiali che contraddicono tutte le fotografie del luogo dell'impatto (i pochi resti visibili nelle fotografie possono stare sul cassonetto di un Ape);
- la totale mancanza di resti dei due grossi motori, che normalmente solo le parti più resistenti e indistruttibili dell'aereo;
- la totale mancanza dei video delle telecamere sparse nella zona, a parte 5 fotogrammi chiaramente ritoccati, dove non si vede nulla;



Countdown to 1984

Di più
10/01/2019 22:21 - 10/01/2019 22:22 #24386 da charliemike

Learjet45 ha scritto: ... Infine, tu sei quello che mi sfotteva per il fatto che ho messo il video di Hanjour all'aeroporto di Dulles... mi dici, cortesemente, da dove è partito il volo 77?



:woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa: :woa:

Ma il video lo ha messo Miroshima quì !!


Countdown to 1984
Ultima Modifica 10/01/2019 22:22 da charliemike.

Di più
10/01/2019 23:31 #24391 da pencri93

Ritengo invece che sostenere cose come "gli aerei non si sono schiantati sulle torri o sul pentagono" sia una cosa assurda e che sostenere una cosa simile sia totalmente irrazionale, in quanto ci sono talmente tante prove a riguardo che la metà bastano per chiudere la questione.


Nessuno sostiene questo, a parte i soliti complottisti beceri della no planes theory, barzelletta ampiamente smentita.

La testi sostenuta dal film è che gli aerei schiantatisi sulle torri non fossero quelli ufficialmente riportati.

Gli attentatori dell'11 settembre non dovevano centrare delle formiche, ma tre delle costruzioni più imponenti degli USA. Davvero credo che ci voglia tutta sta precisione?


Infatti non ci vuole della semplice precisione, ma dei veri e propri miracoli.

Gli aerei che hanno colpito le torri non erano abbastanza potenti da poter raggiungere quelle velocità a quell’altitudine, e se ne fossero stati potenziati i motori (e perché mai, poi?) la fusoliera avrebbe ceduto.

E per quanto riguarda il Pentagono… no, non si doveva semplicemente prendere una costruzione imponente, ma una parete di circa 24 metri con un aereo sparato ad una velocità a cui non poteva arrivare e dopo una manovra sostanzialmente impossibile.

Ora che ho risposto alla tua domanda, te ne faccio una io: sono nati prima i piloti o gli aerei?
Cioè, a un certo punto gli umani hanno cominciato a costruire gli aerei, ma evidentemente nessuno aveva la licenza di volo.
Quindi il primo uomo che ha volato, l'ha fatto senza avere nessuna licenza.


Ah, se è per questo è nato prima il mare degli uomini, questo vuole forse dire che i primi uomini a tuffarsi in mare fossero in grado di battere i record di velocità in acqua attuali?

Se dunque la preparazione dei piloti ha lo scopo di rendere il volo sicuro, che rilevanza dovrebbe avere la preparazione che hanno dei terroristi a pilotare l'aereo in maniera sicura? Loro dovevano solo dirigerlo verso un punto e farlo schiantare... su bersagli tutt'altro che piccoli.


L’intero discorso sull’incompetenza dei piloti è secondaria, è un plus , qualcosa che fa da contorno ad un altro tema più importante: quello dell’impossibilità materiale, per un aereo di quel tipo, di raggiungere le velocità riportate.

Affermare che il volo 77 non si è schiantato sul pentagono perché non ci sono dei video in buona qualità (un video c'è, quello delle telecamere di sorveglianza, ma sicuramente a voi non piace) è come dire che l'altra faccia della luna non esiste perché non l'abbiamo mai vista.
Le prove non visive spesso sono migliori di quelle visive.


Ecco la prova che non ha visto il film.

Di “filmati” ne sono stati rilasciati rispettivamente due, quelli delle due telecamere di sicurezza situate nelle colonne con le sbarre.

Il primo video, che in realtà è una sequenza di fotogrammi che se non sbaglio venivano scattati al ritmo di 1 al secondo, non permetteva di vedere l’areo perché bloccato nella visuale dalla colonna che aveva davanti.

Dopo svariate pressioni, il governo ha rilasciato anche la seconda sequenza, quella registrata dalla colonna con la visuale sgombra. Ebbene, quel video è stato editato nell’unico/unici due fotogrammi che ritraevano l’aereo, e nel film viene chiaramente indicato.

Di più
10/01/2019 23:40 #24393 da DanieleSpace
@ Miroshima

Da quello che leggo in wikipedia, si è esercitato col simulatore del boeing 727


Beh certo, ma per wikipedia il 9/11 è stata opera di 19 terroristi morti di fame, che con 2 aerei hanno demolito 3 grattacieli, prendendo per il naso l'intera difesa statunitense.
Grattacieli con struttura in acciaio, che si sono disgregati a causa del fuoco. L'edificio 7 è crollato in parte a velocità di caduta libera, cosa del tutto normale. Dentro il prato di Shanksville c'è ancora un aereo polverizzato e il pentagono è stato colpito da un aereo che non si può vedere dalle telecamere. Non sto nemmeno qui riportare le 1000 assurdità della versione ufficiale...


Sono anni che cerchiamo di modificare le pagine di wikipedia, inserendo tutte le nostre prove raccolte negli anni, rinvenute dopo lunghi studi (di Architects & Engineers for 911 truth, tanto per citarne alcuni). Ebbene dopo 3 minuti la pagina torna com'era prima e se ci riprovi più volte vieni tacciato di vandalismo e ti bloccano. Non solo non ti permettono di inserire le informazioni diverse dalla V. U. ma tutte le persone che pubblicamente sostengono il contrario, vengono coperte di fango. vedi Mazzucco, che secondo wikipedia, è un sostenitore della teoria della Terra cava...

Wikipedia appartiene a Wikimedia foundation, che è una "fondazione" americana. Non avrete alcuna verità da wikipedia, se questa danneggia in qualsiasi modo l'america.
È un vero dramma che tutti i media che contano siano in mano ai soliti noti. Google, youtube, facebook, wikipedia... Mi spiace vedere che qualcuno ancora non l'ha capito

Una teoria del complotto è ridicola solo quando sono ridicoli i suoi moventi.
Ringraziano per il messaggio: Azrael66

Di più
11/01/2019 02:07 #24398 da charliemike
@Learjet45 aka Miroshima
www.luogocomune.net/LC/forum/11-settembr...uesto?start=30#24386

Mi stai ignorando?
Puoi rispondere a questa domanda?

Secondo te, per un principiante è più facile pilotare un enorme Boeing facendogli fare una virata manuale in discesa di quasi 380°, per finire in un volo radente a pochi metri dal terreno senza perdere il controllo nonostante l'effetto suolo, perfettamente allineato con la facciata del Pentagono, piuttosto che puntargli il muso direttamente contro in una vertiginosa picchiata colpendo un bersaglio la cui superficie è almeno una decina di volte più grossa?



Countdown to 1984

Di più
11/01/2019 13:54 #24428 da Marauder
Ciao Learjet45, grazie per la tua risposta. Trovo molto ben dettagliata la parte relativa alle ascese di 3000 piedi (a proposito: hai idea del perche siano state fayte quelle manovre?) ma non ho trovato nulla relativamente alla discesa di 10000 fpm: di quella cosa ne pensi? Considerando anche la quota a cui avviene.

Grazie e benvenuto su LC

You'll not see this coming.

Di più
11/01/2019 16:21 - 11/01/2019 16:33 #24441 da Learjet45

Decalagon ha scritto: Non è stato risposto come avrebbe fatto a mantenere sempre l'aereo sotto controllo e perché non ha usato il pilota automatico.


Perché il pilota automatico va bene per seguire una rotta, ma quando devi andare verso un oggetto è più facile farlo in volo manuale perché puoi fare correzioni molto più rapide.

Questa cosa la puoi capire anche te con un simulatore di volo per pc. Prova ad andare contro un palazzo usando il pilota automatico, poi rifallo in manuale e mi dici cos'è più facile tra le due cose.


Per quanto uno possa essersi esercitato nel simulatore, la differenza fra volo reale e simulazione è enorme


Con un simulatore level d puoi prendere un type rating senza nemmeno toccare l'aereo reale.
La differenza è enorme secondo te, non secondo le leggi.

Francamente, io credo che l'aereo reale serva solo per esercitare gli atterraggi, il resto si può esercitare molto bene al simulatore. I terroristi non hanno fatto nessun atterraggio.

Sicuramente un pilota che deve atterrare scende di quota un po' alla volta, e diminuendo mano a mano la velocità per far fronte alla densità dell'aria che aumenta man mano che ci si avvicina al suolo.


Quello che ti sto dicendo io (e che non è affatto illogico per chi capisce qualcosa di aerei, sia io che gli investigatori dell'NTSB abbiamo tratto le stesse conclusioni senza parlarci) è che per via un errore di stima/calcolo, Hanjour è arrivato sopra il pentagono che era ancora troppo alto, quindi per poterlo colpire ha dovuto fare quel circuito in tondo per perdere quota.

Il fatto che abbia fatto errori di calcolo è perfettamente compatibile con la sua inesperienza.

Puoi provare anche tu con un simulatore di volo per pc.
Vedrai che soprattutto le prime volte ti capiterà molto spesso, con gli aerei di linea, di arrivare troppo alto all'aeroporto di destinazione.
Fare una stima di quando devi iniziare a scendere e con quale velocità verticale non è una cosa facile.
I piloti (e i simmer preparati) utilizzano delle formule matematiche per fare queste stime.

Hanjour, essendo abituato gli aerei piccoli che volano bassi, non hai mai dovuto dare molto peso alla questione, non aveva l'esperienza per gestire delle discese del genere.
Ha fatto un errore da principiante (forse anche dovuto al fatto che comunque stava per morire e un po' di agitazione ce l'aveva) e perciò ha dovuto riparare l'errore commesso facendo un circuito per perdere quota. È quello che faresti anche tu intuitivamente nel simulatore di volo se arrivi troppo alto all'aeroporto di destinazione.

Qui parliamo di uno che non ha mai volato su un aereo di linea o un jet che ha eseguito una discesa circolare a 360°


E qual'è il problema? Sono gli esercizi che fai alle prime lezioni di volo. Hanjour qualche lezione di volo l'ha fatta, ha preso anche una licenza, quindi le manovre aeree fondamentalmente le sapeva fare.

ha centrato un muro alto 15 metri


Già, il pentagono è piccolissimo... proprio non si capisce come abbia fatto a centrarlo!

senza mai perdere di vista il bersaglio


Il pentagono è posto proprio da parte a un fiume e all'aeroporto Ronald Reagan, è facile da individuare.

Se avessi esperienza anche solo con un simulatore per PC, sapresti che quando hai a disposizione un corso d'acqua per orientarti, volare in maniera visuale è un gioco da ragazzi.
È più difficile invece orientarsi con il terreno (strade, palazzi, ecc ecc... perché questi dettagli sono più difficili individuare rispetto a un corso d'acqua, che anche da molto in alto ha un aspetto inconfondibile).

Bisogna anche notare il fatto che quando Hanjour ha concluso il circuito per perdere quota si trovava a 10-20 Km di distanza del pentagono, quindi il tempo per orientarsi, per individuare il bersaglio, ce l'ha avuto tutto.

e sempre mantenendo il perfetto controllo dell'aereo


Perché avrebbe dovuto perdere il controllo dell'aereo?

Comunque un investigatore dell'NTSB ha affermato che nei momenti in cui il pilota automatico non era inserito, il volo era "tremoleante", tutt'altro che preciso.
Un pilota con esperienza ha una precisione simile a quella del pilota automatico, mentre chiunque fosse ai comandi dell'aereo si vedeva che il suo modo di pilotare non era per niente preciso.

Nei miei precedenti post ho scritto che una persona che ha esperienza con simulatore di volo o aerei piccoli potrebbe dirigere un aereo in qualche modo verso una determinata direzione e schiantarsi contro qualcosa, che è quello che ha fatto Hanjour. Un pilota si riconosce per il fatto che pilota in maniera porecisa e pulita, ma l'investigatore dell'NTSB sostiene che la persona ai comandi era in difficoltà.

Invece di far perdere tempo alla gente sostenendo di aver visto il film (quando è chiaro che non è così) e pretendendo di rispondere alle sue domande copia-incollando le prime robe googlate al volo, consiglio la visione completa del film.
Le chiacchere stanno a zero.


A me pare che siano i complottisti e i loro documentari a far perdere tempo alla gente.

La tua teoria che era meglio andare in picchiata non mi sembra sensata, perché andare in falconica picchiata con un aereo è più difficile e più pericoloso rispetto a seguire una sentiero di discesa normale.
A me pare che Hanjour abbia seguito un sentiero di discesa relativamente normale, è arrivato un po' corto e ha colpito i lampioni dell'autostrada... a me pare che non avesse il pieno controllo dell'aereo, a differenza di quello che dite voi, perché infatti è arrivato troppo basso, tranciando i piloni.
Ultima Modifica 11/01/2019 16:33 da Learjet45.

Di più
11/01/2019 17:02 - 11/01/2019 17:06 #24447 da paglia53
piccolo ot
Decalagon

Sì, senza contare che le prove del DNA siano fabbricabili dal nulla e che la catena di custodia dei reperti ha avuto più buchi di un formaggio svizzero. Poi sull'attentato al Pentagono ci sono tanti di quei problemi che potremmo sta qua settimane a discuterne.


potre dire la stessa cosa dei reperti usati nell'analisi delle macerie del wtc, come ben saprai la loro provenienza e' altrettanto travagliata :wink:
Ultima Modifica 11/01/2019 17:06 da paglia53.

Di più
11/01/2019 17:17 #24449 da paglia53

Da quello che leggo in wikipedia, si è esercitato col simulatore del boeing 727


questo articolo e' molto ben fatto e ricco di informaioni
www.historycommons.org/context.jsp?item=...anisimulator&scale=1
Context of 'February 8-March 12, 2001: 9/11 Hijacker Hanjour Practices on Boeing 737 Simulator, but Has Problems'

This is a scalable context timeline. It contains events related to the event February 8-March 12, 2001: 9/11 Hijacker Hanjour Practices on Boeing 737 Simulator, but Has Problems. You can narrow or broaden the context of this timeline by adjusting the zoom level. The lower the scale, the more relevant the items on average will be, while the higher the scale, the less relevant the items, on average, will be.

cliccando sulla tabella si apre la relativa timeline con un sacco di info

Di più
11/01/2019 17:29 #24452 da paglia53

Beh certo, ma per wikipedia il 9/11 è stata opera di 19 terroristi morti di fame

io veramente ho sempre letto il contrario, cioe' sono i "complottisti" a ritenere i 19 terroristi dei selvaggi che vivono nelle caverne ( anhe ghilga ha ripetuto questa osa ) come a dire he non avrebbero potuto escogitare l'attentato piu' significativo della storia moderna
comunque sia, non e' vero
www.nytimes.com/2005/06/14/opinion/the-madrassa-myth.html
We examined the educational backgrounds of 75 terrorists behind some of the most significant recent terrorist attacks against Westerners. We found that a majority of them are college-educated, often in technical subjects like engineering. In the four attacks for which the most complete information about the perpetrators' educational levels is available -- the World Trade Center bombing in 1993, the attacks on the American embassies in Kenya and Tanzania in 1998, the 9/11 attacks, and the Bali bombings in 2002 -- 53 percent of the terrorists had either attended college or had received a college degree. As a point of reference, only 52 percent of Americans have been to college. The terrorists in our study thus appear, on average, to be as well educated as many Americans.

The 1993 World Trade Center attack involved 12 men, all of whom had a college education. The 9/11 pilots, as well as the secondary planners identified by the 9/11 commission, all attended Western universities, a prestigious and elite endeavor for anyone from the Middle East. Indeed, the lead 9/11 pilot, Mohamed Atta, had a degree from a German university in, of all things, urban preservation, while the operational planner of 9/11, Khalid Sheikh Mohammed, studied engineering in North Carolina. We also found that two-thirds of the 25 hijackers and planners involved in 9/11 had attended college.

Di più
11/01/2019 17:32 #24453 da Decalagon
Invito tutti quelli che vogliono discutere con Learjet di limitarsi a sottoporgli le domande a fine capitolo sulle velocità impossibili e di chiedergli di rispondere a quelle tenendo conto di tutto ciò che viene spiegato e mostrato in quel capitolo. Non dategli troppa corda perché il suo obiettivo è far perdere tempo ricominciando da zero discussioni a cui il film di Massimo ha messo la parola F I N E

Non semplifichiamo la vita a sta gente.

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.

Di più
11/01/2019 20:00 #24468 da Ilriga

Decalagon ha scritto: Invito tutti quelli che vogliono discutere con Learjet di limitarsi a sottoporgli le domande a fine capitolo sulle velocità impossibili e di chiedergli di rispondere a quelle tenendo conto di tutto ciò che viene spiegato e mostrato in quel capitolo. Non dategli troppa corda perché il suo obiettivo è far perdere tempo ricominciando da zero discussioni a cui il film di Massimo ha messo la parola F I N E

Non semplifichiamo la vita a sta gente.


Sulle velocità impossibili mi pare abbia già risposto, e la risposta è che sono possibili.
Francamente non mi è chiaro cosa vogliate sapere, non vi sta bene che fossero aerei?
Ma perché?
Il fatto che le torri siano venute giù stile demolizione controllata non basta e allora dovete aggiungere il carico con sti fantomatici missili travestiti da aerei?
Come mai?

Di più
11/01/2019 20:45 - 11/01/2019 20:49 #24470 da Decalagon

Sulle velocità impossibili mi pare abbia già risposto, e la risposta è che sono possibili.


Ah beh, ciò che pare a te non è un dato oggettivo.

Il fatto che le torri siano venute giù stile demolizione controllata non basta e allora dovete aggiungere il carico con sti fantomatici missili travestiti da aerei?


Io sono responsabile di quello che dico non di quello che mi infili in bocca tu. Chiaro?

Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità, la Vita. E grazie a Shenron risorgo quando mi pare.
Ultima Modifica 11/01/2019 20:49 da Decalagon.

Tempo creazione pagina: 0.177 secondi

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO